COMUNE DI RUSSI Sabato, 07 febbraio 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RUSSI Sabato, 07 febbraio 2015"

Transcript

1 COMUNE DI RUSSI Sabato, 07 febbraio 2015

2 COMUNE DI RUSSI Sabato, 07 febbraio 2015 Prime Pagine 07/02/2015 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) 1 cronaca 07/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 5 «Stato di calamità E sospendete le tasse» 2 07/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 8 LIVERANI CLAUDIA Troppa pressione, esplodono le fogne davanti alla scuola media 3 07/02/2015 La Voce di Romagna Pagina 12 "Allagamenti causati dall' alta marea 4 07/02/2015 La Voce di Romagna Pagina 12 "Ora uno sconto sulle tasse" 6 07/02/2015 La Voce di Romagna Pagina 13 Lidi sommersi 7 06/02/2015 Ravenna Today Alluvione nel ravennate, Confcommercio: "Sospendere il pagamento delle /02/2015 Ravenna24Ore.it "Danni ingenti alle attività", l' allarme di Confesercenti e /02/2015 RavennaNotizie.it Allagamenti e danni alle imprese, le associazioni di categoria chiedono cultura e turismo 07/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 20 SILVESTRI MARIO Il disastro rivive in un libro 12 politica locale 07/02/2015 La Voce di Romagna Pagina 34 Cervia Un ordine del giorno per modificare la legge regionale 13 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 1 I ritardi che l' Europa non può più permettersi 14 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 2 La lunga marcia della riforma del catasto sta per iniziare /02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Corte conti: Cdp è banca o organismo pubblico? 18 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Cottarelli: l' Italia può crescere più delle stime 19 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 10 Orlando: sì a una soglia per le piccole infrazioni 21 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 10 Rischio Vietnam come nel 2006, ma opposizioni sfilacciate 23 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 12 «Prima di maggio decido se candidarmi» 25 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 15 Enti locali, più revisori con la riforma 27 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 15 I nuovi prodotti del Sole: più attenzione ai lettori 29 07/02/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 21 LAURA GALVAGNI «Puntiamo alle infrastrutture del Paese» 31 07/02/2015 Il Sole 24 Ore (Plus) Pagina 11 Le soffiate anti corrotti sono già a quota /02/2015 Italia Oggi Pagina 3 EMILIO GIOVENTÙ Renzi avverte Fi e dà i numeri 36 07/02/2015 Italia Oggi Pagina 5 GOFFREDO PISTELLI Vanno ridotti vincoli e tasse 39 07/02/2015 Italia Oggi Pagina 22 GIANNI MACHEDA Aaa testimoni assumonsi 43 07/02/2015 Italia Oggi Pagina 22 CRISTINA BARTELLI Bitcoin sorvegliate dall' Uif 45 07/02/2015 Italia Oggi Pagina 22 DARIO FERRARA File della Pec inceppato ma i lavori non si fermano 46 07/02/2015 Italia Oggi Pagina 27 MATTEO BARBERO Estrazione e compensi spine per i revisori p.a /02/2015 Italia Oggi Pagina 29 Professionisti toscani in rete 49 sport

3 07/02/2015 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 43 I Redskins Imola sono usciti dal lungo letargo 50

4 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Prima Pagina 1

5 Pagina 5 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) cronaca LE ASSOCIAZIONI. «Stato di calamità E sospendete le tasse» ASSOCIAZIONI di categoria mobilitate per chiedere aiuto per le imprese colpite dal maltempo. Confcommercio Ravenna chiede da subito «la sospensione del pagamento delle tasse e imposte locali, con particolare riferimento per la Tari. In questo momento di gravità chiediamo alle Amministrazioni comunali di Ravenna, Russi e Alfonsine di dare un segnale forte e inequivocabile a favore delle imprese che sono colpite dal maltempo e di attivarsi di conseguenza affinché i danni sul territorio siano in qualche modo indennizzati». L' ONDATA di maltempo verificatasi negli ultimi giorni ha messo in difficoltà gran parte del sistema economico provinciale. Vengono segnalati danni ingentissimi alle attività turistiche, a partire da quelle balneari. Legacoop, Coldiretti, Cna e Confesercenti chiedono lo stato di calamità. Nelle diverse prese di posizione si legge che «al termine di queste pesantissime giornate, oltre a verificare con attenzione i danni riportati ormai alle porte della primavera, bisogna subito avviare i rimedi a partire dal riconoscimento della calamità ma anche le azioni straordinarie che andranno messe in campo a partire dalla ricostruzione delle dune protettive delle località balneari». Si parla di capannoni e aree produttive colpite da ingenti danni, così come di campi, aziende agricole e all' allevamenti finiti sott' acqua. La Coldiretti segnala che a Castel Bolognese, in zona adiacente alla via Emilia, è crollata una serra di metri quadrati. A complicare ulteriormente la situazione anche il forte vento che, oltre a gonfiare il mare, ha provocato la caduta di rami e alberi. 2

6 Pagina 8 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) cronaca RUSSI PIAZZALE ALLAGATO E INTERDETTO AD AUTO E PULLMAN. DISAGI OVUNQUE E STRADE CHIUSE. Troppa pressione, esplodono le fogne davanti alla scuola media STRADE ALLAGATE e chiuse, nel forese ma anche nell' abitato ieri a Russi, dove il maltempo ha provocato l' esplosione della a fognatura nel piazzale della scuola media. Ieri mattina il piazzale era completamente allagato e interdetto a automobili e pullman. La pressione dell' acqua ha probabilmente provocato la rottura della condotta fognaria e spaccato per alcuni metri l' asfalto del piazzale, che si è subito allagato. Sul posti sono subito intervenuti gli operai del Comune e i vigili urbani. Le lezioni sono svolte regolarmente, i ragazzi sono entrati a scuola coi piedi asciutti, camminando in fila sul marciapiede che costeggia il piazzale. «I vigili sono intervenuti subito bloccando l' accesso al piazzale completamente allagato afferma il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Renzo Piva solo quando l' acqua ha iniziato a defluire abbiamo capito cosa era successo. Disagio, ma nessun pericolo, i vigili sono subito intervenuti vietando a tutti l' accesso la piazzale. Domani a Russi lezioni regolari, tutte le scuole sono aperte. Abbiamo invece chiuso, ieri mattina al traffico diverse strade per allagamento, sia nel forese che a Russi». Le vie Azzali, Gucci, IV Novembre, XXV Aprile, Matteotti sono state chiuse, così come nell' area di Godo fra le altre le vie Germana e Sentierone. Chiusa via Franguelline Nuove, la provinciale che collega San Pancrazio e Godo. «L' abbiamo riaperta dopo pranzo spiegava ieri il vicesindaco ma va percorsa con prudenza, perché nel punto in cui attraversa gli scoli Pisinello e Cupa c' è ancora un po' d' acqua, ma ora si gira bene». Claudia Liverani. LIVERANI CLAUDIA 3

7 Pagina 12 La Voce di Romagna cronaca "Allagamenti causati dall' alta marea IL CONSORZIO DI BONIFICA Lo stato della rete di canali è buono ma i livelli del mare hanno bloccato il deflusso Il maltempo con pioggia record, neve, esondazioni e smottamenti ha letteralmente 'cancellato' campi per centinaia di ettari, allagato scantinati e ricoveri per attrezzi e mezzi agricoli in tutto il territorio provinciale. Ancora una volta le zone più colpite sono quelle del Faentino e della Bassa Romagna, ma si segnalano allagamenti un po' in tutta la provincia, dalla collina alla pianura. "Nonostante i canali di scolo siano perfettamente funzionanti diserbati e puliti a regola d' arte grazie all' azione di agricoltori e Consorzi spiega il Presidente provinciale Coldiretti Massimiliano Pederzoli l' acqua che arriva a valle non viene assorbita dal mare, questo perché il livello del mare è più alto di circa due metri rispetto al piano di campagna". E così campi, allevamenti e aziende agricole sono sott' acqua. Disagi si segnalano per la neve, circa mezzo metro quella caduta in nottata e nelle prime ore della mattinata nelle colline di Brisighella. Qui, in zona Baccagnano, si segnala anche una frana piuttosto importante all' interno di un terreno privato. Sotto il peso di neve, pioggia e vento una serra agricola di circa mille metri quadri in vetro e metallo è crollata a Castel Bolognese, nei pressi della via Emilia. A complicare ulteriormente le cose ci si è messo anche il forte vento che, oltre a gonfiare il mare, ha provocato la caduta di rami e alberi. "Coldiretti aggiunge Pederzoli sta rilevando le situazioni di criticità per segnalare i danni alle autorità competenti ai fini della dichiarazione dello stato di emergenza". A fare un primo punto della situazione della rete idrica è anche il Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale: "A causa del le abbondanti piogge e delle condizioni critiche della marea afferma il presidente del Consorzio Alberto Asioli stiamo vivendo momenti di assoluta emergenza, estesi a tutta la rete di bonifica del Consorzio, con allagamenti diffusi dovuti a tracimazioni dei canali, rotture arginali e fontanazzi". Lo stato di manutenzione della rete di bonifica è buono spiega il presidente Asioli, ma "il problema deriva soprattutto dalla marea che ha bloccato il deflusso". Un primo bilancio della situazione viene stilato anche da Vincenzo Bosi, Direttore del Consorzio di Bonifica della Romagna: "Ci siamo trovati di fronte ad un evento ancora una volta diverso da quelli registrati negli ultimi due tre anni, evento cli matico composto da tre fattori eccezionali, alta marea, vento forte da est e pioggia abbondante di tipo ciclonico. Una situazione mai vista che ha mandato in crisi tutto il sistema degli scoli, dal via Cupa che scende da Faenza passa per Russi e sfocia nella Piallassa e che è esondato sui Continua > 4

8 Pagina 12 < Segue La Voce di Romagna cronaca canali che lo affiancano, al Fossoghiaia che ha rotto le arginature e invaso i campi. Giornataccia anche per tutta la rete di canali fronte costa, inginocchiatisi di fronte alla mareggiata". Il Consorzio stima che le aree agricole allegate nel ravennate siano pari a 5 6mila ettari: "Non si tratta di allagamenti consistenti ma ovviamente siamo legati all' evolversi della situazione e al fenomeno della subsidenza". 5

9 Pagina 12 La Voce di Romagna cronaca LE ASSOCIAZIONI. "Ora uno sconto sulle tasse" Confcommercio, Cna e Legacoop chiedono agli enti pubblici che siano avviate le procedure per avere lo stato di calamità naturale. Richiesta a cui il sindaco darà seguito nei prossimi giorni. La prima nota della giornata arriva da Confcommercio che chiede di sospendere il pagamento delle imposte locali: "A causa della drammatica situazione che sta colpendo numerose imprese del nostro territorio per gli allagamenti diffusi, Confcommercio Ravenna chiede immediate misure urgenti per le attività colpite. Dal litorale all' entroterra (grave la situazione in alcune frazioni del forese con allagamenti di strade, case e attività commerciali): Confcommercio Ravenna chiede da subito la sospensione del pagamento delle tasse e imposte locali, con particolare riferimento per la Tari. In questo momento di gravità chiediamo alle Amministrazioni comunali di Ravenna, Russi e Alfonsine di dare un segnale forte e inequivocabile a favore delle imprese che sono colpite dal maltempo e di attivarsi di conseguenza affinché i danni sul territorio siano in qualche modo indennizzati". La Cna chiede lo stato di calamità: "Alla luce degli ingenti danni provocati dalla disastrosa ondata di maltempo verificatasi nelle ultime ore, che ha messo in difficoltà gran parte del sistema economico provinciale, la Cna chiede che vengano attivate tutte le procedure idonee per decretare lo stato di calamità naturale. Chiede, inoltre, che vengano convocati immediatamente a livello istituzionale i tavoli di confronto per mettere in atto tutte le possibili misure in grado di salvaguardare le imprese". Richiesta a cui si unisce Legacoop: "Legacoop Romagna chiede che venga richiesto dalla Regione al Governo lo stato di emergenza, in modo che gli enti locali possano effettua e subito i lavori di massima urgenza". 6

10 Pagina 13 La Voce di Romagna cronaca MARE E FIUMI TRACIMANO. Lidi sommersi CENTINAIA DI EVACUATI La marea, il vento e la pioggia hanno invaso borghi e campagne. Sulla costa e nella Bassa nessun paese è rimasto immune ai disagi Un metro d' acqua a Lido di Savio. La bora tira lungo il molo e fa volare via cappelli e ombrelli dei pochi che si avventurano lungo il canale di prima mattina. L' acqua sale lungo le rampe del traghetto che collega Marina di Ravenna a Porto Corsini, fermo per maltempo. Il viaggio nel giorno nero dei lidi parte da qui, da Marina: mezzo metro buono d' acqua sul lungocanale con le onde che sbattono sulle banchine, fanno oscillare i pescherecci e tornano sull' asfalto. Non è la prima volta che capita: la combinazione di alta marea, pioggia e vento forte fa tracimare spesso il canale portuale. Non capita quasi mai alcuni ricordano un' allagamento negli anni Ottanta che il mare arrivi al centro del paese, i disagi si limitano alle attività (ristoranti, bar, pescherie) che si trovano nei pressi del faro. Nemmeno stavolta è successo: protetti da dighe, moli, pinete e una spiaggia molto lunga, gli abitanti di Marina e di Porto Corsini si sentono tutto sommato al sicuro e guardano preoccupati le foto postate su Facebook dagli amici dei lidi più a sud, verso il Cervese. Lidi sud Già: in quelle zone va peggio, molto peggio. Il mare ha scavallato la spiaggia, erosa da secoli di subsidenza, ed ha fatto il suo ingresso nei paesi. Il vento ha fatto strage di pini. A Lido Adriano in alcune strade vicino al mare si circola a fatica, in altre è meglio non avventurarsi, così come a Lido di Classe. Ma la situazione più grave è a Lido di Savio, dove i vigili del fuoco sono dovuti intervenire con i gommoni e l' acqua è arrivata a sommegere le auto. La vera emergenza è in queste zone ma anche l' entroterra soffre a causa dei fiumi. Le persone per tutta la giornata vengono fatte uscire di casa e accompagnate nei centri di accoglienza predisposti dalla protezione civile. Una delle operazioni più delicate riguarda il trasporto di un ragazzino sotto dialisi. L' allagamento tocca anche la città dove la Protezione Civile chiude un tratto di viale Europa e un altro in via Trieste a causa della tracimazione dello scolo Lama. L' entroterra Se il mare fa paura, i fiumi e i canali non sono da meno. Costantemente monitorata dal Servizio Tecnico di Bacino la possibile piena, i vigili del fuoco rispondono a centinaia di chimate, una riguarda il salvataggio di alcuni cani, in gabbia in una proprietà sulla Dismano e minacciati dall' acqua in arrivo. A Filetto solo l' impianto idrovoro salva il comprensorio circostante. Un impianto che sposta Continua > 7

11 Pagina 13 < Segue La Voce di Romagna cronaca litri d' acqua al secondo e che allieva la potenza dei canali che tracimano senza allagare la campagna. Nel '96 andò peggio: l' impianto non c' era e l' acqua entrò nelle case. Preoccupano il Montone e il Ronco, la cui situazione è monitorata dal servizio tecnico di bacino. Da via Sila e via Bevanella nella zona di Fosso Ghiaia vengono evacuate un centinaio di famiglie per esondazione del torrente Bevano, e degli scoli Bevanella e Acquara. Nel pomeriggio arriva la decisione del sindaco: fare evacuare anche la zona sud, dove lo Scolo Fosso Ghiaia ha raggiunto livelli di guardia. Le famiglie vengono portate nella palestra della scuola elementare di Classe, predisposta come luogo di accoglienza. La Bassa A Russi viene invasa dall' acqua l' intera via IV novembre. Problemi anche a Lugo in particolare in via Paurosa e a Madonna delle Stuoie e ad Alfonsine, dove vengono invase strade e cortili. A Villa Prati di Bagna cavallo nel primo pomeriggio si è rotto l' argine destro del Fosso Vecchio e le acque hanno invaso l' area compresa tra quella zona e il Fosso Vetro. Il Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale ha quindi attivando le procedure per eseguire i lavori di riparazione che però potranno essere effettuati solo questa mattina. Criticità che si è unita ad altre tre: lo scolo Arginello, verso la foce in Canal Vela, presso la discarica di Lugo, dove si provvederà alla riparazione della rottura dell' argine, e gli impianti idrovori Primo e Secondo Bacino, a Mandriole, dove è necessario intervenire con un rialzo d' ar gine del canale di scarico degli impianti, affluente nel Canale di Bonifica Destra. Strade chiuse e sacchi di sabbia: Decine le strade chiuse in tutta la provincia. Alcune per qualche ora, altre per tutta la giornata. Oltre a quelle citate, nel territorio comunale di Ravenna sono state interdette alla circolazione viale Petrarca e viale Virgilio (Lido Adriano), via Romea Nord, via Bevanella. A Lido di Dante via Catone, a Osteria via Guarniera. A Mandriole sono stati chiusi gli accessi di via Mandriole e via Poggi. A Porto Corsini è chiusa via Molo S.Filippo; a Marina di Ravenna via molo Dalmazia; a Casal Borsetti un tratto di via della Cooperazione. Lungo l' intero territorio opera una vera e propria task force pronta ad intervenire. Nel pomeriggio arriva una nota piuttosto rara per un territorio come Ravenna: "Sono in preparazione e distribuzione gratuita per i cittadini che ne hanno necessità in via Vicoli 93/b i sacchi di sabbia. E' stato potenziato con altri otto volontari il numero delle persone adibito alla preparazione dei sacchi". Il Dipartimento della Protezione civile della Regione Emilia Ro magna intanto mette a disposizione una pompa da 250 litri e due da 80 litri al secondo che consentono di sveltire le operazioni di asciugatura. Gli interventi proseguono per tutta la giornata mentre il livello della marea si abbassa e il vento cala. Le forze dell' ordine sanno che quella che arriverà sarà una notte di allerta e passione. 8

12 6 febbraio 2015 Ravenna Today cronaca Alluvione nel ravennate, Confcommercio: "Sospendere il pagamento delle tasse" A causa della drammatica situazione che sta colpendo numerose imprese del nostro territorio per gli allagamenti diffusi, Confcommercio Ravenna chiede immediate misure urgenti per le attività colpite. Tra queste la sospensione del pagamento delle tasse e imposte locali, con particolare riferimento per la Tari. "In questo momento di gravità evidenzia l' associazione di categoria chiediamo alle amministrazioni comunali di Ravenna, Russi e Alfonsine di dare un segnale forte e inequivocabile a favore delle imprese che sono colpite dal maltempo e di attivarsi di conseguenza affinché i danni sul territorio siano in qualche modo indennizzati". Danni ingentissimi alle attività turistiche, a partire da quelle balneari, provocati dal maltempo straordinario che ha colpito anche il nostro territorio. "E' difficile fare una stima ora a maltempo ancora in corso, con pioggia persistente, vento, acqua alta e mareggiate evidenzia Confesercenti. Sono numerosi gli allagamenti e anche i danni strutturali agli stabilimenti balneari, tratti interi di duna spazzati via e ingressione dell' acqua anche in altre attività e nelle località a partire da Lido di Savio. Al termine di queste pesantissime giornate oltre a verificare con attenzione i danni riportati, ormai alle porte della primavera bisogna subito avviare i rimedi a partire dal riconoscimento della calamità ma anche le azioni straordinarie che andranno messe in campo a partire dalla ricostruzione delle dune protettive". 9

13 6 febbraio 2015 Ravenna24Ore.it cronaca "Danni ingenti alle attività", l' allarme di Confesercenti e Confcommercio "Situazione grave nei lidi e nel forese" Danni ingentissimi alle attività turistiche, a partire da quelle balneari, provocati dal maltempo straordinario che ha colpito anche il territorio. A lanciare l' allarme è Confesercenti Ravenna. "Numerosi gli allagamenti e anche i danni strutturali agli stabilimenti balneari, tratti interi di duna spazzati via e ingressione dell' acqua anche in altre attività e nelle località a partire da Lido di Savio commenta l' associazione. Al termine di queste pesantissime giornate oltre a verificare con attenzione i danni riportati, ormai alle porte della primavera bisogna subito avviare i rimedi a partire dal riconoscimento della calamità ma anche le azioni straordinarie che andranno messe in campo a partire dalla ricostruzione delle dune protettive". A causa della drammatica situazione che sta colpendo numerose imprese del nostro territorio per gli allagamenti diffusi, Confcommercio Ravenna chiede immediate misure urgenti per le attività colpite. Confcommercio Ravenna chiede da subito la sospensione del pagamento delle tasse e imposte locali, con particolare riferimento per la TARI. "In questo momento di gravità spiega l' associazione chiediamo alle Amministrazioni comunali di Ravenna, Russi e Alfonsine di dare un segnale forte e inequivocabile a favore delle imprese che sono colpite dal maltempo e di attivarsi di conseguenza affinché i danni sul territorio siano in qualche modo indennizzati". 10

14 6 febbraio 2015 RavennaNotizie.it cronaca Allagamenti e danni alle imprese, le associazioni di categoria chiedono misure urgenti Confcommercio: "Sospensione della TARI per le imprese colpite dal maltempo". Confesercenti: "Riconoscimento della calamità" Mareggiate e allagamenti non risparmiano le attività produttive e le associazioni di categoria si attivano per chiedere misure urgenti a sostegno di imprenditori e artigiani. Scrive Confesercenti: "Danni ingentissimi alle attività turistiche, a partire da quelle balneari, provocati dal maltempo straordinario che ha colpito anche il nostro territorio. Difficile fare una stima ora a maltempo ancora in corso, con pioggia persistente, vento, acqua alta e mareggiate". "Numerosi gli allagamenti prosegue la nota di Confesercenti e anche i danni strutturali agli stabilimenti balneari, tratti interi di duna spazzati via e ingressione dell' acqua anche in altre attività e nelle località a partire da Lido di Savio. Al termine di queste pesantissime giornate oltre a verificare con attenzione i danni riportati, ormai alle porte della primavera bisogna subito avviare i rimedi a partire dal riconoscimento della calamità ma anche le azioni straordinarie che andranno messe in campo a partire dalla ricostruzione delle dune protettive". Più diretta Confcommercio Ravenna che in una nota stampa chiede immediate misure urgenti per le attività colpite: "Dal litorale (pesante la situazione nei lidi ravennati con stabilimenti balneari e gli stessi centri abitati allagati) all' entroterra (grave la situazione in alcune frazioni del forese con allagamenti di strade, case e attività commerciali): Confcommercio Ravenna chiede da subito la sospensione del pagamento delle tasse e imposte locali, con particolare riferimento per la TARI. In questo momento di gravità chiediamo alle Amministrazioni comunali di Ravenna, Russi e Alfonsine di dare un segnale forte e inequivocabile a favore delle imprese che sono colpite dal maltempo e di attivarsi di conseguenza affinché i danni sul territorio siano in qualche modo indennizzati". 11

15 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) CASTEL BOLOGNESE. Il disastro rivive in un libro cultura e turismo SARÀ presentato oggi al Teatrino del vecchio mercato in via Rondanini 19 a Castel Bolognese il libro Un Diretto dal Sud' del giornalista russiano Daniele Pompignoli alla sua prima pubblicazione. Tra gli ospiti della giornata oltre all' autore, l' ex ferroviere Valentino Donati, il Sindaco di Castel Bolognese Daniele Meluzzi e l' Assessore alla Cultura Giovanni Morini. È prevista, inoltre, la presenza del Professor Claudio Pedrazzini, noto e stimato autore del settore. Il volume, edito dalla casa editrice lughese An.Walberti, racconta la storia del disastro ferroviario che l' otto marzo 1962 si verificò a Castel Bolognese provocando la morte di quattordici viaggiatori e ferendone quasi duecento, molti dei quali in modo grave. La tragedia fece balzare la Romagna e Castel Bolognese agli onori delle cronache nazionali, salvo poi veder scemare in breve tempo l' attenzione dei quotidiani al punto che, fino ad oggi, si era sempre pensato che i morti fossero tredici (soltanto l' Avanti riportò il numero esatto dei defunti), omettendo di includervi anche il viaggiatore abruzzese Antonio Di Matteo, che morì nell' ospedale di Faenza otto giorni dopo per le ferite riportate. Pompignoli nato nel 1982 si è appassionato alla vicenda accaduta a Castel Bolognese sentendone parlare dai bisnonni materni originari della zona e trovando la notizia riportata su un giornale inglese di allora conservato nell' abitazione dei nonni. La tragedia rivive nel libro tra testimonianze dei sopravvissuti, dei parenti delle vittime e soprattutto in mezzo a decine di fotografie ancora inedite. Mario Silvestri. SILVESTRI MARIO 12

16 Pagina 34 La Voce di Romagna politica locale UNIONE COMUNI. Cervia Un ordine del giorno per modificare la legge regionale CERVIA La conferenza dei capigruppo all' unanimità ha deciso di lavorare a un ordine del giorno condiviso tra tutte le forze politiche del consiglio comunale per chiedere alla Regione la rivisitazione della legge regionale 21/2012 ed in parti colare dei confini territoriali degli ambiti entro cui si posso realizzare unioni fra Comuni, in virtù del fatto che l' attuale normativa li consente solo all' interno della stessa provincia e nel caso di Cervia solo con Ravenna o Russi. 13

17 Pagina 1 Il Sole 24 Ore LA PARTITA GRECA. I ritardi che l' Europa non può più permettersi L' Eurozona si trova nuovamente di fronte al caso greco da cui partì agli inizi del 2010 la crisi dei titoli sovrani dei Paesi periferici della Uem. L' Eurozona è adesso però molto più forte nel controllo delle crisi finanziarie e bancarie ma deve con urgenza rafforzare l' economia reale. La strategia del rigore fiscale di ispirazione germanica e quella dei salvataggi di debiti sovrani non vedranno questa volta ulteriori interventi integrativi o correttivi (o salvifici) della Bce di Draghi che ha da poco varato il Qe. Francoforte ha, infatti, deciso di bloccare l' erogazione di liquidità alle banche greche se entro la scadenza da tempo fissata al 28 febbraio la Grecia non troverà un accordo con la troika (Fmi, Bce, Commissione europea) che vigila sulla gestione e il rimborso dei prestiti e sulle riforme strutturali. La troika ha chiesto da tempo alla Grecia ulteriori riforme strutturali già contestate dal governo Samaras mentre il nuovo governo greco ha addirittura minacciato di ripudiare la vigilanza della troika e ha ipotizzato dei "Varoufakis bond" per la ristrutturazione, il consolidamento e l' indicizzazione del debito greco. Cruciali saranno perciò le quattro riunioni dell' Eurogruppo, dell' Ecofin e del Consiglio europeo che si terranno nei prossimi 15 giorni ma che non crediamo daranno scorciatoie alla Grecia salvo qualche attenuazione nel riaggiustamento. Lo si è capito dalla cautela dei governi in seguito al tour europeo del duo Tsipras Varoufakis e lo ha chiarito anche un recente stringato comunicato del presidente del Consiglio Renzi che ha enfatizzato la necessità di decisioni condivise, del rispetto dei patti, del rilancio della crescita. Questa per noi è la strada maestra per superare la crisi greca. Eurozona: progressi e carenze. Non vanno però scardinati i progressi fatti nell' Eurozona durante la crisi, anche perché quei costi li abbiamo già pagati. Da sempre sosteniamo che puntare solo sul rigore fiscale era sbagliato ma che molti Paesi dovevano fare le riforme strutturali richieste dalle istituzioni europee (sia pure dentro un complesso sistema di adempimenti: two pack, six pack, semestre europeo eccetera). Continua pagina 16 Alberto Quadrio Curzio Continua da pagina 1 Riforme straordinarie addizionali sono state chieste a Grecia, Irlanda, Portogallo e, in minor misura, Spagna («Gips») in quanto Paesi fruitori di grandi prestiti anche dai Fondi Europei Efsf e Esm. La Bce ha esercitato, a sua volta, un ruolo cruciale per contrastare l' aggressività dei mercati sui titoli di stato "periferici" e per garantire la liquidità introducendo una serie di innovazioni che l' hanno molto avvicinata alla Fed. Ha inoltre contribuito in modo determinante al varo della Unione bancaria. Queste Continua > 14

18 Pagina 1 < Segue Il Sole 24 Ore sono state innovazioni importanti ma due carenze sono state gravi e da superare. La prima sono le difficoltà e le lentezze decisionali della Uem dentro la Ue. Per superale bisogna accelerare l' attuazione del progetto "Verso un' autentica Unione economica e monetaria" (elaborato dei quattro presidenti di Istituzioni europee ) e dare all' Eurozona una capacità di Governo molto maggiore. Vanno anche riviste le condizioni per l' accesso alla stessa perché non si ripetano casi greci. La seconda, che dipende in parte dalla prima, è la mancanza di una vera politica per investimenti che sostenessero crescita e occupazione ma anche innovazione e competitività. Gli stessi potevano essere promossi o autorizzando l' applicazione della "regola aurea" dello scorporo delle spese per investimenti dai vincoli di bilancio dei singoli stati e/o varando gli "eurobond" o gli "eurounionbond" (magari con garanzie reali come proposto da Prodi e Quadrio Curzio nel 2011) che non hanno nulla a che fare con i Varoufakis bond. Su queste linee di intervento qualcosa si sta adesso muovendo sia con la Comunicazione della Commissione europea del gennaio che evidenzia flessibilità nell' applicazione del patto di stabilità e crescita sia con il piano Juncker per gli investimenti sia con il Qe di Draghi per quel 20% di rischio solidale sui titoli dei debiti pubblici degli euro stati. Qui che bisogna insistere per puntare sulla crescita. Gli interventi per i G.I.P.S. Bisogna anche evitare di considerare la Grecia come un caso unico. Il che non sarebbe equo verso altri Paesi. Infatti anche Irlanda e Portogallo sono stati assistiti e finanziati dal Fmi, dalla Bce e dai Fondi europei (Efsf e Esm) e quindi assoggettati a riforme strutturali straordinarie e a programmi di rientro dai prestiti sotto il controllo dalla troika (Fmi, Bce, Commissione europea). La Spagna ha invece fruito solo del sostegno finanziario e del controllo europeo per ristrutturazione delle banche. L' Irlanda è entrata nel programma nel novembre 2010 e l' ha concluso nel dicembre Nel 2014 è cresciuta del 4,8% (con un previsionale 2015 al 3,6%) con una disoccupazione all' 11,1% prevista in calo. Il Portogallo è entrato nel maggio 2011 e l' ha concluso nel maggio Nel 2014 è cresciuto dell' 1% (con un previsionale 2015 all' 1,6%) con una disoccupazione del 14,2% prevista in calo. La Spagna è entrata in un programma dello Esm nel luglio 2012 e l' ha concluso nel dicembre Nel 2014 è cresciuta dell' 1,4% (con un previsionale 2015 al 2,3%) e con una disoccupazione al 24,3% in calo. La Grecia è entrata nel programma di assistenza finanziaria della troika nel maggio del 2010 e ha avuto varie tornate di aggiustamento del programma che tuttavia è ben lungi dal concludersi. Nella crisi la Grecia ha perso il 25% del suo Pil e quindi non bastano crescite all' 1% (quella del 2014) e del 2,5% (prevista nel 2015) per recuperare il crollo. La Grecia, oltre a proseguire con le riforme strutturali per la crescita, dovrebbe perciò essere sostenuta con un programma di investimenti infrastrutturali finanziati e governati in regime commissariale dalle istituzioni europee. Di questo dovrebbe interessarsi il Governo greco senza esibizioni "sovraniste" in politica estera e senza revoche di privatizzazioni che sono invece importanti per portare investimenti esteri. Una conclusione. Il ministro dell' Economia italiano, Pier Carlo Padoan, nel recente incontro con il ministro greco Yanis Varoufakis, ha detto che le riforme strutturali in Grecia devono puntare a una crescita forte per creare occupazione, ridurre l' emergenza sociale, garantire la sostenibilità del debito greco. Ha anche ricordato che spetta all' Eurogruppo e all' Ecofin trovare, con solidarietà e responsabilità, le soluzioni comuni. È una posizione saggia e leale. RIPRODUZIONE RISERVATA Alberto Quadrio Curzio. 15

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

Newsletter informa on line

Newsletter informa on line MARCHE Newsletter informa on line documentazione delle autonomie locali n 273 del 14 maggio 2014 anno III FASSINO DA PADOAN: SUBITO TAVOLO TECNICO DI CONFRONTO SU MODIFICHE CORRETTIVE AL DECRETO La convocazione

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 Duro l impatto della crisi, ma anche dalle PMI del Sud arrivano primi segnali di ripartenza. Servono più imprese gazzelle per trainare ripresa. Più di

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

Tutte le bugie del governo sul clima

Tutte le bugie del governo sul clima Tutte le bugie del governo sul clima Roma, 17 ottobre 2008 Il Consiglio europeo del 16 ottobre ha confermato tempi ed obiettivi del Pacchetto Clima e Energia, ma l Italia continua a chiedere più flessibilità

Dettagli

OGGETTO: SEPARAZIONE BANCARIA E RIFORMA NORMATIVA SECONDO IL MODELLO DELLA LEGGE GLASS - STEAGALL

OGGETTO: SEPARAZIONE BANCARIA E RIFORMA NORMATIVA SECONDO IL MODELLO DELLA LEGGE GLASS - STEAGALL REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale Gruppo Consiliare Gruppo Misto Firenze, 7 maggio 2013 Al Presidente del Consiglio della Regione Toscana On. Alberto Monaci MOZIONE (ai sensi dell art. 167 Reg. Interno)

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti Presenta Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i bambini dei paesi devastati da terremoti e altri disastri. Perché? Il terremoto

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 999 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI POLIDORI, VIGNALI Disposizioni per la razionalizzazione della gestione delle acque e istituzione

Dettagli

FISCAL COMPACT: CHI ERA COSTUI?

FISCAL COMPACT: CHI ERA COSTUI? 104 i dossier www.freefoundation.com FISCAL COMPACT: CHI ERA COSTUI? 10 luglio 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Il Fiscal Compact Lo stato dell arte in Europa Lo stato dell arte in Italia Le misure

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Risultati Alstom 2014/15

Risultati Alstom 2014/15 Comunicato stampa 6 maggio 2015 Risultati Alstom 2014/15 Nuovo record di ordini (10 miliardi di euro) e del portafoglio ordini (28 miliardi di euro) Utile operativo in aumento di circa il 20% Free cash

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

Giornata di studio. Gli investimenti nel servizio idrico integrato Criticità e prospettive nelle regioni a obiettivo uno

Giornata di studio. Gli investimenti nel servizio idrico integrato Criticità e prospettive nelle regioni a obiettivo uno Giornata di studio Gli investimenti nel servizio idrico integrato Criticità e prospettive nelle regioni a obiettivo uno Enna, 19 novembre 2010 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente ANEA Pagina 1 di

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO COME IL CICLO ECONOMICO NEGATIVO TRAVOLGERÀ RENZI (prima puntata)

ADESSO VI SPIEGHIAMO COME IL CICLO ECONOMICO NEGATIVO TRAVOLGERÀ RENZI (prima puntata) 994 ADESSO VI SPIEGHIAMO COME IL CICLO ECONOMICO NEGATIVO TRAVOLGERÀ RENZI (prima puntata) 11 gennaio 2016 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Il Popolo della Libertà

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami"

Università, paradossale guerra ai fuori corso Gli atenei finiranno per regalare gli esami INCHIESTA Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami" Il ministero, nell'erogare i fondi, adesso penalizza i centri con troppi studenti in ritardo con le

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una ABSTRACT: LA NUOVA POLITICA DEI TRASPORTI NAZIONALE ED EUROPEA A FRONTE DELLA CRESCENTE DOMANDA DI MOBILITA. EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

29 Il Sistema Monetario

29 Il Sistema Monetario 29 Il Sistema Monetario LA MONETA Si definisce moneta l insieme dei valori utilizzati in un sistema economico dagli individui (famiglie, imprese) per acquistare beni e servizi. La moneta ha tre funzioni

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE:

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: 7 AGOSTO 2015 UFFICIO COMUNICAZIONE UVB comunicazione@bonifica-uvb.it OGGI NOTIZIE SU: Consorzio/Pag. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Veronese Adige Po Delta del Po

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE 75 i dossier www.freefoundation.com COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE NEL RAPPORTO CONCLUSIVO DELLA MISSIONE IN ITALIA DEL 3-16 MAGGIO 17 maggio 2012 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

INIZIATIVE E PRIORITÀ DELLA DELEGAZIONE FORZA ITALIA AL PARLAMENTO EUROPEO SU BANCHE ED ECONOMIA REALE

INIZIATIVE E PRIORITÀ DELLA DELEGAZIONE FORZA ITALIA AL PARLAMENTO EUROPEO SU BANCHE ED ECONOMIA REALE 1002 INIZIATIVE E PRIORITÀ DELLA DELEGAZIONE FORZA ITALIA AL PARLAMENTO EUROPEO SU BANCHE ED ECONOMIA REALE Antonio Tajani - Fulvio Martusciello - Lara Comi Rappresentanti di Forza Italia nella commissione

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 23 26 marzo 2015 26/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 9 Confcommercio: le opportunità del franchising 1 26/03/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

La Circolare Tributaria n.2 del 14 gennaio 2013. La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata

La Circolare Tributaria n.2 del 14 gennaio 2013. La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata Il Punto sull Iva Crediti Iva in compensazione: una risorsa finanziaria da gestire con cautela a cura di Fabio Garrini Non è certo raro di questi tempi negli studi professionali il fatto di imbattersi

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi NOTA PER LA STAMPA Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi Hanno firmato la nuova moratoria il Ministro Corrado Passera, il Vice Ministro Vittorio Grilli, l ABI e le altre associazioni

Dettagli

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi NOTA PER LA STAMPA Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi Hanno firmato la nuova moratoria il Ministro Corrado Passera, il Vice Ministro Vittorio Grilli, l ABI e le altre associazioni

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Breve approfondimento sulla situazione Greca

Breve approfondimento sulla situazione Greca Breve approfondimento sulla situazione Greca 15 Giugno 2015 2 Premessa Quattro mesi di colloqui tra la Grecia e i suoi creditori non sono bastati a raggiungere un accordo per sbloccare gli aiuti al governo

Dettagli

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli di Ercole P. Pellicanò L'alto

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 976 TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 4 novembre2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA Perugia, 24 ottobre 2014 In collaborazione con Impieghi: il quadro al 30/06/2014 (dati in mln di e composizione %) IMPIEGHI (in milioni di euro) 1 - IMPRESE 2 - FAMIGLIE

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Per caro petrolio, elettricità + 3,8 % e gas + 3,4% nel 1 trimestre 2008 Scatta ulteriore riduzione tariffe trasporto e distribuzione- In arrivo le

Dettagli

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015)

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Camera dei Deputati Audizione informale Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 Giugno 2015 XI Commissione Lavoro

Dettagli

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Ci sono delle slide che Renzi in occasione dei due anni dall insediamento del suo governo (22 gennaio 2014) non vi farà certamente

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA DELLA RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Uno Stato più snello e dinamico per non morire di burocrazia UNA RIFORMA TRE PRINCIPI SEMPLIFICARE LA VITA DEI CITTADINI AIUTARE CHI INVESTE TAGLIARE GLI SPRECHI

Dettagli

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani 20 maggio 2014 di Anthony Barnes Atkinson (*) La Stampa 19.5.14 Il grande economista inglese Anthony Atkinson rilancia il progetto di un reddito-base

Dettagli

Lo stato della finanza pubblica in Italia

Lo stato della finanza pubblica in Italia di Angelo Giubileo. Lo stato della finanza pubblica in Italia Crisi produttiva e aumento del debito pubblico In ambito europeo, la situazione di crisi internazionale ha avuto forti ripercussioni sul rapporto

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

2010 = piano di salvataggio di 110 miliardi di euro. Memorandum of Economic and Financial Policies e Memorandum of Undestranding of Specific Economic

2010 = piano di salvataggio di 110 miliardi di euro. Memorandum of Economic and Financial Policies e Memorandum of Undestranding of Specific Economic GRECIA Primo programma di assistenza finanziaria 2010 = 110 miliardi di euro. Secondo programma 2012 = 130 miliardi di euro. Terzo programma 2015 = 86 miliardi di euro del fondo salva Stati. Prestito ottenuto

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

LO SPREAD IN CALO NON GUARISCE

LO SPREAD IN CALO NON GUARISCE 43 ALLEGATO i dossier www.freefoundation.com LO SPREAD IN CALO NON GUARISCE TUTTI I MALI DEI TITOLI DI STATO Editoriale de Il Giornale, 5 marzo 2012 5 marzo 2012 a cura di Renato Brunetta 2 Passata o quasi

Dettagli

ITALIA TURISMO Luglio 2012

ITALIA TURISMO Luglio 2012 ITALIA TURISMO Luglio 2012 LE VACANZE DEGLI ITALIANI IN TEMPO DI CRISI Cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza in cinque anni Gli ultimi aggiornamenti sull andamento del turismo

Dettagli

EMAS III Le prospettive dell'eccellenza ambientale

EMAS III Le prospettive dell'eccellenza ambientale EMAS III Le prospettive dell'eccellenza ambientale Adelphi Consult GmbH Managing Director Walter Kahlenborn 1 Per parlare di EMAS bisogna soffermarsi sui problemi che esistono e definiscono gli obiettivi

Dettagli

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA Crollo del Mercato Autocarri e del Trasporto Merci su strada in Italia, quali le cause? Rapporto 2015 Cabotaggio, concorrenza sleale, dimensioni delle Aziende di trasporto, scarsa produttività, costi del

Dettagli

TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA

TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA A CURA DI UFFICIO STAMPA FILLEA CGIL NAZIONALE www.filleacgil.it - Twitter @filleacgil responsabile: barbara cannata cell.3357888152 ufficiostampa@filleacgil.t

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Leonardo Becchetti, Angela Schito - 15/04/2009 (BENE COMUNE:NET) Una delle conseguenze della crisi che stiamo vivendo riguarderà senza dubbio le

Dettagli

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e Palermo. Giovani imprenditori edili del Mezzogiorno impegnati nella seconda edizione dell annuale convegno che si svolgerà a Palermo venerdì mattina e che si colloca nella fase di avvio della programmazione

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

Gazzetta di Modena 14/12/10

Gazzetta di Modena 14/12/10 Gazzetta di Modena 14/12/10 Gazzetta di Modena 14/12/10 L Informazione 14/12/10 Resto del Carlino 14/12/10 La Repubblica 14/12/10 www.dire.it TRASPORTI. CONFAPI: UNA METRÒ TRA MODENA, REGGIO E BOLOGNA

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 065 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO 15 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

Università degli Studi Guglielmo Marconi

Università degli Studi Guglielmo Marconi I cambi flessibili e le politiche di intervento sui mercati valutari: 1971(-3)-2007 Argomenti 1. Il periodo 1971-2001 2. La globalizzazione e la crescita mondiale nel 1 Il periodo 1971-2001 Gli assetti

Dettagli

F.N.A.A.R.C. FONDAZIONE ENASARCO: UNA RIFORMA DELLA PREVIDENZA IN FAVORE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO.

F.N.A.A.R.C. FONDAZIONE ENASARCO: UNA RIFORMA DELLA PREVIDENZA IN FAVORE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO. F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio AI SIGNORI PRESIDENTI DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI AI SIGNORI CONSIGLIERI DELLA F.N.A.A.R.C. LORO SEDI Prot. 229/2010/LS/lm

Dettagli

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei.

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei. Rome Investment Forum 2015: Financing Long-Term Europe Roma - Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43 Antonio Tajani Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo ***** (Saluti) Investire

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione presso le Commissioni riunite VI (Finanze) e X (Attività produttive, commercio e turismo) della Camera dei Deputati: istruttoria legislativa sul disegno di legge C.

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43 RAPPORTO BANCHE SOMMARIO E CONCLUSIONI 3 LA CONGIUNTURA BANCARIA IN EUROPA 7 L attivo bancario 8 Gli impieghi 8 I crediti deteriorati 14 I titoli in portafoglio 17 Le azioni e partecipazioni 19 Le passività

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 di 3

COMUNICATO STAMPA. 1 di 3 1 di 3 COMUNICATO STAMPA Estate 2014, indagine Confesercenti-Swg: dopo la crisi, per un italiano su due sarà un estate di stagnazione. Torna a crescere (+6%) il numero di vacanzieri: saranno oltre 27 milioni

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli