Università, il catalogo è questo. Si potrebbero

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università, il catalogo è questo. Si potrebbero"

Transcript

1

2 Tutti i criteri per la scelta giusta: dai docenti ai servizi in nome della qualità II valore di un ateneo non è dato solo dai corsi e dai prof. Alcuni fattori sono poco evidenti eppure determinanti. Per questo la valutazione di Campus prende in considerazione tutte le voci possibili. Per un'iscrizione senza pentimenti Università, il catalogo è questo. Si potrebbero prendere a prestito le parole del Don Giovanni di Mozart per presentare le pagelle che quest'anno, per il quinto anno consecutivo, Campus da agli atenei italiani nella Guida all'università. In quanto giornale per e con gli studenti, Campus ha pensato di proporre una valutazione che integra gli elementi più frequenti presi in considerazione dai ranking ufficiali, con fattori apparentemente meno importanti, ma in realtà altrettanto determinanti nella vita di un universitario. Non solo offerta didattica, docenza, numero di studenti per prof, sbocchi professionali, entità della ricerca scientifica svolta in sede. Ma anche, accessibilità a internet, numero di postazioni per utilizzare i computer, capienza delle biblioteche e delle aule studio, frequenza di stage e tirocini, attrattività della città sede dell'ateneo, costo delle tasse, presenza di servizi counceling, orientamento e placement e persino di Carte dei diritti degli studenti. Questo è il servizio di valutazione che cerchiamo di offrirvi. I nostri atenei per tanti versi sembrano essere allergici ai voti: non nel darli - ve ne accorgerete tra qualche mese, con i primi esami... - ma nel prenderli, nel farsi giudicare o valutare. Se negli ultimi anni qualcosa si è mosso, vedi il Cnvsu, il Comitato per la valutazione del sistema universitario, il Civr, Comitato d'indirizzo per

3 la valutazione della ricerca o i vari nuclei di valutazione sorti in tutti gli atenei, molto resta ancora da fare. All'estero, specialmente negli Usa, i «ranking», le classifiche, sono molto più diffuse che da noi, anche quelle di scuole e università, naturalmente. C'è come l'esigenza di rispondere con rapidità alla domanda: qual è la migliore università? Un punteggio, un numero secco, una posizione in classifica - proprio per l'immediatezza - sono indicatori estremamente chiari e rapidi. Ovviamente questa sintesi, grande pregio, è anche il punto di maggiore debolezza delle stesse classifiche: un numero solo, un voto, condensa dentro di sé tutto un mondo. Nel caso delle università, un meccanismo complesso di cui fanno parte - solo per citare alcune «rotelle» del congegno - non solo gli studenti e i docenti, ma anche le strutture, le biblioteche, le aule, il sistema dei servizi, il rapporto con i partner esteri o con le aziende e il mondo del lavoro. La buona riuscita di un'esperienza universitaria dipende da tutto questo, naturalmente, e non solo: alla fine conteranno molto anche i rapporti con i singoli, con le persone

4 che incontrerete nel vo- goria dell'ateneo - non stro percorso di studi, vi diranno chi vince lo docenti, naturalmente, scudetto o chi va in sema anche compagni di rie B. Saranno semplistudio particolarmente cernente un modo per motivati. Capirete da sintetizzare tutti questi soli, quindi, come un valori. Insomma, prensemplice voto o una dete i nostri voti per posizione in classifica quello che sono: nusia un criterio riduttivo meri che esprimono per capire se quella alcune caratteristiche che andate a sceglie- e qualità, ma che non re è o no la migliore è detto siano appliuniversità per le vostre cabili indiscriminataesigenze. mente alla totalità dei Tuttavia i voti che tro- corsi di laurea - spesvate in queste pagine so decine - offerti da qualche indicazione ciascuna università, ve la possono dare Sulle pagine di Camnella scelta che state pus e sul nostro sito affrontando. Il punteg- internet se ne parlerà gio di Campus vuole in ancora di questi voti, qualche modo premia- Ne saranno aggiunti re gli atenei che siano anche altri (ad esema misura di studente, pio sulla trasparenza Quelli in cui l'espe- della comunicazione rienza di formazione agli studenti, sancita possa essere fatta in recentemente per legstrutture adeguate, ge). Ecco, voce per non sovraffollate, in voce, cosa indicano i cui si possa collegarsi voti della Guida Camrapidamente a inter- pus. Nelle singole voci net grazie a una rete i voti sono espressi in senza fili, prenotarsi a trentesimi, il voto finale un esame o stamparsi in centesimi, un certificato dal pc di casa senza sprecare Studenti le ore in coda in segre- Stop ai capitani di teria. Quelli che alla lungo (fuori) corso fine permettono, an- Trovarsi in un amche grazie a sportelli biente stimolante, con placement o contatti compagni che marcon il mondo azienda- ciano come treni nel le, un rapido ingresso loro piano di studi, è nel mondo del lavoro, un buon punto di par- Tutto questo vi diranno tenza. Se gli studenti i vari punteggi della sono determinati nel Guida Campus. Atten- raggiungere risultati, zione, però: le varie si innalza la qualità geclassifiche - divise a nerale dell'ambiente di seconda della cate- formazione. Il nostro

5 voto «Studenti» premia gli atenei con le percentuali maggiori di iscritti in corso e di laureati che finiscono il percorso di studi nei tempi previsti. Viene considerata anche la «produttività», ovvero vengono premiate le università i cui studenti hanno superato la quantità maggiore di esami, acquisendo più crediti. Fonti: Miur- Ufficio statistica Strutture Aggiungi un posto in aula. E in biblioteca Doversi svegliare all'alba per trovare un posto a lezione, certo non fa piacere a nessuno. E questo, in qualche modo, con la riforma del 3+2 e la «polverizzazione» dei corsi, avviene ora in misura minore che in passato. Certo che, comunque, resta importante che i posti aula siano adeguati al numero dei frequentanti. Così come è fondamentale non dover rinunciare a studiare in biblioteca solo perché non c'è spazio, o non dover fare lunghe code a pochi pc a disposizione. E, ancora, non è bello che al nostro prof facciano capo centinaia di studenti, ma è meglio, ovviamente, che ciascun docente possa seguire da vicino i propri allievi. Il nostro voto «Strutture» premia le università con

6 il miglior rapporto fra professori e studenti, ma anche quelle in cui il corpo docente è più adeguato al numero dei corsi attivati («docenti/corsi»). E, ancora, quelle con più posti a disposizione in aule, biblioteche o pc di libero accesso. Fonti: Miur - Ufficio statistica, Nuclei di valutazione atenei. Web Quanti passaggi per andare in rete! Il voto premia la qualità della presenza in rete dell'ateneo. Sia attraverso il «Peso in rete», valutato dal gruppo Webometrics del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo attraverso vari parametri - dalla visibilità sui motori al numero di citazioni e link che portano verso il sito dell'università. Sia attraverso il voto alla «Usabilità» che abbiamo dato valutando il tempo impiegato a ricercare una serie di informazioni sull'ateneo. Una valutazione, quindi, della facilità e rapidità con cui le informazioni ricercate sono raggiungibili. Fonti: www. webometrics. in fo; elaborazione Campus. Ricerca Ecco ; motori... della recherche... Un ateneo non è solo un diplomificio. E nep-

7 pure un luogo dove si insegna e basta. Un'università ha il suo cuore nella ricerca. Per misurarne la qualità, ci siamo affidati ai punteggi assegnati dal Civr - il Comitato per la valutazione della ricerca - nella sua ultima, e per ora unica, rilevazione. I punteggi sono stati assegnati a varie macroaree, comprendenti ciascuna diverse sottovoci: «Scienze» (scienze matematiche, fisiche e naturali, biologia ecc); «Medicina», «Tecnologie» (le discipline applicative: dall'agraria ai vari rami dell'ingegneria), «Scienze umanistiche» - dalla letteratura, alla storia, ai beni culturali - e, infine le «Scienze sociali» (giurisprudenza, economia, scienze politiche). Fonte: Civr. Diritti Senatori e consiglieri da 30 e lode Poter dire la propria è fondamentale. Avere un adeguato numero di compagni di corso eletti da voi stessi nelle «stanze dei bottoni», senato accademico e consiglio di amministrazione, è la garanzia che anche voi avete la possibilità di fare qualcosa di concreto per migliorare il posto dove studiate. Così come è importante che siano ben definiti quali sono i

8 vostri diritti (e doveri) in un'apposita Carta e che questi possano essere riaffermati davanti a un garante. Il voto «Tutele e rappresentatività» da conto della presenza di una Carta dei diritti dello studente, di un vostro difensore civico e di un consiglio studentesco, così come della possibilità data ai rappresentanti degli studenti di partecipare all'elezione attiva del rettore. I voti «Senato accademico» e «Cda» premiano gli atenei con le rappresentanze più elevate di studenti nei due organi direttivi. Relazioni Internazionali Mondiali, queste sedi! Sempre più avrete a che fare, una volta fuori dall'università, con il mercato globale. Qualunque percorso scegliate. Ecco perché è fondamentale che già l'ateneo non sia un'isola, ma il nodo di una rete che passa attraverso più università straniere possibile. E che, magari, siano realizzati doppi percorsi, in collaborazione con istituzioni estere, per ottenere - perché no? - un doppio titolo, italiano e straniero. Della rete internazionale di ciascun ateneo da conto il voto «Collaborazioni internazionali». Mentre il punteggio "Erasmus" premia gli atenei da cui parte la percentuale più alta di studenti per andare a trascorrere in un'università europea un periodo di studio, esperienza di grande valore umano e professionale. Ma di un ateneo è importante anche la reputazione internazionale. Di questa si ha una qualche traccia nei rankings, le classifiche internazionali prodotte da atenei, centri di ricerca o giornali stranieri. Per questa guida, abbiamo scelto di confrontarne diversi (voto «Ranking»). L'Academic Ranking of World Universities è la selezione delle 500 migliori università mondiali fatta dall'lnstitute of Higher Education di Shanghai. Anche il Times Higher Education, pubblicazione inglese, sceglie ogni anno le 200 migliori università, mentre il politecnico parigino École des Mines ha valutato le università da cui sono usciti i manager delle 500 più importanti aziende del mondo. Il centro di ricerche olandese CWTS di Leida ha giudicato l'impatto della ricerca di 400 atenei: un'operazione simile - per 500 università di tutto il mondo - è stata effettuata dall'heeact, centro taiwanese di valutazione dell'istruì-

9 zione superiore. Fonti: elaborazione Campus; Agenzia nazionale Llp; Arwu - Shanghai,; Times Higher Education; École des Mines, Parigi; Cwts - Leiden; Heeact - Taiwan. Risorse Sempre cara mi fu quest'iscrizione... Quello delle tasse è il punto dolente per tutti gli studenti universitari. Ci siamo messi nei loro panni e abbiamo, così, premiato gli atenei in cui i soldi provenienti dai contributi degli studenti rappresentano una fetta più bassa nel totale del bilancio («tasse/bilancio») e quelli con la tassazione prò capite meno elevata. Mettiamo le mani avanti: è chiaro che le private risultano penalizzate da questo indice, ma di questo si è tenuto debito conto nella compilazione del voto globale Campus. Con questo voto «Risorse» volevamo un puro e semplice indice, in ottica studente, di quanto un'università sia cara. Fonte: Cnvsu. Servizi Dal pc gratis al counceling, come ti coccola l'ateneo II voto da il polso di quanta attenzione le università dedichino ai propri studenti. Ovvero, se c'è a disposizione un tutor - un do-

10

11 cente o un collega più ne universitaria. Ecco, «anziano» - che faccia così, che questa voce da Virgilio, orientando «Lavoro» assume durante gli studi. un'importanza del tut- Oppure se esiste un to particolare fra quelservizi di consulenza le della nostra classipsicologico: l'aiuto di fica. Queste sono le un professionista che università che danno aiuti nelle difficoltà lavoro: per valutarle personali o nelle re- si è tenuto conto del lazioni con docenti o dato sul placement, compagni. Tutorato e la percentuale di occounselling psicolo- cupati ricavata dalle gico confluiscono nel indagini AlmaLaurea, voto «Orientamento». Stella-Consorzio Cilea Mentre, sotto la voce e Istat. È stata giudidei «Servizi on-line», cata anche l'organizpotete trovare un'indi- zazione che supporta i cazione sulla possibili- neolaureati nel trovare tà di svolgere via web lavoro: la presenza di operazioni di segrete- un apposito ufficio piaria o prenotazione esa- cement, la partecipami, di avere una casel- zione a Career days o la di posta elettronica la presenza di comitati personale di ateneo o di aziende in universiuna efficiente rete wi- tà. Ma anche il numero reless per collegarsi di stagisti curricolari, a internet dappertutto tirocinanti e stagisti dentro l'università. E, post laurea in rapporto ancora, nei casi mi- agli studenti e ai lauregliori, l'opportunità di ati. Fonti: Alma/aurea, un computer in corno- Stella-Cilea, Istat, eiadato. Infine per la «Va- borazione Campus, lutazione studenti», il Nuclei di valutazione voto sono stati i vostri d'ateneo. colleghi a darli: è l'indicatore sulla soddi- Voto Campus e sfazione dei corsi dal Value for money rilevamento periodico Arrivano le pagelle dei nuclei interni di Siamo arrivati in fondo, valutazione. Fonti: eia- II voto Campus è un borazione Campus, po' la sintesi di tutti gli Nuclei di valutazione indicatori che abbiamo atenei. visto. Un punteggio da prendere con le molle, Lavoro come detto, una sinte- Se l'università è felice si, un colpo d'occhio e d'essere... occupata niente più. Il voto «Va- Trovare un'occupazio- lue for money» - Quane, possibilmente di lità/prezzo, in inglese qualità, è lo scopo pri- suona meglio - mette mario di una formazio- in relazione i nostri in-

12 dicatori di qualità con il costo di iscrizione. Inutile spendere poco se si ha poca qualità (figuriamoci spendere tanto!). Città/attrattività Fuorisede and thè city Fuori dal voto finale Campus abbiamo inserito un'ulteriore voce, un voto alla città, ai suoi servizi e alla capacità dei singoli atenei di attirare studenti da altre regioni. Per dare questo punteggio, abbiamo tenuto conto dell'indagine sulla qualità della vita 2007 realizzata sui capoluoghi di provincia dal quotidiano Italia- Oggi e dei dati Miur sulla mobilità regionale degli studenti. Fonti: ItaliaOggi, Cnvsu.

13

Università degli Studi di SIENA

Università degli Studi di SIENA Page 1 of 6 Università degli Studi di SIENA Relazione del NdV Indicazioni e raccomandazioni home Appendice degli Allegati 4. Descrizione e valutazione delle modalità e dei risultati della rilevazione dell'opinione

Dettagli

Bando per la selezione di stage all'estero A.A. 2009-2010. Progetto CAMPUSWORLD e. LLP/ERASMUS - Lifelong Learning Programme

Bando per la selezione di stage all'estero A.A. 2009-2010. Progetto CAMPUSWORLD e. LLP/ERASMUS - Lifelong Learning Programme Bando per la selezione di stage all'estero A.A. 2009-2010 Progetto CAMPUSWORLD e LLP/ERASMUS - Lifelong Learning Programme Per l'a.a. 2009-2010 è indetta la selezione, riservata a studenti e laureati dell

Dettagli

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO 1. CHI SIAMO? 2. COME RAGGIUNGERCI? 3. COSA SONO I DIPARTIMENTI? 4. COS È L ORIENTAMENTO IN INGRESSO? 5. COSA SONO I C.F.U.? 6. COSA SONO I CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

24. SPORTELLO INTERNET / SERVIZI PER STUDENTI

24. SPORTELLO INTERNET / SERVIZI PER STUDENTI 24. SPORTELLO INTERNET / SERVIZI PER STUDENTI Gli studenti possono accedere ai servizi Internet, disponibili alla pagina web dell Università www.unibg.it/sportellostudenti, digitando il nome utente e la

Dettagli

Carta dei servizi di orientamento e tutorato

Carta dei servizi di orientamento e tutorato Carta dei servizi di orientamento e tutorato Che cosa è Dopo la scuola superiore In questa carta dei servizi vengono riassunte le attività di orientamento e tutorato offerte dal Dipartimento di Arezzo.

Dettagli

PROGETTO CAMPUSWORLD STAGE ALL ESTERO -

PROGETTO CAMPUSWORLD STAGE ALL ESTERO - Bando per l assegnazione di contributi per stage all estero A.A. 2014-2015 PROGETTO CAMPUSWORLD STAGE ALL ESTERO - Per l'a.a. 2014-2015 è indetta la selezione, riservata a studenti e neolaureati dell Università

Dettagli

La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: Nucleo di Valutazione Interna (NVA)

La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: Nucleo di Valutazione Interna (NVA) La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: 1) Plan (progettazione) per la verifica o la valutazione Riesame Parere sul Riesame del Senato Accademico

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Piacenza e Cremona

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Piacenza e Cremona UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Piacenza e Cremona I TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO : UNO STRUMENTO DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO ESPERIENZE, CRITICITA E PROPOSTE DI MIGLIORAMENTO PIACENZA,

Dettagli

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore?

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Agenda L Università oggi Cosa fare, come muoversi? Cosa si studia in Cattolica I perché di una scelta L orientamento in Cattolica L università oggi E dopo la scuola

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

LA SCELTA UNIVERSITARIA 20 FEBBRAIO 2014 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA

LA SCELTA UNIVERSITARIA 20 FEBBRAIO 2014 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA LA SCELTA UNIVERSITARIA 20 FEBBRAIO 2014 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA PERCHE' IL PROGETTO DAL TALENTO AL LAVORO - L'Università italiana soffre di un tasso di abbandono elevato (18%

Dettagli

SEZIONE OFFERTA FORMATIVA UNIVERSITARIA

SEZIONE OFFERTA FORMATIVA UNIVERSITARIA SEZIONE OFFERTA FORMATIVA UNIVERSITARIA In questa sezione si indicano alcuni siti istituzionali per acquisire informazioni sulle Università della Lombardia, sulle Facoltà, Corsi di Laurea e Insegnamenti.

Dettagli

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT Pag 1 di 5 Marca da bollo Valore vigente AL MAGNIFICO RETTORE dell'università degli Il/La sottoscritto/a matr. nato/a a prov. il residente in via comune prov CAP telefono fisso cellulare e-mail personale

Dettagli

Assicurazione Qualità della Didattica

Assicurazione Qualità della Didattica Assicurazione Qualità della Didattica Indice 1) Premessa 2) Sistema di Gestione Assicurazione Qualità 3)La struttura organizzativa per l Assicurazione Qualità 4) Sistema di Gestione Assicurazione Qualità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MOBILITA' STUDENTI NEL QUADRO DEL LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS

REGOLAMENTO PER LA MOBILITA' STUDENTI NEL QUADRO DEL LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS REGOLAMENTO PER LA MOBILITA' STUDENTI NEL QUADRO DEL LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS Art. 1 Partecipazione al Programma 1. Possono partecipare al Programma gli studenti dell'università degli Studi

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale Anno 2015

Rapporto di Riesame Iniziale Anno 2015 Rapporto di Riesame Iniziale Anno 2015 SCUOLA DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI, ALIMENTARI ED AMBIENTALI (SAFE) Denominazione del Corso di Studio : Scienze e Tecnologie Agrarie Classe : LM69 Sede : Potenza

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale

FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Regolamento Didattico Art. 1 Attivazione del Corso di Studio

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Psicologia (LM-51 Classe delle Lauree magistrali in Psicologia) Art. 1 Norme

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DEI CORSI DELLA SCUOLA DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DEI CORSI DELLA SCUOLA DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DEI CORSI DELLA SCUOLA DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE NATURALI Anno Accademico 2014/2015 Scuola di Scienze MFN Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015

Dettagli

Faculty of Economics. Corso di laurea magistrale in Economia e Management Internazionale Curriculum in MANAGEMENT DELLE STRUTTURE SANITARIE UNINT.

Faculty of Economics. Corso di laurea magistrale in Economia e Management Internazionale Curriculum in MANAGEMENT DELLE STRUTTURE SANITARIE UNINT. Faculty of Economics Corso di laurea magistrale in Economia e Management Internazionale Curriculum in MANAGEMENT DELLE STRUTTURE SANITARIE Facoltà di Economia La Facoltà di Economia Un percorso di studi

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2015/16 LAUREA IN SCIENZE E TECNOLOGIE DELLA RISTORAZIONE

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2015/16 LAUREA IN SCIENZE E TECNOLOGIE DELLA RISTORAZIONE CARATTERISTICHE DEL CORSO DI STUDIO Obiettivi formativi generali e specifici Il corso di laurea in Scienze e Tecnologie della Ristorazione si pone l obiettivo di preparare laureati con conoscenze e capacità

Dettagli

GUIDA PER BORSISTI IN USCITA PER PROGETTI INTERNAZIONALI

GUIDA PER BORSISTI IN USCITA PER PROGETTI INTERNAZIONALI GUIDA PER BORSISTI IN USCITA PER PROGETTI INTERNAZIONALI Cari Borsisti, la presente Guida ha l obiettivo di fornirvi utili informazioni amministrative relative alla Vostra partecipazione all accordo internazionale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE, MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE, MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE, MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA FACOLTÀ DI SCIENZE, MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

ELENCO DEI TRATTAMENTI: INFORMAZIONI DI BASE ALLEGATO B

ELENCO DEI TRATTAMENTI: INFORMAZIONI DI BASE ALLEGATO B ELENCO DEI TRATTAMENTI: INFORMAZIONI DI BASE ALLEGATO B Identificativo sintetica 1.1 Dati anagrafico-fiscali per affidamenti di incarico, per missioni dei egati Rettore, per acquisti di beni e servizi,

Dettagli

Il Sistema di Assicurazione interna della Qualità

Il Sistema di Assicurazione interna della Qualità Il Sistema di Assicurazione interna della Qualità del corso di Laurea in Ingegneria Elettrica ed Elettronica Premessa Il Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica ed Elettronica intende perseguire una politica

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche (L-24 Classe delle Lauree in Scienze e tecniche psicologiche)

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL PROGRAMMA

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL PROGRAMMA REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL PROGRAMMA Lifelong Learning /ERASMUS Titolo I Finalità ed organismi Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, in accordo con lo Statuto d Ateneo,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche Modificato nel settembre 2014 1 Art.1 Norme generali 1. Il Regolamento Didattico

Dettagli

TESI DI LAUREA. 1. Questioni burocratiche. Quali sono le scadenze da rispettare? Bisogna pagare per laurearsi?

TESI DI LAUREA. 1. Questioni burocratiche. Quali sono le scadenze da rispettare? Bisogna pagare per laurearsi? TESI DI LAUREA 1. Questioni burocratiche... 1 2. Questioni contenutistiche... 3 3. Alcuni consigli... 5 1. Questioni burocratiche Quali sono le scadenze da rispettare? Tre mesi prima del giorno di discussione

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale italiano all estero Istituito ai sensi del DM 22.10.2004

Dettagli

La LUISS tra le migliori d Italia

La LUISS tra le migliori d Italia Perché LUISS 1 La LUISS tra le migliori d Italia L Indagine CENSIS 2013 sulle Università indica che la LUISS è tra i 10 migliori Atenei italiani pubblici o privati sia in Economia, che in Giurisprudenza,

Dettagli

Struttura Didattica Speciale

Struttura Didattica Speciale Struttura Universitaria Interdipartimentale in Scienze Strategiche SUISS Struttura Didattica Speciale Due lauree triennali in Scienze Strategiche: Corso di laurea interdipartimentale e interateneo in Scienze

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA BIOMEDICA INDICE

Dettagli

Nome del dottorato. Scuola di appartenenza. Dipartimento. Data di istituzione. Referente del corso. Prof.

Nome del dottorato. Scuola di appartenenza. Dipartimento. Data di istituzione. Referente del corso. Prof. me del dottorato Scuola di appartenenza Dipartimento Data di istituzione Referente del corso Prof. Requisito 1: Congruità del corpo docente Composizione del Consiglio di Dottorato Prof. I Fascia Unige

Dettagli

RAPPORTO DI RIESAME 2015

RAPPORTO DI RIESAME 2015 RAPPORTO DI RIESAME 2015 Denominazione del Corso di Laurea Magistrale: Lingue e Letterature Moderne Classe: (LM-37) Lingue e Letterature Moderne Europee e Americane Sede: Università della Calabria Dipartimento

Dettagli

Presentazione offerta formativa

Presentazione offerta formativa Presentazione offerta formativa Dipartimento di Economia e Diritto Anno accademico 2014/2015 UNA SCELTA, MOLTE PROSPETTIVE. Economica Aziendale Giuridica Matematica Statistica L offerta formativa n. 1

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN DIDATTICA DELLA LINGUA E DELLA LETTERATURA ITALIANA a.a. 2014-2015 REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1. Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina il Master

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO DEL 26/04/2004

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO DEL 26/04/2004 Oggi in Pavia, alle ore 15.30, presso la Sala riunione del Consiglio d Amministrazione, I piano del Palazzo Centrale, Università di Pavia, C.so Strada Nuova n 65, si riunisce il Nucleo di Valutazione dell'ateneo.

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL SANNIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO E SECONDO LIVELLO

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL SANNIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO E SECONDO LIVELLO UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL SANNIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO E SECONDO LIVELLO Articolo 1 Definizione 1. In attuazione di quanto previsto dalla normativa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI AGRARIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI AGRARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti (interclasse L-25 - Scienze e Tecnologie Agrarie

Dettagli

Oggetto: risposta al comunicato stampa della campagna UDU denominata #CHIUSIFUORI.

Oggetto: risposta al comunicato stampa della campagna UDU denominata #CHIUSIFUORI. Agli Studenti Unione degli Universitari UDU Oggetto: risposta al comunicato stampa della campagna UDU denominata #CHIUSIFUORI. Gentili Studenti di UDU, come sapete, abbiamo iniziato già da qualche tempo

Dettagli

TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO

TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA) REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO DEI MASTER E DEI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO DEI MASTER E DEI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO DEI MASTER E DEI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (testo emanato con D.R. n. 6868 del 21/11/2013 e in vigore con riferimento

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Fisica Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...1 1. Obiettivi specifici del corso...1 2. Risultati di apprendimento

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS PLUS MOBILITÁ PER TRAINEESHIP A.A. 2015/2016

PROGRAMMA ERASMUS PLUS MOBILITÁ PER TRAINEESHIP A.A. 2015/2016 Area III Didattica e Ricerca Ufficio Relazioni Internazionali - Erasmus Prot. N. 43411 del 10/07/2015 REP. N. 2920/2015 ALLEGATI: PROGRAMMA ERASMUS PLUS MOBILITÁ PER TRAINEESHIP A.A. 2015/2016 IL RETTORE

Dettagli

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo...

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo... Pagina 1 di 5 Trasparenza - versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i

Dettagli

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Università degli Studi di Sassari. Regolamento didattico SOMMARIO

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Università degli Studi di Sassari. Regolamento didattico SOMMARIO Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Università degli Studi di Sassari Regolamento didattico SOMMARIO TITOLO I. Scopo del regolamento e organizzazione generale della Facoltà Art. 1 - Scopo del regolamento

Dettagli

Area Affari Istituzionali, Internazionali e Formazione Divisione Formazione Universitaria e Formazione Permanente

Area Affari Istituzionali, Internazionali e Formazione Divisione Formazione Universitaria e Formazione Permanente IL RETTORE - visto l art. 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341; - visto l art. 1, comma 15, della legge 14 gennaio 1999, n. 4; - visto il D.M. 22 ottobre 2004, n. 270, con il quale è stato approvato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DEI CORSI DELLA SCUOLA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DEI CORSI DELLA SCUOLA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DEI CORSI DELLA SCUOLA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Anno Accademico 2015/2016 Scuola di Scienze MFN Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016

Dettagli

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Università Università degli studi di Genova Trieste Altre Università (convenzioni Pisa interuniversitarie) Napoli Federico II Classe 10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Ingegneria

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24 Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze Psicologiche Classe di appartenenza: L - 24 Psychological Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia. Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza*

Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia. Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza* Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza* I Manager didattici hanno il principale obiettivo di facilitare

Dettagli

Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73)

Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2013/2014 Aprile 2015 Il Nucleo di Valutazione di Ateneo dell

Dettagli

Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus. borse di mobilità per soggiorni di studio all estero

Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus. borse di mobilità per soggiorni di studio all estero Settore Unità Relazioni Internazionali Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus borse di mobilità per soggiorni di studio all estero bando delle borse e criteri di selezione anno accademico

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE -CLASSE LM 67- ANNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI MASTER DI I E II LIVELLO. Politecnico di Bari

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI MASTER DI I E II LIVELLO. Politecnico di Bari REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI MASTER DI I E II LIVELLO Politecnico di Bari Decreto di emanazione D.R. n. 307 del 24/05/2002 D.R. n. 307 IL RETTORE VISTO VISTO lo Statuto di questo Politecnico; il Regolamento

Dettagli

Relazione sul soddisfacimento dei requisiti necessari dei corsi di studio della Facoltà di Ingegneria. Anno Accademico 2008-2009

Relazione sul soddisfacimento dei requisiti necessari dei corsi di studio della Facoltà di Ingegneria. Anno Accademico 2008-2009 Relazione sul soddisfacimento dei requisiti necessari dei corsi di studio della Facoltà di Ingegneria Anno Accademico 2008-2009 Premessa Con il recente D.M. n. 544/2007, il MiUR ha definito i requisiti

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA

CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I Finalità e Ordinamento didattico Art. 1 Premesse e Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41)

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41) Page 1 of 5 Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: 8415 - MEDICINA E CHIRURGIA (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: MEDICINA E CHIRURGIA Testo: Scuola di Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI

Dettagli

LINK UTILI PER L ORIENTAMENTO POST DIPLOMA E MONDO DEL LAVORO

LINK UTILI PER L ORIENTAMENTO POST DIPLOMA E MONDO DEL LAVORO LINK UTILI PER L ORIENTAMENTO POST DIPLOMA E MONDO DEL LAVORO Link utili per l orientamento in uscita e riferimenti a istituzioni ed enti che offrono consulenza nel passaggio scuola-istruzione universitaria

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

DECRETO RETTORALE N. 6164

DECRETO RETTORALE N. 6164 DECRETO RETTORALE N. 6164 Regolamento dei corsi di dottorato di ricerca e delle scuole di dottorato di ricerca dell Università Cattolica del Sacro Cuore IL RETTORE Visto visto visto vista vista vista lo

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Fisica dell Atmosfera e Meteorologia Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...1 1. Obiettivi specifici del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI orientamento.uniss.it il nuovo portale per gli studenti Uno spazio su Internet, attraente ed integrato con informazioni sempre aggiornate per nuovi iscritti, studenti e laureati A cura del settore Comunicazione

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria. Manifesto degli Studi. Anno Accademico 2015-2016

Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria. Manifesto degli Studi. Anno Accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria Manifesto degli Studi Anno Accademico 2015-201 Denominazione del Corso di Studio Scienze della Formazione Primaria Denominazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa La Riforma dell Università Le linee ispiratrici E il primo provvedimento organico che riforma l intero sistema universitario. Il

Dettagli

Regolamento di Ateneo per gli studenti

Regolamento di Ateneo per gli studenti Regolamento di Ateneo per gli studenti Art. 1 - Premessa Il presente regolamento, in applicazione del Regolamento didattico di Ateneo, contiene le norme organizzative e amministrative alla cui osservanza

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AMBIENTALI DSA3

DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AMBIENTALI DSA3 DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AMBIENTALI DSA3 Informazioni per gli Studenti del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali Università degli Studi di Perugia Attività del PRECORSO

Dettagli

LA SCELTA UNIVERSITARIA 14 FEBBRAIO 2013 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA

LA SCELTA UNIVERSITARIA 14 FEBBRAIO 2013 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA LA SCELTA UNIVERSITARIA 14 FEBBRAIO 2013 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA PERCHE' IL PROGETTO DAL TALENTO AL LAVORO!"#$%&'()%*!+%*,-%,$,+).//('+0%1 2+3$+*,)).+0%+,44,$0.$.+'-'&,*.+5678+$'-+9::;

Dettagli

Struttura Didattica Speciale

Struttura Didattica Speciale Struttura Universitaria Interdipartimentale in Scienze Strategiche SUISS Struttura Didattica Speciale Due lauree triennali in Scienze Strategiche: Corso di laurea interdipartimentale e interateneo in Scienze

Dettagli

Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010

Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010 Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010 Fonte: Decimo rapporto sullo stato del sistema universitario (dicembre 2009) Studenti immatricolati Maturi anno 2007 Immatricolati a.a.

Dettagli

Premio di merito Quando studiare ti conviene

Premio di merito Quando studiare ti conviene Premio di merito Quando studiare ti conviene Sommario Sommario 2 Cos è il premio di merito 3 Come si concorre al premio. Prerequisiti 3 Indicatori di valutazione e calcolo del premio 3 (a) Durata del percorso

Dettagli

Liceo Russell. Investire in cultura conviene. Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn)

Liceo Russell. Investire in cultura conviene. Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn) Liceo Russell. Investire in cultura conviene Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn) Il profilo e l identità culturale del liceo contemporaneo rispondono alle esigenze di un presente sempre

Dettagli

Formiamo persone, prepariamo professionisti.

Formiamo persone, prepariamo professionisti. Formiamo persone, prepariamo professionisti. Ti aspettiamo! Vienici a trovare su: www.universitaeuropeadiroma.it Via degli Aldobrandeschi, 190-00163 Roma Chiamaci al: (+39) 06 665431 (Centralino) Scrivici:

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (CLASSE L/SNT2 PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE) abilitante

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale in DESIGN (Classe LM - 12 ) Anno Accademico di istituzione: 2009-2010 Art. 1. Organizzazione del corso di studio

Dettagli

Servizio Orientamento, Tutorato e Job Placement. 6 giugno 2007

Servizio Orientamento, Tutorato e Job Placement. 6 giugno 2007 Servizio Orientamento, Tutorato e Job Placement 6 giugno 2007 Il Servizio Orientamento mira al consolidamento dell'insieme integrato di attività di: informazione orientamento inserimento nel mondo del

Dettagli

Università degli Studi di Messina. Regolamento dei corsi di alta formazione

Università degli Studi di Messina. Regolamento dei corsi di alta formazione Università degli Studi di Messina Regolamento dei corsi di alta formazione Art. 1. - Ambito di applicazione TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI 1. Il presente regolamento disciplina le procedure per l'istituzione

Dettagli

Limitando il numero di studenti si cerca di favorire il rapporto Docente/Studente al fine di migliorare l apprendimento della materia.

Limitando il numero di studenti si cerca di favorire il rapporto Docente/Studente al fine di migliorare l apprendimento della materia. Limitando il numero di studenti si cerca di favorire il rapporto Docente/Studente al fine di migliorare l apprendimento della materia. Avendo classi troppo numerose il docente non potrebbe seguire efficacemente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004)

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) 1 INDICE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Ambito di applicazione Articolo 3 Istituzione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome NANNA CATERINA Telefono dell Ufficio 080 5714134 Fax dell Ufficio 080 5714182 E-mail dell Ufficio Data di

Dettagli

RUFA Rome University of Fine Arts Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta dal MIUR REGOLAMENTO DIDATTICO D'ACCADEMIA

RUFA Rome University of Fine Arts Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta dal MIUR REGOLAMENTO DIDATTICO D'ACCADEMIA RUFA Rome University of Fine Arts Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta dal MIUR REGOLAMENTO DIDATTICO D'ACCADEMIA Indice PARTE PRIMA - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Definizioni Art. 2 Finalità

Dettagli

* * * - Corso di Laurea magistrale in Scienze Pedagogiche I e II anno ex D.M. 270/04; ex D.M. 270/04; II anno ex D.M. 270/04;

* * * - Corso di Laurea magistrale in Scienze Pedagogiche I e II anno ex D.M. 270/04; ex D.M. 270/04; II anno ex D.M. 270/04; UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA *** 1. OFFERTA FORMATIVA 2014/2015 Nell anno accademico 2014/2015 sono attivati, presso il Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA (CLASSE L-31 - Scienze e tecnologie informatiche)

Dettagli

Guida all accesso ai servizi online, di rete locale e wifi

Guida all accesso ai servizi online, di rete locale e wifi Guida all accesso ai servizi online, di rete locale e wifi Versione 3.0 Autore Ufficio Sistemi Informativi di Ateneo Data 07/01/2014 Distribuito a: Studenti Sommario Introduzione... 1 Sistema di autenticazione

Dettagli

Orientarsi all Università degli Studi di Napoli Parthenope

Orientarsi all Università degli Studi di Napoli Parthenope Anno Accademico 2015-2016 Orientarsi all Università degli Studi di Napoli Parthenope Il futuro mi interessa perché è lì che intendo trascorrere il resto della mia vita (Charles F. Kattering ) Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE (CLASSE L-2 BIOTECNOLOGIE) Art. 1 Premesse e finalità 1.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata MASTER DI I LIVELLO IN INDICIZZAZIONE DI DOCUMENTI CARTACEI, MULTIMEDIALI ED ELETTRONICI IN AMBIENTE DIGITALE realizzato dalla Facoltà di LETTERE E FILOSOFIA

Dettagli

Facoltà di Lettere e Filosofia Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM 85)

Facoltà di Lettere e Filosofia Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM 85) Facoltà di Lettere e Filosofia Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM 85) Articolo 1 Definizioni e finalità Il presente regolamento, nel rispetto della libertà

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni L-35 3 anni sede UNICAM: Camerino crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.mat.it www.sst.unicam.it/sst/ Presentazione

Dettagli

ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA

ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA Proposte formative e informative per l a.s. 2013-2014 U.O.C. Orientamento, Stage, Placement Viale Europa, 39 25133 Brescia tel. 030 2016083, e-mail orientamento@amm.unibs.it

Dettagli

Quota finanziamento RAS destinata alla mobilità SMS 194 1407 494.000,00 --- --- --- 186 1429 732.800,00 --- --- --- 222 1656 860.

Quota finanziamento RAS destinata alla mobilità SMS 194 1407 494.000,00 --- --- --- 186 1429 732.800,00 --- --- --- 222 1656 860. Il rapporto con la Regione Autonoma della Sardegna e il finanziamento della mobilità internazionale studentesca Anno accademico - Importo complessivo contributo L.R. 25/02 e L.R. 3/2009 destinato all Università

Dettagli

INDICE PREMESSA 5 GUIDA ALLA CONSULTAZIONE 7 1. PARTE I INFORMAZIONI GENERALI 2. PARTE II PROGRAMMI DI ALTA FORMAZIONE

INDICE PREMESSA 5 GUIDA ALLA CONSULTAZIONE 7 1. PARTE I INFORMAZIONI GENERALI 2. PARTE II PROGRAMMI DI ALTA FORMAZIONE INDICE PREMESSA 5 GUIDA ALLA CONSULTAZIONE 7 1. PARTE I INFORMAZIONI GENERALI 1.1. Il 9 1.1.1. Obiettivi 9 1.1.2. Contenuti e articolazione 9 1.1.3. Aree disciplinari e settori prioritari 1.1.4. Risorse

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

BOZZA DI DECRETO LEGGE SUL MERITO

BOZZA DI DECRETO LEGGE SUL MERITO BOZZA DI DECRETO LEGGE SUL MERITO Recentemente siamo venuti a conoscenza della volontà del governo di presentare un disegno di legge sul merito che andrà presto in discussione alle Camere. Abbiamo analizzato

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 19/ 8 DEL 9.5.2007

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 19/ 8 DEL 9.5.2007 19/ 8 9.5.2007 Oggetto: POR 2000-2006. Programma Master and Back. Linee di indirizzo per i nuovi bandi annualità 2006 e 2007. L Assessore della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio,

Dettagli

Allegato n. 2 Organigramma dell Ente

Allegato n. 2 Organigramma dell Ente Allegato n. 2 Organigramma dell Ente Edizione 01/2014 - Rev. 01 1. Piano organizzativo delle strutture amministrative, Didattiche e di Ricerca L'Università degli Studi di Milano-Bicocca presenta un organizzazione

Dettagli

TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO

TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E

Dettagli