Resoconto. Città della Formazione d eccellenza. Città dell Innovazione e della Ricerca. Città della Crescita economica.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Resoconto. Città della Formazione d eccellenza. Città dell Innovazione e della Ricerca. Città della Crescita economica."

Transcript

1 Assessorato alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Città della Formazione d eccellenza Resoconto dei principali interventi realizzati Città dell Innovazione e della Ricerca Città della Crescita economica Città del Lavoro

2 SOMMARIO Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani Assistenti dell Assessore Fiorella Imprenti Mattia Granata Direttore Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo economico e Università Walter Cavalieri Responsabile del Servizio Staff Guido Consonni Responsabile del Servizio Sviluppo economico e Mercato del lavoro Angelo Bacchetta Servizio Sviluppo economico, e Mercato del lavoro Direttore del Settore Innovazione economica, Smart City e Università Renato Galliano Responsabile del Servizo Università, Ricerca, Innovazione Virginia Bonsignore Responsabile del Servizo Autoimprenditorialità e Microfinanza d impresa Maria Rosaria Becchimanzi Responsabile del Servizo Valorizzazione del Capitale Umano Giuseppina Corvino Responsabile del Servizo Smart City Lucia Scopelliti Responsabile del Servizo Moda, Design e Creatività Patrizia Bisio Direttore del Settore Lavoro e Formazione Claudio Bisi Responsabile del Servizo Supporti attivi per il Lavoro Girolamo Facchini Responsabile del Servizo Formazione per il lavoro Gabriella Gatti Responsabili delle Sedi di Formazione Mario Allodi Gian Matteo Busu Anna Frigeri Rosaria Pedone Alessandra Rutigliano Capovolgendo e innovando la tradizionale interpretazione delle competenze sul lavoro, l Assessorato alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca - con delega su Statistica, Innovazione e Agenda digitale, Moda e Design e il coordinamento dei lavori inerenti Smart City - si è indirizzato a promuovere la crescita e lo sviluppo economico e sociale della città, valorizzando la vocazione di Milano alla ricerca e all innovazione e sostenendo la diffusione di un lavoro di qualità, in un quadro di sinergia e collaborazione tra istituzioni e attori economici e sociali. Le principali realizzazioni possono essere descritte attraverso quattro direttrici di intervento, ognuna delle quali è il risultato di un intenso e quotidiano lavoro di ascolto, analisi, condivisione e progettazione con i principali attori istituzionali, sociali ed economici della città. Milano città della formazione di eccellenza Rivolta a promuovere sinergie tra il mondo dell università e della ricerca e quello dell impresa, affinché queste si traducano in crescita sociale ed economica della città, e a sostenere lo sviluppo della formazione di eccellenza e per il lavoro. Gli interventi intendono facilitare un più stretto rapporto tra Università, Centri di ricerca e Sistema delle imprese; sviluppare strutture di accoglienza e servizi a supporto dei giovani, a partire da un dialogo costante tra i servizi che già ora sono presenti in città; sostenere il rientro o la permanenza dei talenti nella nostra città. Milano città della innovazione e ricerca Rivolta a promuovere e sostenere un percorso che metta in rete le istituzioni, i privati, le università e le associazioni che avviino un progetto condiviso tra pubblico e privato, volto all utilizzo delle nuove tecnologie, al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e allo sviluppo di una città più inclusiva e che, grazie ad una visione ampia e multidisciplinare della Milano Smart City, sia in grado di attrarre risorse, creare occupazione di qualità e fare della città un esempio virtuoso in Italia e in Europa. Milano città della crescita economica Tiziana Casarella Liliana De Ponti Mirella Del Puppo Maria Cristina Di Bari Rosario Daniele Nastasi Lorenza Rovani Leonardo Santini Marco Zio Rivolta a sostenere la crescita di nuove realtà professionali nei settori innovativi e in quelli di vocazione come il design, la creatività, la moda, senza trascurare le imprese più deboli, come quelle carcerarie, presenti nel sistema produttivo. Gli interventi sono orientati a sostenere lo sviluppo di start-up, soprattutto di quelle giovanili, e la loro messa in rete in stretto rapporto con il sistema delle imprese, supportati da strumenti come la microfinanza e le agevolazioni all accesso al credito. Milano città del lavoro Rivolta ad offrire un sostegno concreto all economia del nostro territorio e all occupazione, soprattutto quella giovanile, ma anche ai lavoratori over 45 e ai detentori di partite Iva, soggetti che, in questa fase economica risultano particolarmente esposti agli effetti della crisi, rafforzando la capacità del tessuto imprenditoriale di investire sul proprio sviluppo attraverso un sostegno al credito. Gli interventi sono orientati alla stabilizzazione dei lavoratori precari o a nuove assunzioni, ad aiutare le persone nella ricerca di occupazione o di ricollocazione professionale, ad agevolare l accesso al credito, a promuovere nuove forme di lavoro come il coworking, a favorire il dialogo tra le parti nelle numerose crisi aziendali. Questo senza trascurare l attenzione alla diffusione dei diritti, della sicurezza sul lavoro e della legalità. La modalità di rapporto, che è stata volutamente perseguita in tutti gli interventi dell Assessorato, è la condivisione con la Città, nelle sue varie articolazioni, e con i diversi soggetti di volta in volta coinvolti, non solo come moltiplicatore di risorse e di efficacia degli interventi, ma anche come mezzo per anticipare le criticità e favorire le soluzioni più avanzate possibili, nel quadro di un Patto per lo sviluppo. L insieme di quanto promosso e realizzato ha quindi cercato la massima diffusione sul territorio cittadino e impegnato persone, risorse finanziarie, immobili. facebook.com/comunemilano.lavoro Per restituire alla cittadinanza la misurazione dei benefici sociali diretti e indiretti che le politiche messe in atto hanno permesso di raggiungere è stato messo a punto uno strumento in più, il rendicontatore sociale, un dispositivo dinamico di rilevazione continua dei dati, tendenzialmente capace di rendere conto della evoluzione degli interventi just in time.

3 P CREARE IMPRESA. CREARE SVILUPPO P RICERCA PER LO SVILUPPO. FORMAZIONE PER IL LAVORO MILANO PER L ITALIA, PIÙ GIOVANE E PIÙ GIUSTA, CITTÀ CAPITALE DEL LAVORO, CITTÀ DELL EXPO: per il rilancio della crescita economica, del lavoro, del benessere sociale,dell internazionalizzazione. CITTA DELL INNOVAZIONE E DELLA RICERCA 6 Bando Fare impresa digitale 6 Bando Alimenta2talent 6 Bando Speed Mi up 6 PoliHUB, Start-Up District & Incubator 6 Incubatore Smart City Lab 7 Incubatore di economia sociale e per l innovazione MILANO PER L ITALIA, CAPITALE DEL LAVORO, DELLO STUDIO, DELLA RICERCA, DELLE ATTIVITÀ E DELLA PRODUZIONE CULTURALE: per una città universitaria, della formazione di qualità e di eccellenza,per lo sviluppo di occupazione per giovani talenti e ricercatori. CITTA DELLA FORMAZIONE D ECCELLENZA 7 Bando Start 7 Bando AIR 7 Bando Risorse in periferia 7 Bando Tira su la cler 8 Protocollo d intesa con Fondazione Fiera 13 Agenzia UNI CITTA DELL INNOVAZIONE E DELLA RICERCA 15 MEETmeTONIGHT - la NOTTE dei RICERCATORI 13 Milano Summer School 13 Premio Laurea Marco Biagi 13 Premio Laurea Luca Massari 13 Premio Laurea Vittime CITTA DELLA CRESCITA ECONOMICA 16 Spin-off delle sedi formative 16 Opera in ricordo di Sandro Campanella 16 Museo Permanente della 15 Colloqui per la scienza Sicurezza a Milano di Linate 8 Rete degli Incubatori 13 Milano Ti Forma 14 Modello di intervento della sede di San Giusto 7 Accordo quadro di collaborazione con CCIAA 14 Progetto una mamma, un lavoro 14 Fondazione Milano 14 Presidio attività di Formazione P. 8 DDIF in zona disagiata 14 Scuola Superiore di Arte 2. SOSTENERE IL LAVORO. PROMUOVERE L OCCUPAZIONE Applicata all Industria 14 Formazione a distanza 14 Corsi Cyber Crime MILANO PIÙ LIBERA, PIÙ GIOVANE E PIÙ GIUSTA. MILANO CITTÀ CAPITALE DEL LAVORO: per l incremento dell occupazione, per il sostegno a legalità e sicurezza sul lavoro, per la nascita di un nuovo welfare 14 Tavolo dei Rettori Universitari 14 Consulta cittadina degli studenti universitari 8 Bando Coworking 9 Bando Milano Viaggia con te 9 FWA -Microcredito Milano (Imprese e Persone) 9 FWA - Microcredito under 35 9 Bando Agevola Credito 9 FWA - Prestito d onore 9 Accordo con Fondazione Lombarda Antiusura LEGENDA Informare e Orientare Sostenere Sviluppare Promuovere e Valorizzare 15 Evento Erasmus Social 10 Sportello Servizi supporti attivi per il lavoro 10 Sportello 10 Progetto Diritto al lavoro 10 Percorsi di auto mutuo aiuto 10 Sportello di counceling di quartiere 10 Bando Occupami 10 Bando Esodati Cassintegrati e Disoccupati 11 Ricollocamento selciatori e posatori 11 FWA - Anticipazioni ammortizzatori sociali 11 Linee guida inserimento svantaggiati e disabili 11 Protocollo clausole sociali 11 Protocollo società coop B 11 Progetto Lavoro e disabilità 11 Cippo in memoria delle vittime degli incidenti sul lavoro 12 Portale per il lavoro 12 Protocollo di intesa con Camera del Lavoro di Milano 12 Accordo con Confederazione nazionale artigianato MI - MB 12 Evento Job Meeting Milano 12 Rapporto Segnali Deboli Mercato del Lavoro 12 Linee guida per procedimenti urbanistici Network 15 Protocollo Casa della Carità 4. MODA E DESIGN I NUOVI SERVIZI P.17 Milano per l Italia, capitale del lavoro e della produzione di eccellenza nella moda e del design, riferimento nazionale ed internazionale della creatività attraverso la promozione dei giovani talenti e il sostegno al lavoro di qualità. 17 Evento Milano Moda Donna 17 Evento white Evento so critical so fashion 17 Progetto Milano Città Creativa SMART CITY P.18 Milano per l Italia, città più aperta, città dell Expo, laboratorio di innovazione sociale culturale e tecnologica, accogliente, sostenibile, intelligente ed inclusiva e con una rinnovata identità da protagonista nel mondo 18 Public Hearing - verso Milano Smart City 18 App4MI 18 Convegno Milano+Expo=Smart City 18 Progetto E015 - Digital Ecosystem 18 Protocollo d intesa con le città di Genova e Torino 18 Partecipazione all Osservatorio nazionale delle Smart City 18 Convegno Aprire all innovazione sociale: idee e strategie per Milano Smart City 18 Accordo di collaborazione con Ordine degli Ingengneri provincia di Milano 18 Gruppi di lavoro tematici smart city 18 Documento Milano Smart Strategy 18 Open Data 18 Primo Contest: Statistica, Open Data e Società 19 Open Wi Fi 19 Isole Digitali 19 Evento InternetDays - Behaviour on the Net 19 Bando MIUR - Smart City and Social Innovation 19 Bando Regione Lombardia ( POR FESR ) su smart cities and communities 19 Progetto UE: My Neighbourhood-My City

4 1.CREARE IMPRESA. CREARE SVILUPPO CITTA DELL INNOVAZIONE E DELLA RICERCA SOSTENERE la diffusione delle ICT nelle imprese Rientra nell Accordo il bando Fare Impresa Digitale che chiuso il 31 ottobre 2012, ha distribuito oltre 3 milioni di euro alle imprese di Milano e Provincia. 158 le richieste finanziate, su un totale di 687 domande presentate, e 19 hanno riguardato start-u Il 67% riguarda il settore dei servizi, seguito da industria 21% e commercio 10%. Il Comune ha stanziato 600 mila euro. Il 31 ottobre 2013 si è chiuso il secondo bando di 3 milioni di euro circa. Sono pervenute 631 domande e ne sono state ammesse 294. Sui 147 progetti che accederanno al fi nanziamento, 119 (l 81%) sono stati presentati da imprese con sede nel Comune di Milano. Il Comune ha stanziato 1,4 mln di euro l attrazione di giovani talenti Dopo un sondaggio realizzato in collaborazione con l associazione Italents, in cui sono stati interrogati oltre 1300 italiani all estero e 200 rientrati, è stato realizzato il Bando Welcome Business. Il Comune e la Camera di Commercio di Milano hanno stanziato rispettivamente e euro per il finanziamento di nuovi progetti imprenditoriali. Sono pervenuti 17 progetti e sono 8 le start up vincitrici, che hanno ricevuto circa 40 mila euro a testa. Il bando è stato chiuso il 4 ottobre Con il progetto Alimenta2Talent sono stati selezionati, attraverso apposito bando a livello internazionale, cinque idee imprenditoriali per la creazione di start-up nei settori Agroalimentare e Scienze della Vita. Il progetto è stato co-finanziato dal Comune di Milano e dalla Fondazione Parco Tecnologico Padano, per un importo di 410mila euro, di cui 280mila euro stanziati dal Comune. Su 119 partecipanti si sono contati 32 team internazionali. L evento conclusivo si è tenuto il 12 dicembre Il 24 giugno 2014 ha preso il via la seconda edizione del progetto. Il 13 ottobre 2014 è il termine entro il quale poter inviare le idee imprenditoriali. l opportunità per idee imprenditoriali innovative Rientra nell Accordo con la CCIAA di Milano anche il nuovo incubatore per 20 start-up e 40 professionisti Speed Mi Up della cui realizzazione si occupa il Consorzio Speed Mi Up, costituito nel gennaio 2013 da Camera di Commercio di Milano e Università Bocconi. Speed Mi Up opera e si adopera per favorire la nascita di nuove imprese, l avvio all impresa di giovani professionisti, una migliore integrazione tra imprese e mondo delle professioni. A ogni bando, due l anno, vengono ammessi 5 nuove Start-up e 10 nuovi professionisti. Importo Bando primo anno Stanziamento del Comune ( ,00 euro per la ristrutturazione di via Cilea). Per il secondo anno Camera di Commercio di Milano ha stanziato 145mila euro e il Comune di Milano altrettanti. Ad oggi sono 15 le start up selezionate. Prossimo bando: settembre Nel gennaio 2013 il Comune di Milano ha aderito, quale socio fondatore, alla Fondazione Politecnico e nel giugno 2013, dalla collaborazione tra Comune e Fondazione Politecnico di Milano, è nato PoliHUB, Start-Up District & Incubator, un moderno spazio di coworking & co-location da oltre mq di superficie all interno del Campus Bovisa, completamente attrezzato e modulabile per accogliere le esigenze di start-up sia italiane che estere. Oltre agli spazi, le giovani realtà imprenditoriali riceveranno un adeguata formazione in marketing e comunicazione con lo scopo di acquisire una adeguata competenza per posizionare, dare visibilità e promuovere i propri progetti e prodotti sul mercato nazionale e internazionale. Il Comune ha sostenuto l incubatore con un contributo di 450mila euro. Sonostati ultimati i lavori di riadeguamento funzionale della struttura e si è conclusa l attività di scouting. Sono state selezionate 9 idee inprenditoriali che si aggiungeranno alle 30 start-up già incubate nella precedente struttura gestita da Fondazione Politecnico che si trasferiranno nel nuovo incubatore. E stato definito un Accordo di Programma con Invitalia (Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa del Ministero dell Economia e delle Finanze) per la realizzazione dell incubatore di impresa Smart City Lab che sarà realizzato negli spazi comunali di via Ripamonti, 88 attraverso un finanziamento di 5 milioni di euro da parte di Invitalia e 500 mila euro da parte del Comune di Milano. CITTA DELL INNOVAZIONE E DELLA RICERCA l innovazione sociale L Incubatore di economia sociale e per l innovazione aperto in via Valtrompia 45/A a Quarto Oggiaro, è rivolto a realtà profit ma anche non profit con forte vocazione sociale e offrirà alle imprese ospitate servizi pensati per offrire agli imprenditori e ai neo-imprenditori uno strumento per sopravvivere alle difficoltà finanziarie, organizzative e logistiche che si incontrano durante la fase di avvio delle attività di impresa rivolte al sociale. Il 4 novembre 2013 è stata avviata l attività. L appalto per il servizio di gestione è stato aggiudicato per un importo di euro. il Network sul territorio locale nazionale ed internazionale Si ricorda il già citato Accordo quadro di collaborazione con la Camera di Commercio di Milano, che prevede il sostegno all imprenditorialità nuova ed esistente. SOSTENERE l autoimprenditorialità Con il Bando Start II sono nate 100 imprese a Milano nel biennio Il bando prevede l erogazione di servizi ad aspiranti imprenditori e contributi ad imprese di nuova costituzione è realizzato con Camera di Commercio e ha visto assegnare a 200 realtà i contributi; sono stati 600 gli aspiranti imprenditori di Milano che hanno partecipato ai corsi di Formazione all autoimprenditorialità. Importo Bando Stanziamento del Comune Con il Bando Start 2013 ( valore di Stanziamento del Comune ) al 30 aprile risultano ammesse 41 start up che rispondono ai requisiti di innovatività e sostenibilità economico finanziaria. l imprenditorialità con finalità sociali L Incubatore di impresa carceraria Acceleratore di Impresa Ristretta (A.I.R.) nato nel 2011 con l obiettivo di valorizzare le realtà produttive che operano all interno del circuito penitenziario milanese ha portato ad oggi all assunzione di 214 detenuti. Nell aprile 2013 l incubatore è stato ricollocato nella nuova sede comunale di viale dei Mille; i 200 mq con 5 vetrine su strada, consentono - a rotazione - alle realtà imprenditoriali presenti nelle carceri di commercializzare di far conoscere ai cittadini quanto di meglio viene realizzato dai detenuti. Per il progetto, condiviso dal Provveditorato Regionale dell Amministrazione Penitenziaria, sono stati stanziati 677mila euro per il 2013 utili ad iniziare un percorso imprenditoriale all interno delle carceri. Le imprese finanziate a oggi sono state 11. Grazie all estensione dell accordo di collaborazione tra Comune di Milano e Fondazione Fiera, due imprese - Bee4 e Cartotecnica San Vittore - saranno presenti alle manifestazioni fieristiche in programma per l anno , in uno spazio espositivo offerto gratuitamente dall Ente Fiera. l imprenditorialità in periferia Sono cinque (tre realtà imprenditoriali già consolidate e due nuove attività avviate da soggetti in mobilità) i vincitori del primo bando del Comune di Milano Risorse in periferia, che hanno così beneficiato di spazi e incentivi per operare nelle zone Chiesa Rossa e Famagosta, integrandosi nel tessuto sociale e lavorativo del territorio. Il bando, chiuso lo scorso 21 dicembre 2012, prevedeva l assegnazione alle imprese di spazi in ambiti di edilizia popolare comunale (via Santa Teresa, via Boifava e via Ovada) con un abbattimento del costo di locazione del 90% per i primi 5 anni. Prevista inoltre l erogazione di finanziamenti per 625 mila euro, assegnati dal ministero dello Sviluppo economico al Comune di Milano nell ambito della legge 266/97 per promuovere l imprenditoria e l occupazione in zone svantaggiate Per promuovere lo sviluppo d impresa, incentivare il commercio di vicinato e nel contempo portare a nuova vita spazi inutilizzati nella periferia della città Tira su la Clèr mette a disposizione 900mila euro a favore di lavoratori autonomi, artigiani, piccoli imprenditori indipendenti, cooperative e microimprese, regolarmente iscritte al Registro delle imprese, che decideranno di aprire la propria attività nelle zone di Quarto Oggiaro, Chiesa Rossa e Niguarda. Il provvedimento prevede l assegnazione, con canone abbattuto fino al 90% per i primi cinque anni, di 9 spazi ubicati in zone periferiche della città. Sono previste agevolazioni economiche per 500mila euro totali. 1.CREARE IMPRESA. CREARE SVILUPPO pagina 6 pagina 7

5 1.CREARE IMPRESA. CREARE SVILUPPO l impresa creativa L Incubatore/Acceleratore per makers e auto produttori che vedrà un bando di selezione delle imprese da insediare negli spazi comunali di Via d Azeglio (stanziati 550mila euro). Da luglio a ottobre 2013, è stato pubblicato un avviso per l acquisizione di manifestazioni di interesse finalizzate all individuazione di un soggetto gestore della sede, contenenti soluzioni tecniche e gestionali finalizzate al recupero ed alla valorizzazione dell immobile ed all insediamento delle attività dei makers. Sono pervenute 11 proposte e nel 2014 sarà aperto il bando definitivo per l assegnazione dello spazio. L Incubatore/Acceleratore per le imprese creative sociali sarà allestito negli spazi dell ex-ansaldo. L area rappresenta una collocazione ideale dato il contesto nel c.d. quartiere del design, moda, creatività, che ospita importanti eventi come Milano Design Week. Sono in corso i lavori di ristrutturazione che termineranno entro l anno corrente. Successivamente, mediante bando pubblico, si assegneranno a un soggetto gestore i locali dove avranno sede l incubatore di imprese creative e gli spazi per eventi e attività culturali. il Network sul territorio locale nazionale ed internazionale Il 3 maggio 2013 è stato firmato un Protocollo d intesa con Fondazione Fiera per agevolare l avvicinamento delle imprese e delle start-up con il sistema fieristico locale e favorire la loro apertura al mercato nazionale e alle nuove opportunità offerte da quello internazionale. Grazie a questa partnership siamo riusciti a fornire un valido percorso formativo utile alle start-up per confrontarsi con i mercati di riferimento Dalla produzione di capsule di caffè totalmente riciclabili ai servizi per la donazione di latte umano, dai prodotti di cosmetica derivati dai fondi del caffè a un vero e proprio air bag per elicotteri. Sono questi alcuni dei prodotti e servizi proposti dalle 25 start-up che nel maggio 2014 si sono aggiudicati la prima edizione di Start-up in Fiera. 2.SOSTENERE IL LAVORO. PROMUOVERE L OCCUPAZIONE SOSTENERE le forme innovative di lavoro Si è chiusa il 30 marzo 2012 la selezione per la formazione di un elenco di aziende del territorio cittadino interessate al percorso di riconoscimento di Impegno per la Conciliazione Lavoro-Famiglia. Alle Società ammesse che hanno superato con esito positivo il percorso è stato riconosciuto un contributo pari al 90% del costo totale dell attestato di riconoscimento rilasciato dall Ente terzo Spesa complessiva Il c.d. bando Coworking è stato indetto con Camera di Commercio nel marzo Sono state previste due misure distinte e complementari: la costituzione di un elenco di spazi di coworking nella città di Milano in possesso di requisiti di qualità; l erogazione di un contributo a parziale copertura delle spese sostenute dai soggetti, persone singole o imprese (cioè i coworker), che utilizzano gli spazi dell Elenco. Sono 26 gli spazi di coworking selezionati, altri sono in attesa di valutazione e 175 i coworker che hanno presentato richiesta di contributo. L importo del bando è di euro, di cui euro stanziati dal Comune. persone e imprese in difficoltà economica Milano viaggia con Te è un iniziativa a sostegno di abbonamenti gratuiti a favore di lavoratori svantaggiati, precari, in cerca di occupazione e alla sua terza edizione, 2012, sono stati erogati 1685 abbonamenti a fronte di uno stanziamento di euro. Milano viaggia con Te 2013 ha portato alla concessione di abbonamenti ATM per lavoratori svantaggiati, precari o in cerca di occupazione. Il bando ha previsto tre diversi finanziamenti: 1 mln di euro per i disoccupati, 500mila euro per assegnare un contributo pari al 50% del costo dell abbonamento ai membri maggiorenni di famiglie con almeno 3 figli e 200mila euro per i lavoratori precari. Nel 2014 stanziati euro destinati a precari tra i 18 e i 35 anni, con contratti di lavoro a tempo determinato, a progetto, di inserimento, di apprendistato o titolari di borse di studio universitarie (borse di dottorato, assegni di ricerca o assimilabili) con un reddito Isee inferiore a 20 mila euro. AgevolaCredito 2013, nell ambito dell Accordo con Camera di Commercio, aperto a maggio, si sostiene l accesso al credito di piccole e medie imprese attraverso programmi di investimenti produttivi destinati all erogazione di contributi. L importo del bando è di 1,8 mln di euro e prevede tre misure. Il Comune di Milano partecipa alla misura 1 programmi di investimenti produttivi che vede uno stanziamento di 800mila euro complessivi di cui 200mila euro stanziati dal Comune di Milano. La Fondazione Welfare Ambrosiano (FWA) è stata costituita dal Comune e dalla Provincia di Milano, dalla Camera di Commercio e dalle Confederazioni sindacali CGIL CISL UIL allo scopo di orientare le persone all utilizzo delle forme di sostegno disponibili concentrando il proprio intervento economico nelle aree di criticità che non risultano coperte. Per favorire l accesso al credito a tutti quei soggetti che hanno difficoltà a ottenerlo, a causa delle richieste di garanzie da parte degli istituti di credito, i c.d. non bancabili, sono stati sviluppati più interventi. Con Microcredito Milano sono stati erogati ad oggi 342 crediti, per un totale di euro, dei quali per il credito sociale e 739mila per quello dell impresa e dell autoimprenditorialità. In un anno e mezzo si è così riusciti a far nascere oltre 53 nuove imprese. Proprio il bilancio positivo del primo anno ha indotto l Amministrazione comunale ad approvare un nuovo stanziamento di 800mila euro per una linea di microcredito interamente dedicata al sostegno dell imprenditoria giovanile. II Microcredito per aspiranti imprenditori under 35, ha previsto un fondo a garanzia di finanziamenti bancari per l erogazione di microcredito fino a 25mila euro destinati a giovani imprenditori sotto i 35 anni e di servizi di accompagnamento alla gestione d impresa. Il progetto Prestito d onore, è stato presentato da Fondazione Welfare Ambrosiano e da Fondazione Accademia Teatro alla Scala, insieme a UBI Banca Il 28 novembre Il fondo di garanzia, dalla dotazione iniziale di 50mila euro, è volto a favorire l accesso al credito agli allievi meritevoli dell accademia in condizioni economiche svantaggiate. Ad accedere ai prestiti, che potranno variare da un minimo di euro a un massimo di euro concessi a un tasso di favore fisso al 4%, sono gli studenti residenti in Italia che abbiano superato l esame di selezione di un corso dell Accademia Teatro alla Scala, che abbiano una dichiarazione Isee inferiore o pari a euro se residenti a Milano e hinterland, e inferiori o pari a euro per tutti gli altri, purchè in regola con il pagamento delle tasse d iscrizione. il Network sul territorio locale nazionale ed internazionale 2.SOSTENERE IL LAVORO. PROMUOVERE L OCCUPAZIONE Nell ambito dell attività di rete con istituzioni e enti presenti sul territorio è in fase di sottoscrizione un Accordo con la Fondazione Lombarda Antiusura, che prevede l istituzione di un Fondo di garanzia a integrazione e supporto delle misure di prevenzione dell usura già messe in campo dalla Fondazione. Il Fondo di garanzia è rivolto in particolare alle imprese che hanno beneficiato dei finanziamenti ministeriali previsti dalla Legge 266/97 ed erogati dal Comune di Milano tramite Bandi di agevolazione. Grazie ai Fondi 266/97, le imprese hanno la possibilità di realizzare specifici progetti imprenditoriali, restituendo all Amministrazione il 50% del finanziamento complessivo ricevuto, secondo un piano di ammortamento prefissato. Il Fondo, del valore di 500mila euro sosterrà gli imprenditori che non riescono a onorare la quota di finanziamento ottenuto nei tempi previsti. pagina 8 pagina 9

6 2.SOSTENERE IL LAVORO. PROMUOVERE L OCCUPAZIONE INFORMARE E ORIENTARE al lavoro Il Servizio Supporti attivi per il lavoro prosegue nella sua attività di consulenza, redazione di curricula e orientamento al lavoro nelle sedi di viale D Annunzio e di Villa Scheibler. Oltre alla presenza di operatori specializzati per colloqui di orientamento, le persone possono usufruire di postazioni informatiche, giornali e documentazione sul lavoro. Uno sportello orientamento è stato aperto presso il centro di formazione di via Fleming. Prosegue il progetto Sportello che favorisce l incontro tra domanda e offerta di lavoro per profili professionali femminili specializzati in ambito tecnologico. Si tratta di uno sportello virtuale che fornisce gratuitamente alle aziende, servizi di pre-selezione di profili professionali ICT femminili per le loro ricerche di personale. Quattro istituti di istruzione superiore per un totale di circa 200 studenti hanno partecipato al progetto Diritto al lavoro, realizzato con la Fondazione Roberto Franceschi, per fornire ai giovani informazioni e strumenti culturali utili per orientarsi consapevolmente e criticamente nel mercato del lavoro. Randstad HR Solutions ha messo a disposizione degli studenti che hanno partecipato all iniziativa un percorso di orientamento individuale. Il programma verrà riproposto anche nell anno scolastico 2013/2014 con il diretto coinvolgimento delle Zone 8 e 9 del Decentramento cittadino, per un più stretto raccordo territoriale. SOSTENERE le persone in difficoltà lavorativa Con un Protocollo di intesa sottoscritto l 11 marzo 2013 con la Camera del Lavoro Metropolitana di Milano sono stati intrapresi percorsi di auto mutuo aiuto per disoccupati, inoccupati e cassa integrati nell ambito del Servizio Supporti Attivi per il Lavoro. Il progetto prevede spazi di confronto e dialogo per sostenere e supportare psicologicamente gruppi di persone con gravi difficoltà occupazionali. I percorsi sono partiti nel mese di aprile, i gruppi, composti da circa 12 persone l uno, si incontrano con cadenza quindicinale. A giugno, con la Confederazione Nazionale Artigianato di Milano-Monza Brianza si è sottoscritto un accordo per la costituzione di uno sportello di counseling di quartiere, progetto pilota della durata di tre mesi, presso la sede dell Associazione la Casa di vetro in Via Luisa Sanfelice n. 3 (zona 4), rivolto a tutti i soggetti in difficoltà occupazionale, e in particolare, a lavoratori, artigiani, piccoli imprenditori e professionisti in difficoltà occupazionale. Con il Bando Occupami, Comune e Camera di Commercio di Milano hanno messo a disposizione oltre 2,3 milioni di euro (Stanziamento del Comune ) che nel 2012 hanno permesso la stabilizzazione o assunzione di 452 lavoratori. Il nuovo bando OccupaMi 2013, in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano per 2,5 milioni di euro di cui stanziati dal Comune. I finanziamenti sono a disposizione delle piccole e medie imprese già esistenti o start-up (nuove imprese registrate da meno di 48 mesi) per effettuare nuove assunzioni o per stabilizzare i dipendenti assunti a tempo determinato. Esito del bando: 512 persone assunte o stabilizzate. Considerando anche il bando OccupaMi 2012, dove Comune e Camera di Commercio di Milano hanno messo a disposizione 2,3 mln di euro (stanziamento del Comune euro), complessivamente sono state stabilizzate o assunte circa persone. E stato stanziato dal Comune di Milano 1 mln di euro a sostegno di esodati, cassaintegrati e disoccupati over 45. Le risorse complessive saranno suddivise in 300mila euro destinati a finanziare azioni di politiche attive del lavoro per i cittadini residenti a Milano di età superiore ai 45 anni, che abbiano perso il lavoro prima del 1 gennaio 2013 e siano in condizioni analoghe ai c.d. esodati, cioè non più coperti da accordi aziendali e non già rientranti in provvedimenti di salvaguardia; gli altri 700mila euro saranno investiti nella formazione di lavoratori in Cassa integrazione in deroga, privi della possibilità di rinnovo e residenti a Milano. 2.SOSTENERE IL LAVORO. PROMUOVERE L OCCUPAZIONE CITTA DELLA CITTA CRESCITA DEL LAVORO ECONOMICA per la riqualificazione e ricollocazione di lavoratori e di non occupati nell ambito di interventi di politiche attive del lavoro. Sono pervenute 803 domande di cui 729 sono di persone esodate/disoccupate e 74 di persone cassaintegrate in deroga. Nel gennaio 2014 la Commissione di valutazione delle proposte presentate ha individuato la Rete di Enti con i quali avviare la coprogettazione e la successiva realizzaione die percorsi di formazione. Sono in corso i primi colloqui. Parimenti il Comune ha sostenuto il progetto Una rete territoriale per la ricollocazione dei lavoratori delle Cooperative Selciatori e Posatori Strade e Cave e Lavoranti e Muratori, per favorire l assorbimento di personale in uscita dalla cooperativa. Con il Bando per Start up e artigiani in prossimità dei cantieri sono stati stanziati 1,5 milioni per assunzioni e stabilizzazioni in imprese con meno di 18 mesi e per commercio e artigianato in prossimità di grandi cantieri. (Dicembre 2012) Con il progetto Anticipazioni ammortizzatori sociali avviato a gennaio 2013, Fondazione Welfare Ambrosiano anticipa ai lavoratori le indennità di cassa integrazione straordinaria e in deroga. Le anticipazioni, per un massimo di sette mensilità e non oltre i 6mila euro, sono erogate dagli Istituti di Credito aderenti al progetto. le tutele del lavoro Con l approvazione delle Linee di indirizzo per l inserimento lavorativo di persone svantaggiate o disabili il Comune ha applicato il Protocollo per la qualità e la tutela del lavoro negli appalti di lavori, servizi e forniture, sottoscritto con le Confederazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil nel 2012, in cui si definiva l inserimento di una clausola sociale, cioè indicare l obbligo di eseguire i contratti negli appalti di servizi e forniture con l impiego di persone svantaggiate. L Amministrazione si è impegnata a riservare il 5% dei propri appalti per la fornitura di beni e servizi, diversi da quelli socio-sanitari ed educativi, alle cooperative sociali di tipo B e ad applicare clausole sociali a favore delle categorie più deboli del mercato del lavoro. Nello specifico verrà redatto un nuovo elenco delle cooperative di tipo B, per l accesso al quale le cooperative di tipo B, ai sensi della legge 381/91, devono essere già risultare iscritte all albo regionale di competenza. L Elenco verrà aggiornato con cadenza semestrale. Con cadenza annuale verrà invece effettuata la verifica del mantenimento dei requisiti di accesso per la loro permanenza nell Elenco. Nella medesima delibera vengono anche definite le modalità per l affidamento alle cooperative di forniture di servizi ai sensi dell art. 5 della Legge 381/91. L Amministrazione stabilirà anche il numero minimo di lavoratori svantaggiati da inserire o quale tipologia di svantaggio sia prioritaria. Gradualmente l Amministrazione intende coinvolgere in queste procedure anche le aziende partecipate del Comune di Milano. Il Comune ha sostenuto il progetto Lavoro, disabilità e sindrome di Down - dalle esperienze positive alle buone prassi di inserimento realizzato da una rete di attori tra cui l AGPD (Associazione Genitori e persone con Sindrome di Down) per la sensibilizzazione e diffusione verso le imprese e la città delle buone prassi di inserimento lavorativo. In collaborazione con la scuola di Arte & Messaggio dell Assessorato sono stati realizzati 4 spot sul tema dell inserimento lavorativo di persone con disabilità, trasmessi anche nelle metropolitane milanesi. La cultura delle tutele del lavoro Dopo un percorso condiviso con ANMIL (Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro), Federazione Maestri del Lavoro d Italia e Organizzazioni sindacali confederali CGIL-CISL-UIL è stato scoperto il 28 aprile 2013, al Parco delle Memorie Industriali, un Cippo commemorativo delle vittime degli incidenti sul lavoro in occasione della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro. In accordo con le confederazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, è stato individuato un panel di Reti di Enti, composto da 2 a 5 soggetti accreditati per i Servizi per il Lavoro, interessati alla co-progettazione di piani pagina 10 pagina 11

7 2.SOSTENERE IL LAVORO. PROMUOVERE L OCCUPAZIONE CITTA DELLA CITTA CRESCITA DEL LAVORO ECONOMICA l open government Si sta ridisegnando il sito della Direzione con l obiettivo di realizzare un portale dinamico del lavoro, secondo la filosofia nascente del web 3.0, capace di fornire servizi just in time, orientamenti alla lettura del mercato del lavoro, interazione con le persone e con i soggetti economici e sociali e un dialogo permanente con la città in modo semplice e diretto. il Network sul territorio locale, nazionale ed internazionale Protocollo di intesa con la Camera del Lavoro metropolitana di Milano: sottoscritto l 11 marzo 2013, con l obiettivo di fornire alle persone disoccupate, inoccupate o in cassa integrazione un supporto psicologico, attraverso il confronto ed il dialogo tra pari, in sedi territoriali costituite allo scopo. Accordo con la Confederazione Nazionale Artigianato di Milano: sottoscritto a giugno con la finalità di mettere a disposizione, presso le sedi di viale D Annunzio e Villa Scheibler, due spazi, dotati di postazioni Pc, in cui piccoli imprenditori e artigiani che hanno perso la propria impresa a causa della crisi trovino aiuto e ascolto. le Attività all esterno Job Meeting MILANO è uno tra i momenti più importanti e qualificati, a livello nazionale, di incontro tra le diverse realtà del lavoro, della formazione e dell orientamento. Job Meeting MILANO 2013 si è tenuto ad ottobre e ha consentito a laureati e laureandi di tutte le aree disciplinari, come a giovani professionisti di tutta Italia, di incontrare aziende nazionali e internazionali presso gli stand appositamente allestiti e nel corso di workshop di approfondimento. Come già nel 2012 è stato proposto dall Assessorato uno spazio di orientamento su strategie di ricerca attiva e su percorsi di autoimprenditorialità e di autopromozione. Leggere in maniera dinamica il mercato del lavoro Nell ambito delle attività dell Osservatorio, il Rapporto sui Segnali deboli del mercato del lavoro privilegia l esame di dati qualitativi ricavati dal confronto con una serie di interlocutori privilegiati, che costituiscono delle antenne sul territorio. Nel marzo 2013 è stato presentato il secondo Rapporto sui segnali deboli ed è in corso di preparazione il terzo Rapporto in collaborazione con l Università degli Studi di Milano Bicocca. Sempre in sede di Osservatorio, si è tenuto un confronto con le Organizzazioni sindacali, confederali e di categoria, sulle nuove Linee Guida per la realizzazione da parte dei soggetti attuatori delle opere di urbanizzazione e dei servizi pubblici e di interesse pubblico o generale, nell ambito dei procedimenti urbanistici adottate questo giugno dal Comune. 3.RICERCA PER LO SVILUPPO. FORMAZIONE PER IL LAVORO. CITTA DELLA FORMAZIONE D ECCELLENZA INFORMARE E ORIENTARE Alla città Agenzia Uni è stata costituita nel 2009, nell ambito di una collaborazione tra Comune di Milano ANCI e Dipartimento della Gioventù, svolgendo un servizio di incontro tra domanda ed offerta tra studenti fuori sede e piccoli proprietari, a titolo gratuito. Dispone di un database qualificato di alloggi messi a disposizione da piccoli proprietari da destinare a studenti, italiani e stranieri, che giungono in città per ragioni di studio universitario, formazione o ricerca, nonché a visiting professor. SOSTENERE L orientamento, accoglienza e arricchimento personale ed esperienziale degli studenti Circa studenti provenienti da tutto il mondo sono arrivati nella nostra città per Milano Summer School il 25% erano italiani. Sono circa 80 i corsi frequentati da ragazzi che erano stati organizzati da 30 università e istituti milanesi. Più di 500 giovani hanno anche frequentato le visite guidate della città L edizione di Milano Summer School 2013 ha visto un programma di corsi in ben 10 ambiti tematici tra cui scegliere, 30 Scuole, Accademie e Università coinvolte, 150 corsi di diversi livelli per soddisfare tutte le esigenze, 2 Business game rivolti a chi intende lanciare un nuovo business, 1 Community per giovani diplomati, universitari e neolaureati provenienti da tutto il mondo e un Social Programme per vivere insieme la ricchezza culturale e le occasioni di divertimento che Milano offre. Card Servizi Universitaria della città di Milano: attraverso questa card unica, promossa dall Amministrazione comunale, si intende offrire agli studenti universitari con un unico supporto, una pluralità di servizi: consultazione nelle biblioteche universitarie e comunali, ingressi facilitati a musei e teatri, agevolazioni e sconti per esercizi commerciali, convenzioni con enti pubblici e anche privati. Nel settembre 2013 è stato pubblicato l Avviso pubblico per l individuazione del soggetto gestore della progettazione, realizzazione ed erogazione della Card, i cui lavori si sono conclusi nel dicembre Si prevede la diffusione del prodotto nel il sapere Sono tre le borse di studio biennali dell amministrazione. Per onorare la memoria di Luca Massari, il tassista ucciso per l involontario investito di un cane, il premio viene assegnato ad un giovane laureato o ricercatore universitario che abbia approfondito il tema della sicurezza nelle metropoli. Stanziati euro. Il Premio biennale in memoria del professor Marco Biagi è rivolto a ricercatori italiani e stranieri under 35 che abbiano realizzato pubblicazioni nei campi del diritto, dell economia, della psicologia, della sociologia e della storia del lavoro. La premiazione si è tenuta il 19 marzo Sono stati stanziati euro. Il Premio di laurea in memoria delle vittime del disastro di Linate è volto a sostenere laureati e dottorandi che, nelle loro tesi e ricerche, affrontano il tema della sicurezza nel volo e negli aeroporti. (borsa di studio di euro) In occasione dell anniversario della tragedia di Linate è stato presentato un libro, distribuito gratuitamente, nato per divulgare il pensiero delle massime autorità aeronautiche, degli studiosi del diritto e dei magistrati sul tema della responsabilità penale nell erogazione del servizio aeronautico da parte degli operatori. la formazione Sono oltre 600 i corsi di formazione, per italiani e stranieri, in programma per l anno Milano Ti Forma Corsi di formazione per tutti prevede corsi che vanno dalle lingue straniere alla liuteria, dall informatica alla grafica, dall ottica alla fotografia, fino alla ristorazione e alla sartoria, ai corsi per operatore socio sanitario. pagina 12 pagina 13

8 3.RICERCA PER LO SVILUPPO. FORMAZIONE PER IL LAVORO CITTA DELLA FORMAZIONE D ECCELLENZA la formazione per l Inserimento lavorativo area svantaggio e disabilità Il modello di intervento della sede di San Giusto concentra la sua azione nei confronti delle persone con disabilità. Il modello realizza un percorso strutturato di azioni per favorirne l inserimento in azienda, coerente con la legge 68 del 12 marzo 1999, che prevede un inserimento sociale e professionale mirato e mediato. Nel corso degli anni il servizio ha consolidato una rete significativa di aziende con le quali collabora per gli inserimenti lavorativi. Nel dicembre 2013, nell ambito delle celebrazioni per il 111 anniversario della Fondazione Asilo Mariuccia, è stato presentato il progetto Una mamma, un lavoro nato dalla collaborazione tra Comune di Milano e Fondazione Asilo Mariuccia - ONLUS per la realizzazione di percorsi formativi sperimentali finalizzati all inserimento lavorativo di donne sole con figli in condizioni economiche svantaggiate. Le prime ad accedere a questa nuova opportunità sono le 11 mamme straniere ospiti della Fondazione che hanno frequentato un corso base di lingua italiana affiancato da un percorso di alfabetizzazione informatica. Al termine del percorso verrà rilasciato un attestato di frequenza. la formazione erogata da enti terzi Alla Fondazione Scuole Civiche di Milano - FSCM (Fondazione Milano) il Comune ha affidato, nel 2000 e per trent anni, la gestione di quattro scuole: Milano Civica Scuola di Musica; Milano Lingue; Milano Teatro Scuola Paolo Grassi; Milano Cinema e Televisione. Nella giornata conclusiva dei festeggiamenti per il 150 anniversario della Scuola Civica di Musica, il MIUR ha comunicato l autorizzazione a rilasciare i titoli come Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM), equipollenti al titolo universitario. Rientra nell AFAM anche Milano Lingue. A seguito delle disposizioni introdotte dalla Legge Regionale sul sistema educativo 19/2007, l Amministrazione ha scelto l affidamento temporaneo e sperimentale al CAPAC delle attività in Diritto Dovere di Istruzione e Formazione (DDIF), svolte presso la sede di via Amoretti, e in precedenza gestite in proprio. Sono stati 238 gli allievi nell anno formativo appena concluso. Il rapporto del Comune con il CAPAC è regolato da un contratto di servizio. Il Comune è intervenuto con un finanziamento di euro. L impegno economico da parte della Regione Lombardia è stato di euro. La Scuola Superiore di Arte Applicata all Industria eroga corsi nel campo dell artigianato artistico e della comunicazione. Il Comune, che è tra i soci fondatori e presiede di diritto il Consiglio di Amministrazione, ha accompagnato la Scuola ad acquisire l accreditamento regionale e sta avviando una riflessione per un suo possibile sviluppo. Nell anno formativo 2012/2013 gli iscritti complessivi alla Scuola Superiore di Arte Applicata all Industria sono stati 565. la formazione a distanza Sono stati avviati percorsi formativi speciali di Formazione a distanza sulla Legge della Privacy (formazione interna Comune di Milano). la formazione in aree innovative Prosegue la collaborazione con la Procura della Repubblica di Milano per realizzare interventi a sostegno delle imprese e delle vittime di reati nel campo della protezione dai crimini informatici e contro la distorsione delle condizioni di mercato. Si sta verificando l istituzione di un fondo economico creato con le somme risarcitorie che gli autori di reati informatici dovranno versare qualora le vittime non siano presenti al processo penale. Scopo del fondo è la realizzazione di campagne informative e attività di prevenzione rivolte ai cittadini e alle imprese sul tema del cyber crime. 3.RICERCA PER LO SVILUPPO. FORMAZIONE PER IL LAVORO CITTA DELLA FORMAZIONE D ECCELLENZA Erasmus Social Network (ESN): sono stati stipulati tre accordi di collaborazione con le Associazioni presenti nei diversi Atenei, in particolare Statale e Politecnico e Bicocca. E stata superata la criticità dovuta al mancato rifinanziamento da parte degli stati sovrani dell iniziativa Erasmus, che è stata confermata.- per tutto il 2013 e che si prevede venga ampliata e riconfermata anche per gli anni a venire, come negli auspici della Commissione. Dal 3 al 7 aprile 2014 si è svolto a Milano il Meeting Generale dell Erasmus Student Network: tre giorni di dibattiti e confronti e molto spazio dedicato al tema del lavoro. Ai primi di agosto è stato sottoscritto un Protocollo con la Fondazione Casa della Carità che rappresenta al meglio la collaborazione tra pubblico e privato sociale. La Fondazione Casa della Carità mette a disposizione risorse, esperienza e operatività per svolgere azioni formative e di contrasto all emarginazione sociale in collaborazione con il Centro di Formazione di via Fleming 15. La collaborazione, inoltre, verrà estesa alla partecipazione congiunta a bandi europei e nazionali destinati alle fasce deboli della popolazione, come donne a rischio di emarginazione sociale, over 50, disoccupati e inoccupati, immigrati. CITTA DELL INNOVAZIONE E DELLA RICERCA le Attività all esterno ll progetto NABA - Soon or Later è stato avviato a ottobre 2012 negli spazi comunali di Viale Lombardia, 65 angolo via Porpora, che ospitano il primo store interamente dedicato a giovani fashion designer delle scuole milanesi. Il progetto Adotta un designer è stato avviato a ottobre 2012 e prevede il coinvolgimento delle Scuole di Design e la realizzazione di un prototipo richiesto dalle imprese, con la successiva assunzione del selezionato presso un azienda. Stanziati euro MEETmeTONIGHT La Notte dei Ricercatori in Lombardia edizione 2013 ha visto la partecipazione di 17mila persone a più di 116 attività organizzate in un solo giorno da tutti i partner coinvolti, con la partecipazione di 650 ricercatori. La classifica annuale quale Best Student Cities colloca Milano al primo posto in Italia e tra le migliori al mondo per gli studenti universitari. Colloqui per la scienza a Milano è il titolo scelto per ciclo di 7 incontri organizzati per offrire alla cittadinanza una panoramica sulle opportunità legate alla ricerca scientifica di frontiera. In un età in cui i capitali immateriali rappresentano le risorse più dinamiche e più attrattive di finanziamenti, investire e valorizzare la ricerca scientifica risulta cruciale per lo sviluppo di un territorio sul piano sociale, economico e culturale. Abbiamo iniziato il 13 marzo 2014 con Staminali e medicina rigenerativa e concluso il 19 giugno con Eccellenze e integrazione: occasioni per Milano. Agli incontri hanno partecipato 351 persone, per lo più donne (213). il Network sul territorio locale, nazionale ed internazionale Indispensabile è fare rete, mettendo in comune sforzi e risorse che diano centralità al sistema milanese dell alta formazione e della ricerca, anche a fronte dei tagli al fondo di finanziamento ordinario delle università. Sono stati costituiti, perciò, un Tavolo permanente di confronto con i Rettori delle università, delle accademie e delle scuole di alta formazione, che si riunisce con cadenza semestrale e, con Deliberazione di Consiglio comunale, la Consulta cittadina degli studenti, dottorandi e ricercatori delle Università e delle Accademie milanesi. pagina 14 pagina 15

9 3.RICERCA PER LO SVILUPPO. FORMAZIONE PER IL LAVORO opportunità imprenditoriali per giovani professionisti Lo Spin-off scolastico di via Giusti consiste in una struttura interna alla sede, dotata di tutti gli strumenti, gli spazi e le competenze necessari ad accompagnare nelle fasi di avvio e di consolidamento, esperienze di imprenditoria strettamente collegate alle attività formative presenti nel centro. Attualmente il servizio Spin-off vede la presenza di 4 aspiranti imprese composte da 7 soggetti ed è in fase di definizione l ingresso di altre 2 con il coinvolgimento di altre 6 persone. Dal 2014, 18 Montenapoleone Retail Consultancy&Brokerage, società leader nella ricerca e sviluppo retail high street, donerà l 1% del fatturato a sostegno del progetto Spin-Off promosso dalla Civica Scuola Arte & Messaggio Lo Spin-off della sede di via Quarenghi si colloca nel settore abbigliamento. Il progetto, in fase di completamento, prevede la realizzazione e la vendita on line di vestiti sartoriali su misura personalizzabili e aggiornabili con il marchio MydressMI Milano. Attualmente sono impegnate sul progetto 5 ex-allieve del corso di sartoria. opportunità imprenditoriali con finalità sociali Nel corso del 2013 si è chiusa, per difficoltà legate all andamento del mercato del lavoro, l esperienza avviata sperimentalmente, di uno spin off promosso nel centro di Formazione di via san Giusto con persone affette da sindrome di Asperger. la cultura delle tutele del lavoro Il 24 ottobre 2011 è stato sottoscritto il Protocollo di Relazioni tra il Comune di Milano e le confederazioni sindacali CGIL CISL UIL. Vengono istituiti quattro tavoli tematici permanenti con gli Assessori competenti sui seguenti indirizzi strategici delle politiche comunali: politiche di sviluppo economiche e attive del lavoro welfare municipale, vivibilità e ambiente, bilancio annuale e sue variazioni. A questo segue il Protocollo per la qualità e la tutela del lavoro negli appalti di lavori, servizi e forniture siglato il 22 ottobre 2012 con i sindacati confederali in cui il Comune di Milano, in qualità di stazione appaltante e/o di committente, si impegna, negli appalti di lavori, servizi e forniture, a prevedere nei bandi di gara e/o nei capitolati d appalto l inserimento di clausole coerenti con il protocollo stesso ed in particolare si è impegnato a prevedere le cd clausole sociali. Da ricordare Fondata sul Lavoro: Confronti a Milano. Dal 26 al 29 giugno 2012 la manifestazione sul tema della centralità del lavoro che ha coinvolto quasi 100 relatori tra economisti, esponenti del Governo, sindacalisti e imprenditori. Nella settimana si è tenuta la mostra Arte e solidarietà. Amnistia. Que trata Spagna, 40 anni dopo, organizzata dalla Camera del lavoro di Milano, dall Associazione Archivio del lavoro e dal Comune. In occasione dell anniversario della tragedia di Linate dell 8 ottobre 2001, è stato presentato a Palazzo Marino, un volume, diffuso gratuitamente, contenente il pensiero delle massime autorità aeronautiche, degli studiosi del diritto e dei magistrati, sul tema della responsabilità penale nell erogazione del servizio aeronautico da parte degli operatori, siano essi piloti, controllori di volo, previsori meteorologici o addetti alla manutenzione. 4.I NUOVI SERVIZI MODA E DESIGN MODA E DESIGN Congiuntamente a Camera Nazionale della Moda Italiana, il 9 settembre è stata presentata a Palazzo Marino l edizione 2013 di Milano Moda Donna. Il 12 settembre 2013 si è aperto White 2013 il salone leader della moda di sperimentazione, che, sia per numero di espositori, (440 di cui 300 italiani e 140 esteri) che di visitatori in Italia per il segmento womenswear, rappresenta uno degli eventi più innovativi della settimana della Moda. Sempre a settembre si è aperto So critical so fashion, il primo evento italiano interamente dedicato alla moda critica, etica e indipendente, organizzato da Terre di mezzo. Una visione dello stile in cui i brand tornano a dialogare con i propri utenti secondo principi di responsabilità etica, sociale e ambientale senza rinunciare alla creatività e all innovazione. Insieme agli attori maggiormente rappresentativi del mondo della moda e del design - Fondazione Altagamma, Camera Nazionale della Moda Italiana, Cosmit, Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali con delega a Expo 2015 si sta lavorando per la definizione del progetto Milano Città Creativa il cui scopo è valorizzare la creatività diffusa sul territorio nazionale che trova in Milano il luogo ideale per essere sviluppata a livello internazionale, in sintonia con la vocazione cosmopolita della città. La Piattaforma Sistema Formativo Moda (PSFM), nata a Milano il 18 febbraio 2008, ha avviato, in coerenza con le attività dell Amministrazione, un percorso volto a ottenere, da parte delle scuole e degli istituti di alta formazione della moda, la prima certificazione internazionale dell offerta formativa cittadina e nazionale, con l obiettivo primario di affermare l identità del sistema formativo italiano e di promuovere le eccellenze del settore. La certificazione sarà volta ad attestare la qualità dei singoli istituti, la relazione con il mercato del lavoro e i metodi di insegnamento applicati, affinchè siano pronti a fare sistema e a competere sulla scena internazionale valorizzando il patrimonio storico, culturale e industriale posseduto, elemento fondamentale per lo sviluppo di Milano e del Paese. Sono in corso di valutazione le prime tre richieste di certificazione pervenute. Milano Moda Donna - Febbraio 2014 Marzo 2014: Torna il Compasso d Oro a Milano. Presentata a Palazzo Lombardia l iniziativa DESIGNè e in particolare l edizione 2014 del più importante riconoscimento nel mondo del progetto e del design a cui da quest anno si affianca il progetto Design Competition, per la valorizzazione dei giovani designer under 35. Sono stati consegnati il 28 maggio, negli spazi ex Ansaldo di Milano, i premi ai vincitori della ventitreesima edizione del premio. Dall 8 al 13 aprile si è svolto il Salone del Mobile 2014 con tutte le iniziative organizzate per il Fuorisalone le più significative delle quali: Milano Design Film Festival e la partecipazione delle imprese dell Acceleratore di Imprese ristrette ospitate. 10 e 11 maggio: Nelle zone limitrofe alla Pinacoteca di Brera Incontri Bellezza &Altro la due giorni per scoprire la bellezza attraverso gli occhi delle donne. La mostra propone diciotto scatti selezionati nei 18 anni di pubblicazione del magazine femminile D di Repubblica. Milano Moda Main 12 giugno / 19 luglio 2014 Milano Moda Main è l innovativo calendario che coordina le aperture degli showroom milanesi per le vendite delle MAIN COLLECTION Uomo, Donna e Bambino con lo scopo di rispondere alle mutevoli richieste del mercato e di un pubblico di operatori internazionali sempre più esigenti. Milano Moda Uomo - 21 giugno / 24 giugno 2014 Insieme a Milano Moda Donna, Milano Moda Uomo è l appuntamento Internazionale con le novità del prèt-à-porter per uomo presentate dalle maison più importanti della Moda Italiana pagina 16 pagina 17

10 4.I NUOVI SERVIZI SMART CITY SMART CITY Novembre Partecipazione a bandi europei Smart Cities and Communities con 6 progetti presentati: 4 approvati di cui 3 sulla mobilità sostenibile e 1 sull efficienza energetica di edifici pubblici. A questo si aggiunge un progetto finanziato con fondi strutturali sulle Isole Digitali (circa 2,5 Milioni di finanziamento europeo). Il 19 aprile 2013 Public Hearing: verso Milano Smart City Primo forum cittadino sulle smart cities che ha avuto come obiettivo quello di coinvolgere i principali attori dello sviluppo della città nella creazione di un sistema di consultazione e di governance. Costituzione successiva di tavoli di lavoro tematici di approfondimento secondo la classificazione dell Università di Vienna (Smart Mobility, Smart Living, Smart Environment, Smart Economy e Smart Governance) a cui Milano aggiunge EXPO maggio 2013: presentazione del progetto App4Mi, un concorso, rivolto a cittadini e microimprese, che punta all utilizzo degli open data resi disponibili attraverso il portale dati.comune.milano.it. 23 maggio, all interno degli Expo Days, organizzazione dell incontro Milano + Expo = Smart City, in collaborazione con la società Expo 2015 S.a. sul tema della legacy dell esposizione universale. maggio 2013, adesione del Comune di Milano al progetto E015 Digital Ecosystem, realizzato da Expo 2015 SpA, Confindustria, Camera di Commercio di Milano, Confcommercio, Assolombarda e Unione del Commercio, con il coordinamento tecnico-scientifico di Politecnico di Milano, per la realizzazione di un ecosistema integrato volto a creare e a far interagire i servizi presenti sul territorio. 30 maggio 2013, firma del Protocollo d Intesa tra le città di Milano, Torino e Genova. Ingresso nell Osservatorio Nazionale delle Smart Cities dell Associazione Nazionale Comuni d Italia (ANCI). Partnership finalizzata ad arrivare nel minor tempo ad una corretta definizione di Smart City, misurando obiettivi e progressi. Firma di protocollo anche con la città dell Aquila. 18 luglio 2013, workshop all Urban Center dal titolo Aprire all Innovazione Sociale: idee e strategie per Milano Smart City per favorire le imprese che si occupano di innovazione sociale e definire bisogni e priorità. Agosto 2013, avvio della collaborazione tra l Amministrazione Comunale e l Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano con l offerta di consulenze gratuite nella stesura dei capitolati delle gare d appalto nei settori delle tecnologie dell informazione e delle telecomunicazioni relativi ai servizi informativi e all agenda digitale. Settembre 2013, Comune di Milano e Camera di Commercio hanno avviato un percorso di consultazione strutturato, mettendo in rete le istituzioni, i privati, le università e le associazioni, per la creazione di sei gruppi di lavoro tematici corrispondenti ai sei pilastri delle Smart Cities, secondo la già citata classificazione dell Università di Vienna: Smart Economy, Smart Living, Smart Environment, Smart Mobility, Smart People, Smart Governance. Da questo percorso, concluso a dicembre 2013, nasce il documento Milano Smart Strategy dal quale ne è scaturita la delibera di approvazione del documento programmatico linee di indirizzo per Milano Smart City approvato il 23 maggio Open Data, sono gruppi (set) di dati, numerici o geografici, messi a disposizione e liberamente fruibili da tutti, strumento che rende più trasparente l azione dell Amministrazione e amplia la conoscenza della città. 13 dicembre 2013, premiazione dei vincitori del primo contest Statistica, Open Data e Società promosso da Università Cattolica e Comune di Milano. SMART CITY Implementazione della rete Open WiFi con cui prosegue l impegno dell Amministrazione a rendere sempre più aperta la città. Ad oggi 370 siti attivi nelle 9 Zone della città per un totale di circa 600 access point e oltre 200mila iscritti. Italtel Spa ha offerto una sponsorizzazione tecnica per oltre 222mila euro, che entro giugno 2014 che consentirà di giungere alla configurazione di nuovi apparati. 14 ottobre 2013, sono state presentate le prime quindici Isole Digitali che sono diventate 30 nel febbraio del 2014, vere e proprie aree che consentono l accesso alla rete, consentendo di essere sempre connessi, grazie al wi-fi gratuito e veloce, dotate di colonnine gratuite per la ricarica di tutti i dispositivi elettronici (pc, smartphone, tablet, ecc.). 2 e 3 ottobre2013, InternetDays Behaviour on the Net il primo evento aperto a professionisti, manager, ceo, imprenditori e a tutti coloro che vogliono anticipare la ripresa economica sfruttando le opportunità offerte dalla rete. La manifestazione è stata patrocinata da Comune di Milano, Regione Lombardia, Ministero dello Sviluppo Economico, Provincia e ha avuto il supporto della Camera di Commercio di Milano. A seguito della pubblicazione del Bando Smart Cities And Communities And Social Innovation a cura del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (MIUR), nel mese di novembre 2013 sono stati scelti e finanziati, per un budget complessivo di oltre 70 milioni di euro, 5 progetti presentati dal Comune di Milano in partnership con società private, università o enti di ricerca, che prenderanno avvio sul territorio di Milano nei prossimi mesi. Altri 5 progetti, per circa 80 milioni di euro, sono collocati in una seconda fascia e saranno finanziati sino a esaurimento della risorse previste dal bando. Si tratta di progetti ad elevato contenuto tecnologico per gestire la politiche del lavoro, della sicurezza, dell ambiente, della mobilità. Nel quadro del bando della Regione Lombardia relativo alle Linee Guida di Attuazione dell Asse 1 del POR FESR (fondi strutturali) su Smart Cities and Communities, è stato pubblicato un Avviso pubblico rivolto a Università, istituti di ricerca, imprese che volessero richiedere la manifestazione di disponibilità dell Amministrazione Comunale prevista dalla Regione. Il Comune di Milano ha ricevuto 21 idee progettuali e, nel giugno 2013, ha concesso il proprio endorsement a 18 di queste. Per queste idee progettuali si attende la graduatoria finale da parte della Regionale Lombardia che consentirà di valorizzare i progetti anche da un punto di vista economico. My Neighbourhood My City, finanziato dalla Comunità Europea tramite l Information and Communication Technologies Policy Support Programme, è partito nel 2013 e terminerà nel Coinvolge Milano (IT), Lisbona (PT), Aalborg (DK), Birmingham (UK) insieme ad alcune Università e Aziende. Ogni città lavora su un quartiere: per Milano si tratta di Quarto Oggiaro. L obiettivo è quello di favorire l inclusione sociale, l uso intelligente delle tecnologie e di migliorare la qualità della vita nel quartiere. Tre le aree di interesse: web, verde e ristorazione. Sono tre i servizi ipotizzati, che propongono un nuovo approccio alle politiche Smart City, basato non solo sulla tecnologia, ma sull interazione tra le persone e le relazioni delle comunità locali che diventano non solo destinatarie ma anche produttrici di servizi socialmente innovativi e sostenibili, basati su un business model che valorizza le sinergie e le reciprocità, Comunicazione inclusiva, Quarto Food Club, Quarto gardening. 22 gennaio 2014, inaugurato FabriQ, primo incubatore di impresa sociale situato in Via Val Trompia al civico 45/A, destinato ad accogliere 15 nuove start-u 10 maggio 2014, premiazione delle prime 5 imprese, selezionate attraverso bando fra oltre 50 progetti presentati. 27 e 29 maggio 2014, avvio della Smart City Week, 3 giorni dedicati agli approfondimenti delle tematiche smart. Maggio 2014: pubblicazione Linee guida Milano Samrt City pagina 18 pagina 19

11 Assessorato Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Via Dogana Milano Tel Direzione Centrale Politiche del Lavoro Sviluppo Economico e Università Via Dogana Milano Tel Fax Settore Innovazione Economica, Smart City e Università Via Dogana 2 Tel Fax Settore Lavoro e Formazione Viale G. D Annunzio 15 Tel Fax comunemilano.lavoro

Resoconto3. Città della Formazione d eccellenza. Città dell Innovazione e della Ricerca. Città della Crescita economica.

Resoconto3. Città della Formazione d eccellenza. Città dell Innovazione e della Ricerca. Città della Crescita economica. Assessorato alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Città della Formazione d eccellenza Resoconto3 1 2 4 Città dell Innovazione e della Ricerca Città della Crescita economica

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

Come diventare imprenditore

Come diventare imprenditore REGNI M ODOETIA ITALIÆ SEDES EST M AGNI Come diventare imprenditore 4 Come diventare imprenditore 5 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 6 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 7 Il business

Dettagli

Domande pervenute Domande valide Contratti stipulati

Domande pervenute Domande valide Contratti stipulati Giovanisì è il progetto della Regione Toscana per l autonomia dei giovani, per ridare loro un futuro sulla base del merito nello studio e nell attività lavorativa. Un pacchetto di opportunità di livello

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA a smau firenze 014 la nuova dimensione espositiva dedicata a cluster, laboratori, spin-off e startup indice UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO

PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO Allegato alla deliberazione n. 43/1 del 25.10.2007 PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO LEGGE REGIONALE 29 MAGGIO 2007, N. 2 - (LEGGE

Dettagli

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi?

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi? DIRITTO AL FUTURO Bamboccioni a chi? Diritto al futuro è un insieme di azioni del Ministero della Gioventù rivolte alle nuove generazioni, sui temi del lavoro, della casa, della formazione e dell autoimpiego.

Dettagli

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo Impresa e Lavoro della Pro Loco di Itri offre

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

È finanziato con risorse del Fondo sociale europeo pari a 74 milioni di euro. Ha avvio il I maggio 2014.

È finanziato con risorse del Fondo sociale europeo pari a 74 milioni di euro. Ha avvio il I maggio 2014. La Garanzia Giovani è un progetto che intende assicurare ai ragazzi e alle ragazze tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano opportunità per acquisire nuove competenze e per entrare nel mercato

Dettagli

IL CONTESTO: LE EVIDENZE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

IL CONTESTO: LE EVIDENZE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE PREMESSA IL PROGETTO DI SEGUITO ESPOSTO E IL RISULTATO DEL LAVORO DI UN COMITATO di PROGETTO COMPOSTO DAI SEGUENTI PARTNER: Fondazione La Fornace dell Innovazione Cooperativa Sociale IL SESTANTE Consulmarc

Dettagli

IL SISTEMA CAMERALE MILANESE

IL SISTEMA CAMERALE MILANESE IL SISTEMA CAMERALE MILANESE L impresa al centro Siamo un istituzione al servizio delle imprese. Oltre alle funzioni anagrafiche e certificative, ci occupiamo di promuovere la crescita del sistema imprenditoriale

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Art. 35. Interventi finalizzati all'occupazione, alle politiche attive per il lavoro e di contrasto alla povertà.

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Art. 35. Interventi finalizzati all'occupazione, alle politiche attive per il lavoro e di contrasto alla povertà. Art. 35 Interventi finalizzati all'occupazione, alle politiche attive per il lavoro e di contrasto alla povertà. 1. La Regione, nelle more della piena attuazione delle politiche di sviluppo promosse al

Dettagli

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Circolare n 10 Oggetto Legge di Finanziamento: Comunitaria Nazionale Regionale Comunale Settore: Artigianato, Commercio, Servizi, Industria ed Agricoltura La circolare fornisce

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 14 dicembre 2015 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015 Start Up Innovative -Le imprese fanno sistema Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 START UP E INCUBATORI Il Decreto Sviluppo (179/2012), introducendo

Dettagli

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani Consigliere provinciale MAURO MINNITI Via Perathoner, 10 39100 BOLZANO Tel. 0471-946209 www.minnitimauro.it info@minnitimauro.it DISEGNO DI LEGGE PROVINCIALE LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento

Dettagli

I. Il progetto Andiamo a Lavorare!

I. Il progetto Andiamo a Lavorare! Andiamo a Lavorare! I. Il progetto Andiamo a Lavorare! I. Come è nato Il progetto Andiamo a lavorare! nasce dall incontro tra una Amministrazione Comunale di Canale Monterano,, gli Operatori del Servizio

Dettagli

5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO

5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO 5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO RAT - Linea d indirizzo Rapporti con il territorio Missione, visione e valori dell Ateneo: La Linea d indirizzo Rapporti con il territorio

Dettagli

IL PUNTO NUOVA IMPRESA

IL PUNTO NUOVA IMPRESA 1 IL PUNTO NUOVA IMPRESA Aree di competenza Lo Sportello Punto Nuova Impresa offre informazione sulla costituzione di nuove imprese; eroga informazioni sulle procedure burocratiche, amministrative e legislative

Dettagli

I SERVIZI PER L IMPIEGOL

I SERVIZI PER L IMPIEGOL I SERVIZI PER L IMPIEGOL Assessore ai Servizi per l Impiegol Francesco Brendolise CONSIGLIO PROVINCIALE 6 LUGLIO 2012 SOSTEGNO AL REDDITO 1. MICROCREDITO 2. FONDO DI SOLIDARIETA 1. PROGETTO MICROCREDITO

Dettagli

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Ancona 30 novembre 2012 Fabrizio Recchi P. F. Autorità di gestione del FAS, autorità di certificazione e pagamento e

Dettagli

Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A.

Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A. Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A. La Regione Abruzzo, rappresentata dal componente la Giunta preposto alle Politiche attive del lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali,

Dettagli

Patto politiche attive del 16 giugno 2009

Patto politiche attive del 16 giugno 2009 Patto politiche attive del 16 giugno 2009 1 Premessa: per il lavoro oltre la crisi L'Accordo sottoscritto in Lombardia il 4 maggio 2009 prevede uno stretto rapporto tra le politiche passive, attraverso

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI OTTO AZIONI MISURABILI PER L UNIVERSITA, LA RICERCA E L INNOVAZIONE Premessa Nella comune convinzione che Università, Ricerca e Innovazione costituiscano una priorità per il

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E L UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E L UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E L UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO PROTOTIPO PROGETTUALE RELATIVO ALL ARTICOLO 3 - LETTERA B) I SERVIZI INTEGRATI PER LA NUOVA

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Si è riunita oggi la Cabina di Regia per l attuazione del Piano di azione per l occupabilità dei

Dettagli

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità 3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità Obiettivo globale 6 - Promuovere politiche di mobilità transnazionale e di cooperazione

Dettagli

ampania! Donne Giovani Disoccupati Piano d azione per il lavoro www.regione.campania.it www.fse.regione.campania.it www.arlas.campania.it I.P.

ampania! Donne Giovani Disoccupati Piano d azione per il lavoro www.regione.campania.it www.fse.regione.campania.it www.arlas.campania.it I.P. I.P. ampania! prospettive FUTURO informazione crescita produttività Capitale umano LAVORO azione crescita OCCUPAZIONE programmione azione prospettive INTEGRAZIONE giovani I inserimento INCLUSIONE sicurezza

Dettagli

ampania! Donne Giovani Disoccupati Piano d azione per il lavoro www.regione.campania.it www.fse.regione.campania.it www.arlas.campania.it I.P.

ampania! Donne Giovani Disoccupati Piano d azione per il lavoro www.regione.campania.it www.fse.regione.campania.it www.arlas.campania.it I.P. I.P. ampania! prospettive FUTURO informazione crescita produttività Capitale umano LAVORO azione crescita OCCUPAZIONE programmione azione prospettive INTEGRAZIONE giovani I inserimento INCLUSIONE sicurezza

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

DOTE LAVORO 2012 CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

DOTE LAVORO 2012 CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA DOTE LAVORO 2012 CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA " " CONTINUIAMO A DOTARCI CONTRO LA CRISI Per il quarto anno consecutivo La Regione del Veneto ha promosso attraverso lo strumento della Dote Lavoro, percorsi

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

Politiche e strumenti per Milano Smart City & FabriQ: incubatore di innovazione sociale del Comune di Milano

Politiche e strumenti per Milano Smart City & FabriQ: incubatore di innovazione sociale del Comune di Milano Politiche e strumenti per Milano Smart City & FabriQ: incubatore di innovazione sociale del Comune di Milano Lucia Scopelliti Comune di Milano Fabio Sgaragli Fondazione Giacomo Brodolini Smart city e Innovazione

Dettagli

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1 Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1, art. 3, comma 2, lett. e). Fondo di garanzia etica. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale riferisce in ordine

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 18 gennaio 2016 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

[GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda

[GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda 2014 Imera Sviluppo 2010 Giuseppe Di Gesù [GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda GARANZIA GIOVANI: CHE COS E La Garanzia Giovani

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

Sei stato sospeso, ti trovi in mobilità, hai perso il lavoro? Fai la mossa giusta.

Sei stato sospeso, ti trovi in mobilità, hai perso il lavoro? Fai la mossa giusta. UNIONE EUROPEA MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI Direzione Generale per le Politiche per l Orientamento e la Formazione PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Investiamo nel vostro futuro

Dettagli

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi?

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi? DIRITTO AL FUTURO Bamboccioni a chi? Diritto al futuro è un insieme di azioni del Ministero della Gioventù che affronta alcune particolari criticità sui temi del lavoro, della casa, della formazione e

Dettagli

Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015. 3 febbraio 2014

Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015. 3 febbraio 2014 Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015 3 febbraio 2014 Si aprono le iscrizioni Da oggi al 28 febbraio sono aperte le iscrizioni alle scuole statali, alle scuole paritarie,

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI IL PROGETTO Il progetto DONNE E SCIENZA: ricerca, innovazione e spin-off imprenditoriale è un percorso integrato

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA fra la Città di Torino e l Ufficio scolastico territoriale di Torino per lo sviluppo dei tirocini formativi e l avvicinamento all attività di alternanza scuola-lavoro L Ufficio scolastico

Dettagli

VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento. Palermo 30 novembre 2010

VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento. Palermo 30 novembre 2010 VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento Palermo 30 novembre 2010 Cosa si intende per accreditamento? L art. 2 del DLgs 276/2003 definisce:

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l Unione delle Province d Italia UPI VISTI il

Dettagli

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 512 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 21.11.2011 Categoria Previdenza e lavoro Sottocategoria Agevolazioni

Dettagli

Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014

Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014 Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014 Dipartimento 51 - Programmazione e Sviluppo Economico Direzione Generale 1 - Programmazione Economica e Turismo Oggetto dell'atto: MISURE VOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003)

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003) IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003) 1. Le politiche regionali di istruzione e formazione permanente

Dettagli

Milano 16 Dicembre 2014. A cura del Comune di Milano - DC Sport benessere e qualità della vita - Servizio qualità della vita

Milano 16 Dicembre 2014. A cura del Comune di Milano - DC Sport benessere e qualità della vita - Servizio qualità della vita Milano 16 Dicembre 2014 A cura del Comune di Milano - DC Sport benessere e qualità della vita - Servizio qualità della vita 31 marzo 2014 5 maggio 2014 4 giugno 2014 Sottoscrizione accordo per la valorizzazione

Dettagli

Il più bel lavoro del mondo

Il più bel lavoro del mondo REGOLAMENTO CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo 1 edizione 2009-2010 ART 1 Definizione Il concorso "Il più bel lavoro del mondo" (di seguito indicato come "Concorso") è una competizione promossa

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7

LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7 5454 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 44 suppl. del 6-4-2006 PARTE PRIMA Leggi e Regolamenti Regionali LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7 Iniziative di promozione e solidarietà per contrastare

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Direzione Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento allo Studio www.orientamento.unimore.it PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Il Progetto Orientamento di Ateneo (P.O.A.) dell Università degli studi di Modena

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

Milano Sharing City. Tra società e mercato: la sharing economy e le altre pratiche collaborative nell'esperienza della città di Milano

Milano Sharing City. Tra società e mercato: la sharing economy e le altre pratiche collaborative nell'esperienza della città di Milano Milano Sharing City Tra società e mercato: la sharing economy e le altre pratiche collaborative nell'esperienza della città di Milano Renato Galliano, Settore Innovazione Economica, Smart City e Università

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Comunicato Stampa FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Ieri sera l incontro con i cittadini cormanesi per parlare di territorio e residenza Cormano,

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA OPPORTUNITÀ GIOVANI

PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA OPPORTUNITÀ GIOVANI PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA OPPORTUNITÀ GIOVANI Una via innovativa per lo sviluppo nella Sicilia dei giovani La realtà siciliana vive gli effetti più gravi della crisi che continua a colpire

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali Incubatore d impresa Per sostenere le nuove idee imprenditoriali PRESENTAZIONE DELLA BUONA PRATICA L alta mortalità delle imprese nei primi anni di vita è spesso dovuta a una scarsa programmazione prospettica

Dettagli

Con questo protocollo d intenti i soggetti firmatari si impegnano a:

Con questo protocollo d intenti i soggetti firmatari si impegnano a: Protocollo di intesa tra la Regione Piemonte, la Città di Torino, l Università degli Studi di Torino, la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, l Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, l Ufficio Pio della

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

GIOVANI E LAVORO: PROVVEDIMENTI E OPPORTUNITÀ

GIOVANI E LAVORO: PROVVEDIMENTI E OPPORTUNITÀ GIOVANI E LAVORO: PROVVEDIMENTI E OPPORTUNITÀ di Lucia ROSSI APPROFONDIMENTI Nell articolo sono presentate le principali iniziative volte alla promozione dell occupazione giovanile. La crisi economica

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

Api Formazione. Dal 2002 più di 18.000 persone hanno partecipato a oltre 1.200 corsi Api Formazione

Api Formazione. Dal 2002 più di 18.000 persone hanno partecipato a oltre 1.200 corsi Api Formazione Api Formazione Dal 2002 più di 18.000 persone hanno partecipato a oltre 1.200 corsi Api Formazione Api Formazione, Società Consortile a Responsabilità Limitata senza scopo di lucro, è nata nel 1992 come

Dettagli

Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio

Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio L APQ Giovani protagonisti di sé e del territorio, sottoscritto in data 1/08/2008, costituisce uno strumento di programmazione integrata

Dettagli

PROGETTO ABITARE. donne sole e/o con figli in condizioni di fragilità o vulnerabilità sociale a seguito di eventi spiazzanti;

PROGETTO ABITARE. donne sole e/o con figli in condizioni di fragilità o vulnerabilità sociale a seguito di eventi spiazzanti; PROGETTO ABITARE OBIETTIVI GENERALI Il quadro di riferimento e l origine del Progetto Abitare è rappresentato dal Protocollo di Intesa stipulato tra la Città di Torino, la Compagnia di San Paolo e l Ufficio

Dettagli

Opportunità di mobilità in Europa per i giovani

Opportunità di mobilità in Europa per i giovani Opportunità di mobilità in Europa per i giovani Una piccola guida alle informazioni utili per studiare, lavorare, fare attività di volontariato oppure di tirocinio nell Unione europea. La cittadinanza

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE NEWS IN EVIDENZA AGEVOLAZIONI PER LA RICOLLOCAZIONE DI EX DIRIGENTI E QUADRI, DISOCCUPATI AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE Livello Nazionale AGEVOLAZIONI

Dettagli

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale Il Consiglio dell Unione europea ha adottato a dicembre 2013 il Regolamento relativo al Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa 1. DESCRIZIONE E OBIETTIVO Coopstartup Puglia è un progetto di Legacoop Puglia per la nascita di nuove idee di impresa improntate

Dettagli

Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI. Art. 01 - Finalità

Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI. Art. 01 - Finalità Legge Regionale 22 marzo 1990, n. 22 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati extracomunitari in Toscana. Bollettino Ufficiale n. 20, parte prima, del 31.03.1990 Titolo 1 - PRINCIPI GENERALI Art.

Dettagli

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO PROGRAMMA ACCEDO PROGETTO FACILITO DINA AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Sintesi I PILASTRI Più occupazione. Più competitività. Più credito. Meno burocrazia. Sono questi i quattro pilastri sui quali si regge il piano straordinario della

Dettagli

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off Scadenza 31 dicembre 2011 Scadenza intermedia: 30.04.2010 per servizi pre-incubazione Scadenza intermedia: 16.07.2010 per servizi incubazione Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Milano Sharing City: il network della sharing economy

Milano Sharing City: il network della sharing economy Milano Sharing City: il network della sharing economy Agenda 1. Il percorso di Milano Sharing City 2. La consultazione pubblica 3. L approvazione delle Linee Guida sulla Sharing Economy 4. La Mappatura

Dettagli

PROGETTO LAVORO E FORMAZIONE

PROGETTO LAVORO E FORMAZIONE PROGETTO LAVORO E FORMAZIONE OBIETTIVO GENERALE Il Progetto Lavoro e Formazione interviene specificamente sulla formazione e l inserimento lavorativo di persone in situazione di disagio economico e/o esistenziale.

Dettagli

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Le linee di indirizzo dell Università di Ferrara sono state definite già a partire dal piano strategico triennale 2010-2012: garantire la qualità

Dettagli