Benvenuti in LOGO! Le documentazioni di LOGO! Contenuti del manuale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Benvenuti in LOGO! Le documentazioni di LOGO! Contenuti del manuale"

Transcript

1 Benvenuti in LOGO! Gentile cliente, La ringraziamo per aver acquistato LOGO! e congratulazioni per la Sua scelta. Con LOGO! ha acquistato un modulo logico che soddisfa le direttive qualitative ISO LOGO! è impiegabile universalmente. Grazie alla sua elevata funzionalità e allo stesso tempo facilità d utilizzo, LOGO! offre all utente un elevata economicità praticamente in ogni applicazione. Le documentazioni di LOGO! Il presente manuale di LOGO! informa l utente sul montaggio, sulla programmazione e l applicazione di LOGO!. A parte nel manuale su LOGO!, le informazioni per il cablaggio si trovano anche nella guida del prodotto di LOGO! fornita insieme ad ogni apparecchiatura. Informazioni dettagliate sulla programmazione di LOGO! tramite PC si trovano nella guida linea di LOGO!Soft Comfort. LOGO!Soft Comfort è un software di programmazione per PC. Esso gira sotto WINDOWS e aiuta a conoscere LOGO!, a scrivere programmi indipendentemente da LOGO!, a testarli, stamparli e archiviarli. Contenuti del manuale Il manuale è stato suddiviso in 9 sezioni: Conoscere LOGO! Montare e cablare LOGO! Programmare LOGO! Le funzioni di LOGO! Parametrizzare LOGO! Moduli di programmazione LOGO! Software LOGO! Applicazioni LOGO! Appendici Supporto Tramite il nostro sito Internet sull argomento LOGO!: si possono trovare velocemente e comodamente le risposte alle proprie domande. i

2 Benvenuti in LOGO! Avvertenze tecniche di sicurezza Il presente manuale contiene avvertenze da osservare per la sicurezza personale dell utente come pure per evitare danni materiali. Le avvertenze sono evidenziate tramite un triangolo e a seconda del grado di pericolo rappresentate nel modo seguente:!!! Pericolo significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza provoca la morte, gravi lesioni alle persone o ingenti danni materiali. Avvertimento significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte, gravi lesioni alle persone o ingenti danni materiali. Attenzione significa che la non osservanza delle relative misure di sicurezza può causare leggere lesioni alle persone o lievi danni materiali. Avvertenza è una informazione importante sul prodotto, sull uso dello stesso o su quelle parti della documentazione alla quale si deve prestare una particolare attenzione.!! Avvertimento La messa in servizio e il servizio di un apparecchiatura vanno effettuati esclusivamnte da personale qualificato. Personale qualificato ai sensi delle avvertenze tecniche di sicurezza del presente manuale è, secondo gli standard della tecnica di sicurezza, quello che dispone della qualifica a inserire, mettere a terra e contrassegnare apparecchiature, sistemi e circuiti di corrente. Avvertimento L apparecchiatura può essere usata solo per i casi di impiego previsti nel catalogo e nella descrizione tecnica e solo in connessione con apparecchiature e componenti esterni omologati dalla Siemens. Per garantire un funzionamento ineccepibile e sicuro del prodotto è assolutamente necessario un trasporto, uno stoccaggio, una installazione ed un montaggio conforme alle regole, nonché un uso accurato ed una manutenzione appropriata. ii

3 Benvenuti in LOGO! Copyright Siemens AG 1996 All rights reserved La duplicazione e la cessione della presente documentazione sono vietate, come pure l uso improprio del suo contenuto, se non dietro autorizzazione scritta. Le trasgressioni sono passibili di risarcimento danni. Tutti i diritti sono riservati, in particolare quelli relativi ai brevetti e ai marchi registrati. Esclusione della responsabilità Abbiamo controllato che il contenuto della presente documentazione corrisponda all hardware e al software descritti. Non potendo tuttavia escludere eventuali differenze, non garantiamo una concordanza totale. Il contenuto della presente documentazione viene tuttavia verificato regolarmente e le correzioni o modifiche eventualmente necessarie sono contenute nelle edizioni successive. Siamo lieti di ricevere comunque qualsiasi tipo di proposta di miglioramento. iii

4 Indice 1 Conoscere LOGO! Montare e cablare LOGO! Montare/smontare LOGO! Cablare LOGO! Collegare l alimentazione Collegare gli ingressi di LOGO! Collegare le uscite Collegare il bus ASi (solo LOGO!...B11) LOGO!...B11 sul bus ASi Accendere LOGO!/ritorno della corrente Programmare LOGO! Morsetti Blocchi e numeri di blocco Dallo schema elettrico a LOGO! Le 4 regole d oro per l uso di LOGO! Panoramica dei menù di LOGO! Introduzione e avviamento del programma Passare al modo operativo Programmazione Il primo programma Introduzione di un programma Secondo programma Cancellare un blocco Cancellare più blocchi collegati Correggere gli errori di programmazione ? nel campo di visualizzazione Cancellare un programma iv

5 Indice 3.7 Spazio di memoria e dimensione di un circuito Le funzioni di LOGO! Costanti e morsetti Co Lista delle funzioni di base GF AND (E) AND con rilevamento del fronte NAND (E negato) NAND con rilevamento del fronte OR (O) NOR (O negato) XOR (O esclusivo) NOT (negazione, inverter) Informazioni di base sulle funzioni speciali Denominazione degli ingressi Comportamento temporale Tamponamento dell orologio Rimanenza Tipo di protezione Calcolo del Gain e dell Offset nel caso di valori analogici Lista delle funzioni speciali SF Accensione ritardata Spegnimento ritardato Accensione/spegnimento ritardati Accensione ritardata con memoria Relè a ritenuta Relè ad impulso di corrente Relè ad intermittenza emissione di impulso Relè ad intermittenza triggerato dal fronte Timer settimanale Timer annuale Contatore avanti/indietro Contaore di funzionamento Generatore d impulsi simmetrico Generatore di impulsi asincrono Generatore casuale Interruttore a valore di soglia per frequenze Interruttore a valore di soglia analogico v

6 Indice Comparatore analogico Interruttore di luci scala Interruttore comodo Testi di segnalazione Parametrizzare LOGO! Passare nel modo operativo Parametrizzazione Parametri Scegliere i parametri Modificare i parametri Impostare l orario (LOGO!... C) Moduli di programmazione LOGO! I moduli in una panoramica Innestare e disinnestare i moduli Copiare il programma di LOGO! sul modulo Copiare dal modulo a LOGO! Software LOGO! Possibilità di impiego del software di LOGO! Collegare LOGO! con un PC Impostazioni per il trasferimento Applicazioni LOGO! Illuminazione di scale o corridoi Le caratteristiche richieste ad un impianto di illuminazione scale La soluzione praticata finora Impianto di illuminazione con LOGO! Particolarità e possibilità di ampliamento Porta automatica Le caratteristiche richieste ad una porta automatica La soluzione praticata finora Pilotaggio della porta con LOGO! Particolarità e possibilità di ampliamento Soluzione ampliata tramite LOGO! 230RC vi

7 Indice 8.3 Impianto di aerazione Le caratteristiche richieste ad un impianto di aerazione Vantaggi dell impiego di LOGO! Cancello industriale Le caratteristiche richieste al pilotaggio di un cancello scorrevole La soluzione praticata finora Soluzione ampliata tramite LOGO! Pilotaggio centralizzato e sorveglianza di più cancelli industriali Le caratteristiche richieste al pilotaggio di un cancello scorrevole Linee di illuminazione Le caratteristiche richieste all impianto di illuminazione La soluzione praticata finora Pilotaggio della linea di lampade con LOGO! 230RC Pompa per acque industriali Le caratteristiche richieste al pilotaggio di una pompa per acqua industriale La soluzione praticata finora Pompa per acque industriali con LOGO! 230RC Particolarità e possibilità di ampliamento vii

8 Indice 8.8 Ulteriori possibilità applicative A Dati tecnici A.1 Dati tecnici generali A.2 Dati tecnici: LOGO! A.3 Dati tecnici: LOGO! 24 Basic A.4 Dati tecnici: LOGO! 24 Long A.5 Dati tecnici: LOGO! A.6 Dati tecnici: LOGO!Power 12 V A.7 Dati tecnici: LOGO!Power 24 V A.8 Dati tecnici: LOGO! Contact 24/ B Calcolare il fabbisogno di memoria 208 C Determinare il tempo di ciclo D LOGO! senza display E LOGO!...LB11: Commutazione Active - Passive F Struttura del menù di LOGO! Numeri di ordinazione Abbreviazioni Indice analitico viii

9 1 Conoscere LOGO! Che cosa è LOGO!? LOGO! è il modulo logico universale della Siemens. LOGO! integra Controllore Unità di comando e visualizzazione Alimentazione Interfaccia per i moduli di programma e cavo del PC Funzioni base di prassi comune, ad esempio per accensione ritardata, spegnimento ritardato e relè ad impulso di corrente Timer Merker binari come pure ingressi/uscite a seconda del tipo di apparecchiatura Cosa può fare LOGO!? Con LOGO! si risolvono problemi tipici della tecnica degli edifici e di installazione (ad esempio illuminazione scale, illuminazione esterna, tende parasole, saracinesche, illuminazione di vetrine, ecc.) e della costruzione di armadi elettrici e apparecchiature (ad esempio pilotaggi di porte, impianti di aerazione, pompe, ecc.). Oltre a ciò LOGO! può essere impiegato per particolari controlli di giardini d inverno, o serre, per la preparazione di segnali di controllo e tramite la variante ASi per il pilotaggio decentrale in loco di macchine e processi. Per applicazioni in serie in piccole macchine e nella costruzione di apparecchiature, negli armadi elettrici e nel campo delle installazioni esistono varianti speciali senza unità di comando. 1

10 Conoscere LOGO! Quali tipi di apparecchiature esistono? LOGO! esiste nelle versioni per 12 V DC, 24 V DC, 24 V AC e 230 V AC quale Variante standard con 6 ingressi e 4 uscite integrate in 72 x 90 x 55 mm Variante senza display con 6 ingressi e 4 uscite integrate in 72 x 90 x 55 mm Variante con 8 ingressi e 4 uscite integrate in 72 x 90 x 55 mm Variante Long con 12 ingressi e 8 uscite integrate in 126 x 90 x 55 mm Variante Bus con 12 ingressi e 8 uscite, e inoltre con connessione per il bus AS-Interface tramite il quale si hanno a disposizione 4 ulteriori ingressi e 4 ulteriori uscite nel sistema di bus. Tutto ciò è integrato in 126 x 90 x 55 mm. In tutte le varianti si trovano a disposizione dell utente 29 funzioni di base e speciali pronte per la creazione del programma. Avete la scelta Le diverse varianti rendono possibile all utente un adattamento molto flessibile ai propri speciali compiti da risolvere. LOGO! offre all utente soluzioni che vanno dalla più piccola installazione domestica a piccoli compiti di automazione fino a complessi compiti da risolvere con l implementazione del sistema di bus AS-Interface. 2

11 Conoscere LOGO! Ecco com è strutturato LOGO! L N I1 I2 I3 I4 I5 I6 I7 I8 LOGO!... - tipo standard 4 SIEMENS 6 5 Q1 Q2 Q3 Q LOGO!...L/LOGO!...LB L N I1 I2 I3 I4 SIEMENS 6 I5 I6 5 I7 I8 I9 I10 I11 I12 AS-Interface + Q1 Q2 Q3 Q4 Q5 Q6 Q7 Q Uscite 4 Alimentazione Ingressi Vano del modulo con coperchio 5 6 Campo di comando (non con l RCo) Display LCD (non con l RCo) 7 Connettore AS-interface (solo con l LB11) 3

12 Conoscere LOGO! Come si riconosce LOGO! Il codice di LOGO! informa sulle diverse proprietà: 12: versione a 12 V 24: versione a 24 V 230: versione a 115/230 V R: uscite a relè (senza R: uscite a transistor) C: timer settimanale integrato o: variante senza display L: numero di ingressi/uscite doppio B11: slave con connessione di bus AS-Interface Per contrassegnare i tipi con diverse funzionalità, nella descrizione a seguire useremo dei piccoli simboli. Tali simboli si trovano sempre se le informazioni riguardano solo una parte delle varianti di LOGO!: Variante standard con 6 o 8 ingressi e 4 uscite, integrate in 72 x 90 x 55 mm Variante standard senza display con 6 o 8 ingressi e 4 uscite, integrate in 72 x 90 x 55 mm Variante..L con 12 ingressi e 8 uscite, integrate in 126 x 90 x 55 mm Variante..B11 con 12 ingressi e 8 uscite e inoltre connessione di bus AS-Interface con 4 ingressi e 4 uscite virtuali, integrate in 126 x 90 x 55 mm. 4

13 Conoscere LOGO! Varianti LOGO! esiste nelle seguenti varianti: Simbolo Denominazione Uscite Tipo LOGO! 12/24RC * 4 x 230 V; 10A Relè LOGO! 24 * 4 x 24 V; 0,3 A Transistor LOGO! 24RC (AC) 4 x 230 V; 10A Relè LOGO! 230RC 4 x 230 V; 10A Relè LOGO! 12/24RCo * 4 x 230 V; 10A Relè LOGO! 24RCo (AC) 4 x 230 V; 10A Relè LOGO! 230RCo 4 x 230 V; 10A Relè LOGO! 12RCL 8 x 230 V; 10A Relè LOGO! 24L 8 x 24 V; 0,3 A Transistor LOGO! 24RCL 8 x 230 V; 10A Relè LOGO! 230RCL 8 x 230 V; 10A Relè LOGO! 24RCLB11 8 x 230 V; 10A Relè LOGO! 230RCLB11 8 x 230 V; 10A Relè *: con ingressi analogici supplementari 5

14 Conoscere LOGO! Certificazione e autorizzazioni LOGO! è certificato secondo UL, CSA e FM. UL-Listing-Mark Underwriters Laboratories (UL) secondo Standard UL 508, File Nr CSA-Certification-Mark Canadian Standard Association (CSA) secondo Standard C22.2 No. 142, File Nr. LR Autorizzazione FM Factory Mutual (FM) Approval secondo Standard Class Number 3611, Class I, Division 2, Group A, B, C, D! Avvertimento Possono aversi lesioni a persone e danni materiali. Nelle area a rischio di esplosione possono aversi lesioni a persone e danni materiali se in servizio si staccano dei collegamenti. Nelle area a pericolo di esplosione staccare i collegamenti di LOGO! e relative componenti sempre senza corrente. LOGO! riporta il contrassegno CE, soddisfa le norme VDE 0631 e IEC1131 ed è schermato contro i radiodisturbi secondo EN (classe di valore limite B, nel funzionamento di bus ASi classe A). L autorizzazione per cantieri navali è ottenuta. ABS American Bureau of Shipping BV Bureau Veritas DNV Det Norske Veritas GL Germanischer Lloyd LRS Lloyds Register of Shipping PRS Polski Rejestr Statków 6

15 Conoscere LOGO! LOGO! è in tal modo impiegabile sia nel campo industriale come anche in quello domestico. Contrassegno per l Australia Tutti i prodotti SIMATIC con il simbolo rappresentato qui a fianco soddisfano i criteri della norma AS/NZS 2064 (Class A). 7

16 2 Montare e cablare LOGO! Direttive generali Nel montare e cablare LOGO!, vanno osservate le seguenti direttive: Assicurarsi che nel cablaggio di LOGO! vengano rispettate tutte la norme valide e vincolanti. Nell installazione e nel servizio delle apparecchiature rispettare le corrispondenti norme nazionali e regionali. Informarsi presso gli uffici preposti in loco sulle norme e sulle regole da seguire per il proprio caso specifico. Utilizzare conduttori con sezione opportuna per la corrente impiegata. LOGO! si può cablare con conduttori aventi una sezione compresa tra 1,5 mm 2 e 2,5 mm 2, vedi sezione 2.2. Non stringere i morsetti di collegamento in modo eccessivo. Coppia massima: 0,5 Nm, vedi sezione 2.2. Posare sempre i conduttori nel modo più corto possibile. Se sono necessari conduttori più lunghi, bisognerebbe allora impiegare un conduttore schermato. I conduttori vanno posati a coppia: un conduttore neutro o di zero insieme ad uno di fase o di segnale. Separare il cablaggio a corrente alternata e quello ad alta tensione continua con sequenze di commutazione veloci dal cablaggio a bassa tensione dei segnali. Assicurarsi che i conduttori dispongano del necessario fermacavo. Munire i conduttori a rischio di fulmini di una protezione contro le sovratensioni adatta. Non collegare un alimentazione esterna parallelamente ad un uscita DC ad un carico di uscita. In tal modo all uscita può aversi una corrente di ritorno, a meno che non si impieghi un diodo o un dispositivo bloccaggio simile. 8

17 Montare e cablare LOGO! Avvertenza LOGO! deve essere montato e cablato solo da persona qualificata che conosca e applichi le regole generali della tecnica con le relative norme e direttive valide. 9

18 Montare e cablare LOGO! 2.1 Montare/smontare LOGO! Dimensioni LOGO! ha le dimensioni di apparecchiature da installazione secondo DIN LOGO! deve essere agganciato su una rotaia da 35 mm di larghezza secondo DIN EN Larghezza di LOGO!: LOGO!: largo 72 mm; ciò corrisponde a 4 unità di suddivisione (versione standard). LOGO!...RCo: largo 72 mm; ciò corrisponde a 4 unità di suddivisione (versione standard). LOGO!...L: largo 126 mm; ciò corrisponde a 7 unità di suddivisione. LOGO!...B11: largo 126 mm; ciò corrisponde a 7 unità di suddivisione. Avvertenza Il montaggio e lo smontaggio vengono descritti sulla base del grafico della LOGO! 230RC. Le misure descritte valgono in modo analogo anche per tutti gli altri moduli LOGO! Montaggio Così si monta LOGO! su rotaia: 1. Agganciare LOGO! sulla rotaia e 2. ribaltarlo su di essa. Il gancio sulla parte posteriore di LOGO! deve agganciarsi. Il meccanismo di aggancio, a seconda del tipo di rotaia, può essere talvolta un po troppo in tensione. Se l aggancio dovesse essere troppo difficile, si può allentare un po il gancio come descritto a proposito dello smontaggio di LOGO!. 10

19 Montare e cablare LOGO! Smontaggio Così si smonta LOGO!: 1. Infilare un giravite nell occhiello mostrato in figura alla base inferiore del gancio e tirare quest ultimo verso il basso Ribaltare LOGO! dalla rotaia. 11

20 Montare e cablare LOGO! 2.2 Cablare LOGO! Per il cablaggio di LOGO! utilizzare un giravite a lama piatta da 3 mm. Per i morsetti non si ha bisogno di capicorda. Si possono impiegare fili dello spessore seguente: 1 x 2,5 mm 2 2 x 1,5 mm 2 per ogni seconda camera del morsetto Coppie di serraggio: 0,4...0,5 Nm o LBin Avvertenza LOGO! viene montato in un quadro elettrico o in un armadio. A montaggio avvenuto i morsetti devono esser coperti. Solo così LOGO! è protetto in maniera sufficiente contro il contatto con parti portanti tensione Collegare l alimentazione La varianti LOGO! 230 sono adatte per tensioni di rete con valori nominali di 115 V AC e 230 V AC e le varianti di LOGO! 24 e 12 sono adatte per la tensione di alimentazione di 24 V DC, 24 V AC o 12 V DC. A tale riguardo, prestare attenzione alle avvertenze di collegamento dell informazione sul prodotto fornita con l apparecchiatura, come pure ai dati tecnici nell appendice A relativamente alle tolleranze di tensione ammesse, alle frequenze di rete e agli assorbimenti di corrente. Avvertenza Una mancanza di tensione può causare nelle funzioni speciali triggerate dal fronte d onda un fronte aggiuntivo. 12

21 Montare e cablare LOGO! Collegamento Come collegare LOGO! alla rete: LOGO! 12/24... LOGO! L+ M 1 L N Protezione con fusibile se si desidera (consigliato). 12/24 RC...: 0,8 A 24: 2,0 A 24 L: 3,0 A Avvertenza LOGO! è un apparecchiatura commutante a protezione isolata. Un collegamento del conduttore di protezione manca. 13

22 Montare e cablare LOGO! Collegare gli ingressi di LOGO! Presupposti Agli ingressi si collegano i sensori. Questi possono essere: tasti, interruttori, barriere luminose, interruttori crepuscolari ecc. Proprietà dei sensori per LOGO! LOGO! 12/24 RC/RCo LOGO! 24 I1... I6 I7, I8 I1... I6 I7, I8 Stato di commut. 0 < 5 V DC < 5 V DC < 5 V DC < 5 V DC Corrente di ingresso < 1,0 ma < 0,05 ma < 1,0 ma < 0,05 ma Stato di commut. 1 > 8 V DC > 8 V DC > 8 V DC > 8 V DC Corrente di ingresso > 1,5 ma > 0,1 ma > 1,5 ma > 0,1 ma LOGO! 24 RC/RCo (AC) LOGO! 230 RC/RCo Stato di commut. 0 < 5 V AC < 40 V AC Corrente di ingresso < 1,0 ma < 0,03 ma Stato di commut. 1 > 12 V AC > 79 V AC Corrente di ingresso > 2,5 ma > 0,08 ma LOGO! 12 RCL LOGO! 24 L LOGO! 24 RCL... LOGO! 230 RCL... Stato di commut. 0 < 4 V DC < 5 V DC < 5 V DC < 40 V AC Corrente di ingresso < 0,5 ma < 1,5 ma < 1,5 ma < 0,03 ma Stato di commut. 1 > 8 V DC > 12 V DC > 12 V DC > 79 V AC Corrente di ingresso > 1,5 ma > 4,5 ma > 4,5 ma > 0,08 ma 14

23 Connettori dei sensori Collegamento di lampade ad effluvio, Bero a 2 fili per LOGO! 230RC/230RCo L1 N 1 L N C Montare e cablare LOGO! Nome di ordinazione per C: Siemens apparecchiature di commutazione & sistemi 3SB1430-3C 3SB1420-3D 3TX7462-3T Cambio dello stato di commutazione 0 1 / 1 0 Durante il cambio dallo stato di commutazione da 0 a 1, lo stato di commutazione 1 e nel passaggio dallo stato di comunicazione da 1 a 0, lo stato di comunicazione 0 devono essere presenti per almeno un ciclo di programma per poter essere riconosciuti da LOGO!. Il tempo di ciclo dell elaborazione del programma è dipendente dalla sua dimensione. Nell appendice si trova la descrizione di un piccolo programma-test tramite il quale è possibile calcolare il tempo di ciclo corrente. Ingressi veloci LOGO! (a parte LOGO! , 24 RC e 24 RCo) dispone anche di ingressi per funzioni di frequenza. Per questi ingressi veloci le limitazioni non valgono. Gli ingressi veloci sono gli ultimi due di un LOGO!: LOGO! versione standard: ingressi I5/I6 LOGO! versione...l: ingressi I11/I12 15

24 Montare e cablare LOGO! Ingressi analogici Con LOGO!24, LOGO!12/24RC e LOGO!12/24RCo gli ingressi I7 e I8 possono essere usati sia some normali ingressi digitali, sia come ingressi analogici. Se e come un ingresso venga usato, viene poi stabilito, a seconda dell impiego, nel programma di commutazione di LOGO!. Con I7 / I8 si può usare la funzionalità digitale dell ingresso, mentre con le denominazioni AI1 e AI2 la sua funzionalità analogica. Vedi anche capitolo 4.1. Avvertenza Per segnali analogici utilizzare sempre conduttori intrecciati e nel cablaggio attenersi al percorso più breve possibile. 16

25 Montare e cablare LOGO! Connettori dei sensori Come si collegano i sensori a LOGO!: LOGO! 12/24... L+ M Gli ingressi di LOGO! 12/24... sono a potenziale collegato e necessitano per questo motivo dello stesso potenziale di riferimento (massa) dell alimentazione. I segnali analogici possono essere prelevati anche tra l alimentazione e la massa. LOGO! (tipo standard) 1 L N! Avvertimento Per via delle direttive di sicurezza esistenti, (VDE 0110,... e IEC 1131,..., come pure UL e CSA) non è ammesso collegare diverse fasi agli ingressi di LOGO!

26 Montare e cablare LOGO! LOGO!...L... L L2 L1 N Gli ingressi di LOGO!...L.. sono raggruppati in gruppi da 4. Per questi gruppi vale lo stesso che per i singoli ingressi di LOGO! standard. Fasi diverse sono possibili solo tra i blocchi.! Avvertimento Per via delle direttive di sicurezza esistenti (VDE 0110,... e IEC 1131,..., come pure UL e CSA) non è ammesso collegare diverse fasi ad un gruppo di ingresso di LOGO!...L... 18

27 Montare e cablare LOGO! Collegare le uscite LOGO!...R... Le uscite di LOGO!...R... sono relè. I contatti dei relè sono a potenziale separato dall alimentazione e dagli ingressi. Presupposti per le uscite a relè Alle uscite si possono collegare diversi carichi, come ad esempio lampade, neon, motori, teleruttori, ecc. Il carico collegato a LOGO!... R... deve avere le seguenti caratteristiche: La corrente di commutazione massima dipende dal tipo di carico e dal numero delle commutazioni desiderate (informazioni più precise si trovano nei dati tecnici). Allo stato acceso (0 = 1) può scorrere, nel caso di carico resistivo, una corrente massima di 10 Ampere (8 A a 230 V AC), nel caso di carico induttivo di massimo 3 Ampere (2 A a 12/24 V AC/DC). Collegamento Come collegare il carico alle varianti di LOGO!...R...: Carico Carico Carico Proteggere con un fusibile automatico di max. 16 A, caratteristica B16, ad esempio: interruttore di potenza protettivo 5SX (se si desidera) 19

28 Montare e cablare LOGO! LOGO! con uscite a transistor Le varianti di LOGO! con uscite a transistor si riconoscono dall assenza della lettera R nel nome del tipo. Le uscite sono a prova di cortocircuito e di sovraccarico. Non è necessaria una fornitura separata della tensione di carico poiché LOGO! fornisce l alimentazione di tensione di carico. Presupposti per le uscite a transistor Il carico collegato a LOGO! deve avere le seguenti caratteristiche: La massima corrente di commutazione è pari a 0,3 ampere per uscita. Collegamento Come collegare il carico a LOGO! con uscite a transistor: LOGO! 24 LOGO! 24L Carico Carico Carico Carico: 24 V DC, 0,3 A max. 20

29 Montare e cablare LOGO! Collegare il bus ASi (solo LOGO!...B11) Il presente capitolo è di interesse per l utente se egli vuole collegare LOGO!..B11 al bus ASi. LOGO!...B11 LOGO!...B11 può essere implementato quale slave ASi in una rete. Tramite un conduttore bifilare si potrà poi leggere e elaborare 4 ingressi aggiuntivi tramite il bus ASi utilizzare 4 uscite aggiuntive verso un master sovraordinato del bus ASi La configurazione di LOGO!...B11 nel bus ASi si effettua con il master ASi usato dall utente. Presupposti per il servizio con un master ASi Attenzione: LOGO!...B11 deve essere registrato nel sistema ASi, cioè LOGO! riceve dal busmaster un indirizzo. Come ciò venga fatto con LOGO!, è descritto nel capitolo ! Attenzione L indirizzo ASi è modificabile per tutte le varianti di LOGO!...B11 almeno 10 volte. Ulteriori modifiche non vengono garantite. 21

30 Montare e cablare LOGO! Collegamento Collegare il cavo di collegamento del bus al connettore fornito o ad un connettore ammesso nel sistema. Prestare attenzione a rispettare la corretta polarità. Inserire alla fine lo spinotto cablato nell interfaccia contrassegnata con AS-Interface. LOGO!...B11 1 L 2 L - + LOGO! AS-Interface LOGO!...B11 sul bus ASi Per poter sfruttare la funzionalità ASi, LOGO!...B11 deve essere noto al busmaster. Ciò avviene tramite il collegamento di LOGO!...B11 al cavo del bus. Il master riconosce l indirizzo dello slave. Nel caso di LOGO!...B11 l indirizzo impostato in fabbrica è = 0. Il master assegna un nuovo indirizzo diverso da 0. Se nel sistema non esistono conflitti di indirizzo o se è inserito solo uno slave con indirizzo 0, non sono necessarie ulteriori operazioni. 22

31 Montare e cablare LOGO! Avvertenza Se si collegano contemporaneamente diverse unità slave (ad esempio LOGO!...B11) contemporaneamente con il bus, prestare attenzione all appendice E. 23

32 Montare e cablare LOGO! 2.3 Accendere LOGO!/ritorno della corrente LOGO! non dispone di un interruttore di accensione. Come LOGO! reagisca all accensione dipende da, se un programma è salvato in LOGO!, se un modulo di programma è innestato, se si tratta di una variante di LOGO! senza display (LOGO!...RCo) e in quale stato LOGO! si trovava prima di RETE OFF. Nella tabella è descritta la reazione di LOGO! per le possibili situazioni: Prima di rete off Dopo rete on No Program o No Program Nessun programma in memoria (vuoto) (con programma) >Program.. PC/Card.. Start I: Mo 09:00 B03:Par Par = 0300 Q:1234 RUN Cnt = 0028 LOGO! in RUN o (vuoto) (con programma) I: Mo 09:00 Q:1234 RUN I: Mo 09:00 Q:1234 RUN Con programma di LOGO! memorizzato Con programma copiato dal modulo a LOGO! & B01 Q1 o >Program.. PC/Card.. Start Con programma di LOGO! memorizzato Programma in memoria (vuoto) (con programma) >Program.. PC/Card.. Start Con programma copiato dal modulo a LOGO! 24

33 Montare e cablare LOGO! L utente può però anche ricordarsi delle 4 semplici regole per l avvio di LOGO!: 1. Se in LOGO! o nel modulo di programma innestato non c è alcun programma, LOGO (con display) allora segnala: No Program. 2. Se nel modulo di programma c è un programma, esso viene allora automaticamente copiato in LOGO!. Un programma presente in LOGO! viene sovrascritto. 3. Se in LOGO! o nel modulo di programma c è un programma, LOGO! si porta allora nello stato operativo che aveva prima di RETE OFF. Se si tratta di una variante senza display (LOGO!...RCo), avviene una transizione automatica da STOP a RUN (il LED passa da rosso a verde). 4. Se si è impiegata per almeno una funzione la rimanenza o se si è impiegata una funzione con rimanenza continuamente attivata, dopo un RETE OFF i valori correnti rimangono intatti. Avvertenza Se mentre si sta immettendo un programma in LOGO! va via la corrente, al suo ritorno esso sarà cancellato. Prima della modifica, salvare per questo motivo il proprio programma originario su un modulo di programmazione (Card) o in un computer (LOGO!Soft Comfort). 25

34 Montare e cablare LOGO! Stati operativi di LOGO! LOGO! conosce 2 stati operativi: STOP e RUN. STOP Visualizzazione sul display: No Program (non con LOGO!...RCo) Commutare LOGO! nel tipo di funzionamento Programmazione (non con LOGO!...RCo) Il LED si accende in rosso (solo con LOGO!...RCo) Operazioni di LOGO!: Gli ingressi non vengono letti Il programma non viene elaborato I contatti di relè sono sempre aperti o le uscite a transistor sono disattivate RUN Visualizzazione sul display: maschera per l osservazione degli ingressi/uscite (dopo START nel menù principale) (non con LOGO!...RCo) Commutare LOGO! nel tipo di funzionamento parametrizzazione (non con LOGO!...RCo) Il LED si accende in verde (solo con LOGO!...RCo) Operazioni di LOGO!: LOGO! legge lo stato degli ingressi LOGO! calcola con il programma lo stato delle uscite LOGO! accende o spegne i relè/uscite a transistor. 26

35 3 Programmare LOGO! I primi passi con LOGO! Con programmare si intende l immissione di un circuito. Un programma LOGO! in pratica non è altro che uno schema elettrico rappresentato in maniera un po diversa. La rappresentazione è stata adattata al display di LOGO!. In questo capitolo viene descritto come convertire con LOGO! le proprie applicazioni in programmi di LOGO!. Avvertenza Le varianti di LOGO! prive di display, LOGO! 12/24RCo, LOGO! 24RCo e LOGO! 230RCo, non hanno un unità di comando. Esse sono concepite prevalentemente per applicazioni in serie in piccole macchine e nella costruzione di apparecchiature. Le varianti LOGO!...RCo non vengono programmate nell apparecchiatura. I programmi del software di LOGO! o dei moduli di memoria di altre apparecchiature LOGO! vengono trasferiti nell apparecchiatura. Nella prima parte del capitolo si apprende il modo di lavorare con LOGO! con l ausilio di un breve esempio. Innanzi tutto vengono presentati i due termini fondamentali Morsetto e Blocco e viene spiegato il loro significato. Quindi si svilupperà un programma partendo da un semplice circuito tradizionale, che l utente... nel terzo passo potrà immettere direttamente in LOGO!. Dopo aver letto poche pagine del manuale il primo programma sarà memorizzato in LOGO! e in grado di girare. Con l hardware adatto (interruttori... ) si potranno già eseguire i primi test. 27

36 Programmare LOGO! 3.1 Morsetti LOGO! dispone di ingressi e uscite: Ingressi 4 ingressi e 4 uscite tramite il bus ASi 1 L N I1 I2 I3 I4 I5 I6 I7 I8 1 L N I1 I2 I3 I4 I5 I6 I7 I8 I9 I10 I11 I12 AS-Interface + SIEMENS SIEMENS Q1 Q2 Q3 Q4 Q1 Q2 Q3 Q4 Q5 Q6 Q7 Q8 Uscite Gli ingressi sono stati contrassegnati con la lettera I e un numero. Se si ha LOGO! davanti a sé si vedono i morsetti per gli ingressi in alto. Le uscite sono state contrassegnate con la lettera Q e un numero. I morsetti delle uscite si vedono nella figura in basso. Avvertenza Gli ingressi e le uscite che in LOGO!... B11 sono disponibili tramite l interfaccia AS per collegamento bus, non sono ingressi fisici collegati direttamente a LOGO!. Si deve tener presente che è il busmaster a determinare le apparecchiature di ingresso e uscita sul bus ASi. 28

37 Programmare LOGO! I morsetti di LOGO! Con morsetto si intendono tutte le connessioni e stati usati in LOGO!. Gli ingressi e le uscite possono avere lo stato 0 o 1. Lo stato 0 significa che all ingresso non c è tensione, lo stato 1 significa che essa è presente. Ma ciò non dovrebbe rappresentare per l utente una novità. 1 morsetti hi, lo e x sono stati introdotti per facilitare l immissione del programma. hi (high) possiede lo stato correlato in modo fisso 1. lo (low) possiede lo stato correlato in modo fisso 0. Se non si vuole collegare l ingresso di un blocco, si deve utilizzare il morsetto x. La pagina seguente contiene una descrizione di cosa sia un blocco. LOGO! conosce i seguenti morsetti: Morsetti Ingressi I1... I6I, I1...I12 I1...I12 e I7 (AI1), I8 (AI2) Ia1...Ia4 (AS-Interface) Uscite Q1...Q4 Q1...Q8 Q1...Q8 e Qa1...Qa4 (AS-Interface) lo hi x Segnale con livello 0 (spento) Segnale con livello 1 (acceso) Un collegamento presente non viene usato 29

38 Programmare LOGO! 3.2 Blocchi e numeri di blocco In questo capitolo si mostrerà come creare con gli elementi di LOGO! circuiti complessi e come combinare i blocchi tra loro e con gli ingressi/uscite. A questo proposito consultare il capitolo 3.3. Qui viene descritto in che modo si può convertire un circuito convenzionale in un programma LOGO!. Blocchi In LOGO! un blocco è una funzione che converte informazioni di ingresso in informazioni di uscita. In passato era necessario cablare i singoli elementi nel quadro elettrico o nel quadro di connessione. Nella programmazione si collegano i morsetti con i blocchi. A tale scopo si deve scegliere semplicemente dal menù Co la connessione desiderata. Il menù Co è stato così denominato in base al termine inglese Connector (morsetto). Combinazioni logiche I blocchi più semplici sono combinazioni logiche: AND OR x 1 Q Qui gli ingressi I1 e I2 sono collegati al blocco OR. L ultimo ingresso del blocco non viene utilizzato ed è per questo motivo contrassegnato con x. Molto più potenti sono invece le funzioni speciali: Relè ad impulso di corrente Contatore Accensione ritardata... Nel capitolo 4 si trova una lista completa di tutte le funzioni di LOGO! 30

39 Programmare LOGO! Rappresentazione di un blocco display di LOGO! La figura illustra un tipico display di LOGO!. Si può perciò rappresentare sempre solo un singolo blocco per volta. Per questo motivo sono stati introdotti i numeri di blocco che aiutano a controllare le interdipendenze nel circuito. Qui è collegato un ulteriore blocco Rappresentazione sul display di LOGO! Ingresso B02 I2 x 1 B01 Q1 Numero di blocco - viene assegnato da LOGO! La connessione non viene usata Blocco Uscita Correlare un numero di blocco Ogni volta che si immette un blocco nel programma, LOGO! gli assegna un numero. Tramite il numero di blocco LOGO! mostra all utente il collegamento fra blocchi. I numeri di blocco hanno quindi all inizio solo il compito di facilitare l orientamento dell utente nel programma. Numero di blocco I1 I2 I3 1 B02 B01 Con questi blocchi si ha un collegamento I4 I5 I6 1 B03 B01 B02 B03 x 1 B01 Q1 B01 Q1 Spostamento nel programma con il tasto 31

40 Programmare LOGO! La rappresentazione panoramica mostra tre rappresentazioni nel display di LOGO! le quali assieme formano il programma. Sono visibili per l utente di LOGO! i collegamenti dei blocchi tramite il numero dei blocchi. Vantaggi dei numeri di blocco Quasi ogni blocco può essere collegato ad un ingresso del blocco attuale. In tal modo si possono utilizzare più volte i risultati intermedi di combinazioni logiche o altre operazioni. In tal modo ciò consente di risparmiare tempo di digitazione, memoria e il circuito diviene più chiaro. In tal caso è necessario conoscere le denominazioni assegnate da LOGO! ai blocchi. Avvertenza Per lavorare in modo efficace si raccomanda di preparare uno schema panoramico del programma. Ciò facilita la creazione del programma. In questo schema si possono trascrivere i numeri di blocco assegnati da LOGO!. Se per la programmazione di LOGO! si usa il software LOGO!Soft, si può anche visualizzare e stampare uno schema a contatti. Con il software LOGO!Soft Comfort si crea direttamente un piano di funzionamento del proprio programma. 32

41 3.3 Dallo schema elettrico a LOGO! Programmare LOGO! Rappresentazione di un circuito tramite uno schema elettrico La rappresentazione di un circuito tramite uno schema elettrico è sicuramente già nota. In figura si vede un esempio: S1 S2 S3 K1 K1 E1 Tramite gli interruttori (S1 O S2) E S3 viene acceso o spento un l utilizzatore E1. (O=OR; E=AND) Il relè K1 si attiva se S1 o S2 e inoltre S3 sono chiusi. Realizzazione del circuito con LOGO! In LOGO! si realizza un circuito collegando fra loro blocchi e morsetti: S1... S3 Cablaggio degli ingressi Programma in LOGO! I1 I2 x 1 I3 x & Q1 Cablaggio delle uscite Per convertire un circuito in LOGO! si deve iniziare dall uscita di un circuito. L uscita è il carico o il relè che deve commutare. 33

42 Programmare LOGO! Il circuito viene trasformato in blocchi. A tal fine si deve scorrere tutto il circuito da uscita a ingresso: Passo 1: all uscita Q1 è collegato un circuito in serie del contatto chiudente S3 con un ulteriore unità di commutazione. Il circuito in serie corrisponde ad un blocco AND: I3 x & Q1 Passo 2: S1 e S2 sono collegati in parallelo. Il collegamento in parallelo corrisponde a un blocco OR: 1 & I1 I3 I2 Q1 x x In tal modo si e descritto il circuito per LOGO! in modo completo. Collegare ora gli ingressi e le uscite con LOGO!. Cablaggio Collegare gli interruttori S1 fino a S3 ai morsetti a vite di LOGO!: S1 è collegato al morsetto I1 di LOGO! S2 è collegato al morsetto I2 di LOGO! S3 è collegato al morsetto I3 di LOGO! Poiché vengono utilizzati solo 2 ingressi del blocco OR, il terzo ingresso deve essere contrassegnato come non utilizzato. A tal fine viene usata la x all ingresso. Anche nel blocco AND vengono utilizzati solo 2 ingressi. Perciò il terzo ingresso viene contrassegnato come Non utilizzato con x. L uscita del blocco AND pilota il relè all uscita Q1. All uscita Q1 è collegato l utilizzatore E1. 34

43 Programmare LOGO! Esempio di cablaggio La tabella seguente mostra il cablaggio sulla base di una variante 230 V di LOGO!. 1 L N Cablaggio degli ingressi S 1 S 2 S 3 Cablaggio delle uscite 1 L N Cablaggio delle uscite di LOGO...L... 35

44 Programmare LOGO! 3.4 Le 4 regole d oro per l uso di LOGO! Regola 1 Operazione a 3 dita Il circuito si introduce nel modo operativo Programmazione. Al modo operativo Programmazione si arriva premendo i 3 tasti, e OK contemporaneamente. Nel modo operativo parametrizzazione si modificano valori di tempi e parametri. Nel modo operativo parametrizzazione si arriva premendo i 2 tasti ESC e OK contemporaneamente. Regola 2 Uscite e ingressi Un circuito si introduce sempre dall uscita all ingresso. Un uscita si può collegare con più ingressi, ma non più uscite con un ingresso. L utente non può collegare all interno di un percorso di programma un uscita con un ingresso esistente. Per tali reazioni interne (recursioni) commutare intermediamente merker o uscite. 36

45 Programmare LOGO! Regola 3 Cursore e spostamento del cursore Nell introdurre un circuito vale: Se il cursore è rappresentato come lineetta di sottolineatura, si può allora Spostare il cursore: con i tasti,, o spostare il cursore nel circuito con OK si passa a Scegliere un morsetto/un blocco con ESC si abbandona l introduzione del circuito Se il cursore è rappresentato quale blocco pieno, si può allora Scegliere un morsetto/blocco con i tasti o scegliere un morsetto/un blocco con OK si conferma la scelta con ESC si va un passo indietro Regola 4 Pianificazione Prima di immettere un circuito, pianificarlo prima completamente su carta o programmare LOGO! direttamente con LOGO!Soft o LOGO!Soft Comfort. LOGO! può salvare solo programmi completi. Se un circuito è introdotto in modo incompleto, LOGO! non può abbandonare il modo operativo Programmazione. 37

46 Programmare LOGO! 3.5 Panoramica dei menù di LOGO! Modo operativo Programmazione Menù principale >Program.. PC/Card.. Start = LOGO! OK ESC OK ESC Menù di programmazione >Edit Prg Clear Prg Set Clock ASi_BUS.. Menù PC/Card >PC Card Card Modo operativo Parametrizzazione Menù di parametrizzazione >Set Clock Set Param 38

47 3.6 Introduzione e avviamento del programma Programmare LOGO! È stato progettato un circuito e lo si vuole immettere adesso in LOGO!. Con un piccolo esempio viene qui spiegato come ciò venga fatto Passare al modo operativo Programmazione LOGO! è collegato alla rete e l alimentazione è accesa. Sul display compare quanto segue: No Program Porre LOGO! nel modo operativo Programmazione. A tale scopo premere i tasti, e OK contemporaneamente. Per evitare che qualcuno prema i tasti per errore e passi così al modo operativo Programmazione, è necessario premere i tasti contemporaneamente. No Program Fatto ciò si passerà al menù principale di LOGO!: >Program.. PC/Card.. Start Il menù principale di LOGO! 39

48 Programmare LOGO! Il primo carattere della prima riga è un >. Con i tasti e si sposta il > su e giù. Spostare il > su Program.. e premere il tasto OK. LOGO! passa al menù di programmazione. >Edit Prg Clear Prg Set Clock ASi-Bus.. Il menù di programmazione di LOGO! La voce bus ASi compare solo con le varianti di LOGO!...LB11 Anche qui si può spostare il > con i tasti e. Portare il > su Edit Prg (per modifica programma, cioè l introduzione) e premere il tasto OK. LOGO! mostra all utente adesso la prima uscita: Q1 La prima uscita di LOGO! Con i tasti e si possono adesso scegliere le altre uscite. Da questo momento si inizia con l introduzione del circuito Il primo programma Si consideri il circuito di un collegamento in parallelo di due interruttori. Schema elettrico Nello schema elettrico il circuito ha il seguente aspetto: S1 K1 S2 K1 E1 L interruttore S1 o l interruttore S2 accendono l utilizzatore. Per LOGO! il collegamento in parallelo degli interruttori è un O poiché l interruttore S1 o S2 attivano l uscita. 40

49 Programmare LOGO! Tradotto nel programma di LOGO! ciò vuol dire: il relè K1 (in LOGO! tramite l uscita Q1) viene pilotato da un blocco OR. Programma All ingresso del blocco OR si collegano I1 e I2, e in particolare S1 viene collegato a I1 e S2 a I2. Il programma in LOGO! ha il seguente aspetto: I1 I2 x 1 Q1 Cablaggio Il cablaggio relativo: L1 N S1 S2 1 L N I1 I2 I3 I4 I5 I6 SIEMENS L Q1 Q2 Q3 Q4 N L interruttore S1 ha effetto sull ingresso I1 e l interruttore S2 sull ingresso I2. L utilizzatore è collegato al relè Q1. 41

50 Programmare LOGO! Introduzione di un programma Immettiamo adesso il programma (e cioè dall uscita all ingresso). All inizio LOGO! mostra l uscita: La prima uscita di LOGO! Q1 Sotto la Q di Q1 si vede una lineetta. La chiameremo cursore. Essa indica, nel programma, il punto in cui ci si trova. Il cursore può essere spostato con i tasti,, e. Premere adesso il tasto. Il cursore si muove verso sinistra. Q1 Il cursore mostra il punto nel quale ci si trova nel programma. A questo punto immettere il primo blocco (il blocco OR). Passare al modo Digitazione premendo il tasto OK. Co Q1 Il cursore è rappresentato come un quadratino pieno: si può scegliere un morsetto o un blocco Il cursore non ha più l aspetto di una sottolineatura ma ha assunto l aspetto di un quadratino pieno lampeggiante. Contemporaneamente LOGO! offre diverse possibilità di scelta. Scegliere GF (premere il tasto, fino a che non compare GF) e premere il tasto OK. LOGO! mostra a questo punto il primo blocco dall elenco delle funzioni di base (GF): 42

51 Programmare LOGO! & B01 Q1 Il primo blocco dalla lista delle funzioni di base è l AND. Il cursore rappresentato come quadratino pieno mostra all utente che si deve scegliere un blocco. Premere adesso il tasto compare il blocco OR: B01 1 Q1 o, fino a che nel display non Il cursore si trova ancora nel blocco e ha la forma di quadratino pieno. Premere adesso il tasto OK per concludere la scelta. Sul display si vede questo B01 1 Q1 Numero di blocco Questo è l aspetto dell intero programma B01 1 Q1 In tal modo è stato immesso il primo blocco. Ogni blocco che viene immesso riceve un numero, il numero di blocco. Adesso bisognerà collegare ancora gli ingressi del blocco. Ciò si fa così: Premere il tasto OK: Sul display si vede questo Co 1 B01 Q1 43

52 Programmare LOGO! Scegliere la lista Co: premere il tasto OK. Sul display si vede questo B01 x 1 Q1 Il primo elemento della lista Co è il carattere per Ingresso non usato, una x. Scegliere con i tasti o l ingresso I1. I1 1 B01 Q1 Premere il tasto OK: I1 è collegato con l ingresso del blocco O. Il cursore si porta sul secondo ingresso del blocco O. Sul display si vede questo B01 I1 1 Q1 Questo è l aspetto dell intero programma in LOGO! finora B01 1 I1 Q1 Collegare adesso l ingresso I2 con l ingresso del blocco O. Come si faccia ciò è ormai noto: 1. Passare al modo operativo Digitazione: Tasto OK 2. Scegliere la lista Co: Tasti o 3. Accettare la lista Co: Tasto OK 4. Scegliere I2: Tasti o 5. Accettare I2: Tasto OK In tal modo I2 è collegato con l ingresso del blocco O: 44

53 Programmare LOGO! Sul display si vede questo B01 I1 1 I2 Q1 Questo è l aspetto dell intero programma in LOGO! finora B01 1 I1 I2 Q1 Nel nostro programma l ultimo ingresso del blocco O non viene utilizzato. In un programma di LOGO! un ingresso non utilizzato viene contrassegnato con una x. Digitare adesso una x (il principio è già noto): 1. Passare al modo operativo Digitazione: Tasto OK 2. Scegliere la lista Co: Tasti o 3. Accettare la lista Co: Tasto OK 4. Scegliere x: Tasti o 5. Accettare x: Tasto OK In tal modo tutti gli ingressi del blocco sono collegati. Per LOGO! il programma è completo. LOGO! passa adesso all uscita Q1. Sul display si vede questo B01 Q1 Questo è l aspetto del programma B01 1 I1 I2 Q1 x Se si desidera dare un occhiata al proprio primo programma, si può farlo spostando il cursore con i tasti attraverso il programma. o 45

54 Programmare LOGO! Adesso abbandoniamo però l immissione. Ciò si fa così: 1. Indietro al menù di programmazione: Tasto ESC Se non si riesce a tornare al menù di programmazione, ciò significa che ci si è dimenticati di collegare un blocco in modo completo. LOGO! mostra all utente il punto del programma nel quale si è dimenticato qualcosa (LOGO! accetta solo programmi completi. Questo per motivi di sicurezza!). Leggere a tale scopo anche la pagina 57. Avvertenza LOGO! ha ora memorizzato il programma a prova di mancanza di corrente. Il programma rimane memorizzato in LOGO! finché esso non viene nuovamente cancellato con un apposito comando. 2. Indietro al menù principale: Tasto ESC Commutare LOGO! in RUN 3. > su Start : Tasti o 4. Accettare Start: Tasto OK LOGO! si porta adesso in RUN. In RUN LOGO! mostra il seguente display: Campo di visualizzazione di LOGO! in RUN I: Mo 09:00 Q:1234 RUN Stato degli ingressi Orario corrente (solo per le varianti con orologio) LOGO! è in RUN Stato delle uscite Stato degli ingressi ASi Stato delle uscite ASi Stato del bus ASi I: Mo 09:00 Q: ASi_Bus Ia : 1234 Qa : 1234 Bus: On 46

55 Programmare LOGO! Cosa significa: LOGO! è in RUN? In RUN LOGO! esegue il programma. A tale scopo LOGO! legge prima lo stato degli ingressi, calcola lo stato delle uscite sulla base del programma immesso e conformemente a ciò accende o spegne il relè alle uscite. Lo stato di un ingresso o uscita viene rappresentato in LOGO! così: I: Mo 09:00 Q:1234 RUN L ingresso/uscita ha lo stato 1 : invertito L ingresso/uscita ha lo stato 0 : non invertito I: Mo 09:00 Q: Visualizzazione dello stato nel display Osserviamo ciò nel nostro esempio: 1 L S1 =1 S2 Se l interruttore S1 è chiuso, all ingresso I1 c è allora tensione e l ingresso I1 ha lo stato 1. I1 I2 I: Mo 09:00 Q:1234 RUN Q1 LOGO! calcola lo stato delle uscite sulla base del programma. L uscita Q1 ha qui lo stato 1. Quando Q1 assume lo stato 1, LOGO! azionerà il relè Q1 e l utilizzatore collegato a Q1 verrà alimentato. N 47

Benvenuti a LOGO! LOGO! Manuale EWA 4NEB 712 6006-05

Benvenuti a LOGO! LOGO! Manuale EWA 4NEB 712 6006-05 Benvenuti a LOGO! Gentile cliente, grazie per avere acquistato LOGO! e congratulazioni per la Sua scelta. Con LOGO! si è in possesso di un modulo logico che è conforme alle direttive di alta qualità ISO

Dettagli

Benvenuti in LOGO! Documentazione di LOGO! Contenuti del manuale

Benvenuti in LOGO! Documentazione di LOGO! Contenuti del manuale Benvenuti in LOGO! Gentile Cliente, La ringraziamo per aver acquistato LOGO! e ci congratuliamo per la Sua scelta. Con LOGO! ha acquistato un modulo logico che soddisfa i criteri di qualità richiesti dalla

Dettagli

Prefazione. Scopo del manuale. Documentazione di LOGO! Contenuti del manuale. Validità del manuale

Prefazione. Scopo del manuale. Documentazione di LOGO! Contenuti del manuale. Validità del manuale Manuale Edizione 06/2003 LOGO! 4 019169 121019 @1P6ED1050-1AA00-0EE5@ 1P 6ED1050-1AA00-0EE5 Siemens AG Bereich Automation and Drives Geschäftsgebiet Industrial Automation Systems Postfach 4848, D-90327

Dettagli

LOGO! Manuale. Appendici. Prefazione, Indice. Conoscere LOGO! 1. Montare e cablare LOGO! 2. Programmare LOGO! 3. Funzioni di LOGO!

LOGO! Manuale. Appendici. Prefazione, Indice. Conoscere LOGO! 1. Montare e cablare LOGO! 2. Programmare LOGO! 3. Funzioni di LOGO! Prefazione, Indice Conoscere LOGO! 1 Montare e cablare LOGO! 2 Programmare LOGO! 3 Funzioni di LOGO! 4 Parametrizzare LOGO! 5 LOGO! Moduli di programma (card) LOGO! 6 Software per LOGO! 7 Applicazioni

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

JDICON 401/501 Programmatore/Regolatore universale Programmatore universale

JDICON 401/501 Programmatore/Regolatore universale Programmatore universale M.K. JUCHHEIM GmbH & Co M. K. JUCHHEIM GmbH & Co JUMO Italia s.r.l. Moltkestrasse 13-31 P.zza Esquilino, 5 36039 Fulda, Germany 20148 Milano Tel.: 06 61-60 03-7-25 Tel.: 02-40092141 Bollettino 70.3580

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_002 rev.01 Pag. 1 PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_002 rev.01 Pag. 2 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 3. DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO 3 4.

Dettagli

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM CAM Display Bi 162 602 06.10 Camille Bauer AG Aargauerstrasse 7 CH-5610 Wohlen / Svizzera Telefono +41 56 618 21 11 Fax +41 56 618 35 35 e-mail: info@camillebauer.com

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI. Cronotermostato MILUX

MANUALE DI ISTRUZIONI. Cronotermostato MILUX MANUALE DI ISTRUZIONI Cronotermostato MILUX GENERALITÁ ITA Il cronotermostato MILUX è un termostato digitale programmabile, in grado di controllare e regolare direttamente gli impianti di riscaldamento

Dettagli

Manuale di istruzioni del regolatore di carica per modulo fotovoltaico. Serie EPRC10-EC/PWM ITA

Manuale di istruzioni del regolatore di carica per modulo fotovoltaico. Serie EPRC10-EC/PWM ITA Manuale di istruzioni del regolatore di carica per modulo fotovoltaico Serie EPRC10-EC/PWM ITA Serie EPRC10-EC/PWM 12V O 24V (RICONOSCIMENTO AUTOMATICO) EPRC10-EC è un regolatore di carica PWM che accetta

Dettagli

EasyStart T Istruzioni per l uso. Timer digitale comfort con possibilità di preselezione per 7 giorni.

EasyStart T Istruzioni per l uso. Timer digitale comfort con possibilità di preselezione per 7 giorni. EasyStart T Istruzioni per l uso. Timer digitale comfort con possibilità di preselezione per 7 giorni. 22 1000 32 88 05 03.2009 Indice generale Introduzione Leggere prima qui... 3 Istruzioni per la sicurezza...

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.3

Manuale Controllo Accesso V 0.3 & Manuale Controllo Accesso V 0.3 Ottobre 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA Informazioni generali I moduli di frenatura elettronici Frenomat e Frenostat sono in grado di frenare motori asincroni, sono senza manutenzione e non producono abrasione ed inquinamento. Riducono i tempi

Dettagli

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI 2 AVVERTENZE Leggere le istruzioni prima di installare e operare sull avviatore. PERICOLO TENSIONE - Indica la presenza di tensione che può essere

Dettagli

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO IL CONTROLLO DI UN PROCESSO 1 IL CONTROLLO DI UN PROCESSO Schema a blocchi 2 Il controllore può essere: A LOGICA CABLATA A LOGICA PROGRAMMABILE 3 CONTROLLORE A LOGICA CABLATA (*) (Wired Logic Control)

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 Pagina 1 di 31 I.B.S. Intelligent Building System Pagina 2 di 31 INDICE I.B.S. INTELLIGENT BUILDING SYSTEM 1. Cosa è I.B.S. Descrizione pag. 4 2. Componenti

Dettagli

Denominazione del tipo di prodotto. Elementi di comando. Tipo di montaggio

Denominazione del tipo di prodotto. Elementi di comando. Tipo di montaggio Foglio dati SIMATIC HMI KP32F PN, KEY PANEL, 32 TASTI A CORSA CORTA CON LED MULTICOLORE, INTERFACCIA PROFINET CON PROFISAFE, 32 DI/DO E 4 SAFETY PIN PER DI, 24V DC DISTRIBUIBILE IN CASCATA PARAMETRIZZABILE

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Programmatore per telaio scheller

Programmatore per telaio scheller Divo Di Lupo Sistemi per telai Cotton Bentley Monk Textima Scheller Closa Boehringer http://www.divodilupo.191.it/ Programmatore per telaio scheller Attuatore USB semplificato Numero totale di pagine =

Dettagli

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso Q71A CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso 230V ac Q71A Centrale di gestione per cancello battente 230Vac ad 1 o 2 ante Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO

DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO Libretto d istruzioni CLEVER CONTROL & DISPLAY Made in Italy Cod. 31/03/05 DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO AVVERTENZE Prima di usare il prodotto leggere attentamente queste

Dettagli

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956 Centralina di controllo di luci programmabile per applicazioni RC! 2. Introduzione Light controller è una scheda elettronica per sistemi RC programmabile che controlla fino a sei canali indipendenti ed

Dettagli

LOGO!8 Avvio alla programmazione Page 2 of 47 Guida pratica V 2.0

LOGO!8 Avvio alla programmazione Page 2 of 47 Guida pratica V 2.0 Le informazioni riportate in questo manuale tecnico contengono descrizioni o caratteristiche che potrebbero variare con l evolversi dei prodotti e non essere sempre appropriate, nella forma descritta,

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010. Manuale dell utente. Versione Software: dalla V6.0 142680999-3

ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010. Manuale dell utente. Versione Software: dalla V6.0 142680999-3 ADVISOR CD 7210 CD 9510/15010 Manuale dell utente Versione Software: dalla V6.0 142680999-3 COPYRIGHT SLC BV 1996. Tutti i diritti riservati. La riproduzione della presente pubblicazione, la sua trasmissione

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.2

Manuale Controllo Accesso V 0.2 & Manuale Controllo Accesso V 0.2 Luglio 2012 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

AWMR-230 MINICOMMUTATORE RADIOCOMANDATO DA INCASSO

AWMR-230 MINICOMMUTATORE RADIOCOMANDATO DA INCASSO MANUALE DELL UTENTE versione 1.2 Italiano AWMR-230 MINICOMMUTATORE RADIOCOMANDATO DA INCASSO D A C * B * Illustrazione dello AYCT-102 (non incluso) A: Tasto collegamento B: Collegamento interruttore singolo

Dettagli

SIMATIC S5 STEP 5 PRINT. Istruzioni A5E00108174. Edizione 11/2001

SIMATIC S5 STEP 5 PRINT. Istruzioni A5E00108174. Edizione 11/2001 SIMATIC S5 A5E00108174 Edizione 11/2001 STEP 5 PRINT Istruzioni Copyright Siemens AG 2001 Ci riserviamo eventuali modifiche Siemens Aktiengesellschaft Contenuto 1 Informazioni generali...3 2 Installazione...3

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

FDE- 712. Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi

FDE- 712. Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi FDE- 712 Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi Figura 1 Vista la progressiva scomparsa dei dischi floppy, adatti al

Dettagli

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1 Manuale d Istruzioni Tester & Multimetro LAN 2in1 PAN LAN 1 Dipl.Ing. Ernst KRYSTUFEK GmbH & Co KG AUSTRIA, 1230 Vienna, Pfarrgasse 79 Tel: +43/ (0)1/ 616 40 10, Fax: +43/ (0)1/ 616 40 10 21 www.krystufek.at

Dettagli

SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE

SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE Scheda ASD234A - rev. 1.40 Manuale di installazione ed uso SPECIAL GAME s.r.l. Via L. Volpicella, 223 80147 Barra (NA) Tel +39 081 572 68 54 Fax +39 081 572 15 19 www.specialgame.it

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio e controllo carichi è un apparecchio di serie di design Pro M per l installazione nei sistemi di distribuzione. L apparecchio

Dettagli

CALEFFI www.caleffi.com

CALEFFI www.caleffi.com CALEFFI www.caleffi.com 18020.01 Termostato sonda ambiente con orologio digitale e selettore codice 151002 Descrizione e funzione Termostato sonda ambiente con selettore a tre posizioni ed orologio digitale

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

RSPC 20 REGOLATORE DI CARICA Regolatore di carica La massima corrente di ricarica è 20 A, ma qualora l impianto ha una potenza da fotovoltaico superiore ai 20 A è possibile connettere più regolatori RSPC20

Dettagli

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP Prefazione Guida alla documentazione dell'et 200SP 1 SIMATIC ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Manuale del prodotto Panoramica del prodotto 2 Parametri/area di indirizzi 3 Dati tecnici 4 Set

Dettagli

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W ITALIANO TT100 Adattamento dal manuale esteso dell operatore degli inverter serie TT100 Collegamenti di potenza Nei modelli con ingresso trifase, collegare i terminali R/L1, S/L2 e T/L3 alla linea trifase

Dettagli

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida Guida rapida PumpDrive 4070.801/2--40 Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento Varianti di montaggio: Montaggio su motore (MM) Montaggio a parete (WM) Montaggio in quadro

Dettagli

IEM. Istruzioni di installazione. Passione per servizio e comfort. Istruzioni di installazione

IEM. Istruzioni di installazione. Passione per servizio e comfort. Istruzioni di installazione Istruzioni di installazione IEM 6 720 612 399-00.1O Istruzioni di installazione Modelli e brevetti depositati Réf.: 6 720 614 832 IT (2008/03) OSW Passione per servizio e comfort Indice Indice Informazioni

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. GUIDA RAPIDA DI AVVIAMENTO VBP-HH1-V3.0-V1 Dispositivo portatile AS- Interface

AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. GUIDA RAPIDA DI AVVIAMENTO VBP-HH1-V3.0-V1 Dispositivo portatile AS- Interface AUTOMAZIONE INDUSTRIALE GUIDA RAPIDA DI AVVIAMENTO VBP-HH1-V.0-V1 Dispositivo portatile AS- Interface Per ciò che concerne la fornitura di prodotti, si applica la versione corrente del seguente documento:

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

M1600 Ingresso/Uscita parallelo

M1600 Ingresso/Uscita parallelo M1600 Ingresso / uscita parallelo M1600 Ingresso/Uscita parallelo Descrizione tecnica Eiserstraße 5 Telefon 05246/963-0 33415 Verl Telefax 05246/963-149 Data : 12.7.95 Versione : 2.0 Pagina 1 di 14 M1600

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

Interruttori. orari PROGRAMMAZIONE. Introduzione. Interruttori. orari modulari. Interruttori. Temporizzatori. Programmatori a spina

Interruttori. orari PROGRAMMAZIONE. Introduzione. Interruttori. orari modulari. Interruttori. Temporizzatori. Programmatori a spina PROGRAMMAZIONE orari Introduzione orari modulari Pag. 328 Introduzione Pag. 331 orari analogici modulari orari da parete Pag. 332 orari analogici da parete Temporizzatori Pag. 341 Temporizzatore modulare

Dettagli

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH F42-LAB-pag 11-13-ok 27-04-2006 16:15 Pagina 11 LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH COMPONENTI 1. Il componente allegato a questo fascicolo è il più sofisticato di tutta la fase di assemblaggio: con esso il

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio carico è un apparecchio a installazione in serie dal design Pro M da installare nei sistemi di distribuzione. La corrente di

Dettagli

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N.

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N. N. ordine : 1079 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente da elettrotecnici. In caso di inosservanza

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

Istruzioni per l uso CAMILLE BAUER METRAWATT METRAOHM 413 3-348-776-37 2/9.97. Ohmmetro per piccole resistenze

Istruzioni per l uso CAMILLE BAUER METRAWATT METRAOHM 413 3-348-776-37 2/9.97. Ohmmetro per piccole resistenze Istruzioni per l uso METRAOHM 413 Ohmmetro per piccole resistenze GOSSEN METRAWATT CAMILLE BAUER 3-348-776-37 2/9.97 V 8 6 5 4 20 200 PE-TEST 7 1 20 200 + /- METRAOHM 413 3 2 10 9 1 Tasto misura (accendere

Dettagli

EW7033 USB 3.0 Enclosure per harddisk SATA da 2,5

EW7033 USB 3.0 Enclosure per harddisk SATA da 2,5 EW7033 USB 3.0 Enclosure per harddisk SATA da 2,5 2 ITALIANO EW7033 USB 3.0 Enclosure per harddisk SATA da 2.5" Indice 1.0 Introduzione... 2 1.1 Funzioni e caratteristiche... 2 1.2 Contenuto della confezione...

Dettagli

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso.

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. -Introduzione. Il software consente, tramite opportuna interfaccia USB Rowan C426S, di leggere e scrivere i dati presenti

Dettagli

EasyRun-Light 3.5. Supervisore PC-DMIS e TutoRun

EasyRun-Light 3.5. Supervisore PC-DMIS e TutoRun EasyRun-Light 3.5 Supervisore PC-DMIS e TutoRun 1. Descrizione del programma * Permette di eseguire programmi PC-DMIS o Tutor utilizzando interfaccia semplificata. * Permette di eseguire le misure su pallet

Dettagli

Centralina SC3. cod.3401005

Centralina SC3. cod.3401005 cod.3401005 Descrizione Centralina per sistemi di riscaldamento e di riscaldamento ad energia solare, a 3 circuiti 3 uscite con regolazione del numero di giri e 1 uscita a potenziale zero, 8 ingressi per

Dettagli

EW7011 USB 3.0 Docking Station per harddisk SATA da 2.5" e 3.5"

EW7011 USB 3.0 Docking Station per harddisk SATA da 2.5 e 3.5 EW7011 USB 3.0 Docking Station per harddisk SATA da 2.5" e 3.5" EW7011 USB 3.0 Docking Station per harddisk SATA da 2.5" e 3.5" 2 ITALIANO Indice 1.0 Introduzione... 2 1.1 Funzioni e caratteristiche...

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Tebis TS. Guide de configuration. Bedienungsanleitung. Operating instructions Configuratiegids. Manuale di configurazione. Manual de configuração

Tebis TS. Guide de configuration. Bedienungsanleitung. Operating instructions Configuratiegids. Manuale di configurazione. Manual de configuração Tebis TS F B CH Sommaire page D A CH Inhalt Seite 6 GB Summary page 8 NL B Inhoud pagina 0 I CH Sommario pàgina 9 F B CH Guide de configuration P Sumário página D A CH Bedienungsanleitung GB NL B Operating

Dettagli

Distruggi documenti Trita-Taglia S7-CD

Distruggi documenti Trita-Taglia S7-CD Distruggi documenti Trita-Taglia S7-CD Manuale 91605 Grazie per aver acquistato questo prodotto di qualità superiore. Leggere attentamentee queste istruzioni prima di usare il dispositivo per la prima

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

Manuale semplificato

Manuale semplificato Dispositivo per l aggiornamento dei lettori di banconote FLASHER Manuale semplificato PAYMAN2-0012 REV. 0 08/09/2014 PAYPRINT S.r.l. Via Monti, 115 41123 MODENA Italy Tel.: +39 059 826627 Fax: +39 059

Dettagli

Documentazione utente LOGO!Soft Comfort

Documentazione utente LOGO!Soft Comfort Documentazione utente LOGO!Soft Comfort Siemens AG 1999 ,QGLFH,QGLFH &+(&26$Ê/2*262)7&20)257" /2*2H/2*26RIW /2*26RIW&RPIRUW 78725,$/ 3ULPLSDVVLJXLGDUDSLGDSHUODFUHD]LRQHGHOSURJUDPPDGLFRPPXWD]LRQH 2.1.1

Dettagli

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 (versione firmware: BY10850-M1-V2) La presente documentazione è di proprietà esclusiva

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403

Manuale d Istruzioni. Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403 Manuale d Istruzioni Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Rilevatore Rotazione Motore e Fasi della Extech Modello 480403.

Dettagli

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS Le centrali di allarme G-Quattro plus (4 zone) e G-Otto plus (8 zone) nascono con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di

Dettagli

Guida al Sistema Bassa Tensione

Guida al Sistema Bassa Tensione Indice Generale Guida al Sistema Bassa Tensione 1 Introduzione 2 Le norme 3 Caratteristiche della rete 4 Protezione dei circuiti 5 Caratteristiche degli apparecchi di protezione e manovra 6 Protezione

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm)

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm) EV87 EV87 Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER Il regolatore climatico è adatto alla termoregolazione climatica con gestione a distanza di

Dettagli

LOGO! 8 Semplice. Geniale. Ancora meglio.

LOGO! 8 Semplice. Geniale. Ancora meglio. siemens.com/logo LOGO! 8 Semplice. Geniale. Ancora meglio. Il modulo logico Answers for industry. LOGO! 8 LOGO! 8 La nuova generazione LOGO! LOGO! si è già da molto tempo affermato come modulo logico intelligente

Dettagli

Eikon Idea Plana. Controllo accessi e gestione utenze via BUS mediante chiave o card a transponder Istruzioni

Eikon Idea Plana. Controllo accessi e gestione utenze via BUS mediante chiave o card a transponder Istruzioni Eikon Idea Plana 20470 16470 14470 Controllo accessi e gestione utenze via BUS mediante chiave o card a transponder Istruzioni INDICE 1. Legenda... 2 2. Installazione sistema via BUS... 3 3. Caratteristiche

Dettagli

PLC - Linguaggi. I linguaggi di programmazione dei PLC sono orientati ai problemi di automazione e utilizzano soprattutto:

PLC - Linguaggi. I linguaggi di programmazione dei PLC sono orientati ai problemi di automazione e utilizzano soprattutto: PLC - Linguaggi Il software è l elemento determinante per dare all hardware del PLC quella flessibilità che i sistemi di controllo a logica cablata non possiedono. Il software che le aziende producono

Dettagli

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC Istruzioni di servizio Edizione: AC Nr. d ordinazione: 6SE7087-2CX87-0FB0 Di queste istruzioni di servizio sono fornibili edizioni nelle seguenti

Dettagli

ARVAtec srl MANUALE OPERATORE V1.1.5

ARVAtec srl MANUALE OPERATORE V1.1.5 ARVAtec srl MANUALE OPERATORE V1.1.5 PRESENTAZIONE Il presente MANUALE OPERATORE descrive come installare, configurare ed impiegare correttamente il sistema di guida assistita ARVAGru. ATTENZIONE!!! Prima

Dettagli

Domino DFCKIII. DFCKIII: modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato. Schema di collegamento. Programmazione indirizzi

Domino DFCKIII. DFCKIII: modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato. Schema di collegamento. Programmazione indirizzi : modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato Il modulo rende possibile la gestione di fasce orarie, giornaliere e settimanali, in un sistema. Mediante la funzione CLOCK (vedere manuale di

Dettagli

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso

Yes, you can. Invacare REM 550. Comando Manuale d uso Yes, you can. Invacare REM 550 Comando Manuale d uso Indice Capitolo Pagina 1 La consolle di guida REM 550 4 2 1.1 Struttura della consolle di guida...4 1.2 Display di stato...7 1.2.1 Indicatore livello

Dettagli

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIE EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0274V3.2-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale... pag.

Dettagli

Drivetech Moto Alarm Basic

Drivetech Moto Alarm Basic Innovativo antifurto per moto, non necessita di radiocomandi, con cavi Pin to Pin compresi nel prezzo, per un montaggio facile e veloce! PREMESSA Drivetech Moto Alarm Basic è un allarme per ciclomotori

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E I nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E sono ideali per il controllo di luci, ventole, piccoli automatismi

Dettagli

Serie di serrature P R O D O T T I D I S I C U R E Z Z A

Serie di serrature P R O D O T T I D I S I C U R E Z Z A P R O D O T T I D I S I C U R E Z Z A Serie di serrature Le innovazioni hanno bisogno di una buona base Le soluzioni innovative sono il risultato di un processo che inizia con il dialogo con il cliente.

Dettagli

PLC Simatic. Serie S7-200

PLC Simatic. Serie S7-200 PLC Simatic I sistemi Simatic prodotti dalla Siemens mettono a disposizione dell utente una vasta gamma di PLC con caratteristiche differenti e adatti per le più svariate applicazioni come quelli appartenenti

Dettagli

REOVIB ELEKTRONIK REOVIB SWM 843 AZIONAMENTI PER SISTEMI DI TRASPORTO A VIBRAZIONE. Unità di sorveglianza per canali vibranti.

REOVIB ELEKTRONIK REOVIB SWM 843 AZIONAMENTI PER SISTEMI DI TRASPORTO A VIBRAZIONE. Unità di sorveglianza per canali vibranti. Istruzioni d uso REOVIB SWM 843 Unità di sorveglianza per canali vibranti REO ITALIA S.r.l. Via Treponti, 29 I- 25086 Rezzato (BS) Tel. (030) 2793883 Fax (030) 2490600 http://www.reoitalia.it email : info@reoitalia.it

Dettagli

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili Caratteristiche del dispositivo ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Gertemerkmale Uscite

Dettagli

Morsettiere e ripartitori di potenza. Fate il vostro collegamento

Morsettiere e ripartitori di potenza. Fate il vostro collegamento Morsettiere e ripartitori di potenza Fate il vostro collegamento MORSETTIERE IEC PRODOTTO IN PRIMO PIANO Leader del mercato per efficienza e produttività, la famiglia di morsettiere IEC Serie 1492 include

Dettagli

Semplicemente logica. La centralina di sicurezza configurabile CES-CB

Semplicemente logica. La centralina di sicurezza configurabile CES-CB Semplicemente logica. La centralina di sicurezza configurabile CES-CB Centralina di sicurezza configurabile CES-CB La centralina CES-B completa la serie delle già note centraline CES-AZ con una versione

Dettagli

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM MANUALE DEL CONTROLLO ELETTRONICO UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM Il sistema di controllo elettronico presente a bordo delle unità

Dettagli

Installazione della tablet sul supporto. Installazione guidata

Installazione della tablet sul supporto. Installazione guidata Manuale d uso ! AVVIO Prima di utilizzare il dispositivo ARNOVA per la prima volta, caricare completamente la batteria. Caricamento della batteria 1.Collegare il cavo di alimentazione fornito al dispositivo

Dettagli

Welcome to the World of PlayStation Guida introduttiva

Welcome to the World of PlayStation Guida introduttiva Welcome to the World of PlayStation Guida introduttiva Italiano PCH-2016 7025572 Primo utilizzo del sistema PlayStation Vita Premere per 5 secondi Accendere il sistema PS Vita. Alla prima accensione del

Dettagli

Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2

Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2 & Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2 Aprile 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software V2021. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole deviazioni

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER GLI STRUMENTI DIN DIGITAL CD

MANUALE OPERATIVO PER GLI STRUMENTI DIN DIGITAL CD Questo manuale contiene importanti informazioni relative alla sicurezza per l installazione e il funzionamento dell apparecchio. Attenersi scrupolosamente a queste informazioni per evitare di arrecare

Dettagli

Rilevatore di biossido di carbonio

Rilevatore di biossido di carbonio MANUALE UTENTE Rilevatore di biossido di carbonio Modello CO240 Introduzione Congratulazioni per aver scelto il modello CO240 di Extech Instruments. Il CO240 misura biossido di carbonio (CO 2 ), temperatura

Dettagli

Manuale Termostato. Simbologia: Attenzione! Pericolo. Nota. La sezione contrassegnata con questo simbolo contiene informazioni aggiuntive importanti.

Manuale Termostato. Simbologia: Attenzione! Pericolo. Nota. La sezione contrassegnata con questo simbolo contiene informazioni aggiuntive importanti. Manuale Termostato 1. Informazioni sul manuale Leggere attentamente il presente manuale prima di usare il dispositivo. Il manuale contiene importanti informazioni sull uso previsto per il dispositivo.

Dettagli

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Me.Si. V.7 DISPOSITIVO per il RISPARMIO di COMBUSTIBILE negli IMPIANTI di RISCALDAMENTO Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Che cos'è Me.Si. è un prodotto rivoluzionario e brevettato che consente di

Dettagli