Prospetto di sicurezza secondo la normativa (CE) N. 1907/2006 (REACH)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prospetto di sicurezza secondo la normativa (CE) N. 1907/2006 (REACH)"

Transcript

1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ IMPRESA PRODUTTRICE Identificazione della sostanza o del preparato: Utilizzo della sostanza/del preparato: Da utilizzare con sistemi SLA Identificazione della società/impresa: 3D Systems Europe Ltd. Mark House, Mark Road Hemel Hempstead Herts HP2 7 Regno Unito Telefono: Chemtrec (U.S.A.) posta elettronica: 2. IDENTIFICAZIONE DEI RISCHI Classificazione : Xi, R36/38, R43, N, R51/53 Rischi fisici/chimici Pericoli relativi alla salute Pericoli per l'ambiente : Non applicabile : Irritante per gli occhi e per la pelle. Potrebbe causare sensibilizzazione per contatto cutaneo. : Tossico per gli organismi acquatici; potrebbe causare effetti avversi a lungo termine nell ambiente acquatico. Vedere la Sezione 11 per informazioni più dettagliate sugli effetti per salute e sui sintomi. 3. COMPOSIZIONE/INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI Sostanza/preparazione : Preparazione Nome ingrediente N. CAS % Numero Classificazione Bisfenolo A idrogenato resina epossidica Xi; R36/38; R43; N; R51/53 [1] Triciclodecano dimetanol diacrilato Xi R36/38 [1] 3-etossietano-3-metanolo Xi; R36 [1] Miscela di sali di sulfonio Xi; R36, R43, N; R50/53 [1] Acrilati (R36-43) Xi; R36, R43 [1] Prodotto di reazione: bisfenolo A-(epicloridrina); Xi; R36/38 [1] Resina epossidica (peso molecolare medio numero < 700) R43, N; R51/53 Vedere la Sezione 16 per il testo completo delle frasi R sopra dichiarate. Non vi sono ingredienti aggiuntivi presenti che, all'interno delle attuali conoscenze del fornitore e nelle concentrazioni applicabili, siano classificati come pericolosi per la salute o per l'ambiente e che quindi richiedano la comunicazione nella presente sezione. [1] Sostanza classificata con un pericolo per la salute o per l'ambiente [2] Sostanza con un limite di esposizione del posto di lavoro [3] Sostanza PBT [4] Sostanza vpvb I limiti di esposizione professionale, se disponibili, sono elencati nella Sezione 8. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 1

2 4. MISURE DI PRONTO SOCCORSO Misure di pronto soccorso Inalazione : Condurre la persona esposta all'aria aperta. Tenere la persona al caldo e a riposo. Se non respira, respira in modo irregolare o si verifica un arresto della respirazione, chiedere a personale qualificato di provvedere con respirazione artificiale o ossigeno. La respirazione bocca a bocca può essere pericolosa per la persona che la pratica. Richiedere l intervento di un medico se gli effetti sulla salute persistono o sono gravi. Se la persona non è cosciente, adagiarla nella posizione di recupero e richiedere subito l intervento di un medico. Mantenere libere le vie aeree. Allentare l'abbigliamento stretto come colletti, cravatte, cinture o fasce. Ingestione Contatto con la cute : Lavare la bocca con acqua. Rimuovere la dentiera se presente. Condurre la persona esposta all'aria aperta. Tenere la persona al caldo e a riposo. Se è stato ingerito del materiale e la persona esposta è cosciente, somministrare piccoli quantitativi di acqua da bere. Fermarsi se la persona esposta si sente male, perché il vomito può essere pericoloso. Non indurre il vomito a meno che indicato dal personale medico. Se si verifica il vomito, la testa deve essere mantenuta bassa di modo che il vomito non penetri nei polmoni. Richiedere l intervento di un medico se gli effetti sulla salute persistono o sono gravi. Non dare mai nulla per via orale ad una persona non cosciente. Se la persona non è cosciente, adagiarla nella posizione di recupero e richiedere subito l intervento di un medico. Mantenere libere le vie aeree. Allentare l'abbigliamento stretto come colletti, cravatte, cinture o fasce. : Lavare la cute contaminata con acqua e sapone. Rimuovere gli abiti e le scarpe contaminati. Lavare l'abbigliamento contaminato in modo accurato con l'acqua prima di rimuoverlo o indossare i guanti. Continuare a risciacquare per almeno 10 minuti. Richiedere l intervento di un medico. In caso di disturbi o sintomi, evitare un'ulteriore esposizione. Lavare gli abiti prima di riutilizzarli. Pulire le scarpe attentamente prima del riutilizzo. Contatto con gli occhi : Sciacquare subito gli occhi con abbondante acqua, sollevando occasionalmente le palpebre superiori e inferiori. Verificare e rimuovere le lenti a contatto. Continuare a risciacquare per almeno 10 minuti. Richiedere l intervento di un medico Protezione dei soccorritori : Non deve essere intrapresa alcuna azione che possa implicare un rischio personale o senza la formazione adeguata. La respirazione bocca a bocca può essere pericolosa per la persona che la pratica. Lavare l'abbigliamento contaminato in modo accurato con l'acqua prima di rimuoverlo o indossare i guanti. Note per il medico : Nessun trattamento specifico. Trattare in maniera sintomatica. Contattare subito un centro antiveleni se sono state ingerite o inalate grandi quantità. Vedere la Sezione 11 per informazioni più dettagliate sugli effetti per salute e sui sintomi. 5. MISURE ANTINCENDIO Materiali da utilizzare per lo spegnimento Adatti : Utilizzare un agente estinguente appropriato per l'incendio circostante. Non adatti Pericoli speciali per l'esposizione : Nessuno conosciuto. : In un incendio o se riscaldato, si verificherà un aumento della pressione e il contenitore potrà esplodere. Isolare prontamente la scena rimuovendo tutte le persone dalle vicinanze dell'incidente in caso di incendio. Non deve essere intrapresa alcuna azione che possa implicare un rischio personale o senza la formazione adeguata. Questo materiale è tossico per gli organismi acquatici. L'acqua contaminata con questo materiale deve essere contenuta e non scaricata in nessun corso d'acqua, fogna o scarico. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 2

3 Prodotti rischiosi della decomposizione termica : Ossidi di carbonio. La combustione produce fumi sgradevoli e tossici. Apparecchiature protettive speciali antincendio : I vigili del fuoco dovrebbero indossare apparecchiature protettive adeguate e un apparato di respirazione autonomo (SCBA) con un solo pezzo completo per il viso attivato in modalità di pressione positiva. 6. MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE Precauzioni personali : Non deve essere intrapresa alcuna azione che possa implicare un rischio personale o senza la formazione adeguata. Evacuare le zone circostanti. Evitare che il personale non necessario e senza protezione entri. Non toccare o camminare sul materiale fuoriuscito. Evitare di respirare il vapore o la nebbia. Fornire una ventilazione adeguata. Indossare apparecchiature protettive appropriate (vedere la sezione 8). Precauzioni ambientali Metodi per la pulizia Piccola fuoriuscita : Evitare la dispersione di materiale fuoriuscito e il deflusso e il contatto con il suolo, i corsi d'acqua, gli scarichi e le fogne. Informare le autorità pertinenti se il prodotto ha causato un inquinamento ambientale (fogne, corsi d'acqua, terreno o aria). Materiale inquinante per l'acqua. Può essere pericoloso per l'ambiente se rilasciato in grandi quantità. : Arrestare la perdita se non vi sono rischi. Spostare i contenitori dalla zona della perdita. Diluire con acqua e asciugare se è solubile in acqua oppure assorbire con materiale secco inerte e posizionarlo in un contenitore appropriato per lo smaltimento dei rifiuti. Smaltire tramite un fornitore di servizi di smaltimento dei rifiuti autorizzato. Grande fuoriuscita : Arrestare la perdita se non vi sono rischi. Spostare i contenitori dalla zona della perdita. Avvicinarsi alla perdita da sopravento. Evitare l'ingresso in fogne, corsi d'acqua, seminterrati o aree limitate. Lavare i versamenti in un impianto di trattamento degli scarichi o procedere come segue: contenere e raccogliere i versamenti con materiale assorbente e non combustibile, ad es. sabbia, terra, vermiculite o farina fossile e posizionarlo in un contenitore per lo smaltimento in base alle normative locali (vedere Sezione 13). Smaltire tramite un fornitore di servizi di smaltimento dei rifiuti autorizzato. Il materiale assorbente contaminato può presentare gli stessi pericoli del prodotto fuoriuscito. Nota: vedere la Sezione 1 per informazioni di contatto di emergenza e la Sezione 13 per lo smaltimento dei rifiuti. 7. TRATTAMENTO E CONSERVAZIONE Trattamento : Indossare apparecchiature protettive personali appropriate (vedere la Sezione 8). È necessario proibire di mangiare, bere e fumare in aree in cui questo materiale è trattato, immagazzinato e lavorato. I lavoratori devono lavare le mani e il viso prima di mangiare, bere e fumare. Le persone con anamnesi di disturbi relativi alla sensibilizzazione cutanea non devono essere coinvolte in alcun processo nel quale questo prodotto è utilizzato. Evitare il contatto con gli occhi, la cute o l abbigliamento. Non ingerire. Evitare di respirare il vapore o la nebbia. Evitare il rilascio nell ambiente. Fare riferimento alle istruzioni speciali e al prospetto di sicurezza del materiale. Conservare nel contenitore originale o in uno alternativo approvato realizzato con un materiale compatibile, tenuto ben chiuso quando non è utilizzato. I contenitori vuoti trattengono residui di prodotto e possono essere pericolosi. Non riutilizzare il contenitore. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 3

4 Conservazione Temperatura di conservazione : Conservare in conformità con le normative locali. Conservare in un contenitore originale protetto dalla luce solare diretta in un'area secca, fresca e ben ventilata, lontano da materiali incompatibili (vedere Sezione 10) e da alimenti e bevande. Mantenere il contenitore ben chiuso e sigillato finché non è pronto per l'uso. I contenitori che sono stati aperti devono essere risigillati attentamente e mantenuti diritti per evitare le perdite. Non conservare in contenitori non etichettati. Utilizzare un contenimento appropriato per evitare la contaminazione ambientale. : MASSIMO 35 C. Conservare in conformità alle normative locali. Conservare in un contenitore originale protetto dalla luce solare diretta in un'area secca, fresca e ben ventilata, lontano da materiali incompatibili (vedere Sezione 10) e da alimenti e bevande. Mantenere il contenitore ben chiuso e sigillato finché non è pronto per l'uso. I contenitori che sono stati aperti devono essere risigillati attentamente e mantenuti diritti per evitare le perdite. Non conservare in contenitori non etichettati. Utilizzare un contenimento appropriato per evitare la contaminazione ambientale. Classe di rischio per la conservazione : Classe di conservazione 10, liquidi pericolosi per l'ambiente. Materiali da imballaggio Consigliati : Utilizzare il contenitore originale. 8. CONTROLLI RELATIVI ALL ESPOSIZIONE/PROTEZIONE PERSONALE Valori limite dell'esposizione Nome ingrediente Nessun limite di esposizione noto. Limiti di esposizione professionale Nessun limite di esposizione noto. Procedure di monitoraggio consigliate Controlli dell esposizione : Se questo prodotto contiene ingredienti con limiti di esposizione, è opportuno eseguire un monitoraggio personale, atmosferico o biologico del luogo di lavoro per determinare l'efficacia della ventilazione o altre misure di controllo e/o la necessità di utilizzare apparecchiature di protezione respiratoria. È necessario fare riferimento allo Standard Europeo EN 689 per i metodi di valutazione dell'esposizione per inalazione agli agenti chimici e ai documenti di guida nazionale per i metodi per la determinazione delle sostanze pericolose. Controlli di esposizione professionale Misure igieniche Protezione respiratoria : Nessun requisito speciale per la ventilazione. Una buona ventilazione generale dovrebbe essere sufficiente per controllare l'esposizione dei lavoratori agli agenti contaminanti trasportati dall aria. Se questo prodotto contiene ingredienti con limiti di esposizione, utilizzare involucri di processo, una ventilazione di scarico locale o altri controlli tecnici per mantenere l'esposizione dei lavoratori al di sotto di qualsiasi limite consigliato o conforme alla legge. : Lavare accuratamente le mani, gli avambracci e il viso dopo aver trattato prodotti chimici, prima di mangiare, fumare e servirsi della toilette e al termine del tempo lavorativo. Devono essere messe in atto tecniche appropriate per la rimozione di abbigliamento potenzialmente contaminato. Lavare gli abiti contaminati prima di riutilizzarli. Accertarsi che le stazioni di lavaggio oculare e le docce di sicurezza siano vicine alla posizione della stazione di lavoro. : Utilizzare un opportuno respiratore per purificare l'aria e alimentato ad aria conforme a uno standard approvato se una valutazione di rischio indica che è necessario. La selezione del respiratore deve basarsi su livelli di esposizione noti o anticipati, sui pericoli del prodotto e sui limiti operativi sicuri del respiratore selezionato. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 4

5 Protezione delle mani : Materiale dei guanti per applicazione a lungo termine (BTT > 480 min): (BTT = Break Through Time (Tempo di fessurazione)) Etil vinil alcool laminato (EVAL), gomma butilica Materiale dei guanti per applicazione a breve termine/a spruzzo (10 min < BTT < 480 min): nitrile, gomma, neoprene Utilizzare guanti approvati agli standard pertinenti, ad es. EN 374 (Europa), F739 (USA). L'adattabilità e la durata di un guanto dipendono dall'utilizzo, ad es. dalla frequenza e dalla durata del contatto, dalla resistenza chimica del materiale del guanto e dalla destrezza. Chiedere sempre consiglio ai fornitori di guanti. Protezione degli occhi : Vanno sempre utilizzati occhiali protettivi conformi con uno standard approvato quando una valutazione dei rischi indica che è necessario per evitare l'esposizione a schizzi di liquidi, nebbie o polveri. Protezione della cute : Devono essere selezionate apparecchiature protettive personali per il corpo in base al compito eseguito e ai rischi implicati e devono essere approvate da uno specialista prima di trattare questo prodotto. Precauzioni di esposizione professionale : Le emissioni dalle apparecchiature di ventilazione o di processo di lavoro devono essere verificate per garantire che siano conformi ai requisiti della legislazione sulla protezione ambientale. In alcuni casi, gli impianti di lavaggio dei fumi, i filtri o le modifiche tecniche all'apparecchiatura di processo saranno necessari per ridurre le emissioni a livelli accettabili. 9. PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE Informazioni generali Aspetto Stato fisico Colore Odore : Liquido : Bianco : Lieve Informazioni importanti relative a salute, sicurezza e ambiente Punto di infiammabilità : Recipiente chiuso > 95 C (>203 F) Pressione del vapore : <0,14 kpa (<1,05 mm Hg) a 20 C Solubilità nell'acqua : Leggermente solubile Viscosità : Dinamica: 310 mpa.s (310 cp) a 25 C 10. STABILITÀ E REATTIVITÀ Stabilità chimica Possibilità di reazioni pericolose Condizioni da evitare : Il prodotto è stabile. : In condizioni normali di conservazione e utilizzo, non si verificheranno reazioni pericolose. : Evitare il rilascio nell ambiente. Fare riferimento alle istruzioni speciali e al prospetto di sicurezza del materiale. Esposizione alla luce. Materiali da evitare : Acidi forti, basi forti, agenti ossidanti forti. Forti agenti ossidanti. Prodotti rischiosi della decomposizione : In condizioni normali di conservazione e utilizzo, non dovrebbero formarsi prodotti rischiosi della decomposizione. Ossidi di carbonio, la combustione produce fumi sgradevoli e tossici. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 5

6 11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE Tossicocinetica Assorbimento Distribuzione Metabolismo Eliminazione Potenziali effetti acuti per la salute Inalazione : Nessun effetto noto significativo o rischio critico Ingestione : Irritante per la bocca, la gola e lo stomaco. Contatto con la cute : Irritante per la pelle. Potrebbe causare sensibilizzazione per contatto cutaneo. Contatto con gli occhi : Irritante per gli occhi. Tossicità acuta Nome prodotto/ingrediente Risultato Specie Dose Esposizione Accura ABS White (SL 7810) LD50 orale Ratto >2000 mg/kg - Potenziali effetti cronici per la salute Tossicità cronica Irritazione/Corrosione Conclusione/Riassunto Sensibilizzante Nome prodotto/ingrediente Vie di esposizione Specie Risultato Accura ABS White (SL 7810) cute Porcellini d India Sensibilizzante Cancerogenesi Mutagenicità Teratogenicità Tossicità riproduttiva Effetti cronici Cancerogenesi Mutagenicità Teratogenicità Effetti sullo sviluppo Effetti sulla fertilità : Una volta sensibilizzato, una grave reazione allergica può verificarsi in caso di successiva esposizione a livelli molto bassi. Segni/sintomi di sovraesposizione Inalazione : Nessun dato specifico. Ingestione : Nessun dato specifico. Cute : Tra i sintomi avversi possono essere inclusi i seguenti: irritazione rossore Occhi: : Tra i sintomi avversi possono essere inclusi i seguenti: irritazione secrezione rossore SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 6

7 12. Informazioni ecologiche Effetti ambientali : Tossico per gli organismi acquatici; potrebbe causare effetti avversi a lungo termine nell ambiente acquatico. Tossicità acquatica Biodegradabilità Altri effetti avversi 13. CONSIDERAZIONI RELATIVE ALLO SMALTIMENTO Metodi di smaltimento : La generazione di rifiuti deve essere evitata o minimizzata ove possibile. I contenitori o i sacchetti vuoti possono trattenere dei residui di prodotto. Questo materiale e il relativo contenitore devono essere smaltiti in modo sicuro. Lo smaltimento di eccedenze e di prodotti non riciclabili tramite un fornitore di servizi di smaltimento dei rifiuti autorizzato. Lo smaltimento di questo prodotto, le soluzioni e qualsiasi sottoprodotto devono sempre essere conformi con i requisiti di protezione ambientale e con la legislazione sullo smaltimento dei rifiuti e qualsiasi requisito dell'autorità regionale locale. Evitare la dispersione di materiale fuoriuscito e il deflusso e il contatto con il suolo, i corsi d'acqua, gli scarichi e le fogne. Catalogo dei rifiuti europeo (EWC) : Le direttive pertinenti UE e le normative locali, regionali e nazionali devono essere soddisfatte. Tra i compiti dell'utente finale c'è quello di assegnare i codici di smaltimento specifici per i settori e processi industriali in base al Catalogo dei rifiuti europeo. Si consiglia di concordare i dettagli con il responsabile dello smaltimento dei rifiuti * altri fondi immobili e residui di reazione. Rifiuto pericoloso : La classificazione del prodotto può soddisfare i criteri per un rifiuto pericoloso. 14. INFORMAZIONI SUL TRASPORTO Normative internazionali per i trasporti Nome di spedizione corretto ADR IMDG IATA Informazioni sulle normative Classe ADR/RID Numero UN : Sostanza ambientalmente pericolosa, liquido, n.o.s. RESINA EPOSSIDICA : Sostanza ambientalmente pericolosa, liquido, n.o.s. (RESINA EPOSSIDICA) : Sostanza ambientalmente pericolosa, liquido, n.o.s. (RESINA EPOSSIDICA) Classi Gruppo di imballaggio Etichetta Informazioni aggiuntive UN III Codice di classificazione M6 Numero di identificazione dei rischi 90 Classe IMDG UN III Prospetti di emergenza (EmS) F-A, S-F Classe IATA UN III Aereo passeggeri e cargo Limitazione delle quantità: 450 L Istruzioni di imballaggio: 914 Solo aereo cargo Limitazione delle quantità: 450 L Istruzioni di imballaggio: 914 SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 7

8 15. INFORMAZIONI SULLE NORMATIVE Normative UE La classificazione e l'etichettatura sono state determinate in base alle Direttive UE 67/548/CEE e 1999/45/CE (inclusi gli emendamenti) e prendono in considerazione l'utilizzo previsto dei prodotti. Simbolo o simboli di rischio : Xi, N Irritante, Pericoloso per l ambiente Frasi di rischio Frasi di sicurezza Contiene : R36/38 Irritante per gli occhi e per la cute. R43 Potrebbe causare sensibilizzazione per contatto cutaneo. R51/53 Tossico per gli organismi acquatici; potrebbe causare effetti avversi a lungo termine nell ambiente acquatico. : S26 - In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente e abbondantemente con acqua e consultare un medico. S28 - Dopo il contatto con la cute, lavare immediatamente con abbondante acqua e sapone. S37/39 - Indossare guanti adatti e protezioni per gli occhi e il viso. S61 - Evitare di rilasciare nell ambiente. Fare riferimento alle istruzioni speciali e ai prospetti di sicurezza del materiale. : bisfenolo A idrogenato resina epossidica miscela di sali di sulfonio acrilati (R36-43) prodotto di reazione: bisfenolo A-(epicloridrina); resina epossidica (peso molecolare medio numero < 700) Etichettatura eccezionale di preparazioni speciali : Contiene costituenti epossidici. Vedere le informazioni fornite dal produttore. Frasi di avvertenza aggiuntive : Non applicabile. Normative internazionali Elenchi internazionali : Inventario dell'australia (AICS): Almeno un componente non è elencato. Inventario della Cina (IECSC): Non determinato. Inventario del Giappone (ENCS): Non determinato. Inventario del Giappone (ISHL): Non determinato. Inventario della Corea (KECI): Almeno un componente non è elencato. Inventario dei prodotti chimici della Nuova Zelanda (NZIoC): Non determinato. Inventario delle Filippine (PICCS): Almeno un componente non è elencato. Inventario degli Stati Uniti (TSCA 8b): Tutti i componenti sono elencati o esenti. Inventario dell'europa: Tutti i componenti sono elencati o esenti. Inventario del Canada: Almeno un componente non è elencato. 16. ALTRE INFORMAZIONI Testo completo delle frasi R Riferito nelle Sezioni 2 e 3 Regno Unito (UK) : R36 - Irritante per gli occhi. R36/38 Irritante per gli occhi e per la cute. R43 - Potrebbe causare sensibilizzazione per contatto cutaneo. R50/53 Molto tossico per gli organismi acquatici; potrebbe causare effetti a lungo termine nell ambiente acquatico. R51/53 Tossico per gli organismi acquatici; potrebbe causare effetti avversi a lungo termine nell ambiente acquatico. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 8

9 Testo completo di Classificazioni riferite Nelle Sezioni 2 e 3 Regno Unito (UK) : Xi Irritante N Pericoloso per l ambiente Riferimenti Epoxy Resins and Curing Agents; Toxicology, Health, Safety and Environmental Aspects (Plastics Europe, maggio 2006). La fornitura di Prospetti di sicurezza è prevista nella Normativa 6 del CHIP (CHIP è l'abbreviazione riconosciuta per Chemicals Hazard Information and Packing Regulations). Questa è un'aggiunta a "Health and Safety" (Salute e sicurezza) nel Work Act del Ulteriori informazioni: Data di creazione del Prospetto di sicurezza:.. 30 gennaio 2013 N. di revisione del Prospetto di sicurezza: A Data di revisione del Prospetto di sicurezza:... n/d Motivo della revisione:... n/d (numero verde negli USA GMT-7.00; N. America, Lun - Ven, dalle 6.00 alle 18.00) (al di fuori degli U.S.A. GMT-7.00; N. America, Lun Ven, dalle 6.00 alle 18.00) (Europa GMT+1.00; Lun - Ven, dalle 8.00 alle MEZ) DISCONOSCIMENTO DI RESPONSABILITÀ: Quanto segue prevale su qualsiasi disposizione nei moduli e nelle lettere della società e negli accordi stipulati da o con 3D Systems Corporation. 3D Systems, Inc. non offre alcuna garanzia, né esplicita né implicita, ivi incluse le garanzie di commerciabilità o di idoneità ad uno scopo particolare, per questo prodotto. Nessuna affermazione o consiglio contenuti nella letteratura sul prodotto devono essere intesi come incitamenti a violare alcun brevetto pertinente, esistente ora o in futuro. In nessun caso 3D Systems, Inc. sarà responsabile di danni accidentali, conseguenti o di altra natura derivanti da asserita negligenza, violazione o garanzia, responsabilità stretta o qualsiasi altra teoria, derivante dall utilizzo o dal trattamento di questo prodotto. L esclusiva responsabilità di 3D Systems, Inc. per qualsiasi richiesta di rimborso derivante dalla produzione, dall utilizzo o dalla vendita dei suoi prodotti sarà per il prezzo di acquisto versato dall acquirente. Il contenuto del presente Prospetto di sicurezza è soggetto a cambiamento senza preavviso. 3D Systems, Inc. consiglia di controllare periodicamente per accertarsi di utilizzare il prospetto di sicurezza più aggiornato. Copyright 2013 di 3D Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. SLA, Accura e il logo 3D sono marchi registrati di 3D Systems, Inc. SDS P/N S12-00-A ITALIAN EU 9

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

2.1 Classificazione della sostanza o della miscela Il prodotto è classificato come pericoloso ai sensi della direttiva 1999/45/CE

2.1 Classificazione della sostanza o della miscela Il prodotto è classificato come pericoloso ai sensi della direttiva 1999/45/CE (Regolamento n 453/2010/UE) Data emissione: 09-05-2005 Numero revisione: 07.13 Data revisione: 07 giugno 2013 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome prodotto 1.3.

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti. 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Nome commerciale : Società : Dow Corning S.A. rue Jules Bordet - Parc Industriel - Zone C B-7180 Seneffe Belgio

Dettagli

: acido 4-Formilfenilboronico

: acido 4-Formilfenilboronico UnaveraChemLab GmbH SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione 04.07.2013 Data di stampa 12.11.2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12.

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELL IMPRESA 1.1 Identificazione della sostanza o preparato -Tipologia Reach : Miscela -Nome commerciale : PROCESS OIL 32-46-68 1.2 Utilizzo : Olio per usi generali

Dettagli

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA TIP TOP

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

: SYLGARD(R) 527 A&B SILICONE DIELECTRIC GEL (PART

: SYLGARD(R) 527 A&B SILICONE DIELECTRIC GEL (PART SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : SYLGARD(R) 527 A&B SILICONE DIELECTRIC GEL (PART A Codice prodotto :

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ESSENZA MIRRA-VANIGLIA PER EMANATORE SANDOKAN

SCHEDA DI SICUREZZA ESSENZA MIRRA-VANIGLIA PER EMANATORE SANDOKAN SCHEDA DI SICUREZZA ESSENZA MIRRA-VANIGLIA PER EMANATORE SANDOKAN 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1. Identificazione della sostanza o del preparato Miscela di oli essenziali

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 dentificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 dentificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Non sono

Dettagli

Classificazione secondo la direttiva 67/548/CE o 1999/45/CE Altamente tossico per gli organismi acquatici.

Classificazione secondo la direttiva 67/548/CE o 1999/45/CE Altamente tossico per gli organismi acquatici. 1. Identificazione della miscela e della società 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della miscela e usi sconsigliati Brillantante per impiego industriale a macchina 1.3.

Dettagli

PYRAMIN DF 1KG. 1. Denominazione della sostanza/preparato e della società. 2. Composizione / Informazioni sugli ingredienti

PYRAMIN DF 1KG. 1. Denominazione della sostanza/preparato e della società. 2. Composizione / Informazioni sugli ingredienti Scheda dei dat Scheda dei dati di Sicurezza Pagina: 1/8 1. Denominazione della sostanza/preparato e della società PYRAMIN DF 1KG Uso: antiparassitario, erbicida Ditta: BASF Italia Spa Divisione Agro Via

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: 10002430, 10002066, 10033113 Numero CAS: 67-68-5 Numeri CE:

Dettagli

3. COMPOSIZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI

3. COMPOSIZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI Pag. 1 di 7 SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA' DENOMINAZIONE COMMERCIALE PRODOTTO: PROCESS OIL NC 100 CODICE PRODOTTO: 4S99 USO O DESCRIZIONE:

Dettagli

SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA . SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA 1 Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome del Prodotto: Foglio numero: 777200 1. 0. 0 Codice del Prodotto: 777200

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: A4972 Numero CAS: 9001-63-2 Numeri CE: 232-620-4 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

Scheda di sicurezza AF-REFL-LIQ-SNGL-SIS CASA AGRUMI&TEVERDE

Scheda di sicurezza AF-REFL-LIQ-SNGL-SIS CASA AGRUMI&TEVERDE Scheda di sicurezza del 18/4/2011, revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1 Identificatore del prodotto Identificazione della miscela: Nome commerciale: Codice

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006 Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Data di compilazione: 31.01.2005 1.1 Identificatore del prodotto Numero CAS: 111211-39-3 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

: Basfoliar 20+20+20 SP

: Basfoliar 20+20+20 SP 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti. 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Nome commerciale : Fornitore : Dow Corning S.A. Parc Industriel - Zone C B-7180 Seneffe Belgio Servizio : Dow

Dettagli

Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido

Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido Questo documento è stato redatto in collaborazione con la Commissione per gli Affari Ambientali di EUROBAT (maggio 2003) ed esaminato dai membri

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza B G 0 1 Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: D1613 Denominazione BG01 Nome

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Flosina B(C.I. 45410) 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA,

Dettagli

PRIM SILICAT CH 10 L KAN

PRIM SILICAT CH 10 L KAN 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Identificazione della sostanza o preparato Uso della sostanza/preparato Identificazione della società/dell'impresa Dipartimento

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

: perma High temp. / Extreme pressure grease SF05

: perma High temp. / Extreme pressure grease SF05 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome del prodotto : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Articolo numero:chr../cosvud../cosvue../ CR../COSVI../TENDERFP Usi pertinenti identificati

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

Scheda di sicurezza ai sensi della direttiva comunitaria 91/155

Scheda di sicurezza ai sensi della direttiva comunitaria 91/155 1 1 Elementi identificativi della sostanza o del preparato e della società/impresa produttrice. - Dati del prodotto Denominazione commerciale: mega-trim Polvere Produttore/fornitore: Megadental Vertrieb

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Data di compilazione: 13.04.2010 Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Catalizzatore Kjeldahl(Se) pastiglie 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/7 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

C.A-L. ITALIA SRL C.A-L. VISION SOL

C.A-L. ITALIA SRL C.A-L. VISION SOL Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/im presa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione 1.2. Pertinenti usi identificati della

Dettagli

SPRING COLOR SRL PRIM. C.S. - PRIMER CENTRI STORICI

SPRING COLOR SRL PRIM. C.S. - PRIMER CENTRI STORICI Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione PRIM. C.S. PRIMER CENTRI STORICI

Dettagli

: perma High temp. grease SF03

: perma High temp. grease SF03 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome del prodotto : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

1. Identificazione della sostanza/del preparato e della società/impresa

1. Identificazione della sostanza/del preparato e della società/impresa 1. Identificazione della sostanza/del preparato e della società/impresa Identificazione della sostanza o preparato Art.-No.: 515 9152, 515 90, 515 927, 515 94, 515 96, 515 941, 515 958, 515 959, 515 965,

Dettagli

1. Identificazione della sostanza/del preparato e della società/impresa

1. Identificazione della sostanza/del preparato e della società/impresa 1. Identificazione della sostanza/del preparato e della società/impresa Identificazione della sostanza o preparato Art.-No 590 285, 590 2842, 590 2859, 590 290, 590 20 Utilizzazione della sostanza/preparato

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: 00511319BT, (4)511310BT, (4)511311BT, (4)511312BT, 511313, 5113130,

Dettagli

SILESTONE. Scheda di Dati di Sicurezza 01 IDENTIFICAZIONE DEL ARTICOLI E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA

SILESTONE. Scheda di Dati di Sicurezza 01 IDENTIFICAZIONE DEL ARTICOLI E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 9ª Versione, data revisione: Dicembre 2013, sostituisce la versione del por luglio 2010. Aggiornato con A.St.A. Europe (Agglomerated Stones Association of Europe) SILESTONE Scheda di Dati di Sicurezza

Dettagli

SPECIFICA TECNICA RISPARMIO CASA FORM 750 ML CLASSICO

SPECIFICA TECNICA RISPARMIO CASA FORM 750 ML CLASSICO SPECIFICA TECNICA RISPARMIO CASA FORM 750 ML CLASSICO FORMATO: Flacone 1 lt bianco in PE TAPPO: blu CODICE E.A.N.: 8033447581230 NATURA: tensioattivi non ionici, tensioattivi cationici, profumo, coloranti,

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza conforme al Regolamento (CE) N. 453/2010

Scheda di dati di sicurezza conforme al Regolamento (CE) N. 453/2010 Antifrogen SOL HT Pagina 1(10) SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome commerciale Antifrogen SOL HT Numero materiale: 232512

Dettagli

Scheda Informativa. 78002 - Copper XS Hi-Temp RTV Silicone. 78002 - Copper XS Hi-Temp RTV Silicone. Reparto Tecnico

Scheda Informativa. 78002 - Copper XS Hi-Temp RTV Silicone. 78002 - Copper XS Hi-Temp RTV Silicone. Reparto Tecnico Pagina n. 1 / 6 Scheda Informativa SEZIONE 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 78002 Denominazione 78002 - Copper XS Hi-Temp

Dettagli

Scheda di sicurezza RISPARMIO CASA CANDEGGINA IN GEL 750ML Scheda di sicurezza del 20/9/2012, revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DELLA

Scheda di sicurezza RISPARMIO CASA CANDEGGINA IN GEL 750ML Scheda di sicurezza del 20/9/2012, revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DELLA Scheda di sicurezza Scheda di sicurezza del 20/9/2012, revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1. Identificatore del prodotto Identificazione della miscela:

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina: 1/5 * SEZONE 1: dentificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 dentificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

DIVERS XYLAC 20 KG EWKA

DIVERS XYLAC 20 KG EWKA 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Informazioni sul prodotto Identificazione della sostanza o preparato Uso della sostanza/preparato Identificazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Secondo 91-155-CEE Pag 1 di 6

SCHEDA DI SICUREZZA. Secondo 91-155-CEE Pag 1 di 6 SCHEDA DI SICUREZZA Secondo 91-155-CEE Pag 1 di 6 Scheda di sicurezza n 871 Revisione: Ottobre 2006 1 - Denominazione del preparato e della Ditta DRY PERC Ditta: Clean Life s.r.l. via Tommaso Piroli 22

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 / ISO 11014

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 / ISO 11014 Pagina: 1/6 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Articolo numero: 203086 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH)

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH) Data di revisione: 2008 04 29 Versione: 3.0 1. Identificazione del preparato e della società produttrice Prodotto otto: ZytoDot CISH 2C Probe Kit Codice prodotto: C-3022 Applicazi zione one: Solo per uso

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza ANTARLO COMPLET Presidio Medico Chirurgico n 18563 Pagina n. 23 45 67 1 / 07 Scheda Dati di Sicurezza 5.2. 10.5. PROTEZIONE Marine 8. Pericoli Handling Materiali Contiene: Pollutant. speciali Chemical

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

Kit Components. IPTG, Dioxane Free, 5gm

Kit Components. IPTG, Dioxane Free, 5gm 07/30/2014 Kit Components Product code V3951 Components: V395 Description IPTG IPTG, Dioxane Free, 5gm IPTG Pagina: 1/6 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006 Pagina: 1/7 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Data di compilazione: 26.10.2009 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: 9006.0137 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: 56Z011898, 56P011820 Numero CAS: 7681-11-0 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA IDENDEN GENERAL PURPOSE AEROSOL ADHESIVE 10-500

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA IDENDEN GENERAL PURPOSE AEROSOL ADHESIVE 10-500 Data ultima revisione June 2014 1 / 7 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA IDENDEN GENERAL PURPOSE AEROSOL ADHESIVE 10-500 SEZIONE 1: IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1.

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 Ref:sd14_EnamelPlusTempPolvere GDF.pdf 1 dentificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Dati del prodotto Articolo numero: TEMP.. Utilizzazione della Sostanza / del Preparato

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI SILICONEML140

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI SILICONEML140 Scheda di sicurezza del 12/9/2014, revisione 2 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Identificazione della miscela: Nome commerciale:

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Gasolio

SCHEDA DI SICUREZZA Gasolio Data di emissione: 30/11/2008 Revisione 0 del 30/11/2008 1 Identificazione del prodotto e della società Nome del prodotto : GASOLIO Numero CAS: 68334-30-5 Impiego: carburante per motori a combustione interna,

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

Scheda di Dati di Sicurezza

Scheda di Dati di Sicurezza Pagina n. 1/10 Scheda di Dati di Sicurezza SEZIONE 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione 1.2. Pertinenti usi identificati

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1.1 Identificatore del prodotto SCHEDA DATI DI SICUREZZA id Quant Pesticide Standard B1 SEZIONE 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Nome prodotto id Quant Pesticide

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Conforme a 91/155/CEE, modifica 2001/58/CE Italia 1. SCHEDA DATI DI SICUREZZA 2X HiRPM Hybridization Buffer, 25 ml. Agilent Part Number 51900403 Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

CANDEGGINA PRIM ML.2000 CONFEZIONE DA PZ.8

CANDEGGINA PRIM ML.2000 CONFEZIONE DA PZ.8 Tel. 041.56.76.041 Fax. 041.89.44.178 mistretta-delorenzi@libero.ti www.mistrettasrl.com SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE CANDEGGINA PRIM ML.2000 CONFEZIONE DA PZ.8 Tipo confezione: Tappo: Codice di Vendita:

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Conforme a Reg. (CE) 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA Conforme a Reg. (CE) 453/2010 2/09 18.10.2011 4 RLAB DG RLAB 1 di 7 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Identificazione del preparato: Nome commerciale ALCOOL ETILICO DENATURATO 90 AMACASA / Prim / LINDOR

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/7 * SEZONE 1: dentificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 dentificatore del prodotto Denominazione commerciale: ADOFX 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

DRY PERC - SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA - secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 DRY PERC

DRY PERC - SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA - secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 DRY PERC DRY PERC - Nome del prodotto : DRY PERC - Nome Chimico : Tetracloroetilene - Sinonimi : Tetracloroetene, PERCLOROETILENE - Formula bruta : C2Cl4 - Formula di struttura : CCl2=CCl2 - Numero di registrazione

Dettagli

Kemno S.a.s Viale Lavoratori Autobianchi, 1 20033 Desio (MB) Tel.0362/62 44 75 Fax.0362/63 22 32 P.I.04628150965 e-mail: office@kemno.

Kemno S.a.s Viale Lavoratori Autobianchi, 1 20033 Desio (MB) Tel.0362/62 44 75 Fax.0362/63 22 32 P.I.04628150965 e-mail: office@kemno. - Identificazione preparato e società produttrice 1.1 - Denominazione Commerciale: KEM SOL C 1.2 - Ditta Produttrice: KEMNO S.A.S. Via Lavoratori Autobianchi, 1 20033 DESIO (MB) 1.3 - Numero telefonico:

Dettagli

UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI

UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI POSTER con 10 consigli inclusi UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI nella gestione dei solventi in collaborazione con ESIG European Solvents Industry Group (ESIG) è un associazione che rappresenta i principali

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 / ISO 11014

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 / ISO 11014 4.0.2 Pagina: 1/6 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Categoria

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

Commissione europea. DG Occupazione, affari sociali e pari opportunità. Unità F.4. Redazione completata nel giugno 2005

Commissione europea. DG Occupazione, affari sociali e pari opportunità. Unità F.4. Redazione completata nel giugno 2005 LINEE DIRETTRICI PRATICHE DI CARATTERE NON OBBLIGATORIO SULLA PROTEZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DEI LAVORATORI CONTRO I RISCHI CONNESSI CON GLI AGENTI CHIMICI SUL LAVORO (Articoli 3, 4, 5, 6 e

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/12 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Articolo numero: 00891542 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Stogit Stoccaggi Gas Italia S.p.A.

Stogit Stoccaggi Gas Italia S.p.A. Stogit Stoccaggi Gas Italia S.p.A. Sede Operativa di Crema (CR) CENTRALE STOCCAGGIO GAS DI CORTEMAGGIORE (PC) SCHEDA INFORMATIVA SUI RISCHI D INCIDENTE RILEVANTE PER I CITTADINI ED I LAVORATORI ai sensi

Dettagli

Orientamenti sulla compilazione delle schede di dati di sicurezza

Orientamenti sulla compilazione delle schede di dati di sicurezza ORIENTAMENTI Orientamenti sulla compilazione delle schede di dati di sicurezza Versione 2.0 Dicembre 2013 2 Orientamenti sulla compilazione delle schede di dati di sicurezza Versione 2.0 Dicembre 2013

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

K3-CL sgrassante alcalino schiumogeno cloro-attivo per industrie agro-alimentari

K3-CL sgrassante alcalino schiumogeno cloro-attivo per industrie agro-alimentari K3-CL sgrassante alcalino schiumogeno cloro-attivo per industrie agro-alimentari Scheda di sicurezza del 01/01/2013, revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Proprietà': alto

Dettagli

Guida alla compilazione delle schede di sicurezza Versione 1.1 Dicembre 2011. Guida alla compilazione delle schede di dati di sicurezza

Guida alla compilazione delle schede di sicurezza Versione 1.1 Dicembre 2011. Guida alla compilazione delle schede di dati di sicurezza Guida alla compilazione delle schede di dati di sicurezza Versione 1.1 Dicembre 2011 AVVISO LEGALE Il presente documento contiene una serie di orientamenti sul regolamento REACH, che spiegano gli obblighi

Dettagli

Recuperare energia dai

Recuperare energia dai Recuperare energia dai rifiuti del tabacco Riduzione dell impatto ambientale e sanitario delle cicche di sigaretta e produzione di energia mediante pirogassificazione Raffaella Uccelli- Ricercatore ENEA

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Art.-No. 505 0196, 505 407, 505 4051, 505 9010, 505 9018, 505 9025, 505 902, 505 906,

Dettagli

UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA LA VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA DEL PRODOTTO COSMETICO FINITO Andrea Tarozzi Dipartimento di Farmacologia - Facoltà di Farmacia Seminario PER FARE DELLA BELLEZZA

Dettagli

Guida introduttiva al regolamento CLP

Guida introduttiva al regolamento CLP Guida introduttiva al regolamento CLP Il regolamento CLP è il regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, all etichettatura e all imballaggio delle AVVISO LEGALE Il presente documento

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Scheda di dati di sicurezza Dow AgroSciences Italia s.r.l. Scheda di Sicurezza secondo il Regolamento (CE) N. 453/2010 Nome del prodotto: Reldan 22 Dow AgroSciences Italia s.r.l. vi incoraggia a leggere

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

: LANNATE 20 SL. SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA in conformità con la Regolamentazione (CE) No 1907/2006 e 453/2010

: LANNATE 20 SL. SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA in conformità con la Regolamentazione (CE) No 1907/2006 e 453/2010 Questa Scheda di Data di Securizza è conforme agli standars e prerequisiti regolamentari dell'italia e può non essere conforme ai requisiti regolamentari di altri paesi. SEZIONE 1: Identificazione della

Dettagli

La classificazione dei rifiuti: indicazioni pratiche e novità dal 1 giugno. Luca Spinelli Theolab spa

La classificazione dei rifiuti: indicazioni pratiche e novità dal 1 giugno. Luca Spinelli Theolab spa La classificazione dei rifiuti: indicazioni pratiche e novità dal 1 giugno Luca Spinelli Theolab spa Milano, 15 aprile 2015 Le novità dall Europa I 2 nuovi provvedimenti UE «Regolamento (UE) n. 1357/2014

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli