Scaricato da: DAL GIUSNATURALISMO AL GIUSPERSONALISMO di G. Limone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scaricato da: www.formazione.forumcommunity.net. DAL GIUSNATURALISMO AL GIUSPERSONALISMO di G. Limone"

Transcript

1 DAL GIUSNATURALISMO AL GIUSPERSONALISMO di G. Limone PARTE I VICO E GROZIO Nella sua autobiografia Vico esprime gratitudine a Grozio, il fatto per Fassò risulta curioso in quanto Vico oppositore del Giusnaturalismo prova ammirazione per colui che del giusnaturalismo fu il padre. Tale paradosso è giustificabile in quanto non di rado molti autori sviluppano le proprie teorie a partire dal confronto con altri autori, e nel caso di Vico e Grozio, seppur l orientamento filosofico generale è differente, si rilevano dei tratti comuni. Attraverso una profonda interpretazione delle opere del Vico è possibile cogliere quegli aspetti che si presentano incongruenti con il momento storico in cui sono stati elaborati (storicismo). Questo gioco dei palinsesti (manoscritti pergamenacei in cui il testo originario veniva sostituito con un altro), mostra in maniera evidente che per capire realmente il messaggio di un autore bisogna analizzare profondamente i suoi contenuti e leggere tra le righe quei significati meno appariscenti ma che spesso nascondono realtà incompatibili con il contesto storico vissuto dall autore. Pertanto una corretta analisi deve essere effettuata in base al principio dell opposizione reale con cui si colgono tutti i significati reconditi piuttosto che limitarsi al principio logico di non contraddizione che fornisce una visione limitata e superficiale. Il testo a cui si fa riferimento per analizzare questo insolito rapporto tra Vico e Grozio è il DE IURE AC PACIS del Grozio, in cui questo autore analizza i concetti di guerra e diritto. Infatti per Grozio la guerra si presenta come violazione dei diritti, ma il diritto naturale in quanto universale non può mai venire meno, neanche in caso di guerra, ed esso è l unica autorità a cui ci si può rimettere. Anche per De Santctis la guerra non è incompatibile con il diritto, in quanto seppure mediante i conflitti essa porta all emergere del diritto, inteso come principio universalmente valido. Vico per diritto naturale intende quell insieme di norme, che tenendo a bada gli impulsi bestiali, rendono possibile agli uomini di riunirsi in comunità e alla comunità di sopravvivere; il diritto naturale per Vico è agente in ogni momento della storia umana, egli ha una visione relativistica del diritto naturale, infatti in relazione al concetto di corsi e ricorsi storici con cui intende il ritorno della storia sui suoi passi, egli considera che il diritto o è dettato dalla divinità, o dalla forza disciplinata o dalla ragione, ma non è cosa che muta la sua sostanza fondamentale, per cui può cambiare la sua forma pur restando naturale. Pertanto Vico parla di conatus, quale tendenza delle cose a tornare al loro stato naturale, e fa l esempio della verga che per quanto incurvata oltre il suo stato tenderà sempre a riacquistarlo. In definitiva, Vico e Grozio esprimono un identico concetto di natura inteso come orizzonte comune in cui si svolgono tutte le vicende umane e da cui emerge il diritto naturale, che per Grozio emerge in seguito all evento guerra e per Vico si presenta nello sviluppo della storia umana. Inoltre Vico parla di teoria della PROVVIDENZA, la quale oltre che teoria del senso della storia, è anche teoria del limite dell'uomo e della sua coscienza. Dove per limite dell uomo egli considera la CATASTROFE, quale tendenza a superare e negare i confini della propria natura; ma la Natura quale Provvidenza, di provenienza divina, interviene a suscitare, a correggere e a direzionare le azioni

2 degli uomini. Al contrario la coscienza degli uomini è rappresentata dal PUDORE, quale consapevolezza e rispetto dei limiti della natura umana, dei confini oltre i quali avvengono le catastrofi. DAL CONTRATTO SOCIALE AI DIRITTI E DOVERI Per il Giusnaturalismo, il contratto sociale è un patto tra governanti e governati che implica precisi doveri per ambedue le parti. Su di esso si fonda la società civile, ossia quella forma di vita in comune e ordinata che va a sostituire l instabile e pericoloso stato di natura. Tuttavia, per Grozio e Purfendorf potevano essere oggetto del contratto sociale anche le libertà fondamentali dell uomo, in questo modo essi giustificavano l esistenza delle più svariate limitazioni della libertà, finanche la schiavitù e la servitù della gleba (tipiche dell assolutismo Illuminato della loro epoca). Successivamente, Rousseau precisò che le libertà fondamentali dell uomo erano inalienabili e pertanto, non potevano essere oggetto del contratto sociale. Sulla base di questo pensiero andò sempre più affermandosi l idea dell esistenza di diritti inalienabili dell individuo. Oggi all individuo vengono riconosciuti, quantomeno in tutti i sistemi democratici, diritti fondamentali e inalienabili. Ad essi sono ovviamente sempre connessi i doveri poiché ogni uomo deve rispettare i diritti degli altri così come pretende che vengano rispettati i suoi. In questo senso si parla di DIGNITA DELL UOMO. Essa si presenta in modo quasi paradossale, sia come diritto che come dovere: diritto al rispetto e dovere di rispetto che l uomo ha verso sé stesso e verso gli altri, intesi come singolo e come collettività. PARTE II DAL DIRITTO AI DIRITTI Il termine giusnaturalismo risulta equivoco, in quanto come diritto di natura può far riferimento a forza, istinti sentimento o ragione. Ma il GIUSNATURALISMO MODERNO è inteso come diritto naturale fondato sulla ragione e pertanto definibile anche giusrazionalismo. Allo stesso modo è equivoco il termine GIUSPOTISIVISMO poiché allude al diritto positivo, e pertanto può rappresentare l ordinamento giuridico di uno Stato o il potere di un autorità sovrana. Secondo Kelsen il giupositivismo rappresenta un giusnaturalismo della forza, poiché il diritto positivo serve a organizzare la forza e la violenza. Tuttavia tale diritto di forza oggi è messo in crisi dai fenomeni della globalizzazione e delle organizzazioni sovranazionali che riducono la forza degli stati, ma soprattutto dal RICONOSCIMENTO dei DIRITTI FONDAMENTALI DELL UOMO, che hanno rilevanza statale e sovrastatale, in quanto considerati al di sopra di ogni altro diritto.

3 DIRITTO ALLA SALUTE il diritto alla salute è un esempio di diritto fondamentale dell uomo. Esso riguarda la società nel suo insieme inteso come bene sociale a salvaguardia dell individuo, della comunità, delle generazioni future tutelando la salute come "uno stato di completo benessere fisico, mentale, sociale. Pertanto esso è riconosciuto dall O.N.U. nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (1948), come diritto alla salute e al benessere proprio e della famiglia, con particolare riferimento alla maternità e all infanzia; è riconosciuto dalla Costituzione Italiana come tutela del singolo e della collettività che garantisce cure gratuite agli indigenti. MODELLI TEORICI E PROFILI DI CONTRADDIZIONE Attraverso alcuni modelli teorici è possibile spiegare e superare le contraddizioni che possono emergere dall analisi dei diritti fondamentali. Si pensi ad esempio alle due favole di Alice, scritte da logico e matematico proprio per indicare e superare, con l aiuto del fantastico, quelle contraddizioni del nostro tempo che non riusciamo più a vedere o che diamo per risolte. Si fa riferimento a 7 profili di contraddizione: 1. FRA ETICA ed ECONOMIA la contraddizione in questo caso è stata creata dalle scienze che si occupano di questi due concetti, in base alle quali: l economia tende all utile e l etica alla razionalità universale e al dovere. Tuttavia se si fa riferimento, invece di considerare acriticamente le definizioni scientifiche, si fa riferimento ai rapporti sociali regolati da queste scienze, si può ben notare che non vi è contraddizione poiché entrambe sono parti della vita. Il diritto pertanto ha il compito di regolare i rapporti tra di esse, stemperando le tensioni e completandole a vicenda, in tal modo esso può superare l apparente contrasto tra le due. Tuttavia nella nostra epoca si assiste a due paradossi. Il primo definito dalla globalizzazione che seppure ci spinge a maggiori contatti sociali, non fa altro che accrescere le diseguaglianze tra soggetti con la sua sfrenata competizione. Il secondo (conseguenza del primo) vede l indebolimento dell etica a favore dell economia, in una società in cui l individuo è spinto dal proprio utile perdendo di vista gli altri. WEBER considera il diritto pura razionalità e quindi in alcun modo soggetto all etica che rischierebbe di indebolirlo e deformalizzarlo. Per cui etica e diritto dovrebbero essere nettamente separati. HABERMAS considera il diritto fondato su argomentazioni razionali e pertanto soggetto all etica, (critica l impostazione di Weber). Egli ritiene che il diritto moderno abbia trasformato i valori etici in procedura giuridica, e che essi possano essere oggetto di dibattito pubblico quale controllo sulle istituzioni rappresentative, ormai incapaci di auto controllarsi. Tuttavia l etica ridotta a procedura perde la sua autorità e non è più in grado di imporre il rispetto dei diritti fondamentali.

4 2. FINE DI UN INCANTO LOGICO: IL MONDO DEL GIURISTA KELSEN ha teorizzato l idea di Stato come immagine dell unità dell ordinamento giuridico (definita incanto del giurista ), e pertanto egli ritiene che all interno dello stesso ordinamento non possano esistere due norme contraddittorie. Questa idea dell unità dello Stato è venuta meno col diffondersi di unità sovranazionali, provocando spesso contrasti con i singoli ordinamenti nazionali (conflitti fra Carte Costituzionali, fra diritti e/o loro interpretazioni e applicazioni). Questi contrasti non rappresentano una contraddizione logica, che riguarda enti logici e fa cadere uno dei due termini; ma si tratta di una OPPOSIZIONE REALE, che consente ad entrambe i termini di esistere contemporaneamente. Tale conflitto negli ordinamenti sovranazionali sarà risolto da un autorità reale che assumerà le necessarie decisioni. 3. FRA PRINCIPI E REGOLE per DWORKIN, a differenza di Hart, il giurista quando applica il diritto, non si limita all applicazione di regole ma anche di principi. Con la differenza che le mentre le regole hanno contenuto esclusivamente giuridico, i principi, oltre al contenuto giuridico, presentano dei valori morali che il giurista deve bilanciare con gli eventuali valori morali contrapposti. 4. FRA DIRITTI E INTERESSE GENERALE per DWORKIN un eventuale contrasto tra interesse generale e diritti fondamentali debba essere risolto a favore dei secondi. Infatti, un diritto fondamentale può essere limitato solo da un altro diritto fondamentale concorrente. Mentre l interesse generale, tutelando il bene comune, deve necessariamente tutelare i diritti fondamentali; petanto il diritto del singolo diventa bene comune. 5. FRA RAGIONE E DEMOCRAZIA per HABERMAS le democrazie moderne sono diventate irrazionali, in quanto i politici che promulgano le leggi sono sempre più interessati a tutelare il proprio bene che quello comune. Questo contrasto tra ragione e democrazia, Habermas lo risolve attraverso il dibattito pubblico quale strumento di controllo del potere politico. Tuttavia riducendo la democrazia a sola procedura, egli non coglie l importanza dei diritti fondamentali dell uomo quali principi razionali della democrazia, quali unici strumenti che limitano gli abusi dei politici. 6. FRA DIRITTI DICHIARATI E DIRITTI INTERPRETATI l Unione Europea riconosce validi i diritti fondamentali garantiti dalla Convenzione di Roma del 1950 ed emergenti dalle tradizioni costituzionali comuni degli Stati membri. Tuttavia il richiamo alle tradizioni comuni è troppo generico e non basta a garantire una comune interpretazione dei diritti fondamentali. 7. FRA DIRITTI FONDATI E DIRITTI FONDANTI i diritti fondamentali sono anche fondanti, in quanto costituiscono la base del sistema. Per questo i diritti fondamentali sono al di sopra di ogni diritto, compreso quelli legati alla libertà di sviluppo economico e di mercato (libertà di mercato). Pertanto il sistema democratico liberale è legittimato dai diritti fondamentali, che pertanto sono considerati supremi, e in base ai quali ci si può tutelare dalle degenerazioni.

5 In questa prospettiva, l idea del diritto fondamentale mostra uno spessore filosofico forte, da esaminare sotto molti punti di vista: a. È la centralità del singolo rispetto all ordinamento democratico b. Rappresenta la garanzia contro ogni arbitrio dello Stato c. Tutela ogni individuo inteso come persona diversa da tutte le altre ma, allo stesso tempo, garantisce il fondamentale diritto di uguaglianza di tutti di fronte alla legge d. I sistemi giuridici basati sul rispetto dei diritti fondamentali non subiscono degenerazioni e falsificazioni e. I diritti fondamentali, in quanto riconosciuti a tutti gli individui, fanno anche parte del concetto di interesse generale, del bene comune. 2 contraddizioni: RIVOLUZIONE FRANCESE Se si considera la Dichiarazione dei diritti fondamentali dell uomo e del cittadino del 1789, stilata durante la rivoluzione francese, in cui tutti gli uomini sono dichiarati liberi e uguali; si può cogliere un evidente contraddizione in quanto alcuni uomini erano più liberi di altri. Infatti solo ai più ricchi veniva consentito di eleggere ed essere eletti direttamente dai propri rappresentanti, pagando salate imposte. È evidente che tra la teoria e la sua applicazione ci possono essere delle differenze. CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL UNIONE EUROPEA l articolo 51 consente quelle limitazioni ai diritti fondamentali che siano necessarie a tutelare meglio l interesse generale. Si tratta di un gravissimo errore giuridico, in quanto i diritti fondamentali tutelando i cittadini vegliano anche sull interesse generale e quindi non possono configgere con esso. Seppure si ammettesse tale conflitto essi prevalrebbero sempre poichè garantendo il rispetto della dignità umana essi sono alla base della democrazia. DAL GIUSNATURALISMO AL GIUSPERSONALISMO I diritti fondamentali si possono definire come quei diritti capaci di prevalere anche sulle leggi, in quanto fondati su di un importante substrato etico: il RISPETTO DELLA DIGNITA DI OGNI ESSERE UMANO. Per diffondere nel mondo la cultura dei diritti fondamentali, infatti, è necessario ripensare la società ed il diritto alla luce del valore della PERSONA e non solo sulla ragione. In altri termini, sono maturi itempi per par passare dal giusnaturalismo al GIUSPERSONALISMO. Per realizzare questo passaggio è necessario, prima di tutto, delineare un concetto di uomo inteso come individuo distinto e diverso da ogni altro, per poi passare alla sua idea universale. La persona infatti è sia il singolo individuo che la sua idea; contiene e sintetizza i concetti di individuale e universale; è sia l uomo concreto che l idea universale di uomo in esso contenuta. IL celebre giudizio riflettente che KANT utilizza nella formulazione dell imperativo categorico (agisci in modo da trattare l umanità che è in te e negli altri come un fine e mai come un semplice mezzo) può essere utile a delineare questa idea di persona. Esso consente di rintracciare nell umanità che è in ogni uomo e che

6 ogni uomo avverte concretamente, un idea universale di umanità che coincide con quella dignità dell uomo che è alla base etica dei diritti fondamentali ed è degna di rispetto universale. Passare dal giusnaturalismo al giuspersonalismo, quindi, significa porre la persona concreta, il singolo individuo con i suoi diritti fondamentali, la sua dignità, al centro dei moderni sistemi democratici. (liberazione delle risorse della persona). Tuttavia alla liberazione delle risorse della persona consegue la necessità di individuare dei limiti da imporre all azione di ogni potere e di ogni uomo a tutela della stessa persona e dei suoi diritti fondamentali. PARTE III IL PARADOSSO DEL SACRO Nell ambito della discussione sulla persona è necessario partire dalla filosofia personalistica di ROSMINI,con la quale spiega le caratteristiche della persona. Egli pone al centro del suo pensiero il concetto di essere ideale inteso come consapevolezza di esistere innata in ogni uomo, essa è idea universale e oggettiva e pertanto promana da Dio, è quindi qualcosa di divino presente nell uomo; quindi non può derivare dai sensi, in quanto essendo essi soggettivi sono limitati. In questo senso i diritti della persona sono da considerarsi inalienabili in quanto appartenenti quell essere ideale inteso come razionalità innata, trascendente e presente in ogni uomo. SENSO DEL SACRO Per capire il senso del sacro bisogna tenere conto della soglia che separa la libertà dell uomo dalla sacralità di Dio. Infatti l uomo può fare esperienza della sacralità divina ma non può modificarla. Questo confine segna il limite della libertà e del potere umano e impone il rispetto del sacro. Questo concetto nasce da quello che può sembrare un paradosso, ovvero che la libertà nasce dalla rivolta del sacro e il sacro nasce dalla rivoltà della libertà, paradosso spiegabile con due miti: M. PROMETEO Prometeo dopo aver rubato il fuoco agli dei e datolo agli uomini, viene imprigionato da Zeus. Egli ha rivelato agli uomini il segreto degli dei e pertanto li plasma a loro immagine. il mito spiega la volontà dell uomo di ribellarsi a Dio perché vuole essere come lui, appropriarsi della libertà di scelta tra bene e male, della conoscenza, della libertà. Tuttavia egli ribellandosi a dio cade nel peccato, perde i suoi privilegi, si allontana da Dio e conosce la sofferenza. M. GOLEM mito ebraico secondo cui due uomini attraverso i principi cabalistici creano un altro uomo sulla cui fronte scrivono Dio è verità. Il golem, appena creato, con un coltello corregge la scritta in Dio è morto il mito spiega la scienza moderna che vuole emulare Dio costringendoci

7 ad abbandonare l idea di sacralità divina. In questo modo non muore solo Dio ma l uomo stesso, privato del senso del sacro a favore di un malinteso concetto di libertà. Nell epoca storica attuale, dominata dalla scienza, il senso del sacro sembra essere scomparso. In realtà esso si nasconde nei limiti della tecno scienza umana. Infatti con il progredire della scienza si assiste ad un processo inaspettato ovvero diminuisce la prevedibilità dei suoi effetti, più aumenta la potenza dell uomo più diminuisce la sua sicurezza. (bomba atomica, nucleare, esperimenti genetici, ecc.). la scienza che credeva di rinnegare il sacro, induce invece a riscoprirlo nel comune senso dei propri limiti, della propria impotenza, che lega tutti gli uomini. Il sacro in questo senso ci conduce alla nostra fragilità, la fragilità della condizione umana, che nulla può di fronte ad una Natura, quella sacra, più grande di lui. Il sacro viene interpretato dagli uomini dagli uomini come comune stato emozionale (paura, meraviglia, pietà) di fronte alla consapevolezza della propria fragilità, tuttavia esso ci rende consapevoli della nostra libertà e dei suoi limiti. ASSI DEL SACRO: la PERSONA Il concetto di sacro si fonda su tre elementi costitutivi della persona, definiti luoghi : 1. UNICITA la persona è unica poiché radicalmente distinta da ogni altra. L uomo in quanto persona è originale e irripetibile. GIOBBE Giobbe uomo giusto ed innocente,viene inspiegabilmente colpito da indicibili sventure (provocazione di satana a Dio, che agisce col permesso di quest ultimo). Giobbe perde progressivamente richezza, famiglia, posizione sociale, salute. Egli pertanto ridotto alla disperazione si rivolge al suo Dio, chiedendo il perché di questa punizione. Si intravede in Giobbe l unicità della persona col suo bagaglio di esperienze e di dolore che lo rendono diverso da tutti. Di fronte alla disperazione di ciò che sa capire l uomo si rivolge a Dio, unica ancora della sua salvezza, di fronte al sacro egli comprende la sua fragilità. 2. LEGAME riscoperta dell altro come bisogno di solidarietà e condivisione. PICCOLO PRINCIPE una favola moderna che ci fa cogliere la necessità del legame fra le persone. Il piccolo principe, giunto sulla terra, viene colto da una profonda delusione nel vedere che le rose somigliano al fiore che aveva con sé e che considerava unico. Intanto compare una volpe e il piccolo principe le chiede di giocare. La risposta della volpe è che non essendo addomesticata ella non può giocare, e solo quando le cose sono addomesticate nel senso che le si considera importanti allora ci si prende cura di loro. Pertanto anche la rosa, seppure uguale a tante altre, diventa unica agli occhi del principe. L esperienza della vita che ci fa cogliere la nostra unicità ed i nostri limiti, ci

8 fa cogliere anche l importanza delle relazioni con gli altri uomini, a cui ci lega la medesima condizione. 3. PROFONDITA la profondità della persona è data dalle sue possibilità, dai sui talenti, indipendentemente dal fatto che abbia scelto o meno di svilupparli durante la vita. La profondità dell uomo quindi si può cogliere considerando l uomo nei suoi molteplici aspetti e nelle sue mille sfaccettature, non solo in base agli eventi cronologici della sua storia, ma come egli l ha vissuta, il significato che le ha dato. CONSIDERAZIONI FINALI Dai tre elementi costitutivi della persona (unicità, legame e profondità) nascono i diritti fondamentali, cioè essere rispettati, relazionarsi agli altri e non essere oggetto di pregiudizi. I diritti fondamentali sono sacri perché tutelano la persona e la sua dignità, rappresentano il vero senso del sacro e del bene comune. Il sacro quindi dev essere considerato come dignità della persona e, in quanto bene comune, rappresenta la base teorica del giuspersonalismo. La società moderna attraverso la ragione ha tentato di liberarsi di questa idea del sacro. Tuttavia in tal modo ha giustificato numerose manifestazioni o fedi, fondate appunto sulla razionalità, che sono state il fondamento del giusrazionalismo. Oggi si sente l esigenza di ripristinare la dignità della persona, che nella nostra epoca è stata persa di vista, e in tale ottica il sacro deve riassumere il suo ruolo di dignità.

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Costituzione e federalismo: le ragioni di una trasformazione

Costituzione e federalismo: le ragioni di una trasformazione Costituzione e federalismo: le ragioni di una trasformazione (Giuseppe Duso) Dal momento che l incontro di oggi vuol essere innanzitutto un omaggio alla costituzione e al ruolo che essa ha avuto nell uscire

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET Testo elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri in Internet costituita presso la Camera dei deputati (Bozza) PREAMBOLO Internet ha contribuito in maniera

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Tutto mi va storto perché il mondo ce l ha su con me Tutto mi va storto perché io sono sbagliato Se mi guardo intorno, se provo a

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Il concetto di sfera pubblica viene introdotto dal sociologo tedesco Jurgen Habermas

Il concetto di sfera pubblica viene introdotto dal sociologo tedesco Jurgen Habermas Il concetto di sfera pubblica viene introdotto dal sociologo tedesco Jurgen Habermas Con questo termine si identifica lo spazio pubblico, diverso dallo Stato, creato all interno dei café francesi dell

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

ALLEGATO SISTEMA DI RELAZIONI TRA CODICI, PER CIASCUN CODICE

ALLEGATO SISTEMA DI RELAZIONI TRA CODICI, PER CIASCUN CODICE ALLEGATO SISTEMA DI RELAZIONI TRA CODICI, PER CIASCUN CODICE ACQUISIZIONE/POSSESSO GIURIDICO DELLA CITTADINANZA benessere cittadinanza prestazionale civiltà con valenza inclusiva

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Traduzione 1 Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Conclusa a Parigi il 20 ottobre 2005 La Conferenza generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite

Dettagli

Capitolo primo La governance: che cos è?

Capitolo primo La governance: che cos è? Capitolo primo La governance: che cos è? 1. Definire la governance Governance è un termine mutuato dall inglese e se volessimo darne una definizione in italiano facendoci aiutare da un dizionario scopriremmo

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Paolo Ferrario, Dispensa didattica n. 2: SCHEMI DI ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI: IL MODELLO STATO E MERCATO 15 marzo 2011

Paolo Ferrario, Dispensa didattica n. 2: SCHEMI DI ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI: IL MODELLO STATO E MERCATO 15 marzo 2011 MODELLO STATO E MERCATO, 15 Marzo 2011 1/12 Paolo Ferrario, Dispensa didattica n. 2: SCHEMI DI ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI: IL MODELLO STATO E MERCATO 15 marzo 2011 FATTORI (O VARIABILI, O COMPONENTI

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Facoltà di assolvere da tutte le censure non riservate e non dichiarate L.V.D. XCI (2000) pp. 127-131 per tutto l anno Santo L anno giubilare in corso ha come

Dettagli

2. La struttura formale del problema dell essere.

2. La struttura formale del problema dell essere. Indice Introduzione... 7 2. La struttura formale del problema dell essere.... 9 7. Il metodo fenomenologico della ricerca.... 14 7(c). Il concetto preliminare di fenomenologia... 16 8. Schema dell opera...

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società

Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società Cosa è la sociologia? Rispetto alle altre scienze sociali Soluzione gerarchica Soluzione residuale Soluzione formale Soluzione gerarchica A. Comte

Dettagli

Insieme con gli altri nella città degli uomini. La lezione di Bruno Schettini. di Rocco Pititto

Insieme con gli altri nella città degli uomini. La lezione di Bruno Schettini. di Rocco Pititto Insieme con gli altri nella città degli uomini La lezione di Bruno Schettini di Rocco Pititto Brevi vivens tempore, explevit tempora multa Sap 4,13 1. Tra biografia e storia: il profilo umano di uno studioso

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Scheda n.?? Traccia dell intervento di Mauro Magatti

Scheda n.?? Traccia dell intervento di Mauro Magatti Scheda n.?? I VOLTI DI UN TERRITORIO CHE CAMBIA Traccia dell intervento di Mauro Magatti 1 Voglio tenere l equivoco contenuto nel titolo, che mi sembra fecondo: si parla del volto del territorio che cambia

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

pensiero incentrato sui «fondamenti spirituali della vita contemporanea», e cioè su quella «sostanza europea» che è al centro della riflessione dell

pensiero incentrato sui «fondamenti spirituali della vita contemporanea», e cioè su quella «sostanza europea» che è al centro della riflessione dell Jan Patočka, Cristianesimo e mondo naturale e altri saggi, introduzione e traduzione di Riccardo Paparusso, postfazione di Giancarlo Baffo, Roma, Lithos, 2011, pp. 172 di Caterina Di Fazio Il volume curato

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

1 Il criterio Paretiano e la "Nuova economia del Benessere"

1 Il criterio Paretiano e la Nuova economia del Benessere 1 Il criterio Paretiano e la "Nuova economia del Benessere" 1.1 L aggregazione di preferenze ordinali inconfrontabili e il criterio di Pareto L aggregazione delle preferenze individuali è problematica

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

L immigrazione in Italia è un fenomeno

L immigrazione in Italia è un fenomeno pubblicazioni Nursing e culture altre Tratto dalla Relazione al 5 0 Congresso Nazionale della Società italiana di medicina tropicale e delle migrazioni (SIMET-SIMVIM) settembre 2005 - Brescia Laura Aletto,

Dettagli

La LEADERSHIP nei piccoli gruppi. RUOLI e STATUS LE DIFFERENZE DI STATUS

La LEADERSHIP nei piccoli gruppi. RUOLI e STATUS LE DIFFERENZE DI STATUS La LEADERSHIP nei piccoli gruppi Uno degli aspetti più studiati nella dinamica di gruppo è, probabilmente, la leadership, vale a dire l esercizio del comando, la funzione di guida che una persona assume

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Dell'incertezza nelle attività umane e delle conseguenze nefaste della sua eliminazione attraverso il dirigismo statale

Dell'incertezza nelle attività umane e delle conseguenze nefaste della sua eliminazione attraverso il dirigismo statale Dell'incertezza nelle attività umane e delle conseguenze nefaste della sua eliminazione attraverso il dirigismo statale Introduzione Questo saggio si pone come finalità la discussione di una citazione

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

CONVENZIONE CONTRO LA TORTURA E ALTRE PENE O

CONVENZIONE CONTRO LA TORTURA E ALTRE PENE O Pubblicazioni Centro Studi per la Pace CONVENZIONE CONTRO LA TORTURA E ALTRE PENE O TRATTAMENTI CRUDELI, INUMANI O DEGRADANTI Conclusa a New York il 10 dicembre 1984 Gli Stati Parte della presente Convenzione,

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli