PROGRAMMA ANNUALE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA ANNUALE 2013"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO STATALE LORENZO MOSSA Via Campidano OLBIA (OT) - Tel Fax Codice scuola SSPS05000G - Codice fiscale PROGRAMMA ANNUALE 2013 a) Documento illustrativo del Dirigente Scolastico b) Relazione illustrativa della Giunta Esecutiva 1

2 DOCUMENTO ILLUSTRATIVO Premessa Il presente documento di programmazione finanziaria, strettamente correlato al Piano dell offerta formativa, riflette una fase di transizione legata alla necessità che il Consiglio di Istituto, insediatosi per il nuovo triennio , proceda ad una revisione delle linee generali di indirizzo secondo un approccio autovalutativo, teso al miglioramento, che dovrebbe poi coinvolgere tutte le componenti della scuola, a livello collegiale ed organizzativo. Tale prospettiva, tuttavia, non può prescindere dalla considerazione di diverse questioni che interessano il sistema scuola a vari livelli. - L avvio della Riforma della scuola secondaria, il cui processo di sviluppo è ormai al terzo anno, non può dirsi ancora pienamente compiuto e chiaro in tutti i suoi aspetti, compresa la sua gestione nell ambito della programmazione regionale. Infatti, questo Liceo è ancora in attesa dell approvazione di un Piano regionale di programmazione dell offerta formativa che consenta di attivare, dopo tre anni di reiterate richieste formalizzate anche nel Piano provinciale, le opzioni Scienze applicate e Economico-sociale. - Sono ancora da rilevare le criticità della situazione finanziaria della scuola, soprattutto per quanto riguarda la questione dei residui attivi vantati nei confronti dello Stato; permane ancora una parte significativa da incassare necessaria per riequilibrare definitivamente gli assetti di bilancio. - A decorrere da questo anno scolastico si completa un processo di progressiva centralizzazione delle risorse assegnate, iniziata con l avvio del pagamento dei compensi accessori del personale da parte dell ufficio NoiPA del MEF per consolidarsi con le disposizioni sulla Tesoreria Unica e il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie tramite SPT. Pertanto, il programma annuale si riduce considerevolmente in termini di cassa. - La dotazione ordinaria assegnata per l anno 2013 (8/12) destinata al funzionamento amministrativo e didattico non risulta sufficiente per far fronte alle esigenze concrete dell organizzazione. Alla luce della situazione descritta, si conferma la necessità di incrementare, nello spirito dell autonomia, le integrazioni derivanti da finanziamenti pubblici e privati, compresi, in particolare, i contributi delle famiglie stabiliti dal Consiglio di istituto. La programmazione finanziaria, in coerenza con le attuali linee generali di indirizzo del POF e compatibilmente con i vincoli e le difficoltà di cui sopra, rappresenta una sfida particolarmente impegnativa, basata sui seguenti obiettivi fondamentali: assicurare gli standard essenziali di erogazione del servizio scolastico, per quanto riguarda i processi formativi e il funzionamento generale dei servizi; garantire i livelli essenziali di fattibilità di tutte le attività ed i progetti previsti nell ambito del Piano dell offerta formativa; sostenere processi di innovazione didattico-metodologica attraverso percorsi di formazione e di ricerca, anche in rete con altre Istituzioni scolastiche; promuovere un percorso di autovalutazione in una prospettiva di miglioramento e di incremento della qualità dei processi e degli esiti. 2

3 1.1 Dati di contesto Indirizzi di studio per l a. s. 2012/2013: Liceo Scientifico Liceo delle Scienze Umane Liceo scientifico tradizionale Nuovo Ordinamento Nuovo Ordinamento (classi QUARTE e QUINTE ad esaurimento) Liceo scientifico bilingue (classi QUARTE e QUINTE ad esaurimento) Liceo scientifico sperimentale Brocca (classi QUARTE e QUINTE ad esaurimento) Classi articolate: NESSUNA 1.2 La popolazione scolastica Al 15/10/2012 la popolazione scolastica nell a. s. 2012/2013 è costituita da 804 unità così ripartite: classi n. classi Alunni iscritti Alunni frequentanti Alunni disabili Prime Seconde Terze Quarte Quinte TOTALI Una buona parte dell utenza scolastica ha la residenza fuori del Comune di Olbia con un tasso elevato di pendolarismo. 1.3 Il Personale Al 15/10/2012 prestavano servizio le seguenti unità di personale: Dirigente Scolastico 1 Insegnanti a tempo indeterminato full-time 47 Insegnanti a tempo indeterminato part-time 5 Insegnanti a tempo determinato con contratto annuale 0 Insegnanti a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 5 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato 2 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto annuale 0 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 1 Docenti di religione a tempo indeterminato 2 Docenti di religione a tempo determinato 0 Docenti di religione incaricati annuali 1 Insegnanti posto normale a tempo determinato su spezzone orario 1 TOTALE PERSONALE DOCENTE 64 Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi 1 Assistenti Amministrativi a tempo indeterminato 6 Assistenti Amministrativi a tempo determinato 0 Assistenti Tecnici a tempo indeterminato 2 Assistenti Tecnici a tempo determinato 0 Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto fino al 30 giugno 1 Collaboratori scolastici a tempo indeterminato full-time 11 Collaboratori scolastici a tempo determinato 0 TOTALE PERSONALE NON DOCENTE 21 3

4 1.4 Situazione logistica L Istituto, costituito da due edifici comunicanti fra loro, consta di 34 aule, di cui 2 di nuova costruzione consegnate dalla provincia OT all inizio dell a. s. corrente, 5 aule speciali, 1 Aula magna e una palestra attigua. Per l anno scolastico in corso, in attesa dell avvio di altri lavori di ampliamento, sono utilizzate ulteriori due aule recuperate nell ex appartamento del custode. Gli edifici sono di proprietà della Amministrazione provinciale di Olbia - Tempio che assicura, ai sensi della L.23/96, la manutenzione degli immobili. Costruiti negli anni 60, gli immobili sono stati oggetto di lavori di adeguamento alla normativa di sicurezza, iniziati nel 2000 e non ancora completati. Infatti, sono in fase di progettazione operativa alcuni interventi che dovranno interessare prioritariamente l edificio originario, denominato convenzionalmente Ala vecchia. Per il loro completamento sono stati stanziati dall Ente provinciale dei finanziamenti il cui iter amministrativo è ancora in corso. 1.5 Locali, laboratori, aule speciali Il Liceo Mossa, per l espletamento delle attività di Istituto, dispone di: n. n. posti PC/notebook Aula Magna Palestra 1 Laboratorio informatico ala nuova nb Laboratorio informatico mobile 1 16 nb Postazioni informatiche mobili 8 10 pc Laboratorio linguistico multimediale pc Laboratorio editing (grafica multimedia) 1 postazione 1 macintosh Laboratorio di fisica nb Laboratorio di chimica nb Aula multimediale (ex pc Aula disegno* 1 Sala professori 1 6 pc Aule di scienze** 2 Ufficio di dirigenza 1 1 pc Ufficio di vicepresidenza 1 3 pc Uffici di segreteria 3 7 pc + server Archivio 1 * L aula da disegno è stata temporaneamente destinata a due aule normali necessarie per coprire il fabbisogno determinato dall aumento delle classi. ** Sistemazione provvisoria nell ex appartamento del custode in attesa di approvazione da parte della Regione Autonoma della Sardegna di un progetto di razionalizzazione di un comparto scientifico. (POR Sardegna) Tutti i laboratori e gli uffici sono dotati di computers. L istituto è collegato alla rete Web mediante accesso ADSL. Sono attivi una intranet ed il sito web. Esistono due reti di Istituto: la prima collega a scopo didattico tutte le aule della scuola, compresa, a partire dal 2011 l Ala nuova. La seconda collega gli uffici di segreteria. La comunicazione interna è supportata anche attraverso una Intranet di Istituto, l utilizzo di due account Dropbox, uno riservato allo staff di Presidenza e l altro a tutti i docenti, una Bacheca elettronica installata nell atrio principale. La comunicazione esterna è supportata dal sistema SMS scuola famiglia e dal sito Web. E in fase di sperimentazione l utilizzo del registro elettronico nella prospettiva di una messa a regime a partire dal settembre 2013, grazie all installazione di un kit LIM in ogni aula. 4

5 2.1 Le scelte Il punto di partenza per la costruzione del Programma 2013, è il Piano dell offerta formativa elaborato dal Collegio dei docenti e adottato dal Consiglio di Istituto. Le attività ed i progetti previsti e deliberati per l a. s. 2012/13 - che sono parte integrante del presente Programma si ispirano alle attuali linee di indirizzo che dovranno essere oggetto di revisione come descritto in premessa. Le risorse di cui al presente documento sono state indirizzate a sostenere i seguenti obiettivi, tenendo conto che le risorse ordinarie a sostegno dell impiego del personale (FIS) e delle altre tipologie di spesa (beni di consumo, beni di investimento, spese per studenti) sono state o saranno integrate con finanziamenti pubblici e privati e/o con risorse umane e strumentali messe a disposizione dagli stessi: Incentivare la realizzazione di progetti in ambito europeo, a carattere pluridisciplinare, in rete con altre scuole. Migliorare e valorizzare l insegnamento delle lingue straniere attraverso l innovazione metodologica e il ricorso alle certificazioni internazionali. Sviluppare la cultura scientifica, con particolare riferimento all educazione ambientale. Migliorare le competenze di base riferite agli assi linguistico comunicativo, logico-matematico e scientifico. Migliorare, in termini di efficacia ed efficienza, le attività di recupero e di sostegno continuo all apprendimento. Aggiornare ed incrementare il patrimonio tecnologico, laboratori, aule speciali, sussidi e attrezzature, ed ampliare le opportunità di utilizzo delle TIC nella didattica ordinaria. Sostenere ed incrementare la formazione in servizio ricorrendo alla progettazione in rete che consente di ottimizzare le risorse a disposizione. Dare impulso alla pratica sportiva come leva di crescita psico-fisica e sociale degli studenti. Favorire e valorizzare la partecipazione studentesca e la collaborazione scuola famiglia. Ampliare, rendendoli più partecipati, i processi di sostegno all integrazione, alla tolleranza, alla convivenza nella cornice di educazione alla cittadinanza. Sostenere e potenziare un impianto organizzativo capace da un lato, di supportare le attività ed i progetti previsti nel POF e, dall altro, di valorizzare l impegno professionale, docenti e ATA, secondo un approccio partecipativo, di decisionalità diffusa, di monitoraggio e di valutazione dei risultati. In relazione a queste linee generali, il Consiglio di Istituto ha deliberato di indicare le seguenti priorità: migliorare la progettazione curricolare e didattica orientandola allo sviluppo delle competenze disciplinari e di cittadinanza, secondo la prospettiva definita dall Obbligo di istruzione e dalle Indicazioni nazionali; per l anno scolastico 2012/2013 sono stati individuati, come priorità, gli ambiti correlati agli assi Matematico e Scientifico; potenziare i processi e le azioni riguardanti la promozione del successo formativo; consolidare la strategia del lavoro in rete con altri istituti cittadini; migliorare l unitarietà e la coerenza delle attività e dei progetti, riducendo accumulazione, sovrabbondanza, sporadicità, occasionalità, frammentarietà e, di conseguenza, dispersione di risorse; prevedere che i progetti siano corredati da obiettivi e indicatori di risultato osservabili e valutabili; portare a sistema il processo di autovalutazione di istituto. Si segnala che una parte significativa delle azioni correlate agli indirizzi di cui sopra sono finanziate attraverso il FIS per essere retribuite attraverso il sistema SPT, in relazione agli impegni aggiuntivi del personale nei progetti e nei gruppi di lavoro. 5

6 In relazione, invece, ai progetti ed alle attività iscritti nel presente documento, si evidenziano alcuni elementi fondamentali: il Progetto Comenius MovEUs beneficia di un finanziamento a carico dell Agenzia Nazionale. Una parte importante di risorse è stata programmata per la realizzazione del progetto di formazione e ricerca sui DSA Scuola attiva, in rete con altri istituti cittadini, dei diversi gradi di istruzione. I relativi finanziamenti sono stati concessi dalla Provincia OT e dal Comune di Olbia. Il progetto in rete con gli Istituti superiori del territorio e con la sezione di Olbia della Lega Navale, di cui il Liceo Mossa è scuola capofila, Remata della Gioventù, è inserito nel Programma Annuale 2013 in virtù di alcune economie dell E. F. precedente ma dovrà beneficiare dei contributi richiesti alla RAS, alla Provincia Olbia Tempio e al Comune di Olbia. Come Punto ordinante, si utilizzerà il finanziamento della RAS per l acquisto e la fornitura dei KIT LIM e degli Access Point da installare nelle scuole della rete di riferimento. Per il progetto Cantaparlando, azioni contro la Dispersione Scolastica nelle Aree a rischio, la scuola capofila, ITC Panedda, ha accreditato una quota parte del finanziamento destinata alle spese di personale e di organizzazione tenute dalla nostra scuola. Infine il Liceo Mossa, capofila di una rete di scuole costituita dalle seguenti istituzioni scolastiche: Liceo classico Gramsci, Scuola Media A. Diaz, Istituto Comprensivo Olbia, ha presentato un progetto di formazione e ricerca sulla didattica per competenze e sulla costruzione di un curricolo in continuità, nell ambito delle azioni contro la Dispersione Scolastica nelle Aree a rischio. All atto dell eventuale approvazione si provvederà all inserimento del progetto nel presente documento di programmazione finanziaria, secondo le procedure amministrative e contabili previste dal D.I. 44/2001. La realizzazione delle attività e dei progetti si basa pertanto sulle seguenti fonti di finanziamento: Finanziamenti dallo Stato Finanziamenti dalla Regione Autonoma della Sardegna, progetto Scuola digitale Finanziamento dall Agenzia Nazionale del Programma Lifelong learning Finanziamenti da Enti locali e altre istituzioni pubbliche ( Provincia Olbia -Tempio, Comune di Olbia, Scuole del territorio) Contributi da privati Avanzo di amministrazione al 31 dicembre Per quanto riguarda le spese di funzionamento didattico, le articolate esigenze dell offerta formativa, tenuto conto dell insufficienza delle risorse assegnate con la dotazione ordinaria, possono essere soddisfatte grazie ai contributi volontari della famiglie. (Delibera del Consiglio di Istituto 03/2013 del ) 6

7 2.2 Risultati di gestione relativi all anno 2012 Si riportano le risultanze della gestione relativamente alle entrate e alle spese al fine di facilitare l analisi dei risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati e dichiarati nel POF dell Istituzione Scolastica. CONTO DI CASSA esercizio finanziario 2012 Fondo cassa al 1 Gennaio ,31 Competenza ,51 SOMME RISCOSSE Residui ,22 Totale ,73 Competenza ,29 SOMME PAGATE Residui ,79 Totale ,08 DIFFERENZA ,35 Fondo cassa al 31 Dicembre ,96 L Avanzo di amministrazione al 31/12/2012 ammonta a ,39 così determinato: GESTIONE DEI RESIDUI Esercizio corrente ,76 ATTIVI Esercizi precedenti ,46 Totale ,22 Esercizio corrente ,79 PASSIVI Esercizi precedenti ,00 Totale ,79 DIFFERENZA ,43 Fondo cassa al 31 Dicembre ,96 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE ,39 L Avanzo dell esercizio 2012 di ,19 è così determinato: ENTRATE EFFETTIVE ,27 SPESE EFFETTIVE ,08 AVANZO DELL ESERCIZIO ,19 7

8 RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 Il Programma Annuale è il principale documento contabile attraverso il quale l Istituzione scolastica esplicita non solo entrate e spese, ma anche la programmazione e la pianificazione dell attività che intende porre in essere nel corso dell esercizio finanziario. Sotto il profilo temporale e del contenuto è un bilancio finanziario, preventivo, di competenza, con durata riferita all anno solare. Esso è strumento di pianificazione finanziaria integrata del POF. Con questa finalità, le risorse finanziarie di Istituto sono utilizzate senza altro vincolo di destinazione che quello prioritario per lo svolgimento delle attività di istruzione, formazione e orientamento, così come previste ed organizzate nel POF approvato dal Collegio dei Docenti con delibera n. 142/2012 del 26/10/2012 e adottato dal Consiglio di Circolo con delibera n. 135/2012 del 19/12/2012. A fungere da interfaccia tra il POF e il PA sono i progetti, ciascuno dei quali è presente, nel programma annuale e nel POF. La Giunta Esecutiva predispone la presente relazione illustrativa del Programma annuale per l esercizio finanziario 2013, secondo quanto previsto dal D.I. 44 del 1/02/ Regolamento concernente le <<Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche>>. Il Dirigente scolastico nel preparare il Programma e la Giunta Esecutiva nello stilare la relazione hanno tenuto presente le seguenti fonti normative: - D.I. n. 44 del 1 febbraio 2001 Regolamento gestione contabile - D.M. n. 21 del 1 marzo Nota MPI n. 151 del 14 marzo Nota MIUR n del 14/12/ predisposizione Programma E. F Nota MIUR n del 11/11/ predisposizione Programma E. F Legge n. 191/2009 (legge finanziaria per il 2010) concernente il cedolino unico - Nota MIUR n del 22/12/ predisposizione Programma E. F Legge n. 135/2012 (spending review) che ha esteso il cedolino unico alle supplenze brevi e saltuarie - Nota MIUR n del 17/12/ predisposizione Programma E. F Quella scolastica è una gestione finanziaria per obiettivi e progetti in funzione dell offerta formativa della scuola; di conseguenza, il Programma è organizzato per Attività e Progetti. La situazione finanziaria di questo Liceo appare ancora problematica. L esame comparato degli esercizi finanziari trascorsi e di quello in fase di programma può costituire un elemento di valutazione per il Consiglio di Istituto Avanzo di amministrazione complessivo , , , , , ,39 Fondo di cassa al 1 gennaio , , , , , ,31 Avanzo di amministrazione di esercizio , , , , , ,19 Finanziamento statale per funzionamento amministrativo e didattico , ,72 0, , , ,00 8

9 L andamento oscillante della situazione finanziaria sopra esposta è generato soprattutto dai finanziamenti di provenienza ministeriale che hanno risentito di tagli negli anni e in particolare nel 2009 e nel La relazione prosegue con l esame analitico del Programma seguendo l ordine previsto dall allegato A Programma annuale. Viene elaborato un Programma che, tenuto conto del rapporto fra situazione di cassa, residui passivi, necessità di riscossione dei residui attivi MIUR, e considerata l esiguità del finanziamento statale ordinario per l anno 2013, incontra difficoltà importanti nella realizzazione concreta del Piano dell Offerta Formativa. La Scuola deve reperire risorse finanziarie esterne: dagli Enti locali, dalle Istituzioni pubbliche, dalle famiglie e dai privati. Sulla base di quanto premesso, la Giunta Esecutiva procede all esame delle singole voci di entrata e di spesa iscritte nel Programma predisposto dal Dirigente Scolastico. DETERMINAZIONE DELLE ENTRATE AGGREGATO 01 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE Nel Programma la prima posta di entrata è l avanzo di amministrazione che, ai sensi dell art. 3, comma 3, D.I. n. 44/2001, può essere impegnato solo dopo la realizzazione dell effettiva disponibilità finanziaria. In data 11/10/2012 sono state deliberate dal Consiglio di Istituto la radiazione di un residuo attivo relativo all anno 2009 ( 300,00 accertam. n. 84), di un residuo attivo relativo all anno 2011 ( 101,61 accertam. n. 52) e la radiazione di un residuo passivo relativo all anno 2011 ( 101,61 impegno n. 571). Pertanto l avanzo di amministrazione definitivo al 31/12/2012 passa automaticamente a ,39 di cui ,33 non vincolato ed ,06 vincolato. L avanzo viene prelevato e ripartito tenendo presenti le voci vincolate perché queste possono essere programmate nell anno 2013 per le stesse finalità per cui sono state accertate. Esaminati i documenti contabili, come indicato nella nota MIUR n del 14/12/2009, ribadito dalla nota MIUR n del 11/11/2010 e richiamato dalla nota MIUR n del 22/12/2011, una parte dell avanzo viene inserito in Z - disponibilità finanziaria da programmare: L avanzo di amministrazione determinato da residui attivi di competenza di questa Direzione Generale, va inserito opportunamente nell aggregato Z - Disponibilità da programmare, fino alla loro riscossione. Nell aggregato Z vengono iscritti soltanto quei residui attivi del MIUR che trovano copertura finanziaria nell avanzo di amministrazione libero da vincoli in quanto l iscrizione tra le spese di somme non coperte da entrate determinerebbe un disavanzo. Da non dimenticare che la quasi totalità dei residui attivi sono importi già liquidati (spese per supplenze di anni precedenti, per gli esami di stato, per i compensi spettanti ai revisori dei conti) dei quali la scuola aspetta il rimborso. Segue tabella dimostrativa dell avanzo di amministrazione che evidenzia anche i residui non riscossi dal MIUR e coperti da somme non impegnate al 31/12/2012: 9

10 Tipologia importi finalizzati e non impegnati Importo Numero Importo non accantonato e anno riscosso Causale P05/2009 Digitalizzazione 1,66 54/ ,90 Saldo esami di abilitazione P06/2009 Sport 5,25 80/ ,43 Esami di stato 2003/04 Fondi Legge 440/97 (progetto Dusty non realizzato 2006/07) 75/ ,93 Fondo credito 4.000,00 supplenze brevi Azioni sostegno nuovo obbligo formativo ,01 81/ ,77 Esami di stato 2004/05 Quota parte di P23/2003 Monfortic A 1 (da C.S.A.) ,24 167,78 87/ ,72 netto supplenze brevi 2006 P24/2003 Monfortic A 2 (da C.S.A.) 181,98 P25/2003 Monfortic B (da C.S.A.) 432,99 Legge 440/97: finanziamento POF a. s. 2008/ ,22 P19/2008 F.A.S L inglese è il mio futuro 886,38 A03/2009 Economie fondi recupero debiti formativi 2008/ ,41 P01/2009 Orientamento e Accoglienza (fondi Legge 440/97) 100,00 P02/2009 Ascolto e Confronto [Legge 440/97 + educaz. salute] 1.343,35 P04/2009 Cono-Scienza (fondi Legge 440/97) 659,75 P10/2009 Attività di counceling C.M. 55/ ,00 P10/2009 Formazione 2007/08 476,49 P10/2009 Fondi formazione e aggiornamento al 31/12/ ,39 P11/2009 Giornalino Liceo Mossa (fondi Legge 440/97) 125,00 P09/2012 Serata di musica e cultura (cittadini + AVIS) 1.185,33 A01/2012 avanzo fondi pagamento visite fiscali (MIUR) 1.602,41 P04/2012 Educaz. Stradale (USP di SS x a. s. 2009/10 606,80 + MIUR x anno ,55) AVANZO NON VINCOLATO: 911,35 IMPORTO ACCANTONATO , ,75 RESIDUI NON ACCREDITATI DAL MIUR ,75 Contributo volontario famiglie x 2012/ ,76 1^ rata contributo 2012/13 ditta Prod & Pan 516,38 A01/2012 funzionamento amm.vo 2.296,00 A01/2012 contributo volontario 2011/12 ditta Incarta Delizie 2.227,78 A02/2012 contributo volontario famiglie x 2011/ ,00 A02/2012 contributo volontario famiglie x 2012/ ,34 P01/2012 Orientamento (funzionamento MIUR) 39,36 P02/2012 Centro Sportivo contributo 2011/12 Incarta Delizie 400,72 R98 Fondo di riserva 100,00 AVANZO VINCOLATO: TOTALE AVANZO NON VINCOLATO ,34 Quota parte progetto in rete Cantaparlando (Istit. Panedda) 2.500,00 Fondi funzionam. x dematerializzazione proced. amm.vi (MIUR) 4.014,00 Rimborso spese pulizia 2011/12 (Provincia) 2.348,49 A01/2012 4/12 compenso revisori dei conti (MIUR) 1.086,00 A02/2012 servizio assistenza specialistica (Provincia) 1.668,65 A03/2012 fondi corsi recupero economie al 31/08/2012 (MIUR) ,08 P06/2012 Formazione Personale (MIUR legge 440/97: x a.s. 2009/10 848,48 + anno ,48) 1.893,96 P07/2012 Salute e Sicurezza (contributo 2011/12 Prod & Pan) 688,46 P08/2012 Scuola attiva (Provincia) 8.787,00 P08/2012 Scuola attiva (Comune) 8.000,00 P12/2012 Remata della Gioventù (IMES 500,00 + Geasar 250,00 + Enel rimborsi 32,86) P13/2012 S.O.S. MovEUs (Agenzia Nazionale 8.799,80 + Famiglie 1.327,00) 782, ,80 TOTALE AVANZO VINCOLATO ,30 TOTALE al 31/12/ ,39 10

11 AGGREGATO 02 FINANZIAMENTO DALLO STATO VOCE 01 DOTAZIONE ORDINARIA Con la citata nota n del 17/12/2012 il MIUR ha fornito le seguenti indicazioni per la stesura del programma annuale 2013: Si comunica, ai sensi dell'art. 2 comma 7 del D.I. n. 44/2001, che la risorsa finanziaria assegnata a codesta scuola per l'anno 2013 è pari ad euro 7.592,00. Tale risorsa è stata calcolata sulla base del decreto ministeriale n. 21/2007 (DM21/07) per il periodo gennaio-agosto 2013 e potrà essere oggetto di integrazioni e modificazioni come da paragrafi seguenti. La quota riferita al periodo settembre-dicembre 2013 sarà oggetto di successiva integrazione, per consentire una ordinata gestione dei dimensionamenti. La risorsa finanziaria di euro 7.592,00 deve essere iscritta in entrata (mod. A) in conto competenza all'aggregato "02 Finanziamento dallo Stato", voce "01 Dotazione Ordinaria". L articolo 14, comma 27, del D.L. n. 95/2012 dispone che a decorrere dal 7 luglio 2012 il Ministero provvede direttamente al rimborso forfetario alle Regioni delle spese per le visite fiscali a favore del personale della scuola. In attuazione all art. 6 del suddetto decreto legge sono stati ridefiniti gli ambiti territoriali di revisione dei conti e questo Liceo non è più scuola capofila all interno del nuovo ambito. Va precisato che la nota MIUR n del 17/12/2012, ribadisce che l assegnazione base di 8.505,00 concernente le spese per le cosiddette supplenze brevi e saltuarie al netto degli oneri riflessi a carico dell Amministrazione e dell IRAP, non deve essere prevista in bilancio perché sarà gestita tramite cedolino unico. Si evidenzia che il Ministero non ha ancora provveduto ad assegnare la dotazione per il Miglioramento dell Offerta Formativa dell anno scolastico in corso. Inoltre potranno essere disposte integrazioni: per il periodo settembre = dicembre 2013 per l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa per i corsi di recupero in aggiunta al FIS. Totale finanziamenti dello Stato: 7.592,00 AGGREGATO 03 FINANZIAMENTI DALLA REGIONE VOCE 04 ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI (Regione) Finanziamento della Regione Sardegna progetto Scuola Digitale Scuola Punto Ordinante per acquisto di Kit Lim ,00 e di Access Point ,00 [PO FESR Sardegna 2007/2013 Delibera G. R. n. 28/69 del 24/06/2011] ,00 Totale finanziamenti Regione vincolati: ,00 11

12 AGGREGATO 04 FINANZIAMENTI DA ENTI O ALTRE ISTITUZIONI VOCE 03 PROVINCIA VINCOLATI Saldo, pari all 80%, del finanziamento per il Servizio di assistenza specialistica in favore di studenti disabili per l a. s. 2012/13 (convenzione del 3/10/2012) ,79 Totale finanziamenti Provincia vincolati: ,79 VOCE 06 ALTRE ISTITUZIONI Da Liceo Ginnasio G. Siotto Pintor di Cagliari: finanziamento spese sostenute per la realizzazione di un corso di formazione destinato ai docenti neo-assunti nell a. s. 2011/12 (nota USR di Cagliari n del 24/04/2012) 1.479,99 Da Istituto d Istruzione Superiore G. Musinu di Thiesi: assegnazione fondi per l attività di gestione della RdO progetto Scuola Digitale (nota n I/11 del 27/09/2012) 1.800,00 Totale finanziamenti da Enti: 3.279,99 AGGREGATO 05 CONTRIBUTI DA PRIVATI VOCE 01 FAMIGLIE NON VINCOLATI L iscrizione nel Programma sarà fatta al momento dell accertamento VOCE 02 FAMIGLIE VINCOLATI Finanziamento viaggi di istruzione e visite guidate ,00 VOCE 03 ALTRI NON VINCOLATI Contributo volontario della ditta Incarta Delizie Catering che effettua il servizio di ristoro durante la ricreazione nell a. s. 2012/ ,00 Saldo contributo volontario della ditta Prod & Pan di Sassari che ha installato distributori automatici di bevande e snacks nell a. s. 2012/ ,14 Totale contributi da privati: ,14 AGGREGATO 07 ALTRE ENTRATE VOCE 01 INTERESSI Con circolare n. 32 del 31/10/2012 il MIUR ha recepito quanto stabilito dall'art. 7 commi del D.L. n. 95/2012, convertito nella legge 135/2012, che inserisce le istituzioni scolastiche statali nella tabella A allegata alla legge n. 720 del 29/10/1984, assoggettandole così al sistema di Tesoreria Unica. Con il passaggio al sistema di tesoreria unica i fondi presenti nel conto corrente bancario, in data 12/11/2012, sono stati trasferiti presso il sottoconto infruttifero delle contabilità speciale assegnata dalla Ragioneria Generale dello Stato all'istituzione scolastica. L'istituto cassiere assume, da questo momento in poi, la funzione di tramite fra l'istituzione scolastica e la Banca d'italia. 12

13 Il passaggio al sistema di tesoreria comporterà alcune modifiche nella operatività contabile amministrativa delle istituzioni scolastiche, ad esempio per ogni ordinativo bisognerà indicare se la somma dovrà essere attribuita al sottoconto fruttifero o in quello infruttifero del conto di tesoreria. Saranno infruttifere le somme derivanti da finanziamenti dello stato o da altri enti pubblici mentre, saranno fruttifere tutte le somme derivanti da privati e le somme per le gestioni comunque di natura non statale. Pertanto, si prevede di incassare 100,00 per interessi attivi che matureranno sui conti corrente bancari e postale. DETERMINAZIONE DELLE SPESE La programmazione delle spese è impostata tenendo conto delle effettive possibilità di realizzazione delle attività evitando di prevedere spese per le quali non sussiste certezza di copertura. Si tiene conto dei costi sostenuti nell anno precedente verificando, alla luce delle necessità prevedibili, i fabbisogni prioritari per l anno ATTIVITA A01 FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO GENERALE Per questa voce è prevista la somma di ,27 per far fronte alle spese inerenti il funzionamento amministrativo con l obiettivo di supportare l attività formativa della scuola. A questa voce viene imputata, tra le partite di giro, l anticipazione del fondo per le minute spese a favore del Direttore dei SS.GG.AA. Avanzo amm.ne non vincolato 4.623,78 da A01/2012: contributo 2011/12 ditta Incarta Delizie di Olbia 2.227,78 dotazione ordinaria ,00 da R98 Fondo Riserva 100,00 Avanzo amm.ne vincolato 4.448,49 quota dematerializzazione procedim. amm.vi (funzionamento MIUR) 1.014,00 Spese pulizia 2011/12 (Provincia) 2.348,49 4/12 anno 2012 compenso Revisori 1.086,00 Dotazione ordinaria ,00 funzionamento Altri non vincolati 3.000,00 contributo 2012/13 ditta Incarta Delizie di Olbia Interessi attivi 100,00 Carta, cancelleria e stampati ,00 Giornali e pubblicazioni ,00 Materiale informatico e software, accessori per ufficio ,00 Materiale sanitario e di pulizia ,00 13

14 Consulenza informatica ,00 Assistenza tecnico-informatica ,00 Manutenzione ordinaria software ,00 Manutenzione impianti, macchinari, hardware ,00 Licenze d uso ,00 Canone rete trasmissione ADSL ,00 Prestazioni artigianali ,00 Assicurazione alunni e docenti ,00 Spese postali e telegrafiche ,00 4/12 anno 2012 compenso Revisori dei conti ,00 Spese tenuta conti correnti ,27 TOTALE ,27 Anticipo al Direttore S.G.A. per le minute spese ,00 A02 FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE In questa voce è imputata la somma di ,38 per fronteggiare le spese necessarie per il funzionamento didattico e per i laboratori sulla scorta di quanto si è verificato nel passato anno solare con l obiettivo di consentire un idoneo funzionamento alle attività curriculari ed extra-curriculari per quanto non previsto negli specifici progetti. Avanzo amm.ne non vincolato ,38 da A02/2012: contributo famiglie a. s. 2011/ ,00 contributo 2012/13 ditta Prod & Pan di Sassari 516,38 Avanzo amm.ne vincolato 3.000,00 quota dematerializzazione procedim. amm.vi (funzionamento MIUR) Dotazione ordinaria ,00 funzionamento Altri non vincolati 1.000,00 contributo 2012/13 ditta Incarta Delizie di Olbia Carta, cancelleria e stampati (compreso libretti giustificazione e sms) ,00 Riviste, giornali e pubblicazioni ,00 Strumenti tecnico-specialistici ,00 Materiale tecnico-specialistico ,00 Materiale informatico e software ,00 Materiale sanitario e igienico ,00 Manutenzione impianti e macchinari ,38 Manutenzione hardware ,00 Manutenzione software ,00 Licenze d uso software ,00 Noleggio mezzi di trasporto ,00 Canone reti trasmissione ADSL ,00 Pulizia e lavanderia ,00 Prestazioni artigianali ,00 Sussidi alunni diplomati con 100 e lode ,00 Sussidi e attrezzature ,00 Restituzione versamenti non dovuti ,00 TOTALE ,38 14

15 A03 SPESE DI PERSONALE In applicazione dell'art. 7 comma 38 del decreto legge 6/07/2012 n. 95 convertito dalla legge n. 135/2012 la somma di 8.505,00 lordo dipendente, assegnata a questa scuola quale assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie, non deve essere prevista in bilancio. La stessa verrà invece gestita tramite le modalità relative al "Cedolino Unico". A04 SPESE D INVESTIMENTO In virtù della delibera del Consiglio di Istituto n. 3/2013 del 30/01/2013, una quota dei contributi volontari per l a. s. 2012/2013, sarà destinata al rinnovo delle dotazioni informatiche, individuate secondo le seguenti priorità: a) Rinnovo laboratorio linguistico multimediale; b) Rinnovo NOTEBOOK Laboratorio FISICA c) Acquisto dotazione multimediale MACINTOSH (Laboratorio Grafica e Multimediale Gestione Sito) Avanzo amm.ne non vincolato ,00 da Z01 Contributo volontario famiglie x 2012/13 Hardware ,00 TOTALE ,00 PROGETTI P01 PROGETTO ORIENTAMENTO 1.039,36 Per agevolare il passaggio dalla scuola media a quella secondaria, si organizzano, per gli alunni frequentanti le terze classi di scuola media, visite dei docenti della commissione orientamento dell Istituto presso le sedi delle scuole medie di Olbia e zone limitrofe, per informare direttamente gli alunni sui corsi presenti al Liceo, le varie discipline che vi si studiano e gli sbocchi professionali che offrono, le attività che vi si svolgono. Presso il nostro Istituto si tengono, nel mese di gennaio, due giornate d accoglienza chiamate Scuola aperta, attuate attraverso il ricevimento degli alunni e dei loro genitori per far conoscere l offerta formativa. Produzione di depliant e filmati illustrativi ed informativi sull'organizzazione interna dell'istituto e sui corsi di studio, con riferimenti al piano di studio, alle materie con relativo orario settimanale, agli sbocchi professionali e alla prosecuzione degli studi nelle facoltà universitarie. Accoglienza e integrazione degli studenti delle terze medie neo-iscritti al Liceo nelle prime classi, durante le prime settimane di febbraio, per assistere a lezioni o partecipare alle attività nei laboratori. È prevista, infine, la partecipazione al Salone dello Studente organizzato dal Comune di Olbia. Per quanto riguarda l orientamento in uscita, sono previste le seguenti azioni: - Interventi di counseling orientativi con esperti di formazione psico-pedagogica in forma di laboratori per analizzare le aspettative, le motivazioni, gli orientamenti e gli interessi professionale degli studenti (febbraio/marzo 2013). - Incontri con esperti del mondo dell Università e del lavoro per illustrare le opportunità dopo il diploma e le richieste del mondo del lavoro, sia locale che nazionale e internazionale (febbraio / marzo 2013). - Partecipazione alle giornate di orientamento presso l Università degli Studi di Sassari. - Partecipazione alle giornate di orientamento presso l Università degli Studi di Cagliari. 15

16 Il personale docente impegnato nella realizzazione del progetto sarà retribuito dall ufficio NoiPA del MEF con i fondi FIS. Avanzo amm.ne non vincolato 39,36 da P01/2012 (funzion. MIUR) Dotazione ordinaria ,00 funzionamento Spese di promozione della scuola (depliants, magliette, cappellini) ,36 TOTALE 1.039,36 P02 PROGETTO CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO 1.949,86 Il Centro Sportivo Scolastico è una struttura organizzativa che si propone la finalità fondamentale di dare un rinnovato impulso alla promozione e diffusione della pratica sportiva all interno della scuola incentivando una più ampia partecipazione degli studenti alle attività della pratica sportiva che sono legate alla partecipazione ai Giochi sportivi studenteschi (GSS) nelle seguenti discipline: Atletica leggera (M. e F); Pallavolo (M. e F); Calcio e calcetto (M); Basket (M) 3/3; Sci alpino e Snowboard; Windsurf (legato al progetto Comenius); Vela; Tennis; Mountain Bike; Rugby; Tennis tavolo; nuoto; beach volley; scacchi. Il Progetto prevede anche la partecipazione alla Civitas Cup, in collaborazione con la Diocesi di Olbia Tempio. Il personale docente impegnato nella realizzazione del progetto sarà retribuito dall ufficio NoiPA del MEF con i fondi di cui all art. 87 del CCNL 2007, Attività complementari di educazione fisica. Avanzo amm.ne non vincolato 400,72 da P02/2012 contributo ditta Incarta delizie 2011/12 Altri non vincolati 1.549,14 contributo ditta Prod & Pan 2012/13 Accessori per attività sportive e ricreative ,86 Noleggio mezzi di trasporto ,00 TOTALE 1.949,86 P03 PROGETTO VIAGGI DI ISTRUZIONE ,00 La scuola promuove viaggi d istruzione e visite guidate che avranno come fondamento motivazioni culturali e didattiche coerenti con la programmazione didattica, come parte integrante della normale attività della scuola. Obiettivi: favorire la socializzazione tra tutti i componenti dei gruppi destinatari dei viaggi di istruzione; potenziare e approfondire le conoscenze artistiche e letterarie delle città d arte della nostra penisola e del continente europeo; conoscere e comprendere le affinità culturali e sociali con paesi esteri, favorire l interscambio culturale e l integrazione degli alunni stranieri. Famiglie vincolati ,00 finanziamento viaggi di istruzione 16

17 Viaggi di istruzione e visite guidate ,00 TOTALE ,00 P04 PROGETTO RECUPERO: PROMOZIONE SUCCESSO SCOLASTICO ,18 Obiettivi Generali - Razionalizzare/migliorare le risorse impegnate nelle attività di recupero/sostegno - Fornire agli studenti strumenti di sostegno all apprendimento - Abbassare il tasso di insuccesso scolastico già dal primo quadrimestre Sulla base degli obiettivi e dei criteri generali illustrati sopra, il progetto mira a PRIVILEGIARE INTERVENTI MIRATI E STRATEGIE DIDATTICHE CHE TENGANO CONTO DI PROBLEMI SPECIFICI ED OMOGENEI, LEGATI A: Lacune conoscenze abilità (in itinere pregresse); Stili e strategie di apprendimento; Metodo di studio; Motivazione; Pubblico speciale (stranieri, DSA, altro ) Gli interventi previsti, da attivare fin dal mese di ottobre, sono: Sportello didattico Intervento mirato su un singolo argomento Durata: 1 ora. Micro-corso di recupero Intervento mirato su una parte di programma Durata: 8/12 ore. Corso di ri-allineamento Intervento sulle competenze trasversali (metodo di studio; produzione scritta e orale) Durata: 20/30 ore. Tutoring Gruppi di studio auto-gestiti dagli studenti con la supervisione/coordinamento di un docente. Laboratorio di Italiano L2. Nella fase di recupero dei debiti del 1 quadrimestre e dello scrutinio finale, per i corsi di recupero viene data priorità alle seguenti discipline: ITALIANO LATINO, MATEMATICA, FISICA, INGLESE. Le diverse forme di intervento saranno costantemente monitorate dai singoli Consigli di Classe e coordinate dal docente referente, e si svolgeranno durante l intero anno scolastico, fino al mese di Aprile. Per la realizzazione del progetto si ricorre alla disponibilità dei docenti interni e, se necessario per rispondere al fabbisogno, al reclutamento di esperti esterni. Con le risorse provenienti dal Finanziamento finalizzato MIUR e dai Contributi volontari delle famiglie, secondo i criteri di cui alla delibera n. 03/2013 del Consiglio di Istituto, sarà retribuito sia il personale interno che gli esperti esterni. Il Personale interno sarà altresì retribuito dall ufficio NoiPA del MEF con i fondi FIS. Avanzo amm.ne vincolato ,08 da A03/2012 economie fondi recupero al 31/08/2012 Avanzo amm.ne non vincolato ,10 da A02/2012 Contributo volontario famiglie x 2012/ ,34 da Z01 Contributo volontario famiglie x 2012/ ,76 Corsi di recupero ,37 Contributi a carico amm.ne ,81 TOTALE ,18 17

18 P05 PROGETTO ASSISTENZA SPECIALISTICA ,44 Nella cornice di una convenzione siglata con la Provincia di Olbia Tempio, Assessorato alla P.I., è stato stipulato un contratto con la Cooperativa Il piccolo Principe, individuata in seguito a Bando di gara e comparazione dei progetti pervenuti. Il contratto prevede la collaborazione di tre figure specialistiche, educatori e facilitatori della comunicazione, assegnati rispettivamente a tre studenti disabili e alle loro classi. Finanziamento da parte dell Assessorato alla P.I. della Provincia Olbia Tempio. Avanzo amm.ne vincolato 1.668,65 da A02/2012: fondi Provincia a. s. 2012/13 Provincia vincolati ,79 fondi per a. s. 2012/13 Altre prestazioni professionali e specialistiche ,44 TOTALE ,44 P06 PROGETTO LA FORMAZIONE DEL PERSONALE 3.373,95 Sono previste le seguenti azioni: 1. Progettazione per competenze, valutazione e certificazione (in rete con il Liceo Classico Gramsci scuola capofila) 2. Comunicazione e gestione gruppo classe - Seminari Comunicazione e benessere 3. L alunno straniero in classe in collaborazione con l Università di SS, Centro Linguistico di Ateneo 4. Procedure di Segreteria Area alunni. Inoltre, si dovranno pagare le spese sostenute nell esercizio 2012 per un corso di formazione per docenti neo assunti nell anno scolastico 2011/12 istituito presso questo liceo dall USR di Cagliari con nota n del 24/04/2012. Avanzo amm.ne vincolato 1.893,96 da P06/2012: risorse L. 440/97 a. s. 2009/10 da MIUR 848,48 risorse L. 440/97 anno 2011 da MIUR 1.045,48 Altri istituzioni 1.479,99 corso formazione docenti neo assunti (da Liceo Ginnasio G. Siotto Pintor di Cagliari) formazione docenti neo assunti Direzione corso (h 20) ,30 Tutor attività in presenza (h 20 x 41,32) ,40 Tutor attività online (h 25 forfetario) ,00 Attività aggiuntive DSGA (forfetario) ,35 Oneri a carico amm.ne (IRAP) ,94 Quota parte progetto in rete con il liceo classico ,00 ESPERTO pedagogista (Braina Lorenzo) x corso formazione docenti Approcci pedagogici e gestione del gruppo classe ,00 ESPERTO psicologa (Serafino Ester) x corso formazione ATA Una comunicazione di qualità come fattore di benessere ,96 organizzativo Alunno straniero: esperti esterni Università di Sassari ,00 Consulente Infoschool per interventi formativi assistenti amm.vi ,00 TOTALE 3.373,95 18

19 P07 PROGETTO SALUTE E SICUREZZA 3.280,46 Il progetto è finalizzato al miglioramento degli standard di sicurezza, alla crescita della cultura della sicurezza, attraverso strategie di coinvolgimento, partecipazione e responsabilità. Obiettivi e finalità: 1. incrementare il sistema di monitoraggio, controllo interno alla scuola; 2. incrementare l informazione interna, in termini quantitativi e qualitativi; 3. sviluppare la formazione e l addestramento del personale in rete con Liceo Classico Gramsci e I.I.S. Amsicora. Avanzo amm.ne vincolato 688,46 contributo 2011/12 ditta Prod & Pan di Sassari Dotazione ordinaria ,00 funzionamento Pubblicazioni ,00 Materiale di primo soccorso ,00 Compenso Responsabile SPP per coordinamento attività (forfait) ,00 Oneri a carico Amm.ne (IRAP) ,00 Esperti interni per la formazione del personale (in rete ) ,00 Oneri a carico amm.ne (IRAP) ,46 TOTALE 3.280,46 P08 PROGETTO SCUOLA ATTIVA ,00 Progetto in rete di formazione del personale docente sui DSA al suo secondo biennio di svolgimento (aa. ss. 2011/ /2013) con termine previsto per ottobre Il Liceo Mossa è scuola capofila. Obiettivi del progetto: Acquisire e consolidare consapevolezza professionale e autonomia di azione in relazione alla gestione didattico-educativa delle difficoltà di apprendimento e, in particolare, dei DSA. Migliorare le strategie di apprendimento degli alunni in difficoltà. Stimolare forme di collegialità concreta nell ambito dei Consigli di classe. Co-costruire la cultura dell autoformazione tra insegnanti ed attivare un ciclo virtuoso di investimenti economici e professionali. Il personale docente impegnato nella realizzazione del progetto, per quanto riguarda il gruppo di ricerca e sperimentazione di prassi didattiche e metodologiche tese a prevenire l insuccesso, sarà retribuito dall ufficio NoiPA del MEF con i fondi FIS. Avanzo amm.ne vincolato ,00 da P08/2012 fondi Provincia 8.787,00 fondi Comune 8.000,00 Attività aggiuntive DSGA scuola capofila (5% costo progetto) ,00 Contributi e oneri amm.ne ,00 Esperti Esterni per attività di consulenza, docenza, progettazione, analisi qualitativa, screening alunni scuole in rete ,00 TOTALE ,00 19

20 P09 PROGETTO CANTAPARLANDO 2.500,00 Il progetto rientra nelle azioni per le Aree a rischio a. s. 2011/2012, nell ambito di una rete di scuole formata da: ITC Panedda, capofila, I.I.S. Amsicora, Istituto Comprensivo, Liceo Mossa. L ultima fase, costituita dallo spettacolo finale e dall incontro di valutazione svoltosi all ITC Panedda, si è conclusa nel mese di febbraio Le risorse rappresentano la quota parte assegnata dalla scuola capofila e destinata a coprire le spese per il personale del Consiglio di classe coinvolto (2^A) e per l acquisto di materiali necessari allo svolgimento delle varie attività. Avanzo amm.ne vincolato 2.500,00 da Z01/2012: quota parte progetto in rete (ITC Panedda ) Materiale informatico ,00 Attività aggiuntive insegnamento e non insegnamento docenti ,58 Attività aggiuntive DSGA (5% costo progetto) ,00 Contributi e oneri amm.ne ,42 TOTALE 2.500,00 P10 PROGETTO SCUOLA DIGITALE ,00 (PO FESR Sardegna 2007/2013 Delibera G. R. n. 28/69 del 24/06/2011) Il Liceo Mossa svolge il ruolo di Punto Ordinante per l espletamento di tutte le procedure amministrative e contabili legate all acquisto, alla fornitura e all installazione dei KIT LIM e degli ACCESS POINT previsti dal Progetto. Tali attrezzature interessano, oltre alla nostra scuola, altre due scuole della rete appositamente costituitasi: Liceo Classico Gramsci di Olbia e l Istituto Europa di Sassari. Altri finanziamenti vincolati ,00 fondi Regione Sardegna Altre istituzioni 1.800,00 da Istituto d Istruzione Superiore G. Musinu di Thiesi Compenso al DS e al DSGA per attività di gestione della RdO per l acquisto di Kit Lim e Access Point ,50 Compenso per le attività svolte dalla Commissione incaricata della valutazione delle offerte ,48 Oneri a carico Amm.ne ,02 Kit Lim ,00 Access Point ,00 TOTALE ,00 P11 PROGETTO S.O.S. MovEUs A project on Special Outdoor Sports that moves us in European areas ,80 (Accordo COMENIUS DE3-COM ) PAESI COINVOLTI: GERMANIA NEUHAUS AM RENNWEG (COORDINATORE) FRANCIA ST. LOUIS, ILE DE LA REUNION, ESTONIA PAIKUSE PARNUMAA NORVEGIA - SǾRLI, PAESI BASSI GRONINGEN, ROMANIA CARACAL ITALIA OLBIA. 20

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo.

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo. Regolamento G.L.I. Art. 1 Costituzione del G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l Inclusione) Ai sensi della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d intervento per alunni con bisogni educativi

Dettagli

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali Il sistema educativo italiano 29 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca (MIUR)

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (MADIA) (PADOAN)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (MADIA) (PADOAN) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2994 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli