La memoria degli altri Shoà e Homocaust due genetiche per uno sterminio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La memoria degli altri Shoà e Homocaust due genetiche per uno sterminio"

Transcript

1 Arcigay Circolo Mario Mieli E.T.I.C.A Di' Gay Project - DGP GayLib La memoria degli altri Shoà e Homocaust due genetiche per uno sterminio Bozza di progetto per la celebrazione della Giornata della Memoria gennaio 2009

2 Introduzione e Programma Sembrerebbe che una delle caratteristiche principali che ha ri-vestito la Shoà sia stata il silenzio. Durante il presente della II Guerra Mondiale di Shoà se ne parlava poco, si mentiva sugli stermini, o non se ne parlava affatto, per nasconderla a tutti (da parte dei nazisti)o a se stessi (da parte delle vittime). Le vittime è noto che la prima cosa che provano è la vergogna di sé, di essere state ridotte a meno che umane, e la dignità già offesa non trova le parole per esprimersi. Ci volle del tempo affinché, la storia parlasse della Shoà e soprattutto i sopravvissuti, trovassero il coraggio di raccontare, di testimoniare di sé e della ricostruzione del passato. Così i molti lati dello stato razziale del nazismo apparvero lentamente alla luce della storia. E quantunque ci sembra così distante, sebbene appena 60 sono gli anni che ci separano da questo, per altri aspetti discriminatori potremmo anche pensare di esserne ancora contemporanei. Se consideriamo che il nazismo ha avuto una storia che l ha preceduto, sebbene questa non fosse nazista, e una storia che l ha seguito, sebbene questa si fosse epurata dal nazismo, la legge sull omosessualità promulgata in Prussia nel 1871 e abrogata in Germania soltanto nel 1968, e completamente negli anni 90, non può non farci riflettere sul ritardo che questa ha determinato sia nel parlare delle vittime omosessuali che nella timida richiesta da parte di queste per un risarcimento alla loro riduzione a schiavi e alle torture o esperimenti scientifici subiti. Fino al 68 il famoso paragrafo 175 definiva i rapporti omosessuali come criminali.

3 Riteniamo pertanto che, come nelle precedenti edizioni de La memoria degli altri che hanno visto e ebrei e Rom ricordare insieme nel 2007, ed ebrei e disabili nel 2008 che anche quest anno Ebrei e omossessuali ricordando insieme non potranno non mettere in luce riflessioni ed emozioni su ciò che è stata la Shoà e l Homocaust. Indubbiamente le differenze che hanno fatto si che si progettasse una shoà e un homocaustos hanno delle motivazioni diverse, -la genetica applicata agli ebrei considerati solo come cavie umane non prevedeva una cura - ma la soluzione finale che attendeva i due gruppi non lasciava troppe speranze su come il nazismo intendesse risolvere il problema di ciò che non era razzialmente sano. A questo proposito le parole che hanno seguito il minuto di silenzio all apertura del Giorno della Memoria 2005 presso il Parlamento Europeo sono indicative dell inizio di un riconoscimento delle vastità di sterminio operate dalla eugenetica nazista : il campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, dove centinaia di migliaia di ebrei, zingari, omosessuali, polacchi e prigionieri di altre nazionalità sono stati uccisi, non è solo una importante occasione per i cittadini europei di ricordare e condannare l'enorme orrore e la tragedia dell'olocausto, ma anche per condannare il pericoloso risorgere dell'antisemitismo, specialmente degli incidenti antisemiti, e per imparare ancora la grande lezione circa i pericoli di sacrificare le persone su basi di razza, origine etnica, religione, politica ed orientamento sessuale.

4 Sebbene i Lager che particolarmente furono luogo di concentrazione di omosessuali furono altri, quali Dachau Buchenwald o Sachsenhausen, o Ravensbruck (per le lesbiche) in questi le modalità di annientamento e sterminio non si svolsero in modo troppo diverso dal più noto e tristemente famoso lager di Auschwitz. Perché i Triangoli Rosa, era questo il segno distintivo che marchiava gli omossessuali, subirono denutrimento, lavori forzati e, non ultimo, i ben noti sia per ebrei, rom, e disabili, esperimenti scientifici su cavie umane. E curioso infatti notare come la virata biologica e genetica operata dal nazismo su tutto ciò che non riusciva ad assimilare, sia poi stata una caratteristica tesa a giustificare attraverso la medicina l igiene razziale. E la presenza di medici nei Lager (Carl Vaeret) per omosessuali tendesse a risolvere geneticamente e con soluzione finale una delle più controverse questioni che dai tempi biblici a quelli greco - romani ha costituito uno spunto di riflessione sulla società. Ci auguriamo cosi che i concerti, spettacoli, mostre e conferenze che vedranno insieme nel gennaio 2009 ebrei e omosessuali ricordare insieme la Shoà e l Homocaust possano oltre che tracciare la storia passata, disegnare più civili modi comprensione, analisi e dialogo per le persone e gruppi che da sempre hanno costituito fonte e stimolo per l identità europea.

5 Bozza programma Conferenze Dalla notte dei lunghi coltelli alla notte di Auschwitz Genetica e sessualità : terza via, terzo sesso? Teatro Musica Mostre Proiezioni Premio Bent La scelta di Turing Nudo Homocausto Arte Grune Rose Paragraph 175 Teatro e Shoà

6 Premio Teatro e Shoà Proclamazione vincitori II edizione a cura del CeRSE Tor Vergata e consegna targhe della Presidenza della Repubblica

7 Conferenza Dalla notte dei lunghi coltelli alla notte di Auschwitz Homocaust e Shoà relatori : Marco Reglia, Pupa Garribba, Enrico Oliari ed altri in via di definizione

8 Conferenza Genetica e sessualità : terza via, terzo sesso? A partire dalle riflessioni di Magnus Hirschfeld, una delle figure dominanti nell'ambito della difesa dei diritti politici degli omosessuali ( ), che era un ebreo, omosessuale e social democratico, il quale si occupò di studi di sessuologia e definì gli omosessuali appartenenti ad un terzo sesso. Hirschfeld fondò un'associazione chiamata Comitato scientifico-umanitario nel 1897 e si batté perché fosse abrogato il paragrafo 175, nel 1919 lo stesso Hirschfeld fondò l' Istituto di Scienze Sessuali relatori (da confermare ) : Franco Grillini, Imma Battaglia, Angelo Pezzana, Massimo Ammanniti, Rossana Praitano, ed altri in via di definizione.

9 Teatro La scelta di Turing di Vittorio Pavoncello uno spettacolo su Alan Turing, il noto matematico che permise di decifrare i codici crittografati dei nazisti (ENIGMA) permettendo così agli alleati di vincere la guerra e in seguito, a guerra finita, portato al suicidio perché omosessuale.

10 BENT e COME UNA RANA D INVERNO liberamente ispirato alle opere di PRIMO LEVI JIRI ORTEN BERTOLT BRECHT DANIELA PADOAN MARTIN SHERMAN coreografia Gloria Pomardi regia Marco Mattolini Un collage di teatro danza da Come una rana d inverno con letture dallo spettacolo Bent. Una suggestiva creazione di Marco Mattolini che unisce i due spettacoli, precedentemente realizzati, in un sola performance che racconta sia le donne nei Lager che gli omosessuali.

11 Concerti Nudo di Sylvano Bussotti testo di Aldo Braibanti Sylvano Bussotti Monica Benvenuti soprano

12 Concerti Note di Memoria Musiche di Viktor Ullmann e altri compositori pianista Jacqueline Cole Viktor Ullmann Jacqueline Cole piano Jacqueline Cole -pianista artista scrittrice fondatrice e direttore artistico della Fondazione Viktor Ullmann and Pavel Haas e della Fundacja Instytut Viktora Ullmanna Cieszyn Poland. ha dato concerti negli Stati Uniti,Svezia, Francia, Olanda, Svizzera, Inghilterra,Repubblica Ceca e Polonia. E' una artista internazionale che focalizza le sue performance sui compositori negletti, passati nel silenzio o meno conosciuti del xx secolo. Attualmente è impegnata nella ricerca per scrivere una biografia di Viktor Ullmann e del compositore ebreo polacco Szymon Laks. I suoi futuri impegni la vedono in Europa come ambasciatrice delle opere di Vktor Ullmann e dei suoi contemporanei che perirono durante la Shoà. Ha studiato presso la Yehudy Menuhin School è in seguito ha avuto fra i suoi maestri Nadia Boulanger, Vlado Perlemuter, Yvonne Loriod Messiaen, Jeanne Loriod (Ondes Martenot), James Gibb, Kenneth van Barthold and Mary Fedden RA.

13 Proiezioni Grune Rose di Dario Picciau racconta lo sterminio degli omosessuali nei lager, soggetto e sceneggiatura di Roberto Malini. Il film prodotto da Visions e Arcigay Firenze "Il Giglio Rosa vuole essere un omaggio a Richard Grüne, artista e testimone dello sterminio degli omosessuali sotto il nazismo. (gentile concessione arcigayfirenze) Paragraf 175 regia: Rob Epstein, Jeffrey Friedman, testo: Sharon Wood, narratore: Rupert Everett Uno straordinario documento tragico e commovente: parlano 6 sopravissuti all'esperienza della persecuzione nazista contro gli omosessuali.

14 Mostra OMOCAUSTO Lo stermino dimenticato degli omosessuali 15 pannelli realizzati su supporto plastico (70 x 100) propongono ad un buon livello di approfondimento un quadro storico sul nazismo, sull'approccio del fascismo all'omosessualità e sulla persecuzione delle donne lesbiche. Negli ultimi pannelli si introducono sinteticamente le discriminazioni nei regimi comunisti proponendo nell'ultimo l'elenco dei paesi che, al momento della stampa, prevedevamo norme contro l'omosessualità. L'aggiornamento attuale riporta i dati all'aprile 2007.

15 Arte Mostra d arte di circa 20 artisti in una galleria sul tema di ebrei, omosessuali, e shoà

16 CHI SIAMO Ebraico Teatro Internazionale Cultura Arte Arcigay associazione lesbica e gay italiana GayLib associazione dei gay liberali e di centrodestra Di' Gay Project - DGP (Associazine di promozione sociale) Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli

17 Arcigay - Via Don Minzoni Bologna Arcigay, fondata nel 1985, è oggi la principale organizzazione nazionale per la difesa dei diritti delle persone omosessuali operante in Italia. Ne fanno parte più di socie e soci.arcigay è registrata con il n 115 al Registro nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale (APS) presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con Decreto n 96/II/2006 del 16/03/06. Si articola in 114 realtà territoriali, di cui 45 comitati provinciali e comitati promotori - 5 coordinamenti regionali e 64 associazioni ricreative affiliate (bar, discoteche, saune, ristoranti, circoli culturali) - distribuite in 48 province italiane da Bolzano a Ragusa. La sede nazionale Arcigay è a Bologna, in Via Don Minzoni 18, il presidente nazionale, dal 2007 è Aurelio Mancuso. Arcigay è un'organizzazione solidaristica di volontariato sociale senza scopo di lucro, che ha come obiettivi la lotta contro l'omofobia e l'eterosessismo, contro il pregiudizio e la discriminazione antiomosessuale. Si impegna per la realizzazione della pari dignità e delle pari opportunità tra individui a prescindere dall'orientamento sessuale di ciascuno e per l'affermazione di una piena, libera e felice condizione omosessuale. Questi obiettivi sono perseguiti attraverso l'organizzazione di iniziative di aggregazione e socializzazione, l'attivazione di servizi di supporto alla persona, la promozione della visibilità delle persone omosessuali nella società. Arcigay si batte per la promozione del diritto alla salute fisica e psicologica, per l'abolizione delle normative discriminatorie e per il riconoscimento legale delle coppie omosessuali. Agisce in un'ottica di dialogo e confronto con istituzioni, partiti e sindacati, di alleanza con altri movimenti di promozione civile e sociale, di contribuzione alla più generale difesa delle libertà civili, individuali e collettive. Dalla sua nascita Arcigay collabora continuativamente con il Ministero della Sanità italiano e con l'istituto Superiore della Sanità, impegnandosi nel'organizzazione di campagne di prevenzione e informazione contro l'hiv/aids e le altre malattie a trasmissione sessuale, anche attraverso corsi di formazione, consultori autogestiti, linee di telefono amico, unità di strada, attività di ricerca. Fa parte della Consulta delle associazioni di lotta al'aids presso il Ministero della Sanità. L'associazione opera nel campo della cultura e del'informazione, nella formazione e nell'aggiornamento degli operatori sociosanitari e del personale scolastico, anche in collaborazione con associazioni di studenti, di insegnanti e di genitori di omosessuali. I corsi di formazione per insegnanti delle scuole medie superiori sul tema del'orientamento sessuale del'arcigay sono riconosciuti, dal 1999, dal Ministero della Pubblica Istruzione. L'associazione fa parte del Tavolo delle associazioni giovanili promosso dal Ministero delle Politiche Sociali. Arcigay è impegnata in diversi progetti di pianificazione della lotta alle discriminazioni in Europa in applicazione del'art.13 del Trattato del'unione Europea. È membro dell'ilga, International Gay & Lesbian Association.

18 Di' Gay Project - DGP è una Aps (Associazine di promozione sociale) pacifista, apartitica, non violenta e democratica che si oppone attivamente ad ogni forma di discriminazione nei confronti delle minoranze gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e transgender ma anche etniche e religiose. DGP si batte per i diritti umani e civili di gay, lesbiche, bisessuali, transessuali. I nostri obiettivi sono: la promozione di attività idonee all'informazione, sensibilizzazione e formazione sui temi cari alla comunità gay, lesbica, bisessuale e transgender/transessuale (GLBT); la promozione di attività, campagne, progetti di volontariato, solidarietà concreta per la difesa dei diritti umani e l'assistenza alle persone vittime di esclusione sociale e discriminazioni di ogni tipo. DGP nasce da una nuova sensibilità che si propone di favorire la crescita di una società in cui le persone Glbt vivano visibili e integrate, senza pregiudizi. Siamo attenti alla situazione politica e sociale; in quest'ambito cerchiamo di lasciarci alle spalle i luoghi comuni e promuoviamo gruppi di discussione e momenti di confronto sui temi più svariati, mantenendo una trasversalità politica e tematica che garantisca pluralismo e libera espressione. Quest'accezione di trasversalità è lo spirito fondante di DGP, perché implica aggregazione rispetto ad obiettivi comuni, senza chiedere agli iscritti l'appartenenza politica o discriminare in base a ciò. Di' Gay Project - DGP - Via Costantino n. 82, Roma Tel/fax

19 Il Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli è un associazione indipendente basata sul volontariato: si occupa della rivendicazione e della tutela dei diritti civili delle persone glbtq (gay, lesbiche, bisessuali, trans/gender, queer) e della persona in genere, promuove attività culturali e di socializzazione. Da sempre è impegnato nella lotta all AIDS e nella difesa delle persone con HIV/AIDS, sia nel campo dell informazione e prevenzione (anche per altre malattie sessualmente trasmissibili) che in quello dell assistenza. Il Circolo, nato nel 1983 dalla fusione di preesistenti organizzazioni romane ( Fuori e Collettivo Narciso ), lotta contro il pregiudizio omofobo e transfobico, nel campo dei diritti civili e per una cultura delle differenze, anche con pressioni su mass media, partiti e istituzioni, al fine di modificare l atteggiamento discriminatorio sia per orientamento sessuale che per identità di genere. Dal 1989, il primo a Roma, il Mario Mieli offre un servizio di assistenza domiciliare per persone in aids, formato da uno staff di operatori, psicologi e assistenti sociali. Inoltre offre servizi di consulenza psicologica, assistenza legale, counseling telefonico, gruppi di auto-aiuto per persone sieropositive. Gestisce una casa famiglia per senza fissa dimora. Pubblica dal 1995 la rivista mensile gratuita Aut. Dal 1990 organizza la festa di autofinanziamento Muccassassina. Il Circolo Mario Mieli ha instaurato rapporti con istituzioni locali, nazionali e internazionali alle quali si è proposto come valido interlocutore svolgendo una funzione politica. E stato organizzatore ufficiale del World Pride svolto a Roma nel E tra i promotori di Queer for Peace: rete di associazioni e singoli/e glbtq contro la guerra e per la pace sorta dall esperienza del Social Forum Europeo di Firenze. Collabora con le altre realtà glbtq e con organizzazioni che operano nel campo dei diritti umani e civili. Il Mario Mieli è inoltre dal 1994 organizzatore del Pride di Roma. Circolo Mario Mieli Via Efeso 2A tel

20 GayLib è un'associazione culturale, politica e ricreativa di donne e uomini ispirati da ideali liberaldemocratici che intendono unire le proprie forze per promuovere il rispetto dei diritti civili e l emancipazione sociale delle persone omosessuali e pertanto si impegnano a perseguire i seguenti scopi: 1 attività di informazione e sensibilizzazione sulle problematiche delle persone omosessuali anche attraverso l'organizzazione di studi e convegni nonché l'attivazione di un servizio di counceling legale e psicologico; 2 promozione della socialità e del benessere delle persone omosessuali anche attraverso la creazione, gestione e affiliazione di centri di aggregazione, sport, cultura, organizzazione di viaggi a scopo culturale e ricreativo, eventi culturali e musicali, corsi, studi e informazione sanitaria; 3 sensibilizzazione degli enti locali alle problematiche specifiche degli omosessuali sul territorio, in particolare alle politiche abitative, sanitarie, occupazionali, educazionali e ricreative; 4 forte sensibilizzazione delle forze politiche nazionali e locali allo scopo di ottenere l'effettiva equiparazione giuridica delle persone omosessuali nell'affermazione della propria individualità e nella tutela delle formazioni sociali in cui essa si realizza; 5 contatti con le realtà omosessuali di Paesi in cui tuttora i diritti civili vengono violati, con particolare attenzione ai Paesi in cui i rapporti omosessuali integrano fattispecie di reato e sono puniti con pene gravi ed organizzazione di attività di informazione e lotta politica al fine di ottenere la tutela giuridica dei diritti civili. GayLib, associazione gay liberali e di centrodestra Via Efeso 2A tel

21 Ebraico Teatro Internazionale Cultura Arte Associazione promotrice nell ideazione e organizzazione de La memoria degli altri con responsabile del progetto Vittorio Pavoncello. L'associazione E.T.I.C.A si propone di sviluppare e diffondere la cultura ebraica attraverso diverse attività e iniziative culturali tra cui rappresentazioni teatrali mostre e cinema per il mantenimento della memoria relativa alla Shoà (su questa tematica è stato creato un Premio per la drammaturgia Teatro e Shoà in collaborazione con il CeRSE dell Università di Tor Vergata), affinché crimini simili verso l umanità non accadano più ma anche di combattere ogni forma di pregiudizio verso l altro, promuovendo la conoscenza e il dialogo culturale e interreligioso. In occasione del 60 anniversario del processo di Norimberga: Nell'aula bunker del tribunale di Palermo è andato in scena: Norimberga - dagli atti del processo. Di L. Nardi e A. Scafi da un idea di Luigi di Majo E.T.I.C.A pubblica il testo della pièce teatrale. Copie del libro vengono offerte nel corso della rappresentazione che ha avuto luogo in un'unica serata a Palermo il 19 novembre e nell'auditorium di Roma il 18 dicembre Tra le molte attività svolte da Vittorio Pavoncello: L incoronamento della novella sposa da un dipinto di M. Ernst di Vittorio Pavoncello, Teatro Flaiano Roma 2006 Il violino di Shylock di Vittorio Pavoncello CRER Roma 2006, Rotonda di Senigallia "Il nuovo pianeta" di Vittorio Pavoncello e Lucio Gregoretti, regia di Vittorio Pavoncello Anfiteatro Colosseo Archeologia a Roma 2000 Ministero Beni e Attività Culturali "Eutanasia di un ricordo" testo e regia di Vittorio Pavoncello Giornata della Memoria Discoteca di Stato 2005 Roma "Lampada della Pace", scultura per il Santuario Francescano di Greccio (Rieti) l' Appello di Pace al Mondo UNICEF E.T.I.C.A Via Sommeiller, Roma tel

22 La memoria degli altri da un idea Vittorio Pavoncello Consulenze Storica Co-organizzazione Direzione Tecnica Grafica P.R. Per Arcigay Per il Circolo Mario Mieli Anna Foa Silvia Cutrera Artepoint di Paolo Mancini Artmann di Alan Baumann Shulamith Orvieto Marco Reglia Rossana Praitano Andrea Mele Andrea Maccarrone Vincenzo Ianniello

Quante volte ti hanno discriminato o ti sei sentito rifiutato, inadeguato perché gay lesbica bisessuale o transessuale?

Quante volte ti hanno discriminato o ti sei sentito rifiutato, inadeguato perché gay lesbica bisessuale o transessuale? Quante volte ti hanno discriminato o ti sei sentito rifiutato, inadeguato perché gay lesbica bisessuale o transessuale? Gay Help Line è il numero gratuito (da tutta Italia e da tutti i telefoni, fissi

Dettagli

Veneto Pride LGBTQIE 2013

Veneto Pride LGBTQIE 2013 Veneto Pride LGBTQIE 2013 Manifesto Politico INTRODUZIONE Il 15 Giugno è la data che abbiamo individuato, come movimento per i diritti delle persone omosessuali e transgender, per la convocazione del Veneto

Dettagli

Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices.

Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices. Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices. Contro l Omofobia. Strumenti delle Amministrazioni Pubbliche locali dell'unione Europea. SITOGRAFIA SUL TEMA DEL CONTRASTO ALL

Dettagli

Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi,

Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi, Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi, come avete appena sentito negli interventi che mi hanno preceduto, nella veste di Ministro dell Istruzione ho voluto che

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, in virtù dell Articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d Europa,

Il Comitato dei Ministri, in virtù dell Articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d Europa, Raccomandazione CM/Rec(2010)5 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sulle misure volte a combattere la discriminazione fondata sull orientamento sessuale o sull identità di genere (Adottata dal Comitato

Dettagli

APERTA_MENTE UN PROGETTO SUL DISAGIO GIOVANILE NELLE SCUOLE DI ROMA

APERTA_MENTE UN PROGETTO SUL DISAGIO GIOVANILE NELLE SCUOLE DI ROMA APERTA_MENTE UN PROGETTO SUL DISAGIO GIOVANILE NELLE SCUOLE DI ROMA Anche quest'anno è partito nel mese di marzo il progetto ApertaMente, realizzato da Di Gay Project - DGP in collaborazione con l'ufficio

Dettagli

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che:

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che: Sindaco Paolo Mascaro paolo.mascaro@comune.lamezia-terme.cz.it Presidente del consiglio comunale Francesco De Sarro francesco.desarro@comune.lamezia-terme.cz.it Oggetto: mozione ex art. 18 regolamento

Dettagli

Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Circolo di iniziativa omosessuale "Tralaltro"- Comitato Territoriale Arcigay Padova Articolo 1

Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Circolo di iniziativa omosessuale Tralaltro- Comitato Territoriale Arcigay Padova Articolo 1 Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Circolo di iniziativa omosessuale "Tralaltro"- Comitato Territoriale Arcigay Padova Articolo 1 E costituito con sede in Padova, in corso Garibaldi 41, il

Dettagli

Statuto di Orlando, comitato territoriale Arcigay di Brescia Approvato dal Congresso del 23 Marzo 2014

Statuto di Orlando, comitato territoriale Arcigay di Brescia Approvato dal Congresso del 23 Marzo 2014 Statuto di Orlando, comitato territoriale Arcigay di Brescia Approvato dal Congresso del 23 Marzo 2014 Art. 1 - Costituzione É costituito con sede in Brescia, in Via Valerio Paitone, n. 42, il Comitato

Dettagli

Bambine e Bambini costruttori di pace

Bambine e Bambini costruttori di pace Istituto Comprensivo V. Tortoreto SCUOLA PRIMARIA Delia e Filippo Costantini Passo San Ginesio Bambine e Bambini costruttori di pace anno scolastico 2004-05 DATI IDENTIFICATIVI DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA

Dettagli

Carta dei Valori, della Cittadinanza e dell'integrazione

Carta dei Valori, della Cittadinanza e dell'integrazione Carta dei Valori, della Cittadinanza e dell'integrazione L ITALIA, COMUNITA DI PERSONE E DI VALORI L Italia è uno dei Paesi più antichi d Europa che affonda le radici nella cultura classica della Grecia

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Linee guida per un sistema d istruzione più inclusivo per le persone LGBTQ LINEE GUIDA

Linee guida per un sistema d istruzione più inclusivo per le persone LGBTQ LINEE GUIDA LINEE GUIDA PER UN SISTEMA DI ISTRUZIONE PIÙ INCLUSIVO PER LE PERSONE LGBTQ 1 PREMESSA Queste linee guida sono frutto di un attento lavoro di gruppo tra attivisti del sindacato studentesco e delle associazioni

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Largo Dino Buzzati. Progetto d Istituto Giornata della Memoria e del Ricordo

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Largo Dino Buzzati. Progetto d Istituto Giornata della Memoria e del Ricordo ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Largo Dino Buzzati Progetto d Istituto Giornata della Memoria e del Ricordo Vedrai che è bello vivere Chi s'aggrappa al nido non sa che cos'è il mondo, non sa quello che tutti

Dettagli

L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI

L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI L educazione ai diritti umani può essere definita come l insieme dei programmi e delle attività educative centrati sulla promozione dell uguaglianza della dignità umana, al

Dettagli

DALLA SOLIDARIETÀ AL DIRITTO: I RIFUGIATI E L ASILO

DALLA SOLIDARIETÀ AL DIRITTO: I RIFUGIATI E L ASILO Università degli Studi di Milano - Bicocca Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Giuridico delle Istituzioni Nazionali ed Europee In collaborazione con Amnesty International Sezione Italiana - Associazione

Dettagli

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Titolo del Ente proponente Referente del IDENTITA E ADOLESCENZA genere, ruolo, orientamento tra eterosessualità

Dettagli

EDUCAZIONE CIVICA (EC)

EDUCAZIONE CIVICA (EC) EDUCAZIONE CIVICA (EC) 1. Amici lontani (Copia 1) 2. Amici lontani (Copia 2) Unicef. I ragazzi italiani per i ragazzi del mondo. 3. Ass. Sudanesi in Toscana 4. Battere la povertà (Copia 1) 5. Battere la

Dettagli

CULTURA E CITTADINANZA

CULTURA E CITTADINANZA CULTURA E CITTADINANZA Il progetto si propone di individuare e selezionare proposte culturali significative (attività, incontri, spettacoli) per gruppi di classi, nell intento di offrire spunti di lavoro

Dettagli

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario Dopo la sconfitta della Prima guerra mondiale, nel 1918 in Germania viene proclamata la Repubblica di Weimar. La Germania è condannata a pagare ingenti danni di guerra ai vincitori e per questo la situazione

Dettagli

PERCORSI DI EDUCAZIONE CIVILE PATROCINATI DAL COMUNE DI BAVENO

PERCORSI DI EDUCAZIONE CIVILE PATROCINATI DAL COMUNE DI BAVENO ISTITUTO COMPRENSIVO A. FOGAZZARO Via Brera 15 e Fax 0323 924737 In collaborazione con COMUNE DI BAVENO CASA DELLA RESISTENZA PARCO DELLA MEMORIA E DELLA PACE Scuola Primaria di Baveno Classi Quarta e

Dettagli

GRUNE ROSE: IL CORTOMETRAGGIO CHE RACCONTA LO STERMINIO DEGLI OMOSESSUALI NEI LAGER

GRUNE ROSE: IL CORTOMETRAGGIO CHE RACCONTA LO STERMINIO DEGLI OMOSESSUALI NEI LAGER PRESS BOOK GRUNE ROSE: IL CORTOMETRAGGIO CHE RACCONTA LO STERMINIO DEGLI OMOSESSUALI NEI LAGER Il film, co-prodotto da Visions Milano e Arcigay Firenze Il Giglio Rosa, in anteprima nazionale nel capoluogo

Dettagli

Naples experience DISTRETTO LGBT A FESTA LA FESTA

Naples experience DISTRETTO LGBT A FESTA LA FESTA Naples experience LGBT 20 86 9 72 1 64 A FESTA LA FESTA LGBT 20 A FESTA LA FESTA Utilizzati per il gioco del lotto, i 90 numeri della smorfia napoletana nascono dalla lettura dei sogni. Ogni parola, ogni

Dettagli

CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA. Gay Help Line. Estratto del rapporto del servizio

CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA. Gay Help Line. Estratto del rapporto del servizio CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA Gay Help Line Estratto del rapporto del servizio Dal 18 Marzo 2006 al 30 settembre 2007 Roma, 8 Novembre 2007 1/10 Gay Help Line : Principali Caratteristiche del

Dettagli

UNA VOLTA NELLA VITA

UNA VOLTA NELLA VITA Buonasera, vi inoltro qui di seguito le proposte dei film per la Giornata della Memoria 2016. Quest anno sono molti e a questi tre nuovi aggiungerei soprattutto per le classi più piccole (prime superiori

Dettagli

(Approvata dall'assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948)

(Approvata dall'assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948) 1 di 8 11/11/2011 10.30 (Approvata dall'assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948) Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato e proclamato la Dichiarazione Universale

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

L Assemblea Generale,

L Assemblea Generale, Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani. Adottata il 23 marzo 2011 dal Consiglio diritti umani, con Risoluzione 16/1 L Assemblea Generale, 165 Riaffermando gli

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Inventare il Futuro Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio

Inventare il Futuro Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio Inventare il Futuro Accordo di Programma Quadro Giovani protagonisti di sé e del territorio Inventare il Futuro è un progetto APQ multiazione che ha come obiettivo fondamentale il coinvolgimento e il protagonismo

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado

LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado IL NOSTRO TEAM Il nostro team è composto da avvocati, una psicologa, una educatrice,

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Olocausto Giornata della Memoria

Olocausto Giornata della Memoria Olocausto Giornata della Memoria In collaborazione con Scuola e società A questa guida corrisponde una pagina Internet di educa.ch, sulla quale trovate il file PDF della guida stessa per la sua consultazione

Dettagli

SCUOLA MARIO GALLI V CIRCOLO DIDATTICO SESTO SAN GIOVANNI PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE

SCUOLA MARIO GALLI V CIRCOLO DIDATTICO SESTO SAN GIOVANNI PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE SCUOLA MARIO GALLI V CIRCOLO DIDATTICO SESTO SAN GIOVANNI PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE ANNO SCOLASTICO 2011 / 2012 PREMESSA La complessità della realtà sociale e culturale in cui la scuola opera

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

O tramite PEC a (solo da un indirizzo PEC personale del /della candidato/a): serviziocivile@pec.federazionescs.org

O tramite PEC a (solo da un indirizzo PEC personale del /della candidato/a): serviziocivile@pec.federazionescs.org Federazione SCS/CNOS Salesiani per il Sociale Referente: Chiara Diella La domanda di Servizio Civile va inviata o consegnata a mano a: Via Marsala, 42 00185 - Roma Tel: 06. 4940522 O tramite PEC a (solo

Dettagli

Nome dell Associazione, Nome e Cognome del Responsabile dell Associazione, Telefono ; Fax. e-mail (o indirizzo di posta elettronica certificata)

Nome dell Associazione, Nome e Cognome del Responsabile dell Associazione, Telefono ; Fax. e-mail (o indirizzo di posta elettronica certificata) Spett.le Comune di Trezzo sull Adda Servizio cultura, sport, politiche giovanili Via Roma 5 20056 Trezzo sull Adda OGGETTO: CENSIMENTO DELLE ASSOCIAZIONI LOCALI Nome dell Associazione, Nome e Cognome del

Dettagli

La comunità dei 10.000 viaggiatori e la ricerca sul futuro della storia reggiana

La comunità dei 10.000 viaggiatori e la ricerca sul futuro della storia reggiana La comunità dei 10.000 viaggiatori e la ricerca sul futuro della storia reggiana L esperienza educativa Dal 1999 Istoreco organizza per gli studenti reggiani il Viaggio della Memoria: Auschwitz, Terezin,

Dettagli

ROMPIAMO IL SILENZIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Sono caduta dalle scale

ROMPIAMO IL SILENZIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Sono caduta dalle scale 1 ROMPIAMO IL SILENZIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Sono caduta dalle scale 2 Sono caduta dalle scale : dietro questa affermazione si nasconde spesso una realtà ben più tragica: una violenza subita da

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS CRESCERE INSIEME SERENI (C. I. S)

ASSOCIAZIONE ONLUS CRESCERE INSIEME SERENI (C. I. S) ASSOCIAZIONE ONLUS CRESCERE INSIEME SERENI (C. I. S) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE ONLUS CRESCERE INSIEME SERENI (C. I. S.) TITOLO I Denominazione - Sede Art. 1 L'associazione Crescere insieme Sereni è un'associazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned Gli anni della persecuzione nazista Dario Venegoni li ha vissuti attraverso

Dettagli

DIRITTINSCENA - Primo Festival teatrale antimafie e per i diritti umani Seconda edizione

DIRITTINSCENA - Primo Festival teatrale antimafie e per i diritti umani Seconda edizione DIRITTINSCENA - Primo Festival teatrale antimafie e per i diritti umani Seconda edizione Domenica 18 Maggio alle ore 13.45 inizia la maratona teatrale sul tema dei diritti umani e della lotta alle mafie.

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

CONGRESSO PROVINCIALE, 24 ottobre 2015

CONGRESSO PROVINCIALE, 24 ottobre 2015 CONGRESSO PROVINCIALE, 24 ottobre 2015 MOZIONE CONGRESSUALE Dopo un anno e mezzo Arcigay Palermo va nuovamente a congresso: sono stati diciotto mesi intensi, pieni di novità e cambiamenti per la nostra

Dettagli

Il progetto è extracurricolare, si rivolge agli alunni della scuola secondaria di 1 grado e segue...

Il progetto è extracurricolare, si rivolge agli alunni della scuola secondaria di 1 grado e segue... Il cervello dei bambini che frequentano corsi di musica si sviluppa in maniera diversa da quelli che non la praticano. I bambini che fanno musica ottengono punteggi migliori in prove legate alla memoria

Dettagli

PROGETTO: In Genere la Parità è Meglio BANDO Concorso-Premio dedicato alla memoria della Dr.ssa Roberta Zedda

PROGETTO: In Genere la Parità è Meglio BANDO Concorso-Premio dedicato alla memoria della Dr.ssa Roberta Zedda PROGETTO: In Genere la Parità è Meglio BANDO Concorso-Premio dedicato alla memoria della Dr.ssa Roberta Zedda Promotore Azienda Sanitaria Locale di Oristano in collaborazione con l' Ufficio Scolastico

Dettagli

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso IV Edizione 2014-2015 Bando di Concorso Soggetti promotori del bando Federgat (Federazione Gruppi Attività Teatrali) Fondazione Comunicazione e Cultura Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

VERBALE SINTETICO della CONSULTA DEL 23 GIUGNO 2011

VERBALE SINTETICO della CONSULTA DEL 23 GIUGNO 2011 VERBALE SINTETICO della CONSULTA DEL 23 GIUGNO 2011 ll giorno 23 del mese di giugno dell anno 2011 alle ore 21.15 presso la sede sociale in Milano, via Bezzecca n. 3, si è riunita la Consulta del C.I.G.

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

Ruolo ed attività previste per i giovani in servizio civile nell ambito del progetto.

Ruolo ed attività previste per i giovani in servizio civile nell ambito del progetto. Allegato B) CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: Mercurio Settore di intervento del progetto: n) educazione contro ogni forma di discriminazioni anche per orientamento sessuale Codice identificativo

Dettagli

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA RINA LATU Sabato 17 Ottobre 2015 PALERMO CHI SIAMO Principali attività svolte da AVIS su tutto il territorio nazionale

Dettagli

Disabilità e Omosessualità

Disabilità e Omosessualità Disabilità e Omosessualità Dott. Andrea Perdichizzi Psicologo Responsabile Gruppo Psicologi Arcobaleno Progetto Evelyn Hooker - Arcigay Torino Ottavio Mai perdy@fastwebnet.it L identità sessuale L identità

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE IDENTITA' DELL'ASSOCIAZIONE L'Associazione NO MAFIE BIELLA, che per brevità chiameremo NO MAFIE è un associazione di volontariato ONLUS (organizzazione

Dettagli

Titolo Progetto: Dal pregiudizio alla cittadinanza

Titolo Progetto: Dal pregiudizio alla cittadinanza Titolo Progetto: Dal pregiudizio alla cittadinanza Normativa di riferimento: DLG 229/99 PSN 1998-2000 P.O. Tutela Salute Mentale. DPR 11 Novembre 1999 Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.). Giornata

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

Art. 1 (Costituzione)

Art. 1 (Costituzione) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Comitato Provinciale Arcigay ANTINOO di Napoli ONLUS (statuto modificato ed approvato dal congresso provinciale, in Napoli, il 29 settembre 2012) Art. 1 (Costituzione)

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

La nostra intervista a Michaela Sidenberg, curatrice delle arti visive del Museo Ebraico di Praga, per la Giornata della Memoria

La nostra intervista a Michaela Sidenberg, curatrice delle arti visive del Museo Ebraico di Praga, per la Giornata della Memoria La nostra intervista a Michaela Sidenberg, curatrice delle arti visive del Museo Ebraico di Praga, per la Giornata della Memoria Erano in 15.000, per lo più bambini, ma solo un centinaio è sopravvissuto

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Progetto di cittadinanza attiva

Progetto di cittadinanza attiva Comune di Sant Antioco Progetto di cittadinanza attiva Il Consiglio Comunale dei ragazzi Il Consiglio Comunale dei ragazzi Nell'ambito del programma dell Amministrazione comunale di Sant Antioco, in particolar

Dettagli

PERCORSI DI LEGALITÀ...PER DARE SENSO AL FUTURO

PERCORSI DI LEGALITÀ...PER DARE SENSO AL FUTURO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Francavilla di Sicilia Via Napoli, 2 Francavilla di Sicilia(Me) Telefono 0942 981230 c.f.96005620834 c.u.ufal7m

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

C O M UN E D I BARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 29 NOVEMBRE 2012 DELIBERA N.678

C O M UN E D I BARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 29 NOVEMBRE 2012 DELIBERA N.678 C O M UN E D I BARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 29 NOVEMBRE 2012 DELIBERA N.678 O G G E T T O ISTITUZIONE TAVOLO TECNICO COMUNALE LGBTQI. L ANNO DUEMILADODICI IL GIORNO VENTINOVE DEL

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA CITTADINANZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE prende coscienza della propria persona ed impara ad averne cura prende coscienza degli altri bambini e impara a lavorare

Dettagli

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE Attività del gruppo GUE/NGL nella commissione per i diritti delle donne e l uguaglianza di genere del Parlamento europeo Uguaglianza di genere, solidarietà, azione

Dettagli

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Considerare l olocausto dal punto di vista dei diritti umani: il primo studio a livello di Unione europea sull istruzione

Dettagli

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE L associazione di Promozione Sociale i Ken ONLUS tutela e promuove i diritti di cittadinanza delle persone in situazione di disagio e non, attraverso una partecipazione attiva

Dettagli

Breve informativa su alcuni disegni di legge in discussione nel parlamento italiano

Breve informativa su alcuni disegni di legge in discussione nel parlamento italiano BOZZA Breve informativa su alcuni disegni di legge in discussione nel parlamento italiano Diritto e questioni di genere a cura del Centro Diocesano per la Pastorale Familiare e dell Ufficio Catechistico

Dettagli

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Progetto Educativo Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Parrocchia San Pietro Apostolo Via Don Bosco 12 Azzano X La scuola dell infanzia Beata Vergine del Rosario,

Dettagli

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)]

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani (Traduzione non ufficiale) L

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO MINEO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Anno scolastico 2013/2014 Premessa Educare, sostenere e incrementare attività

Dettagli

Finalità e obiettivi

Finalità e obiettivi Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di suscitare emozioni. Ha il potere di unire le persone come poche altre cose al mondo. Parla ai giovani in un linguaggio che capiscono. Lo sport

Dettagli

DOCUMENTO POLITICO TORINO PRIDE 27 giugno 2015 Orgoglio e pregiudizi

DOCUMENTO POLITICO TORINO PRIDE 27 giugno 2015 Orgoglio e pregiudizi DOCUMENTO POLITICO TORINO PRIDE 27 giugno 2015 Orgoglio e pregiudizi Le rivendicazioni della realtà LGBTTIQ (Lesbica, Gay, Bisessuale, Transessuale, Transgender, Intersessuale, Queer) sono molteplici ed

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca d intesa con Il Forum delle Associazioni Nazionali dei Genitori VISTO l articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana, al cui primo

Dettagli

Dipartimento per l Istruzione BANDO DI CONCORSO. I giovani ricordano la Shoah. Anno scolastico 2014/2015

Dipartimento per l Istruzione BANDO DI CONCORSO. I giovani ricordano la Shoah. Anno scolastico 2014/2015 BANDO DI CONCORSO Anno scolastico 2014/2015 I giovani ricordano la Shoah Nell ambito delle iniziative che saranno realizzate nel nostro Paese in occasione del Giorno della Memoria fissato per il 27 gennaio

Dettagli

DOCUMENTO POLITICO PRIDE 2013

DOCUMENTO POLITICO PRIDE 2013 DOCUMENTO POLITICO PRIDE 2013 Il movimento lgbtqi italiano, dopo oltre trent'anni di lotte, è pronto a rinnovare la propria mobilitazione per riportare al centro del dibattito politico la rivendicazione

Dettagli

Conferenza stampa per la giornata internazionale contro l'omo-bi e transfobia 2014

Conferenza stampa per la giornata internazionale contro l'omo-bi e transfobia 2014 Conferenza stampa per la giornata internazionale contro l'omo-bi e transfobia 2014 link download per testi e immagini https://dl.dropboxusercontent.com/u/13590931/centaurus%20presse-stampa.zip Indice 1)

Dettagli

La Casa delle Culture -Progetto-

La Casa delle Culture -Progetto- CONSULTA PROVINCIALE DELL IMMIGRAZIONE (Provincia di Modena) OGGETTO: Progetto "La Casa delle Culture". Il carattere strutturale che il fenomeno immigratorio ha assunto anche in Italia sollecita fortemente

Dettagli

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale ALLEGATO B Regione Toscana Direzione generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali D.C.R. n. 26 del 04/04/2012 Piano Integrato delle attività internazionali PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE

Dettagli

Giorno della Memoria. 27 gennaio 1945-2015. Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti.

Giorno della Memoria. 27 gennaio 1945-2015. Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti. Giorno della Memoria 27 gennaio 1945-2015 Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti. Il 27 gennaio 1945 il campo di concentramento di Auschwitz viene liberato dalle truppe russe. Il 27 gennaio

Dettagli

Le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono per la prima volta al mondo l orrore del genocidio nazista.

Le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono per la prima volta al mondo l orrore del genocidio nazista. 70 Anniversario Il 27 Gennaio 1945 le truppe sovietiche arrivarono presso la città polacca di Auschwitz, scoprendo il campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. Le testimonianze dei sopravvissuti

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori PERDUCA e PORETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 22 APRILE 2010 Norme contro le discriminazioni fondate sull orientamento

Dettagli

ATTIVITA ALTERNATIVA ALL I.R.C.- 3/ 4/ 5 ANNI SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2014/15 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ARGOMENTI DISCIPLINARI ATTIVITA

ATTIVITA ALTERNATIVA ALL I.R.C.- 3/ 4/ 5 ANNI SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2014/15 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ARGOMENTI DISCIPLINARI ATTIVITA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Statale Sandro Pertini Via V. Cuoco,63 00013 Fonte Nuova (RM) Tel. 069059089 Fax

Dettagli

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA Preambolo Istanbul, 11 maggio 2011 Gli Stati membri del Consiglio d

Dettagli

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione

Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione n. 61 25 gennaio / 1 febbraio 2013 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Appello dell ANPI per le elezioni del 24 e 25 febbraio Per un Italia rinnovata, nei valori dell Antifascismo, della Resistenza e della

Dettagli

SERVIZI PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE

SERVIZI PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE L espressione violenza domestica designa tutti gli atti di violenza fisica, sessuale, psicologica o economica che si verificano all interno della famiglia o del nucleo familiare o tra attuali o precedenti

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE SUL GENOMA UMANO E I DIRITTI UMANI

DICHIARAZIONE UNIVERSALE SUL GENOMA UMANO E I DIRITTI UMANI DICHIARAZIONE UNIVERSALE SUL GENOMA UMANO E I DIRITTI UMANI La Conferenza Generale, Ricordando che il Preambolo dell Atto Costitutivo dell UNESCO invoca l ideale democratico di dignità, di uguaglianza

Dettagli