PROGRAMMA ANNUALE 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA ANNUALE 2015"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO STATALE LORENZO MOSSA Via Campidano OLBIA (OT) - Tel Fax Codice scuola SSPS05000G - Codice fiscale Codice ipa istsc_ssps05000g - Codice Univoco Ufficio UF2KGW PROGRAMMA ANNUALE 2015 a) Documento illustrativo del Dirigente Scolastico b) Relazione illustrativa della Giunta Esecutiva 1

2 DOCUMENTO ILLUSTRATIVO Premessa Il presente documento di programmazione finanziaria, strettamente correlato al Piano dell offerta formativa, riflette una fase di transizione legata alla necessità che il Consiglio di Istituto, insediatosi per il nuovo triennio , proceda ad una revisione delle linee generali di indirizzo secondo un approccio autovalutativo, teso al miglioramento, che dovrebbe poi coinvolgere tutte le componenti della scuola, a livello collegiale ed organizzativo. Ciò in considerazione anche del fatto che nel corrente anno scolastico prenderà avvio il Sistema Nazionale di Valutazione che prevede, nella prima fase, l autovalutazione di istituto finalizzata ad elaborare entro luglio 2015 il rapporto di Autovalutazione (RAV). Tale prospettiva, tuttavia, non può prescindere dalla considerazione di diverse questioni che interessano il sistema scuola a vari livelli. - La Riforma dei Licei, a regime dal corrente a. s. 2014/2015, nella nostra scuola non può dirsi pienamente compiuta rispetto all assetto curricolare progettato nel corso degli ultimi anni scolastici. Infatti, questo Liceo è ancora in attesa dell approvazione di un Piano regionale di programmazione dell offerta formativa che consenta di attivare, dopo quattro anni di reiterate richieste formalizzate anche nel Piano provinciale, le opzioni Scienze applicate e Economico-sociale. La Gallura è l unico territorio regionale in cui non sono state attivate le opzioni. - Sono ancora da rilevare le criticità della situazione finanziaria della scuola, soprattutto per quanto riguarda la questione dei residui attivi vantati nei confronti dello Stato, nonostante le integrazioni di risorse assegnate dal MIUR ( 1.625,28 nota n del 15/12/2014), ancora una parte significativa da incassare necessaria per riequilibrare definitivamente gli assetti di bilancio. - E ormai consolidato il processo di progressiva centralizzazione delle risorse assegnate, iniziata con l avvio del pagamento dei compensi accessori del personale da parte dell ufficio NoiPA del MEF per completarsi con le disposizioni sulla Tesoreria Unica e il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie tramite SPT. Pertanto, la riduzione delle risorse allocate nel programma annuale, in termini sia di competenza che di cassa, è da considerarsi un dato strutturale. - La dotazione ordinaria assegnata per l anno scolastico 2014/2015, destinata al funzionamento amministrativo e didattico, non risulta pienamente adeguata per far fronte alle esigenze concrete dell organizzazione e della progettazione didattico-educativa. - Anche per l a. s. 2014/2015, è confermata la necessità di incrementare ulteriormente le integrazioni derivanti da finanziamenti pubblici e privati, compresi, in particolare, i contributi delle famiglie stabiliti dal Consiglio di istituto. Una quota importante delle risorse programmate proviene appunto dai contributi volontari, destinata all ampliamento dell offerta formativa e all innovazione tecnologica, nel rispetto dei criteri deliberati dal Consiglio di Istituto. (del. n. 22/2014 del 30/05/2014). 2

3 La programmazione finanziaria, in coerenza con le attuali linee generali di indirizzo del POF e compatibilmente con i vincoli e le difficoltà di cui sopra, rappresenta una sfida particolarmente impegnativa, basata sui seguenti obiettivi fondamentali: assicurare gli standard essenziali di erogazione del servizio scolastico, per quanto riguarda i processi formativi e il funzionamento generale dei servizi; garantire i livelli essenziali di fattibilità di tutte le attività ed i progetti previsti nell ambito del Piano dell offerta formativa; sostenere processi di innovazione didattico-metodologica attraverso percorsi di formazione e di ricerca, anche in rete con altre Istituzioni scolastiche; promuovere un percorso di autovalutazione in una prospettiva di miglioramento e di incremento della qualità dei processi e degli esiti, nella cornice del piano promosso dal MIUR, ai sensi del DPR 80/2013, con la Direttiva n. 11 del 18 settembre (Trasmessa con circ. n. 47 del ) 1.1 Dati di contesto Indirizzi di studio per l a. s. 2014/2015: Liceo Scientifico Liceo delle Scienze Umane Classi articolate: 1 Nuovo Ordinamento Nuovo Ordinamento (4B e 4SUA) 1.2 La popolazione scolastica Al 15/10/2014 la popolazione scolastica nell a. s. 2014/2015 è costituita da 812 unità così ripartite: classi n. classi Alunni iscritti Alunni frequentanti Alunni disabili Prime Seconde Terze Quarte Quinte TOTALI Una buona parte dell utenza scolastica ha la residenza fuori del Comune di Olbia con un tasso elevato di pendolarismo. 3

4 1.3 Il Personale Al 15/10/2013 prestavano servizio le seguenti unità di personale: Dirigente Scolastico 1 Insegnanti titolari a tempo indeterminato full-time 46 Insegnanti titolari a tempo indeterminato part-time 7 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato full-time 1 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato part-time 0 Insegnanti su posto normale a tempo determinato con contratto annuale 0 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto annuale 0 Insegnanti a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 2 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 2 Docenti di religione a tempo indeterminato full-time 2 Docenti di religione a tempo indeterminato part-time 0 Docenti di religione incaricati annuali 1 Insegnanti posto normale con contratto a tempo determinato su spezzone orario 8 Insegnanti di sostegno con contratto a tempo determinato su spezzone orario 0 TOTALE PERSONALE DOCENTE 69 Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi 1 Assistenti Amministrativi a tempo indeterminato 6 Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 1 Assistenti Tecnici a tempo indeterminato 3 Assistenti Tecnici a tempo determinato Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto fino al 30 giugno Collaboratori scolastici a tempo indeterminato full-time 11 Collaboratori scolastici a tempo determinato TOTALE PERSONALE NON DOCENTE Situazione logistica L Istituto, costituito da due edifici comunicanti fra loro, consta di 34 aule, di cui 2 di nuova costruzione consegnate dalla provincia OT all inizio dell anno scolastico corrente, 5 aule speciali, 1 Aula magna e una palestra attigua. Per l anno scolastico in corso, in attesa dell avvio di altri lavori di ampliamento, sono utilizzate ulteriori due aule recuperate nell ex appartamento del custode. Gli edifici sono di proprietà della Amministrazione provinciale di Olbia - Tempio che assicura, ai sensi della L. 23/96, la manutenzione degli immobili. Costruiti negli anni 60, gli immobili sono stati oggetto di lavori di adeguamento alla normativa di sicurezza, iniziati nel 2000 e non ancora completati. Infatti, sono in fase di progettazione operativa alcuni interventi che dovranno interessare prioritariamente l edificio originario, denominato convenzionalmente Ala vecchia. Per il loro completamento sono stati stanziati dall Ente provinciale dei finanziamenti il cui iter amministrativo è ancora in corso. La situazione sopra descritta ha subito una temporanea riorganizzazione a causa dell alluvione del 18 novembre

5 1.5 Locali, laboratori, aule speciali Il Liceo Mossa, per l espletamento delle attività di Istituto, dispone di: n. n. posti PC/notebook Aula Magna Palestra 1 Laboratorio informatico mobile 1 16 n b Postazioni informatiche mobili 8 10 p c Laboratorio linguistico multimediale p c Laboratorio editing (grafica multimedia) 1 postazione 1 macintosh Laboratorio di fisica n b Laboratorio di chimica n b Aula multimediale (ex p c Aula disegno* 1 Sala professori 1 6 p c Aule di scienze** 2 Ufficio di dirigenza 1 1 p c Ufficio di vicepresidenza 1 4 p c Uffici di segreteria 3 7 p c + server Archivio 1 * L aula da disegno è stata temporaneamente destinata a due aule normali necessarie per coprire il fabbisogno determinato dall aumento delle classi. ** Sistemazione provvisoria nell ex appartamento del custode in attesa di approvazione da parte della Regione Autonoma della Sardegna di un progetto di razionalizzazione di un comparto scientifico. (POR Sardegna) Tutti i laboratori e gli uffici sono dotati di computers. L istituto è collegato alla rete web mediante accesso ADSL. Sono attivi una intranet ed il sito web. Esistono due reti di Istituto: la prima collega a scopo didattico tutte le aule della scuola, compresa, a partire dal 2011 l Ala nuova. La seconda collega gli uffici di segreteria. La comunicazione interna è supportata anche attraverso l utilizzo di due account Dropbox, uno riservato allo staff di Presidenza e l altro a tutti i docenti, una Bacheca elettronica installata nell atrio principale. La comunicazione esterna è supportata dal sistema SMS scuola famiglia e dal sito web. E a regime l utilizzo del registro elettronico. La scuola è dotata di 36 LIM sistemate e funzionanti in 34 aule e 2 laboratori. E disponibile inoltre una LIM portatile Mimio. 2.1 Le scelte Il punto di partenza per la costruzione del Programma 2015, è il Piano dell offerta formativa elaborato dal Collegio dei docenti e adottato dal Consiglio di Istituto. Le attività ed i progetti previsti e deliberati per l a. s. 2014/15 - che sono parte integrante del presente Programma si ispirano alle attuali linee di indirizzo che dovranno essere oggetto di revisione come descritto in premessa. Le risorse di cui al presente documento sono state indirizzate a sostenere i seguenti obiettivi, tenendo conto che le risorse ordinarie a sostegno dell impiego del personale (MOF) e delle altre tipologie di spesa (beni di consumo, beni di investimento, spese per studenti) sono state o saranno integrate con finanziamenti pubblici e privati e/o con risorse umane e strumentali messe a disposizione dagli stessi: 5

6 Incentivare la realizzazione di progetti in ambito europeo, a carattere pluridisciplinare, in rete con altre scuole. Migliorare e valorizzare l insegnamento delle lingue straniere attraverso l innovazione metodologica e il ricorso alle certificazioni internazionali. Sviluppare la cultura scientifica, con particolare riferimento all educazione ambientale. Migliorare le competenze di base riferite agli assi linguistico comunicativo, logico-matematico e scientifico. Migliorare, in termini di efficacia ed efficienza, le attività di recupero e di sostegno continuo all apprendimento. Aggiornare ed incrementare il patrimonio tecnologico, laboratori, aule speciali, sussidi e attrezzature, ed ampliare le opportunità di utilizzo delle TIC nella didattica ordinaria. Sostenere ed incrementare la formazione in servizio ricorrendo alla progettazione in rete che consente di ottimizzare le risorse a disposizione. Dare impulso alla pratica sportiva come leva di crescita psico-fisica e sociale degli studenti. Favorire e valorizzare la partecipazione studentesca e la collaborazione scuola famiglia. Ampliare, rendendoli più partecipati, i processi di sostegno all integrazione, alla tolleranza, alla convivenza nella cornice di educazione alla cittadinanza. Sostenere e potenziare un impianto organizzativo capace da un lato, di supportare le attività ed i progetti previsti nel POF e, dall altro, di valorizzare l impegno professionale, docenti e ATA, secondo un approccio partecipativo, di decisionalità diffusa, di monitoraggio e di valutazione dei risultati. In relazione a queste linee generali, il Consiglio di Istituto ha deliberato di indicare le seguenti priorità: potenziare i processi e le azioni riguardanti la promozione del successo formativo, lo sviluppo di competenze in ambito linguistico, logico matematico e scientifico, la valorizzazione delle eccellenze, la partecipazione studentesca attraverso l impulso ad elaborare proposte progettuali; consolidare la strategia del lavoro in rete con altri istituti cittadini; migliorare l unitarietà e la coerenza delle attività e dei progetti, riducendo accumulazione, sovrabbondanza, sporadicità, occasionalità, frammentarietà e, di conseguenza, dispersione di risorse; prevedere che i progetti siano corredati da obiettivi e indicatori di risultato osservabili e valutabili; portare a sistema il processo di autovalutazione di istituto nella cornice del Servizio Nazionale di Valutazione e della realizzazione del Piano Annuale dell inclusività. La realizzazione delle attività e dei progetti si basa pertanto sulle seguenti fonti di finanziamento: Finanziamenti dallo Stato Finanziamento MIUR per la formazione in rete del personale docente, su scala regionale. Finanziamento dall Agenzia Nazionale del Programma Lifelong learning Progetti Comenius Finanziamenti da Enti locali e altre istituzioni pubbliche (Comune di Olbia, Scuole del territorio) Contributi da privati Avanzo di amministrazione al 31 dicembre Si evidenzia che, a causa della congiuntura economica e dei progressivi tagli delle risorse pubbliche, rispetto ai precedenti aa. ss., i contributi da parte della RAS e degli EE.LL. sono diminuiti in maniera significativa. Si è in attesa di conoscere le linee di intervento che la Giunta regionale sta elaborando rispetto alla promozione del successo scolastico e al contrasto della dispersione. Una indicazione particolare riguarda i finanziamenti (Stato e privati) ottenuti per il ristoro dei danni dell alluvione del novembre Il progetto (P09) è ancora in fase di realizzazione e si prevede di completare gli acquisti entro giugno

7 2.2 Risultati di gestione relativi all anno 2014 Si riportano le risultanze della gestione relativamente alle entrate e alle spese al fine di facilitare l analisi dei risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati e dichiarati nel POF dell Istituzione Scolastica. CONTO DI CASSA esercizio finanziario 2014 Fondo cassa al 1 Gennaio ,88 Competenza ,76 SOMME RISCOSSE Residui ,34 Totale ,10 Competenza ,18 SOMME PAGATE Residui ,57 Totale ,75 DIFFERENZA ,35 Fondo cassa al 31 Dicembre ,23 L Avanzo di amministrazione al 31/12/2014 ammonta a ,69 così determinato: GESTIONE DEI RESIDUI Esercizio corrente ,49 ATTIVI Esercizi precedenti ,29 Totale ,78 Esercizio corrente ,32 PASSIVI Esercizi precedenti ,00 Totale ,32 DIFFERENZA ,46 Fondo cassa al 31 Dicembre ,23 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE ,69 Il Disavanzo dell esercizio 2014 di 15,25 è così determinato: ENTRATE EFFETTIVE ,25 SPESE EFFETTIVE ,50 AVANZO DELL ESERCIZIO - 15,25 7

8 RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 Il Programma annuale traduce in termini finanziari di budget le strategie progettuali definite dal POF realizzando una corrispondenza tra progettazione didattica e programmazione finanziaria. Il Piano dell Offerta Formativa di questo Liceo è stato approvato dal Collegio dei Docenti con delibera n. 36/2014 del 14/11/2014 e adottato dal Consiglio di Circolo con delibera n. 42/2014 del 18/12/2014. Il Programma annuale si articola in: attività: tutto ciò che è strumentale al raggiungimento delle finalità istituzionali che caratterizzano il servizio scolastico; progetti: tutto ciò che attiene all area progettuale in funzione dell arricchimento dell offerta formativa. In altri termini, per attività s intende l'insieme dei processi che una scuola mette in atto per garantire le finalità istituzionali. Sono dunque processi obbligatori ed irrinunciabili. Il progetto, viceversa, è un processo facoltativo, la sospensione del quale non annulla la regolarità dell'anno scolastico. Ne deriva che i costi associati alle attività possono essere definiti "costi fissi", sui quali si può fare economia, ma non se ne può fare a meno. I costi riferibili ai progetti sono, invece, costi che potrebbero essere totalmente cancellati. Tuttavia, sono proprio i progetti a dare visibilità, originalità e qualità alla scuola in quanto rappresentano un'occasione per lo sviluppo, l'approfondimento e l'ampliamento delle proposte curricolari, oltre che uno stimolo per un approccio metodologico-didattico che integra le lezioni frontali. La gestione finanziaria si esprime in termini di competenza, è improntata a criteri di efficacia, efficienza ed economicità e si conforma a principi di: Trasparenza: obbligo di pubblicità e diffusione all'albo; Annualità: gestione pari a 12 mesi per anno finanziario gennaio/dicembre; Universalità: iscrizione in bilancio di tutte le entrate e di tutte le spese; Unità: l'insieme dell'entrate finanzia le spese nella loro globalità; Veridicità: il bilancio deve rispecchiare le reali condizioni finanziarie in cui si presume verrà a trovarsi l'istituzione scolastica nel corso dell'esercizio finanziario; Pareggio: il totale delle entrate deve necessariamente essere uguale al totale delle spese. Nella definizione del Programma annuale 2015 si è tenuto conto della dotazione ordinaria costituita secondo i parametri della nota Miur prot. n del 16/12/2014 comprendente l erogazione parziale di 8/12 (gennaio = agosto 2015) dei finanziamenti spettanti sulla base del DM 21/2007. Per la determinazione dei finanziamenti spettanti alle scuole, si continuano ad utilizzare i criteri del 2007 che ormai non sono più corrispondenti alla struttura delle istituzioni scolastiche autonome. Alle scuole, in attuazione della Spending Review sono assegnati solo virtualmente i fondi per le supplenze che sono gestiti attraverso il cedolino unico. E opportuno precisare che per effetto della Legge finanziaria n. 191 del 2010 sono state modificate anche le modalità di erogazione delle competenze accessorie del personale della scuola. Pertanto, dall , tutti i compensi accessori vengono finanziati dal MIUR e gestiti attraverso il sistema NoiPA. L introduzione del cedolino unico ha determinato l impoverimento dei bilanci reali delle istituzioni scolastiche e la presenza (significativa) di bilanci virtuali. Eventuali ulteriori integrazioni potranno essere assegnate con comunicazioni successive per: il funzionamento del periodo settembre dicembre 2015; i corsi di recupero estivi, in aggiunta al FIS; l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa ai sensi della legge 440/1997 sulla base del D.M. n. 351 del 21/5/2014; per l alternanza scuola-lavoro; per i progetti relativi le aree a rischio. 8

9 Sulla base di quanto premesso, la Giunta Esecutiva procede all esame delle singole voci di entrata e di spesa iscritte nel Programma annuale 2015 redatto ai sensi dell art. 2 del D.I. n. 44/2001 e lo trasmette al Consiglio d Istituto per la delibera di approvazione. DETERMINAZIONE DELLE ENTRATE Al fine di una informazione semplice e comprensibile, vengono elencate le postazioni di bilancio riguardanti le fonti di finanziamento relative all anno di riferimento del programma annuale. AGGREGATO 01 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE L avanzo di amministrazione definitivo al 31/12/2014 ammonta a ,69 di cui ,21 non vincolato ed ,48 vincolato. Non sono stati radiati né residui attivi né passivi nell E. F L avanzo viene prelevato e ripartito tenendo presenti le voci vincolate perché queste possono essere programmate nell anno 2015 per le stesse finalità per cui sono state accertate. La scuola vanta un credito nei confronti dello Stato come specificato nella tabella sottostante a fronte del quale sono state già corrisposte le somme dovute agli aventi diritto utilizzando la disponibilità di cassa TOTALE Esami abilitazione 12, ,90 Esami di Stato , , , ,41 Stipendi supplenti 0 39, , , ,83 Compenso Revisori Conti , ,47 Fondo MOF 0 0 0,46 0 0,46 12, , , , , ,07 A fronte di questi residui attivi, i residui passivi riguardano altre tipologie di impegni: quindi l eliminazione dei crediti non troverebbe corrispondenza nei debiti. Qualora questi crediti non fossero incassati, la scuola si troverebbe nelle condizioni di cancellarli coprendoli con fondi di altra provenienza e, quindi, prudenza vuole che vengano accantonati fondi per non dover bloccare tutte le iniziative in una sola volta. Segue tabella dimostrativa dell avanzo di amministrazione che evidenzia anche i residui non riscossi dal MIUR e coperti da somme non impegnate al 31/12/2014: Tipologia importi finalizzati e non impegnati Importo accantonato Numero e anno Importo non riscosso P05/2009 Digitalizzazione 1,66 54/ ,90 P06/2009 Sport 5,25 80/ ,43 Fondi Legge 440/97 (progetto Dusty non realizzato 2006/07) 4.000,00 75/ ,93 Azioni sostegno nuovo obbligo formativo ,01 81/ ,77 P23/2003 Monfortic A 1 (da C.S.A.) 167,78 87/ ,24 P24/2003 Monfortic A 2 (da C.S.A.) 181,98 90/ ,54 P25/2003 Monfortic B (da C.S.A.) 432,99 Causale Saldo esami di abilitazione Esami di stato 2003/04 Fondo credito supplenze brevi Esami di stato 2004/05 Netto supplenze brevi 2006 Quota parte di 1.180,26 INPDAP dipend. Stipendi Legge 440/97: finanziamento POF a. s. 2008/ ,22 P19/2008 F.A.S L inglese è il mio futuro 886,38 A03/2009 Economie fondi recupero debiti formativi 2008/ ,41 9

10 P01/2009 Orientamento e Accoglienza (fondi Legge 440/97) 100,00 P02/2009 Ascolto e Confronto [Legge 440/97 + educaz. salute] 1.343,35 P04/2009 Cono-Scienza (fondi Legge 440/97) 659,75 P10/2009 Attività di counceling C.M. 55/ ,00 P10/2009 Formazione 2007/08 476,49 P10/2009 Fondi formazione e aggiornamento al 31/12/ ,39 P11/2009 Giornalino Liceo Mossa (fondi Legge 440/97) 125,00 A01/2012 Fondi pagamento visite fiscali (MIUR) 1.602,41 P04/2012 Fondi corso patentino (USP+MIUR) 911,35 P09/2012 Fondi serata di musica e cultura sarda 1.185,33 A01/2013: 4/12 anno 2012 compenso revisori dei conti (MIUR) 1.086,00 Z01: quota Fondi 2012 pagamento visite fiscali (MIUR) [ 480,00 utilizzati in A01/2014] AVANZO NON VINCOLATO: 631,06 IMPORTO ACCANTONATO , ,81 RESIDUI NON ACCREDITATI DAL MIUR ,81 Z01; contributo volontario famiglie x 2013/14 225,00 Z01: contributo volontario famiglie x 2014/ ,45 Z01: contributo 2014/15 ditta Snack Service 1.200,00 Z01: 1^ rata contributo 2014/15 ditta Prod & Pan 1.000,00 Z01: 4/12 dotazione ordinaria 2014 MIUR 3.840,00 Z01: integrazione risorse 2014 assegnate dal MIUR per funzionamento amm.vo e didattico 1.625,28 A01/2014: contributo ditta Incarta Delizie 2013/14 786,88 A02/2014: contributo Famiglie 2011/12 144,97 A02/2014: contributo famiglie 2013/14 36,20 A02/2014: dotazione ordinaria 2014 MIUR 1.000,00 P01/2014: Orientamento (dotazione ordinaria 2014 MIUR) 679,48 P02/2014: Centro Sportivo (dotazione ordinaria 2014 MIUR) 2,49 P04/2014: Promozione successo (famiglie 2013/14) 2.769,58 P07/2014: Salute e Sicurezza Dotazione ordinaria 2014 MIUR 933,74 P10/2014: Promozione eccellenze contributi famiglie 2013/ ,33 R98 Fondo riserva 100,00 AVANZO VINCOLATO: TOTALE AVANZO NON VINCOLATO ,40 Z01: fondi MIUR ampliamento offerta formativa (Art. 1, c. 1, DM 821/2013) Z01: contributo progetto 2014/15 Promozione successo scolastico Comune Olbia Z01: rimborso famiglie per spese per conto famiglie stesse (assicurazione 530,00 + libretti assenze 66,12) 2.246, ,00 A01/2014: quota fondi 2012 pagamento visite fiscali (MIUR) 440,00 A02/2014: istruzione domiciliare 2013/14 929,00 A02/2014: eccellenze votazione 100 e lode 1.350,00 A02/2014: rimborso famiglie per libretti assenze 373,96 A02/2014: fondi dematerializzaz. proced. amm.vi (MIUR) 620,70 A04/2014: Spese investimento (contributo famiglie 2012/13 per laboratorio multimediale) 596, ,00 P01/2014: Orientamento (fondi MIUR progetti x orientamento) 336,80 P03/2014: Viaggi istruzione (maggiore somma versata dalle famiglie per visite guidate) P04/2014: Promozione successo (fondi 2014 MIUR per recupero alunni con giudizio sospeso) 1.309,53 P06/2014:Formazione Personale (L. 440/97) 850,83 P07/2014: Salute e Sicurezza (Dotazione ordin e 2014 x Medico competente) P09/2014: Danni Alluvione (fondi MIUR ,99 + UNIPOL ,00 + da Privati ,66) 3, , ,65 P12/2014: Remata Gioventù Sig Manconi 539,57 P12/2014: Remata Gioventù fondi RAS 71,33 P13/2014: WINE?NOT? (Agenzia Nazionale - FI) 851,85 P14/2014: Successo formativo (Regione) 610,79 TOTALE AVANZO VINCOLATO ,48 TOTALE al 31/12/ ,69 10

11 AGGREGATO 02 FINANZIAMENTO DALLO STATO VOCE 01 DOTAZIONE ORDINARIA Con la nota n del 16/12/2014 il MIUR ha comunicato che la risorsa finanziaria assegnata a questa scuola per l'anno 2015 è pari ad 7.680,00. VOCE 04 ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI L Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ha comunicato che: per l a. s. 2014/15 il Liceo Mossa è stato individuato quale istituzione scolastica capofila di rete cui affidare il coordinamento delle attività formative, su base regionale, volte a far acquisire ai docenti impegnati nella formazione competenze per l attuazione di interventi di miglioramento e adeguamento dell azione didattica ed educativa alle nuove esigenze dell offerta formativa (nota n del 15/12/2014); il progetto di formazione di cui sopra, intitolato: Il Coordinatore di Classe nella scuola che cambia è finanziato dal MIUR con la somma di ,00 (nota n. 384 del 15/01/2015) Totale finanziamenti dello Stato: ,00 AGGREGATO 04 FINANZIAMENTI DA ENTI O ALTRE ISTITUZIONI VOCE 03 PROVINCIA VINCOLATI Finanziamento per il Servizio di assistenza specialistica in favore di studenti disabili per l a. s. 2014/15 (comunicazioni Provincia Olbia -Tempio n del 2/09/2014 e n. nota pec del 17/12/2014) ,79 VOCE 06 ALTRE ISTITUZIONI Saldo contributo dell Agenzia Nazionale LLP di Firenze ex Indire per la realizzazione del progetto Wine?Not? Partenariato Multilaterale (Accordo Comenius n IT2-COM ) 4.000,00 Totale finanziamenti da Enti: ,79 AGGREGATO 05 CONTRIBUTI DA PRIVATI VOCE 01 FAMIGLIE NON VINCOLATI L iscrizione nel Programma sarà fatta al momento dell accertamento VOCE 02 FAMIGLIE VINCOLATI Finanziamento viaggi di istruzione e visite guidate ,00 Rimborsi per spese da sostenere per conto delle famiglie (assicurazione infortuni + libretto assenze) ,00 VOCE 03 ALTRI NON VINCOLATI Saldo contributo della ditta Prod & Pan di Sassari che ha installato distributori automatici di bevande e snacks nell a. s. 2014/ ,52 Totale contributi da privati: ,52 11

12 AGGREGATO 07 ALTRE ENTRATE VOCE 01 INTERESSI Con il passaggio al sistema di tesoreria unica per ogni ordinativo di incasso o di pagamento bisogna indicare se la somma deve essere attribuita al sottoconto fruttifero o in quello infruttifero del conto di tesoreria. Sono infruttifere le somme derivanti da finanziamenti dello stato o da altri enti pubblici mentre, sono fruttifere tutte le somme derivanti da privati e le somme per le gestioni comunque di natura non statale. Pertanto, si prevede di incassare 31,54 per interessi attivi che matureranno sul conto corrente aperto presso la Banca d Italia ( 11,54) e sul c/c postale ( 20,00). DETERMINAZIONE DELLE SPESE La determinazione delle Uscite è stata effettuata tenendo conto dei finanziamenti disponibili e dei costi effettivi sostenuti nell'anno 2014 verificando opportunamente, alla luce delle necessità prevedibili, gli effettivi fabbisogni per l'anno ATTIVITA A01 FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO GENERALE Per questa voce è prevista la somma di ,00 per far fronte alle spese inerenti il funzionamento amministrativo con l obiettivo di supportare l attività formativa della scuola. A questa voce viene imputata, tra le partite di giro, l anticipazione del fondo per le minute spese a favore del Direttore dei SS.GG.AA. Avanzo amm.ne non vincolato 5.726,88 A01/2014: contributo 2012/13 ditta Incarta Delizie di Olbia 786,88 Z01: 1^ rata contributo 2014/15 ditta Prod & Pan 1.000,00 4/12 dotazione ordinaria 2014 MIUR 3.840,00 da R98 Fondo Riserva 100,00 Avanzo amm.ne vincolato 530,00 Z01: rimborso famiglie per spese per conto famiglie stesse (assicurazione infortuni) Dotazione ordinaria ,06 funzionamento Famiglie vincolati 9.000,00 assicurazione infortuni 2015/16 Altri non vincolati 2.280,52 saldo contributo 2014/15 ditta Prod & Pan Interessi attivi 31,54 Carta, cancelleria e stampati ,00 Giornali e pubblicazioni ,00 Materiale informatico e software, accessori per ufficio ,00 Materiale sanitario e di pulizia ,00 Consulenza informatica ,00 Assistenza tecnico-informatica ,00 12

13 Manutenzione ordinaria impianti, macchinari, hardware ,00 Manutenzione ordinaria software ,00 Licenze d uso (compreso sito web) ,00 Canone rete trasmissione ADSL ,00 Conservazione dati contabili OIL (Numera) ,00 Prestazioni artigianali ,00 Assicurazione alunni 2015/ ,00 Spese postali e telegrafiche ,00 Quota rimborsi spese Revisori dei conti (compresa IRAP) ,00 Spese tenuta conti correnti ,00 TOTALE ,00 Anticipo al Direttore S.G.A. per le minute spese ,00 A02 FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE In questa voce è imputata la somma di ,17 per fronteggiare le spese necessarie per il funzionamento didattico e per i laboratori sulla scorta di quanto si è verificato nel passato anno solare con l obiettivo di consentire un idoneo funzionamento alle attività curriculari ed extra-curriculari per quanto non previsto negli specifici progetti. Avanzo amm.ne non vincolato 9.256,45 A02/2014: contributo Famiglie 2011/12 144,97 contributo famiglie 2013/14 36,20 dotazione ordinaria 2014 MIUR 1.000,00 Z01: contributo famiglie a. s. 2014/ ,00 contributo 2014/15 ditta Snack Service 1.200,00 integrazione risorse 2014 assegnate dal MIUR per funzionamento amm.vo e didattico 1.625,28 Avanzo amm.ne vincolato 3.339,78 A02/2014: fondi dematerializzaz. proced. amm.vi (MIUR) 620,70 rimborso famiglie per libretti assenze 373,96 istruzione domiciliare 2013/14 929,00 eccellenze votazione 100 e lode 1.350,00 Z01: rimborso spese x conto famiglie (libretti assenze) 66,12 Dotazione ordinaria ,94 funzionamento Famiglie vincolati 1.000,00 libretti assenze a. s. 2015/16 Compenso docenti istruzione domiciliare 2013/ ,00 Contributi a carico amm.ne ,00 Carta, cancelleria e stampati (compreso libretti giustificazione e sms) ,00 Riviste, giornali e pubblicazioni ,17 Strumenti tecnico-specialistici ,00 Materiale tecnico-specialistico ,00 Materiale informatico e software ,00 Materiale sanitario e igienico ,00 Manutenzione ordinaria impianti e macchinari ,00 Manutenzione ordinaria hardware ,00 13

14 Manutenzione ordinaria software ,00 Licenze d uso software ,00 Noleggio mezzi di trasporto ,00 Canone reti trasmissione ADSL ,00 Pulizia e lavanderia ,00 Prestazioni artigianali ,00 Sussidi alunni diplomati con 100 e lode ,00 Sussidi e attrezzature ,00 Restituzione versamenti non dovuti ,00 TOTALE ,17 PROGETTI P01 PROGETTO ORIENTAMENTO 1.016,28 Nel rispetto degli obiettivi contenuti nella strategia Europa 2020 il progetto si pone le seguenti finalità: - Promuovere la continuità del processo educativo. - Prevenire il disagio e la dispersione scolastica. - Prevenire le difficoltà legate alla scelta della scuola secondaria di secondo grado/ università/ lavoro. - Sviluppare capacità di conoscenza di sé, favorire l autostima e l auto-efficacia. - Rafforzare la maturazione della scelta del percorso formativo. - Promuovere il successo scolastico e formativo. Azioni previste per l ORIENTAMENTO IN ENTRATA: Il primo nucleo di interventi sarà diretto all orientamento degli studenti frequentanti le classi terze delle scuole secondarie di primo grado di Olbia e del territorio. Dopo aver predisposto adeguato materiale informativo e pubblicitario, si prenderanno i contatti con le varie istituzioni scolastiche per calendarizzare, organizzare e definire gli incontri ai quali prenderanno parte docenti e studenti dell istituto. Particolare attenzione sarà dedicata all accoglienza degli alunni delle scuole secondarie di primo grado che desiderano assistere alle lezioni, così da poter prevedere anche brevi attività atte a coinvolgerli e interessarli. Azioni previste per l ORIENTAMENTO IN USCITA: Il secondo nucleo di interventi sarà diretto all orientamento degli studenti frequentanti le classi quarte e quinte del liceo. Saranno proposte le seguenti azioni: Interventi di counseling orientativi (Progetto Evolvere ) con esperti di formazione psicopedagogica in forma di laboratori per analizzare le aspettative, le motivazioni, gli orientamenti e gli interessi professionali degli studenti (febbraio/marzo 2015). Incontri con esperti del mondo dell Università e del lavoro per illustrare le opportunità dopo il diploma e le richieste del mondo del lavoro, sia locale che nazionale (febbraio / marzo 2015). Avanzo amm.ne non vincolato 679,48 P01/2014 (funzion. MIUR) Avanzo amm.ne vincolato 336,80 P01/2014 (fondi MIUR progetti x orientamento) Compenso attività aggiuntiva docente ,80 Contributi a carico amm.ne ,00 Spese di promozione della scuola (depliants, magliette, cappellini) ,48 TOTALE 1.016,28 14

15 P02 PROGETTO CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO 1.002,49 Il Centro Sportivo Scolastico è una struttura organizzativa che si propone la finalità fondamentale di dare un rinnovato impulso alla promozione e diffusione della pratica sportiva all interno della scuola incentivando una più ampia partecipazione degli studenti alle attività della pratica sportiva che sono legate alla partecipazione ai Giochi sportivi studenteschi (GSS) nelle seguenti discipline: atletica leggera, calcio, calcio a 5, pallavolo, pallacanestro, scacchi. Avanzo amm.ne non vincolato 1.002,49 P02/2014 (funzion. MIUR) 2,49 P10/2014 contributo famiglie 2013/ ,00 Noleggio mezzi di trasporto ,49 TOTALE 1.002,49 P03 PROGETTO VIAGGI DI ISTRUZIONE ,70 Per l a. s. 2014/15 verranno effettuati i viaggi d istruzione e visite guidate secondo le seguenti linee fondamentali di indirizzo coerenti con il Regolamento approvato dagli OO.CC. FINALITA Valorizzazione della conoscenza delle realtà culturali, artistiche, storiche, naturalistiche e scientifiche del proprio territorio locale regionale e nazionale ecc.. (Preferibilmente BIENNIO) Valorizzazione della conoscenza delle realtà culturali, artistiche, storiche, naturalistiche e scientifiche di altri paesi, a partire da quelli aderenti alla Comunità Europea, anche sulla base d accordi di rete con altre scuole e/o di progetti transnazionali proposti da EE.LL., Ministero, Comunità Europea e attraverso viaggi di interscambio, gemellaggi, parternariati. (Preferibilmente TRIENNIO) Il consiglio di classe propone la meta e l itinerario del viaggio d istruzione in base alla programmazione didattico-educativa prepara - orienta gli studenti prima del viaggio attraverso interventi didattici mirati, prevalentemente pluridisciplinari. Tempi di svolgimento: entro il mese di marzo Avanzo amm.ne non vincolato 3,70 P03/2014 (maggiore somma versata dalle famiglie per visite guidate) Famiglie vincolati ,00 Finanziamento visite e viaggi di istruzione Viaggi di istruzione e visite guidate ,70 TOTALE ,70 P04 PROGETTO RECUPERO: PROMOZIONE SUCCESSO SCOLASTICO ,53 In considerazione della sempre crescente richiesta di attività di recupero o sostegno all apprendimento rilevata negli scorsi anni scolastici e dell insoddisfacente tasso di successo degli interventi realizzati in particolare nello scorso anno, si è predisposto un progetto volto alla razionalizzazione delle risorse (umane ed economiche) e alla correzione degli elementi di criticità emersi dall analisi delle esperienze pregresse. 15

16 Obiettivi Generali: - Razionalizzare/migliorare le risorse impegnate nelle attività di recupero/sostegno - Fornire agli studenti strumenti di sostegno all apprendimento - Abbassare il tasso di insuccesso scolastico già dal primo quadrimestre Sulla base degli obiettivi e dei criteri generali illustrati sopra, il progetto mira a privilegiare interventi mirati e strategie didattiche che tengano conto di problemi specifici ed omogenei, legati a: Lacune conoscenze abilità (in itinere pregresse); Stili e strategie di apprendimento; Metodo di studio; Motivazione; Pubblico speciale (stranieri, DSA, altro ) Gli interventi previsti, da attivare fin dal mese di ottobre, sono: Sportello didattico Intervento mirato su un singolo argomento Durata: 1 ora. Micro-corso di recupero Intervento mirato su una parte di programma Durata: 8/12 ore. Corso di ri-allineamento Intervento sulle competenze trasversali (metodo di studio; produzione scritta e orale) Durata: 20/30 ore. Tutoring Gruppi di studio auto-gestiti dagli studenti con la supervisione/coordinamento di un docente. Laboratorio di Italiano L2. Nella fase di recupero dei debiti del 1 quadrimestre e dello scrutinio finale, per i corsi di recupero viene data priorità alle seguenti discipline: ITALIANO LATINO, MATEMATICA, INGLESE. Le diverse forme di intervento saranno costantemente monitorate dai singoli Consigli di Classe e coordinate dal docente referente, e si svolgeranno durante l intero anno scolastico, fino al mese di Aprile. Per la realizzazione del progetto si ricorre alla disponibilità dei docenti interni e, se necessario per rispondere al fabbisogno, al reclutamento di esperti esterni. Il progetto è finanziato anche con una quota dei contributi volontari delle famiglie. (cfr. delibera del Consiglio di Istituto n. 22/2014 del 30/05/2014) Avanzo amm.ne non vincolato 7.000,00 P04/2014: contributo famiglie x 2013/ ,58 Z01: contributo famiglie x 2014/ ,42 Avanzo amm.ne vincolato 3.309,53 P04/2014 economie fondi recupero al 31/08/2014 (MIUR) 1.309,53 Z01: contributo progetto 2014/15 Promozione successo scolastico Comune Olbia 2.000,00 Corsi di recupero ,00 Contributi a carico amm.ne ,53 TOTALE ,53 P05 PROGETTO ASSISTENZA SPECIALISTICA ,79 Il servizio prevede l'attivazione di una serie di prestazioni di natura educativa assistenziale specialistica, rientranti in un progetto personalizzato dell'alunno disabile, finalizzato a migliorare l'integrazione scolastica, mantenere/potenziare le autonomie personali, assicurare uno stato di benessere nel contesto scolastico, garantire la socializzazione e favorire tutte le attività ludico ricreative compatibili, per tutta la durata dell'anno scolastico. Il personale dell'assistenza specialistica, inserendosi nel progetto globale, privilegerà gli aspetti più strettamente educativi - assistenziali, lavorando in collegamento con tutti gli attori coinvolti nell'integrazione. In particolare l'assistenza specialistica si pone l'obiettivo di: 1. Contribuire a garantire il diritto allo studio dell'alunno disabile, agevolando la frequenza e la permanenza degli studenti con disabilità nell'ambito scolastico; 16

17 2. Favorire l'integrazione scolastica e lo sviluppo delle potenzialità dell'alunno disabile nell'apprendimento, nella comunicazione, nelle relazioni e nella socializzazione, in attuazione del Progetto Educativo Individualizzato, sia all'interno che all'esterno della scuola; 3. Contenere e ridurre i processi di emarginazione facilitando l'inserimento e la partecipazione attiva degli alunni con disabilità alle attività svolte dal gruppo classe; 4. Favorire il recupero delle potenzialità dell'individuo e le relazioni sociali. Nella cornice di una convenzione siglata con la Provincia di Olbia Tempio, Assessorato alla P.I., è stato stipulato un contratto con la Cooperativa Il piccolo Principe, individuata in seguito a Bando di gara e comparazione dei progetti pervenuti. Provincia vincolati ,79 fondi a. s. 2014/15 Altre prestazioni professionali e specialistiche ,79 TOTALE ,79 P06 PROGETTO LA FORMAZIONE DEL PERSONALE 1.650,83 Gli Organi collegiali del Liceo Mossa considerano strategiche le azioni di formazione e aggiornamento del personale come leva e opportunità di cambiamento e innovazione, sul piano organizzativo, curricolare, didattico metodologico e valutativo. Per l anno scolastico in corso, il piano prevede i seguenti interventi: - Formazione LIM Master Teachers. - Incontro di informazione con il Medico competente. - Iniziative nell ambito del programma europeo Erasmus +. - Procedure informatizzate legate ai processi di dematerializzazione. Avanzo amm.ne vincolato 1.650,83 P06/2014 risorse L. 440/97 MIUR 850,83 Z01: fondi MIUR ampliamento offerta formativa 800,00 Esperti Esterni interventi formativi ,83 Esperti Esterni interventi formativi processi dematerializzazione Uffici Segreteria ,00 TOTALE 1.650,83 P07 PROGETTO SALUTE E SICUREZZA 3.980,39 Il progetto è finalizzato al miglioramento incrementale degli standard di sicurezza nell ambito degli edifici del Liceo ed alla crescita della cultura della sicurezza, attraverso strategie di coinvolgimento, partecipazione e responsabilità. Vuole sviluppare, inoltre i rapporti di collaborazione con i soggetti del territorio coinvolti. Obiettivi: incrementare il sistema di monitoraggio, controllo interno alla scuola; incrementare l informazione interna, in termini quantitativi e qualitativi. 17

18 Avanzo amm.ne non vincolato 933,74 P07/2014: dotazione ordinaria 2014 Avanzo amm.ne vincolato 3.046,65 P07/2014: dotazione ordin e 2014 x medico competente 1.600,00 Z01: fondi MIUR ampliamento offerta formativa 1.446,65 Compenso Responsabile SPP per coordinamento attività (forfait) ,00 Oneri a carico Amm.ne (IRAP) ,00 Materiale di primo soccorso ,39 Assistenza medico competente ,00 TOTALE 3.980,39 P08 PROGETTO PARTECIPAZIONE STUDENTESCA 6.130,00 Insieme di progetti proposti dagli studenti, deliberati dal Collegio dei docenti e recepiti dal Consiglio di istituto in sede di adozione del POF. Con apposita delibera (n. 22/2014 del 30/05/2014), il Consiglio di Istituto ha deciso di finanziare tali progetti rientranti nell ampliamento dell offerta formativa con una quota dei contributi volontari. Questo l elenco dei progetti: Educazione all immagine 2.970,00 - Sviluppo delle competenze di lettura e analisi del linguaggio cinematografico attraverso cineforum, con scelta di film incentrati sul tema dell integrazione e dell educazione interculturale e creazione di documentazione didattica sull utilizzo del film, con condivisione fra i docenti e possibilità di sperimentazione e miglioramento in progress. Giornalino L eco della gioventù 1.280,00 - Offrire agli alunni, oltre le ore curriculari, spazi alternativi da gestire in autonomia, offrire momenti che favoriscano la libera espressione e che rendano gli alunni protagonisti della propria produzione, migliorare e potenziare competenze linguistico-espressive, preparare gli studenti alla prima prova d'esame che prevede l'articolo di giornale. Il lavoro della redazione studentesca è coordinato da un docente referente e si avvale della collaborazione di Caterina De Roberto, redattrice de L Unione Sarda, e di Dario Maiore, responsabile della casa editrice Taphros. Finestre rotte 1.440,00 Obiettivo del progetto è dare agli studenti la possibilità di partecipare all abbellimento e alla valorizzazione dell arredo scolastico, mediante disegni, poiché come descritto dalla Teoria delle finestre rotte, un ambiente curato e bello alla vista porta i giovani alla maggior attenzione, al maggior rispetto delle regole e alla cura dell ambiente in cui si vive. In questo modo, altresì, si dà la possibilità agli alunni di mettere in risalto le proprie capacità personali, di vivere e di mettere in pratica il loro senso civico. Professionisti a scuola 440,00 - Scopo del progetto è far incontrare e mettere in relazione professionisti di vari settori, affinché possano condividere le loro esperienze e le loro conoscenze con gli studenti. Questo per sensibilizzare e ampliare la cultura sia a livello teorico che pratico dell alunno, come descritto dall articolo 1 dello Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria. Il progetto si pone come obiettivo non solo l interazione con studenti del liceo scientifico L. Mossa, ma mira ad essere un punto di riferimento culturale e parte integrante della società, includendo negli incontri membri attivi della comunità studentesca della realtà di Olbia, invitando, pertanto, alla partecipazione studenti di diversi istituti. Avanzo amm.ne non vincolato 3.530,00 Z01: contributo famiglie x 2014/15 Avanzo amm.ne vincolato 2.600,00 A04/2014: contributo famiglie 2012/13 18

19 Attività aggiuntive non insegnamento docenti (h. 70 x 17,50) ,00 Esperti esterni (docenza h. 50 x 35,00) ,00 Oneri a carico Amm.ne ,00 Carta ,00 Cancelleria ,00 Materiale informatico e software ,00 Accessori per attività ricreative ,00 TOTALE 6.130,00 P09 PROGETTO RISTORO DANNI ALLUVIONE 18/11/ ,65 Per il reintegro di arredi e attrezzature danneggiati dall alluvione del 18 novembre 2013 questo Liceo ha incassato nel corso dell anno 2014 i seguenti finanziamenti: Ente MIUR ,99 MIUR 3.000,00 Educandato SS. Annunziata FI 1.070,28 Privati ,00 UNIPOL ,00 Totale ,27 (Nell esercizio precedente sono stati impegnati ,62) Avanzo amm.ne vincolato ,65 P09/2014: (fondi MIUR ,99 + UNIPOL ,00 + Privati ,66) Strumenti tecnico specialistici laboratorio scienze ,00 Materiale tecnico specialistici laboratorio scienze ,00 Materiale informatico (cuffie laboratorio) ,00 Sistemazione centro sportivo Liceo ,00 Arredi ,65 Attrezzature ,00 Hardware ,00 TOTALE ,65 P10 PROGETTO PROMOZIONE ECCELLENZE 4.480,00 Il Collegio dei docenti, viste le linee di indirizzo del Consiglio di istituto, ha deliberato di promuovere e valorizzare le eccellenze presenti nella nostra scuola, in risposta ad un obiettivo posto, in particolare, dai rappresentanti dei genitori. Con apposita delibera (n. 22/2014 del 30/05/2014), il Consiglio di Istituto ha deciso di finanziare tali progetti rientranti nell ampliamento dell offerta formativa con una quota dei contributi volontari. Questo l elenco dei progetti presentati: Rally matematico 3.040,00 È una gara di matematica alla quale partecipa l intera classe che si deve impegnare alla soluzione di una serie di problemi. È rivolta agli alunni delle classi prime e seconde. 19

20 Percorsi di scienze 1.440,00: a) Realizzazione di azioni di educazione all ambiente e alla sostenibilità in collaborazione con l Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo. Titolo degli interventi: Artigiani del mare e Life. L obiettivo generale è quello di promuovere una riflessione con la comunità sul rapporto fra l uomo e l ambiente e sulla sostenibilità della piccola pesca locale, valorizzando la figura del pescatore e il sapere antico del suo mestiere; b) Tirocinio formativo presso il Laboratorio di analisi ASL n. 2 di Olbia. Avanzo amm.ne non vincolato 4.480,00 P10/2014: contributo famiglie 2013/14 Attività aggiuntive di insegnamento docenti (h. 30x 35,00) ,00 Attività aggiuntive non insegnamento docenti (h. 88x 17,50) ,00 Oneri a carico Amm.ne ,00 Carta ,00 Quota iscrizione esami, gare, ecc ,00 Mezzi di trasporto per studenti a Sassari e Cagliari ,00 TOTALE 4.480,00 P11 CERTIFICAZIONI LINGUA INGLESE 9.400,00 Saranno avviati n. 3 corsi di 50 ore ciascuno, tenuti da docenti di madre lingua ed in possesso dei requisiti culturali e didattici adeguati. Gli studenti interessati parteciperanno ad una prova integrata di verifica dei livelli di competenza e saranno inseriti nei corsi in base ai risultati di tale prova. Sono previsti due corsi per il conseguimento del PET ( 5.885,00) e uno per il FIRST ( 3.515,00). I progetti saranno finanziati con i contributi volontari delle famiglie (delibera del Consiglio di Istituto n. 22/2014 del 30/05/2014). Avanzo amm.ne vincolato 9.400,00 A04/2014: contributo famiglie 2012/13 n. 2 corsi PET: Attività aggiuntive non insegnamento docenti (h. 25 x 17,50) ,50 Esperti esterni (docenza h. 100 x 35,00) ,00 Oneri a carico Amm.ne ,50 Carta ,00 Pubblicazioni ,00 n. 1 corso FIRST: TOTALE 5.885,00 Attività aggiuntive non insegnamento docenti (h. 20 x 17,50) ,00 Esperti esterni (docenza h. 50 x 35,00) ,00 Oneri a carico Amm.ne ,00 Cancelleria ,00 Pubblicazioni ,00 TOTALE 3.515,00 Totale progetto 9.400,00 20

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Rapporto di autovalutazione

Rapporto di autovalutazione Rapporto di autovalutazione Sommario 1. Codice meccanografico istituto principale...3 2. Griglie di autovalutazione...3 1.1 Esiti...3 1.2 Contesto e risorse...4 1.3 Processi...5 3. Individuazione obiettivi

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli