SERVIZI DI FORMAZIONE La proposta Consulman

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI DI FORMAZIONE La proposta Consulman"

Transcript

1 Consulenza organizzativa e formazione SERVIZI DI FORMAZIONE La proposta Consulman Esperienze e competenze Formarsi per migliorare Linee di intervento principali Innovazione Finanziamenti per la formazione Modello di riferimento Punti di attenzione Modello di formazione Architettura dell offerta formativa 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN 1

2 CONSULMAN: ESPERIENZE E COMPETENZE Consulman nasce a Torino nel 1991 come aggregazione di professionisti provenienti da qualificate esperienze nel campo del management, della consulenza e della formazione aziendale. Il Gruppo propone uno staff di esperti formato da docenti universitari, consulenti di direzione, dirigenti d azienda e formatori qualificati. Consulman ha acquisito e consolidato, in più di 20 anni di attività, significative esperienze, competenze e metodologie nella consulenza organizzativa e formazione aziendale Consulman propone interventi di sostegno e formazione al management ed al personale operativo coinvolgendo, ove necessario, la filiera di fornitori e clienti interni/esterni Consulman sviluppa gli interventi in relazione alle specifiche caratteristiche del cliente per favorire, attraverso un adattamento personalizzato, un ottimizzazione delle modalità organizzative e gestionali. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.2

3 PROPOSTA CONSULMAN Cosa chiedono le aziende Formazione e sviluppo del capitale intellettuale Fattori distintivi Consulman Linee di intervento 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.3

4 COSA CHIEDONO LE AZIENDE Rendere l'offerta formativa aziendale rispondente alle specifiche esigenze di business Migliorare le prestazioni aziendali abilitando le persone all'esercizio del proprio ruolo attraverso percorsi di crescita individuali mirati al miglioramento delle competenze Rendere applicabile l'apprendimento superando la dualità tra teoria e pratica, tra modelli di pensiero e contesto organizzativo Aumentare le competenze aziendali e patrimonializzarle perché non siano solo proprietà degli individui Differenziare e innovare gli approcci metodologici, gli strumenti e le tecniche gestionali e operative 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.4

5 FORMAZIONE E SVILUPPO DEL CAPITALE INTELLETTUALE (C.I.) La formazione è una leva chiave per lo sviluppo del Capitale Intellettuale di un'impresa e rappresenta unadelle componenti strategichedifferenzianti. In particolare, la contestualizzazione è l asse portante dell'approccio formativo adottato da Consulman negli interventi effettuati sulle singole aziende. II risultato sono progetti e percorsi formativi costruiti intorno a business issue rilevanti per ciascuno dei nostri clienti. Business issue: Identificazione, condivisione e diffusione delle direttrici strategiche del business (deployment dei valori; allineamento di competenze e comportamenti; evoluzione e rinforzo del modello di leadership) Disegno e condivisione dei processi organizzativi e formazione al ruolo Condivisione dei processi operativi di servizio e formazione alla gestione del servizio sviluppo delle competenze dei sistemi professionali e di mestiere Formazione e sviluppo delle persone coinvolte nelle comunità aziendali (neo assunti, manager, professional, executive, critical know-how...) 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.5

6 FATTORI DISTINTIVI CONSULMAN L offerta di formazione Consulman è relativa a più aree dell organizzazione aziendale e si rivolge ai diversi livelli aziendali, dal dirigente, ai quadri, ai tecnici, agli specialisti di settore ed agli operai. Consulman si distingue: Nella continua ricerca e innovazione di prodotti formativi Nella capacità di progettare piani formativi che correlino la formazione ai piani di sviluppo e di carriera individuali Nella capacità di coniugare, modalità formative innovative con esperienze e saperi provenienti da diversi contesti quali outdoor, discipline sportive, teatrali, creative, scientifiche, artistiche Nell attenzione allo sviluppo dei mestieri aziendali e alle capacità che ne caratterizzano la distintività Nella caratteristica esperienziale delle nostre proposte che consente di apprendere contenuto e la capacità di applicarlo 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.6

7 LE LINEE DI INTERVENTO PRINCIPALI ASPETTI SOCIO-ORGANIZZATIVI ASPETTI TECNICO-ESECUTIVI Sviluppo con l azienda di progetti e piani formativi Logistica e gestione materiali Organizzazione e sviluppo sistemi produttivi Studio del lavoro e layout Gestione impianti e manutenzione Sistemi di qualità e miglioramento continuo Ciclo di sviluppo prodotto SERVIZI distintivi ausiliari SUPPORTATI DA PRODOTTI funzionali documentali metodologici didattici 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.7

8 DIDATTICA FRONTALE La formazione frontale in aula, durante la quale si apprende la lezione da un docente esperto, è la metodologia più classica di formazione. È centrale il ruolo di un docente esperto sia dei contenuti trattati che di efficaci metodologie di insegnamento. Si tratta della lezione in senso tradizionale, in cui il docente utilizza soprattutto l'esposizione verbale. Nella lezione frontale l'allievo riveste un ruolo prevalentemente passivo perché è il docente che assume la funzione fondamentale di facilitare il processo di apprendimento, stimolare la motivazione e tener viva l'attenzione dei partecipanti. L adozione di questa metodologia nella formazione aziendale ha di solito l obiettivo di incrementare il know how dei partecipanti su questioni tecniche e gestionali. La partecipazione richiesta ai partecipanti favorisce la comunicazione dei processi organizzativi, delle strategie e degli obiettivi dell'azienda, rafforzando così la collaborazione e lo spirito di squadra. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.8

9 INNOVAZIONE Didattica frontale Didattica innovativa Sistemi di e-learning Aula virtuale e webinar Servizi di formazione Modello di riferimento Finanziamenti per la formazione 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.9

10 DIDATTICA INNOVATIVA 1/2 Contestualizzazione Patrimonializzazione Specializzazione Abilitazione al ruolo Matching Learning histories Competenze in situazione Sit-com consente di utilizzare strumenti aziendali (prodotti, procedure, approcci) con un match in diretta con situazioni, clienti,... consente l esplicitazione delle competenze tacite e la diffusione di best practice attraverso la ricostruzione approfondita di casi di successo aziendale consente l approfondimento su singole aree di competenza attraverso l azione diretta dei partecipanti ricostruisce un contesto lavorativo simile per tipologie e complessità (multi tasking) a quello realmente vissuto dai partecipanti e consente l applicazione contestuale di conoscenze tecniche e di capacità personali 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.10

11 DIDATTICA INNOVATIVA 2/2 Cambiamento Team building Esperienze Competenze Business Game Business Game Casi aziendali Role-playing Simulazione in contesti Change management in un area produttiva. I Business Game possono essere svolti sia a livello individuale sia in sottogruppi in competizione tra loro Simulazioni per lo sviluppo della motivazione e l esercizio della Leadership professionale focalizzato sui risultati prestazionali nelle varie aree Operative Analisi, discussione e valutazione riferita a casi aziendali specifici nel settore di appartenenza delle aziende clienti e con l utilizzo di casi di studio significativi tratti dalla letteratura didattica di riferimento Giochi di ruolo che mettono alla prova abilità relazionali e competenze. Possono essere filmati e successivamente proiettati per essere discussi in plenaria 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.11

12 E-LEARNING Per e-learning si intende una formazione che non solo sfrutti la rete Internet, ma offra anche la possibilità di apprendimento su una piattaforma Web dedicata che contenga le lezioni multimediali e permetta la massima interazione non più solo col tutor online, ma tra stessi gruppi di discenti, e che sia costantemente monitorata I corsi e-learning non rappresentano soltanto un diverso tipo di accesso alle informazioni, ma anche uno strumento di formazione creativo ed efficace: Risparmio sui costi legati alla formazione tradizionale Eliminazione dei problemi di location e orari per la fruizione del corso Libertà di accesso per un numero illimitato di volte, 24 ore su 24 La tecnologia che permette l erogazione dei contenuti di e- learning, la gestione dei processi di apprendimento e di valutazione è una piattaforma multimediale LMS, un Learning Management System che il gruppo Consulman ha realizzato e che personalizza secondo le esigenze dei clienti. Data rev. 10/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN 12

13 E-LEARNING - MODALITÀ E-LEARNING FORMAZIONE SINCRONA L allievo è assistito in tempo reale dal docente ed eventualmente è in contemporanea con altri allievi. Videoconferenza Telefonate su web Forum (gli allievi ed il docente comunicano tra di loro mediante posta elettronica) Chat-line (un allievo comunica singolarmente con il docente mediante posta elettronica) FORMAZIONE ASINCRONA Ogni allievo segue la lezione in modo autonomo e senza assistenza diretta ed interattiva Data rev. 10/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.13

14 E-LEARNING: CARATTERISTICHE Test per verificare il grado di apprendimento dei contenuti formativi Facilità d uso Documenti e files di diversi formati Esami per individuare le competenze possedute E- learning Classe virtuale sincrona e asincrona Chat interattive e asincrone (forum) per permettere l interazione Tutoring attivo Data rev. 02/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN 14

15 SISTEMI DI E-LEARNING Consulman realizza progetti integrati di formazione in e-learning attraverso: una cabina di regia centrale per la conduzione del processo nelle diverse fasi di progettazione, realizzazione, messa in produzione e monitoraggio del servizio una piattaforma tecnologica ( Docebo ) per veicolare i servizi via web l assistenza per garantire la funzionalità della piattaforma nel processo formativo una metodologia didattica consolidata per lo sviluppo dei prodotti formativi un sistema organizzativo di governo della domanda - offerta di contenuti la creazione di learning center e/o learning points attrezzati nelle principali sedi e/o siti decentrati del cliente la creazione di portali di interscambio con funzionalità di repository per la classificazione di tutti i contenuti di interesse il supporto ai corsi on-line di un tutor che interagisce con gli utenti attraverso sistemi di comunicazione sincroni (chat) e asincroni (forum, ) 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.15

16 L AULA VIRTUALE L aula virtuale è un luogo uno spazio non fisico che permette l'incontro simultaneo di più persone fisicamente lontane L aula virtuale rappresenta l interazione sincrona in audio, video e dati fra due o più soggetti per raggiungere obiettivi formativi definiti e comuni. Con l'ausilio di tutor didattici ed organizzativi-motivazionali, una lezione in aula virtuale permette la delocalizzazione della formazione al posto dello spostamento delle persone, creando nelle sedi distaccate lo stesso ambiente fertile per l'apprendimento che si ritrova nell'aula trasmittente (i membri della classe virtuale utilizzano materiale multimediale, interagiscono su specifici compiti loro assegnati, hanno il supporto di un docente-tutor e di esperti, con appuntamenti collettivi on line a scadenze definite). Gli studenti connessi possono intervenire, porre domande o fare osservazioni ed essere contemporaneamente ascoltati e visti da tutti gli altri utenti presenti nelle sedi collegate. Il materiale didattico è caricato preventivamente su ogni singola pagina-docente in modo da permettere il download e l'utilizzo durante la lezione. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN 16

17 L AULA VIRTUALE: CARATTERISTICHE Facilità d uso Interazione in forum e chat senza vincoli di tempo o di spazio Integrazione tra video, immagini, suoni e testo Scambio in tempo reale di informazioni e file Aula virtuale Sempre disponibile, non cessa mai di esistere Simultaneità e interattività Velocità di divulgazione, consultazione e download dei materiali Data rev. 02/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN 17

18 WEBINAR ll webinar è un evento trasmesso in diretta erogato attraverso la rete, che permette a più persone di collegarsi in diretta per partecipare a sessioni educative o informative: una lezione interattiva, un corso di formazione, un workshop, una conferenza. Permette un ampio ventaglio di utilizzi, da quello commerciale a quello prettamente didattico: in ambito formativo il webinar è un evento di condivisione sincrona che dà la possibilità a più persone, con una semplice connessione internet, di fruire di una lezione interattiva tenuta dal docente o dal tutor esattamente come in un aula reale. Non servono hardware particolari, bastano semplici cuffie, microfono, una webcam ed uno qualsiasi dei molti software e servizi di aula virtuale disponibili sul mercato. Ciascun partecipante può accedervi dal proprio computer e interagire sia con gli altri partecipanti sia con il docente tramite vari strumenti quali: chat, audio, video. I discenti, avvisati via sull'ora e la data del collegamento, si possono collegare online e intervenire con domande e richieste di approfondimenti. A differenza dei webcast, i webinar sono un sistema interattivo dove i partecipanti possono interagire tra loro e con il relatore del seminario tramite vari strumenti quali: chat, audio e video chat, lavagne elettroniche, caricamento/scaricamento di file. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.18

19 WEBINAR: CARATTERISTICHE Facilità d uso Durata massima 2 ore, sessione focalizzata su un argomento particolare Lezione interattiva con il docente Scambio in tempo reale di informazioni e files, interazione in forum e chat Webinar Collegamento in contemporanea e in diretta di più persone Dinamicità, interattività, modularità Possibilità di registrare l evento e rivederlo successivamente Data rev. 02/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN 19

20 SERVIZI DI FORMAZIONE Specifici Consulenza strategica, organizzativa, metodologica, tecnica e operativa nei processi formativi Analisi dei bisogni e sviluppo di piani d intervento Gestione integrata in outsourcing della formazione aziendale Formazione manageriale e gestionale Formazione e addestramento del personale operativo Formazione a distanza con la piattaforma di e-learning, il Computer Based Training e le aule virtuali. Ausiliari Prodotti didattici e presentazioni aziendali su supporto multimediale Funzionali Assistenza per la preparazione e la presentazione di richieste di finanziamento Check-up aziendali ed interventi di assistenza e supporto alla Certificazione ISO 9001, ISO TS 16949, ISO 14001, all applicazione del D.L. 81/2008 sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro (sistema di gestione della salute e sicurezza secondo lo standard OH SAS o INAIL) 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.20

21 MODELLO DI RIFERIMENTO Sistema descrittivo Integrazione e coerenza Organizzazione macro e micro Disposizioni organizzative Mappatura dei processi Fasi e attività di lavoro Procedure, norme e istruzioni Dizionario delle competenze Schede di addestramento processi Struttura organizzativa Posizioni e ruoli attività Processi / attività Metodologie / practices Tecniche e strumenti Ruoli organizzativi Ambiente di lavoro Sistemi informativi Piani di comunicazione le competenze sono l insieme delle conoscenze e delle abilità di un organizzazione, che consentono di presidiare e migliorare i suoi indicatori fondamentali di prestazione un approccio orientato alla gestione del cambiamento e allo sviluppo del know how fa sì che i processi aziendali, le relative attività, l organizzazione e le competenze siano strettamente correlate in un interazione sistemica. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.21

22 CONSULMAN E LA FORMAZIONE FINANZIATA 1/2 Consulman realizza interventi di consulenza organizzativa e formazione per Aziende ed Enti Pubblici nazionali ed internazionali, nei settori dell industria, dei servizi, della pubblica amministrazione e della sanità. Il gruppo supporta tutto l iter dalla preparazione delle candidature, al processo di valutazione, alla realizzazione e gestione esecutiva di progetti finanziati nei seguenti ambiti: Fondi Interprofessionali per la formazione continua (Fondo For.Te., Fondimpresa, Fo ndir,fondirigenti) Programmi Europei (Cooperazione Transfrontaliera, Ricerca e Sviluppo, Life, Sanità Pubblica, Life Long Learning,...) Programmi Operativi Regionali (POR) relativi al Fondo Sociale Europeo (FSE) e al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Fondi Ministeriali Nazionali 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.22

23 CONSULMAN E LA FORMAZIONE FINANZIATA 2/2 L'oggetto del finanziamento può riguardare attività che rientrano nelle seguenti specificità: ricerca di base e applicata ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, servizi, processi cambiamento e ristrutturazione organizzativa e gestionale formazione professionale del personale dipendente dell'azienda e per non occupati internazionalizzazione realizzazione di interventi infrastrutturali materiali e immateriali 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.23

24 MODELLO DI FORMAZIONE Modello di formazione Analisi dei bisogni Definizione del piano di sviluppo Progettazione del piano di formazione Erogazione degli interventi Valutazione degli interventi Punti di attenzione 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.24

25 MODELLO DI FORMAZIONE Processo Caratteristiche qualificanti Analisi dei bisogni formativi Garantire omogeneità di messaggi e coerenza di pensiero Definizione del piano di sviluppo Assicurare la preparazione dei piani/programmi di formazione tenendo conto della specificità di ogni situazione in termini organizzativi ed individuali Progettazione del piano di formazione Realizzare moduli didattici ingegnerizzati, tali da poter essere erogati in modo autonomo dal cliente che possieda al suo interno figure professionali che possano ricoprire il ruolo di docenti, diffusori o tutor Erogazione degli interventi Adottare metodologie didattiche innovative in funzione delle esigenze formative del cliente Valutazione degli interventi Verificare i risultati raggiunti mediante la formazione in termini di conoscenze, capacità e prestazioni 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.25

26 ANALISI DEI BISOGNI FORMATIVI Le dimensioni da esplorare Analisi dei bisogni formativi Profilo reale del ruolo Profilo ideale del ruolo Definizione del piano di sviluppo Mappatura delle competenze Profilo del ruolo Competenze agite Competenze a tendere Progettazione del piano di formazione Basi di conoscenze informative/formative Misura Misura Erogazione degli interventi Analisi dei bisogni Piani di sviluppo delle persone Piano di formazione Delta competenze Valutazione degli interventi Output Rilevazione delle competenze attuali Definizione delle competenze attese: conoscenze/capacità/ comportamenti Valutazione del delta esistente tra competenze attuali e competenze attese 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.26

27 DEFINIZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO Output Analisi dei bisogni formativi Definizione del piano di sviluppo Progettazione del piano di formazione Erogazione degli interventi Valutazione degli interventi Definizione degli obiettivi specifici di apprendimento e dei risultati attesi in termini di: conoscenze da apprendere abilità da sviluppare comportamenti da modificare Piani formativi generali Piani formativi personalizzati Piani formativi di crescita guidata Piani formativi per specifiche figure professionali Corsi modulari su tematiche specifiche Tipologia degli interventi Seminari Workshop Tavole rotonde 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.27

28 PROGETTAZIONE DEL PIANO DI FORMAZIONE 1/2 Output Analisi dei bisogni formativi Scansione del materiale in moduli ed unità didattiche Definizione del piano di sviluppo Progettazione del piano di formazione Erogazione degli interventi Valutazione degli interventi Descrizione di finalità ed obiettivi specifici per ogni unità didattica Progettazione e realizzazione degli strumenti didattici Formalizzazione dei contenuti Progettazione e realizzazione degli strumenti per la verifica e la valutazione dell apprendimento Programmi e percorsi di erogazione tempificati Spiegazione delle modalità di utilizzo del materiale didattico e degli strumenti Teaching notes per il docente 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.28

29 PROGETTAZIONE DEL PIANO DI FORMAZIONE 2/2 Aspetti qualificanti Analisi dei bisogni formativi Definizione del piano di sviluppo Progettazione del piano di formazione Erogazione degli interventi La progettazione degli interventi è una delle attività a maggior valore aggiunto del Gruppo Consulman, capace di realizzare percorsi formativi modulari e flessibili, progettati su misura e gestibili direttamente dall Azienda Cliente mediante propri docenti e tutor Metodologie Esposizione del docente Discussione in plenaria Affiancamento operativo Case study Simulazioni Strumenti Esercitazioni in sottogruppi Role play Valutazione degli interventi Addestramento Tutorship Outdoor training Formazione formatori Business Game Proiezione filmati e debrefing Learning history Web (intranet o internet) Supporti multimediali e/o ipertestuali Manuali e dispense per autoapprendimento 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.29

30 EROGAZIONE DEGLI INTERVENTI Microprogettazione Analisi dei bisogni formativi Definizione del piano di sviluppo Progettazione del piano di formazione Erogazione degli interventi Valutazione degli interventi Contratto d aula Sessione e agenda interventi Percorso formativo dettagliato Docenze e testimonianze Formatori, consulenti, manager docenti Testimonianze aziendali ed esterni Docenti aziendali (formazione formatori) Modalità di erogazione Percorsi tradizionali d aula e on the job Percorsi misti: aula + autoapprendimento Seminari e workshop Formazione a distanza 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.30

31 VALUTAZIONE DEGLI INTERVENTI Output Analisi dei bisogni formativi Definizione del piano di sviluppo Progettazione del piano di formazione Erogazione degli interventi Valutazione delle competenze acquisite in termini di conoscenze e di abilità Valutazione dei cambiamenti effettivi rilevati nei comportamenti delle persone (osservazioni sul campo, interviste, ecc.) Valutazione degli effetti della formazione per l organizzazione (osservazioni, analisi dati) Valutazione degli interventi Progettazione di azioni correttive, di coinvolgimento, di ripresa di attività formative (follow up) 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.31

32 PUNTI DI ATTENZIONE Nel predisporre l offerta formativa Consulman pone particolare attenzione a: Finalità: accrescere le competenze delle persone a cui si rivolge promuovendone o rinforzandone il ruolo all interno dell organizzazione a cui appartengono. Tipologie: corsi personalizzati alle specifiche esigenze del Cliente e/o a catalogo. Modularità: moduli formativi distinti in specifiche aree tematiche. Modalità: in funzione della didattica più utile al tema proposto. Destinatari: gruppi omogenei e/o integrati per livello gerarchico, ruoli, obiettivi formativi, progetti comuni, etc. Competenze: in funzione del sapere, saper fare, saper essere individuato come oggetto d intervento. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.32

33 ARCHITETTURA DELL OFFERTA FORMATIVA Architettura dell offerta formativa Tipologie Aree tematiche Modalità Destinatari Competenze 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.33

34 ARCHITETTURA DELL OFFERTA FORMATIVA Ambiente ed energia Amministrazione e controllo Gestione della produzione Gestione dell informazione Gestione impianti e manutenzione Gestione progetti e processi Logistica e trasporti Organizzazione e management Qualità e sicurezza Strategia e business planning Sviluppo delle persone Sviluppo prodotto e processo Tecniche quantitative Corsi personalizzati Corsi a catalogo Moduli didattici Percorsi didattici Master Finalità Tipologie Aree tematiche Modalità Aula On the job Blended E-learning Out door Inserimento in azienda Neo-laureati Neo-diplomati Crescite guidate Passaggi di ruolo Specializzazioni Conoscenze Abilità/skills Competenze Destinatari Area manageriale: manager, dirigenti, direttori, imprenditori Area gestionale/professionale: impiegati, quadri Rinforzo manageriale Comportamenti Area operativa: operai, addetti 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.34

35 OFFERTA FORMATIVA: TIPOLOGIE Corsi personalizzati Corsi a catalogo Programmi formativi progettati secondo una logica tailor made, per soddisfare le specifiche esigenze del cliente Programmi formativi realizzati con una logica a catalogo per soddisfare le esigenze di formazione di base più diffuse e di interesse generalizzato CORSI PERSONALIZZATI Gli interventi di questo tipo vengono progettati in co-design con il Cliente, prevedendo la collaborazione attiva di quest ultimo nell impostazione e nella definizione degli obiettivi e dei contenuti della formazione. La definizione dei percorsi formativi si ispira alle seguenti linee guida: progettazione sistemica e coerente del percorso nella sua interezza, per evitare lacune, ridondanze e livelli di approfondimento eterogenei modularità del percorso (ciascun modulo è compiuto ed erogabile anche singolarmente) flessibilizzazione dei moduli, in modo che ciascun modulo possa essere erogato sia in versione base che in versione specifica in funzione del destinatario diversificazione dei tool didattici (non solo slide, ma casi, letture, filmati, visite, testimonianze, check-list, bibliografie, assegnazione di progetti mirati, simulazioni operative, ecc..) criteri di misura sistematica della prestazione e del risultato formativo con questionari di valutazione e verifiche di apprendimento (test prima/dopo) per ciascun modulo didattico 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.35

36 CRESCITE GUIDATE E PASSAGGI DI RUOLO Crescite guidate Passaggi di ruolo Programmi formativi progettati per accompagnare i momenti più significativi di carriera delle persone, dall ingresso in azienda (con i corsi per i neo-laureati, neo-diplomati e neo-assunti) fino ai livelli più elevati di responsabilità 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.36

37 CRESCITE GUIDATE 1/2 Le crescite guidate costituiscono l applicazione di una metodologia volta a sviluppare e formare le competenze in uno specifico contesto di lavoro su molteplici livelli di ruoli gestionali ed operativi. Le crescite guidate possono essere utilizzate anche per garantire l adeguamento del ruolo che subisce un evoluzione in ragione di un cambiamento organizzativo. La metodologia didattica adottata da Consulman consente di generare le competenze-obiettivo tramite esperienze concrete condotte sul campo razionalizzate e ricondotte alle conoscenze teoriche in appositi momenti d aula. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.37

38 CRESCITE GUIDATE 2/2 Ambiti applicativi Metodologie gestionali Miglioramento continuo Gestione del sistema tecnico Gestione dei materiali Gestione delle competenze Lean organization Gestione a vista Le 5S Tecniche operative Manutenzione preventiva TPM (Total Productive Maintenance) Set-up reduction Analisi del valore del flusso Razionalizzazione del layout Addestramento manodopera Comportamenti organizzativi Comunicazione operativa Problem solving Project management Lavoro in team Delega Leadership 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.38

39 PERCORSI MANAGERIALI Team direzionale I contenuti proposti per lo sviluppo delle competenze manageriali del Management possono riguardare: la definizione e l implementazione delle strategie di business ed il raggiungimento degli obiettivi aziendali la contestualizzazione di nuovi modelli organizzativi (es. lean manufacturing, learning organisation) e l applicazione degli specifici meccanismi di funzionamento il change management e la gestione per competenze i metodi, gli strumenti e le tecniche manageriali da adottare nell ambito del Team Direzionale la leadership, la gestione dei collaboratori e i comportamenti manageriali Il programma, proposto da Consulman, prevede percorsi o Workshops per sviluppare le specifiche competenze manageriali, basati sulla combinazione ottimale di metodologie didattiche di gruppo, di counceling e di coaching individuale. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.39

40 PASSAGGI DI RUOLO 1/2 Consulman ha maturato una significativa esperienza nella progettazione di percorsi formativi per specifiche figure professionali e per i relativi passaggi di ruolo. L obiettivo è la realizzazione di un processo formativo che metta in grado le persone di acquisire, sia attraverso momenti d'aula che mediante assistenza on the job, la consapevolezza del proprio ruolo e le competenze per esercitare al meglio i contenuti del proprio profilo professionale e le relative responsabilità, tenuto conto dello specifico contesto operativo e delle competenze da acquisire rispetto alle competenze già possedute. Prima del processo di selezione e valutazione dei candidati: l esplorazione della dimensione organizzativa che caratterizza il nuovo ruolo; la descrizione dei nuovi compiti e delle nuove responsabilità; l individuazione delle competenze gestionali connesse al nuovo ruolo e l indicazione delle modalità di sviluppo/ miglioramento dei nuovi comportamenti richiesti; la certificazione delle competenze acquisite e l investitura al ruolo. 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.40

41 PASSAGGI DI RUOLO 2/2 Introduzione al ruolo COLLEGAMENTI I percorsi formativi sono progettati sulla base di specifiche esigenze e finalità. Ne sono esempio i percorsi formativi per l introduzione al ruolo A monte della progettazione formativa è necessaria un analisi delle figure professionali che permetta di individuare le competenze che caratterizzano il ruolo di riferimento (profilo di ruolo): il percorso formativo sarà strutturato in funzione delle competenze richieste, graduando opportunamente le competenze relazionali, gestionali e tecniche. Componente relazionale Il peso cresce con interlocutori: esterni di livello elevato con interessi divergenti RISORSE Componente gestionale Il peso cresce se: n elevato in forte crescita a rischio di qualità elevata OUTPUT Componente tecnico-realizzativa Il peso cresce se: molti/diversi incerti nuovi tecnologie/metodi innovativi 16/04/2015 SERVIZIFORMAZIONE-PROPOSTACONSULMAN.41

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Dall istruzione programmata all e-learning

Dall istruzione programmata all e-learning Dall istruzione programmata all e-learning L ausilio delle tecnologie informatiche e dell intelligenza artificiale per l insegnamento degli allievi è un binomio che ha visto un progressivo sviluppo di

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Servizi e soluzioni per Elearning e Knowledge Management. http://www.elearnit.net http://elearnit.wordpress.com

Servizi e soluzioni per Elearning e Knowledge Management. http://www.elearnit.net http://elearnit.wordpress.com Servizi e soluzioni per Elearning e Knowledge Management http://www.elearnit.net http://elearnit.wordpress.com E-learning Ridurre i costi Più efficienza Tracciare i risultati La formazione web-based può

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Scuola di Management per le Università, gli Enti di ricerca e le Istituzioni Scolastiche Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Dott. William

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo)

Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo) Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo) Si intende per progetto l insieme di un numero, generalmente elevato, di attività che, pur connotate da diverse natura e da specifiche finalità, concorrono

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

Glossario della Formazione in Sanità

Glossario della Formazione in Sanità Glossario della Formazione in Sanità Regione Toscana GLOSSARIO DELLA FORMAZIONE IN SANITÀ Regione Toscana Giunta Regionale Direzione generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Strumenti

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli