AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 09/06/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUSL RAVENNA. Rassegna stampa del 09/06/2011"

Transcript

1 AUSL RAVENNA Rassegna stampa del 09/06/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE AUSL RAVENNA 09/06/2011 Corriere di Romagna - Ravenna ALCOL AL VOLANTE Guida in stato di ebbrezza: traballa l'affidabilità dei test 09/06/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Monumento Avis nel cuore della città 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna MASSA LOMBARDA - L' Avis di... 09/06/2011 La Voce di Romagna - Forli Fermata la banda dei "rapper" Le norme per il part time Ausl 09/06/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna «Sbagliata la metodologia ospedaliera per accertare lo stato di ebbrezza» 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna "Grazie alla Pneumologia di Lugo ho ripreso a sperare" 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Bimbi in festa oltre le sbarre AREA VASTA E REGIONE 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Soffoca con le noccioline 09/06/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Inala pezzi di arachidi: salvato bimbo di 22 mesi 09/06/2011 La Voce di Romagna - Forli Salvato un bimbo di due anni 09/06/2011 QN - Il Resto del Carlino - Forli DRAMMA A LIETO fine ieri all'ospedale 'Morgagni-Pierantoni'. L'allarm SANITÀ NAZIONALE 09/06/2011 Corriere della Sera - ROMA La qualità delle cure tra Stato e Regioni 18

3 09/06/2011 Corriere della Sera - NAZIONALE Dall'Ici non pagata al superjet nelle nuove carte del San Raffaele 09/06/2011 Il Sole 24 Ore Sanità, con il federalismo risparmi per 4-5 miliardi 09/06/2011 La Repubblica - Torino I piemontesi promuovono trasporti, sanità e sicurezza 09/06/2011 La Repubblica - Torino Molinette, l'autotrapianto di un rene tolto, curato e reimpiantato in 5 ore 09/06/2011 La Repubblica - Roma "Il paziente morì per cure sbagliate" A processo 11 medici del Pertini 09/06/2011 La Repubblica - Milano Giro di poltrone alla sanità ma le nomine dividono la Lega 09/06/2011 La Repubblica - Milano La casa della Asl all'ex Pini via al trasloco per 600 persone 09/06/2011 La Repubblica - Bari Il "care manager" al posto degli ospedali chiusi 09/06/2011 La Repubblica - Bari Fiore: "Ritardi sui direttori Asl? Io pronto, rivolgetevi a Vendola" 09/06/2011 La Stampa - NAZIONALE Batterio-killer "Il peggio sembra passato" 09/06/2011 Avvenire - Nazionale I medici chiedono una legge che tuteli «scienza e conoscenza» 09/06/2011 Panorama Economy Il dottore diventa imprenditore

4 AUSL RAVENNA 7 articoli

5 09/06/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 5 ALCOL AL VOLANTE Guida in stato di ebbrezza: traballa l'affidabilità dei test Il gip dispone una perizia per valutare l'attendibilità delle procedure La decisione durante un processo per omicidio colposo RAVENNA. Il gip del tribunale di Ravenna, Anna Mori, ha disposto una perizia per stabilire la reale affidabilità dei metodi finora utilizzati nel rilevare il tasso alcolemico in caso di incidenti stradale. Le conclusioni della perizia potrebbero riscrivere l'esito di centinaia di processi per guida in stato di ebbrezza, la maggior parte dei quali in corso per l'opposizione a decreti penali di condanna. Si profila dunque una svolta epocale dal punto di vista giudiziario, sempre che il perito ritenga inadeguati i metodi attualmente utilizzati nel Ravennate per rilevare la concentrazione di alcol nel sangue. Metodi che, per inciso, sono già stati cambiati nella vicina provincia di Bologna su richiesta della stessa procura. La decisione del gip è stata presa ieri nel corso del processo in abbreviato che vede imputata una 27enne ravennate per l'omicidio colposo (aggravato dallo stato di ebbrezza) di Bruno Camanzi, 70enne di Conselice morto il 3 luglio del 2009 sulla Bastia. Camanzi, i cui familiari sono già stati risarciti, venne (secondo l'ac cu sa) travolto mentre era in sella a una bici da corsa. Stando ai rilievi eseguiti dai carabinieri della stazione di Santa Maria in Fabriago, la Golf guidata dalla ragazza speronò il 70enne mentre viaggiava nel suo stesso senso di marcia. La ragazza ne uscì illesa, ma venne comunque portata al pronto soccorso dove vennero prelevati campioni di urina e sangue. Gli esami rivelarono la presenza di tracce di cocaina e un livello di alcol etilico pari a 1,33 grammi litro. Una situazione che spinse la procura a indagarla per omicidio colposo aggravato dallo stato di ebbrezza e dalla guida sotto l'uso di sostanze stupefacenti. Q ue st 'ultima accusa, però, cadde poco dopo. Ovvero quando il legale della ragazza - l'avvocato Giovanni Scudellari - presentò una perizia di parte affidata alla dottoressa Elia Del Borrello, responsabile del laboratorio di tossicologia forense dell'università di Bologna. Il medico legale sottolineò come la positività alla cocaina fosse stata riscontrata solo sul campione di urina, dove tracce di metaboliti possono continuare a essere presenti anche a dieci giorni dalla sua assunzione. Il resto lo ha fatto l'ormai consolidata giurisprudenza in materia per la quale non basta la prova dell'assunzione di droga ai fini della colpevolezza, ma serve anche dimostrare che l'automobilista si trovasse al volante sotto una reale alterazione psicofisica. Da qui l'ar ch ivi az io ne dell'accusa legata alla cocaina. Restava, però, quella dell'alcol. Accusa più che mai pesante ai fini assicurativi, visto che la compagnia della ragazza dopo aver risarcito i familiari della vittima aveva comunque fatto sapere che, in caso di condanna per guida in stato di ebbrezza, si sarebbe rivalsa sulla 27enne. Ieri nuova udienza di fronte al gip Mori, dove l'imputata ha optato per il rito abbreviato condizionato alla testimonianza del proprio consulente tossicologico. Il medico legale ha gettato nuovi dubbi sulle pratiche attualmente adottate in provincia di Ravenna, ricordando come per tali problematiche la Regione Emilia Romagna abbia stilato un protocollo applicativo con la prefettura di Bologna, proprio su segnalazione dei tecnici, ma anche della stessa procura felsinea. E tali procedure - stando a quanto emerso ieri - non utilizzano più (per rilevare il tasso di alcol) la "vecchia" tecnica enzimatica, bensì quella molto più affidabile meglio conosciuta in ambienti scientifici come "gascromatogr afia". Il tutto dopo aver eseguito sempre due prelievi per poter ripetere eventualmente l'esame in contraddittorio. L'u dienza per il conferimento dell'incarico è stata fissata a fine luglio. L'auto dopo l'incidente AUSL RAVENNA 5

6 09/06/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 12 Monumento Avis nel cuore della città viario, sede delle associazioni di volontariato». Per Stefano Sangiorgi, presidente Avis, «si tratta di un omaggio alla disponibilità di quanti donano sangue e contributi economici attraverso il 5x1000 o in altre varie forme, in favore d ell 'associazione». Il monumento, realizzato in metallo verniciato, di oltre 6 metri d'altezza e 5 di larghezza, è unico nel suo genere. La struttura, a forma di goccia stilizzata, è stata realizzata dalla B&B lamiere di Massa Lombarda, grazie a un'idea dello scultore Ferrante Giovannini di Castel Guelfo. Alla sua realizzazione hanno contribuito Matteo Grandi per il rendering, Bellosi trasporti e gru, Istituto Medico San Vitale e Sascia costruzioni. Ai piedi del monumento verrà successivamente collocata una targa di ringraziament o a t u t t i i d o n a t o r i. «Ne ll 'anno europeo del volontariato, siamo onorati di accogliere nella nostra città un monumento dedicato ai donatori di sangue - dice il sindaco Linda Errani -. Avis è, capace di promuovere la cultura della donazione e della generosità, ma anche quell'idea di socialità, attraverso le tante iniziative e collaborazioni che rendono la nostra comunità più coesa e partecipe». L'inaugurazione comprende una festa dedicata a tutti i volontari e i donatori dell'a sso cia zi one massese. Ritrovo ore 8 in piazza Matteotti con la colazione di benvenuto, la funzione religiosa, il corteo, accompagnato dalla Banda di Casola Valsenio, fino al piazzale della stazione. Verranno poi premiati i donatori massesi per i risultati che hanno raggiunto. (a.r.g.) Il nuovo monumento AUSL RAVENNA 6

7 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 30 (diffusione:30000) MASSA LOMBARDA - L' Avis di... MASSA LOMBARDA - L'Avis di Massa Lombarda ha deciso di donare alla città un segno concreto della riconoscenza nei confronti dei propri volontari e donatori. E l'occasione è stata la realizzazione ed installazione di una scultura monumentale, dedicata a tutti i donatori dell'associazione e all'intera comunità, a testimonianza del legame stretto tra l'associazione e i cittadini. La struttura, a forma di goccia stilizzata, è stata realizzata dalla B&B lamiere di Massa Lombarda, grazie a un'idea dello scultore Ferrante Giovannini di Castel Guelfo. Il monumento, denominato 'Cuore a goccia' sarà inaugurato sabato alle 11. Realizzato in metallo verniciato di oltre 6 metri d'altezza e 5 di larghezza, è unico nel suo genere ed è stato posto all'interno del piazzale della stazione: una location scelta per la sua posizione all'ingresso della città e zona di passaggio per molti cittadini e visitatori. La scelta del piazzale per il posizionamento dell'opera è anche legata anche al fatto che tutta l'area della stazione e dei giardini pubblici adiacenti è dedicata ai temi del volontariato, della solidarietà e della pace. La giornata di sabato sarà organizzata in diversi momenti, che culmineranno nell'inaugurazione della scultura monumentale prevista per le 11. Il ritrovo è dalle 8 in piazza Matteotti con la colazione di benvenuto, prosegue poi con la Messa in San Paolo alle A seguire il corteo, accompagnato dalla Banda di Casola Valsenio, terminerà nel piazzale della stazione per il momento inaugurale. All'evento saranno presenti il presidente nazionale di Avis, Vincenzo Saturni, il presidente regionale, Andrea Tieghi e il presidente di Massa e consigliere nazionale, Stefano Sangiorgi. Accanto alla dirigenza Avis saranno presenti il sindaco Linda Errani ed esponenti della giunta e del Consiglio comunale. Alla realizzazione del monumento hanno contribuito Matteo Grandi per il rendering, Bellosi trasporti e gru, Istituto Medico San Vitale e Sascia costruzioni. Seguirà un pranzo durante il quale saranno premiati i donatori massesi per i risultati raggiunti. AUSL RAVENNA 7

8 09/06/2011 La Voce di Romagna - Forli Pag. 12 (diffusione:30000) Dopo le tensioni coi sindacati arrivano le nuove disposizioni Fermata la banda dei "rapper" Le norme per il part time Ausl BOLOGNA - Contemperare le diverse esigenze in campo, fissare criteri oggettivi e trasparenti, usare la rotazione tra i dipendenti. Queste le linee guida stilate dalla Regione e inviate alle Aziende sanitarie che si trovano a riesaminare i part time presenti tra i dipendenti. Questione che ha creato notevoli tensioni coi sindacati, come ricorda in un'interrogazione il consigliere regionale Andrea Pollastri. "Il timore riguarda la possibilità di dover rientrare in orario full time, questione che rivestirebbe notevolissima importanza soprattutto per quelle lavoratrici che sulla base di precedenti contratti sottoscritti hanno costruito la gestione della loro famiglia". A Pollastri risponde il sottosegretario alla presidenza, Alfredo Bertelli, che fa riferimento al "Collegato lavoro" dove si stabilisce la facoltà di sottoporre a nuova valutazione i rapporti di lavoro part time nelle pubbliche amministrazioni, modificando sensibilmente le precedenti modalità di esercizio di tale diritto da parte del dipendente. Il direttore generale all'organizzazione personale della Regione, precisa Bertelli, "ha quindi trasmesso una nota applicativa, in cui ha invitato le stesse Aziende a definire criteri oggettivi e trasparenti per la revisione dei rapporti di lavoro a part time e per garantire pari opportunità di accesso all'istituto a favore di chi presenti situazioni individuali degne di tutela ed attenzione". La nota dà anche indicazioni alle Aziende nel senso di operare le rilevazioni ed azioni organizzative per garantire un adeguato contemperamento tra le esigenze del singolo collaboratore e quelle aziendali, sia per quanto riguarda il personale già titolare di rapporto a tempo parziale, sia per i nuovi richiedenti, sempre nel rispetto della quota massima in dotazione organica. BOLOGNA - Vestivano pantaloni taglia maxi, tipici dei rapper americani, ne ascoltavano la musica e, indossando "bandane" stampate con i disegni dei dollari Usa, andavano in giro a commettere rapine con modalità aggressive, anche nei confronti di disabili mentali. E' una 'banda' composta da tre giovanissimi e 'sbandati', in tutti i sensi, quella bloccata dalla Polizia di Bologna: uno di loro, quasi 20enne, è stato posto in stato di fermo e ora è agli arresti domiciliari: si chiama Jonathan Poche Santana, ha la cittadinanza italiana ma è nato a Santo Domingo. Gli altri due (un 19enne con un handicap fisico e un 21enne con un disagio psichico) sono stati solo denunciati a piede libero. L'accusa, per tutti, è rapina aggravata, ma la Polizia ha identificato in Santana la 'guida' degli altri due, che si ispiravano a lui anche per l'aspetto e l'abbigliamento. La Squadra mobile li ha individuati dopo una brutta rapina messa a segno la sera dell'1 giugno ai danni di una coppia di fidanzati, due trentenni con problemi psichici, in via Marco Polo. I due sono stati aggrediti nell'androne di casa, mentre rientravano dopo aver prelevato 80 euro al bancomat: i tre, con indosso le 'bandane', li hanno aggrediti e Santana li ha minacciati con un coltello (ferendo il ragazzo). Sono poi fuggiti con gli 80 euro. I due disabili, che nei giorni precedenti la rapina avevano già subito angherie dal trio, ne avevano riconosciuto uno perché frequentava il loro stesso centro di Igiene mentale. Le indagini hanno individuato anche gli altri due. Il ragazzo finito ai domiciliari (lo ha deciso il giudice dopo aver convalidato il fermo) ha precedenti per rissa ed era già noto agli agenti: il sospetto è che abbia messo a segno altre rapine, con le stesse modalità. AUSL RAVENNA 8

9 09/06/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 5 (diffusione:165207, tiratura:206221) «Sbagliata la metodologia ospedaliera per accertare lo stato di ebbrezza» Il gip accoglie la tesi del consulente e dispone una perizia. Disposizioni della Procura di Bologna PER LA MAGISTRATURA, la metodologia di analisi correntemente utilizzata nei pronto soccorso degli ospedali della provincia (ma anche altrove) per accertare la presenza o meno di alcool e di sostanze stupefacenti nell'organismo dell'automobilista, non è da considerarsi all'altezza di un giudizio sulla responsabilità penale. Già ormai è consolidata in tal senso la giurisprudenza sul fronte dell'accertamento della presenza di sostanze stupefacenti, ma ora l'attenzione si è spostata sull'accertamento del livello di alcolemia. E' sotto questo profilo che ieri mattina il gip del tribunale di Ravenna Anna Mori ha disposto, nell'ambito di un processo con rito abbreviato per omicidio colposo e di guida in stato di ebbrezza, la nomina di un perito che dovrà esprimersi ulteriormente in materia. L'udienza è stata rinviata all'ultima settimana di giugno per la nomina del perito. LA VICENDA giudiziaria vede come imputata una trentasettenne lughese che la sera - verso le 21 - del 3 luglio di due anni fa sulla provinciale Bastia nei pressi di Santa Maria in Fabriago, tamponò un cicloturista che procedeva su una bici da corsa priva di illuminazione. L'urto fu violentissimo e l'uomo, Bruno Camanzi, morì sul colpo. L'automobilista fu accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale di Lugo e qui acconsentì al prelievo del sangue per la ricerca dell'alcool etilico, e dell'urina per la ricerca delle sostanze stupefacenti di uso più frequente. Il tasso alcolemico, di 1.33 (la donna aveva subito detto di aver bevuto due aperitivi) venne accertato con metodica enzimatica, mentre lo screening sull'urina evidenziò la presenza di metaboliti della cocaina. NEL CORSO dell'indagine preliminare i difensori dell'indagata, gli avvocati Giovanni Scudellari e Alessandro Docimo, presentarono al pm una consulenza tecnica di Elia Del Borrello, responsabile del lavoratorio di tossicologia forense del dipartimento di medicina e sanità pubblica dell'università di Bologna. Il consulente evidenziò che per quanto riguarda la presenza di sostanze stupefacenti nell'organismo e tali da produrre conseguenze sulla condotta di guida, occorre fare riferimento all'attualità dell'influenza della sostanza e questo accertamento si ottiene solo attraverso tecniche di analisi «di tipo gascromatografico accoppiate alla spettrometria di massa» e «procedure garantite da laboratori specializzati avendo cura di effettuare il riconoscimento qualitativo della molecola stupefacente o dei suoi metaboliti esclusivamente sul sangue». La ricerca sulle urine, evidenzia Del Borrello, è da considerarsi un «rivelatore preliminare» e basta, tale quindi da non poter essere preso a canone su cui fondare una sentenza di condanna. Fu così, sulla base di una giurisprudenza in tal senso ormai costante, che gli atti relativi alla guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti vennero archiviati. DELL'IMPUTATA il pm Gianluca Chiapponi chiese pertanto il rinvio a giudizio per omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza. Ma nella sua relazione, hanno evidenziato i difensori chiedendo al gip il giudizio abbreviato, il consulente Elia Del Borrello ha sottolineato che anche per quanto riguarda la ricerca dell'alcool, la metodologia utilizzata al pronto soccorso di Lugo per l'imputata (ma è una tecnica generalizzata) era da considerarsi «un test di screening». Fu eseguito con «tecnica enzimatica cui è seguito con la stessa tecnica il dosaggio quantitativo, mentre in proposito va chiarito che l'unica tecnica valida ai fini forensi, soprattutto per le ricadute del dosaggio quantitativo, è la gascromatografia con la tecnica cosiddetta 'dello spazio di testa'. Considerazioni queste svolte ieri mattina davanti al gip dalla consulente che ha anche spiegato come su queste problematiche la Regione Emilia Romagna ha stilato un protocollo applicativo con la Prefettura di Bologna su segnalazione di vari tecnici e del Procuratore capo della Repubblica di Bologna, che ha adottato procedure che non utilizzano più l'urina e la tecnica enzimatica per l'alcool, ma effettuano procedura idonea al riscontro sul sangue, prelevato in doppio, per ripetere eventualmente l'esame in contraddittorio». Il giudice sulla base di tutto questo ha disposto la perizia. Va da sè che questa nuova impostazione potrà incidere sulle centinaia di indagati (e anche eventualmente condannati in primo grado) per guida in stato di ebbrezza a seguito di accertamento al pronto soccorso (soprattutto a seguito di incidente stradale). Carlo Raggi Image: /foto/8024.jpg AUSL RAVENNA 9

10 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 29 (diffusione:30000) "Grazie alla Pneumologia di Lugo ho ripreso a sperare" LUGO - Riceviamo da una lettrice e pubblichiamo la sua lettera aperta di ringraziamento al reparto di Pneumologia dell'ospedale di Lugo. "Mi chiamo Anna Sassetti e nei giorni scorsi sono stata ricoverata presso il reparto di Pneumologia dell'ospedale Umberto I di Lugo. Con questa lettera gradirei esprimere la mia più totale gratitudine per l'efficienza dimostrata dal reparto, trovandomi in una condizione di salute precaria a seguito di diverse patologie. E' mia premura ringraziare tutto lo staff medico del reparto, in particolare il dottor Miano, la caposala Marilena, e tutto il personale infermieristico e ausiliario in quanto sono riusciti non solo a curarmi con le dovute terapie, ma a far rinascere in me lo stimolo e la voglia di riappropriarmi della mia quotidianità. Penso che questo reparto sia un punto di forza nella nostra realtà provinciale che bisogna difendere con tutte le risorse possibili". Anna Sassetti AUSL RAVENNA 10

11 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 18 (diffusione:30000) Pomeriggio per figli e genitori detenuti Bimbi in festa oltre le sbarre RAVENNA - Una "Festa dei Bambini" insolita. Insolita perché martedì pomeriggio - ad ospitare l'evento è stata la Casa circondariale di Ravenna. La Direzione penitenziaria ha inteso aderire alla campagna di sensibilizzazione "Carceri Aperte, Parliamone" promossa dalla rete europea Eurochips che riunisce associazioni che si occupano della relazione figli - genitori detenuti promuovendo l'iniziativa in favore dei bambini, figli dei detenuti nel carcere ravennate. L'evento, organizzato nell'area verde dell'istituto, è stato reso possibile grazie alla tempestiva e sinergica collaborazione del Comune, in particolare dell'asp di Ravenna, dell'associazione di Volontariato "Life", del Club "Arte e Mestieri", della Croce Rossa Italiana, degli artisti di strada de "ITA.LENTO" e della Cooperativa Sociale "Arrivano dal Mare". Grazie alla loro opera si è riusciti ad animare la festa, in un clima di grande emozione, con la partecipazione di clown, truccatori per bimbi, spettacolo di burattini e persino con la realizzazione di un ricco buffet multietnico. Alla festa è intervenuto anche il vescovo di Ravenna Giuseppe Verucchi, oltre a tutto lo staff dell'istituto e i volontari che da anni prestano la loro impagabile opera assistenziale all'interno di questa struttura penitenziaria. AUSL RAVENNA 11

12 AREA VASTA E REGIONE 4 articoli

13 09/06/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 27 (diffusione:30000) Soffoca con le noccioline Bimbo di due anni salvato in extremis FAENZA (s.p) - Salvato un bimbo di due anni dall'équipe del professor Venerino Poletti. Il piccolo, residente a Faenza, è entrato ieri sera all'ospedale con un grave sbandieramento del mediastino. In sostanza, rischiava di soffocare per via di quattro pezzetti di arachide finiti nel bronco sinistro. Grazie alla prontezza dei medici dell'ospedale di Faenza che hanno capito subito la gravità del caso indirizzandolo al Morgagni Pierantoni di Forlì, il bimbo è stato sottoposto subito ad un intervento effettuato dal team del professor Poletti. Ad effettuare l'intervento attraverso un broncoscopio rigido, il dottor Carlo Gurioli, con lo staff di anestesia e col dottor Vanni Agnoletti. In tarda serata, a fine delle operazioni, il bimbo di due anni è stato dichiarato fuori pericolo. Ancora una volta la specializzata équipe di Venerino Poletti ha salvato la vita di un bambino, i soggetti più a rischio di soffocamento per colpa del cibo che finisce nei bronchi. Un caso analogo c'era stato due mesi fa quando ad essere salvato è stato un bimbo di 18 mesi arrivato dall'ospedale di Ravenna. Nei suoi bronchi, c'era omogenizzato e un pezzetto di pancetta. "Il miracolo l'ha fatto la mia équipe - dichiara Venerino Poletti - che è ormai una macchina collaudata e funziona benissimo, 24 ore su 24. Il merito è anche dei pediatri che, in casi come questi, fanno la diagnosi giusta e ci inviano subito i piccoli pazienti da operare. Prima si interviene e meglio è". Venerino Poletti Lo pneumologo dell'ospedale di Forlì che si è preso cura del bimbo AREA VASTA E REGIONE 13

14 09/06/2011 QN - Il Resto del Carlino - Ravenna Pag. 6 (diffusione:165207, tiratura:206221) DRAMMA SFIORATO IL PICCOLO FAENTINO E' STATO OPERATO A FORLI' DAL PROFESSOR POLETTI Inala pezzi di arachidi: salvato bimbo di 22 mesi DRAMMA A LIETO fine ieri all'ospedale 'Morgagni-Pierantoni'. L'allarme è scattato alle 18, dall'ospedale di Faenza, dove si trovava un bambino di 22 mesi portato lì in fretta e furia dai genitori dopo che il piccolo aveva inalato quattro pezzi di arachidi. Il bambino è stato trasportato velocemente all'ospedale di Forlì, alle è iniziata l'operazione, terminata alle e perfettamente finita. Il bimbo era in condizioni critiche, aveva un polmone che si era gonfiato parecchio tanto da arrivare a schiacciare quello sano. Insomma, erano previsti complicazioni a breve termine. L'INTERVENTO è stato eseguito dal dottor Carlo Gurioli, dell'unità operativa di Pneumologia diretta dal professor Venerino Poletti che ha lavorato in sinergia con l'équipe dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione diretta dal dottor Gambale (primo operatore Vanni Agnoletti). POLETTI alla fine dell'operazione non ha nascosto la sua soddisfazione: «Questa vicenda è la dimostrazione di come siamo riusciti a formare un gruppo, qui all'ospedale c'è una scuola, in grado di far fronte alle emergenze». Non è la prima volta che Venerino Poletti, che lavora a Forlì ma è un ravennate, salva dei bambini, anche molto piccoli, che inalano del cibo. AREA VASTA E REGIONE 14

15 09/06/2011 La Voce di Romagna - Forli Pag. 16 (diffusione:30000) Rischiava di soffocare per pezzi di arachide nei bronchi Salvato un bimbo di due anni bimbo di due anni è stato dichiarato fuori pericolo. Ancora una volta la specializzata équipe di Venerino Poletti ha salvato la vita di un bambino, i soggetti più a rischio di soffocamento per colpa del cibo che finisce nei bronchi. Un caso analogo c'era stato due mesi fa quando ad essere salvato è stato un bimbo di 18 mesi arrivato dall'ospedale di Ravenna. Nei suoi bronforli' (s.p) - Salvato un bimbo di due anni dall'équipe del professor Venerino Poletti. Il piccolo, residente a Faenza, è entrato ieri sera all'ospedale con un grave sbandieramento del mediastino. In sostanza, rischiava di soffocare per via di quattro pezzetti di arachide finiti nel bronco sinistro. Grazie alla prontezza dei medici dell'ospedale di Faenza che hanno capito subito la gravità del caso indirizzandolo al Morgagni Pierantoni di Forlì, il bimbo è stato sottoposto subito ad un intervento effettuato dal team del prof. Poletti. Ad effettuare l'intervento attraverso un broncoscopio rigido, il dottor Carlo Gurioli, con lo staff di anestesia e col dottor Vanni Agnoletti. In tarda serata, a fine delle operazioni, il chi, c'era omogenizzato e un pezzetto di pancetta. "Il miracolo l'ha fatto la mia équipe dichiara Venerino Poletti - che è ormai una macchina collaudata e funziona benissimo, 24 ore su 24. Il merito è anche dei pediatri che, in casi come questi, fanno la diagnosi giusta e ci inviano subito i piccoli pazienti da operare. Prima si interviene e meglio è". AREA VASTA E REGIONE 15

16 09/06/2011 QN - Il Resto del Carlino - Forli Pag. 11 (diffusione:165207, tiratura:206221) DRAMMA A LIETO fine ieri all'ospedale 'Morgagni-Pierantoni'. L'allarm... DRAMMA A LIETO fine ieri all'ospedale 'Morgagni-Pierantoni'. L'allarme è scattato alle 18, dall'ospedale di Faenza, dove si trovava un bambino di 22 mesi portato lì in fretta e furia dai genitori dopo che il piccolo aveva inalato quattro pezzi di arachide. Il bambino è stato trasportato velocemente all'ospedale di Forlì, alle è iniziata l'operazione, terminata alle e perfettamente riuscita. Il bimbo era in condizioni critiche, aveva un polmone che si era gonfiato parecchio, tanto da arrivare a cominciare a schiacciare quello sano. L'intervento è stato eseguito dal dottor Carlo Gurioli, dell'unità operativa di Pneumologia diretta dal professor Venerino Poletti che ha lavorato in sinergia con l'équipe dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione diretta dal dottor Giorgio Gambale (primo operatore Vanni Agnoletti). Poletti alla fine dell'operazione non ha nascosto la sua soddisfazione: «Questa vicenda è la dimostrazione di come siamo riusciti a formare un gruppo, qui all'ospedale c'è una scuola, in grado di far fronte alle emergenze» AREA VASTA E REGIONE 16

17 SANITÀ NAZIONALE 13 articoli

18 09/06/2011 Corriere della Sera - Roma Pag. 6 (diffusione:619980, tiratura:779916) Convegno al Senato La qualità delle cure tra Stato e Regioni «Il Piano Sanitario Nazionale come sistema di salute integrato» è il titolo dell'incontro organizzato oggi alle 15, con il patrocinio del Ministero della Salute e del Collegio Ipasvi-Tsrm e Unipsi, nella Sala Capitolare del Senato a piazza della Minerva. Al ricco programma di interventi partecipano, tra gli altri, il senatore Antonio Tomassini (Pdl), il senatore Stefano De Lillo (Pdl). A moderare i lavori è la deputata Beatrice Lorenzin (Pdl). Al dibattito partecipano i senatori Cesare Cursi (Pdl), Lionello Cosentino (Pd) e il deputato Paolo Fontanelli (Pd). Importanti contributi sul ruolo del personale per il miglioramento continuo della qualità delle prestazioni sociosanitarie vengono anche da parte di tecnici ed esperti del mondo della salute come il professor Fabrizio Soccorsi, presidente del Club epatologi ospedalieri, il professor Aldo Morrone, direttore generale del San Camillo-Forlanini, e il professor Francesco Bevere, direttore generale della Programmazione sanitaria del ministero della Salute. RIPRODUZIONE RISERVATA SANITÀ NAZIONALE 18

19 09/06/2011 Corriere della Sera - Ed. Nazionale Pag. 41 (diffusione:619980, tiratura:779916) Il caso La gestione del gruppo nei bilanci che emergono dopo lo stato di crisi della Fondazione Monte Tabor Dall'Ici non pagata al superjet nelle nuove carte del San Raffaele Sette milioni e mezzo il costo per la svalutazione della quota Molmed Mario Gerevini MILANO - Una «botta» da sette milioni e mezzo solo per la svalutazione della partecipazione nella quotata Molmed. Poi dalle carte contabili del gruppo salta fuori l'agenzia delle Entrate che contesta a don Verzè di non aver pagato l'ici sulle proprietà in provincia di Verona, terre natie del sacerdote-manager che ha fondato l'ospedale San Raffaele di Milano. Lui e altri manager viaggiavano con l'aereo privato pagato dalla Fondazione. Un lusso costato milioni di euro. Ma nonostante ciò don Verzè era pronto a comprare un nuovo aereo: una società del San Raffaele (l'airviaggi, partecipata fino alla scorsa estate anche dall'attore Renato Pozzetto) ha versato come cauzione 1,5 milioni di dollari per l'acquisto di un Hawker 4000 dalla Hawker Beechcraft Corporation (Hbc). Non è un velivolo per il pronto soccorso. È un business jet di ultimissima generazione, costa 21 milioni di dollari. Il vicepresidente di Hbc lo descrive così: «È ideale per i voli intercontinentali, la sua autonomia è di 6000 km alla velocità di crociera di circa 1000 km/h». I business del San Raffaele sono in gran parte concentrati a Cologno Monzese, collegato con il centro di Milano da una comoda metropolitana, anche se occorre pagare la tariffa extraurbana. Molte notizie emergono dalle carte e dai bilanci che via via affluiscono nel grande faldone della ristrutturazione dell'ospedale San Raffaele. Pillole di una gestione destinata a passare la mano dopo aver fatto del San Raffaele un grande e invidiato polo ospedaliero e di ricerca ma con debiti per quasi un miliardo. Il 23 marzo scorso la Fondazione Monte Tabor, l'ente che governa il gruppo, aveva ufficialmente dichiarato lo stato di crisi e indicato la medicina: un piano industriale e una manovra finanziaria per non affondare. Ma i tempi sono più lunghi rispetto all'iniziale obiettivo del 30 aprile. Il tutto dovrebbe slittare a fine giugno e il passaggio chiave è ottenere dal Tribunale l'omologa del concordato. Ma il decreto del Tribunale non sarà immediato e dunque è presumibile che il «pacchetto» (dismissioni, prestito da 150 milioni delle banche, primi pagamenti ai fornitori, riorganizzazione societaria) possa essere operativo solo in autunno avanzato. Intanto si apprende che l'agenzia delle Entrate ha contestato a una società del gruppo di non aver pagato l'ici per anni (dal 2005) sulle aree in provincia di Verona destinate al progetto San Raffaele-Quo Vadis, un avanzato centro di ricerca scientifica. Alla posa della pietra intervenne il 22 giugno 2007 Silvio Berlusconi e gli allora presidenti delle regioni Sicilia e Veneto, Salvatore Cuffaro e Giancarlo Galan. Oggi il fisco ha presentato un conto Ici da 131mila euro. La Fondazione Monte Tabor ha promesso una sterzata nella gestione ma da allora (23 marzo) ad oggi è cambiato poco o nulla. La Fondazione continua a essere, di fatto, una holding operativa. Allo stesso tempo però chiede «una mano alla ricerca» con il 5 x mille delle tasse. I poteri ai manager di prima fila sono stati esplicitamente confermati e il vero padrone del gruppo, don Verzè, 91 anni, comanda tuttora anche nella Hsr Engineering che è quella che fa la manutenzione idraulica del gruppo. Simona Ravizza RIPRODUZIONE RISERVATA IL GRUPPO - LE PARTECIPAZIONI DELLA FONDAZIONE SAN RAFFAELE HSR ENGINEERING - EDITRICE SAN RAFFAELE - DIAGNOSTICA E RICERCA SPA - RESIDENZA SAN RAFFAELE - DON VERZE' - ASS. MONTE TABOR - SOCIETA' AGRICOLA MONTE TABOR - QUO VADIS AGRICOLA IMMOBILIARE - FONDAZIONE SAN RAFFAELE DEL MONTE TABOR - FINRAF - SAN RAFFAELE RESNATI - SCIENZE PARK - COSTA DORATA - AIR VIAGGI - MOLMED Foto: Don Luigi Verzè SANITÀ NAZIONALE 19

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it RASSEGNA STAMPA A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Rubrica Primo Piano 41 Il Messaggero - Cronaca di Roma 11/06/2015 "MI HANNO

Dettagli

Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare. Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro)

Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare. Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro) Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro) Costanza Marzotto Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia, Università

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni RASSEGNA STAMPA Domenica, 14.09.2014 Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Regioni, il piano: l esenzione ticket scatterà a 67 anni La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

Dettagli

ALFIERI (PD): LA LOMBARDIA È LA REGIONE ITALIANA CHE PAGA DI PIÙ LA SANITÀ PRIVATA

ALFIERI (PD): LA LOMBARDIA È LA REGIONE ITALIANA CHE PAGA DI PIÙ LA SANITÀ PRIVATA Sanità ALFIERI (PD): LA LOMBARDIA È LA REGIONE ITALIANA CHE PAGA DI PIÙ LA SANITÀ PRIVATA. FORMIGONI NON RICORDA NÈ I SUOI VIAGGI NÈ I NUMERI DELLA SANITÀ LOMBARDA La Lombardia è la Regione italiana più

Dettagli

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora.

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora. Dieci anni di sanità in Puglia 19 maggio 2011 Brindisi di Emilio Gianicolo È arduo il compito di mostrare in poche righe punti di forza e punti di debolezza di un sistema sanitario in confronto ai sistemi

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari Nono Seminario regionale della Rete europea dei difensori civici Cardiff 22 24 giugno Seconda sessione: Promuovere i diritti di una popolazione che invecchia Invecchiare con cura: tutelare la libertà di

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità È con vivo piacere che ho accettato l invito dell Associazione Calabro-Lombarda a trattare questo spinoso argomento. Sarebbe molto bello sentir parlare

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

Facoltà di Economia e Commercio

Facoltà di Economia e Commercio Facoltà di Economia e Commercio Una analisi comparata degli obiettivi dei Piani Sanitari e Socio Sanitari delle Regioni e delle Province Autonome : 2003-2005 di: Eleonora Todini (*) (*) Il presente contributo

Dettagli

9. Assistenza ospedaliera

9. Assistenza ospedaliera 9. Assistenza ospedaliera Keystone LaPresse Assistenza ospedaliera 9.1. Assistenza ospedaliera per acuti e lungodegenti Il sistema SSN si avvale per l assistenza ospedaliera di 1.410 Istituti di ricovero

Dettagli

Gli Ambiti territoriali sociali: dimensionamento e prospettive Franco Pesaresi Jesi, 27 giugno 2014. Convegno regionale

Gli Ambiti territoriali sociali: dimensionamento e prospettive Franco Pesaresi Jesi, 27 giugno 2014. Convegno regionale Gli Ambiti territoriali sociali: dimensionamento e prospettive Franco Pesaresi Jesi, 27 giugno 2014 Convegno regionale Ciò che occorre fare Sono passati 12 anni da quando gli Ambiti sociali hanno iniziato

Dettagli

LE CURE A CASA IN UNO SCENARIO DI QUALITÀ E SICUREZZA: DAL CENSIMENTO AL LIBRO BIANCO

LE CURE A CASA IN UNO SCENARIO DI QUALITÀ E SICUREZZA: DAL CENSIMENTO AL LIBRO BIANCO LE CURE A CASA IN UNO SCENARIO DI QUALITÀ E SICUREZZA: DAL CENSIMENTO AL LIBRO BIANCO Il medico di medicina generale nelle cure a casa: quale ruolo? Antonio Calicchia, Responsabile Nazionale FIMMG per

Dettagli

Rassegna Stampa. Lunedì 25 marzo 2013

Rassegna Stampa. Lunedì 25 marzo 2013 Rassegna Stampa Lunedì 25 marzo 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 25 marzo 2013

Dettagli

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi

Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Il TdP incontra gli ex esposti all Amianto: una Storia fatta di Persone Oristano 27 maggio 2011 M. FADDA - Asl Oristano Da dove cominciare? Dalla mia Tesi Mentre costruivo la mia Tesi di Laurea non immaginavo

Dettagli

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI A cura del Coordinatore Locale Donazione e Trapianti Asl 1 dott. Ezio Szorenyi I TRAPIANTI NON ESISTONO SENZA DONAZIONI Ad oggi non è possibile sostituire un

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI Secondo le nostre stime, sono oltre 1,3 milioni le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica.

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA Roma, 11 Settembre 2015 I giovani presi in carico sono 441.589. A quasi 159 mila è stata proposta almeno una misura. Il Ministro Poletti ha dato il via al progetto Crescere in Digitale durante la conferenza

Dettagli

Diventare grandi in tempi di crisi I GIOVANI LAUREATI UMBRI Andrea Orlandi

Diventare grandi in tempi di crisi I GIOVANI LAUREATI UMBRI Andrea Orlandi Diventare grandi in tempi di crisi I GIOVANI LAUREATI UMBRI Andrea Orlandi La transizione nell età adulta. I laureti umbri La distanza sociale come marca il percorso di transizione alla vita adulta, l

Dettagli

LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE

LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE VENETO LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER SPECIALISTICA E FARMACI NELLE REGIONI ITALIANE [ fonte: Agenas Novembre 2013 e ricerche aggiornate a Giugno 2014] Dipartimento Contrattazione Sociale

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

La sanità nella Legge Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida

La sanità nella Legge Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida La sanità nella Legge Finanziaria 2008 La sanità nella Legge Finanziaria 2008/1 Per la sanità prosegue la politica di potenziamento dei servizi e dei livelli di assistenza Cresce ancora il fondo sanitario

Dettagli

Salute: Lorenzin, non un costo ma opportunita' investimento

Salute: Lorenzin, non un costo ma opportunita' investimento Salute: Lorenzin, non un costo ma opportunita' investimento (ANSA) - ROMA, 19 NOV - "L' investimento in salute e' il presupposto per la crescita e lo sviluppo di un Paese". Per questo e' necessario "abbandonare

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica: Farmacie e Farmacisti 13 Avvenire 08/06/2011 TRUFFE ALLA SANITA', UN AFFARE DA 184 MILIONI (L.Mazza) 2 Rubrica: Farmaci 27 Libero Quotidiano

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA Roma, 20 Novembre 2015 I giovani presi in carico sono 537.671. A più di 228 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 35.100 gli iscritti a dieci settimane dal lancio I GIOVANI

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera Spesa complessiva del Servizio Sanitario Nazionale 2011

Dettagli

Resoconto Attività 2010-2011. 20 dicembre 2011

Resoconto Attività 2010-2011. 20 dicembre 2011 Resoconto Attività 2010-2011 20 dicembre 2011 Programma! Benvenuto Prof. Alessandro Albisetti Preside Facoltà di Giurisprudenza! Un anno di attività Paolo Gambarini! Testimonianze CTiF Dott.ssa Luisa Della

Dettagli

Progetto. Donna in libertà

Progetto. Donna in libertà Progetto Donna in libertà finanziato dal Ministero nell ambito di interventi finalizzati a Rafforzare le azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza I numeri che parlano della violenza

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa 4 Attualità Martedì 5 febbraio 2013 CAMPOBASSO. Gli italiani hanno acquistato, nei primi nove mesi del 2012, un totale di 1 miliardo e 368 milioni di confezioni di medicinali, per una media - ha calcolato

Dettagli

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO Roma, 10 Luglio 2015 I giovani presi in carico sono 380 mila. A oltre 128 mila è stata proposta almeno una misura I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 666 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA

Dettagli

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015 CONFIMI Rassegna Stampa del 24/09/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1 Tiratura 09/2015: 391.681 Diffusione 09/2015: 270.207 Lettori Ed. II 2015: 2.458.000 Quotidiano - Ed. nazionale Dir. Resp.: Ezio Mauro da pag. 37 24/11/2015 Responsabilità professionale. Intervista a Trojano

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali PRIMA INDAGINE NAZIONALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLE RETI ONCOLOGICHE REGIONALI (Dicembre 2014 - Febbraio 2015) Programma Azioni Centrali: DEFINIRE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it RASSEGNA STAMPA A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it ! "! # $ % & # Medici e responsabilità professionale. Quasi nove su dieci già assicurati. Ma le polizze non fanno stare comunque

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it INAUGURAZIONE Martedì 10 maggio 2011 Napoli, Via De Blasiis, 7 Comunicato stampa Apre a Napoli Farepiù, agenzia

Dettagli

U.O. di Chirurgia Proctologica e Riabilitazione del Pavimento Pelvico Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO) Responsabile: Dott. Roberto Dino Villani

U.O. di Chirurgia Proctologica e Riabilitazione del Pavimento Pelvico Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO) Responsabile: Dott. Roberto Dino Villani U.O. di Chirurgia Proctologica e Riabilitazione del Pavimento Pelvico Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO) Responsabile: Dott. Roberto Dino Villani Unità di Colonproctologia SASSUOLO Coordinatore: R.D.Villani

Dettagli

Il Servizio sanitario nazionale: quale sistema, quale governance, quali prospettive per il bisogno e la risposta assistenziale.

Il Servizio sanitario nazionale: quale sistema, quale governance, quali prospettive per il bisogno e la risposta assistenziale. Il Servizio sanitario nazionale: quale sistema, quale governance, quali prospettive per il bisogno e la risposta assistenziale Davide Croce A che punto siamo? 2015: -4 miliardi? La spending review nella

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Premessa. Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri

Premessa. Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri Premessa Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri Il presente opuscolo riporta i dati emersi dal primo anno di sperimentazione del Progetto

Dettagli

valutazione comparativa dei costi dei sistemi regionali italiani riferiti all area delle dipendenze (Progetto Ancos.ben2 del Ministero Della Salute)

valutazione comparativa dei costi dei sistemi regionali italiani riferiti all area delle dipendenze (Progetto Ancos.ben2 del Ministero Della Salute) valutazione comparativa dei costi dei sistemi regionali italiani riferiti all area delle dipendenze (Progetto Ancos.ben2 del Ministero Della Salute) 2 Giovanni Serpelloni Introduzione L analisi qui presentata

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PREMESSO che il Servizio Associato Pari Opportunità dell Unione dei Comuni Valdichiana Senese

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 Giovedì, 06 marzo 2014 06/03/2014 Pagina 14 Salute, sport e divertimento in pillole per passare dal divano allo stile... 1 06/03/2014 Pagina 18

Dettagli

1. Il Ministro delegato per le pari opportunità,. elabora, con il contributo delle amministrazioni interessate, delle associazioni di donne impegnate

1. Il Ministro delegato per le pari opportunità,. elabora, con il contributo delle amministrazioni interessate, delle associazioni di donne impegnate WORKSHOP SORVEGLIANZA DELLA VIOLENZA E DEGLI INCIDENTI (TRAUMI, USTIONI, AVVELENAMENTI, SOFFOCAMENTO): RICONOSCIMENTO E INTERVENTO NEI CASI OSSERVATI IN AMBITO OSPEDALIERO E SANITARIO Roma, 20 febbraio

Dettagli

Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011

Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011 Il ticket di pronto soccorso principali caratteristiche dei sistemi regionali vigenti al 10 aprile 2011 L'art. 1, comma 796, punto p) della legge n. 296/2006 (Finanziaria 2007) ha stabilito che Per le

Dettagli

Numero telefonico unico di chiamata del Servizio di Continuità Assistenziale 116 117

Numero telefonico unico di chiamata del Servizio di Continuità Assistenziale 116 117 Numero telefonico unico di chiamata del Servizio di Continuità Assistenziale 116 117 Animatore di formazione: dottor Michele Di Paolantonio Docente: dottor Walter Palumbo Il passato prossimo I riferimenti

Dettagli

I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI QUELLI REGISTRATI: SEGNALE POSITIVO DAI SERVIZI PER L IMPIEGO

I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI QUELLI REGISTRATI: SEGNALE POSITIVO DAI SERVIZI PER L IMPIEGO Roma, 19 Giugno 2015 I giovani Neet registrati al Programma Garanzia Giovani sono 629.496, quasi 12 mila in più rispetto alla scorsa settimana I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI O.N.L.U.S. C/o UOC di Nefrologia e Dialisi Ospedale S. Spirito 00193 ROMA LUNGOTEVERE IN SASSIA, 1 0668352552-1

ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI O.N.L.U.S. C/o UOC di Nefrologia e Dialisi Ospedale S. Spirito 00193 ROMA LUNGOTEVERE IN SASSIA, 1 0668352552-1 Sig. Presidente, signori consiglieri, Commissione Sanità Consiglio Regionale del Lazio audizione 31 maggio 2012 Premesso che come tutti i cittadini di questa regione, ci auguriamo che al più presto possa

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 05 febbraio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 05 febbraio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA Giovedì 05 febbraio 2015 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati 4 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 6 Prime Pagine 14 Rassegna associativa

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio Problema Bisogni Risposta Piano personalizzato

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A Via delle Sperandie nr. 43 Siena

S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A Via delle Sperandie nr. 43 Siena COMUNICATO STAMPA S E G R E T E R I A P R O V I N CI A L E S I E N A A SIENA, MAI NESSUN CASO ALDROVANDI Da diverso tempo la UGL Polizia di Stato ha intrapreso, in ambito nazionale, una energica opera

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Per la giornata mondiale contro l aids : collaborazione, creatività, cultura contro una infezione

Per la giornata mondiale contro l aids : collaborazione, creatività, cultura contro una infezione Per la giornata mondiale contro l aids : collaborazione, creatività, cultura contro una infezione L Assessorato Politiche per la salute della nostra Regione ha pubblicato sul sito www.helpaids.it in nuovo

Dettagli

Caratteristiche dell indagine

Caratteristiche dell indagine L indagine condotta dall Associazione Vivere senza dolore Negli ultimi mesi si è parlato spesso di dolore in vari contesti, dove è stato possibile ascoltare la voce di esperti, medici, politici, aziende

Dettagli

NOTA IN MERITO ALLA CHIUSURA DEGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI

NOTA IN MERITO ALLA CHIUSURA DEGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI NOTA IN MERITO ALLA CHIUSURA DEGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI LE MISURE DI SICUREZZA OGGI La legge 9/2012, come modificata dal Decreto Legge 25 marzo 2013, n. 24, sancisce che "Dal 1 aprile 2014

Dettagli

Il Sistema Sanitario Italiano esiste ancora?

Il Sistema Sanitario Italiano esiste ancora? Il Sistema Sanitario Italiano esiste ancora? Salute e Sud Regioni italiane: offerta sanitaria e condizioni di salute Report n. 7/2010 REGIONI ITALIANE: OFFERTA SANITARIA E CONDIZIONI DI D SALUTE Per il

Dettagli

quotidianosanita.it Notizia del: 04/07/2015 Foglio: 1/3

quotidianosanita.it Notizia del: 04/07/2015 Foglio: 1/3 Edizione del: 05/07/15 Dir. Resp.: Gian Marco Chiocci Estratto da pag.: 14 Sezione: DICONO DI NOI Tiratura: 54.820 Diffusione: 34.865 Lettori: 228.000 Foglio: 1/1 061-120-080 Servizi di Media Monitoring

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

ARCHE ONLUS. Rassegna Stampa del 08/09/2015

ARCHE ONLUS. Rassegna Stampa del 08/09/2015 ARCHE ONLUS Rassegna Stampa del 08/09/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

INDICE RASSEGNA STAMPA PROTEZIONE CIVILE SAN DONÀ. Pagina I. Indice Rassegna Stampa

INDICE RASSEGNA STAMPA PROTEZIONE CIVILE SAN DONÀ. Pagina I. Indice Rassegna Stampa INDICE RASSEGNA STAMPA PROTEZIONE CIVILE Gazzettino Venezia 12/06/14 P. 18 Arriva la fanfara per l'inaugurazione della caserma 1 Gazzettino Venezia 12/06/14 P. 22 Allarme calda L'Asl coordina Comuni e

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

La professione di avvocato

La professione di avvocato La professione di avvocato Prima di illustrare brevemente le poche regole che governano l accesso alla professione, mi soffermerei, altrettanto brevemente, a parlare con parole semplici di questa professione,

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

IL PROGRAMMA SOSTIENE I GIOVANI INTERESSATI ALL AUTOIMPIEGO E ALL AUTOIMPRENDITORIALITÀ

IL PROGRAMMA SOSTIENE I GIOVANI INTERESSATI ALL AUTOIMPIEGO E ALL AUTOIMPRENDITORIALITÀ Roma, 26 Giugno 2015 I giovani Neet registrati al Programma Garanzia Giovani sono 641.412, quasi 12 mila in più rispetto alla scorsa settimana SONO OLTRE 361 MILA I GIOVANI PRESI IN CARICO E A QUASI 119

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 23 26 marzo 2015 26/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 9 Confcommercio: le opportunità del franchising 1 26/03/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

L assistenza domiciliare integrata nella ASL di Lecce. Cabina di regia aziendale Polo didattico 07.2.2013

L assistenza domiciliare integrata nella ASL di Lecce. Cabina di regia aziendale Polo didattico 07.2.2013 L assistenza domiciliare integrata nella ASL di Lecce Cabina di regia aziendale Polo didattico 07.2.2013 Definizione (da Flussi informativi ministeriali per la costruzione degli indicatori LEA) Per ADI

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 Duro l impatto della crisi, ma anche dalle PMI del Sud arrivano primi segnali di ripartenza. Servono più imprese gazzelle per trainare ripresa. Più di

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali La stima dei costi sociali intende quantificare il danno economico subito dalla società, e conseguentemente dal

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli