CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE STRUTTURE DELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE E DELL ASL DELLA PROVINCIA DI MILANO 2 Pagina 1 di 32

2 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO...pag. 3 ART. 2 MODALITÀ DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO pag. 4 ART. 3 REQUISITI GENERALI DELLE PRESTAZIONI.pag. 20 ART. 4 ORARI...pag. 24 ART. 5 REQUISITI ED ONERI DEL PERSONALE ADDETTO..pag. 24 ART. 6 SUPERVISORE RESPONSABILE DELL AGGIUDICATARIO E INCARICATI DELL ASL..pag. 26 ART. 7 RESPONSABILITA DELL IMPRESA APPALTATRICE...pag. 26 ART. 8 CONTROLLI PERSONALE DI SORVEGLIANZA pag. 26 ART. 9 PENALITA..pag. 27 ART. 10 CAUZIONE DEFINITIVA.pag. 28 ART. 11 ASSICURAZIONI pag. 28 ART. 12 DURATA DEL CONTRATTO..pag. 29 ART. 13 SUBAPPALTO DEL SERVIZIO- CESSIONE DEL CONTRATTO CESSIONE DEL CREDITO pag. 29 ART. 14 FATTURAZIONE E PAGAMENTI.pag. 29 ART. 15 REVISIONE DEI PREZZI pag. 30 ART. 16 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO..pag. 30 ART. 17 DIRITTO DI RECESSO pag. 30 ART. 18 SPESE ED ONERI CONTRATTUALI pag. 31 ART. 19 PRIVACY E TRATTAMENTO DATI..pag. 31 ART. 20 CODICE ETICO pag. 31 ART. 21 FORO COMPETENTE.pag. 32 ART. 22 NORME FINALI pag. 32 Allegati: Allegato A Superfici delle strutture oggetto d appalto (lotto 1) Allegato B Superfici delle strutture oggetto d appalto (lotto 2) Allegato C Regolamento per la gestione dei rifiuti Sede centrale (lotto 1) Allegato D Regolamento per la gestione dei rifiuti altre sedi(lotto 1) Allegato E Elenco del personale (lotto 1) Allegato F Elenco del personale (lotto 2) Pagina 2 di 32

3 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente Capitolato Speciale d Appalto (di seguito definito CSA) ha per oggetto il servizio di pulizia giornaliera e periodica delle strutture dell A.S.L. della Provincia di Varese (di seguito indicata ASL VA) e delle strutture dell ASL della Provincia di Milano 2 (di seguito indicata ASL MI 2) dettagliatamente elencate rispettivamente negli allegati A e B. I contratti relativi all espletamento del servizio in questione avranno durata di 48 mesi a decorrere dalle date indicate nei rispettivi contratti riferiti al lotto 1 e al lotto 2. Le ASL si riservano la facoltà di rinnovare i contratti, per singoli lotti, con un preavviso minimo di 90 gg., dalla scadenza dello stesso, per un periodo massimo di 24 mesi, alle stesse condizioni contrattuali in vigore per il contratto in scadenza. I servizi sono suddivisi in due lotti: 1) Lotto 1 riferito ad ASL VA (servizio di pulizia ordinaria, straordinaria e risanamento) 2) Lotto 2 riferito ad ASL MI 2 (servizio di pulizia ordinaria/risanamento e apertura/chiusura sedi aziendali + straordinaria + spalatura neve/spargimento sale chimico). L ammontare complessivo annuo del servizio è di ,00 (Iva esclusa) suddiviso in ,00 (Iva esclusa) per il lotto 1 ed ,00 (Iva esclusa) per il lotto 2. Si precisa che le superfici indicate per ogni struttura negli Allegati A (ASL VA) e B (ASL MI2) sono indicative e che, ove necessario, si procederà, per quanto ne consegue, alla misurazione reale delle stesse in contraddittorio con l Impresa Aggiudicataria dell appalto in argomento (di seguito definita Aggiudicatario ). Le superfici delle strutture di cui al presente articolo potranno essere variate dalle ASL interessate in qualsiasi momento per i seguenti motivi: a) a seguito di variazioni dell assetto istituzionale dell A.S.L. per effetto di normative regionali che ne mutino l ambito territoriale di competenza; b) a seguito di apertura di una nuova struttura o di chiusura di una esistente; c) in caso di utilizzazioni di locali precedentemente chiusi o mancato utilizzo di altri precedentemente in funzione. Nei casi sopra indicati il maggior onere o le somme da recuperare saranno calcolate dalla data in cui è intervenuta la variazione in riferimento alla superficie effettiva. Eventuali variazioni saranno comunicate via fax dalle ASL interessate almeno 5 giorni lavorativi prima del verificarsi dei cambiamenti citati. In relazione all oggetto dell appalto, con riferimento al lotto 1 l Aggiudicatario dovrà garantire un numero minimo annuale di ore lorde non inferiore a ; con riferimento al lotto 2 l Aggiudicatario dovrà garantire un numero minimo annuale di ore lorde non inferiore a LOTTO 1 ASL VA Le aree da pulire sono distinte in tre tipologie: Aree di tipo A (spazi esterni immediatamente antistanti le entrate delle varie strutture, ingressi esterni, rampe e vialetti di accesso agli edifici, porticati, balconi, ballatoi, archivi, magazzini) Aree di tipo B (uffici, aree non comprese nelle aree A e C, servizi igienici relativi ai suddetti locali) Aree di tipo C (consultori, Ser.T., ambulatori con relativa sala d attesa, laboratori, servizi igienici relativi ai suddetti locali) LOTTO 2 ASL MI2 Le aree da pulire sono distinte in due tipologie: Pagina 3 di 32

4 Aree a basso rischio (aree ad utilizzo limitato quali spazi esterni, porticati, rampe e vialetti di accesso, ecc.) Aree a medio rischio (aree ad alta percorrenza, uffici amministrativi, studi medici, ambulatori, servizi igienici, ecc.) ART. 2 MODALITÀ DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO Le pulizie, con le frequenze di seguito indicate, devono essere effettuate nei giorni feriali da Lunedì a Venerdì, salvo quanto diversamente previsto, in orari di chiusura degli uffici ed ambulatori. Devono parimenti essere svolte nella giornata di Sabato ovvero di Domenica (previ accordi) nel caso in cui non possano essere svolte durante gli altri giorni senza recare grave disagio ovvero interruzione di servizio. Il servizio deve essere eseguito con assoluta tempestività e a perfetta regola d arte, avendo la massima cura per i beni mobili ed immobili, nonché nel rispetto rigoroso della vigente normativa in materia di prevenzione infortuni. Il servizio deve essere svolto garantendo: a) la salvaguardia dello stato igienico-sanitario dell ambiente, b) il mantenimento dell aspetto estetico ambientale dei locali, c) la salvaguardia delle superfici sottoposte a pulizia. Per conseguenza devono essere impiegati prodotti adeguati alle varie tipologie di finitura e arredo degli ambienti. In relazione alle prestazioni descritte di seguito, sia con riferimento al lotto 1, sia con riferimento al lotto 2, l Aggiudicatario dovrà produrre, contestualmente all inizio del servizio, specifico Programma degli interventi (la data di inizio del servizio sarà concordata tra le parti) tenuto conto del numero minimo annuo di ore da garantire di cui all articolo 1. Per prestazioni ulteriori, non rispondenti a quelle previste dal presente capitolato e non preventivamente autorizzate dalle ASL, non sarà riconosciuto alcun corrispettivo. Le prestazioni oggetto del presente appalto sono classificabili quali Prestazioni di Pubblica Utilità. La tipologia degli interventi di pulizia e sanificazione previsti dal presente Capitolato viene intesa secondo la suddivisione in due Lotti nel seguente modo: LOTTO 1 ASL VA 1) Pulizia ordinaria: consiste in tutte le operazioni necessarie per tenere i locali idoneamente ed igienicamente puliti, da svolgersi con la periodicità successivamente indicata. Legenda: G = giornaliero BS = bisettimanale S = settimanale M = mensile TM = trimestrale QM= quadrimestrale SM = semestrale Pagina 4 di 32

5 TIPOLOGIA DI INTERVENTO a) Vuotatura e pulitura di cestini gettacarta e gettarifiuti con asportazione rifiuti e sostituzione dei sacchetti a perdere (i sacchetti saranno forniti dall ASL). b) Scopatura di tutti i pavimenti (uffici, corridoi, scale, cabina ascensore ecc.), con attenzione ai punti morti (angoli, cardini, spazi sottostanti ai mobili, dietro le porte) con aspirapolvere o scopa a trapezio o a frange con garza umida monouso; l intervento dovrà riguardare anche le superfici sottostanti a cassettiere, mobili, carrelli o arredi di facile rimozione. c) Pulizia con battitappeto o aspirapolvere della moquette degli uffici, delle passatoie, degli zerbini, dei tappeti con rimozione della sporcizia sottostante e pulitura del relativo pavimento. d) Spolveratura di mobili, scrivanie, arredi, suppellettili degli uffici, vetrinette, armadi, carrelli, ecc. con esclusione delle apparecchiature scientifiche-sanitarie, (limitatamente a tutte le superfici esterne degli arredi raggiungibili senza l uso della scala), di apparecchi telefonici dei singoli locali e di quelli pubblici utilizzabili dall utenza, tastiere, stampanti, unità centrali di computer, calcolatrici in dotazione ad ogni ufficio (i monitor devono essere solo spolverati con panno antistatico asciutto). I piani occupati da atti, documenti, volumi e fascicoli dovranno essere puliti nelle parti libere, mentre nelle parti occupate da materiale cartaceo la pulizia dovrà riguardare la parte superiore della pila di documenti, fascicoli e volumi, senza alterarne la disposizione, avendo cura di non disordinarli, AREE A (spazi esterni immediatamente antistanti le entrate delle varie strutture, ingressi esterni, rampe e vialetti di accesso agli edifici, porticati, balconi, ballatoi, archivi, magazzini) AREE B (uffici, aree non comprese nelle aree A e C) AREE C (consultori, Ser.T., ambulatori con relativa sala d attesa, laboratori) G G G S G G G G G S G G Pagina 5 di 32

6 TIPOLOGIA DI INTERVENTO ed essere effettuata a secco. AREE A (spazi esterni immediatamente antistanti le entrate delle varie strutture, ingressi esterni, rampe e vialetti di accesso agli edifici, porticati, balconi, ballatoi, archivi, magazzini) AREE B (uffici, aree non comprese nelle aree A e C) AREE C (consultori, Ser.T., ambulatori con relativa sala d attesa, laboratori) e) Lavaggio con detergente disinfettante di sedie e banconi delle sale d attesa aperte al pubblico. -- G G f) Eliminazione di segni, macchie e impronte, con l uso di detergente disinfettante, da porte a vetro, corrimano, muri verniciati, zoccolature, paratie lavabili, maniglie, vetri di sportelli e ogni altro accessorio a contatto frequente di più persone. S G G g) Pulizia con detergente su entrambe le facce delle porte di vetro degli ingressi. M S S h) Pulizia con detergente di impronte e macchie sui distributori automatici di caffè, bevande, merendine, svuotamento dei bidoni portarifiuti annessi. G G G i) Lavaggio con detergente delle pareti degli ascensori interne ed esterne d accesso. G G G j) Lavaggio con detergente disinfettante della pavimentazione di ogni locale (uffici, sale d attesa, scale e corridoi). k) Lavaggio con detergente disinfettante di lettini da visita, di piani d appoggio che siano venuti in contatto con materiale organico/pericoloso a rischio infettivo, di lavelli, sedie, piano superiore e cassettiere di scrivanie e cassettoni, materassini ed attrezzature varie. M (frequenza settimanale per il magazzino di Via Rossi n. 9 VA) BS (martedì e giovedì) G G Pagina 6 di 32

7 TIPOLOGIA DI INTERVENTO l) Lavaggio con detergente disinfettante di apparecchi telefonici dei singoli locali, tastiere, stampanti, unità centrali di computer, calcolatrici in dotazione ad ogni ufficio. (I monitor devono essere solo spolverati con panno antistatico asciutto) m) Pulizia con prodotti non abrasivi di pareti piastrellate con eliminazione di ogni tipo di sporco. AREE A (spazi esterni immediatamente antistanti le entrate delle varie strutture, ingressi esterni, rampe e vialetti di accesso agli edifici, porticati, balconi, ballatoi, archivi, magazzini) AREE B (uffici, aree non comprese nelle aree A e C) AREE C (consultori, Ser.T., ambulatori con relativa sala d attesa, laboratori) S S G M S G n) Pulizia di pareti e controsoffitti, con appropriata metodologia per le parti lavabili ove presenti. SM TM M o) Chiusura di finestre, tapparelle, porte, spegnimento luci e inserimento allarme (ove esistente). G G G p) Scopatura del pavimento delle terrazze e dei balconi. S S S q) Pulizia con detergente disinfettante di parapetti e corrimano scale interne, balconi interni, davanzali interni, vetri di sportello, interruttori ed ogni altro accessorio soggetto a contatto frequente di più persone. r) Lucidatura dei vetri delle bacheche contenenti indicazioni e avvisi per il pubblico ed operatori con pulizia dei relativi bordi. S S S S S S s) Asportazione dalle pareti di ragnatele con deragnatore. S S BS t) Spolveratura ad umido degli infissi dei portoni, delle porte e delle finestre. M M S u) Spolveratura ad umido delle tende applicate a S S S Pagina 7 di 32

8 TIPOLOGIA DI INTERVENTO sportelli aperti al pubblico, di norma alla veneziana. AREE A (spazi esterni immediatamente antistanti le entrate delle varie strutture, ingressi esterni, rampe e vialetti di accesso agli edifici, porticati, balconi, ballatoi, archivi, magazzini) AREE B (uffici, aree non comprese nelle aree A e C) AREE C (consultori, Ser.T., ambulatori con relativa sala d attesa, laboratori) v) Spolveratura e lavaggio delle persiane, delle tapparelle avvolgibili e di qualunque altro serramento esterno presente negli stabili. w) Aspiratura e lavaggio di elementi riscaldanti (caloriferi e termosifoni) e bocchette di condizionamento, inclusi ventilatori a pala, a soffitto e a piantana, limitatamente alle superfici esterne. x) Lavaggio interno ed esterno con prodotti specifici dei vetri, accessibili senza l uso di piattaforma, di tutte le porte, finestre e paratie, inclusi infissi in legno, in laminato plastico, e in alluminio comprese le maniglie. y) Lavaggio interno ed esterno con prodotti specifici dei vetri, accessibili solo mediante l uso di piattaforma, di tutte le porte, finestre e paratie, inclusi infissi in legno, in laminato plastico, e in alluminio comprese le maniglie. SM TM TM SM TM M SM TM TM SM QM QM z) Lavaggio di ogni tipo di tendaggio compreso smontaggio e rimontaggio degli stessi. SM SM SM aa) Lavaggio a fondo con detergenti disinfettanti di tutti i cestini gettarifiuti e gettacarta. TM M S bb) Lavaggio di mobili, scrivanie arredo, sedie, suppellettili varie presenti nelle diverse tipologie di locali. cc) Spolveratura di plafoniere e altri apparati illuminanti, con lavaggio delle parti in vetro o plastica trasparente. SM TM M SM SM TM Pagina 8 di 32

9 TIPOLOGIA DI INTERVENTO dd) Spolveratura ad umido delle ringhiere delle scale e dei balconi, e delle inferriate dei cancelli esterni delle entrate. AREE A (spazi esterni immediatamente antistanti le entrate delle varie strutture, ingressi esterni, rampe e vialetti di accesso agli edifici, porticati, balconi, ballatoi, archivi, magazzini) AREE B (uffici, aree non comprese nelle aree A e C) AREE C (consultori, Ser.T., ambulatori con relativa sala d attesa, laboratori) SM SM SM RIPASSO PER AREE C: Le operazioni di pulizia sottoindicate dovranno essere effettuate a metà giornata (nell orario richiesto dal Responsabile ASL, indicativamente fra le ore e le 14.00): a. Scopatura dei pavimenti degli ambulatori con scopa a trapezio o a frange con garza in cotone umida o garza monouso. b. Disinfezione di maniglie suppellettili scrivanie ecc. per i locali indicati dai Responsabili. c. Vuotatura dei cestini gettarifiuti con asportazione rifiuti e sostituzione dei sacchetti a perdere, se del caso. SERVIZI IGIENICI Per i lavori previsti secondo la seguente calendarizzazione si dovrà procedere come segue: - qualsiasi superficie diversa dai pavimenti deve essere trattata ad umido impiegando idonea soluzione detergente-disinfettante nonché materiali (panni e secchi) diversi tra loro e quindi di colore diverso (codice colore), per le seguenti zone: - zone w.c.: coperchio ed asse vaso igienico, vaso igienico, scovolino e relativo contenitore; - zona bagno: lavabo, bidè, eventuali altri sanitari. N.B. è previsto il ripasso nei servizi igienici compresi nelle Aree C. Il ripasso è altresì previsto nei servizi igienici indicati nell allegato A, appartenenti alle aree B. Nei servizi igienici per i quali è previsto il ripasso, le operazioni giornaliere di pulizia sottoindicate dovranno essere ripetute a metà giornata (indicativamente fra le ore e le 14.00) INTERVENTI GIORNALIERI TIPOLOGIA INTERVENTO AREE B (compresi servizi igienici del magazzino centrale, AREE C officine) 1) Posa con materiale fornito dall ASL dei rotoli di Pagina 9 di 32

10 TIPOLOGIA INTERVENTO carta igienica, asciugamani di carta, nonché del sapone liquido negli appositi contenitori dislocati nei locali bagno ed antibagno. 1) Vuotatura e pulitura di cestini gettacarta e gettarifiuti con asportazione rifiuti e sostituzione dei sacchetti a perdere (i sacchetti saranno forniti dall ASL). 1) Scopatura di tutti i pavimenti, con attenzione ai punti morti (angoli, cardini, sotto i mobili, dietro le porte) con aspirapolvere o scopa a trapezio o a frange con garza umida monouso; l intervento dovrà riguardare anche le superfici sottostanti a cassettiere, mobili, carrelli o arredi di facile rimozione. 1) Lavaggio con detergente disinfettante dei pavimenti, specie gli angoli, dietro le porte, sotto i mobili, dove è collocato il portarifiuti. 1) Lavaggio degli idrosanitari che devono essere scrostati da eventuali residui essiccati, puliti, lavati e disinfettati. 1) Igienizzare i sifoni, pulire, sgrassare ed asciugare le piastrelle e le tubature idrauliche visibili; togliere eventuali residui di sapone dai supporti. 1) Eliminare eventuali incrostazioni utilizzando prodotti disincrostanti, procedendo dopo tale operazione ad una pulizia accurata. AREE B (compresi servizi igienici del magazzino centrale, officine) AREE C 1) Asciugare le rubinetterie. 1) Eliminazione di eventuali segni e impronte da porte, maniglie, vetri, infissi. 1) Lucidatura specchi. 1) Eventuale sgorgatura di scarichi e lavandini, vasi igienici, ecc. -- INTERVENTI SETTIMANALI TIPOLOGIA INTERVENTO a) Lavaggio con detergenti disinfettanti, risciacquatura e asciugatura di tutte le piastrelle, porte ed infissi. b) Asportazione dalle pareti di ragnatele con deragnatore. c) Pulizia e disinfezione delle bocchette d aspirazione o immissione aria. AREE B (compresi servizi igienici del magazzino centrale, officine) AREE C d) Pulizia delle pilette di scarico a pavimento. Pagina 10 di 32

11 e) Lavaggio a fondo con detergenti disinfettanti di tutti i cestini gettarifiuti. (anche disinfezione) INTERVENTI TRIMESTRALI TIPOLOGIA INTERVENTO a) Rimozione di eventuali arredi presenti nei bagni e negli antibagni che dovranno essere puliti, lavati con acqua e detergente ed asciugati, internamente ed esternamente prima di essere ricollocati al loro posto. b) Spolveratura e lavaggio delle persiane, delle tapparelle avvolgibili, delle tende alla veneziana interne ed esterne, dei cassonetti, dei davanzali interni ed esterni, dei battiscopa, lavaggio di tutti i tendaggi, compreso smontaggio e rimontaggio degli stessi. c) Spolveratura di plafoniere e altri apparati illuminanti, con lavaggio delle parti in vetro o plastica trasparente. d) Lavaggio interno ed esterno con prodotto specifico dei vetri di porte e finestre, comprese le maniglie. e) Aspiratura e lavaggio di elementi riscaldanti (caloriferi e termosifoni) e bocchette di condizionamento. AREE B (compresi servizi igienici del magazzino centrale, officine) AREE C Le prestazioni oggetto del presente appalto comprendono anche: 2) Pulizia straordinaria: l ASL, durante la validità del contratto, potrà richiedere: interventi straordinari ed urgenti di pulizia, a seguito dell esecuzione d opere murarie, impiantistiche, di traslochi, di ripristino locali o, in genere, di opere di manutenzione ordinaria e/o straordinaria, o di eventuali altre esigenze. L impresa dovrà rendersi disponibile ad effettuare le prestazioni richieste: - entro e non oltre le 24 ore dalla richiesta, nel caso di eventi non prevedibili; - entro e non oltre le 72 ore dalla richiesta, nel caso di interventi programmabili. Per tali pulizie straordinarie sarà riconosciuto lo specifico corrispettivo offerto in sede di gara. Sono escluse dalla fattispecie di prestazioni di pulizia straordinaria movimentazioni giornaliere e periodiche di materiale da un sito all altro, configurandosi le stesse come servizio di facchinaggio e non di pulizia. Pagina 11 di 32

12 3) Risanamento: PULIZIA DI RISANAMENTO/DISINFEZIONE INTERVENTO ANNUALE La pulizia di risanamento e disinfezione deve essere eseguita in tutti gli ambienti oggetto del presente servizio e deve essere eseguita ogni 12 (dodici) mesi nell ambito di applicazione del contratto. Le prestazioni per tale pulizia dovranno svolgersi secondo le seguenti modalità: 1) Per quanto possibile e compatibilmente con la funzione cui sono destinati, si procede alla rimozione di tutti i mobili, delle attrezzature e suppellettili vari (quanto sopra elencato, asportato dai locali, deve essere provvisoriamente allocato nei corridoi e locali di servizio); 2) Rivestimenti murali lavabili: devono essere lavati con acqua, detersivi, disinfettanti dopodiché asciugati; pareti e controsoffitti non lavabili devono essere puliti con appropriata metodologia. 3) Porte, stipiti, davanzali delle finestre: devono essere puliti, disinfettati e asciugati; 4) Punti luce, apparecchiature elettriche varie per illuminazione, interruttori e prese: devono essere spolverati. Nelle aree ad alto rischio (aree C) devono essere puliti con panni imbevuti di sostanze detergenti-disinfettanti. In questo caso, sarà onere dell ASL smontare e rimontare, prima e dopo il lavaggio, le apparecchiature in questione; 5) Bocchette di aerazione, attrezzature e macchinari fissi: pulizia a fondo secondo le prescrizioni ed istruzioni previste dalle Ditte costruttrici; Sarà onere dell ASL smontare e rimontare, prima e dopo il lavaggio, le attrezzature in questione; 6) Attrezzature idrico-sanitarie con relativa rubinetteria: devono essere scrostate, pulite e disinfettate; 7) Pavimenti: lavaggio a macchina con acqua e detersivi, con spazzole apposite. Eliminazione di precedenti strati di cera nonché dello sporco accumulato nelle fughe della pavimentazione. Pulizia accurata dei battiscopa. Aspirazione meccanica con asciugatura dell acqua sporca. Dopo la prima asciugatura, il pavimento deve essere nuovamente risciaquato per l eliminazione di eventuali residui acidi e alcalini lasciati dai detersivi. Con altre spazzole si provvede all asciugatura. Sul pavimento, così asciugato, devono essere sparsi (ove consentito dalla tipologia del pavimento) strati successivi di cera autoindurente e antiscivolo in modo che, penetrando nelle porosità del pavimento, formino una pellicola protettiva trasparente e resistente alle abrasioni. Dopo sei mesi dalla posatura della cera dovrà essere effettuata un attività di Spray Clean nei punti facilmente accessibili; 8) Mobili metallici, suppellettili metallici ed attrezzature mobili varie, asportate precedentemente dai locali: prima di essere ricollocate devono essere lavati, disinfettati e asciugati; 9) Terminata la pulizia dei locali come sopra, si deve provvedere a ricollocare al loro posto i mobili, attrezzature varie, e quant altro fosse stato asportato dai locali; 10) Dopo queste operazioni i corridoi, le anticamere e gli atri dove erano collocati provvisoriamente mobili ed attrezzature, devono essere resi liberi per la relativa pulizia di risanamento che deve essere effettuata con gli stessi procedimenti degli altri locali; 11) In occasione del risanamento le vetrature dovranno essere pulite come indicato al punto x) e al punto y) della tabella (pag. 8 del presente CSA). 12) In occasione del risanamento le pulizie dei servizi igienici dovranno essere tutte quelle comprese nel descrittivo relativo ai servizi igienici. GESTIONE DEI RIFIUTI I rifiuti si distinguono in rifiuti urbani e rifiuti speciali e, a loro volta, in pericolosi e non pericolosi. Pagina 12 di 32

13 Sono rifiuti urbani quelli alla cui raccolta e smaltimento provvedono le Aziende Municipalizzate e si distinguono, secondo la procedura della differenziazione, in: Carta Cartone Plastica Vetro Polistirolo Lattine di alluminio Rifiuti solidi urbani non meglio differenziati. Sono rifiuti speciali quelli per la cui raccolta e smaltimento occorrono particolari procedure e specifiche autorizzazioni e si identificano in: Rifiuti infetti o potenzialmente infetti. Il tipo ed il grado di pericolosità è determinato da componenti dei rifiuti speciali, nonché dagli effetti che possono provocare sulle persone e sull ambiente circostante. Sulla base di quanto sopra, si specificano gli interventi che giornalmente devono essere effettuati: a) GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PRODOTTI NELLE AREE DI TIPO A, B e C Ritiro dei rifiuti urbani, tenendo separati carta, cartone e plastica dagli altri rifiuti, ed assicurandone il conferimento differenziato negli appositi cassonetti. Rimozione di rifiuti eventualmente giacenti in modo improprio al di fuori dei cassonetti. La responsabilità sulla raccolta e conferimento dei rifiuti urbani incombe sull impresa aggiudicataria. b) GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI PRODOTTI NELLE AREE DI TIPO B e C Ritiro dei contenitori di cartone dei rifiuti speciali di origine sanitaria prodotti, debitamente confezionati dal personale dell ASL, e conferimento nell apposito locale per il deposito temporaneo. Si precisa al riguardo che i suddetti contenitori di rifiuti speciali devono essere movimentati esclusivamente mediante le apposite maniglie ed utilizzando i guanti di protezione. La responsabilità sulla raccolta e conferimento dei rifiuti speciali incombe sull impresa aggiudicataria. Per quanto attiene le modalità specifiche circa la gestione delle differenti tipologie di rifiuti di cui sopra, si rimanda ad un incontro dell Impresa Aggiudicataria con il Responsabile dell Ufficio Gestione Rifiuti di questa Azienda. Inoltre, l impresa aggiudicataria dovrà prendere visione ed applicare, per quanto di competenza, i regolamenti interni aziendali di cui agli allegati (Allegato C e allegato D) LOTTO 2 ASL MI2 Classificazione a1) Pagina 13 di 32

14 PULIZIA ORDINARIA INTERVENTO BASE GIORNALIERO Da eseguire nelle aree a medio rischio - alta percorrenza e/o frequentazione Il servizio deve svolgersi fuori dell orario abituale di ufficio (prima mattina ovvero in serata), in orario da concordarsi con i singoli Responsabili, nei giorni feriali da Lunedì a Venerdì compreso (ad eccezione dei punti dove si svolge il Servizio di Continuità Assistenziale che implica lo svolgimento del servizio da Lunedì a Domenica), e consiste nelle seguenti prestazioni: 1) Cestini porta carta, cestini porta rifiuti e posacenere: devono essere svuotati in appositi sacchi di plastica, quindi puliti e riordinati (i sacchetti piccoli per cestini e i sacchi grandi anche per la raccolta differenziata dei rifiuti, devono essere forniti dall Aggiudicatario); 2) Rimozione rifiuti (carta, contenitori di alimenti, avanzi di cibi, mozziconi di sigarette, ecc.) lungo gli accessi (ingressi, vialetti, porticati, scale, ecc.); 3) Spolveratura a umido di stipiti, davanzali e bocchette d areazione; 4) Spolveratura a umido di lampade a muro, lampadine a spia; 5) Vetri, specchi, cristalli: devono essere puliti con panni adeguati per l eliminazione di orme e impronte; 6) Tavoli, scrivanie, poltrone, sedie e soprammobili degli atrii, soggiorni e attese, nonché qualsiasi tipo di superficie soggetta a depositi di polvere: devono essere trattati con panni impregnati di sostanze detergenti; 7) Lavaggio delle scale (ponendo una cura particolare nella pulizia degli angoli e spolveratura a umido del corrimano); 8) Telefoni, maniglie, interruttori, pulsanti vari e spalle delle porte soggetti al contatto frequente di più persone: devono essere puliti con panni imbevuti di sostanze detergenti-disinfettanti; 9) I pavimenti devono essere lavati; 10) I rifiuti devono essere portati negli appositi contenitori e successivamente trasportati quotidianamente ai centri di raccolta siti a disposizione della struttura interessata secondo le regole vigenti dal Comune, in materia di raccolta differenziata dei rifiuti (a tale scopo l Aggiudicatario deve provvedere a fornire i contenitori -bianchi, blu, verdi- prescritti per singola raccolta differenziata); 11) Asportazione di cui al precedente articolo, di recipienti vuoti di qualsiasi materiale (bottiglie di vetro o plastica, scatole ecc.) e successivo trasporto ai punti di raccolta cui sopra; 12) Asportazione previa sigillatura da parte del competente personale ASL degli appositi contenitori dei rifiuti speciali (potenzialmente infetti) ai punti di raccolta, siti nella struttura, con temporanea sostituzione di contenitori vuoti, forniti a cura dell Ente appaltante; 13) Chiusura di finestre, tapparelle, porte e spegnimento luci Per i Servizi Igienici, si dovrà procedere come segue: - qualsiasi superficie diversa dai pavimenti deve essere trattata ad umido impiegando idonea soluzione detergente-disinfettante nonché materiali (panni e secchi) diversi tra loro e quindi di colore diverso, per le seguenti zone: - zone w.c.: coperchio ed asse vaso igienico, vaso igienico, scovolino e relativo contenitore; - zona bagno: lavabo, bidè, eventuali altri sanitari. Giornalmente 1) Posa con materiale fornito dall ASL dei rotoli di carta igienica, asciugamani di carta, nonché del sapone liquido negli appositi contenitori dislocati nei locali bagno ed antibagno. Pagina 14 di 32

15 2) Vuotatura e pulitura di cestini getta carta e getta rifiuti con asportazione rifiuti e sostituzione dei sacchetti a perdere (i sacchetti saranno forniti dall ASL). 3) Scopatura di tutti i pavimenti, con attenzione ai punti morti [angoli, cardini, sotto i mobili, dietro le porte] con aspirapolvere o scopa a trapezio o a frange con garza in cotone umida o garza monouso; l intervento dovrà riguardare anche le superfici sottostanti a cassettiere, mobili, carrelli o arredi di facile rimozione. 4) Lavaggio con detergente disinfettante dei pavimenti, specie gli angoli, dietro le porte, sotto i mobili, dove è collocato il portarifiuti. 5) Lavaggio degli idrosanitari che devono essere scrostati da eventuali residui essiccati, puliti, lavati e disinfettati: 6) Igienizzare i sifoni, pulire, sgrassare ed asciugare le piastrelle e le tubature idrauliche visibili; togliere eventuali residui di sapone dai supporti. 7) Eliminare eventuali incrostazioni utilizzando prodotti disincrostanti, procedendo dopo tale operazione ad una pulizia accurata. 8) Asciugare le rubinetterie. 9) Eliminazione di eventuali segni e ditate da porte, maniglie, vetri, infissi. 10) Lucidatura specchi. Classificazione a2) PULIZIA ORDINARIA INTERVENTO RIPASSO GIORNALIERO POMERIDIANO Da eseguire nei bagni ubicati nelle seguenti sedi (vedi tabella seguente) PAULLO via Mazzini, 17/19 PESCHIERA BORR. via Matteotti, 25 MELEGNANO via Pertini/via Montegrappa S. DONATO M.SE via Sergnano/Jannozzi S. GIULIANO M.SE via Cavour 15/Vigorelli 4 PIOLTELLO via A. Moro, 22 SEGRATE via Amendola, 3 - Fraz. Redecesio CERNUSCO S/N via Turati, 2 GORGONZOLA GORGONZOLA via Don Gnocchi via Bellini MELZO via Mantova, 10 ROZZANO ROZZANO via Glicini via Togliatti/via Matteotti Il servizio prevede un ripasso pomeridiano da effettuarsi nell orario richiesto dal Responsabile ASL, indicativamente fra le ore e le Le operazioni giornaliere di pulizia dovranno essere ripetute a metà giornata come sopraindicato. Pagina 15 di 32

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali C O M U N E di AMALFI U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À R E L A Z I O N E T E C N I C A P E R I L S E R V I Z I O D I P U

Dettagli

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione Allegato 4 Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione La metodologia utilizzata dovrà garantire la pulizia e la disinfezione degli ambienti utilizzando attrezzi e materiali per

Dettagli

COMUNE DI LECCO. Settore finanziario, società partecipate gare e contratti Servizio economato e provveditorato

COMUNE DI LECCO. Settore finanziario, società partecipate gare e contratti Servizio economato e provveditorato COUNE DI LECCO ettore finanziario, società partecipate gare e contratti ervizio economato e provveditorato ALLEATO C CHEDE DI PULIZIA ED IIENE ABIENTALE LEENDA. = Tutti i giorni (da lunedì a venerdì più

Dettagli

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE L esecuzione delle pulizie dovrà avvenire con il supporto di mezzi, tecniche e personale, in grado di garantire un elevato standard di igiene. Le

Dettagli

Comune di Castelfidardo

Comune di Castelfidardo Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI A1 - UFFICI SALE RIUNIONI AULE INFORMATIZZATE ARCHIVI CORRENTI DI PIANO BIBLIOTECHE UFFICIO CASSA SALA MEDICA* UFFICIO INFORMAZIONE E PASSI BOX VIGILANZA - SPOGLIATOI

Dettagli

UFFICIO TECNICO COMUNALE

UFFICIO TECNICO COMUNALE UFFICIO TECNICO COMUNALE COMUNE DI TRIGGIANO P.IVA: 00865250724 - Tel. 0804628.206 - Fax: 0804628.203 e-mail: llpp@comune.triggiano.bari.it SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI, CUSTODIA E MANUTENZIONE

Dettagli

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui)

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica

DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica CAPITOLATO TECNICO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA nei Locali siti in Viale Causa 13 e Via Opera Pia 13 16145 GENOVA

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI PULIZIA DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione Servizio pulizie - ALLEGATO N 2 Pagina 1 di 6 PULIZIA GIORNALIERA AREE AD ALTO RISCHIO 1 Servizi

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA MANSIONARIO

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA MANSIONARIO annuali trimestrali giornalieri MANSIONARIO GARA D APPALTO RELATIVA AD UN CONTRATTO ANNUALE PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO LE SEDI DELL CIG n. 707405BC. Le sedi indicate saranno oggetto delle attività

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO

GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO CIG 4230168D0D Capitolato servizi foresteria Pagina 1 di 8 Timbro e firma del partecipante

Dettagli

Piano Interrato. Piano terra: Piano primo: Piano secondo: Di seguito si descrivono le operazioni e le frequenze delle stesse: Operazioni giornaliere

Piano Interrato. Piano terra: Piano primo: Piano secondo: Di seguito si descrivono le operazioni e le frequenze delle stesse: Operazioni giornaliere ALLEGATO A al Capitolato Speciale di Gara Servizio di pulizia e disinfezione giornaliera integrato da lavori periodici di pulizia a fondo. I centri servizio oggetto del presente appalto sono: Residenza

Dettagli

1. Oggetto dell affidamento

1. Oggetto dell affidamento CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA RISTRETTA PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DEI SERVIZI DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI UTILIZZATI DA TURIMO TORINO E PROVINCIA: LOTTO 2 1. Oggetto dell affidamento Il presente Capitolato

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE Codice CIG: 34069808D4 Pagina 1 di 16 SOMMARIO PREMESSE Art. 1 OGGETTO DELLA PROCEDURA Art. 2

Dettagli

Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara

Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara Queste attività di pulizia periodica devono essere eseguite con le cadenze riportate. Tutte le attività di

Dettagli

Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali

Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali COMUNE di BUCCINASCO Provincia di Milano Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali Periodo 01.01.2008/31.12.2011 SOMMARIO Art. 1 - RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E SMALTIMENTO

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI PROGETTO TECNICO e INSERIMENTO SOCIO - LAVORATIVO LOTTO 2 SOGGETTO PARTECIPANTE. Progetto Tecnico -

Dettagli

Progetto dell appalto - art. 279 D.P.R. 207/2010

Progetto dell appalto - art. 279 D.P.R. 207/2010 Procedura aperta per l'affidamento del servizio di Pulizia del Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli, Corso Unità d Italia 40, 10126 Torino Entità complessiva dell appalto 390.000,00 oltre

Dettagli

La pulizia dei suddetti locali effettuata in occasione di cerimonie o celebrazioni in giorni feriali è ricompresa nella pulizia giornaliera.

La pulizia dei suddetti locali effettuata in occasione di cerimonie o celebrazioni in giorni feriali è ricompresa nella pulizia giornaliera. - (allegato varie strutture comunali) SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI (Palazzo Nuovo III Palazzi Locali Vigili Urbani Campo Scuola /Stadio) CONDIZIONI

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI

COMUNE DI CAPANNORI SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI ALLEGATO A2 COMUNE DI CAPANNORI SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI Le operazioni di pulizia riportate dal presente Capitolato

Dettagli

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI)

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) (ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio Tipologia

Dettagli

Schede di intervento pulizie

Schede di intervento pulizie CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO per l esecuzione del servizio di pulizie civili, facchinaggio, disinfestazione e derattizzazione presso il Gruppo IREN Lotto 2 - ALLEGATO 2 Schede di intervento pulizie Torino,

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19)

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19) ANNESSO 1.B SCHEDE CONTENENTI, PER CIASCUNA TIPOLGIA DI LOCALI, LE PRESTAZIONI CHE DEVONO ESSERE SVOLTE, LE RELATIVE PERIODICITA ED I GIORNI IN CUI I SERVIZI DEVONO ESSERE SVOLTI. (APPLICABILI PER GLI

Dettagli

ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA

ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA Lavagna Sviluppo s.c.r.l. intende assegnare incarico, concludendo apposito contratto,

Dettagli

Scheda tecnica per lo svolgimento del servizio di pulizia all interno della sede della Fondazione e in altri locali utilizzati in via occasionale.

Scheda tecnica per lo svolgimento del servizio di pulizia all interno della sede della Fondazione e in altri locali utilizzati in via occasionale. Allegato 7 Procedura per l affidamento dell appalto del servizio di pulizia di tutti i locali di svolgimento dell attività istituzionale della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Opera di

Dettagli

ALLEGATO 1/A AL CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ANNO 2007 SERVIZI DI PULIZIA ORDINARIA PRESSO LE SEDI DELL ACCADEMIA DI BRERA

ALLEGATO 1/A AL CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ANNO 2007 SERVIZI DI PULIZIA ORDINARIA PRESSO LE SEDI DELL ACCADEMIA DI BRERA ALLEGATO 1/A AL CAPTOLATO SPECALE D'APPALTO ANNO 2007 SERVZ D PULZA ORDNARA PRESSO LE SED SPAZ AMMNSTRATV 1 Asportazione delle ragnatele. NTERVENT QUOTDAN 2 3 4 5 aperte). Particolare attenzione deve essere

Dettagli

Università per Stranieri di Siena APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AMBIENTALE, COMPRESO LA FORNITURA DI

Università per Stranieri di Siena APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AMBIENTALE, COMPRESO LA FORNITURA DI Università per Stranieri di Siena APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AMBIENTALE, COMPRESO LA FORNITURA DI SPECIFICI MATERIALI DI CONSUMO CODICE CIG: 017074680C ALLEGATI AL

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA CAPITOLATO D ONERI Art. 1 (Locali oggetto di pulizia) Il servizio di pulizia riguarda

Dettagli

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO ALLEGATO B Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1-24040 Verdellino cod.fisc./p.iva 00321950164 - tel. 0354182811 fax. 0354182899 E-Mail: info@comune.verdellino.bg.it PEC:

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo Allegato A1 PALAZZO RESIDENZA MUNICIPALE Piazza V. Veneto n 1 Pulizie giornaliere di tutti i locali (tutti i giorni dal lunedì al venerdì compreso): a) pulizia,

Dettagli

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Il presente documento descrive le procedure per la pulizia e sanificazione ambientale dell Azienda Ospedaliera. Le imprese concorrenti potranno

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Data 30-11-2009 Rev. N. 01 Pagina 1 di 5 MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Ddl RSPP RLS INDICE ISTITUTO MAGISTRALE STATALE LEONARDO DA VINCI Data 30-11-2009 Rev.

Dettagli

DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO

DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO ALLEATO 2 lotto 1 Modugno (BA) DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OETTO DELL APPALTO Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio PIANO TERRA Tipologia di aree Descrizione

Dettagli

ALLEGATO N 1 DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE AREE

ALLEGATO N 1 DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE AREE ALLEGATO N 1 DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE DIFFERENZIAZIONE TIPOLOGIA RISCHIO TIPOLOGIA COLORE ZONA DESCRIZIONE SPAZI AMBIENTALI ESTERNI Grigio Pensiline, marciapiedi,

Dettagli

FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CENTRO DI SERVIZI

FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CENTRO DI SERVIZI UNIVERSITÀ DI GENOVA FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CENTRO DI SERVIZI ALLEGATO B PROCEDURA DI AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI PULIZIA INTERNA E DEGLI SPAZI ESTERNI DELLA FACOLTÀ DI ARCHITETTURA DELL UNIVERSITÀ

Dettagli

ALLEGATO J1) Frequenze A B C D E F G giorn sett. mens. bim. sem. ann. 2. Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti

ALLEGATO J1) Frequenze A B C D E F G giorn sett. mens. bim. sem. ann. 2. Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti ALLEGATO J) Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti Pavimenti piastrelle, linoleum, di tutti gli ambienti materiale versato sul pavimento. Lavaggio manuale con prodotti detergenti

Dettagli

Titolo I Descrizione dell appalto

Titolo I Descrizione dell appalto Titolo I Descrizione dell appalto Art. 1 Oggetto del Capitolato 1. Costituisce oggetto del presente Capitolato l esecuzione del servizio di pulizia giornaliera, integrato da lavori periodici di pulizia

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PERIODO MESI VENTIQUATTRO

SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PERIODO MESI VENTIQUATTRO SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PERIODO MESI VENTIQUATTRO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO (DUVRI) E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.)

Dettagli

PROCEDURA DI SANIFICAZIONE DEI LOCALI SCOLASTICI

PROCEDURA DI SANIFICAZIONE DEI LOCALI SCOLASTICI Distretto Scolastico 11 IX CIRCOLO DIDATTICO STATALE JAPIGIA I Plesso San Francesco Via Peucetia n. 50 BARI Tel. 0805530943/5541991 fax 080 5524042 Plesso Don Orione Viale Japigia n.140 BARI Tel./Fax 0805537467

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

COMUNE DI BUDOIA Dettaglio delle possibili prestazioni

COMUNE DI BUDOIA Dettaglio delle possibili prestazioni Allegato A COMUNE DI BUDOIA Dettaglio delle possibili prestazioni SEDE MUNICIPALE Uffici n. int. Giornaliero generale; 5 Servizi igienici n. intervento settimanale di pulizia e Atri lavaggio davanzali,

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO PULIZIA UFFICI COMUNITARI

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO PULIZIA UFFICI COMUNITARI CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO PULIZIA UFFICI COMUNITARI ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Il servizio riguarda la pulizia: A)-degli uffici comunitari ubicati a Tirano in Via Maurizio Quadrio, tutti dotati

Dettagli

VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità. LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica)

VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità. LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica) LOTTO II ALLEGATO A VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica) Spazzatura e lavatura con idonei detergenti

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO Pulitura, lavatura e disinfezione dei servizi igienici, dei lavabi, delle pareti, dei pavimenti, dei gabinetti di decenza e di ogni altro sanitario avendo cura che i condotti

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT ATTO DI AFFIDAMENTO Art. 1 (Oggetto) Il presente affidamento ha per oggetto i servizi di ausiliariato, alberghieri di supporto e di sanificazione, nelle strutture della ASL BAT, al costo riportato nella

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO COMUNE DI VIGNATE Provincia di Milano SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI COMUNALI ELENCO PRESTAZIONI IL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO F.TO Geom. Massimo Balconi IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO F.TO

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA. Servizio pulizie. UNITA OPERATIVA : turno 1 o A (1 piano) ORARIO 7.30-12.30 (per il turno 1) Orario 8.30 12.30 (per il turno A)

PIANO DELLE ATTIVITA. Servizio pulizie. UNITA OPERATIVA : turno 1 o A (1 piano) ORARIO 7.30-12.30 (per il turno 1) Orario 8.30 12.30 (per il turno A) PIANO DELLE ATTIVITA Servizio pulizie UNITA OPERATIVA : turno 1 o A (1 piano) ORARIO 7.30-12.30 (per il turno 1) Orario 8.30 12.30 (per il turno A) ore 8.30 alle ore 11.45 ore 11.45 alle ore 12.30 Pulizia

Dettagli

Art. 1 - Servizi in concessione

Art. 1 - Servizi in concessione AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI Via Gramsci N. 38-20068 Peschiera Borromeo Telefono: 025471353 Fax: 025471353 e-mail amministrazione@farmaciecomunalipeschiera.it Codice fiscale N. 11674080152- Partita

Dettagli

VIA LEONCAVALLO 17 CIRCOSCRIZIONE VI SERVIZI SOCIALI - ANAGRAFE. MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da Lunedì a venerdì)

VIA LEONCAVALLO 17 CIRCOSCRIZIONE VI SERVIZI SOCIALI - ANAGRAFE. MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da Lunedì a venerdì) LOTTO VI ALLEGATO A VIA LEONCAVALLO 17 CIRCOSCRIZIONE VI SERVIZI SOCIALI - ANAGRAFE MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da Lunedì a venerdì) LOCALI SEDE DEI SERVIZI SOCIALI - TERZO PIANO 2 PASSAGGI

Dettagli

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA DEFINIZIONI Aree a Basso Rischio (BR): uffici, segreterie, archivi, magazzini, servizi igienici corridoi e aree comuni. All interno

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO - INFORMEST - SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SEDE LEGALE DI INFORMEST PERIODO 01.01.2011 31.12.2013 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO 1. Il presente Capitolato Speciale

Dettagli

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI Casa di Cura Villa delle Querce LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI PREMESSA Le pulizie e la sanificazione degli ambienti sanitari rivestono un ruolo importante non solo per il significato

Dettagli

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete CAV S.p.A. Sede Legale: Dorsoduro 3901-30123 Venezia Uffici Amministrativi: Santa Croce 729-30135 Venezia - Tel. 0415242314- Fax. 0415242531 R.I./C.F./P.IVA 03829590276 Iscr. R.E.A. VE 0341881 Cap. Sociale

Dettagli

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Comune di VANZAGO Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Marzo

Dettagli

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE Redazione Verifica Approvazione Autorizzazione Emissione Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR

Dettagli

Gara a procedura aperta per l affidamento del SERVIZIO DI PULIZIA dell Area della Ricerca di Padova del C.N.R.

Gara a procedura aperta per l affidamento del SERVIZIO DI PULIZIA dell Area della Ricerca di Padova del C.N.R. Area della Ricerca di Padova Codice CIG: 0361528656 Gara a procedura aperta per l affidamento del SERVIZIO DI PULIZIA dell Area della Ricerca di Padova del C.N.R. CAPITOLATO D'APPALTO ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Per tutte le strutture oggetto dell appalto, ove è prevista la pulizia giornaliera deve essere inteso quanto segue:

Per tutte le strutture oggetto dell appalto, ove è prevista la pulizia giornaliera deve essere inteso quanto segue: (allegato varie strutture comunali) SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI Per tutte le strutture oggetto dell appalto, ove è prevista la pulizia giornaliera

Dettagli

Art. 05.2: Uffici e stabili oggetto del servizio modalità di esecuzione del servizio Lotto n. 2:

Art. 05.2: Uffici e stabili oggetto del servizio modalità di esecuzione del servizio Lotto n. 2: Settore Bilancio, programmazione Economica e Tributi CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO STABILI COMUNALI LOTTI N. 1 e 2 Codice Identificativo Gara (CIG) : Lotto

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 CITTA DI MELEGNANO Provincia di Milano SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 ELENCO PREZZI Melegnano lì, gennaio 2012 1.3 SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA GIORNALIERA, PERIODICA E SANIFICAZIONE DELLE STRUTTURE ASL AVELLINO CIG: 5508909F81

SERVIZIO DI PULIZIA GIORNALIERA, PERIODICA E SANIFICAZIONE DELLE STRUTTURE ASL AVELLINO CIG: 5508909F81 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO Via degli Imbimbo 10/12 83100 Avellino www.aslavellino.it Dr.ssa Emilia Vozzella Dr.ssa Sabatina D Andrea ALLEGATO A) al Capitolato Speciale d Appalto

Dettagli

SCHEDA A ALLEGATA AL CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE

SCHEDA A ALLEGATA AL CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE SCHEDA A ALLEGATA AL CAPITOLATO DI APPALTO PER IL PALAZZO COMUNALE sito in Piazza Cons. T. Manlio, 7 ORARIO DI ENTRATA PER LE PULIZIE: dal lunedì al venerdì dalle ore 6.00 alle ore 8.00 e dalle ore 19.30

Dettagli

ALLEGATO B DESCRIZIONE DEI SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA RESIDENZA

ALLEGATO B DESCRIZIONE DEI SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA RESIDENZA ALLEGATO B DESCRIZIONE DEI SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA RESIDENZA Oggetto Il presente Allegato è strettamente connesso e strumentale all appalto per la fruizione di strutture immobiliari da adibire a

Dettagli

NATURA DELLE PRESTAZIONI DI PULIZIA E SERVIZIO DI SALA

NATURA DELLE PRESTAZIONI DI PULIZIA E SERVIZIO DI SALA ALLEGATO "B" 6 pagine NATURA DELLE PRESTAZIONI DI PULIZIA E SERVIZIO DI SALA Le strutture assistenziali e relativi uffici, indicate all art. 1 del presente Capitolato d Appalto sono dislocate in tre edifici

Dettagli

ALLEGATO A "ELENCO LAVORI RICHIESTI" a) SEDE MUNICIPALE DI PALAZZO LOCATELLI (Piazza XXIV Maggio

ALLEGATO A ELENCO LAVORI RICHIESTI a) SEDE MUNICIPALE DI PALAZZO LOCATELLI (Piazza XXIV Maggio ALLEGATO A "ELENCO LAVORI RICHIESTI" a) SEDE MUNICIPALE DI PALAZZO LOCATELLI (Piazza XXIV Maggio 22) e BIBLIOTECA COMUNALE (Via Matteotti 75 77):----------- I lavori oggetto del servizio dovranno essere

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DI SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DESCRIZIONE DELLE OPERAZIONI E CADENZE DEGLI INTERVENTI

SPECIFICHE TECNICHE DI SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DESCRIZIONE DELLE OPERAZIONI E CADENZE DEGLI INTERVENTI SPECIFICHE TECNICHE DI SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DESCRIZIONE DELLE OPERAZIONI E CADENZE DEGLI INTERVENTI Tutte le operazioni comprese nei servizi oggetto di appalto dovranno essere effettuate con le frequenze

Dettagli

IMMOBILI ADIBITI AD UFFICI

IMMOBILI ADIBITI AD UFFICI IMMOBILI ADIBITI AD UFFICI a) Palazzo di Città P.zza IV Novembre, 19 piani I, II e III mq. 900; b) Ufficio Tributi Via Kennedy, 23 - mq. 90; c) Ufficio di Polizia Municipale - Via Genova - mq. 650 (comprensivi

Dettagli

"SPECIFICHE TECNICHE"

SPECIFICHE TECNICHE (Allegato A2) "SPECIFICHE TECNICHE" 1 - GENERALI 1. 1 I servizi affidati alla Ditta comprendono tutte le prestazioni di mezzi e mano d'opera comunque necessari per mantenere in perfette condizioni di pulizia

Dettagli

Ambasciata d Irlanda a Roma Servizi di pulizia 2015

Ambasciata d Irlanda a Roma Servizi di pulizia 2015 Ambasciata d Irlanda a Roma Servizi di pulizia 2015 L Ambasciata d Irlanda a Roma richiede il servizio di una impresa di pulizie per fornire servizi professionali di pulizia in due sedi nel centro di Roma,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA DISCIPLINARE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DE ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO ED AMBIENTE siti in Palermo nella via Ugo LaMalfa n. 169 Art. 1 Definizione

Dettagli

ULSS N. 3 BASSANO DEL GRAPPA, N. 4 ALTO VICENTINO N. 5 OVEST VICENTINO e N. 6 VICENZA DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI AREA VASTA

ULSS N. 3 BASSANO DEL GRAPPA, N. 4 ALTO VICENTINO N. 5 OVEST VICENTINO e N. 6 VICENZA DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI AREA VASTA ULSS N. 3 BASSANO DEL GRAPPA, N. 4 ALTO VICENTINO N. 5 OVEST VICENTINO e N. 6 VICENZA DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI AREA VASTA PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS N. 163/06 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SACROFANO Provincia di Roma CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI

COMUNE DI SACROFANO Provincia di Roma CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI Approvato con DdR n. 12 del 13.03.2015 ART. 1 - OGGETTO E DURATA DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali siti negli

Dettagli

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Gruppo Operativo per la Lotta alle Infezioni Ospedaliere Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Data 1^ stesura: 02:07.98 Edizione: 1 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO AUTORI: Gruppo

Dettagli

NIDI. 1.1 Elenco delle prestazioni e frequenza per ogni tipologia di struttura. - svuotatura cestini - GIORNALIERA

NIDI. 1.1 Elenco delle prestazioni e frequenza per ogni tipologia di struttura. - svuotatura cestini - GIORNALIERA SCHEDA TECNICA N. 1 SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE SUPERFICI INTERNE E DEGLI ESTERNI NON A VERDE DEI NIDI, DELLE SCUOLE DELL INFANZIA (COMPRESE LE SEZIONI PONTE E PRIMAVERA), DELLE

Dettagli

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA DEFINIZIONI Aree a Basso Rischio (BR): sale d attesa, uffici, segreterie, archivi, scale, servizi igienici, corridoi e aree comuni.

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEFINIZIONI Per pulizia si intende la rimozione meccanica dello sporco da superfici ed oggetti. Di norma viene eseguita con l impiego di acqua e detergenti diluiti

Dettagli

Allegato N.3.2 al Disciplinare di Gara _ Disciplinare Tecnico Allegato N.3.2 al Disciplinare di Gara DISCIPLINARE TECNICO

Allegato N.3.2 al Disciplinare di Gara _ Disciplinare Tecnico Allegato N.3.2 al Disciplinare di Gara DISCIPLINARE TECNICO Gara di appalto per la Fornitura di Servizio di Pulizia Automezzi, Uffici comprensivi di Bagni, Spogliatoi, Autorimesse, Aree Scoperte ed Altri Servizi Accessori della Società Start SpA per il periodo

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI

VALUTAZIONE DEI RISCHI ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA SEDE OPERATIVA SEDE INPDAP DI LATINA L affidamento del servizio di pulizia, disinfezione, disinfestazione, e derattizzazione

Dettagli

PROTOCOLLO DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

PROTOCOLLO DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA PROTOCOLLO DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA ART. I - PRESTAZIONI DEL SERVIZIO DI PULIZIA/SANIFICAZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI Il servizio comprende le seguenti tipologie principali di prestazioni,

Dettagli

Città di Manfredonia

Città di Manfredonia Città di anfredonia (Provincia di Foggia) SETTORE 6 OO.PP. E ANUTENZIONE ALLEGATO 2 Appalto servizi di pulizia ed igiene ambientale immobili comunali ed aree urbane nonché: gestione bagni pubblici, Lavori

Dettagli

SERVIZIO AMBIENTALE INTEGRATO DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DELLE GRANDI STAZIONI CAPITOLATO TECNICO LOTTO 1

SERVIZIO AMBIENTALE INTEGRATO DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DELLE GRANDI STAZIONI CAPITOLATO TECNICO LOTTO 1 SERVIZIO AMBIENTALE INTEGRATO DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DELLE GRANDI STAZIONI CAPITOLATO TECNICO LOTTO 1 1 INDICE PREMESSA GENERALE 6 A) SERVIZIO DI PULIZIA. 7 A) 1 DEFINIZIONE DI AREA E AMBITO OMOGENEO

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA. Allegato n.

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA. Allegato n. Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDICE - 1 Definizione

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE BANDO DI GARA PER Affidamento del servizio di lavanderia e pulizia presso il Convitto ex Inpdap Principe di Piemonte di Anagni (FR). DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (ai sensi

Dettagli

COMUNE DI ROVOLON Provincia di Padova CAPITOLATO D'APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA

COMUNE DI ROVOLON Provincia di Padova CAPITOLATO D'APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA COMUNE DI ROVOLON Provincia di Padova CAPITOLATO D'APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA ART. 1: OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto l'espletamento del servizio di pulizia degli immobili di seguito elencati,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA E FACCHINAGGIO NON PESANTE DELLA SEDE CENTRALE E DELLE SEDI PERIFERICHE DELL ARSIAL. Art.

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA E FACCHINAGGIO NON PESANTE DELLA SEDE CENTRALE E DELLE SEDI PERIFERICHE DELL ARSIAL. Art. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA E FACCHINAGGIO NON PESANTE DELLA SEDE CENTRALE E DELLE SEDI PERIFERICHE DELL ARSIAL Art. 1 Oggetto dell'appalto L'appalto ha per oggetto: a) il servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli Protocollo di pulizia per l'asilo Nido II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli standard che dovranno essere rispettati al fine di assicurare l'adeguata pulizia dell'asilo

Dettagli

nel paragrafo 4 sono indicate le fasce orarie del servizio.

nel paragrafo 4 sono indicate le fasce orarie del servizio. ALLEGATO 2 CAPITOLATO TECNICO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA E DI SANIFICAZIONE DEI LOCALI ADIBITI AD UFFICI, MAGAZZINI E SIMILARI, DELL AUTOMOBILE CLUB D ITALIA IN ROMA, via Marsala 8, via Magenta 5, via

Dettagli

ART. 1 DEFINIZIONE DEI CONTRAENTI

ART. 1 DEFINIZIONE DEI CONTRAENTI (Allegato n. 1) CAPITOLATO PECIALE DI APPALTO PER IL ERVIZIO DI PULIZIA DELLE TRUTTURE DELL ERU DI CAERINO (FORETERIA E ZONA IORNO DEL COPLEO DI COLLE PARADIO) - PERIODO ANNI 3. ART. 1 DEFINIZIONE DEI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI (Provincia di Benevento) AREA AMMINISTRATIVA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l appalto quinquennale del servizio di pulizia degli uffici pubblici di pertinenza del Comune

Dettagli

AREA PROGRAMMAZIONE SERVIZIO ECONOMATO CAPITOLATO D ONERI

AREA PROGRAMMAZIONE SERVIZIO ECONOMATO CAPITOLATO D ONERI AREA PROGRAMMAZIONE SERVIZIO ECONOMATO CAPITOLATO D ONERI SERVIZI DI PULIZIA DEGLI UFFICI E IMMOBILI COMUNALI Periodo Giugno 2014 - Maggio 2016 ARTICOLO 1 OGGETTO E DURATA DEL SERVIZIO Oggetto del servizio

Dettagli

ALLEGATO B - BIBLIOTECA COMUNALE, GIUDICE di PACE, SALONE del POPOLO Ubicazione C.so Persiani

ALLEGATO B - BIBLIOTECA COMUNALE, GIUDICE di PACE, SALONE del POPOLO Ubicazione C.so Persiani ALLEATO B - BIBLIOTECA COUNALE - UFFICI Ubicazione C.so Persiani ATTIVITA Deodorazione dei servizi igienici Disinfezione dei servizi igienici Disinfezione lavabi extra servizi igienici Pulizia dei servizi

Dettagli

Protocollo pulizia e sanificazione ambientale

Protocollo pulizia e sanificazione ambientale Revisione Redazione Verifica e controllo Approvazione Coord. di Struttura Direttore di Struttura dott. Franca Chiasera Luigi Ferrari Revisione 00 1 edizione aprile 09 Medico coord. sanitario dott. Nina

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE

SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE REGIONE SARDEGNA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI VIA M. COPPINO, 26 07100 SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE ALLEGATO C: CAPITOLATO TECNICO PEGASO S.r.l Via D.A. Azuni n. 15/A 00186 ROMA Tel. 06/32.15.66.2

Dettagli

Unione Europea Repubblica Italiana

Unione Europea Repubblica Italiana DEFINIZIONI E CARATTERISTICHE DELLE PRESTAZIONI PER TUTTI I LOTTI Per prestazioni di pulizia si intendono le attività svolte per salvaguardare lo stato igienico sanitario degli ambienti di lavoro e finalizzate

Dettagli

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164 DISCIPLINARE TECNICO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, STRADE E CORTILI DELLO STABILIMENTO MILITARE DEL MUNIZIONAMENTO TERRESTRE, BAIANO DI SPOLETO. ARTICOLO 1 Il servizio sarà atto

Dettagli