Circolare ABI - Serie Tecnica n gennaio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Circolare ABI - Serie Tecnica n. 2-17 gennaio 2014"

Transcript

1 461,25 Circolare ABI - MIGRAZIONE DEI BONIFICI E DEGLI ADDEBITI DIRETTI AGLI SCHEMI SEPA Aggiornamenti in merito alla proposta di modifica del Regolamento (UE) 260/2012 e alla dismissione delle procedure nazionali In data 9 gennaio 2014 la Commissione Europea ha pubblicato una proposta di modifica del Regolamento (UE) 260/2012 (cfr. allegato 1) che prevede la possibilità che siano accettate le operazioni di bonifico e di addebito diretto disposte nei formati nazionali fino al 1 agosto del Nel confermare la scadenza del 1 febbraio 2014, la proposta della Commissione introduce un periodo transitorio per garantire la regolarità dei pagamenti per i consumatori e le imprese. In relazione alle diverse richieste di chiarimento pervenute alla scrivente Associazione siamo anzitutto a precisare che detta proposta deve completare l iter legislativo che prevede l approvazione del Parlamento e del Consiglio europei prima di poter entrare in vigore. Si sottolinea peraltro che sia la Banca Centrale Europea sia la Banca d Italia, attraverso propri comunicati stampa (cfr. Allegati 2 e 3), hanno evidenziato che la data finale del 1 febbraio 2014 per il completamento della migrazione alla SEPA resta pienamente confermata, richiamando quindi tutti i soggetti coinvolti a rispettare l end-date del 1 febbraio 2014, secondo i piani già approvati. Tenuto conto di quanto precede, sentita la Banca d Italia, si forniscono ai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) alcune indicazioni che integrano e in parte modificano i contenuti della circolare di Serie Tecnica n. 33 del 27 dicembre 2013 in materia di dismissione delle procedure nazionali. Tali indicazioni vengono fornite in via cautelativa, in attesa di evoluzioni del quadro normativo a livello UE e di nuove indicazioni della Banca d Italia. Migrazione dei bonifici Con riferimento alle operazioni di bonifico si registrano tassi di migrazione adeguati ed è stata acquisita indicazione dai PSP che partecipano ai tavoli di lavoro ABI circa la possibilità di rispettare la scadenza del 1 febbraio p.v. per il completamento del processo di migrazione al SEPA Credit Transfer (SCT). Si ribadisce quindi la necessità di rispettare l indicazione riportata nella menzionata circolare dello scorso 27 dicembre secondo cui l ultima data di regolamento ammessa per le operazioni di bonifico disposte tramite la procedura nazionale BON è il 31 gennaio La procedura BON, tenuto conto delle preoccupazioni espresse dalla Commissione Europea e quale mera misura di prudenza, rimarrà tuttavia aperta anche dopo questa scadenza e consentirà, in casi eccezionali e di emergenza, di gestire eventuali ordini di bonifico con data regolamento successiva al 1 febbraio Tali operazioni saranno monitorate dalla Banca d Italia. Migrazione degli addebiti diretti Sul fronte degli addebiti diretti si registrano maggiori difficoltà nel processo di migrazione dovuti alla complessità di questo strumento di pagamento rispetto al SCT e ai ritardi registrati presso molti stakeholders. Ciò considerato per questa tipologia di operazioni (laddove non riferite ai prodotti di nicchia RID finanziario e RID ad importo prefissato ), si ritiene opportuno adottare un atteggiamento prudenziale in virtù del quale eventuali operazioni di addebito diretto con data scadenza successiva al 31 gennaio 2014, presentate all incasso dalle aziende creditrici secondo i formati nazionali non dovranno essere scartate e potranno essere gestite ancora, in via transitoria, tramite la procedura RID. Copyright 2014 Bancaria Editrice Pagina 1

2 461,25 Si sottolinea che questa misura non deve essere considerata come una proroga alla scadenza del 1 febbraio del 2014 per la migrazione degli addebiti diretti agli Schemi SEPA Direct Debit (SDD) che rimane confermata. Si invitano quindi tutti i PSP a rispettare i piani di migrazione e, nelle attività di raccordo con le imprese proprie clienti, a sottolineare la necessità di procedere con urgenza al completamento della migrazione. Si informa inoltre che sentita la Banca d Italia, i messaggi di Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall Azienda (causale 90211) e di Comunicazione di Autorizzazione all addebito in conto su richiesta diretta del Cliente sottoscrittore (causale 90210) potranno essere gestiti nella procedura di Allineamento Elettronico Archivi RID fino alla data del 28 febbraio del Tutti i PSP dovranno, in ogni caso, assicurare alle imprese creditrici che aderiscono al servizio SEDA una pronta e corretta gestione dei messaggi di allineamento quale presupposto necessario per garantire a tali aziende la continuità del processo di acquisizione di nuove autorizzazioni all addebito in conto. Analogamente a quanto previsto per la procedura BON, sarà previsto anche sulle procedure RID ed Allineamento Elettronico Archivi RID un monitoraggio volto a segnalare alla Banca d Italia le operazioni di addebito diretto e le autorizzazioni all addebito gestite a partire dal 1 febbraio del 2014 non conformi con le previsioni del Regolamento (UE) 260/2012. Da ultimo, si conferma la scadenza del 31 gennaio 2014 come termine ultimo per poter gestire in un regime di duality richieste di incasso RID o SDD riferite alla medesima autorizzazione all addebito (cfr. circolare di Serie Tecnica n. 10 del 23 aprile 2013). Deve cioè intendersi che la conclusione con esito positivo del processo di conversione da delega RID a mandato SEPA che si realizza con l invio di una richiesta di incasso SDD, comporta l impossibilità di inviare successivamente una disposizione RID a valere della delega convertita (processo di migrazione irreversibile). ALLEGATI - Proposta modifica Reg Comunicato BCE - Comunicato BI Copyright 2013 Bancaria Editrice Pagina 2

3 461,25 EUROPEAN COMMISSION Brussels, COM(2013) 937 final 2013/0449 (COD) Proposal for a REGULATION OF THE EUROPEAN PARLIAMENT AND OF THE COUNCIL amending Regulation (EU) N 260/2012 as regards the migration to Union-wide credit transfers and direct debits (Text with EEA relevance) EN Pagina 3 EN

4 461,25 EXPLANATORY MEMORANDUM 1. CONTEXT OF THE PROPOSAL Grounds and objectives of the proposal Regulation (EU) No 260/2012 establishes common technical and business requirements for credit transfers and direct debits in euro and as such is an important building block in the realisation of a single euro payments area (SEPA). That Regulation sets 1 February 2014 as the end-date in the Eurozone for the migration of domestic as well as intra-european credit transfers and direct debits in euros towards SEPA credit transfers (SCT) and SEPA direct debits (SDD). According to the latest statistics of the European Central Bank (ECB), the overall migration rate in the euro area for SEPA Credit Transfers (SCT) has increased from 59.87% in October 2013 to 64.1% in November, whereas the overall migration rate for SEPA Direct Debits (SDD) has increased from 11.52% in October to 26% in November. Notwithstanding the Commission's repeated efforts to raise awareness among Member States' competent authorities, and the significant campaigning efforts as regards SEPA migration undertaken by the European Central Bank and in many Member States, SMEs, small public administrations and local authorities continue to be the least prepared for actual migration. The communication efforts by the banking industry vis-à-vis SMEs and national information campaigns do not seem to have produced the expected effects or at least not to the expected extent. Considering the low migration pace in some Member States for SCT and in most Member States for SDD, it appears very unlikely that the SEPA migration will be fully completed on 1 February However, in view of this legal end-date, banks and other payment service providers are likely to refuse from that date onwards to process legacy payments which are not SEPA compliant. In the absence of full migration to SCT/SDD, payment incidents leading to delays in payment or market disruptions cannot be excluded. These might affect all payment services users, and particularly SMEs and consumers. Given this major legal problem and the potentially severe consequences for citizens and companies, the Commission proposes to amend Regulation (EU) No 260/2012 by introducing a grandfathering clause allowing banks and other payment service providers to continue also after 1 February 2014, for a limited period of time of 6 months, the processing of noncompliant payments through their legacy payments schemes alongside SCT and SDD. A clear communication of such amendment will provide certainty to the payment service users that their payments will continue to be processed after 1 February 2014, and it will allow those that have not yet migrated to do so as rapidly as possible. The end-date itself is not amended, and the grandfathering is an exceptional one-off measure. Under all circumstances, on-going information campaigns on the SEPA migration should continue. At the end of the grandfathering period, the Commission will not hesitate to take the necessary steps to ensure the full application of EU law by the Member States. Participants of the SEPA High Level meeting which brings together high level representatives from the European Central Bank and board members of the central banks of the Eurosystem have been consulted on this initiative on 19 December In view of the above and given the very short period of time left before 1 February 2014, this Regulation should be adopted by the European Parliament and the Council as a matter of urgency and enter into force without delay. The Regulation is necessary in order to avoid legal uncertainty for banks and other payment service providers, as well as undertakings and EN 2 EN Pagina 4

5 461,25 consumers, as Regulation (EU) No. 260/2012 would oblige payment service providers to refuse to process after this end-date payments in euro that are not compliant with the SEPA requirements. Not adopting the proposed Regulation as a matter of urgency could result in serious legal and technical risks in payments transactions from 1 February 2014 onwards. General context Regulation (EU) No 260/2012 entered into force on 31 March 2012, giving market participants two years to adapt their payment processes to the SEPA requirements for SCT and SDD. During those two years, the Commission and the ECB, together with the national public authorities have closely monitored the progress of SEPA migration. The ECB has regularly issued progress reports on the progress of the SEPA migration. Several SEPA Council meetings have taken place, in which the Commission discussed the migration progress with representatives from both the supply and demand side of the payments market, insisting on the need to intensify communication towards payment service providers as well as towards all categories of payment services users (corporates including SMEs, public administrations, consumers, etc.). On 30 March 2012, the Commission organised a dedicated workshop on the interpretation of Regulation (EU) No 260/2012 with SEPA Council technical experts, and again on 12 July 2013 with Member States representatives. On 17 April 2013, the Commission also organised a technical expert group on SEPA. The Commission has furthermore discussed the progress both in the EU SEPA Forum that takes place twice a year, and the Payments Committee with Member States representatives. SEPA migration has regularly featured on the agenda of many technical meetings of the ECB with representatives of national central banks, as well as in some fora with representatives from the banking industry. In view of the low migration rates published by the ECB in its March 2013 report on SEPA migration, the ECOFIN Council of 14 May 2013 adopted comprehensive Council conclusions stressing the importance of SEPA migration and calling on Member States and market participants to actively support and speed up the SEPA migration process by taking relevant measures. Following the ECOFIN conclusions, a joint letter of the Commission and the ECB was sent to Ministers of Finance and Governors of national central banks on 15 May 2013, also stressing the importance of SEPA migration and the urgent need for action at national level. 2. RESULTS OF CONSULTATIONS WITH INTERESTED PARTIES AND IMPACT ASSESSMENTS 2.1. Transmission of this proposal to the national parliaments Draft legislative acts, including proposals from the Commission, sent to the European Parliament and to the Council must be forwarded to national parliaments in accordance with the Protocol (No. 1) on the role of national Parliaments in the European Union, annexed to the Treaties. According to Article 4 of the Protocol, an eight-week period must elapse between a draft legislative act being made available to national Parliaments and the date when it is placed on a provisional agenda for the Council for its adoption or for adoption of a position under a legislative procedure. However, exceptions are possible under Article 4 in cases of urgency, the reasons for which must be stated in the act or position of the Council. The Commission invites the European Parliament and the Council to consider this proposal as a case of absolute urgency for the reasons explained above. EN 3 EN Pagina 5

6 461, Consultation of other interested parties and impact assessment In view of the low migration rates, published by the ECB in December 2013, the Commission and the ECB have analysed the likelihood that the SEPA migration would be fully completed on 1 February It was acknowledged that this would be highly unlikely despite the fact that several big payment services users, such as utility companies with bulk payments, have indicated that they are planning to migrate close to the end date. Although it is difficult to provide an estimation of the number of market participants that will not be SEPA compliant by the legal end-date, it is clear that in particular in the area of SDD the migration rates will not anywhere be close to 100%. Banks and other payment service providers are likely to refuse to process non-compliant SEPA payments as of 1 February The largest non-migration risk is related to SMEs many of which have not yet migrated. In light of this risk, the ECB has analysed possible scenarios and their impact with possible solutions to remedy the situation. Technically, payment service providers would be able to continue with the processing of non-compliant payments through the use of legacy schemes. In addition, market participants that are not yet SEPA compliant would need to be identified and be informed adequately on how to migrate to SEPA in an efficient manner. Even though it may be technically feasible for market participants with the support of the overseers to implement intermediate solutions to overcome potential migration issues after 1 February 2014, there is a genuine risk that this unsatisfactory situation may lead to confusion for both consumers and other payment service users, and legal uncertainty for payment service providers confronted with market participants that have not (yet) implemented these intermediate solutions. Among the non-compliant market participants there are many SMEs. The fact that their legacy payments may not be processed by the banks after 1 February 2014 could also cause reputational damage to the Euro system as a whole. It is unlikely that intermediate solutions, even if technically feasible, will be implemented in time. In order to avoid unnecessary payment disruptions resulting from non-compliance with SEPA and to ensure legal certainty for all market participants, the Commission considers it justified to propose to allow, after 1 February 2014, the co-existence of national legacy systems next to SCT and SDD schemes for a limited period of time of 6 months. The length of such transitional period should be proportionate. The aim would be to uphold the pressure on market participants to migrate as soon as possible, while at the same time ensuring legal certainty and that the costs for payment service providers of a continued parallel run of two payment systems is limited. Those payment service providers that have already migrated to SCT and SDD may consider providing conversion services to market participants that have not yet migrated. During the transitional period, Member States should refrain from applying penalties to payment service providers that process non-compliant payments and to payment service users that have not yet (fully) migrated. The introduction of an exceptional and one-off additional period during which processing of legacy payments will be tolerated will also allow for a gradual migration. In view of the approaching deadline, several of the larger utility providers have indicated that they will migrate close to the current end-date of 1 February This may create certain bottlenecks, particularly at the level of the payment service providers and the software vendors, who may be faced with certain capacity constraints. Considering the current migration figures and the expected pace of migration, a grandfathering period of 6 months, until 1 August 2014, is considered appropriate. During this period, the Commission and the ECB, together with national authorities will continue to EN 4 EN Pagina 6

7 461,25 monitor the migration process closely and will be ready to take any additional measures, as appropriate. This proposal is not accompanied by a separate Impact Assessment, as an impact assessment for Regulation (EU) No. 260/2012 has already been undertaken. This proposal does not alter the Regulation on substance and does not impose new obligations on businesses. It only aims at introducing a transitional period after the end-date defined in Article 6(1) and (2) of the Regulation to avoid legal uncertainty for supervisory authorities, payment service providers, undertakings and consumers. 3. LEGAL ELEMENTS OF THE PROPOSAL The Commission proposes to amend Regulation (EU) No 260/2012 by introducing a "grandfathering" clause which will allow banks and other payment service providers to continue until 1 August 2014 the processing of non-compliant payments through their currently existing legacy payments schemes, alongside SCT and SDD. This amendment ensures that market participants that are not ready for SEPA by 1 February 2014 can continue to make their payments and avoids any inconvenience for consumers. The proposal provides that the amendment applies as of 31 January This provision also allows for a retro-active application in case the proposal is not adopted by the European Parliament and the Council before 1 February but just after this date. This will avoid a legislative gap as of 1 February 2014 which would create legal uncertainty. The introduction of this transitional period for the phasing-out of the old systems shall be considered as an exceptional measure which will not be extended any further. Without prejudice to the different exemptions set out in Article 16 of Regulation (EU) No. 260/2012, all market participants shall therefore comply with the SEPA requirements by 1 August BUDGETARY IMPLICATIONS The regulation does not have a budgetary impact for the Commission. EN 5 EN Pagina 7

8 461,25 Proposal for a 2013/0449 (COD) REGULATION OF THE EUROPEAN PARLIAMENT AND OF THE COUNCIL amending Regulation (EU) N 260/2012 as regards the migration to Union-wide credit transfers and direct debits (Text with EEA relevance) THE EUROPEAN PARLIAMENT AND THE COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION, Having regard to the Treaty on the Functioning of the European Union, and in particular Article 114 thereof, Having regard to the proposal from the European Commission, After transmission of the draft legislative act to the national Parliaments, Having regard to the opinion of the European Economic and Social Committee 1, Having regard to the opinion of the European Central Bank 2 Acting in accordance with the ordinary legislative procedure 3, Whereas: (1) Together with Regulation (EC) No 924/2009 of the European Parliament and of the Council 4 Regulation (EU) No 260/2012 of the European Parliament and of the Council 5 constitutes an important building block in the completion of a single euro payments area (SEPA), where no distinction between cross-border and national payments in euro is made. The main objective of Regulation (EU) No 260/2012 is the migration from national credit transfer and direct debit schemes to harmonized SEPA credit transfer (SCT) and SEPA direct debit (SDD) schemes, inter alia by providing Union citizens with a unique international bank account number (IBAN) that can be used for all SEPA credit transfers and direct debit transactions denominated in euro. (2) Regulation (EU) No 260/2012 has provided for the SEPA migration to take place by 1 February 2014 in order to allow payment service providers and payment service users sufficient time to adapt their processes to the technical requirements that the migration to SCT and SDD entail OJ C,, p.. OJ C,, p.. Regulation (EC) No 924/2009 of the European Parliament and of the Council of 16 September 2009 on cross-border payments in the Community and repealing Regulation (EC) No 2560/2001 (0J L 266, , p. 11). Regulation (EU) No 260/2012 of the European Parliament and of the Council of 14 March 2012 establishing technical and business requirements for credit transfers and direct debits in euro and amending Regulation (EC) No 924/2009 (OJ L 94, , p. 22). EN 6 EN Pagina 8

9 461,25 (3) Since the adoption of Regulation (EU) No 260/2012 the Commission and the European Central Bank have closely monitored the progress of SEPA migration. Several meetings with Member States, national public authorities and market participants were held. The European Central Bank has regularly published progress reports on SEPA migration on the basis of payment data collected by national central banks. Those reports indicate that a number of Member States in the euro area are well on track with migration rates for SCT currently close to 100%. The large majority of payment service providers reported that they are already SEPA-compliant. However, in several other Member States the migration rates are lagging behind expectations. This is particularly the case for SDD. (4) On May 2013, the ECOFIN Council in its conclusions 6 again stressed the importance of SEPA migration. It was noted that the SEPA migration was far from complete and that immediate efforts would be required by all market participants to complete the SEPA migration in time. An action plan was adopted in which merchants, corporates, SMEs and public administrations were invited to immediately take the necessary concrete internal steps to adapt their processes and inform their clients of their IBAN details. (5) Despite the considerable efforts made by the European Central Bank, Member States, their national public authorities and the different market participants during the past months, the latest migration statistics show that the overall migration rate in the euro area to SEPA Credit Transfers (SCT) has only increased from 40% in June to around 64% in November, while the overall migration rate towards SEPA Direct Debits (SDD) has only reached 26%. While the national figures show important progress in several Member States, there is still an important group of Member States lagging considerably behind the expected migration rates. In view of the current low migration pace in those Member States it is therefore very unlikely that all market participants will be SEPA compliant by 1 February (6) As of 1 February 2014 banks and other payment service providers will have to refuse to accept processing credit transfers or direct debits that are not SEPA-compliant because of their legal obligations, although, as is currently already the case, they technically could process those payments by continuing to use existing legacy payments schemes alongside SCT and SDD. Failing a full migration to SCT and SDD, incidents involving payments leading to delays in those payments cannot be excluded. All payment services users and particularly SMEs and consumers could be affected. (7) It is essential to avoid unnecessary disruption of payments resulting from the fact that SEPA migration is not fully completed by 1 February Payment service providers should therefore be allowed, for a limited period of time, to continue the processing of payments transactions through their legacy schemes alongside their SCT and SDD schemes, as they are doing now. A transition period should therefore be introduced that allows for the continuation of such parallel processing of payments in different formats. Considering the current migration figures and the expected pace of migration, a one-off additional transition period of 6 months is appropriate. This grandfathering of the non-sepa compliant legacy systems should be considered as an exceptional measure and therefore be kept as short as possible, as a rapid and comprehensive migration is necessary in order to achieve the full benefits from an integrated payments market. It is also important to limit in time the costs for the payment service 6 EN 7 EN Pagina 9

10 461,25 providers of a continued use of the legacy payment schemes in parallel with the SEPA system. Payment service providers that have already fully migrated to SEPA might consider providing payment service users that not yet have migrated with conversion services during this transition period. During the transitional period, Member States should refrain from applying penalties to payment service providers that process noncompliant payments and to payment service users that have not yet migrated. (8) Several large users of direct debit instruments have already indicated that they plan to migrate close to the end-date. Any postponing of those migration projects could lead to temporary stress on incoming payments and cash flows, and hence on treasury levels of the companies concerned. Such late migration on a large scale could also create certain bottlenecks, in particular at the level of banks and software vendors who may be faced with certain capacity constraints. That additional period for phasing in the new system would allow for a more gradual approach. Market participants that have not yet started to implement the necessary adaptations for SEPA compliance are called upon to do so as soon as possible. Market participants that have already started to adapt their payment processes should nevertheless complete the migration as rapidly as possible. (9) In view of the overall objective to realise a coordinated and integrated migration, it is appropriate that the transitional period applies to both SCT and SDD. Different transitional periods for SCT and SDD would cause confusion for consumers, payment service providers, SMEs as well as other payment service users. (10) For reasons of legal certainty and in order to avoid any discontinuity to the application of Regulation (EU) No 260/2012 it is necessary that this Regulation enters into force as a matter of urgency and that it applies from 31 January (11) Regulation (EU) No 260/2012 should therefore be amended accordingly, HAVE ADOPTED THIS REGULATION: Article 1 In Article 16 of Regulation (EU) No 260/2012, paragraph 1 is replaced by the following: "1.Notwithstanding Article 6(1) and (2), PSPs may continue, until 1 August 2014, to process payment transactions in euro in formats that are different from those required for SEPA credit transfers and SEPA direct debits. Member States shall apply the rules on the penalties applicable to infringements of Article 6(1) and (2), laid down in accordance with Article 11, only as of 2 August By way of derogation from Article 6(1) and (2), Member States may allow PSPs to provide PSUs, until 1 February 2016, with conversion services for national payment enabling PSUs that are consumers to continue using BBAN instead of the payment account identifier specified in point (1)(a) of the Annex on condition that interoperability is ensured by converting the payer s and the payee s BBAN technically and securely into the respective payment account identifier specified in point (1)(a) of the Annex. That payment account identifier shall be delivered to the initiating PSU, where appropriate before the payment is executed. In such a case PSPs shall not levy any charges or other fees on the PSU directly or indirectly linked to those conversion services." EN 8 EN Pagina 10

11 461,25 Article 2 This Regulation shall enter into force on the day of its publication in the Official Journal of the European Union. It shall apply from 31 January This Regulation shall be binding in its entirety and directly applicable in all Member States. Done at Brussels, For the European Parliament The President For the Council The President EN 9 EN Pagina 11

12 461,25 9 January 2014 PRESS RELEASE Statement of the Eurosystem on SEPA Migration End Date The Eurosystem takes note of the European Commission s proposal to modify EU Regulation No. 260/2102 related to the Single Euro Payments Area (SEPA), introducing an additional transition period of six months. Strong and successful migration efforts have been carried out by stakeholders in the euro area. The most recent information from national SEPA communities suggests that the pace of migration is high and accelerating, and the vast majority of stakeholders will complete their migration on time. The Eurosystem therefore stresses that the SEPA migration end date of 1 February 2014 remains and urges all market participants to complete the transition of all credit transfer and direct debit transactions to the SEPA standards by this date. For media inquiries, please call Andreas Adriano at European Central Bank Directorate General Communications and Language Services, Press and Information Division Kaiserstrasse 29, D Frankfurt am Main Tel.: , Fax: Internet: Reproduction is permitted provided that the source is acknowledged. Allegato 2 Pagina 12

13 461,25 Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Roma, 13 gennaio 2014 La Commissione europea ha proposto lo scorso 9 gennaio una modifica del Regolamento (UE) 260/2012 sulla data finale per la migrazione alla Single Euro Payments AREA (SEPA). Tale proposta conferma che il 1 febbraio del 2014 rappresenta la data finale entro la quale il processo di migrazione dovrà essere completato; tuttavia, tenuto conto dell importanza e dell entità del cambiamento e al fine di garantire la regolarità dei flussi di pagamento e incasso a vantaggio dei consumatori e delle imprese, si prevede la possibilità che le operazioni di bonifico e di addebito diretto disposte nei formati nazionali possano essere accettate fino al 1 agosto La Banca Centrale Europea, nel prendere atto della proposta della Commissione, ha evidenziato che la data finale del 1 febbraio 2014 per il completamento della migrazione alla SEPA resta pienamente confermata. In coerenza con questa indicazione, la Banca d Italia sottolinea l urgenza e la necessità che tutte le categorie di soggetti coinvolti prestatori di servizi di pagamento, utilizzatori, gestori di infrastruttura, fornitori di servizi tecnologici - compiano ogni sforzo ed accrescano ulteriormente l impegno per rispettare la scadenza del 1 febbraio secondo i piani già approvati. Allegato 3 Pagina 13

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 EFET European Federation of Energy Traders Amstelveenseweg 998 / 1081 JS Amsterdam Tel: +31 20 5207970/Fax: +31 20 6464055 E-mail: secretariat@efet.org

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO Il presente comunicato non può essere distribuito negli Stati Uniti, né ad alcuna persona che si trovi o sia residente o domiciliata negli Stati U niti, nei suoi territori o possedimenti, in qualsiasi

Dettagli

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Plateroti Fabrizio Head of Regulation and Post Trading Page 1 Elenco dei temi La nuova architettura dei mercati MR, MTF e OTF Algo e high frequency

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

CITY CREDIT CAPITAL (UK) LIMITED Application Form for a Corporate Account Modulo di richiesta di un Conto aziendale

CITY CREDIT CAPITAL (UK) LIMITED Application Form for a Corporate Account Modulo di richiesta di un Conto aziendale CITY CREDIT CAPITAL (UK) LIMITED Application Form for a Corporate Account Modulo di richiesta di un Conto aziendale City Credit Capital (UK) Limited (FCA Reg. 232015) 12th Floor Heron Tower, 110 - Bishopsgate,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni Generali. (a) I termini e le condizioni qui di seguito indicati (le Condizioni Generali di Vendita ) formano parte integrante dei contratti conclusi tra il

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation 20 Dicembre 2002 1 L ABI ha esaminato con uno specifico

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori Trasformare le persone da esecutori a deleg-abili rappresenta uno dei compiti più complessi per un responsabile aziendale, ma è anche un opportunità unica per valorizzare il patrimonio di competenze aziendali

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Considering that: Considerato che:

Considering that: Considerato che: PROGETTO COMUNE DI FUSIONE TRANSFRONTALIERA PREDISPOSTO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI: (1) FIAT INVESTMENTS N.V., una società per azioni (naamloze vennootschap) costituita ai sensi del diritto olandese,

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 14 August 2015, At: 03:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative.

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative. Authorising a person or organisation to enquire or act on your behalf Autorizzazione conferita ad una persona fisica o ad una persona giuridica perché richieda informazioni o agisca per Suo conto Queste

Dettagli

DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it

DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it NUMERO CONTRATTO IL SOTTOSCRITTO..... (FATHER / LEGAL GUARDIAN) I THE UNDERSIGNED) NATO A

Dettagli

I mercati organizzati e il post-trading nella MiFID

I mercati organizzati e il post-trading nella MiFID I mercati organizzati e il post-trading nella MiFID Regulation & Post Trading Fabrizio Plateroti Elena Vantellini Simone D Ippolito La MiFID Contenuti Le trading venues nella MiFID I mercati regolamentati

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Privacy Policy Grand Hotel Et De Milan INFORMATIVA DI QUESTO SITO

Privacy Policy Grand Hotel Et De Milan INFORMATIVA DI QUESTO SITO Privacy Policy Grand Hotel Et De Milan INFORMATIVA DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano

Dettagli

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Premessa Il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 Attuazione della direttiva

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Disposizioni Ocse su scambio di informazioni con paradisi fiscali. di Piergiorgio Valente (*)

Disposizioni Ocse su scambio di informazioni con paradisi fiscali. di Piergiorgio Valente (*) 5781 APPROFONDIMENTO I Tax Information Exchange Agreements (TIEAs) Disposizioni Ocse su scambio di informazioni con paradisi fiscali di Piergiorgio Valente (*) L Ocse attua una politica intesa a incentivare

Dettagli

La nuova normativa di Farmacovigilanza

La nuova normativa di Farmacovigilanza La nuova normativa di Farmacovigilanza 1 Due nuove disposizioni in materia di farmacovigilanza Pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Europea L 348 del 31 Dic 2010: Regulation (EU) 1235/2010 of the European

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

INFORMATION DOCUMENT. 18 December 2013

INFORMATION DOCUMENT. 18 December 2013 Via Martiri di Cefalonia, 67 20097 San Donato Milanese (Milano) Tel. +39 025201 Fax +39 0252044415 www.saipem.eni.it INFORMATION DOCUMENT prepared pursuant to Article 5 and to the form attached as Annex

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli