Servizi di sviluppo e gestione del Sistema Informativo del Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizi di sviluppo e gestione del Sistema Informativo del Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca."

Transcript

1 Servizi di sviluppo e gestione del Sistema Informativo del Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Guida Operativa Versione 6.0 del 07/03/2012 RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

2 INDICE 1. INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA INFORMAZIONI UTILI OPERAZIONI PRELIMINARI INSERIMENTO CODICE ENTE BT CREAZIONE DISTINTA TRASMISSIONE OIL GESTIONE ITER FIRMA DSGA GESTIONE ITER FIRMA DS GESTIONE ITER DOWNLOAD DISTINTA INVIO DISTINTA ALL ISTITUTO CASSIERE UPLOAD DISTINTA DOWNLOAD ESITO TRASMISSIONE GESTIONE ITER ESITO ELABORAZIONE GESTIONE ITER CANCELLAZIONE DISTINTA ANNULLAMENTO DISTINTA TRASMISSIONE OIL STORNO DISTINTA TRASMISSIONE OIL VINCOLI NELLA CREAZIONE DI ORDINATIVI OIL SUGGERIMENTI PER I CASI DI ESENZIONE BOLLO RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 2 -

3 1. INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA Nell ambito del quadro normativo vigente, con il termine Ordinativo Informatico Locale si intende l insieme delle risorse informatiche ed organizzative necessarie per automatizzare l iter amministrativo adottato dalle scuole per l ordinazione delle entrate e delle spese all istituto cassiere. In termini funzionali, l OIL è il complesso di procedure informatiche che permettono di integrare il sistema di contabilità finanziaria della scuola con le procedure del cassiere per consentire fra le stesse un colloquio automatizzato bidirezionale. L evidenza elettronica che si ottiene è dotata di validità amministrativa e contabile e sostituisce a tutti gli effetti, i documenti cartacei. Tale garanzia è data dall uso della firma digitale che permette in modo inequivocabile l identificazione del sottoscrittore e l integrità del documento (gli utenti designati alla sottoscrizione digitale sono il DGSA e DS). L iniziativa è curata dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca con il supporto dell ABI e del DigitPA. La guida descrive e illustra le funzioni disponibili sul Portale SIDI e le attività da svolgere per gestire agevolmente l ordinazione automatica dei mandati di pagamento e delle reversali di incasso all istituto cassiere. I vantaggi derivanti dall introduzione dell OIL sono molteplici: seguire modalità operative uniformi che semplificano le transazioni con le banche; riduzione dei tempi di svolgimento delle attività di pagamento e di incasso; riduzione dell impiego della carta e dei problemi di gestione degli archivi; attenuazione del rischio di errori nei controlli e nel caricamento dei dati; riduzione delle attività ripetitive e di scarso valore aggiunto, con la possibilità di destinare risorse libere ad altre attività; prosecuzione del processo di innovazione che agevolerà la futura fruizione di nuovi servizi (ad es. grazie all impiego della firma digitale); Il progetto coinvolge le istituzioni scolastiche e le relative banche cassiere; l adesione al progetto da parte di queste ultime comporta l impegno alla fornitura ed alla distribuzione delle smart card alle scuole o comunque a garantire meccanismi di accesso gratuito ai dispositivi di firma. Tenuto conto dell importante obiettivo proposto, dei vantaggi connessi ad una informatizzazione del dialogo con le scuole gestite e, in ultima analisi, della prospettiva di un regime obbligatorio, l ABI (l Associazione Bancaria Italiana) ha invitato le banche, in qualità di cassieri delle scuole, a cogliere questa opportunità ponendo in essere ogni utile iniziativa per agevolare l adozione dell OIL e per completare il processo di utilizzo delle nuove tecniche al più presto. La nuova funzione informatizzata OIL è disponibile per le istituzioni scolastiche che utilizzano il sistema SIDI Bilancio. È previsto l adeguamento a questa informativa anche per le scuole che utilizzano pacchetti software di fornitori diversi, non appena i predetti fornitori renderanno compatibili i loro sistemi. Le Segreterie Scolastiche potranno attivare la procedura OIL a partire da un momento qualsiasi dell anno. Da quel momento in poi, la scuola potrà usufruire di tutti i vantaggi dell Ordinativo Informatico Locale. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 3 -

4 2. INFORMAZIONI UTILI Il presente paragrafo contiene il glossario utilizzato per la descrizione delle funzioni di OIL. Titolo (o Ordinativo): documento contente le informazioni che sono oggetto di elaborazione da parte della Banca e può essere di due tipologie: Mandato Reversale Il Sistema tratterà i titoli (ordinativi) senza scendere nel dettaglio della tipologia. Richiesta annullamento titolo: operazione utilizzata per l annullamento di un titolo non più valido o che non deve essere elaborato dalla banca. E inviato alla banca ed associato ad un titolo. Distinta: contenitore di titoli, di richieste di annullamento di titoli o di richieste di storni. E implementato come struttura dati in formato XML. Una distinta può contenere un massimo di 100 elementi tutti appartenenti alla stessa categoria. In funzione dei dati contenuti, la distinta avrà tre formati dati differenti: Distinta titoli Distinta richiesta annullamento titoli Distinta storno titoli Certificato digitale: contiene la chiave crittografica pubblica per la verifica di una firma digitale, oltre i dati del proprietario della chiave. Firma seriale: modalità di firma digitale che consente di apporre al medesimo documento, la firma del DS solo successivamente alla firma del DSGA per confermarne, da un punto di vista giuridico, la validità. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 4 -

5 3. OPERAZIONI PRELIMINARI Per passare definitivamente all utilizzo dell OIL la scuola deve effettuare alcuni controlli riassunti nei passi seguenti: comunicare al proprio istituto cassiere la volontà di utilizzare le nuove funzionalità per la gestione dell OIL; ricevere dall istituto cassiere 2 kit di firma digitale (uno per il DS e uno per il DSGA); testare, con l eventuale supporto dell istituto cassiere, la corretta installazione ed il corretto funzionamento dei dispositivi di firma digitale; si raccomanda l installazione dei driver PKCS#11 (Standard per l'interfaccia dei Token crittografici) necessari per la comunicazione con le smart card. utilizzare la funzione disponibile sul SIDI (Verifica Firma Digitale) per la verifica della compatibilità del kit di firma digitale; unicamente nel caso in cui la funzione di verifica compatibilità restituisce esito positivo il SIDI visualizza un bottone mediante il quale la scuola può confermare la volontà di aderire all OIL. Impostazioni Java Il kit di firma digitale richiede che sia specificato un parametro all interno del pannello di controllo Java. Il parametro da impostare è il seguente: Usa formato ClientHello compatibile con SSL 2.0 Per impostare tale parametro si deve accedere al Pannello di Controllo di Windows scegliere la voce di menu Java: RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 5 -

6 Viene visualizzato il pannello di controllo Java: A questo punto deve essere selezionato il tab Avanzate all interno del quale si può selezionare il parametro precedentemente illustrato: Usa formato ClientHello compatibile con SSL 2.0 RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 6 -

7 Verifica Compatibilità Per effettuare la verifica di compatibilità si deve accedere al portale SIDI e scegliere la voce di menu Area Finanziaria Contabile - Bilan cio Scu ole, nella sezione i tuoi servizi. scegliere l anno finanziario corrente 2011 scegliere l istituto sul quale lavorare, dalla lista delle scuole associate confermare RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 7 -

8 Successivamente dal menu di sinistra selezionare: area attività di supporto verifica firm a digitale selezionare il pulsante Verifica Firm a La pressione del pulsante avvia il procedimento di verifica della compatibilità. Viene visualizzata la pagina seguente: RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 8 -

9 Se i primi controlli di compatibilità vengono superati con successo compare la maschera seguente che richiede il PIN per testare il dispositivo di firma: NOTA BENE Se durante il processo di verifica vengono visualizzati dei messaggi di errore l utente deve contattare il numero verde descrivendo nel dettaglio l errore o il comportamento anomalo riscontrato. La comparsa di eventuali messaggi di errore indica il fallimento del processo di validazione. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group - 9 -

10 Il processo di verifica prosegue con la visualizzazione dei dati del certificato di firma: Al termine del processo se la verifica si è completata con successo e senza la visualizzazione di nessun errore, compare il pulsante Adesione OIL che consente alla scuola di confermare la volontà di aderire all OIL. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

11 Verifica adesione E possibile controllare in ogni momento se la scuola ha aderito all OIL selezionando le seguenti voci di menu: Area Attività di Supporto Parametri Procedura Nella pagina che compare la spunta presente nel campo Adesione OIL conferma l avvenuta adesione da parte della scuola e il completamento con successo del processo di validazione del kit di firma. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

12 Rimozione dell adesione all OIL E possibile rimuovere l adesione all OIL unicamente se la scuola non ha creato delle distinte OIL. Scegliendo le seguenti voci di menu: Area Attività di Supporto Verifica Firm a Digitale Compare la pagina seguente dove sarà possibile selezionare il pulsante Rimuovi adesione OIL. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

13 4. INSERIMENTO CODICE ENTE BT L istituto cassiere deve comunicare alla scuola il Codice Ente BT. Tale codice permette alla banca di individuare univocamente la scuola all interno di tutte le scuole e di tutti gli enti gestiti dalla banca stessa. NOTA BENE Inserire nel SIDI il codice ente BT esattamente come viene fornito dalla banca. Non appena è stato ottenuto tale codice è necessario inserirlo nel sistema SIDI tramite la funzione accessibile dal menù Area Attività di Supporto - > Istituti Cassieri. Il sistema propone l elenco dei conti correnti attivi, si dovrà dunque selezionare un conto dall elenco cliccare su Modifica RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

14 A questo punto si può inserire il Codice Ente BT nell apposito campo e poi si può salvare l operazione selezionando il pulsante Conferma. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

15 5. CREAZIONE DISTINTA TRASMISSIONE OIL Le azioni legate a questo processo permettono la creazione della distinta di trasmissione che contiene i titoli (mandati e reversali) da inviare all istituto cassiere. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta trasm issione OIL. Per creare una nuova distinta selezionare: inserisci l Istituto cassiere confermare Il sistema propone l elenco dei mandati e delle reversali, emessi per l istituto cassiere scelto, che siano nello stato di emesso o stampato. Risultano automaticamente tutti selezionati, ossia inclusi nella distinta che si sta creando, ma è comunque possibile deselezionare quelli non di interesse. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

16 I titoli selezionati sono associati alla distinta attraverso un codice progressivo. I titoli facenti parte della distinta assumono lo stato di selezionato. Il sistema crea una nuova distinta nella base dati e ne associa lo stato di creata. Alla conferma della selezione dei mandati e delle reversali da includere nella distinta, appare un riepilogo dello stato: RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

17 NOTA BENE Si consiglia di trascrivere il numero che il sistema ha attribuito alla distinta creata. Questa informazione sarà necessaria per ricercare la distinta nelle successive fasi di lavorazione. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

18 6. GESTIONE ITER FIRMA DSGA Le azioni legate a questo processo permettono all utente Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi di apporre la firma digitale alla distinta. Solo le distinte nello stato creata possono essere firmate dal DSGA. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta trasm issione OIL Per apporre la firma digitale è necessario: selezionare la distinta dall elenco cliccare su Gestione iter Il sistema prospetta una finestra con il riepilogo delle operazioni già effettuate o ancora da effettuare, sulla distinta selezionata. Nella colonna stato elaborazione il valore eseguito sta a significare che l operazione indicata nella colonna passo elaborazione è stata completata. Il valore non eseguito sta a significare che la corrispondente operazione indicata nella colonna passo elaborazione è ancora da effettuare. selezionare firm a DSGA selezionare visualizza dettaglio passo RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

19 cliccare su apponi firm a NOTA BENE La funzione di firma dei dati richiede l utilizzo della smart card del DSGA. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

20 Il DSGA appone la firma con la smart card inserita nell apposito lettore. Al termine dell operazione lo stato della distinta sarà aggiornato a firmata DSGA. Il Sistema genera la busta con firma seriale della distinta e la salva nella base dati. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

21 7. GESTIONE ITER FIRMA DS Le azioni legate a questo processo permettono all utente Dirigente Scolastico di apporre la firma digitale alla distinta. Solo le distinte nello stato firmata DSGA possono essere firmate dal DS. Il Dirigente Scolastico deve accedere al Portale SIDI utilizzando le proprie credenziali. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta trasm issione OIL. Per apporre la firma digitale è necessario: selezionare la distinta dall elenco cliccare su Gestione iter Il sistema prospetta una finestra con il riepilogo delle operazioni già effettuate o ancora da effettuare sulla distinta selezionata. Nella colonna stato elaborazione il valore eseguito sta a significare che l operazione indicata nella colonna passo elaborazione è stata completata. Il valore non eseguito sta a significare che la corrispondente operazione indicata nella colonna passo elaborazione è ancora da effettuare. selezionare firm a DS selezionare visualizza dettaglio passo RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

22 cliccare su apponi firm a NOTA BENE La funzione di firma dei dati richiede l utilizzo della smart card del DS. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

23 Il DS appone la firma con la smart card inserita nell apposito lettore. Al termine dell operazione lo stato della distinta sarà aggiornato a firmata DS. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

24 Il Sistema genera la busta con firma seriale della distinta e la salva nella base dati. Con l apposizione di questa seconda firma si valida, dal punto di vista giuridico, anche la firma precedente del DSGA. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

25 8. GESTIONE ITER DOWNLOAD DISTINTA Questo passaggio consente all utente di scaricare il file che poi dovrà essere inviato all istituto cassiere. Il file scaricato è salvato in una directory del file system della postazione utente. Solo le distinte nello stato firmata DS o Rifiutata possono essere scaricate. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta trasm issione OIL. Per effettuare il download della distinta è necessario: selezionare la distinta dall elenco cliccare su Gestione iter Il sistema prospetta una finestra con il riepilogo delle operazioni già effettuate o ancora da effettuare sulla distinta selezionata. selezionare dow nload distinta selezionare visualizza dettaglio passo RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

26 cliccare su scarica RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

27 cliccare su salv a NOTA BENE Si consiglia di prendere nota del nome del file e del percorso dove è stato salvato il file sul pc. Questa informazione sarà necessaria per ricercare il file nella successiva fase di trasmissione all istituto cassiere. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

28 Il file creato è un file criptato, quindi non leggibile. Al termine dell operazione lo stato della distinta sarà aggiornato a trasmessa. Anche lo stato dei titoli presenti nella distinta è aggiornato a trasmesso. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

29 9. INVIO DISTINTA ALL ISTITUTO CASSIERE NOTA BENE Tutte le operazioni che verranno descritte in questa fase, sono da effettuarsi sul sito internet dell istituto cassiere scelto dalla Segreteria scolastica. 9.1 Upload Distinta L utente deve connettersi all Home Banking dell istituto cassiere e visualizzare la sezione dedicata ad OIL. A questo punto potrà essere effettuato nel sistema di Home Banking dell istituto cassiere, l upload del file della distinta firmata digitalmente e precedentemente scaricata sul pc, dall operazione di download. Gli eventuali dubbi relativi a questi passaggi dovranno essere chiariti direttamente con l istituto cassiere. Si precisa che a seguito di questa operazione, sul sistema SIDI non verrà aggiornato lo stato della distinta che risulterà quindi ancora trasmessa. 9.2 Download esito trasmissione L utente deve connettersi all Home Banking dell istituto cassiere e visualizzare la sezione dedicata ad OIL. L Utente dovrà verificare se sia presente il file dell esito della trasmissione della distinta precedentemente caricata. L Istituto cassiere evidenzia in un file di tipo trasmissivo la corretta ricezione del file della distinta ed evidenzia in un file di tipo applicativo il corretto contenuto del file della distinta. Il file dell esito di trasmissione è un file firmato digitalmente dalla banca. L utente effettuerà il download del file che il sistema di Home Banking dell istituto cassiere avrà creato, scaricandolo e salvandolo in una directory del file system della postazione utente. L utente può acquisire anche un eventuale file di errori, anche questo firmato digitalmente. NOTA BENE Si consiglia di prendere nota del nome del file e del percorso dove è stato salvato il file sul pc. Questa informazione sarà necessaria per ricercare il file nella successiva fase di caricamento dell esito dell elaborazione al SIDI. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

30 10. GESTIONE ITER ESITO ELABORAZIONE Le azioni legate a questo processo permettono all utente di caricare sul SIDI l esito del flusso inviato all Istituto cassiere. Solo le distinte nello stato trasmessa possono essere elaborate. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta trasm issione OIL. Per effettuare l upload del file degli esiti della trasmissione precedentemente scaricato dall Home Banking, è necessario: cliccare su Gestione iter selezionare esito elaborazione selezionare visualizza dettaglio passo RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

31 cliccare su carica file esito ricercare il file esito dell istituto cassiere RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

32 caricare il file esito dell istituto cassiere Il Sistema automaticamente aggiorna lo stato delle distinte interessate dagli esiti caricati. Al termine dell operazione lo stato della distinta potrà risultare aggiornato a ricevuta o elaborata. Nel caso di errori di trasmissione, lo stato della distinta sarà aggiornato a rifiutata. Anche lo stato dei titoli presenti nella distinta è aggiornato a pagato per i mandati e riscosso per le riversali. Nel caso di distinta rifiutata, i titoli in essa contenuti sono aggiornati allo stato Emesso e viene eliminato il riferimento alla distinta di origine; in tal modo i titoli si rendono disponibili per essere inseriti in una nuova distinta. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

33 Se lo stato della distinta è aggiornato a elaborata, il file dell istituto cassiere era di tipo applicativo quindi riferito al contenuto dell esito della trasmissione. Se lo stato della distinta è aggiornato a ricevuta, il file dell istituto cassiere era di tipo trasmissivo quindi riferito solamente al risultato dell esito della trasmissione e non al contenuto. Sarà quindi necessario verificare periodicamente il sito dell Home Banking per effettuare il download del file di tipo applicativo e caricare nuovamente sul SIDI l esito dell elaborazione. NOTA BENE Da notare che gli esiti potranno essere relativi a ordinativi presenti in diverse distinte: non è necessario caricare esiti di ordinativi presenti in un unica distinta. Il sistema SIDI riconosce automaticamente gli ordinativi e aggiorna il loro stato indipendentemente dalla distinta che conteneva gli ordinativi. Solo nel caso in cui si riceve un messaggio di rifiuto flusso dalla banca è importante selezionare la giusta distinta che passerà nello stato rifiutata. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

34 11. GESTIONE ITER CANCELLAZIONE DISTINTA La funzione di cancellazione distinta consente all utente di eliminare solo le distinte presenti a sistema che risultino nello stato di: creata firmata DSGA firmata DS. Le distinte che risultino nello stato di: trasmessa ricevuta elaborata rifiutata, non possono essere cancellate. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta trasmissione OIL. Per effettuare la cancellazione della distinta è necessario: selezionare la distinta dall elenco cliccare su Gestione iter selezionare cancella distinta selezionare visualizza dettaglio passo RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

35 cliccare su can cella cliccare su conferm a RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

36 12. ANNULLAMENTO DISTINTA TRASMISSIONE OIL Le azioni legate a questo processo permettono la creazione della distinta di annullamento da inviare all istituto cassiere. Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta annullamento OIL. Per creare una distinta di annullamento selezionare: inserisci l Istituto cassiere confermare Il sistema propone l elenco dei mandati e delle reversali, emessi per l istituto cassiere scelto, che siano nello stato di annullato. Risultano automaticamente tutti selezionati, ossia inclusi nella distinta che si sta creando, ma è comunque possibile deselezionare quelli di non interesse RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

37 I titoli selezionati sono associati alla distinta attraverso un codice progressivo. I Titoli facenti parte della distinta assumono lo stato di selezionato. Il Sistema crea una nuova distinta nella base dati e ne associa lo stato a creata. Alla conferma della selezione dei mandati e delle reversali da includere nella distinta, appare un riepilogo dello stato: RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

38 NOTA BENE Si consiglia di trascrivere il numero che il sistema ha attribuito alla distinta creata. Questa informazione sarà necessaria per ricercare la distinta nelle successive fasi di lavorazione. Il Sistema crea una nuova distinta nella base dati e ne associa lo stato a creata con tipologia annullamento. Per inviare all istituto cassiere le informazioni relative ai titoli annullati, si dovrà procedere con tutti i successivi passi di elaborazione: inserimento della firma del DSGA, della firma del DS, del download della distinta e dell invio del file all istituto cassiere. Si consiglia di rivedere le indicazioni di questa Guida Operativa da pag. 15 RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

39 13. STORNO DISTINTA TRASMISSIONE OIL Le azioni legate a questo processo permettono la creazione della distinta di storno da inviare all istituto cassiere. Per storno mandato si intende il cambio del progetto di riferimento del mandato (es. da P1 a P2). Per storno reversale si intende il cambio del piano dei conti delle entrate (es. da a 1.1.2). Le funzioni sono accessibili dal menù Area Gestionale Movim enti - > Distinta storno OIL. Per creare una nuova distinta di storno selezionare: inserisci l Istituto cassiere confermare Il sistema propone l elenco dei mandati e delle reversali, emessi per l istituto cassiere scelto, che siano nello stato di riscosso o pagato e che abbiano avuto una richiesta di storno attraverso le funzioni di Storno Mandati e Storno Reversali dell Area Gestionale Movimenti. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

40 NOTA BENE E da precisare che il cambio di progetto/attività (per i mandati) e/o il cambio di aggregato/voce/sottovoce (per le reversali) diventa esecutivo solo al caricamento dell esito applicativo con riferimento ai titoli oggetto di storno. Risultano automaticamente tutti selezionati, ossia inclusi nella distinta che si sta creando, ma è comunque possibile deselezionare quelli di non interesse I titoli selezionati sono associati alla distinta attraverso un codice progressivo. I Titoli facenti parte della Distinta assumono lo stato di selezionato. Il Sistema crea una nuova distinta nella base dati e ne associa lo stato a creata. Alla conferma della selezione dei mandati e delle reversali da includere nella distinta, appare un riepilogo dello stato: RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

41 NOTA BENE Si consiglia di trascrivere il numero che il sistema ha attribuito alla distinta creata. Questa informazione sarà necessaria per ricercare la distinta nelle successive fasi di lavorazione. Il Sistema crea una nuova distinta nella base dati e ne associa lo stato creata con tipologia storno. Per inviare all istituto cassiere le informazioni relative ai titoli stornati, si dovrà procedere con tutti i successivi passi di elaborazione: inserimento della firma del DSGA, della firma del DS, del download della distinta e dell invio del file all istituto cassiere. Si consiglia di rivedere le indicazioni di questa Guida Operativa da pag. 15 RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

42 14. VINCOLI NELLA CREAZIONE DI ORDINATIVI OIL Sono stati aggiunti dei controlli per guidare il personale di segreteria nella creazione degli ordinativi e per rendere minima la possibilità di commettere errori. Infatti le distinte contenenti errori vengono rifiutate dall istituto cassiere con la conseguenza di allungare i tempi di evasione delle pratiche. Segue l elenco dei controlli che sono stati aggiunti: Prelievo da conto corrente postale Se una reversale ha la modalità di riscossione è "PRELIEVO DA CC POSTALE" è obbligatorio valorizzare il campo "Numero C/C". Accredito conto corrente postale Se un mandato ha la modalità di pagamento "ACCREDITO CONTO CORRENTE POSTALE" è obbligatorio il campo "Numero C/C", mentre non viene richiesto obbligatoriamente l'iban. Bonifico Bancario Se un mandato ha la modalità di pagamento "BONIFICO BANCARIO E POSTALE" assicurarsi di aver valorizzato con l'iban del beneficiario. Assegno Circolare Se un mandato ha la modalità di pagamento "ASSEGNO CIRCOLARE" assicurarsi di aver valorizzato l'indirizzo del beneficiario, il cap del beneficiario, la località del beneficiario, la provincia del beneficiario nella funzione di gestione dei Creditori. SEPA Credit Transfer Se un mandato ha la modalità di pagamento "SEPA CREDIT TRANSFER" assicurarsi di aver valorizzato l'iban del beneficiario (è obbligatorio), sono invece facoltativi i campi "BIC" e "Identificativo end to end". Rifiuto flusso Se l istituto cassiere ci invia un esito di rifiuto flusso, tutti gli ordinativi contenuti nella distinta selezionata vengono riportati dallo stato "TRASMESSO" allo stato "EMESSO" e viene eliminato il riferimento alla distinta di origine. NOTA BENE Solo nel caso di rifiuto flusso è importante accertarsi di aver selezionato la corretta distinta prima di caricare il file di rifiuto flusso. Solo in questo caso è importante la distinta selezionata perchè verranno liberati tutti gli ordinativi legati alla distinta selezionata. RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

43 Esenzione bollo Se la tipologia del bollo è "ESENTE BOLLO" allora è obbligatoria la Causale Esenzione Bollo Suggerimenti per i casi di esenzione bollo Seguono alcuni suggerimenti da seguire per valorizzare la causale di esenzione bollo: Reversali Se la scuola incassa soldi provenienti da privati (ad esempio i genitori), gli incassi li fa l istituto cassiere utilizzando i sospesi in entrata, quindi l istituto cassiere si occupa di applicare l'imposta di bollo se necessario. La scuola emette solo la reversale a regolarizzazione dei sospesi con la causale "DOCUMENTO A REGOLARIZZAZIONE DI SOSPESI". Sono inoltre esenti da imposta di bollo: quietanze per importi fino a euro 77,47; quietanze di qualsiasi importo per versamenti disposti dall'ente sul proprio conto di tesoreria (o di cassa) per il tramite di un proprio dipendente, cui va intestata o rilasciata la quietanza con indicazione della qualifica o almeno della qualità di "dipendente"; quietanze relative alla riscossione di corrispettivi di operazioni assoggettate ad IVA (se tale circostanza risulti dal contesto della reversale emessa dall'ente beneficiario): su di esse si annota: "Corrispettivo di operazione assoggettata ad IVA"; quietanze non rilasciate rimaste allegate alla rispettiva matrice perché non volute dal versante; quietanze rilasciate all'agente della riscossione (ex esattore) per il versamento delle rate dei ruoli; quietanze rilasciate per la riscossione di imposta sulla pubblicità, imposta sulle affissioni, tassa occupazione spazi ed aree pubbliche, tasse concessioni comunali, imposta di soggiorno ed altri proventi di carattere tributario; i contributi dovuti ai comuni per il rilascio delle concessioni edilizie ai sensi della legge , n. 10 (c.d. oneri di urbanizzazione) non hanno carattere tributario; quietanze rilasciate staccandole dal bollettario delle entrate delle U.S.L. per l'introito dei tickets ex art. 12 L. 181/1982; quietanze staccate dal bollettario delle entrate per la sistemazione di rapporti interni con il tesoriere-cassiere (come ad esempio per l introito del capitale rimborsato in seguito ad estrazione o scadenza di titoli, per la riscossione di cedole scadute, ecc.); quietanze compilate per sistemazioni contabili, anche se staccate dal bollettario, recanti l annotazione, in conformità della pertinente reversale, "movimento interno"; quietanze poste in essere da Amministrazioni dello Stato, Regioni, Province, Comuni, loro consorzi ed associazioni, nonché Comunità Montane, aziende speciali ed U.S.L., sempre che vengano tra loro scambiate; quietanze per introito di somme o valori depositati in garanzia o per semplice custodia presso Pubbliche Amministrazioni statali o locali; DEPOSITI CAUZIONALI; quietanze relative alla riscossione di oblazioni a scopo di beneficenza a condizioni che sull'atto risulti tale scopo (sussidi); quietanze relative a contrassegno per invalidi, atti relativi a soggetti non abbienti, atti concernenti minori e interdetti, atti delle onlus; quietanze relativi a biglietti e abbonamenti per il trasporto pubblico; RTI : HP Enterprise Services Italia Auselda AED Group

Progetto Co.Ge. Gestione Ordinativo Informatico Locale

Progetto Co.Ge. Gestione Ordinativo Informatico Locale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per il Bilancio Progetto Co.Ge. Gestione Ordinativo Informatico

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE.0006366.05-08-2011 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria ed il Bilancio

Dettagli

OIL: Ordinativo Informatico Locale SIDI - TesoWeb (Cassa di Risparmio di Cesena) Breve vademecum per orientarsi con la nuova procedura dell OIL

OIL: Ordinativo Informatico Locale SIDI - TesoWeb (Cassa di Risparmio di Cesena) Breve vademecum per orientarsi con la nuova procedura dell OIL OIL: Ordinativo Informatico Locale SIDI - TesoWeb (Cassa di Risparmio di Cesena) Breve vademecum per orientarsi con la nuova procedura dell OIL Premessa: questo manuale non sostituisce in alcun modo i

Dettagli

Giornale di Cassa e regolarizzazione dei sospesi

Giornale di Cassa e regolarizzazione dei sospesi Servizi di sviluppo e gestione del Sistema Informativo del Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Giornale di Cassa e regolarizzazione dei sospesi Guida Operativa Versione 1.0 del RTI

Dettagli

Progetto Co.ge. Situazione generale al 31 maggio 2012

Progetto Co.ge. Situazione generale al 31 maggio 2012 Progetto Co.ge. Situazione generale al 31 maggio 2012 RIFERIMENTI PER IL PROGETTO Progetto.coge@istruzione.it 1. Codice meccanografico della Vs Scuola 2. Denominazione Scuola 3. Indirizzo completo e numero

Dettagli

QUICK GUIDE - OIL (Ordinativo Informatico Locale) (Area Nuovo Bilancio ver. 410 e successive)

QUICK GUIDE - OIL (Ordinativo Informatico Locale) (Area Nuovo Bilancio ver. 410 e successive) QUICK GUIDE - OIL (Ordinativo Informatico Locale) (Area Nuovo Bilancio ver. 410 e successive) L integrazione del modulo School Banking consente, con poche e semplici funzioni, la generazione di uno o più

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI INCASSO DELLA CONTRIBUENZA CONSORZIALE PARTE 1^ : SERVIZIO DI

Dettagli

Contabilità INFOSCHOOL: Ordinativo Informatico Locale (OIL)

Contabilità INFOSCHOOL: Ordinativo Informatico Locale (OIL) Contabilità INFOSCHOOL: Ordinativo Informatico Locale (OIL) Versione del 08/08/2013 1. Attivazione della procedura OIL...2 2. Cosa chiedere all Istituto Cassiere...3 3. Impostazione dei parametri generali...3

Dettagli

COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PREMESSE ART. 1 - Oggetto dell appalto ART. 2 Modalità di affidamento

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE COMUNE DI CASANDRINO ROVINCIA DI NAPOLI SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO RISORSE FINANZIARIE BILANCIO TRIBUTI E CONTROLLO DI GESTIONE SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

Dettagli

ARGO BILANCIO WINDOWS - GESTIONE O.I.L. VERSIONE 1.3

ARGO BILANCIO WINDOWS - GESTIONE O.I.L. VERSIONE 1.3 ARGO BILANCIO WINDOWS - GESTIONE O.I.L. VERSIONE 1.3 Le Guide Sintetiche Indice generale Premessa... 2 Che cos'è l'ordinativo Informatico Locale (OIL)...2 Attivazione OIL... 2 Tabella Modalità di Pagamento...

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione L anno.. il giorno. del mese di. in Milano nella sede del

Dettagli

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE 1 CONVENZIONE PER IL DISIMPEGNO DEL SERVIZIO DI CASSA A) Servizio di cassa per il triennio 2011, 2012, 2013. ART. 1 L A.M.T. affida il proprio servizio di cassa, all istituto di credito....operante su

Dettagli

CONTRATTO PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA. Sig.ra Emanuela Dr.ssa Perin, nata a Padova il 01.05.1967, che agisce in

CONTRATTO PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA. Sig.ra Emanuela Dr.ssa Perin, nata a Padova il 01.05.1967, che agisce in CONTRATTO PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA il CENTRO RESIDENZIALE ANZIANI UMBERTO PRIMO di Piove di Sacco, codice fiscale n 80009810286, in seguito chiamato Ente, rappresento dalla Sig.ra

Dettagli

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca)

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca) COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca) SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Approvata con deliberazione del consiglio comunale n.. del.. Art. 1 Affidamento del

Dettagli

Circolare ABI - Serie Tecnica n. 30-5 agosto 2011

Circolare ABI - Serie Tecnica n. 30-5 agosto 2011 461,25 Circolare ABI - Copyright 2011 Bancaria Editrice Pagina 461,25 Copyright 2011 Bancaria Editrice Pagina 461,25 Copyright 2011 Bancaria Editrice Pagina 461,25 - - - Copyright 2011 Bancaria Editrice

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SEZIONE SERVIZIO DI CASSA AI SENSI DELLA LEGGE N. 720/84 - TABELLA B ALLEGATO ALLA CONVENZIONE

CAPITOLATO TECNICO SEZIONE SERVIZIO DI CASSA AI SENSI DELLA LEGGE N. 720/84 - TABELLA B ALLEGATO ALLA CONVENZIONE AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO TECNICO SEZIONE SERVIZIO DI CASSA AI SENSI DELLA LEGGE N. 720/84 - TABELLA B ALLEGATO ALLA CONVENZIONE Pag. 1 di 10 Sommario 1. OGGETTO DEL SERVIZIO...

Dettagli

Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007

Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007 Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007 Sommario Movimenti e Saldo: Consolidato e Tempo reale....pagina 3 Come disporre: Disposizioni e Distinte...........Pagina 4 Disposizioni:

Dettagli

ALLEGATO sub B) ALLA DELIBERAZIONE DELLA CONFERENZA DELL'AUTORITA' D'AMBITO N. 2 n. 95 del 21 dicembre 2004 RINNOVO CONVENZIONE

ALLEGATO sub B) ALLA DELIBERAZIONE DELLA CONFERENZA DELL'AUTORITA' D'AMBITO N. 2 n. 95 del 21 dicembre 2004 RINNOVO CONVENZIONE ALLEGATO sub B) ALLA DELIBERAZIONE DELLA CONFERENZA DELL'AUTORITA' D'AMBITO N. 2 n. 95 del 21 dicembre 2004 RINNOVO CONVENZIONE IL SEGRET ARIO D ELLA CONFERENZ A (Dott. Piero Gaet ano Vantaggiato) TRA

Dettagli

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail Descrizione delle Funzionalità Core Banking Retail Sommario 1. PAGAMENTI 4 1.1.1 Come inserire un nuovo Bonifico Italia 5 1.1.2 Come inserire un Bonifico Sepa 9 1.1.3 Come eseguire il pagamento di un

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA Con la presente CONVENZIONE posta in essere tra l Azienda Territoriale per l Edilizia

Dettagli

SCHEMA CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA A FAVORE DELL ISTITUTO EUROPA UNITA/F.ENRIQUES

SCHEMA CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA A FAVORE DELL ISTITUTO EUROPA UNITA/F.ENRIQUES Allegato 2 SCHEMA CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA A FAVORE DELL ISTITUTO EUROPA UNITA/F.ENRIQUES Definizioni Allegato Tecnico: Linee Guida di DigitPA del 21 luglio 2011 recanti

Dettagli

ISMEA Istituto di Servizi per il MErcato Agricolo Alimentare

ISMEA Istituto di Servizi per il MErcato Agricolo Alimentare ISMEA Istituto di Servizi per il MErcato Agricolo Alimentare CAPITOLATO TECNICO SEZIONE TESORERIA ALLEGATO ALLA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI RISCOSSIONE DELLE ENTRATE ED IL PAGAMENTO DELLE SPESE FACENTI

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Allegato 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017 Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Premesso che con delibera del Commissario Straordinario,

Dettagli

V0_Ib-Fec. - BPLazio Web

V0_Ib-Fec. - BPLazio Web DIREZIONE GENERALE AREA MERCATO V0_Ib-Fec. - BPLazio Web (Internet Banking) Manuale Utente Edizione Ottobre 2008 SOMMARIO 1. Premessa... 4 1.1 Note Generali... 4 2. Come accedere al servizio... 5 2.1 Primo

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa

SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa 1 SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI RAGUSA,

Dettagli

Allegato C1. Adozione dell Ordinativo Informatico con firma digitale.

Allegato C1. Adozione dell Ordinativo Informatico con firma digitale. APPENDICE ALLA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA. (denominazione scuola), con sede in.., Via.. n.., C.F. n. più avanti denominata semplicemente

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line CESSAZIONI ON-LINE 12 gennaio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO DI DOMANDA ON LINE... 4 2.1

Dettagli

Progetto Istanze On Line. Presentazione istanza revisori dei conti. 07 ottobre 2010

Progetto Istanze On Line. Presentazione istanza revisori dei conti. 07 ottobre 2010 2010 Progetto Istanze On Line Presentazione istanza revisori dei conti 07 ottobre 2010 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA...3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI...3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO DI DOMANDA

Dettagli

MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0002536.18-04-2013

MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0002536.18-04-2013 MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0002536.18-04-2013 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007 REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007 Articolo 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART.

L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART. L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART. 3 Fatture, note, ricevute, quietanze, estratti conto SCHEDA N. 4 Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 4 Settembre 2007 Pag. /8 www.tuttocamere.it

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

Manuale per la gestione dell utenza Presentazione Documenti

Manuale per la gestione dell utenza Presentazione Documenti Servizi telematici dell Agenzia del Territorio (SISTER) Manuale per la gestione dell utenza Presentazione Documenti Direzione Centrale Sistemi Informativi SISTER-GU- PRESENTAZIONE vers. 16apr2012 1 Seleziona

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6 TRA La Camera di Commercio di Isernia, con sede in Isernia, C.so Risorgimento,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo

REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL AZIENDA CONSORTILE Pedemontana Sociale L anno duemila.

Dettagli

Note di rilascio. Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal

Note di rilascio. Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Note di rilascio Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Parcelle & Fatture Versione 9.0 04/06/2014 SINTESI DEI CONTENUTI Le principali implementazioni riguardano: Fatturazione elettronica

Dettagli

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Nota Operativa Parcelle&Fatture 30 Maggio 2014 Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Premessa Normativa La direttiva europea 2010/45/UE prevede che dal 6 giugno 2014 la PA centrale

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TESORERIA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TESORERIA SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TESORERIA Art.1 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO Il servizio di tesoreria del Comune di Canosa di Puglia viene affidato la quale accetta di svolgerlo presso

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART.

L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART. L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART. 3 Fatture, note, ricevute, quietanze, estratti conto SCHEDA N. 4 Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 4 26 Giugno 203 Pag. /8 www.tuttocamere.it

Dettagli

SOMMARIO. Come leggere i dati informativi inviati dalle banche. Funzionamento Ritiro Effetti. Funzionamento Bonifico Estero

SOMMARIO. Come leggere i dati informativi inviati dalle banche. Funzionamento Ritiro Effetti. Funzionamento Bonifico Estero SOMMARIO Come leggere i dati informativi inviati dalle banche Come trasmettere disposizioni alle banche Funzionamento Bonifici Funzionamento Ri.Ba Funzionamento Ritiro Effetti Funzionamento Stipendi Funzionamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

L'imposta di bollo sulle istanze

L'imposta di bollo sulle istanze L'imposta di bollo sulle istanze Di norma, tutte le istanze rivolte alla pubblica amministrazione - tendenti ad ottenere l'emanazione di un provvedimento amministrativo, di un atto (quindi anche le richieste

Dettagli

SCHEMA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE.

SCHEMA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE. COMUNE DI TREPPO GRANDE PROV. DI UDINE SCHEMA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE. L'anno, il giorno del mese di in Treppo Grande, presso la sede municipale, in Piazza Marconi,

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI LACEDONIA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI LACEDONIA INDICE Articolo 1 Oggetto e limiti della convenzione e compenso per lo svolgimento del servizio... 2 Articolo 2 - Durata della convenzione... 3 Articolo 3 Luogo di svolgimento del servizio... 3 Articolo

Dettagli

MANUALE OPERATORE. Edizione Giugno 2014

MANUALE OPERATORE. Edizione Giugno 2014 MANUALE OPERATORE Edizione Giugno 2014 Manuale Operatore PasKey tribunalionline - Giugno 2014 INDICE INTRODUZIONE... 4 ACCESSO OPERATORE... 5 SERVIZI ON LINE... 7 SITUAZIONE RAPPORTI... 7 DOCUMENTI ON

Dettagli

APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato.

APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato. APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato. Affidamento del servizio di tesoreria e di cassa dell Azienda

Dettagli

Hub-PA Versione 2.1.0 Manuale utente

Hub-PA Versione 2.1.0 Manuale utente Hub-PA Versione 2.1.0 Manuale utente (Marzo 2015) Hub-PA è la porta d ingresso al servizio di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione (PA) a disposizione di ogni fornitore. Questo manuale

Dettagli

Manuale per la gestione dell utenza Presentazione Documenti

Manuale per la gestione dell utenza Presentazione Documenti Servizi telematici dell Agenzia del Territorio (SISTER) Manuale per la gestione dell utenza Presentazione Documenti Direzione Centrale Sistemi Informativi SISTER-GU- PRESENTAZIONE vers. 21dic2011 1 Seleziona

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I)

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I) COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria (All. I) INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000033453 Ente Descrizione COMUNE DI ROVIGO Categoria Province

Dettagli

SCHEMA DI OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL COMUNE DI TORTOLI

SCHEMA DI OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL COMUNE DI TORTOLI ALLEGATO D ALLA DETERMINAZIONE N. 20139 DEL 14/12/2007 SCHEMA DI OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL COMUNE DI TORTOLI PERIODO DALL 01/03/2008 AL 31/12/2012 1 Al Comune di Tortolì

Dettagli

Città di Bollate. Provincia di Milano. U.O. Ragioneria

Città di Bollate. Provincia di Milano. U.O. Ragioneria CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI BOLLATE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2018. CIG 5988580C8A INDICE Articolo 1 - Oggetto e limiti della convenzione e compenso per

Dettagli

Provincia del Medio Campidano. - Periodo 01.01.2008-31.12.2012 -

Provincia del Medio Campidano. - Periodo 01.01.2008-31.12.2012 - ALLEGATO E ALLA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 726 DEL 07/11/2007 SCHEMA D OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER LA PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO - Periodo 01.01.2008-31.12.2012-1

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO 01.01.2016/31.12.2020

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO 01.01.2016/31.12.2020 Rio Saliceto, / /2015 CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO 01.01.2016/31.12.2020 Prot. 00 L Amministrazione Comunale di Rio Saliceto, in seguito denominata Ente codice fiscale.:00377960356

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERA DI C.C. n. DEL COMUNE DI FERRARA CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

ALLEGATO A) ALLA DELIBERA DI C.C. n. DEL COMUNE DI FERRARA CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1 ALLEGATO A) ALLA DELIBERA DI C.C. n. DEL COMUNE DI FERRARA CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI FERRARA PER IL PERIODO 01/01/2016 31/12/2020. TRA COMUNE DI FERRARA In

Dettagli

Allegato B) del D.P.R. 642/1972 TABELLA Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto 1. Petizioni agli organi

Allegato B) del D.P.R. 642/1972 TABELLA Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto 1. Petizioni agli organi Allegato B) del D.P.R. 642/1972 TABELLA Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto 1. Petizioni agli organi legislativi; atti e documenti riguardanti la formazione delle liste

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA. Il Comune di, in seguito per brevità denominato Ente o Comune, rappresentato

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA. Il Comune di, in seguito per brevità denominato Ente o Comune, rappresentato COMUNE DI SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 1.01.20.. 31.12.20.. TRA Il Comune di, in seguito per brevità denominato Ente o Comune, rappresentato da nella sua

Dettagli

Gestione delle attività a cura del Referente di Sede Guida Rapida Versione 1.0

Gestione delle attività a cura del Referente di Sede Guida Rapida Versione 1.0 Gestione delle attività a cura del Referente di Sede Guida Rapida Versione 1.0 RTI : HP Enterprice Services Italia - Auselda AED Group 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2 Informazioni sintetiche per la gestione

Dettagli

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO TECNICO SEZIONE AIUTI COMUNITARI ALLEGATO ALLA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO AI BENEFICIARI DI AIUTI COMUNITARI, CONNESSI E COFINANZIATI

Dettagli

SIDI Scuola Nuovo Bilancio

SIDI Scuola Nuovo Bilancio SIDI Scuola Nuovo Bilancio 1 Indice 1. Il Bilancio delle Scuole... 4 2. La Gestione dei Debitori... 8 3. La Gestione dei Creditori...12 4. La Gestione della Tipologia dei Contratti...16 5. La Gestione

Dettagli

LEZIONE: TESORERIA 1/2

LEZIONE: TESORERIA 1/2 Corso Responsabile Amministrativo E. Marcelli C. Marcelli LEZIONE: TESORERIA 1/2 Tesoreria 1/2 AGENDA 1. Tenuta cassa 1.1 Prima nota cassa 1.2 Prima nota cassa esempio 1.3 Controllo cassa 2. Banca: Tipologie

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01 GENNAIO 2015-31 DICEMBRE 2018. TRA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01 GENNAIO 2015-31 DICEMBRE 2018. TRA All. sub. 4) CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01 GENNAIO 2015-31 DICEMBRE 2018. TRA L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI BELLUNO (in seguito indicato come Ente) CF 93005430256

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione della Profilazione e della Domanda di Adesione al bando: Dote scuola 2015-2016 - Domanda Componente Disabilità Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1

Dettagli

CIRCOLARE N. 58/E. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. Roma 17 ottobre 2008

CIRCOLARE N. 58/E. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. Roma 17 ottobre 2008 CIRCOLARE N. 58/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma 17 ottobre 2008 Oggetto: Trasferimento di quote di S.r.l. Art. 36 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni,

Dettagli

INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1

INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 011138360 Ente Descrizione COMUNE DI CAMPI BISENZIO Categoria Province - Comuni - Citta' metropolitane - Unioni di Comuni Sotto Categoria COMUNI

Dettagli

Progetto SIAMM Sistema Informativo dell Amministrazione. Liquidazioni Spese di Giustizia. Manuale Utente

Progetto SIAMM Sistema Informativo dell Amministrazione. Liquidazioni Spese di Giustizia. Manuale Utente Progetto Sistema Informativo dell Amministrazione Liquidazioni Spese di Giustizia Manuale Utente 1 PREMESSA... 3 2 ASPETTI GENERALI... 4 2.1 INTERFACCIA DI VISUALIZZAZIONE... 4 2.2 CONTROLLI FORMALI SUI

Dettagli

PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE

PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE P R O V I N C I A D I Settore Risorse Finanziarie S A S S A R I Allegato alla deliberazione del Consiglio Provinciale n. 15 del 30.04.2014 PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 (ART.

Dettagli

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA AGEA AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO TECNICO SEZIONE AIUTI COMUNITARI ALLEGATO ALLA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO AI BENEFICIARI DI AIUTI COMUNITARI, CONNESSI E COFINANZIATI

Dettagli

ALLEGATO 2 SCHEMA CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI CASSA A FAVORE DELL IC. CARLO LEVI

ALLEGATO 2 SCHEMA CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI CASSA A FAVORE DELL IC. CARLO LEVI ALLEGATO 2 SCHEMA CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI CASSA A FAVORE DELL IC. CARLO LEVI Servizio di cassa: il servizio oggetto del presente capitolato è conforme a quanto previsto Dallo Schema

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO POSTA RACCOMANDATA ONLINE INTEGRATA IN MICROSOFT OFFICE di POSTE ITALIANE

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO POSTA RACCOMANDATA ONLINE INTEGRATA IN MICROSOFT OFFICE di POSTE ITALIANE Leggi con attenzione il contratto e se intendi utilizzare il Servizio accetta le clausole delle condizioni generali. Per procedere con l installazione è necessario selezionare Accetto i termini del contratto

Dettagli

ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni)

ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni) ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni) Casi di esenzione dall imposta di bollo: per ottenere certificati in carta libera (con il solo pagamento dei diritti di segreteria

Dettagli

IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A.

IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A. IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A. Claudio Mauro Direttore Centrale Business Genova, 11 Novembre 2010 1 Agenda Scenario Pubblica Amministrazione Locale Ordinativo Informatico Locale Gestione

Dettagli

Consiglio Regionale della Campania

Consiglio Regionale della Campania Consiglio Regionale della Campania C.F. e P.I. 80051460634 Sede Legale: Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli, Isola F13-80143 Napoli Sede Amministrativa: Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli,

Dettagli

Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale Porta dei pagamenti Pag. 1 di 25

Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale Porta dei pagamenti Pag. 1 di 25 Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale Porta dei pagamenti Pag. 1 di 25 Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE

CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE GLOSSARIO Azienda Mediadream S.r.l. con sede in via Belvedere 45, 22100 COMO (CO), codice fiscale e partita I.V.A. 02512420130 (di seguito l Azienda). La quale Azienda rappresenta

Dettagli

CITTA DI MESSINA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE *************

CITTA DI MESSINA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE ************* CITTA DI MESSINA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE ************* L anno il giorno.. del mese di. nella sede del Comune di Messina dinanzi a me Dott.., Segretario Generale dell

Dettagli

V1_Ib-Fec. - BPLazio Web

V1_Ib-Fec. - BPLazio Web DIREZIONE GENERALE AREA MERCATO V1_Ib-Fec. - BPLazio Web (Internet Banking) Manuale Utente Edizione Aprile 2009 SOMMARIO 1. Premessa... 4 1.1 Note Generali... 4 2. Come accedere al servizio... 5 2.1 Primo

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive

Disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive Disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive Dal 1 gennaio 2012, con l'entrata in vigore delle disposizioni della Legge 183/12.11.2011 (cosi detta legge di stabilità 2012) le certificazioni

Dettagli

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO LIBRO FONDIARIO CIRCOLARE N.. 9/2006 Trento, 24 luglio 2006 Oggetto: rilascio copie in esenzione. Nelle attività degli uffici tavolari dislocati sul territorio provinciale

Dettagli

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Indice del documento 1. Sepa End Date: key points 2. Le risposte CREVAL 3. I

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO SERVIZIO FINANZIARIO GESTIONE MANDATI/REVERSALI INFORMATICI (MIF)

COMUNE DI CASTELFIDARDO SERVIZIO FINANZIARIO GESTIONE MANDATI/REVERSALI INFORMATICI (MIF) 1 COMUNE DI CASTELFIDARDO GESTIONE MANDATI/REVERSALI INFORMATICI (MIF) o Il quadro normativo o Obiettivi o Atti preliminari o I rapporti con il Tesoriere o L operatività La terminologia Il mandato informatico

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DEFINIZIONI

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DEFINIZIONI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Michele Maria MILANO Via dello Sport, 25 89024 POLISTENA (RC) TEL.: 0966.931047 FAX: 0966.940790 C.F.: 82000860807 C.M.: RCTF030008 www.itispolistena.it rctf030008@istruzione.it

Dettagli

CONTO CORRENTE IL DOPPIO

CONTO CORRENTE IL DOPPIO Aggiornato al 01/12/2013 N release 0001 Pagina 1 di 9 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

1 Anagrafica. 1.1 Banche. 1.2 Gestione Rapporti

1 Anagrafica. 1.1 Banche. 1.2 Gestione Rapporti SOMMARIO 1 Anagrafica......2 1.1 Banche... 2 1.2 Gestione Rapporti... 2 1.3 Elenco Causali ACBI... 3 1.4 Clienti... 3 2 Informativa......5 2.1 Movimenti Banca... 5 2.2 Saldi Banca Contabili... 8 2.3 Strutture

Dettagli

AVVISO. Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni.

AVVISO. Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni. AVVISO E necessario fare presente, onde evitare spiacevoli contestazioni allo sportello, che le certificazioni emesse dall Ordine sono, di norma, soggette all imposta di bollo (Euro 16,00) sin dall origine,

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA SCIA ONLINE

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA SCIA ONLINE GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA SCIA ONLINE INDICE 1) REGISTRAZIONE AL PORTALE REGISTRAZIONE AL PORTALE DELLE PERSONE GIURIDICHE REGISTRAZIONE E ACCESSO AL PORTALE DEGLI INTERMEDIARI REGISTRAZIONE AL PORTALE

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO BANCARIO. L anno, il giorno del mese di., in Paternò (CT), presso i locali della A.M.A.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO BANCARIO. L anno, il giorno del mese di., in Paternò (CT), presso i locali della A.M.A. SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO BANCARIO L anno, il giorno del mese di, in Paternò (CT), presso i locali della A.M.A. S.p.A., socio unico Comune di Paternò, siti in via Emanuele Bellia

Dettagli

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I,

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I, CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER IL PAGAMENTO MEDIANTE IL MODELLO F24 DEI PREMI E DEI CONTRIBUTI DI SPETTANZA DELL

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Ambito di applicazione Art. 2 Definizioni TITOLO

Dettagli

Contratti di locazione IVA intracomunitaria (acquisti istituzionali) IVA Operazioni vs. San Marino Dichiarazione annuale IVA Rimborso IVA

Contratti di locazione IVA intracomunitaria (acquisti istituzionali) IVA Operazioni vs. San Marino Dichiarazione annuale IVA Rimborso IVA Febbraio 2015 Contratti di locazione Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili aventi decorrenza dal 1 del mese di dicembre e per il versamento dell imposta di

Dettagli

Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. GUIDA ON LINE AL SERVIZIO HB NET PRIVATE

Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. GUIDA ON LINE AL SERVIZIO HB NET PRIVATE Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.A. GUIDA ON LINE AL SERVIZIO HB NET PRIVATE Sommario 1. HB NET PRIVATE... 3 1.A. COME COLLEGARSI AL SERVIZIO... 3 1.A.1. La Sicurezza ed i Codici di Identificazione... 4 1.A.1.1.

Dettagli

Le contabilità sezionali. Prof. Sartirana

Le contabilità sezionali. Prof. Sartirana Le contabilità sezionali Prof. Sartirana Le contabilità delle disponibilità liquide Contabilità della cassa Contabilità dei conti correnti bancari Contabilità dei conti correnti postali Per gestire la

Dettagli