Unità 3. Magazzini industriali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Unità 3. Magazzini industriali"

Transcript

1 Impianti industriali Unità 3 Magazzini Gestione scorte Picking Politecnico di Torino 1

2 Conoscere le principali tipologie di magazzini industriali e le relative applicazioni Obiettivi Definire le tecniche di gestione scorte e i modelli di calcolo più diffusi Illustrare le tecniche per il picking nei magazzini e i mezzi utilizzati 3 Magazzini Unità Politecnico di Torino 2

3 Introduzione Sistemi di immagazzinamento tradizionali o meccanizzati magazzini automatici magazzini per udc di piccole dimensioni Arrivo e spedizione dei materiali Progettazione di un magazzino Terziarizzazione 5 Obiettivi Illustrare la necessità e gli scopi dei magazzini in ambito industriale Conoscere i principali sistemi di immagazzinamento, sia di tipo tradizionale sia automatizzato Individuare i criteri di scelta tra le varie tipologie Individuare i sistemi di carico e scarico dei materiali dai mezzi di trasporto Apprendere gli elementi di base per la progettazione di un magazzino Politecnico di Torino 3

4 Introduzione Riserva dei materiali Conservazione Razionale disposizione dei materiali Scopi dei magazzini Politecnico di Torino 4

5 Peso economico Spazio Esigenze di funzionalità Importanza dei magazzini 9 Depositi di fabbrica Tipologie o destinazione Politecnico di Torino 5

6 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime 11 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto Politecnico di Torino 6

7 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto magazzino semilavorati 13 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto magazzino semilavorati interoperazionale Politecnico di Torino 7

8 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto magazzino semilavorati interoperazionale svincola le stazioni del sistema produttivo tra loro 15 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto magazzino semilavorati interoperazionale svincola le stazioni del sistema produttivo tra loro magazzino prodotti finiti Politecnico di Torino 8

9 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto magazzino semilavorati interoperazionale svincola le stazioni del sistema produttivo tra loro magazzino prodotti finiti riceve la produzione dello stabilimento 17 Tipologie o destinazione Depositi di fabbrica magazzino materie prime raggruppamento dell intera gamma di MP necessarie per l impianto magazzino semilavorati interoperazionale svincola le stazioni del sistema produttivo tra loro magazzino prodotti finiti riceve la produzione dello stabilimento è il primo anello dei depositi distributivi Politecnico di Torino 9

10 Tipologie o destinazione Depositi distributivi 19 Tipologie o destinazione Depositi distributivi depositi centrali Politecnico di Torino 10

11 Tipologie o destinazione Depositi distributivi depositi centrali depositi periferici 21 Tipologie o destinazione Depositi distributivi depositi centrali depositi periferici centri di Distribuzione (CE.DI) Politecnico di Torino 11

12 Tipologie o destinazione Depositi distributivi depositi centrali depositi periferici centri di Distribuzione (CE.DI) transit point (cross docking) 23 Modalità di arrivo e partenza IN OUT Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 12

13 Aree funzionali Banchine di ricevimento merce 25 Aree funzionali Banchine di ricevimento merce Aree di ricevimento merce Politecnico di Torino 13

14 Aree funzionali Banchine di ricevimento merce Aree di ricevimento merce Area stoccaggio u.d.c 27 Aree funzionali Banchine di ricevimento merce Aree di ricevimento merce Area stoccaggio u.d.c Area allestimento ordini (picking) e imballaggio Politecnico di Torino 14

15 Aree funzionali Banchine di ricevimento merce Aree di ricevimento merce Area stoccaggio u.d.c Area allestimento ordini (picking) e imballaggio Area spedizione 29 Aree funzionali Banchine di ricevimento merce Aree di ricevimento merce Area stoccaggio u.d.c Area allestimento ordini (picking) e imballaggio Area spedizione Banchine di spedizione Politecnico di Torino 15

16 Indici e parametri di prestazione Ricettività 31 Indici e parametri di prestazione Ricettività R [u.d.c.] Politecnico di Torino 16

17 Indici e parametri di prestazione Ricettività R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino 33 Indici e parametri di prestazione Ricettività R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività Politecnico di Torino 17

18 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività I s = u.d.c. o voci direttamente accessibili R o numero voci complessive 35 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività u.d.c. o voci direttamente accessibili I s = [%] R o numero voci complessive Politecnico di Torino 18

19 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività u.d.c. o voci direttamente accessibili I s = [%] R o numero voci complessive Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione superficiale 37 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività u.d.c. o voci direttamente accessibili I s = [%] R o numero voci complessive Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione superficiale C s = S stoccaggio S Politecnico di Torino 19

20 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività u.d.c. o voci direttamente accessibili I s = [%] R o numero voci complessive Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione superficiale C s = S stoccaggio S [%] 39 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività u.d.c. o voci direttamente accessibili I s = [%] R o numero voci complessive Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione superficiale C s S stoccaggio = [%] S S stoccaggio = superficie del magazzino occupata dalle udc [m 2 ] Politecnico di Torino 20

21 Ricettività Indici e parametri di prestazione R [u.d.c.] Numero di u.d.c. stoccabili a magazzino Selettività u.d.c. o voci direttamente accessibili I s = [%] R o numero voci complessive Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione superficiale C s S stoccaggio = [%] S S stoccaggio = superficie del magazzino occupata dalle udc [m 2 ] S= superficie totale dell area di stoccaggio [m 2 ] 41 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico Politecnico di Torino 21

22 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico C V = V stoccaggio V [%] 43 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico V stoccaggio C V = [%] V V stoccaggio = volume del magazzino occupato dalle udc [m3] Politecnico di Torino 22

23 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico V stoccaggio C V = [%] V V stoccaggio = volume del magazzino occupato dalle udc [m3] V= volume totale della zona di stoccaggio [m3] 45 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico V stoccaggio C V = [%] V V stoccaggio = volume del magazzino occupato dalle udc [m3] V= volume totale della zona di stoccaggio [m3] Potenzialità di movimentazione (throughput) Politecnico di Torino 23

24 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico C V = [%] V V stoccaggio = volume del magazzino occupato dalle udc [m3] V= volume totale della zona di stoccaggio [m3] Potenzialità di movimentazione (throughput) PM V stoccaggio [u.d.c/ora] 47 Indici e parametri di prestazione Coefficiente di sfruttamento o utilizzazione volumetrico V stoccaggio C V = [%] V V stoccaggio = volume del magazzino occupato dalle udc [m3] V= volume totale della zona di stoccaggio [m3] Potenzialità di movimentazione (throughput) PM [u.d.c/ora] numero di u.d.c. movimentabili nell unità di tempo Politecnico di Torino 24

25 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci 49 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R = U transito G Politecnico di Torino 25

26 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R = U transito G U transito = uscite nel periodo T [m3, UDC, ecc.] 51 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R = U transito G U transito = uscite nel periodo T [m3, UDC, ecc.] G= giacenza media nel periodo T [m3, UDC, ecc.] Politecnico di Torino 26

27 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R = U transito G U transito = uscite nel periodo T [m3, UDC, ecc.] G= giacenza media nel periodo T [m3, UDC, ecc.] Indice di durata 53 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R = U transito G U transito = uscite nel periodo T [m3, UDC, ecc.] G= giacenza media nel periodo T [m3, UDC, ecc.] Indice di durata I D 1 = I R Politecnico di Torino 27

28 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R = U transito G U transito = uscite nel periodo T [m3, UDC, ecc.] G= giacenza media nel periodo T [m3, UDC, ecc.] Indice di durata I D 1 = I R Giorni di copertura 55 Indici e parametri di prestazione Indice di rotazione delle merci I R U transito = uscite nel periodo T [m3, UDC, ecc.] G= giacenza media nel periodo T [m3, UDC, ecc.] Indice di durata I D = 1 = I U transito R G Giorni di copertura GG GC = I R GG= giorni lavorativi/t Politecnico di Torino 28

29 Sistemi di immagazzinamento Sistemi di immagazzinamento Tradizionali o meccanizzati Magazzini automatici Magazzini per udc di piccole dimensioni Politecnico di Torino 29

30 Sistemi di immagazzinamento Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate Politecnico di Torino 30

31 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime 61 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Politecnico di Torino 31

32 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni 63 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni magazzini per il picking Politecnico di Torino 32

33 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni magazzini per il picking magazzini per il kitting 65 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni magazzini per il picking magazzini per il kitting Magazzini statici Politecnico di Torino 33

34 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni magazzini per il picking magazzini per il kitting Magazzini statici la posizione dell u.d.c. non cambia tra l istante di presa in carico e di prelievo 67 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni magazzini per il picking magazzini per il kitting Magazzini statici la posizione dell u.d.c. non cambia tra l istante di presa in carico e di prelievo Magazzini dinamici Politecnico di Torino 34

35 Classificazione Magazzini per u.d.c. pallettizzate magazzini materie prime magazzini prodotti finiti Magazzini per u.d.c. di piccole dimensioni magazzini per il picking magazzini per il kitting Magazzini statici la posizione dell u.d.c. non cambia tra l istante di presa in carico e di prelievo Magazzini dinamici la posizione dell u.d.c. è variabile nel tempo 69 Tipologie di impianti Gli impianti di immagazzinamento o stoccaggio per unità di carico intere possono essere suddivisi nelle seguenti tipologie: magazzini statici catasta scaffalature tradizionali scaffalature passanti magazzini dinamici magazzini a scaffali mobili magazzini automatici o intensivi Politecnico di Torino 35

36 Catasta Magazzino statico Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI 71 Catasta Magazzino statico Udc sovrapponibili Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI Politecnico di Torino 36

37 Catasta Magazzino statico Udc sovrapponibili Semplicità, riconfigurabilità Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI 73 Catasta Magazzino statico Udc sovrapponibili Semplicità, riconfigurabilità Elevati coefficienti di sfruttamento superficiali/volumetrici Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI Politecnico di Torino 37

38 Catasta Magazzino statico Udc sovrapponibili Semplicità, riconfigurabilità Elevati coefficienti di sfruttamento superficiali/volumetrici Selettività = 1 Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI 75 Catasta Magazzino statico Udc sovrapponibili Semplicità, riconfigurabilità Elevati coefficienti di sfruttamento superficiali/volumetrici Selettività = 1 Basso costo della ricettività Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI Politecnico di Torino 38

39 Catasta Magazzino statico Udc sovrapponibili Semplicità, riconfigurabilità Elevati coefficienti di sfruttamento superficiali/volumetrici Selettività = 1 Basso costo della ricettività Tratto da Caron, Marchet, Wegner, Impianti di Bassa potenzialità di movimentazione e stoccaggio, HOEPLI movimentazione a causa spostamenti supplementari per accesso alle u.d.c. 77 Scaffalature tradizionali Scaffalature con ripiani di sostegno udc accessibili da entrambi i lati Politecnico di Torino 39

40 Scaffalature tradizionali Scaffalature con ripiani di sostegno udc accessibili da entrambi i lati Selettività = 1 79 Scaffalature tradizionali Scaffalature con ripiani di sostegno udc accessibili da entrambi i lati Selettività = 1 Nessun vincolo sulla politica di prelievo Politecnico di Torino 40

41 Scaffalature tradizionali Scaffalature con ripiani di sostegno udc accessibili da entrambi i lati Selettività = 1 Nessun vincolo sulla politica di prelievo Tipologia di carrelli e prestazioni del magazzino 81 Scaffalature tradizionali Scaffalature con ripiani di sostegno udc accessibili da entrambi i lati Selettività = 1 Nessun vincolo sulla politica di prelievo Tipologia di carrelli e prestazioni del magazzino Aumentando la larghezza dei corridoi diminuisce lo sfruttamento superficiale Politecnico di Torino 41

42 Scaffalature tradizionali Scaffalature con ripiani di sostegno udc accessibili da entrambi i lati Selettività = 1 Nessun vincolo sulla politica di prelievo Tipologia di carrelli e prestazioni del magazzino Aumentando la larghezza dei corridoi diminuisce lo sfruttamento superficiale Aumentando l altezza delle scaffalature aumenta lo sfruttamento volumetrico 83 Scaffalature tradizionali Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 42

43 Scaffalature tradizionali Alcune denominazioni CORRENTI MONTANTI Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 85 Posizionamento dei pallet Scaffalature tradizionali Politecnico di Torino 43

44 Cantilever per barre o tubi Scaffalature tradizionali 87 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Politecnico di Torino 44

45 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello 89 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Politecnico di Torino 45

46 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato 91 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato logica LIFO Politecnico di Torino 46

47 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato logica LIFO Drive through 93 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato logica LIFO Drive through Carico e scarico da lati opposti Politecnico di Torino 47

48 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato logica LIFO Drive through Carico e scarico da lati opposti logica FIFO 95 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato logica LIFO Drive through Carico e scarico da lati opposti logica FIFO Coefficienti di sfruttamento volumetrici maggiori rispetto alla catasta grazie alla possibilità di elevarsi in altezza, sino a circa 6-7 m Politecnico di Torino 48

49 Scaffalature passanti Prevedono l utilizzo di scaffalature di sostegno pallet Lo stoccaggio avviene sul lato lungo per consentire il passaggio del carrello Drive in Carico e scarico dallo stesso lato logica LIFO Drive through Carico e scarico da lati opposti logica FIFO Coefficienti di sfruttamento volumetrici maggiori rispetto alla catasta grazie alla possibilità di elevarsi in altezza, sino a circa 6-7 m Selettività = 1 97 Scaffalature passanti Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 49

50 Magazzini dinamici I magazzini dinamici consentono di aumentare l utilizzazione dello spazio movimentando le udc o gli scaffali, in modo da ridurre al minimo lo spazio per i corridoi di movimentazione Possono essere del tipo: gravità o live storage con carrello di trasferimento 99 Magazzini dinamici A gravità o Live storage Politecnico di Torino 50

51 Magazzini dinamici A gravità o Live storage utilizzo di scaffalature dotate di scaffalature o rulliere inclinate con pendenze max del 3-4 %, lunghezze corsie sino a m, altezze sino a circa 10 m 101 Magazzini dinamici A gravità o Live storage utilizzo di scaffalature dotate di scaffalature o rulliere inclinate con pendenze max del 3-4 %, lunghezze corsie sino a m, altezze sino a circa 10 m coefficienti di sfruttamento volumetrici maggiori rispetto alla catasta e al magazzino passante grazie alla possibilità di elevarsi maggiormente in altezza Politecnico di Torino 51

52 Magazzini dinamici coefficienti di sfruttamento superficiali maggiori rispetto agli scaffali passanti, grazie alla possibilità di eliminare del tutto i corridoi di accesso 103 Magazzini dinamici coefficienti di sfruttamento superficiali maggiori rispetto agli scaffali passanti, grazie alla possibilità di eliminare del tutto i corridoi di accesso gestione FIFO Politecnico di Torino 52

53 Magazzini dinamici coefficienti di sfruttamento superficiali maggiori rispetto agli scaffali passanti, grazie alla possibilità di eliminare del tutto i corridoi di accesso gestione FIFO selettività = Magazzini dinamici coefficienti di sfruttamento superficiali maggiori rispetto agli scaffali passanti, grazie alla possibilità di eliminare del tutto i corridoi di accesso gestione FIFO selettività = 1 hanno un costo di realizzazione elevato Politecnico di Torino 53

54 Magazzini dinamici A gravità o Live storage Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 107 Magazzini dinamici A gravità o Live storage possibilità di utilizzo per contenitori di piccole dimensioni Politecnico di Torino 54

55 Magazzini dinamici Con carrello di trasferimento Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 109 Sistema di scaffalature scorrevoli Magazzini a scaffali mobili Politecnico di Torino 55

56 Magazzini a scaffali mobili Sistema di scaffalature scorrevoli Elevato sfruttamento superficiale e volumetrico grazie alla bassa incidenza di corridoi 111 Magazzini a scaffali mobili Sistema di scaffalature scorrevoli Elevato sfruttamento superficiale e volumetrico grazie alla bassa incidenza di corridoi Determinano la presenza di scaffalature e sistema di movimentazione contemporaneamente Politecnico di Torino 56

57 Magazzini a scaffali mobili Sistema di scaffalature scorrevoli Elevato sfruttamento superficiale e volumetrico grazie alla bassa incidenza di corridoi Determinano la presenza di scaffalature e sistema di movimentazione contemporaneamente Hanno un basso indice di selettività e una potenzialità di movimentazione 113 Magazzini a scaffali mobili Sistema di scaffalature scorrevoli Elevato sfruttamento superficiale e volumetrico grazie alla bassa incidenza di corridoi Determinano la presenza di scaffalature e sistema di movimentazione contemporaneamente Hanno un basso indice di selettività e una potenzialità di movimentazione Costo di realizzazione e di manutenzione elevati Politecnico di Torino 57

58 Magazzini a scaffali mobili Sistema di scaffalature scorrevoli Elevato sfruttamento superficiale e volumetrico grazie alla bassa incidenza di corridoi Determinano la presenza di scaffalature e sistema di movimentazione contemporaneamente Hanno un basso indice di selettività e una potenzialità di movimentazione Costo di realizzazione e di manutenzione elevati Utilizzate solo per applicazioni particolari 115 Magazzini a scaffali mobili Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 58

59 Magazzini a scaffali mobili Possibilità di utilizzo per materiali di piccole dimensioni con scaffalature movimentate manualmente 117 Sistemi di immagazzinamento 2005 Politecnico di Torino 59

60 Definizioni Gli impianti di stoccaggio automatici prevedono l utilizzo di macchinari automatici per la movimentazioni dei materiali Sono anche denominati intensivi, con riferimento all elevato grado di utilizzo dello spazio, oppure autoportanti con riferimento alla doppia funzione delle scaffalature, qualora esse oltre allo stoccaggio sostengano anche le pareti e la copertura del fabbricato 119 Componenti principali I principali elementi costituenti un magazzino automatico sono: i trasloelevatori le scaffalature i sistemi di movimentazione o trasportatori per udc i sistemi di trasmissione delle informazioni e dei comandi i sistemi di gestione hw e sw la componente civile (fondazioni, pavimentazione, copertura, ecc.) i sistemi di protezione antincendio gli impianti generali Politecnico di Torino 60

61 Vista complessiva Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 121 Trasloelevatore Il trasloelevatore è costituito da: una/due colonne verticali un telaio scorrevole verticalmente su cui è disposto l attrezzo per la movimentazione delle udc dalle scaffalature una trave inferiore di supporto della macchina una rotaia a pavimento, due ruote per la traslazione e ruote di contrasto Politecnico di Torino 61

62 Trasloelevatore una trave superiore, una rotaia e ruote di scorrimento per mantenere l equilibrio verticale della macchina motori elettrici per l azionamento dei diversi movimenti e relative apparecchiature 123 Trasloelevatore Massime velocità di movimento: traslazione 4 m/s sollevamento 2 m/s Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 62

63 Trasloelevatore: esempio 125 Tipologie di trasloelevatori Trasloelevatore mono-colonna Trasloelevatore bi-colonna Politecnico di Torino 63

64 Scaffalatura autoportante Tale tipo di soluzione si utilizza per altezze comprese tra 15 e 40 m 127 Scaffalatura autoportante: esempio Politecnico di Torino 64

65 Sistemi per il cambio di corsia Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 129 Sistemi di gestione e controllo HOST - COMPUTER CALCOLATORE DEDICATO SUPERVISORE (EVENTUALE) PLC o PC IND. PLC o PC IND. PLC o PC IND. TRASLOELEVATORE 1 TRASLOELEVATORE 2 TRASPORTATORI DI TESTATA Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 65

66 Sistemi di immagazzinamento Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per Politecnico di Torino 66

67 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking 133 Magazzini per udc di piccole dimensioni picking Magazzini per kitting Politecnico di Torino 67

68 Magazzini per udc di piccole dimensioni picking Magazzini per kitting Operatore verso materiali 135 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi Politecnico di Torino 68

69 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature 137 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature cassettiere Politecnico di Torino 69

70 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature cassettiere scaffali mobili (dinamici) 139 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature cassettiere scaffali mobili (dinamici) Materiali verso operatore Politecnico di Torino 70

71 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature cassettiere scaffali mobili (dinamici) Materiali verso operatore l operatore rimane fermo mentre il materiale viene portato alla postazione di prelievo 141 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per picking kitting Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature cassettiere scaffali mobili (dinamici) Materiali verso operatore l operatore rimane fermo mentre il materiale viene portato alla postazione di prelievo caroselli (dinamici) Politecnico di Torino 71

72 Magazzini per udc di piccole dimensioni Magazzini per Operatore verso materiali l u.d.c. rimane ferma mentre l operatore si muove ed effettua i prelievi scaffalature cassettiere scaffali mobili (dinamici) Materiali verso operatore l operatore rimane fermo mentre il materiale viene portato alla postazione di prelievo caroselli (dinamici) miniload picking refilling kitting 143 Magazzini per udc di piccole dimensioni Caroselli verticali Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 72

73 Magazzini per udc di piccole dimensioni Caroselli orizzontali Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 145 Magazzini per udc di piccole dimensioni Miniload Politecnico di Torino 73

74 Esempio di magazzino intensivo Politecnico di Torino 74

75 Banchine Qualora i materiali vengano trasportati via strada o via ferrovia, il carico e lo scarico dei materiali avviene in determinate posizioni, di solito di interfaccia con i magazzini Tali posizioni possono essere attrezzate con diversi implement, per facilitare le operazioni e vengono denominate banchine 149 Banchine Le banchine hanno lo scopo di velocizzare l attività dei mezzi di trasporto, in particolare: garantire lo stesso livello tra il pianale del mezzo (autocarro o carro ferroviario) e il piano di scorrimento dei mezzi di trasporto (es. carrelli elevatori) guidare la sistemazione delle udc nel mezzo sigillare la bocca di carico del mezzo rispetto al fabbricato Politecnico di Torino 75

76 Disposizione delle banchine Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 151 Pedana livellatrice Politecnico di Torino 76

77 Portale coibentato Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 153 Tunnel mobile Politecnico di Torino 77

78 Dati per il progetto di un magazzino Caratteristiche dei prodotti (settore merceologico, caratteristiche fisiche, ecc.) Tipo di unità di carico (dimensioni, pesi, confezioni, imballi, supporti, ecc.) Classificazione e gestione articoli (ABC, FIFO, periodi e livelli di stoccaggio, andamenti della domanda, ecc.) Livelli di servizio (tempi evasione ordini (ordinari e urgenti), quantità di ordini/giorno, tipi di ordini, picking, quantità di clienti, errori ammessi, danneggiamenti ai prodotti) Politecnico di Torino 78

79 Dati per il progetto di un magazzino Indici caratteristici previsti (rotazione, utilizzazione, selettività, movimentazione, ecc.) Potenzialità, automazione e flessibilità del sistema di movimentazione e stoccaggio Sistemi di gestione delle informazioni (informatizzazione, codifica e lettura dei prodotti, ecc.) 157 Dati per il progetto di un magazzino Modalità di ricevimento e spedizione dei prodotti Vincoli urbanistici, territoriali e legislativi Budget economico Previsioni sulla domanda futura e sulle politiche aziendali Politiche di immagine Politecnico di Torino 79

80 Criteri di progettazione dei magazzini Raccolta dati (questionari, schede informative, ecc.) Indice di selettività richiesto Caratteristiche dei materiali: scelta dei mezzi di contenimento (es. unità di carico) tipi di materiali da immagazzinare quantità immagazzinate frequenze di movimentazione analisi ABC incrociate Individuazione delle possibili soluzioni di magazzino adottabili 159 Analisi ABC incrociata Sistemi di immagazzinamento per unita di carico intere in funzione delle quantità di materiale a stock e delle frequenze di movimentazione A B C QUANTITA A STOCK Compactus Drive in Scaffali serviti da carrelli o da transpallet Compactus Drive in Catasta Scaffali serviti da trilaterali Grav ità Catasta Gravità Gravità Scaffali serviti da trilaterali Scaffali serviti da carrelli Trasloelevatori con scaffali a gravità o a doppia profondità Trasloelevatori scaffali in con semplice profondità C B A A/B/C FREQUENZA MOVIMENTAZ Politecnico di Torino 80

81 Criteri di progettazione dei magazzini Scelta della soluzione che: massimizza Cs, Cv minimizza i costi di investimento e gestione Scelta mezzi di movimentazione idonei Definizione layout Definizione delle modalità di gestione operativa (es. picking, sistemi di trasmissione informazioni) Progettazione impianti generali (elettrico, antincendio, condizionamento, ecc.) Disposizione razionale dei materiali all interno delle scaffalature Politecnico di Torino 81

82 Definizioni Esternalizzazione: cessione ad aziende esterne di attività operative Terziarizzazione: cessione ad aziende esterne di attività di servizi, con responsabilità completa su una parte del processo 163 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di approvvigionamento dei materiali occorrenti agli stabilimenti produttivi Politecnico di Torino 82

83 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di approvvigionamento dei materiali occorrenti agli stabilimenti produttivi Immagazzinamento dei componenti 165 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di approvvigionamento dei materiali occorrenti agli stabilimenti produttivi Immagazzinamento dei componenti Trasporto dei componenti Politecnico di Torino 83

84 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di approvvigionamento dei materiali occorrenti agli stabilimenti produttivi Immagazzinamento dei componenti Trasporto dei componenti Alimentazione dei componenti fino ai posti di lavoro 167 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di distribuzione dei prodotti finiti ai clienti Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 84

85 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di distribuzione dei prodotti finiti ai clienti Prelievo di prodotti di più aziende Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 169 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di distribuzione dei prodotti finiti ai clienti Prelievo di prodotti di più aziende Immagazzinamento di prodotti di più aziende Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 85

86 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di distribuzione dei prodotti finiti ai clienti Prelievo di prodotti di più aziende Immagazzinamento di prodotti di più aziende Ricevimento diretto degli ordini Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 171 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di distribuzione dei prodotti finiti ai clienti Prelievo di prodotti di più aziende Immagazzinamento di prodotti di più aziende Ricevimento diretto degli ordini Preparazione di spedizioni multiprodotto Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina Politecnico di Torino 86

87 Il JIT e la terziarizzazione Affidamento a terzi delle attività di distribuzione dei prodotti finiti ai clienti Prelievo di prodotti di più aziende Immagazzinamento di prodotti di più aziende Ricevimento diretto degli ordini Preparazione di spedizioni multiprodotto Consegne ai clienti in tempi ristretti Tratto da A. Monte, Elementi di Impianti Industriali, Ed. Cortina 173 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Politecnico di Torino 87

88 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Razionalizzare il trasporto delle merci 175 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Razionalizzare il trasporto delle merci Ottimizzare la supply chain in termini di tempi e costi Politecnico di Torino 88

89 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Razionalizzare il trasporto delle merci Ottimizzare la supply chain in termini di tempi e costi Per attuare ciò serve: 177 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Razionalizzare il trasporto delle merci Ottimizzare la supply chain in termini di tempi e costi Per attuare ciò serve: Il corretto funzionamento del flusso delle merci Politecnico di Torino 89

90 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Razionalizzare il trasporto delle merci Ottimizzare la supply chain in termini di tempi e costi Per attuare ciò serve: Il corretto funzionamento del flusso delle merci Un puntuale e tempestivo scambio di informazioni fra clienti, terzisti e produttori 179 La terziarizzazione (o outsourcing) Consente di ridurre il numero dei magazzini dei produttori Razionalizzare il trasporto delle merci Ottimizzare la supply chain in termini di tempi e costi Per attuare ciò serve: Il corretto funzionamento del flusso delle merci Un puntuale e tempestivo scambio di informazioni fra clienti, terzisti e produttori Sistemi informatici denominati Enterprise Resource Planning (ERP) che informano e controllano in tempo reale tutte le aziende coinvolte nel medesimo flusso logistico Politecnico di Torino 90

Magazzini industriali

Magazzini industriali Magazzini industriali Contenuti della lezione Politecnico di Torino Pagina 1 di 14 Obiettivi della lezione Introduzione Politecnico di Torino Pagina 2 di 14 Scopi dei magazzini Riserva dei materiali Conservazione

Dettagli

Logistica Industriale

Logistica Industriale AGENDA Mezzi di movimentazione e materials handling Sistemi di trasporto continuo e di smistamento Aree funzionali dei magazzini Parametri di prestazione dei sistemi di stoccaggio Panoramica dei sistemi

Dettagli

Sistemi di stoccaggio

Sistemi di stoccaggio Sistemi di stoccaggio I sistemi di stoccaggio possono richiedere o meno l impiego di attrezzature, con riflessi diretti sui costi per postazione. D altra parte al variare del sistema si ottengono risultati

Dettagli

Introduzione alla logistica industriale

Introduzione alla logistica industriale Introduzione alla logistica industriale Definizione di logistica La logistica nasce in ambito militare, con l obiettivo principale di ottimizzare il trasporto e il dislocamento delle truppe e dei materiali.

Dettagli

Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma Il magazzino

Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma Il magazzino dell Università degli Studi di Parma Il magazzino Gestione del magazzino La gestione operativa di un magazzino è strettamente legata al tipo di impianto ed alla sua organizzazione. Le principali attività

Dettagli

Magazzini industriali

Magazzini industriali Magazzini industriali Magazzini industriali 1 Funzioni Proteggere le merci a scorta Si devono conservare i materiali e componenti impiegati in produzione, quelli realizzati durante i cicli di produzione

Dettagli

Prestazioni di un magazzino. Magazzini. 4. - Magazzini Schema a blocchi. per semilavorati interoperazionale. per materie prime terminale

Prestazioni di un magazzino. Magazzini. 4. - Magazzini Schema a blocchi. per semilavorati interoperazionale. per materie prime terminale LOGISTICA INDUSTRIALE 1 a.a. 2002/03 4. - Magazzini Schema a blocchi Un magazzino (grande/piccolo) può essere rappresentato da un sistema a blocchi 3 Magazzini per materie prime terminale per semilavorati

Dettagli

SISTEMI DI STOCCAGGIO

SISTEMI DI STOCCAGGIO SISTEMI DI STOCCAGGIO una sola apertura di accesso alle corsie dimensionata in relazione al mezzo di movimentazione elevata saturazione superficiale e volumetrica prodotti a bassa movimentazione elevati

Dettagli

Esse vengono definite "mezzi mobili" e possono essere raggruppate in due grandi categorie: trasportatori continui e trasportatori discontinui.

Esse vengono definite mezzi mobili e possono essere raggruppate in due grandi categorie: trasportatori continui e trasportatori discontinui. Mezzi di handling Tra le attrezzature che operano nel magazzino sono particolarmente importanti i mezzi che seguono il materiale (per lo meno con una parte) durante i suoi movimenti. Esse vengono definite

Dettagli

Carrelli per il trasporto e il

Carrelli per il trasporto e il Trasporti interni Carrelli per il trasporto e il sollevamento Classificazione dei carrelli Tipologie esistenti Caratteristiche e prestazioni Predisposizioni antinfortunistiche 2 2005 Politecnico di Torino

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO

LA PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO Corso di Gestione dei Processi Logistico Produttivi Facoltà di Ingegneria LA PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO Ing. Alessandro Creazza Ricercatore C-log Università C. Cattaneo LIUC Centro di Ricerca sulla Logistica

Dettagli

LOGISTICA INTEGRATA E TECNOLOGIE PER LA LOGISTICA. 29/11/2011 Roma

LOGISTICA INTEGRATA E TECNOLOGIE PER LA LOGISTICA. 29/11/2011 Roma LOGISTICA INTEGRATA E TECNOLOGIE PER LA LOGISTICA 1 INDICE Cosa è la LOGISTICA Logistica d impresa Logistica interna : lo stoccaggio Lo stoccaggio e la movimentazione A cosa servono i magazzini : funzioni

Dettagli

CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO

CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO Criteri di Progettazione Del Magazzino Nozioni di base CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO Impiegare le unità di carico più adatte Utilizzare lo spazio nel modo migliore (soppalchi, larghezza e numero

Dettagli

Jungheinrich WMS. Warehouse Management System. Semplifichiamo il vostro lavoro.

Jungheinrich WMS. Warehouse Management System. Semplifichiamo il vostro lavoro. Jungheinrich WMS. Warehouse Management System. Semplifichiamo il vostro lavoro. Ottimizzare il flusso dei materiali è un compito complesso. Molte sono le esigenze che quotidianamente dovete gestire e soddisfare:

Dettagli

Picking. Contenuto della lezione

Picking. Contenuto della lezione Picking Contenuto della lezione Introduzione Picking manuale Picking automatizzato Conclusioni Politecnico di Torino Pagina 1 di 14 Obiettivi della lezione Panoramica sulle soluzioni impiantistiche di

Dettagli

I MAGAZZINI INDUSTRIALI - Tipologie. I magazzini industriali si differenziano in:

I MAGAZZINI INDUSTRIALI - Tipologie. I magazzini industriali si differenziano in: I MAGAZZINI INDUSTRIALI - Tipologie I magazzini industriali si differenziano in: Magazzini materie prime: Assicurano una riserva di materiali grezzi necessari alla attivi tà produttiva Magazzini semilavorati:

Dettagli

MASTER L EVOLUZIONE DEL MAGAZZINO VERTICALE AUTOMATICO

MASTER L EVOLUZIONE DEL MAGAZZINO VERTICALE AUTOMATICO MASTER L EVOLUZIONE DEL MAGAZZINO VERTICALE AUTOMATICO MASTER L EVOLUZIONE MASTER è l'evoluzione del magazzino automatico verticale a cassetti per la sua totale flessibilità di espansione con la aggiunta

Dettagli

Le scaffalature di magazzino

Le scaffalature di magazzino Le scaffalature di magazzino Marzo 2005 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi i microfilm e le copie fotostatiche sono

Dettagli

Utilizzazione superficiale

Utilizzazione superficiale Utilizzazione superficiale Si definisce modulo unitario il più piccolo elemento che, replicato, consente di ottenere l intera area di stoccaggio del magazzino. Per ciascuno dei tipi di magazzino visti

Dettagli

MUOVE SEMPLIFICA RISOLVE

MUOVE SEMPLIFICA RISOLVE MUOVE SEMPLIFICA RISOLVE LA COMPETENZA È UTILE Trent anni di esperienza nella vendita, noleggio e gestione di carrelli elevatori ci ha portato a sviluppare una profonda conoscenza delle esigenze specifiche

Dettagli

2.1 La logistica integrata ed il sistema CIM 10

2.1 La logistica integrata ed il sistema CIM 10 Indice Prefazione alla 2 edizione Prefazione alla 1 edizione CAPITOLO 1 - GENERALITÀ 1.1 Definizione della funzione logistica 2 1.1.1 Integrazione ed automazione logistica 2 1.1.2 Flessibilità come risposta

Dettagli

in sintesi I magazzini automatici

in sintesi I magazzini automatici in sintesi I magazzini automatici SAPPIAMO SFID ARE LO SPAZIO Magazzini automatici per pallet e cassoni I magazzini automatici per pallet e cassoni sono asserviti da trasloelevatori, con telaio monocolonna

Dettagli

CASE. history. 30.000 ordini/anno

CASE. history. 30.000 ordini/anno CASE SCHÖNHUBER history 30.000 ordini/anno per una rete di 3.200 clienti Schönhuber, leader nella distribuzione di articoli casalinghi, sceglie le soluzioni Ferretto Group: l automazione dell evasione

Dettagli

STOCCAGGIO AUTOMATICO AUTOSTORE

STOCCAGGIO AUTOMATICO AUTOSTORE STOCCAGGIO AUTOMATICO I magazzini consentono lo stoccaggio automatico di unità di carico di ogni dimensione e peso. Le macchine sono progettate in diverse soluzioni per il massimo sfruttamento della volumetria

Dettagli

CASEhistory. 8.000 m 2. Una struttura autoportante di

CASEhistory. 8.000 m 2. Una struttura autoportante di Denso Thermal Systems CASEhistory Una struttura autoportante di 8.000 m 2 ad elevata automazione In Denso Thermal Systems un progetto logistico ex novo fortemente automatizzato ha consentito al Gruppo

Dettagli

Lo stoccaggio dei materiali può avvenire sia a terra si su apposite attrezzature: gli scaffali.

Lo stoccaggio dei materiali può avvenire sia a terra si su apposite attrezzature: gli scaffali. Mezzi di warehousing Le attrezzature per lo stoccaggio comprendono tutti i mezzi che non possono seguire il materiale durante i suoi movimenti. Si tratta quindi di "mezzi fissi", cioè di attrezzature facenti

Dettagli

Funzioni logis5che del magazzino

Funzioni logis5che del magazzino Scuola di Formazione per tecnici della logistica del distretto ceramica Modulo E4 Funzioni logis5che del magazzino Relatore Nicolò Pascale Guido0 Magnani Introduzione In passato il magazzino è stato spesso

Dettagli

Ing. Diana Rossi 1. 2. INTRODUZIONE alla LOGISTICA ESECUTIVA LOGISTICA INDUSTRIALE. Dichiarazione di copyright. Gli ambiti applicativi della logistica

Ing. Diana Rossi 1. 2. INTRODUZIONE alla LOGISTICA ESECUTIVA LOGISTICA INDUSTRIALE. Dichiarazione di copyright. Gli ambiti applicativi della logistica LOGISTICA INDUSTRIALE 2. INTRODUZIONE alla LOGISTICA ESECUTIVA Ing. Diana Rossi Università i degli Studi di Brescia D. Rossi - 1 Dichiarazione di copyright Il presente documento è stato steso a cura di

Dettagli

Gestione dei Processi Logistico-Produttivi SISTEMI DI PICKING. Prof. Fabrizio Dallari. Ricercatore C-log Università C.

Gestione dei Processi Logistico-Produttivi SISTEMI DI PICKING. Prof. Fabrizio Dallari. Ricercatore C-log Università C. Gestione dei Processi Logistico-Produttivi SISTEMI DI PICKING Prof. Fabrizio Dallari Ricercatore C-log Università C. Cattaneo LIUC Centro di Ricerca sulla Logistica AGENDA Panoramica delle soluzioni di

Dettagli

I SISTEMI DI MATERIALS HANDLING PER LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO

I SISTEMI DI MATERIALS HANDLING PER LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO Corso di Logistica Industriale Facoltà di Ingegneria I SISTEMI DI MATERIALS HANDLING PER LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO Prof. Fabrizio Dallari Direttore C-log Università C. Cattaneo LIUC Centro di Ricerca

Dettagli

CASEhistory. Fino a 2.000 pallet. in uscita ogni giorno DRINK INTERNATIONAL

CASEhistory. Fino a 2.000 pallet. in uscita ogni giorno DRINK INTERNATIONAL DRINK INTERNATIONAL CASEhistory Fino a 2.000 pallet in uscita ogni giorno Drink International: un magazzino per la gestione ed assemblaggio di cesti e scatole regalo per il canale GDO. Il sistema è interamente

Dettagli

In Pallet Carrier / Under Pallet Carrier.

In Pallet Carrier / Under Pallet Carrier. In Pallet Carrier / Under Pallet Carrier. Sistemi Shuttle per lo stoccaggio di merce in multiprofondità. Compattezza. Efficienza. Produttività. La soluzione completa. Sistemi di stoccaggio compatto per

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari. Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING

Università degli Studi di Cagliari. Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING Ing. Pier Francesco Orrù Definizione Con il termine trasporti interni

Dettagli

Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale

Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale Politecnico di Milano IV Facoltà di Ingegneria Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale Material Handling FEAII - Material Handling (I) SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO INDICE

Dettagli

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE 1 AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

Dettagli

Asservimenti laser. Carico e scarico lamiere. Trasloelevatori lamiere. Trasloelevatori cassoni

Asservimenti laser. Carico e scarico lamiere. Trasloelevatori lamiere. Trasloelevatori cassoni Monofronte pag.6 Bifronte pag.8 Profili lunghi pag.10 Asservimenti laser pag.12 Carico e scarico lamiere pag.16 Trasloelevatori lamiere pag.18 Trasloelevatori cassoni pag.20 3 MOVIMENTARE IN SICUREZZA,

Dettagli

A global solution for your warehouse

A global solution for your warehouse A global solution for your warehouse Forniamo ai nostri clienti soluzioni ad alto valore per tutte le necessità di magazzinaggio. Offriamo consulenza, supporto tecnico ed assistenza post-vendita.. 60 anni

Dettagli

Il settore farmaceutico è caratterizzato

Il settore farmaceutico è caratterizzato Marco Melacini e Manolo Mizzi Distribuzione farmaceutica Largo all automazione e alla sostenibilità La distribuzione di farmaci, per l elevata complessità distributiva (più spedizioni al giorno, elevate

Dettagli

Il magazzino automatico CARTESIO per contenitori in plastica presenta un elevata densità di stoccaggio a fronte di una contenuta occupazione

Il magazzino automatico CARTESIO per contenitori in plastica presenta un elevata densità di stoccaggio a fronte di una contenuta occupazione MAGAZZINI VERTICALI Il magazzino automatico CARTESIO per contenitori in plastica presenta un elevata densità di stoccaggio a fronte di una contenuta occupazione superficiale. Il sistema è dedicato all

Dettagli

Scaffalature per Sistema Portapallet Dinamico a Gravità

Scaffalature per Sistema Portapallet Dinamico a Gravità Scaffalature per Sistema Portapallet Dinamico a Gravità 2 SISTEMA PORTAPALLET DINAMICO Le scaffalature dinamiche per lo stoccaggio di prodotti pallettizzati sono strutture compattabili dotate di rulliere

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2012/13

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2012/13 Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2012/13 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docente: Marino

Dettagli

I VANTAGGI SUPERFICIE EFFICIENZA SICUREZZA

I VANTAGGI SUPERFICIE EFFICIENZA SICUREZZA I VANTAGGI SUPERFICIE Recupero fino all 80% degli spazi occupati dalle strutture tradizionali: maggiore disponibilità di spazi per i reparti produttivi; ottimizzazione della distribuzione spaziale dei

Dettagli

S o l u z i o n. i a p r o v a d i F u t u r o

S o l u z i o n. i a p r o v a d i F u t u r o www.wiseingegneria.it Un partner unico WISE Un partner unico in Azienda per soluzioni applicate a produzione e logistica. Un impresa dinamica in espansione che esprime forza e potenzialità nel suo innovativo

Dettagli

LINEE AUTOMATICHE di CONFEZIONAMENTO PALLET AVVOLGITRICI FASCIAPALLET

LINEE AUTOMATICHE di CONFEZIONAMENTO PALLET AVVOLGITRICI FASCIAPALLET logiss srl 38068 Rovereto (TN) Italy Viale del Lavoro, 16/E (ZI) Tel. +39 0464 401121 Fax. +39 0464 423077 Mail technical@logiss.eu Web LINEE AUTOMATICHE di CONFEZIONAMENTO PALLET AVVOLGITRICI FASCIAPALLET

Dettagli

LA LOGISTICA INTEGRATA

LA LOGISTICA INTEGRATA dell Università degli Studi di Parma LA LOGISTICA INTEGRATA Obiettivo: rispondere ad alcuni interrogativi di fondo Come si è sviluppata la logistica in questi ultimi anni? Quali ulteriori sviluppi sono

Dettagli

MAGAZZINI COMPATTABILI

MAGAZZINI COMPATTABILI MAGAZZINI COMPATTABILI 1. Il funzionamento 25 ANNI DI ESPERIENZA Compatta Cargo. Lo spazio si fa compatto. +80% +40% Aumento della capacità di stoccaggio. Risparmio della superficie di magazzino. Un sistema

Dettagli

SOLUZIONI RULMECA PER LO STOCCAGGIO DI SCATOLE E CONTENITORI

SOLUZIONI RULMECA PER LO STOCCAGGIO DI SCATOLE E CONTENITORI C A R T O N - F L O W SOLUZIONI RULMECA PER LO STOCCAGGIO DI SCATOLE E CONTENITORI 2 A ED. MDR IT 01/06 IL NUOVO BINARIO A Floway Il binario a rotelle Floway permette la movimentazione di colli molto leggeri

Dettagli

Wireless. Logistics. Aton Group Logistica. Orange mobility srl

Wireless. Logistics. Aton Group Logistica. Orange mobility srl Wireless Logistics Aton Group Logistica Automatizzare il magazzino Perché? Per ottimizzare Ottimizzare le scorte, gli spazi, i percorsi di prelievo Per garantire il proprio cliente Per aumentare l efficienza

Dettagli

LOGISTICA SANITARIA. Magazzino Farmaceutico Centralizzato Area Vasta Emilia Nord AVEN

LOGISTICA SANITARIA. Magazzino Farmaceutico Centralizzato Area Vasta Emilia Nord AVEN LOGISTICA SANITARIA Magazzino Farmaceutico Centralizzato Area Vasta Emilia Nord AVEN coopservice logistica sanitaria http://www.coopservice.it/web/guest/logistica-sanitaria Struttura e investimento Il

Dettagli

Università di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Università di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2013/14 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docente:

Dettagli

Case History Nupigeco. Marco Genoni C.E.O. Nupigeco Spa

Case History Nupigeco. Marco Genoni C.E.O. Nupigeco Spa Case History Nupigeco Marco Genoni C.E.O. Nupigeco Spa Profilo Nel 2008 NUPI S.p.A. e GECO System S.p.A., entrambe fondate più di 30 anni fa, si sono unite per formare NUPIGECO S.p.A. NUPIGECO S.p.A sviluppa

Dettagli

Magazzini automatici serie AW

Magazzini automatici serie AW Magazzini automatici serie AW Una singola installazione può essere costituita da uno o più traslo elevatori. La larghezza della corsia centrale può essere realizzata con due diverse larghezze: la corsia

Dettagli

Unico - La Farmacia. Automatizzare per evadere rapidamente gli ordini. Il magazzino del mese Farmaceutico

Unico - La Farmacia. Automatizzare per evadere rapidamente gli ordini. Il magazzino del mese Farmaceutico Automatizzare per evadere rapidamente gli ordini 64 Consegne frequenti, ordini frammentati da evadere più volte al giorno, necessità di effettuare prelievi a pezzi, alto valore della merce trattata, necessità

Dettagli

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate sul tetto. c) con tetto piano e lucernari a sezione triangolare trasversali. d)

Dettagli

Teseo 7 Trade. Una configurabilità ottimale dei flussi logistici. ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it

Teseo 7 Trade. Una configurabilità ottimale dei flussi logistici. ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it Teseo 7 Trade Una configurabilità ottimale dei flussi logistici ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it tel. (+39) 055 91971 fax. (+39) 055 9197515 e mail: commerciale@centrosistemi.it Che cos

Dettagli

SISTEMI DI MATERIAL HANDLING E STOCCAGGIO:

SISTEMI DI MATERIAL HANDLING E STOCCAGGIO: SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGENERIA AEROSPAZIALE E MECCANICA Cattedra di Impianti Industriali Prof. Ing. Roberto Macchiaroli SISTEMI DI MATERIAL HANDLING

Dettagli

DNA ERP Warehouse Management System.

DNA ERP Warehouse Management System. DNA ERP Warehouse Management System DNA ERP Warehouse Management System. Il prodotto Warehouse Management System (WMS) è sviluppato da ITACME Informatica per la completa copertura delle esigenze di gestione

Dettagli

1. Aspetto esterno di una moderna struttura autoportante, vero e proprio edificio.

1. Aspetto esterno di una moderna struttura autoportante, vero e proprio edificio. 2009 Ieri Ragione sociale: Sacma di C. Amosso & C. s.a.s. Anno di nascita: 1952 Sede: Via Piave 22, Biella Fondatori: Claudio Amosso Programma produttivo: scaffali in acciaio realizzati con angolari forati

Dettagli

WAREHOUSE AND TRANSPORTATION MANAGEMENT SYSTEMS

WAREHOUSE AND TRANSPORTATION MANAGEMENT SYSTEMS UNIGRÀ S.P.A. WAREHOUSE AND TRANSPORTATION MANAGEMENT SYSTEMS La soluzione Click Reply TM Reply per l automazione della supply chain dell azienda Unigrà S.p.A. ABSTRACT Da sempre attenta alle evoluzioni

Dettagli

L ANALISI ABC PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO

L ANALISI ABC PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO L ANALISI ABC PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO È noto che la gestione del magazzino è uno dei costi nascosti più difficili da analizzare e, soprattutto, da contenere. Le nuove tecniche hanno, però, permesso

Dettagli

MAG-Net è il pacchetto di gestione del magazzino pensato, progettato e realizzato interamente da ARSINFORM.

MAG-Net è il pacchetto di gestione del magazzino pensato, progettato e realizzato interamente da ARSINFORM. MAG-Net è il pacchetto di gestione del magazzino pensato, progettato e realizzato interamente da ARSINFORM. MAG-Net è l applicativo che si occupa della gestione di magazzini automatizzati o informatizzati.

Dettagli

SIT è una società manifatturiera

SIT è una società manifatturiera Magazzino del mese Gestire prodotti eterogenei Gino Marchet e Sara Perotti Trasmissioni meccaniche I criteri logistici del magazzino Si presenta il caso di un azienda operante nel settore delle trasmissioni

Dettagli

Case Studies e processi di miglioramento della logistica in ambito sanitario

Case Studies e processi di miglioramento della logistica in ambito sanitario 1 Case Studies e processi di miglioramento della logistica in ambito sanitario Nicola Ghittoni Fondazione Istituto sui Trasporti e la Logistica Bologna, 10 giungo 2011 Indice La Fondazione ITL Riorganizzazione

Dettagli

Azienda sicurezza e ferramenta oltre 100 anni

Azienda sicurezza e ferramenta oltre 100 anni Azienda M&T, specialista nella sicurezza e ferramenta da oltre 100 anni, vuole essere partner indispensabile per l industria, la distribuzione tradizionale e moderna nello sviluppo del mercato della sicurezza

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ESAME DI STATO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Indirizzo: ITLG TRASPORTI E LOGISTICA ARTICOLAZIONE LOGISTICA Tema di: LOGISTICA ESEMPIO PROVA

Dettagli

Specialisti della Supply Chain

Specialisti della Supply Chain Specialisti della Supply Chain Link Management Srl Via S. Francesco, 32-35010 Limena (PD) Tel. 049 8848336 - Fax 049 8843546 www.linkmanagement.it - info@linkmanagement.it Analisi dei Processi Decisionali

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - MAGAZZINIERE MULETTISTA - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM CIM = Computer Integrated Manufacturing Fabbrica completamente automatizzata fabbrica ottimizzata Obiettivi di una strategia CIM incremento della qualità del prodotto

Dettagli

Conosciamo la soluzione ideale per stoccare qualsiasi prodotto

Conosciamo la soluzione ideale per stoccare qualsiasi prodotto Conosciamo la soluzione ideale per stoccare qualsiasi prodotto Soluzioni per il magazzino Magazzino o archivio? Massima sicurezza Tutti i calcoli per i prodotti sono stati effettuati in base alla normativa

Dettagli

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Le soluzioni Axioma per l'industria Le soluzioni di Axioma per l'industria rispondono alle esigenze di tutte le aree funzionali dell azienda industriale.

Dettagli

Progettiamo soluzioni logistiche

Progettiamo soluzioni logistiche Nata dall integrazione di know-how frutto di anni di esperienza in differenti settori industriali, WISE si propone come partner unico per la logistica integrata di fabbrica. WISE possiede al proprio interno

Dettagli

ELEVATORI PER NASTRI

ELEVATORI PER NASTRI NASTRI TRASPORTATORI ELEVATORI PER NASTRI ELEVATORE CONTINUO A RIPIANI Per le esigenze di trasporto in verticale realizziamo elevatori verticali a piano fisso. Queste apparecchiature svolgono sia la funzione

Dettagli

Non siamo certamente i primi nella storia A RICORRERE AL PRINCIPIO DELLA GRAVITÀ per spostare carichi. Ne sono la prova la costruzione delle Piramidi

Non siamo certamente i primi nella storia A RICORRERE AL PRINCIPIO DELLA GRAVITÀ per spostare carichi. Ne sono la prova la costruzione delle Piramidi C A R T O N F L O W W H E E L F L O W I L V O S T R O R I F E R I M E N T O P E R P R O D O T T I A D A L T A R O T A Z I O N E C O M P A T T O, D I N A M I C O E D E F F I C I E N T E 3 ed. MDR IT 06/12

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate

Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate Prefabbricati a) con tetto a falde e serramenti a nastro sulle pareti perimetrali. b) con tetto a falde e fasce finestrate sul tetto. c) con tetto piano e lucernari a sezione triangolare trasversali. d)

Dettagli

Soluzioni integrate per la gestione del magazzino

Soluzioni integrate per la gestione del magazzino Soluzioni integrate per la gestione del magazzino whsystem Light è la versione di whsystem dedicata alla gestione di magazzini convenzionali. Questa variante prevede un modulo aggiuntivo progettato per

Dettagli

Il sistema logistico integrato

Il sistema logistico integrato Il sistema logistico integrato Che cos è la logistica? Il concetto di logistica è spesso poco chiaro Per logistica, spesso, s intendono soltanto le attività di distribuzione fisica dei prodotti (trasporto

Dettagli

e-log supply chain it automation gestione e pianificazione informatica delle attività logistiche E-Code Via Germania,6 35010 Vigonza (PD)Italy

e-log supply chain it automation gestione e pianificazione informatica delle attività logistiche E-Code Via Germania,6 35010 Vigonza (PD)Italy e-log gestione e pianificazione informatica delle attività logistiche supply chain it automation E-Code Via Germania,6 35010 Vigonza (PD)Italy Tel. +39.0497699189 Fax. +39.0497699199 w w w. e c o d e -

Dettagli

Presentazione della nuova filiale. e del nuovo magazzino di Padova

Presentazione della nuova filiale. e del nuovo magazzino di Padova Presentazione della nuova filiale e del nuovo magazzino di Padova 2006 Böhler Uddeholm Italia Spa 2 La nuova filiale di Padova, l idea, la realizzazione La nuova filiale Böhler di Padova è stata ubicata

Dettagli

OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI

OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati, non in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4134/RER Finanziato dalla Regione Emilia Romagna tramite

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

COMODO di Sitema Engineering Il primo magazzino 100% flessibile

COMODO di Sitema Engineering Il primo magazzino 100% flessibile L essenza del prodotto. Cos è, cosa fa, cosa lo distingue COMODO di Sitema Engineering Il primo magazzino 100% flessibile Caratteristica distintiva: stiva in verticale secondo logica random. Vantaggio:

Dettagli

La progettazione della catena di distribuzione nella supply chain. Progettare la catena distributiva 1

La progettazione della catena di distribuzione nella supply chain. Progettare la catena distributiva 1 La progettazione della catena di distribuzione nella supply chain Progettare la catena distributiva Linea guida Il ruolo della distribuzione nella Supply Chain Fattori che influenzano il progetto della

Dettagli

UNIBO - Bologna, 7 Dicembre 2010

UNIBO - Bologna, 7 Dicembre 2010 UNIBO - Bologna, 7 Dicembre 2010 Jungheinrich Italiana S.r.l. Warehouse Management Trattazione di tematiche tecniche sulla gestione dei magazzini. Il punto di vista operativo. 1 Ing. Gianfranco Falco World

Dettagli

Pallet Shuttle. Stoccaggio intensivo semiautomatico e automatico

Pallet Shuttle. Stoccaggio intensivo semiautomatico e automatico Pallet Shuttle Stoccaggio intensivo semiautomatico e automatico Stoccaggio intensivo semiautomatico e automatico I processi collegati allo stoccaggio sono diventati un elemento strategico nella gestione

Dettagli

LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO

LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO > > Dall antichità fino al 20 secolo, la logistica costituiva una prerogativa esclusivamente militare; essa rappresentava quel particolare ramo dell'arte

Dettagli

Informatica dei servizi e processi Miglioramento dell'efficienza dei processi di magazzino

Informatica dei servizi e processi Miglioramento dell'efficienza dei processi di magazzino Informatica dei servizi e processi Miglioramento dell'efficienza dei processi di magazzino Francesco Vanini Senior Consultant Opera21 OPERA21 HOLDING S.p.A. 2010 www.opera21.it Opera21 in breve IL PARCO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/6 Sessione ordinaria 2015 Il candidato, dopo aver letto attentamente, opti per una sola delle due tracce ed affronti la soluzione del tema e di due quesiti tra i quattro proposti nella traccia selezionata.

Dettagli

Warehouse Solution per AS/400. Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di centri di distribuzione all interno del sistema logistico aziendale

Warehouse Solution per AS/400. Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di centri di distribuzione all interno del sistema logistico aziendale Warehouse Solution per AS/400 Soluzione in Radio Frequenza per la gestione di centri di distribuzione all interno del sistema logistico aziendale 1 Agenda Introduzione Caratteristiche dell applicativo

Dettagli

La soluzione informatica carrelli elevatori web nasce per risolvere e gestire le problematiche legate al settore carrelli elevatori.

La soluzione informatica carrelli elevatori web nasce per risolvere e gestire le problematiche legate al settore carrelli elevatori. COS È La soluzione informatica carrelli elevatori web nasce per risolvere e gestire le problematiche legate al settore carrelli elevatori. Il sistema consente di vendere noleggiare manutenere riparare

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi ERP: L area logistica Copyright 2011 Pearson Italia Obiettivi Sistemi informativi aziendali struttura e processi Funzioni base dei sistemi per la logistica

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi ERP: L area logistica Copyright 2011 Pearson Italia Obiettivi Funzioni base dei sistemi per la logistica Definire le caratteristiche gestionali degli

Dettagli

Cassette e contenitori di plastica

Cassette e contenitori di plastica Cassette e contenitori di plastica Le cassette e i contenitori di plastica di Mecalux rappresentano la soluzione ottimale per lo stoccaggio e la classificazione di materiali di piccole dimensioni. Sono

Dettagli

Tecnologia Voice per i Magazzini

Tecnologia Voice per i Magazzini www.over-log.it Tecnologia Voice per i Magazzini La tecnologia Voice in Magazzino Perché il vocale? I vantaggi Le domande più frequenti Il ritorno sugli investimenti FAQ - Domande Frequenti Che cos è la

Dettagli

La gestione operativa del processo produttivo e logistico in O.M.P. O.M.P. Relatore: Andrea Guidi OFFICINE MAZZOCCO PAGNONI

La gestione operativa del processo produttivo e logistico in O.M.P. O.M.P. Relatore: Andrea Guidi OFFICINE MAZZOCCO PAGNONI La gestione operativa del processo produttivo e logistico in O.M.P. O.M.P. OFFICINE MAZZOCCO PAGNONI Relatore: Andrea Guidi Azienda Produzione: Clienti: Marchi Forniti: Pompe di circolazione acqua e olio,

Dettagli

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL Il trasporto: normativa e caratteristiche mezzi Introduzione 1 IL PUNTO DI PARTENZA MICROLOGISTICA: tutto ciò che concettualmente è (o avviene o viene

Dettagli

Capitolo XIV. La gestione della produzione

Capitolo XIV. La gestione della produzione Capitolo XIV La gestione della produzione La funzione di produzione Approvvigionamenti La funzione di produzione riguarda il processo di trasformazione dei beni, ossia l insieme l di operazioni mediante

Dettagli

Catalogo. settore Meccanica forniture industriali PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI GRANDI IMPIANTI

Catalogo. settore Meccanica forniture industriali PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI GRANDI IMPIANTI Catalogo settore Meccanica forniture industriali PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI GRANDI IMPIANTI Impianti per Meccanica Impianti per Meccanica L AZIENDA Euroscaffale Srl è un azienda affermata e dinamica

Dettagli