RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE. Roberto Laghezza

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE. Roberto Laghezza"

Transcript

1 RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE Roberto Laghezza

2 TEN-T OGGI Il Regolamento UE n 1315/2013 per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti TEN-T, approvato dalle istituzioni dell'unione Europea nel novembre 2013, prospetta una revisione della rete TEN-T allo scopo di realizzare una rete completa ed integrata che comprenda e colleghi tutti gli Stati membri dell'ue in maniera intermodale ed interoperabile, per contribuire alla realizzazione, entro il 2050, di uno spazio unico europeo dei trasporti basato su un sistema di trasporti competitivo ed efficiente. La rete sarà articolata in due livelli: una rete centrale a livello UE, da realizzare entro il 2030, basata su un approccio per corridoi; una rete globale, da realizzare entro il 2050, che comprenderà infrastrutture a livello nazionale e regionale.

3 TEN-T OGGI Nell ambito della rete centrale sono stati individuati 10 corridoi, di cui 4 di diretto interesse per l Italia: Corridoio 1 Baltico-Adriatico che collegherà Helsinki a Ravenna, nell ambito del quale sono previsti i collegamenti ferroviari Vienna-Udine-Venezia-Ravenna e Trieste-Venezia- Ravenna; Corridoio 3 Mediterraneo da Algeciras (Spagna) fino alla frontiera ungherese che comprenderà, tra l altro, i collegamenti ferroviari Lione-Torino, Milano-Brescia, Brescia- Venezia-Trieste, Milano-Mantova-Venezia-Trieste e Trieste-Diva; Corridoio 5 Helsinki-La Valletta che comprenderà il tunnel di base del Brennero nonché i collegamenti ferroviari Fortezza-Verona, Napoli-Bari, Napoli-Reggio Calabria, Messina- Palermo e Palermo-La Valletta; Corridoio 6 Genova-Rotterdam che comprenderà i collegamenti ferroviari Genova- Milano-Novara.

4 I CORRIDOI IN ITALIA

5 LA LIBERALIZZAZIONE DEL TRASPORTO FERROVIARIO RETE DI TRASPORTO TRANSEUROPEA COMPETITIVA ED EFFICACE ELIMINAZIONE BARRIERE INFASTRUTTURALI, TECNOLOGICHE E NORMATIVE STI Specifiche Tecniche di Interoperabilità LIBERALIZZAZIONE Processo che favorisce il passaggio da una configurazione industriale di monopolio, pubblico o privato, a una di concorrenza, favorendo l ingresso sul mercato di una pluralità di operatori in competizione fra loro. ( Trasporti e concorrenza R. Zucchetti, M. Ravasio) LINEE ATTREZZATE km 654 km

6 LA LIBERALIZZAZIONE IN ITALIA Merci Contendibile Trasporto Pubblico Locale Parzialmente contendibile Scelta, per le regioni, fra gara e affidamento diretto Media Lunga Percorrenza Internazionale Nazionale Contendibile (dal 2001) (Vincolo di reciprocità rispetto al competitore) Contendibile (dal 2001) (Vincolo di reciprocità rispetto al competitore) Rilascio, proroga e modifica delle licenze per le Imprese Ferroviarie Rilascio e presidio sui Certificati di Sicurezza Ripartizione della capacità di infrastruttura (DM43T, DM44T, DM92T, ecc.) Riscossione dei diritti dovuti per l utilizzo dell infrastruttura (contratti) Prospetto Informativo della Rete (PIR) OGGI Direttiva 2012/32/UE SPAZIO FERROVIARIO EUROPEO UNICO

7 IL RECAST DEL PRIMO PACCHETTO FERROVIARIO Piano Strategico Piano Strategico Piano Commerciale Contratto di Programma Registro dei beni

8 IL RECAST DEL PRIMO PACCHETTO FERROVIARIO AUTORITA DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI L art 37 del DL 201/2011 (come convertito, con modificazioni, dalla legge n. 214/2011) attribuisce all Autorità di Regolazione dei Trasporti funzioni e poteri già previsti dal Recast e segnatamente, quelli volti a garantire, in qualità di organismo di regolazione di cui all art 37 D.Lgs.188/03, condizioni di accesso eque e non discriminatorie all infrastruttura ferroviaria, definendo i criteri per la fissazione dei canoni, pedaggi e per l assegnazione delle tracce e della capacità e vigilando sulla loro corretta applicazione. L art 37 del DL 201/2011 attribuisce all Autorità di Regolazione dei Trasporti ulteriori funzioni non previste nello specifico dal Recast quali: a) stabilire le condizioni minime di qualità dei servizi di trasporto nazionali e locali connotati da oneri di servizio pubblico; b) definire il contenuto minimo degli specifici diritti, anche di natura risarcitoria, che gli utenti possono esigere nei confronti del GI e dei gestori dei servizi fatte salve le ulteriori garanzie presenti nelle carte dei servizi dei gestori; c) definire gli schemi dei bandi delle gare per l assegnazione dei servizi di trasporto in esclusiva e delle convenzioni, da inserire nei capitolati delle medesime gare, e stabilisce i criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici; d) verificare che nei bandi di gara, per il trasporto ferroviario regionale, non sussistono condizioni discriminatorie o che impediscano l accesso a concorrenti potenziali (con particolare riferimento al requisito della disponibilità del materiale rotabile già al momento della gara); e) definire, sentiti MIT regioni ed enti locali interessati, gli ambiti di servizio pubblico sulle tratte e le modalità di finanziamento; f) analizzare l efficienza dei diversi gradi di separazione tra il GI e l IF.

9 CORE CORRIDOR 6 Interventi sulle tratte italiane Adeguamento a modulo 750m linea Domodossola 6 ERTMS Terzo Valico dei Giovi Interventi tecnologici per la capacità linea Chiasso Milano Adeguamento a sagoma P/C80 e modulo 750m Chiasso Milano Nodo di Genova Adeguamento sagoma P/C80 e modulo 750m linea Luino

10 CORE CORRIDOR 6 Interventi sui terminali LINEA ALESSANDRIA-OVADA Soppressione PL (km 9+438, 9+924, , ) Velocizzazione: (V min da 80/90/90 a 100/105/110) VELOCITA COMMERCIALE SU ITINERARIO DA 50 km/h A 55 km/h Piano Regolatore della stazione di Ge.Voltri Mare (a cura RFI) 1^ FASE DI POTENZIAMENTO n 6 binari di stazione (modulo max 500 m) doppio collegamento con VTE CONFIGURAZIONE A REGIME n 7 binari di stazione (modulo 750 m) doppio collegamento con VTE TORINO ACQUI T. Castellazzo Castelspina Predosa Riosecco S. Giacomo Roccagrimalda ALESSANDRIA OVADA Ge. Acquasanta SAVONA Mele Ge. Granara P.P. CORVI Frugarolo B. Rivalta S. Pozzolo F. B.CAB.B NOVI S.BOVO NOVI LIGURE Serravalle S. Ovada Nord Rossiglione Ge Voltri Ge.Voltri Mare Ge Voltri Mare Ge Pra Ge Pegli Rigoroso Isola del C. B.CAB.A Campoligure Mignanego Ge. S. Quirico Ge. Costa di Sestri P. B. SUCCURSALE GE. BORZOLI B.POLCEVERA Q.TORBELLA B.CASTELLUCCIO VTE Ge Sestri Ponente B.FEGINO GE SAMP. SMISTAM. Ge Cornigliano VIA SOMMERGIBILE MILANO TORTONA Carbonara S. Villalvernia Cassano Sp. Stazzano Serr. ARQUATA SCRIVIA BIVIO/P.C. SCAVALCAMENTO Pietrabissara RONCO SCRIVIA Busalla Piano Orizzontale Ge Pontedecimo Ge. S.Biagio Ge. Bolzaneto B.RIVAROLO VIA SUSSIDIARIA VIA BASTIONI GE Rivarolo VIA GRANAROLO GE CAMPASSO GENOVA SAMPIERDARENA B.BERSAGLIO Ge.Campasso GE. MARITTIMA U.M. BACINO Nino Ronco Scali RFI Terminal portuali Itinerario preferenziale GENOVA P.PRINCIPE GE MARITTIMA S.LIMBANIA Ge Via Di Francia Ge.Marittima U.M.Bacino 6 Piano Regolatore della stazione di Ge. Campasso (a cura RFI) 1^ FASE DI POTENZIAMENTO O n 5 binari di stazione (modulo max 750 m) VIA TRAVERSATA NUOVA GENOVA BRIGNOLE Ge P. P. Sotterranea S.Benigno CONFIGURAZIONE A REGIME n 8 binari di stazione (modulo 750 m) VIA TRAVERSATA VECCHIA LA SPEZIA ENTRO IL 2015 Piano Regolatore della stazione di Ge.Marittima Bacino (a cura Autorità Portuale Genova)

11 NODO FERROVIARIO DI GENOVA IL PROGETTO: I SERVIZI A REGIME

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Inquadramento di rete Investimenti Terzo Valico dei Giovi Potenziamento Nodo di Genova Marsiglia Ventimiglia Collegamento del sistema portuale

Dettagli

Linea GENOVA - SAVONA

Linea GENOVA - SAVONA Linea GENOVA - SAVONA Partenze FERIALI (da lunedì a venerdì) R 11324 GENOVA BRIGNOLE (p. 21.31) SAVONA (a. 22.45) Genova Piazza Principe 21.37 - Genova Sampierdarena 21.45 - Genova Cornigliano 21.49 -

Dettagli

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana

Dettagli

INSERTO DESCRITTIVO DELLE STAZIONI E FERMATE FERROVIARIE DEL COMPARTIMENTO DI GENOVA PER LE QUALI SONO ATTIVI CONTRATTI DI COMODATO D USO

INSERTO DESCRITTIVO DELLE STAZIONI E FERMATE FERROVIARIE DEL COMPARTIMENTO DI GENOVA PER LE QUALI SONO ATTIVI CONTRATTI DI COMODATO D USO Genova, novembre 2008 INSERTO DESCRITTIVO DELLE STAZIONI E FERMATE FERROVIARIE DEL COMPARTIMENTO DI GENOVA PER LE QUALI SONO ATTIVI CONTRATTI DI COMODATO D USO IL PRESIDIO DELLE PICCOLE STAZIONI E DELLE

Dettagli

L Scc del nodo di Genova

L Scc del nodo di Genova L Scc del nodo di Genova L Scc del nodo di Genova IL SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO La sigla Scc, Sistema di Comando e Controllo, indica il più avanzato sistema di gestione integrata della circolazione

Dettagli

Delibera n. 49/2015. VISTO il decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422 e s.m.i. ;

Delibera n. 49/2015. VISTO il decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422 e s.m.i. ; Delibera n. 49/2015 Misure regolatorie per la redazione dei bandi e delle convenzioni relativi alle gare per l assegnazione in esclusiva dei servizi di trasporto pubblico locale passeggeri e definizione

Dettagli

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Marzo 2015 Il contesto europeo: i Core Corridors che interessano l Italia Corridoio

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alessandria - S. Giuseppe di Cairo - Savona 10271 Acqui Terme 05:47 Savona L'orario di partenza potrebbe essere 10270 Acqui

Dettagli

TRASPORTI FERROVIARI

TRASPORTI FERROVIARI Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Anno Accademico: 2012/13 CORSO DI TECNICA DEI TRASPORTI FERROVIARI, MARITTIMI E AEREI

Dettagli

PARTE GENERALE FCL di GENOVA

PARTE GENERALE FCL di GENOVA Genova 71 PARTE GENERALE FCL di GENOVA ALESSANDRIA TORTONA NOVI SB NOVI L. ACQUI T. OVADA 76 ARQUATA S. 73 72 RONCO S. VENTIMIGLIA PR VENTIMIGLIA 75 VADO LZI S.GIUSEPPE DI C. SAVONA PD SAVONA M. 75 SAVONA

Dettagli

Circolare Territoriale GENOVA RFI DP/DTP - GE CT 6/2017. In vigore dal 07/07/2017 ore 01:00. Fascicolo Circolazione Linee di:

Circolare Territoriale GENOVA RFI DP/DTP - GE CT 6/2017. In vigore dal 07/07/2017 ore 01:00. Fascicolo Circolazione Linee di: RFI DP/DTP - GE Circolare Territoriale CT 6/2017 PAGINA 1 DI 4 In vigore dal 07/07/2017 ore 01:00 Fascicolo Circolazione Linee di: GENOVA N fasc. Linea interessata/parte Generale Tratto/i di linea Località

Dettagli

LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO DELLE RETI TEN-T E IL MECCANISMO FINANZIARIO CONNECTING EUROPE Suggerimenti per la politica europea dell Italia

LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO DELLE RETI TEN-T E IL MECCANISMO FINANZIARIO CONNECTING EUROPE Suggerimenti per la politica europea dell Italia LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO DELLE RETI TEN-T E IL MECCANISMO FINANZIARIO CONNECTING EUROPE Suggerimenti per la politica europea dell Italia Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia Amici della

Dettagli

WORKSHOP. Lo stato della programmazione delle infrastrutture portuali e ferroviarie. «Parte II» Antonino Vitetta

WORKSHOP. Lo stato della programmazione delle infrastrutture portuali e ferroviarie. «Parte II» Antonino Vitetta WORKSHOP ROMA TRENTUNOMARZODUEMILAQUINDICI ANNO ACCADEMICO DUEMILAQUATTORIDCII/DUEMILAQUINDICI Lo stato della programmazione delle infrastrutture portuali e ferroviarie «Parte II» Antonino Vitetta Obiettivi

Dettagli

Assessorato ai Trasporti RICHIESTA DI UNA CARTA DI ACCESSO ALL ABBONAMENTO INTEGRATO PER STUDENTI VALIDO NELLA PROVINCIA DI GENOVA

Assessorato ai Trasporti RICHIESTA DI UNA CARTA DI ACCESSO ALL ABBONAMENTO INTEGRATO PER STUDENTI VALIDO NELLA PROVINCIA DI GENOVA Assessorato ai Trasporti RICHIESTA DI UNA CARTA DI ACCESSO ALL ABBONAMENTO INTEGRATO PER STUDENTI VALIDO NELLA PROVINCIA DI GENOVA Da consegnare allo studente e/o al genitore (contiene dichiarazione per

Dettagli

TRASPORTO GRATUITO BICICLETTE IN VIGORE DAL 14 DICEMBRE 2014 Treno N Partenza Ora Arrivo Ora Tratte con servizio bici gratis.

TRASPORTO GRATUITO BICICLETTE IN VIGORE DAL 14 DICEMBRE 2014 Treno N Partenza Ora Arrivo Ora Tratte con servizio bici gratis. TRASPORTO GRATUITO BICICLETTE IN VIGORE DAL 14 DICEMBRE 2014 Treno N Partenza Ora Arrivo Ora Tratte con servizio bici gratis 1755/1754 MILANO CENTRALE 14:25 ALASSIO 17:55 MILANO CENTRALE - ALASSIO; 1799/1800

Dettagli

TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA

TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA OBIETTIVO DELL INTERVENTO Il progetto n. 24 della rete europea TEN T riguarda il potenziamento dell asse ferroviario Lione/Genova Basilea Duisburg Rotterdam/Anversa

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE LIGURIA SISTEMI STRADALI E AUTOSTRADALI Tunnel sottomarino/sotterraneo Genova Nel sistema della grande viabilità urbana di Genova si inserisce il progetto

Dettagli

Assessorato ai Trasporti RICHIESTA DI UNA CARTA DI ACCESSO ALL ABBONAMENTO INTEGRATO PER STUDENTI VALIDO NELLA PROVINCIA DI GENOVA

Assessorato ai Trasporti RICHIESTA DI UNA CARTA DI ACCESSO ALL ABBONAMENTO INTEGRATO PER STUDENTI VALIDO NELLA PROVINCIA DI GENOVA Assessorato ai Trasporti RICHIESTA DI UNA CARTA DI ACCESSO ALL ABBONAMENTO INTEGRATO PER STUDENTI VALIDO NELLA PROVINCIA DI GENOVA Da consegnare allo studente e/o al genitore (contiene dichiarazione per

Dettagli

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005 Evoluzione del sistema ferroviario Marsiglia, 29 marzo 2005 Progetti Prioritari della rete TEN e corridoi Paneuropei interessanti l Italia Tratti italiani del Progetto Prioritario 6 (TEN) e del Corridoio

Dettagli

Roma, 7 novembre 2008. PROPOSTA DI MODIFICA PROSPETTO INFORMATIVO DELLA RETE (aggiornamento dic. 2008)

Roma, 7 novembre 2008. PROPOSTA DI MODIFICA PROSPETTO INFORMATIVO DELLA RETE (aggiornamento dic. 2008) Roma, 7 novembre 2008 PROPOSTA DI MODIFICA PROSPETTO INFORMATIVO DELLA RETE (aggiornamento dic. 2008) Tematiche di maggior rilievo Negoziale/Fatturazione: Introduzione di nuove condizioni per la stipula

Dettagli

TRASPORTI. Aerei - - - - -0,7-4,8 - - Passeggeri - - - - -5,7-9,5 - - Merci - - - - 8,3 - - - Posta - - - - -15,6 - - -

TRASPORTI. Aerei - - - - -0,7-4,8 - - Passeggeri - - - - -5,7-9,5 - - Merci - - - - 8,3 - - - Posta - - - - -15,6 - - - 16 TRASPORTI Gli indicatori relativi al movimento commerciale dei porti liguri mettono in evidenza per il 2005 un andamento positivo per il porto di Savona, a fronte di variazioni negative per gli altri

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000

Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000 Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000 Caratteristiche della rete AV/AC italiana La rete ferroviaria AV/AC in Italia presenta un assetto e una conformazione ( curve minime

Dettagli

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno Legnano, 5 maggio 2009 FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno 1 Progetti Prioritari rete TEN e corridoi paneuropei 2 Progetto Prioritario 6 (TEN.T) e del Corridoio Paneuropeo V Connessione con il sistema dei

Dettagli

Delibera n. 84/2015. VISTI in particolare, i commi 2 e 3 del citato art. 37 del decreto-legge n. 201/2011 e, specificamente:

Delibera n. 84/2015. VISTI in particolare, i commi 2 e 3 del citato art. 37 del decreto-legge n. 201/2011 e, specificamente: Delibera n. 84/2015 Prescrizioni a Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. relativamente ad alcune modifiche da essa apportate, nel corso del 2015, al Prospetto informativo della rete 2014 e 2015 L Autorità,

Dettagli

LINEA GENOVA BRIGNOLE - ARQUATA SCRIVIA - NOVI LIGURE - ALESSANDRIA MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI E BUS SOSTITUTIVI

LINEA GENOVA BRIGNOLE - ARQUATA SCRIVIA - NOVI LIGURE - ALESSANDRIA MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI E BUS SOSTITUTIVI 11 e 12 LUGLIO 2015 LINEE: -AQUATA SCIVIA-NOVI LIGUE-ALESSANDIA-TOINO; -MILANO; -OVADA-ACQUI TEME; VENTIMIGLIA--LA SPEZIA MODIFICHE CICOLAZIONE TENI Sabato 11 e domenica 12 luglio 2015 sono previsti lavori

Dettagli

Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest

Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest Infrastrutture ferroviarie strategiche definite dalla Legge Obiettivo n. 443/01 Tratta AV/AC Milano-Verona Lotto funzionale Treviglio Brescia Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest Ottobre

Dettagli

SOLUZIONI PER L INTEGRAZIONE DEL TRASPORTO FERROVIARIO AL TRASPORTO MARITTIMO NELLA CATENA INTERMODALE

SOLUZIONI PER L INTEGRAZIONE DEL TRASPORTO FERROVIARIO AL TRASPORTO MARITTIMO NELLA CATENA INTERMODALE SOLUZIONI PER L INTEGRAZIONE DEL TRASPORTO FERROVIARIO AL TRASPORTO MARITTIMO NELLA CATENA INTERMODALE Dr. Fabrizio Camisetti Marketing & Sales Manager GENOVA, Porto Antico Centro Congressi 11 Novembre

Dettagli

MERCINTRENO 2014 «Si possono ridurre i costi di produzione del ferroviario merci?» Guido Porta, Vice Presidente FerCargo

MERCINTRENO 2014 «Si possono ridurre i costi di produzione del ferroviario merci?» Guido Porta, Vice Presidente FerCargo alle limitazioni dell infrastruttura Occorre investire nell ammodernamento dell Infrastruttura Ferroviaria. Nella rete, infatti, sono ancora presenti ostacoli che impediscono lo sviluppo del sistema ferroviario.

Dettagli

LINEE: LA SPEZIA VENTIMIGLIA; GENOVA ACQUI TERME; GENOVA ARQUATA S.

LINEE: LA SPEZIA VENTIMIGLIA; GENOVA ACQUI TERME; GENOVA ARQUATA S. LINEE: LA SPEZIA VENTIMIGLIA; GENOVA ACQUI TERME; GENOVA ARQUATA S. VARIAZIONI ORARIO TRENI Sabato 27 maggio 2017, in occasione della visita di Papa Francesco a Genova, Trenitalia SpA Trasporto Regionale

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete 1 Overview Brescia e l Europa: i corridoi della Rete TEN-T Nodo di Brescia: infrastruttura e servizi Il Piano TPL

Dettagli

Elenco dei treni che ammettono il trasporto gratis delle biciclette valido fino al 8 settembre 2016

Elenco dei treni che ammettono il trasporto gratis delle biciclette valido fino al 8 settembre 2016 Elenco dei treni che ammettono il trasporto gratis delle biciclette valido fino al 8 settembre 2016 Num Partenza Ora Arrivo Ora Tratta 1777/1776 Albenga 12:10 MILANO CENTRALE 15:35 1779/1778 Albenga 14:06

Dettagli

Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor

Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor Percorso di Capacity Building Progetto STREETS Catania 03/04 dicembre 2014 Giuseppe Anzaldi Regione Siciliana Dipartimento

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

VIABILITA ITALIA NORD CENTRO. Sud e Isole A22 - A23 - A26 - A27 - A28 - A57 A1 - A11 - A12 - A14 - A90 GRA

VIABILITA ITALIA NORD CENTRO. Sud e Isole A22 - A23 - A26 - A27 - A28 - A57 A1 - A11 - A12 - A14 - A90 GRA NORD A1 A1 - A4 - A4 - A6 - A6 - A7 - A7 - A8 - A8 - A12 - A12 - A14 A22 - A23 - A26 - A27 - A28 - A57 Nodo di Bologna CENTRO A1 - A11 - A12 - A14 - A90 GRA Sud e Isole A1 - A3 - A14 - A16 - A18 A19 -

Dettagli

SINTESI DEL QUADRO NORMATIVO VIGENTE IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

SINTESI DEL QUADRO NORMATIVO VIGENTE IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE SINTESI DEL QUADRO NORMATIVO VIGENTE IN MATERIA DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE L EVOLUZIONE STORICA Successivamente alla entrata in vigore del D.lgs. 19 novembre 1997, n. 422, molteplici sono stati i provvedimenti

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alessandria - S. Giuseppe di Cairo - Savona 10271 Acqui Terme 05:47 Savona L'orario di partenza potrebbe essere posticipato

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Genova - Ovada - Acqui Terme 11399 Acqui Terme 06:10 Genova Brignole 6155 Acqui Terme 07:03 Genova Brignole 6157 Acqui Terme

Dettagli

Ritardi. Entro 5 minuti. Entro 15 minuti. Entro 30 minuti. Oltre 30 minuti. Ritardi per tipologia treno ES* 1 IC 11 REG 65 IC 5 REG 13 REG 4

Ritardi. Entro 5 minuti. Entro 15 minuti. Entro 30 minuti. Oltre 30 minuti. Ritardi per tipologia treno ES* 1 IC 11 REG 65 IC 5 REG 13 REG 4 Ritardi Entro 5 minuti 77 Entro 15 minuti 18 Entro 30 minuti 4 Oltre 30 minuti 0 Ritardi per tipologia treno tipo Entro 5 minuti ES* 1 IC 11 REG 65 tipo Entro 15 minuti IC 5 REG 13 tipo Entro 30 minuti

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam )

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO Reno-Alpi (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) Dicembre 2014 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alessandria - S. Giuseppe di Cairo - Savona 10271 Acqui Terme 05:47 Savona L'orario di partenza potrebbe essere 10270 Acqui

Dettagli

Master Plan della Logistica del Nord Ovest Le conoscenze Figura 4.1.58: Cartografia zona di Campoligure

Master Plan della Logistica del Nord Ovest Le conoscenze Figura 4.1.58: Cartografia zona di Campoligure S.L.A.L.A S.r.l. Figura 4.1.58: Cartografia zona di Campoligure S.L.A.L.A. S.r.l. REGIONE PIEMONTE 0100291600 0100291800 0100089500 Figura 4.1.59: Fotogramma su Rossiglione IDFRANA 0100089500 COD_FRANA

Dettagli

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del Decreto Legge n.133/2014 «Sblocca Italia» Grottaminarda, 15 dicembre 2014 1 Il Gruppo

Dettagli

Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo

Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo di Sergio Rossato D.G. Interporto di Padova S.p.A. A.D. di NET Nord Est Terminal S.p.A. Il traffico intermodale COMPLESSIVO dell Interporto di Padova

Dettagli

Piemonte. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Piemonte. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Piemonte N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alba - Cavallermaggiore 4011 Alba 06:08 Cavallermaggiore 10259 Alba 06:30 Bra Si effettua nei lavorativi escluso il sabato.

Dettagli

INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE 30 ottobre 2013 Genova

INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE 30 ottobre 2013 Genova CONFINDUSTRIA Piemonte INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE 30 ottobre 2013 Genova Paolo Balistreri Direttore Transpadana e Confindustria Piemonte La nuova Rete Centrale europea UNA RETE DI 10 CORRIDOI

Dettagli

Piemonte. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Piemonte. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Piemonte N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alba - Cavallermaggiore 4011 Alba 06:08 Cavallermaggiore 10259 Alba 06:30 Bra Si effettua nei lavorativi escluso il sabato.

Dettagli

Il porto di Savona Vado. Gian Lugi Miazza Presidente Autorità Portuale di Savona Vado Milano, Giovedì 3 dicembre 2015

Il porto di Savona Vado. Gian Lugi Miazza Presidente Autorità Portuale di Savona Vado Milano, Giovedì 3 dicembre 2015 Il porto di Savona Vado Gian Lugi Miazza Presidente Autorità Portuale di Savona Vado Milano, Giovedì 3 dicembre 2015 Il porto di Savona Il porto di Vado Ligure Il porto di Savona Vado oggi: VADO LIGURE

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM Dicembre 2012 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio n. 6 della rete europea TEN-T riguarda

Dettagli

6.7.2001 IT Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

6.7.2001 IT Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 6.7.2001 IT Gazzetta ufficiale delle Comunità europee L 185/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) DECISIONE N. 1346/2001/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del

Dettagli

INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE

INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE Corridoi dei due mari ed il Mediterraneo Le scelte nel contesto europeo Amministratore Delegato RFI Michele Mario Elia A.C.G. Genova, 30 ottobre 2013 Core Corridor

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Ventimiglia-Genova-Novara-Milano (Sempione) Ventimiglia-Genova Tratta Andora - Finale Ligure SCHEDA N. 38 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

Paolo Celentani Responsabile Marketing e Sviluppo Servizi Commerciali Trenitalia - Divisione Cargo

Paolo Celentani Responsabile Marketing e Sviluppo Servizi Commerciali Trenitalia - Divisione Cargo Intervento Paolo Celentani Responsabile Marketing e Sviluppo Servizi Commerciali Trenitalia - Divisione Cargo Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I

Dettagli

Ultimo Miglio: la manovra nei porti

Ultimo Miglio: la manovra nei porti Ultimo Miglio: la manovra nei porti I porti italiani in cui FerCargo è presente con i propri treni Venezia Trieste San Giorgio Di Nogaro Ravenna Savona Genova La Spezia Civitavecchia Napoli Gioia Tauro

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

Tavolo regionale per la mobilità delle merci

Tavolo regionale per la mobilità delle merci Tavolo regionale per la mobilità delle merci Scenari e prospettive di contesto Milano 04 Marzo 2011 Oliviero Baccelli CERTeT Università Bocconi Indice dei temi trattati Gli scenari socio-economici di riferimento

Dettagli

LINEA ROMA - GENOVA - MILANO LINEA MILANO - TORINO. Foglio 1 di 6 TORINO P. NUOVA TORINO P. NUOVA GENOVA BRIGNOLE R

LINEA ROMA - GENOVA - MILANO LINEA MILANO - TORINO. Foglio 1 di 6 TORINO P. NUOVA TORINO P. NUOVA GENOVA BRIGNOLE R LINEE: - - - NAPOLI; PALERMO - - ; ROMA - - MILANO; MILANO - - VENTIMIGLIA; - ARQUATA SCRIVIA ; - ; - RIMINI- RAVENNA; MILANO - MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI Nelle notti 6/7 e 13/14 Febbraio 2010, per lavori

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana - DCER Milano 9 luglio 2013

Rete Ferroviaria Italiana - DCER Milano 9 luglio 2013 Le scelte di RFI per la gestione dell infrastruttura ferroviaria: pianificazione scali, contratti e servizi di manovra Rete Ferroviaria Italiana - DCER Milano 9 luglio 201 Le sfide di RFI per il traffico

Dettagli

I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità

I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità Intermodal Connections in the Adriatic Ionian Macro Region I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità Roberto Laghezza Direttore Direttrice Adriatica Ancona, 02 Luglio 2015 La Rete TEN-T che attraversa

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Genova - Ovada - Acqui Terme 11399 Acqui Terme 06:10 Genova Brignole 6155 Acqui Terme 07:03 Genova Brignole 6157 Acqui Terme

Dettagli

DETTAGLIO INTERRUZIONE GALLERIA TRAVERSATA NUOVA 4 Luglio 6 Settembre 2015

DETTAGLIO INTERRUZIONE GALLERIA TRAVERSATA NUOVA 4 Luglio 6 Settembre 2015 DETTAGLIO INTERRUZIONE GALLERIA TRAVERSATA NUOVA 4 Luglio 6 Settembre 2015 Interruzione Galleria Traversata Nuova Nell ambito dei lavori previsti per il potenziamento del Nodo Ferroviario di Genova, tra

Dettagli

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO Scalo Smistamento Retroporto Casello Alessandria sud A27 Genova - Gravellona Toce Strada di collegamento con la tangenziale 1 PRA STRADA DI COLLEGAMENTO CON LA TANGENZIALE

Dettagli

Attività CER in ambito europeo

Attività CER in ambito europeo Attività in ambito europeo Camera dei Deputati, Repubblica Italiana Roma 19 Gennaio 2011 Mauro Moretti Presidente 19 Gennaio 2011 1 Cos é il? Rappresenta gli interessi del settore ferroviario europeo Ruolo

Dettagli

Strategie per lo sviluppo della logistica nel porto di Genova. Autorità Portuale di Genova

Strategie per lo sviluppo della logistica nel porto di Genova. Autorità Portuale di Genova Strategie per lo sviluppo della logistica nel porto di Genova I numeri del porto - 51,9 Mil.Ton (anno 2014) - 2,17 Mil.Teus - 3,8 Mil. Mtl - 6.000 Accosti/anno Milioni Ton. 60-4.000 automezzi in/out al

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Genova - Ovada - Acqui Terme 11399 Acqui Terme 06:10 Genova Brignole 6155 Acqui Terme 07:03 Genova Brignole 6157 Acqui Terme

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

MODIFICAZIONI DELLA DOMANDA DI TRASPORTO ED EVOLUZIONE DELL OFFERTA DELLE IMPRESE FERROVIARIE

MODIFICAZIONI DELLA DOMANDA DI TRASPORTO ED EVOLUZIONE DELL OFFERTA DELLE IMPRESE FERROVIARIE MODIFICAZIONI DELLA DOMANDA DI TRASPORTO ED EVOLUZIONE DELL OFFERTA DELLE IMPRESE FERROVIARIE Verona,22 Novembre 2013 Traffico merci in Europa La ripartizione modale 76% 7% Road Railways Inland waterways

Dettagli

Il mito della TAV, grande opera dai nomi

Il mito della TAV, grande opera dai nomi Il mito della TAV, grande opera dai molti nomi ovvero: a che serve il Corridoio 5 Andrea Wehrenfennig Initiative Transport Europe - European Transport Initiative Iniziativa Europea dei Trasporti - Europäische

Dettagli

Le gare per la distribuzione del servizio gas

Le gare per la distribuzione del servizio gas Le gare per la distribuzione del servizio gas Ing. F. Santini Direttore Area Mercato dell Energia Torino, 16 luglio 2013 NORMATIVA E REGOLAZIONE Documenti principali Decreto Letta (D.Lgs 164/200) Decreto

Dettagli

MERCI IN TRENO 2014. Amministratore Delegato RFI

MERCI IN TRENO 2014. Amministratore Delegato RFI MERCI IN TRENO 2014 Il ferroviario merci in Europa: le opportunità dei finanziamenti europei per il miglioramento delle prestazioni, delle infrastrutture e dei servizi. Maurizio Gentile Amministratore

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI GENOVA

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI GENOVA ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA NODO METROPOLITANO DI GENOVA Dicembre 2014 1. Inquadramento territoriale e programmatico La città di Genova presenta delle caratteristiche

Dettagli

LE POLITICHE DI SOSTEGNO PUBBLICO AL TRASPORTO MERCI PER FERROVIA NEL QUADRO DELLA LIBERALIZZAZIONE DEL SETTORE

LE POLITICHE DI SOSTEGNO PUBBLICO AL TRASPORTO MERCI PER FERROVIA NEL QUADRO DELLA LIBERALIZZAZIONE DEL SETTORE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la navigazione ed i SIS Direzione Generale per il Trasporto Ferroviario LE POLITICHE DI SOSTEGNO PUBBLICO AL TRASPORTO MERCI

Dettagli

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Liguria. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Liguria N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Genova - Ovada - Acqui Terme 11399 Acqui Terme 06:10 Genova Brignole Si effettua dal lunedì al sabato fino al 2/8; nei 6155

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA RECANTE L INDIVIDUAZIONE DEGLI AEROPORTI DI INTERESSE NAZIONALE AI SENSI DELL ARTICOLO 698 DEL CODICE DELLA NAVIGAZIONE. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Firenze 27 Novembre 2014

Firenze 27 Novembre 2014 Comune di Genova Direzione Urbanistica SUE e Grandi Progetti Staff di Direzione Il progetto CAT MED lo sviluppo urbano sostenibile sulle metropoli mediterranee: un esperienza di successo Firenze 27 Novembre

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Trento, 15 gennaio 2016 Protocollo d Intesa - Conferenza stampa pag. 1

PROTOCOLLO D INTESA. Trento, 15 gennaio 2016 Protocollo d Intesa - Conferenza stampa pag. 1 PROTOCOLLO D INTESA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Amministrazioni pubbliche territoriali e locali Socie di Autostrada del Brennero S.p.A. Trento, 15 gennaio 2016 Intesa - Conferenza

Dettagli

LIGURIA. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

LIGURIA. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note LIGURIA N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alessandria - S. Giuseppe di Cairo - Savona 4623 Acqui Terme 05:53 Savona L'orario di partenza potrebbe essere 10270 Acqui

Dettagli

PARTE GENERALE FCL GENOVA

PARTE GENERALE FCL GENOVA 71 GENOVA PARTE GENERALE FCL GENOVA Milano Torino Nizza Valenza Alessandria Alessandria Sm.to Acqui T. 76 Ovada Novi S.B. 73 76 76 73 Novi Ligure 73 72 73 Tortona Arquata Scrivia Ronco Scrivia Ge.Bolzaneto

Dettagli

Strumenti innovativi per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto. Milano 7 Febbraio 2011

Strumenti innovativi per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto. Milano 7 Febbraio 2011 Strumenti innovativi per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto Milano 7 Febbraio 2011 Per realizzare le infrastrutture strategiche - al minor costo possibile - nel minor tempo possibile -

Dettagli

Le opere infrastrutturali: l esperienza ligure

Le opere infrastrutturali: l esperienza ligure Le opere infrastrutturali: l esperienza ligure 1 Esercizio e gestione di reti di trasporto pubblico di interesse regionale e locale: Esperienze europee a confronto GENOVA - Facoltà di Ingegneria - Villa

Dettagli

Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento

Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento SEF 15-4 Convegno Nazionale Sicurezza ed Esercizio Ferroviario Università La Sapienza Facoltà di Ingegneria Analisi di capacità di infrastruttura regionale; dallo stato attuale al Piano di potenziamento

Dettagli

Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese

Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese Bellinzona Luino Laveno Mombello Laveno Mombello Gallarate Sesto Calende Laveno Mombello Varese 29 aprile 2014 Fonte: CIM

Dettagli

Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria. 16 novembre 2015

Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria. 16 novembre 2015 Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria 16 novembre 2015 1 Vision La nuova maggioranza crede fermamente nello sviluppo sostenibile della propria economia e nella possibilità di portare

Dettagli

Accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie: Misure di Regolazione aggregate per area di intervento (cluster)

Accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie: Misure di Regolazione aggregate per area di intervento (cluster) Documento per la stampa Allegato al Comunicato Stampa n. 45 del 5 novembre 2014 Accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie: Misure di Regolazione aggregate per area di intervento

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI Gennaio 2016 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti Arch. Cynthia Fico Autorità di Gestione del PON Reti e Mobilità Ing. Giovanni Infante Responsabile Linea di Intervento Porti e Interporti Pagina 0 Traffico merci nel Mediterraneo Pagina 1 , Bando di gara

Dettagli

L integrazione logistica fra porti e sistema ferroviario nel Mediterraneo Nord Occidentale: le politiche e il mercato

L integrazione logistica fra porti e sistema ferroviario nel Mediterraneo Nord Occidentale: le politiche e il mercato SIET 2015 L integrazione logistica fra porti e sistema ferroviario nel Mediterraneo Nord Occidentale: le politiche e il mercato Oliviero Baccelli Direttore CERTET- Centro di Economia Regionale, Trasporti

Dettagli

La rete ferroviaria del Nord Ovest al servizio dei porti liguri

La rete ferroviaria del Nord Ovest al servizio dei porti liguri La rete ferroviaria del Nord Ovest al servizio dei porti liguri ENERGIA E TERRITORIO S.p.A. La rete ferroviaria del Nord-Ovest al servizio dei porti liguri Premessa...3 Capitolo 1 Le infrastrutture ferroviarie:

Dettagli

Andamento traffici porto di Genova

Andamento traffici porto di Genova Andamento traffici porto di Genova Composizione traffici porto di Genova 2012 32% 1% 1% 6% 2% 40% Traffico containerizzato Traffico convenzionale Rinfuse solide Oli minerali Oli vegetali, vino 16% Prodotti

Dettagli

I porti del Nord Primo workshop

I porti del Nord Primo workshop I porti del Nord Primo workshop Il Nord: portualità e sviluppo dell economia reale, infrastrutture, servizi e modalità di trasporto delle merci, governance dei processi. Position paper numero 3: I corridoi

Dettagli

LE RETI EUROPEE DI TRASPORTO: CONNETTERE L EUROPA PER RILANCIARE L ITALIA

LE RETI EUROPEE DI TRASPORTO: CONNETTERE L EUROPA PER RILANCIARE L ITALIA LE RETI EUROPEE DI TRASPORTO: CONNETTERE L EUROPA PER RILANCIARE L ITALIA Andrea Tinagli BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI 10 Febbraio 2014 LA BEI ED I SUOI AZIONISTI La BEI - Banca europea per gli investimenti

Dettagli

L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci

L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci ANNO ACCADEMICO DUEMILAQUATTORDICII/DUEMILAQUINDICI 15 dicembre 2014 Laboratorio di Analisi dei Sistemi di Trasporto L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci Francesco Russo francesco.russo@unirc.it

Dettagli

NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO

NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO Il Nodo di San Benigno è uno dei punti chiave della viabilità genovese, sia per la presenza del più importante casello autostradale della città, Genova Ovest,

Dettagli

Piemonte. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Piemonte. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Piemonte N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Alba - Cavallermaggiore TO005 Alba 05:56 Cavallermaggiore L'orario di partenza potrebbe essere 4365 Alba 06:08 Cavallermaggiore

Dettagli

Il Trasporto Pubblico Locale in Toscana, con particolare riferimento al trasporto ferroviario d interesse regionale e locale(tpf)

Il Trasporto Pubblico Locale in Toscana, con particolare riferimento al trasporto ferroviario d interesse regionale e locale(tpf) Settima Commissione consiliare MOBILITA E INFRASTRUTTURE Il Trasporto Pubblico Locale in Toscana, con particolare riferimento al trasporto ferroviario d interesse regionale e locale(tpf) Indagine conoscitiva

Dettagli

Delibera n. 64 del 31 luglio 2015

Delibera n. 64 del 31 luglio 2015 Delibera n. 64 del 31 luglio 2015 Avvio del procedimento per l adozione di provvedimenti sanzionatori riguardanti inottemperanze alle misure di regolazione 1.6.4, 3.6.1., 4.6.1, 5.6.1, 7.6.1, 11.6.1 e

Dettagli

Tab. 5: Scuola e popolazione scolastica genovese per ordine e grado

Tab. 5: Scuola e popolazione scolastica genovese per ordine e grado Tab. 5: Scuola e popolazione scolastica genovese per ordine e grado Scuola dell infanzia Elementare Media Inferiore Media superiore N scuole pubbliche 122 106 70 51 N scuole private 57 36 17 23 N studenti

Dettagli

LE POLITICHE REGIONALI DI INVESTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE ED I TRASPORTI

LE POLITICHE REGIONALI DI INVESTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE ED I TRASPORTI LE POLITICHE REGIONALI DI INVESTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE ED I TRASPORTI IERI OGGI - DOMANI 15 ottobre 2014 Michele MARINO Regione Piemonte Direzione Trasporti Infrastrutture Mobilità Logistica Settore

Dettagli

Il Nord Ovest d'italia e l'integrazione con i corridoi europei

Il Nord Ovest d'italia e l'integrazione con i corridoi europei Genova 22 Novembre 2010 Dallo sviluppo del sistema degli interporti al rilancio del trasporto ferroviario cargo Il Nord Ovest d'italia e l'integrazione con i corridoi europei Oliviero Baccelli, vice-direttore

Dettagli