a e La competitività del vino italiano nel mercato mondiale Denis Pantini* Economia della produzione 1. Premessa

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "a e La competitività del vino italiano nel mercato mondiale Denis Pantini* Economia della produzione 1. Premessa"

Transcript

1 Economi dll produzion L comptitività dl vino itlino nl mrcto mondil Dnis Pntini* 1. Prmss Il vino rpprsnt, nl pnorm dgli scmbi grolimntri mondili, uno di prodotti più globlizzti. Vnduto consumto ormi i quttro ngoli dl mondo, il commrcio di vino è pssto d mno di 7 milirdi sul finir dgli nni 80 d oltr 34 milirdi di dollri nl Un crscit ch trov poch nlogi tr i prodotti grolimntri. Nl priodo considrto, il commrcio di vino è inftti crsciuto (+390%) più di qunto bbino ftto rgistrr si l drrt gricol ch sono ll bs dll limntzion umn com i crli (+260%), l crn (+370%), il ltt (+285%), si ltri prodotti volutturi «globlizzti» d più tmpo com l bnn (+356%) o il cffè (+240%) 1. Si trtt di uno sviluppo fondmntlmnt trinto d un nuov gogrfi di consumi dll produzion ch vd diminuir il pso di mrcti più trdizionli com qulli dl Sud Europ, Itli comprs fvor di psi «mrgnti» (in prticolr dll Emisfro Sud dll Asi). Uno sviluppo sostnuto d un crscit dl bnssr ch st intrssndo l popolzion di Bric dll ltr Economi Emrgnti dl Sud-Est sitico dov l ricchzz pro-cpit, consguntmnt l cpcità di sps, sono crsciut snsibilmnt continurnno frlo nch in futuro, ritmi pr noi ormi sconosciuti. Si stim ch nll sol Cin, ntro il 2020 più di 60 milioni di bitnti ndrnno d ingrossr l fil di «nuovi ricchi» (qulli cioè con rdditi nnui supriori i dollri), mntr ltri 24 milioni lo frnno in Cin, 8 in Brsil 6 in Russi. Lo scnrio con cui si confront il vino itlino è dulistico: d un mrcto nzionl ch vidnzi un clo ni consumi ormi strutturl si contrppon un mrcto stro ch invc mostr rilvnti tssi di crscit prospttiv futur di ultrior incrmnto. All luc di tl qudro, il prsnt contributo fornisc un nlisi sui cmbimnti vvnuti nl mrcto mondil dl vino il posizionmnto comptitivo dtnuto in tl mbito di prodotti itlini, l fin di idntificr l prospttiv ch si 25 * Nomism S.p.A. 1 Font: Ocd-Fo.

2 dlinno sull tnut sostnibilità conomic dll intr filir vitivinicol nzionl. Un filir ch, com vin vidnzito nll prt finl dl lvoro, prsnt risvolti socili, trritorili d conomici di ssoluto rilivo. 2. Produzion consumo mondil di vino 17-18/2014 Nl 2013 l produzion mondil di vino è stt pri qusi 277 milioni di ttolitri, un quntittivo suprior dl 4% risptto i livlli ottnuti un dcnnio prim. Sbbn l produzion risulti vribil di nno in nno scond di fttori climtici, l tndnz di fondo vidnzi un sostnzil crscit, sostnut principlmnt di psi dl cosiddtto «Emisfro Sud». Dll tbll 1, ch riport i primi 10 produttori mondili, si vinc inftti com lo sviluppo produttivo più rilvnt bbi intrssto psi com Cil, Austrli, Sud Afric Cin, mntr pr qunto rigurd il continnt uropo Frnci, Itli Grmni dnotno un snsibil riduzion. Tbll 1 I principli psi produttori di vino (milioni di ttolitri) 26 Font: Win Monitor F cczion solmnt l Spgn ch, sguito di rinnovi ngli impinti viticoli, h incrmntto l rs produttiv. Tuttvi, pur front di qusto umnto, l quot congiunt dtnut di 4 principli psi uropi sull produzion mondil è scs in poco più di un dcnnio dl 54% l 50%. L crscit nll produzion risult trint d un umnto di consumi di vino livllo mondil ch, com vidnzito nll figur 1, sono pssti d milioni di ttolitri tr il 2000 il 2013.

3 Figur 1 I consumi di vino livllo mondil (milioni di ttolitri) Font: Win Monitor È intrssnt notr com front di qust crscit ni consumi vvnut nll ultimo dcnnio (circ +6%) non è corrisposto solmnt un umnto di produzion m uno sviluppo più ch proporzionl dl commrcio intrnzionl. Com ricordto nch in prmss, il vino h conosciuto un vro proprio boom in trmini di scmbi mondili, tnto ch sul front di quntittivi, l xport è crsciuto dl 43% tr il 2003 il 2013, pssndo d 69 circ 100 milioni di ttolitri. Qust divrs vlocità ngli ndmnti tr consumi scmbi intrnzionli sottnd sostnzilmnt d un nuov lloczion dgli cquisti di vino tr l divrs r dl pint, frutto di un vr propri «migrzion» di consumi di psi «trdizionli» produttori di vino d ltri contsti dov l coltivzion dll vit in trmini industrili rpprsnt un invstimnto «rltivmnt» nuovo o dov il vino è ntrto rcntmnt o st ntrndo fr prt dll bitudini limntri dll popolzion locl. Considrndo i dici principli mrcti di consumo dl vino livllo mondil (ch ssim incidono pr il 70% di consumi complssivi di tl prodotto), l tbll 2 suddivid tr qulli in cui l tndnz è gnrlmnt vrso un clo strutturl qulli ch ll opposto vidnzino un crscit. L suddivision è chir: l principli diminuzioni rigurdno inftti i psi «trdizionli» produttori di vino, in prticolr uropi com Frnci, Itli, Spgn l cui riduzioni ni consumi risultno comprs tr un minimo dl 25% d un mssimo dl 41% tr l mdi dl priodo il Economi dll produzion 27

4 Tbll 2 Top 10 mrcti di consumo dl vino livllo mondil 17-18/ Font: Win Monitor Al contrrio, l principli dinmich di crscit, nl priodo considrto, ttngono l mrcto cins, britnnico russo. In trmini ssoluti è prò qullo sttunitns svttr in trmini di volumi di consumo livllo mondil, sguito dll Grmni ch, sbbn poss nch sso ssr insrito tr i psi produttori trdizionli uropi, smbr fr cczion risptto tl ctgori sul front dll tndnz in tto ni consumi di vino. 3. I plyr intrnzionli L migrzion di consumi di vino ppn dscritt h portto, nl giro di ppn un vntnnio, qull splosion nl vlor dl commrcio intrnzionl ch pr oltr il 90% risult oggi nll mni di ppn nov psi sporttori. Sbbn Frnci, Itli Spgn rpprsntino ncor i primi tr plyr mondili pr vlor dll xport, tr il 1991 il 2013 sono stti i produttori dll Emisfro Sud d incrmntr snsibilmnt l propri quot, scpito soprttutto dl ldr di mrcto, l Frnci (figur 2).

5 Figur 2 Evoluzion nll quot ll xport mondil di vino di principli plyr (% sui vlori) Economi dll produzion 29 Font: Win Monitor L quot ll xport di vini frncsi è psst d oltr il 51% dl totl mondil circ il 34%. Itli Spgn sono riuscit d incrmntr l posizioni, mntr i vini dll Emisfro Sud ( dgli USA) hnno umntto snsibilmnt l loro incidnz sul commrcio intrnzionl pssndo congiuntmnt dl 5% d oltr il 23% dl vlor dll xport mondil di vino. In tl mbito, l crscit più rilvnt h intrssto il Cil pssto dll 1,1% l 6,1% l Austrli (dll 1,8% l 5,8%). Qusto prorompnt sviluppo sottnd un chir volontà di conquist di mrcti stri in mnir utonom spsso scollgt dl contsto di consumi intrni. A diffrnz di psi uropi, contrddistinti d un trdizion vinicol di lungo corso, i mrcti dll Emisfro Sud hnno conosciuto uno sviluppo dl sttor in tmpi rltivmnt brvi. Slvo il cso dll Argntin dgli Stti Uniti, gli ltri

6 17-18/ grndi plyr hnno incrmntto l produzion vinicol orgnizzt scondo logich industrili d sprssion di un gricoltur spcilizzt piuttosto ch frmmntt com nl cso dl sistm itlino nl corso dgli ultimi vnti nni. Bsti pnsr ch, risptto gli ttuli 1,3 milioni di tonnllt di vino prodotto dll Austrli, ni primi nni 80 l produzion dl ps fticv mntnrsi sull tonnllt. Così com l Nuov Zlnd, psst nllo stsso priodo di tmpo d mno di d oltr tonnllt di vino. D tl crscit discnd quindi l lvt propnsion ll xport di produttori dll Emisfro Sud, orgnizzti vocti ll conquist di mrcti intrnzionli; l contrrio dll imprs vinicol urop (m soprttutto itlin), trdizionlmnt orintt soddisfr in primis l domnd intrn, solo succssivmnt, crcr di smltir l ccdnz sui mrcti stri. Azind viticol di dimnsioni mdi supriori i 50 ttri (com in Austrli Nuov Zlnd), con dotzioni tcnologich vnzt oprtori commrcili crttr multinzionl rpprsntno i trtti crttristici di un volontà dll filir di ssr prsnt con i propri prodotti in tutto il mondo di coglir opportunità di crscit ch il proprio mrcto intrno non è ncor in grdo di offrir. A riprov di tli considrzioni è sufficint vidnzir il grdo di propnsion ll xport di vino di psi dll Emisfro Sud ch, pr Nuov Zlnd, Cil Austrli supr bbondntmnt il 50% (figur 3). Figur 3 L propnsion ll xport di vino di plyr intrnzionli (volumi sportti su produzion) Font: Win Monitor

7 4. Itli: consumi intrni di vino d xport È ltrsì intrssnt notr com l propnsion ll xport ngli ultimi nni si snsibilmnt crsciut nch pr Itli, Portogllo Spgn, sintomo di un riduzion strutturl ni consumi intrni ch h costrtto l imprs vinicol di rispttivi psi d individur nuovi mrcti di sbocco. In fftti, scndndo nl dttglio dl nostro ps, il 2013 h visto contrrsi ultriormnt il consumo di vino fino 21,8 milioni di ttolitri contro i 30,2 milioni dl S si mtt confronto tl ndmnto con qullo dll sportzioni, si vinc com l forbic sistnt d inizio 2000 tr qusti du indici si si ndt vi vi rstringndo fino d nnullrsi prtir dl 2011 (figur 4). In ltr prol, mntr nl 2001 l proporzion r qusi 1 2 ( front di 17 milioni di ttolitri di vino sportto, 30 milioni vnivno consumti in Itli), dl 2011 il rpporto rltivo è divntto pri ll unità (considrt l produzion vinicol itlin complssiv, prticmnt mtà vin consumt sul mrcto intrno mtà vin sportt). Figur 4 Un confronto tr consumi intrni d xport di vino itlino (milioni di ttolitri) Economi dll produzion 31 Font: Win Monitor

8 17-18/ Quli sono l rgioni di tl clo? Oggi i consumi di vino in Itli, dl punto di vist quntittivo, sono soprttutto sostnuti dll prson con oltr 60 nni di tà ch gnrlmnt ccompgnno i psti quotidini con il vino. Tl modlità di consumo non f invc prt dll bitudini limntri dll fsc più giovni dll popolzion ch invc consumno vino soprttutto in occsioni divrs con minor frqunz (sbbn pr tipologi di prodotto con przzi mdi più lvti). L riduzion di consumi discnd quindi dl ftto ch nll ultimo vntnnio, il numro di consumtori ch bvono vino tutti i giorni è diminuito dl 63%, pssndo d circ 4 1,5 milioni di individui. Nllo stsso tmpo, tl fsci di consumtori non è stt rimpingut dll gnrzioni più giovni ch, com spcificto poc nzi, sprimono frqunz modlità di consumo nttmnt diffrnti. Snz contr ch, ngli ultimi cinqu nni, si è inoltr vrificto un procsso di sostituzion tr i consumi di vino qulli di birr, qusti ultimi in riprs nl nostro ps (nch pr vi dl fnomno dll birr «rtiginli» ch stnno conoscndo un vro proprio boom produttivo). L riduzion di consumi intrni h quindi spinto l imprs vinicol ricrcr nuovi sbocchi di mrcto sul vrsnt intrnzionl. Nll ultimo dcnnio, l xport di vino dll Itli vlori corrnti è crsciuto dll 87%, pssndo di milioni di uro dl 2003 i dl In qusto sviluppo dll vndit oltr frontir, l tipologi ch h conosciuto l mggior crscit è stt qull dgli spumnti, umntt dl 218% d rrivndo così psr sul totl pr circ il 15% (contro il 9% di dici nni prim). Il rimnnt 85% si divid invc tr vini frmi imbottigliti (75%) sfusi (10%). L suddivision di mrcti di sportzion (tbll 3) vidnzi il ruolo di primo pino dtnuto d Stti Uniti, Grmni Rgno Unito pr i vini itlini ch, congiuntmnt, rrivno d ssorbir il 54% dll xport complssivo. D notr infin com il mrcto comunitrio psi pr poco più dll mtà sull vndit oltr frontir dl nostro vino, mntr risultno ncor mrginli gli cquisti d prt di Brics (Brsil, Russi, Indi, Cin Sud Afric).

9 Tbll 3 I principli mrcti di sportzion dl vino itlino (vlori) Font: Win Monitor 5. I principli mrcti di importzion il posizionmnto di vini itlini I futori dll crscit dll xport itlino di vino sono qugli stssi mrcti ch hnno visto splodr i consumi di qusto prodotto nll ultimo vntnnio ch, si pr rgioni di ridott s non insistnt disponibilità di prodotto nzionl ch di pprzzmnto vrso il md in Itly gli ltri vini stri, hnno incrmntto in mnir rilvnt l importzioni (tbll 4). Economi dll produzion 33 Tbll 4 Importzioni di vino ni principli mrcti mondili (vlori) Font: Win Monitor

10 17-18/ Nll ultimo dcnnio, il vlor dll import di vino ni mrcti «consolidti» in qulli «mrgnti» è crsciuto prcntuli doppi tripl cifr. Considrndo l prim ctgori di mrcti, Stti Uniti Rgno Unito hnno singolrmnt importto nl 2013 quntità di vino pr un vlor prossimo i 4 milirdi di uro, fcndo rgistrr umnti dll ordin dl 38% (nl cso dgli Stti Uniti) dl 20% (Rgno Unito). M il primto pr l dinmic di crscit più significtiv sptt l Cnd ch tr il 2003 il 2013 h incrmntto l importzioni di vino (in vlor) dl 110%. Nl cso di Bric, dov tli dinmich sono qusi l norm (ssndo mrcti dov l fs spnsiv è ppn inizit), spicc il cso dll Cin ch nl giro di un dcnnio h prticmnt umntto di 40 volt l import di vino, fcndo di tl ps il quinto mrcto l mondo pr vlor dll importzioni di qusto prodotto. Nll mbito di tl sviluppo, i vini itlini sono riusciti mntnr l propri posizioni, strppndo in molti csi quot di mrcto qugli stssi comptitor ch, dl punto di vist dll dotzioni concorrnzili, prtono sicurmnt vvntggiti (com Frnci, Austrli o Cil). In dici nni, l Itli h conquistto l prim posizion in trmini di principl sporttor di vino ngli Stti Uniti, in Grmni in Russi, mntr ngli ltri mrcti occup comunqu l posizioni di tst dopo l Frnci (tbll 5). Tbll 5 Quot di mrcto dl vino itlino sull importzioni totli di vino dl ps (% sui vlori, principli mrcti) Font: Win Monitor I divrsi posizionmnti discndono d strtgi di mrcto post in ssr dll imprs ll luc dll propri potnzilità, oltr ch d vincoli di ntur soprttut-

11 to triffri vignti ni mrcti di importzion. Nl primo cso vl l pn richimr l strtgi mss in tto dll imprs frncsi sul mrcto cins, un contsto dov il vino non f prt dll trdizioni limntri dl ps dov i distributori commrcili sono rpprsntti d oprtori di grndi dimnsioni. In un mrcto dl gnr, dov l diffusion dl vino può vvnir solmnt dopo vr condotto un idono procsso di duczion/informzion l consumtor locl quindi ttrvrso un prsidio dirtto costnt dl mrcto d prt dll imprs sporttrici, l Frnci, già prtir dgli nni 80 h intrprso prcorsi di ccordi commrcili con socità locli. Pr qunto rigurd invc l qustion di vincoli triffri, si trtt di un brrir ll ingrsso ch, pr molti mrcti «mrgnti», discrimin in mnir rilvnt l ccsso i produttori (figur 5). È il cso d smpio dl Brsil, dov l ppl di vini md in Itly è sicurmnt significtivo nch in considrzion dll comunità di migrnti itlini prsnti m dov nllo stsso tmpo i vini itlini soffrono di un comptizion impri con qulli cilni rgntini cus di ccordi biltrli ch prmttono qusti ultimi di ntrr nl mrcto brsilino dzio zro. Figur 5 Dzi mdi ll import di vini itlini ni principli mrcti (% sul vlor, 2012) Economi dll produzion 35 Font: Win Monitor

12 6. L rilvnz socioconomic dll filir vitivinicol itlin l voluzion intrvnut 17-18/ Com vidnzito prcdntmnt, l vitivinicoltur itlin ssum un pso di primo pino nl pnorm uropo mondil, si sul front produttivo ch dgli scmbi intrnzionli. Allo stsso tmpo, i vlori conomici sprssi dll filir vitivinicol giocno un ruolo chiv nch ll intrno dll complssiv filir grolimntr nzionl si con risptto ll prt più proprimnt gricol ch con rifrimnto ll fs di trsformzion: livllo gricolo, l viticoltur rpprsnt inftti il 5% dll intro vlor dll gricoltur itlin, mntr i produttori industrili di vino grntiscono il 5% dl Prodotto intrno Lordo il 4% dgli occupti dll intr industri limntr. Qusti risultti sono rsi possibili d un tssuto produttivo molto mpio fortmnt intgrto lungo l vri fsi dll filir. A livllo primrio sono l zind gricol foclizzt sull produzion di uv d vino ch in lcuni csi stndono l propri ttività nch procssi di trsformzion pr l ottnimnto dl vino in hous. Tli zind, gnrlmnt di piccolissim dimnsion (1,7 ttri l dimnsion mdi), impigvno nl 2010 un suprfici di circ 626 mil ttri invstiti vignto 2. L zind gricol spcilizzt nll vitivinicoltur di rdo lvorno l propri uv. Nll grn prt di csi, l loro produzion vin vndut com mtri prim imprs industrili ch non gstiscono dirttmnt vignti ch invc si rivolgono ll imprs dl sttor primrio pr il rprimnto dll mtri prim ncssri (uv d vino). Tl ggrgto di trsformtori cont circ imprs, cpci di produrr mttr sul mrcto, nzionl d stro, più di 40 milioni di ttolitri di vino, di cui circ 29 milioni di ttolitri rltivi vini dnominzion di origin (Dop Igp). Grzi nch ll ttività prlllmnt svolt d qusi 4 mil imbottiglitori, qust importnt produzion di vino ssicur un vlor complssivo di circ 9 milirdi di uro 3. Com vvnuto pr molti ltri comprti dll gricoltur itlin, nch il sistm viticolo h conosciuto un profond ristrutturzion nl dcnnio , crttrizzto d un fort riduzion dll imprs contmpornmnt, stnt un riduzion molto più contnut dll suprfici gricol utilizzt, d un crscit importnt dll dimnsion mdi di imprs in trmini di suprfici invstit. Tli dinmich trovno nch spigzion ngli fftti dll politich comu- 2 Font: VI Cnsimnto gnrl dll Agricoltur, Istt. 3 Font: Mdiobnc.

13 nitri di «ccompgnmnto» ll uscit dl mrcto d prt dll imprs mno fficinti produttiv. Ci si rifrisc soprttutto ll misur d incntivzion dll stirpzion volontri di vignti volut dll Commission Europ pr gli nni 2008/2009/2010 con l intnto di riquilibrr domnd offrt dl sttor (ch prtiv d un surplus strutturl dll offrt) nll ottic di fvorir l qulità mdi di prodotti il posizionmnto di przzo. Qust politic spig quindi in buon prt l riduzion dll suprfici vignto tr il 2000 il 2010, nch s il suo fftto è stto molto divrso ll intrno dl trritorio itlino corntmnt con i divrsi grdi di sviluppo vlorizzzion dll vitivinicoltur rgionli. A mostrr l riduzioni più snsibili in trmini di imprs ttiv d stnsion di vignti sono stt soprttutto l rgioni dl Cntro-Sud (tbll 6), mntr in molt r dl Nord l suprfici dstint vignto è ddirittur umntt (d smpio, Vnto, Trntino Alto Adig); ciò driv dl più lto vlor ggiunto mdio ch contrddistingu l produzioni di qust ultim rgioni ch h grntito il prosguimnto il rfforzmnto dll ttività di produzion dll imprs dl sttor. Tbll 6 L viticoltur livllo rgionl* vrizion dcnnl nll zind nll suprfici invstit Economi dll produzion 37 * Comprnsiv dll uv d tvol Font: lborzioni su dti Istt

14 7. Conclusioni: quli opportunità di crscit pr i vini itlini? 17-18/ All luc dll dscrizion dllo scnrio ttul d volutivo ch rigurd il mrcto di consumo dl vino si livllo mondil ch nzionl, non smbrrbbro ssrci dubbi sull dirttrici di sviluppo ch dovrbbro guidr l strtgi di mrcto dll imprs vinicol itlin pr il prossimo futuro. Ovvimnt, il condizionl è smpr d obbligo. Il mrcto itlino rpprsnt un bcino di consumo dl vino conomicmnt importnt, tr l ltro poco propnso ncor pr il momnto ll cquisto di prodotti stri. Purtroppo, è in prospttiv ch l ttrttività di tl mrcto smbr dstint diminuir snsibilmnt. L imprs itlin, pr mntnr inltrti i propri livlli produttivi di rdditività dovrnno smpr più confrontrsi con consumtori pprtnnti psi cultur limntri lontn dll nostr. L post in gioco è lt: si corr inftti il rischio di dovr dir ddio d un lrg ftt dll coltivzion dll vit, con tutti gli fftti ch n drivrbbro csct si nll fsi produttiv vll dll filir, si ni trritori rurli nll conomi locli dov l produzion vitivinicol rpprsnt un sst strtgico di sviluppo. Gli ostcoli prsnti lungo qusto prcorso di intrnzionlizzzion non sono pochi, m i risultti rggiunti dl vino itlino nl mondo, nch durnt qusto priodo di rcssion, tstimonino l brvur l cpcità commrcili dll nostr imprs. Tnto ch, mttndo in rlzion tli succssi con l dotzioni strutturli, orgnizztiv di supporto istituzionl/commrcil dll imprs itlin risptto qull frncsi o di plyr dll Emisfro Sud, vin nturl chidrsi com qusto si stto possibil. D ltrond, gurdndo ll strtgi di pntrzion mss in tto dgli ltri comptitor, qusti gp sltno gli occhi immditmnt: joint vntur con oprtori o istituzion di gnzi commrcili nl mrcto trgt, sinrgi con ctn distributiv multinzionli m dll stss origin trritoril, supporto dl «sistm Ps» nll conclusion di ccordi biltrli pr l riduzion triffri o nll promozion diffusion dll propri cultur vinicol nll ctn lbrghir o nll ristorzion. Tutt strtgi ch, d smpio, hnno prmsso i produttori frncsi di rrivr «pr primi» conquistr posizioni di ldrship in mrcti con lti tssi di crscit ni consumi di vino (si pnsi i psi dl Sud-Est sitico). Dl cnto loro, l imprs itlin possono contr su stndrd qulittivi di prodotto lvti, su un imponnt vrità di vini in grdo di dttrsi ll dit locli ch possono fr lv su rifrimnti trritorili di lto vlor mozionl m, soprttutto, sull diffusion dll cucin itlin. Un prticolr di strm importnz dto ch, pr i nostri vini, h rpprsntto in molti csi l rm più fficc pr l pntrzion ni nuovi mrcti.

15 In ltr prol, più ch stupirsi dll ffrmzion rggiunt di nostri prodotti nl mondo, occorrrbb prndr tto dll potnzilità ncor insprss o non pinmnt utilizzt dll nostr imprs pr godr di mggiori vntggi comptitivi nll rn mondil. Un cos è crt: non ssndoci più spzio pr l improvviszion, pr l imprs divnt ncssrio suprr qui limiti orgnizztivi commrcili ch oggi n minno ll bs l comptitività. Solo in qusto modo i vini itlini srnno in grdo di frsi vlr d pprzzr in un mrcto mondil ch, l di là dll brvi isolt bttut d rrsto, prsnt ncor molt potnzilità di sviluppo. Bibliogrfi Mdiobnc, Indgin sul sttor vitivinicolo, Rom, Pntini D., Piccoli F., Il vino oltr l crisi. Com è cmbito il mrcto mondil dl vino con l crisi conomic: criticità d opportunità pr i produttori itlini, Agr Editric, Rom, Pntini D., Il posizionmnto comptitivo dl vino itlino nl mrcto mondil tr cmbimnti ni consumi nuovi scnri volutivi, Rpporto Ic «L Itli nll conomi intrnzionl», Rom, Istt, bnc dti Cowb. Ocd-Fo, Agriculturl Outlook Win Monitor, Sttisticl dtbs ( Economi dll produzion 39

a e ae 17-18/2014 Ricerca e formazione nel settore agroalimentare per il lavoro e la sostenibilità agricoltura alimentazione economia ecologia

a e ae 17-18/2014 Ricerca e formazione nel settore agroalimentare per il lavoro e la sostenibilità agricoltura alimentazione economia ecologia 17-18/2014 gricoltur limntzion conomi cologi Rivist trimstrl dll Fdrzion lvortori groindustri dll CGIL dll Fondzion Mts Ricrc formzion nl sttor grolimntr pr il lvoro l sostnibilità DIRETTORE Frnco Frin

Dettagli

1. Lo scenario del sistema agricolo ed agroalimentare

1. Lo scenario del sistema agricolo ed agroalimentare Ricrch Pr un progtto di rilncio dll grolimntr itlino* Mssimilino D Alssio** 1. Lo scnrio dl sistm gricolo d grolimntr Lo scnrio comptitivo di front l qul si colloc il sistm gricolo d grolimntr itlino risult

Dettagli

a e quali evoluzioni nell agroalimentare? Massimiliano D Alessio* L analisi Premessa

a e quali evoluzioni nell agroalimentare? Massimiliano D Alessio* L analisi Premessa L nlisi L occupzion nll crisi conomic: quli voluzioni nll grolimntr? Mssimilino D Alssio* Prmss Il mrcto dl lvoro itlino ppr ttulmnt crttrizzto d un fort dtriormnto. Scondo lcun stim l occupzion in Itli

Dettagli

ANTON FILIPPO FERRARI

ANTON FILIPPO FERRARI ANTON FILIPPO FERRARI L Rom lo h prticmnt prso C è un ccordo mssim vnno dfiniti i dttgli in pr tic l controprtit tcnich Ngli ultimi du nni molti tifosi itlini in prticolr qulli dll Uns lo hnno conosciuto

Dettagli

Crisi occupazionale, ammortizzatori sociali e riforma pensionistica Elisabetta Pedrazzoli* La riforma previdenziale Legge n. 214 del 22 dicembre 2011

Crisi occupazionale, ammortizzatori sociali e riforma pensionistica Elisabetta Pedrazzoli* La riforma previdenziale Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 Tmi Crisi occupzionl, mmortizztori socili riform pnsionistic Elisbtt Pdrzzoli* Prmss L ttul situzion conomic è crttrizzt dl prdurr di un fort crisi con tutt l consgunz ch ciò comport sui livlli occupzionli.

Dettagli

SPERIMENTAZIONE PROGETTO TELELAVORO CUSTOMER SERVICES

SPERIMENTAZIONE PROGETTO TELELAVORO CUSTOMER SERVICES 1 SPERIMENTAZIONE PROGETTO TELELAVORO CUSTOMER SERVICES 21 Luglio 2008 2 SPERIMENTAZIONE TELELAVORO Contct Cntr coinvolti: Rom (2 prson) Npoli (8 prson) Srvizi gstiti in tllvoro: 186 Rom Off Lin Npoli

Dettagli

a e Le Organizzazioni dei produttori: una nuova prospettiva contrattuale? Massimiliano D Alessio* Premessa

a e Le Organizzazioni dei produttori: una nuova prospettiva contrattuale? Massimiliano D Alessio* Premessa Tmi L Orgnizzzioni di produttori: un nuov prospttiv contrttul? Mssimilino D Alssio* Prmss L nlisi di principli risultti dl Cnsimnto Gnrl dll gricoltur 2010 prmtt di vidnzir il procsso di trsformzion ch

Dettagli

Modelli organizzativi e politiche di affiliazione in Europa

Modelli organizzativi e politiche di affiliazione in Europa Modlli orgnizztivi politich di ffilizion in Europ Il modllo scndinvo Polo Borioni* Prmss Com è noto i psi nordici (Norvgi, Dnimrc, Svzi, Finlndi, non trttrmo rltà dmogrficmnt molto piccol com l Islnd)

Dettagli

a e La riforma della Politica comune della pesca: gli effetti socioeconomici di breve periodo Alessandra Borello* L analisi Premessa

a e La riforma della Politica comune della pesca: gli effetti socioeconomici di breve periodo Alessandra Borello* L analisi Premessa L nlisi L riform dll Politic comun dll psc: gli fftti socioconomici di brv priodo Alssndr Borllo* Prmss Il sttor ittico uropo st ttrvrsndo ormi d nni un profond crisi ll qul, scondo qunto riportto nl Libro

Dettagli

a e Tutte le donne del mondo sono produttrici di cibo. Più della metà di loro

a e Tutte le donne del mondo sono produttrici di cibo. Più della metà di loro Rubric: Lvoro slut Slut lvoro dll donn nl sttor grolimntr: risultti di un indgin sul cmpo Irn Figà-Tlmnc* Tutt l donn dl mondo sono produttrici di cibo. Più dll mtà di loro (53%) sono nch lvortrici dl

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

CLIMATIZZAZIONE DI AMBIENTI CONFINATI: FUNZIONE COMPENSATRICE DEGLI IMPIANTI

CLIMATIZZAZIONE DI AMBIENTI CONFINATI: FUNZIONE COMPENSATRICE DEGLI IMPIANTI Corso di Impinti Tcnici.. 2009/2010 Docnt: Prof. C. Istti CAPITOLO 4 : FUNZIONE COMPENSATRICE DEGLI IMPIANTI 4.1 Gnrlità Col trmin impinto di climtizzzion si intnd un dispositivo cpc di compnsr i flussi

Dettagli

a e Azione sindacale e modelli organizzativi Michele Greco* Premessa

a e Azione sindacale e modelli organizzativi Michele Greco* Premessa Tmi Azion sindcl modlli orgnizztivi Michl Grco* Prmss Già prim dl 2008 l nostr conomi il nostro tssuto socio conomico rno mssi dur prov dll infficinz di sistm, di ritrdi strutturli infrstrutturli d un

Dettagli

a e Evoluzione del collocamento e mercato del lavoro in agricoltura Massimiliano D Alessio* L analisi Premessa

a e Evoluzione del collocamento e mercato del lavoro in agricoltura Massimiliano D Alessio* L analisi Premessa L nlisi Evoluzion dl collocmnto mrcto dl lvoro in gricoltur Mssimilino D Alssio* Prmss Il lvoro dipndnt in gricoltur costituisc un quot importnt dll opportunità occupzionli fornit dl sistm conomico dl

Dettagli

a e Occupazione, orari di lavoro e produttività Franco Farina* Temi Premessa

a e Occupazione, orari di lavoro e produttività Franco Farina* Temi Premessa Tmi Occupzion, orri di lvoro produttività Frnco Frin* Prmss Il lvoro ffront il lgm tr occupzion, gstion dgli orri incrmnti di produttività nll mutt orgnizzzioni dl lvoro dll produzion. Nll stori rivndictiv

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

a e Diciamo subito che gli studi non hanno fornito evidenza conclusiva e univoca

a e Diciamo subito che gli studi non hanno fornito evidenza conclusiva e univoca Rubric: Lvoro slut Ch cos sppimo sui possibili fftti sull slut dll uso di tlfoni cllulri? Irn Figà-Tlmnc * Dicimo subito ch gli studi non hnno fornito vidnz conclusiv univoc sui possibili dnni ll slut

Dettagli

Corso di Fisica Tecnica (ING-IND/11). 1 anno laurea specialistica in architettura: indirizzo città Docente: Antonio Carbonari

Corso di Fisica Tecnica (ING-IND/11). 1 anno laurea specialistica in architettura: indirizzo città Docente: Antonio Carbonari Corso di Fisic cnic (ING-IND/). nno lur spcilistic in rchitttur: indirizzo città Docnt: Antonio Crbonri Cpitolo I Il sistm città l uso pproprito dll nrgi.. Introduzion Un insdimnto urbno è un sistm strmmnt

Dettagli

Matematica 15 settembre 2009

Matematica 15 settembre 2009 Nom: Mtriol: Mtmti 5 sttmbr 2009 Non sono mmss loltrii. Pr l domnd rispost multipl, rispondr brrndo o rhindo hirmnt un un sol lttr. Pr l ltr domnd srivr l soluzion on svolgimnto ngli spzi prdisposti..

Dettagli

a e ae 12/2012 Ricerca e formazione nel settore agroalimentare per il lavoro e la sostenibilità agricoltura alimentazione economia ecologia

a e ae 12/2012 Ricerca e formazione nel settore agroalimentare per il lavoro e la sostenibilità agricoltura alimentazione economia ecologia 12/2012 gricoltur limntzion conomi cologi Rivist trimstrl dll Fdrzion lvortori groindustri dll CGIL dll Fondzion Mts Ricrc formzion nl sttor grolimntr pr il lvoro l sostnibilità DIRETTORE Frnco Frin REDAZIONE

Dettagli

Totti, 37 anni da leggenda. Un monumento vivente. Scritto da Redazione Venerdì 27 Settembre 2013 08:39 - VALERIA META

Totti, 37 anni da leggenda. Un monumento vivente. Scritto da Redazione Venerdì 27 Settembre 2013 08:39 - VALERIA META 37 nni d lggnd Un monumnto vivnt Scritto d Rdzion VALERIA META Scrivrlo sull fccit Sn Pitro potv ffttivmnt smbrr irrivrnt pr qunto l omonimo inquino dl Vticno si si mostrto prson ll mno Così gli uguri

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

GESTIONE INTEGRATA DEGLI IMPATTI DIRETTI DELL ATTIVITA BANCARIA IN FILIALI E PALAZZI DI INTESA SANPAOLO. 1 CSR Energy Manager

GESTIONE INTEGRATA DEGLI IMPATTI DIRETTI DELL ATTIVITA BANCARIA IN FILIALI E PALAZZI DI INTESA SANPAOLO. 1 CSR Energy Manager GESTIONE INTEGRT DEGLI IMPTTI DIRETTI DELL TTIVIT BNCRI IN FILILI E PLZZI DI INTES SNPOLO 1 CSR Enrgy Mngr Il primtro di zion (r Itli 2009) ENERGI K 125 23 Elttric: 520 mln kwhl/nno Trmic: 273 mln kwht/nno

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

INTEGRAZIONE OSPEDALE E TERRITORIO L UNICA SOLUZIONE POSSIBILE

INTEGRAZIONE OSPEDALE E TERRITORIO L UNICA SOLUZIONE POSSIBILE nto otti irttor nrl dll rogrmmzion nitri inistro dll lut onvgno : 16 mrzo 2015 or 90 uditorium ss isrmio r nlisi dll ssistnz livllo mcro nlisi intgrt H- rrsnt un fotogrfi sinttic dll rogzion dll ssistnz

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

a e Il modello inglese Maria Paola Del Rossi* Modelli organizzativi e politiche di affiliazione in Europa Premessa

a e Il modello inglese Maria Paola Del Rossi* Modelli organizzativi e politiche di affiliazione in Europa Premessa Modlli orgnizztivi politich di ffilizion in Europ Il modllo ingls Mri Pol Dl Rossi* Prmss Il sindcto britnnico h rpprsntto lungo uno di sindcti più forti combttivi l mondo, m prtir dll fin dgli nni sttnt

Dettagli

a e Condizioni di sicurezza e d igiene nel vitivinicolo: due realtà toscane e pugliesi a confronto Felice Giordano* Ricerche Premessa Introduzione

a e Condizioni di sicurezza e d igiene nel vitivinicolo: due realtà toscane e pugliesi a confronto Felice Giordano* Ricerche Premessa Introduzione Ricrch Condizioni di sicurzz d igin nl vitivinicolo: du rltà toscn puglisi confronto Flic Giordno* Prmss Il prsnt lvoro h lo scopo di nlizzr i possibili fttori di rischio ch si possono incontrr nllo svolgr

Dettagli

ELABORAZIONE di DATI SPERIMENTALI

ELABORAZIONE di DATI SPERIMENTALI ELABORAZIONE DATI SPERIMENTALI Prof. Giovnn CATANIA Prof. Rit DONATI Dr. Tibrio T DI CORCIA L stribuzion norml o gusn com modlità borzion dti sprimntli qtittivmnt numro I N T R O D U Z I O N E Un Un dll

Dettagli

CHIARA ZUCCHELLI. Florenzi, arriva il premio: contratto fino al 2016 e stipendio aumentato. Scritto da Redazione Giovedì 04 Ottobre 2012 07:31 -

CHIARA ZUCCHELLI. Florenzi, arriva il premio: contratto fino al 2016 e stipendio aumentato. Scritto da Redazione Giovedì 04 Ottobre 2012 07:31 - Flornzi rriv il prmio: contrtto fino l 2016 stipno umntto CHIARA ZUCCHELLI Il prmio più mritto rrivto Com nnuncito si d Sbtini si dl suo gnt Alssndro Lucci rrivto il rinnovo dl contrtto Alssndro Flornzi

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Filiera lattiero-casearia: caratteri strutturali e andamenti congiunturali

Filiera lattiero-casearia: caratteri strutturali e andamenti congiunturali Economi dll produzion Filir lttiro-csri: crttri strutturli ndmnti congiunturli Mssimilino D Alssio* Prmss L filir lttiro-csri fornisc un contributo rilvnt ll prformnc dl sistm grolimntr itlino. Il vlor

Dettagli

Droga, il punto del comando provinciale dell'arma Mercoledì 06 Agosto 2014 16:59

Droga, il punto del comando provinciale dell'arma Mercoledì 06 Agosto 2014 16:59 Drog, il pto comndo provcil l'arm Mrcoldì 06 Agosto 2014 16:59 REGGIO CALABRIA 6 go. - Costnt d cssnt è il controllo trritorio l zion rprssiv svolt i Crbiri nll provci Rggio Clbri nl consto ll produzion

Dettagli

a e Il mercato del lavoro agricolo della Puglia Francesca Abbrescia* Conoscenze Prefazione

a e Il mercato del lavoro agricolo della Puglia Francesca Abbrescia* Conoscenze Prefazione Conoscnz Il mrcto dl lvoro gricolo dll Pugli Frncsc Abbrsci* Prfzion Un nlisi puntul dl mrcto dl lvoro in gricoltur, nll Pugli, dv prtir invitbilmnt d un prmss politico-storiogrfic. Com più volt è stto

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Diagrammi di Influenza (Influence Diagrams: ID)

Diagrammi di Influenza (Influence Diagrams: ID) Digrmmi di Influnz (Influnc Digrms: ID) Linguggio pr l rpprsntzion grfic di prolmi dcisionli Crttristich vntggi prmttono un rpprsntzion dll struttur gnrl dl prolm, st su un pproccio visul prmttono di formlizzr

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

a e Il collocamento in Italia in una dimensione storica* Adolfo Pepe ** Ricerche 1. Dalle origini all età liberale

a e Il collocamento in Italia in una dimensione storica* Adolfo Pepe ** Ricerche 1. Dalle origini all età liberale Ricrch Il collocmnto in Itli in un dimnsion storic* Adolfo Pp ** 1. Dll origini ll tà librl Nll stori dll sindclizzzion dl lvoro, in prticolr, dll moltplici form dl lvoro dll cmpgn, l qustioni rltiv ll

Dettagli

In questo numero: Editoriale Scenario generale Schema dei mercati Laboratorio economico Punto di vista della BCE La guerra del petrolio EDITORIALE

In questo numero: Editoriale Scenario generale Schema dei mercati Laboratorio economico Punto di vista della BCE La guerra del petrolio EDITORIALE In qusto numro: Etoril Scnrio gnrl Schm di mrcti Lbortorio conomico Pto vist dl BCE L gurr dl ptrolio EDITORIALE Il dnro non dorm mi, cv qul fm. Il mrcto oggi è più ch mi ffic prvdr, vist complss schir

Dettagli

Corso di Impianti Elettrici Industriali

Corso di Impianti Elettrici Industriali G. Psini Corso di mpinti lttrici ndustrili - pprofondimnti di lttrotcnic p. di 5 Corso di mpinti lttrici ndustrili Prt pprofondimnti di lttrotcnic Pr potr ffrontr con fficci i tmi propri dgli mpinti lttrici

Dettagli

GEODESIA: PROPRIETA GEOMETRICHE DELL ELLISSOIDE

GEODESIA: PROPRIETA GEOMETRICHE DELL ELLISSOIDE GEODESIA: PROPRIETA GEOMETRICHE DELL ELLISSOIDE PROPRIETA GEOMETRICHE DELL ELLISSOIDE Al fin di stbilir un gomtri sull llissoid di rotzion è ncssrio non solo dfinir l quzioni dll curv idon d individur

Dettagli

Il negoziato e la struttura contrattuale

Il negoziato e la struttura contrattuale Tmi Il ngozito l struttur contrttul Frnco Frin* Prmss L ncssità di un vrific dll struttur contrttul dipnd d più signz. L prim è di rcuprr un consnso unitrio tr l Confdrzioni sindcli dopo gli ccordi sprti

Dettagli

Cooperazione sociale Legacoop in Emilia Romagna. Il posizionamento attuale e le prospettive future

Cooperazione sociale Legacoop in Emilia Romagna. Il posizionamento attuale e le prospettive future COMITTO REGIONLE EMILI ROMGN Cooprzion soc Lgcoop Emi Romgn Il posizionmnto ttul l prospttiv futur Stsi non corrtt Ricrc cur Luco Mrngoni (Cntro Stu Lgcoop), lbrto lbrni (Lgcoopsoci Emi Romgn) Contributo

Dettagli

La formazione per i lavoratori colpiti dalla crisi nel quadro dell offerta 2010

La formazione per i lavoratori colpiti dalla crisi nel quadro dell offerta 2010 La formazion pr i lavoratori colpiti dalla crisi nl quadro dll offrta 2010 di Luca Fasolis ARTICOLO 2/2012 Prmssa Sommario Prmssa Anticipazioni sull offrta 2010 L carattristich dgli allivi La FP pr lavoratori

Dettagli

IL PARCO ARCHEOLOGICO

IL PARCO ARCHEOLOGICO DiAP 21.1/1.2.2013 DiAP 21.1 / 1.2 2013 DiAP 21.1 / 1.2 2013 TUTORS M u r i z i o A l c c i TUTORS Mssimilino Amti F M r n u c r i z s c i o B A l ro c n c i Mssimilino Amti A n d r B r u s c h i F r n

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

a e Le politiche della Cgil contro la disoccupazione Fabrizio Loreto * Un convegno, cento anni fa

a e Le politiche della Cgil contro la disoccupazione Fabrizio Loreto * Un convegno, cento anni fa Tmi L politich dll Cgil contro l disoccupzion Fbrizio Lorto * Un convgno, cnto nni f Esttmnt cnto nni f, nll ottobr dl 1912, l Fdrzion nzionl di lvortori dll trr (Fnlt), l struttur più grnd influnt tr

Dettagli

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Ministro dll Economia dll Finanz Dipartimnto dl Tsoro Not Tmatich N 2 18 Giugno 2015 ISSN XXXX-XXXX LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Andra Cossio, Cristina Mocci, Filippo Maria Pricoli

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Caso prima classe con modesto affollamento arcata superiore e tendenza al morso aperto, risolto senza estrazioni.

Caso prima classe con modesto affollamento arcata superiore e tendenza al morso aperto, risolto senza estrazioni. L ortodonzi è brnc dll odontoitri si occup trcttr curr l mlocclusioni dl bmbo dll dulto. Un occlusion scorrtt può ssr cus problmi sttici fzionli. Nl bmbo nll dolscnt è spsso n ll orig sgi psico-socili

Dettagli

a e Salute mentale e stress da lavoro Irene Figà-Talamanca* Rubrica: Lavoro e salute Premessa La salute mentale

a e Salute mentale e stress da lavoro Irene Figà-Talamanca* Rubrica: Lavoro e salute Premessa La salute mentale Rubric: Lvoro slut Slut mntl strss d lvoro Irn Figà-Tlmnc* Prmss L Orgnizzzion Mondil dll Snità già nl 1986 h dfinito l slut com uno stto di bnssr fisico, mntl socil, non l mr ssnz di mltti. Qust dfinizion

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

a e15 La crisi italiana nell Europa tedesca: per una nuova diplomazia economica e sindacale Adolfo Pepe* L analisi

a e15 La crisi italiana nell Europa tedesca: per una nuova diplomazia economica e sindacale Adolfo Pepe* L analisi L nlisi L crisi itlin nll Europ tdsc: pr un nuov diplomzi conomic sindcl Adolfo Pp* 1. Crscit occupzion: un nuovo mntr? L sol opinion univrslmnt condivis dgli ttori socili, conomici politici si rifrisc

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI

RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI 2 L soluzion dimnsionl ottiml pr signz prtiolri Rordi on snz ihir Innsti on snz ihir Clssi sondo nssità Dimtro di usit vriil Collgmnto l fondo

Dettagli

LA RESPIRAZIONE ORALE E LE SUE CORRELAZIONI CON LO SVILUPPO CRANIOFACCIALE

LA RESPIRAZIONE ORALE E LE SUE CORRELAZIONI CON LO SVILUPPO CRANIOFACCIALE LA RESPIRAZIONE ORALE E LE SUE CORRELAZIONI CON LO SVILUPPO CRANIOFACCIALE www.pg.it cur dll S.I.O.I. (Socità Itlin di Odontoitri Infntil ) Cos è Con il trmin rspirzion orl si indic un situzion noml in

Dettagli

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone Mhin non ompltmnt spifit Sintsi Squnzil Sinron Sintsi Comportmntl i Rti Squnzili Sinron Riuzion l numro gli stti pr Mhin Non Compltmnt Spifit Comptiilità Vrsion l 5/12/02 Sono mhin in ui pr lun onfigurzioni

Dettagli

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h?

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h? 1) L unità l SI pr l tmprtur l mss sono, rispttivmnt gri grmmi klvin kilogrmmi Clsius milligrmmi Clsius kilogrmmi klvin grmmi 2) Qul mtril ffon nll olio ( = 0,94 g/m 3 )? ghiio ( = 0,92 g/m 3 ) sughro

Dettagli

un progetto 18-19 FEBBRAIO 2009 RASSEGNASTAMPA

un progetto 18-19 FEBBRAIO 2009 RASSEGNASTAMPA 09 un progtto 18-19 FEBBRAIO 2009 MILANO - PALAZZO AI GIURECONSULTI L vnto dll risors umn nl turismo RASSEGNASTAMPA 09 WWWTFPSUMMITIT OLTRE 1600 VISITATORI IN 2 GIORNI HANNO PARTECIPATO ALLE SELEZIONI

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

ooperative istruzioni per l uso

ooperative istruzioni per l uso c ooprtiv istruzii pr l uso z il n z il z il il z L il z il z il z z il il z z il z il i z Cooprtiv ntrpriss build bttr world L cooprtiv costruisco un mdo miglior (slogn dll n intril dll cooprzi, 2012)

Dettagli

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema:

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: In vista dll organizzazion di un sminario dal tma: Comprndr gli Emirati Arabi Uniti: opportunità strumnti di businss pr l azind Italian Si chid la manifstazion d intrss con la compilazion dl sgunt qustionario,

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

L origine dell aumento dei prezzi dei cereali

L origine dell aumento dei prezzi dei cereali L origin dll aumnto di przzi di crali Matild Frrtto L aumnto di przzi di bni drivati dalla trasformazion di crali (pan, biscotti, pasta cc.) è fort, ma fors i suoi fftti sono più sri pr i pasi povri ch

Dettagli

Funzione esponenziale e logaritmo. Proprietà di esponenziale e logaritmo.

Funzione esponenziale e logaritmo. Proprietà di esponenziale e logaritmo. Funzion sponnzil ritmo. Proprità di sponnzil ritmo. 6. Funzion sponnzil ritmo. Proprità di sponnzil ritmo. Funzion sponnzil f ( ) fissto f : ( + ) è l bs dll funzion sponnzil d è fisst è l sponnt dll funzion

Dettagli

Capitolo 7 - Predizione lineare

Capitolo 7 - Predizione lineare Appunti di lborzion numric di sgnli Cpitolo 7 - Prdizion linr Introduzion... rror mdio di prvision...3 Ossrvzion: prdizion linr com sbinctor dll squnz di ingrsso 5 Ortogonlità tr dti d rror...6 Vlor minimo

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA di Giuli Cnzin e Dominique Cppelletti Come potrete notre inoltrndovi nel corso di Introduzione ll economi, l interpretzione dell teori economic non presuppone conoscenze

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Costruiamo un aquilone SLED

Costruiamo un aquilone SLED Costruimo un quon SLED Sgnr sul sgmnto cod du rifrimnti 3 cm dgli spigoli (vrso l'trno) poi sul bordo ntrior dll du li 11 cm dgli spigoli (vrso l'strno); qusto punto si dvono pplicr l du mnich sul bordo

Dettagli

Corniola Kordia Ferrovia

Corniola Kordia Ferrovia Il 14 Giugno in occsione dell Fest dell Ciliegi di S.Crlo è stto orgnizzto d APROCCC ed effettuto in collborzione con IBIMET CNR un consumer test con ssggio di tre vrietà prodotte loclmente, ssocito d

Dettagli

Energy & Strategy Group.

Energy & Strategy Group. Enrgy & Stratgy Group 2 2006 2007 2008 Crscita 2007-2008 Grmania 2.727 3.846 5.351 39,1% Spagna 143 734 3.404 363,8% Giappon 1.709 1.919 2.219 15,6% Stati Uniti 624 831 1.231 48,1% Italia 50 120 459 248,3%

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: Comprendere l India: opportunità e strumenti di business per le aziende Italiane.

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: Comprendere l India: opportunità e strumenti di business per le aziende Italiane. In vista dll organizzazion di un sminario dal tma: Comprndr l India: opportunità strumnti di businss pr l azind Italian. Taranto, 22 Gnnaio 2009 Si chid la manifstazion d intrss con la compilazion dl sgunt

Dettagli

Piano Industriale 2010-2013

Piano Industriale 2010-2013 Pino Industril 2010-2013 Milno, 21 Ottobr 2010 Contnuti 1. Ovrviw posizionmnto dl gruppo 2. Lin guid strtgich obittivi l 2013 3. Sintsi obittivi omici finnziri dl pino 2 Highlight Exprivi SpA è un socità

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

MODELLI DEI SISTEMI ELETTROMECCANICI

MODELLI DEI SISTEMI ELETTROMECCANICI Ing Mrigrzi Dotoli Controlli Autotici NO (9 CFU) Modlli di Sisti Elttroccnici MODELLI DEI SISTEMI ELETTROMECCANICI Nl sguito ci occupio dll odllzion di sisti ibridi ch cobinno sisti lttrici con sisti ccnici,

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere Anlisi del ciclo di vit del sistem di gestione rifiuti in Lombrdi Milno 8 Mggio 212 LCA e prevenzione dei rifiuti: cso di studio sull cqu d bere S. Nessi Politecnico di Milno DIIAR Sezione mbientle Obiettivo

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

Le riforme per la crescita

Le riforme per la crescita N 29 39 12 Sttmbr 06 Giugno 2014 L mobità lttorl L riform pr crscit fvorisc Pd Dl voro l scuo tutt l misur srvono pr fr riprtir Ps Il trionfo ll urop: solo DC r riuscit ottnr prcntuli più lt 16 30 12 Mggio

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Telecom Italia Media S.p.A. e. Telecom Italia Media Broadcasting S.r.l. Premesso

VERBALE DI ACCORDO. Telecom Italia Media S.p.A. e. Telecom Italia Media Broadcasting S.r.l. Premesso VERBALE DI ACCORDO In data 20 maggio 20 1 1, si sono incontrati Tcom Itaia Mdia S.p.A. Tcom Itaia Mdia Broadcasting S.r.. Sgrtri Nazionai Trritoriai di SLC-CGIL, FIST CISL UILCOM -UIL Prmsso quanto prvisto

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi 10. Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom 10.1 Obiettivi dell nlisi Il 2007 è stto proclmto d prte dell Unione Europe, con decisione n. 771/2006/CE, nno per le pri opportunità

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

GABRIELLA PORINO L ITALIA. S. Lattes & C. Editori SpA - Vietata la vendita e la diffusione

GABRIELLA PORINO L ITALIA. S. Lattes & C. Editori SpA - Vietata la vendita e la diffusione GBRIELL PORINO LIBRO MISTO PROGETTO L ITLI S. Ltts & C. Editori Sp - Vitt l vndit l diffusion 6 L. di Zurigo 8 L.di Nuchãtl 10 12 L. di Quttro Cntoni 16 18 Vtt d Itli 2912 I L P L L P I C E N T R L R I

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate CEFRIEL Consorzio pr l Formzion l Rir in Inggnri ll Informzion Politnio i Milno Ciruiti Squnzili Mhin Non Compltmnt Spifit Introuzion Comptiilità Riuzion l numro gli stti Mtoo gnrl FSM non ompltmnt spifit

Dettagli

n. 10 del 1 Febbraio 2010

n. 10 del 1 Febbraio 2010 n. 10 dl 1 Fbbrio 2010 A.G.C. 20 - Assistnz Snitri - Dlibrzion n. 40 dl 28 nnio 2010 ndividuzion dll zon idon non idon ll blnzion r l'nno 2010, i snsi dl D.P.R. 8 Giuno 1982 n. 470 succssiv modifich d

Dettagli