Livio Cassoli Responsabile Investimenti CDP Investimenti SGR S.p.A. Bologna, 15 Novembre 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Livio Cassoli Responsabile Investimenti CDP Investimenti SGR S.p.A. Bologna, 15 Novembre 2012"

Transcript

1 Il Fondo Investimenti per l Abitare gestito da CDP Investimenti Sgr I criteri seguiti per verificare l ammissibilità delle proposte di investimento nei fondi immobiliari locali Livio Cassoli Responsabile Investimenti CDP Investimenti SGR S.p.A. Bologna, 15 Novembre 2012

2 Indice 1. IL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI (SIF) PER LE INIZIATIVE DI EDILIZIA SOCIALE PAG AGGIORNAMENTO SULL ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO DEL F.I.A. PAG CARATTERISTICHE DEI FONDI LOCALI DI EDILIZIA SOCIALE PAG LA VALUTAZIONE DELLE SINGOLE PROPOSTE DI INVESTIMENTO PAG ESTRATTO INIZIATIVE IN CANTIERE PAG. 27 2

3 1. IL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI (SIF) PER LE INIZIATIVE DI EDILIZIA SOCIALE 3

4 Il Sistema Integrato di Fondi (SIF) Investitori (sottoscrizioni effettuate) Azionisti Sgr CDP ( 1 mld) Investitori pubblici ( 140 mln) Altri investitori privati ( 888 mln) CDP (70%) ACRI (15%) ABI (15%) Fondo nazionale di CDPI Sgr Fondo Investimenti per l Abitare ( 2,028 mld) Gestione CDPI Sgr 10% impiegato in investimenti diretti in deroga al limite del 40% Fondo Locale 1 Fondi locali Max 40% dell equity delle iniziative locali Fondo Locale 2 Fondo Locale n Min 60% dell equity dei fondi locali Gestione Fondazioni di origine bancaria Aziende per la casa Investitori Sgr Amministrazioni Locali Operatori privati e privato sociale Iniziative locali di edilizia privata sociale Intervento 1 Intervento 2 Intervento n Altri prestatori di servizi Advisor tecnici, progettisti, appaltatori, gestori immobiliari e sociali 4

5 Sottoscrittori del FIA Cassa depositi e prestiti: mln Gruppi bancari: 500 mln Gruppi assicurativi: 220 mln Casse di previdenza: 168 mln milioni di euro Ministero Infrastrutture e Trasporti: 140 mln MIT 140 Altri privati 888 CDP Per i sottoscrittori, prevalentemente privati, una componente determinante della decisione di investire nelle quote del FIA è rappresentata dalla destinazione eticamente e socialmente responsabile degli investimenti 5

6 Il Fondo Investimento per l Abitare (FIA) in sintesi A seguito della sottoscrizione del MIT, il FIA è il fondo nazionale del SIF: opera su tutto il territorio nazionale, ha un ammontare di investimento di oltre 2 mld e una durata di 30 anni; investe esclusivamente in beni di natura immobiliare attraverso l investimento tipico prevalente (partecipazioni di minoranza, fino al 40%) e l investimento tipico diretto (in deroga al limite del 40%, entro il 10% dell ammontare sottoscritto, in beni immobili e diritti reali immobiliari, azioni o quote di OICR o altri veicoli immobiliari); si integra con il governo del territorio e con le politiche della casa locali. Il FIA opera nel settore dell Edilizia Privata Sociale (EPS) intesa come attività di sviluppo e gestione immobiliare di alloggi e servizi rivolti a coloro che non riescono a soddisfare sul mercato le proprie esigenze abitative primarie. Rispetto all ERP, realizzata necessariamente con il concorso di risorse pubbliche, l EPS si caratterizza per il ricorso a capitale privato, per la destinazione ad una categoria di utenti non coperta dall ERP e per la possibilità di differenti mix di destinazioni d uso. 6

7 2. AGGIORNAMENTO SULL ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO DEL F.I.A. 7

8 Attività di investimento del FIA CDPI Sgr, per conto del FIA, ha assunto delibere di investimento preliminari: per circa Euro 520 milioni ; in 16 fondi immobiliari locali; gestiti da 10 Società di gestione del risparmio immobiliari. ed ha approvato delibere definitive di sottoscrizione: per circa Euro 276 milioni; in 12 fondi di questi 16; relative a 68 progetti immobiliari. Inoltre, dispone di una pipeline di futuri fondi e progetti sull intero territorio nazionale. 8

9 Attività di investimento del FIA: ripartizione territoriale e di mix I dati rappresentati riguardano i fondi oggetto di delibera preliminare e definitiva di sottoscrizione di CDPI Sgr per conto del FIA, al 19 settembre MIX Mix Destinazioni d uso LOCALIZZAZIONE INVESTIMENTI Nr alloggi: 84% > % 3% 4% 6% Alloggi Sociali: 84% Residenze Temporanee: 6% * Residenze Libere: 4% Commerciale: 3% Servizi: 3% Mix Offerta Sociale 30% 52% Vendita Convenzionata: 30% Locazione con patto di futura vendita: 18% Locazione: 52% Delibere preliminari 18% Delibere definitive Fondi già avviati con sottoscrizioni FIA Iniziative deliberate 9

10 3. CARATTERISTICHE DEI FONDI LOCALI DI EDILIZIA SOCIALE 10

11 I requisiti del Regolamento del Fondo Locale La durata del Fondo locale deve essere inferiore alla durata del FIA (attualmente con scadenza dicembre 2040). I fondi locali devono avere la finalità di incrementare gli «alloggi sociali». Gli interventi devono caratterizzarsi per elevate prestazioni di sicurezza, energetiche e di sostenibilità ambientale. Il rendimento obiettivo minimo degli investimenti nei fondi locali atteso dalla classe di quote sottoscritto dal FIA per interventi di housing sociale deve essere pari a circa il 3% oltre l indice annuale della variazione dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e impiegati calcolato dall ISTAT. Il FIA richiede, nei limiti delle prescrizioni normative applicabili, una rappresentanza nei comitati di partecipanti previsti dal Regolamento del fondo locale. Il FIA richiede che i regolamenti dei fondi locali contengano specifiche previsioni relativamente agli obblighi di rendicontazione e trasparenza. 11

12 Gli organi del Fondo Immobiliare Locale Società di Gestione del Risparmio (SGR): assicura la promozione, istituzione e gestione del fondo ed ha competenza in merito alla definizione del Regolamento di gestione, alla ricerca dei sottoscrittori e alla gestione strategica/esecutiva dei progetti. Banca depositaria: (scelta dalla SGR) ha funzione di custodia e controllo, nonché di esecuzione di tutte le operazioni finanziarie che riguardano la vita del fondo. Esperti indipendenti: stimano periodicamente ed oggettivamente il valore dei beni detenuti dal Fondo. Assemblea dei partecipanti: organo di rappresentanza degli investitori, ha poteri in materia di modifica del Regolamento di Gestione, oggetto e scopo del fondo, durata e liquidazione anticipata del fondo, sostituzione della SGR. Comitato consultivo: composto da membri nominati dall assemblea dei partecipanti, esprime pareri obbligatori e vincolanti nel caso di operazioni in conflitto di interesse e pareri obbligatori e non vincolanti in ordine al business plan e alla selezione dei gestori sociali delle iniziative del fondo. 12

13 Le opzioni di strutturazione del capitale del Fondo Locale Uno degli strumenti a disposizione per facilitare la sostenibilità di un progetto di edilizia sociale e allineare gli interessi di medio-lungo termine dei diversi attori è rappresentata dalla possibilità di utilizzare differenti classi di quote: Quote ordinarie - con rendimento atteso di mercato (es. tra il 5% e l 8%) e un cash flow che si basa sull assenza di rendimento garantito, limitate distribuzioni, ma premiato con privilegio sull extra-rendimento. Questa categoria di quote è tipicamente quella dei promotori/attuatori; Quote privilegiate - con rendimento minimo garantito indicizzato all inflazione (es. 3% reale) e un cash flow che prevede un privilegio sulle distribuzioni annue, ma minori porzioni di extra-rendimento. Questa categoria di quote è in linea con i requisiti di rendimento del FIA; Quote speciali - con rendimento minimo garantito su livelli contenuti (es. pari all 1%), ed un cash flow con distribuzioni annue minime, ma compartecipazione finale all extra rendimento. Questa categoria di quote nasce per gli Enti Locali (in apporto o per cassa sostituendo a volte la contribuzione a fondo perduto) oppure da soggetti che alla fine della vita del Fondo sono interessati a riacquistare porzioni del portafoglio del Fondo stesso (con un meccanismo simile alla permuta). 13

14 4. LA VALUTAZIONE DELLE SINGOLE PROPOSTE DI INVESTIMENTO 14

15 Strutturazione delle Iniziative di Edilizia Privata Sociale Le iniziative di edilizia privata sociale sono operazioni di sviluppo immobiliare residenziale caratterizzate da un elevato grado di complessità legato anche alla pluralità di soggetti coinvolti nel processo di strutturazione e alle reciproche aspettative. L intervento di edilizia privata sociale si caratterizza per la presenza di: un progetto architettonico; un progetto sociale; un progetto finanziario. La strutturazione dell iniziativa ha come obiettivo la necessità di garantirne il successo in un orizzonte temporale di lungo termine e quindi nelle fasi di Avvio; Realizzazione; Gestione; Cessione. 15

16 Strutturazione delle Iniziative di Edilizia Privata Sociale Non ci sono formule universalmente valide, in quanto ogni progetto ha proprie specificità che vanno analizzate nel dettaglio per giungere all identificazione degli scenari di fattibilità. Sulla base delle istruttorie svolte e dei primi investimenti effettuati è oggi comunque possibile identificare una serie di parametri chiave, comporre un benchmark delle iniziative e definire delle best practices. Comunicare solo le caratteristiche desiderate dell oggetto del potenziale investimento e il rendimento obiettivo non è sufficiente. Come già avvenuto con la pubblicazione dei vademecum, si ritiene opportuno divulgare metodologie e considerazioni sull analisi e la valutazione della sostenibilità economica e finanziaria dei progetti. 16

17 La pluralità dei ruoli e dei soggetti SGR Locale Proprietario Investitori PROGETTO Promotore Business Plan Finanziatore Progettista Gestore sociale Costruttore Disagio Abitativo 17

18 La catena del valore nell edilizia privata sociale Valore delle aree Costo di costruzione Fonti finanziarie Costi di gestione Contributi a fondo perduto Fiscalità Prestazione sociale 18

19 La decisione riguardante il mix del progetto l alloggio sociale La principale decisione da prendere nella strutturazione di un iniziativa di edilizia sociale privata è rappresentata dalla definizione del perimetro dell operazione e dalla scelta del mix. L operazione può essere, infatti, parte di un progetto di riqualificazione più ampio o comunque di uno sviluppo immobiliare che include porzioni non residenziali o significative porzioni di edilizia libera. All interno della stessa porzione di edilizia sociale privata è inoltre possibile ipotizzare differenti tipologie di alloggio sociale: Vendita convenzionata immediata; Affitto con patto di riscatto; Affitto a medio termine; Affitto a lungo termine (fino alla locazione permanente). Naturalmente la decisione si deve basare sulla situazione urbanistica e amministrativa dell immobile, sull analisi del mercato immobiliare e del disagio abitativo locale, nonché sugli approfondimenti sul contesto socio-economico (che determinano quali sono i target sociali dell intervento). 19

20 La decisione riguardante il mix del progetto le altre destinazioni Nella possibilità di inserire ulteriori destinazioni occorre considerare il peso del contributo pubblico (aree a prezzo calmierato, contributi a fondo perduto, agevolazioni fiscali). All interno delle destinazioni d uso diverse dall housing sociale ricevono diverso gradimento le destinazioni attinenti all edilizia privata sociale (scuole, Rsa, servizi pubblici), quelle compatibili (negozi di vicinato, laboratori, altre residenze) rispetto a quelle con scarsa rilevanza sociale. Il rapporto rischio / rendimento impone di richiedere per le componenti diverse dal social housing rendimenti allineati con il mercato di riferimento. L intervento deve consentire la realizzazione di un numero di alloggi sociali superiore a quello che un intervento pubblico di pari valore avrebbe generato con un contributo pari al 30% del costo di realizzazione. 20

21 Periodo di investimento e periodo di gestione e di dismissione Da un punto di vista economico, la singola iniziativa di edilizia privata sociale può essere suddivisa in due momenti distinti tra loro: Periodo di investimento va dal momento dell acquisto dell area/immobile, alla progettazione e costruzione, fino al momento dell agibilità delle superfici realizzate (sintetizzato nel Quadro Tecnico Economico dell iniziativa); Periodo di gestione a seconda delle ipotesi previste dal Business Plan, va dal momento della messa a reddito delle superfici fino ai vari momenti in cui è prevista la dismissione delle stesse. Il periodo di investimento e il periodo di gestione e di dismissione si declinano congiuntamente nel piano-economico finanziario delle iniziative. Investimento Acquisto area Progettazione Costruzione Gestione e dismissione Riscossione dei canoni di locazione Property, Facility e Community Management Gestione manutenzioni straordinarie Gestione della commercializzazione alloggi in vendita

22 Esempio di conto economico e flusso di cassa previsionale CONTO ECONOMICO ( /000) Totale Canoni di locazione lordi Imposta di registro 1,00% (c.lordi) Sfitto e morosità 5,00% (c.lordi) Canoni di locazione netti Altri ricavi Contributi a fondo perduto Ricavi totali IMU 700 /a/apt Property e Facility Mngt 400 /a/apt Assicurazione 0,15% (costo costr.) Manutenzioni straordinarie 500 /a/apt Agency su locazione 10,00% su rotaz Costi im m obiliari Oneri finanziari (+ oneri v.so clienti) Commissioni operazioni finanziamento Gestione finanziaria Management fee SGR 0,50% (GAV n.r.) Banca Depositaria 0,035% (GAV) Esperti Indipendenti 0,040% (GAV) Altre Spese Fondo 0,10% (GAV n.r.) Costi strutturazione 1,00% (val. rif.) Spese generali Risultato della gestione Capital Gains realizzati dalle vendite Agency su vendite 2,00% (Vendite) Risultato distribuibile Componenti di ricavo Spese generali Costi del Fondo Costi immobiliari 22

23 Impatto dei diversi mix sui profili di rendimento del progetto La scelta del mix ha, naturalmente, significative implicazioni sul profilo economico e finanziario del progetto in termini di: Rendimento a vita intera del progetto; Profilo delle distribuzioni; Tempi di rientro dell investimento; Volatilità dei risultati. Indirettamente influenza la finanziabilità dell intervento (effetto positivo / negativo dell indebitamento, tempi di rimborso del finanziamento) 1. IRR 4,8% 2. IRR 5,8% 3. IRR 6,5% Affitto calmierato a lungo termine 60% 40% Affitto con previsione di riscatto 30% 20% 50% Vendita convenzionata 25% 15% 20% 40% Vendita libera Alloggio Sociale 100% Alloggio Sociale 100% Alloggio Sociale PREVALENTE 80% Esemplificazione del rendimento di progetto in tre differenti ipotesi 23

24 Prezzo Housing Sociale ( / mq / SV) Impatto dei diversi mix sui profili di rendimento del progetto È stata svolta un analisi parametrica sulla sostenibilità (all interno di un fondo immobiliare) dei diversi mix sociali al variare dei costi e dei ricavi (stimati sul mq di Superficie Vendibile). I costi includono tutte le componenti, i ricavi sono relativi al prezzo di vendita fissato inizialmente dalla convenzione e assumono che nell orizzonte temporale della locazione il canone sia pari al 3,5% del prezzo di vendita convenzionata. Soglia sostenibilità per la realizzazione di un progetto HS con rendimento del 5,5% Mix del Progetto Convenzionata Affitto Riscatto 8 Affitto 15 Affitto Costo Totale ( / mq / SV ) 24

25 Un approfondimento sul ruolo degli Enti Locali Gli Enti Locali (Regioni, Provincie e Comuni) ricoprono spesso differenti ruoli (potenzialmente anche in contrasto fra loro) nell ambito di un progetto di edilizia privata sociale. In particolare è possibile che l Ente assuma un ruolo diretto come: Proprietario (con differenti logiche di valorizzazione / socialità); Promotore (di un singolo intervento, ma anche di un Fondo); Investitore (apporto di beni o denaro); Finanziatore (a tasso agevolato o a fondo perduto del progetto o dell utente); Gestore Sociale (direttamente o attraverso le ex-iacp); Altri Ruoli immobiliari (tipicamente attraverso ex-iacp). Naturalmente assume anche un ruolo indiretto attraverso: La definizione delle regole urbanistiche; Le misure a supporto della riduzione del disagio abitativo; Le scelte di fiscalità locale (IMU). 25

26 Un approfondimento sul ruolo delle Banche L edilizia privata residenziale è un operazione di sviluppo immobiliare che presenta importanti elementi di mitigazione del rischio per il finanziatore: Qualità delle controparti e chiare regole di Governance; Gestione professionale dell intero ciclo di vita del prodotto; Contenuto livello di indebitamento; Profilo non speculativo del rendimento atteso dagli investitori; Posizionamento su un segmento di mercato meno rischioso. Può rappresentare un opzione di miglioramento del profilo di rischio dei finanziamenti in essere attraverso: L accollo del debito in caso di apporto / cessione di operazioni in corso e in regolare ammortamento, ma con Business Plan non in linea con le attese; La rimodulazione del debito sulle operazioni più problematiche che richiedono una significativa modifica del profilo immobiliare. Necessita del supporto finanziario delle banche agli acquirenti finali. 26

27 5. ESTRATTO INIZIATIVE IN CANTIERE 27

28 Milano, via Cenni 28

29 Milano, via Cenni 29

30 Milano, via Padova 30

31 Crema, via Camporelle 31

32 Parma, via Chiavari, area Ex Rossi e Catelli, S. Eurosia, via Budellungo 32

33 Torino, via Milano 33

34 Ascoli Piceno, Abitare insieme Ascoli 34

35 Verona, Comparto 4 del PRUSST 35

36 Avviso Importante I termini e i contenuti del presente documento ("Presentazione") non costituiscono, da parte di CDPI Sgr, alcun impegno od obbligazione legale, espressa o implicita, a negoziare o a concludere alcuna transazione ne rappresentano alcuna consulenza o sollecitazione. Le informazioni contenute nella Presentazione hanno valore meramente indicativo e non possono essere assunte quali dati significativi ai fini di eventuali conclusioni o deliberazioni che dovranno adottate dai destinatari nella propria autonomia decisionale. La Presentazione è fornita a titolo informativo e il contenuto della stessa non rappresenta, e non può essere interpretato, come attività di consulenza da parte di CDPI Sgr. CDPI Sgr raccomanda ai destinatari di effettuare le proprie verifiche finanziarie, legali e fiscali indipendenti e declina ogni responsabilità in relazione a qualunque attività posta in essere sulla base delle informazioni contenute nella Presentazione. 36

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010 Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale Torino, 4 Febbraio 2010 Premessa Nel febbraio 2009 Cassa Depositi e Presiti Spa (CDP), ACRI ed ABI hanno costituito CDP Investimenti Sgr S.p.A. (CDPI

Dettagli

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Stefano Brancaccio febbraio 2011 Il contesto di riferimento Con

Dettagli

Evoluzione del mercato immobiliare: fondi immobiliari per l'housing sociale

Evoluzione del mercato immobiliare: fondi immobiliari per l'housing sociale Evoluzione del mercato immobiliare: fondi immobiliari per l'housing sociale 17 Ottobre 2012 Giacomo Morri, Topic Leader Real Estate BAA, Docente SDA Bocconi Paola Delmonte, Dirigente CDP Investimenti SGR,

Dettagli

Fondo Investimenti per l Abitare

Fondo Investimenti per l Abitare Fondo Investimenti per l Abitare Stato di avanzamento Incontro DSC Roma, 18 gennaio 2014 Fondo Investimenti per l Abitare (FIA) Il FIA è stato istituto per realizzare interventi di Edilizia Privata Sociale

Dettagli

L Attività di CDP Investimenti Sgr e del Fondo Investimenti per l Abitare

L Attività di CDP Investimenti Sgr e del Fondo Investimenti per l Abitare CREDITO AL CREDITO: IL MERCATO DEL CREDITO TRA SVILUPPO ECONOMICO ED EQUITÀ SOCIALE L Attività di CDP Investimenti Sgr e del Fondo Investimenti per l Abitare ABI Palazzo Altieri Roma, 24 novembre 2010

Dettagli

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Stefano Marchettini Marzo 2011 Contenuti del documento Il mercato

Dettagli

Fondo Housing Toscano

Fondo Housing Toscano Fondo Housing Toscano HOUSING SOCIALE_ Definizione Nuova offerta di alloggi e servizi con forte connotazione sociale per coloro che non riescono a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato per

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

febbraio 2011 Il sistema dei Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

febbraio 2011 Il sistema dei Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Il Sistema Integrato dei Fondi immobiliari per l edilizia privata Sociale FONDI IMMOBILIARI E HOUSING SOCIALE Roberto Brustia CBA Studio Legale e Tributario febbraio 2011 Premessa Per Social Housing si

Dettagli

Dall edilizia residenziale pubblica al social housing

Dall edilizia residenziale pubblica al social housing Dall edilizia residenziale pubblica al social housing **** Fondi Immobiliari e Housing Sociale FORUM PA 2010 Roma, 20 maggio 2010 1 Premessa Per Social Housing, si intende l insieme delle iniziative e

Dettagli

Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno

Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno Nel 2011 ad iniziativa di Fondazione Tercas e Fondazione CARISAP è stato istituito il Fondo Housing Sociale (HS) Italia Centrale,

Dettagli

SOCIAL HOUSING E FONDI IMMOBILIARI

SOCIAL HOUSING E FONDI IMMOBILIARI SOCIAL HOUSING E FONDI IMMOBILIARI Milano, 26 Novembre 2010 L intervento pubblico: principi di intervento Nel contesto odierno l intervento pubblico deve essere finalizzato a : Individuare soluzioni per

Dettagli

Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case. Conferenza stampa - 27 Aprile 2015

Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case. Conferenza stampa - 27 Aprile 2015 Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case Conferenza stampa - 27 Aprile 2015 Famiglie e abitazioni a Roma 1971 2001 2011 Popolazione 2.781.993 2.546.804 2.617.465 Anziani per

Dettagli

Veneto Casa. Storia e prospettive future 19/11/2012. Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l Housing Sociale.

Veneto Casa. Storia e prospettive future 19/11/2012. Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l Housing Sociale. 19/11/2012 Veneto Casa Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l Housing Sociale Storia e prospettive future 15 Novembre 2012 I.I. BENI Beni STABILI Stabili Gestioni GESTIONI S.P.A S.P.A. SGR - SGR

Dettagli

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Opportunità socioeconomica per rilanciare il settore edile, il mercato immobiliare e quello degli

Dettagli

Creare una smart community Giordana FERRI

Creare una smart community Giordana FERRI Creare una smart community Giordana FERRI Milano, 21 marzo 2015 VERSO IL CONDOMINIO SMART Madeexpo 2015, Milano Brescia, 25 febbraio 2015 Edilizia Privata Sociale e Alloggio Sociale Che cosa si intende

Dettagli

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di InvImIt

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di InvImIt I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di InvImIt Roma, 26-27-28 maggio 2015 CONTATTI: Tel +39 06 87725701 - Fax +39 06 87725799 - Email: segreteria@invimit.it

Dettagli

Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili - Eurosif

Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili - Eurosif Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili - Eurosif Prospetto di adesione dei fondi immobiliari Aristotele ed Erasmo gestiti da Fabrica Immobiliare SGR SpA Dati al

Dettagli

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento 1. Premessa e scopo Il Comparto Plus del Fondo Investimenti per la Valorizzazione (FIV Plus

Dettagli

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento 1. Premessa e scopo Il Comparto Plus del Fondo Investimenti per la Valorizzazione (FIV Plus

Dettagli

FIA - Fondo Investimenti per l Abitare. Made Expo 2015. Milano, 20 Marzo 2015. Strettamente Riservato e Confidenziale

FIA - Fondo Investimenti per l Abitare. Made Expo 2015. Milano, 20 Marzo 2015. Strettamente Riservato e Confidenziale FIA - Fondo Investimenti per l Abitare Made Expo 2015 Milano, 20 Marzo 2015 Strettamente Riservato e Confidenziale 1 Il Fondo Investimenti per l Abitare in sintesi Il Fondo Investimenti per l Abitare («FIA»):

Dettagli

Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary

Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary Potenza, 17 marzo 2015 INVIMIT SGR: contesto di riferimento L art. 33, co. 1, del Dl 98/2011 ha previsto la costituzione di una SGR per attuare

Dettagli

La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari

La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari La valutazione degli attivi illiquidi detenuti dagli intermediari finanziari La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari Stefano Deleo Investire Immobiliare SGR S.p.A. 12 luglio 2012 - Milano S.A.F.

Dettagli

Piano nazionale di edilizia abitativa

Piano nazionale di edilizia abitativa ALLEGATO Piano nazionale di edilizia abitativa Art. 1 (Linee d intervento) 1. Il piano è articolato in sei linee di intervento, di seguito indicate: a) costituzione di un sistema integrato nazionale e

Dettagli

VENETO CASA 18-03-2011. Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale INDICE. Padova, 22 Febbraio 2011. 1.

VENETO CASA 18-03-2011. Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale INDICE. Padova, 22 Febbraio 2011. 1. Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Padova, 22 Febbraio 2011 INDICE 1. Introduzione 2. Schema di governance 3. Obiettivi sociali e linee guida operative 4. Gli interventi

Dettagli

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit Relatore: Nicola Fobia Responsabile Amministrazione, Pianificazione e Controllo Roma, 26-27-28 maggio

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2014 03604/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti MP 1/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

PROPOSTE PER GLI IMMOBILI OGGETTO DI PROCEDURE GIUDIZIALI O DI DISMISSIONE

PROPOSTE PER GLI IMMOBILI OGGETTO DI PROCEDURE GIUDIZIALI O DI DISMISSIONE HOUSING SOCIALE PROPOSTE PER GLI IMMOBILI OGGETTO DI PROCEDURE GIUDIZIALI O DI DISMISSIONE Ing. Vincenzo Di Nardo Vice Presidente Ance Roma, 18 febbraio 2015 La nuova definizione di housing sociale L art.1

Dettagli

AIFI. Il mercato dei fondi di private debt. Confindustria Genova Club Finanza 2015. Vittoria Perazzo Ufficio Tax&Legal e Affari Istituzionali - AIFI

AIFI. Il mercato dei fondi di private debt. Confindustria Genova Club Finanza 2015. Vittoria Perazzo Ufficio Tax&Legal e Affari Istituzionali - AIFI AIFI Imprese e finanza: idee per la ripresa a confronto Confindustria Genova Club Finanza 2015 Il mercato dei fondi di private debt Vittoria Perazzo Ufficio Tax&Legal e Affari Istituzionali - AIFI Genova,

Dettagli

Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi

Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi Roma, 12 marzo 2014 1 miliardo e 741 milioni per Sostegno all affitto a canone concordato

Dettagli

Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014)

Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014) Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014) Il Fia ha finora assunto complessivamente delibere definitive d investimento

Dettagli

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto Le problematiche operative e le soluzioni possibili Roma 28 ottobre 2005 SORGENTE Società di Gestione del Risparmio S.p.A.

Dettagli

che il Comune assume la definizione di alloggio sociale così come previsto dal decreto ministeriale 22 aprile 2008 (G.U. 146 del 24.06.

che il Comune assume la definizione di alloggio sociale così come previsto dal decreto ministeriale 22 aprile 2008 (G.U. 146 del 24.06. CDP Investimenti SGR ACER REGGIO EMILIA Prot. n. 3293 AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER LA POSSIBILE CESSIONE DI IMMOBILI O INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE AD UN FONDO

Dettagli

LA GUIDA NEL SITO. Prefabbricazione: intervista a Giovanni Plizzari, presidente del Cte, l associazione dei tecnici specializzati

LA GUIDA NEL SITO. Prefabbricazione: intervista a Giovanni Plizzari, presidente del Cte, l associazione dei tecnici specializzati EDILIZIA n 19 E TERRITORIO 2010 3 SOMMARIO www.ediliziaterritorio.ilsole24ore.com LA GUIDA EDILIZIA PRIVATA SOCIALE PAGINA 6 Dalle norme al rischio gestione: una bussola per orientarsi nel Sistema Fondi

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Settore: Dimensione: infrastrutture di vario tipo incluse quelle impiantistiche e immobiliari.

Dettagli

Art. 41 (Immobili uso abitativo)

Art. 41 (Immobili uso abitativo) Articolo 41 (Incremento del patrimonio immobiliare destinato alla locazione di edilizia abitativa) Per incrementare il patrimonio immobiliare destinato alla locazione di edilizia abitativa, con particolare

Dettagli

Un modello di workout immobiliare per una risposta possibile all emergenza abitativa

Un modello di workout immobiliare per una risposta possibile all emergenza abitativa Un modello di workout immobiliare per una risposta possibile all emergenza abitativa Luciano Nataloni SOCIAL HOUSING: una soluzione al disagio abitativo, un nuovo modello d intervento 1 18 febbraio 2015

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 47/23 DEL 25.11.2014

DELIBERAZIONE N. 47/23 DEL 25.11.2014 Oggetto: Fondo immobiliare regionale - housing sociale di cui all articolo 11 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e D.P.C.M. del 16.4.2009.

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE MODIFICA DELL'ART. 14 DELLA CONVENZIONE RELATIVA ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA COSTRUTTIVO, CON CRITERI BIO ED ECOSOSTENIBILI, LOCALIZZATO AI SENSI DELL'ART. 51 DELLA LEGGE N. 865/71 IN LOCALITA' BELLOCCHI

Dettagli

Rendiconto al 31 dicembre 2011

Rendiconto al 31 dicembre 2011 Fondo Comune di Investimento Immobiliare di tipo chiuso Rendiconto al 31 dicembre 2011 (estratto per la pubblicazione) RENDICONTO AL 31/12/2011 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVITÀ Situazione al 31/12/2011

Dettagli

I veicoli di investimento: le società immobiliari e i fondi immobiliari

I veicoli di investimento: le società immobiliari e i fondi immobiliari I veicoli di investimento: le società immobiliari e i fondi immobiliari Prof. Claudio Cacciamani claudio.cacciamani@unipr.it 1. I fondi immobiliari ad apporto privato Di recente si è assistito a una progressiva

Dettagli

Housing Sociale in Friuli Venezia Giulia

Housing Sociale in Friuli Venezia Giulia Fare clic per Housing Sociale in Friuli Venezia Giulia Relatore: Prof. Ing. Edino Valcovich Correlatore: Laureando: Introduzione Premessa Social Housing Housing Sociale Edilizia Residenziale Pubblica (ERP)

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 400 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Promozione del progetto per la costituzione del Fondo di Housing Sociale Trentino

Dettagli

Social Housing: residenzialità integrata e collaborativa tra pubblico e privato

Social Housing: residenzialità integrata e collaborativa tra pubblico e privato Social Housing: residenzialità integrata e collaborativa tra pubblico e privato 17.XII.2014 Obiettivo del seminario Fornire primi elementi per valutare interventi contenenti alloggi sociali I temi della

Dettagli

Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale

Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale Maria Luisa Del Gatto Dipartimento BEST, Politecnico di Milano Giordana Ferri Fondazione Housing Sociale

Dettagli

CDPI Sgr Cassa Depositi e Prestiti Sp ACRI

CDPI Sgr Cassa Depositi e Prestiti Sp ACRI Social Housing Il Social Housing nasce dall esigenza di risolvere il disagio abitativo delle famiglie a reddito medio e medio basso che, pur non rientrando nei piani di edilizia popolare, non riescono

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5 Giunta Regionale AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER LA POSSIBILE CESSIONE DI IMMOBILI O INTERVENTI

Dettagli

e per Euro 13.374 da altri oneri.

e per Euro 13.374 da altri oneri. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Synergo SGR S.p.A. approva il Resoconto Intermedio al 30 settembre 2014 del Fondo Sofipa Equity Fund Valore complessivo netto del Fondo Euro 18,2 milioni

Dettagli

Hedge funds, private equity e fondi immobiliari: strategie vincenti per portafogli decorrelati Milano, 12 aprile 2008

Hedge funds, private equity e fondi immobiliari: strategie vincenti per portafogli decorrelati Milano, 12 aprile 2008 Claudio Cacciamani Professore di Economia degli Intermediari Finanziari Università di Parma Hedge funds, private equity e fondi immobiliari: strategie vincenti per portafogli decorrelati Milano, 12 aprile

Dettagli

ALLEGATO 4 STUDIO DI FATTIBILITA

ALLEGATO 4 STUDIO DI FATTIBILITA ALLEGATO 4 STUDIO DI FATTIBILITA Procedura aperta per la selezione di una Società di Gestione del Risparmio per l'istituzione e la gestione di un fondo di investimento, immobiliare, chiuso per il patrimonio

Dettagli

NEL MEZZO DEL CAMMIN : IL SOCIAL HOUSING, A CHE PUNTO SIAMO? Angela Airoldi

NEL MEZZO DEL CAMMIN : IL SOCIAL HOUSING, A CHE PUNTO SIAMO? Angela Airoldi NEL MEZZO DEL CAMMIN : IL SOCIAL HOUSING, A CHE PUNTO SIAMO? Angela Airoldi Responsabile Area Economia Urbana e Immobiliare CERTeT Università L. Bocconi Ricercatore senior Gruppo CLAS 8 giugno 2011, fieramilano

Dettagli

la valorizzazione del patrimonio degli Enti Territoriali

la valorizzazione del patrimonio degli Enti Territoriali la valorizzazione del patrimonio degli Enti Territoriali Ruolo istituzionale dell ANCI Ruolo istituzionale di assistenza agli Enti locali per la valorizzazione del patrimonio immobiliare di proprietà,

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI ITALIANI. Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A.

I FONDI IMMOBILIARI ITALIANI. Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A. I FONDI IMMOBILIARI ITALIANI Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A. Parma, 2-3 Aprile 2012 MP-MS-ADG 1 Indice I Fondi Immobiliari Italiani Principali riferimenti normativi D.Lgs.

Dettagli

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico:

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico: AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede in Milano, Bastioni di Porta Nuova n. 21, capitale sociale Euro 5.500.000,00 sottoscritto e versato, R.E.A. Milano n. 239479, Numero Registro delle Imprese di Milano

Dettagli

CDP SpA Servizio Sviluppo Attività Immobiliare. Attività e strumenti per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico

CDP SpA Servizio Sviluppo Attività Immobiliare. Attività e strumenti per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico CDP SpA Servizio Sviluppo Attività Immobiliare Attività e strumenti per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico Valorizzazioni immobiliari > Introduzione A fronte dei vincoli imposti dal

Dettagli

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a.

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a. Offerta al pubblico e ammissione alle negoziazioni di quote del fondo comune di investimento immobiliare chiuso ad accumulazione ed a distribuzione dei proventi denominato MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito

Dettagli

Giugno 2013. La Direttiva sui Gestori di Fondi di Investimento Alternativi (AIFMD): impianto normativo e impatto per l industria italiana dei fondi

Giugno 2013. La Direttiva sui Gestori di Fondi di Investimento Alternativi (AIFMD): impianto normativo e impatto per l industria italiana dei fondi Giugno 2013 La Direttiva sui Gestori di Fondi di Investimento Alternativi (AIFMD): impianto normativo e impatto per l industria italiana dei fondi Avv. Simona Sapienza, Caiazzo Donnini Pappalardo & Associati

Dettagli

Ruolo delle Fondazioni di origine bancaria nei programmi di housing sociale. Padova, Palazzo Moroni, 22 febbraio 2011

Ruolo delle Fondazioni di origine bancaria nei programmi di housing sociale. Padova, Palazzo Moroni, 22 febbraio 2011 Ruolo delle Fondazioni di origine bancaria nei programmi di housing sociale Padova, Palazzo Moroni, 22 febbraio 2011 COS È LA FONDAZIONE La Fondazione ha come scopo la promozione dello sviluppo sociale

Dettagli

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA NOTA ANCAb SUL PIANO CASA Il Piano Casa del Governo, istituito dall art. 11 della legge n 133 del 2008, rivolto all incremento del patrimonio immobiliare ad uso abitativo attraverso l offerta di abitazioni

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

STUDIO BERETTA DOTTTARELLI DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI. Sergio Beretta

STUDIO BERETTA DOTTTARELLI DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI. Sergio Beretta STUDIO BERETTA DOTTTARELLI DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Sergio Beretta is Risk Management Management Fondi Fondi immobiliari immobiliari RISK MANAGEMENT Monitoraggio dei rischi Attività di investimento:

Dettagli

PATTO PER LA CASA. Azioni realizzate e prospettive di sviluppo. Giugno 2012

PATTO PER LA CASA. Azioni realizzate e prospettive di sviluppo. Giugno 2012 PATTO PER LA CASA Azioni realizzate e prospettive di sviluppo Giugno 2012 OBIETTIVI Rilanciare l impegno pubblico attraverso una progettualita innovativa qualificata e sostenibile per rispondere concretamente

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. SOSTEGNO ALL AFFITTO 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni

Dettagli

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002)

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002 (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GRUPPO BASTOGI AL

Dettagli

2. I FONDI IMMOBILIARI ITALIANI

2. I FONDI IMMOBILIARI ITALIANI 2. I FONDI IMMOBILIARI ITALIANI Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A. Parma, 24-25 Marzo 2014 MP-MS-ADG 1 Indice I Fondi Immobiliari Italiani Principali riferimenti normativi

Dettagli

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Le iniziative della Regione Emilia- Romagna per l housing sociale Bologna 15 novembre 2012 Caterina Brancaleoni Nucleo

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Per gli investimenti pubblici

Cassa depositi e prestiti. Per gli investimenti pubblici Cassa depositi e prestiti Per gli investimenti pubblici CDP per lo sviluppo del territorio Oltre a finanziare gli investimenti della PA, CDP opera a favore dello sviluppo del territorio, supportando le

Dettagli

Fondo Alpha Immobiliare Evoluzione e Situazione al 31 dicembre 2003

Fondo Alpha Immobiliare Evoluzione e Situazione al 31 dicembre 2003 Fondo Alpha Immobiliare Evoluzione e Situazione al 31 dicembre 2003 Evoluzione dell attivo 500 467 461 472 Valore dell'attivo (mln di euro) 450 400 350 300 250 200 150 100 260 292 386 404 50 0 01/03/2001

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2013 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI

COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2013 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2013 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI RENDIMENTO MEDIO ANNUO DAL COLLOCAMENTO PARI AL 10% NAV PRO QUOTA PARI A 317,9

Dettagli

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI 1 Sommario Introduzione 1.1 La valorizzazione del patrimonio immobiliare

Dettagli

IMMOBILIARE DINAMICO

IMMOBILIARE DINAMICO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO INFORMATIVO RELATIVO ALL OFFERTA PUBBLICA DI QUOTE DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE CHIUSO IMMOBILIARE DINAMICO Supplemento al Prospetto Informativo depositato presso

Dettagli

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO E CON PATTO DI

Dettagli

30 gennaio 2013. Il Dg Marco Sangiorgio alla Conferenza stampa di presentazione del bando per l assegnazione di 98 appartamenti Parma Social House

30 gennaio 2013. Il Dg Marco Sangiorgio alla Conferenza stampa di presentazione del bando per l assegnazione di 98 appartamenti Parma Social House Dossier Stampa a cura dell Ufficio stampa 30 gennaio 2013 Il Dg Marco Sangiorgio alla Conferenza stampa di presentazione del bando per l assegnazione di 98 appartamenti Parma Social House Parma, Residenza

Dettagli

Corso di INVESTMENT BANKING and REAL ESTATE FINANCE A. A. 2013-2014. GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DEGLI INVESTITORI PREVIDENZIALI 1 aprile 2014

Corso di INVESTMENT BANKING and REAL ESTATE FINANCE A. A. 2013-2014. GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DEGLI INVESTITORI PREVIDENZIALI 1 aprile 2014 Corso di INVESTMENT BANKING and REAL ESTATE FINANCE A. A. 2013-2014 GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DEGLI INVESTITORI PREVIDENZIALI 1 aprile 2014 Elisa Bocchialini Università degli Studi di Parma Dipartimento

Dettagli

I N D I C E. Riferimenti normativi 6 PARTE PRIMA: I FONDI IMMOBILIARI, ELEMENTI DI BASE 15

I N D I C E. Riferimenti normativi 6 PARTE PRIMA: I FONDI IMMOBILIARI, ELEMENTI DI BASE 15 I N D I C E IL SOCIAL HOUSING 3 Riferimenti normativi 6 PARTE PRIMA: I FONDI IMMOBILIARI, ELEMENTI DI BASE 15 1 IL REGIME GIURIDICO DEI FONDI IMMOBILIARI 15 1.1 Nozione e caratteristiche normative dei

Dettagli

Uno sguardo nazionale sull Edilizia Popolare italiana. Ing. Luca Talluri Presidente di Federcasa

Uno sguardo nazionale sull Edilizia Popolare italiana. Ing. Luca Talluri Presidente di Federcasa Uno sguardo nazionale sull Edilizia Popolare italiana Ing. Luca Talluri Presidente di Federcasa La Federazione Federcasa, costituita nel 1950, associa 103 Enti che in tutta Italia, da oltre un secolo,

Dettagli

PRELIOS SGR: APPROVATA LA RELAZIONE DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2015 DI TECLA FONDO UFFICI

PRELIOS SGR: APPROVATA LA RELAZIONE DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2015 DI TECLA FONDO UFFICI COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATA LA RELAZIONE DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2015 DI TECLA FONDO UFFICI IL CDA DELIBERA DI PROCEDERE CON UN RIMBORSO DI CAPITALE DI EURO 10,0 MILIONI, PARI A EURO 15,47

Dettagli

Bando per l accesso al Fondo per la realizzazione di Servizi Abitativi a Canone Convenzionato

Bando per l accesso al Fondo per la realizzazione di Servizi Abitativi a Canone Convenzionato Bando per l accesso al Fondo per la realizzazione di Servizi Abitativi a Canone Convenzionato Nota per la compilazione del piano economico-finanziario (PEF) Sommario Premessa... Elementi generali... 3

Dettagli

Casa, che fine ha fatto l'housing sociale

Casa, che fine ha fatto l'housing sociale Casa, che fine ha fatto l'housing sociale Alessandro Iadecola Il presente articolo si inserisce nel percorso di ricerca che ormai da qualche anno ho intrapreso, i cui tratti i lettori di sbilanciamoci.info

Dettagli

Sostenibilità e gestione finanziaria nelle casse di previdenza: esperienze a confronto

Sostenibilità e gestione finanziaria nelle casse di previdenza: esperienze a confronto Sostenibilità e gestione finanziaria nelle casse di previdenza: esperienze a confronto Il punto di vista dell asset manager Michele Boccia Responsabile Clientela Istituzionale Eurizon Capital SGR Milano,

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

HOUSING SOCIALE, RIQUALIFICAZIONE URBANA E QUALITÀ DELL ABITARE

HOUSING SOCIALE, RIQUALIFICAZIONE URBANA E QUALITÀ DELL ABITARE HOUSING SOCIALE, RIQUALIFICAZIONE URBANA E QUALITÀ DELL ABITARE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi F/01_FASCICOLO 1_DESCRIZIONE DELLA RICERCA Indice 1. La ricerca 2. Gli obiettivi

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare BNL Portfolio Immobiliare: valore di quota pari a Euro 937,084 con un rendimento medio annuo composto (TIR)

Dettagli

Il Fondo Aristotele per una valorizzazione sociale del patrimonio immobiliare pubblico. L esperienza di Inpdap.

Il Fondo Aristotele per una valorizzazione sociale del patrimonio immobiliare pubblico. L esperienza di Inpdap. PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2010 Il Fondo Aristotele per una valorizzazione sociale del patrimonio immobiliare pubblico. L esperienza di Inpdap. Nuova Fiera di Roma 20 maggio 2010 DEFINIZIONI

Dettagli

IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING

IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING EDILIZIA PRIVATA SOCIALE, LA SFIDA DEI FONDI IMMOBILIARI (AGI) - Palermo, 8 mar. - Si e' svolto oggi presso la Fondazione

Dettagli

CREDITO AL CREDITO 2015 Fare squadra per la ripresa ACCESSO E SOSTENIBILITÀ DEL CREDITO: STRUMENTI PER IL CONSUMO E L INVESTIMENTO.

CREDITO AL CREDITO 2015 Fare squadra per la ripresa ACCESSO E SOSTENIBILITÀ DEL CREDITO: STRUMENTI PER IL CONSUMO E L INVESTIMENTO. CREDITO AL CREDITO 2015 Fare squadra per la ripresa ACCESSO E SOSTENIBILITÀ DEL CREDITO: STRUMENTI PER IL CONSUMO E L INVESTIMENTO Silvio D Amico Roma, 25 novembre 2015 Interventi legislativi e iniziative

Dettagli

INVESTMENT MANAGEMENT. BNP Paribas REIM SGR p.a. BNL PORTFOLIO IMMOBILIARE fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso

INVESTMENT MANAGEMENT. BNP Paribas REIM SGR p.a. BNL PORTFOLIO IMMOBILIARE fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso INVESTMENT MANAGEMENT BNP Paribas REIM SGR p.a. BNL PORTFOLIO IMMOBILIARE fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMRE 2014 Resoconto intermedio

Dettagli

Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione ENTI PREVIDENZIALI PRIVATI ISTRUZIONI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA RELAZIONE RECANTE LE ALTRE INFORMAZIONI DI CUI ALL ART. 2, COMMA 1, LETT. A), D), E), F),

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

Sintesi della POLITICA DI GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE

Sintesi della POLITICA DI GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE Sintesi della POLITICA DI GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE Edizione giugno 2015 PREMESSA Mediolanum Gestione Fondi (di seguito anche MGF o la Società ), appartenente al Gruppo Bancario Mediolanum 1

Dettagli

SELEZIONE FIA PRIVATE DEBT OTTOBRE 2015. QUESTIONARIO - RfP

SELEZIONE FIA PRIVATE DEBT OTTOBRE 2015. QUESTIONARIO - RfP Requisiti di partecipazione Per FIA si intende lo OICR in fase raccolta che viene proposto. Per GEFIA (di seguito per brevità SOCIETA o GEFIA) si intende il soggetto che ha costituito e gestirà il FIA.

Dettagli

Fondi immobiliari e housing sociale

Fondi immobiliari e housing sociale 1 - Social Housing: una nuova frontiera delle politiche abitative Cosa intendiamo per Social Housing? Fondi immobiliari e housing sociale Una nuova frontiera delle politiche abitative 14 Febbraio 2013

Dettagli

REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE

REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE REAL ESTATE FINANCING LA BANCA IMMOBILIARE FABIO BANDIRALI Presidente AICI Associazione Italiana Consulenti, Gestori e Valutatori Immobiliari 1 APRILE 2014 LA BANCA E L OPERATORE IMMOBILIARE QUALE RAPPORTO?

Dettagli

Strumento Finanziario per il sostegno a progetti urbani (SFU) Jessica Marche. Lo sviluppo urbano nel Programma operativo FESR Marche 2007-2013

Strumento Finanziario per il sostegno a progetti urbani (SFU) Jessica Marche. Lo sviluppo urbano nel Programma operativo FESR Marche 2007-2013 Strumento Finanziario per il sostegno a progetti urbani (SFU) Jessica Marche Lo sviluppo urbano nel Programma operativo FESR Marche 2007-2013 Le fasi del processo regionale FASE 1 SELEZIONE DEI PROGETTI

Dettagli

RILEVAZIONE SULLE ESPOSIZIONI RILEVANTI Risposte a quesiti di interesse generale

RILEVAZIONE SULLE ESPOSIZIONI RILEVANTI Risposte a quesiti di interesse generale RILEVAZIONE SULLE ESPOSIZIONI RILEVANTI Risposte a quesiti di interesse generale 1. Modalità di rilevazione delle quote di OICR Q. In merito al trattamento delle quote di OICR sono fornite indicazioni

Dettagli

Tellco fondazione d investimento

Tellco fondazione d investimento Direttive d investimento della Tellco fondazione d investimento valevoli dal 09.03.2015 Tellco fondazione d investimento Bahnhofstrasse 4 Postfach 713 CH-6431 Schwyz t + 41 41 819 70 30 f + 41 41 819 70

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNL Portfolio Immobiliare: valore di quota pari a Euro 1.321,402 con un rendimento

Dettagli