13. La Fondazione Bioparco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "13. La Fondazione Bioparco"

Transcript

1 13. L Fondzione Bioprco In questo cpitolo si propone un sintesi dell prim fse dello studio condotto dll Agenzi sull Fondzione Bioprco di Rom e pubblicto nel mese di Febbrio L nlisi, per il momento limitt i principli spetti istituzionli ed economico finnziri desumibili dll lettur dei bilnci, srà complett nel corso del 2008 gurdndo lle crtteristiche qulittive e di efficci del servizio. In prticolre, in quest sede viene trtteggit l stori del Girdino zoologico dll su fondzioni i giorni nostri evidenzindo le problemtiche che hnno portto nel tempo ripensre le modlità di gestione. Successivmente è esminto lo strumento Fondzione con riferimento i suoi elementi crtterizznti. Infine sono presi in considerzione lcuni dti del bilncio (esercizio 2006 e 2005), considerndo e l possibilità di introdurre un differente metodo di contribuzione d prte del Comune di Rom per produrre mggiore efficienz. 1 L versione integrle dello studio è disponibile sul sito dell Agenzi (www.genzi.rom.it). 333

2 Cpitolo Dl Girdino Zoologico ll Fondzione Bioprco Inugurto ll presenz del Sindco Nthn, il Girdino Zoologico di Rom nsce il 5 gennio del 1908 d oper di un gruppo di finnzitori che fondno l Società Anonim per il Girdino Zoologico, con lo scopo di crere un luogo di ttrzione e spettcolo, per mezzo dell collezione funistic. Già dopo pochi nni, tuttvi, lo Zoo di Rom un lento declino che si cerc invno di rginre ttrverso l rricchimento quntittivo dell collezione funistic puntndo soprttutto sull rrità delle specie ospitte. Più recentemente, negli nni 90 l llor Sindco Frncesco Rutelli ssume l impegno per l estinzione dell struttur di Vill Borghese, che si trduce nel progetto di riconversione dell struttur secondo i suggerimenti forniti d un Commissione Scientific che elbor il documento progrmmtico pprovto poi d Giunt e Consiglio Comunle. Nel 1997 nsce così il Bioprco S.p.A. i cui soci sono il Comune di Rom (quot 51%), un società del Gruppo Cost (quot 39%) ed il Gruppo Cecchi Gori (quot 10%). Il Comune di Rom conserv l proprietà degli nimli ed un congru prtecipzione finnziri m rinuncindo tuttvi ttrverso un specific convenzione prsocile ll mggiornz dei membri nel Consiglio di Amministrzione. Il Comune rimne obbligto inoltre d erogre i contributi per i primi quttro nni di gestione (33 milirdi delle vecchie lire), nonché fr fronte l costo del personle non trnsitto ll S.p.A. (circ cinque milirdi e mezzo di lire l nno). L trsformzione dell gestione del girdino zoologico ssume nel pnorm delle esternlizzzioni vvite dl Comune di Rom un posto di prticolre importnz. Si trtt inftti del primo cso di trsformzione che dott il modello di società di cpitli e che vede il coinvolgimento di prtner privti, selezionti in funzione delle loro cpcità di prtecipzione gli obiettivi gestionli dell nuov società chimti grntire: d un lto, il rggiungimento dei fini divulgtivi, culturli e scientifici che giustifichino il mntenimento dell struttur in un contesto di equilibrio economico; dll ltro, il benessere e l corrett conservzione degli nimli ospitti. Dl momento dell su costituzione i risultti conseguiti dll società Bioprco non si sono rivelti in line con le previsioni contenute nello Studio di Prefttibilità e nel Business Pln. In prticolre, le previsioni sono risultte ttendibili dl lto dei costi, m si sono rivelte eccessivmente ottimiste dl lto dei ricvi. Vi fu un sottovlutzione si dell concorrenz proveniente dll plurlità di ttrzioni turistiche dell città di Rom, si dei tempi necessri ricostituire l immgine fortemente compromess durnte l precedente gestione. Ad esempio, i visittori nel 2002 sono stti inferiori di oltre il 50% rispetto lle previsioni riportte dl Mster Pln. Anzi, un percentule prossim l 50% di visittori mncnti rispetto lle previsioni, si riscontr per tutti gli nni di gestione del Bioprco (vedere Figur 13.1). 334

3 L Fondzione Bioprco Fig Confronto tr il numero di visittori previsti ed effettivo per il periodo In questo periodo gli obiettivi di utonomi finnziri non sono quindi stti conseguiti, con l conseguenz di grvre sul bilncio comunle un costo nnuo non previsto di 2,5 milioni di Euro (più IVA) prtire dll nno 2002, per un totle di ,00 Euro (più IVA) nell rco dei sei nni di vigenz del contrtto. A tle importo è necessrio ggiungere i costi per il completmento del pino degli investimenti quntificti pri circ 31 milioni di Euro per tutto il decennio nel Mster Pln 2. Il ricorso per ben due volte ll umento del cpitle socile per fr fronte lle perdite subite, nonché ll definizione di un nuovo Contrtto di servizio 3, non contribuirono risollevre le sorti dell struttur, tnto d mettere in dubbio l degutezz form giuridic dell Società per Azioni per il perseguimento degli obiettivi strtegici di ntur pubblic che crtterizzno l missione dell struttur. È in questo contesto che nsce Fondzione Bioprco, che dedic prticolre ttenzione l cmbimento dell mission ziendle pssndo d un impostzione profit, tipic delle Società per zioni, d un non profit orientt l servizio pubblico con prticolre ttenzione lle temtiche socili. In quest trsformzione si è cercto di concilire gli spetti positivi dell S.p.A. (orgnizzzione, efficienz, progrmmzione), con le forti motivzioni socili derivnti dlle finlità previste dllo sttuto. L strtegi utilizzt 2 Agenzi per il controllo e l qulità dei servizi pubblici locli del Comune di Rom, Prere sul contrtto di servizio tr Comune di Rom e Bioprco Anni , Dicembre Approvto con Deliberzione G.C. n. 265 del 26 mggio

4 Cpitolo 13 dll Fondzione Bioprco, in line con l evoluzione degli zoo di tutto il mondo, è quell di ssumere un ruolo determinnte in cmpo conservzionistico si direttmente, ttrverso l riproduzione di specie minccite, si indirettmente trmite l educzione e l sensibilizzzione del pubblico Aspetti istituzionli e gestionli L Fondzione Bioprco di Rom, qule person giuridic di diritto privto senz fini di lucro, risponde i principi ed llo schem giuridico di un Fondzione di prtecipzione 4 che costituisce un modello giuridico istituzionle innovtivo in qunto ssomm lle prerogtive dell fondzione clssic (dove domin l elemento ptrimonile) quelle dell ssocizione (crtterizzt dl rpporto fiducirio tr i soci, il cosiddetto intuitus persone ). Si trtt di uno strumento prticolrmente idoneo fvorire l collborzione tr il settore pubblico e quello privto, in qunto l Ente pubblico prtecipnte mntiene un serie di poteri di indirizzo e controllo, pur configurndosi come soggetto di diritto privto con vntggi di ntur procedurle ed orgnizztiv. Le crtteristiche di tle istituto sono di seguito elencte 5 : costituzione d ptrimonio di destinzione struttur pert; l tto costitutivo è un contrtto plurilterle con comunione di scopo che può ricevere l desione di ltre prti oltre quelle originrie (rt c.c.); l struttur pert consente l vrizione del numero dei contrenti senz rendere necessri l modific del contrtto; possono frne prte Stto, Regioni, enti pubblici e privti, con il diritto di nominre i loro rppresentnti nel consiglio di mministrzione; ll su ttività possono derire ltri soggetti che, in qulità di prtecipnti, contribuiscono ll soprvvivenz dell ente con somme di denro, prestzioni di lvoro volontrio o donzioni di beni mterili e immterili; ttrverso un composizione definit di orgni, viene grntit l proporzionlità tr tipologi di contributo e prtecipzione ll ttività. Diversmente che in un impres for profit nell fondzione di prtecipzione: i soggetti finnzitori e prtecipnti ll fondzione, gestori dell medesim, non si ttendono controprtite proporzionli lle risorse erogte, come ccde nell s.p.. (questo signific che un impres che prtecip ll Fondzione non può svolgere ttività lucrtiv o pretendere un gudgno direttmente nel e dll Ente); le ttività opertive dell fondzione non si misurno in termini di profitto economico, pur dottndosi economicità ed efficci di gestione; In prticolre, le motivzioni che hnno indotto l trsformzione dell Bioprco S.p.A. in un Fondzione di Prtecipzione sono riconducibili lle seguenti: utilizzo di uno sttus legle differente d quello di ziend e mggiormente rppresenttivo, nell immginrio pubblico, dell tutel di un pubblico interesse; ricerc di prtnership tr i diversi soggetti; finlità di fundrising; gevolzioni d un punto di vist fiscle 6. Il primo obiettivo d rggiungere, dunque, è quello dell tutel degli interessi pubblici. L nomin del Presidente e di ben 4 dei 5 membri del Consiglio di Amministrzione d prte del Sindco può essere considert in questo senso un grnzi, considerto come l Presidente ed l Consiglio spettino tutti gli tti di ordinri e strordinri mministrzione, compres l nomin del Direttore Generle dell Fondzione. V tuttvi rilevto come d oggi l Fondzione è costituit di soli Fondtori promotori e pertnto l obiettivo di prtnership e/o llrgmento degli interessi socili d ltri soggetti non è stto in reltà perseguito. 4 L Fondzione di Prtecipzione è un istituto giuridico di diritto privto che costituisce il nuovo modello itlino di gestione di inizitive nel cmpo culturle e non profit in genere, diffuso negli ultimi nni ed oggi sempre più utilizzto diversi livelli. E un istituto senz scopo di lucro l qule si può derire pportndo denro, beni mterili o immterili, professionlità o servizi. 5 Le informzioni qui riportte provengono dl sito 6 Trsformzione in Fondzione dell Società per Azioni Bioprco dell rticolo 2500-septies del Codice Civile - Vrizione di bilncio. Deliberzione n. 141/

5 L Fondzione Bioprco Dl punto di vist fiscle l trsformzione del Bioprco S.p.A. in Fondzione h indubbimente prodotto dei benefici derivnti dl regime gevolto di cui godono gli enti non commercili. L principle voce tributri per il 2006 dell fondzione Bioprco è stt costituit dlle imposte reltive ll Irp (pri Euro per l ttività istituzionle e Euro per l ttività commercile), mentre l impost sul reddito delle società (IRES) è stt pri Euro. Gli orgni dell Fondzione Bioprco previsti dllo sttuto sono il Presidente, il Consiglio di mministrzione, il Comitto di vigilnz 7, il Comitto Scientifico 8 ed il Collegio del Prtecipnti 9. Il Presidente viene nominto dl Sindco ed h l legle rppresentnz dell Fondzione. Il Consiglio di Amministrzione, cui spett l ordinri e l strordinri mministrzione, è composto d lmeno cinque membri fino d un mssimo di undici ed il Comune di Rom nomin l mggiornz dei componenti. Le finlità che l fondzione Bioprco intende perseguire sono volte : vlorizzre il Bioprco di Rom come centro di educzione mbientle e nturlistic; fvorire l conservzione di specie in vi di estinzione; promuovere il Bioprco come sede di ricerc scientific; fvorire lo sviluppo di un vst ed eterogene cultur mbientle; promuovere il Bioprco come centro di funzionle di collegmento e sviluppo di inizitive legte problemi culturli, eductivi, scientifici; promuovere progetti di dozione e di cooperzione tr l Itli e il Sud del mondo per uno sviluppo comptibile. Per il rggiungimento degli scopi istituzionli, l fondzione provvede ll gestione del Bioprco e delle sue strutture secondo criteri di efficienz ed economicità. L ssetto ptrimonile dell Fondzione di prtecipzione è costituito d un fondo ptrimonile (fondo di dotzione e ptrimonio rendit) e d un fondo di gestione per le ttività. In prticolre, il Fondo ptrimonile dell Fondzione Bioprco è costituito dl cpitle socile dell trsformt Bioprco S.p.A. e dl diritto di uso e godimento, conferito dl Comune di Rom medinte comodto grtuito dell durt di 99 nni, dell insieme dei beni, degli impinti, delle strutture, degli nimli costituenti il complesso Bioprco. Le risorse disponibili per l gestione sono costituite (Fondo di gestione) dll rendit del Fondo Ptrimonile, di proventi delle ttività economiche e finnzirie, svolte direttmente o indirettmente dll Fondzione, dl contributo nnuo di Euro del Comune di Rom e d contributi pubblici e liberlità privte. All tto dell costituzione dell Fondzione venne risolto utomticmente il Contrtto di Servizio tr Comune di Rom e Bioprco S.p.A.. Tle tto d vviso dell Agenzi h costituito un elemento debole in qunto risult, in questo nuovo equilibrio dei rpporti tr le prti, del tutto impossibile ncorre l gestione dell Fondzione stndrd quliquntittivi vlutbili o grntire un rpporto rmonico e responsbile tr i soggetti costituenti l Fondzione, pur rimnendo gli stessi del soggetto istituzionle precedente. A tl proposito si sottoline l esempio dell Fondzione Music per Rom che, oltre l contributo nnule dell Amministrzione pri 3,6 milioni di Euro in qulità di socio fondtore, percepisce un ulteriore contributo di 5 milioni di Euro collegto però d un ben preciso contrtto di servizio. 7 Controll l derenz delle ttività dell fondzione ll legge, llo sttuto e l pubblico interesse ed è composto d tre componenti nominti dl Sindco. 8 Orgno consultivo composto d cinque membri nominti dl Sindco tr persone prticolrmente qulificte e di comprovt esperienz nei cmpi di ttività dell fondzione. 9 Nominto nel cso in cui il numero dei prtecipnti si superiore cinque, è composto d tutti i prtecipnti dell fondzione, può formulre preri e proposte sulle ttività, progrmmi ed obiettivi dell fondzione. 337

6 Cpitolo Anlisi dell ndmento gestionle L nlisi dell ndmento gestionle prende in esme il bilncio reltivo l 2006 effettundo un confronto con il solo esercizio 2005 in qunto l trsformzione d società per zioni fondzione è vvenut metà del Nel prosieguo verrnno riportte lcune considerzioni sintetiche sull domnd, sull nlisi dei ricvi e dei costi, sul ptrimonio e sull sostenibilità economico-finnziri dell società. Verrnno infine dte lcune indiczioni l fine di migliorre l gestione dell fondzione e stimolre l efficienz e l economicità dell fondzione. Anlisi dell domnd In ssenz di vlide lterntive in quest nlisi l domnd viene pprossimt dl numero di visittori che nnulmente usufruisce dei servizi dell struttur. Nell Fig ne viene presentto l ndmento temporle che mostr un tendenz ltlennte con due picchi: nel 2003 con 504 mil visittori e nel 2006 con 592 mil visittori. Il numero di visittori medio nnuo si è ttestto nell ultimo triennio intorno i 480 mil, mentre per l intero periodo l medi scende 430 mil. Fig Visittori del Bioprco nel periodo

7 L Fondzione Bioprco Rispetto lle previsioni contenute nel Pino economico-previsionle per gli nni dell Fondzione 10, si osserv che i visittori nel 2004 e nel 2005 sono stti inferiori di circ 100 mil unità nche rispetto llo scenrio più sfvorevole, mentre il 2006 mostr un vlore mggiore dell previsione senz interventi di ristrutturzione m inferiore rispetto quell ottimistic (con interventi di ristrutturzione) (Tv. 13.1). Tv Confronto tr il numero di visittori del Bioprco con il numero di visittori previsto nel Pino economico-previsionle (dti in miglii) Visittori Previsione visittori (Scenrio con nuovi interventi di ristrutturzione) Previsione visittori (Scenrio senz nuovi interventi di ristrutturzione) Visittori Anlisi delle entrte L nlisi delle entrte per l nno 2006 mostr un forte dipendenz di contributi in conto esercizio versti dl Comune di Rom che rppresentno l second fonte di entrt e vlgono d soli il 37% del vlore dell produzione (Tv. 13.2). Tv Entrte dell Fondzione negli nni 2006 e 2005 (Euro) Tipologi entrte 2005 % 2006 % Ricvi d ttività istituzionle ,7% ,2% (ticket visittori + contributi ziende e privti) di cui per ricvi mostr ,8% ,6% Ricvi d ttività ccessori ,9% ,2% (merchndising) Contributo per ttività istituzionle ,4% ,0% (Comune di Rom) Altri ricvi (vedi not) ,0% ,7% Totle % % 10 Il Pino economico e previsionle è llegto ll Deliberzione CC del 26 luglio 2004 Trsformzione in Fondzione dell Società per Azioni Bioprco. 11 Per qunto concerne l voce ltri ricvi, l importo ssomm l concessione ll utilizzo di spzi interni (E 5.400), i ricvi derivti d mnifestzioni orgnizzte per conto del Comune di Rom ed ltri enti(e ), ricvi d ddebiti (E ) e l riftturzione delle spese sostenute per il rifcimento delle strutture dedicte l Centro disbili (E ). 339

8 Cpitolo 13 Se si esclude dll voce Altri ricvi l riftturzione delle spese sostenute per il rifcimento delle strutture dedicte l Centro disbili, evento non ripetibile e imputto in bilncio si nei costi che nei ricvi, non emergono sostnzili vrizioni rispetto l Il contributo per le ttività istituzionli rimne in prticolre nel 2006 sostnzilmente invrito, mentre le entrte derivnti di biglietti e di contributi erogti d privti ed ziende non sono sufficienti coprire i costi correnti, con l conseguenz che il rpporto tr ricvi e costi istituzionli è pri l 62% e in crescit di un solo punto percentule rispetto l 2005 (Tv. 13.3). Tv Bilncio dell gestione delle ttività istituzionli negli nni 2006 e 2005 (Euro) Gestione Istituzionle Vr. % 2006/05 Ricvi d ttività istituzionle ,7% Costi per ttività istituzionle ,1% Cpcità di utogestione 61,2% 62,2% Si noti come ll umento del 26% degli ingressi registrto nel biennio non si corrisposto un nlogo umento degli incssi d biglietteri (Tv. 13.4), come risultto dell politic degli ingressi grtuiti ttut in corrispondenz di grndi eventi (Epifni e Notti binche), con l conseguente riduzione dei ricvi per visittore (-23%). Considerndo i soli visittori pgnti tli differenze si riducono, m si osserv comunque che d un umento dei visittori del 9% h corrisposto un diminuzione del ricvo per visittore dell 1,3%. Tv Confronto tr ricvi e visittori complessivi e pgnti nel 2006 e nel 2005 (Euro) Ricvi d vendite Vr. % 2006/05 Visittori complessivi Ricvi d biglietti ,8% Visittori ,8% Ricvi/visittori 6,94 5,66-22,7% Visittori pgnti Ricvi d biglietti ,8% Visittori ,0% Ricvi/visittori 8,46 8,35-1,3% Un contributo positivo l complessivo equilibrio economico-finnzirio giunge in ogni cso tuttvi dll gestione delle ttività ccessorie (ricvi d merchndising, d sponsorizzzione, d cnoni di concessione), nche se dl confronto con il 2005 si registr nel 2006 un riduzione del 57% del contributo netto derivnte d tli ttività, che tuttvi è d porre in relzione ll ffidmento dell gestione vvenuto nel mrzo del punto vendit ll società Novmus del gruppo Thesuron del qule non è stto possibile conoscere il corrispettivo versto 12 (Tv. 13.6). Si teng presente che i ricvi d nego- 12 Dll lettur del Conto economico non è stto possibile evincere se l ffidmento dell gestione del punto vendit si vvenuto o meno dietro l corresponsione di un cnone. 340

9 L Fondzione Bioprco zio per visittore conseguiti nel 2005 si sono ssestti 0,40 Euro/visittore, ben l di sotto di qunto previsto dl Pino economico-previsionle nche nell ipotesi meno ottimistic (0,59 Euro/visittore) 13. Tv Bilncio dell gestione delle ttività ccessorie (Euro, 2006 e 2005) Gestione ccessori Vr. % 2006/05 Ricvi d ttività ccessori ,0% Costi per ttività ccessori ,3% Ricvi/costi 2,5 1,6-56,8% Ricvi netti per visittore 0,57 0,17-70,2% Per i ricvi generti d ttività d sponsorizzzione, se si confront qunto effettivmente relizzto con qunto previsto dl Pino economico-previsionle si osserv che nel 2005 il vlore, pri 166 mil Euro, si è ssestto ppen sopr l ipotesi meno ottimistic (senz nuovi interventi di mnutenzione) pri 155 mil Euro, mentre nel 2006 il ricvo è stto di circ 30 mil Euro inferiore ll sogli più bss previst (Euro contro Euro ) 14. È evidente come solo un forte umento dei visittori pgnti consentirebbe di rggiungere un equilibrio economico-finnzirio non dipendente in misur sensibile dll contribuzione pubblic. Tle risultto non sembr perseguibile nel breve-medio periodo e potrebbe inoltre non essere sostenibile dl punto di vist gestionle e orgnizztivo, nche in considerzione dei fini socili perseguiti dll Fondzione l cui relizzzione non può misurrsi esclusivmente in termini economici. Anlisi dei costi Complessivmente i costi reltivi ll produzione mmontno Euro (Tv. 13.6). Sottrendo tli costi l totle delle entrte si ottiene un Ebitd (MOL) positivo di circ 478 mil Euro ed un differenz tr vlore e costi dell produzione di circ 256 mil Euro. Il confronto con il 2005 evidenzi per l Ebitd un vrizione trscurbile mentre un decremento del 4,4% dell differenz tr il vlore e i costi dell produzione. Questo risultto mostr comunque come vi sino spzi per l rinegozizione del contributo versto ogni nno dl Comune di Rom. Tv Confronto tr vlore e costi dell produzione nel 2006 e nel 2005 (Euro) Indici /2005 Vlore dell Produzione ,7% Costo totle dell Produzione ,3% EBITDA (MOL) ,1% VALORE DELLA PRODUZIONE ,4% COSTI DELLA PRODUZIONE 13 Il vlore di 0,40 Euro/visittore si ottiene dl rpporto tr il vlore riportto nel bilncio 2005 dei ricvi d merchndising - pri Euro e il numero dei visittori per il 2005 (pri ). 14 I vlori dei ricvi d sponsorizzzione per il 2005 ed il 2006 sono riportti nei bilnci delle due nnulità. 341

10 Cpitolo 13 Nell Tv. 13.7, l fine di permettere un più omogeneo confronto tr i due esercizi, sono stte eliminte dll voce ltri costi le spese sostenute per il rifcimento delle strutture dedicte l Centro Disbili (tle vlore, come detto prim, è stto imputto in bilncio si tr i ricvi che tr i costi). Complessivmente i costi sono umentti del 2% e l voce che mggiormente h inciso rigurd quell reltiv ll cquisto di mterie prime per l ttività istituzionle (24,5%), mentre si osserv un diminuzione del costo reltivo l personle (-9,3%). Tv Costi totli dell produzione: confronto 2006 e 2005 (Euro) Costo totle dell produzione 2005 % 2006 % 2006/2005 Acquisto di mterie prime sussidirie, ,5% ,0% 24,5% consumo e merci per ttività istituzionle Servizi per ttività istituzionle ,7% ,5% 4,8% Godimento beni di terzi ,4% ,4% 10,7% Personle ,9% ,7% -9,3% ) slri e stipendi ttività istituzionle ,9% ,8% 2,4% c) oneri socili ttività istituzionle ,8% ,0% -0,6% e) trttmento fine rpporto ,7% ,8% -1,7% f) ltri costi ,4% ,1% -957,0% Ammortmenti e svlutzioni ,2% ,1% 4,9% Vrizioni delle rimnenze ,2% ,6% -156,1% Oneri diversi di gestione ,8% ,3% 8,5% Costi per l ttività ccessori ,3% ,4% -3,3% Totle ,0% ,0% 1,9% Not.: per il 2006 l netto delle spese sostenute per il rifcimento delle strutture dedicte l Centro Disbili. In termini ssoluti invece l voce sevizi per ttività istituzionle è quell che h il peso mggiore. Per quest rgione nell Tv se ne riport l composizione, evidenzindo l forte incidenz dei costi per consulenze (17,2% dei costi complessivi per servizi), mnutenzioni (12,7%), pulizi (9,6%) e servizi i visittori (14,1%). Rispetto l 2005 il costo dei servizi è umentto di qusi il 5% e le voci che più hnno inciso su tle dinmic sono quelle reltiv ll pubblicità (60,7% rispetto l 2005) e lle consulenze (10,7%). Tv Costo per servizi per ttività istituzionle: confronto 2006 e 2005 (Euro) Voci di costo 2005 % 2006 % 2006/2005 Consulenze ed ltri servizi professionli ,2% ,2% 10,7% Cnoni e consumo per erogzioni di energi ,3% ,3% 13,7% Spese postli ed utenze telefoniche ,8% ,8% 3,5% Emolumenti e spese per gli orgni socili ,4% ,6% -1,5% Premi ssicurtivi ,1% ,1% -1,5% 342

11 L Fondzione Bioprco Tv Costo per servizi per ttività istituzionle: confronto 2006 e 2005 (Euro) (segue) Voci di costo 2005 % 2006 % Mnutenzione ,7% ,5% -15,7% Viggi e trsferte ,5% ,9% -82,8% Girdinggio ,7% ,5% 11,0% Pulizi ,6% ,4% 6,8% Vigilnz ,1% ,2% 0,2% Servizio i visittori ,1% ,6% -12,4% Servizi vri ,1% ,0% 5,3% Trsporti ,2% ,3% -54,1% Pubblicità ,3% ,4% 60,7% Spese di rppresentnz ,2% ,3% -43,2% Servizi per mnifestzioni ,0% ,7% -31,3% Stmp biglietti d ingresso ,8% ,7% 8,0% Scmbi e trsporti di nimli ,8% ,5% 41,7% Servizi per il personle ,3% ,8% -7,7% Totle ,0% % 4,8% L Fondzione crtterizzt d un cert rigidità dei costi e gli spzi di mnovr per l loro riduzione sono dunque molto limitti. Escludendo l voce personle che, comunque non ppre incidere eccessivmente (34%), economie di bilncio possono eventulmente ricondursi lle consulenze, i servizi esternlizzti o i non meglio specificti ltri costi. Lddove un intervento sui costi non fosse prticbile, si dovrebbe di conseguenz gire sul lto dei ricvi, che tuttvi nell ipotesi di copertur integrle dei costi richiederebbe l ppliczione di un triff medi intorno i 12 Euro, con un crescit del 40%. Posto che un umento mrcto del prezzo del biglietto non srebbe uspicbile visti i fini socili d perseguire, l obiettivo dovrebbe trdursi in un umento dei visittori e/o in un più efficce ricerc di sponsorizzzioni. In definitiv, l sostenibilità economico-finnziri dell Fondzione Bioprco dipende in mnier decisiv dl contributo pubblico nnule versto dl Comune di Rom (Fig. 13.3). Gurdndo l biennio 2005/2006, si osserv come l pporto pubblico rppresenti l 89% delle entrte, mentre l contribuzione dei privti e delle ziende si ttest d ppen il 7% e gli sponsor l 4%. Tli percentuli non hnno subito un vrizione sostnzile nei due nni e fnno ritenere che l ttività di fund rising e di sponsorship uno degli elementi crtterizznti l Fondzione - non si stt in reltà perseguit. 343

12 Cpitolo 13 Fig Distribuzione percentule dei contributi pubblici e privti (nni 2006 e 2005) Un ipotesi per un nuovo meccnismo di contribuzione Dll nlisi dell situzione economico-finnziri dell Fondzione si cpisce come, seppure non si uspicbile - dti i fini socili - rggiungere un condizione di utosufficienz rispetto ll contribuzione pubblic, si tuttvi possibile prevedere dei meccnismi che incentivino un mggiore efficienz gestionle. In meccnismo di contribuzione bsto sul price cp sperimentto in pssto, non sembr ver prodotti gli effetti desiderti, determinndo solo un progressivo incremento delle risorse finnzirie trsferite nnulmente dl comune di Rom (in virtù dell indicizzzione ll inflzione e dell esiguità del coefficiente di recupero efficienz previsto l 3%). Un nuovo meccnismo potrebbe essere bsto sul criterio dello shdow tolls, in vi di principio in grdo di ssicurre il perseguimento delle finlità pubbliche e l tempo stesso un mggiore efficienz gestionle: Cx = t1*n1 + t2*n2+ +tn*nn + CF Dove: C x rppresent il contributo totle versto dl Comune di Rom nell nno x-esimo; t n l integrzione triffri riconosciut dl Comune di Rom per l ctegori di utente considerto (disbile, nzino, ecc.); n n il numero di utenti per l ctegori considert; CF il contributo fisso versto dl Comune di Rom per il perseguimento di lcune finlità pubbliche (quli l tutel degli nimli, l ricerc scientific, ecc.). In sostnz l contributo fisso (opportunmente ridotto) si ggiunge in sostnz un meccnismo incentivnte commisurto ll cpcità di perseguimento dei fini socili dell struttur. In ltre prole, lddove il visittore fosse costituito d esempio d un lunno di un scuol di Rom, il comune riconoscerà ll fondzione un triff ombr, d concordrsi ovvimente tr le prti. Un integrzione minore verrà invece riconosciut nel cso il visittore si 344

13 L Fondzione Bioprco d esempio un nzino che pghi già ll fondzione un prte del biglietto di ingresso. Questo meccnismo induce l fondzione Bioprco ricercre un mggiore efficienz nell propri gestione in qunto i costi non vengono ripinti dl Comune di Rom. Al contempo si ottiene l effetto di mssimizzre l qulità e l offert dei servizi verso i cittdini, considerto che tnto mggiori srnno i visittori del Bioprco tnto mggiori srnno le integrzioni verste dl Comune (soprttutto nel cso di specifici trget di utenti). L prte di contribuzione fiss, di contro, può essere legt in prte ll ttivzione di conservzione delle risorse funistiche ed in prte legt ll ttività di ricerc dell fondzione e finnzit sull bse di progetti di ricerc pprovti dl Comune di Rom 15. L metodologi del toll-pricing ipotizzt rppresent nturlmente solo uno dei possibili meccnismi di incentivzione verso un mggiore efficienz gestionle d prte dell Fondzione Bioprco 16. Quello che interess sottolinere è che ttrverso meccnismi nloghi si spinge il mngement (nel cso specifico dell Fondzione) d doperrsi ffinché le condizioni di erogzione del Servizio, si dl punto di vist qulittivo che d quello quntittivo, migliorino l fine di ottenere mggiori introiti. 15 Esemplificndo: se oggi l Fondzione ottiene un trsferimento d prte del Comune pri circ 3 milioni di Euro, si ipotizz che tle trsferimento diretto veng ridotto 2 milioni di Euro, legndo l quot rimnente ll cpcità ttrttiv dimostrt dll Fondzione. In tl modo, il mngement srà stimolto l rggiungimento di stndrd sempre superiori, nche perché l crescere dell efficci e dell efficienz gestionle umenterebbe il livello di trsferimento riconosciuto dl Comune: insomm qunto più si è efficienti tnto più ci si rricchisce, o, ltrimenti, tnto più risprmi l Ente finnzitore. 16 Un ltr form incentivnte potrebbe rigurdre d esempio l sponsorship ttrverso il cosiddetto mtching grnt: ogni somm reperit ttrverso l ttività di ricerc di sponsor viene utomticmente trdott in un nlogo contributo comunle. 345

14 346 Cpitolo 13

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

Le verifiche finali e le scritture di assestamento

Le verifiche finali e le scritture di assestamento Numero 60/2012 Pgin 1 di 8 Le verifiche finli e le scritture di ssestmento Numero : 60/2012 Gruppo : Oggetto : Norme e prssi : Scric l guid complet sulle scritture di chiusur e il pssggio del bilncio d

Dettagli

8. I servizi culturali

8. I servizi culturali 8. I servizi culturli Tr le innovzioni introdotte nell mbito dell Relzione Annule, un prticolre importnz ssume tr gli pprofondimenti settorili l introduzione di un nuovo cpitolo intermente dedicto l settore

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA' "A"

CENTRO DI RESPONSABILITA' A PREENTIO FINANZIARIO GESTIONALE PLURIENNALE ES. 2015 2016 2017 CONSORZIO DI BONIFICA 4 CALTANISSETTA Residui ttivi presunti ll fine dell'nno in dell'nno in per l'nno 2015 Previsioni di css per l'nno 2015

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 10 LE SCRITTURE CONTABILI Il lesing IL CONTRATTO DI LEASING Il lesing è un contrtto tipico (non previsto dl Codice Civile) per mezzo del qule l ziend

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi 10. Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom 10.1 Obiettivi dell nlisi Il 2007 è stto proclmto d prte dell Unione Europe, con decisione n. 771/2006/CE, nno per le pri opportunità

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA Il Comitto centrle decret il regolmento seguente conformemente ll rt. 57 e ll rt. 9, cpv. 4 lett. i degli sttuti dell ASI del 5 novemre 00 Tutte

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE (9 CFU) ESERCITAZIONI DI CONTABILITÀ

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI

LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI Cpitolo 8 LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Alfredo Vignò Titoli e Prtecipzioni Sono strumenti finnziri che rppresentno impieghi rispettivmente in quote

Dettagli

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 21 13 NOVEMBRE 2007 Nuovi criteri di deducibilità per le uto ziendli e professionli Copyright

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP NORMATIVA ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP A cur di Libero Tssell d Scuol&Scuol del 21/10/2003 Riferimenti normtivi: rt. 21 e 33 5.2.1992 n. 104 e successive modifiche ed integrzioni, Dlgs.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Vi Boito, n 27 41053 Mrnello Tel. 0536/941110 - fx 0536/945162 Anno Scolstico 2014/2015 Scuole dell Infnzi Sorelle Agzzi e C.Cssini L Scuol dell Infnzi, sttle

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (disposizioni di trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le condizioni

Dettagli

o d M k m J B \< 2 i 0

o d M k m J B \< 2 i 0 Dt P ro i n, j G e g m o o d M k m J B \< 2 i 0 Lo scostm ento tr li preventivo sse st to e 1! consuntivo pri 73,0 min di minori u scite è dovuto : 1. m ggiori uscite per sp e se di funzionm ento reltive

Dettagli

10. L accessibilità dei servizi

10. L accessibilità dei servizi 10. L ccessibilità dei servizi L ccessibilità dei servizi può essere interprett come un specificzione del principio di universlità, richimto nel Libro Binco sui servizi di interesse generle 1. All nozione

Dettagli

Fornitori 1.000,00 200,00. Crediti per contributi a Altri ricavi e proventi 400,00. Banca c/c a Crediti per contributi 400,00

Fornitori 1.000,00 200,00. Crediti per contributi a Altri ricavi e proventi 400,00. Banca c/c a Crediti per contributi 400,00 CONTRIBUTI I contributi, in bse ll loro motivzione e destinzione possono suddividersi in: - contributi in conto esercizio - seguono il principio di competenz; - contributi in conto impinti - seguono il

Dettagli

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 Allegto ll D.G. n. 20 del 20 febbrio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 1 Sommrio 1. Dti d pubblicre... 3 2. Modlità di pubbliczione

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a. Al Comune di Cursi Pizz Pio XII, snc 73020 CURSI (LE) ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/ nto/ il residente

Dettagli

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere Anlisi del ciclo di vit del sistem di gestione rifiuti in Lombrdi Milno 8 Mggio 212 LCA e prevenzione dei rifiuti: cso di studio sull cqu d bere S. Nessi Politecnico di Milno DIIAR Sezione mbientle Obiettivo

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa 12. Anlisi del servizio ffissioni e pubblicità 12.1 Premess In questo cpitolo sono riportti i principli risultti scturiti d uno studio condotto dll Agenzi nel mese di mggio 2007 sul Servizio Affissioni

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Dniel Corbett P.S.: l fine di trttre in modo esustivo l rgomento, si precis che nei seguenti esercizi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M LE FONTI DI FINANZIAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Le fonti di finnzimento in un società comprendono: ) il cpitle socile b) il cpitle di credito c) l utofinnzimento

Dettagli

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi 15. I servizi cimiterili nel Comune di Rom Nell mbito degli pprofondimenti temtici nel settore socile, in questo cpitolo vengono esminti, dl punto di vist quntittivo e qulittivo, i servizi cimiterili nel

Dettagli

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione Serie dei Trttti Europei - n 47 Convenzione sull'unificzione di tluni elementi del diritto dei revetti d'invenzione Strsurgo, 27 novemre 1963 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle dell Svizzer Gli

Dettagli

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423 Comune di Poviglio Provinci di Reggio Emili Relzione illustrtiv dell Delierzione Consilire di pprovzione, dei coefficienti e prmetri di conversione che ssicurno l equivlenz tr le definizioni e le modlità

Dettagli

Verifica finale del modulo su programmazione e budget nelle imprese industriali e bancarie

Verifica finale del modulo su programmazione e budget nelle imprese industriali e bancarie di Mrgherit Amici supervisore Ssis Lzio Strumenti 35 APRILE/MAGGIO 2005 Verific finle del modulo su progrmmzione e budget nelle imprese industrili e bncrie Acompletmento dell rticolo pubblicto sul n. 34

Dettagli

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007 SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008 Associzione Genitori Scuole Cttoliche 5 ottobre 2007 Proseguendo nell trdizione formtiv dell Associzione Genitori Scuole Cttoliche,

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna Desk CSS-KPMG Innovre l PA Presentzione del progetto di ricerc Orgniztion Review Lucino Hinn Obiettivo del progetto Mettere punto un nuov metodologi, intes come strumento d consegnre lle pubbliche mministrzioni

Dettagli

io chiedo la pensione di vecchiaia

io chiedo la pensione di vecchiaia io chiedo l pensione di vecchii PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp sede di 01010101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme 1. Evoluzione del qudro normtivo dei servizi pubblici e ttività svolt dll'agenzi: un qudro d'insieme 1.1 Principli novità del contesto normtivo e istituzionle reltivo i servizi pubblici locli L disciplin

Dettagli

La disciplina del conferimento d azienda

La disciplina del conferimento d azienda di Dniele Cherubini Dottore in Economi in Perugi 1. Premess Il conferimento d ziend rientr tr le operzioni strordinrie, in qunto esul di normli ftti di gestione, essendo volto d un rdicle riorgnizzzione

Dettagli

SAP Business One Top 10

SAP Business One Top 10 SAP Business One Top 10 Dieci motivi per cui le PMI scelgono SAP Business One 1 6 Affidbilità Le PMI riconoscono in SAP un leder su cui poter fre ffidmento. Personlizzzione SAP fornisce soluzioni personlizzte

Dettagli

Schede operative. Contabilità & Reddito d impresa. Il marchio d impresa: natura e definizione normativa

Schede operative. Contabilità & Reddito d impresa. Il marchio d impresa: natura e definizione normativa Schede opertive Contbilità & Reddito d impres Cessione di mrchio d impres: conseguenze fiscli e contbili in cso di lese bck Il mrchio d impres può essere ceduto congiuntmente ll ziend oppure in modo seprto;

Dettagli

(segue): Le scritture di assestamento

(segue): Le scritture di assestamento Esercitzione Le scritture di ssestmento 1 Testo esercizio: In sede di ssestmento l 31/12/t si rilevno (sul libro giornle e libro mstro) le seguenti operzioni: 1. Accntont indennità di fine rpporto per

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (sposizioni trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le conzioni

Dettagli

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione MANUALE DI SUPPOTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFOMA SINTEL GUIDA ALLE FOMULE DI AGGIUDICAZIONE Pgin 1 di 21 AGENZIA EGIONALE CENTALE ACQUISTI Indice 1 INTODUZIONE... 3 1.1 Cso di studio... 4 2 FOMULE DI CUI

Dettagli

IL CONSIGLIO INFORMA

IL CONSIGLIO INFORMA A Ordinistiche IL CONSIGLIO INFORMA BILANCIO preventivo 2008 Ordine degli Psicologi DELIBERA n G/616 dell Toscn - Firenze dottt nell riunione del Consiglio dell Ordine il 1/12//07 OGGETTO: BILANCIO PREVENTIVO

Dettagli

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione Il sistem itlino dei confidi: tr stori ed evoluzione Corso di investment bnking nd rel estte finnce Università degli Studi di Prm Prm, lì 25 febbrio 2014 I punti di nlisi L stori dei confidi: gli interventi

Dettagli

AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO

AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO PERDITA D ESERCIZIO OLTRE 1/3 C.S. L società Alf sp C.S. 500.000,00 nell nno 200x rilev un perdit di 410.000,00. L ssemble dei soci deliber l riduzione del cpitle socile

Dettagli

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE - Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrto Territorile NORD BARESE Andri Brlett Bisceglie Bitonto Cnos di Pugli Corto Giovinzzo Mrgherit di Svoi Molfett Ruvo di Pugli Sn Ferdinndo di Pugli Terlizzi Trni

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo 2_27/06/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

5. Il servizio di illuminazione pubblica

5. Il servizio di illuminazione pubblica 5. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. L normtiv

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 5/2013. OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: aspetti civilistici, contabili e fiscali.

NOTA OPERATIVA N. 5/2013. OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: aspetti civilistici, contabili e fiscali. NOTA OPERATIVA N. 5/2013 OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: spetti civilistici, contbili e fiscli. - Introduzione Il Decreto Crescit (D.L. 83/2012), h introdotto rilevnti novità per qunto rigurd

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici ALLEGATO A) Disciplinre del Fondo per l Progettzione degli Interventi Strtegici 1. Finlità del fondo Al fine di rzionlizzre e ccelerre l spes per investimenti pubblici, con prticolre rigurdo ll relizzzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo n. 3_18/12/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

TABELLA RIASSUNTIVA Descrizione Trattamento civilistico Trattamento fiscale

TABELLA RIASSUNTIVA Descrizione Trattamento civilistico Trattamento fiscale OPERAZIONI IN VALUTA ATTIVITA E PASSIVITA IN VALUTA Codice civile. Art. 2425-bis.2: I ricvi e i proventi, i costi e gli oneri reltivi d operzioni in vlut devono essere determinti in bse l cmbio corrente

Dettagli

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA io chiedo l pensione di vecchii P R O T O C O L L O I N P D A P All'Inpdp sede di 0 1 0 1 0 1 0 1 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento.

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsbile: Settore Tecnico NUMERAZIONE GENERALE N. 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 68 in dt 10/07/015 OGGETTO: CIG: ZD514AB0B - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RIPARAZIONE AUTOVETTURA

Dettagli

elettrica e gas 5. Distribuzione di energia 5.1 Quadro regolatorio, aspetti organizzativi e istituzionali

elettrica e gas 5. Distribuzione di energia 5.1 Quadro regolatorio, aspetti organizzativi e istituzionali 5. Distribuzione di energi elettric e gs 5.1 Qudro regoltorio, spetti orgnizztivi e istituzionli Dl punto di vist regoltorio le principli novità sono riferite l servizio elettrico, con il completmento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo n. 4_01/08/2014 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

I DIVERSI SISTEMI CONTABILI

I DIVERSI SISTEMI CONTABILI I DIVERSI SISTEMI CONTABILI Dispens cur del Prof. Stefno Coronell d uso esclusivo degli studenti 1. Premess In epoc modern si sono susseguiti diversi sistemi contbili pplicti l metodo dell prtit doppi.

Dettagli

Sintesi del Programma Operativo F. S. E. 2007-2013

Sintesi del Programma Operativo F. S. E. 2007-2013 Sintesi del Progrmm Opertivo F. S. E. 2007-2013 REGIONE BASILICATA Diprtimento Formzione, Lvoro, Cultur, Sport p_fuccell Sintesi del Progrmm Opertivo Bsilict F. S. E. 2007-2013 INDICE 1. L strtegi generle

Dettagli

PROGRAMMA SOCIO EDUCATIVO DI ANIMAZIONE 2014/2015

PROGRAMMA SOCIO EDUCATIVO DI ANIMAZIONE 2014/2015 PROGRMM SOCIO EDUCTIVO DI NIMZIONE 2014/2015 PRESENTZIONE DELLE TTIVIT' EDUCTIVE INTEGRTE ORDINRIE MENSILI - SETTIMNLI ED EXTR ORDINRIE DI NIMZIONE. Relazione e comunicazione : interventi educativi individuali

Dettagli

Studio LA RAPPRESENTAZIONE CONTABILE DELLA GESTIONE DEI BENI IN TRUST

Studio LA RAPPRESENTAZIONE CONTABILE DELLA GESTIONE DEI BENI IN TRUST Studio LA RAPPRESENTAZIONE CONTABILE DELLA GESTIONE DEI BENI IN TRUST 18 MARZO 2010 A cur dell Commissione IL TRUST Presidente Domenico Antonio Mzzone Componenti Murizio Bstinelli Sndro Certo Michel Cignolini

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

1. Indicare se le seguenti affermazioni sono VERE o FALSE VERO FALSO

1. Indicare se le seguenti affermazioni sono VERE o FALSE VERO FALSO 1. Indicre se le seguenti ffermzioni sono VERE o FALSE VERO FALSO Nel codice civile non sono presenti principi contbili. Per correttezz tecnic come clusol generle di formzione del bilncio si intende conoscenz

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE (9 CFU) ESERCITAZIONI DI CONTABILITÀ

Dettagli

Il TFR nel Bilancio 2007 * Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle **

Il TFR nel Bilancio 2007 * Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle ** I temi MAP (Liber consultzione) Il TFR nel Bilncio 2007 * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Il TFR è stto riformto con il D.Lgs. 05/12/2005, n. 252, concernente l disciplin

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione Conversione A/D e D/A Per il trttmento dei segnli sempre più vengono preferite soluzioni di tipo digitle. È quindi necessrio, in fse di cquisizione, impiegre dispositivi che convertno i segnli nlogici

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefno Coronell Cognome: Nome: Mtricol: Aul: Documento identità (tipo e numero; bst nche il solo libretto universitrio) Rilscito d: Firm Rilscito il: Segnre con un X l unic rispost corrett (rispost

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO aggiornamento

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO aggiornamento l genzi ggiornmento 2009 in f orm LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi in f orm ggiornmento 2009 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO INDICE INTRODUZIONE 5 1. L AGEVOLAZIONE

Dettagli

SICU FORMULARIO PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI PROSPETTO RIEPILOGATIVO

SICU FORMULARIO PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI PROSPETTO RIEPILOGATIVO D restituire 60 giorni prim dell inizio dell evento PREVENZIONE INCENDI REZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI DATI DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE A CURA DEL PARTECIPANTE:

Dettagli

ROAD TO MATCHING SHARE&GROW Vademecum per avvicinarsi a Matching Live

ROAD TO MATCHING SHARE&GROW Vademecum per avvicinarsi a Matching Live ROAD TO MATCHING SHARE&GROW Vdemecum per vvicinrsi Mtching Live Un evento promosso d Powered by Medi Prtner Seguici e condividi VADEMECUM IN SEMPLICI STEP PER PARTECIPARE A MATCHING L presenz Mtching Shre&Grow

Dettagli

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/-

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- VIosPEoALE S^n.(GBr\R,,r,,1,,:r, ;,;;,; rr, r'-'-rr, "r,-^no -37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- KR/p Foglio n. 1 di 4 OGGETTO: decreto 19 mrzo 2015 - ggiornmento dell regol tecnic di prevenzione

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI 2 INTRODUZIONE Le detrzioni fiscli previste dll Legge di Stbilità 2014 L Legge di Stbilità

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) residente in vi /pizz

Dettagli

CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A.

CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A. CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A. L Ordine degli Architetti Pinifictori Pesggisti Conservtori dell Provinci

Dettagli

8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI

8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI 8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI Movimentzione di mgzzino: le principli scritture contbili 8. Le rilevzioni contbili 8.1. 8.1. LE RILEVAZIONI CONTABILI Le rilevzioni ttinenti

Dettagli

5. Il servizio di igiene e decoro urbano

5. Il servizio di igiene e decoro urbano 5. Il servizio di igiene e decoro urbno Il servizio di igiene urbn si inqudr nel più mpio servizio dell gestione integrt del ciclo dei rifiuti urbni, che comprende nche le fsi successive ll rccolt: riciclggio,

Dettagli

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmte.org SIDEWEB è un società di servizi nt dll entusismo e dll esperienz pluriennle di coloro che hnno operto per nni nelle orgnizzzioni di tutel individule e collettiv, contribuendo con l propri

Dettagli

Imposte sul reddito E.22 a Fondo imposte B.2. Fondo imposte a Debiti tributari D.12

Imposte sul reddito E.22 a Fondo imposte B.2. Fondo imposte a Debiti tributari D.12 - si effettu l nnotzione nell pposito qudro in Unico. Sull prte differit (4/5), per il principio dell competenz economic, e per evitre l distribuzione di dividendi per utili non tssti, occorre contbilizzre

Dettagli

LICEO STATALE "G. MAZZINI" 19122 LA SPEZIA (SP)

LICEO STATALE G. MAZZINI 19122 LA SPEZIA (SP) Esercizio finnzirio 22 Mod. N (rt. 19) RIEPILOGO ENTRATE Aggr. Voce Progrm mzione definitiv ccertte riscosse riscuotere Inizili (*) Riscossi riscuotere Sottovoce Avnzo di mministrzione utilizzto 104.893,29

Dettagli

9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma

9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma 9. Il sistem delle biblioteche comunli Rom Il ptrimonio bibliogrfico pubblico rppresent un importnte ricchezz collettiv e il compito delle mministrzioni locli che lo gestiscono è quello di conservre i

Dettagli

7. Il servizio di illuminazione pubblica

7. Il servizio di illuminazione pubblica 7. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. Per il settore

Dettagli

FACTORING Bilancio Imposte dirette Iva Imposta di registro CONTABILITA Finanziamento mediante factoring pro soluto

FACTORING Bilancio Imposte dirette Iva Imposta di registro CONTABILITA Finanziamento mediante factoring pro soluto F FACTORING Il fctoring è un contrtto medinte il qule (lmeno nell su form clssic) un impres cede d un ltr impres (fctor) un credito commercile ricevendone in cmbio il pgmento, l netto delle commissioni.

Dettagli

http://www.regione.umbria.it/tributi-tasse/in-evidenza

http://www.regione.umbria.it/tributi-tasse/in-evidenza AUTO E MOTO STORICHE Sono esenti dll tss utomobilistic i veicoli (utovetture, motoveicoli, ecceter) costruiti d lmeno trent'nni, senz che si necessrio il possesso di prticolri requisiti (per l Lombrdi

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA Fcoltà di Architettur Ing. Luc Srto Le regole per l efficienz l energetic livello nzionle e l più recente disciplin dell Regione Lombrdi. L certificzione energetic degli edifici: stto dell rte e prospettive

Dettagli