**** RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "**** RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE"

Transcript

1 EUROGROUP S.C.A R.L. SOCIETA CONSORTILE PER LA CONSULENZA AZIENDALE Sede in Torino - Via Perugia, 56 Ufficio del Registro delle Imprese di Torino n **** RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE Signori Soci, il quadro macro-economico all interno del quale la nostra Società ha operato nel corso del 2013 è stato, ancora un volta, estremamente complesso. La lunga crisi iniziata nel 2008 parrebbe a un punto di svolta. Gli ultimi dati disponibili mostrano che nell'area dell'euro si è avviata una modesta ripresa, anche se al momento questa resta fragile. La Banca Centrale Europea nel novembre scorso ha ridotto i tassi ufficiali e ha ribadito che rimarranno su livelli pari o inferiori a quelli attuali per un periodo prolungato e che utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione nella gestione della politica monetaria. In Italia il Pil, sostenuto dalle esportazioni, ha interrotto la propria caduta a fine 2013, mentre gli indici di fiducia delle imprese sono migliorati in dicembre, portandosi sui livelli osservati all'inizio del Per il Fondo Monetario Internazionale, dopo il -2,5% del 2012 e il -1,8% del 2013, quest'anno il Pil crescerà dello 0,6%, per poi accelerare con un +1,1% nel Nonostante i segnali positivi, la situazione nel nostro Paese è ancora molto diversificata a seconda della tipologia di imprese e della loro localizzazione geografica: al miglioramento delle prospettive delle aziende industriali di maggiore dimensione e di quelle più orientate verso i mercati esteri, si contrappone un quadro ancora sfavorevole per le realtà più piccole, per quelle del settore dei servizi e per quelle del Sud. Malgrado i primi segnali di stabilizzazione dell'occupazione, le condizioni del mercato del lavoro restano difficili, con un tasso di disoccupazione che ha raggiunto il 12,6% nel bimestre ottobre-novembre dello scorso anno. In questo contesto, il credito alle imprese in Italia non ha ancora beneficiato del miglioramento delle condizioni sui mercati finanziari e da settembre a novembre è diminuito di oltre l'8% su base annua, continuando a rappresentare un freno alla ripresa. I prestiti risentono della bassa domanda per investimenti e, dal lato bancario, dell'elevato rischio di credito e della pressione della recessione sui bilanci delle banche. Passando al sistema imprenditoriale italiano le analisi pubblicate a inizio gennaio da Movimprese mostrano complessivamente una tenuta: pur in presenza di una prolungata contrazione del flusso delle nuove iscrizioni, che dal 2007 ad oggi è diminuito dell 11,8%, le nuove iscrizioni sono risultate sempre più alte delle cessazioni e anche nel 2013 sono nate imprese al giorno, a fronte di che hanno cessato l attività. Solo il settore dell artigianato registra una contrazione complessiva di quasi due punti percentuali, segnando un -1,94%. Dopo l analisi generale è opportuno scendere nel dettaglio operativo della Società che ha risentito del contesto economico e dell'incertezza che ha caratterizzato tutto l'anno In primo luogo è opportuno evidenziare che il processo riorganizzativo già anticipato nella relazione delle scorso anno ha avuto compimento: - L assemblea straordinaria del 30/10/2013 ha modificato lo statuto adeguandolo al nuovo ruolo di società capogruppo, inoltre ha modificato la ragione sociale da Eurocons Scarl in Eurogroup Scarl. 1

2 - In data 31/05/2013 sono state acquisite le quote di ACF e IBS rispettivamente per il 25% e il 30%, due società operanti nell ambito della consulenza finanziaria in Lombardia. Tali quote di partecipazioni sono state oggetto dell operazione di conferimento di cui sotto. - Il 14/11/2013 è stata costituita Eurocons Srl con capitale di interamente detenuto da Eurogroup Scarl. - Il 21/11/2013 il Consiglio di Amministrazione ha deliberato il conferimento del ramo d azienda relativo all attività di fornitura di servizi diretti a promuovere lo sviluppo e la razionalizzazione della gestione delle imprese, il conferimento è stato perfezionato con decorrenza 31/12/2013; per effetto di tale conferimento il capitale di Eurocons Srl è aumentato a , detenuto al 100% da Eurogroup Scarl. Per le sopra esposte motivazioni il bilancio al 31/12/2013 vede una situazione patrimoniale che recepisce già gli effetti del conferimento, mentre il c/economico registra l intera attività svolta nel corso del Le imprese che hanno aderito all iniziativa sono n , il numero totale degli associati è diminuito, con un decremento del 1,7% rispetto al A tal proposito occorre considerare che a febbraio 2013 sono stati esclusi, ai sensi dell art. 9 dello Statuto, n soci. La ripartizione per settore di attività è la seguente: artigianato 20% commercio 25% industria 29% servizi 25% agricoltura 1% La distribuzione territoriale riflette l ampliamento dell attività fuori dalla Regione Piemonte: Piemonte 41% Lombardia 23% Liguria 5% Toscana 6% Marche 6% Emilia Romagna 6% Umbria 3% Lazio 5% Abruzzo 2% Veneto 2% Altre 1% L analisi dei ricavi complessivi nel corso dell ultimo triennio è stata la seguente: / Ricavi da prestazione Altri ricavi La crisi economica, che ha caratterizzato anche il 2013, non ha determinato ripercussioni negative sul conto economico di Eurogroup: i ricavi relativi alle aree di business si sono incrementati complessivamente del 3,8%. A conferma che il mondo delle PMI riconosce in Eurogroup un valido e concreto strumento per assisterle anche in momenti difficili. Sottolineiamo che la crescita, su piani differenti, ha interessato tutte le aree di business. Di particolare rilievo è la crescita della Consulenza Direzionale e Strategica che nel corso del 2013 ha incrementato il proprio fatturato del 143% principalmente dovuto alla peculiarità del servizio teso a supportare le PMI nella gestione dei momenti di discontinuità aziendale, siano essi intesi per la crescita come per la riconversione o la ristrutturazione finanziaria. 2

3 Gli altri ricavi sono relativi alla prestazione dei servizi che Eurogroup svolge a favore di Eurofidi in forza del contratto consortile; il contratto prevede il riparto dei costi comuni relativi ai "servizi centrali" che vengono svolti in comune dalle due strutture. Inoltre Eurogroup svolge attività in outsourcing a favore della controllata Euroenergy SpA e di altre tre società indirettamente controllate. Nel 2013 è stato registrato complessivamente un incremento di 0,9 milioni di ricavi rispetto al 2012 che ha sostanzialmente lasciato invariato il valore aggiunto, mentre il risultato economico ante imposte si è ridotto da 1,6 milioni a 1,4 milioni. Esaminiamo in dettaglio l'attività delle sei "aree prodotto". Network Pass: Il servizio Network Pass genera un fatturato di mila Euro, con un decremento del 3,3% rispetto all analogo dato del Delle imprese socie, imprese, pari al 58% del totale, hanno aderito a tale opportunità. Un elemento fondamentale della crescita dei ricavi di quest area è rappresentato dal canale web, che, attraverso una serie di portali tematici dedicati alle diverse tipologie di business, viene riconosciuto dalle imprese socie come importante strumento di informazione e di generazione di opportunità di business. La nuova sfida è rappresentata proprio dall incremento dei volumi di transito sulla piattaforma BtoB. Finanza Agevolata: Rappresenta l area storica di interesse della società. Nel 2013 il fatturato è stato pari a mila Euro con un incremento del 6,7% rispetto al L attività di tale settore è fortemente influenzata dall attivazione da parte dei vari soggetti pubblici di bandi o misure agevolative nei confronti delle imprese. Valore aggiunto del servizio è il monitoraggio di tutto il panorama agevolativo nazionale e comunitario aggiornato in tempo reale. Consulenza Qualità: Si tratta dell attività di consulenza ed assistenza finalizzata all ottenimento di certificazioni di prodotto e processo da parte delle imprese socie. Il fatturato è pari a mila Euro con un incremento del 6,4% rispetto al Si registra una forte crescita in particolare delle consulenze prestate in tema di sicurezza sul lavoro. Consulenza Gestionale: E il servizio di Consulenza personalizzato relativo alla pianificazione e gestione d impresa; Eurogroup è in grado di fornire alle imprese supporto nell analisi economico-finanziaria, nella redazione di business plan e in diversi altri ambiti relativi al tema pianificazione e controllo. Ha interessato contratti con un fatturato complessivo di mila Euro in sostanziale equilibrio rispetto al Consulenza Direzionale e Strategica: E il servizio di consulenza legato ai temi di finanza straordinaria sia dedicati alla crescita aziendale (Valutazione d azienda, M&A, ecc.) che alle situazioni di crisi (Ristrutturazione del debito, Cost reduction ecc.). Nel corso del 2013 il servizio ha interessato 134 contratti per un fatturato complessivo di 835 mila Euro con un incremento del 145% rispetto al Energia: Si tratta dell attività di consulenza rivolta alla valutazione di progetti di investimento in impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili piuttosto che di progetti dedicati al risparmio energetico. Condizionata dalle continue modifiche dell assetto normativo di riferimento, la divisione si è concentrata nel 2013 nello sviluppo delle tematiche di energy saving raccogliendo un crescente numero di contratti. Sono stati stipulati 174 contratti per un fatturato complessivo di 1 milione 184 mila Euro con un incremento del 24% rispetto al Euroenergy S.p.A. Euroenergy S.p.A. ha consolidato nel 2013 il proprio posizionamento di mercato nonostante le mutate condizioni di riferimento (chiusura nel mese di luglio del Conto Energia sul fotovoltaico) riuscendo a 3

4 sfruttare alcune code del fotovoltaico, realizzando iniziative nella concentrazione solare ed entrando nel mondo delle FER non solari (in particolare biomasse). I risultati economici conseguiti nonostante lo scenario di profonda incertezza normativa sono positivi. Le commesse completate relative alla progettazione e realizzazione chiavi in mano di impianti fotovoltaici ed a biomassa sono 3 per un totale di oltre 5,8 Mw e per un valore complessivo di circa 11 milioni. Le commesse in fase di realizzazione (3) ammontano invece ad oltre 2 milioni. Il valore della produzione è evidenziato nella tabella seguente: Valore della produzione 2013 Ricavi per commesse completate Variazioni rimanenze in corso di esecuzione Ricavi canoni manutenzione impianti Altri ricavi e proventi Totale valore della produzione Le trattative in corso superano i 9 Mw e sono equamente distribuite tra solare ed altre fonti. Il conto economico chiude con un risultato economico positivo ante imposte di Euro Il budget previsto per il 2014 prevede la conferma sui valori della produzione 2013 con particolare attenzione alla composizione del risultato atteso attraverso una distribuzione equilibrata tra fonte solare e altre fonti. Per quanto concerne i Rischi di Mercato, i Rischi di Credito e gli Altri Rischi sotto riportati, essi registrano la situazione al 31/12/2013 ma sono superati alla luce del nuovo ruolo che ha assunto Eurogroup a partire dal 1/1/2014. Difatti, con la cessione del ramo industriale alla controllata Eurocons Srl, molti dei fattori di rischio sono rimasti legati alla parte conferita e pertanto i rischi per la capogruppo sono solo indiretti. RISCHIO DI MERCATO La crisi che ha investito tutta l economia mondiale e in particolare, per quanto ci riguarda, il comparto della piccola e media impresa italiana, non ha avuto conseguenze negative sullo sviluppo di Eurogroup. Come sopra evidenziato il fatturato delle sei aree di business è cresciuto complessivamente del 3,8%. Evidenziamo che la nostra struttura dei ricavi è sufficientemente stabile: il 20% del nostro fatturato è relativo al riparto dei costi sostenuti anche per conto di Eurofidi, il 35% è rappresentato dalle quote del servizio "Pass" che hanno sottoscritto i nostri soci e solo il 45% può risentire delle fasi cicliche dell economia. Inoltre sottolineiamo che anche in fase recessiva l attività di consulenza trova un adeguato spazio di mercato. RISCHIO DI CREDITO Il monitoraggio dei crediti è effettuato con esecuzione della procedura insoluti per l incasso dei crediti e la gestione dello scaduto mediante azioni di recupero, eventuali piani di rientro o passaggi delle posizioni alle società di recupero crediti. ALTRI RISCHI Per quanto concerne gli altri rischi sottolineiamo che la granularità dei servizi offerti è tale da non rilevare una dipendenza dal prezzo di vendita. Per quanto concerne il rischio di liquidità evidenziamo che la nostra dinamica economica ha sempre generato cassa e quindi il rischio liquidità è modesto. Con il nuovo ruolo di capogruppo dal 2014, il rischio di liquidità deriverà esclusivamente dal pagamento dei servizi effettuati alle società aderenti alla rete. A seguito degli avvenimenti descritti, il bilancio di esercizio ha evidenziato le seguenti variazioni rispetto al precedente esercizio: 4

5 - le immobilizzazioni tecniche, materiali ed immateriali, sono diminuite di Euro , pari al 24,70%; - le immobilizzazioni finanziarie sono incrementate di Euro , in relazione al conferimento in Eurocons S.r.l.; - i crediti sono diminuiti di Euro , pari al 51,08%; - i debiti sono incrementati di Euro , pari al9,92%; - il valore della produzione risulta aumentato di Euro , pari al 4,09%; - i costi della produzione sono aumentati di Euro , pari al 6,62%; - il saldo positivo della gestione finanziaria risulta in linea con il precedente esercizio; - la gestione straordinaria è incrementata di Euro , pari al 92,72%, con riferimento alla plusvalenza realizzata in relazione al conferimento in Eurocons S.r.l.; - la fiscalità - corrente, anticipata e differita - complessivamente a carico dell esercizio è diminuita di Euro , pari al 23,77%. Il Valore aggiunto nell esercizio 2013 è stato pari a Euro , evidenziando un decremento rispetto all esercizio precedente di Euro , corrispondente al 1,35%. Il Margine operativo lordo nell esercizio 2013 è stato pari a Euro , evidenziando un decremento rispetto all esercizio precedente di Euro , corrispondente al 4,96%. Il Risultato operativo nell esercizio 2013 è stato pari a Euro , evidenziando una diminuzione rispetto all esercizio precedente di Euro , pari al 22,68%. Oltre ai sopraccitati indici riteniamo opportuno sottolineare gli elementi caratterizzanti delle nostre risorse umane. Il personale complessivo al 31/12/13 è di 237 risorse di cui 111 uomini e 126 donne. L età media è di 38,25 anni, il 68,77 % è laureato. Nel corso dell anno sono state inserite n. 35 nuove risorse, mentre è cessato il rapporto di 26 persone. Il costo, solo relativo a servizi esterni, per la formazione e la crescita professionale, è stato di Euro , pari all 1% del costo complessivo del personale. Si segnala altresì: che sono tuttora pendenti i ricorsi, presentati dall Amministrazione finanziaria innanzi la Suprema Corte di Cassazione, avverso le sentenze di appello pronunciate dalla Commissione Tributaria Regionale del Piemonte nel 2010 (che, in riforma della precedente decisione di primo grado, aveva integralmente accolto l appello della Società, dichiarando nulli gli avvisi di accertamento ricevuti agli effetti dell IRES, dell IRAP e dell IVA, con riferimento alle annualità 2002 e 2003) e nel 2012 (che aveva rigettato l appello presentato dall Amministrazione finanziaria in relazione agli avvisi di accertamento ricevuti agli effetti dell IRES, dell IRAP e dell IVA, con riferimento alle annualità 2004 e 2005, confermando pertanto la precedente decisione di primo grado che aveva dichiarato la nullità dei suddetti avvisi). A seguito di apposita istanza presentata dalla Società, in data l Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale I di Torino ha emanato ai sensi dell art. 68, comma 2, D. Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 n. 6 provvedimenti di sgravio delle cartelle esattoriali emesse a titolo di riscossione provvisoria in pendenza di giudizio; è quindi in corso la procedura per il rimborso delle suddette somme; che la Società ha presentato ricorso in appello innanzi la Commissione Tributaria Regionale del Piemonte, provvedendo altresì alla propria costituzione in giudizio, avverso la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Torino di rigetto del ricorso avverso l avviso di accertamento emesso dalla Agenzia delle Entrate di Torino Direzione Provinciale II ai fini dell IVA per l anno Alla data di approvazione del bilancio, pendono i termini per la fissazione dell udienza di trattazione. 5

6 In chiusura dell esercizio, pur confidando in un positivo esito dei relativi giudizi, si è prudenzialmente ritenuto di mantenere gli accantonamenti al fondo rischi precedentemente operati, per l ammontare di Euro , corrispondente all importo complessivamente accertato a titolo di imposte, interessi e sanzioni, con riferimento agli avvisi di accertamento agli effetti dell IRES, dell IRAP e dell IVA, per le annualità , oltre ad Euro a titolo di futuri oneri di difesa. Infine, per evidenziare e commentare in modo organico e strutturato le più significative variazioni di bilancio, nonché le loro ragioni e proiezioni sull andamento gestionale, in calce alle presente relazione sono riportati: lo stato patrimoniale riclassificato secondo criteri finanziari (tavola A); il conto economico riclassificato con evidenza di significativi risultati intermedi (tavola B); il rendiconto finanziario evidenziante i flussi netti generati ed assorbiti dall attività gestionale e di investimento (tavola C); una sintesi dei principali indici patrimoniali ed economici (tavola D). Inoltre sottolineiamo che Eurogroup S.c.a r.l. è da considerarsi parte correlata a Eurofidi S.c.a r.l. e che i rapporti economico-patrimoniali sono i seguenti: Crediti al per fatture da emettere Note di credito al da ricevere Debiti al per fatture ricevute Debiti al per fatture da ricevere Risconti passivi Proventi da contratto di consorzio Sopravvenienze attive (contratto di consorzio) Riaddebiti di costi Oneri da contratto di consorzio Costi per affitto sede Via Perugia, 56 Torino Canoni per licenze d uso Costo del personale distaccato (contratto di consorzio) Oneri diversi (imposte e tasse) 783 Sopravvenienze passive (contratto di consorzio) I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la società controllata Euroenergy S.p.A. sono i seguenti: Crediti al per fatture emesse Crediti al per finanziamenti Risconti passivi Ricavi per prestazioni da contratto di outsourcing Riaddebito di costi Ricavi per prestazioni di consulenze tecniche Sopravvenienze attive Interessi attivi su finanziamenti Fideiussioni concesse I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la società controllata Eurocons S.r.l. sono i seguenti: Crediti per anticipazioni 310 Debiti per differenza a conguaglio (operazione di conferimento) I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la Centuria Energy S.r.l., società controllata da parte di Euroenergy S.p.A., sono i seguenti: Crediti al per fatture emesse Ricavi per prestazioni da contratto di outsourcing

7 I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la San Carlo Energia S.r.l., società controllata da parte di Euroenergy S.p.A., sono i seguenti: Crediti al per fatture emesse Ricavi per prestazioni da contratto di outsourcing I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la Energy Green 1 S.r.l., società controllata da parte di Euroenergy S.p.A. costituita in data 23/07/2012, sono i seguenti: Crediti al per fatture emesse Ricavi per prestazioni di servizi I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la ACF S.p.A., società collegata alla controllata Eurocons S.r.l., sono i seguenti: Costi per servizi (consulenze tecniche) Proventi per riaddebito costi del personale in distacco I rapporti economico-patrimoniali intercorsi con la IBS Consulting S.r.l., società collegata alla controllata Eurocons S.r.l., sono i seguenti: Costi per servizi (consulenze tecniche) Proventi per riaddebito costi del personale in distacco Ai sensi del Decreto Legge semplificazioni del 3 febbraio 2012 art. 45 comma D la Società non è più tenuta alla redazione del Documento Programmatico della Sicurezza. In riferimento a quanto specificatamente richiesto dall art c.c., comma 2, segnaliamo: ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO Nel corso dell esercizio 2013 non sono state effettuate attività di ricerca e sviluppo. RAPPORTI CON IMPRESE CONTROLLATE, COLLEGATE, CONTROLLANTI Si precisa che la società detiene partecipazioni così come riportato in Nota Integrativa e nella Relazione sulla Gestione al Bilancio Consolidato cui si rimanda per un maggior approfondimento. AZIONI PROPRIE E DI SOCIETA CONTROLLANTI La società non detiene azioni proprie né direttamente né per tramite di società fiduciarie o interposta persona e non è soggetta al vincolo di controllo da parte di alcuna società o gruppo societario. La Società inoltre, non ha, nel corso dell esercizio, né acquisito né alienato azioni proprie direttamente o per tramite società fiduciaria o per interposta persona. USO DI STRUMENTI FINANZIARI RILEVANTI PER LA VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA E DEL RISULTATO ECONOMICO DELL ESERCIZIO La società e le sue partecipate non utilizzano strumenti finanziari. L Assemblea del 30/10/2013 ha deliberato un aumento di capitale sociale complessivo di Euro (Euro di capitale sociale più Euro di sovrapprezzo) da realizzarsi anche mediante delega al Consiglio di Amministrazione per un periodo massimo di cinque anni dall iscrizione della delibera al Registro Imprese. L Assemblea ha inoltre deliberato alcune modifiche statutarie fra cui la nuova denominazione da Eurocons Scarl a Eurogroup Scarl, l adeguamento dell oggetto sociale al nuovo ruolo di capogruppo e l eliminazione della clausola di recesso. 7

8 Si evidenzia, inoltre, che dopo la chiusura dell esercizio l Assemblea di Eurogroup del 26/02/2014 ha deliberato la riduzione del capitale sociale di Euro ,36 per rimborso della quota ai soci che hanno esercitato il diritto di recesso nel 2013 a norma dell articolo 11 dello statuto sociale. Il conto economico previsionale 2014 chiude con un fatturato complessivo di 5,3 milioni dovuto esclusivamente ai contratti di outsourcing stipulati con Eurocons Srl, Eurofidi Scrl ed Euroenergy SpA, ed un avanzo di gestione ante imposte di 0,5 milioni. Dopo la chiusura dell esercizio sono inoltre avvenuti i seguenti fatti di rilievo: - È stato acquisito il 100% del capitale di Piemonte High Technology Srl, società che opera nel campo del Venture Capital, per un valore di ; la società ha in seguito modificato la propria ragione sociale in Euroventures Srl. - È in fase di stipula un contratto di rete, senza rilevanza esterna, tra Eurogroup Scarl, Eurocons Srl, Euroenergy SpA, Eurofidi Scarl ed Euroventures Srl, per accrescere la competitività delle imprese aderenti. EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE Il 2014 sarà certamente un anno di assestamento e sarà influenzato sia dall'andamento economico generale, sia dai risultati delle società controllate. L'acquisizione di Euroventures si inquadra nella strategia del "gruppo" di allargare la serie di attività a favore delle PMI. Signori Soci, A conclusione di questa relazione ci sia consentito di formulare due ringraziamenti. In primo luogo a tutto il nostro personale per avere contribuito con entusiasmo e professionalità a mantenere e rendere ancor più competitiva ed efficiente la nostra Società. In secondo luogo al Collegio Sindacale che ci ha supportati con esperienza e impegno. Signori Soci, Nel chiudere, ringraziandovi per la fiducia accordataci, Vi invitiamo a voler destinare l avanzo di gestione pari a , corrispondenti ad ,13, come segue: ,00 pari al 5% alla riserva ordinaria; ,13 pari al residuo alla riserva straordinaria. Sottoponiamo alla Vs. approvazione la seguente proposta di D E L I B E R A Z I O N E L assemblea ordinaria dei soci, visti i risultati dell esercizio chiuso al , sentite la relazione sulla gestione del Consiglio di Amministrazione e la relazione del Collegio Sindacale D E L I B E R A di approvare la relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione e il bilancio chiuso al , in ogni sua parte e nel complesso nonché la destinazione dell avanzo di gestione. Torino, 22 maggio 2014 IL PRESIDENTE Massimo Nobili 8

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 A cura dell Avv. Laura Lunghi *** Nel corso del 2009, il Governo italiano ha continuato ad agire nell ambito di un azione concertata

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie

Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie L andamento del ciclo economico e le numerose norme che, a vario titolo, richiedono la presentazione di garanzie a supporto di obbligazioni assunte hanno

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Ambito di applicazione. 3. Principi fondamentali. 3.1.

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli