NORME CONCORSUALI REVISIONATE CON DELIBERAZIONE N. 128 DEL 31/10/2007. ALLEGATO 11 ALL ATTO AZIENDALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NORME CONCORSUALI REVISIONATE CON DELIBERAZIONE N. 128 DEL 31/10/2007. ALLEGATO 11 ALL ATTO AZIENDALE"

Transcript

1 ALLEGATO 11 ALL ATTO AZIENDALE NORME CONCORSUALI APPROVATE CON DELIBERAZIONE N. N. 155 IN DATA 16/06/2006 (MODIFICATA CON SUCCESSIVE DELIBERE N. 216 IN DATA , N. 298 IN DATA E N. 304 IN DATA , APPROVATO DALLA DIREZIONE CENTRALE SALUTE E PROTEZIONE SOCIALE CON NOTA PROT. N. 903/SPS/PIAN DEL ) DI ADOZIONE DELL ATTO AZIENDALE ; REVISIONATE CON DELIBERAZIONE N. 128 DEL 31/10/2007.

2 NORME CONCORSUALI Articolo 1. Requisiti generali di ammissione 1. Per quanto concerne i requisiti generali di ammissione, i bandi di concorso, le domande di ammissione, l ammissione e l esclusione delle procedure concorsuali, la nomina delle varie commissioni esaminatrici, le prove concorsuali, i criteri di valutazione dei titolo e delle prove stesse, le graduatorie finali, l assunzione in servizio e la decadenza dallo stesso, il periodo di prova, valgono le disposizioni normative nazionali, regionali e di istituto vigenti. Capo I Procedure concorsuali per il ruolo del personale sanitario e di ricerca Articolo 2. Avviso di incarico di direttore di struttura operativa complessa del ruolo sanitario e di ricerca Requisiti specifici di ammissione 1 1. L accesso alla direzione di Struttura Operativa Complessa per medici, farmacisti, biologi, chimici, fisici e psicologi è riservato a coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti: a) iscrizione all albo professionale, ove esistente, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando; l iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell Unione europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l obbligo dell iscrizione all albo in Italia prima dell assunzione in servizio; b) anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina o disciplina equipollente, e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina; la specializzazione è comunque richiesta per le seguenti discipline: anestesia e rianimazione, medicina nucleare, radiodiagnostica, radioterapia, neuroradiologia; in luogo della specializzazione in neuroradiologia sono ammesse le specializzazioni in radiologia diagnostica, radiodiagnostica, radiologia e radiologia medica. 2 Relativamente alle strutture complesse dell area della Ricerca Preclinica che hanno denominazioni che non trovano corrispondenza con le discipline previste nel Decreto ministeriale e successive modifiche ed integrazioni, in alternativa all anzianità nella disciplina è richiesta un anzianità di servizio di almeno 10 anni individuabile con formali provvedimenti, maturata nell ambito della ricerca oncologica sia presso Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico sia presso Enti di ricerca nazionali o esteri. c) curriculum formativo e professionale ai sensi dell art. 8 del DPR , n 484 in cui sia documentata una specifica attività professionale ai sensi dell art. 6 dello stesso DPR; fino all emanazione dei provvedimenti di cui all art. 6, comma 1, si prescinde dal requisito della specifica attività professionale; d) attestato di formazione manageriale ai sensi dell art. 7 del DPR n 484/1997; fino all espletamento del primo corso di formazione manageriale di cui all art. 7, l incarico è attribuito senza l attestato di formazione manageriale, fermo restando l obbligo di acquisire l attestato al primo corso utile. 1 Deliberazione n. 496 del 10/06/1998 avente ad oggetto Adeguamento del Regolamento Organico dell Istituto all anuova disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del ruolo sanitario del S.S.N. di cui al D.P.R. 10/12/1997, n. 486 e al D.P.R. 10/12/1997, n. 484 e revoca deliberazioni n, 375 del 30/4/1998 e n. 992 del 25/11/1197 (Provvisoriamente esecutiva. 2 vedi deliberazione n. 170 del 1/07/2005 avente ad oggetto Integrazione del Regolamento Organico dell Istituto relativamente alla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del ruolo sanitario.

3 Limitatamente ad un quinquennio dalla data di entrata in vigore del regolamento, di cui al DPR n 484/1997, coloro che sono in possesso dell idoneità conseguita in base al pregresso ordinamento, possono accedere agli incarichi di secondo livello dirigenziale nella corrispondente disciplina anche in mancanza dell attestato di formazione manageriale, fermo restando l obbligo, nel caso di assunzione dell incarico, di acquisire l attestato nel primo corso utile. Inoltre, sempre limitatamente ad un quinquennio dalla data di entrata in vigore del regolamento citato, per le discipline di nuova istituzione l anzianità di servizio e la specializzazione possono essere quelle relative ai servizi compresi o confluiti nelle nuove discipline. Articolo 3. Commissione consultiva 3 1. Presidente: - il Direttore Scientifico o il Direttore Sanitario o un componente designato dal Comitato Tecnico Scientifico dell Istituto, su proposta del Direttore Scientifico d intesa con il Direttore Sanitario; 2. Componenti: - un dirigente dei ruoli del personale del Servizio Sanitario Nazionale preposto ad una struttura complessa della disciplina oggetto dell incarico, individuato dal Direttore Generale; - un dirigente dei ruoli del personale del Servizio Sanitario Nazionale preposto ad una struttura complessa della disciplina oggetto dell incarico o un professore universitario esperto della disciplina oggetto dell incarico, individuati dal Comitato Tecnico Scientifico; - due dirigenti del profilo messo a concorso di cui uno nominato dal Direttore Generale ed uno dalla regione Friuli Venezia Giulia; - un funzionario dirigente o direttivo designato dal Ministero della Salute; 3. Segretario: - un funzionario amministrativo dell Istituto appartenente ad un profilo professionale non inferiore alla categoria D. Articolo 4. Attività della Commissione 1. La Commissione accerta preliminarmente il possesso dei requisiti come sopra riportato. 2. La Commissione accerta l idoneità dei candidati sulla base del colloquio e della valutazione del curriculum professionale secondo i criteri di cui all art. 8 del D.P.R. n 484/1997; 3. Il colloquio è diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato nella specifica disciplina con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, nonché all accertamento delle capacità gestionali, organizzative e di direzione del candidato stesso con riferimento all incarico da svolgere 4. Prima di procedere al colloquio ed alla valutazione del curriculum la Commissione stabilisce i criteri di valutazione tenuto conto sempre delle specificità proprie del posto da ricoprire. La Commissione, al termine del colloquio e della valutazione del curriculum, stabilisce, sulla base di una valutazione complessiva, l idoneità del candidato all incarico. Il giudizio complessivo su ogni singolo candidato deve chiaramente esporre i criteri di valutazione adottati ed il grado di attitudine del candidato a ricoprire il posto. I lavori della Commissione devono concludersi in tempi brevi tenuto conto del numero dei partecipanti. Articolo 5. Contenuto del contratto 1. Il contratto ha di norma durata quinquennale salvo rescissione anticipata motivata o risoluzione per inadempienza. Il compenso non sarà inferiore alla retribuzione annua lorda prevista dal CCNL vigente per i direttori di Struttura Operativa Complessa incrementato da una percentuale legata al 3 Vedi deliberazione commissariale n. 90 del 31/3/2000 Adeguamento del regolamento organico dell Istituto a quanto previsto dall art. 15 ter, comma 2, del D. Lgs 229/99

4 raggiungimento degli obiettivi convenuti, salvo quanto previsto dalla contrattazione collettiva per la dirigenza sanitaria. In caso di mancato rinnovo del contratto si applica l art. 15-ter, comma 3, ultimo periodo del D. L.vo 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni.. Articolo 6. Concorso per titoli ed esami per la dirigenza dei profili professionali: medici, farmacisti, biologi, chimici, fisici, psicologi 1. I requisiti specifici di ammissione al concorso sono i seguenti: a) diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento relativa al profilo per cui è bandito il concorso; così come previsto al Titolo III - Capo I del D.P.R. n 483/97; b) diploma di specializzazione nella disciplina oggetto del concorso; c) iscrizione all albo dell ordine professionale, ove esistente, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando; 2. Per l ammissione ai concorsi per discipline o figure professionali per le quali non è prevista la scuola di specializzazione sono previsti, come requisiti alternativi, quelli di seguito specificati: a) dottorato di ricerca conseguito in area o su tematiche di ricerca pertinenti o affini ovvero titolo equivalente conseguito all estero; oppure b) scuola di perfezionamento universitaria post-laurea, almeno triennale, nella disciplina o in disciplina affine; oppure c) cinque anni di documentata attività nel settore di ricerca come incaricato, borsista o contrattista IRCCS oppure in laboratori di ricerca di Enti di ricerca nazionali o esteri. 3. Tali titoli, alternativi al requisito di ammissione della specializzazione ove non esistente, non sono valutabili in alcuna altra maniera e saranno sempre precisamente individuati nei singoli bandi di concorso; Articolo 7. Commissione esaminatrice 1. Presidente: - il Direttore Scientifico o il Direttore Sanitario o un componente designato dal Comitato Tecnico Scientifico dell Istituto, su proposta del Direttore Scientifico d intesa con il Direttore Sanitario; 2. Componenti: - un direttore di struttura operativa complessa del S.S.N., esperto, della disciplina a concorso designato dal Comitato Tecnico Scientifico; - un secondo esperto, della disciplina a concorso, ovvero un professore universitario esperto della disciplina a concorso o in disciplina in cui è riconducibile il servizio o il laboratorio di ricerca, designati dal Comitato Tecnico Scientifico ; - un funzionario dirigente o direttivo designato dalla regione Friuli Venezia Giulia; - un funzionario dirigente o direttivo designato dal Ministero della Salute; 3. Segretario: - un funzionario amministrativo dell Istituto appartenente ad un profilo professionale non inferiore alla categoria D. Articolo 8. Prove d esame 1. Le prove d esame sono le seguenti: - per il profilo professionale medici : relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina a concorso, o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;

5 b) prova pratica: 1. su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso, in analogia a quanto previsto dal D.P.R. n.483/97 in quanto applicabile; 2. per le discipline dell area chirurgica la prova, in relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalità a giudizio insindacabile della commissione; 3. la prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto; sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. - per il profilo professionale farmacisti : svolgimento di un tema su argomenti di farmacologia o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla materia stessa; b) prova pratica: tecniche e manualità peculiari della disciplina farmaceutica messa a concorso. La prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto; sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. - per i profili professionali biologi chimici e fisici : svolgimento di un tema su argomenti inerenti alla disciplina a concorso e impostazione di un piano di lavoro o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa; b) prova pratica: esecuzione di misure strumentali o di prove di laboratorio o soluzione di un test su tecniche e manualità della disciplina messa a concorso, con relazione scritta sul procedimento seguito; sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. - per il profilo professionale psicologi : impostazione di un piano di lavoro su di un caso psico-patologico presentato dalla commissione sotto forma di storia psico-clinica scritta o di colloquio registrato e proposta per gli interventi ritenuti necessari o soluzione di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina a concorso; b) prova pratica: esame di un soggetto, raccolta dell anamnesi e discussione sul caso, ovvero: esame dei risultati di test diagnostici e diagnosi psicologica. La prova pratica deve essere anche illustrata schematicamente per iscritto; sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. Articolo 9. Punteggio 1. La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti: - 32 punti per i titoli; - 68 punti per le prove d esame. I punti per le prove d esame sono così ripartiti:

6 - 24 punti per la prova scritta; - 24 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti: 1) titoli di carriera punti 10 2) titoli accademici e di studio punti 2 3) pubblicazioni e titoli scientifici punti 15 4) curriculum formativo e professionale punti 5 1) Titoli di carriera: a) servizi prestati presso le aziende sanitarie locali, aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi delle disposizioni contenute nel regolamento dell Istituto da valutarsi come segue: - nel livello dirigenziale a concorso, o livello superiore, nella disciplina, punti 0,600 per anno; - in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,300 per anno; - in disciplina affine ovvero in altra disciplina, da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento. Per il profilo professionale medici, il servizio prestato a tempo pieno è valutato con i punteggi di cui sopra aumentati del 20 per cento; Per il profilo professionale farmacisti il servizio presso farmacie comunali o municipalizzate è valutato: - come direttore: punti 0,600 per anno; - come collaboratore: punti 0,300 per anno. b) servizio presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti, punti 0,300 per anno; c) attività espletata a seguito del conferimento di borse di studio, punti 0,200 per anno (se svolte nell Istituto o presso Enti Pubblici e privati convenzionati con l Istituto stesso); d) attività espletata a seguito di contratti di ricerca di cui all art. 36 del D.P.R. n. 617/1980 ora art. 11, comma2, D.Lgs. 288/03, punti 0,300 per anno. 2) Titoli accademici e di studio: a) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, punti 1,000; b) specializzazione in disciplina affine, punti 0,500; c) specializzazione in altra disciplina, punti 0,200; d) altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti del 50 per cento; Non è valutabile la specializzazione fatta valere come requisito di ammissione. Relativamente al profilo professionale medici la specializzazione conseguita ai sensi del D. L.vo , n 257, anche se fatta valere come requisito di ammissione, è valutata con uno specifico punteggio pari a punti 0,500 per anno di corso di specializzazione. e) altre lauree, oltre a quella richiesta per l ammissione al concorso, comprese tra quelle previste per l appartenenza al ruolo sanitario, punti 0,300 per ognuna, fino ad un massimo di punti 0,600; f) dottorato di ricerca, punti 0,600; 3) Pubblicazioni, titoli scientifici - Curriculum formativo e professionale Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dal Regolamento dell Istituto così come adeguati all art. 11 del D.P.R. n 483/97; Articolo per il personale non dirigenziale appartenente al ruolo sanitario, vale la disciplina concorsuale di cui al D.P.R. 27/3/2001, n. 220 recepito con deliberazione commissariale n. 299 del 3/12/2001.

7 Capo II Procedure concorsuali per il Ruolo Tecnico Articolo 11. Concorso per titoli ed esami per il livello dirigenziale dei profili professionali: analista, statistico, sociologo 4 1. I requisiti specifici di ammissione al concorso sono i seguenti: a) per il profilo professionale analisti : - diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento, in informatica, in statistica, in matematica, in fisica, in ingegneria nelle branche specifiche da indicarsi nel bando, in economia e commercio o altra laurea con diploma di scuola universitaria di specializzazione specifica da indicarsi nel bando; - cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità prestato in enti del S.S.N. nella posizione funzionale di ex settimo, ex ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni; b) per il profilo professionale statistici : - diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento, in scienze statistiche demografiche e sociali, in scienze statistiche ed attuariali, in scienze statistiche ed economiche o altra laurea equipollente; - cinque anni di servizio corrispondente alla medesima professionalità prestato in enti del S.S.N nella posizione funzionale di ex settimo ed ex ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni; c) per il profilo professionale sociologi : - diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento in sociologia o in scienze politiche ad indirizzo politico - sociale (sociologico); - cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità prestato in enti del S.S.N. nella posizione funzionale di ex settimo ed ex ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni; 2 L ammissione è altresì consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative almeno quinquennali con rapporto di lavoro libero - professionale o di attività coordinata e continuata almeno quinquennale presso enti o pubbliche amministrazioni, ovvero di attività documentate, della stessa durata, presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per i profili di cui sopra. Articolo 12. Commissione esaminatrice 5 1. La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale ed è composta da: Presidente: - Il Direttore Amministrativo ovvero su delega di questo, un responsabile di struttura riconducibile al settore afferente il concorso; Componenti: - Due dirigenti del profilo messo a concorso di cui uno nominato dal Direttore Generale ed uno dalla regione Friuli Venezia Giulia; - Un funzionario dirigente o direttivo designato dal Ministero della Salute; Segretario: - Un funzionario amministrativo dell Istituto appartenente ad un profilo professionale non inferiore alla categoria D. 4 sostituito con del.956 del sostituito con del. 956 del

8 Articolo 13. Prove D esame 6 1. Le prove d esame sono le seguenti: - per il profilo professionale analisti : vertente su argomenti attinenti alla applicazione di tecniche rispettivamente di micro e macro computerizzazione o soluzione di quesiti a risposta sintetica nelle materie inerenti al profilo a concorso; b) prova teorico pratica: concernente l esame di progetti per le applicazioni di sistemi informatici in campo sanitario con relazione scritta; colloquio nelle materie delle prove scritte, sull organizzazione dei servizi sanitari, nonchè su altre materie indicate nel bando di concorso; - per il profilo professionale statistici : concernente argomenti attinenti alla indagine epidemiologica ed alla metodologia statistica nel campo sanitario, o soluzione di quesiti a risposta sintetica nelle materie inerenti al profilo a concorso; b) prova teorico pratica: vertente su progetti dell indagine statistica, delle classificazioni nosologiche e sulle rilevazioni statistiche in campo sanitario, con relazione scritta; colloquio nelle materie delle prove scritte, sulla organizzazione dei servizi sanitari, nonchè su altre materie indicate nel bando di concorso. - per il profilo professionale sociologi : concernente metodologia per la valutazione di un servizio ed i suoi obiettivi in funzione del suo bacino di utenza o soluzione di quesiti a risposta sintetica nelle materie inerenti al profilo a concorso; b) prova teorico - pratica: vertente su valutazione ed interpretazione di questionari e di risultati di ricerche socio - sanitarie, con relazione scritta; colloquio nelle materie delle prove scritte, sulla organizzazione dei servizi sanitari, nonchè su altre materie indicate nel bando di concorso. Articolo 14. Punteggio 7 1. La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti: - 32 punti per i titoli - 68 punti per le prove d esame I punti per le prove d esame sono così ripartiti: - 24 punti per la prova scritta; - 24 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti: 1) titoli di carriera punti 10 2) titoli accademici e di studio punti 2 6 sostituito con del. 956 del sostituito con del. 956 del 4/12/98 e con del. 468 del 10/5/99

9 3) pubblicazioni e titoli scientifici punti 10 4) curriculum formativo e professionale punti 10 1) Titoli di carriera: a) servizi prestati presso le aziende sanitarie locali, le aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi delle disposizioni contenute nel regolamento dell Istituto e di quanto previsto dagli artt.22 e 23 del D.P.R , n 483/, da valutarsi come segue: - nel livello dirigenziale a concorso, o nel livello superiore, punti 0,600 per anno; - nella posizione funzionale inferiore, punti 0,300 per anno; b) servizio quale analista o statistico o sociologo presso istituti universitari o presso pubbliche amministrazioni: - come direttore o dirigente o qualifiche corrispondenti, punti 0,600 per anno; - come ispettore generale o direttore di divisione dei ruoli ad esaurimento dello Stato o nell ex ottavo o nono livello o qualifiche corrispondenti, punti 0,300 per anno; - come assistente, collaboratore, o nell ex settimo livello o qualifiche corrispondenti, punti 0,200 per anno; c) attività espletata a seguito del conferimento di borse di studio, punti 0,200 per anno (se svolte nell Istituto o presso Enti pubblici e privati convenzionati con l Istituto stesso); d) attività espletata a seguito di contratti di ricerca di cui all art. 36 del D.P.R. n. 617/1980 ora art. 11, comma2, D.Lgs. 288/03, punti 0,300 per anno. 2) Titoli accademici e di studio: a) specializzazione di livello universitario, in materie attinenti alla posizione funzionale da conferire,punti 1,000; b) altre lauree, oltre quella richiesta per l ammissione al concorso purché attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 0,500 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,000; c) dottorato di ricerca in materie attinenti, punti 0,300; 3) Pubblicazioni, titoli scientifici- Curriculum formativo e professionale Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dal regolamento dell Istituto così come adeguati all art.11 del D.P.R. n 483/97. Articolo per il personale non dirigenziale appartenente al ruolo tecnico, vale la disciplina concorsuale di cui al D.P.R. 27/3/2001, n. 220 recepito con deliberazione commissariale n. 299 del 3/12/2001. Capo III Procedure concorsuali per il Ruolo Professionale Articolo 16. Concorso per titoli ed esami per la posizione funzionale di dirigente avvocato 8 1. I requisiti specifici di ammissione al concorso sono i seguenti: a) diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento in giurisprudenza; b) titolo di avvocato; c) anzianità di cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità prestato in enti del S.S.N. nella posizione funzionale di ex settimo, ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni; d) iscrizione all ordine professionale, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. 8 sostituito con del. 956 del 4/12/1998

10 L ammissione è altresì consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative almeno quinquennali con rapporto di lavoro libero - professionale o di attività coordinata e continuata almeno quinquennale presso enti o pubbliche amministrazioni, ovvero di attività documentate, della stessa durata, presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per il profilo di cui sopra. Articolo 17. Commissione esaminatrice 9 1. La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale ed è composta da: Presidente: - Il Direttore Amministrativo o il Segretario Generale ovvero su delega di questo, un responsabile di struttura riconducibile al settore afferente il concorso; Componenti: - Due dirigenti del profilo messo a concorso di cui uno nominato dal Direttore Generale ed uno dalla regione Friuli Venezia Giulia; - Un funzionario dirigente o direttivo designato dal Ministero della Salute; Segretario: - Un funzionario amministrativo dell Istituto appartenente ad un profilo professionale non inferiore alla categoria D. Articolo 18. Prova D esame Le prove d esame sono le seguenti: svolgimento di un tema in diritto amministrativo o costituzionale o civile o penale; b) prova teorico pratica: predisposizione di atti riguardanti l attività di servizi o stesura di un atto difensionale di diritto e procedura civile o di diritto amministrativo; colloquio nelle materie delle prove scritte, nonché su altre materie richieste nel bando di concorso. Articolo 19. Punteggio La Commissione dispone complessivamente di 100 punti così ripartiti: - 32 punti per i titoli, - 68 punti per le prove d esame; I punti per le prove d esame sono così ripartiti: - 24 punti per la prova scritta; - 24 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti: 1) Titoli di carriera punti 10 2) Titoli accademici e di studio punti 2 3) pubblicazioni punti 10 4) curriculum formativo e professionale punti 10 1) Titoli di carriera: 9 sostituito con del. 956 del 4/12/98 10 sostituito con del. 956 del 4/12/98 11 sostituito con del.956 del e con Del. 468 del 10/5/99

11 a) servizi prestati nel livello a concorso o in livello superiore presso le aziende sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli enti di cui agli artt.22 e 23 del D.P.R. n 483/97 e presso altre pubbliche amministrazioni, punti 0,600 per anno; b) servizi prestati in altra posizione funzionale presso gli enti di cui alla lettera a), punti 0,300 per anno; c) attività espletata a seguito del conferimento di borse di studio, punti 0,200 per anno (se svolte nell Istituto o presso Enti pubblici e privati convenzionati con l Istituto stesso); d) attività espletata a seguito di contratti di ricerca di cui all art. 36 del D.P.R. n. 617/1980, ora art. 11, comma2, D.lgs. 288/03, punti 0,300 per anno. 2) Titoli accademici e di studio: a) specializzazione di livello universitario in materie attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 1,000 per ognuna; b) altre lauree, oltre quella richiesta per l ammissione al concorso purché attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 0,500 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,000. c) dottorato di ricerca in materie attinenti, punti 0,300; 3) Pubblicazioni, titoli scientifici - Curriculum formativo e professionale Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dal regolamento dell Istituto così come adeguati all art.11 del D.P.R. n 483/97. Articolo 20. Concorso per titoli ed esami per la posizione funzionale di dirigente ingegnere e di dirigente architetto I requisiti specifici di ammissione al concorso sono i seguenti: a) diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento rispettivamente in ingegneria nelle branche specifiche da indicarsi nel bando, o in architettura; b) abilitazione all esercizio professionale; c) cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità, relativa al concorso specifico, prestato in enti del S.S.N. nella posizione funzionale di ex settimo e ex ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo e non livello di altre pubbliche amministrazioni; d) iscrizione ai rispettivi albi professionali, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. L ammissione è altresì consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative almeno quinquennali con rapporto di lavoro libero - professionale o di attività coordinata e continuata almeno quinquennale presso enti o pubbliche amministrazioni, ovvero di attività documentate, della stessa durata, presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per i profili di cui sopra. Articolo 21. Commissione esaminatrice La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale ed è composta da: Presidente: - Il Direttore Amministrativo ovvero su delega di questo, un responsabile di struttura riconducibile al settore afferente il concorso; Componenti: - Due dirigenti del profilo messo a concorso di cui uno nominato dal Direttore Generale ed uno dalla regione Friuli Venezia Giulia; 12 sostituito con del.956 del sostituito con del. 956 del 4/12/98

12 - Un funzionario dirigente o direttivo designato dal Ministero della Salute; Segretario: - Un funzionario amministrativo dell Istituto appartenente ad un profilo professionale non inferiore alla categoria D. Articolo 22. Prove d esame Le prove d esame sono le seguenti: relazione su argomenti scientifici relativi alle materie inerenti al profilo messo a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alle materie stesse; b) prova teorico pratica: esame e parere scritto su di un progetto o impianto; colloquio nelle materie delle prove scritte, nonchè su altre materie indicate nel bando di concorso. Articolo 23. Punteggio La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti: - 32 punti per i titoli, - 68 punti per le prove d esame; I punti per le prove d esame sono così ripartiti: - 24 punti per la prova scritta; - 24 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti: 1) Titoli di carriera punti 10 2) Titoli accademici e di studio punti 2 3) pubblicazioni punti 10 4) curriculum formativo e professionale punti 10 1) Titoli di carriera: a) servizi prestati presso le aziende sanitarie locali o le aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi delle disposizioni contenute nel regolamento dell Isituto e di quanto previsto dagli art.25 e 26 del D.P.R , n 761, da valutarsi come segue: - nel livello dirigenziale a concorso, o nel livello superiore, punti 0,600 per anno - in posizione funzionale inferiore, punti 0,300 per anno; b) servizio quale ingegnere o architetto presso istituti universitari o presso pubbliche amministrazioni: - come direttore o dirigente o qualifiche corrispondenti,punti 0,600 per anno; - come ispettore generale o direttore di divisione dei ruoli ad esaurimento dello stato o nell ottava qualifica funzionale o in qualifiche corrispondenti, punti 0,300 per anno; - come assistente, collaboratore, o nella ex settima qualifica funzionale o qualifiche corrispondenti, punti 0,200 per anno; c) attività espletata a seguito del conferimento di borse di studio, punti 0,200 per anno (se svolte nell Istituto o presso Enti pubblici e privati convenzionati con l Istituto stesso); d) attività espletata a seguito di contratti di ricerca di cui all art. 36 del D.P.R. n. 617/1980, ora art. 11, comma 2, D.lgs. 288/03, punti 0,300 per anno. 14 sostituito con del. 956 del 4/12/98 15 sostituito con del. 956 del 4/12/98

13 2) Titoli accademici e di studio: a) specializzazione di livello universitario in materie attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 1,000 per ognuna; b) altre lauree, oltre quella richiesta per l ammissione al concorso purchè attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 0,500 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,000. c) dottorato di ricerca in materie attinenti, punti 0,300; 3) Pubblicazioni, titoli scientifici - Curriculum formativo e professionale Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dal regolamento dell Istituto così come adeguati all art.11 del D.P.R. n 483/97. Articolo Per il personale non dirigenziale appartenente al ruolo professionale, vale la disciplina concorsuale di cui al D.P.R. 27/3/2001, n. 220 recepito con deliberazione commissariale n. 299 del 3/12/2001. Capo IV Procedure concorsuali per il Ruolo Amministrativo Articolo 25. Concorso per titoli ed esami per la posizione funzionale di dirigente amministrativo I requisiti specifici di ammissione al concorso sono i seguenti: a) diploma di laurea specialistica o del vecchio ordinamento in giurisprudenza o in scienze politiche o in economia e commercio o altra laurea equipollente; b) anzianità di servizio effettivo di almeno cinque anni corrispondente alla medesima professionalità prestato in enti del S.S.N. nella posizione funzionale di ex livello settimo, ottavo e ottavo bis, ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo, ottavo e non livello di altre pubbliche amministrazioni. Articolo 26. Commissione esaminatrice La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale ed è composta da: Presidente: - Il Direttore Amministrativo ovvero su delega di questo, un responsabile di struttura riconducibile al settore afferente il concorso; Componenti: - Due dirigenti del profilo messo a concorso di cui uno nominato dal Direttore Generale ed uno dalla regione Friuli Venezia Giulia; - Un funzionario dirigente o direttivo designato dal Ministero della Salute; Segretario: - Un funzionario amministrativo dell Istituto appartenente ad un profilo professionale non inferiore alla categoria D. Articolo 27. Prove d esame Le prove d esame sono le seguenti: su argomenti di diritto amministrativo o costituzionale o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica nelle suddette materie; 16 abrogato con delibera n. 584 del e sostituito con delibera n. 956 del abrogato con delibera n. 584 del e sostituito con delibera n. 956 del abrogato con delibera n. 584 del e sostituito con delibera n. 956 del

14 b) prova teorico pratica: predisposizione di atti o provvedimenti riguardanti l attività del servizio; c) prova orale vertente sulle materie oggetto della prova scritta nonché sulle seguenti materie: diritto civile, contabilità di Stato, leggi e regolamenti concernenti il settore sanitario, elementi di diritto del lavoro e di legislazione sociale, elementi di economia politica e scienze delle finanze, elementi di diritto penale. Articolo 28. Punteggio La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti: - 32 punti per i titoli, - 68 punti per le prove d esame; I punti per le prove d esame sono così ripartiti: - 24 punti per la prova scritta; - 24 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti: 1) Titoli di carriera punti 10 2) Titoli accademici e di studio punti 2 3) pubblicazioni punti 10 4) curriculum formativo e professionale punti 10 1) Titoli di carriera: a) servizi prestati nella posizione funzionale a concorso o in posizione funzionale superiore o nella medesima professionalità in posizione funzionale di ex livello ottavo e ottavo bis presso enti del S.S.N., ovvero in qualifiche funzionali di ex ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni, punti 0,600 per anno; b) servizi prestati di medesima professionalità nella posizione funzionale di ex settimo livello presso enti del S.S.N., ovvero in qualifiche funzionali di ex settimo livello di altre pubbliche amministrazioni, punti 0,300 per anno. c) attività espletata a seguito del conferimento di borse di studio, punti 0,200 per anno (se svolte nell Istituto o presso Enti pubblici e privati convenzionati con l Istituto stesso); d) attività espletata a seguito di contratti di ricerca di cui all art. 36 del D.P.R. n. 617/1980, ora art. 11, comma 2, D.Lgs. 288/03, punti 0,300 per anno. 2) Titoli accademici e di studio: a) specializzazione di livello universitario in materie attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 1,000 per ognuna; b) altre lauree, oltre quella richiesta per l ammissione al concorso purché attinenti alla posizione funzionale da conferire, punti 0,500 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,000. c) dottorato di ricerca in materie attinenti, punti 0,300; 3) Pubblicazioni, titoli scientifici - Curriculum formativo e professionale Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dal regolamento dell Istituto così come adeguati all art.11 del D.P.R. n 483/97. Articolo per il personale non dirigenziale appartenente al ruolo amministrativo, vale la disciplina concorsuale di cui al D.P.R. 27/3/2001, n. 220 recepito con deliberazione commissariale n. 299 del 3/12/ abrogato con delibera n. 584 del e sostituito con delibera n. 956 del

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Testo aggiornato al 29 aprile 2009 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2008 Gazzetta Ufficiale 26 febbraio 2008, n. 48 Recepimento dell accordo 15 novembre 2007, tra il Governo,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO A TEMPO DETERMINATO

BANDO DI CONCORSO A TEMPO DETERMINATO BANDO DI CONCORSO A TEMPO DETERMINATO Allegato A alla deliberazione N. 1005 del 16/12/2013. In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale dell Azienda Sanitaria Locale N. 5 di Oristano N. 1005

Dettagli

(Emanato con D.R. n.1139 del 4.9.2007 Affisso all Albo dell Ateneo l 11.9.2007 prot.n.20131)

(Emanato con D.R. n.1139 del 4.9.2007 Affisso all Albo dell Ateneo l 11.9.2007 prot.n.20131) Università degli studi di Napoli L Orientale Regolamento di Ateneo per l accesso all impiego del personale amministrativo, tecnico e dirigenziale a tempo indeterminato e determinato dell Università degli

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI DIRIGENTE PSICOLOGO DA ASSEGNARE ALLA

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI DIRIGENTE PSICOLOGO DA ASSEGNARE ALLA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U..O. Amm.ne Gestione e sviluppo Risorse Umane/ Milano, 20 febbraio 2008 CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI DIRIGENTE

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO 22 2007, 1027) INDICE

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO 22 2007, 1027) INDICE REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO (modificato con decreto rettorale 22 ottobre 2007, n. 1027) INDICE Articolo 1 (Criteri

Dettagli

OGGETTO LIBERA PROFESSIONE INTRAMOENIA IN UNA DISCIPLINA DIVERSA DALLA PROPRIA

OGGETTO LIBERA PROFESSIONE INTRAMOENIA IN UNA DISCIPLINA DIVERSA DALLA PROPRIA 1 OGGETTO LIBERA PROFESSIONE INTRAMOENIA IN UNA DISCIPLINA DIVERSA DALLA PROPRIA QUESITO (posto in data 25 marzo 2013) Sono un medico ospedaliero a rapporto esclusivo inquadrato in pronto soccorso con

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 21 del 22 aprile 2002 AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 2 - Pozzuoli - (Provincia di Napoli) - Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n.

Dettagli

CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE

CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE 12.1 Individuazione delle Strutture Semplici e Complesse Nell individuare le strutture complesse di cui all allegato n. 2

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI ==================

CONCORSI PUBBLICI ================== 1 Direzione Amministrativa Direttore: dott. Salvatore Gioia Tel.: 031-585.5214 Telefax: 031-585.5384 e-mail: personale.concorsi @hsacomo.org CONCORSI PUBBLICI ================== Art. 1 In esecuzione della

Dettagli

B C Diploma di istruzione secondaria di secondo grado ovvero cinque anni di anzianità di servizio nella

B C Diploma di istruzione secondaria di secondo grado ovvero cinque anni di anzianità di servizio nella REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE PROGRESSIONI VERTICALI NEL SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Il piano relativo alla programmazione delle risorse umane del personale tecnico amministrativo

Dettagli

DECRETA ART. 1 ART. 2

DECRETA ART. 1 ART. 2 BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI 1 (UNA) BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL CENTRO DI RICERCA PER IL TRASPORTO E LA LOGISTICA DELLA SAPIENZA UNIVERSITA

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI ====================

CONCORSI PUBBLICI ==================== DIREZIONE GENERALE Direttore: Dr. Marco Onofri Tel.: 031/585.5214 Telefax: 031/585.5384 e-mail:personale.concorsi@hsacomo.org CONCORSI PUBBLICI ==================== Art. 1 In esecuzione delle deliberazioni

Dettagli

Il bando, inoltre, per quanto possibile, potrà accorpare più posti da ricoprire.

Il bando, inoltre, per quanto possibile, potrà accorpare più posti da ricoprire. REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE PROGRESSIONI VERTICALI NEL SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Il piano relativo alla programmazione delle

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA QUALIFICA DIRIGENZIALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DIRIGENZIALI A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

BANDO PER L' ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO AVENTI AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO LA FACOLTA DI GIURISPRUDENZA DE LA SAPIENZA

BANDO PER L' ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO AVENTI AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO LA FACOLTA DI GIURISPRUDENZA DE LA SAPIENZA SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA PRESIDENZA Prot.n.155 BANDO PER L' ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO AVENTI AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO LA FACOLTA DI GIURISPRUDENZA

Dettagli

I - 10-3 401/2000-20 - 6 401/2000 - AREA DELLA MEDICINA DIAGNOSTICA E DEI SERVIZI

I - 10-3 401/2000-20 - 6 401/2000 - AREA DELLA MEDICINA DIAGNOSTICA E DEI SERVIZI AZIENDA SANITARIA LOCALE NA/5 - Castellammare di Stabia - (Provincia di Napoli) - Via Alcide De Gasperi, 167-80053 Castellammare di Stabia (Na) - Concorsi pubblici per titoli ed esami per la copertura

Dettagli

DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA AVVISO PUBBLICO In esecuzione alla delibera adottata dal Consiglio del Dipartimento di Biologia nell adunanza del 26/10/2015 n. 8 e in applicazione del Regolamento di Ateneo per

Dettagli

SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAME PER L ASSUNZIONE DI N. 3 IMPIEGATI CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO. Art. 1

SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAME PER L ASSUNZIONE DI N. 3 IMPIEGATI CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAME PER L ASSUNZIONE DI N. 3 IMPIEGATI CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Ripartizione e caratteristiche delle posizioni 1. La Commissione di Vigilanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROGRESSIONI VERTICALI DEI DIPENDENTI DELL ENTE LOCALE. Approvato con deliberazione giuntale n. 162 del 08.09.

REGOLAMENTO PER LE PROGRESSIONI VERTICALI DEI DIPENDENTI DELL ENTE LOCALE. Approvato con deliberazione giuntale n. 162 del 08.09. REGOLAMENTO PER LE PROGRESSIONI VERTICALI DEI DIPENDENTI DELL ENTE LOCALE Approvato con deliberazione giuntale n. 162 del 08.09.2005 Esecutivo dal 29.09.2005 SOMMARIO ARTICOLO 1 "AMBITO DI APPLICAZIONE"

Dettagli

Premessa. 4) contratti per prestazioni professionali ex art. 2222 e seg. del Codice Civile;

Premessa. 4) contratti per prestazioni professionali ex art. 2222 e seg. del Codice Civile; Regolamento per l'assunzione di personale a tempo determinato e per l attivazione di collaborazioni coordinate e continuative e di prestazioni professionali nell ambito del Progetto coordinato Catania

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI.

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI. REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA DOTAZIONE ORGANICA ED ALLE MODALITÀ DI REPERIMENTO DELLE RISORSE PROFESSIONALI. PREMESSA L Azienda speciale consortile COeSO Consorzio per la gestione delle politiche

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO BANDO 1/2012 AFFISSO IL 18.10.2012 BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI 1 (UNA) BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO CHIRURGICHE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA Art. 1 (Finalità) 1 Emanato con D.D. n. 630 del 27/09/2011; modificato con D.R. n. 214 del 07/05/2014. 1. Il

Dettagli

COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria. REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA

COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria. REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Oggetto del regolamento TITOLO II MOBILITA ESTERNA Articolo 2 Le assunzioni tramite

Dettagli

DIRETTORE della U.O.C. di CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE E ODONTOSTOMATOLOGIA

DIRETTORE della U.O.C. di CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE E ODONTOSTOMATOLOGIA REGIONE VENETO AZIENDA "UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA" AVVISO PUBBLICO N. 201 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 44 in data 08.06.2012 SCADENZA DEL BANDO: 09.07.2012 In esecuzione del

Dettagli

INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE

INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE 1 Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI FORMAZIONE ALL ATTIVITA DI RICERCA ISTITUITE DALLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ G.D ANNUNZIO

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI FORMAZIONE ALL ATTIVITA DI RICERCA ISTITUITE DALLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ G.D ANNUNZIO REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI FORMAZIONE ALL ATTIVITA DI RICERCA ISTITUITE DALLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ G.D ANNUNZIO CAPO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto, requisiti e finalità) 1) Il

Dettagli

Regolamento per il reclutamento del personale. (approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera n. 2 del verbale n. 93 del 10.05.

Regolamento per il reclutamento del personale. (approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera n. 2 del verbale n. 93 del 10.05. Regolamento per il reclutamento del personale (approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera n. 2 del verbale n. 93 del 10.05.2011) 1. PREMESSE In attuazione delle disposizioni di cui all'art.

Dettagli

La nuova riforma della Sanità - Riferimenti legislativi - DPR 10 DICEMBRE 1997, N. 483. DPR 10 dicembre 1997, n. 483

La nuova riforma della Sanità - Riferimenti legislativi - DPR 10 DICEMBRE 1997, N. 483. DPR 10 dicembre 1997, n. 483 DPR 10 dicembre 1997, n. 483 Regolamento recante la disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale Pubblicato nella G.U.17 gennaio 1998, n. 13 TITOLO I AMMISSIONE

Dettagli

COMUNE DI TERMINI IMERESE ( Provincia di Palermo)

COMUNE DI TERMINI IMERESE ( Provincia di Palermo) COMUNE DI TERMINI IMERESE ( Provincia di Palermo) Concorso Pubblico per titoli ed esami al Ragioniere Generale Cat. D3. posto di Funzionario Contabile Vice Il Dirigente del Settore Affari Generali e Personale

Dettagli

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto CITTA di GINOSA Provincia di Taranto Ufficio Personale P.zza Marconi - C.A.P. 74013 Tel. 099.8290233-Fax.099.8244826 Cod. Fisc.: 80007530738 - P.I 00852030733 AVVISO DI MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA PER

Dettagli

( D.R. n 142 del 01.03.2007) Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni. Articolo 2 Principi generali

( D.R. n 142 del 01.03.2007) Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni. Articolo 2 Principi generali Regolamento per la disciplina delle procedure di progressione verticale del personale tecnico ed amministrativo dell Università degli Studi del Sannio nel nuovo sistema di classificazione ( D.R. n 142

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it OGGETTO CORSI DI FORMAZIONE MANAGERIALE QUESITO (posto in data 25 agosto 2011) Sono un Dirigente Medico presso una ASL di Roma e sono interessato a frequentare un corso di formazione manageriale valido

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI ROMA Via Ruggero di Lauria, 28 00192 Roma SELEZIONE PER SOLI ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE CON

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE SELETTIVE RISERVATE AL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE SELETTIVE RISERVATE AL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE SELETTIVE RISERVATE AL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Articolo 1 Finalità e definizione 1. Il presente regolamento disciplina in prima applicazione le procedure selettive

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA (emanato con D.R. 196/2013 dell 11/3/2013)

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA (emanato con D.R. 196/2013 dell 11/3/2013) REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA (emanato con D.R. 196/2013 dell 11/3/2013) Articolo 1 (Oggetto, ambito di applicazione, soggetti interessati)

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE UMANE ZANOBINI ALBERTO

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE UMANE ZANOBINI ALBERTO REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE UMANE Il Dirigente Responsabile: ZANOBINI ALBERTO Decreto non soggetto a controllo ai

Dettagli

AZIENDA USL RIETI A V V I S O

AZIENDA USL RIETI A V V I S O AZIENDA USL RIETI Visto il comma 6 dell art. 7 del D.L.vo 30 marzo 2001 n. 165 e s.m.i. che consente alle amministrazioni pubbliche, qualora non possano farvi fronte con il personale in servizio, di conferire

Dettagli

Art. 1 FINALITA. Art. 2 OGGETTO. 1. L attività di ricerca deve essere conforme ai fini istituzionali dell Ires ed agli indirizzi programmatici.

Art. 1 FINALITA. Art. 2 OGGETTO. 1. L attività di ricerca deve essere conforme ai fini istituzionali dell Ires ed agli indirizzi programmatici. REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI RICERCA FINANZIATE DA ALTRI ENTI PUBBLICI E DA ISTITUZIONI PRIVATE ART. 17 DELLA LEGGE REGIONALE 3 SETTEMBRE 1991, N. 43 (Adottato con delibera del C.d.A. del

Dettagli

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato Art. 1 Modalità assunzione personale docente 1. L assunzione del personale docente a

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI TRAPANI

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI TRAPANI AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI TRAPANI Avviso pubblico per il conferimento di incarichi con contratto di lavoro autonomo per Dirigente Medico di M.C.A.U., Ostetricia e Ginecologia, Chirurgia Generale,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLA PROGRESSIONE VERTICALE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLA PROGRESSIONE VERTICALE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLA PROGRESSIONE VERTICALE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO Approvato con delibera del C.d.A. n. 438 del 30.11.2001

Dettagli

(Rif. COINOR_BORSE_02_015) ART. 1

(Rif. COINOR_BORSE_02_015) ART. 1 BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI N. 1 BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA DI ANALISI E DISSEMINAZIONE DEI RISULTATI IN TEMA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DA SVOLGERSI PRESSO IL CENTRO DI SERVIZIO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO di GIURISPRUDENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO PER CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO MEDIANTE CONTRATTI DI DIRITTO PRIVATO Si rende noto che il Consiglio

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE

AZIENDA SANITARIA LOCALE AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA Via Trento, 6 46100 Mantova Data:17/05/2004 Prot.: 42445 SCADE IL:14/06/2004 Avviso pubblico per il conferimento di incarichi di direttore di distretto

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI N

BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI N DIPARTIMENTO DI STUDI PER L ECONOMIA E L IMPRESA SETTORE AMMINISTRAZIONE Via E. Perrone, 18 28100 Novara NO Tel. 0321375531 - Fax 0321375535 segreteria.amministrativa.disei@uniupo.it AFFISSO IL SCADE IL

Dettagli

Affisso il 20 maggio 2015 Scade il 5 giugno 2015 IL DIRETTORE

Affisso il 20 maggio 2015 Scade il 5 giugno 2015 IL DIRETTORE Affisso il 20 maggio 2015 Scade il 5 giugno 2015 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI CONTRATTI PER CICLI DI ESERCITAZIONI DI COLLABORAZIONE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA AI SENSI DELL ART. 76 DELLO STATUTO DELL

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO INDIZIONE SELEZIONE RISERVATA PER COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE PER STABILIZZAZIONE

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO INDIZIONE SELEZIONE RISERVATA PER COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE PER STABILIZZAZIONE AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO INDIZIONE SELEZIONE RISERVATA PER COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE PER STABILIZZAZIONE PERSONALE PRECARIO In esecuzione della delibera n. 1020 del

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau Monserrato, 03 febbraio 2016 Prot. n 3767 del 03/02/2016 OGGETTO: Bando di selezione pubblica,

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. GESTIONE RISORSE UMANE

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. GESTIONE RISORSE UMANE IL PRESENTE BANDO E STATO PUBBLICATO SUL BUR CALABRIA, PARTE III, N. 48 DEL 02/12/2011. SCADENZA ORE 12,00 DEL 17/12/2011. AVVISO PUBBLICO, PER TITOLI, PER LA FORMULAZIONE DI UNA GRADUATORIA VALEVOLE PER

Dettagli

Via Perrone, 18 28100 Novara Italia Tel. +39 0321 375 310 Fax +39 0321 375 305 e-mail: segreteria.dsemeq@unipmn.it

Via Perrone, 18 28100 Novara Italia Tel. +39 0321 375 310 Fax +39 0321 375 305 e-mail: segreteria.dsemeq@unipmn.it Via Perrone, 18 28100 Novara Italia Tel. +39 0321 375 310 Fax +39 0321 375 305 e-mail: segreteria.dsemeq@unipmn.it BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 BORSA DI STUDIO DELLA DURATA DI

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 15 luglio 2014 Modalita' e contenuti della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie, per l'anno

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE UMANE ZANOBINI ALBERTO

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE UMANE ZANOBINI ALBERTO REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE UMANE Il Dirigente Responsabile: ZANOBINI ALBERTO Decreto non soggetto a controllo ai

Dettagli

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti In base all'art. 18 della Legge n. 133 /2008, le società a partecipazione pubblica totale o di controllo sono tenute all'adozione, con propri provvedimenti, di criteri e modalità per il reclutamento del

Dettagli

OGGETTO ATTESTATO DI FORMAZIONE MANAGERIALE QUALE REQUISITO per il conferimento di un incarico di struttura complessa

OGGETTO ATTESTATO DI FORMAZIONE MANAGERIALE QUALE REQUISITO per il conferimento di un incarico di struttura complessa 1 OGGETTO ATTESTATO DI FORMAZIONE MANAGERIALE QUALE REQUISITO per il conferimento di un incarico di struttura complessa QUESITO (quesito posto in data 4 gennaio 2010) Sto predisponendo la domanda per partecipare

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE

REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PUBBLICA PER L'ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO - AMMINISTRATIVO A TEMPO INDETERMINATO ART. 1 - Disposizioni generali Il presente regolamento, adottato

Dettagli

Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione

Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione Assistenziale 24 Maggio 2007 1 Premessa Il ruolo del

Dettagli

SCADENZA BANDO 14 APRILE 2012 AZIENDA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO PER TITOLI E COLLOQUIO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N.

SCADENZA BANDO 14 APRILE 2012 AZIENDA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO PER TITOLI E COLLOQUIO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. SCADENZA BANDO 14 APRILE 2012 AZIENDA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO PER TITOLI E COLLOQUIO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. 1 DIRIGENTE MEDICO DI ANANTOMIA PATOLOGICA In esecuzione della deliberazione

Dettagli

SCADENZA BANDO 6 aprile 2012

SCADENZA BANDO 6 aprile 2012 SCADENZA BANDO 6 aprile 2012 AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO DI SELEZIONE INTERNA RISERVATA AL PERSONALE DEL RUOLO AMMINISTRATIVO PER IL PASSAGGIO ORIZZONTALE ALL INTERNO DELLA MEDESIMA CATEGORIA

Dettagli

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Art. 1 Istituzione del Corso di Dottorato di Ricerca Il corso di Dottorato di Ricerca in

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 14 del 4 marzo 2002 AZIENDA OSPEDALIERA - OSPEDALE CIVILE - Via Tescione 81100 Caserta - Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

COMUNE DI SAN FIOR PROVINCIA DI TREVISO. Regolamento comunale per la progressione verticale nel sistema di classificazione

COMUNE DI SAN FIOR PROVINCIA DI TREVISO. Regolamento comunale per la progressione verticale nel sistema di classificazione COMUNE DI SAN FIOR PROVINCIA DI TREVISO Regolamento comunale per la progressione verticale nel sistema di classificazione 1 Art.1 Oggetto Il presente regolamento disciplina la procedura selettiva che consente

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI N

BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI N Bando n. 10/2015 BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI N. 1 BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI CHIMICA DE LA SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA IL

Dettagli

approvato all adunanza del 18 marzo 2013

approvato all adunanza del 18 marzo 2013 REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI INDIVIDUALI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA A SOGGETTI ESTRANEI ALL AMMINISTRAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI BOLOGNA approvato all adunanza del 18 marzo 2013 ARTICOLO

Dettagli

Regione Lombardia AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI COMO. Via Pessina, 6-22100 Como

Regione Lombardia AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI COMO. Via Pessina, 6-22100 Como Regione Lombardia AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI COMO Via Pessina, 6-22100 Como In attuazione della deliberazione del Direttore Generale n. del è indetto CONCORSO PUBBLICO, per titoli ed esami,

Dettagli

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA STIPULA DI CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO A TITOLO ONEROSO O GRATUITO E DI ATTIVITA INTEGRATIVE AI SENSI DELL ART. 23 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con DR. 11460/I/003

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO/CENTRO DI RICERCA

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO/CENTRO DI RICERCA BANDO DI SELEZIONE PROCEDURA 7/2015 BS PER L' ASSEGNAZIONE DI 1 BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE ODONTOSTOMATOLOGICHE E MAXILLO FACCIALI

Dettagli

DECRETA. ART. 3 La selezione avviene per titoli ed esame in forma di colloquio.

DECRETA. ART. 3 La selezione avviene per titoli ed esame in forma di colloquio. DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE, ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI 1 (UNA) BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO

Dettagli

Regolamento del Personale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Decreto del Presidente del CNR del 4 maggio 2005 prot. n.

Regolamento del Personale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Decreto del Presidente del CNR del 4 maggio 2005 prot. n. Regolamento del Personale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Decreto del Presidente del CNR del 4 maggio 2005 prot. n. 0025035) SOMMARIO TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art.1 - Finalità e ambito di applicazione

Dettagli

Direzione Risorse Umane e Strumentali, Politiche Culturali Servizio Risorse Umane e Organizzazione Ufficio Sviluppo Organizzativo e Mobilità

Direzione Risorse Umane e Strumentali, Politiche Culturali Servizio Risorse Umane e Organizzazione Ufficio Sviluppo Organizzativo e Mobilità Direzione Risorse Umane e Strumentali, Politiche Culturali Servizio Risorse Umane e Organizzazione Ufficio Sviluppo Organizzativo e Mobilità AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA per la copertura di n

Dettagli

allegato alla determinazione dirigenziale n. 35 del 16/02/2015

allegato alla determinazione dirigenziale n. 35 del 16/02/2015 allegato alla determinazione dirigenziale n. 35 del 16/02/2015 Avviso di mobilità volontaria esterna riservato a dipendenti di amministrazioni pubbliche di cui all art. 1 comma 2 del D.Lgs. 165/2001 e

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA DI COMPARTO

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA DI COMPARTO Direzione Risorse Umane e Strumentali Servizio Gestione delle Risorse Umane: Selezione, Formazione, Valutazione Ufficio Sviluppo Organizzativo e Mobilità AVVISO DI MOBILITA ESTERNA DI COMPARTO per la copertura

Dettagli

FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, 100 PORTICI(NA) Italia

FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, 100 PORTICI(NA) Italia BANDO DI SELEZIONE PER L'ASSEGNAZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI AGRARIA. Rif. Bando MDO_CI_1 Articolo 1 Con riferimento al Progetto

Dettagli

Art. 1 (Definizione) Art. 2 (Requisiti)

Art. 1 (Definizione) Art. 2 (Requisiti) TESTO UNIFICATO AS 3236 1928-1645 Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l istituzione

Dettagli

17/09/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 76 - Supplemento n. 1. Regione Lazio

17/09/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 76 - Supplemento n. 1. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE RISORSE UMANE E SISTEMI INFORMATIVI Atti dirigenziali di Gestione Disposizione 17 settembre 2013, n. A07315 Ricerca di professionalità per l'affidamento dell'incarico di dirigente

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA

AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA Servizio Risorse Umane AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA REGIONALE E INTERREGIONALE, TRA AZIENDE ED ENTI DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA PISANA U.O. Politiche e Gestione delle Risorse Umane Responsabile: Dr.

REGIONE TOSCANA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA PISANA U.O. Politiche e Gestione delle Risorse Umane Responsabile: Dr. AVVISO PUBBLICO CORSO DI FORMAZIONE COMPLEMENTARE IN ASSISTENZA SANITARIA PER OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO ANNO FORMATIVO 2010-2011 In attuazione della delibera

Dettagli

DISCIPLINARE DELL INRIM PER IL CONFERIMENTO DI ASSEGNI DI RICERCA

DISCIPLINARE DELL INRIM PER IL CONFERIMENTO DI ASSEGNI DI RICERCA DISCIPLINARE DELL INRIM PER IL CONFERIMENTO DI ASSEGNI DI RICERCA approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 29 maggio 2014 INDICE Premessa Disposizioni Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n.

Dettagli

IL DIRETTORE DEL CENTRO

IL DIRETTORE DEL CENTRO Profìt. 25 del 28/10/2015 Repertorio 1/2015 BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO AVENTI AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL CENTRO DI RICERCA CIABC DELL UNIVERSITA

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA

PROVINCIA DI COSENZA PROVINCIA DI COSENZA AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DIRIGENZIALE A TEMPO DETERMINATO DIRIGENTE SETTORE RELAZIONI INTERISTITUZIONALI ASSISTENZA TECNICO AMMINISTRATIVA AGLI ENTI LOCALI -

Dettagli

Enti Pubblici BOLLETTINO CONCORSI. Bollettino Settimanale N 24 21 Giugno 2013. Sintesi dei bandi di concorso. Scuola dell obbligo.

Enti Pubblici BOLLETTINO CONCORSI. Bollettino Settimanale N 24 21 Giugno 2013. Sintesi dei bandi di concorso. Scuola dell obbligo. INFORMAGIOVANI BOLLETTINO CONCORSI Bollettino Settimanale N 24 21 Giugno 2013 Enti Pubblici Sintesi dei bandi di concorso suddivisi in: Scuola dell obbligo Diplomi vari Diploma di laurea DIPLOMI VARI Comune

Dettagli

COMUNE DI GARBAGNATE MILANESE Provincia di Milano

COMUNE DI GARBAGNATE MILANESE Provincia di Milano COMUNE DI GARBAGNATE MILANESE Provincia di Milano BANDO DI SELEZIONE, PER TITOLI, DI DUE ESPERTI PER LA COSTITUZIONE DELL ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE DI CUI ALL ART. 14 DEL

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI di Trieste BANDO DI CONCORSI PUBBLICI PER DIRIGENTE MEDICO

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI di Trieste BANDO DI CONCORSI PUBBLICI PER DIRIGENTE MEDICO AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI di Trieste BANDO DI CONCORSI PUBBLICI PER DIRIGENTE MEDICO In esecuzione delle determinazioni n. 1008 dd. 3/12/08 e n. 1034 dd. 15/12/08 del Responsabile

Dettagli

DOCCIA SERVICE SRL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI

DOCCIA SERVICE SRL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DOCCIA SERVICE SRL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI Art. 1 Oggetto e norme di riferimento 1. Il presente regolamento disciplina le procedure per

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SCIENZE GASTRONOMICHE REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SCIENZE GASTRONOMICHE REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SCIENZE GASTRONOMICHE REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA Art. 1 - Finalità e oggetto 1.1 Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05 Emanato con D.R. n. 301 del 16/4/2009, modificato con D.R. 57 del 3/02/2010 REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA. Art. 1 (Oggetto della procedura di mobilità)

AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA. Art. 1 (Oggetto della procedura di mobilità) AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA Art. 1 (Oggetto della procedura di mobilità) E' indetta, ai sensi dell'articolo 30 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e s.m.i., una procedura di mobilità

Dettagli

SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI UN FUNZIONARIO PRIMO LIVELLO IN POSSESSO DI LAUREA IN INGEGNERIA

SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI UN FUNZIONARIO PRIMO LIVELLO IN POSSESSO DI LAUREA IN INGEGNERIA SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI UN FUNZIONARIO PRIMO LIVELLO IN POSSESSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ARTICOLO 1 Requisiti per l ammissione alla selezione E indetta una selezione

Dettagli

ART.2 COMPETENZA E PRESUPPOSTI PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI

ART.2 COMPETENZA E PRESUPPOSTI PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, DI STUDIO, DI RICERCA E DI CONSULENZA AD ESPERTI ESTERNI. ART.1 OGGETTO, FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Segreterie Studenti Avviso di selezione per l assegnazione di contratti per attività di tutorato (tutor junior) presso le Facoltà dell

Dettagli

IL DIRIGENTE del SETTORE 02 RISORSE E INNOVAZIONE RENDE NOTO

IL DIRIGENTE del SETTORE 02 RISORSE E INNOVAZIONE RENDE NOTO AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI POSTI DI ESECUTORE SCOLASTICO SPECIALIZZATO CON FUNZIONI DI CUOCO - CATEGORIA B1 A PART-TIME E A TEMPO INDETERMINATO AI SENSI DELL ART. 30 DEL

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. 48 IL MINISTRO VISTA la legge del 3 agosto 2009, n. 115 concernente Riconoscimento della personalità giuridica alla Scuola per l Europa di Parma, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 187 del 13

Dettagli

TITOLO I Disposizioni Generali. Articolo 1 Oggetto e finalità

TITOLO I Disposizioni Generali. Articolo 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI ASSEGNI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI RICERCA, AI SENSI DELL ARTICOLO 22 DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240 (emanato con Decreto Rettorale del 29 marzo 2011, numero

Dettagli

CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI

CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DEI COMPONENTI DELL ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE VISTI: il D.Lgs. 27 ottobre 2009, n. 150 Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15 ed in particolare l art. 16 del

Dettagli