Due obiettivi principali:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Due obiettivi principali:"

Transcript

1 Massa E., Conti L., Amadori F., Pierini P., Silvestre V., Vona

2 Inclusione dei familiari nel trattamento del paziente grave. Due obiettivi principali: Potenziare l efficacia di esito del trattamento individuale del paziente grave. Migliorare il carico soggettivo familiare. (Hoenig, J., Hamilton, M.W., 1966; Awad, A.G., Voruganti, L.N., 2008; Reine, G., Lançon, C., et al., 2003).

3 Potenziare l efficacia Comportamenti disfunzionali i dei familiari i rispetto al disturbo (causa, mantenimento e peggioramento). Emotività Espressa Ostilità; Criticismo; Ipercoinvolgimento emotivo (HEE) Comprensione empatica; Commenti positivi (LEE)

4 Carico Familiare Carico familiare oggettivo : Riorganizzazione della routine; compromissione delle relazioni sociali e lavorative; problemi economici. Carico familiare soggettivo : Impatto emotivo e psicologico (vergogna; senso di colpa; tristezza).

5 Perché includere i familiari nel trattamento Prolungata permanenza in famiglia del paziente. Con familiari di adolescenti gravi (60 70% vive in famiglia). Per rimuovere fattori di mantenimento e peggioramento del disturbo.

6 Perché includere i familiari Per rendere i familiari i competenti sul disturbo. Perché possono avere un ruolo di cruciale importanza durante le crisi.

7 Esempi di protocolli The Calgary Early Psychosis Programme (EEP)(Addington, J. Burnett, P., 2004). Dialectical i l Bh Behavior Therapy for Suicidal id ladolescents (Miller, A.L., Rathus, J.H., Linehan, M., 2006). Family Focused Therapy for Anxiety Disorders Family Focused Therapy for Anxiety Disorders (Chambless, D.L., Mikolwitz, D.J., Shoham, V., 2012).

8 The Calgary Early Psychosis Programme (EEP) (Addington Addington, J. Burnett, P., 2004) Famiglie di pazienti psicotici nella fase precoce di insorgenza del disturbo Education Family: eziologia, funzionamento del disturbo; sintomi; fattori di rischio di peggioramento; farmaci. Coping Strategies Problem Solving Skills Training Acquisizione di abilità e strategie di gestione specifiche delle situazioni problematiche presentate dal disturbo.

9 Dialectical Behavior Therapy for Suicidal Adolescents (Miller 2006) Orientamento : (Miller A.L.; Rathus, J.H.; Linehan, M.M., spiegazione del disturbo e del trattamento DBT Core mindfulness: abilità del cosa; del come; dei tre stati della mente. Modulo di tolleranza dello stress Modulo efficacia interpersonale Modulo regolazione emotiva Modulo sulle abilità dialettiche del middle path dialettica, validazione e comportamentismo (gestione delle contingenze; rinforzi positivi, negativi, estinzione).

10 Family Focused Therapy for Anxiety Disorders (Chambless Chambless, D.L., Mikolwitz, D.J., Shoham, V., 2012) Valutazione del ruolo che il disturbo gioca nella famiglia Psicoeducazione sul disturbo specifico Spiegazione del modello di vulnerabilità allo stress Training per il miglioramento della comunicazione: Accrescimento della comunicazione positiva; Ascolto attivo; Accordo sulla riduzione dei comportamenti negativi; Accordo verso i comportamenti di cambiamento. Problem Solving Prevenzione delle ricadute Riduzione dei comportamenti di accondiscendenza (se presenti) Negoziazione i familiari pazienti i i

11 Trattamenti familiari Protocolli di intervento Strutturati in moduli Ciascun protocollo è adattato alle esigenze e della patologia a cui si riferisce Psicoeducazione sul disturbo/psicoeducazione sul trattamento Moduli specifici per l apprendimento di abilità: comunicative; risoluzioni i i di problemi; gestione delle crisi ii Varietà di setting di intervento

12 Setting di intervento Famiglia singola Gruppi multifamiliari Gruppi di familiari e gruppi pazienti congiunti

13 Conclusioni L inclusione dei familiari nel trattamento del paziente grave è un intervento sul contesto influente sul disturbo. Fornisce sostegno ai familiari nel loro prolungamento nel ruolo di caregiver. Rende i familiari competenti nella gestione del disturbo. Migliorano il carico familiare soggettivo. Migliorano l efficacia dell esito del trattamento individuale.

14 Riferimenti bibliografici Addington, J., Coldham, E.L., Jones, B., Ko, T., Addington, D. (2003). The first episode of psychosis: the experience of relatives. Acta Psychiatrica Scandinavica, 108, Addington, J., Addington, D., Jones, B. & Ko, T. (2001). Family intervention i in an early psychosis program. Psychiatric Rehabilitation Skills, 5 (2), Awad, A.G., Voruganti, L.N. (2008). The burden of schizophrenia on caregivers: a review. Pharmacoeconomics, 26, (2): Chambless, D.L. (2012). Adjunctive couple and family intervention for patients with anxiety disorders. Journal of Clinical Psychology, May, 68 (5): Chambless, D.L., Mikolwitz, D.J., Shoham, V. (2012). Beyond the patient: couple and family therapy for individual problems. Journal of Clinical Psychology, May; 68 (5): Dimeff, L.A., Koerner, K., Linehan, M.M. (2007). Dialectical Behavior Therapy in Clinical Practice: Application Across Disorders and Settings. New York: Guilford Press. Hoenig, J., Hamilton, M.W. (1966). The schizophrenic patient in the community and his effect on the household. International Journal of Social Psychiatry, June, 12: Miller, A.L., Rathus, J.H., Linehan, M. (2006). Dialectical Behavior Therapy for Suicidal Adolescents. New York: Guilford Press. Rapee, R.M. (2012). Family factors in the development and management of anxiety disorders.clinical Child Family Psychology Review, Mar; 15 (1): Reine, G., Lançon, C., Di Tucci, S., Sapin, C., Auquier, P. (2003), Depression and subjective quality of life in chronic phase schizophrenic patients. Acta Psychiatrica Scandinavica, 108, (4): DOI: /j Simpson, D., Suarez, L., Connolly, S. (2012). Treatment and outcomes for anxiety disorders among children and adolescents: a review of coping strategies and parental behaviors. CurrPsychiatry Rep., Apr; 14 (2):

scaricato da www.sunhope.it Interventi di sostegno per i familiari dei pazienti con disturbi mentali gravi

scaricato da www.sunhope.it Interventi di sostegno per i familiari dei pazienti con disturbi mentali gravi Interventi di sostegno per i familiari dei pazienti con disturbi mentali gravi Il ruolo delle famiglie I familiari dei pazienti affetti da una malattia cronica possono rappresentare una risorsa nella

Dettagli

La terapia cognitivo comportamentale per le psicosi. Evidenze e sviluppi. Anna Meneghelli. Programma 2000 Milano Scuola ASIPSE - Milano

La terapia cognitivo comportamentale per le psicosi. Evidenze e sviluppi. Anna Meneghelli. Programma 2000 Milano Scuola ASIPSE - Milano La terapia cognitivo comportamentale per le psicosi. Evidenze e sviluppi Anna Meneghelli Programma 2000 Milano Scuola ASIPSE - Milano I costi delle psicosi Aspettativa di vita inferiore di 15-20 anni (malattie

Dettagli

DIALECTICAL BEHAVIORAL THERAPY: SKILLS TRAINING

DIALECTICAL BEHAVIORAL THERAPY: SKILLS TRAINING in collaborazione con Scuola di Psicoterapia Cognitiva s.r.l organizzano il Training DIALECTICAL BEHAVIORAL THERAPY: SKILLS TRAINING condotto da CHARLES R. SWENSON 17-19 GENNAIO 2014 SEDE: VICENZA Casa

Dettagli

Journal of Family Therapy

Journal of Family Therapy Valutazione della terapia psicologica rivolta alle famiglie - REVIEW DEI PRINCIPALI ARTICOLI DI OUTCOME DELLA PSICOTERAPIA PUBBLICATI SU Journal of Family Therapy Daniela Riotto In Journal of Family Therapy

Dettagli

SEDE: Aula Magna, Policlinico G.B. Rossi Università di Verona

SEDE: Aula Magna, Policlinico G.B. Rossi Università di Verona PROGRAMMA DEL PRIMO MODULO, VERONA, 26 E 27 APRILE 2010 LAVORARE CON LE FAMIGLIE DEI PAZIENTI AFFETTI DA PSICOSI Docenti: Elisabeth Kuipers*, Paul Bebbington**, Juliana Onwumere* Con la collaborazione

Dettagli

Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER. David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini

Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER. David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini INTRODUZIONE La famiglia costituisce in Italia la principale risorsa assistenziale per l anziano disabile. La

Dettagli

- 1987: Maturità Classica conseguita presso il Liceo Classico G. Nolfi, Fano (PU), con votazione 60/60

- 1987: Maturità Classica conseguita presso il Liceo Classico G. Nolfi, Fano (PU), con votazione 60/60 Curriculum Vitae Dott.ssa. Maria Elena Ridolfi Nata a: Castelmassa (RO), il 25/7/1967 Residente a: Fano (PU), Via Tito Speri 10 Tel. Cellulare: 339-1451575 e-mail: mariaelenaridolfi@yahoo.com Istruzione:

Dettagli

AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ

AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ Congresso PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI CONDIVISI PER L ADHD Una risposta alle criticità e ai bisogni inevasi Milano, 10 novembre 2015 AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ SESSIONE: STRUTTURA DELLA RETE

Dettagli

IL PROTOCOLLO TERAPEUTICO ENTROPIA NEGATIVA

IL PROTOCOLLO TERAPEUTICO ENTROPIA NEGATIVA Tullio Scrimali e Damiana Tomasello IL PROTOCOLLO TERAPEUTICO E RIABILITATIVO ENTROPIA NEGATIVA 1 Nella schizofrenia (ancora più che in ogni altra patologia) la relazione terapeuticati di base sicura costituisce

Dettagli

La proposta e la scelta dell intervento psicologico per i familiari R. Chattat Dip. Psicologia, Università degli Studi di Bologna I dati dell ISTAT

La proposta e la scelta dell intervento psicologico per i familiari R. Chattat Dip. Psicologia, Università degli Studi di Bologna I dati dell ISTAT La proposta e la scelta dell intervento psicologico per i familiari R. Chattat Dip. Psicologia, Università degli Studi di Bologna I dati dell ISTAT del 2004 riportano che circa 2,6 milioni di persone con

Dettagli

Disturbi Psicotici: Evidenze nell approccio assistenziale alla famiglia

Disturbi Psicotici: Evidenze nell approccio assistenziale alla famiglia Disturbi Psicotici: Evidenze nell approccio assistenziale alla famiglia DAI, Paolo Barelli Le attuali conoscenze sulla psicosi ed in particolare sulla schizofrenia attribuiscono un ruolo importante alla

Dettagli

La Mindfulness nella psicoterapia cognitivo comportamentale

La Mindfulness nella psicoterapia cognitivo comportamentale La Mindfulness nella psicoterapia cognitivo comportamentale Dott.ssa Beatrice Corsale Psicologa Psicoterapeuta La terapia cognitivo comportamentale Terapia comportamentale Nasce negli anni 50 Gli oggetti

Dettagli

DAI SOCIAL SKILLS TRAINING ALLE

DAI SOCIAL SKILLS TRAINING ALLE PSICOTERAPIA E COMPETENZE SOCIALI: DAI SOCIAL SKILLS TRAINING ALLE TERAPIE DI TERZA GENERAZIONE Luigi Gastaldo, Antonella Bressa, Romina Castaldo, Viola Galleano, Elvezio Pirfo Dipartimento di Salute Mentale

Dettagli

Alberto Zuliani Associazione di volontariato Una breccia nel muro

Alberto Zuliani Associazione di volontariato Una breccia nel muro Alberto Zuliani Associazione di volontariato Una breccia nel muro L esigibilità dei servizi alla persona disabile in tempi di crisi Palazzo Valentini Roma 28 Ottobre 2011 L autismo è un disturbo neurobiologico

Dettagli

LA PSICOTERAPIA PSICODINAMICA FRA TRATTAMENTI INDIVIDUALI E GRUPPO DI LAVORO. Dr. Marco Monari 10, 29 e 31 0ttobre 2013

LA PSICOTERAPIA PSICODINAMICA FRA TRATTAMENTI INDIVIDUALI E GRUPPO DI LAVORO. Dr. Marco Monari 10, 29 e 31 0ttobre 2013 LA PSICOTERAPIA PSICODINAMICA FRA TRATTAMENTI INDIVIDUALI E GRUPPO DI LAVORO Dr. Marco Monari 10, 29 e 31 0ttobre 2013 ALCUNI PREGIUDIZI NEI CONFRONTI DEI PAZIENTI CON DBP E DELLA LORO CURA Il DBP come

Dettagli

L intervento nei Disturbi dello Spettro Autistico in adolescenza e in età adulta

L intervento nei Disturbi dello Spettro Autistico in adolescenza e in età adulta L intervento nei Disturbi dello Spettro Autistico in adolescenza e in età adulta Dr.ssa Roberta Fadda Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia Università di Cagliari robfadda@unica.it A18 onlus

Dettagli

Il programma si compone di due ricerche internazionali sulle valutazioni legate all assistenza degli individui affetti da tali patologie.

Il programma si compone di due ricerche internazionali sulle valutazioni legate all assistenza degli individui affetti da tali patologie. Keeping Care Complete Sintesi dei risultati internazionali Keeping Care Complete ha l obiettivo di esaminare e creare consapevolezza circa le questioni emotive e sociali associate al trattamento e all

Dettagli

Prof. Tullio Scrimali

Prof. Tullio Scrimali Prof. Tullio Scrimali Insegnamento di Psicologia Clinica delle Dipendenze Modulo Settore scientifico-disciplinare Anno di corso Periodo didattico Numero totale di crediti Prerequisiti (se previsti) Propedeuticità

Dettagli

Tullio Scrimali e Damiana Tomasello

Tullio Scrimali e Damiana Tomasello Tullio Scrimali e Damiana Tomasello ANALISI COMPONENZIALE DEI PROTOCOLLI COGNITIVO-COMPORTAMENTALI PER IL TRATTAMENTO DELLA SCHIZOFRENIA Dalla ricerca allo sviluppo di un protocollo operativo evidence-based,

Dettagli

Live the Life: intervento di coterapia integrato per

Live the Life: intervento di coterapia integrato per XVI CONGRESSO AIAMC- PESCARA - 25/28 OTTOBRE 2012 Benessere e consapevolezza in psicoterapia: Nuove tendenze nell approccio cognitivo comportamentale. Live the Life: intervento di coterapia integrato per

Dettagli

Schema per la stesura dei Progetti CCM

Schema per la stesura dei Progetti CCM Ministero della Salute Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie Schema per la stesura dei Progetti CCM Tabella 1. Struttura del progetto GRIGLIA DI PROGETTAZIONE TITOLO E RIFERIMENTI

Dettagli

AGGIORNAMENTO INSEGNANTI

AGGIORNAMENTO INSEGNANTI AGGIORNAMENTO INSEGNANTI Vengono proposti moduli di aggiornamento destinati a insegnanti, dalla scuola per l infanzia alla scuola secondaria. Questi corsi possono essere realizzati all interno di una singola

Dettagli

PROGETTO CAREGIVER ''Sostenere chi sostiene''

PROGETTO CAREGIVER ''Sostenere chi sostiene'' PROGETTO CAREGIVER ''Sostenere chi sostiene'' Studio Associato di Psicologia Dott.ssa Boschetti Manuela Dott.ssa Bronzetti Romina Dott.ssa Croatti Roberta Dott.ssa Zanotti Ilenia Cell. 334 8458393 Cell.

Dettagli

ROMA, 12-13 MARZO 2016

ROMA, 12-13 MARZO 2016 Associazione di Psicologia Cognitiva Scuola di Psicoterapia Cognitiva s.r.l SCUOLA DI PSICOTERAPIA COGNITIVA S.R.L. ASSOCIAZIONE DI PSICOLOGIA COGNITIVA Direttore delle scuole : Prof. Francesco Mancini

Dettagli

I Problemi di Salute Mentale negli Adolescenti e nei Giovani Adulti.

I Problemi di Salute Mentale negli Adolescenti e nei Giovani Adulti. I Problemi di Salute Mentale negli Adolescenti e nei Giovani Adulti. 1 Note e Aggiornamenti sulle Terapie anche Farmacologiche. DSM-ASS1 Triestina A cura del Gruppo di Lavoro su Farmacoeconomia e Uso Appropriato

Dettagli

Individual Placement and Support: From research to practice. Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla ricerca alla pratica

Individual Placement and Support: From research to practice. Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla ricerca alla pratica Individual Placement and Support: From research to practice Collocazione e Sostegno Individuale: Dalla ricerca alla pratica Miles Rinaldi Head of Recovery & Social Inclusion Sfide Sistemi Nazionali / regionali

Dettagli

DALLA DIAGNOSI AL TRATTAMENTO

DALLA DIAGNOSI AL TRATTAMENTO DALLA DIAGNOSI AL TRATTAMENTO Classificazione Blaszczynski (1991, 2000) Tre tipologie giocatori Giocatori patologici non patologici Giocatori emotivamente disturbati Giocatori con correlati biologici Tratto

Dettagli

Le variabili che mantengono e influenzano Gambling Gioco d Azzardo Patologico

Le variabili che mantengono e influenzano Gambling Gioco d Azzardo Patologico Proceedings of the 9th International Conference Verona, 9 th - 10 th May 2013 Le variabili che mantengono e influenzano Gambling Gioco d Azzardo Patologico Silvia Ruggiero, Roberto Cattivelli Università

Dettagli

La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment.

La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment. La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment. A. Genovese, M. Bassetti, S. Scaramuzza Centro per i Disturbi del Comportamento

Dettagli

Famiglie partner del trattamento. Advocacy, interventi psicoeducativi e auto-mutuo-aiuto nei disturbi mentali

Famiglie partner del trattamento. Advocacy, interventi psicoeducativi e auto-mutuo-aiuto nei disturbi mentali Famiglie partner del trattamento. Advocacy, interventi psicoeducativi e auto-mutuo-aiuto nei disturbi mentali gruppo di lavoro SIRIF a cura di Massimo Clerici, Ester di Giacomo, Francesco Bartoli, Francesca

Dettagli

PERSONALITA STABILE (Eysenck, 1967) ALTERAZIONI COMPORTAMENTALI ORIGINE ORGANICA

PERSONALITA STABILE (Eysenck, 1967) ALTERAZIONI COMPORTAMENTALI ORIGINE ORGANICA L approccio bio-psico-sociale al disturbo di personalità IL DISTURBO DI PERSONALITÀ SECONDARIO A GRAVE CEREBROLESIONE: UNA PATOLOGIA DI CONFINE 5 giugno 2013 Rocca di Fontanellato Benedetta Basagni Psicologa

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA TERAPIA DIALETTICO COMPORTAMENTALE (DBT) Maria Elena Ridolfi

INTRODUZIONE ALLA TERAPIA DIALETTICO COMPORTAMENTALE (DBT) Maria Elena Ridolfi INTRODUZIONE ALLA TERAPIA DIALETTICO COMPORTAMENTALE (DBT) Maria Elena Ridolfi Ideata da M.Linehan come trattamento ambulatoriale per pazienti di sesso femminile con condotte parasuicidarie Supportata

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Angela Fantoni Coordinatore Infermieristico fanangi1@gmail.com SPEDALI CIVILI BRESCIA, Gussago (BS)

Dettagli

Parte IV - TRATTAMENTO PSICO-SOCIALE

Parte IV - TRATTAMENTO PSICO-SOCIALE Parte IV - TRATTAMENTO PSICO-SOCIALE Luc De Vreese, Rabih Chattat, Guido Gori, Elisabetta Mecatti, Anna Maria Mello, Sara De Montis, Pier Luigi Oscari, Silvia Ragni INTRODUZIONE (1) I farmaci oggi a disposizione

Dettagli

I I percorsi psicologici evidence based per i disturbi emotivi-affettivi perinatali

I I percorsi psicologici evidence based per i disturbi emotivi-affettivi perinatali I I percorsi psicologici evidence based per i disturbi emotivi-affettivi perinatali Alessandra Bramante Convegno: I SERVIZI DI SUPPORTO ALLA MATERNITA La costruzione di una rete Camposampiero, 6 marzo

Dettagli

La depressione. A cura di Roberta Longo

La depressione. A cura di Roberta Longo La depressione A cura di Roberta Longo Etimologicamente, il termine depressione proviene dal latino depressio, che indica uno stato di abbattimento o infossamento. In relazione ai disturbi dell umore,

Dettagli

INDAGINE SUL LIVELLO DI STRESS NEI FAMILIARI CAREGIVERS DI PERSONE CON DISABILITA'

INDAGINE SUL LIVELLO DI STRESS NEI FAMILIARI CAREGIVERS DI PERSONE CON DISABILITA' INDAGINE SUL LIVELLO DI STRESS NEI FAMILIARI CAREGIVERS DI PERSONE CON DISABILITA' A. Ferrari*, M. Salati** D. Folloni *** * Responsabile SOS Residenza Psichiatrica Guastalla, Dipartimento Salute Mentale

Dettagli

DATI GENERALI DEL PROGETTO

DATI GENERALI DEL PROGETTO 1 ALL.2) DATI GENERALI DEL PROGETTO AZIENDA SANITARIA PROPONENTE: ASL 10 DI FIRENZE UFSMA/MOM SMA 5 FIRENZE TITOLO PROGETTO: PSICOEDUCAZIONE CON FAMIGLIE DI PSICOTICI, DIAGNOSI E RIABILITAZIONE COGNITIVA:

Dettagli

Co-evoluzione positiva della relazione genitori-bambini: come fronteggiare lo stress competitivo. Vincent Kenny

Co-evoluzione positiva della relazione genitori-bambini: come fronteggiare lo stress competitivo. Vincent Kenny Co-evoluzione positiva della relazione genitori-bambini: come fronteggiare lo stress competitivo Vincent Kenny GENITORE DEL TENNISTA: UN MESTIERE CHE SI IMPARA Conferenza organizzata nell ambito del torneo

Dettagli

SCUOLA DI PSICOTERAPIA COGNITIVA DIRETTORE: FRANCESCO MANCINI. SEDE DI GROSSETO Responsabile Sede: Andrea Gragnani IL TRATTAMENTO

SCUOLA DI PSICOTERAPIA COGNITIVA DIRETTORE: FRANCESCO MANCINI. SEDE DI GROSSETO Responsabile Sede: Andrea Gragnani IL TRATTAMENTO SCUOLA DI PSICOTERAPIA COGNITIVA DIRETTORE: FRANCESCO MANCINI SEDE DI GROSSETO Responsabile Sede: Andrea Gragnani IL TRATTAMENTO DEL DISTURBO BORDERLINE DI PERSONALITÀ GROSSETO 2013 Il Master intende formare

Dettagli

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico Perché parlare di gestione emotiva? ADHD è un disturbo che colpisce

Dettagli

RISCHIO PSICOSOCIALE E PROMOZIONE DEL BENESSERE DELL ORGANIZZAZIONE

RISCHIO PSICOSOCIALE E PROMOZIONE DEL BENESSERE DELL ORGANIZZAZIONE DR.SSA GIULIANA GIAMPIERI Psicologa e Psicoterapeuta Azienda USL di Rieti Gruppo di lavoro per la valutazione del rischio psicosociale RISCHIO PSICOSOCIALE E PROMOZIONE DEL BENESSERE DELL ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo.

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo. Keeping Care Complete Psychiatrist Survey Focus sull Italia Background Obiettivo dell indagine Keeping Care Complete è comprendere - in relazione alle malattie mentali gravi - quale ruolo e quale influenza

Dettagli

Curriculum Studi. Iscritta all Ordine degli Psicologi del Piemonte Albo A n iscrizione 6641

Curriculum Studi. Iscritta all Ordine degli Psicologi del Piemonte Albo A n iscrizione 6641 Curriculum Studi Dott.ssa Romina Oppici Nata a Biella (BI) il 03/01/1984 Psicologa Clinica Iscritta all Ordine degli Psicologi del Piemonte Albo A n iscrizione 6641 Esperienza professionale 12/1/2015 Conduzione

Dettagli

La Terapia Cognitivo Comportamentale in Caso di Diabete. Dott. Alessandro Carmelita Istituto di Scienze Cognitive Srl WWW.VICINOATE.

La Terapia Cognitivo Comportamentale in Caso di Diabete. Dott. Alessandro Carmelita Istituto di Scienze Cognitive Srl WWW.VICINOATE. La Terapia Cognitivo Comportamentale in Caso di Diabete Dott. Alessandro Carmelita Istituto di Scienze Cognitive Srl WWW.VICINOATE.COM Quello che pensiamo e quello che sentiamo Spesso pensieri ed emozioni

Dettagli

INTERVENTI PER LO SVILUPPO DELLE ABILITA SOCIALI NEI PDD

INTERVENTI PER LO SVILUPPO DELLE ABILITA SOCIALI NEI PDD INTERVENTI PER LO SVILUPPO DELLE ABILITA SOCIALI NEI PDD G. Doneddu*, R. Fadda** *Centro Regionale per i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo, **Azienda Ospedaliera G. Brotzu Dipartimento di Psicologia, Università

Dettagli

Segreteria organizzativa Referente: Nicoletta Suter Telefono: 0434 659830 Fax: 0434 659864 E-mail: nsuter@cro.it

Segreteria organizzativa Referente: Nicoletta Suter Telefono: 0434 659830 Fax: 0434 659864 E-mail: nsuter@cro.it (IRCCRO_00792) Narrazioni e coping nelle crisi di cambiamento Crediti assegnati: 8.8 Durata: 7 ore Tipo attività formativa: Formazione Residenziale Tipologia: Seminario, workshop Organizzato da: I.R.C.C.S.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCOLARI GIULIA Indirizzo Telefono 3470160958 Fax E-mail VIA SENECA, 13 ARZIGNANO (VI) giuliasco78@gmail.com

Dettagli

Presentazione di Giorgio Nardone Presentazione di Giovanni Poles Presentazione di Ines Testoni

Presentazione di Giorgio Nardone Presentazione di Giovanni Poles Presentazione di Ines Testoni Indice Presentazione di Giorgio Nardone XIX Presentazione di Giovanni Poles XXI Presentazione di Ines Testoni Emozioni senza via d uscita XXIII XXVII Parte teorica Capitolo 1 Lutto e perdita: dalle definizioni

Dettagli

SCHEMA THERAPY nel trattamento

SCHEMA THERAPY nel trattamento seminariodi due giorni SCHEMA THERAPY nel trattamento dei DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE RELATRICE Vartouhi Ohanian Consultant Clinical Psychologist In collaborazione con Schema Therapy UK Un organizzazione

Dettagli

Programma di inclusione sociale per pazienti all esordio: condivisione di attività ; lavoro, studio, volontariato

Programma di inclusione sociale per pazienti all esordio: condivisione di attività ; lavoro, studio, volontariato Programma di inclusione sociale per pazienti all esordio: condivisione di attività ; lavoro, studio, volontariato Corso Regionale Esordi Psicotici: 5 Modulo Emanuela Ferri Considerato che: L esordio si

Dettagli

I servizi di counseling in favore degli studenti universitari

I servizi di counseling in favore degli studenti universitari I servizi di counseling in favore degli studenti universitari Paolo Moderato Università IULM, Milano IESCUM, Istituto Europeo per lo Studio del Comportamento Umano NUOVE TECNOLOGIE PER I SERVIZI DI COUNSELING

Dettagli

Dialectical Behavior Therapy

Dialectical Behavior Therapy Dialectical Behavior Therapy La SIDBT organizza un Training Intensivo sulla Dialectical Behavior Therapy-DBT nel 2014: il training è riconosciuto dal Linehan Institute. Il training sarà condotto in lingua

Dettagli

VOLONTARI E FAMIGLIE IN RETE PER LA SALUTE MENTALE. Edizione 2015

VOLONTARI E FAMIGLIE IN RETE PER LA SALUTE MENTALE. Edizione 2015 VOLONTARI E FAMIGLIE IN RETE PER LA SALUTE MENTALE Edizione 2015 Il training alle abilità sociali e l auto aiuto come strumenti di riabilitazione e inclusione sociale Dr.ssa Mariella Battipaglia Diagnosi

Dettagli

Perché mi sono ammalato?

Perché mi sono ammalato? Perché mi sono ammalato? Depressione Maggiore Modello eziopatogenetico Ereditarietà Eventi traumatici precoci Sesso Disturbi d Ansia Personalità Eventi stressanti Malattie somatiche Modificazione funzionamento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Fax E-mail MARIA PONTILLO maria.pontillo@opbg.net maria.pontillo@uniroma1.it Nazionalità Data di nascita

Dettagli

AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA

AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività VIII CONGRESSO NAZIONALE AIDAI AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA Pescara 16/17 settembre 2011 Difficoltà comportamentali e relazioni sociali in adolescenza

Dettagli

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari VI Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER (UVA)NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Roma 16 novembre 2012 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ADI PER PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSAI - MARCONI

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSAI - MARCONI SERVIZIO PSICOLOGICO SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO ROSAI - MARCONI IN COLLABORAZIONE PROGETTO A.S. 2013-2014 Sintesi dati Servizio di Psicologia Scolastica FOCUS prevenzione e supporto INTERVENTO sostegno

Dettagli

Lavorare con le famiglie negli esordi psicotici: un intervento strutturato per i caregiver

Lavorare con le famiglie negli esordi psicotici: un intervento strutturato per i caregiver Giornale Italiano di Medicina del Lavoro ed Ergonomia Supplemento B, Psicologia PI-ME, Pavia 2008 2008; Vol. 30, N. 3: B62-B70 ISSN 0391-9889 A. Alpi, A Cocchi, A. Meneghelli, N. Pafumi, G. Patelli Lavorare

Dettagli

Il viaggiatore sopra il mare di nebbia

Il viaggiatore sopra il mare di nebbia Piano per la Promozione della Salute Dipartimento Salute Mentale Il viaggiatore sopra il mare di nebbia Sostegno ai caregiver di malati psichici. Studio di esito nel percorso dei Piani per la Salute. Gennaio

Dettagli

L ASSOCIAZIONE. Forma i terapisti alle metodologie cognitivo-comportamentali.

L ASSOCIAZIONE. Forma i terapisti alle metodologie cognitivo-comportamentali. L ASSOCIAZIONE Si prende cura dei bambini autistici dai 2 ai 14 anni, mediante percorsi cognitivocomportamentali, personalizzati e intensivi per migliorare la qualità della loro vita subito e per il futuro.

Dettagli

GLI APPROCCI ABA E TEACCH: UN CONFRONTO

GLI APPROCCI ABA E TEACCH: UN CONFRONTO GLI APPROCCI ABA E TEACCH: UN CONFRONTO Carlo Ricci (Direttore dell Istituto Walden di Roma www.istituto-walden.it) Istituto.Walden@tin-it ABA TEACCH The University of California at Los Angeles (UCLA)

Dettagli

La normalizzazione del suo stato di allarme ( e delle successive crisi di panico, che anche molti altri individui avrebbero potuto provare in quelle

La normalizzazione del suo stato di allarme ( e delle successive crisi di panico, che anche molti altri individui avrebbero potuto provare in quelle Esempio Clinico Un paziente soffriva di delirio persecutorio ed ogni volta che si trovava per strada, credendo di essere continuamente spiato ed osservato, avvertiva notevoli sintomi ansiosi che in alcuni

Dettagli

PROSPETTO GENERALE. Primo anno (500 ore)

PROSPETTO GENERALE. Primo anno (500 ore) PROSPETTO GENERALE Primo anno (500 ore) 1. Metodologia, Psicologia generale e Psicologia dello Sviluppo I principali indirizzi psicoterapeutici 48 ore 2. Teorie e tecniche comportamentali e cognitive 168

Dettagli

FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI TENUTA DA DOTT.SSA PAOLA MOROSINI DOTT.SSA ARIANNA BORCHIA DOTT.SSA TATIANA QUINTINI 24 E 31 OTTOBRE 2012

FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI TENUTA DA DOTT.SSA PAOLA MOROSINI DOTT.SSA ARIANNA BORCHIA DOTT.SSA TATIANA QUINTINI 24 E 31 OTTOBRE 2012 FORMAZIONE PER GLI INSEGNANTI TENUTA DA DOTT.SSA PAOLA MOROSINI DOTT.SSA ARIANNA BORCHIA DOTT.SSA TATIANA QUINTINI 24 E 31 OTTOBRE 2012 Cosa é l ADHD? Il Disturbo da Deficit dell attenzione ed iperattività,

Dettagli

COMORBILITA Studio MTA (Multimodal Treatment for ADHD)

COMORBILITA Studio MTA (Multimodal Treatment for ADHD) COMORBILITA Studio MTA (Multimodal Treatment for ADHD) ADHD 14% Conduct disorder 11% Tic 4% Mood 40% Oppositional defiant disorder (ODD) 34% Anxiety The MTA Cooperative Group (1999). A 14-month randomized

Dettagli

Analizzare le lenti o confrontare i soggetti?

Analizzare le lenti o confrontare i soggetti? I Congresso della Società Italiana di Psicoterapia La psicoterapia in evoluzione - Nuove idee a confronto Roma, 21-24 settembre 2011 Fotografare l efficacia della terapia familiare e di coppia sistemica:

Dettagli

Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue

Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue «Etica e Ricerca per assistere e curare in oncologia» III Congresso Nazionale AIIAO Ancona, 29-31 Maggio 2014 Carla Pedrazzani Istituto Oncologico della

Dettagli

PSICOTERAPIA COGNITIVA QUALE INTEGRAZIONE

PSICOTERAPIA COGNITIVA QUALE INTEGRAZIONE PSICOTERAPIA COGNITIVA QUALE INTEGRAZIONE POSSIBILE? IL CAMPO DELLE TERAPIE COGNITIVE -Terapia Razionale - Emotiva -Terapia Cognitiva (classica) -Terapia Cognitivo-Comportamentale -Terapia Cognitivo-Sociale

Dettagli

La rete ospedale-territorio per la lotta al dolore. 23 maggio 2012

La rete ospedale-territorio per la lotta al dolore. 23 maggio 2012 La rete ospedale-territorio per la lotta al dolore. 23 maggio 2012 Quali bisogni in cure palliative pediatriche Individuarli per orientare la risposta assistenziale Dorella Scarponi, Ivanna Gasparini Domain

Dettagli

Disabilità e interventi riabilitativi nelle psicosi

Disabilità e interventi riabilitativi nelle psicosi Disabilità e interventi riabilitativi nelle psicosi Prof.ssa Armida Mucci Dipartimento di Salute Mentale e Fisica e Medicina Preventiva Università di Napoli SUN Classificazione Internazionale del Funzionamento,

Dettagli

DISABILITA E COMUNICAZIONE DELLA DIAGNOSI ALLE FAMIGLIE

DISABILITA E COMUNICAZIONE DELLA DIAGNOSI ALLE FAMIGLIE DISABILITA E COMUNICAZIONE DELLA DIAGNOSI ALLE FAMIGLIE Le famiglie di fronte alla disabilità La situazione di disabilità viene vissuta come inaccettabile o, per meglio dire, come un lutto familiare. (Dell

Dettagli

per caregiveral S. Martino Maria Paola Barbieri

per caregiveral S. Martino Maria Paola Barbieri La cura oltre il paziente : corsi per caregiveral S. Martino Maria Paola Barbieri Chi è il caregiver? Un inchiesta tra i familiari Il caregiver E una donna nel 70% dei casi E un figlia/o nel 47% E il coniuge

Dettagli

PRIMA PARTE: COMPORTAMENTI PROBLEMATICI NELL INTERAZIONE

PRIMA PARTE: COMPORTAMENTI PROBLEMATICI NELL INTERAZIONE PRIMA PARTE: COMPORTAMENTI PROBLEMATICI NELL INTERAZIONE Rientrano in questa categoria l'insieme di difficoltà comunicazionali e relazionali che spesso coinvolgono l'ansia e la scarsa autostima, ma anche

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

in collaborazione con organizzano il Seminario DBT E ADOLESCENTI Roma, 4 dicembre 2015 Previsto l accreditamento ECM e l'attestato di partecipazione

in collaborazione con organizzano il Seminario DBT E ADOLESCENTI Roma, 4 dicembre 2015 Previsto l accreditamento ECM e l'attestato di partecipazione in collaborazione con Scuola di Psicoterapia Cognitiva s.r.l organizzano il Seminario DBT E ADOLESCENTI condotto da CHARLES R. SWENSON Roma, 4 dicembre 2015 Previsto l accreditamento ECM e l'attestato

Dettagli

Analisi di pratiche e interventi Evidence Based per l autismo

Analisi di pratiche e interventi Evidence Based per l autismo Analisi di pratiche e interventi Evidence Based per l autismo Dott. Giovanni Valeri UOC Neuropsichiatria Infantile IRCCS OPBG Dall Attenzione Congiunta alla Cooperazione: un Modello Evoluzionistico-Evolutivo

Dettagli

APPLICAZIONE DI UN TRATTAMENTO METACOGNITIVO DI GRUPPO PER BAMBINI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE CON

APPLICAZIONE DI UN TRATTAMENTO METACOGNITIVO DI GRUPPO PER BAMBINI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE CON APPLICAZIONE DI UN TRATTAMENTO METACOGNITIVO DI GRUPPO PER BAMBINI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DELL ATTENZIONE CON IPERATTIVITÀ E DI UN PERCORSO DI PARENT TRAINING RIVOLTO AI GENITORI Laura Vanzin,

Dettagli

14.30-15.30 IV SESSIONE: Il contributo dei Centri Diurni-parte II Moderatore: R. Nicoli

14.30-15.30 IV SESSIONE: Il contributo dei Centri Diurni-parte II Moderatore: R. Nicoli 14.30-15.30 IV SESSIONE: Il contributo dei Centri Diurni-parte II Moderatore: R. Nicoli I servizi socio-sanitari della IHG per l Alzheimer: UVA, Reparti di degenza, Centro Diurno, Assistenza domiciliare,

Dettagli

Quando un sintomo non è solo fisico

Quando un sintomo non è solo fisico SEMINARIO Quando un sintomo non è solo fisico Luciana Biancalani & Alessandra Melosi 16 Convegno Pediatrico Firenze 11-12 novembre 2011 Disturbi non solo fisici problemi psicologici conseguenti a disturbi

Dettagli

Giovani e strategie di prevenzione delle dipendenze. Fidenza, 21 maggio 2013 Ravasini Alessia Melegari Federico

Giovani e strategie di prevenzione delle dipendenze. Fidenza, 21 maggio 2013 Ravasini Alessia Melegari Federico Giovani e strategie di prevenzione delle dipendenze Fidenza, 21 maggio 2013 Ravasini Alessia Melegari Federico In collaborazione con ADOLESCENZE E DIPENDENZE: PERSONALITÀ, EMOZIONI E RELAZIONI Si è voluto

Dettagli

Evoluzione Prognostica e Ruolo degli Interventi Terapeutici

Evoluzione Prognostica e Ruolo degli Interventi Terapeutici Evoluzione Prognostica e Ruolo degli Interventi Terapeutici Michele Sanza Bologna 11 febbraio 2011 Lo skills Training della DBT nel trattamento integrato del Disturbo Borderline di Personalità 1 Il decorso

Dettagli

Tiziana Aureli Universita di Chieti-Pescara. Quando apprendere è più difficile AIRIPA, 27 Giugno 2015 Pescara

Tiziana Aureli Universita di Chieti-Pescara. Quando apprendere è più difficile AIRIPA, 27 Giugno 2015 Pescara Suscettibilità alle influenze ambientali e gradualità delle specializzazioni funzionali come fattori di plasticità nel primo sviluppo Tiziana Aureli Universita di Chieti-Pescara Quando apprendere è più

Dettagli

Studi sperimentali GIOVANNI FASSONE*, ANTONELLA IVALDI*, MARIA TERESA ROCCHI* **

Studi sperimentali GIOVANNI FASSONE*, ANTONELLA IVALDI*, MARIA TERESA ROCCHI* ** Studi sperimentali Riduzione del drop-out nei pazienti con disturbi gravi di personalità: risultati preliminari di un modello di psicoterapia cognitivocomportamentale integrata, individuale e di gruppo

Dettagli

Come aiutare le persone a motivarsi al cambiamento

Come aiutare le persone a motivarsi al cambiamento Come aiutare le persone a motivarsi al cambiamento Valter Spiller Psicologo, Psicoterapeuta Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze ASL 3 Genova Il contributo del Counseling Motivazionale in Diabetologia

Dettagli

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016 Psicopatologia dell anziano 02 marzo 2016 Invecchiamento e Psicopatogia Salute mentale dell anziano: nuovo campo della psicopatologia. Affinamento dei criteri di diagnosi, costruzione e validazione di

Dettagli

Soroptimist International d Italia Club di Varese. Conosciamo il nostro Genoma Varese, 20 aprile 2013. Eugenia Trotti

Soroptimist International d Italia Club di Varese. Conosciamo il nostro Genoma Varese, 20 aprile 2013. Eugenia Trotti Soroptimist International d Italia Club di Varese Conosciamo il nostro Genoma Varese, 20 aprile 2013 Implicazioni Psicologiche delle indagini genetiche Eugenia Trotti Università degli Studi dell Insubria

Dettagli

DOTT.SSA SIMONA DI GIOVANNI

DOTT.SSA SIMONA DI GIOVANNI DOTT.SSA SIMONA DI GIOVANNI PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA PROFILO Il mio primo percorso formativo ha preso avvio nel contesto ospedaliero del Policlinico A. Gemelli. La possibilità di poter usufruire di contratti

Dettagli

AUTISMO : COME E COSA FARE

AUTISMO : COME E COSA FARE AUTISMO : COME E COSA FARE Quale formazione? Florinda Ferrara Psicologa 25/09/2015 Obiettivi del corso Introdurre alla problematica dell autismo e del suo trattamento Offrire stimoli per la programmazione

Dettagli

Data di pubblicazione. ottobre 2011. Data di aggiornamento. ottobre 2015

Data di pubblicazione. ottobre 2011. Data di aggiornamento. ottobre 2015 Data di pubblicazione ottobre 2011 Data di aggiornamento ottobre 2015 LINEA GUIDA Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti Critiche infondate Critiche pertinenti

Dettagli

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA Convegno Nazionale Società Italiana di Chirurgia Ginecologica Endometriosi: patologia, clinica ed impatto sociale Sabato 8 Marzo 2014 - Bergamo ENDOMETRIOSI DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA A. Signorelli

Dettagli

Claudio Vio psicologo-psicoterapeuta UO di NPI San Donà di Piave, Direttivo AIRIPA

Claudio Vio psicologo-psicoterapeuta UO di NPI San Donà di Piave, Direttivo AIRIPA Centro Territoriale per l Integrazione degli alunni con disabilità Treviso Centro Claudio Vio psicologo-psicoterapeuta UO di NPI San Donà di Piave, Direttivo AIRIPA Attention Deficit Hyperactivity Disorders

Dettagli

Matteo Balestrieri. Cattedra di Psichiatria - Università di Udine

Matteo Balestrieri. Cattedra di Psichiatria - Università di Udine Matteo Balestrieri Cattedra di Psichiatria - Università di Udine ) "$$ "! $$ #$ " " (& %" &! '& *+,-,. //# 012)2"$ 3.4 4 5,!.#&&, 0 (67 4-!$6 7 4-8, 9:.7

Dettagli

SESSIONE DI PSICOLOGIA CLINICA ED EDUCATIVA CLINICAL AND EDUCATIONAL PSYCHOLOGY TRACK

SESSIONE DI PSICOLOGIA CLINICA ED EDUCATIVA CLINICAL AND EDUCATIONAL PSYCHOLOGY TRACK SESSIONE DI PSICOLOGIA CLINICA ED EDUCATIVA CLINICAL AND EDUCATIONAL PSYCHOLOGY TRACK 90 Journal of Applied Radical Behavior Analysis 91 SYMPOSIUM I: APPROCCI DI TERZA GENERAZIONE E SCIENZA ABA NEI DIFFERENTI

Dettagli

Percorsi riabilitativi, presa in carico della complessità dei bisogni

Percorsi riabilitativi, presa in carico della complessità dei bisogni Percorsi riabilitativi, presa in carico della complessità dei bisogni Dario Lamonaca C.S.M. Aulss 21 Legnago VR Mestre, 22 ottobre 2014 Convegno Regionale sulla Salute Mentale La riabilitazione psichiatrica:

Dettagli

Tra mente e corpo aspetti psicologici e relazionali

Tra mente e corpo aspetti psicologici e relazionali Tra mente e corpo aspetti psicologici e relazionali Dott.ssa Chiara Magatti Psicologa psicoterapeuta, specialista in psicologia della salute 1 Stare bene! Senso di padronanza e controllo sulla propria

Dettagli

TEMPI, LUOGHI, PERSONE E FARMACI NELLA CURA DEI CASI CON DOPPIA DIAGNOSI. GIUSEPPE ZANDA www.psichiatragiuseppezanda.com

TEMPI, LUOGHI, PERSONE E FARMACI NELLA CURA DEI CASI CON DOPPIA DIAGNOSI. GIUSEPPE ZANDA www.psichiatragiuseppezanda.com TEMPI, LUOGHI, PERSONE E FARMACI NELLA CURA DEI CASI CON DOPPIA DIAGNOSI GIUSEPPE ZANDA www.psichiatragiuseppezanda.com Lucca, 7 settembre 2013 Definizione Problemi correlati Modelli di trattamento Principi

Dettagli

Progetto regionale di prevenzione LIFE SKILLS TRAINING

Progetto regionale di prevenzione LIFE SKILLS TRAINING Dipartimento Dipendenze Progetto regionale di prevenzione LIFE SKILLS TRAINING 26-29 29 settembre 2011 Life Skills Training (SLT) Il Life Skills Training (LST) è un programma di prevenzione triennale di

Dettagli