Luciano Gubinelli Utile Vocabolario. Marcellinense

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Luciano Gubinelli Utile Vocabolario. Marcellinense"

Transcript

1 Luciano Gubinelli Utile Vocabolario Marcellinense

2 Finito di stampare nel maggio 1994 presso la tipolitografia VELIGRAF Montecelio Tel. 0774/ per conto dell'autore Luciano Gubinelli Foto in copertina di Aldo Iacovelli DIRITTI RISERVATI ALL'AUTORE

3 Luciano Gubinelli Utile Vocabolario Marcellinense Marcellina 1994

4 A mia madre che m'insegnò il dialetto verace e genuino di Marcellina. A mio padre che con la fatica delle braccia il sudore della fronte ed il sapore della terra mi educava e mi insegnava la cultura di Marcellina.

5 PRESENTAZIONE Sono lieto di presentare questo volume che, attraverso il tipico linguaggio "Dialettale" diventa strumento di scoperta di tradizioni, costumi, modi di vita tipici del nostro paese. Gubinelli Luciano, autore di questa pubblicazione ha tracciato infatti il percorso storico del linguaggio dialettale facendo riaffiorare "Sapori Antichi". Il volume assume valore di "documento" che testimonia una cultura passata ma ancora viva nel ricordo e nella riscoperta di antichi riti e tradizioni comuni. Intendo esprimere il mio più vivo compiacimento all'autore e un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell'opera. IL SINDACO Dott. Arch. Cesare Placidi

6 ABBREVIAZIONI cfr confronta dim. diminutivo dispreg. dispregiativo es. esempio femm. femminile impers. impersonale loc. avv. locuzione avverbiale p. p. participio passato pl. plurale q.no qualcuno q.sa qualcosa scient. scientifico sogg. soggetti v. vedi v.p. vedi proverbi v.s.a. vedi scheda anatomia vezzeg. vezzeggiativo

7 CENNI STORICI Il più importante monumento d'arte che si conserva a Marcellina è la Chiesa di Santa Maria in Monte Dominici che sembra sorta sui resti di una villa romana del IV secolo d.c. appartenente a Quintilio Varo. Nelle sue immediate vicinanze, nella zona di Monteverde, alla base del Fosso della Scarpellata, si trovano anche resti di altre tre ville costruite verso la fine dell'età repubblicana. Il primo reale riferimento al Castello di Marcellina il Castrum Marcellini, si fa nel 1153 in una bolla di Papa Anastasio IV che fa riferimento, prendendolo sotto la sua protezione, al Monastero di S. Maria in Monte Dominici, esentandola da qualsiasi prestazione o servigio verso Gregorio di Marcellinum, verso i signori di Palombara e quelli di Monticelli. I Marcellini furono feudatari per almeno tre secoli e Marcellina conserva, oltre al nome, anche lo stemma della nobile famiglia: sei rose d'argento su uno sfondo azzurro e l'aquila bicipite, stemma che appare anche a Roma nella casa di Giovanni Marcellini. Successivamente, nel 1218, ritroviamo S. Maria in Monte Dominici, le sue dipendenze e Marcellinum confermati all'abbazia di San Paolo in una Bolla di Papa Onorio III. Nel 1391 Bonifacio IX affidò il feudo a Giacomo Orsini sottraendolo di fatto all'abbazia di San Paolo, proprietà che fu confermata da Eugenio IV nel Gli Orsini nel 1558 vendettero il feudo di Marcellina al Cardinale Federico Cesi; nel 1678, infine, la famiglia Cesi lo cedette al Principe Giovan Battista Borghese. Marcellina fin dal XV secolo era assoggettata a San Polo, centro più importante, nel 1827, nel primo ordinamento comunale disposto da Papa Leone XII, era considerata frazione di San Polo. Fu soltanto nel 1909, sotto il regno d'italia, che divenne comune

8 autonomo. La Chiesa di Santa Maria in Monte Dominici, cui abbiamo fatto cenno prima, presenta un campanile medioevale con bifore e trifore, e contiene delle importanti testimonianze d'arte, come gli affreschi in cui vengono narrate storie dell'antico e Nuovo Testamento, storie escatologiche e storia della vita di San Pietro, nonché una Madonna col Bambino del XIII secolo. Intorno all'anno mille, con la costruzione delle prime case attorno alla chiesa, andò gradatamente formandosi il primo nucleo della cittadina. ITINERARI TURISTICI CONSIGLIATI ALL'INTERNO DEL PARCO REGIONALE NATURALE DEI MONTI LUCRETILI Monte Gennaro, alt mt., massiccio dei Lucretili la cui vetta fu scelta come punto trigonometrico da Boscovich e Padre Secchi. Terrazzamenti in opera poligonale, visitabili sul Colle di Castiglione e sulle pendici del Gennaro. Pratone di Monte Gennaro, alt mt., dove è sito l'anfiteatro Linceo, meta preferita per le escursioni dell'accademia dei Lincei nel XVII sec. Valle Cavallera, raggiungibile dal pratone di Monte Gennaro, un suggestivo percorso tra fitti Faggi e Aceri.

9 INTRODUZIONE Il dialetto é la forma di espressione linguistica più viva e naturale di un popolo. Non é un caso che, per quanto riguarda il teatro, alcuni fra i più grandi interpreti e autori italiani come Totò, De Filippo, Petrolini e lo stesso Pirandello (che scrisse le sue prime opere in dialetto siciliano) abbiano espresso la loro arte attraverso il dialetto. Ho pensato così di soffermare la mia attenzione sul dialetto marcellinense, lingua assai varia che attinge qua e là i termini delle proprie espressioni denotando la natura composita della lingua parlata. Non vi é dubbio che la fonte primaria sia stato il latino, tuttora visibile in parole come (pàtrimu, màtrema) dal latino pater meus, mater mea. Tracce di scambi ed immigrazioni si ritrovano nelle influenze dialettali abbruzzesi, umbre, marchigiane, e naturalmente nella componente laziale. La varietà, la spontaneità del Marcellinense si risolvono spesso in modi di dire schietti, arguti immediati propri della lingua dialettale. La fonetica svolge un ruolo fondamentale nella comprensione della lingua, spesso un accento posto su di una stessa parola può attribbuire significati diversi, es. àcito con l'accento sulla à é il comune acito muriatico ecc. mentre acitó con l'accento sulla ó é una malattia che colpisce gli ovini alla milza.molte parole sono tronche, al contrario della lingua italiana, es. zio Domenico é diventato si Dumì, zappare é diventato sappà. Le parole che finiscono con la vocale o come nel latino sono state sotituite dalla u es. lupo, lupu. I verbi all'infinito (are ere ire) hanno avuto un cambiamento in (ane ene ine) es. fare: fane, l'infinito ere è diventato é-éne ed é stato aggiunto a parole come tréne, tre, caffène, caffè, la ire è diventata ine dire, dìne; Il verbo riflessivo arsi é diventato asse aggrapparsi aggrappasse. Alcune lettere dell'alfabeto hanno preso il posto di altre la d al posto della t Antonio ndonio e la t al posto della d, patrimu, padre mio, matre-

10 ma, madre mia, la i al posto della e Gisù, Gesù. Gli articoli indeterminativi al singolare (il, lo) sono diventati lu, il cane lu cane, lo scoiattolo lu scogghjattulu, al plurale (i, gli) sono diventati li, i cani li cani, gli scoiattoli, li scogghjattuli. La preposizione semplice in seguita dalla consonante p, è diventata 'm, in petto, 'mpéttu; in punta 'mbónta. In altri verbi invece la a posta prima del verbo all'infinito indica il dover ripetere la stessa azione es. vinì, revinì, arevinì. Abbiamo visto come gli accenti posti su vocali diverse possono avere significati diversi, alcune parole invece vogliono due accenti come scìulà, altrimenti si leggerebbe sciulà. i diminutivi nel dialetto marcellinense sono: mìccu, michittu, micchittillù, vattu, vattùcciu, ticàma, ticamèlla, ticamellùccia. La fonetica di alcune parole come la gghj e la cchj può confondere il lettore in quanto le consonanti, sono di origine velare gutturale, mentre nel dialetto Marcellinense l'aggiunta della j fa si che diventino apparentemente palatali. L'AUTORE Luciano Gubinelli

11 A a cìccia de pórcu, sulle spalle; portare qualcuno sulle spalle a testa in giù. a dà l'acqua, recarsi in campagna per effettuare la disinfestazione delle piante. a frà, modo di chiamare q.nu di cui non si ricorda il nome, appellandolo genericamente "Franco". a n óre dì, ad un ora del giorno; un ora prima del tramonto. cfr. n óre nòtte. abbacchjttu, abbacchietto. abbàcchju, abbacchio. abbàda, guarda; abbàda che si fòrte. abbadà, perquisire, cercare; p.p. abbadàtu. abbaffà, scrivere; segnare; p.p. abbaffàtu. abbagghjà, abbaiare; p.p. abbagghjàtu. abbanvà, avvampare; lo pà è abbanvàtu: bruciato; p.p. abbanvàtu. abbastà, bastare; fàttelu abbasta; p.p. abbastàtu. abbàsta, basta; sufficiente. abbelà, ricoprire; p.p.abbelàtu. abbeorà, abbeverare; p.p. abbeoràtu. abbeoratùru, abbeveratoio. abbergà, albergare; alloggiare; p.p. abbergàtu. abbèrto, Alberto. abbetà, abitare; p.p. abbetàtu. abbià, avviare; p.p. abbiàtu. abbigghjulìtu malaticcio; rincitrullito. abbindìllu, bidente più piccolo, (v. bbènde). abbindulà, abbindolare; p.p. abbindulàtu. abbitasió, abitazione. àbbitu, vestito maschile elegante. abbitùcciu, vestito femminile poco elegante. abboccàtu, vino dolce. abbotà, avvolgere; p.p. abbotàtu. 1

12 abbotàcchju, sigaretta fatta arrotolando il tabacco nella cartina. abbotatùru, turbinìo di vento; vento a mulinello. abbottà, gonfiare; p.p. te sì abbottàtu come un porcu; p.p. abbottàtu. abbottàsse, gonfiarsi. abbrìle, aprile. abbrucìcciu, puzzo di bruciato. abbrucimmène, v. abbrucìcciu. abbruscà, abbrustolire; p.p. abbruscàtu. abburzòcco, abruzzese. abbuscà, nascondere; p.p. abbuscàtu. abbuttigghjàtu, a forma tonda. accagghjà, trasportare le spighe all àra mediante le càgghje. accampecà, barcollare. accantonà, risparmiare, mettere da parte; p.p. accantonàtu. accantonàsse, scansarsi dalla strada per evitare q.sa o q.no; p.p. accantonàtu. accantosciàsse, v. accantonàsse. accapàce, probabile; possibile; accapàce che domà piòe. accapammónte, loc. avv. su; in alto; verso il monte; sul monte. accapannànzi, loc.avv. davanti ad una certa distanza; cammina accapannànzi: incamminati. accaparrétu, loc. avv. dietro front. accapezzà; raccimolare; p.p. accapezzàtu; cfr. capezzà, reccapezzà. accapigghjàsse, litigare, azzuffarsi; p.p. accapigghjàtu. accappà, coprire; p.p. accappàtu. accapubbàlle, loc. avv. in fondo; giù; verso la valle. accapugghjó, loc. avv. giù in fondo. accapullà, loc. avv. da quella parte. accapungìma, loc. avv. su in cima. accapuquà, loc. avv. da questa parte. accapusù, loc. avv. su in alto. accarcàsse, ammassarsi; p.p. accarcàtu. accasàsse, fidanzarsi ufficialmente; p.p. accasàtu. accasió, pretesto; non me dà l accasio; non mi provocare. accasionàtu, provocato. 2

13 accatastà, accatastare; p.p. accatastàtu. accattuccià, elemosinare; p.p. accattucciàtu. accazzocchjà, accumulare bugie; p.p. accazzocchjàtu. accazzottà, accumulare riferito ai soldi e alle bugie; sto accazzottà do sordi. accecasió, offuscamento, èra accecàtu dalla rabbia; p.p. accecàtu. acchittàsse, vestirsi elegante; p.p. acchittàtu. cfr. reacchittàta. àccia, di poco conto. acciaccà, schiacciare; p.p. acciaccàtu. acciaccapìstu, insieme di cose malamente pestate. acciàccu, acciacco; and acciaccu; guarda che obrobrio. accibbàsse, cibarsi; p.p. accibbàtu. accimà, colmare oltre misura; p.p. accimàtu. acciuccàsse, abbassarsi; flettersi sulle ginocchia; p.p. acciuccàtu. accoàsse, accodarsi; p.p. accoàtu. accodà, affilare; accodà la face; p.p. accodàtu. accògghje, andare in suppurazione: té ss accògghje la gnizió (l iniezione); colpire: àgghjo accótu alla ricètta (lucertola). p.p. accótu. accogghjènde, accogliente. accommànnu, finimento del basto dove si poggia il piede. acconcià, condire; accóncia la nzalata p.p. acconciàtu. accontà, raccontare; p.p. accontàtu. accorà, uccidere; trafiggere il cuore; p.p. accoràtu. accoràsse, disperarsi. accoratóra, specie di spiedo lungo e affilato per uccidere i maiali. accoràtu, ucciso; disperato. accortà, accorciare; p.p. accortàtu. accortatóra, scorciatoia. accroccà, costruire q.sa di poco stabile; p.p.accroccàtu. accróccu, cosa costruita in maniera rudimentale o malfatta. accuccà, dire bugie; che sta accuccà? che stai inventando? p.p. accuccàtu, andare a dormire: me vagghjó accuccà. accuccà, uccidere colpendo alla nuca; p.p. accuccàtu. accucchjà, mettere insieme delle bugie. 3

14 accundì, condire; p.p. accundìtu. accuticchjà, digrignare, stringere i denti; p.p. accuticchjàtu. àciru, acero di monte; scient. acer pseudoplatanus. acitèlla, vino diventato aceto. acitó, malattia infettiva che colpisce i bovini alla milza; te pózzi da n acitó. àcitu, acido; bruciore di stomaco. acìtu, aceto. acqua cellétta, bevanda insipida. acquàntu, all improvviso; di colpo. acquàru, rugiada; depositi di acqua piovana che usano i pastori per bere. acquàtu, mezzo vino e mezzo acqua. acquazzó, acquazzone, temporale. acugghjólu, trapanetto a mano, usato dai contadini anche per fare i buchi, per i pioli delle scale. Acùstu, Augusto. àda, deve; ada gghj; ada fà; ada magnà. addannà, dannare; ma fattu addannà; p.p. addannàtu. addàsia, troppa confidenza; te sta pià troppa addàsia. addàttu, adatto. addemà, domani. addimannà, domandare; p.p. addimannàtu. addobbà, addobbare, picchiare; se non té ne và t addòbbo; p.p. addobbàtu. addolecà, calmare il dolore; me sse potesse addoleca stu dolore, p.p. addolecàtu. addoprà, adoperare; p.p. addopràtu. addorà, odorare; p.p. addoràtu. addóre, odore. addurmìsse, addormentarsi; p.p. addurmìtu. Adòrfo, Rodolfo. Adrianèlla, Adriana. aé, avere; p.p. aùtu. aemmarìa, Ave Maria; alle prime luci dell alba. affacciàsse, affacciarsi; p.p. affacciàtu. affattàsse, affacciarsi; me vagghjo affattà allo méu: vado a controllare la mia cam- 4

15 pagna; p.p. affattàtu. affétte, a piedi. afféttu, facci caso; se va mmontagna facce affettu alle vacchi mei. affienà, dar da mangiare il fieno alle mucche; p.p. affienàtu. affigghjàsse, adottare un figlio; partorire per gli animali; p.p. affigghjàtu. affigghjàta, figliolata. affilatóra, corrente d aria. affissàsse, fissarsi; si remàsu affissàtu come peccatéllu; p.p. affissàtu. affonnà, affondare; gghjémo affùnnu: stiamo affondando; p.p. affonnàtu. affonnàsse, v. affonnà. affràta, allineata; non affràta; non combaciante. affrocià, bere da una sorgente: affròcia allu lebbró; bere da una bottiglia attaccandosi con le labbra; p.p. affrociàtu. affuciàsse, rimboccarsi le maniche; p.p. affuciàtu. affurtunàtu, fortunato. affuscinà, v. affuciàsse. agghjappà, prendere; p.p. agghjappàtu. agghjarà schiarire; agghjara lo vìnu; p.p. agghjaràtu. àgghjo, io ho; v. aé. agghjommerà, aggomitolare; p.p. agghjommeràtu. agghjpiscialléttu, aglio orsino; scient. alium orsinum. àgghju, aglio. scient. alium sativum. agghjutà, aiutare; p.p. agghjutàtu. aggitasió, agitazione. aggrappàsse, aggrapparsi; p.p. aggrappàtu. aggustà, gustare; me lu stea aggustà; me lo stavo gustando; p.p. aggustàtu. àgru, acre. aì, sbrigati adesso, subito. ainàsse, sbrigarsi; aìnate a rinì; p.p. ainàtu. alà, esalare l ultimo respiro; p.p. alàtu. àlema, anima. aliciàru, venditore di alici. alimalìttu, animaletto. 5

16 alimaló, animalesco; persona rozza e ignorante. Alisàndro, Alessandro. allacciatóra, sottopancia che fissano il basto all animale. allambà, fare luce; con una torcia; con i fari della macchina; p.p. allampàtu. allàmba, lampeggia; fulmini in cielo. allambanàtu, con lo sguardo fisso nel vuoto, si remàsu allampanatu. alleà, allevare; figli e animali; p.p. alleàtu. allentà, mollare un ceffone; t allento un leccafàrre; p.p. allentàtu. alleperàsse, sdraiarsi in terra; p.p. alleperàtu. allessà, lessare; p.p. allessàtu. allestràsse, cadere in terra pesantemente; p.p. allestràtu. allettà, invogliare chiamando; p.p. allettàtu. allìmbi e Santi pàdri, risposta di chi rimane senza alcun avere. allìssu, lesso. alloccà, brontolare. p.p. alloccàtu. allongà, allungare; allóngame na bòccia d acqua; p.p. allongàtu. allongàsse, sdraiarsi; p.p. allongàtu. allongatóra, strada più lunga; contrario di scorciatoia. cfr. accortatóra. allóora, si; acconsentire. alluccà, uccidere un animale conficcando con un colpo secco il coltello dietro la fossa cranica posteriore. v. nóce. allumà, illuminare, fare luce; allùma ècco; fammi luce; p.p. allumàtu. allupanàtu, colui che mangia molto e velocemente; me simbri allupanàtu. allustrà, lampeggiare di fulmini; lucidare; p.p. allustràtu. alùccu, allocco. scient. strix aluco. amànti, pastori che vivono sempre in montagna; recalano l amanti da montagna. ambiziùsu, ambizioso. ammaciaccà, ammaccare; p.p. ammaciaccàtu. ammaciaccàsse, procurarsi delle ferite; è come lu somàru ammaciàcca; ferirsi spesso; p.p. ammaciaccàtu. ammaciuccà, sgualcire; p.p. ammaciuccàtu. ammaddacià, boccheggiare; p.p. ammaddaciàtu. ammagàra, magari. 6

17 ammàgghjanu, gli asini muovono la bocca nel periodo dell accoppia- mento. ammannàtu, appassito. ammannellà, fare i covoni; p.p. ammannellàtu. ammannì, imbandire; decorare; p.p. ammannìtu. ammanocchjà, fare i manócchj; p.p. ammanocchjàtu. v. manócchj. ammàppa, ammazza; ammappa si ngùrdu; ammazza sei ingordo. ammaréa, amara. ammareóre, amaro; ma lassàtu n ammareore mmocca. ammarrà, digrignare i denti provocando rumore fastidioso; p.p. ammarràtu. àmmaru, gambero di fiume. scient. astacus astacus; sin. a. fluvialitis. ammassà, impastare; p.p. ammassàtu. ammasticià, riempire di mastice; p.p. ammasticiàtu. ammattonà, girare in largo e in lungo nello stesso posto; l ammattonàtu quillu pezzu de terra; p.p. ammattonàtu. ammattuccià, appallottolare; p.p. ammattucciàtu. ammattutàsse, incontrarsi; ce semo ammattuti a montagna. ammazzatóra, mattatoio. ammazzettà, fare mazzetti, tócca ammazzettà le ceràse; p.p. ammazzettàtu. ammazzocchjà, fare un mazzo; p.p. ammazzocchjàtu. ammenàta, brutta situazione; ha vistu la brutta ammenàta. ammézzu, in mezzo. ammobbigghjàta, ammobiliata. ammoccà, rovesciare la polenta sulla spianatóia p.p. ammoccàtu. ammogghjàsse, ammogliarsi; prendere moglie; p.p. ammogghjàtu. ammollà, ammollare; intingere; ammolla lo pà allo sugu; p.p. ammollàtu. ammonnà, mondare; sbucciare; p.p. ammonnàtu. ammorgià, abbozzare; sittu e ammòrgia; p.p. ammorgiàtu. ammucchjà, ammucchiare; p.p. ammucchjàtu. ammucchjàsse, cadere pesantemente in terra. ammùllu, a mollo. ammusàsse, offendersi; tenere il broncio; p.p. ammusàtu. ammustà, comprimere l uva nel tino. ampiaméntu, ampliamento; p.p. ampiàtu. 7

18 ànatri, cumuli di fieno ammucchiati con la forcina. ànda, ammira; esprime meraviglia; anda sòrte bestió; che uomo grande. andàta, dove devi; andàta gghj, dove devi andare. andò (addó), dove; es.andò gghjémo? dove andiamo? and è (andoè), dov è: and è succéssu. andoè (andè), sbrigati: andoè è tardi. angìnu, uncino. angustiàsse, arrabbiarsi; risentirsi; p.p. angustiàtu. animalòtto, uomo simile ad un animale; rozzo. ànisu, anice verde. scient. pimpinèlla. annacquà, annacquare; innaffiare; p.p. annacquàtu. annaffià, innaffiare. annaffìnu, secchio per innaffiare. annànzi, avanti. annànzi dì, all alba. annià, annidare; fare il nido; mettere su famiglia; p.p. anniàtu. anniccià, dare fuoco; p.p. annicciàtu. anticàgghja, anticaglia, roba vecchia senza valore. antonà, raccogliere il fieno con la forcina; p.p. antonàtu. anzimà, ansimare; p.p. anzimàtu. appagghjà, dare la paglia ai buoi; appagghjà li bbói; p.p. appagghjàtu. appalloccà, fare una palla con le mani; p.p. appalloccàtu. appalloccà, rovinare i fichi tastandoli; p.p. appalloccàtu. appanardàtu, con lo sguardo fisso nel vuoto. apparà, chiudere; apparare; p.p. apparàtu. apparecchjà, apparecchiare; il tavolo, il morto; p.p. apparecchjàtu. appartarrétu, di dietro. appennése, canto popolare. appènnese, appendersi; p.p. appinnùtu. appettàta, salita ripida. appettatóra, salita ripida. appianà, salire; p.p. appianàtu. appiccà, appendere; p.p. appiccàtu. 8

19 appiccapànni, attaccapanni. appiccàsse, appendersi, impiccarsi. appiccià, accendere; p.p. appicciàtu. appicciàsse, arrossire, avere caldo. appilà, otturare; lu passìnu sè appilàtu; p.p. appilàtu. appilàsse, innervosirsi; angustiarsi; p.p. appilàtu. appizzutà, fare la punta ad un oggetto; p.p. appizzutàtu. appocàtru, fra poco. appoménti, a momenti; ci mancava poco. appondellà, appoggiare; appondèlla la porta; accostare la porta; p.p. appondellàtu. appondellàsse, appoggiarsi. appratàsse, appratarsi, sedersi sul prato; p.p. appratàtu. appratàta, insieme di persone animali o cose. appresciàsse, affrettarsi; p.p. appresciàtu. appronàsse, avvicinarsi ad una rupe; in prossimità di uno strapiombo; appronàtu. appusà, posare; fa appusà lo vìnu che è tùriu; p.p. appusàtu. appusatùra, v. posa. àra, area di terreno dove si portava il grano per la trìta. arà, arare; p.p. aràtu. aràtu, aratro. Arba, Alba. àrbiri pizzùti, cimitero. àrbiru, àrbure, albero. arbùcciu, pioppo bianco; scient. populus alba. àrca, madia di legno ove si ripone il pane. arcó, madia molto più grande; v. arca. ardalìnu, piccolo altare. ardàre, altare. ardézza, altezza. Ardo, Aldo. àrdu, alto. p.p. 9

20 areasàsse, rilazarsi; p.p. areasàtu. cfr. reasàtu. arebbelà, ricoprire di terra; p.p. arebbelàtu. arebbistigghjà, allacciare; arebbistìgghjame st ùstu; allacciami il busto; p.p. arebbistigghjàtu. arecapà, scegliere di nuovo; scegliere tra tanti; p.p. arecapàtu. areccengià, sgualcire di nuovo; p.p. areccengiàtu. areccondà, raccontare; p.p. areccondàtu. areccorcià, riaccorciare; p.p. areccorciàtu. areccroccà, rifare un accróccu; p.p. areccroccàtu. v. accróccu. arecéna, scotta; brucia. areciccià, germogliare; p.p. arecicciàtu. v. cìcciu. arecordà, riferire; ricordare; ggjé lè gghjìdu arecordà; famme arecordà; p.p. arecordàtu. areddàgghj, insisti! continui a dire le stesse cose. areéccolu, rieccolo. areéllolu, rieccolo laggiù. areéssolu, rieccolo. areficcà, riporre; p.p. arefficcàtu. areficcàsse, rientrare in casa; p.p. areficcàtu. aregà, a ragazzi. saluto; minaccia. aregghj, ritornare; p.p. aregghjìtu. aregghjamà, richiamare; p.p. aregghjamàtu. aregghjamàsse, richiamarsi. aremétte, rimettere; allora ha remìssu lo càsciu alli maccarù: (si dice nel caso in cui una persona compie un danno nei confronti di un altro). v.p. aremmattuccià, riappallottolare; p.p. aremmattucciàtu. arennuolà, coprirsi di nubi; p.p. arennuolàtu. arepinnulù, a penzoloni. arepìnu, pieno. areppagà, mettere pace; tranquillizzare un bambino che piange; p.p. areppagàtu. arepparà, livellare; oppure riparare un danno fatto a persone; p.p. arepparàtu. areppeàtu, il tempo si è rimesso. areppettenà, compiere un atto sessuale. p.p. areppettenàtu. 10

21 areppizziricàsse, arrampicarsi; salire su un albero; su un muro; p.p. areppizziricàtu. arepringìpia, ricomincia da capo. arepusàsse, riposarsi; p.p. arepusàtu. arespónne, rispondere; p.p. arespóstu. arestà, ristare; già arestà ècco; di nuovo quì; p.p. arestàtu. aretornà, ritornare; p.p. aretornàtu. aretornàsse, tornare indietro. arettummulàsse, cadere; non t areppizziricà che t arettùmmuli. areummità, vomitare; dare di stomaco; p.p. areummitàtu. arevenì, ritornare; p.p. arevinùtu. arevotà, ribaltare; p.p. arevotàtu. arevotàsse, voltarsi; tornare indietro. arfònzio, Alfonso. arìngulu funàru, fantasma magro e alto. arrà, dovrà; avrà; arra da gghj alla vigna; arra vintu. arrambà, prendere; p.p. arrambàtu. arramiccià, prendere con violenza; p.p. arramicciàtu. arrangàsse, stancarsi; p.p. arrangàtu. arrapiccià, prendere con forza; t arrapiccio alla cima delli capilli; p.p. arrapicciàtu. arraprì, aprire. cfr. arroprì. arràu, avranno; arrau finìtu. arrazzàsse, andare d accordo; quìssi dóa non s arràzzanu; quei due non vanno d accordo; p.p. arrazzàtu. arrecchjà, origliare stando nascosti; prendere gli animali per le orec- chie; p.p. arrecchjàtu. arrègge, arreggere; p.p. arriggiùtu, arréttu. arrentrà, entrare, arréntra; invito ad entrare in casa; p.p. arrentràtu. arréppa, salita molto ripida. arrétu, dietro. arrià, arrivare; non àgghjo pùtu arrià a reconóscelu; non sono riuscito a riconoscerlo. 11

22 arrìa, dovrebbe; dovrei; non è come arria da esse; arria da gghj. arriccuà; incitamento equino, per spronare l asino o il cavallo. arriccuadò, man bassa; ha fattu tuttu arriccuadò. arrizzà, correggere, educare, sollevare; p.p. arrizzàtu. arrizzàsse, alzarsi; p.p. arrizzàtu. arrobbà, rubare; p.p. arrobbàtu. arrotà, affilare; rovinare le ciliege toccandole troppe volte; p.p. arrotàtu. arrotecà, rovesciare; p.p. arrotecàtu. arruà, gettare via; arrùa so vìnu. arrucià, sgranare gli occhi; p.p. arruciàtu. arrufàti, scapigliati, spettinati; tèngo li capìlli arrufati. arrufó, trasandato. arruggicà, ribaltare; rotolare e far rotolare; p.p. arruggicàtu. arruggicàsse, cadere giù in un luogo scosceso. arruprì, aprire; arrópri su vàu; apri la porta; p.p. arropértu. cfr. ruprì. arruzzunìsse, arrugginirsi; p.p. arruzzunìtu. arzà, alzare; p.p. arzàtu. arzàsse, alzarsi; p.p. arzàtu. arzigghjó, calabrone; giàllu: scient. vespa cabro; nìru: scient. xylocopa violacea. arzigghjonàru, nido di calabroni. asà, sollevare; alzare; àsa su cósu; alza quel coso; p.p. asàtu. asàsse, alzarsi; da tavolo, dal letto, da terra etc. àscaru, persona rozza. asprusùrdu, vipera aspide; scient. vipera aspis. Sogg. giovane. assemà, esaurire, l assemàtu tuttu; p.p. assemàtu. assettàsse, sedersi; p.p. assettàtu. assettatùru, spece di panca rudimentale. assógna, grasso animale tra i reni e la pancia. assolàtu, al sole. assuccà, asciugare; p.p. assuccàtu. assuccatìcciu, vitello di un anno. assùccu, asciutto. assuttamàni, asciugamani. 12

23 àstricu, elastico. àtru, altro; n àtra cìca: un altro pò; n àtr òta: un altra volta. attaccà, legare; p.p. attaccàtu. attaccafócu, nulla; privo di tutto. attastà, tastare; p.p. attastàtu. attecchjà, attecchire. attédiu, pazienza, attenzione; ce vo troppu attédiu; molta attenzione. attendà, toccare; non attendà le ficore; non toccare i fichi perchè si rovinano; p.p. attendàtu. atténdu, attento atténdu pó, fai attenzione. attennàti, accampati. attonnà, arrotondare; attonnà l ógna; p.p. attonnàtu. attoppàcciu, tappo rudimentale. attrippàsse, mangiare a sazietà; p.p. attrippàtu. atturà, chiudere; attùra su vàu; chiudi la porta, l accesso di una siepe nella campagna; p.p. atturàtu. attùschja, raschia in gola. aùstu, agosto. avà, presta attenzione, guarda. avventà, trasportata dal vento; me ssè avventàta la machina non la potéa arrègge; ha fattu l acqua avventàta; p.p. avventàtu. avvettà, allacciare; p.p. avvettàtu. avvirtì, avvertire; p.p. avvirtìtu. azzampà, prendere gli animali per le zampe. azzannà, intaccare; lu cortellu è azzannàtu; p.p. azzannàtu. azzicculàtu, vestito elegantemente; in maniera decente. azzinnà; allattare; p.p. allattàtu. 13

24 B bacarózzu, coleottero carabide; scient. leustus parvicollis. baccagghjà, discutere animatamente; p.p. baccagghjàtu. bàccara, parlantina; ammappa che baccara che té. baciù, abajur. badìle, secchio di latta. badizzà, battezzare; te badìzzo; ti picchio; p.p. badizzàtu. bagàgghju, bagaglio. bàgghju, cavallo di colore rosso. Bagnamìnu, Beniamino. bàlla, telone di canapa che viene usato per la raccolta delle olive disposto sotto gli alberi. ballatùru, pianerottolo. bàlle, dentro; giù; bàlle la pìgna; dentro la pentola; balle la vàlle. ballétte, forme di fieno pressate. balùrdu, balordo. bammàce, bambagia. bammació, persona ingenua. bammócci, bambolotti; statue; bommàcci. dim.bammoccìtti. banaséra, buonasera. banchìttu, panchetto con quattro piedi. bandù, lamiera; usate per le baracche e i ricoveri del bestiame. bannèra, bandiera. bannìta, mucca allo stato brado, solitaria. bànnu, bando; va gghjettènno lu bànnu; lo va dicendo a tutta la popolazione. barbacàne, sassi sporgenti dalle case lasciati dai confinanti per la costruzione di nuove pareti. barbacàne, guardavia; (inglese guardrail), sbarra di protezione lungo le strade. barbéru, barbiere. barcó, balcone; mucchio molto grande di grano. 14

25 bardacchìnu, drappo quadrangolare, portato in processione. bardasciòna, ragazza in carne. bardàsciu, ragazzo. bardèlla, sella, sudata, mucchietto di lana che rimane sul dorso degli ovini dopo la tosatura. Bàrdo, Ubaldo. barìcule, occhiali. barònzoli, testicoli. barròzza, carro con un solo timone tirato dai buoi, per il carico della merce e delle persone. (promiscuo) carico fino a 30 ql. barrozzàri, guidatori di barrozze. barrucchìnu, berretto da notte. barzàna, cavallo con tutte e quattro le zampe pezzate di bianco. barzòtto, mezzo duro. basìlicu, basilico. scient. ocinum basilicum. battàgghja, battaglia. battagghjéru, battagliero. battilàrdu, tagliere di legno. battipassó, picchio verde. scient. picus virdis. battisòla, specie di piccola incudine usato dai calzolai per battere le suole. battòcchjo, batacchio. baùsu, bavoso. bbènde, bidente; arnese agricolo con lungo manico di legno e due denti metallici (rebbi) che serve a rompere la terra. bbéta, bevuta; famme fa na bbéta. bé, dai! esortativo; be sìttu pó, be su, be gghjémo. bécchi, soldi. beduìnu, sempliciotto. bé qué, che. bée, bere; bé bbì; dai bevi; p.p. bbìtu. begalìnu, miope (dispregiativo). begattèlla, stupidaggine, cosa di poco conto. Belardìnu, Bernardino. 15

26 bémma, naso prominente. beó, beone, ubriacone. beorà, abbeverare; v. abbeorà. beoró, impasto di acqua e cemento molto lento usato per riempire le fessure del pavimento. beoró, impasto di semola farinacciu tritillu e acqua per ingrassare vitelli e porci. berzagghjàtu, bersagliato, preso di mira. berzàgghju, bersaglio. beverélli, budelli di maiale seccati e molto speziati. Biàciu, Biagio. biastimà, bestemmiare; p.p. biastimàtu. biastìmu, bestemmia. bigghjétto, biglietto. bilangió, bascula; bilancia molto grande. binidisió, benedizione. binzinàru, benzinaio. bìrbu, furbo; ócchju bìrbu. biscàzzu, fare festa. biscìnu, pastorello. bitùcciu, abito femminile poco elegante; cfr. abbitùcciu. bizzàcchera, lingua lunga. blìndu, plinto delle fondamenta. boàru, buttero. bòbbo, figura immaginaria per spaventare i bambini. bocàle, unità di misura; 2 l. circa. bocalétta, unità di misura 1/4 di l. circa. boccàcciu, vaso. boccétta, bottiglietta. bocchétta, v. ngastrinu. bòccia, bottiglia. bocció, bottiglione. bòe, bue. pl. bbói. 16

27 bògghja, boia. bollétta, piccolo chiodo a testa larga. bombolàru, colui che vende le bombole. bómma, bomba, grosso palo di legno. bommacció, v. bammació. bommàcciu, v. bammócciu; dim. bommaccìttu. bónu, buono. bòrio, persona boriosa; fanatico. borràgghjana, borragine; scient. burago officinalis. bottàru, bottaio. cfr. facòrchjo. bottó, bottone. bottonàta, offesa; gghjà dàtu na bottonata. bratìcula, graticola. bràu, bravo. bravà, incalzare; a bravà le vàcchi; p.p. bravàtu. briccòcola, albicocco; scient. prunus armenica. brìccu, brico. bricichétta, bicicletta. briciótti, qualità di fico. bricióttu, ano. brìgghja, briglia. brillòcco, pietra preziosa. brocchétti, blocchetti. bronzoló, brontolone. brucculìtti, broccoletti. brucìcciu, puzza di bruciato. cfr. abbrucìcciu. bùbbula, upupa; scient. upupa epops. bubbulà, reclamare troppo; sta sempre a bubbulà; p.p. bubbulàtu. bucchìna, cavallo con il muso pezzato di bianco. bucchìni, stinchi. v.s.a. buccìttu, germoglio. bucétta, buchetta. bùcia, buca, di varie dimensioni. 17

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit.

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. DIDATTICA ALLA PIOPPA Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. La nostra proposta dida,ca nasce dalla voglia di infondere passione e rispe3o verso la natura e gli animali,

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

SEMINA RACCOGLIE CAVOLI. I cavoli riscaldati furono buoni ma non lodati FOCACCIA. Rendere pan per focaccia GIORNO

SEMINA RACCOGLIE CAVOLI. I cavoli riscaldati furono buoni ma non lodati FOCACCIA. Rendere pan per focaccia GIORNO SEMINA C'è chi semina e chi miete Chi mal semina, mal raccoglie Chi non semina non miete Chi parla semina, chi tace raccoglie Chi semina vento raccoglie tempesta RACCOGLIE Chi dà e ritoglie, il diavolo

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

APPENDICE AL GLOSSARIO CORNETANO E ALLE STORNELLATE POPOLARI

APPENDICE AL GLOSSARIO CORNETANO E ALLE STORNELLATE POPOLARI APPENDICE AL GLOSSARIO CORNETANO E ALLE STORNELLATE POPOLARI A Affiaràto (a.m.- Forma usata anche dal Belli nel sonetto La pisciata pericolosa. Dicesi di colui che si getta in un azione con tutte le forze

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

SCHEDA N 2 PRECEDENTE PAROLA DATA SUCCESSIVA

SCHEDA N 2 PRECEDENTE PAROLA DATA SUCCESSIVA SCHEDA N 2 Cerca, sul dizionario, la parola precedente e quella successiva rispetto a quella data, che troverai, scritta in rosso, nella colonna in mezzo. PRECEDENTE PAROLA DATA SUCCESSIVA SALDO SALE SALGEMMA

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

I nomi. Sai che ogni cosa di questo mondo ha un nome? Ma chi ha dato i nomi di alle persone, agli animali e alle cose?

I nomi. Sai che ogni cosa di questo mondo ha un nome? Ma chi ha dato i nomi di alle persone, agli animali e alle cose? I nomi Sai che ogni cosa di questo mondo ha un nome? Ma chi ha dato i nomi di alle persone, agli animali e alle cose? Semplice...l'uomo moltissimi anni fa, per non fare confusione. Osserva lo strano oggetto

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

L Angolo del Buonumore

L Angolo del Buonumore T L Angolo del Buonumore T- Sapete qual è il colmo per un insegnante di diritto? Abitare in Via della Costituzione. T- Sai qual è il colmo per un libro di aritmetica? Non avere problemi. T- Lo sapete qual

Dettagli

ATTENTI BAMBINI A POSTO LE BRACCIA SPINTA IN AVANTI CHE IN ALTO SI VA!

ATTENTI BAMBINI A POSTO LE BRACCIA SPINTA IN AVANTI CHE IN ALTO SI VA! ATTENTI BAMBINI A POSTO LE BRACCIA SPINTA IN AVANTI CHE IN ALTO SI VA! FACCIAMO LA CATENA DIETRO LA SCHIENA BATTIAMO LE MANI CON GIOIA E AMOR FACCIAMO IL PONTICELLO SUONIAMO LA TROMBETTA(PEREPPEPPE) SE

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

Caso di Arsenicum sulphuratum flavum

Caso di Arsenicum sulphuratum flavum Dott. Massimo Mangialavori Caso di Arsenicum sulphuratum flavum Bruno è uomo di 58 anni dall'aspetto malaticcio e modesto. Molto magro, curvo sulle spalle, il viso scavato ed asciutto, la dentiera mobile

Dettagli