CAPITOLO 1 Nozioni di trading

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLO 1 Nozioni di trading"

Transcript

1 CAPITOLO 1 Nozioni di trading Questo libro vuole essere una guida al day trading sia per le persone già esperte, sia per coloro che si avvicinano per la prima volta al trading. I primi due capitoli servono a dare un infarinatura a tutti i neofiti di questa disciplina. Sono l abc del trading e dell analisi tecnica. Di certo non daranno una preparazione completa, serviranno per capire bene, però, alcuni concetti espressi nel proseguimento di questo testo. Capisco che possono risultare noiosi a tutti coloro che già conoscono la materia, però, come mi hanno sempre insegnato a scuola, un ripasso non fa mai male. Cominciamo con il dire che esistono diverse rappresentazioni grafiche dell andamento del prezzo di un titolo azionario. Probabilmente quello più utilizzato è la barra di prezzo. Una tipica barra di prezzo è rappresentata in figura 1. Figura 1 - Barra di prezzo Presumendo che si tratti di una barra giornaliera, che cioè rappresenti l andamento del prezzo di un determinato titolo azionario nell arco di una seduta borsistica, si possono distinguere il prezzo di apertura (O = Open) e quello di chiusura (C = Close), il massimo (H = High) e il minimo (L = Low) toccati nella giornata. Queste informazioni rivestono una notevole importanza e lo vedrete meglio quando studieremo i grafici e il loro evolversi durante l intera seduta. Naturalmente non siamo in grado di fare trading su un unica barra ma abbiamo bisogno di più barre, il cui susseguirsi forma un grafico (grafico a barre). Un esempio di grafico a barre è riprodotto in figura 2 con il titolo Unicredit.

2 Figura 2 - Grafico a barre del titolo Unicredit Abbiamo fin qui visto la barra di prezzo, quali informazioni ne ricaviamo e il grafico a barre. Vediamo adesso come interpretare un grafico e come questo influenza le nostre scelte nel trading. Il susseguirsi delle barre esegue un movimento, questo può essere al rialzo o al ribasso (le barre salgono o scendono) oppure laterale (sostanzialmente le barre si muovono in orizzontale). In un qualsiasi momento temporale un mercato si trova sempre in una di queste due fasi. Cerchiamo di capirne meglio la formazione. Il trend rappresenta la direzione in cui si muove il prezzo di un mercato. Si dice che un mercato si trova in un trend rialzista quando si ha un susseguirsi di barre di prezzo con massimi e minimi crescenti (figura 3). Figura 3 - Trend rialzista

3 Quando, invece, si ha un susseguirsi di barre di prezzo con massimi e minimi decrescenti si dice che il mercato si trova in un trend ribassista (figura 4). Figura 4 - Trend ribassista Un mercato in trend offre ottime opportunità di fare trading, vedremo questo in modo più approfondito nei prossimi capitoli. Intanto, per cominciare a familiarizzare con la lettura dei grafici, continuiamo a osservare quello di Unicredit riprodotto in figura 5. Figura 5 - Grafico Unicredit con evidenziati due trend Per prima cosa si possono notare due trend: il primo ribassista e il secondo rialzista. All interno di ogni trend potete osservare successioni di barre con massimi e

4 minimi decrescenti, in quello ribassista, crescenti, in quello rialzista. Notate, anche, che durante il primo trend (quello ribassista), abbiamo sempre dei minimi decrescenti, mentre nel secondo trend (quello rialzista) ogni tanto si hanno dei piccoli ritracciamenti, cioè ci sono alcune barre che vanno in direzione opposta a quella del trend stesso (con massimo e minimo decrescenti). Si dice che il mercato riprende fiato. Per fare una similitudine, come un giocatore di basket va a rifiatare qualche minuto in panchina per poi tornare in campo meno affaticato di prima, anche il prezzo di quel determinato mercato si prende una sosta per poi tornare a correre in direzione del trend. Questi ritracciamenti sono evidenziati con delle frecce in figura 6. Figura 6 - Grafico Unicredit con evidenziati i ritracciamenti nei due trend Abbiamo dunque visto che un titolo azionario può trovarsi in una fase di trend, cioè può salire o scendere. Non è detto, però, che questo accada sempre. Un mercato può anche muoversi lateralmente. Si dice che un mercato si trova all interno di una congestione quando il mercato non ha direzione e i prezzi si muovono nel grafico in orizzontale, oscillando tra un massimo e un minimo. Il massimo prende il nome di

5 resistenza mentre il minimo di supporto. Guardiamo subito un esempio con l ausilio del grafico di Fiat riprodotto in figura 7. Si può immediatamente notare che il prezzo da diversi giorni si trova intrappolato tra due lines (linee). La prima, quella in alto, a quota 4,92 è la resistenza. Così chiamata poiché resiste ai tentativi del prezzo di sfondarla. La seconda, quella in basso, a quota 4,40 è il supporto perché fa da base alla discesa del prezzo. Figura 7 - Grafico Fiat con evidenziata una congestione Quella appena vista si può definire come una classica congestione rettangolare, il prezzo si muove, sostanzialmente, in orizzontale. Vi sono altri tipi di congestioni come ad esempio le figure triangolari. Un esempio di figura triangolare la potete vedere nel grafico in figura 8. Su Eni, infatti, al momento della stesura di questo mio lavoro, si è formato un Triangolo simmetrico. Significa che il prezzo si muove all interno di due trendlines (tradotto significa due linee che seguono il trend); una ribassista (resistenza) che tocca i massimi e una rialzista (supporto) che tocca i minimi.

6 Figura 8 - Grafico Eni con evidenziato un Triangolo simmetrico Quasi una costante è la diminuzione dei volumi via via che il range (cioè la distanza tra trendline di supporto e trendline di resistenza) diminuisce. Il segnale d ingresso è la rottura di uno dei due livelli anche se, può capitare, che la prima rottura è solo un falso segnale e di lì a poco il mercato inverta il suo incedere. A titolo di curiosità dato che non sono queste figure l argomento del libro, aggiungo che vi sono tre tipi di figure triangolari. Oltre al già visto Triangolo simmetrico abbiamo il Triangolo ascendente formato da una trendline di supporto rialzista e una linea di resistenza (una resistenza fissa, quindi, e un supporto che aumenta con il variare del tempo). Simile è il Triangolo discendente. Questa volta la trendline è quella di resistenza ribassista mentre la linea è quella di supporto (in questo caso avremo un supporto fisso e una resistenza che diminuisce con il passare del tempo). Nelle due successive figure potete vedere altrettanti grafici con i pattern appena descritti (figg. 9 e 10). Riprenderò in modo più approfondito l argomento sui supporti, le resistenze e le trendline nel capitolo 3.

7 Figura 9 Grafico Popolare di Milano con evidenziato un Triangolo ascendente Figura 10 Grafico Fiat con evidenziato un Triangolo discendente

8 Teniamo il grafico di Fiat, potete osservare come vi sono delle volte in cui tra una barra e la successiva c è dello spazio. Questo spazio ha un nome: gap. Un esempio lo vedete evidenziato in figura 11. Figura 11 Grafico Fiat con evidenziato un Gap I gap identificano delle aree del grafico in cui non si è verificata alcuna contrattazione. Sono sintomo di euforia e volatilità. Più precisamente si ha un gap up quando il minimo di una barra è superiore al massimo della barra precedente (figura 12). Figura 12 - Gap up

9 Si ha un gap down, invece, quando il massimo di una barra è inferiore al minimo della barra la precede (figura 13). Figura 13 - Gap down Sempre a titolo di cronaca (non sarà oggetto di studio nei prossimi capitoli), i gap risultano interessanti se si formano durante un trend ben definito mentre non hanno un grande significato se si formano all interno di una congestione. Si classificano tre tipi di gap: - Gap esplosivo (Breakaway gap): rappresenta la segnalazione dell'inizio di un nuovo trend o la ripresa di un trend precedente. È molto significativo: si realizza dopo la rottura di un supporto/resistenza importante o di un pattern grafico. Si presenta dopo una pausa in un trend robusto. - Gap di continuazione (Runaway gap): di solito si trova a metà strada nella salita (o discesa) dei prezzi. Assume un significato previsionale per la determinazione di possibili obiettivi di prezzo. - Gap di esaurimento (Exhaustion gap): come dice il nome, si presenta di solito alla fine di un trend. Non è di facile identificazione: spesso l'exhaustion gap è seguito da un altro gap, in direzione contraria, che annuncia l'inversione del trend (Breakaway gap del prossimo trend). Tra i due gap si realizzano occasionalmente alcune barre isolate: l Island reversal. Un esempio dei gap sopra descritti lo trovate nella prossima figura con il grafico di Finmeccanica (fig. 14).

10 Figura 14 - Finmeccanica, i tre tipi di gap Bene, quanto scritto in questo capitolo è la base di quello che dovete sapere per fare day trading. Non avete bisogno di nessun altra informazione per operare sui mercati finanziari a livello intraday. Tutte le informazioni che vi necessitano ve le offrono i grafici. Nel prossimo capitolo vedrete e imparerete a utilizzare un nuovo sistema di rappresentare il prezzo di un titolo: le candele giapponesi. Queste sono molto importanti, poiché ci offrono l opportunità, al formarsi di determinati patterns (cioè figure grafiche), di fare day trading, con ottime percentuali di successo.

11 CAPITOLO 2 Le Candlestick Esistono diverse rappresentazioni grafiche dell andamento del prezzo di un titolo azionario. Probabilmente quello più utilizzato, come detto, è la barra di prezzo. Io utilizzo un altro sistema: le candlesticks. Le candlesticks o candele giapponesi hanno origine nel XVIII secolo come metodo per prevedere l andamento del prezzo del riso. Il suo inventore, Menehisa Homma, guadagnò una fortuna grazie a questo metodo. Come potete vedere in figura 15 è un sistema che ci offre le stesse informazioni di una barra di prezzo ma molto più immediate a livello visivo. Figura 15 Candele giapponesi o Candlestick L analisi Candlestick può essere tranquillamente affiancata ad altre forme di analisi tecnica, anzi, spesso può risultare utile per cercare di interpretare al meglio l andamento dei prezzi. Nel Candlestick per rappresentare l oscillazione del prezzo nell unità di tempo, che può andare dal singolo minuto fino a un mese, si utilizza una figura chiamata Candle-Line formata da un corpo centrale definito Real-Body, il quale indica l escursione di prezzo tra l apertura e la chiusura, e le Shadows (ombre), singole linee sottili che rappresentano i prezzi massimi e minimi del lasso di tempo prescelto, rispettivamente Upper Shadow e Lower Shadow. Come per il grafico a barre quindi sono necessari i valori di apertura, massimo, minimo e chiusura.

12 Il corpo della candela può essere nero o bianco: si ha un corpo nero quando la chiusura è inferiore all'apertura e quindi caratterizza una giornata con andamento negativo, mentre un corpo bianco ci indica una giornata al rialzo con un prezzo di chiusura superiore a quello di apertura. In realtà il corpo non è colorato di bianco, ma è semplicemente vuoto, per facilitare il lavoro del computer. Questo è stato uno degli adattamenti a cui si è dovuto ricorrere durante l'esportazione della teoria verso l'occidente, infatti i giapponesi utilizzano il rosso al posto del bianco per le giornate rialziste. Oggi vengono usati oltre ai colori bianco e nero anche il verde (per le giornate rialziste) e il rosso (per le giornate ribassiste). Come detto questo tipo di rappresentazione del prezzo è più d impatto. Il colore del body ci fa immediatamente capire se il titolo dall apertura alla chiusura è salito (colore bianco o verde) oppure è sceso (colore nero o rosso). Figura 16 - Grafico a candele giapponesi di Unicredit Le Candlesticks contano diverse figure tipiche che vi mostrerò di seguito e ben 104 patterns (cioè figure grafiche) che non vi spiegherò in quanto a livello di day

13 trading la quasi totalità di esse è inutilizzabile in quanto la loro formazione su un grafico a 5, 10 o 15 minuti ha ben poca importanza rispetto ad un grafico giornaliero. Bene cominciamo a vedere un grafico Candlesticks per abituarci subito alla differenza che c è tra grafico a barre di prezzo e grafico Candlesticks. In figura 16 il grafico di Unicredit. Con questo tipo di rappresentazione è subito immediato visivamente l andamento del titolo. Notate le candele consecutive nere quando il titolo scende e quelle bianche quando il titolo sale. Infine, nella parte finale del grafico, c è quasi una perfetta alternanza di candele bianche e nere. Questo è un tipico segnale che il mercato non ha una precisa direzione e si muove in orizzontale. Spesso significa anche che il trend si è concluso e che il mercato, presto, si muoverà in senso inverso da quello finora seguito. Guardando il grafico, noterete anche che le candele hanno forma e lunghezza differente. Parte di esse hanno un nome e una valenza molto importante se inserite all interno di un determinato contesto grafico. Le ritroverete nel proseguimento di questo e-book e quindi di seguito ve le riporterò. Long candle. E una candela che ha un lungo body bianco o nero e le due shadows molto corte (figura 17). Figura 17 - Long candle Short candle. E una candela che ha un corto body bianco o nero e le due shadows molto corte (figura 18). Figura 18 - Short candle

14 White or black Marubozu. Sono delle lunghe candele con la caratteristica di essere prive delle shadows (figura 19). Figura 19 - White or black Marubozu Spinning Top. E una candela che ha un body molto corto e delle shadows molto pronunciate. Indicano fase di indecisione del mercato, non ha importanza il colore del corpo (figura 20). Figura 20 - Spinning Top Doji. E la più caratteristica delle figure candlesticks. Consiste in una candela con apertura e chiusura allo stesso livello o poco distanti. Vi sono quattro tipi differenti di Doji. Abbiamo una Long Legged Doji o Rickshaw Man (figura 21) quando le ombre (shadows) sono molto estese, sia quella dei massimi (Upper Shadow) sia quella dei minimi (Lower Shadow), segnala forte indecisione del mercato. Figura 21 - Long Legged Doji o Rickshaw Man

15 La Gravestone Doji (figura 22) quando è presente solo l'ombra superiore ed è molto estesa, deve essere considerata come segnale fortemente negativo soprattutto se identificato in zone di massimo di mercato. Figura 22 - Gravestone Doji Similmente avremo una Dragonfly Doji (figura 23) con un'unica shadow inferiore che lascia sperare in uno spunto rialzista. Figura 23 - Dragonfly Doji Il quarto tipo (fig. 24), infine, nei casi in cui apertura, chiusura, massimo e minimo sono allo stesso livello (anche se ovviamente molto raro, lascerebbe pensare a scambi molto ridotti, quasi nulli). Figura 24 - Doji con apertura, chiusura, massimo e minimo allo stesso livello Quanto detto finora è tutto ciò che vi occorre sapere, al momento, per continuare nella lettura e per capire quanto sarà scritto di seguito. Con il prossimo capitolo

16 vado ad approfondire un importante argomento già anticipato nel primo capitolo: i supporti e le resistenze.

David Carli. Candlestick. Pattern operativi espressamente ideati per il mercato italiano. Edoardo Varini Publishing. Edoardo Varini Publishing

David Carli. Candlestick. Pattern operativi espressamente ideati per il mercato italiano. Edoardo Varini Publishing. Edoardo Varini Publishing David Carli Candlestick Day Trading Pattern operativi espressamente ideati per il mercato italiano Edoardo Varini Publishing Edoardo Varini Publishing È vietato riprodurre, anche in parte, immagini e testi

Dettagli

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore.

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 2015 by David Carli Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 1 Prefazione PAG. 3 Capitolo 1 Le candlestick PAG.

Dettagli

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man CAPITOLO 5 La Doji La figura più caratteristica della rappresentazione grafica di un mercato attraverso le candele giapponesi è senza ombra di dubbio la Doji. La Doji è una candela con apertura e chiusura

Dettagli

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e Prima di cominciare a spiegare un paio di figure grafiche vorrei porre l attenzione su un concetto che, almeno personalmente, non ho mai trovato scritto da nessuna

Dettagli

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Analisi Candlestick Vediamo quello che è, forse, il più antico metodo di analisi dei mercati finanziari: L'analisi delle candele giapponesi Cenni storici Questa

Dettagli

L Analisi Grafica che funziona nel Forex

L Analisi Grafica che funziona nel Forex L Analisi Grafica che funziona nel Forex INDICE Presentazione Supporti e Resistenze Pattern Pattern d inversione: spikes D.C.C. H.c.d. e L.c.d. Pattern di continuazione: Flags e Pennants Presentazione

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO CANDLESTICK. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO CANDLESTICK. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti

Dettagli

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Charles Dow Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Fondamenti di analisi tecnica L'analista che si ispirò al mare Charles Dow (1851-1902), è stato un giornalista statunitense. Fondatore del Wall

Dettagli

CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms

CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms Il Tweezers Bottom è un pattern d inversione del trend cosiddetto minore che si forma al termine di un mercato ribassista e consiste in due candele con body di colore

Dettagli

Analisi tecnica e trading di borsa

Analisi tecnica e trading di borsa Corso operativo di Analisi tecnica e trading di borsa Il Japanese Candlestick A cura di F. Paganelli 1. Origini del candlestick Il candlestick rappresenta una delle primissime teorie di descrizione ed

Dettagli

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti finanziari.

Dettagli

ANALISI TECNICA OPERATIVA

ANALISI TECNICA OPERATIVA CAPITOLO 3 ANALISI TECNICA OPERATIVA 3.1. Introduzione Reputo di importanza fondamentale nel trading i concetti esposti di seguito. Grafici,volume,supporto,resistenza,trend line, sono la base del trading.per

Dettagli

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter.

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. GLOSSARIO dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. Accumulazione. La fase che precede quella del rialzo vero e proprio. Caratterizzato dal

Dettagli

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS Introduzione Joe Ross ci ha consegnato due pattern molto importanti

Dettagli

Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani. Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini

Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani. Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini Dal trading di breve a quello di lungo termine le migliori figure d'inversione -Stock picking intraday e congestioni

Dettagli

Hammer imprescindibile la localizzazione della candela che deve apparire dopo un movimento ribassista.

Hammer imprescindibile la localizzazione della candela che deve apparire dopo un movimento ribassista. Candele Giapponesi Fondamentalmente, sono due i modi di rappresentazione dei dati relativi al prezzo di un attività finanziaria che ogni giorno il 99% dei traders studia: il grafico a barre e il grafico

Dettagli

I LA TEORIA DI DOW PRINCIPI DELL ANALISI TECNICA

I LA TEORIA DI DOW PRINCIPI DELL ANALISI TECNICA I LA TEORIA DI DOW Il 3 luglio 1884 Charles H. Dow, titolare dal 1882 insieme a Edward Jones della Dow-Jones & Co., introdusse un indice di borsa destinato a diventare nel tempo uno strumento indispensabile

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

Report settimanale. 24-28 marzo 2014. by David Carli

Report settimanale. 24-28 marzo 2014. by David Carli Report settimanale 24-28 marzo 2014 by David Carli Dopo due settimane riprendo il mio consueto report. Purtroppo un guasto al mio notebook mi ha appiedato e non ho potuto realizzare il report e seguire

Dettagli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 27-31 gennaio 2014 by David Carli Aud-Usd, sembra avviato verso un target di medio periodo in area 0.8000/0.8050. L ultimo rimbalzo si è spento sulla resistenza e il cross ha ripreso

Dettagli

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio 69 2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio In questo paragrafo sono presentati i principali tipi di grafici che si possono utilizzare per descrivere l andamento dei prezzi e per compiere

Dettagli

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema La Casa Del Trader guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema 2012-11-14 14:11:34 MTosoni Uno tra i più famosi ed utilizzati stili di rappresentazione grafica è il candlestick giapponese

Dettagli

Trading veloce con i pattern di prezzo

Trading veloce con i pattern di prezzo Trading veloce con i pattern di prezzo Analisi Tecnica applicata e strategie operative MICHELE MAGGI www.tradinglibrary.it Costruzione dei grafici a barre Massimo (H) Chiusura (C) Escursione o Range Apertura

Dettagli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 17-21 febbraio 2014 by David Carli Interessante la situazione di Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il rimbalzo dai minimi sembra essersi arrestato sul livello di resistenza sito a

Dettagli

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Italian Trading Forum 2011 Analisi tecnica e teoria di Dow Tutta l analisi tecnica si basa sul principio che i prezzi scontano tutto e che le aspettative degli

Dettagli

Le candele giapponesi come ausilio al trading. Le candele giapponesi come ausilio al trading

Le candele giapponesi come ausilio al trading. Le candele giapponesi come ausilio al trading Le candele giapponesi come ausilio al trading Michele Maggi Rimini, 1-2 dicembre 2005 Le candele giapponesi come ausilio al trading Tecnica antica ma estremamente attuale Basata sull analisi dello sbilanciamento

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Corso di Analisi Tecnica dei mercati finanziari Seminario SG trading

Corso di Analisi Tecnica dei mercati finanziari Seminario SG trading Giuliano Stabile Corso di Analisi Tecnica dei mercati finanziari Seminario SG trading 0 Edizioni SG Book Indice 1. Analisi tecnica 2. Grafici in analisi tecnica 3. Scala aritmetica e logaritmica 4. Grafico

Dettagli

ANALISI TECNICA MANUALE RAPIDO DI CONSULTAZIONE DMC UFFICIO RICERCA F. CISLACCHI D. LIMONTA

ANALISI TECNICA MANUALE RAPIDO DI CONSULTAZIONE DMC UFFICIO RICERCA F. CISLACCHI D. LIMONTA ANALISI TECNICA MANUALE RAPIDO DI CONSULTAZIONE DMC UFFICIO RICERCA F. CISLACCHI D. LIMONTA 1 SOMMARIO Definizione di analisi tecnica come sistema...3 Supporti e resistenze...3 Trend: definizione e tipologie...4

Dettagli

1-2 - 3-4 - 5 L 6-7 - I P

1-2 - 3-4 - 5 L 6-7 - I P TRADING 11 -- AApppprrooffoonnddi imeennttoo ddeel ll AAnnaal lissi i CCaannddl leesstti icckk.. 22 -- LLaa TTeeoorri iaa ddi i EEl llil ioott.. 33 -- LLaa TTeeoorri iaa ddi i GGaannnn.. 44 -- LLaa TTeeoorri

Dettagli

ITALIAN TRADING FORUM

ITALIAN TRADING FORUM ITALIAN TRADING FORUM Rimini, 17-18 18 maggio 27 Le candele giapponesi Relatore: Maurizio Milano resp. analisi tecnica Gruppo Banca Sella NB: le slides sulle candele sono state realizzate da Giorgio Sogliani

Dettagli

Guida all analisi tecnica

Guida all analisi tecnica Guida all analisi tecnica Guida all analisi Tecnica AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING

Dettagli

TS DIMOSTRATIVO: TS INR

TS DIMOSTRATIVO: TS INR : TS INR 12/07/2003 Pag. 1 di 11 : TS INR A cura di Fabrizio Carducci (fcard71@tin.it) Finanza24ore (www.finanza24ore.it) : TS INR 12/07/2003 Pag. 2 di 11 Introduzione Questo TS è esclusivamente dimostrativo

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 13 novembre 2011 Trimestrale Vedi aggiornamenti precedenti Mensile Nel corso della settimana è stato testato il supporto in area 2200 ed il buon rimbalzo ha fatto

Dettagli

Report settimanale. 3-7 marzo 2014. by David Carli

Report settimanale. 3-7 marzo 2014. by David Carli Report settimanale 3-7 marzo 2014 by David Carli Faccio una breve introduzione a quello che potrebbe accadere nel mercato forex e, purtroppo, non solo. I venti di guerra di Crimea (mi sembra di essere

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ANALISI TECNICA. L analisi tecnica

INTRODUZIONE ALL ANALISI TECNICA. L analisi tecnica L analisi tecnica L analisi tecnica è la disciplina che studia l andamento del mercato attraverso lo studio dei grafici di avvenimenti passati allo scopo di fare delle previsioni. Il concetto che sta alla

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 05 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 24-28 febbraio 2014 by David Carli Tutto immutato su Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il cross pur salendo nella prima parte della settimana ha solo sfiorato il livello di resistenza

Dettagli

CANDLEMASTER - BOOK EDITION -

CANDLEMASTER - BOOK EDITION - 2 CANDLEMASTER - BOOK EDITION - CANDLEMASTER - BOOK EDITION - 3 ( Via Rialto 106 Maerne di Martellago - Venezia - 30030 Tutti i diritti sono riservati. È vietata la duplicazione, lo scorporo dal CD-ROM

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Sunrise Indicator

www.proiezionidiborsa.com Sunrise Indicator Sunrise Indicator Come dalla prima ora di contrattazione estrapolare il Sunrise Point per effettuare operazioni vincenti su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Sunrise Indicator Autore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un rally che una volta raggiunta la circonferenza tracciata sul grafico weekly

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza Analisi tecnica dei mercati finanziari Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza ANALISI DEI MERCATI FINANZIARI Lo studio dei mercati finanziari ha portato alla nascita e allo sviluppo di tre diverse scuole di

Dettagli

INTRODUZIONE AI CICLI

INTRODUZIONE AI CICLI www.previsioniborsa.net INTRODUZIONE AI CICLI _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione di ciclo economico visto l argomento che andremo a trattare. Che cos è un ciclo economico?

Dettagli

LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS

LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS FORMAZIONI 1-2-3 HIGHS AND LOWS Un tipico 1-2-3 high si forma alla fine di un trend rialzista. Tipicamente, i prezzi faranno un massimo finale (1), procederanno

Dettagli

The Weekly Report. Analisi Settimanale - 13 Giugno. http://smalltrading.net

The Weekly Report. Analisi Settimanale - 13 Giugno. http://smalltrading.net The Weekly Report Analisi Settimanale - 13 Giugno http://smalltrading.net 2 SP500 Iniziamo dall'analisi dello Sp500. Pessima chiusura di ottava dopo l'illusorio piccolo rimbalzo di giovedì. Sul grafico

Dettagli

Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia

Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia Data 11 Novembre 2009 Volume 1, Numero 2 Sergio Pitzalis Analisi ciclica sui Cereali Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia Nell ottica di una crescente qualità, dal mese di gennaio l analisi

Dettagli

Glossario Forex Trading

Glossario Forex Trading By Rizzi Daniele Account Il conto di trading su cui si opera e col quale si svolgono tutte le transazioni. Account Balance Il totale della somma di denaro presente su un account. Ask (Lettera) Prezzo al

Dettagli

Analisi tecnica Orientale

Analisi tecnica Orientale Analisi tecnica Orientale Guida alle configurazioni candlestick Indicata come abbinamento all analisi ciclica 1 Candlestick (Candele Giapponesi) Prima Introduzione ANALISI TECNICA CANDLESTICK L'analisi

Dettagli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 6-10 gennaio 2014 by David Carli Quello che avevo ipotizzato su Aud-Chf si è realizzato (non perché sia un veggente ma perché il mercato ha voluto invertire la sua rotta) e si è completato

Dettagli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 20-24 gennaio 2014 by David Carli Il segnale ribassista formatosi sulla resistenza (che risulterà più chiara se vista su time frame settimanale) di Aud- Cad si è rivelato veritiero facendo

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in tendenza ribassista ed ha fatto nuovi minimi annuali- ha chiuso a 1,223 - Il cambio Usd/Yen

Dettagli

Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Weekly: analisi statica

Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Weekly: analisi statica Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Eur/Usd: analisi valida per la settimana dal giorno 24/08 al giorno 28/08 Weekly: analisi statica Condizione generale di periodo. Come atteso, il mercato

Dettagli

WWW.OPERATIVETRADING.IT 1

WWW.OPERATIVETRADING.IT 1 WWW.OPERATIVETRADING.IT 1 WWW.OPERATIVETRADING.IT 2 INTRODUZIONE L obiettivo di questo manuale è quello di fornire i concetti base relativi l analisi grafica. Esso permetterà al lettore di capire cosa

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

COMMENTO per il: 02/genn/2008 (analisi e previsione)

COMMENTO per il: 02/genn/2008 (analisi e previsione) COMMENTO per il: 02/genn/2008 (analisi e previsione) Ben ritrovati in questo avvio del 2008 con i miei migliori auguri. Venerdi 28/dic/07 ultimo giorno operativo del 2007: giornata che si apriva al ribasso

Dettagli

Molti pensano che l analisi tecnica sia questione di grafici e di numeri. L analisi tecnica studia la psicologia umana e le molle che muovono i

Molti pensano che l analisi tecnica sia questione di grafici e di numeri. L analisi tecnica studia la psicologia umana e le molle che muovono i Analisi tecnica Molti pensano che l analisi tecnica sia questione di grafici e di numeri. L analisi tecnica studia la psicologia umana e le molle che muovono i traders nella loro attività speculativa.

Dettagli

Trading con il Prezzo di Chiusura

Trading con il Prezzo di Chiusura Trading con il Prezzo di Chiusura Come guadagnare con il Prezzo di chiusura di ogni Time Frame su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading con il Prezzo di Chiusura Autore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI A cura di Maurizio Milano Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella INDICE: Analisi Fondamentale Analisi Tecnica I tre pilastri dell Analisi Tecnica

Dettagli

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008 Analisi dell oro Dal 1980 al 2008 La fase discendente dei prezzi dell oro iniziata nel 1979 si conclude nell agosto del 1999, dopo 20 anni quando tocca il suo minimo ventennale a quota 252. Dopo un tentativo

Dettagli

Spread tra mercati obbligazionari. Come graficare lo spread btp - bund

Spread tra mercati obbligazionari. Come graficare lo spread btp - bund Spread tra mercati obbligazionari. Come graficare lo spread btp - bund 5 ottobre 2012 Antonio Lengua È vietata ogni riproduzione di questo materiale senza il consenso dell autore 1 Da alcuni mesi un termine

Dettagli

Minicorso Stocks Trading Analisys

Minicorso Stocks Trading Analisys Parte 1 Rendilo semplice, premessa Innanzitutto una confezione apri e chiudi Investire a lume di candela Orsi contro tori a ritmo di swing Premessa Minicorso Stocks Trading Analisys di Andrea Saviano 4,00

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Ancora indecisione EUR/USD si sta muovendo lateralmente dopo lo shock post-brexit.

Dettagli

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Intraday guida passo passo per operare su time frame H1 e 5/15/30 min v.1.2 29 Novembre 2011 19:30 Premessa Per fare trading ci vuole la giusta mentalità

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 1 GIUGNO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 1 GIUGNO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 26 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

ANALISI TECNICA PER LA DETERMINAZIONE DI STRATEGIE DI INVESTIMENTO. IL CASO DEL TITOLO FIAT

ANALISI TECNICA PER LA DETERMINAZIONE DI STRATEGIE DI INVESTIMENTO. IL CASO DEL TITOLO FIAT Università degli studi di Padova Facoltà di Scienze Statistiche Corso di Laurea in Statistica, Economia e Finanza TESI DI LAUREA ANALISI TECNICA PER LA DETERMINAZIONE DI STRATEGIE DI INVESTIMENTO. IL CASO

Dettagli

FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI

FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI GUIDA COMPLETA LA BIBBIA DEL FOREX Autore David Ruscelli www.forexstrategico.com Copyright 2014 David Ruscelli Proprietà letteraria riservata ISBN: 1497581613 ISBN-13: 978-1497581616

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM Supplemento di LombardReport.com, quotidiano di informazione finanziaria, direttore responsabile Emilio Tomasini, Aut. 1403 15/9/97 Tribunale di Modena LombardReport.com s.r.l. - Via Pascoli 7-41057 Spilamberto-Mo

Dettagli

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO Questi sono i prezzi più importanti elaborati quotidianamente dal sistema. Ho fatto in modo di "isolarli", dividendoli in 3 settori. Si accede

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013

Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013 Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013 MERCATO AZIONARIO- SP500 La scorsa settimana è stata caratterizzata da un forte rialzo che ci attendevamo come culmine del Ciclo iniziato nella seconda

Dettagli

Estoxx50. 4-May-11 8-May-11

Estoxx50. 4-May-11 8-May-11 Iniziamo con l aggiornamento del ciclo mensile sull Eurostoxx che come tempi è esemplificativo di tutti gli altri mercati (indici azionari), visto che tutti i mercati sono in fase fra di loro (ovvero hanno

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Rottura del supporto 1.1236. EUR/USD è sceso al di sotto del supporto 1.1236

Dettagli

Introduzione all Analisi Tecnica

Introduzione all Analisi Tecnica Introduzione all Analisi Tecnica Paolo Battocchio e Francesco Rossi 1 Premesse L Analisi Tecnica (AT) è basata essenzialmente su tre premesse: Il mercato sconta tutto i prezzi di borsa incorporano tutti

Dettagli

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK di Francesco Fabi Trader Professionista e Responsabile di Joe Ross Trading Educators Italia PREMESSA Il Ross Hook è una delle formazioni grafiche che sono

Dettagli

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il minimo della settimana del 14 settembre ( quella del top) è stato violato nella settimana appena trascorsa. Ovviamente NON leggiamo

Dettagli

LombardReport.com srl Via Pascoli 7-41057 Spilamberto MO IVA 02611280369 tel. 059 782910 fax 059 785974 GUIDA ALLA OPERATIVITA SUL FIB

LombardReport.com srl Via Pascoli 7-41057 Spilamberto MO IVA 02611280369 tel. 059 782910 fax 059 785974 GUIDA ALLA OPERATIVITA SUL FIB LombardReport.com srl Via Pascoli 7-41057 Spilamberto MO IVA 02611280369 tel. 059 782910 fax 059 785974 GUIDA ALLA OPERATIVITA SUL FIB 1 LA FILOSOFIA DI D-DAY Il servizio D-Day è stato tarato per venire

Dettagli

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method)

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) Autore: Dimitry - demighty@libero.it 1) Two Consecutive Matching Lows Il pattern Two Consecutive Matching Lows è un pattern di continuazione-breakout

Dettagli

Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere OPERATIVITA' VALIDA PER LUNEDI 11 GIUGNO 2007. Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone Seneca

Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere OPERATIVITA' VALIDA PER LUNEDI 11 GIUGNO 2007. Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone Seneca Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere OPERATIVITA' VALIDA PER LUNEDI 11 GIUGNO 2007 Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone Seneca Piazza Affari chiude in ribasso (Mibtel -0.58%) Sul S&P/Mib40:

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in rialzo dai minimi del 13 aprile- ha chiuso a 1,1447 - Il cambio Usd/Yen resta elevato, ma

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa.

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa. 24-nov-2015 Oggi sarò impegnato in un convegno e pertanto posso solo fare il solito report prima dell apertura dei mercati. Poiché scrivo i livelli di trading a mercati chiusi, questi sono da considerarsi

Dettagli

Trading intraday con il Prezzo di Apertura

Trading intraday con il Prezzo di Apertura Trading intraday con il Prezzo di Apertura Come dal prezzo di apertura effettuare straordinarie operazioni di trading intraday su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading intraday con il Prezzo

Dettagli

STRATEGIE ANALISI TECNICA

STRATEGIE ANALISI TECNICA STRATEGIE ANALISI TECNICA CONCETTO DI SUPPORTO E RESISTENZA: SUPPORTO: area grafica dove l azione della domanda e talmente forte da arrestare, almeno per un periodo, la discesa dei prezzi. RESISTENZA:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA Tesi di Laurea ASPETTI DELL ANALISI TECNICA APPLICATI AL TITOLO ENI Relatore: Prof. NUNZIO

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Importante supporto a 1.0796 EUR/USD sta scendendo verso il supporto 1.0796

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

VOL 1 INDICE DELLE LEZIONI

VOL 1 INDICE DELLE LEZIONI VOL 1 a cura di Paolo De Sanctis INDICE DELLE LEZIONI 1. Prefazione 2. Il mercato forex in breve 3. I principali errori di chi inizia, attenzione al gatto e la volpe 4. Gli attrezzi del mestiere 5. Elementi

Dettagli

DAX Future Analisi per il giorno

DAX Future Analisi per il giorno MONEY MANAGEMENT N. di punti/tick di STOP in base al time frame operativo - n. 1 contratto Capitale base 10.000 Perdita max a operazione 100 1 minuto : 3 punti 4 ore : 46 punti N. TICK CORRISPONDENTI Numero

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX In questo file so riepilogati : venerdì 5 vembre 2010 PAG. 2 e 3 : SEGNALI DI PREZZO SEMPLICI (senza indicazioni di stop e profit) long - short su base giornaliera, di CICLO

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 21 Febbraio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 21 Febbraio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 21 Febbraio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader.

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. LA TRADER'S TRICK Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. Siamo realistici. Il trading è un business in cui chi ha più conoscenza

Dettagli

Relatore: Pietro Paciello. Email: info@uptrend.it. Rimini, 17 Maggio 2012

Relatore: Pietro Paciello. Email: info@uptrend.it. Rimini, 17 Maggio 2012 Relatore: Pietro Paciello Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio 2012 Supertrend Il concetto di supporto e resistenza costituisce uno dei principi più importanti in assoluto per l'analisi tecnica e

Dettagli