Pianificazione del pensionamento. Non perdete tempo/

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pianificazione del pensionamento. Non perdete tempo/"

Transcript

1 Pianificazione del pensionamento Non perdete tempo/

2 Indice Pianificazione del pensionamento Una vecchiaia serena con un terzo di reddito in meno? 4 Investimenti patrimoniali Accumulare alacremente consumare lentamente 9 Momento del pensionamento Pensionamento anticipato o differito? 14 Capitale o rendita? Spesso la soluzione migliore è una combinazione di entrambi 18 Situazione abitativa Scelte abitative lungimiranti 22 Questioni personali I vostri valori, le vostre decisioni 26 Indirizzi importanti e ulteriori informazioni in materia 27 2

3 Care lettrici Cari lettori Secondo le statistiche, chi andrà in pensione nei prossimi 20 anni avrà ancora oltre un quarto di vita davanti a sé, perlopiù in uno stato di forma fisica e mentale buono come mai prima d ora e con un assistenza medica ottimale. Nel complesso stiamo bene come nessuna generazione prima di noi. Ma sapete esattamente quanto denaro vi resterà dopo il pensionamento? Sorprendentemente, circa il 60% delle persone con attività lucrativa non conosce l ammontare delle proprie prestazioni di vecchiaia future. A tale riguardo rimane apparentemente saldo un atteggiamento di incrollabile ottimismo, sebbene le prospettive siano in realtà tutt altro che rosee: le aspettative di vita sempre più lunghe e i tassi d interesse storicamente bassi comportano infatti non poche difficoltà per il nostro sistema previdenziale. Per molte persone, vedere concretamente le proprie prestazioni di vecchiaia nero su bianco per la prima volta poco prima del pensionamento sarà quindi un brusco ritorno alla realtà. Con questo opuscolo informativo AXA desidera motivarvi a chiarire per tempo il quadro generale della vostra situazione finanziaria. Quanto prima vi occuperete attivamente di questa tematica, tanto migliori saranno i presupposti per adottare in tutta tranquillità le misure più adeguate. La scelta di effettuare versamenti nel 3 pilastro, investire in un immobile o stipulare un assicurazione in caso di decesso dipende poi interamente dalla vostra situazione personale e familiare dal vostro standard di vita, dalle vostre aspirazioni e non da ultimo anche dalle disposizioni di legge. A chi invece si rende conto soltanto al momento del pensionamento che in futuro non avrà più a disposizione una parte considerevole del proprio reddito, restano invece soltanto due opzioni: lavorare più a lungo o destreggiarsi con i mezzi a disposizione. Una verifica della propria situazione previdenziale è quindi sempre opportuna anche solo per constatare che sotto il profilo finanziario potete guardare al futuro con assoluta serenità. AXA è sempre al vostro fianco per offrirvi una consulenza completa sulla pianificazione del vostro pensionamento. Fate chiarezza fintanto che avete il lusso del tempo. Antimo Perretta CEO AXA Winterthur 3

4 Pianificazione del pensionamento Una vecchiaia serena con un terzo di reddito in meno?/ Purtroppo nemmeno la rendita massima derivante dal 1 e 2 pilastro è in grado di garantire una vita confortevole dopo il pensionamento. A fronte di un livello salariale medio ci si può aspettare appena il 65 % circa dell ultimo salario, e addirittura una percentuale inferiore in caso di uno stipendio elevato. Chi ha passato tutta la vita a lavorare e a versare i contributi previdenziali obbligatori può contare sulla rendita massima per la vecchiaia, una prospettiva promettente, che lascia intendere che i mezzi a disposizione saranno più che sufficienti per garantire una vita agiata dopo il pensionamento. Purtroppo si tratta di un malinteso diffuso che se non viene riconosciuto in tempo comporterà una serie di rinunce importanti per il resto della vita. Al più tardi a 50 anni sarebbe pertanto consigliabile iniziare a studiare attentamente la situazione finanziaria dopo il pensionamento. In questo modo si ha ancora del tempo per prendere i provvedimenti necessari. Ciò si rende necessario se le rendite del 1 e 2 pilastro costituiscono l intero reddito per la vecchiaia, dato che il 65 % circa dell ultimo salario rappresenta una magra prospettiva per chiunque. Il fabbisogno è enorme, come illustrato da questo semplice esempio: se, dopo il pensionamento, sono necessari CHF al mese per un periodo di 20 anni, ciò corrisponde a un fabbisogno di capitale pari a CHF 1,2 milioni. Con le prestazioni massime del 1 e 2 pilastro mancano ancora CHF , da autofinanziare con la previdenza privata (esempio concreto di conteggio a pagina 8). I contributi mancanti, in seguito ad es. a maternità o disoccupazione, incidono ulteriormente sull ammontare della rendita. Soprattutto nel caso dei lavoratori indipendenti, molto viene delegato alla responsabilità individuale in quanto questi sono tenuti per legge a effettuare i pagamenti solo nel 1 pilastro, e avranno pertanto diritto a prestazioni per la vecchiaia ridotte. Il 1 e il 2 pilastro non sono di solito sufficienti per mantenere il consueto standard di vita. Il sistema dei tre pilastri Previdenza commisurata alle esigenze 1 o pilastro 2 o pilastro 3 o pilastro Previdenza statale Obbligatoria Previdenza professionale Facoltativa Previdenza privata AVS/AI Prestazioni complementari (PC) Obbligatorio LPP/LAINF Previdenza sovraobbligatoria Previdenza vincolata (pilastro 3a) Previdenza libera (pilastro 3b) Responsabilità dello stato Responsabilità del datore di lavoro Responsabilità personale In Svizzera la previdenza per la vecchiaia poggia su tre pilastri: la previdenza statale, professionale e privata. Il 3 pilastro (facoltativo) vi consente di colmare adeguatamente le spesso cospicue lacune di reddito che si presentano dopo il pensionamento. 4

5 1 pilastro: previdenza statale (AVS/AI) Il 1 pilastro comprende l assicura zione per la vecchiaia e i superstiti (AVS), l assicurazione per l invalidità (AI) e le prestazioni complementari (PC) versate caso per caso. L AVS è la più grande istituzione di solidarietà in Svizzera. Dalla sua costituzione nel 1948, il 1 pilastro è stato finora sottoposto a dieci revisioni. Originariamente l AVS serviva a finanziare il capitale di vecchiaia per gli anziani e, in caso di decesso, la rendita per superstiti. L AVS è un assicurazione obbligatoria, alla quale sono affiliate tutte le persone adulte che vivono o lavorano in Svizzera. Gli svizzeri che lavorano all estero possono scegliere di versare contributi per evitare l insorgere di lacune contributive a condizione che non siano domiciliati nell UE o nell AELS e che prima di lasciare l assicurazione obbligatoria siano stati assicurati ininterrottamente per almeno cinque anni. Sono soggetti all assicurazione anche i bambini e le persone che non esercitano un attività lucrativa come studenti, invalidi, casalinghe/i e pensionati. Il 1 pilastro si basa sulla solidarietà tra le generazioni e viene finanziato con il sistema di ripartizione, ovvero i contri buti della popolazione attiva vengono utilizzati direttamente per il pagamento delle rendite correnti. Da anni il rapporto tra quelli che versano i contributi e quelli che percepiscono una rendita peggiora, poiché cresce costantemente la quota di persone anziane. Lo sviluppo demografico minaccia a lungo termine il sistema dell AVS e ciò può comportare prima o poi la necessità d innalzare l età di pensionamento. Se le prestazioni dell AVS non garanti - scono nemmeno il minimo esistenziale è possibile richiedere delle prestazioni complementari, ossia prestazioni ufficiali finanziate dalla Confederazione e dai cantoni. Prestazioni per la vecchiaia dell AVS Le rendite di vecchiaia dell AVS vengono calcolate in base agli anni di contribuzione e al «reddito annuo medio determinante». Ogni due anni gli importi vengono adeguati all evoluzione dei salari e dei prezzi. Rendita massima annua: persone singole: CHF coniugi: CHF Rendita minima annua: persone singole: CHF coniugi: CHF Per maggior chiarezza potete richiedere gratuitamente un estratto individuale del conto AVS al sito (Situazione 2015) La garanzia del finanziamento a lungo termine dell AVS è la nuova sfida politica. 5

6 2 o pilastro: previdenza professionale (LPP) Le casse pensione esistono già da oltre 100 anni, ma solo nel 1972 la previdenza professionale, fino a quel momento facoltativa, è stata inserita nella Costituzione federale come 2 pilastro, e soltanto dal 1985 è disciplinata in modo vincolante dalla Legge federale sulla previdenza professionale (LPP). Le prestazioni della cassa pensione erano originariamente concepite per integrare le rendite AVS così da garantire agli assicurati lo standard di vita abituale anche dopo il pensionamento. Tuttavia, una serie di sviluppi della LPP ha fatto sì che nella maggior parte dei casi questo obiettivo oggi non venga più raggiunto. La previdenza professionale si basa sull idea che una parte del reddito a seconda dell età, dal 7 % al 18 % del salario assicurato non viene versata al dipendente, bensì depositata su un conto individuale.il datore di lavoro e il dipendente si suddividono l onere dei contributi. Tale somma forma con gli anni il cosiddetto avere di vecchiaia, che viene remunerato al tasso d interesse minimo LPP. Per il 2015 questo tasso è stato fissato all 1,75 %. Tale avere di vecchiaia può essere percepito per al massimo ¼ sotto forma di capitale oppure come rendita vitalizia. Maggiori dettagli su questo argomento sono disponibili da pagina 18 del presente opuscolo. A differenza del 1 pilastro, nel 2 pilastro ognuno risparmia solo per sé stesso. Tutti i lavoratori, dal 1 gennaio successivo al compimento del 17 anno di età, devono essere annunciati dal loro datore di lavoro a una cassa pensione, se versano contributi AVS e guadagnano almeno CHF all anno. Fino al 1 gennaio successivo al compimento del 24 anno d età, i contribuenti sono assicurati solo contro i rischi di decesso e invalidità; successivamente iniziano a costituire il loro avere di vecchiaia. Sono esentati dal regime LPP obbligatorio: i lavoratori indipendenti, i dipendenti con contratto a termine per al massimo tre mesi, i familiari attivi nella propria azienda agricola e le persone che, ai sensi dell AI, sono incapaci di guadagno almeno al 70%. Solo le prestazioni minime sono regolamentate dalla legge. Il datore di lavoro e la cassa pensione sono liberi d incrementare i versamenti. Per i redditi più elevati, l assicurazione obbligatoria non copre l intera somma. La quota di salario eccedente il limite massimo LPP di CHF può essere assicurata in via facoltativa nel cosiddetto regime sovraobbligatorio e non è sottoposta ad alcuna legge. Può avere eventuali lacune di copertura nell ambito della previdenza professionale chi non ha lavorato per un lungo periodo (ad es. per maternità, soggiorno all estero, studi universitari o disoccupazione), chi negli anni ha notevolmente aumentato il proprio livello salariale, chi ha divorziato e ha dovuto procedere alla ripartizione dell avere della cassa pensione, chi ha avviato un attività indipendente o chi desidera il pensionamento anticipato. Per colmarle si possono effettuare dei pagamenti supplementari (il cosiddetto riscatto nella cassa pensione). La vostra cassa pensione vi informerà in merito alle possibilità concrete disponibili. I lavoratori indipendenti possono procedere all affiliazione facoltativa presso la cassa pensione dei loro dipendenti o della loro associazione di categoria. Se ciò non fosse possibile ci si può rivolgere alla Fondazione istituto collettore, tuttavia solo per la copertura delle prestazioni minime LPP. I single senza figli con i loro contributi versati nella previdenza professionale pagano per prestazioni di cui non avranno mai bisogno, ovvero le rendite per figli d invalido e per superstiti in caso d invalidità e decesso. Per tale ragione, per i single con attività indipendente è consigliabile la previdenza con il 3 pilastro. L evoluzione demografica ha già imposto pesanti compromessi anche alla previdenza professionale: il progressivo invecchiamento della popolazione e quindi l erogazione delle rendite per un periodo più lungo hanno reso necessario tagliare drasticamente la remunerazione minima. Anche l aliquota di conversione, che determina la quota dell avere di vecchiaia risparmiato versata annualmente sotto forma di rendita, è stata portata dal 7,2 % al 6,8 %. Inizialmente un avere di vecchiaia di CHF generava una rendita di CHF ; oggi la rendita è invece di soli CHF Prestazioni di vecchiaia in base al regime obbligatorio LPP Le rendite di vecchiaia LPP vengono calcolate in base all avere di vecchiaia accumulato all età di pensionamento e all aliquota di conversione in percentuale dell avere di vecchiaia. Aliquota di conversione: dal 2015 l aliquota minima di conversione all età di 65 anni (uomini) o di 64 anni (donne) è del 6,8%. Tasso d interesse minimo: il tasso d interesse minimo per la remunerazione dell avere di vecchiaia è dell 1,75 %. Rendita massima LPP annua: circa CHF Per maggiori dettagli in merito all ammontare del proprio avere di vecchiaia (regime obbligatorio e sovraobbligatorio), alla remunerazione e all aliquota di conversione, consultare il regolamento della propria cassa pensione nonché il certificato della cassa pensione. (Situazione 2015, fonte: UFAS 2014) La riduzione dell aliquota di conversione pesa sull ammontare della rendita. 6

7 3 o pilastro: previdenza privata Il 3 pilastro costituisce il complemento individuale e facoltativo al 1 e al 2 pilastro. Le due varianti (3a e 3b) pos sono essere combinate in modo ideale. Il pilastro 3a (o previdenza vincolata) è una forma mirata di previdenza per la vecchiaia presso una banca o un assicurazione, la cui costituzione viene incoraggiata dalla Confederazione tramite risparmi fiscali fino a CHF all anno. Anche il prelievo del capitale è fiscalmente agevolato. Per contro, è limitato l ammontare dei versamenti. Il pilastro 3b (o previdenza libera) si contraddistingue per la maggiore flessibilità, ma è sottoposto a un trattamento fiscale meno favorevole (i proventi di un assicurazione sulla vita sono esenti da tasse). La previdenza libera comprende tutte le forme di risparmio privato, quali il conto di risparmio, i contanti, vari prodotti di risparmio e investimento, piani di pagamento, la proprietà abitativa, oggetti di valore, collezioni, ecc. Reddito mancante alla vecchiaia 100 Prestazioni in percentuale del salario % Lacuna previdenziale (o 3 pilastro) 40 LPP 20 AVS Salario annuo lordo in CHF Esempio Rendita annua AVS Rendita annua LPP Esempio di calcolo Salario lordo durante l attività lavorativa CHF = 100 % AVS/AI CHF LPP CHF Rendita annua pilastro CHF = 65 % Lacuna previdenziale dopo il pensionamento CHF = 35 % La crescente speranza di vita e l evoluzione demografica fanno sì che avremo sempre meno capitale a disposizione per un arco temporale più lungo. Nei primi due terzi della vita accantoniamo quello che ci servirà nell ultimo terzo della nostra esistenza: questa è l unica solu zione finanziaria accettabile per il futuro. Già oggi il 3 pilastro viene considerato come lo strumento di pianificazione finanziaria futura più intelligente e sicuro. Il 3 pilastro garantisce l autonomia finanziaria nella vecchiaia. «Non è mai troppo presto, ma basta poco per essere troppo tardi.» Bruno Kaufmann è responsabile presso AXA della distribuzione attraverso consulenti del Servizio esterno esperti nella previdenza e nel patrimonio. I circa 300 specialisti si occupano di questioni inerenti alla previdenza per la vecchiaia. Perché pianificare il pensionamento se è già tutto regolamentato per legge? Bruno Kaufmann: Vi sono molti aspetti che possono e devono essere pianificati individualmente. Voglio andare in pensione anticipata? Come gestisco il passaggio dalla vita lavorativa a una fase di quiescenza attiva? Meglio farmi versare dalla cassa pensione una rendita o il capitale di vecchiaia? Quand è il momento giusto? Non è mai troppo presto, ma basta poco per essere troppo tardi. In ogni caso prima del 50 anno d età, quando i figli sono di solito già grandi, e le spese diminuiscono a fronte di un reddito spesso interessante: è questo il momento ideale per colmare eventuali lacune finanziarie. Ai lavoratori indipendenti consiglio di affrontare la tematica del pensionamento già in fase di avvio dell attività tenendo fin da subito in debita considerazione anche la pianificazione della successione aziendale. Come sarebbe opportuno procedere? Che cosa occorre tenere presente? Rivolgetevi assieme al vostro partner a un consulente esperto in questioni previdenziali e verificate le vostre possibilità nella previdenza professionale. Potete incrementare il vostro avere di vecchiaia per mezzo di un riscatto? Avete pensato alle opzioni di prelievo del capitale e di pensionamento anticipato? A quanto ammonta la rendita di vecchiaia e quanto riceve il partner in caso di decesso? In che modo è possibile migliorare la situazione finanziaria in vista del pensionamento? Le possibilità sono molteplici. Un riscatto nella cassa pensione serve a ottimizzare le imposte, migliorare la prestazione di vecchiaia e, in determinate circostanze, facilitare il pensionamento anticipato. Ma la cosa più importante, a mio avviso, è migliorare innanzitutto le proprie possibilità di risparmio tramite il 3 pilastro. Con un assicurazione sulla vita si riceve regolarmente un promemoria a mezzo fattura, si risparmia sulle tasse come con il conto 3a e, in caso di esonero dal pagamento dei premi, si raggiungono i propri obiettivi di capitale anche in seguito a incapacità di guadagno per motivi di salute. Il contesto economico influisce sulla pianificazione finanziaria? Il modo migliore per affrontare l attuale livello basso dei tassi d interesse consiste nel costituire un capitale il prima possibile e in modo sistematico così da conseguire la maggior indipendenza finanziaria possibile. 7

8 La pianificazione del pensionamento in dieci mosse/ Tre pilastri, capitale, rendita, avere di vecchiaia sembra tutto complicato. In realtà non è affatto difficile pianificare il pensionamento dal punto di vista finanziario. 1. Allestite un budget del costo della vita annuo dopo il pensionamento. Che standard di vita desiderate? Quali impegni finanziari, desideri e preoccupazioni devono essere presi in considerazione? Sono previsti degli investimenti importanti, ad es. per la propria casa? Ci sono dei rischi di salute o di altra natura da inserire nel calcolo? 2. A quanto ammonterà la vostra rendita annua AVS? Richiedete l estratto del vostro conto personale per telefono alla cassa di compensazione responsabile o via Internet al sito 3. A quanto ammonterà la vostra rendita della cassa pensione? Per saperlo e per conoscere le opzioni disponibili in caso di un eventuale versamento di capitale potete rivolgervi alla vostra cassa pensione o consultare il certificato della cassa pensione che vi viene recapitato ogni anno. 4. Le spese annue relative al costo della vita (1) meno la rendita AVS (2) meno la rendita della cassa pensione (3) equivalgono alle eventuali lacune previdenziali presenti a partire dai 65 anni d età. 5. Ora potete calcolare il capitale necessario per colmare tali lacune di previdenza: in presenza di una speranza di vita media pari a 85 anni è necessario finanziare la lacuna previdenziale per 20 volte. 6. Quanto tempo avete a disposizione per risparmiare il capitale mancante? Sottraete dall età di pensionamento la vostra età attuale. 7. Sommate ora il capitale di cui disponete oggi il capitale disponibile ovvero tutti i valori patrimoniali che già avete. Considerate che fino al pensionamento il vostro capitale frutterà interessi. 8. Sottraete il capitale disponibile dal capitale target ora avete il vostro fabbisogno di capitale e sapete quanto dovrete risparmiare fino al pensionamento per coprire dopo i costi della vita. 9. Ora potete calcolare quanto dovrete risparmiare mensilmente per coprire il vostro fabbisogno di capitale. Ipotesi: per vivere vi occorrono annualmente CHF La rendita massima AVS annua è di CHF Nel nostro esempio ipotizziamo una rendita annua della cassa pensione pari a CHF CHF CHF CHF = CHF x CHF = CHF (capitale target) = 20 anni Capitale disponibile oggi: CHF Al momento del pensionamento questo capitale, inclusa la remunerazione dell 1,2 % circa, ammonterà ad approssimativamente CHF (capitale disponibile). CHF CHF = CHF (fabbisogno di capitale) CHF in 20 anni = CHF all anno o CHF circa al mese 10. Confrontate quindi il risparmio necessario con le vostre possibilità finanziarie. Siete in grado di risparmiare a sufficienza per accumulare il capitale target fino al pensionamento? In caso contrario, avete a disposizione varie possibilità di ottimizzazione. Ad esempio potete tagliare le vostre spese dopo il pensionamento e ridurre così il vostro fabbisogno finanziario annuo. Oppure potete andare in pensione a 67 anni, così avrete più tempo per colmare la lacuna previdenziale. In alternativa potete ridurre il vostro attuale costo della vita, per risparmiare di più fino al pensionamento. Forse potete anche trovare altre possibilità per ottimizzare la vostra strategia d investimento e ottenere rendimenti maggiori. In tal caso concentratevi assolutamente su prodotti con garanzia di capitale.

9 Investimenti patrimoniali Accumulare alacremente consumare lentamente/ Non appena sapete quanto vi serve per godervi tranquillamente la vecchiaia dovreste iniziare a costituire il capitale necessario. Non è mai troppo presto per riflettere su come investire al meglio il denaro dopo il pensionamento in modo da farlo durare più a lungo. Prima iniziate ad accumulare il capitale per la vecchiaia, meglio è, poiché gli interessi composti aumentano con il tempo, anche a livelli bassi. Rendimento o sicurezza? Purtroppo non esiste nessuno strumento d investimento in grado di offrire il massimo del rendimento con una sicurezza del 100 %. Anche tra liquidità e redditività vi è un conflitto di obiettivi: gli investimenti disponibili a breve termine fruttano spesso rendimenti inferiori. Il triangolo magico L interazione tra rendimento, sicurezza e liquidità richiede costantemente compromessi. In ogni caso, la scelta della forma d investimento migliore per voi dipende dalle vostre esigenze personali. Non esistono strategie d investimento buone per tutti. Per quanto allettanti siano i lauti guadagni, le crisi finanziarie hanno dimostrato che un forte rialzo comporta sempre anche un elevato rischio di caduta. Se volete assumervi rischi maggiori, dovreste farlo solo con la quota di capitale che potete permettervi di perdere (in parte). Quanto più vicino è il momento del pensionamento, tanto più sicuri dovrebbero essere gli investimenti, poiché per voi il patrimonio diventa sempre più prezioso. Rendimento, sicurezza e liquidità vanno soppesati con cura. Investimenti speculativi Investimenti dinamici Investimenti orientati al rendimento Fondamento Liquidità Rendimento Opzioni, azioni e fondi speculativi Azioni, fondi, assicurazione sulla vita abbinata a fondi o strutturata Obbligazioni, mercato monetario, assicurazione sicurazione sulla vita tradizionale Conto stipendio/risparmio, proprietà d abitazione, ion AVS, previdenza professionale, assicurazioni contro il rischio Sicurezza Onere per il monitoraggio, opportunità e rischi aumentano. Qualsiasi strumento d investimento ha una sua collocazione nel triangolo magico formato da rendimento, sicurezza e liquidità, attribuibile, in base al profilo di rischio, a una classe d investimento. Chi vuole diversificare il proprio investimento in modo ottimale, deve investire in varie categorie. 9

10 Costituzione di un capitale con il pilastro 3a Quando si costituisce un capitale di vecchiaia è buona regola sfruttare prima pienamente le possibilità offerte dal pilastro 3a la previdenza vincolata e integrarle preferibilmente con quelle del pilastro 3b. L importo investito nel pilastro 3a può essere infatti dedotto dal reddito imponibile del rispettivo anno. E anche al momento del prelievo si risparmia sulle imposte in quanto al posto dell esosa imposta sul reddito viene applicata un aliquota ridotta. Limitazioni del pilastro 3a: gli importi di versamento sono limitati per legge: nel 2015, ad esempio, sono di max CHF per i dipendenti affiliati a una cassa pensione, mentre gli indipendenti possono versare al massimo CHF all anno; il capitale risparmiato può essere prelevato al più presto cinque anni prima del pensionamento ordinario, a meno che non ci si trasferisca all estero, non si inizi un attività indipendente o non si acquisti una proprietà abitativa ad uso proprio. Per il pilastro 3a potete scegliere tra due opzioni: la soluzione bancaria o la soluzione assicurativa. Con la soluzione bancaria, ogni anno potete stabilire in modo flessibile quanto versare nel conto 3a e ricevete un interesse preferenziale. Esistono anche conti 3a abbinati a fondi d investimento, vale a dire che partecipate a un fondo. Questa soluzione promette maggiori rendimenti ma, a seconda della situazione dei mercati finanziari, comporta anche maggiori rischi. La soluzione assicurativa vi offre una protezione supplementare. Una parte del premio annuo copre infatti i rischi d invalidità e/o decesso. In caso di decesso, l assicurazione versa ai beneficiari la somma pattuita, mentre in caso d incapacità di guadagno si assume il pagamento dei premi successivi. Queste protezioni e la garanzia di pagamento alla scadenza riducono tuttavia il rendimento. Le soluzioni assicurative abbinate a fondi d investimento possono, a determinate condizioni e a seconda dell andamento, compensare questa perdita. Tuttavia, un rischio resta comunque. La decisione di optare per la soluzione bancaria o per quella assicurativa dipende dalle vostre condizioni di vita e dai progetti personali. È anche possibile combinare le due soluzioni: potete aprire un conto 3a presso una banca e stipulare una polizza di risparmio 3a presso una compagnia di assicurazioni. Messi insieme, i versamenti effettuati in entrambi i prodotti non possono tuttavia superare l importo massimo deducibile dalle imposte. Costituzione di un capitale con il pilastro 3b Se non volete sottostare alle restrizioni del pilastro 3a, potete investire nel più flessibile pilastro 3b. La cosiddetta «previdenza libera» offre molta libertà d azione. Essa prevede infatti una gran quantità di soluzioni bancarie e assicurative che vanno dai complessi prodotti strutturati alle molteplici soluzioni assicurative fino al più antico dei metodi di risparmio: custodire il denaro sotto il materasso. Versamento annuo nel pilastro 3a: max CHF per i lavoratori dipendenti. 10

11 Diversificazione Poiché ciascuna forma di accumulo di capitale presenta i suoi vantaggi e svantaggi, spesso è opportuno diversificare. Facciamo un esempio con il pilastro 3a. Versate ogni anno CHF in un assicurazione sulla vita classica e CHF su un conto 3a abbinato a fondi d investimento presso una banca, per un importo complessivo di CHF Nel triangolo magico formato da rendimento, sicurezza e liquidità siete pertanto così posizionati. Rendimento Il pilastro 3a abbinato a fondi d investimento e i vantaggi fiscali che esso comporta vi offrono buone opportunità di rendimento. Sicurezza Dall assicurazione sulla vita riceverete una somma unica nota in anticipo e garantita, che potrà esservi ad esempio versata all età di 65 anni. Liquidità Potete scegliere liberamente in qualsiasi momento gli importi da versare sul conto 3a, fino al massimo consentito dalla legge. Se un anno vi occorre più liquidità, potete semplicemente versarne meno sul conto. Obiettivo sicurezza prima del pensionamento Quanto più vicino è il pensionamento, tanto più prezioso diventa il vostro patrimonio per il futuro. Trasformate progressivamente gli investimenti puramente orientati al rendimento in soluzioni con garanzia di capitale. Investimenti patrimoniali dopo il pensionamento Dopo il pensionamento, la maggior parte delle persone passa dalla fase di costituzione a quella di consumo del capitale, ossia inizia a ricorrere ai propri risparmi per vivere. Da questo momento è particolarmente importante trovare un buon mix tra rendimento, sicurezza e liquidità. Quest ultima è determinante in quanto i mezzi liquidi servono al vostro sostentamento e ciò si ripercuote sulle vostre possibilità d investimento. Alcuni investimenti ad alto potenziale, infatti, non vi consentono di accedere al capitale per un certo periodo di tempo, a meno di subire una perdita elevata. Quanta liquidità vi occorre? Fate attenzione che siano sempre coper - te le vostre spese fisse come i costi per l abitazione, i generi alimentari, ecc. Inoltre dovreste poter investire in un automobile nuova o in un impianto di riscaldamento nuovo quando sarà necessario. Prima d investire il vostro patrimonio chiedetevi sempre: quale somma devo avere sempre a disposizione? Gli esperti consigliano di depositare su un conto bancario da tre a sei stipendi mensili circa, prima d investire denaro in uno dei tanti strumenti d investimento. Compensazione del rincaro Benché dopo il pensionamento l 80 % 90 % al massimo del vostro reddito attuale dovrebbe essere sufficiente per mantenere il vostro tenore di vita, non dovreste ridurre il budget. In questo modo negli anni riuscirete a conseguire un adeguata compensazione del rincaro. Un adeguamento costante delle rendite in essere è previsto per l AVS ma non per la previdenza professionale. Inoltre, anche la svalutazione strisciante incide sul patrimonio restante. Dopo il pensionamento investite il vostro denaro a breve, medio e lungo termine. Pianificazione della liquidità Accumulo Consumo Capitale dal 3 pilastro Investimenti a breve termine Proventi bassi Investimenti a medio termine Proventi medi Investimenti a lungo termine Proventi elevati Età Una buona strategia di utilizzo del capitale consiste nel collocare i soldi dopo il pensionamento in orizzonti d investimento a breve, medio e lungo termine, in modo da mantenere il rapporto consumo/crescita in equilibrio anche sul lungo termine. 11

12 Dov è sicuro investire? Ciascun prodotto d investimento si posiziona diversamente nel triangolo magico; rendimento, sicurezza e liquidità si differenziano notevolmente da caso a caso. Le obbligazioni, ad esempio, sono considerate piuttosto sicure, ma è consigliabile investire solo in obbligazioni di aziende ritenute stabili dalle agenzie di rating. Per contro, il valore delle azioni oscilla molto e può arrivare addirittura a zero se una società anonima diventa insolvente! Le crisi finanziarie hanno dimostrato che anche gli investimenti in strumenti apparentemente sicuri non sono al riparo dalla perdita di valore. Ne sono state colpite anche aziende maggiori, alcune delle quali sono state addirittura costrette a dichiarare fallimento. Neppure il conto bancario è completamente sicuro. Tuttavia, se la banca fallisce, i depositanti devono pur sempre ricevere fino a CHF del loro patrimonio prima di tutti gli altri creditori. Questo è quanto attualmente prescritto dalla Legge federale sulle banche e le casse di risparmio con la cosiddetta protezione del depositante. Le banche con garanzia statale hanno una peculiarità: la maggior parte dei cantoni garantisce infatti per le proprie banche cantonali anche i depositi superiori a CHF Per le assicurazioni il quadro è leggermente diverso. L assicuratore è infatti tenuto a garantire con un patrimonio vincolato i diritti che scaturiscono dai contratti di assicurazione. In caso di fallimento di una compagnia di assicurazioni, le polizze sulla vita garantite con il patrimonio vincolato non vengono sciolte, bensì gestite da un altro assicuratore o dall Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) e pagate conformemente alle disposizioni contrattuali. A differenza del conto bancario, questa garanzia non è applicabile solo fino a un importo di CHF ma è estesa all intero patrimonio risparmiato, inclusi interessi ed eccedenze già attribuite. Le assicurazioni sulla vita sono sicure. 12

13 Investimenti patrimoniali: le cinque regole d oro/ 1. Rimanete con i piedi per terra Non inseguite rendimenti elevati; accontentatevi dell utile che ricavate e non piangete sulle opportunità perse. 2. Prendete decisioni Comprare? Non comprare? Non si può ottenere un rendimento se non si prendono decisioni. Non siate avventati, ma siate decisi. 3. La pazienza è la virtù dei forti Non dovete per forza agire costantemente: l impazienza può portare ad azioni avventate. Soprattutto in tempi di crisi, la decisione giusta può anche essere quella di attendere. 4. Diversificazione Anche se credete di aver individuato la migliore offerta, non puntate tutto su una carta, ma ripartite ampiamente i vostri investimenti. 5. Accettate le decisioni sbagliate Chi non ammette di aver preso una decisione sbagliata, spesso la corregge troppo tardi e perde ancor più denaro. Non aggiungete buon denaro a cattivo denaro acquistando quando una delle vostre azioni è in caduta libera e non si vede ancora il fondo. «Occorrerebbe verificare la rotta ogni tre anni.» Beat Lang è agente generale di AXA e a capo dell agenzia generale Previdenza & Patrimonio, Zurigo-Nord. Com è possibile ottenere un elevato rendimento con un basso rischio? Beat Lang: È praticamente impossibile. Chi vuole ottenere elevati utili di capitale, deve assumersi rischi altrettanto elevati. Vi sono regole fondamentali per gli investimenti? Oltre all orientamento personale all interno del triangolo magico dato da rendimento, sicurezza e liquidità, consiglio d investire ad ogni età in prodotti con un orizzonte di breve, medio e lungo periodo. Con il pensionamento si passa dalla fase di accumulo a quella di consumo del patrimonio. A partire da questo momento sarebbe opportuno non esporsi più a rischi, per quanto sia anche possibile investire il patrimonio in strumenti garantiti al 100 % e allocare gli utili risultanti in modo più offensivo. Qual è il modo migliore per accumulare capitale e come faccio a sapere che grado di rischio posso sopportare? Sulla scorta di un questionario stabiliamo insieme con i nostri clienti la loro propensione e capacità di rischio. Per la costituzione del capitale sono indicate le assicurazioni di risparmio miste con interesse garantito, ossia i pilastri 3a o 3b. Entrambi sono combinabili con una protezione del partner. È altresì possibile utilizzare prodotti abbinati a fondi con un potenziale di rendimento superiore. Con quale frequenza bisognerebbe riesaminare gli investimenti patrimoniali? Dipende dal tipo di investimento. Per quelli a lungo termine come le azioni, la strategia dovrebbe essere più lunga salvo forse in presenza di forti oscillazioni. In generale sarebbe opportuno verificare la rotta ogni tre anni. In altre parole, occorre prendersi del tempo per una consulenza seria, poi decidere e non cambiare nuovamente la strategia troppo in fretta poiché ogni cambiamento genera nuovi costi. Che cosa consiglia per la pianificazione del pensionamento in generale? Di pianificare per tempo la questione finanziaria. Non solo: consiglio d iniziare ad accumulare capitale in modo sistematico già a partire dai 40/45 anni, e di prendere in considerazione se possibile il pensionamento anticipato. L attuale politica del lavoro, infatti, permette di agire da una posizione completamente diversa e di scegliere se andare in pensione anticipata, ordinaria o posticipata, indipendentemente da cosa si farà poi effettivamente. Stiamo parlando di qualità della vita a un costo sostenibile per il resto della nostra esistenza! 13

14 Momento del pensionamento Pensionamento anticipato o differito?/ Tutto sembra indicare che il pensionamento flessibile è destinato a diventare sempre più importante. Se fino ad alcuni anni fa il pensionamento anticipato era di gran lunga l opzione preferita, anche il pensionamento posticipato o graduale comincia a godere di sempre maggiore considerazione. È di circa il 50 % la percentuale dei lavoratori che abbandona anticipatamente la vita lavorativa. A prima vista si resta sorpresi da questa cifra, poiché i costi di un prepensionamento sono elevati. Chi opta per il pensionamento anticipato rinuncia al salario, accetta una decurtazione delle rendite e deve anche finanziare il periodo che intercorre fino all età ordinaria di pensionamento. Quanto maggiore l avere di vecchiaia accumulato nel 2 pilastro, tanto più realistica diventa questa opzione. Tuttavia, il prepensionamento è ben lungi dall essere sempre una libera scelta. Un sesto di tutti i dipendenti in Svizzera va in pensionamento anticipato per cause imputabili alla salute, a ristrutturazioni aziendali o a tagli del personale. Molti non sono preparati a questo passo e invece di godersi la libertà conquistata, le persone costrette al prepensionamento devono spesso preoccuparsi del loro futuro economico. Si raccomanda pertanto di procedere sempre, pur nel limite del possibile, alla preparazione finanziaria del pensionamento anticipato. Così facendo potrete affrontare qualsiasi cambiamento improvviso dello stato di salute, professionale o privato da una posizione privilegiata. Ciò significa che se anche poi non andrete in pensione anticipata, avrete comunque prospettive migliori. Sempre più svizzeri riescono a immaginarsi di lavorare oltre l età ordinaria di pensionamento, forse perché devono compensare gli anni di contribuzione mancanti, hanno un partner più giovane che ancora lavora, il loro know-how professionale continua a essere richiesto o semplicemente perché non hanno voglia di fare i pensionati. Una cosa però è certa: il rinvio del prelievo della rendita migliora la situazione finanziaria, e questo per tutta la vita. La riduzione graduale del grado di occupazione sembra essere la soluzione pensionistica del futuro, a condizione che venga contemplata dalla cassa pensione del datore di lavoro. In base alla situazione la riduzione può iniziare sia prima che dopo l età ordinaria di pensionamento. I coniugi possono optare per il prepensionamento di uno e il pensionamento differito o graduale dell altro, a dipendenza delle prestazioni delle casse pensione a cui sono affiliati. Una persona su sei va in prepensionamento forzato. Riscossione flessibile della rendita Le donne vanno in pensione a 64 anni, gli uomini a 65. Sono possibili sia un prelievo anticipato, sia un differimento delle prestazioni. AVS Cassa pensione Pilastro 3a Donne Prelievo anticipato Differimento AVS Cassa pensione Pilastro 3a Uomini Prelievo anticipato Differimento Età Età

15 Che cosa potete aspettarvi? Flessibilità dell AVS uguale per tutti L età di pensionamento ordinaria AVS è attualmente fissata a 65 anni per gli uomini e 64 per le donne. Potete riscuo tere la rendita AVS al massimo due anni prima previa notifica alla cassa di compensazione AVS competente o sul sito almeno tre mesi prima. Poiché a livello statistico la rendita viene corrisposta per un periodo più lungo, questa viene ridotta vita natural durante del 6,8 % per ogni anno di riscossione anticipata. Tra coloro che vanno in pensione anticipatamente, molti riscuotono la rendita AVS solo a partire dall età di pensionamento ordinaria, per non subire riduzioni vitalizie di rendita. Utile a sapersi: i contributi AVS vanno versati fino all età ordinaria di pensionamento, per un importo compreso tra CHF 480. e CHF all anno, a seconda del patrimonio. Potete rimandare il prelievo della rendita AVS di uno fino a cinque anni e ricevere così un incremento percentuale della rendita vita natural durante per ogni anno di proroga. Con una dilazione di cinque anni la rendita aumenta del 30 % circa. Per ogni anno di riscossione anticipata le rendite del 1 e 2 pilastro si riducono del 7 % circa, vita natural durante. Adeguamenti delle rendite AVS La riscossione anticipata può essere richiesta solo per anni interi. Età ordinaria di pensionamento +24% +31,5% Il differimento minimo è di un anno, trascorso il quale potete decidere di mese in mese per la riscossione della rendita. +5,2% +10,8% +17,1% Prelievo -6,8% -13,6% Anni

16 Non tutte le casse hanno la stessa libertà d azione Le possibilità offerte dalle casse pensione dipendono dal loro regolamento. Ogni cassa pensione, infatti, può strutturare i piani di previdenza in piena autonomia, in quanto la legge definisce solo le condizioni quadro. Generalmente l età minima di prelievo della rendita è di 58 anni. Alcune casse pensione compensano la mancanza di una rendita AVS con una rendita transitoria, che viene erogata in aggiunta alla rendita di vecchiaia percepita anticipatamente dal 2 pilastro. È possibile acquistare una rendita transitoria versando contributi supplementari durante la vita lavorativa. La maggior parte dei datori di lavoro partecipa al versamento dei contributi nella misura del 50%. Per ogni anno di riscossione anticipata la riduzione della rendita varia tra il 6 % e il 7 % poiché con il pensionamento anticipato alla cassa pensione vengono a mancare i contributi e gli interessi e deve quindi finanziare un maggior numero di rendite con un minor numero di entrate. Negli ultimi cinque anni dell attività lavorativa si accumula di norma un quarto circa dell intero capitale di vecchiaia. In questi anni la maggior parte dei lavoratori percepisce il salario più alto e versa i contributi più elevati, a cui si aggiunge l effetto degli interessi composti che aumenta di anno in anno. Nel caso dei pensionamenti cosiddetti forzati imputabili a motivazioni economiche, le aziende spesso offrono un indennità di buonuscita o soluzioni globali interessanti. In tal caso è assolutamente necessario ricorrere al parere di uno specialista per valutare l aspetto fiscale. Infatti, se l ufficio delle contribuzioni non lo considera come patrimonio di vecchiaia, su questo capitale gravano pesanti imposte sul reddito. Sempre più casse pensione consentono un differimento del pensionamento come quello previsto dall AVS (età massima 69/70), ma fino a questa età vanno versati anche i contributi di risparmio. La rendita o il versamento di capitale diventa quindi esigibile alla data effettiva di pensionamento. Adeguabilità del 3 pilastro Il capitale del pilastro 3a diventa percepibile non prima dei 59 anni (donne) e dei 60 anni (uomini), ad eccezione dei seguenti casi: acquisto di un abitazione ad uso proprio riscatto nella cassa pensione avvio di un attività indipendente abbandono definitivo della Svizzera Se dopo l età ordinaria di pensionamento viene ancora esercitata un attività lucrativa, nell ambito delle disposizioni di legge è possibile versare i contributi nella previdenza vincolata fino all età di 69 anni (donne) o 70 anni (uomini). Il capitale va però prelevato al più tardi all effettiva cessazione dell attività lavorativa. La previdenza libera (pilastro 3b) non prevede alcun tipo di restrizione. Il 25 % circa del capitale di vecchiaia viene costituito cinque anni prima del pensionamento. Adeguamenti delle rendite della cassa pensione Capitale realizzabile CHF Rendita annua CHF (100 %) CHF CHF CHF (67%) CHF (58%) Capitale di vecchiaia Età La rendita della cassa pensione dipende fortemente dall età di pensionamento. Chi vuole andare in pensione già all età di 60 anni riceve dalla cassa pensione il 70 % circa della rendita che riceverebbe all età di 65 anni, e questo per il resto della vita. Chi invece lavora più a lungo può contare su una rendita vitalizia più elevata. Il momento a partire dal quale è possibile andare in pensione e l aliquota di conversione valida ai fini della rendita sono stabiliti nel regolamento previdenziale. 16

17 Prepensionamento: lista di controllo/ 1. Decidete al più tardi a 50 anni il momento in cui desiderate andare in pensione. 2. Chiarite con la vostra cassa pensione se è possibile andare in prepensionamento al momento desiderato. 3. Riflettete su come volete vivere dopo il pensionamento. Allestite un budget realistico corredato di tutte le spese; considerate anche la franchigia della cassa malati in relazione a spese di cura elevate durante la vecchiaia e un assicurazione contro gli infortuni, in quanto dopo il pensionamento non sarete più coperti attraverso il datore di lavoro. 4. Informatevi presso la cassa di compensazione AVS sul vostro conto individuale e presso la cassa pensione sul vostro avere di vecchiaia. 5. Informatevi presso il vostro datore di lavoro e la cassa pensione se, in caso di prepensionamento, è prevista una rendita transitoria. 6. Verificate sulla base del vostro budget a quanto ammonterà la prevista lacuna previdenziale alla cessazione dell attività lavorativa. 7. Mettete insieme i vostri valori patrimoniali: averi in conto, capitali previdenziali del 2 e 3 pilastro, titoli, assicurazioni sulla vita, immobili, partecipazioni, eredità previste, ecc. 8. Calcolate il capitale supplementare di cui avete bisogno per colmare la lacuna previdenziale e parlate con il vostro consulente previdenziale. 9. Se desiderate ricevere il vostro avere di vecchiaia del 2 pilastro sotto forma di capitale, dovete notificare la vostra decisione alla cassa pensione entro il termine previsto. Chiedete alla vostra cassa pensione i termini previsti qualora non siano indicati nel regolamento di previdenza. Per l AVS dovete far valere il diritto alla rendita almeno tre mesi prima del pensionamento. 10. Chiedete il parere di un esperto in materia fiscale, soprattutto per quanto riguarda i versamenti di capitale della cassa pensione e/o del 3 pilastro. Spesso il prelievo scaglionato del capitale consente un notevole risparmio. «Avere l opzione è un lusso non da poco.» Petra Kolb lavora presso AXA da oltre 25 anni. Oggi è a capo dell agenzia generale Previdenza & Patrimonio di Frauenfeld. Il pensionamento anticipato è spesso argomento di consulenza? Petra Kolb: Sì, continua ad essere un desiderio diffuso, seppure con una netta tendenza verso il pensionamento graduale, modello per molti più interessante e anche più realistico. Su che base viene presa una decisione? Il primo passo è sempre una consulenza glo bale. Nella maggior parte dei casi emerge un sostanziale divario tra il fabbisogno e le prestazioni di 1, 2 e 3 pilastro. In questo modo sappiamo con una certa precisione quanto occorre risparmiare per realizzare il proprio desiderio. Di solito manca una somma importante, ragion per cui è consigliabile richiedere una consulenza professionale tra i 45 e 50 anni. Un po presto: indubbiamente in pochi già a 45 anni sanno se vogliono andare in pensionamento anticipato. È vero. Ma il solo fatto di avere l opzione finanziaria è un lusso non da poco. Il capitale risparmiato fa comunque sempre comodo, a prescindere dal momento dell effettivo pensionamento. Va ricordato che questa spesso è l ultima possibilità d intervenire sulla situazione finanziaria per il resto della vita, ossia in media per anni. Qual è il metodo migliore per accantonare la somma di capitale necessaria? In una fase di tassi bassi è senz altro più difficile. Gli investimenti sicuri attualmente non fruttano interessi, a tal punto da rendere i tassi tecnici delle assicurazioni sulla vita ancora più allettanti. In generale, tuttavia, la sicurezza è più importante degli interessi elevati. Se si sceglie il risparmio assicurativo con esonero del premio, in caso d incapacità di guadagno per malattia o infortunio l assicuratore si assume il pagamento dei premi dovuti fino al pensionamento. Inoltre, in caso di decesso, viene garantita la protezione finanziaria della famiglia. E chi opta per il pilastro 3a risparmia anche sulle imposte. Quali possibilità offre il 2 pilastro? In generale il riscatto rappresenta una soluzione valida. Non esiste solo il riscatto degli anni contributivi mancanti, bensì anche il riscatto in vista del prepensionamento. Questa opzione, interessante anche dal punto di vista fiscale, aiuta a ridurre le lacune previdenziali a seguito di un pensionamento anticipato. I riscatti sono quasi sempre una buona soluzione. In generale è tuttavia importante che datore di lavoro e cassa pensione siano in grado di offrire piani previdenziali ben strutturati, soluzioni per i quadri dirigenti, ecc. 17

18 Capitale o rendita? Spesso la soluzione migliore è una combinazione di entrambi/ Libertà o sicurezza? Al momento del pensionamento potete scegliere di farvi pagare almeno un quarto dell avere di vecchiaia della previdenza professionale sotto forma di capitale o percepire una rendita vitalizia. Qual è l opzione migliore per voi dipende sempre dalla vostra situazione personale e dai vostri obiettivi. Se non fate nessuna richiesta esplicita, allo scattare del pensionamento vi viene corrisposto l avere di vecchiaia della cassa pensione in rate mensili per il resto della vita. In alternativa avete la possibilità di richiedere la liquidazione in capitale. L ammontare esatto varia a seconda della cassa pensione, e può essere pari a un quarto come prescritto dalla legge al 50 % o al 100 %. In alcuni casi il versamento può raggiungere una somma considerevole di parecchie centinaia di migliaia di franchi. Poter disporre di così tanto denaro forse per la prima volta nella vita è senz altro una grossa tentazione, ma anche una situazione pericolosa, come illustrato dal seguente esempio rappresentativo di un modello di comportamento purtroppo alquanto diffuso. 18 Un signore, raggiunti i 65 anni d età, chiede il versamento dell intero capitale della cassa pensione per un ammontare pari a CHF Come prima cosa acquista la macchina dei suoi sogni per CHF Un paio di mesi più tardi arriva la fattura del fisco per un importo di CHF Il capitale restante si esaurisce dopo 15 anni e il pensionato ha bisogno di aiuto. Rispetto alla sicurezza e alla semplicità della rendita, il versamento in capitale comporta alcuni rischi che non vanno assolutamente trascurati. Ciò che però rende difficile ogni decisione, pur conoscendo tutti i vantaggi e gli svantaggi, è la grande incognita della «durata della vita». In talune circostanze, il versamento del capitale potrebbe essere un cattivo affare potreste infatti vivere molto a lungo e ricevere complessivamente una somma molto più grande optando per la rendita. Chi al raggiungimento dell età ordinaria di pensionamento non è più soggetto a un rapporto di lavoro dipendente, ossia non lavora più o è un libero professionista, e dispone di un conto o di una polizza di libero passaggio, non deve preoccuparsi della forma del prelievo, poiché in questo caso verrà sempre corrisposto l intero capitale. Se però si preferisce una rendita, sussiste l opzione di investire la somma versata in una rendita vitalizia nell ambito della previdenza privata (pilastro 3b). Liquidazione in capitale: libertà e opportunità Se si è consapevoli dei rischi e degli obblighi, il versamento del capitale offre alcuni vantaggi. Soprattutto se avete risparmiato una somma considerevole e dopo il pensionamento per vivere non dipendete direttamente dalla rendita di vecchiaia, con il capitale liberamente disponibile godete di una maggiore flessibilità o potete realizzare progetti importanti. Tenete tuttavia presente che il prelievo del capitale va attentamente pianificato. Innanzitutto devono essere rispettate le scadenze di notifica riportate nel regolamento. Se avete effettuato dei riscatti nella cassa pensione, il periodo di attesa previsto dalla legge è di tre anni. In caso di dubbi rivolgetevi per tempo alla vostra cassa pensione. Altri aspetti da considerare Se vivete in comunione domestica senza essere sposati o registrati, ai sensi della legge non avete diritto a una rendita per coniugi della cassa pensione. In tal caso può essere consigliabile riscuotere il capitale e stipulare una soluzione sicura e flessibile nell ambito della previdenza privata. Se il vostro stato di salute non vi consente di nutrire un aspettativa di vita molto lunga, è opportuno prendere in considerazione la liquidazione in capitale. La rendita si estingue con il decesso (esclusa la rendita per coniugi). L avere di vecchiaia non consumato va alla cassa pensione, mentre il capitale prelevato può essere ereditato. Se optate per la rendita, dovete pagare la normale imposta sul reddito per l intera durata della stessa. Se invece optate per la liquidazione in capitale, pagate sull intero capitale un imposta sul reddito unica con aliquota previdenziale ridotta, separatamente dal restante reddito. I futuri redditi generati dal capitale, come interessi o dividendi, sono poi tassati nuovamente come reddito. Con la liquidazione in capitale, vi assumete in proprio la responsabilità d investire il vostro capitale e decidete come gestirlo indipendentemente da qualsiasi direttiva d investimento. Meglio CHF tutti insieme o CHF all anno vita natural durante?

19 Panoramica dei pro e contro Capitale Rendita Non volete sopportare alcun rischio d investimento e oscillazioni del capitale. Desiderate un reddito assicurato, indipendentemente da quanti anni vivrete. Preferite calcolare sulla base di un reddito garantito versato regolarmente. Godete di ottima salute e, presumibilmente, raggiungerete un età elevata. Avete molti più anni del vostro partner. Dovete poter fare affidamento su un reddito regolare. Desiderate una soluzione semplice e non volete dovervi occupare di investimenti fino a tarda età. I coniugi superstiti ricevono una rendita per coniugi garantita e gli orfani una rendita per orfani (a seconda della cassa pensione, l ammontare della rendita può superare quanto prescritto dalla legge).?? Al vostro decesso i figli, il coniuge o altre persone devono aver diritto all eredità (se si opta per la rendita, in caso di decesso il capitale di vecchiaia non prelevato spetta alla cassa pensione). Volete poter disporre del denaro liberamente. Il convivente deve poter essere designato come beneficiario (i conviventi che non hanno registrato la loro unione non hanno di norma diritto alla rendita). Desiderate ottimizzare le imposte (la rendita viene tassata al 100 % come reddito, mentre sulla liquidazione in capitale vengono concesse agevolazioni fiscali). Desiderate un piano individuale di previdenza per la vecchiaia. Siete sposati e ammalati. 19

20 Rendita: sicurezza e poco lavoro Una rendita vitalizia garantita offre più sicurezza rispetto a un patrimonio prelevato dalla cassa pensione. Se investite il capitale prelevato, ad esempio in immobili, obbligazioni e così via, sussiste il rischio che ne perdiate una parte. Sulla rendita, invece, potete fare sempre affidamento e non dovete perdere il sonno a causa di tempeste sui mercati finanziari. Inoltre non dovete fare assolutamente nulla: la rendita vi viene versata ogni mese. In questo modo non correte il rischio di spendere in modo eccessivo, pregiudicando così il vostro futuro finanziario. E anche il vostro coniuge può trarre beneficio dalla rendita: dopo il vostro decesso, infatti, il coniuge riceve almeno il 60 % della vostra rendita attuale, ovvero la rendita per coniugi, che oggi viene corrisposta anche al partner registrato. Molte casse pensione tengono conto anche delle nuove forme di convivenza e versano ai conviventi di lungo periodo una rendita per conviventi d importo pari a quello della rendita per coniugi. Per maggiori dettagli consultate il regolamento della vostra cassa pensione. Combinate i vantaggi! Su richiesta, tutte le casse pensione sono tenute a versare sotto forma di capitale fino al 25 % (previsto dalla legge) dell avere di vecchiaia. Alcune ne versano anche il 50 % o il 100 %. In caso di combinazione, beneficiate dei vantaggi di entrambe le soluzioni. In futuro riceverete una rendita di vecchiaia meno cospicua, ma disporrete anche di un capitale che potrete investire ed eventualmente lasciare poi in eredità. Le liquidazioni parziali sono interessanti soprattutto nei casi in cui l avere di vecchiaia risparmiato è cospicuo, poiché la rendita rimanente consente ancora di coprire una notevole fetta del costo della vita. Informatevi sulla possibilità del prelievo scaglionato qualora fosse necessario interrompere la progressione fiscale, un aspetto che andrebbe considerato anche per eventuali versamenti dal 3 pilastro. La combinazione di liquidazione in capitale e rendita è particolarmente vantaggiosa per i coniugi con doppio reddito, poiché permette di farsi liquidare in capitale uno degli averi di vecchiaia e riscuotere l altro sotto forma di rendita. In tal caso confrontate le prestazioni delle due casse pensione. Ridurre i costi per l abitazione grazie alla liquidazione in capitale? La domanda «capitale o rendita?» assume un significato particolare se possedete un abitazione. Magari dopo il pensionamento desiderate ammortizzare in tutto o in parte l ipoteca gravante sull abitazione con il capitale prelevato, mantenendo così bassi gli interessi debitori. Tuttavia non dovete dimenticare che gli interessi debitori possono essere detratti dal reddito imponibile, per cui un ipoteca più bassa comporta quasi sempre imposte più elevate. Attualmente i tassi ipotecari sono bassi e non è quindi molto vantaggioso ridurre l ipoteca. Meglio conservare una parte del capitale di vecchiaia liquidato per quando i tassi ipotecari saranno elevati e procedere solo allora alla riduzione del debito e dell onere da interessi. A volte il pensionamento arriva esattamente al momento giusto per utilizzare l avere di vecchiaia per mantenere intatto il valore della proprietà abitativa, isolando ad esempio le finestre, rinnovando la facciata o installando una nuova cucina. Questi investimenti effettuati per conservare il valore dell abitazione possono essere detratti dalle imposte. Calcolate però bene quanto del vostro capitale di vecchiaia desiderate impiegare in modo che sia sufficiente per tutta la vita. 20

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

Swiss Life Flex Save Uno/Duo. Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia

Swiss Life Flex Save Uno/Duo. Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia Swiss Life Flex Save Uno/Duo Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia Approfittate di una moderna assicurazione di risparmio con prestazioni garantite e opportunità di rendimento Swiss Life Flex

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (LAVS) 1 831.10 del 20 dicembre 1946 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34

Dettagli

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai 5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) all'avs e all'ai sono d'ausilio quando le rendite e gli altri

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Questa pubblicazione presenta

Questa pubblicazione presenta Un Quadro Un Quadro Questa pubblicazione presenta un quadro delle più importanti caratteristiche dei programmi Social Security, Supplemental Security Income (SSI) e Medicare. Potrete trovare informazioni

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione 2.08 Contributi Contributi all assicurazione contro la disoccupazione Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione contro la disoccupazione (AD) è un assicurazione sociale svizzera obbligatoria come

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Investire con successo anche nella terza età. Guida Swiss Life In collaborazione con l editore Beobachter

Investire con successo anche nella terza età. Guida Swiss Life In collaborazione con l editore Beobachter Investire con successo anche nella terza età. Guida Swiss Life In collaborazione con l editore Beobachter SOMMARIO Sommario 3 La giusta strategia d investimento Ora che sapete a quanto deve ammontare il

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

in caso di divorzio Osservazione preliminare 1 Le rendite di vecchiaia o d invalidità di persone divorziate

in caso di divorzio Osservazione preliminare 1 Le rendite di vecchiaia o d invalidità di persone divorziate 1.02 Stato al 1 luglio 2008 Splitting in caso di divorzio Osservazione preliminare 1 Le rendite di vecchiaia o d invalidità di persone divorziate devono essere calcolate tenendo conto di una divisione

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune IV/ MINISTERO DEL LAVORO, DELLA FAMIGLIA E DEGLI AFFARI SOCIALI Centro di assistenza sociale I dati vanno scritti con lettere maiuscole. Prima di compilare il modulo leggere attentamente le istruzioni

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Accrediti per compiti educativi

Accrediti per compiti educativi 1.07 Generalità Accrediti per compiti educativi Valido dal 1 gennaio 2015 1 Panoramica introduttiva Le disposizioni legali prevedono che, nel calcolo delle rendite, si possano eventualmente conteggiare

Dettagli

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo (Fondazione) Atto di fondazione Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 web1486 / 04.2012

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza chiarezza e trasparenza State progettando un investimento? Oppure desiderate semplicemente conoscere quali possibilità vi

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

Per il Fondo Mario Negri, dopo

Per il Fondo Mario Negri, dopo FONDO MARIO NEGRI/1 Cambia il sistem delfondo M Alessandro Baldi 6 Per il Fondo Mario Negri, dopo un lungo e ponderato studio avviato dal proprio Consiglio di gestione con il concorso di esperti qualificati,

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli