TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT"

Transcript

1 TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT 1.1 Introduzione Il MagicBreakout è un trading system che si propone di anticipare le accelerazioni di prezzo di un cross valutario cercando però di limitare al minimo i falsi segnali che si generano in prossimità del superamento di livelli 'importanti' di prezzo, soglie psicologiche superate le quali cambieranno le aspettative degli operatori del mercato. Il sistema è molto semplice e facilmente adattabile al proprio modo di operare, basta seguire poche facili regole per poter entrare nel mercato prima che la massa degli investitori arrivi portando i prezzi a nuovi livelli di ipercomprato ( o ipervenduto), da cui poi scatteranno le correzioni, leggi ritracciamenti, dati dalle prese di beneficio dei 'large traders', ossia da banche e fondi. L'eterno dilemma dei traders che operano sui cross valutari specialmente con operazioni infra giornaliere e quindi con orizzonti temporali brevi (con grafici a 5,15, 30 minuti per intenderci) è capire che strategia adottare in seguito alla violazione di un supporto o una resistenza importante, ossia quei limiti di prezzo che hanno compresso il cross all'interno di un canale più o meno ampio per un periodo di tempo rilevante. In pratica la domanda è che direzione prenderà il prezzo dopo che si registra un nuovo massimo o un nuovo minimo fuori o sui limiti dell'intervallo di quotazione. In parole povere ci chiediamo se il prezzo ha rotto una volte per tutte la resistenza al rialzo, o il supporto al ribasso, oppure si è trattato di falsa rottura e quindi il prezzo continuerà ad oscillare all'interno del canale precedente. 1.2 I falsi breakout Normalmente la stragrande maggioranza degli 'high frequencencies traders', ossia chi fa molte operazioni al giorno, tende a piazzare una sorta di rete, costituita da due ordini tipo OCO (one cancel other, ossia una volta eseguito uno, l'altro viene cancellato), su due differenti livelli di prezzo. Nel caso per esempio di un nuovo massimo su una resistenza importante piazzano un ordine di acquisto buy ad una manciata di pips sopra la resistenza e un ordine di vendita sell ad una manciata di pips sotto la stessa resistenza. In questo modo se il prezzo supera la resistenza del canale e tocca il prezzo d'entrata buy, entreranno long sfruttando con un trailing profit la corsa verso nuovi massimi, e l'ordine di vendita verrà cancellato. Viceversa se il prezzo ritraccia e si allontana dalla resistenza superando il livello del prezzo d'entrata sell, entreranno short sfruttando con un

2 trailing profit la discesa verso il supporto del canale o anche più sotto, e l'ordine long verrà cancellato. Stessa situazione, ma capovolta, nel caso di un nuovo minimo sotto il supporto del canale. In questo caso piazzeranno un ordine OCO di vendita una manciata di pips sotto il nuovo minimo e uno di acquisto una manciata di pips sopra il supporto. Questa strategia che ad una prima analisi sembra molto efficace, deve poi fare i conti con l'operatività di chi magari non è molto più furbo di noi piccoli traders ma in compenso ha molti più soldi da investire; senza ombra di dubbio questa maggiore potenza di fuoco in un mercato dominato dai soldi e dalle regole dei mercati dettate dall'incontro tra domanda ed offerta, lo mette in una posizione di netto vantaggio. Stiamo parlando dei large traders, rappresentati dalle banche d'investimento e dai fondi di investimento speculativi. E infatti il più delle volte cosa accade? Nel caso di un rialzo, dopo che il prezzo viola la resistenza e prende il mio ordine d'acquisto, sale per altre pips prima di crollare fino ad andare a prendere lo stop che avevo cautamente piazzato ad esempio 20 pips sotto la resistenza. Oppure, nel caso di un ribasso, dopo che il prezzo viola il supporto e prende il mio ordine di vendita, scende per altre pips e poi inizia ritracciare fino ad andare a prendere lo stop che avevo piazzato magari 20 pips sopra il supporto. Questi sono i così detti falsi breakout, o rotture, e sono il pane quotidiano di chi opera con i cross valutari, piccole e grandi fregature con cui dobbiamo fare i conti tutti i giorni. 1.3 I large traders Ma perché questo accade e cosa c'entrano i large traders? E' semplice quanto banale. Supponiamo che io sia un large trader, o meglio un trader che opera per conto di una grossa banca d'investimento che genera profitti sia con investimenti di lungo periodo, o di posizione, sia con operazioni speculative infra giornaliere. Inoltre il capitale che mi mette a disposizione la banca per cui lavoro mi permette di fare ordini di qualche migliaio di contratti standard. Se un contratto standard vale poniamo ,00, mille contratti avranno un controvalore di cento milioni di euro, ma poiché il mio broker ECN mi offre una leva 1:10, mi occorreranno solo dieci milioni di euro per operare, somma alla portata anche di una banca o di un fondo di piccole dimensioni. Quindi poniamo che il prezzo nel momento in cui decido di operare si trovi in prossimità di una resistenza importante, cosa facilmente visibile sia dai grafici, in quanto quel livello di prezzo non viene superato da un apprezzabile periodo di tempo pur dopo diversi tentativi, sia dal book degli ordini, in quanto sono presenti ordini di acquisto solo sui livelli superiori di tale resistenza, costituiti per la maggior parte da ordini stop dei ribassisti e dagli ordini pendenti degli small traders che hanno gettato la rete. Allora piazzerò il mio ordine a mercato per mille contratti, qualche decina di pips sotto la resistenza, ottenendo un immediato rialzo del prezzo come diretta conseguenza del fatto che un tale quantitativo di contratti in acquisto non incontra un numero sufficiente di venditori a quel determinato livello di prezzo. Appena il prezzo salendo incontra sia gli ordini stop dei ribassisti, o di coloro che scommettevano in un rientro del prezzo nel canale, sia gli ordini rialzisti delle reti piazzate dai piccoli traders, inizio a chiudere tutte le posizioni long.

3 Da quel momento non essendoci più offerte di vendita di quelle dimensioni sul mercato, il prezzo si ferma e man mano che incontra offerte di acquisto ai livelli inferiori inizia a scendere, mentre io, come bravo trader istituzionale, mi sfrego le mani per quei trenta pips sicuri guadagnati senza tanto sforzo. E' come togliere il ciuccio ad un neonato, facile facile. Trenta pips che con mille contratti sull'euro-dollaro valgono ,00 euro e che per me, supponendo che la banca mi riconosca anche solo l'1% di provvigioni sui profitti conseguiti, sono circa duemila euro extra, fatti tra l'altro in pochi minuti! Immaginatevi ora quante operazioni di questo tipo i traders alle dipendenze di banche e fondi di investimento possono fare nell arco di una seduta di borsa, considerando il fatto che i cross si muovono di pips al giorno e tenendo anche conto che questi operatori quando decidono di sfruttare queste favorevoli (per loro) situazioni di mercato agiscono quasi sempre all'unisono. 1.4 Costruzione del trading system Una volta capito perché le false rotture siano più frequenti di quelle autentiche, torniamo al nostro trading system e cerchiamo di capire come ci permette di sfruttare questi movimenti di prezzo a nostro vantaggio. In pratica il sistema non solo ci fa entrare in posizione prima che avvenga il movimento di prezzo, quindi sotto o sopra il supporto o la resistenza e in concomitanza con le posizioni aperte dai large traders, ma ci permette anche o di uscire prima che avvenga il ritraccio, se avverrà, o di sfruttare tutto il movimento se il movimento dovesse continuare. Insomma l'uovo di colombo del trader. Per riuscire in questo intento il MagicBreakout utilizza solo due indicatori di analisi tecnica, una media mobile esponenziale e l'oscillatore CCI, Commodity Channel Index. Vediamo ora in dettaglio cosa sono a cosa servono. La media mobile è un indicatore di tendenza che ci permette di individuare la tendenza del corso dei prezzi 'depurata' dal rumore, ossia dalla volatilità che sui grafici è ben visibile dal movimento a zig zag delle barre di prezzo. La media mobile viene calcolata facendo la somma dei prezzi di chiusura di un cross per un numero X di periodi di tempo e poi dividendo questa somma per X. Si intende quindi per una media mobile a 9 giorni il risultato della sommatoria dei prezzi di chiusura in 9 giorni diviso per 9. Le medie mobili a breve termine risponderanno velocemente al cambiamento del prezzo, mentre quelle a lungo termine avranno una reazione molto più lenta. Esistono diversi tipi di media mobile, quella semplice (sma) appena esposta, la media esponenziale (ema) e la media ponderata (wma). La media mobile più utilizzata in analisi tecnica è sicuramente quella esponenziale, per via del suo processo di calcolo che la rende più reattiva alle variazioni di prezzo più recenti dell'intervallo temporale preso a riferimento. Questo tipo di media mobile è molto simile alla media semplice, l'unica differenza consiste nel fatto che il peso dei prezzi di chiusura è diverso: un prezzo di chiusura influirà maggiormente più ci avviciniamo alla data attuale, mentre influirà in modo minore se più lontano nel tempo. Questa caratteristica conferisce alla media mobile esponenziale una reattività maggiore rispetto a quella semplice. Le medie esponenziali a 12 ed a 26 giorni sono sicuramente le più popolari e vengono

4 utilizzate anche nella costruzione di importanti indicatori il MACD ed il PPO. Mentre medie più lunghe a 50 e a 200 giorni sono invece usate come indicatori di trend a lungo termine. Il MagicBreakout utilizza tre medie mobili esponenziali a 34 periodi, calcolate rispettivamente sui massimi, sulle chiusure e sui minimi. Il risultato visivo della presenza delle tre medie sui grafici è rappresentato da tre linee sovrapposte che formano un canale, che si muove sotto, dentro o sopra il prezzo come un'onda. Pertanto identificheremo le tre linee come onda alta, onda di mezzo e onda bassa. Cosa rappresenta questo canale? Il canale tecnicamente rappresenta i livelli medi dei valori di massimo, chiusura e minimo relativi agli ultimi 34 periodi del time-frame preso in considerazione e il suo scopo è quello di rappresentare graficamente quel range di prezzi all'interno del quale il cross si muove in maniera laterale. Graficamente, durante forti movimenti di prezzo, la curva dei prezzi tenderà ad uscire dalle onde, sopra o sotto a seconda di un rialzo o di un ribasso, per incrociare nuovamente le onde quando la forza del movimento andrà ad esaurirsi. In linea di massima si entrerà long quando l'ultima candela di quotazione apre sopra la media alta dell'onda, mentre si entrerà short quando l'ultima candela di quotazione apre sopra la media bassa dell'onda. Analizzando però i grafici su una serie temporale sufficientemente lunga, notiamo però che spesso il prezzo pur uscendo dall'onda, non ha la forza sufficiente per proseguire il movimento in atto, e va a ritracciare dopo poche candele successive i livelli di partenza. Quindi utilizzando solo le tre medie come indicatore di ingresso restiamo comunque esposti alla presenza di falsi segnali. Per ovviare a questo inconveniente andremo ad utilizzare un oscillatore che misuri la bontà del movimento in atto come filtro per limitare le false rotture. L'oscillatore utilizzato dal MagicBreakout e il CCI. L indicatore CCI, acronimo di Commodity Channel Index, è molto utilizzato nel Forex dato che ci consente di misurare la deviazione del prezzo dal prezzo statistico medio. L indicatore CCI può assumere sostanzialmente due diversi valori. Qualora questo indicatore sia alto, allora il prezzo attuale è molto più elevato rispetto alla media. Al contrario, se il valore di questo indicatore è basso, allora significa che il prezzo attuale di mercato è più basso della media. Per poter usare praticamente il CCI è possibile utilizzare due diverse tecniche. La prima consiste nel trovare una divergenza tra i valori che sono indicati dal CCI stesso e il prezzo reale di mercato. Nello specifico, la divergenza si può avere quando i prezzi segnano continuamente dei nuovi massimi o dei nuovi minimi, mentre i valori indicati dal CCI non seguono lo stesso andamento, relativamente al massimo e al minimo. Se, quindi, i valori del CCI scendono mentre i prezzi salgono, o viceversa, allora c è una divergenza che potrebbe indicare, con molta probabilità, una inversione dell andamento del prezzo. La seconda tecnica consiste nell usare l indicatore CCI come un indicatore di ipercomprato o di ipervenduto. Di solito, infatti, i prezzi variano tra un valore compreso tra +100 e -100 del valore del CCI. Quando il valore del CCI si trova al di sotto di -100, allora siamo in una situazione di ipervenduto, pertanto con molta probabilità il trend è destinato a salire. Se invece l indicatore del CCI si trova al di sopra di +100, allora siamo in una situazione di ipercomprato, dunque il trend molto probabilmente è destinato a scendere. Usare questo indicatore è alquanto semplice. Il MagicBreakout utilizza il CCI a 20 periodi (20,0) e si serve di entrambe le tecniche d'uso di questo indicatore per filtrare i segnali dati dall'uscita del prezzo dalle tre medie.

5 1.5 I segnali operativi Il segnale di ingresso long si avrà solo e soltanto se il prezzo quota sopra l'onda alta e il valore del CCI si trova sopra +100, facendo attenzione che non abbia toccato questo valore o un valore più basso nelle ultime cinque candele di prezzo. Viceversa di avrà un ingresso short solo e soltanto se il prezzo quota sopra l'onda alta e il valore del CCI si trova sotto -100, facendo attenzione che non abbia toccato questo valore o un valore più basso nelle ultime cinque candele di prezzo. La regola delle cinque candele precedenti è fondamentale per evitare di entrare in posizione quando l'oscillatore presenta delle divergenze, indice come abbiamo detto di indebolimento e quindi possibile inversione del trend in atto. 1.6 Gestione della posizione Vediamo ora come viene gestita la posizione dopo il segnale di ingresso e relativo eseguito dell'ordine. In caso di apertura long possiamo posizionare lo stop, ossia il limite di perdita, ad un livello di prezzo coincidente con l'ultimo minimo quotato dal cross sotto il livello dell'onda inferiore o sul livello dell'onda bassa. Mentre per operazioni short, potremo posizionare lo stop ad un livello di prezzo coincidente con l'ultimo massimo quotato dal cross sopra il livello dell'onda superiore o sul livello dell'onda alta. Il sistema oltre ad un livello di stop prefissato, permette di impostare un sistema di trailing profit, ossia degli obbiettivi di profitto dinamici. Il calcolo del prezzo obiettivo si basa sulle tecniche di proiezione del prezzo che vengono generalmente calcolate nelle rotture di pattern grafici quali triangoli e cunei. Una volta misurata l'ampiezza dell'ultimo swing che ha generato il segnale di ingresso, costituito dai valori di massimo e di minimo assoluto che il prezzo ha segnato prima dell'uscita dall'onda, si calcolano le estensioni di Fibonacci su questo movimento, rispettivamente del 123,6% e del 161.8%. I rispettivi livelli di prezzo calcolati dai ritracciamenti possono essere utilizzati come obiettivi di profitto. La gestione della posizione lascia comunque ampi margini di manovra, infatti possiamo seguire diverse tecniche a seconda del nostro modo di operare: Lasciare la posizione aperta finchè il prezzo non rientra nell'onda, alta media o bassa a scelta dell'operatore. Spostare il trailing profit seguendo le estensioni di Fibonacci del movimento di swing che ha generato il breakout (161.8% % %..) Chiudere ad un livello di profitto prefissato, ad esempio ad 123.4% o 161.8%. In ogni caso la posizione andrà comunque chiusa quando il prezzo rientra sull'onda bassa nel caso di operazioni long o sull'onda alta nel caso di operazioni short ( dove in genere viene posizionato lo stop) e quando l'indicatore CCI esce dai valori di ipercomprato,> +100, o viceversa dai valori di ipervenduto, <-100, per operazioni short.

6 1.7 Esempi pratici Vediamo ora un esempio pratico sulle ultime due sedute di quotazione dell'eur/usd, con un grafico a 15 minuti. Trading A Il segnale scatta alle della seduta del , con il prezzo che si porta sotto l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo short sull'apertura della prima candela dopo il breakout a e piazziamo lo stop in coincidenza dell'onda alta a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il secondo obiettivo a quota (Fibo 161.8%), chiudiamo la posizione con 26 pips di gain. Trading B Il segnale arriva alle 19.15, con il prezzo che si porta sotto l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo short sull'apertura della prima candela dopo il breakout a quota , piazzando lo stop in coincidenza dell'onda alta a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il primo obiettivo a quota (Fibo 123.6%), chiudiamo la posizione con 10 pips di gain.

7 Trading C Il segnale arriva alle del , con il prezzo che si porta sotto l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo short sull'apertura della prima candela dopo il breakout a quota , piazzando lo stop in coincidenza dell'onda alta a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il secondo obiettivo a quota (Fibo 161.8%), chiudiamo la posizione con 15 pips di gain. Il prezzo però dopo è risalito fino all'onda centrale, senza quindi prendere il nostro stop, e poi è crollato fino a raggiungere quota (Fibo 323.6%). In tal caso avremo fatto 45 pips. Trading D Il segnale arriva alle del , con il prezzo che si porta sopra l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo long sull'apertura della prima candela dopo il breakout a quota , piazzando lo stop in coincidenza dell'onda bassa a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il secondo obiettivo a quota (Fibo 161.8%), chiudiamo la posizione con 26 pips di gain. Il prezzo però dopo è salito ancora fino a raggiungere quota (Fibo 276.4%). In tal caso avremo fatto 58 pips. 1.8 Personalizzare il trading system Il MagicBreakout è un trading system che si presta ad essere utilizzato con successo su tutti i timeframes temporali, dai 5 minuti a periodi più lunghi come il giornaliero o il settimanale. Una volta comprese a fondo le regole del sistema si potrà provare a personalizzarlo adattandolo alle proprie esigenze. Per esempio i traders più bravi potranno provare a modificarne il campo di utilizzo sia allungando la serie temporale delle medie che compongono l'onda, magari utilizzando quelle a 50, 100 o 200 periodi, allargando cosi il canale di inoperatività; oppure utilizzando medie più brevi per rendere il sistema più reattivo alle minime variazioni dei prezzi, tenendo però bene in mente che in questo modo aumenteranno i falsi segnali. Oppure si possono utilizzare in luogo del CCI, oscillatori più reattivi a condizioni di mercato in trading range come lo stocastico o l'%williams, tanto per citare i più noti. 1.9 Conclusioni e raccomandazioni In conclusione tengo a ricordare che un buon trading system da solo non basta per fare guadagnare soldi nel lungo periodo, ma occorre dotarsi di un ottimo sistema di money management, che vuol dire dotarsi un capitale sufficientemente dimensionato per poter sostenere una serie negativa di perdite consecutive. Per ottimo intendo dire che dovete essere pronti a sostenere anche venti perdite consecutive prima di andare in margin call, ovvero ricevere un avviso dal vostro broker per fondi insufficienti. Questo non vuol dire avere per forza tanti soldi da investire, ma vuol dire dimensionare i contratti in base al proprio portafoglio e alla propria disponibilità finanziaria. La maggior parte dei broker che consentono l'operatività sul mercato delle valute offrono al cliente la possibilità di operare con contratti di diverse dimensioni, standard, mini e micro, i cui margini, a seconda della leva, variano. Per esempio sull'eur/usd si va dai ai 10$, e il valore di ogni pips varia da $10 a $ 0,1. In pratica ogni tasca può permettersi di subire

8 venti perdite consecutive scegliendo una dimensione del contratto adeguata al portafoglio a disposizione. Ultimo ma non meno importante, fate attenzione alla gestione del rischio, ossia al rapporto tra limite di perdita e obiettivo di profitto per operazione, mai scendere al di sotto di 1:2, ossia se rischio 10 pips è per guadagnarne minimo 20. L'ideale sarebbe un rapporto di 1:3. Al contrario sperare di poter utilizzare un ratio di 1:10 o superiore, vi espone alla certezza matematica di farvi prendere gli stop quasi sempre. Il segreto del successo sui mercati finanziari non è ne la bravura ne la fortuna, ma la disciplina. Disciplina significa che fatto proprio un sistema di trading, bisogna applicarne le regole senza mai cambiarle, evitando ogni tipo di condizionamento esterno che ci possa per esempio far togliere uno stop per eccessiva sicurezza sul trend in atto, o peggio aprire una posizione senza attendere la conferma di tutti i segnali. Queste azioni non fanno altro che annullare qualsiasi vantaggio che un buon sistema offre sulla distribuzione probabilistica degli eventi sfavorevoli. Buon trading.. Graper 71.

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX DailyFX Strategies Breakout e medie mobili Davide Marone, Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Breakout e medie mobili Davide Marone INTRO Prima di costruire una qualsiasi

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Indice 1. Riguardo al MARCHIO... 2 2. Piattaforme di Trading... 3 3. Su cosa si Opera nel Mercato Forex?... 4 4. Cos è il Forex?... 4 5. Vantaggi del Mercato Forex...

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI A cura di Maurizio Milano Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella INDICE: Analisi Fondamentale Analisi Tecnica I tre pilastri dell Analisi Tecnica

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

MetaTrader 4/5 per Android. Guida per l utente

MetaTrader 4/5 per Android. Guida per l utente 1 MetaTrader 4/5 per Android Guida per l utente 2 Contenuto Come ottenere il MT4/5 App per Android... 3 Come accedere al vostro Conto Esistente oppure creare un nuovo conto Demo... 3 1. Scheda Quotes...

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures Manuale operativo Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. MERCATO REGOLAMENTATO DEI FUTURES O FOREX? Vediamo qual è la differenza tra questi due mercati e soprattutto

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

LA SPECULAZIONE DI BORSA

LA SPECULAZIONE DI BORSA Via Pascoli 7 41057 Spilamberto-MO tel. 059-782910 fax 059-785974 www.lombardfutures.com LA SPECULAZIONE DI BORSA Di Emilio Tomasini LE DUE METODOLOGIE OPERATIVE DEGLI SPECULATORI: ANALISI FONDAMENTALE

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Rischio e Volatilità

Rischio e Volatilità 2 Meeting annuale SellaAdvice Trading Rho,, 20 novembre 2004 Rischio e Volatilità Relatore: Maurizio Milano Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento

Dettagli

IL Forex facile si fa per dire

IL Forex facile si fa per dire IL Forex facile si fa per dire Guida Introduttiva al Mercato Spot delle Valute Tecniche, strategie e idee per il trading delle valute QUALSIASI IMPRESA SI COSTRUISCE CON UNA SAGGIA GESTIONE, DIVIENE FORTE

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

guida giocare in borsa

guida giocare in borsa guida giocare in borsa Dedicato a chi vuole imparare a giocare in borsa da casa e guadagnare soldi velocemente. Consigli per sfruttare l'andamento dei mercati finanziari investendo tramite internet. Guida

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Guida per lo Smart Order

Guida per lo Smart Order Guida per lo Smart Order (Novembre 2010) ActivTrades PLC 1 Indice dei contenuti 1. Informazioni Generali... 3 2. Installazione... 3 3. Avvio l`applicazione... 3 4. Usi e funzionalita`... 4 4.1. Selezionare

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER..3

1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER..3 METATRADER4 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER..3 1.1 FLESSIBILITÀ, CONVENIENZA, POTENZA...3 1.2 ANALISI TECNICA PROFESSIONALE E PERSONALIZZAZIONE DI INDICATORI 3 1.3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI.3 2.

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Manuale per METATRADER5

Manuale per METATRADER5 Manuale per METATRADER5 2 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA METATRADER 5.3 1.1 FLESSIBILITÀ, CONVENIENZA, POTENZA.3 1.2 ANALISI TECNICA PROFESSIONALE E PERSONALIZZAZIONE DI INDICATORI 3 1.3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI.3

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale La Distribuzione Normale o Gaussiana è la distribuzione più importante ed utilizzata in tutta la statistica La curva delle frequenze della distribuzione Normale ha una forma caratteristica, simile ad una

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA Tesi di Laurea ASPETTI DELL ANALISI TECNICA APPLICATI AL TITOLO ENI Relatore: Prof. NUNZIO

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

PROFESSIONAL TRADER Autore: Arduino Schenato

PROFESSIONAL TRADER Autore: Arduino Schenato PROFESSIONAL TRADER Autore: Arduino Schenato Tutti i diritti riservati Arduino Schenato Pagina 1 INDICE Prefazione Perché proprio il mercato forex CAPITOLO 1 Perché i CFD? CAPITOLO 2 L'azione del prezzo

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

DAILY REPORT 20 Agosto 2014

DAILY REPORT 20 Agosto 2014 DAILY REPORT 20 Agosto 2014 I DATI DELLA GIORNATA PROVE DI TENUTA? Ieri abbiamo esaminato l indice Dax. Per certi versi le dinamiche degli ultimi 2 anni sembrano le stesse, anche se il terreno un tantino

Dettagli

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu 1 Benvenuti dagli ideatori e sviluppatori del Chart Risk Manager Tool per MetaTrader 4. Raccomandiamo

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Cenni di Elettronica non Lineare

Cenni di Elettronica non Lineare 1 Cenni di Elettronica non Lineare RUOLO DELL ELETTRONICA NON LINEARE La differenza principale tra l elettronica lineare e quella non-lineare risiede nel tipo di informazione che viene elaborata. L elettronica

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

FORMAZIONE PERMANENTE SUI TRADING SYSTEMS: DIVENTARE QUANT TRADER CHIAVI IN MANO

FORMAZIONE PERMANENTE SUI TRADING SYSTEMS: DIVENTARE QUANT TRADER CHIAVI IN MANO 13 Edizione del corso FORMAZIONE PERMANENTE SUI TRADING SYSTEMS: DIVENTARE QUANT TRADER CHIAVI IN MANO L unico corso che ti accompagna passo dopo passo fino a selezionare, affittare, gestire un trading

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE TELECOMUNICAZIONI (TLC) Tele (lontano) Comunicare (inviare informazioni) Comunicare a distanza Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Segnale non elettrico Segnale elettrico TRASMESSO s x (t) Sorgente

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2 è un sito web americano che accoglie 20800 trading systems e pubblica le relative descrizioni, i dati più significativi dell andamento

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Perfavore inviare al numero di fax: 001-818- 728-0421 Per ulteriori domande la prego di contattarci al numero: (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Nome del titolare del conto Nome del broker Apertura del

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

ELABORAZIONE DEL VALORE MEDIO NELLE MISURE ELETTRONICHE

ELABORAZIONE DEL VALORE MEDIO NELLE MISURE ELETTRONICHE NOTE PER IL TECNICO ELABORAZIONE DEL VALORE MEDIO NELLE MISURE ELETTRONICHE da BRUEL & KJAER Le cosiddette «application notes» pubblicate a cura della Bruel & Kjaer, nota Fabbrica danese specializzata

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso Esercizio 1 Data la funzione di domanda: ELASTICITÀ Dire se partendo da un livello di prezzo p 1 = 1.5, al produttore converrà aumentare il prezzo fino al livello p 2 = 2. Sarebbe conveniente per il produttore

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162 (Regolamento recante norme per l'attuazione della direttiva 95/16/CE

Dettagli

IL FENOMENO DELLA RISONANZA

IL FENOMENO DELLA RISONANZA IL FENOMENO DELLA RISONANZA Premessa Pur non essendo possibile effettuare una trattazione rigorosa alle scuole superiori ritengo possa essere didatticamente utile far scoprire agli studenti il fenomeno

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività.

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Il vantaggio della velocità SpeedPulse, SpeedArc,. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Perche velocità = Produttività Fin da quando esiste l'umanità, le persone si sforzano

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

INDICE Capitolo1 Capitolo2 Capitolo3 Capitolo4 Capitolo5 Capitolo6 Capitolo7 Capitolo8 Capitolo9 Capitolo10 Capitolo11 Capitolo12 Capitolo13

INDICE Capitolo1 Capitolo2 Capitolo3 Capitolo4 Capitolo5 Capitolo6 Capitolo7 Capitolo8 Capitolo9 Capitolo10 Capitolo11 Capitolo12 Capitolo13 INDICE Introduzione dell autore 4 Glossario 6 Premessa 7 Capitolo1. La regola d oro dell investimento azionario 8 Capitolo2. Il settore in cui l azienda opera è di gran lunga l elemento più importante

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli