TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT"

Transcript

1 TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT 1.1 Introduzione Il MagicBreakout è un trading system che si propone di anticipare le accelerazioni di prezzo di un cross valutario cercando però di limitare al minimo i falsi segnali che si generano in prossimità del superamento di livelli 'importanti' di prezzo, soglie psicologiche superate le quali cambieranno le aspettative degli operatori del mercato. Il sistema è molto semplice e facilmente adattabile al proprio modo di operare, basta seguire poche facili regole per poter entrare nel mercato prima che la massa degli investitori arrivi portando i prezzi a nuovi livelli di ipercomprato ( o ipervenduto), da cui poi scatteranno le correzioni, leggi ritracciamenti, dati dalle prese di beneficio dei 'large traders', ossia da banche e fondi. L'eterno dilemma dei traders che operano sui cross valutari specialmente con operazioni infra giornaliere e quindi con orizzonti temporali brevi (con grafici a 5,15, 30 minuti per intenderci) è capire che strategia adottare in seguito alla violazione di un supporto o una resistenza importante, ossia quei limiti di prezzo che hanno compresso il cross all'interno di un canale più o meno ampio per un periodo di tempo rilevante. In pratica la domanda è che direzione prenderà il prezzo dopo che si registra un nuovo massimo o un nuovo minimo fuori o sui limiti dell'intervallo di quotazione. In parole povere ci chiediamo se il prezzo ha rotto una volte per tutte la resistenza al rialzo, o il supporto al ribasso, oppure si è trattato di falsa rottura e quindi il prezzo continuerà ad oscillare all'interno del canale precedente. 1.2 I falsi breakout Normalmente la stragrande maggioranza degli 'high frequencencies traders', ossia chi fa molte operazioni al giorno, tende a piazzare una sorta di rete, costituita da due ordini tipo OCO (one cancel other, ossia una volta eseguito uno, l'altro viene cancellato), su due differenti livelli di prezzo. Nel caso per esempio di un nuovo massimo su una resistenza importante piazzano un ordine di acquisto buy ad una manciata di pips sopra la resistenza e un ordine di vendita sell ad una manciata di pips sotto la stessa resistenza. In questo modo se il prezzo supera la resistenza del canale e tocca il prezzo d'entrata buy, entreranno long sfruttando con un trailing profit la corsa verso nuovi massimi, e l'ordine di vendita verrà cancellato. Viceversa se il prezzo ritraccia e si allontana dalla resistenza superando il livello del prezzo d'entrata sell, entreranno short sfruttando con un

2 trailing profit la discesa verso il supporto del canale o anche più sotto, e l'ordine long verrà cancellato. Stessa situazione, ma capovolta, nel caso di un nuovo minimo sotto il supporto del canale. In questo caso piazzeranno un ordine OCO di vendita una manciata di pips sotto il nuovo minimo e uno di acquisto una manciata di pips sopra il supporto. Questa strategia che ad una prima analisi sembra molto efficace, deve poi fare i conti con l'operatività di chi magari non è molto più furbo di noi piccoli traders ma in compenso ha molti più soldi da investire; senza ombra di dubbio questa maggiore potenza di fuoco in un mercato dominato dai soldi e dalle regole dei mercati dettate dall'incontro tra domanda ed offerta, lo mette in una posizione di netto vantaggio. Stiamo parlando dei large traders, rappresentati dalle banche d'investimento e dai fondi di investimento speculativi. E infatti il più delle volte cosa accade? Nel caso di un rialzo, dopo che il prezzo viola la resistenza e prende il mio ordine d'acquisto, sale per altre pips prima di crollare fino ad andare a prendere lo stop che avevo cautamente piazzato ad esempio 20 pips sotto la resistenza. Oppure, nel caso di un ribasso, dopo che il prezzo viola il supporto e prende il mio ordine di vendita, scende per altre pips e poi inizia ritracciare fino ad andare a prendere lo stop che avevo piazzato magari 20 pips sopra il supporto. Questi sono i così detti falsi breakout, o rotture, e sono il pane quotidiano di chi opera con i cross valutari, piccole e grandi fregature con cui dobbiamo fare i conti tutti i giorni. 1.3 I large traders Ma perché questo accade e cosa c'entrano i large traders? E' semplice quanto banale. Supponiamo che io sia un large trader, o meglio un trader che opera per conto di una grossa banca d'investimento che genera profitti sia con investimenti di lungo periodo, o di posizione, sia con operazioni speculative infra giornaliere. Inoltre il capitale che mi mette a disposizione la banca per cui lavoro mi permette di fare ordini di qualche migliaio di contratti standard. Se un contratto standard vale poniamo ,00, mille contratti avranno un controvalore di cento milioni di euro, ma poiché il mio broker ECN mi offre una leva 1:10, mi occorreranno solo dieci milioni di euro per operare, somma alla portata anche di una banca o di un fondo di piccole dimensioni. Quindi poniamo che il prezzo nel momento in cui decido di operare si trovi in prossimità di una resistenza importante, cosa facilmente visibile sia dai grafici, in quanto quel livello di prezzo non viene superato da un apprezzabile periodo di tempo pur dopo diversi tentativi, sia dal book degli ordini, in quanto sono presenti ordini di acquisto solo sui livelli superiori di tale resistenza, costituiti per la maggior parte da ordini stop dei ribassisti e dagli ordini pendenti degli small traders che hanno gettato la rete. Allora piazzerò il mio ordine a mercato per mille contratti, qualche decina di pips sotto la resistenza, ottenendo un immediato rialzo del prezzo come diretta conseguenza del fatto che un tale quantitativo di contratti in acquisto non incontra un numero sufficiente di venditori a quel determinato livello di prezzo. Appena il prezzo salendo incontra sia gli ordini stop dei ribassisti, o di coloro che scommettevano in un rientro del prezzo nel canale, sia gli ordini rialzisti delle reti piazzate dai piccoli traders, inizio a chiudere tutte le posizioni long.

3 Da quel momento non essendoci più offerte di vendita di quelle dimensioni sul mercato, il prezzo si ferma e man mano che incontra offerte di acquisto ai livelli inferiori inizia a scendere, mentre io, come bravo trader istituzionale, mi sfrego le mani per quei trenta pips sicuri guadagnati senza tanto sforzo. E' come togliere il ciuccio ad un neonato, facile facile. Trenta pips che con mille contratti sull'euro-dollaro valgono ,00 euro e che per me, supponendo che la banca mi riconosca anche solo l'1% di provvigioni sui profitti conseguiti, sono circa duemila euro extra, fatti tra l'altro in pochi minuti! Immaginatevi ora quante operazioni di questo tipo i traders alle dipendenze di banche e fondi di investimento possono fare nell arco di una seduta di borsa, considerando il fatto che i cross si muovono di pips al giorno e tenendo anche conto che questi operatori quando decidono di sfruttare queste favorevoli (per loro) situazioni di mercato agiscono quasi sempre all'unisono. 1.4 Costruzione del trading system Una volta capito perché le false rotture siano più frequenti di quelle autentiche, torniamo al nostro trading system e cerchiamo di capire come ci permette di sfruttare questi movimenti di prezzo a nostro vantaggio. In pratica il sistema non solo ci fa entrare in posizione prima che avvenga il movimento di prezzo, quindi sotto o sopra il supporto o la resistenza e in concomitanza con le posizioni aperte dai large traders, ma ci permette anche o di uscire prima che avvenga il ritraccio, se avverrà, o di sfruttare tutto il movimento se il movimento dovesse continuare. Insomma l'uovo di colombo del trader. Per riuscire in questo intento il MagicBreakout utilizza solo due indicatori di analisi tecnica, una media mobile esponenziale e l'oscillatore CCI, Commodity Channel Index. Vediamo ora in dettaglio cosa sono a cosa servono. La media mobile è un indicatore di tendenza che ci permette di individuare la tendenza del corso dei prezzi 'depurata' dal rumore, ossia dalla volatilità che sui grafici è ben visibile dal movimento a zig zag delle barre di prezzo. La media mobile viene calcolata facendo la somma dei prezzi di chiusura di un cross per un numero X di periodi di tempo e poi dividendo questa somma per X. Si intende quindi per una media mobile a 9 giorni il risultato della sommatoria dei prezzi di chiusura in 9 giorni diviso per 9. Le medie mobili a breve termine risponderanno velocemente al cambiamento del prezzo, mentre quelle a lungo termine avranno una reazione molto più lenta. Esistono diversi tipi di media mobile, quella semplice (sma) appena esposta, la media esponenziale (ema) e la media ponderata (wma). La media mobile più utilizzata in analisi tecnica è sicuramente quella esponenziale, per via del suo processo di calcolo che la rende più reattiva alle variazioni di prezzo più recenti dell'intervallo temporale preso a riferimento. Questo tipo di media mobile è molto simile alla media semplice, l'unica differenza consiste nel fatto che il peso dei prezzi di chiusura è diverso: un prezzo di chiusura influirà maggiormente più ci avviciniamo alla data attuale, mentre influirà in modo minore se più lontano nel tempo. Questa caratteristica conferisce alla media mobile esponenziale una reattività maggiore rispetto a quella semplice. Le medie esponenziali a 12 ed a 26 giorni sono sicuramente le più popolari e vengono

4 utilizzate anche nella costruzione di importanti indicatori il MACD ed il PPO. Mentre medie più lunghe a 50 e a 200 giorni sono invece usate come indicatori di trend a lungo termine. Il MagicBreakout utilizza tre medie mobili esponenziali a 34 periodi, calcolate rispettivamente sui massimi, sulle chiusure e sui minimi. Il risultato visivo della presenza delle tre medie sui grafici è rappresentato da tre linee sovrapposte che formano un canale, che si muove sotto, dentro o sopra il prezzo come un'onda. Pertanto identificheremo le tre linee come onda alta, onda di mezzo e onda bassa. Cosa rappresenta questo canale? Il canale tecnicamente rappresenta i livelli medi dei valori di massimo, chiusura e minimo relativi agli ultimi 34 periodi del time-frame preso in considerazione e il suo scopo è quello di rappresentare graficamente quel range di prezzi all'interno del quale il cross si muove in maniera laterale. Graficamente, durante forti movimenti di prezzo, la curva dei prezzi tenderà ad uscire dalle onde, sopra o sotto a seconda di un rialzo o di un ribasso, per incrociare nuovamente le onde quando la forza del movimento andrà ad esaurirsi. In linea di massima si entrerà long quando l'ultima candela di quotazione apre sopra la media alta dell'onda, mentre si entrerà short quando l'ultima candela di quotazione apre sopra la media bassa dell'onda. Analizzando però i grafici su una serie temporale sufficientemente lunga, notiamo però che spesso il prezzo pur uscendo dall'onda, non ha la forza sufficiente per proseguire il movimento in atto, e va a ritracciare dopo poche candele successive i livelli di partenza. Quindi utilizzando solo le tre medie come indicatore di ingresso restiamo comunque esposti alla presenza di falsi segnali. Per ovviare a questo inconveniente andremo ad utilizzare un oscillatore che misuri la bontà del movimento in atto come filtro per limitare le false rotture. L'oscillatore utilizzato dal MagicBreakout e il CCI. L indicatore CCI, acronimo di Commodity Channel Index, è molto utilizzato nel Forex dato che ci consente di misurare la deviazione del prezzo dal prezzo statistico medio. L indicatore CCI può assumere sostanzialmente due diversi valori. Qualora questo indicatore sia alto, allora il prezzo attuale è molto più elevato rispetto alla media. Al contrario, se il valore di questo indicatore è basso, allora significa che il prezzo attuale di mercato è più basso della media. Per poter usare praticamente il CCI è possibile utilizzare due diverse tecniche. La prima consiste nel trovare una divergenza tra i valori che sono indicati dal CCI stesso e il prezzo reale di mercato. Nello specifico, la divergenza si può avere quando i prezzi segnano continuamente dei nuovi massimi o dei nuovi minimi, mentre i valori indicati dal CCI non seguono lo stesso andamento, relativamente al massimo e al minimo. Se, quindi, i valori del CCI scendono mentre i prezzi salgono, o viceversa, allora c è una divergenza che potrebbe indicare, con molta probabilità, una inversione dell andamento del prezzo. La seconda tecnica consiste nell usare l indicatore CCI come un indicatore di ipercomprato o di ipervenduto. Di solito, infatti, i prezzi variano tra un valore compreso tra +100 e -100 del valore del CCI. Quando il valore del CCI si trova al di sotto di -100, allora siamo in una situazione di ipervenduto, pertanto con molta probabilità il trend è destinato a salire. Se invece l indicatore del CCI si trova al di sopra di +100, allora siamo in una situazione di ipercomprato, dunque il trend molto probabilmente è destinato a scendere. Usare questo indicatore è alquanto semplice. Il MagicBreakout utilizza il CCI a 20 periodi (20,0) e si serve di entrambe le tecniche d'uso di questo indicatore per filtrare i segnali dati dall'uscita del prezzo dalle tre medie.

5 1.5 I segnali operativi Il segnale di ingresso long si avrà solo e soltanto se il prezzo quota sopra l'onda alta e il valore del CCI si trova sopra +100, facendo attenzione che non abbia toccato questo valore o un valore più basso nelle ultime cinque candele di prezzo. Viceversa di avrà un ingresso short solo e soltanto se il prezzo quota sopra l'onda alta e il valore del CCI si trova sotto -100, facendo attenzione che non abbia toccato questo valore o un valore più basso nelle ultime cinque candele di prezzo. La regola delle cinque candele precedenti è fondamentale per evitare di entrare in posizione quando l'oscillatore presenta delle divergenze, indice come abbiamo detto di indebolimento e quindi possibile inversione del trend in atto. 1.6 Gestione della posizione Vediamo ora come viene gestita la posizione dopo il segnale di ingresso e relativo eseguito dell'ordine. In caso di apertura long possiamo posizionare lo stop, ossia il limite di perdita, ad un livello di prezzo coincidente con l'ultimo minimo quotato dal cross sotto il livello dell'onda inferiore o sul livello dell'onda bassa. Mentre per operazioni short, potremo posizionare lo stop ad un livello di prezzo coincidente con l'ultimo massimo quotato dal cross sopra il livello dell'onda superiore o sul livello dell'onda alta. Il sistema oltre ad un livello di stop prefissato, permette di impostare un sistema di trailing profit, ossia degli obbiettivi di profitto dinamici. Il calcolo del prezzo obiettivo si basa sulle tecniche di proiezione del prezzo che vengono generalmente calcolate nelle rotture di pattern grafici quali triangoli e cunei. Una volta misurata l'ampiezza dell'ultimo swing che ha generato il segnale di ingresso, costituito dai valori di massimo e di minimo assoluto che il prezzo ha segnato prima dell'uscita dall'onda, si calcolano le estensioni di Fibonacci su questo movimento, rispettivamente del 123,6% e del 161.8%. I rispettivi livelli di prezzo calcolati dai ritracciamenti possono essere utilizzati come obiettivi di profitto. La gestione della posizione lascia comunque ampi margini di manovra, infatti possiamo seguire diverse tecniche a seconda del nostro modo di operare: Lasciare la posizione aperta finchè il prezzo non rientra nell'onda, alta media o bassa a scelta dell'operatore. Spostare il trailing profit seguendo le estensioni di Fibonacci del movimento di swing che ha generato il breakout (161.8% % %..) Chiudere ad un livello di profitto prefissato, ad esempio ad 123.4% o 161.8%. In ogni caso la posizione andrà comunque chiusa quando il prezzo rientra sull'onda bassa nel caso di operazioni long o sull'onda alta nel caso di operazioni short ( dove in genere viene posizionato lo stop) e quando l'indicatore CCI esce dai valori di ipercomprato,> +100, o viceversa dai valori di ipervenduto, <-100, per operazioni short.

6 1.7 Esempi pratici Vediamo ora un esempio pratico sulle ultime due sedute di quotazione dell'eur/usd, con un grafico a 15 minuti. Trading A Il segnale scatta alle della seduta del , con il prezzo che si porta sotto l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo short sull'apertura della prima candela dopo il breakout a e piazziamo lo stop in coincidenza dell'onda alta a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il secondo obiettivo a quota (Fibo 161.8%), chiudiamo la posizione con 26 pips di gain. Trading B Il segnale arriva alle 19.15, con il prezzo che si porta sotto l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo short sull'apertura della prima candela dopo il breakout a quota , piazzando lo stop in coincidenza dell'onda alta a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il primo obiettivo a quota (Fibo 123.6%), chiudiamo la posizione con 10 pips di gain.

7 Trading C Il segnale arriva alle del , con il prezzo che si porta sotto l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo short sull'apertura della prima candela dopo il breakout a quota , piazzando lo stop in coincidenza dell'onda alta a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il secondo obiettivo a quota (Fibo 161.8%), chiudiamo la posizione con 15 pips di gain. Il prezzo però dopo è risalito fino all'onda centrale, senza quindi prendere il nostro stop, e poi è crollato fino a raggiungere quota (Fibo 323.6%). In tal caso avremo fatto 45 pips. Trading D Il segnale arriva alle del , con il prezzo che si porta sopra l'onda e l'indicatore CCI che segna Entriamo long sull'apertura della prima candela dopo il breakout a quota , piazzando lo stop in coincidenza dell'onda bassa a quota Andiamo poi a calcolarci le estensioni di Fibonacci del movimento di swing precedente ( ). Quando il prezzo tocca il secondo obiettivo a quota (Fibo 161.8%), chiudiamo la posizione con 26 pips di gain. Il prezzo però dopo è salito ancora fino a raggiungere quota (Fibo 276.4%). In tal caso avremo fatto 58 pips. 1.8 Personalizzare il trading system Il MagicBreakout è un trading system che si presta ad essere utilizzato con successo su tutti i timeframes temporali, dai 5 minuti a periodi più lunghi come il giornaliero o il settimanale. Una volta comprese a fondo le regole del sistema si potrà provare a personalizzarlo adattandolo alle proprie esigenze. Per esempio i traders più bravi potranno provare a modificarne il campo di utilizzo sia allungando la serie temporale delle medie che compongono l'onda, magari utilizzando quelle a 50, 100 o 200 periodi, allargando cosi il canale di inoperatività; oppure utilizzando medie più brevi per rendere il sistema più reattivo alle minime variazioni dei prezzi, tenendo però bene in mente che in questo modo aumenteranno i falsi segnali. Oppure si possono utilizzare in luogo del CCI, oscillatori più reattivi a condizioni di mercato in trading range come lo stocastico o l'%williams, tanto per citare i più noti. 1.9 Conclusioni e raccomandazioni In conclusione tengo a ricordare che un buon trading system da solo non basta per fare guadagnare soldi nel lungo periodo, ma occorre dotarsi di un ottimo sistema di money management, che vuol dire dotarsi un capitale sufficientemente dimensionato per poter sostenere una serie negativa di perdite consecutive. Per ottimo intendo dire che dovete essere pronti a sostenere anche venti perdite consecutive prima di andare in margin call, ovvero ricevere un avviso dal vostro broker per fondi insufficienti. Questo non vuol dire avere per forza tanti soldi da investire, ma vuol dire dimensionare i contratti in base al proprio portafoglio e alla propria disponibilità finanziaria. La maggior parte dei broker che consentono l'operatività sul mercato delle valute offrono al cliente la possibilità di operare con contratti di diverse dimensioni, standard, mini e micro, i cui margini, a seconda della leva, variano. Per esempio sull'eur/usd si va dai ai 10$, e il valore di ogni pips varia da $10 a $ 0,1. In pratica ogni tasca può permettersi di subire

8 venti perdite consecutive scegliendo una dimensione del contratto adeguata al portafoglio a disposizione. Ultimo ma non meno importante, fate attenzione alla gestione del rischio, ossia al rapporto tra limite di perdita e obiettivo di profitto per operazione, mai scendere al di sotto di 1:2, ossia se rischio 10 pips è per guadagnarne minimo 20. L'ideale sarebbe un rapporto di 1:3. Al contrario sperare di poter utilizzare un ratio di 1:10 o superiore, vi espone alla certezza matematica di farvi prendere gli stop quasi sempre. Il segreto del successo sui mercati finanziari non è ne la bravura ne la fortuna, ma la disciplina. Disciplina significa che fatto proprio un sistema di trading, bisogna applicarne le regole senza mai cambiarle, evitando ogni tipo di condizionamento esterno che ci possa per esempio far togliere uno stop per eccessiva sicurezza sul trend in atto, o peggio aprire una posizione senza attendere la conferma di tutti i segnali. Queste azioni non fanno altro che annullare qualsiasi vantaggio che un buon sistema offre sulla distribuzione probabilistica degli eventi sfavorevoli. Buon trading.. Graper 71.

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX In questo file so riepilogati : venerdì 5 vembre 2010 PAG. 2 e 3 : SEGNALI DI PREZZO SEMPLICI (senza indicazioni di stop e profit) long - short su base giornaliera, di CICLO

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 13 novembre 2011 Trimestrale Vedi aggiornamenti precedenti Mensile Nel corso della settimana è stato testato il supporto in area 2200 ed il buon rimbalzo ha fatto

Dettagli

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Strategie Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Ci sono molti gap trader professionali nei mercati finanziari. Anche se sono già stati scritti molti articoli sul gap trading,

Dettagli

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Charles Dow Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Fondamenti di analisi tecnica L'analista che si ispirò al mare Charles Dow (1851-1902), è stato un giornalista statunitense. Fondatore del Wall

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

DAX Future Analisi per il giorno

DAX Future Analisi per il giorno MONEY MANAGEMENT N. di punti/tick di STOP in base al time frame operativo - n. 1 contratto Capitale base 10.000 Perdita max a operazione 100 1 minuto : 3 punti 4 ore : 46 punti N. TICK CORRISPONDENTI Numero

Dettagli

Metodo Past Regression Deviated Di Robert Hill

Metodo Past Regression Deviated Di Robert Hill Metodo Past Regression Deviated Di Robert Hill Il metodo Past Regression Deviated è una strategia che si sviluppa dal metodo Jaimo, detto anche metodo Hoover, di Robert L. Royce. Quel metodo usava un canale

Dettagli

ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER:

ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER: ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER: L analisi si basa su dati statistici che calcolano la distanza tra i minimi, tra i minimi e massimi, tra massimi e minimi e tra massimi e massimi

Dettagli

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter.

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. GLOSSARIO dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. Accumulazione. La fase che precede quella del rialzo vero e proprio. Caratterizzato dal

Dettagli

L Analisi Grafica che funziona nel Forex

L Analisi Grafica che funziona nel Forex L Analisi Grafica che funziona nel Forex INDICE Presentazione Supporti e Resistenze Pattern Pattern d inversione: spikes D.C.C. H.c.d. e L.c.d. Pattern di continuazione: Flags e Pennants Presentazione

Dettagli

FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI

FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI GUIDA COMPLETA LA BIBBIA DEL FOREX Autore David Ruscelli www.forexstrategico.com Copyright 2014 David Ruscelli Proprietà letteraria riservata ISBN: 1497581613 ISBN-13: 978-1497581616

Dettagli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 17-21 febbraio 2014 by David Carli Interessante la situazione di Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il rimbalzo dai minimi sembra essersi arrestato sul livello di resistenza sito a

Dettagli

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005 Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger Michele Maggi Rimini, 1-2 dicembre 2005 Trading con le Bande di Bollinger Capire la logica delle Bande di Bollinger Comprendere il funzionamento degli

Dettagli

Guida all analisi tecnica

Guida all analisi tecnica Guida all analisi tecnica Guida all analisi Tecnica AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING

Dettagli

Media mobile di Kaufman

Media mobile di Kaufman Media mobile di Kaufman La Kama (Kaufman Adaptive Moving Average) fu discussa per la prima volta nel 1998 in un intervista al suo creatore Perry Kaufman (su STOCKS & COMMODITIES, anche se l articolo originale

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

INTRODUZIONE AI CICLI

INTRODUZIONE AI CICLI www.previsioniborsa.net INTRODUZIONE AI CICLI _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione di ciclo economico visto l argomento che andremo a trattare. Che cos è un ciclo economico?

Dettagli

LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI

LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI Come si determinano target di prezzo reali. LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI Ovunque, nella vita quotidiana, ci imbattiamo nel lavoro del più grande matematico del medioevo, Leonardo da Pisa consciamente

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 27 novembre 2011 Trimestrale Considerata l elevata escursione settimanale del prezzo diamo uno sguardo ai percorsi trimestrali. 10 8 6 L aspetto è veramente preoccupante,

Dettagli

Cosa sono le Butterfly

Cosa sono le Butterfly MAX SEVERI 2 INTRODUZIONE Dopo aver affrontato i primi basilari aspetti del mondo delle opzioni, iniziamo ad andare nel dettaglio con una prima struttura molto semplice, sia da capire che soprattutto da

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK di Francesco Fabi Trader Professionista e Responsabile di Joe Ross Trading Educators Italia PREMESSA Il Ross Hook è una delle formazioni grafiche che sono

Dettagli

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS Introduzione Joe Ross ci ha consegnato due pattern molto importanti

Dettagli

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano LIVE TRADING 09/10/2015 Milano Contatti 2 www.cminvesting.com www.shortandlongtrading.com matteo.maggioni@cminvesting.com alessandro.delorenzo@gmail.com Indice 3 1. Mercati & Trading (Matteo Maggioni)

Dettagli

STRATEGIE FOREX PER PRINCIPIANTI

STRATEGIE FOREX PER PRINCIPIANTI Titolo STRATEGIE FOREX PER PRINCIPIANTI Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Le strategie riportate in questo ebook

Dettagli

Report settimanale. 3-7 marzo 2014. by David Carli

Report settimanale. 3-7 marzo 2014. by David Carli Report settimanale 3-7 marzo 2014 by David Carli Faccio una breve introduzione a quello che potrebbe accadere nel mercato forex e, purtroppo, non solo. I venti di guerra di Crimea (mi sembra di essere

Dettagli

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO Questi sono i prezzi più importanti elaborati quotidianamente dal sistema. Ho fatto in modo di "isolarli", dividendoli in 3 settori. Si accede

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 8 GENNAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 8 GENNAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 8 GENNAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Intraday guida passo passo per operare su time frame H1 e 5/15/30 min v.1.2 29 Novembre 2011 19:30 Premessa Per fare trading ci vuole la giusta mentalità

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

Tu puoi beneficiare di questa cosa, se sai come si muovono i software puoi sfruttarli a tuo, facendo le loro stesse operazioni.

Tu puoi beneficiare di questa cosa, se sai come si muovono i software puoi sfruttarli a tuo, facendo le loro stesse operazioni. L'obiettivo di questo corso è insegnarti il mio metodo di trading intraday, che ti permetterà di avere una rendita mensile per integrare il tuo reddito o addirittura vivere di trading. Puoi raggiungere

Dettagli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 20-24 gennaio 2014 by David Carli Il segnale ribassista formatosi sulla resistenza (che risulterà più chiara se vista su time frame settimanale) di Aud- Cad si è rivelato veritiero facendo

Dettagli

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Alessandro Aldrovandi Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Una teoria dei volumi anche per le valute Grazie all osservazione dei contratti futures sulle valute è possibile ampliare la

Dettagli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 24-28 febbraio 2014 by David Carli Tutto immutato su Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il cross pur salendo nella prima parte della settimana ha solo sfiorato il livello di resistenza

Dettagli

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il minimo della settimana del 14 settembre ( quella del top) è stato violato nella settimana appena trascorsa. Ovviamente NON leggiamo

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 1 GIUGNO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 1 GIUGNO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

OPERATIVITA. 1. Serie di massimi e minimi crescenti TREND RIALZISTA; 2. Serie di minimi e massimi decrescenti TREND RIBASSISTA;

OPERATIVITA. 1. Serie di massimi e minimi crescenti TREND RIALZISTA; 2. Serie di minimi e massimi decrescenti TREND RIBASSISTA; OPERATIVITA Perché i traders perdono? Questa è la domanda che fa vacillare molto spesso il nostro mondo. Dieci anni fa, quando iniziai a muovere i primi passi sui mercati finanziari la mia prima esperienza

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Sunrise Indicator

www.proiezionidiborsa.com Sunrise Indicator Sunrise Indicator Come dalla prima ora di contrattazione estrapolare il Sunrise Point per effettuare operazioni vincenti su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Sunrise Indicator Autore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen.

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen. Data :26/11/2008 Buongiorno a tutti. COMMENTO AI MERCATI Dalle indicazioni del commento di preapertura ai mercati di oggi : Fitch abbassa il rating di Toyota. Di conseguenza il Nikkei storna con maggiore

Dettagli

Intraday titoli azionari

Intraday titoli azionari Intraday titoli azionari La strategia illustrata in questo documento ha come base una tecnica abbastanza conosciuta che basa l operatività intraday sui titoli azionari identificando i set-up d entrata

Dettagli

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader.

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. LA TRADER'S TRICK Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. Siamo realistici. Il trading è un business in cui chi ha più conoscenza

Dettagli

A D D. A d v a n c e d D a t a D o w n l o a d. software

A D D. A d v a n c e d D a t a D o w n l o a d. software A D D A d v a n c e d D a t a D o w n l o a d software 1 INFORMAZIONI GENERALI Add è un software creato per la gestione dei dati di borsa dei più importanti mercati del mondo. Scarica gratuitamente tali

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Trading intraday con il Prezzo di Apertura

Trading intraday con il Prezzo di Apertura Trading intraday con il Prezzo di Apertura Come dal prezzo di apertura effettuare straordinarie operazioni di trading intraday su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading intraday con il Prezzo

Dettagli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 6-10 gennaio 2014 by David Carli Quello che avevo ipotizzato su Aud-Chf si è realizzato (non perché sia un veggente ma perché il mercato ha voluto invertire la sua rotta) e si è completato

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un rally che una volta raggiunta la circonferenza tracciata sul grafico weekly

Dettagli

Il sistema su Timeframe a 4H è basato sul momentum, sulla ricerca di una forza. avvalorato dal timeframe a medio termine. Vantaggi CARATTERISTICHE

Il sistema su Timeframe a 4H è basato sul momentum, sulla ricerca di una forza. avvalorato dal timeframe a medio termine. Vantaggi CARATTERISTICHE Risk Disclaimer Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta un alto livello di rischio, e potrebbe non esserti appropriato in quanto potresti subire la perdita anche dell intero deposito. La leva potrebbe

Dettagli

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Titolo SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.24option.com/it ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore.

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 2015 by David Carli Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 1 Prefazione PAG. 3 Capitolo 1 Le candlestick PAG.

Dettagli

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008 Analisi dell oro Dal 1980 al 2008 La fase discendente dei prezzi dell oro iniziata nel 1979 si conclude nell agosto del 1999, dopo 20 anni quando tocca il suo minimo ventennale a quota 252. Dopo un tentativo

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80%

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% 2 Titolo Trading System Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

The Weekly Report. Analisi Settimanale - 13 Giugno. http://smalltrading.net

The Weekly Report. Analisi Settimanale - 13 Giugno. http://smalltrading.net The Weekly Report Analisi Settimanale - 13 Giugno http://smalltrading.net 2 SP500 Iniziamo dall'analisi dello Sp500. Pessima chiusura di ottava dopo l'illusorio piccolo rimbalzo di giovedì. Sul grafico

Dettagli

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method)

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) Autore: Dimitry - demighty@libero.it 1) Two Consecutive Matching Lows Il pattern Two Consecutive Matching Lows è un pattern di continuazione-breakout

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 26 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

Il Supporto è il livello di ingresso per aprire una posizione long (acquisto dello strumento finanziario a quel prezzo).

Il Supporto è il livello di ingresso per aprire una posizione long (acquisto dello strumento finanziario a quel prezzo). Guida ai segnali operativi Il Supporto è il livello di ingresso per aprire una posizione long (acquisto dello strumento finanziario a quel prezzo). La Resistenza è il livello di ingresso per aprire una

Dettagli

DAILY REPORT. aggiornato al 9 dicembre 2015. A cura di Manuela Negro

DAILY REPORT. aggiornato al 9 dicembre 2015. A cura di Manuela Negro DAILY REPORT aggiornato al 9 dicembre 2015 A cura di Manuela Negro Manuela Negro Agenda Macro per giovedi 10 dicembre La giornata risulta particolarmente ricca di appuntamenti macroeconomici rilevanti

Dettagli

Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo. Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com

Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo. Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com 1 Sommario Definizione di volume e volatilità Valutazione del valore medio dei volumi

Dettagli

DISCLAIMER: Tutti i diritti riservati Arduino Schenato Pagina 2

DISCLAIMER: Tutti i diritti riservati Arduino Schenato Pagina 2 DISCLAIMER: Questo libro ha esclusivamente scopo didattico. Pertanto NON deve essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento, né come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio.

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 3 MARZO 2013

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 3 MARZO 2013 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Previsione dell andamento di una serie storica finanziaria

Previsione dell andamento di una serie storica finanziaria Emanuele Pera Previsione dell andamento di una serie storica finanziaria Un metodo per la previsione dei prezzi azionari è l analisi tecnica che consiste nello studio dei prezzi storici per cercare di

Dettagli

Capitolo 4.2. Analisi tecnica: Fibonacci

Capitolo 4.2. Analisi tecnica: Fibonacci 1 Capitolo 4.2 Analisi tecnica: Fibonacci 0 Contenuti ANALISI TECNICA: FIBONACCI L analisi di Fibonacci mira a identificare i potenziali livelli di supporto e di resistenza futuri basati sui trend dei

Dettagli

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema La Casa Del Trader guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema 2012-11-14 14:11:34 MTosoni Uno tra i più famosi ed utilizzati stili di rappresentazione grafica è il candlestick giapponese

Dettagli

Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia

Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia Data 11 Novembre 2009 Volume 1, Numero 2 Sergio Pitzalis Analisi ciclica sui Cereali Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia Nell ottica di una crescente qualità, dal mese di gennaio l analisi

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

ANALISI TECNICA OPERATIVA

ANALISI TECNICA OPERATIVA CAPITOLO 3 ANALISI TECNICA OPERATIVA 3.1. Introduzione Reputo di importanza fondamentale nel trading i concetti esposti di seguito. Grafici,volume,supporto,resistenza,trend line, sono la base del trading.per

Dettagli

www.previsioniborsa.net COME SI ENTRA IN POSIZIONE

www.previsioniborsa.net COME SI ENTRA IN POSIZIONE www.previsioniborsa.net 5 lezione sul METODO CICLICO COME SI ENTRA IN POSIZIONE Ci sono molti modi per entrare in posizione in un mercato (future) o un titolo, ma noi dobbiamo trovare un sistema che sia

Dettagli

Glossario Forex Trading

Glossario Forex Trading By Rizzi Daniele Account Il conto di trading su cui si opera e col quale si svolgono tutte le transazioni. Account Balance Il totale della somma di denaro presente su un account. Ask (Lettera) Prezzo al

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 05 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per

Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per BSimmy Forex Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per rimbalzare. Potrebbe, infatti, completarsi graficamente

Dettagli

COME FARE SOLDI CON LE OPZIONI BINARIE

COME FARE SOLDI CON LE OPZIONI BINARIE Titolo COME FARE SOLDI CON LE OPZIONI BINARIE Guida completa al Trading su Opzioni Binarie Sito internet http://www.doveinvestire.com ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Le strategie

Dettagli

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza Analisi tecnica dei mercati finanziari Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza ANALISI DEI MERCATI FINANZIARI Lo studio dei mercati finanziari ha portato alla nascita e allo sviluppo di tre diverse scuole di

Dettagli

Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Weekly: analisi statica

Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Weekly: analisi statica Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Eur/Usd: analisi valida per la settimana dal giorno 24/08 al giorno 28/08 Weekly: analisi statica Condizione generale di periodo. Come atteso, il mercato

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM Supplemento di LombardReport.com, quotidiano di informazione finanziaria, direttore responsabile Emilio Tomasini, Aut. 1403 15/9/97 Tribunale di Modena LombardReport.com s.r.l. - Via Pascoli 7-41057 Spilamberto-Mo

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA CAPITOLO 2 Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA 2.1.Cosa muove i mercati? Il primo passo operativo da fare nel trading è l analisi del sentiment dei mercati. Con questa espressione faccio riferimento al livello

Dettagli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 27-31 gennaio 2014 by David Carli Aud-Usd, sembra avviato verso un target di medio periodo in area 0.8000/0.8050. L ultimo rimbalzo si è spento sulla resistenza e il cross ha ripreso

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 52 del 7 luglio 2014 Il tentativo di recupero del Ftse Mib si è fermato a ridosso della resistenza a 21900 punti e ha configurato tre massimi relativi decrescenti. Possibile un ulteriore

Dettagli

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti finanziari.

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com

relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com COME OPERARE CON SUCCESSO SUL FOREX Sistemi automatizzati, regole comportamentali, analisi intermarket e money

Dettagli

Il concetto di volatilità. Enrico Malverti www.enricomalverti.com 01/02/2013

Il concetto di volatilità. Enrico Malverti www.enricomalverti.com 01/02/2013 Il concetto di volatilità Enrico Malverti www.enricomalverti.com 01/02/2013 Volatilità La volatilità esprime la variazione che si registra nel prezzo di un titolo o di un indice, solitamente misurata dalla

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta mediamente debole, ma dai minimi del 3 ottobre è in recupero- ha chiuso a 1,267 - Il cambio

Dettagli

WHS opzioni FX. La guida per iniziare con le opzioni FX. Predire il trend dei mercati valutari e coprire le posizioni con le opzioni FX.

WHS opzioni FX. La guida per iniziare con le opzioni FX. Predire il trend dei mercati valutari e coprire le posizioni con le opzioni FX. La guida per iniziare con le opzioni FX WHS opzioni FX Predire il trend dei mercati valutari e coprire le posizioni con le opzioni FX. Affina il tuo stile di trading e la visione dei mercati. Impara ad

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' IDEE OPERATIVE DEL 7 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' IDEE OPERATIVE DEL 7 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Relatore: Pietro Paciello. Email: info@uptrend.it. Rimini, 17 Maggio 2012

Relatore: Pietro Paciello. Email: info@uptrend.it. Rimini, 17 Maggio 2012 Relatore: Pietro Paciello Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio 2012 Supertrend Il concetto di supporto e resistenza costituisce uno dei principi più importanti in assoluto per l'analisi tecnica e

Dettagli

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man CAPITOLO 5 La Doji La figura più caratteristica della rappresentazione grafica di un mercato attraverso le candele giapponesi è senza ombra di dubbio la Doji. La Doji è una candela con apertura e chiusura

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Secondo l impostazione della figura precedente a partire dall alto e da sinistra a destra, sono presenti:

Secondo l impostazione della figura precedente a partire dall alto e da sinistra a destra, sono presenti: La Metatrader4 Molti broker hanno scelto di utilizzare la piattaforma Trading Platform Meta Trader 4 che è stata realizzata dalla MetaQuotes Software Corporation, sicuramente una tra le piattaforme più

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Winner 2-212 Capitale raccomandato da 94.4 a 15.425 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 6 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Winner 1-212 Capitale raccomandato da 64.6 a 84.5 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 5 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Champion 1-212 Capitale raccomandato da 116.4 a 125.911 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 8 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli