Il nuovo accordo italo-svizzero è ormai in

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo accordo italo-svizzero è ormai in"

Transcript

1 N. 1/2015 Laboratorio Sociale, n. 1 del Poste Italiane Spa Spedizione in Abbonamento Postale, D.L. 353/2003 (conv. in Legge 27/02/2004 n. 46), art. 1, comma 1, DCB COMO. Editore: ACLI di Como, Via Brambilla 35, Como; tel ; fax ; sito internet Direttore Responsabile: Giuseppe Livio. Grafica e impaginazione: Aesse Comunicazione srl, via G. Marcora 18/ Roma, tel , Stampato presso Stabilimento Tipolitografico Ugo Quintily, viale Enrico Ortolani 149/ Roma. Registrato presso Tribunale Ordinario di Como n. 9/03 del SOMMARIO Casa Itaca MAURO MINOTTI p. 2 PANORAMA NAZIONALE Le ACLI come agente del nuovo GIORGIO RICCARDI p. 3 SPECIALE FISCO Modello 730/2015: cosa cambia SILVIA CAMPORINI p. 4-5 Host in Como, la nostra strada per un turismo sostenibile CORINNA CORTI, SARA PICONE p. 6 Il Servizio Civile: una preziosa opportunità CHIARA VALEVANO p. 7 I NOSTRI DIRITTI Pensioni anticipate, Opzione Donna ed estratti conto per dipendenti pubblici EMANUELA MATTIROLI p. 8 mycaf.it my ACCEDI A MYCAF CON IL TUO SMARTPHONE IL PORTALE CAF ACLI DI INFORMAZIONI E SERVIZI FISCALI RIFLESSIONI E PROPOSTE Il frontalierato che cambia, speriamo in meglio È un momento delicato nel quale occorrono lungimiranza e forte senso sociale Maria Luisa Seveso Il nuovo accordo italo-svizzero è ormai in dirittura d arrivo e persiste il timore che gli interessi economici prevarichino la dignità del lavoro e dei lavoratori. Questa era e rimane la preoccupazione maggiore delle ACLI di Como. Le nostre ACLI hanno avuto a cuore il lavoro frontaliero già dalla fine degli anni 50, investendovi attenzione, impegno sociale e professionalità. Siamo consapevoli dei cambiamenti avvenuti nella società e nel modo del lavoro e della conseguente urgenza di ridefinire e ampliare accordi che interessano oltre frontalieri italiani, tuttavia non deve venir meno l attenzione ai diritti e alle tutele: questo è ancora oggi il nostro impegno. In questi mesi abbiamo rafforzato un interlocuzione stretta con il mondo della politica che sta lavorando agli accordi italo-svizzeri. È, infatti, importante cogliere umori e indiscrezioni per poter dare rimandi utili ad ampliare lo sguardo sulle importanti imminenti decisioni, porre a disposizione della politica il frutto del nostro quotidiano confronto con la singola casistica per trasformarlo in lettura del bisogno sociale della categoria. Questa è sempre stata la modalità del nostro operare. Gli accordi che Italia e Svizzera stanno per definire nei dettagli riguardano soprattutto la fiscalità del lavoro frontaliero e la reciprocità fra i due Stati. Sarà nostra premura approfondirli quando saranno pubblicati, per darne una valutazione politica e indicare ai frontalieri gli adempimenti conseguenti. In questi mesi si aggiunge anche il disorientamento causato dalla recente rivalutazione del franco svizzero che ha portato alla parità il cambio franco-euro. I primi effetti di questa scelta sono stati pesanti sull economia del Ticino, soprattutto per le aziende svizzere orientate all esportazione, i cui prodotti sono diventati improvvisamente troppo cari sui mercati esteri. Ma anche i frontalieri, che per qualche giorno si sono sentiti più ricchi per effetto del cambio uno a uno, hanno immediatamente dopo avuto un brusco risveglio. Infatti molte aziende non hanno perso tempo nel decurtare anche del 20% gli stipendi dei dipendenti. È questo purtroppo un modo di incrementare il dumping salariale già molto praticato, mentre i tesoretti depositati nei caveau della Confederazione aumentano di valore! Occorre prestare attenzione a quanto succede e agire per la tutela sociale e per la dignità di donne e uomini. Troppe volte abbiamo sentito e visto campagne denigratorie nei confronti dei frontalieri. Non fa male solo ai frontalieri, ma a tutti gli italiani. È un momento delicato nel quale occorrono lungimiranza, arguzia e forte senso sociale.

2 2 UN PERCORSO E UNA META ACCOGLIENTE Casa Itaca Mauro Minotti A Lomazzo un Centro di accoglienza per profughi gestito da ACLI Solidarietà e Servizi con la collaborazione di Questa Generazione ALomazzo in via Ceresio è stata costituita verso la fine degli anni 60 una delle prime cooperative edilizie delle ACLI di Como, dal nome un po astruso, Cimiano Terza, preso in prestito da una importante iniziativa edilizia dei cugini milanesi. Fu la prima di una proficua e importante esperienza che nell arco di quindici anni avrebbe realizzato centinaia di appartamenti popolari nei comuni di tutta la provincia. Quelli delle ACLI sono stati garanzia per tante famiglie che, con sacrificio, volevano realizzare il sogno di una casa propria e nella cooperazione edilizia popolare trovavano prezzi più bassi di quelli di mercato e si sentivano artefici di un progetto comune. Con l avventura di Lomazzo si volle anche fare qualcosa di più: aggiungere un Centro di Formazione Professionale dove insegnare ai giovani un mestiere. La scuola di Lomazzo formò centinaia di giovani elettricisti e operatori d ufficio e rimase attiva fino alla fine degli anni 80. In seguito continuò a coltivare la sua inclinazione sociale tramite la cooperativa la Villetta che si occupa della formazione e del reinserimento lavorativo di giovani un po esuberanti. Dallo scorso novembre - dopo un importante intervento di ristrutturazione - l accoglienza di Lomazzo vede la presenza di sedici ospiti richiedenti asilo. Buona parte di loro sono di nazionalità pakistana e afghana, sette sono di origine africana (Senegal, Gambia). Casa Itaca come abbiamo voluto rinominarla in ricordo del lungo viaggio di queste persone, ha ritrovato il suo senso ospitale e educativo. La convivenza, pur nelle forti diversità di storie, di lingue, di abitudini, è pacifica. L attività è basata sul lavoro coordinato di due nostre Cooperative Sociali: Questa Generazione per la parte educativa e ACLI Solidarietà e Servizi per la parte gestionale. Nello specifico vi operano principalmente Stefano, educatore professionale di provata esperienza, e Maria, che coordina e governa la vita della Casa, dopo aver lavorato parecchio per la sistemazione iniziale. Da pochi giorni si è stabilizzata anche la presenza di due custodi che vivono nella struttura e che si prenderanno cura, più che dei muri, degli animi che popolano la nostra Casa. Poi ci sono altri operatori professionisti del sociale che supportano e integrano il progetto che non è solo di ospitalità, ma vuole essere di forte senso educativo e di integrazione. Un percorso verso l autonomia e verso l obiettivo di una vita migliore per queste persone. L integrazione è una sfida aperta. Presuppone organizzazione, preparazione, pazienza, comprensione ma anche rigore. Il progetto, oltre all accoglienza, prevede la scuola di italiano, in collaborazione con l Eda di Lomazzo e le loro brave insegnanti, ma con il supporto anche di alcuni volontari. Il primo passo verso l integrazione presuppone l uso della lingua, volano primario verso l autonomia. Il secondo passo è la formazione professionale: imparare come si lavora in Italia. E lo facciamo con l inclinazione fortemente educativa delle ACLI. Queste persone che magari hanno fatto diversi lavori nei loro Paesi, qui devono partire quasi da zero. Il terzo e ultimo passo verso la loro completa autonomia è trovare lavoro. Questo è il passaggio più delicato e difficile in questo momento di crisi generale. C è poi anche il problema dei documenti, i diversi andirivieni fra Questura e Commissione, che valuterà la loro domanda di asilo politico. È un attesa che si protrae anche oltre l anno, senza avere la certezza della concessione del permesso di soggiorno tanto agognato. In questo campo il nostro aiuto non è solo burocratico-legislativo, ma anche di sostegno psicologico. Il grosso impegno è quindi anche quello di motivare l attesa, di non lasciarsi andare, di capire che in questo tempo si possono fare tante cose. Si possono conoscere persone con le quali instaurare un bel rapporto di amicizia. Persone che ti possono insegnare l italiano o un mestiere da cui può rinascere la speranza. Può essere anche occasione per fare un esperienza di volontariato per la comunità, un modo per restituire solidarietà. Per le ACLI questa esperienza significa declinare nell oggi la propria mission di associazione impegnata nel sociale che cerca di coniugare impegno associativo, volontariato e professionalità con i nuovi bisogni che i cambiamenti repentini esprimono nel mondo. Per fare ciò abbiamo cercato e individuato compagni di strada con cui condividere questo progetto, progetto che vogliamo fortemente sia di relazione e di sviluppo di comunità: il Comune dove abbiamo trovato grande disponibilità e assonanza di intenti, ma anche le altre Istituzioni del territorio, la Caritas con cui condividiamo da tempo questa esperienza, le Associazioni, ma anche la Parrocchia di Lomazzo che sperimenta un analoga accoglienza. Lavorare insieme per meglio coordinare risorse, esperienze e aspettative e offrire a queste persone un futuro migliore. N. 1/2015

3 PANORAMA NAZIONALE 3 LA NOSTRA FORZA DERIVA DALLA NOSTRA ESPERIENZA TRA LA GENTE Le ACLI come agente del nuovo Giorgio Riccardi Passare da una logica difensiva a una di promozione e di crescita della comunità Il governo del Paese ha compiuto un anno e vi sono ragioni per pensare e augurarsi che ne abbia altri tre per continuare la sua opera. Un organizzazione come le ACLI si deve confrontare con valutazioni che orientino l azione sociale e politica. L esecutivo di Matteo Renzi ha indubbiamente impresso un cambio di marcia alla politica nazionale, ha imposto scelte su molti versanti che possono essere oggetto di discussione, ma certamente tali da uscire dall immobilismo che aveva contraddistinto gli anni del tramonto del berlusconismo e l empasse conseguente al risultato dell ultima tornata elettorale. Anche per questo motivo pare auspicabile una sua continuità nel tempo, che gli consenta di concretizzare le misure annunciate. I segnali di cambiamento più forti sono stati quelli che hanno contrastato quelle forze politiche e sociali e ancor più quegli apparati dello Stato che sistematicamente si sono opposti ad ogni cambiamento, che hanno operato esclusivamente per mantenere i propri privilegi e quelli delle aggregazioni sociali e delle lobby da loro rappresentate. Tra i cittadini che hanno premiato col voto di maggio la politica di Renzi in ambito economico dove cominciano a evidenziarsi segnali di ripresa, negli ambienti europei pure di diversi orientamenti si è avuta la sensazione che una trasformazione del Paese è possibile e che questo esecutivo, formalmente così eterogeneo e traballante nei numeri, lo può fare. Le innovazioni attuate o in fase di attuazione riguardano molti aspetti della nostra società: da quello istituzionale con la riforma del Senato, la nuova legge elettorale, l abolizione delle Province, a quelle dell economia e della società con il mercato del lavoro, la scuola, il fisco, il Terzo settore. Su ciascuna di queste azioni politiche e su tutti i provvedimenti importanti le ACLI hanno espresso una precisa posizione, valorizzandone gli aspetti innovativi e volti alla tutela e al benessere dei cittadini e dei lavoratori e alla crescita della democrazia reale, ma nel contempo problematizzando specifici aspetti discutibili. Un organizzazione che vuole agire avendo come primi riferimenti la condizione delle fasce più deboli della società da una parte e il consolidamento della democrazia dall altra ha il compito di portare la sua forza, che deriva principalmente dall esperienza dei suoi associati e dei suoi servizi tra la gente, a confronto con le iniziative del governo e dare il suo contributo al cambiamento. Dall inizio della crisi, comprendendone gravità e durata, le ACLI hanno operato per cercare di attutirne l impatto sulla vita delle persone e delle famiglie più esposte. Sui temi delle povertà e delle problematiche occupazionali hanno lavorato per tendere una mano a chi era in difficoltà, a volte autonomamente, spesso nel contesto delle iniziative che la Chiesa e molte Diocesi hanno promosso, sempre utilizzando a pieno i loro servizi, in particolare il Patronato, l Enaip e il Caf. In particolare hanno sostenuto fondi di solidarietà destinati ai lavoratori licenziati, messo in campo forme di aiuto e di tutela nel campo dei consumi, dei diritti, del welfare, della casa, nonché hanno organizzato attività di formazione professionale per il reinserimento nel mondo del lavoro. È evidente che questa azione deve continuare e continuerà. Ma ci sono segni di speranza che il quadro complessivo stia mutando; alcuni indicatori cominciano, timidamente, a indicare una possibilità di crescita, la fiducia dei cittadini e delle imprese rinasce. La nostra organizzazione deve entrare in questa dinamica, proporsi come agente del nuovo scommettendo in uno scenario positivo e cercando di utilizzare tutte le opportunità che questo può determinare, passare da una logica difensiva a una di promozione e di crescita della nostra comunità. Questo significa ad esempio attivare nei territori iniziative e servizi indirizzati allo sviluppo dell occupazione in diverse forme, da quella del lavoro dipendente dei giovani che viene agevolato da un nuovo assetto normativo, all autoimprenditorialità e alla maggiore diffusione di attività cooperative e nell ambito del Terzo Settore. E più complessivamente è importante contribuire a un disegno complessivo di welfare che si ponga come obiettivo quello di invertire la tendenza all aumento delle disuguaglianze che si è manifestata con la crisi, e di ridistribuire la ricchezza sotto varie forme, non solo economiche, per creare le condizioni di sicurezza e coesione sociale che concorrono a far ripartire l economia. Tutto questo ci pare possibile in questa fase politica, che seguiremo con attenzione. N. 1/2015

4 4 SPECIALE FISCO TUTTE LE NOVITÀ DI QUEST ANNO Modello 730/2015: cosa cambia Introdotta la dichiarazione precompilata da parte dell Agenzia delle Entrate Si avvia in questi giorni la nuova Campagna Fiscale. Sono diverse le novità che riguardano il Modello 730/2015: le nuove modalità di presentazione della dichiarazione, le novità nella compilazione, il nuovo temine di presentazione al 7 luglio. Fino allo scorso anno, il cittadino poteva rivolgersi al Caf ACLI per la compilazione del Modello 730 o per la trasmissione telematica del modello già compilato. Il Caf trasmetteva all Agenzia delle Entrate il Modello 730 e, successivamente, l Agenzia controllava una certa percentuale di dichiarazioni comunicando l esito del controllo direttamente al contribuente. Qualora dal controllo fossero emersi errori imputabili al Caf, il contribuente poteva richiedere al Caf stesso il rimborso delle sanzioni e degli interessi, pagando di tasca propria la maggiore imposta accertata. A partire da quest anno, con l introduzione della dichiarazione precompilata da parte dell Agenzia delle Entrate, cambia totalmente il rapporto del cittadino con il fisco. Tuttavia il Modello 730 precompilato non viene spedito a casa ai contribuenti ma sarà disponibile a partire dal 15 aprile sul sito dell Agenzia delle Entrate. Per aver accesso al proprio Modello 730 il contribuente può scegliere la compilazione fai da te oppure può rivolgersi al Caf ACLI, entro il termine del 7 luglio. COMPILAZIONE DEL MODELLO 730 IN AUTONOMIA Occorre precisare che, qualora il contribuente proceda alla compilazione in autonomia, senza passare da un Caf, dovrà accedere al sito dell Agenzia delle Entrate e per farlo sarà obbligatorio l inserimento di un codice PIN. Inoltre è necessario sapere che il Modello 730 predisposto dall Agenzia per quest anno è incompleto: conterrà dati reddituali contenuti nella Certificazione Unica (documento che sostituisce il vecchio Modello CUD), alcuni dati contenuti nella dichiarazione dei redditi dell anno precedente (ad esempio le spese che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali), i dati relativi agli interessi passivi sui mutui, premi assicurativi e contributi previdenziali. Sono invece dati mancanti le spese mediche, funerarie ed eventuali donazioni ONLUS. Le modifiche effettuate on line dal singolo contribuente verranno sottoposte a verifica. COMPILAZIONE MODELLO 730 TRAMITE IL CAF ACLI Il contribuente che decide di rivolgersi a un intermediario come il Caf ACLI, invece, può confermare o modificare il precompilato senza essere sottoposto a controlli da parte dell Agenzia delle Entrate. Le verifiche, infatti, saranno effettuate sul soggetto delegato, in questo caso Caf ACLI. Il Caf ha l obbligo di verificare che i dati indicati nel Modello 730 siano conformi ai documenti esibiti dal contribuente (relativi a oneri deducibili e detrazioni d imposta spettanti, alle ritenute, agli importi dovuti a titolo di saldo o di acconto oppure ai rimborsi) e rilascia per ogni dichiarazione un visto di conformità (ossia una certificazione di correttezza dei dati). Se il Caf appone un visto di conformità infedele, è tenuto al pagamento di una somma pari all intero importo dell imposta oltre alla sanzione e agli interessi eventualmente richiesti al contribuente a seguito dei controlli formali da parte dell Agenzia delle Entrate, sempre che il visto infedele non sia stato indotto dalla condotta dolosa o gravemente colposa del contribuente. In sintesi, scegliere di presentare la propria dichiarazione avvalendosi dell assistenza di Caf ACLI significa essere sollevato da qualsiasi responsabilità. MA QUALI SONO LE NOVITÀ FISCALI DI MAGGIORE INTERESSE? La Certificazione Unica, che andrà a soppiantare il vecchio CUD in circolazione fino allo scorso anno, rappresenta il tassello più delicato di tutto il puzzle fiscale. Non solo perché è l elemento che trasporta più dati al Modello 730 precompilato, ma anche perché le nuove procedure ne hanno ampliato sensibilmente la portata, aggiungendo nuove informazioni da comunicare. La Certificazione Unica ricostruirà un profilo reddituale del soggetto molto più ampio di quanto non facesse il CUD. I sostituti, infatti, saranno chiamati a comunicare non solo i normali redditi percepiti all interno del rapporto di lavoro o pensionistico, ma anche gli eventuali altri redditi. In sostanza vi sarà una sola Certificazione sviluppata per indicare diverse tipologie di reddito ad esempio le prestazioni da lavoro autonomo, le retribuzioni occasionali, i compensi sportivi dilettantistici o gli introiti derivanti dai diritti d autore. In materia di oneri, spese e detrazioni nel Modello 730/2015 debuttano le novità sulle erogazioni liberali effettuate nel 2014 a favore di ONLUS e a favore dei soggetti che svolgono attività umanitarie per le quali è stata elevata la percentuale di detrazione al 26%. La stessa percentuale di detrazione si applica anche alle I PRINCIPALI DOCUMENTI DA ESIBIRE I principali documenti da esibire sono: La Certificazione Unica (ex CUD) e le altre certificazioni che documentano le ritenute; gli scontrini, le ricevute, le fatture e le quietanze che provano le spese sostenute. Gli attestati di versamento d imposta eseguiti con il Modello F24. La dichiarazione Modello Unico in caso di crediti per cui il contribuente ha richiesto il riporto nella dichiarazione dei redditi successiva. Più in generale il contribuente deve esibire tutti i documenti che dimostrano il diritto alle deduzioni e detrazioni richieste in dichiarazione. I documenti relativi alla dichiarazione di quest anno vanno conservati fino al 31 dicembre del quarto anno successivo alla presentazione della dichiarazione, termine entro il quale l amministrazione fiscale può richiederli. N. 1/2015

5 SPECIALE FISCO 5 Silvia Camporini erogazioni ai partiti politici e sui contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso. Altra novità riguarda la nuova deduzione prevista per l acquisto o la costruzione di abitazioni date in locazione per le quali è riconosciuta all acquirente, persona fisica non esercente attività commerciale, una deduzione dal reddito complessivo pari al 20% del prezzo di acquisto dell immobile risultante dall atto di compravendita, nel limite massimo complessivo di spesa di euro, nonché degli interessi passivi dipendenti da mutui contratti per l acquisto Il Caf Acli è per tutti. delle unità immobiliari medesime. La deduzione è ripartita in 8 quote annuali di pari importo, a partire dall anno nel quale avviene la stipula del contratto di locazione e non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste da altre disposizioni di Legge per le medesime spese. Nel 730/2015 debutta anche la nuova detrazione riconosciuta agli inquilini di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale pari a euro, se il reddito complessivo non supera ,71 euro; euro, se il reddito complessivo non supera ,41 euro. È stata inoltre prorogata la detrazione del 50% per le spese relative a interventi di recupero del patrimonio edilizio e la detrazione del 65% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici oltre alla detrazione del 50% per le spese sostenute per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, finalizzati all arredo dell immobile oggetto di ristrutturazione, su un ammontare complessivo non superiore a euro. Specialmente per te. Con il Caf Acli la tua dichiarazione dei redditi è in mani sicure. Operatori qualificati sono sempre al tuo servizio. Semplice. Col sorriso. A partire dal periodo d imposta 2014, il limite di spesa detraibile dei premi delle assicurazioni vita/infortuni si abbassa ulteriormente a 530 euro per i premi aventi per oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5 per cento. Su tale limite va poi applicata la detrazione del 19%, ottenendo così un importo massimo detraibile pari rispettivamente a 100,70 euro. Non sono più compresi tra gli oneri deducibili i contributi sanitari obbligatori per l assistenza erogata nell ambito del Servizio Sanitario Nazionale versati con il premio di assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. È aperta la campagna prenotazioni per le dichiarazioni Modello 730/2014 e Modello Unico Prenota la tua dichiarazione! Per informazioni e appuntamenti rivolgiti al Caf Acli telefonando al numero unico * Per avere assistenza e chiarimenti visita il nostro sito * Costo da telefono fisso: 14,5 centesimi di euro al minuto fascia alta, 5,7 centesimi di euro al minuto fascia ridotta. Costo da cellulare: dipende da operatore. N. 1/2015

6 6 VALORIZZARE LE BELLEZZE DEL LAGO DI COMO Host in Como, la nostra strada per un turismo sostenibile Corinna Corti, Sara Picone Offriamo ai turisti la possibilità di vivere un esperienza concreta e partecipativa... Cosa vuol dire Turismo sostenibile? Oggi si afferma sempre più, nelle modalità di scoperta del mondo, una forma di turismo molto meno di facciata e molto più volta a valorizzare il senso delle tradizioni e della storia. Un turismo, insomma, che desidera responsabilizzare coloro che ne usufruiscono e valorizzare le mete esplorate mediante la riscoperta del passato e delle tradizioni, delle ricchezze culturali e sociali e, soprattutto, delle persone che quotidianamente vivono in questo territorio prendendosene cura. Valorizzare, dunque, accendendo i riflettori su quegli aspetti che spesso ci si dimentica e che, invece, sono il cuore pulsante di cultura e società. Host in Como è un progetto che nasce proprio da questa nuova forma di turismo sostenibile e responsabile, sfruttando le opportunità offerte da EXPO 2015 per valorizzare il territorio comasco, far conoscere le bellezze del Lago di Como e dare visibilità alle piccole realtà locali che ovunque nascono e prosperano. Frutto del comune associarsi - o per meglio dire, fare Rete - di piccole entità dislocate nei più diversi ambiti del turismo locale, ci si propone di offrire ai turisti responsabili delle possibilità di viaggio che siano ben più di una semplice vacanza, permettendo a chi partecipa di vivere un esperienza concreta, partecipativa e soprattutto, diversa. Perché concreta e partecipativa? Host in Como offre attività all interno di micro imprese e realtà locali legate alla tradizione comasca (Cooperative, Associazioni, Fondazioni, Enti ). Vi sarà la possibilità di accedere a laboratori e spazi per imparare e vivere un po di più le tradizioni di Como, sia per i turisti, sia per coloro che, pur abitandovi, non hanno mai avuto modo di sperimentare per davvero la propria città. Perché diversa? Perché si tratta di un idea nuova ed ancora tutta da inventare grazie all aiuto di coloro che ne vogliono e vorranno, in futuro, farne parte. Ma soprattutto, Host in Como è un esperienza personalizzabile, dove ognuno può decidere cosa fare e quando farlo mediante la scelta di diversi pacchetti turistici liberamente abbinabili a seconda dei gusti e aspettative. La scelta parte dal vitto e alloggio per una, due o più notti a disposizione di gruppi piccoli, medi e grandi, singoli, coppie, famiglie, fino all organizzazione di tour, gite e visite guidate nelle molteplici realtà di Como e provincia. L offerta è rivolta a turisti vicini e lontani, italiani e non in corrispondenza all imminente aprirsi di Expo Per coloro che volessero unire queste due realtà - mostra Expo 2015 e visita di Como- Host in Como mette a disposizione informazioni, prezzi, orari, coincidenze, biglietti e mezzi di trasporto. Avete amici e/o parenti che vorrebbero alloggiare a Como? Volete saperne di più? La nostra Pagina Facebook Host In Como è sempre aggiornata con le nostre migliori proposte e novità. Per ulteriori informazioni e dettagli: N. 1/2015

7 7 UN ANNO PER CONTRIBUIRE ALLO SVILUPPO SOCIALE, CULTURALE ED ECONOMICO DEL NOSTRO PAESE Il Servizio Civile: una preziosa opportunità Le ACLI di Como cercano tre giovani per altrettanti progetti di solidarietà sociale Chiara Valevano Acausa della crisi che affligge l Italia la disoccupazione ha raggiunto livelli altissimi. In Italia non c è lavoro, ci sono pochissime opportunità, i datori di lavoro per assumere richiedono esperienza, ma nessuno è disposto a far esperienza. Eppure uno spazio per far esperienza esiste! Dal primo gennaio 2005 ai giovani italiani è stata messa a disposizione l opportunità di prendere parte al Servizio Civile Nazionale. Certo non può essere considerato un lavoro vero e proprio, ma sicuramente un opportunità di spendere un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico, per il bene di tutti. Una possibilità per i giovani cittadini italiani dai 18 ai 28 anni (non ancora compiuti) per crescere, per formarsi, per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. E perché no, magari anche un opportunità di lavoro, sicuramente un arricchimento del proprio curriculum in quanto Enti come Ufficio Nazionale e Regione Lombardia si impegnano a stipulare convenzioni con imprese pubbliche e private per facilitare il collocamento di coloro che hanno preso parte al Servizio Civile. Inoltre ai volontari possono essere riconosciuti crediti formativi per università o formazione professionale. Il servizio civile dura 12 mesi e richiede un impegno settimanale di circa 30 ore. È previsto un assegno mensile di circa 430 euro. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito e entrare nella sezione Bando Volontari ; da qui si accede alla visione dei progetti nella provincia di riferimento attraverso un motore di ricerca. Per i residenti in Lombardia il sito di riferimento è Si può scegliere un unico progetto, pena l esclusione dal bando, la scelta però non è limitata alla propria area geografica, ma è possibile scegliere un progetto in qualsiasi regione italiana e non solo, perché il Servizio Civile dà la possibilità di andare anche all estero. Il Servizio Civile comprende diverse aree di partecipazione tra le quali: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale. Le ACLI di Como hanno la possibilità di inserire tre giovani in altrettanti progetti di solidarietà sociale: - TIENI IL TEMPO: attività con gli anziani e sui diritti di cittadinanza; - ALFABETI DI FUTURO: attività nell ambito dell immigrazione; - FUORI CLASSE: azioni di doposcuola e animazione con minori. Inoltre, Enaip, la scuola professionale delle ACLI, ha altri giovani da inserire nel Servizio Civile Regionale avviato tramite Garanzia Giovani. MULTIMEDIANDO Dunque perché non cogliere al volo questa opportunità di crescere, di affermarsi, di arricchire il proprio bagaglio culturale? Se hai voglia di metterti in gioco e di diventare più grande, affrettati, perché i bandi sono in uscita a marzo; successivamente ci saranno a Milano le selezioni e molto probabilmente a settembre potrai iniziare la tua esperienza. Per informazioni sui progetti di servizio civile presso le ACLI rivolgiti in via Brambilla 35 a Como; chiama il numero oppure invia una a a cura di Francesco Beretta In questa rubrica trovate il rinvio a qualcosa che c è, non visto o non considerato, non conosciuto e però da segnalare: una fonte o canale di informazioni, una base o uno strumento di conoscenza. Questa volta segnaliamo un libro, un sito, una rivista. In La parola contraria, Feltrinelli, MI 2015, 64 pp., 4 euro, Erri De Luca sostiene la propria autodifesa pubblica per il reato di istigazione alla violenza. Ha pronunciato la parola sabotaggio. C è modo di riflettere su come sia facile trasformare in reati le idee di chi pensa che, certe volte, è il caso di dire parole contro. Contro la TAV in Val Susa. Ma forse anche contro altre forme di sopruso: «Sono e resterò, anche se condannato, testimone di sabotaggio, cioè: di intralcio, di ostacolo, di impedimento della libertà di parola contraria». Paolo Rumiz in un liceo di Trieste ha parlato della I Guerra mondiale, di come è stata vissuta sui vari fronti d Europa. Ha raccontato episodi, condizioni di vita, eccezionalità di esperienze umane. Il relativo video consente a tutti di imparare, condividendo, in aggiornamento, le nostre conoscenze storiche: Nella IX edizione di LS Multimediando segnalava un pellegrinaggio che Rumiz aveva fatto sulla linea del fronte italo-asburgico della I Guerra mondiale. È sul sito di Repubblica. Il numero 125, febbraio 2015, di Valori. Mensile di economia sociale, finanza etica e sostenibilità, contiene il Dossier Mare da difendere. Enormi pescherecci che solcano gli oceani, reti a strascico che distruggono gli ecosistemi marini, piattaforme off-shore che estraggono gas e petrolio sono i simboli di un business che sfrutta l ennesima risorsa naturale e perciò risorsa comune, indispensabile, indisponibile, rischiosa per la nostra specie nell arco di pochi decenni. N. 1/2015

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi!

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! DONARE AL VOLONTARIATO Vantaggi e opportunità per imprese e persone!l attuale normativa, dopo l approvazione anche della legge Le Organizzazioni di

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO COME COMPILARE IL MODELLO UNICO E PAGARE LE IMPOSTE INDICE 1. I NON RESIDENTI 2 Chi sono i non residenti 2 Il domicilio fiscale in Italia dei non residenti

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica Richiamoallearmi Fonti normative Conservazione del posto Periodo di prova Indennità economica Il richiamo alle armi era regolato, per i dipendenti dallo Stato, dalla legge 3.5.1955, n. 370, recante norme

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli