Le offerte pubbliche del GME. Strumenti di business intelligence per l analisi. Il sistema di supporto alle tue decisioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le offerte pubbliche del GME. Strumenti di business intelligence per l analisi. Il sistema di supporto alle tue decisioni"

Transcript

1 Il sistema di supporto alle tue decisioni Le offerte pubbliche del GME Strumenti di business intelligence per l analisi di Luigi Poderico M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini Pisa, Italia - tel fax

2 PowerSchedO è un marchio registrato MBI. Questo documento contiene informazioni di proprietà M.B.I. S.r.l. e non può essere usato, citato, distribuito o riprodotto, in parte o per intero, senza un consenso scritto. PowerSchedO is an MBI registered trade mark. This document contains information owned by M.B.I. S.r.l. and may not be used, quoted, distributed or reproduced, in part or in whole, without a written permission of MBI. 1

3 Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche degli strumenti di analisi... 3 Formato dei dati... 3 Le analitiche... 4 Analisi per componenti principali... 4 Cluster analysis... 5 Box-plot... 6 Extended Scatter... 7 Price Volume Assessment... 8 Per maggiori dettagli

4 Introduzione Al fine di agevolare la concorrenza tra gli operatori del mercato elettrico, il GME (Gestore dei Mercati Energetici) pubblica, con un ritardo di sette giorni, tutte le offerte pervenute dagli operatori per i vari mercati elettrici: mercato del giorno prima, mercato infragiornalierio e mercato dei servizi di dispacciamento. I dati che in questo modo vengono pubblicati sono tanti. Basti pensare che per ogni giorno ci sono circa offerte, tra accettate e rifiutate, per il solo mercato del giorno prima, proposte da circa 100 operatori in produzione e circa 100 operatori in acquisto. In questo documento concentreremo la nostra attenzione sulle offerte presentate sul mercato del giorno prima. Caratteristiche degli strumenti di analisi Data la grossa mole di dati, si rende necessario lo sviluppo di strumenti specifici che permettano di gestire efficientemente i dati e, contemporaneamente, permettano di effettuare delle analisi mirate e specifiche. In particolare, le analisi devono essere tali per cui sia possibile monitorare in maniera semplice le strategie di operatori, unità di produzione o unità di consumo. Allo stesso tempo, però, si vogliono poter usare algoritmi di analisi potenti e non banali. Per coprire queste richieste è stato sviluppato un framework software, chiamato embi (energy management business intelligence), che permette di scrivere in maniera agile singole applicazioni di business intelligence e di analisi dei dati, che poi possano essere fruibili in maniera completamente equivalente sia da una applicazione desktop che da applicazioni web. Formato dei dati I dati pubblicati sul sito del GME sono disponibili in formato tabellare, utilizzando un unica struttura capace di ospitare i dati delle offerte per tutti i mercati elettrici. Ogni riga di questa tabella, corrisponde ad una singola offerta presentata da un operatore per una data ora di un dato giorno per un dato mercato. Dati i nostri scopi, forniamo di seguito una descrizione dei campi che useremo nelle analisi che presenteremo e che sono orientate al mercato del giorno prima. Campo BID_OFFER_DATE_DT INTERVAL_NO OPERATORE UNIT_REFERENCE_NO ZONE_CD Descrizione Data a cui si riferisce l offerta. Ora a cui si riferisce l offerta. Ragione sociale dell'operatore offerente. Codice dell'unità di produzione o di consumo. Rappresenta il codice utilizzato per identificare l unità nel Registro Unità Produzione o Registro Unità Consumo. Zona di mercato di appartenenza dell'unità. 3

5 Identifica lo scopo dell offerta, secondo il valore del campo: BID identifica le offerte in acquisto PURPOSE_CD OFF identifica le offerte in vendita Indica se l'offerta rappresenta una transazione derivata ad un BILATERAL_IN contratto bilaterale. QUANTITY_NO Quantità di energia presentata dall'operatore. ENERGY_PRICE_NO Prezzo unitario presentato dall'operatore. AWARDED_QUANTITY_NO Quantità di energia riconosciuta dal mercato. AWARDED_PRICE_NO Prezzo unitario riconosciuto dal mercato. Stato dell'offerta dopo l'esecuzione del mercato. I valori possibili per questo campo sono: ACC: accettata REJ: rifiutata INC: incongrua REP: sostituita STATUS_CD REV: revocata Le analitiche Analisi per componenti principali La tecnica di analisi per componenti principali, detta anche principal components analysis o PCA, è una tecnica statistica che permette di analizzare una grossa mole di dati con lo scopo di determinare delle correlazioni nascoste o non evidenti. Da un punto di vista matematico e in maniera molto semplificata, la PCA è un procedimento che si applica su un insieme di osservazioni O di un dato fenomeno, dove ogni osservazione è rappresentato da un punto nello spazio R. Come risultato della PCA abbiamo che le osservazioni O vengono trasformate in osservazioni equivalenti in un nuovo spazio S a dimensione m, con m n. Il nuovo spazio S ha le seguenti caratteristiche: Se le osservazioni riguardano variabili tra di loro correlate, come può essere il caso delle offerte presentate sui mercati elettrici, m può essere veramente molto piccolo. In molti casi pratici, con un valore di m 4 si copre fino al 95% della variabilità delle osservazioni in O. Il sistema di riferimento usato per S è ordinato per importanza. Ovvero, il primo asse di riferimento è quello dove si evidenza la maggiore varianza dei dati; sul secondo asse si evidenzia la varianza maggiore dopo quella del primo asse; sul terzo asse si evidenzia la varianza maggiore dopo quella dei primi due assi e così via. Il sistema di riferimento di S sono esattamente le componenti principali. La figura che segue mostra in maniera grafica il risultato di una analisi PCA sulle quantità offerte ed accettate dai produttori su una settimana. Ogni pallino rappresenta le offerte di un produttore; le componenti principali sono 2, quindi l insieme S coincide con il piano cartesiano. 4

6 Edison Trading A2A Trading ENI E.ON GDF Suez EDF Trading EGL Italia Figura 1 Esempio di analisi per componenti principali Cluster analysis Un altra tecnica molto utile per l analisi delle offerte pubbliche sui mercati elettrici è la cluster analysis. Con questa tecnica si cerca di determinare, all interno di una popolazione di misure, delle aggregazioni in gruppi di elementi che sono tra di loro omogenei. La figura seguente illustra il risultato di una cluster analysis di tipo gerarchico, effettuata sulle offerte in energia accettate dei produttori. Sono ben evidenti due cluster: il primo formato da GSE ed Enel produzione; il secondo formato da tutti gli altri produttori. L altezza della linea blu indica che i due cluster sono tra di loro molto distanti. Per dare un idea della potenza espressiva messa a disposizione, per la cluster analysis gerarchica sono disponibili alcune funzioni di distanza (Euclidean. Cityblock, S-Euclidean, Sq-Euclidean, Cosine, Correlation, Chebyshev, Canberra, Braycurtis) e di collegamento (Single, Complete, Average, Weighted). 5

7 28: GSE 57:Enel produzioni 33: Edison Trading 73: A2A Trading 80: ENI 40: E-On 23: EDF Trading Figura 2 Esempio di cluster analysis Box-plot I box-plot rappresentano un modo molto semplice per rappresentare in maniera grafica l andamento della distribuzione di un campione di valori. Nello specifico, utilizziamo i box-plot per rappresentare la distribuzione statistica delle offerte a produrre (risp. ad acquistare), in energia o prezzo, di ogni singola unità di produzione (risp. di consumo) di un dato operatore. Ad esempio, analizzando le offerte in energia delle unità di un dato produttore, si possono inferire i limiti operativi dei vari impianti. Inoltre, si possono inferire anche i limiti nell uso medio dell impianto, ovvero si evidenzia in maniera chiara le offerte che cadono nel secondo e terzo quartile. Ad esempio, facendo riferimento alla figura seguente, l unità 29 ha la maggior parte delle offerte che si addensano nell area rappresentata dal rettangolo blu; esistono altre offerte identificate dai baffi tratteggiati, ma che possono essere trascurati rispetto al comportamento tipico dell unità. 6

8 UP_GISSI_ UP_AMPEZZO_1 UP_CHIVASSO_2 Figura 3 Esempio di box-plot Extended Scatter Con i grafici di tipo scatter, o anche detti a dispersione, è possibile rappresentare in maniera compatta i risultati di un esperimento, dove ogni risultato è rappresentato dal valore di due variabili. Molto semplicemente, sul piano cartesiano viene disegnato un punto per ogni risultato in corrispondenza dei due valori associati, rispettivamente usandoli come valori di ascissa ed ordinata. Per agevolare l analisi dei dati delle offerte pubbliche, abbiamo esteso i diagrammi a dispersione aggiungendo una terza dimensione. Questa è data dalla dimensione del punto, che diventa un cerchio di diametro proporzionale al valore di una terza variabile. Ad esempio, nel diagramma seguente è rappresentata la distribuzione delle offerte in una settimana: sugli assi x ed y sono rappresentati il numero di offerte accettate (x) contro le offerte rifiutate (y); il diametro è proporzionale alla quantità totale di energia offerta. Quindi, ad esempio, si vede bene che le offerte fatte da ENEL sono, all incirca, per metà accettate e per metà rifiutate. Analogamente, ad eccezione di Edison e A2A, la grande maggioranza delle offerte presentate dagli altri operatori vengono accettate. 7

9 ENEL Edison Trading A2A Trading GSE Figura 4 Diagramma di dispersione sul comportamento degli operatori Price Volume Assessment Scopo di questo modulo di business intelligence è l analisi delle offerte fatte da una singola unità di produzione. In particolare, l analisi rivela tutta la sua utilità quando l unità di produzione non effettua offerte a prezzo nullo, per cui è interessante valutare quale sia l andamento del ricavo minimo atteso dal produttore, rispetto al ricavo reale a valle degli esiti di mercato. Nella figura seguente è illustrato l andamento del ricavo minimo atteso rispetto al ricavo ottenuto, calcolati usando la media del prezzo di equilibrio sulle 24 ore. L analisi copre una settimana. 8

10 Figura 5 Esempio di price volume assessment Per maggiori dettagli Le analitiche appena viste vogliono essere solo una base di partenza per la costruzione di una suite sempre più completa, che abbia come obiettivo quello di fornire strumenti semplici da usare ma che, allo stesso tempo, siano potenti per l analista. Se il lettore ha qualche dubbio su quanto esposto, oppure si vogliono suggerire altre analitiche, potete inviare una a e verrete contattati nel più breve tempo possibile. Ti invitiamo anche a visitare il sito per conoscere gli altri strumenti dedicati all energy management. 9

Introduzione a PowerSchedO

Introduzione a PowerSchedO Il sistema di supporto alle tue decisioni Introduzione a PowerSchedO White paper Per maggiori informazioni http://www.powerschedo.it http://www.mbigroup.it PowerSchedO è un marchio registrato MBI. Questo

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Il sistema di supporto alle tue decisioni. Le partite fisiche ed economiche del bilanciamento del gas naturale

Il sistema di supporto alle tue decisioni. Le partite fisiche ed economiche del bilanciamento del gas naturale Il sistema di supporto alle tue decisioni Le partite fisiche ed economiche del bilanciamento del gas naturale Definizioni generali Indice Principali attività caratterizzanti l M-GAS Criticità del processo

Dettagli

Il sistema di supporto alle tue decisioni. Mercato del bilanciamento del gas

Il sistema di supporto alle tue decisioni. Mercato del bilanciamento del gas Il sistema di supporto alle tue decisioni Mercato del bilanciamento del gas Indice Interventi dell autorità per l attuazione della riforma; Principali riferimenti al DCO 25/10; SBSM (DCO 25/10); DCO 45/10:

Dettagli

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore 13.1: Introduzione L analisi dei due capitoli precedenti ha fornito tutti i concetti necessari per affrontare l argomento di questo capitolo:

Dettagli

Esercitazione di riepilogo 23 Aprile 2013

Esercitazione di riepilogo 23 Aprile 2013 Esercitazione di riepilogo 23 Aprile 2013 Grafici Grafico a barre Servono principalmente per rappresentare variabili (caratteri) qualitative, quantitative e discrete. Grafico a settori circolari (torta)

Dettagli

Certificati Bianchi Prospettive

Certificati Bianchi Prospettive Certificati Bianchi Prospettive Roma, 10 dicembre 2010 Gruppo A2A Mercati Ambientali Business A2A coinvolti nei mercati ambientali Società del Gruppo A2A Business Model Emissions Certificati Certificati

Dettagli

Esplorazione dei dati

Esplorazione dei dati Esplorazione dei dati Introduzione L analisi esplorativa dei dati evidenzia, tramite grafici ed indicatori sintetici, le caratteristiche di ciascun attributo presente in un dataset. Il processo di esplorazione

Dettagli

La struttura del sistema energetico e i meccanismi di incentivazione delle fonti energetiche rinnovabili

La struttura del sistema energetico e i meccanismi di incentivazione delle fonti energetiche rinnovabili Corso di Tecnologie delle Energie Rinnovabili A.A. 2014-2015 La struttura del sistema energetico e i meccanismi di incentivazione delle fonti energetiche rinnovabili Prof. Daniele Cocco Dipartimento di

Dettagli

Aste ad oggetto multiplo. Applicazione alla Borsa dell Energia

Aste ad oggetto multiplo. Applicazione alla Borsa dell Energia Aste ad oggetto multiplo Applicazione alla Borsa dell Energia Funzione di offerta (uniform-price) p smp uniform price values m Funzione di offerta Pay-as-bid p discriminatory max p D min p D values m Confronto

Dettagli

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013 Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano Energia Elettrica per fonte 2011 Nord America Altre Rinnovabili 3% Idroelettrico 16% Nucleare 17%

Dettagli

ASP ENERGIA TECNOLOGIE E PROFESSIONALITA A CONFRONTO PER UN RISPARMIO ENERGETICO CONCRETO E SOSTENIBILE. Ferrara, 6 maggio 2010

ASP ENERGIA TECNOLOGIE E PROFESSIONALITA A CONFRONTO PER UN RISPARMIO ENERGETICO CONCRETO E SOSTENIBILE. Ferrara, 6 maggio 2010 ASP ENERGIA TECNOLOGIE E PROFESSIONALITA A CONFRONTO PER UN RISPARMIO ENERGETICO CONCRETO E SOSTENIBILE Ferrara, 6 maggio 2010 AGENDA 1. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA a. STORIA E MISSION b. AZIONISTI c.

Dettagli

Analisi Statistica per le Imprese (6 CFU) - a.a. 2010-2011 Prof. L. Neri RICHIAMI DI STATISTICA DESCRITTIVA UNIVARIATA

Analisi Statistica per le Imprese (6 CFU) - a.a. 2010-2011 Prof. L. Neri RICHIAMI DI STATISTICA DESCRITTIVA UNIVARIATA Analisi Statistica per le Imprese (6 CFU) - a.a. 2010-2011 Prof. L. Neri RICHIAMI DI STATISTICA DESCRITTIVA UNIVARIATA 1 Distribuzione di frequenza Punto vendita e numero di addetti PUNTO VENDITA 1 2 3

Dettagli

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale La Distribuzione Normale o Gaussiana è la distribuzione più importante ed utilizzata in tutta la statistica La curva delle frequenze della distribuzione Normale ha una forma caratteristica, simile ad una

Dettagli

PowerSchedo. Un sistema di supporto alla decisione nel settore dell'oil&gas. For further information: www.mbigroup.it

PowerSchedo. Un sistema di supporto alla decisione nel settore dell'oil&gas. For further information: www.mbigroup.it PowerSchedo Un sistema di supporto alla decisione nel settore dell'oil&gas For further information: Introduzione PowerSchedO è uno strumento software di supporto alle decisioni per problemi nel settore

Dettagli

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Visionest S.p.A. Padova, 11 giugno 2002 David Bramini david.bramini@visionest.com > Agenda Proteggere

Dettagli

LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO

LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO DEL PERSONALE IN TURNAZIONE Di cosa si tratta? La Suite Archimede è uno strumento scalabile, pratico ed efficiente, per la pianificazione e la gestione strategica

Dettagli

Struttura dell industria liberalizzata

Struttura dell industria liberalizzata Struttura dell industria liberalizzata GENERATORI Sono aperte alla concorrenza le fasi di generazione e fornitura ai clienti finali. Le MERCATO ALL INGROSSO GME GRTN AU attività di trasmissione e distribuzione

Dettagli

DATABASE SU EXCEL: I FILTRI

DATABASE SU EXCEL: I FILTRI DATABASE SU EXCEL: I FILTRI È possibile mettere in relazione i dati in base a determinati criteri di ricerca e creare un archivio di dati E necessario creare delle categorie di ordinamento in base alle

Dettagli

ANALISI DEI DATI PER IL MARKETING 2014

ANALISI DEI DATI PER IL MARKETING 2014 ANALISI DEI DATI PER IL MARKETING 2014 Marco Riani mriani@unipr.it http://www.riani.it LA CLASSIFICAZIONE CAP IX, pp.367-457 Problema generale della scienza (Linneo, ) Analisi discriminante Cluster Analysis

Dettagli

CUP E3 1 B05000390007 COLLEGAMENTO AUTOSTRADALE DI CONNESSIONE TRA LE CITTA DI BRESCIA E MILANO PROGETTO ESECUTIVO ESPROPRI

CUP E3 1 B05000390007 COLLEGAMENTO AUTOSTRADALE DI CONNESSIONE TRA LE CITTA DI BRESCIA E MILANO PROGETTO ESECUTIVO ESPROPRI CUP E3 1 B05000390007 COLLEGAMENTO AUTOSTRADALE DI CONNESSIONE TRA LE CITTA DI BRESCIA E MILANO PROCEDURA AUTORIZZATIVA D. LGS 163/2006 DELIBERA C.I.P.E. DI APPROVAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO N 42/2009

Dettagli

LA STATISTICA E IL CALCOLO DELLE PROBABILITÀ

LA STATISTICA E IL CALCOLO DELLE PROBABILITÀ LA STATISTICA E IL CALCOLO DELLE PROBABILITÀ Prof. Francesco Tottoli Versione 3 del 20 febbraio 2012 DEFINIZIONE È una scienza giovane e rappresenta uno strumento essenziale per la scoperta di leggi e

Dettagli

Esercitazioni del corso di Statistica - III canale Prof. Mortera e Vicard a.a. 2010/2011

Esercitazioni del corso di Statistica - III canale Prof. Mortera e Vicard a.a. 2010/2011 Esercitazioni del corso di Statistica - III canale Prof. Mortera e Vicard a.a. 2010/2011 Esercizi di statistica descrittiva 1. Secondo i dati ISTAT 1997 sull occupazione, la Lombardia e il Veneto presentano

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Mercati e industria del solare: scenari economico - finanziari e business model vincenti dopo la revolution

Mercati e industria del solare: scenari economico - finanziari e business model vincenti dopo la revolution Mercati e industria del solare: scenari economico - finanziari e business model vincenti dopo la revolution Antonio Nodari Amministratore Delegato Pöyry Management Consulting Italia Roma, 15 marzo 2011

Dettagli

VARIANZA CAMPIONARIA E DEVIAZIONE STANDARD. Si definisce scarto quadratico medio o deviazione standard la radice quadrata della varianza.

VARIANZA CAMPIONARIA E DEVIAZIONE STANDARD. Si definisce scarto quadratico medio o deviazione standard la radice quadrata della varianza. VARIANZA CAMPIONARIA E DEVIAZIONE STANDARD Si definisce varianza campionaria l indice s 2 = 1 (x i x) 2 = 1 ( xi 2 n x 2) Si definisce scarto quadratico medio o deviazione standard la radice quadrata della

Dettagli

Analisi Statistica dei Dati Misurazione e gestione dei rischi a.a. 2007-2008

Analisi Statistica dei Dati Misurazione e gestione dei rischi a.a. 2007-2008 Analisi Statistica dei Dati Misurazione e gestione dei rischi a.a. 2007-2008 Dott. Chiara Cornalba COMUNICAZIONI La lezione del 30 ottobre è sospesa per missione all estero del Prof. Giudici. Dal 6 Novembre

Dettagli

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla?

In che modo ripagherà l investimento di tempo e di denaro che è stato necessario per crearla e per gestirla? Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Isabella Longobardi. Turni di lavoro. Pianificazione e gestione informatica dei turni del personale. il glifo ebooks

Isabella Longobardi. Turni di lavoro. Pianificazione e gestione informatica dei turni del personale. il glifo ebooks Isabella Longobardi Turni di lavoro Pianificazione e gestione informatica dei turni del personale il glifo ebooks ISBN: 9788897527299 Prima edizione: Marzo 2015 Copyright il glifo, 2015, www.ilglifo.it

Dettagli

> Visionest Business Protection

> Visionest Business Protection > Visionest Business Protection Presentazione breve della consulting practice Aprile 2005 David Bramini - Partner david.bramini@visionest.com > Visionest Business Protection practice Il valore strategico

Dettagli

Giuseppe Ruffo. Fisica: lezioni e

Giuseppe Ruffo. Fisica: lezioni e Giuseppe Ruffo Fisica: lezioni e problemi Unità A2 - La rappresentazione di dati e fenomeni 1. Le rappresentazioni di un fenomeno 2. I grafici cartesiani 3. Le grandezze direttamente proporzionali 4. Altre

Dettagli

Dr. Marco Vicentini marco.vicentini@unipd.it Anno Accademico 2010 2011 Rev 30/03/2011

Dr. Marco Vicentini marco.vicentini@unipd.it Anno Accademico 2010 2011 Rev 30/03/2011 Università degli Studi di Padova Facoltà di Psicologia, L4, Psicometria, Modulo B Dr. Marco Vicentini marco.vicentini@unipd.it Anno Accademico 2010 2011 Rev 30/03/2011 Statistica descrittiva e inferenziale

Dettagli

I MODELLI STATISTICO-MATEMATICI PER I MERCATI DELL ENERGIA DAL MONDO ACCADEMICO ALL'INDUSTRIA

I MODELLI STATISTICO-MATEMATICI PER I MERCATI DELL ENERGIA DAL MONDO ACCADEMICO ALL'INDUSTRIA I MODELLI STATISTICO-MATEMATICI PER I MERCATI DELL ENERGIA DAL MONDO ACCADEMICO ALL'INDUSTRIA PADOVA, 10 MAGGIO 2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE Cosa fornisce il mondo Accademico DAL PROGETTO ALL

Dettagli

3. Ruoli ed attività dei soggetti coinvolti

3. Ruoli ed attività dei soggetti coinvolti La missione dell Autorita per l Energia Elettrica e il Gas Autorità per l Energia Elettrica e il Gas Garantire la promozione della concorrenza e dell efficienza, assicurare adeguati livelli di qualità

Dettagli

Statistica. L. Freddi. L. Freddi Statistica

Statistica. L. Freddi. L. Freddi Statistica Statistica L. Freddi Statistica La statistica è un insieme di metodi e tecniche per: raccogliere informazioni su un fenomeno sintetizzare l informazione (elaborare i dati) generalizzare i risultati ottenuti

Dettagli

ESERCIZI DI STATISTICA DESCRITTIVA

ESERCIZI DI STATISTICA DESCRITTIVA ESERCIZI DI STATISTICA DESCRITTIVA ES1 Data la seguente serie di dati su Sesso e Altezza di 8 pazienti, riempire opportunamente due tabelle per rappresentare le distribuzioni di frequenze dei due caratteri,

Dettagli

Statistica Applicata all edilizia Lezione 2: Analisi descrittiva dei dati

Statistica Applicata all edilizia Lezione 2: Analisi descrittiva dei dati Lezione 2: Analisi descrittiva dei dati E-mail: orietta.nicolis@unibg.it 1 marzo 2011 Prograa 1 Analisi grafica dei dati 2 Indici di posizione Indici di dispersione Il boxplot 3 4 Prograa Analisi grafica

Dettagli

Misure per la promozione della concorrenza nel mercato all ingrosso dell energia elettrica in Sardegna L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Misure per la promozione della concorrenza nel mercato all ingrosso dell energia elettrica in Sardegna L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 17 agosto 2009 - ARG/elt 115/09 Misure per la promozione della concorrenza nel mercato all ingrosso dell energia elettrica in Sardegna L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione

Dettagli

Statistica. Le rappresentazioni grafiche

Statistica. Le rappresentazioni grafiche Statistica Le rappresentazioni grafiche Introduzione Le rappresentazioni grafiche costituiscono uno dei mezzi più efficaci, sia per descrivere in forma visiva i risultati di numerose osservazioni riguardanti

Dettagli

I Certificati Bianchi. Consulenze energetiche www.studiobaldini.net 1

I Certificati Bianchi. Consulenze energetiche www.studiobaldini.net 1 I Certificati Bianchi Consulenze energetiche www.studiobaldini.net 1 I due Decreti 20 Luglio 2004 del MAP hanno introdotto il meccanismo dei Certificati Bianchi (Titoli di Efficienza Energetica o TEE)

Dettagli

Workshop Industria. Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria. Donata Susca Enel Distribuzione SpA

Workshop Industria. Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria. Donata Susca Enel Distribuzione SpA Workshop Industria Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria Donata Susca Enel Distribuzione SpA Agenda Titoli di efficienza energetica: contesto normativo Indagine Fire-Enel

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Funzioni in due variabili Raccolta di FAQ by Andrea Prevete

Funzioni in due variabili Raccolta di FAQ by Andrea Prevete Funzioni in due variabili Raccolta di FAQ by Andrea Prevete 1) Cosa intendiamo, esattamente, quando parliamo di funzione reale di due variabili reali? Quando esiste una relazione fra tre variabili reali

Dettagli

Seminario La borsa elettrica (IPEX) Attualità e sviluppi futuri. Associazione Industriali della Provincia di Vicenza

Seminario La borsa elettrica (IPEX) Attualità e sviluppi futuri. Associazione Industriali della Provincia di Vicenza Seminario La borsa elettrica (IPEX) Attualità e sviluppi futuri Associazione Industriali della Provincia di Vicenza Vicenza, 6 luglio 2005 2 2 Contenuti Il mercato elettrico: il contesto normativo Il Gestore

Dettagli

Confronto tra media e mediana Indice di Yule-Bowley Indice di Fisher

Confronto tra media e mediana Indice di Yule-Bowley Indice di Fisher ESERCIZIO La tabella littlecompany,disponibile sul sito (in formato pdf e xls) riporta i dati relativi a dipendenti dell'azienda Little Company S.r.l. su cui sono state rilevate le seguenti variabili:

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MARK WEB ANALYTICS E BUSINESS INTELLIGENCE ESTENDERE LA BI PER SUPPORTARE IL MARKETING ONLINE E LA CUSTOMER ANALYSIS

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MARK WEB ANALYTICS E BUSINESS INTELLIGENCE ESTENDERE LA BI PER SUPPORTARE IL MARKETING ONLINE E LA CUSTOMER ANALYSIS LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MARK MADSEN SOCIAL MEDIA, WEB ANALYTICS E BUSINESS INTELLIGENCE ESTENDERE LA BI PER SUPPORTARE IL MARKETING ONLINE E LA CUSTOMER ANALYSIS ROMA 12-13 MAGGIO 2011 VISCONTI

Dettagli

Brugnaro Luca Boscaro Gianni (2009) 1

Brugnaro Luca Boscaro Gianni (2009) 1 STATISTICA PER LE PROFESSIONI SANITARIE - LIVELLO BASE Brugnaro Luca Boscaro Gianni (2009) 1 Perché la statistica Prendere decisioni Bibliografia non soddisfacente Richieste nuove conoscenze Raccolta delle

Dettagli

GUIDA PER LA VALUTAZIONE E LA ESPRESSIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI

GUIDA PER LA VALUTAZIONE E LA ESPRESSIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI SISTEMA NAZIONALE PER L'ACCREDITAMENTO DI LABORATORI DT-000 GUIDA PER LA VALUTAZIONE E LA ESPRESSIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI INDICE parte sezione pagina 1. INTRODUZIONE. FONDAMENTI.1. Misurando,

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management Idee per emergere Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management FI Consulting Srl Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (TV) Tel. 0438 360422 Fax 0438 411469 E-mail: info@ficonsulting.it

Dettagli

Progettazione per requisiti

Progettazione per requisiti Progettazione per requisiti White paper La riproduzione totale o parziale di questo documento è permessa solo se esplicitamente autorizzata da Lecit Consulting Copyright 2003 Lecit Consulting Sommario

Dettagli

CAPITOLO 10. Controllo di qualità. Strumenti per il controllo della qualità e la sua gestione

CAPITOLO 10. Controllo di qualità. Strumenti per il controllo della qualità e la sua gestione CAPITOLO 10 Controllo di qualità Strumenti per il controllo della qualità e la sua gestione STRUMENTI PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DELLA QUALITÀ - DIAGRAMMI CAUSA/EFFETTO - DIAGRAMMI A BARRE - ISTOGRAMMI

Dettagli

Il mercato dell energia elettrica

Il mercato dell energia elettrica Seminari Energia Ecologia Economia - 2015 Conferenza I meccanismi del mercato dell energia Il mercato dell energia elettrica Romano GIGLIOLI Prof. Ord. Sistemi Elettrici per l Energia UNIVERSITA DI PISA

Dettagli

Esercitazioni del corso di Statistica Prof. Mortera a.a. 2008/2009

Esercitazioni del corso di Statistica Prof. Mortera a.a. 2008/2009 Esercitazioni del corso di Statistica Prof. Mortera a.a. 2008/2009 Esercizi di statistica descrittiva 1. Secondo i dati ISTAT 1997 sull occupazione, la Lombardia e il Veneto presentano le seguenti distribuzione

Dettagli

Le rinnovabili termiche nel mercato della climatizzazione. Milano, 13 maggio 2013 Mario Cirillo

Le rinnovabili termiche nel mercato della climatizzazione. Milano, 13 maggio 2013 Mario Cirillo Le rinnovabili termiche nel mercato della climatizzazione Milano, 13 maggio 2013 Mario Cirillo L opportunità del monitoraggio e il progetto di REFE Il mix tecnologico (e quello energetico) per riscaldamento

Dettagli

Guida rapida - versione Web e Tablet

Guida rapida - versione Web e Tablet Guida rapida - versione Web e Tablet Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Gestisce interattivamente

Dettagli

In laboratorio si useranno fogli di carta millimetrata con scale lineari oppure logaritmiche.

In laboratorio si useranno fogli di carta millimetrata con scale lineari oppure logaritmiche. GRAFICI Servono per dare immediatamente e completamente le informazioni, che riguardano l andamento di una variabile in funzione dell altra. La Geometria Analitica c insegna che c è una corrispondenza

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

Relazioni statistiche: regressione e correlazione

Relazioni statistiche: regressione e correlazione Relazioni statistiche: regressione e correlazione È detto studio della connessione lo studio si occupa della ricerca di relazioni fra due variabili statistiche o fra una mutabile e una variabile statistica

Dettagli

Facoltà di Farmacia - Corso di Informatica

Facoltà di Farmacia - Corso di Informatica Basi di dati Riferimenti: Curtin cap. 8 Versione: 13/03/2007 1 Basi di dati (Database, DB) Una delle applicazioni informatiche più utilizzate, ma meno conosciute dai non informatici Avete già interagito

Dettagli

IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE

IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE 1 WWW.CALMAIL.IT Stefano Calicchio IL MONEY MANAGEMENT NEL TRADING RESO SEMPLICE Come sfruttare le tecniche e strategie del money management per migliorare

Dettagli

Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui

Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui Consideriamo i dati contenuti nel primo foglio di lavoro (quello denominato dati) del file esempio2.xls. I dati si riferiscono

Dettagli

L iperbole: problemi ed equazioni. Bruna Cavallaro, Treccani Scuola

L iperbole: problemi ed equazioni. Bruna Cavallaro, Treccani Scuola L iperbole: problemi ed equazioni 1 Bruna Cavallaro, Treccani Scuola Tutto quello che sappiamo sull equazione cartesiana dell iperbole con centro O e fuochi sull asse x Asintoti c > a a, b, c sono legati

Dettagli

la raccolta di dati scientifici il metodo ingegneristico-scientifico e l'approccio statistico la progettazione di indagini sperimentali

la raccolta di dati scientifici il metodo ingegneristico-scientifico e l'approccio statistico la progettazione di indagini sperimentali 1/29 la raccolta di dati scientifici il metodo ingegneristico-scientifico e l'approccio statistico la progettazione di indagini sperimentali modelli teorici e modelli empirici l'osservazione dei processi

Dettagli

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly linked to the oral comments which were made at its presentation,

Dettagli

Abbiamo visto due definizioni del valore medio e della deviazione standard di una grandezza casuale, in funzione dalle informazioni disponibili:

Abbiamo visto due definizioni del valore medio e della deviazione standard di una grandezza casuale, in funzione dalle informazioni disponibili: Incertezze di misura Argomenti: classificazione delle incertezze; definizione di incertezza tipo e schemi di calcolo; schemi per il calcolo dell incertezza di grandezze combinate; confronto di misure affette

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Trasformazioni geometriche nel piano cartesiano

Trasformazioni geometriche nel piano cartesiano Trasformazioni geometriche nel piano cartesiano Francesco Biccari 18 marzo 2013 Una trasformazione geometrica del piano è una legge (corrispondenza biunivoca) che consente di associare a un determinato

Dettagli

I quesiti di Matematica per la classe di concorso A059

I quesiti di Matematica per la classe di concorso A059 I quesiti di Matematica per la classe di concorso A059 Prof. Michelangelo Di Stasio Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei di Piedimonte Matese (CE) michelangelodistasio@tin.it SOMMARIO Si propone la

Dettagli

0. Piano cartesiano 1

0. Piano cartesiano 1 0. Piano cartesiano Per piano cartesiano si intende un piano dotato di due assi (che per ragioni pratiche possiamo scegliere ortogonali). Il punto in comune ai due assi è detto origine, e funziona da origine

Dettagli

IL MERCATO ELETTRICO 1

IL MERCATO ELETTRICO 1 IL MERCATO ELETTRICO 1 Caratteristiche del prodotto energia elettrica In generale, la produzione di qualunque bene deve essere tale da adeguare l'offerta alla domanda. Come si può programmare la produzione

Dettagli

I D C A N A L Y S T C O N N E C T I O N

I D C A N A L Y S T C O N N E C T I O N I D C A N A L Y S T C O N N E C T I O N Dan Vesset Program Vice President, Business Analytics B e s t P ractice p e r u n a strategia di B usiness I n t e l l i g e n c e e B usiness An a l yt i c s Febbraio

Dettagli

Un po di statistica. Christian Ferrari. Laboratorio di Matematica

Un po di statistica. Christian Ferrari. Laboratorio di Matematica Un po di statistica Christian Ferrari Laboratorio di Matematica 1 Introduzione La statistica è una parte della matematica applicata che si occupa della raccolta, dell analisi e dell interpretazione di

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI - TEE (Titoli di Efficienza Energetica)

CERTIFICATI BIANCHI - TEE (Titoli di Efficienza Energetica) Energia: istruzioni per l uso Mezzacorona (TN), 13 dicembre 2005 Certificati bianchi, verdi e neri Polo Tecnologico per l Energia l srl - Trento CERTIFICATI BIANCHI - TEE (Titoli di Efficienza Energetica)

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Operare in situazioni reali e/o disciplinari con tecniche e procedure di calcolo L alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse e stima la grandezza

Dettagli

24.09.2012 (c) 1992-2012 CADENAS Italiana s.r.l 1

24.09.2012 (c) 1992-2012 CADENAS Italiana s.r.l 1 24.09.2012 (c) 1992-2012 CADENAS Italiana s.r.l 1 Azienda & Logo Fondata nel 1992 100 % di proprietà privata La mia persona Giorgio Clari Project Management Germania, Italia Impiegati ~300 impiegati in

Dettagli

Analisi delle Curve di offerta della Borsa del Mercato Elettrico

Analisi delle Curve di offerta della Borsa del Mercato Elettrico Analisi delle Curve di offerta della Borsa del Mercato Elettrico di Lucia Passamonti*, Stefano Caruggi*, Roberta Turra, Giorgio Pedrazzi *Autorità per l Energia Elettrica e il Gas In collaboration with

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

La nuova era della conservazione digitale

La nuova era della conservazione digitale La nuova era della conservazione digitale L informatica sta mutando le modalità di produzione, gestione, archiviazione e conservazione dei documenti sia nella Pubblica Amministrazione che nelle aziende

Dettagli

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

Programma di risparmio energetico

Programma di risparmio energetico Programma di risparmio energetico Ridurre gli sprechi per ottenere risparmi CO2save per T.E.E. (certificati bianchi) Energy MAnagement COmpany Chi siamo Siamo Energia&Progetti Srl una Energy MAnagement

Dettagli

InfoTecna ITCube Web

InfoTecna ITCube Web InfoTecna ITCubeWeb ITCubeWeb è un software avanzato per la consultazione tramite interfaccia Web di dati analitici organizzati in forma multidimensionale. L analisi multidimensionale è il sistema più

Dettagli

GEOMETRIA DELLE MASSE

GEOMETRIA DELLE MASSE 1 DISPENSA N 2 GEOMETRIA DELLE MASSE Si prende in considerazione un sistema piano, ossia giacente nel pian x-y. Un insieme di masse posizionato nel piano X-Y, rappresentato da punti individuati dalle loro

Dettagli

Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica

Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica Rapporto di monitoraggio semestrale II semestre 2014 Pubblicato in data 02 febbraio 2015 1 INDICE 1. Introduzione... 3 2. Situazione Operatori... 3 3. TEE emessi...

Dettagli

Voyager 1202g. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202-IT-QS Rev A 10/11

Voyager 1202g. Guida rapida d utilizzo. Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo. VG1202-IT-QS Rev A 10/11 Voyager 1202g Lettore di codici a barre laser a linea singola senza filo Guida rapida d utilizzo VG1202-IT-QS Rev A 10/11 Note: per informazioni sulla pulizia del dispositivo, consultare il manuale dell

Dettagli

Kaseya. Perché ogni azienda dovrebbe automatizzare la gestione dei sistemi IT

Kaseya. Perché ogni azienda dovrebbe automatizzare la gestione dei sistemi IT Kaseya è il software per la gestione integrata delle reti informatiche Kaseya controlla pochi o migliaia di computer con un comune browser web! Kaseya Perché ogni azienda dovrebbe automatizzare la gestione

Dettagli

Alla ricerca di modelli di business per l efficienza energetica Esperienze a confronto

Alla ricerca di modelli di business per l efficienza energetica Esperienze a confronto Milano, 13 giugno 2013 Alla ricerca di modelli di business per l efficienza energetica Esperienze a confronto Pietro Pacchione Chief Operating Officer oltre il V conto energia Residential PV price parity

Dettagli

Fisco e Tributi. Newsletter maggio 2014. Il versamento delle Imposte nel processo di trasformazione

Fisco e Tributi. Newsletter maggio 2014. Il versamento delle Imposte nel processo di trasformazione Fisco e Tributi Il versamento delle Imposte nel processo di trasformazione Il versamento delle Imposte nel processo di trasformazione La trasformazione di una società può essere definita: progressiva,

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: Alla fine di ogni lezione Modalità esame: scritto 1 Sistema informativo. Prima definizione Un sistema

Dettagli

L ergonomia dei sistemi informativi

L ergonomia dei sistemi informativi Strumenti non convenzionali per l evoluzione d Impresa: L ergonomia dei sistemi informativi di Pier Alberto Guidotti 1 L ergonomia dei sistemi informativi CHI SONO Pier Alberto Guidotti Fondatore e direttore

Dettagli

SYSTIMAX Solutions. imvisiontm. la gestione dell infrastruttura resa semplice.

SYSTIMAX Solutions. imvisiontm. la gestione dell infrastruttura resa semplice. SYSTIMAX Solutions imvisiontm. la gestione dell infrastruttura resa semplice. Tutte le reti devono essere gestite. La domanda è: COME? La visione: il successo dell azienda inizia da una migliore gestione

Dettagli

LibreOffice Calc. Moreno Marzolla http://www.moreno.marzolla.name/

LibreOffice Calc. Moreno Marzolla http://www.moreno.marzolla.name/ Moreno Marzolla http://www.moreno.marzolla.name/ Copyright 2011, Gianluca Amato http://fad.unich.it/course/view.php?id=12 Copyright 2011, Moreno Marzolla (http://www.moreno.marzolla.name/teaching/labinf2011/)

Dettagli

Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione

Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione Pasquale Monti Responsabile Efficienza Energetica Rozzano(MI) 21 Febbraio 2013 Enel.si srl Unità Sviluppo ed Efficienza Energetica

Dettagli

Insegnamento di Fondamenti di Infrastrutture viarie

Insegnamento di Fondamenti di Infrastrutture viarie Insegnamento di Fondamenti di Infrastrutture viarie Territorio ed infrastrutture di trasporto La meccanica della locomozione: questioni generali Il fenomeno dell aderenza e l equazione generale del moto

Dettagli

Elaborazione dati in Analisi Sensoriale

Elaborazione dati in Analisi Sensoriale Elaborazione dati in Analisi Sensoriale Si è parlato di interpretazione corretta dei risultati ottenuti; a questo concorrono due fattori: affidabilità e validità. Se i test fossero stati ripetuti con lo

Dettagli

Titolo: Sistemi di bigliettazione elettronica: analisi dati e data mining Relatore: Andrea Gaffi

Titolo: Sistemi di bigliettazione elettronica: analisi dati e data mining Relatore: Andrea Gaffi Titolo: Sistemi di bigliettazione elettronica: analisi dati e data mining Relatore: Andrea Gaffi M.A.I.O.R. Software house con svariate soluzioni sw per il TPL Prodotti che coprono l intero processo Stima

Dettagli

SOLUZIONE DEL PROBLEMA 1 TEMA DI MATEMATICA ESAME DI STATO 2015

SOLUZIONE DEL PROBLEMA 1 TEMA DI MATEMATICA ESAME DI STATO 2015 SOLUZIONE DEL PROBLEMA 1 TEMA DI MATEMATICA ESAME DI STATO 015 1. Indicando con i minuti di conversazione effettuati nel mese considerato, la spesa totale mensile in euro è espressa dalla funzione f()

Dettagli

DOMENICO CLERICI LUIGI PETRUZZELLI

DOMENICO CLERICI LUIGI PETRUZZELLI DOMENICO CLERICI LUIGI PETRUZZELLI 2006-10-31 TICLE Srl - www.ticle.it Pag. 1/9 Dalla IV di copertina... Knowledge Based Project Management - Presentazione Questo libro nasce da un esperienza ventennale

Dettagli

L attuazione del Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 a tre mesi dalla partenza: alcune considerazioni preliminari

L attuazione del Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 a tre mesi dalla partenza: alcune considerazioni preliminari L attuazione del Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 a tre mesi dalla partenza: alcune considerazioni preliminari Convegno FIRE EnergyMed 2005 15 aprile 2005 Marcella Pavan Unità Gestione e Controllo della

Dettagli