Supply Chain Finance: nuove opportunità di. 16 giugno g 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supply Chain Finance: nuove opportunità di. 16 giugno g 2014"

Transcript

1 Supply Chain Finance: nuove opportunità di collaborazione nella filiera Prof. Stefano Ronchi, Politecnico di Milano 16 giugno g 2014

2 Politecnico di Milano Fondato nel 1863 Tra le migliori 10 Università tecniche d Europa 7 campus, studenti, docenti School of Management Presente nel ranking Financial Times (MSc, MBA, EMBA) Ricerca avanzata su temi di economia e management Formazione universitaria e post-laurea Ingegneria Gestionale, MBA, PhD, Formazione Aziendale 2 campus, studenti, 100 docent Supply Chain Management Research Group Progetti di ricerca e di formazione Customer-Supplier Integration, Purchasing Optimization, Internet in the Supply Chain, Purchasing in Public Administration, Total Cost of Ownership, Multinational Purchasing Organizations, Risk Sharing Contracts, International Purchasing Survey, Purchasing within Luxury Firms

3 La ricerca sul Supply Chain Finance La domanda e l offerta di servizi di Supply Chain Finance Analizzare lo stato dell offerta e del mercato di soluzioni di Supply Chain Finance Analizzare casi di successo di applicazioni Supply Chain Finance in Europa Approfondire casi italiani i di maggior interesse 112 casi 101 imprese La misura dei benefici delle soluzioni di Supply Chain Finance In questo primo anno: Il Dynamic Discounting Il Reverse Factoring Sviluppo di 2 modelli parametrici Analisi di 280 bilanci di imprese nel Largo Consumo e nel Materiale Elettrico 7 casi di imprese che fanno Reverse Factoring e 5 casi di Istituti Finanziari i i Gli aspetti normativi del Supply Chain Finance Analizzare le principali regole che influenzano e condizionano o condizioneranno lo sviluppo delle soluzioni di Supply Chain Finance la Fatturazione Elettronica gli accordi di Basilea le normative sui tempi di pagamento [ ]

4 Agenda Perché si parla di Supply Chain Finance? Come funziona il Supply Chain Finance? Quali sono i modelli e gli strumenti principali di SCF?

5 Agenda Perché si parla di Supply Chain Finance? Come funziona il Supply Chain Finance? Quali sono i modelli e gli strumenti principali di SCF?

6 Che cos è il Supply Chain Finance? Con il termine Supply Chain Finance si identifica un mix di modelli, soluzioni e servizi finalizzati all ottimizzazione delle prestazioni finanziarie e, in particolare, al controllo del Capitale Circolante sfruttando la conoscenza approfondita delle relazioni di Supply Chain I benefici sono essenzialmente legati all aumento della disponibilità di credito a migliori condizioni o alla riduzione all origine i del fabbisogno di credito In molti modelli di Supply Chain Finance la presenza di Istituti Finanziari è fonte di valore aggiunto Molte soluzioni sono abilitate da piattaforme/strumenti informatici che automatizzano e forniscono visibilità sui flussi informativi nei processi commerciali (ciclo ordine-pagamento)

7 Cresce il cash-to-cash cycle DPO Raw Materials Work In Progress Finished Products DSO C2C = TT+DSO-DPO Fornitori Clienti giorni 31,4 TT +20% annuo 62 6,2 «Cash-to-cash cycle» delle prime imprese in Italia, campione Mediobanca, , valori in giorni «Cash-to-cash cycle»: (crediti commerciali/fatturato + scorte/costo del venduto debiti commerciali/acquisti materie prime) x Fonte: Dati Mediobanca, intero campione, N=2.035

8 con andamenti diversi, nei diversi settori giorni 93 Cash-to-Cash cycle in: Gomma & Cavi Automotive Abbigliamento Energetico

9 peggiora il merito creditizio delle imprese, in particolare sui rating più bassi 16% «A-»: -20% medio annuo «B»: +53% medio annuo AAA Default Ratins «S&P s» - EMEA; confronto tra i rating raccolti al 31/03/2009 e al 30/06/2012 i valori nei callout sono CAGR; Campione: N_2009: 473, N_2012: Fonte: Global Ratings Reporting Group

10 e si irrigidiscono i criteri di concessione del credito 31 Irrigidimento medio per trimestre: +15% Rielaborazione dati Banca d Italia - Indagine trimestrale sul credito bancario nell area dell Euro Indice qualitativo di restrizione dell offerta di credito, su base trimestrale (-1 = notevole allentamento; 1 = notevole irrigidimento)

11 Si manifestano nuove forme di rischio La debolezza di un attore nella Supply Chain diventa una potenziale fonte di rischio anche per tutti gli altri, compresi quelli più robusti, che potrebbero perdere partner preziosi, difficilmente sostituibili Supply Chain: una «catena» per la produzione di Valore Cessano l attività imprese che hanno ordini da soddisfare, ma non la liquidità necessaria per lavorare Fenomeno degenere, che innesca «a catena» ripercussioni imprevedibili e problematiche anche su fornitori e clienti solidi, che si ritrovano improvvisamente senza un interlocutore di business

12 Agenda Perché si parla di Supply Chain Finance? Come funziona il Supply Chain Finance? Quali sono i modelli e gli strumenti principali di SCF?

13 Supply Chain Finance: come funziona Come si supporta il ciclo commerciale-operativo-finanziario della Supply Chain : Capitale Circolante Operativo Netto 1 Accesso al capitale esterno 2 Ottimizzazione del capitale circolante nella Filiera Come ridistribuzione del volume complessivo Fornitore Come riduzione del volume complessivo Fornitore Fornitore

14 Supply Chain Finance: come funziona Come si supporta il ciclo commerciale-operativo-finanziario della Supply Chain : Capitale Circolante Operativo Netto 1 Accesso al capitale esterno 2 Ottimizzazione del capitale nella Filiera La presenza di Come un ridistribuzione Istituto Finanziario del è indispensabile volume complessivo Le soluzioni offerte sono abilitate o rese più efficienti da un appropriato uso Fornitore dell IT Le soluzioni possono essere offerte all intera filiera o in modo Come asincrono riduzione ad del un solo attore della filiera volume complessivo Fornitore Fornitore

15 Supply Chain Finance: come funziona Come si supporta il ciclo commerciale-operativo-finanziario della Supply Chain : Capitale Circolante Operativo Netto 1 Accesso al capitale esterno La presenza di un Istituto Finanziario o di un IT provider può portare valore aggiunto 2 Ottimizzazione del capitale circolante nella Filiera Come ridistribuzione del volume complessivo Le soluzioni offerte sono abilitate o rese più efficienti da un appropriato uso dell IT Fornitore La necessaria collaborazione tra attori di filiera implica la presenza di forme di ripartizione costi/benefici Come riduzione del volume complessivo Fornitore Fornitore

16 Agenda Perché si parla di Supply Chain Finance? Come funziona il Supply Chain Finance? Quali sono i modelli e gli strumenti principali di SCF?

17 La Classificazione delle di Supply Chain Finance «tradizionali» «innovative» collaborative di supply chain Elevato Utilizz zo dell I ICT consolidate ed esistenti da tempo, applicate con gradi di efficienza crescente attraverso il ricorso all ICT Anticipo Fattura Factoring Nuove soluzioni di finanziamento basate su processi digitalizzati, che sfruttano nuove tecnologie e opportunità di collaborazione tra attori di filiera, istituti finanziari e IT service provider Reverse Factoring Evoluto Camera di Compensazione, talvolta consolidate, che mirano a diminuire i i il valore delle scorte attraverso una maggiore collaborazione e visibilità tra partner di filiera Vendor Managed Inventory Consignment Stock Dynamic Discounting Basso Reverse Factoring Anticipo Fattura Extrabancario Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment

18 Alcune esperienze concrete di Supply Chain Finance «tradizionali» «innovative» collaborative di supply chain Elevato ICT zo dell I Utilizz Basso

19 Le soluzioni e i casi Le soluzioni «Tradizionali» «Tradizionali» consolidate e largamente applicate, vengono rese più efficienti tramite l utilizzo dell ICT Anticipo Fattura Un fornitore si fa anticipare da un istituto finanziario una parte di una fattura emessa non matura, incassandone il rimanente a maturità Factoring Un fornitore stipula un contratto con un istituto finanziario al fine di farsi anticipare una serie di fatture, cedendo o meno la proprietà della fatture all istituto Reverse Factoring Un cliente stipula un contratto con un istituto finanziario, facendo anticipare presso i propri fornitori fatture approvate, aumentando allo stesso tempo i propri tempi di pagamento

20 L Anticipo Fattura «Tradizionali» consolidate e largamente applicate, vengono «efficientate» dall utilizzo dell ICT Un fornitore presenta ad un istituto finanziario una fattura emessa non matura, affinché l istituto ne converta immediatamente una parte in liquidità Anticipo Fattura Un fornitoreanticipa si fa anticipare fattura da un Istituto istituto finanziario una parte di una fattura emessa non matura, Salda il incassandone il rimanente Finanziario a maturità debito Fattura Factoring Un fornitore stipula un contratto con un istituto finanziario al fine di farsi Fornitore Emette fattura anticipare una serie di fatture, cedendo o meno la proprietà della fatture all istituto Paga a scadenza Reverse Factoring Un cliente stipula un contratto con un istituto finanziario, facendo anticipare presso i propri fornitori fatture approvate, Fornitore aumentando allo stesso Supply tempo Chain i propri tempi di pagamento CC C CON UT TILE Ricavi Costi Interessi passivi Crediti Commerciali Debiti Commerciali Valore delle Scorte

21 Il Factoring «Tradizionali» consolidate e largamente applicate, vengono «efficientate» dall utilizzo dell ICT Un fornitore stipula un contratto con un istituto finanziario al fine di farsi anticipare una serie di fatture, cedendo o meno la proprietà della fatture all istituto Anticipo Fattura Un fornitore Anticipa si fa fattura anticipare da un istituto finanziario Paga una a parte scadenza Istituto Finanziario di una fattura emessa non matura, incassandone il rimanente a maturità Contratto / Fattura Factoring Un fornitore stipula un contratto con un istituto Emette finanziario fattura al fine di farsi Fornitore anticipare una serie di fatture, cedendo o meno la proprietà della fatture all istituto Reverse Factoring Un cliente stipula un contratto con un istituto finanziario, facendo anticipare presso i propri fornitori fatture approvate, Fornitore aumentando allo stesso Supply tempo Chain i propri tempi di pagamento UT UT TILE TILE Ricavi Costi di Produzione Costi Interessi passivi passive CON CON C Crediti Commerciali Debiti Commerciali Commercilai Valore delle Scorte

22 Il Reverse Factoring «Tradizionali» consolidate e largamente applicate, vengono «efficientate» dall utilizzo dell ICT Un cliente stipula un contratto con un istituto finanziario, facendo anticipare presso i propri fornitori fatture approvate, aumentando allo stesso tempo i propri tempi di pagamento Anticipo Fattura Un fornitoreanticipa si fa anticipare fattura da un istituto Istituto finanziario Paga a una scadenza parte di una fattura emessa non matura, incassandone il rimanente Finanziario a maturità Accordo Fattura quadro Factoring Un fornitore stipula un contratto con un istituto finanziario al fine di farsi Emette fattura anticipare una serie di fatture, Fornitore cedendo o meno la proprietà della fatture all istituto Reverse Factoring Un cliente stipula un contratto con un istituto finanziario, facendo anticipare presso i propri fornitori fatture approvate, aumentando allo stesso tempo i propri Fornitore Supply Chain tempi di pagamento UT TILE Ricavi Costi Interessi passivi CC CON Crediti Commerciali Debiti Commerciali Valore delle Scorte

23 Le soluzioni e i casi Le soluzioni «Innovative» «Innovative» Nuove soluzioni di finanziamento basate su processi digitalizzati, che sfruttano nuove tecnologie e opportunità di collaborazione tra attori di filiera, istituti finanziari e IT service provider Reverse Factoring "evoluto" Simile al RF tradizionale, sfrutta fatturazione elettronica e piattaforme cloud per anticipare i fatture in modo flessibile, riducendo d il costo dell operazione (anche attraverso maggiore condivisione di informazioni con l istituto finanziario) Camera di compensazione Un ente raccoglie informazioni sulle transazioni commerciali di un insieme di imprese per permettere il finanziamento del consolidato di cui è garante Dynamic Discounting Attraverso una piattaforma IT, un cliente propone ad un suo fornitore un pagamento anticipato in cambio di uno sconto sul valore nominale della fattura, proporzionale ai giorni di anticipo Anticipo fattura "extrabancario" - Un fornitore carica una fattura approvata su una piattaforma cloud ed essa viene anticipata da una terza parte (fondo di investimento, trader, o singolo investitore)

24 Il Reverse Factoring «Evoluto» Nuove soluzioni di finanziamento basate su processi digitalizzati, che Simile al RF tradizionale, sfrutta fatturazione elettronica e piattaforme cloud per sfruttano nuove tecnologie e opportunità di collaborazione tra attori «Innovative» anticipare fatture in modo flessibile, riducendo il rischio ed il costo dell operazione grazie di filiera, istituti finanziari e IT service provider ad una maggiore condivisione di informazioni con l istituto finanziario Reverse Factoring "evoluto" Simile al RF tradizionale, sfrutta fatturazione elettronica e piattaforme cloud per anticipare i fatture in modo Condivide flessibile, costo riducendo del F1 d il costo dell operazione (anche attraverso maggiore condivisione debito F2 di informazioni con l istituto finanziario) Fn Itit Istituto t Salda a Camera di compensazione Un ente raccoglie informazioni sulle transazioni commerciali Anticipa Finanziario termine di un insieme di imprese per permettere il finanziamento del consolidato di cui è garante Dynamic Discounting Attraverso una piattaforma Fornitore IT, un cliente propone Supply ad un Chain suo fornitore un pagamento anticipato in cambio di uno sconto sul valore nominale della Ricavi fattura, proporzionale ai giorni di anticipo UTILE Costi Interessi passivi i Supply Chain Anticipo fattura "extrabancario" - Un fornitore carica una fattura approvata su una piattaforma cloud ed Crediti essa viene Commerciali anticipata da una terza parte (fondo di investimento, trader, o singolo investitore) Debiti Commerciali CCON Valore delle Scorte

25 La Camera di Compensazione Nuove soluzioni di finanziamento basate su processi digitalizzati, che sfruttano nuove tecnologie e opportunità di collaborazione tra attori di filiera, istituti finanziari e IT service provider «Innovative» Un ente raccoglie informazioni sulle transazioni commerciali di un insieme di imprese per permettere il finanziamento di tutti i flussi finanziari di cui è garante Reverse Factoring "evoluto" Paga secondo Simile al RF tradizionale, sfrutta fatturazione elettronica e piattaforme cloud per anticipare termini i concordati fatture in modo flessibile, riducendo d il Paga costo secondo termini i dell operazione (anche attraverso maggiore condivisione Istituto Finanziario di informazioni con l istituto concordati finanziario) Ente «garante» Camera di compensazione Fornitore Fornitore Un ente raccoglie informazioni sulle transazioni commerciali Clienti Fornitori Spedisce merce, emette fattura Clienti Clienti di un insieme di imprese per permettere il finanziamento del consolidato di cui è garante Dynamic Discounting Attraverso una piattaforma IT, un cliente propone ad un suo Fornitore fornitore un pagamento anticipato in cambio di uno sconto sul valore nominale della Ricavi fattura, proporzionale ai giorni di anticipo UTILE Costi Supply Chain Anticipo fattura "extrabancario" - Un fornitore carica una fattura approvata su una piattaforma cloud ed Crediti essa Commerciali viene anticipata da una terza parte (fondo di investimento, trader, o singolo investitore) CCON Interessi passivi Debiti Commerciali Valore delle Scorte

26 Il Dynamic Discounting «Innovative» Nuove soluzioni di finanziamento basate su processi digitalizzati, che sfruttano nuove tecnologie e opportunità di collaborazione tra attori di filiera, istituti finanziari e IT service provider Attraverso una piattaforma IT, Il cliente propone al fornitore un pagamento anticipato in cambio di uno sconto sul valore nominale della fattura proporzionale ai giorni di anticipo Reverse Factoring "evoluto" Simile al RF tradizionale, sfrutta fatturazione elettronica e piattaforme cloud per anticipare Accetta i sconto fatture in modo flessibile, riducendo d Anticipa il costo i pagamento dell operazione (anche attraverso maggiore condivisione Piattaforma di informazioni con l istituto finanziario) Emette fattura Fornitore Camera di compensazione Un ente raccoglie informazioni sulle transazioni commerciali di un insieme di imprese per permettere il finanziamento del consolidato di cui è garante Dynamic Discounting Attraverso una piattaforma Fornitore IT, un cliente propone ad un suo fornitore un pagamento anticipato Ricaviin cambio di uno sconto sul valore nominale della fattura, proporzionale ai giorni di anticipo UTILE Costi Interessi passivi Supply Chain Anticipo fattura "extrabancario" - Un fornitore carica una fattura approvata su una Crediti Commerciali piattaforma cloud ed essa viene anticipata da una terza parte (fondo di investimento, Debiti Commerciali trader, o singolo investitore) CCON Valore delle Scorte

27 L Anticipo Fattura «Extrabancario» Nuove soluzioni di finanziamento basate su processi digitalizzati, che sfruttano nuove tecnologie e opportunità di collaborazione tra attori Innovative g p f, f p di filiera, istituti finanziari e IT service provider «Innovative»Analogamente all anticipo fattura tradizionale, un fornitore richiede un anticipo su una fattura emessa e approvata. L anticipo è fornito da una terza parte, non necessariamente istituto finanziario: fondi di investimento, trader, o addirittura singoli investitori Reverse Factoring "evoluto" Simile al RF tradizionale, sfrutta fatturazione elettronica e piattaforme cloud per anticipare i fatture A scadenza in modo salda flessibile, riducendo d il costo dell operazione (anche attraverso maggiore anticipo condivisione + costi di informazioni con l istituto finanziario) Anticipa fattura Emette fattura Terza parte Fornitore Camera di compensazione Un ente raccoglie informazioni sulle transazioni Paga a commerciali di un insieme di imprese per permettere il finanziamento del consolidato scadenza di cui è garante Dynamic Discounting Attraverso una piattaforma Fornitore IT, un cliente propone ad un suo fornitore un pagamento anticipato in cambio di uno sconto sul valore nominale della Ricavi fattura, proporzionale ai giorni di anticipo UTILE Costi Supply Chain Anticipo fattura "extrabancario" - Un fornitore carica una fattura approvata su una piattaforma cloud ed Crediti essa Commerciali viene anticipata da una terza parte (fondo di investimento, trader, o singolo investitore) Debiti Commerciali CCON Interessi passivi Valore delle Scorte

28 Le soluzioni e i casi Le soluzioni Collaborative di Supply Chain Collaborative di Supply Chain, talvolta consolidate, che mirano a diminuire il valore delle scorte tramite una maggiore collaborazione e visibilità tra partner di filiera Vendor Managed Inventory Un fornitore monitora il livello di scorte presso uno o più clienti ed effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali predefiniti Consignment Stock Un fornitore mantiene la proprietà dei beni consegnati al cliente fino a quando questi non vengono prelevati dal cliente, che trasmette le informazioni sul consumo al fornitore Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment Attraverso piattaforme tecnologicamente avanzate, un fornitore ed un cliente pianificano e prevedono la domanda in modo collaborativo al fine di evitare previsioni inaccurate e rifornimenti indipendenti

29 Il Vendor-Managed Inventory (VMI) Collaborative di Supply Chain, talvolta consolidate, che mirano a diminuire il valore delle scorte attraverso una maggiore collaborazione e visibilità tra partner di filiera Un fornitore monitora il livello di scorte presso uno o più clienti ed effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali predefiniti Fornisce informazioni Vendor Managed Inventory Un (sell-out, fornitore giacenza, monitora previsione il livello di della scorte domanda, presso uno ) o più clienti ed effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali predefiniti Fornitore Consignment Stock Un fornitore mantiene la proprietà Emette dei ordini beni consegnati al cliente fino a quando questi non vengono prelevati dal cliente, in modo che trasmette autonomole informazioni sul consumo al fornitore Fornitore Supply Chain Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment Attraverso piattaforme Costi tecnologicamente avanzate, un fornitore ed un cliente pianificano e prevedono la domanda Interessi passivi in modo collaborativo al fine di evitare previsioni inaccurate e rifornimenti indipendenti UTILE CCON Ricavi Crediti Commerciali Debiti Commerciali Valore delle Scorte

30 Il Consignment Stock (CS) Collaborative di Supply Chain, talvolta consolidate, che mirano a diminuire il valore delle scorte attraverso una maggiore collaborazione e visibilità tra partner di filiera Un fornitore mantiene la proprietà p dei beni consegnati al cliente fino a quando questi non vengono prelevati dal cliente, che trasmette le informazioni sul consumo al fornitore Vendor Managed Inventory (o «JIT», come è Paga spesso la merce chiamato prelevata nel Largo Consumo) Un fornitore monitora il livello di scorte presso dal uno magazzino o più clienti a ed consumo effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali predefiniti Fornitore Rifornisce il magazzino del cliente Consignment Stock Un fornitore mantiene senza cambiare la proprietà la proprietà dei beni consegnati della merceal cliente fino a quando questi non vengano prelevati dal cliente, che trasmette le informazioni sul consumo al fornitore UTILE Ricavi Fornitore Supply Chain Collaborative Planning, Forecasting Costi and Replenishment Attraverso piattaforma tecnologicamente avanzate, Interessi un passivi fornitore ed un cliente pianificano e prevedono la domanda in modo collaborativo al fine di evitare previsioni inaccurate e rifornimenti indipendenti CCON Crediti Commerciali Debiti Commerciali Valore delle Scorte

31 Il Collaborative Planning Forecasting & Replenishement (CPFR) Collaborative di Supply Chain, talvolta consolidate, che mirano a diminuire il valore delle scorte attraverso una maggiore collaborazione e visibilità tra partner di filiera Una soluzione collaborativa di supply chain che prevede la pianificazione collaborativa sul medio/lungo termine, al fine di evitare previsioni inaccurate e rifornimenti indipendenti, attraverso piattaforme abilitanti avanzate Vendor Managed Inventory (o Fornisce «JIT», come dati è spesso chiamato nel Largo Fornisce Consumo) dati Un fornitore monitora il livello di scorte presso uno o più Piattaforma clienti ed effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali predefiniti Fornitore Previsione della domanda, emissione Consignment Stock Un fornitore mantiene degli ordini, la proprietà gestione dei beni delle consegnati scorte, al cliente fino a quando questi non vengano prelevati dal cliente, che trasmette le informazioni sul consumo al fornitore UTILE Ricavi Fornitore Supply Chain Collaborative Planning, Forecasting Costi and Replenishment Attraverso piattaforma tecnologicamente avanzate, Interessi un passivi fornitore ed un cliente pianificano e prevedono la domanda in modo collaborativo al fine di evitare previsioni inaccurate e rifornimenti indipendenti CCON Crediti Commerciali Debiti Commerciali Valore delle Scorte

32 Supply Chain Finance: nuove opportunità di collaborazione nella filiera Prof. Stefano Ronchi, Politecnico di Milano 16 giugno g 2014

Il Supply Chain Finance in Italia

Il Supply Chain Finance in Italia CBI 2013 Le innovazioni nel mercato transazionale: CBILL, Fattura Elettronica e Big Data Il Supply Chain Finance in Italia Stato dell arte e prospettive di sviluppo Alessandro Perego Politecnico di Milano,

Dettagli

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Alessandro Perego Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Opportunità per le PMI per ottimizzare la gestione della filiera logistico

Dettagli

Servizi innovativi di Supply Chain Finance

Servizi innovativi di Supply Chain Finance Regione Lombardia NUOVE MISURE DI SUPPORTO AL CAPITALE CIRCOLANTE Servizi innovativi di Supply Chain Finance Alessandro Perego Politecnico di Milano, School of Management Risultati sviluppati all interno

Dettagli

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Le soluzioni Axioma per l'industria Le soluzioni di Axioma per l'industria rispondono alle esigenze di tutte le aree funzionali dell azienda industriale.

Dettagli

La logistica e il commercio elettronico (e-business)

La logistica e il commercio elettronico (e-business) La logistica e il commercio elettronico (e-business) Webbit 2003, Padova andrea.payaro@unipd.it 1 Agenda La logistica Il commercio elettronico e il business elettronico Opportunità e vincoli dei modelli

Dettagli

Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing

Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing AICS MEETING DAY 2014 Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing 21 MAGGIO 2014 Agenda: Chi siamo Cos è il Factoring

Dettagli

COLLABORARE CON LA DISTRIBUZIONE

COLLABORARE CON LA DISTRIBUZIONE COLLABORARE CON LA DISTRIBUZIONE Agenda Il mercato e le spinte all ottimizzazione dei costi Le leve potenziali di ottimizzazione I centri di consolidamento come leva di ottimizzazione inbound La riduzione

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE

L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE Principi teorici, modelli ed applicazioni pratiche per la valutazione della corretta struttura finanziaria e del rischio d impresa. 1ª EDIZIONE 13 e 14 OTTOBRE

Dettagli

La pianificazione dell equilibrio finanziario

La pianificazione dell equilibrio finanziario La pianificazione dell equilibrio finanziario Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L ottimizzazione della gestione delle fonti di finanziamento richiede l analisi di una metodologia di calcolo del

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 4 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 4 Modulo 4 Il Sistema Informativo per la gestione della catena di fornitura: Supply Chain Management; Extended

Dettagli

Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione

Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione Docente di Gestione dei Processi e dei Progetti La Sapienza Università di Roma Agenda Perché le ICT a supporto dei processi di gestione della

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Piergiorgio Licciardello Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Milano 11/11/2014 AGENDA Chi è Di.Tech

Dettagli

ALBERT. copyright hventiquattro

ALBERT. copyright hventiquattro ALBERT ALBERT MONETIZZARE LE SCORTE Il tuo magazzino: da deposito a risorsa Albert agisce sulle fonti di finanziamento interno. Non tanto in termini di puro taglio dei costi, quanto di recupero di flussi

Dettagli

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity: le origini Nella seconda metà degli anni 80, Ifitalia lancia sul mercato italiano il prodotto

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

Agevolazioni & Incentivi Srl

Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Agevolazioni & Incentivi svolge attività di consulenza e assistenza a favore delle aziende nell ambito della finanza d impresa. I nostri esperti sono

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Sistemi avanzati per la gestione della supply chain: i sistemi advanced planning

Dettagli

SERVIZI DI CONSULENZA

SERVIZI DI CONSULENZA SERVIZI DI CONSULENZA I NOSTRI SERVIZI (1/4) ASSISTENZA E CONSULENZA SU PROGETTI INVESTIMENTO «FARM ADIVSORY» Offriamo assistenza e consulenza specialistica alle imprese che devono affrontare importanti

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

AILOG, Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management

AILOG, Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management AILOG, Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management L efficienza della Supply Chain Sanitaria AILOG, L ASSOCIAZIONE ITALIANA DI LOGISTICA E DI SUPPLY CHAIN MANAGEMENT, E STATA FONDATA

Dettagli

La Piattaforma Interattiva di. La piattaforma di BPER Factor per la gestione del credito di fornitura

La Piattaforma Interattiva di. La piattaforma di BPER Factor per la gestione del credito di fornitura La Piattaforma Interattiva di La piattaforma di BPER Factor per la gestione del credito di fornitura Indice WIP nel panorama degli strumenti di mercato Caratteristiche dei principali tipi di strumento

Dettagli

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda A. F. De Toni, Università di Udine AGENDA > Introduzione: i supply network > Effetti della variabilità della domanda

Dettagli

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Gruppo Fratelli Pietrini S.p.a - Scarpamondo. Utilizzata con concessione dell autore. Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Partner Nome dell azienda

Dettagli

I processi di finanziamento

I processi di finanziamento I processi di finanziamento 1. pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziamento 2. acquisizione del finanziamento tutte quelle attività volte a reperire, gestire e rimborsare i finanziamenti

Dettagli

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego alessandro.perego@polimi.it Milano, Matching 2009, 23 Novembre 2009 Non-solo-distribuzione La logistica non è solo distribuzione fisica

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 2 B SIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 2 B SIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE: Prof. Agnese Maria Pancino RIPASSO FATTURA I CALCOLI FINANZIARI L interesse e i problemi diretti L interesse e i problemi inversi Il montante e i problemi diretti Il montante e i problemi inversi

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK relators: Marcello

Dettagli

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE LA LOGISTICA E IL NOSTRO CORE BUSINESS LA COMPETENZA DEI GRANDI LA FLESSIBILITA

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 Febbraio 2011 Finanza a supporto della crescita delle PMI Finanza a breve termine La capacità

Dettagli

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Raffaele Secchi Operations & Technology Management Unit Agenda Il progetto di ricerca Fashion e SCM: gli

Dettagli

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT AREA Production Planning Modulo Base STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT Il corso mira a fornire gli strumenti operativi per implementare alcune attività

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e vendite Novembre 2013 Indice 1. Crediti e vendite 2. Obiettivi di revisione 3. Pianificazione della revisione 4. La valutazione del sistema di controllo interno

Dettagli

Analisi delle politiche di investimento

Analisi delle politiche di investimento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Analisi delle politiche di investimento Capitolo 8 Indice degli argomenti 1. Incidenza del capitale circolante netto commerciale 2. Indici

Dettagli

Gli intermediari finanziari non bancari

Gli intermediari finanziari non bancari Gli intermediari finanziari non bancari Intermediari creditizi non bancari A. Leasing B. Factoring C. Credito al consumo Art. 106 e 107 TUB Le società di leasing Elenco generale presso UIC Condizioni per

Dettagli

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Cerchi alla testa? Noi vi aiutiamo a farli quadrare. Gruppo General da anni offre alla propria clientela interventi rapidi e personalizzati

Dettagli

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND Introduzione ai MINI BOND AGENDA Mini bond: una nuova opportunità per le imprese Mini bond: inquadramento normativo, definizione, caratteristiche e beneficiari Motivazioni all emissione Vantaggi e svantaggi

Dettagli

La finanza e l intraprendere

La finanza e l intraprendere Istituto G. Sommeiller La finanza e l intraprendere Torino, 17 aprile 2015 Intervento: Dr. Giancarlo Somà L origine del fabbisogno finanziario Sfasamento del ciclo economico e del ciclo monetario 17 aprile

Dettagli

Chi siamo 2 Il Noleggio 3 Leasing, Factoring 4 Finanziamenti Finalizzati 5

Chi siamo 2 Il Noleggio 3 Leasing, Factoring 4 Finanziamenti Finalizzati 5 Ser ziari per i rivenditori Westcon Westcon ha costituito una Business Unit nata con l obiettivo di proporre ai propri rivenditori, innovative, così da arricchire vendita. Chi siamo Il Noleggio Leasing,

Dettagli

Retail Store Audit. Milano, 21 novembre 2012

Retail Store Audit. Milano, 21 novembre 2012 . Milano, 21 novembre 2012 Agenda Presentazione risultati Survey Modalità operative e leading practices Tavola Rotonda Presentazione risultati Survey. - 2 - La Survey Obiettivo: La ricerca condotta da

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero BICOCCA PER LE IMPRESE seminario Tecnologie Informatiche e Supply Chain Management (SCM), Università di Milano Bicocca 18.09.2003 Milano, 18 Settembre 2003 Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza

Dettagli

Il Factoring nelle piccole e medie imprese

Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il contesto macroeconomico Il Sistema Bancario e le PMI L intervento del Factoring, 25 Gennaio 2010 1 Credemfactor Spa 2 2 Lo scenario Macroeconomico 3 3 Lo scenario

Dettagli

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce La potenza di Ariba per i clienti SAP I vantaggi del Collaborative Commerce Contenuti 4 9 10 12 14 18 20 22 24 Potenziare il Networked Business Una combinazione efficace Collaborative Commerce con Ariba

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE AREA Production Planning Modulo Base PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE Il modulo Pianificazione e Programmazione della Produzione ha l obiettivo

Dettagli

Specialisti della Supply Chain

Specialisti della Supply Chain Specialisti della Supply Chain Link Management Srl Via S. Francesco, 32-35010 Limena (PD) Tel. 049 8848336 - Fax 049 8843546 www.linkmanagement.it - info@linkmanagement.it Analisi dei Processi Decisionali

Dettagli

DEMAND PLANNING. AREA Production Planning. Modulo Avanzato

DEMAND PLANNING. AREA Production Planning. Modulo Avanzato DEMAND PLANNING AREA Production Planning Modulo Avanzato DEMAND PLANNING Il corso Demand Planning ha l obiettivo di fornire un quadro completo degli elementi che concorrono alla definizione di un corretto

Dettagli

Codice Pagamenti Responsabili Value Proposition BNL. Roma, maggio 2014

Codice Pagamenti Responsabili Value Proposition BNL. Roma, maggio 2014 Codice Pagamenti Responsabili Value Proposition BNL Roma, maggio 2014 Agenda I. Descrizione e finalità dell iniziativa II. Commitment di BNL sull iniziativa 2 I. Descrizione e Finalità dell iniziativa

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

Dall obbligo normativo all opportunità di business

Dall obbligo normativo all opportunità di business TECNOLOGIE E SOLUZIONI INFORMATICHE Guido Chiara Project Manager TESI SPA Dall obbligo normativo all opportunità di business www.gruppotesi.com L azienda e gli obblighi normativi BCM 196 231 262 SOX Basilea

Dettagli

Le caratteristiche distintive di Quick Budget

Le caratteristiche distintive di Quick Budget scheda prodotto QUICK BUDGET Mercato imprevedibile? Difficoltà ad adeguare le risorse a una domanda instabile e, di conseguenza, a rispettare i budget?tempi e costi troppo elevati per la creazione di budget

Dettagli

Analisi risultati Survey a supporto Convegno IT ANIMP

Analisi risultati Survey a supporto Convegno IT ANIMP 1 Analisi risultati Survey a supporto Convegno IT ANIMP Milano, 14 Dicembre 2011 Paolo Ruta, ICT Director Weir Gabbioneta s.r.l Il Campione analizzato 2 Alla Survey recentemente inviata da ANIMP alle aziende

Dettagli

Collaborazione estesa delle supply chain

Collaborazione estesa delle supply chain Il progetto di ricerca FLUID-WIN nell ambito del sesto Programma Quadro Panoramica generale Integrazione dei fornitori di servizio di terze parti con l intera Trend dell economia globale La globalizzazione

Dettagli

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006 Contenuti, logiche ed effetti di Basilea 2 sulle PMI Le informazioni qualitative rilevanti ai fini del rating qualitativo: il controllo di gestione aziendale come elemento importante dei dati qualitativi

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN EXECUTIVE OPEN PROGRAMS La Divisione Executive Open Programs di MIP disegna ed eroga Programmi a catalogo, ovvero percorsi

Dettagli

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Il Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) è uno approccio di gestione a disposizione delle imprese che ha lo scopo di

Dettagli

Factoring Liquidità assicurata

Factoring Liquidità assicurata Liquidità assicurata Più flessibilità grazie al factoring. Volete che la vostra azienda cresca con le sue forze? Desiderate espandervi all estero, oppure ampliare il vostro raggio di azione finanziario?

Dettagli

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Il Comitato di Basilea Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi

Dettagli

Parimenti una gestione delle scorte in maniera non oculata può portare a serie ripercussioni sul rendimento sia dei mezzi propri che di terzi.

Parimenti una gestione delle scorte in maniera non oculata può portare a serie ripercussioni sul rendimento sia dei mezzi propri che di terzi. Metodo per la stima del ROE e del ROI in un azienda operante nel settore tessile abbigliamento in funzione delle propria struttura di incasso e pagamento e della gestione delle rimanenze di magazzino.

Dettagli

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Forum Banche e PA 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA E E- PROCUREMENT InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Fabrizio Leoni Npd Manager, Infocert Spa 23 Novembre 2015,

Dettagli

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Intervento di Antonio De Martini Milano, 16 maggio 2006 Il vantaggio competitivo Principali elementi di soddisfazione: o Velocità e sicurezza

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE Il modulo Pianificazione e Programmazione della Produzione ha l obiettivo di illustrare gli strumenti più

Dettagli

Il network per la finanza d impresa

Il network per la finanza d impresa Il network per la finanza d impresa La nostra mission é affiancare la famiglia imprenditoriale nell attività gestionale (ottimizzazione organizzativa, finanziaria, amministrativa, legale, fiscale) e nelle

Dettagli

10 domande e 10 risposte

10 domande e 10 risposte 10 domande e 10 risposte Lo sapevate che... Il factoring è uno strumento per gestire professionalmente i crediti ed è un complemento ideale del finanziamento bancario. Il factoring è utile per tutte le

Dettagli

Valutazione del merito creditizio criteri generali

Valutazione del merito creditizio criteri generali Valutazione del merito creditizio criteri generali Corso: Analisi di bilancio per indici e il rendiconto finanziario 1 1) L impresa L e il suo business La banca vuole comprendere la capacità competitiva

Dettagli

CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE

CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE ANTICIPI DA CLIENTI 1) ANTICIPI PER MERCI E/O MATERIE PRIME 2) ANTICIPI DA CLIENTI PER SERVIZI IN DIMINUZIONE DELLE DISPONIBILITA PASSIVO CORRENTE Nel caso

Dettagli

Gli Istituti di credito e le esigenze di copertura del capitale circolante

Gli Istituti di credito e le esigenze di copertura del capitale circolante Gli Istituti di credito e le esigenze di copertura del capitale circolante Politiche del credito e conseguenti scelte tecniche 11 maggio 2012 Agenda La domanda e l offerta di credito Il capitale circolante

Dettagli

IFITALIA SPA INTERNATIONAL FACTORS ITALIA. Direzione Commerciale Dicembre 2006

IFITALIA SPA INTERNATIONAL FACTORS ITALIA. Direzione Commerciale Dicembre 2006 IFITALIA SPA INTERNATIONAL FACTORS ITALIA Direzione Commerciale Dicembre 2006 Factoring Tour: Firenze, 6 febbraio 2007 Il Factoring: è complementare, non alternativo al credito bancario; rafforza il rapporto

Dettagli

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione School of Management Politecnico di Milano 20 Giugno 2012 Agenda Task 1 Il monitoraggio della diffusione Le attività e gli obiettivi La metodologia

Dettagli

Il Factoring come soluzione alternativa alle garanzie internazionali. Bergamo, 22/ 23 Novembre 2010

Il Factoring come soluzione alternativa alle garanzie internazionali. Bergamo, 22/ 23 Novembre 2010 Il Factoring come soluzione alternativa alle garanzie internazionali Bergamo, 22/ 23 Novembre 2010 UBI Factor, da trent anni il protagonista del Factoring in Italia e in Europa Offriamo servizi di Factoring

Dettagli

La Tesoreria al passaggio obbligato: la gestione attiva della Supply Chain Finance. Andrea Guillermaz Piteco

La Tesoreria al passaggio obbligato: la gestione attiva della Supply Chain Finance. Andrea Guillermaz Piteco La Tesoreria al passaggio obbligato: la gestione attiva della Supply Chain Finance Andrea Guillermaz Piteco PITECO SpA PITECO PITECO nasce nel 1980. Con oltre 2500 Clienti, da 10 anni è il più importante

Dettagli

Top quality logistic services

Top quality logistic services Top quality logistic services L Azienda Alen Group, fondata nel 2002, è una società specializzata nell attività di logistica inbound/outbound, trasporto e freight forwarding. E un azienda in costante crescita

Dettagli

La scelta del livello ottimo della disponibilità del prodotto. La disponibilità del prodotto 1

La scelta del livello ottimo della disponibilità del prodotto. La disponibilità del prodotto 1 La scelta del livello ottimo della disponibilità del prodotto La disponibilità del prodotto 1 Linea guida Importanza della disponibilità del prodotto Fattori influenzanti il livello ottimo della disponibilità

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

Viale Angelico, 45 00195 Roma Tel: +39.0688975655 Fax: +39.0637511288

Viale Angelico, 45 00195 Roma Tel: +39.0688975655 Fax: +39.0637511288 Viale Angelico, 45 00195 Roma Tel: +39.0688975655 Fax: +39.0637511288 CONFINANCE è una struttura costituita da professionisti e aziende specializzate in servizi di assistenza alle imprese, che ha fatto

Dettagli

Rating interni e controllo. del rischio di credito

Rating interni e controllo. del rischio di credito Rating interni e controllo del rischio di credito esperienze, problemi, soluzioni Milano, 31 marzo 2004 DIREZIONE RISK MANAGEMENT Giovanni Parrillo Responsabile Servizio Rischi di Credito 1 Rating interni:

Dettagli

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione)

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) OBIETTIVI E COMPETENZE La finanza aziendale sta diventando sempre di più uno strumento fondamentale per la crescita delle imprese,

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

Relatore: Antonino Galatà. Bologna, Villa Gandolfi Pallavicini, 23 marzo 2012

Relatore: Antonino Galatà. Bologna, Villa Gandolfi Pallavicini, 23 marzo 2012 Relatore: Bologna, Villa Gandolfi Pallavicini, 23 marzo 2012 DEFINIZIONE DI CAPITALE CIRCOLANTE Il Capitale Circolante (o Working Capital) di un azienda è tecnicamente formato da una serie di macro voci

Dettagli

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione La missione Affiancare le aziende clienti nello sviluppo e controllo del loro business Servire il suo Cliente con una offerta illimitata e mirata a risolvere le Sue principali esigenze Selezionare Partners

Dettagli

STRUMENTO DESCRIZIONE ASPETTI BANCARI ASPETTI FISCALI

STRUMENTO DESCRIZIONE ASPETTI BANCARI ASPETTI FISCALI Mutuo ( a medio/lungo termine, utilizzato per gli investimenti di immobilizzazioni) È un per immobilizzazioni, come l acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di immobili, impianti e macchinari.

Dettagli

ERP PER AZIENDE AUTOMOTIVE

ERP PER AZIENDE AUTOMOTIVE ERP PER AZIENDE AUTOMOTIVE Per oltre 15 anni SINFO si è focalizzata sull offerta di software per la distribuzione e la logistica. I rapporti di collaborazione con alcuni tra i maggiori distributori del

Dettagli

IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST

IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST Bologna 27/10/2010 IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST Ventitremila mq la struttura, venticinque milioni di euro l investimento, trecento i fornitori accreditati, quattromila referenze di cui

Dettagli

Sellers Ln. Buyers Rd. M e d i c a l L o g i c B u y e r. Logisan

Sellers Ln. Buyers Rd. M e d i c a l L o g i c B u y e r. Logisan Logisan Buyers Rd. Sellers Ln. Non riuscivo a trovare l'auto sportiva dei miei sogni, così l'ho costruita da solo... Ferdinand Porsche Mission Ottimizziamo i processi aziendali che da sempre affliggono

Dettagli

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved Indici di Bilancio Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 Gli indici di bilancio I dati desumibili dal bilancio possono essere trasformati

Dettagli

Il factoring tra finanza e servizi

Il factoring tra finanza e servizi in collaborazione con Factorit spa Il factoring tra finanza e servizi Giuseppe Nardone Resp. Sviluppo Affari e Canali e Distributivi Il factoring: definizione Il factoring è oggi il solo prodotto presente

Dettagli

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: oltre 8.000 clienti;

Dettagli

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria Aumento di capitale sociale ai sensi dell art. 2441, quarto comma, secondo periodo, c.c.; deliberazioni

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile ESSERE O APPARIRE Le assicurazioni nell immaginario giovanile Agenda_ INTRODUZIONE AL SETTORE ASSICURATIVO La Compagnia di Assicurazioni Il ciclo produttivo Chi gestisce tutto questo Le opportunità di

Dettagli

FARMACIA LA STRUTTURA FINANZIARIA- ECONOMICA. di Ghelardi Sergio sergio@laboratoriofarmacia.it. Con il contributo di

FARMACIA LA STRUTTURA FINANZIARIA- ECONOMICA. di Ghelardi Sergio sergio@laboratoriofarmacia.it. Con il contributo di FARMACIA LA STRUTTURA FINANZIARIA- ECONOMICA di Ghelardi Sergio sergio@laboratoriofarmacia.it Con il contributo di IL BILANCIO DELLA FARMACIA HA DUE DOCUMENTI >LO STATO PATRIMONIALE >IL CONTO ECONOMICO

Dettagli

Creatori di Eccellenza nella Supply Chain

Creatori di Eccellenza nella Supply Chain Creatori di Eccellenza nella Supply Chain Chi siamo Essere innovativi ma concreti, scommettere assieme sui risultati. Fare le cose che servono per creare valore nel miglior modo possibile. Questa è Makeitalia.

Dettagli