Servizi innovativi di Supply Chain Finance

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizi innovativi di Supply Chain Finance"

Transcript

1 Regione Lombardia NUOVE MISURE DI SUPPORTO AL CAPITALE CIRCOLANTE Servizi innovativi di Supply Chain Finance Alessandro Perego Politecnico di Milano, School of Management Risultati sviluppati all interno dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano

2 Agenda IL CONCETTO DI SUPPLY CHAIN FINANCE LE PRINCIPALI SOLUZIONI ATTORI E RUOLI IN UN SISTEMA DI SUPPLY CHAIN FINANCE

3 Il concetto di Corporate Finance tradizionale Corporate Finance Obiettivo Unità d analisi Approccio verso i vincoli di capitale Approccio al ciclo commerciale Ruolo del sistema finanziario Ottimizzare le decisioni di finanziamento aziendali Singola impresa Aumenti di capitale o contrazione nuovo debito Diminuzione giorni crediti e scorte, aumento gg debiti Fornire forme canoniche di debito Parti coinvolte nel processo decisionale Azienda, istituti finanziari

4 Alcune definizioni di Supply Chain Finance Il Supply Chain Finance è l insieme di prodotti e servizi che un istituto finanziario offre per facilitare la gestione dei flussi fisici e informativi all interno della supply chain. [Camerinelli, 2008] una soluzione finanziaria innovativa che unisce le imprese della supply chain con vincoli di capitale e le banche, riduce lo BI rischio tra fornitura e domanda di flussi finanziari, e crea valore nella Supply Chain con vincoli di capitale. [Chen & Hu, 2011] l ottimizzazione inter-aziendale dei processi di integrazione così come di finanziamento tra clienti, fornitori, e «provider» in modo da incrementare il valore delle organizzazioni coinvolte. [Pfohl & Gomm, 2009] un approccio per cui due, o più, organizzazioni in una supply chain, inclusi «provider» terzi, collaborano per creare valore attraverso la pianificazione, il governo, ed il controllo dei flussi finanziari ad un livello inter-aziendale. [Hofmann, 2005] un insieme di soluzioni che combinano soluzioni tecnologiche a servizi finanziari, che uniscono le imprese cardine della catena del valore globale, i loro fornitori, istituti finanziari e spesso fornitori di servizi tecnologici. Sono disegnate per migliorare l efficacia della fornitura di capitale nella Supply Chain, prevenendo sbilanci di capitale e migliorando la visibilità, disponibilità e costo del capitale per tutte le organizzazioni coinvolte. [Lamoureux & Evans, 2011]

5 La «nostra» definizione Il Supply Chain Finance è un approccio che mira all incremento dell efficacia degli scambi finanziari inter-aziendali riducendo lo sbilanciamento tra domanda ed offerta di capitale attraverso l implementazione di soluzioni innovative che sfruttano una conoscenza approfondita di dinamiche e relazioni della supply chain Le soluzioni sono abilitate da strumenti informatici che forniscono visibilità sugli scambi informativi all interno del ciclo ordine/pagamento La presenza di un istituto finanziario non è necessaria

6 Supply Chain Finance vs. Corporate Finance Obiettivo Unità d analisi Corporate Finance Ottimizzare le decisioni di finanziamento aziendali Singola impresa Supply Chain Finance Ottimizzare i flussi finanziari nella supply chain Supply chain Approccio verso i vincoli di capitale Approccio al ciclo commerciale Ruolo del sistema finanziario Parti coinvolte nel processo decisionale Aumenti di capitale o contrazione nuovo debito Diminuzione giorni crediti e scorte, aumento gg debiti Fornire forme canoniche di debito Azienda, istituti finanziari Ottimizzare flussi finanziari Uso trade-off per ottimizzare ciclo dell intera supply chain «Fornitori di servizi finanziari a valore aggiunto» Membri della supply chain, eventuali terze parti

7 Il valore aggiunto del Supply Chain Finance Il Supply Chain Finance aggiunge tre dimensioni di valore rispetto al Corporate Finance tradizionale La logica di processo: dal pagamento all integrazione dell interno ciclo dell ordine La logica di relazione: dal focus intra-aziendale a quello inter-aziendale La logica di «pooling»: dal focus mono-aziendale alla logica della comunità

8 Allineamento La logica di processo alla considerazione Fornitore dell intero ciclo dell ordine Da soluzioni finanziarie focalizzate sul pagamento Istituto finanziario Ordine Consegna Fatturazione Pagamento Cliente Considerare l intero processo «amplifica»i benefici (più finanziamento, meno rischi) rispetto a soluzioni finanziarie focalizzate sul pagamento

9 La logica di relazione Da un focus intraaziendale alla considerazione delle relazioni con i membri della supply chain La considerazione delle relazioni di filiera riduce i rischi di finanziamento e abilita modelli di finanziamento collaborativi nella filiera

10 La logica di «pooling» Da un punto di vista mono-aziendale alla logica della comunità Comunità La «comunità» (supply chain, distretto, area, rete) permette il raggiungimento di adeguata massa critica con economie di scala e condivisione rischi

11 Agenda IL CONCETTO DI SUPPLY CHAIN FINANCE LE PRINCIPALI SOLUZIONI ATTORI E RUOLI IN UN SISTEMA DI SUPPLY CHAIN FINANCE

12 Come si crea valore Come è possibile creare valore attraverso l implementazione di soluzioni di Supply Chain Finance? Bilanciando domanda e disponibilità di capitale circolante riducendo «Costi&Rischi» Riducendo il valore totale di capitale circolante attraverso la collaborazione nella Supply Chain Finanziamenti innescati da eventi nella supply chain «fisica» Condizioni favorevoli garantite dal membro della Supply Chain più forte Termini di pagamento e sconti dinamici Riduzione delle scorte Riduzione del lead time del ciclo industriale Aumento dell accuratezza Supply Chain Finance attraverso riallocazione del capitale circolante Supply Chain Finance attraverso riduzione del capitale circolante

13 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

14 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

15 Allineamento dati 1. Digitalizzazione ed automazione del ciclo ordine-pagamento: i benefici I benefici della Conservazione Sostitutiva, della Fatturazione Elettronica e della completa Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento Gli studi di caso - ca Casi approfonditi - ca Quick ROI Assessment Conservazione dell attivo Benefici: tra 1 e 3 /documento Tempo di payback: < 1 anno Fonte beneficio: spazio, materiali Fornitore Ordine Cliente Consegna Fatturazione Pagamento Conservazione (scansione) del passivo Benefici: tra 1 e 2 /doc Tempo di payback: < 2 anni Fonte beneficio: spazio, materiali, ricerche Sistema Bancario Fatturazione elettronica non strutturata Benefici: tra 4 e 5 /fattura Tempo di payback: < 2 anni Fonte beneficio: trasmissione, spazio, materiali, ricerche documenti Fatturazione elettronica strutturata Benefici: tra 8 e 12 /fattura Tempo di payback: < 1 anno Fonte beneficio: produttività del personale Completa integrazione dematerializzazione Benefici: tra 30 e 80 /ciclo Tempo di payback: < 1 anno Fonte beneficio: produttività del personale, maggiore accuratezza

16 Allineamento dati 1. Digitalizzazione ed automazione del ciclo ordine-pagamento: oltre i benefici economici La digitalizzazione e automazione del ciclo dell ordine permette di conseguire benefici di efficacia nella parte finanziaria del ciclo (fatturazione-pagamento) Accuratezza lato attivo Più controllo sul capitale per gestire le fatture attive, ottimizzazione del rapporto coi fornitori Fornitore Ordine Cliente Sistema Bancario Consegna Fatturazione Pagamento Ottimizzazione dei processi di tesoreria Nel complesso, digitalizzazione e automazione del ciclo portano a processi di tesoreria accurati: Riduzione del tempo di ciclo Riduzione del volume di capitale richiesto Miglioramento delle relazioni di filiera Accuratezza lato passivo Meno giorni per incassare i crediti commerciali, più controllo sul capitale, miglior rapporto con i clienti

17 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

18 Attore principale 2.1 Riallocazione del capitale circolante: il disaccoppiamento del ciclo commerciale Il capitale circolante può essere ottimizzato attraverso l introduzione di un punto di disaccoppiamento tra l incasso del credito e la liquidazione del debito Richiede una terza parte che offra il finanziamento e disaccoppi il ciclo È la macro-famiglia di soluzioni di SCF più frequente Può essere classificata in base alla posizione del punto di disaccoppiamento all interno del ciclo dell ordine e dell attore «focale» della soluzione Programmi focalizzati sul fornitore Finanziamenti prespedizione Finanziamenti postspedizione BPO/Lettera di credito Anticipo fattura Factoring Programmi focalizzati sul cliente «Supplier Finance» Reverse factoring Dopo l ordine Dopo la spedizione Dopo la fattura Posizione del punto di disaccoppiamento

19 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: FINANZIAMENTI POST-SPEDIZIONE Insieme di soluzioni per le quali un fornitore riceve un finanziamento una volta dimostrata la spedizione (spesso export) dei beni, che ripaga alla maturità della fattura Chi lo fa? Alcune grandi realtà bancarie europee: Royal bank of Scotland Deutsche Bank Standard Chartered [ ] Alcuni istituti specializzati europei: ASYX international Ariba [ ] Comune in paesi ad alta propensione all export (es..: India) I benefici Per il fornitore: Amplifica la riduzione del ciclo commerciale rispetto a soluzioni «tradizionali» Facilita l export Può ridurre il rischio (dipende da contratto) Per il cliente: Facilita l import a società con basso rating Per l istituto finanziario: Maggiori ricavi

20 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: FINANZIAMENTI PRE-SPEDIZIONE Insieme di soluzioni per le quali un fornitore riceve un finanziamento usando come collaterale l ordine, ripagandolo all incasso della fattura Chi lo fa? Alcune grandi realtà bancarie: Unicredit JP Morgan [ ] Alcuni istituti specializzati: TradeCredit (USA+Europa+Asia) PremiumTechnology (USA+Asia) [ ] I benefici Simili ai vantaggi dei finanziamenti postspedizione, ma amplificati dal posizionamento del punto di disaccoppiamento al primo istante disponibile (l ordine)

21 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? Il protocollo è sviluppato dal consorzio bancario internazionale «SWIFT». È offerto da: 45 banche appartenenti a «SWIFT» Di cui 15 tra le prime 20 banche commerciali al mondo Non offerto in Italia BPO Il «Bank Payment Obligation» è una lettera di credito digitalizzata attraverso cui la banca di un fornitore garantisce alla banca di un cliente il pagamento di un ordine a fronte di un collaterale, in modo che quest ultima possa anticiparne una parte I benefici Il BPO è un tipo particolare di credito documentario che ne amplifica i benefici rispetto alle soluzioni tradizionali (es.: L/C), sfruttando la digitalizzazione: tempi di processo minori si traducono in una maggiore riduzione del ciclo commerciale

22 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? La maggior parte degli attori che offrono le soluzioni di factoring «tipico» La maggior parte delle banche e società specializzate ed ad hoc (Finfactor, Factorcoop, ) REVERSE FACTORING Simile al Factoring, nel «reverse» è un cliente (tipicamente di grandi dimensioni) a rivolgersi all istituto finanziario affinché esso anticipi ai fornitori il valore delle fatture, riscuotendone poi il valore maggiorato a maturità I benefici Per il cliente: Riduzione tempi ciclo commerciale Stabilità economica dei fornitori Per i fornitori: Diminuzione ciclo commerciale Per l istituto finanziario: Maggiori ricavi

23 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? Alcune grandi realtà internazionali verso i loro fornitori con il supporto di uno o più istituti finanziari: Rolls Royce «supplier finance program»: offre linea di credito a suo costo del debito, 150 mln$ complessivi, supportato da Citibank Wall s Mart «supplier alliance program»: fattura come collaterale, interessi basati sul suo rating «AA»; supportato da più banche «SUPPLIER FINANCE» Un cliente (solitamente di grandi dimensioni) mette a disposizione una linea di credito al suo costo del debito da cui i fornitori possono prelevare capitale secondo regole prefissate per finanziare il ciclo produttivo dei beni venduti al cliente I benefici Per il fornitore: Accesso a credito a costo minore Riduzione del ciclo commerciale Per il cliente: Rafforzo relazioni con fornitori chiave Possibile riduzione ciclo commerciale Per l istituto finanziario Aumento ricavi Riduzione del rischio

24 2.2 Riallocazione del capitale circolante: termini di pagamento dinamici Sconto Il capitale circolante può essere riallocato attraverso l utilizzo di trade-off interni alla filiera Tali soluzioni presentano leve decisionali dal lato del cliente (es.: decidere quando pagare all interno di un intervallo) Può esserci o meno una terza parte Trade credit Pratica commerciale diffusa negli USA: due parti concordano termini di pagamento per i quali se il cliente salda la fattura entro un certo numero di giorni ha diritto ad uno sconto, altrimenti è tenuto a pagare entro il termine ultimo 1,2% 1,0% 0,8% 0,6% Trade credit «0.5% 30 net 60» Dynamic Discounting Il cliente può decidere quando saldare una fattura entro un certo intervallo, rivedendo uno sconto proporzionale ai giorni di anticipo 0,4% 0,2% rispetto alla data ultima concordata 0,0% Dynamic discounting (il cliente seleziona un punto sul segmento) Giorni

25 2.3 Riallocazione del capitale circolante: sfruttare la logica della comunità Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? Poche piattaforme recenti, a livello Europeo e internazionale: Debitos (Germania) Faktura Börsen (Svezia) Market Invoice (GB) Platform Black (GB) The Receivable Market (USA) I «MERCATI DEI CREDITI COMMERCIALI» Un fornitore carica su un portale i dati di una fattura; all interno di parametri da lui definiti, i membri della comunità offrono anticipi fattura. Il finanziatore «vincitore» anticipa l ammontare e ottiene, al netto del corrispettivo del gestore della piattaforma, il compenso prefissato I benefici Per il fornitore: Minore/nessuna necessità di garanzie personali (valutazione con sistema di «feedback») Riduzione del ciclo commerciale Accesso ad anticipi con minore burocrazia Per il finanziatore e il fornitore del portale: Aumento ricavi

26 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

27 3. Riduzione del capitale circolante complessivo: Supply Chain Collaboration Un esempio: Le soluzioni di «Supply Chain Collaboration» (VMI, CPF, CPFR) sfruttano il legame tra i membri della Supply Chain per: Ridurre le scorte Diminuire l incertezza Migliorare l accuratezza e diminuire la domanda totale di capitale circolante all interno della Supply Chain Il VMI (Vendor Managed Inventory): un fornitore monitora il livello di scorte a valle ed effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali Chi lo fa? Progetti: Automotive/Eldom Realtà del largo consumo Ricambi Auto Farmacie/Ospedali I benefici Per il fornitore: Riduzione del capitale circolante Riduzione costi per aumento accuratezza Aumento ricavi per riduzione mancate vendite Per il cliente: Riduzione del capitale circolante Aumento ricavi per riduzione mancate vendite Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta:

28 Agenda IL CONCETTO DI SUPPLY CHAIN FINANCE LE PRINCIPALI SOLUZIONI ATTORI E RUOLI IN UN SISTEMA DI SUPPLY CHAIN FINANCE

29 Attori e ruoli in un sistema di Supply Chain Finance La definizione di attori e ruoli in un sistema di Supply Chain Finance richiede un necessario allargamento di prospettiva Il ruolo e la prospettiva dei membri tradizionali della supply chain cambia Fornitori di servizi tecnologici Istituti finanziari [ ] Fornitori servizi logistici Associazioni di filiera Alcuni attori «secondari» assumono nuovi ruoli «primari»

30 Le grandi imprese L ampiamento della prospettiva dei membri della supply chain è particolarmente importante nel caso di grandi imprese Grande impresa Condivisione del rischio per diminuire il costo del capitale Stabilizzare la situazione economica di fornitori chiave Condivisione del rischio per diminuire il costo del capitale Stabilire relazioni privilegiate con i clienti Le grandi imprese sono nella posizione corretta per favorire la sostenibilità della Supply Chain: condividere il rischio in cambio di ricavi più certi e forniture più stabili

31 Gli istituti finanziari Banche come «fornitori» Fornitore = Bank Banca Banche come «clienti» Cliente Fornitore Banca Cliente = Banca I tre «ruoli» delle banche Banche come «provider» Fornitore Cliente Banca Banca Banche come fornitori di servizi finanziari a valore aggiunto Fornitore Banca Cliente In alcune tipologie di soluzioni, le banche possono rappresentano l «anello di collegamento» tra il ciclo dell ordine e la fornitura di specifici servizi finanziari innovativi. Questi servizi richiedono però visibilità e comprensione dei processi di supply chain.

32 I fornitori di servizi tecnologici Il contesto di Supply Chain Finance include anche una modificazione del ruolo dei fornitori di servizi finanziari Da venditori di hardware/software Alcuni esempi: Taulia: fatturazione elettronica e dynamic discounting Prime Revenue: fatturazione elettronica, servizi di instant payment Tradeshift: fatturazione elettronica e dynamic discounting OB10: fatturazione elettronica, piattaforma per l anticipo fattura e credito documentario [ ] a fornitori di servizi per l ottimizzazione del capitale circolante a catalizzatori di informazioni e visibilità sulla supply chain Come si catalizzano le informazioni sulla supply chain? Un esempio: la piattaforma di Taulia viene usata più per reperire informazioni sullo stato dei pagamenti ed aggiornare informazioni anagrafiche e commerciali che per il dynamic discounting.

33 Le associazioni di imprese Le associazioni di imprese possono giocare un ruolo chiave di aggregazione, coordinamento, filtro Associazioni di filiera Reti di imprese Distretti Comunità Locali [ ] La visibilità nei confronti della Supply Chain si tramuta in una possibilità di valutazione «autonoma e neutrale» delle diverse soluzioni di SCF applicate alla filiera Il ruolo di coordinatore permette di promuovere soluzioni e programmi di SCF che, a valle della valutazione fatta a livello di filiera, portano maggior valore all intera Supply Chain

34 Le payment institution Le payment institution sono organizzazioni che offrono servizi di pagamento elettronici senza essere istituti finanziari Secondo la direttiva 2007/64/CE, qualunque player della supply chain potrebbe richiedere la licenza per diventare payment institution e gestire pagamenti al dettaglio senza il supporto di un istituto finanziario Chi lo fa? Diversi player, anche a livello italiano: C-Card PayTripper Setefi Cabel IP Nella pratica: Sono potenziali fornitori di servizi di SCF, offrendo soluzioni di disaccoppiamento del ciclo commerciale attraverso strumenti di moneta elettronica. Sono un potenziale ibrido tra un istituto finanziario e un fornitore di servizi tecnologici

35 La «nuova» prospettiva: la Supply Chain Ogni attore deve assumere una «nuova prospettiva»: la prospettiva di Supply Chain Struttura della Supply Chain Dipendenze tra i nodi Stima dello stato di salute Quali sono i nodi della Supply Chain Come sono connessi? C è apertura verso gli scambi con l estero? Quantitative: qual è il valore degli scambi tra i nodi? Quanto di questo valore fa capo a fornitori Strutturare nazionali? Quanto soluzioni a export/import? di Supply Chain Finance significa Qualitative: effettuare Qual è lo una stato analisi e la qualità approfondita delle che relazioni porti ad tra una i nodi? conoscenza Esistono associazioni completa della di struttura filiera? Qual e delle è il livello dinamiche digitalizzazione? Supply Chain La Supply Chain ha ristrettezze di capitale? C è possibilità di ottimizzazione del ciclo commerciale dell intera Supply Chain? È possibile ottimizzare il capitale circolante attraverso uno sfruttamento migliore delle relazioni tra i nodi della Supply Chain?

36 Regione Lombardia NUOVE MISURE DI SUPPORTO AL CAPITALE CIRCOLANTE Servizi innovativi di Supply Chain Finance Alessandro Perego Politecnico di Milano, School of Management Risultati sviluppati all interno dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Alessandro Perego Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

Supply Chain Finance: nuove opportunità di. 16 giugno g 2014

Supply Chain Finance: nuove opportunità di. 16 giugno g 2014 Supply Chain Finance: nuove opportunità di collaborazione nella filiera Prof. Stefano Ronchi, Politecnico di Milano 16 giugno g 2014 Politecnico di Milano Fondato nel 1863 Tra le migliori 10 Università

Dettagli

Il Supply Chain Finance in Italia

Il Supply Chain Finance in Italia CBI 2013 Le innovazioni nel mercato transazionale: CBILL, Fattura Elettronica e Big Data Il Supply Chain Finance in Italia Stato dell arte e prospettive di sviluppo Alessandro Perego Politecnico di Milano,

Dettagli

Oltre la Fattura. I principali risultati dell Osservatorio. Cerreto Guidi, 27 luglio 2011

Oltre la Fattura. I principali risultati dell Osservatorio. Cerreto Guidi, 27 luglio 2011 I principali risultati dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione i Convegno La Fattura Elettronica Convegno La Fattura Elettronica L Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione

Dettagli

Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing

Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing AICS MEETING DAY 2014 Credito su misura: il factoring quale soluzione finanziaria e gestionale per le Imprese e le Filiere produttive Direzione Marketing 21 MAGGIO 2014 Agenda: Chi siamo Cos è il Factoring

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Dalla fatturazione elettronica alla Digital Supply Chain: prospettive di innovazione per banche, imprese e PA

Dalla fatturazione elettronica alla Digital Supply Chain: prospettive di innovazione per banche, imprese e PA Dalla fatturazione elettronica alla Digital Supply Chain: prospettive di innovazione per banche, imprese e PA Cristiano Salvini Responsabile Sviluppo Mercato Corporate e P.A., ICBPI Luogo, giorno Mese

Dettagli

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A.

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Arnaldo Cis, Direttore Commerciale Istituto Centrale delle Banche Popolari Roma, 02 dicembre 2010 Il Gruppo ICBPI oggi G O V E R N A N C

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK relators: Marcello

Dettagli

Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione

Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione Docente di Gestione dei Processi e dei Progetti La Sapienza Università di Roma Agenda Perché le ICT a supporto dei processi di gestione della

Dettagli

4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT

4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT 4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT La suite di prodotti 4 Trade & Finance I-Efficient copre tutta l operatività relativa all importazione ed all esportazione di merci ed alle relative forme di pagamenti. I-Efficient

Dettagli

La Tesoreria al passaggio obbligato: la gestione attiva della Supply Chain Finance. Andrea Guillermaz Piteco

La Tesoreria al passaggio obbligato: la gestione attiva della Supply Chain Finance. Andrea Guillermaz Piteco La Tesoreria al passaggio obbligato: la gestione attiva della Supply Chain Finance Andrea Guillermaz Piteco PITECO SpA PITECO PITECO nasce nel 1980. Con oltre 2500 Clienti, da 10 anni è il più importante

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Opportunità per le PMI per ottimizzare la gestione della filiera logistico

Dettagli

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda A. F. De Toni, Università di Udine AGENDA > Introduzione: i supply network > Effetti della variabilità della domanda

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 4 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 4 Modulo 4 Il Sistema Informativo per la gestione della catena di fornitura: Supply Chain Management; Extended

Dettagli

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce La potenza di Ariba per i clienti SAP I vantaggi del Collaborative Commerce Contenuti 4 9 10 12 14 18 20 22 24 Potenziare il Networked Business Una combinazione efficace Collaborative Commerce con Ariba

Dettagli

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Piergiorgio Licciardello Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Milano 11/11/2014 AGENDA Chi è Di.Tech

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso SIOS Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.4 Le opportunità per le imprese derivanti

Dettagli

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI Edizione fuori commercio - Vietata la riproduzione anche parziale www.adaci adaci.itit A JOB RIGHT NOW! Anno accademico 2008-2009 2009 LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

Dettagli

Cos'è. Questi servizi riguardano:

Cos'è. Questi servizi riguardano: UBI FACTOR Cos'è Il factoring è una combinazione di servizi finanziari e di gestione del credito che consentono ad una società di rafforzare sotto il profilo qualitativo e di valorizzare sotto quello finanziario

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

La Digitalizzazione dei processi di filiera

La Digitalizzazione dei processi di filiera Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione La Digitalizzazione dei processi di filiera Daniele Marazzi Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano Agenda L

Dettagli

COLLABORARE CON LA DISTRIBUZIONE

COLLABORARE CON LA DISTRIBUZIONE COLLABORARE CON LA DISTRIBUZIONE Agenda Il mercato e le spinte all ottimizzazione dei costi Le leve potenziali di ottimizzazione I centri di consolidamento come leva di ottimizzazione inbound La riduzione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo dell Ordine

Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo dell Ordine Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo dell Ordine Paolo A. Catti Politecnico di Milano paolo.catti@polimi.it Agenda Gli ambiti applicativi e l impatto sulla catena del valore I diversi mondi

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 A cura del Dott. Tommaso Ciritella Intesa San Paolo Camera di Commercio di Reggio Emilia Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere.

Dettagli

Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: la Fattura Elettronica

Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: la Fattura Elettronica Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: la Fattura Elettronica Marco Ghio, Responsabile Prodotti Transazionali Imprese Direzione Marketing Roma, 28 Maggio 2014 Come stanno cambiando i criteri

Dettagli

Fatturazione Elettronica e Digitalizzazione dei processi

Fatturazione Elettronica e Digitalizzazione dei processi Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica e Digitalizzazione dei processi Daniele Marazzi Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

Deutsche Bank Spa - Divisione Private & Business Clients

Deutsche Bank Spa - Divisione Private & Business Clients Deutsche Bank Spa - Divisione Private & Business Clients Modelli Organizzativi e Sistemi Informatici a Supporto del Segmento Private Banking - L Esperienza Deutsche Bank Italia Milano, 14 Ottobre 2004

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

AILOG, Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management

AILOG, Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management AILOG, Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management L efficienza della Supply Chain Sanitaria AILOG, L ASSOCIAZIONE ITALIANA DI LOGISTICA E DI SUPPLY CHAIN MANAGEMENT, E STATA FONDATA

Dettagli

ALBERT. copyright hventiquattro

ALBERT. copyright hventiquattro ALBERT ALBERT MONETIZZARE LE SCORTE Il tuo magazzino: da deposito a risorsa Albert agisce sulle fonti di finanziamento interno. Non tanto in termini di puro taglio dei costi, quanto di recupero di flussi

Dettagli

PRESENTAZIONE. ANTECS srl

PRESENTAZIONE. ANTECS srl PRESENTAZIONE ANTECS srl Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo. Henry Ford Antecs è una società che eroga servizi, progetta e sviluppa soluzioni di

Dettagli

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego alessandro.perego@polimi.it Milano, Matching 2009, 23 Novembre 2009 Non-solo-distribuzione La logistica non è solo distribuzione fisica

Dettagli

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Raffaele Secchi Operations & Technology Management Unit Agenda Il progetto di ricerca Fashion e SCM: gli

Dettagli

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero BICOCCA PER LE IMPRESE seminario Tecnologie Informatiche e Supply Chain Management (SCM), Università di Milano Bicocca 18.09.2003 Milano, 18 Settembre 2003 Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza

Dettagli

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA (CAP. 9) 1. Illustra le principali tipologie dei processi produttivi. Sulla base della diversa natura tecnologica del ciclo di produzione, i processi produttivi si distinguono

Dettagli

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Agenda Accordo tra ISP e Confindustria Piccola Industria: punti chiave Crescita: nuovo modello di servizio e specializzazione Credito:

Dettagli

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity: le origini Nella seconda metà degli anni 80, Ifitalia lancia sul mercato italiano il prodotto

Dettagli

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti Michele Benedetti Bologna, 22 aprile 2015 eprocurement, Fatturazione Elettronica: un unico processo Fornitore

Dettagli

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 Febbraio 2011 Finanza a supporto della crescita delle PMI Finanza a breve termine La capacità

Dettagli

Specialisti della Supply Chain

Specialisti della Supply Chain Specialisti della Supply Chain Link Management Srl Via S. Francesco, 32-35010 Limena (PD) Tel. 049 8848336 - Fax 049 8843546 www.linkmanagement.it - info@linkmanagement.it Analisi dei Processi Decisionali

Dettagli

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento.

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Company Profile 3 Chi siamo C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Tramite C-Card il Gruppo Cedacri amplia la sua proposta di servizi per

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Il Factoring nelle piccole e medie imprese

Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il contesto macroeconomico Il Sistema Bancario e le PMI L intervento del Factoring, 25 Gennaio 2010 1 Credemfactor Spa 2 2 Lo scenario Macroeconomico 3 3 Lo scenario

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

Il factoring internazionale

Il factoring internazionale Il factoring internazionale Internazionale prefazione Le operazioni di factoring sono in misura crescente effettuate con controparti cedenti e debitrici estere per effetto della crescente internazionalizzazione

Dettagli

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: oltre 8.000 clienti;

Dettagli

Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva

Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Paolo Catti paolo.catti@polimi.it Umberto Zanini umzanini@tin.it Giusella Finocchiaro giusella.finocchiaro@studiolegalefinocchiaro.it 20-21 giugno 2011

Dettagli

IDEAL QUANDO LE IDEE NON BASTANO SERVONO SOLUZIONI IDEALI. www.opentur.it tecnogie per il turismo. Gli strumenti per essere competitivi

IDEAL QUANDO LE IDEE NON BASTANO SERVONO SOLUZIONI IDEALI. www.opentur.it tecnogie per il turismo. Gli strumenti per essere competitivi IDEAL QUANDO LE IDEE NON BASTANO SERVONO SOLUZIONI IDEALI Gli strumenti per essere competitivi Più di 20 anni di attività ed esperienza e più di 60 clienti Soluzioni complete e consolidate focalizzate

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA. La soluzione ad impatto zero per Imprese, PA e Banche

FATTURAZIONE ELETTRONICA. La soluzione ad impatto zero per Imprese, PA e Banche FATTURAZIONE ELETTRONICA La soluzione ad impatto zero per Imprese, PA e Banche FATTURAZIONE ELETTRONICA: LA SOLUZIONE AD IMPATTO ZERO RA Computer propone al mercato la soluzione per la gestione della fattura

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

Credemfactor spa. Luciano Braglia Amministratore Delegato. Reggio Emilia 29 aprile 2016

Credemfactor spa. Luciano Braglia Amministratore Delegato. Reggio Emilia 29 aprile 2016 Credemfactor spa Luciano Braglia Amministratore Delegato Reggio Emilia 29 aprile 2016 Nuovo servizio on line che permette alle imprese di cedere i propri crediti in modo comodo, veloce, sicuro Il processo

Dettagli

Dall obbligo normativo all opportunità di business

Dall obbligo normativo all opportunità di business TECNOLOGIE E SOLUZIONI INFORMATICHE Guido Chiara Project Manager TESI SPA Dall obbligo normativo all opportunità di business www.gruppotesi.com L azienda e gli obblighi normativi BCM 196 231 262 SOX Basilea

Dettagli

ICT e strategie. L influenza delle ICT sulla strategia

ICT e strategie. L influenza delle ICT sulla strategia ICT e strategie Information Systems Design L influenza delle ICT sulla strategia 1. Miglioramento dei processi decisionali strategici e di pianificazione e controllo 2. Strumento per perseguire la strategia

Dettagli

La logistica e il commercio elettronico (e-business)

La logistica e il commercio elettronico (e-business) La logistica e il commercio elettronico (e-business) Webbit 2003, Padova andrea.payaro@unipd.it 1 Agenda La logistica Il commercio elettronico e il business elettronico Opportunità e vincoli dei modelli

Dettagli

Reti di INDUSTRIA 4.0

Reti di INDUSTRIA 4.0 DALLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ALLA DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN LA COMPETITIVITÀ DELLA SUPPLY CHAIN Bologna, 27 novembre 2015 Questa presentazione Imprese e competizione globale Supply Chain,

Dettagli

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale

Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre. Servizio Gateway Confidi. Claudio Mauro. Direttore Centrale Relazione Banche Confidi: rafforzare il rapporto di garanzia e andare oltre Servizio Gateway Confidi Claudio Mauro Direttore Centrale RA Computer Roma, 29 Novembre 2013 RA Computer In cifre Più di 300

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi I sistemi operazionali complementari Copyright 2011 Pearson Italia Sistemi di supporto primario all ERP Le aree tradizionalmente coperte dai sistemi ERP

Dettagli

Strategie e strumenti di pianificazione finanziaria

Strategie e strumenti di pianificazione finanziaria www.pwc.com/it Strategie e strumenti di pianificazione finanziaria Reggio Emilia, 28 maggio 2013 Agenda Introduzione il rischio di liquidità e gli strumenti per la sua gestione 1. Gestione della liquidità

Dettagli

Parte I Strategie di Supply Chain Management, Processi e Prestazioni 1. 1 Supply Chain Management: definizioni e concetti introduttivi

Parte I Strategie di Supply Chain Management, Processi e Prestazioni 1. 1 Supply Chain Management: definizioni e concetti introduttivi Indice Prefazione Premessa Introduzione XI XV XIX Parte I Strategie di Supply Chain Management, Processi e Prestazioni 1 1 Supply Chain Management: definizioni e concetti introduttivi 5 1.1 L evoluzione

Dettagli

Reingegnerizzazione dei processi del credito nelle banche della New Europe. Attività e riscontri

Reingegnerizzazione dei processi del credito nelle banche della New Europe. Attività e riscontri Reingegnerizzazione dei processi del credito nelle banche della New Europe. Attività e riscontri Fausto Galmarini Responsabile Direzione Crediti Milano Giugno 00 OBIETTIVO DELLA PRESENTAZIONE Presentare

Dettagli

Pianificazione e Gestione delle Scorte Sergio Cavalieri Università degli Studi di Bergamo

Pianificazione e Gestione delle Scorte Sergio Cavalieri Università degli Studi di Bergamo Pianificazione e Gestione delle Scorte Sergio Cavalieri Università degli Studi di Bergamo http://progest.unibg.it 1 Perché detenere le scorte Per coprire i picchi di domanda Per coprire il tempo e la distanza

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

Intesa Spa Ottobre 2015

Intesa Spa Ottobre 2015 Intesa Spa Ottobre 2015 TRUSTED DOC SOLUTIONS INDICE DEI CONTENUTI 3 5 6 7 8 15 17 INDUSTRY TREND & DYNAMIC ESIGENZE DI BUSINESS FOCUS SU AREE DI ATTIVITA NORMATIVA DI RIFERIMENTO OVERVIEW DELLA SOLUZIONE

Dettagli

Alleanze strategiche nelle SC

Alleanze strategiche nelle SC Alleanze strategiche nelle SC Modalità operative per una funzione logistica Attività interne (Gerarchia) Transazioni arm s lenght (Mercato) Forme intermedie Alleanze strategiche nella logistica Third-party

Dettagli

Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica GRUPPO TELECOM ITALIA Giugno 2014 Fatturazione Elettronica Telecom Italia National Wholesale Services.WIC. PIS PM: Margherita Pennazzi Cosa è la Fattura Elettronica Nel codice dell amministrazione digitale

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAMECCANICA.

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAMECCANICA. Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAMECCANICA.DATA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.5

Dettagli

La sicurezza delle reti Necessità o anche opportunità? da parte dell utilizzatore

La sicurezza delle reti Necessità o anche opportunità? da parte dell utilizzatore La sicurezza delle reti Necessità o anche opportunità? da parte dell utilizzatore Dario Carnelli dario.carnelli@yahoo.it 3493126742 mi trovate su Linkedin Dario Carnelli l esperienza il metodo Gruppo Deutsche

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

Supply Chain & Financial Value Chain

Supply Chain & Financial Value Chain TECNOLOGIE E SOLUZIONI INFORMATICHE Andrea Ghione Account Manager TESI SPA Supply Chain & Financial Value Chain La Fatturazione Elettronica quale snodo tecnologico tra processi Commerciali e Finanziari.

Dettagli

Libera Università Maria SS. Assunta

Libera Università Maria SS. Assunta Libera Università Maria SS. Assunta Corso di Economia e Gestione delle Imprese La gestione finanziaria 1 Definizione Alla funzione finanziaria è affidato il complesso di decisioni ed operazioni volte a

Dettagli

La Ricerca: un primo bilancio e i nuovi possibili scenari

La Ricerca: un primo bilancio e i nuovi possibili scenari S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La fatturazione elettronica: dall obbligo all opportunità La Ricerca: un primo bilancio e i nuovi possibili scenari Paolo A. Catti 19 maggio 2015, Sala Convegni

Dettagli

Sellers Ln. Buyers Rd. M e d i c a l L o g i c B u y e r. Logisan

Sellers Ln. Buyers Rd. M e d i c a l L o g i c B u y e r. Logisan Logisan Buyers Rd. Sellers Ln. Non riuscivo a trovare l'auto sportiva dei miei sogni, così l'ho costruita da solo... Ferdinand Porsche Mission Ottimizziamo i processi aziendali che da sempre affliggono

Dettagli

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Forum Banche e PA 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA E E- PROCUREMENT InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Fabrizio Leoni Npd Manager, Infocert Spa 23 Novembre 2015,

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo Premio Innovazione ICT Smau Business Roma 1 Pierantonio Macola Amministratore Delegato Smau 2 Il nuovo ruolo di Smau In due giorni tutta l innovazione di cui hanno bisogno le imprese e le Pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi di Vendor Assessment Tel. 02 38608265 Fax. 0238608901 Tel. 02 02 72546759 La valutazione del rischio fornitori in meno tempo, riducendo

Dettagli

Osservatorio sul Documento Digitale

Osservatorio sul Documento Digitale Osservatorio sul Documento Digitale primo rapporto Sintesi dei risultati Aprile 2006 1 INDICE 1 EXECUTIVE SUMMARY... 4 2 OBIETTIVI E METODOLOGIA... 6 3 GESTIONE DOCUMENTALE E DOCUMENTO DIGITALE... 7 4

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Il target costing Che cosa è il target costing. In prima analisi. E un metodo di calcolo dei costi, utilizzato in fase di progettazione di nuovi prodotti,

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Sistemi avanzati per la gestione della supply chain: i sistemi advanced planning

Dettagli

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione School of Management Politecnico di Milano 20 Giugno 2012 Agenda Task 1 Il monitoraggio della diffusione Le attività e gli obiettivi La metodologia

Dettagli

Fatturazione elettronica: oltre le barriere affidando alla banca l intero processo

Fatturazione elettronica: oltre le barriere affidando alla banca l intero processo Fatturazione elettronica: oltre le barriere affidando alla banca l intero processo Roberto Gorlier Direzione Commerciale/Responsabile Trade Italia ed estero 1 Roma, 20 novembre 2007 Le fatture scambiate

Dettagli

TecAlliance: il successo di essere indipendenti!

TecAlliance: il successo di essere indipendenti! TecAlliance: il successo di essere indipendenti! Soluzioni consolidate e standard per il libero mercato degli autoricambi Evoluzione Processi integrati Sviluppo Sfida del mercato Sostenibilità Esperienza

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

ASPETTI ECONOMICO-AZIENDALI DEL CONTRATTO DI RETE

ASPETTI ECONOMICO-AZIENDALI DEL CONTRATTO DI RETE ASPETTI ECONOMICO-AZIENDALI DEL CONTRATTO DI RETE Tommaso Perfetti dottore di ricerca in economia aziendale dottore commercialista e revisore dei conti 8 febbraio 2013 Il concetto di aggregazione aziendale

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE

STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE Dr. GIANCARLO BIANCHI Trade & Export Finance BANCA POPOLARE DI VICENZA Vicenza, 23 febbraio 2015 Un recente sondaggio ha evidenziato

Dettagli

IL NODO DEI PAGAMENTI NELL ESPERIENZA DI REGIONE LOMBARDIA. Manuela Giaretta

IL NODO DEI PAGAMENTI NELL ESPERIENZA DI REGIONE LOMBARDIA. Manuela Giaretta IL NODO DEI PAGAMENTI NELL ESPERIENZA DI REGIONE LOMBARDIA Manuela Giaretta 23 gennaio 2014 Strumenti elettronici di pagamento Regione Lombardia è stata tra le prime Regioni ad introdurre l ordinativo

Dettagli

Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti

Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti Osservatorio ITS School of Politecnico di Milano Alessandro Perego 14 Novembre 2007 L Osservatorio Intelligent

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

10 domande e 10 risposte

10 domande e 10 risposte 10 domande e 10 risposte Lo sapevate che... Il factoring è uno strumento per gestire professionalmente i crediti ed è un complemento ideale del finanziamento bancario. Il factoring è utile per tutte le

Dettagli

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Paolo Chiaverini Amministratore Delegato i-faber S.p.A. MAGGIORE CENTRALITÀ DEGLI ACQUISTI NELLE AZIENDE:

Dettagli

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE LA LOGISTICA E IL NOSTRO CORE BUSINESS LA COMPETENZA DEI GRANDI LA FLESSIBILITA

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale Academy Lindt Academy Percorso di Formazione Manageriale EDIZIONE 2010-2011 Academy Da dove siamo partiti Dal desiderio di definire un percorso che miri a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con

Dettagli