Servizi innovativi di Supply Chain Finance

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizi innovativi di Supply Chain Finance"

Transcript

1 Regione Lombardia NUOVE MISURE DI SUPPORTO AL CAPITALE CIRCOLANTE Servizi innovativi di Supply Chain Finance Alessandro Perego Politecnico di Milano, School of Management Risultati sviluppati all interno dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano

2 Agenda IL CONCETTO DI SUPPLY CHAIN FINANCE LE PRINCIPALI SOLUZIONI ATTORI E RUOLI IN UN SISTEMA DI SUPPLY CHAIN FINANCE

3 Il concetto di Corporate Finance tradizionale Corporate Finance Obiettivo Unità d analisi Approccio verso i vincoli di capitale Approccio al ciclo commerciale Ruolo del sistema finanziario Ottimizzare le decisioni di finanziamento aziendali Singola impresa Aumenti di capitale o contrazione nuovo debito Diminuzione giorni crediti e scorte, aumento gg debiti Fornire forme canoniche di debito Parti coinvolte nel processo decisionale Azienda, istituti finanziari

4 Alcune definizioni di Supply Chain Finance Il Supply Chain Finance è l insieme di prodotti e servizi che un istituto finanziario offre per facilitare la gestione dei flussi fisici e informativi all interno della supply chain. [Camerinelli, 2008] una soluzione finanziaria innovativa che unisce le imprese della supply chain con vincoli di capitale e le banche, riduce lo BI rischio tra fornitura e domanda di flussi finanziari, e crea valore nella Supply Chain con vincoli di capitale. [Chen & Hu, 2011] l ottimizzazione inter-aziendale dei processi di integrazione così come di finanziamento tra clienti, fornitori, e «provider» in modo da incrementare il valore delle organizzazioni coinvolte. [Pfohl & Gomm, 2009] un approccio per cui due, o più, organizzazioni in una supply chain, inclusi «provider» terzi, collaborano per creare valore attraverso la pianificazione, il governo, ed il controllo dei flussi finanziari ad un livello inter-aziendale. [Hofmann, 2005] un insieme di soluzioni che combinano soluzioni tecnologiche a servizi finanziari, che uniscono le imprese cardine della catena del valore globale, i loro fornitori, istituti finanziari e spesso fornitori di servizi tecnologici. Sono disegnate per migliorare l efficacia della fornitura di capitale nella Supply Chain, prevenendo sbilanci di capitale e migliorando la visibilità, disponibilità e costo del capitale per tutte le organizzazioni coinvolte. [Lamoureux & Evans, 2011]

5 La «nostra» definizione Il Supply Chain Finance è un approccio che mira all incremento dell efficacia degli scambi finanziari inter-aziendali riducendo lo sbilanciamento tra domanda ed offerta di capitale attraverso l implementazione di soluzioni innovative che sfruttano una conoscenza approfondita di dinamiche e relazioni della supply chain Le soluzioni sono abilitate da strumenti informatici che forniscono visibilità sugli scambi informativi all interno del ciclo ordine/pagamento La presenza di un istituto finanziario non è necessaria

6 Supply Chain Finance vs. Corporate Finance Obiettivo Unità d analisi Corporate Finance Ottimizzare le decisioni di finanziamento aziendali Singola impresa Supply Chain Finance Ottimizzare i flussi finanziari nella supply chain Supply chain Approccio verso i vincoli di capitale Approccio al ciclo commerciale Ruolo del sistema finanziario Parti coinvolte nel processo decisionale Aumenti di capitale o contrazione nuovo debito Diminuzione giorni crediti e scorte, aumento gg debiti Fornire forme canoniche di debito Azienda, istituti finanziari Ottimizzare flussi finanziari Uso trade-off per ottimizzare ciclo dell intera supply chain «Fornitori di servizi finanziari a valore aggiunto» Membri della supply chain, eventuali terze parti

7 Il valore aggiunto del Supply Chain Finance Il Supply Chain Finance aggiunge tre dimensioni di valore rispetto al Corporate Finance tradizionale La logica di processo: dal pagamento all integrazione dell interno ciclo dell ordine La logica di relazione: dal focus intra-aziendale a quello inter-aziendale La logica di «pooling»: dal focus mono-aziendale alla logica della comunità

8 Allineamento La logica di processo alla considerazione Fornitore dell intero ciclo dell ordine Da soluzioni finanziarie focalizzate sul pagamento Istituto finanziario Ordine Consegna Fatturazione Pagamento Cliente Considerare l intero processo «amplifica»i benefici (più finanziamento, meno rischi) rispetto a soluzioni finanziarie focalizzate sul pagamento

9 La logica di relazione Da un focus intraaziendale alla considerazione delle relazioni con i membri della supply chain La considerazione delle relazioni di filiera riduce i rischi di finanziamento e abilita modelli di finanziamento collaborativi nella filiera

10 La logica di «pooling» Da un punto di vista mono-aziendale alla logica della comunità Comunità La «comunità» (supply chain, distretto, area, rete) permette il raggiungimento di adeguata massa critica con economie di scala e condivisione rischi

11 Agenda IL CONCETTO DI SUPPLY CHAIN FINANCE LE PRINCIPALI SOLUZIONI ATTORI E RUOLI IN UN SISTEMA DI SUPPLY CHAIN FINANCE

12 Come si crea valore Come è possibile creare valore attraverso l implementazione di soluzioni di Supply Chain Finance? Bilanciando domanda e disponibilità di capitale circolante riducendo «Costi&Rischi» Riducendo il valore totale di capitale circolante attraverso la collaborazione nella Supply Chain Finanziamenti innescati da eventi nella supply chain «fisica» Condizioni favorevoli garantite dal membro della Supply Chain più forte Termini di pagamento e sconti dinamici Riduzione delle scorte Riduzione del lead time del ciclo industriale Aumento dell accuratezza Supply Chain Finance attraverso riallocazione del capitale circolante Supply Chain Finance attraverso riduzione del capitale circolante

13 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

14 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

15 Allineamento dati 1. Digitalizzazione ed automazione del ciclo ordine-pagamento: i benefici I benefici della Conservazione Sostitutiva, della Fatturazione Elettronica e della completa Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento Gli studi di caso - ca Casi approfonditi - ca Quick ROI Assessment Conservazione dell attivo Benefici: tra 1 e 3 /documento Tempo di payback: < 1 anno Fonte beneficio: spazio, materiali Fornitore Ordine Cliente Consegna Fatturazione Pagamento Conservazione (scansione) del passivo Benefici: tra 1 e 2 /doc Tempo di payback: < 2 anni Fonte beneficio: spazio, materiali, ricerche Sistema Bancario Fatturazione elettronica non strutturata Benefici: tra 4 e 5 /fattura Tempo di payback: < 2 anni Fonte beneficio: trasmissione, spazio, materiali, ricerche documenti Fatturazione elettronica strutturata Benefici: tra 8 e 12 /fattura Tempo di payback: < 1 anno Fonte beneficio: produttività del personale Completa integrazione dematerializzazione Benefici: tra 30 e 80 /ciclo Tempo di payback: < 1 anno Fonte beneficio: produttività del personale, maggiore accuratezza

16 Allineamento dati 1. Digitalizzazione ed automazione del ciclo ordine-pagamento: oltre i benefici economici La digitalizzazione e automazione del ciclo dell ordine permette di conseguire benefici di efficacia nella parte finanziaria del ciclo (fatturazione-pagamento) Accuratezza lato attivo Più controllo sul capitale per gestire le fatture attive, ottimizzazione del rapporto coi fornitori Fornitore Ordine Cliente Sistema Bancario Consegna Fatturazione Pagamento Ottimizzazione dei processi di tesoreria Nel complesso, digitalizzazione e automazione del ciclo portano a processi di tesoreria accurati: Riduzione del tempo di ciclo Riduzione del volume di capitale richiesto Miglioramento delle relazioni di filiera Accuratezza lato passivo Meno giorni per incassare i crediti commerciali, più controllo sul capitale, miglior rapporto con i clienti

17 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

18 Attore principale 2.1 Riallocazione del capitale circolante: il disaccoppiamento del ciclo commerciale Il capitale circolante può essere ottimizzato attraverso l introduzione di un punto di disaccoppiamento tra l incasso del credito e la liquidazione del debito Richiede una terza parte che offra il finanziamento e disaccoppi il ciclo È la macro-famiglia di soluzioni di SCF più frequente Può essere classificata in base alla posizione del punto di disaccoppiamento all interno del ciclo dell ordine e dell attore «focale» della soluzione Programmi focalizzati sul fornitore Finanziamenti prespedizione Finanziamenti postspedizione BPO/Lettera di credito Anticipo fattura Factoring Programmi focalizzati sul cliente «Supplier Finance» Reverse factoring Dopo l ordine Dopo la spedizione Dopo la fattura Posizione del punto di disaccoppiamento

19 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: FINANZIAMENTI POST-SPEDIZIONE Insieme di soluzioni per le quali un fornitore riceve un finanziamento una volta dimostrata la spedizione (spesso export) dei beni, che ripaga alla maturità della fattura Chi lo fa? Alcune grandi realtà bancarie europee: Royal bank of Scotland Deutsche Bank Standard Chartered [ ] Alcuni istituti specializzati europei: ASYX international Ariba [ ] Comune in paesi ad alta propensione all export (es..: India) I benefici Per il fornitore: Amplifica la riduzione del ciclo commerciale rispetto a soluzioni «tradizionali» Facilita l export Può ridurre il rischio (dipende da contratto) Per il cliente: Facilita l import a società con basso rating Per l istituto finanziario: Maggiori ricavi

20 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: FINANZIAMENTI PRE-SPEDIZIONE Insieme di soluzioni per le quali un fornitore riceve un finanziamento usando come collaterale l ordine, ripagandolo all incasso della fattura Chi lo fa? Alcune grandi realtà bancarie: Unicredit JP Morgan [ ] Alcuni istituti specializzati: TradeCredit (USA+Europa+Asia) PremiumTechnology (USA+Asia) [ ] I benefici Simili ai vantaggi dei finanziamenti postspedizione, ma amplificati dal posizionamento del punto di disaccoppiamento al primo istante disponibile (l ordine)

21 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? Il protocollo è sviluppato dal consorzio bancario internazionale «SWIFT». È offerto da: 45 banche appartenenti a «SWIFT» Di cui 15 tra le prime 20 banche commerciali al mondo Non offerto in Italia BPO Il «Bank Payment Obligation» è una lettera di credito digitalizzata attraverso cui la banca di un fornitore garantisce alla banca di un cliente il pagamento di un ordine a fronte di un collaterale, in modo che quest ultima possa anticiparne una parte I benefici Il BPO è un tipo particolare di credito documentario che ne amplifica i benefici rispetto alle soluzioni tradizionali (es.: L/C), sfruttando la digitalizzazione: tempi di processo minori si traducono in una maggiore riduzione del ciclo commerciale

22 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? La maggior parte degli attori che offrono le soluzioni di factoring «tipico» La maggior parte delle banche e società specializzate ed ad hoc (Finfactor, Factorcoop, ) REVERSE FACTORING Simile al Factoring, nel «reverse» è un cliente (tipicamente di grandi dimensioni) a rivolgersi all istituto finanziario affinché esso anticipi ai fornitori il valore delle fatture, riscuotendone poi il valore maggiorato a maturità I benefici Per il cliente: Riduzione tempi ciclo commerciale Stabilità economica dei fornitori Per i fornitori: Diminuzione ciclo commerciale Per l istituto finanziario: Maggiori ricavi

23 Un focus sulle soluzioni Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? Alcune grandi realtà internazionali verso i loro fornitori con il supporto di uno o più istituti finanziari: Rolls Royce «supplier finance program»: offre linea di credito a suo costo del debito, 150 mln$ complessivi, supportato da Citibank Wall s Mart «supplier alliance program»: fattura come collaterale, interessi basati sul suo rating «AA»; supportato da più banche «SUPPLIER FINANCE» Un cliente (solitamente di grandi dimensioni) mette a disposizione una linea di credito al suo costo del debito da cui i fornitori possono prelevare capitale secondo regole prefissate per finanziare il ciclo produttivo dei beni venduti al cliente I benefici Per il fornitore: Accesso a credito a costo minore Riduzione del ciclo commerciale Per il cliente: Rafforzo relazioni con fornitori chiave Possibile riduzione ciclo commerciale Per l istituto finanziario Aumento ricavi Riduzione del rischio

24 2.2 Riallocazione del capitale circolante: termini di pagamento dinamici Sconto Il capitale circolante può essere riallocato attraverso l utilizzo di trade-off interni alla filiera Tali soluzioni presentano leve decisionali dal lato del cliente (es.: decidere quando pagare all interno di un intervallo) Può esserci o meno una terza parte Trade credit Pratica commerciale diffusa negli USA: due parti concordano termini di pagamento per i quali se il cliente salda la fattura entro un certo numero di giorni ha diritto ad uno sconto, altrimenti è tenuto a pagare entro il termine ultimo 1,2% 1,0% 0,8% 0,6% Trade credit «0.5% 30 net 60» Dynamic Discounting Il cliente può decidere quando saldare una fattura entro un certo intervallo, rivedendo uno sconto proporzionale ai giorni di anticipo 0,4% 0,2% rispetto alla data ultima concordata 0,0% Dynamic discounting (il cliente seleziona un punto sul segmento) Giorni

25 2.3 Riallocazione del capitale circolante: sfruttare la logica della comunità Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta: Chi lo fa? Poche piattaforme recenti, a livello Europeo e internazionale: Debitos (Germania) Faktura Börsen (Svezia) Market Invoice (GB) Platform Black (GB) The Receivable Market (USA) I «MERCATI DEI CREDITI COMMERCIALI» Un fornitore carica su un portale i dati di una fattura; all interno di parametri da lui definiti, i membri della comunità offrono anticipi fattura. Il finanziatore «vincitore» anticipa l ammontare e ottiene, al netto del corrispettivo del gestore della piattaforma, il compenso prefissato I benefici Per il fornitore: Minore/nessuna necessità di garanzie personali (valutazione con sistema di «feedback») Riduzione del ciclo commerciale Accesso ad anticipi con minore burocrazia Per il finanziatore e il fornitore del portale: Aumento ricavi

26 Le tre «macro-famiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance Possono essere identificate tre «macrofamiglie» di soluzioni di Supply Chain Finance 1.Digitalizzazione e automazione del ciclo ordine/pagamento 2. Riallocazione/ bilanciamento del capitale circolante 3. Riduzione del capitale circolante attraverso la Supply Chain Collaboration

27 3. Riduzione del capitale circolante complessivo: Supply Chain Collaboration Un esempio: Le soluzioni di «Supply Chain Collaboration» (VMI, CPF, CPFR) sfruttano il legame tra i membri della Supply Chain per: Ridurre le scorte Diminuire l incertezza Migliorare l accuratezza e diminuire la domanda totale di capitale circolante all interno della Supply Chain Il VMI (Vendor Managed Inventory): un fornitore monitora il livello di scorte a valle ed effettua riordini autonomamente secondo vincoli contrattuali Chi lo fa? Progetti: Automotive/Eldom Realtà del largo consumo Ricambi Auto Farmacie/Ospedali I benefici Per il fornitore: Riduzione del capitale circolante Riduzione costi per aumento accuratezza Aumento ricavi per riduzione mancate vendite Per il cliente: Riduzione del capitale circolante Aumento ricavi per riduzione mancate vendite Diffusione della soluzione: Digitalizzazione richiesta:

28 Agenda IL CONCETTO DI SUPPLY CHAIN FINANCE LE PRINCIPALI SOLUZIONI ATTORI E RUOLI IN UN SISTEMA DI SUPPLY CHAIN FINANCE

29 Attori e ruoli in un sistema di Supply Chain Finance La definizione di attori e ruoli in un sistema di Supply Chain Finance richiede un necessario allargamento di prospettiva Il ruolo e la prospettiva dei membri tradizionali della supply chain cambia Fornitori di servizi tecnologici Istituti finanziari [ ] Fornitori servizi logistici Associazioni di filiera Alcuni attori «secondari» assumono nuovi ruoli «primari»

30 Le grandi imprese L ampiamento della prospettiva dei membri della supply chain è particolarmente importante nel caso di grandi imprese Grande impresa Condivisione del rischio per diminuire il costo del capitale Stabilizzare la situazione economica di fornitori chiave Condivisione del rischio per diminuire il costo del capitale Stabilire relazioni privilegiate con i clienti Le grandi imprese sono nella posizione corretta per favorire la sostenibilità della Supply Chain: condividere il rischio in cambio di ricavi più certi e forniture più stabili

31 Gli istituti finanziari Banche come «fornitori» Fornitore = Bank Banca Banche come «clienti» Cliente Fornitore Banca Cliente = Banca I tre «ruoli» delle banche Banche come «provider» Fornitore Cliente Banca Banca Banche come fornitori di servizi finanziari a valore aggiunto Fornitore Banca Cliente In alcune tipologie di soluzioni, le banche possono rappresentano l «anello di collegamento» tra il ciclo dell ordine e la fornitura di specifici servizi finanziari innovativi. Questi servizi richiedono però visibilità e comprensione dei processi di supply chain.

32 I fornitori di servizi tecnologici Il contesto di Supply Chain Finance include anche una modificazione del ruolo dei fornitori di servizi finanziari Da venditori di hardware/software Alcuni esempi: Taulia: fatturazione elettronica e dynamic discounting Prime Revenue: fatturazione elettronica, servizi di instant payment Tradeshift: fatturazione elettronica e dynamic discounting OB10: fatturazione elettronica, piattaforma per l anticipo fattura e credito documentario [ ] a fornitori di servizi per l ottimizzazione del capitale circolante a catalizzatori di informazioni e visibilità sulla supply chain Come si catalizzano le informazioni sulla supply chain? Un esempio: la piattaforma di Taulia viene usata più per reperire informazioni sullo stato dei pagamenti ed aggiornare informazioni anagrafiche e commerciali che per il dynamic discounting.

33 Le associazioni di imprese Le associazioni di imprese possono giocare un ruolo chiave di aggregazione, coordinamento, filtro Associazioni di filiera Reti di imprese Distretti Comunità Locali [ ] La visibilità nei confronti della Supply Chain si tramuta in una possibilità di valutazione «autonoma e neutrale» delle diverse soluzioni di SCF applicate alla filiera Il ruolo di coordinatore permette di promuovere soluzioni e programmi di SCF che, a valle della valutazione fatta a livello di filiera, portano maggior valore all intera Supply Chain

34 Le payment institution Le payment institution sono organizzazioni che offrono servizi di pagamento elettronici senza essere istituti finanziari Secondo la direttiva 2007/64/CE, qualunque player della supply chain potrebbe richiedere la licenza per diventare payment institution e gestire pagamenti al dettaglio senza il supporto di un istituto finanziario Chi lo fa? Diversi player, anche a livello italiano: C-Card PayTripper Setefi Cabel IP Nella pratica: Sono potenziali fornitori di servizi di SCF, offrendo soluzioni di disaccoppiamento del ciclo commerciale attraverso strumenti di moneta elettronica. Sono un potenziale ibrido tra un istituto finanziario e un fornitore di servizi tecnologici

35 La «nuova» prospettiva: la Supply Chain Ogni attore deve assumere una «nuova prospettiva»: la prospettiva di Supply Chain Struttura della Supply Chain Dipendenze tra i nodi Stima dello stato di salute Quali sono i nodi della Supply Chain Come sono connessi? C è apertura verso gli scambi con l estero? Quantitative: qual è il valore degli scambi tra i nodi? Quanto di questo valore fa capo a fornitori Strutturare nazionali? Quanto soluzioni a export/import? di Supply Chain Finance significa Qualitative: effettuare Qual è lo una stato analisi e la qualità approfondita delle che relazioni porti ad tra una i nodi? conoscenza Esistono associazioni completa della di struttura filiera? Qual e delle è il livello dinamiche digitalizzazione? Supply Chain La Supply Chain ha ristrettezze di capitale? C è possibilità di ottimizzazione del ciclo commerciale dell intera Supply Chain? È possibile ottimizzare il capitale circolante attraverso uno sfruttamento migliore delle relazioni tra i nodi della Supply Chain?

36 Regione Lombardia NUOVE MISURE DI SUPPORTO AL CAPITALE CIRCOLANTE Servizi innovativi di Supply Chain Finance Alessandro Perego Politecnico di Milano, School of Management Risultati sviluppati all interno dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Price list per il servizio di Non-Executing Broker. Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.4 del Regolamento

Price list per il servizio di Non-Executing Broker. Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.4 del Regolamento Price list per il servizio di Non-Executing Broker Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.4 del Regolamento In vigore dal 1 marzo 2015 Indice 1.0 2.0 3.0 Corrispettivo annuale di accesso al servizio

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Osservatorio Internet of Things

Osservatorio Internet of Things Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, angela.tumino@polimi.it Innovation Day, 25 Settembre 2014 L Internet of

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

I fornitori che hanno scelto di partecipare nel corso degli ultimi tre anni stanno sperimentando i numerosi vantaggi connessi con OB10,ad esempio:

I fornitori che hanno scelto di partecipare nel corso degli ultimi tre anni stanno sperimentando i numerosi vantaggi connessi con OB10,ad esempio: Spett.le Fornitore, 20 Settembre 2010 Per iniziativa di General Motors (GM), al fine di migliorare la qualità del servizio ai Ns Fornitori, è stata introdotta nell Ottobre 2005 una strategia che permette

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Una Crescita Possibile

Una Crescita Possibile Accordo 2014/2015 Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria Una Crescita Possibile INTESA SANPAOLO S.p.A. in seguito denominata Intesa Sanpaolo o "Banca" con sede in Torino, Piazza San Carlo 156,

Dettagli

LIVELLO STRATEGICO E TATTICO

LIVELLO STRATEGICO E TATTICO Corso di Laurea Triennale in INGEGNERIA GESTIONALE Anno Accademico 2012/13 Prof. Davide GIGLIO 1 ESEMPI DI PROBLEMI DECISIONALI LIVELLO STRATEGICO Capacity growth planning LIVELLO TATTICO Aggregate planning

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli