Creare una Balanced Score Card della Supply Chain

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Creare una Balanced Score Card della Supply Chain"

Transcript

1 Creare una Balanced Score Card della Supply Chain Da tempo si parla di Balanced Score Cards in ambito SCM, ma molti tendono ancora ad identificare le BSC con i KPI s di antica memoria. L intervento, oltre ad una breve presentazione teorica di cosa è una BSC, fornirà un esempio di come procedere nella identificazione dei Fattori critici di successo e conseguentemente nella costruzione di una BSC per il processo di SCM Sabatino Beretta Segesta - Milano

2 GSCM GOVERNANCE : Sistemi di monitoraggio e controllo La BSC del Processo di Supply Chain Management Il modello di Norton e Kaplan Prospettiva Finanziaria Prospettiva Processo Vision e Strategia Prospettiva Cliente Prospettiva Personale

3 GSCM GOVERNANCE : Sistemi di monitoraggio e controllo La BSC del Processo di Supply Chain Management Prospettiva Finanziaria velocità di risposta flessibilità ai cambiamenti time to market nuovi prodotti Prospettiva Processo Vision e Strategia Prospettiva Cliente Definire la Vision del processo di SCM, sviluppare e formalizzare la Strategia necessaria per raggiungere quanto ipotizzato dalla Vision Prospettiva Personale

4 GSCM GOVERNANCE : Sistemi di monitoraggio e controllo La BSC del Processo di Supply Chain Management Prospettiva Finanziaria valori di immobilizzo incrementi prduttività Prospettiva Processo trend costi produzione Vision e Strategia Prospettiva Cliente Definire i CSFs rilevanti in ambito Finance, ed i KPIs atti a monitorarne l andamento Prospettiva Personale

5 GSCM GOVERNANCE : Sistemi di monitoraggio e controllo La BSC del Processo di Supply Chain Management Definire i CSFs rilevanti Prospettivain Finanziaria ambito Customers, ed i KPIs atti a monitorarne l andamento Prospettiva Processo Vision e Strategia satisfaction fidelizzazione new entries Prospettiva Personale Prospettiva Cliente

6 GSCM GOVERNANCE : Sistemi di monitoraggio e controllo La BSC del Processo di Supply Chain Management Definire i CSFs rilevanti Prospettiva in ambito Finanziaria People, ed i KPIs atti a monitorarne l andamento Prospettiva Processo Vision e Strategia satisfaction turn over crescita interna Prospettiva Cliente Prospettiva Personale

7 GSCM GOVERNANCE : Sistemi di monitoraggio e controllo La BSC del Processo di Supply Chain Management affidabilità interna Prospettiva Finanziaria affidabilità fornitori affidabilità distribuzione innovazione Prospettiva Processo Vision e Strategia Prospettiva Cliente Definire i CSFs rilevanti in ambito Processi, ed i KPIs atti a monitorarne l andamento Prospettiva Personale

8 GSCM GOVERNANCE : ma la Supply Chain ha degli obiettivi diversi in funzione delle strategie di mercato dell azienda Farmaceutica SCHEMA DI SUPPLY CHAIN PHARMA SUPPLY CHAIN PHARMA PMI ITALIANA FARMACIE FARMACIE DEPOSITO GROSSISTI GROSSISTI FORNITORI DEPOSITO AZIENDA Semilavorato e Finito OSPEDALI FORNITORI (In parte anche non italiani) AZIENDA Semilavorato e Finito A volte il processo di produzione completamente o in parte è terziarizzato) OSPEDALI SUPPLY CHAIN PHARMA MULTINAZIONALE SUPPLY CHAIN PHARMA TERZISTA OPERATIONS MKT COMPANY FARMACIE GROSSISTI FORNITORI (In parte anche non italiani) FORNITORI (l approvigiona mento può essere gestito direttamente dal terzista, o dall Azienda)) TERZISTA Semilavorato e Finito A volte il processo di produzione completamente o in parte è terziarizzato) DEPOSITO FORNITORI (In larga parte globali) AZIENDA Semilavorato AZIENDA Finito (Spesso allocato a ( Non necessariamente centri di eccellenza allocato allo stesso che possono essere stabilimento che di proprietà produce il semilavorato, dell azienda o i centri di terziarizzati) ; confezionamento fisicamente dislocati possono essere di in diffrenti countries proprietà dell azienda o terziarizzati) ; fisicamente dislocati in diffrenti countries DEPOSITO OSPEDALI MKT COMPANIES

9 GSCM GOVERNANCE : Perché una Balanced ScoreCard nella Supply Chain La Balanced ScoreCard nella Supply Chain oltre che dare un Controllo Bilanciato nella gestione operativa della Supply Chain diventa un ottimo supporto agli indicatori di performance a livello di impresa, utile anche a valorizzare meglio il ruolo e le attività svolte dal Supply Chain Manager. Ma come arrivare alla definizione dei componenti della Balanced Score Card della Supply Chain Aziewndale? Nelle seguenti pagine proponiamo un possibile approccio.

10 GSCM GOVERNANCE: Inoltre gli obiettivi Strategici nel settore Pharma non sono uguali tra le varie tipologie di industria SCHEMA DI SUPPLY CHAIN PHARMA SUPPLY CHAIN PHARMA TERZISTA SUPPLY CHAIN PHARMA PMI ITALIANA SUPPLY CHAIN PHARMA MULTINAZIONALE OPERATIONS MKT COMPANY MKT COMPANIES

11 GSCM GOVERNANCE : Strategia di impresa e Obiettivi della Supply Chain SCHEMA DI SUPPLY CHAIN PHARMA SUPPLY CHAIN PHARMA TERZISTA SUPPLY CHAIN PHARMA PMI ITALIANA OPERATIONS MKT COMPANY MKT COMPANIES

12 GSCM GOVERNANCE : ma gli obiettivi Strategici nel settore Pharma non sono uguali tra le varie tipologie di industria (di )

13 GSCM GOVERNANCE : ma gli obiettivi Strategici nel settore Pharma non sono uguali tra le varie tipologie di industria (2 di ) Operating Margin SGA CORPORATE IT TELECOM / NETWORK REAL ESTATE HR PROCUREMT. (Non MRP) BUSINESS MGMT. FINANCIAL MGMT. Application Development Operating / Maint. Lease Salary Office Supplies Strategic Planning Planning Cost of Capital / Assets Operating / Maint. Premesis (Cabling, Equip., etc.) RE Administration Benefits Office Equipment Capital Budgeting Cash / Budget Management End User Support Network Services Furnishings Payroll Processing Travel Expense Accounting Measurement Relative Importance of Improving Value Drivers Critical End User Support IMAC (Install, Move, Add Change) Recruiting Assessment / Evaluation Event Gen l Marcom (not prod/seg specific) Important Training Not Essential

14 GSCM GOVERNANCE : ma gli obiettivi Strategici nel settore Pharma non sono uguali tra le varie tipologie di industria ( di ) Operating Margin SGA OPERATIONS MKT COMPANY CORP ORATE IT TELECOM / NETWORK REAL ESTATE HR PROCURE MT. (Non MRP) BUSINESS MGMT. FINAN CIAL MGMT. Application Developme nt Operating / Maint. Lease Salary Office Supplies Strategic Planning Planning Cost of Capital / Assets Operating / Maint. Premesis (Cabling, Equip., etc.) RE Adm inistration Benefits Office Equipme nt Capital Budgeting Cash / Budget Manageme nt Relative Importance of E nd User Support Network Services E nd User Support Furnishings Payroll Processing Recruiting Travel Expense Event Accounting Measureme nt MKT COMPANIES Improv ing Value Dr ivers Critical IMAC (Install, Move, Add Cha nge) Asse ssme nt / Evaluation Gen l Marcom (not pr od/se g specific) Important Training Not Essential

15 GSCM GOVERNANCE : Gli obiettivi sono influenzati anche da fattori esterni che oggi grazie ad internet possono essere velocemente qualificati in un modello di Market Analisys Market Analisys Benchmarking Opera tin g Mar gin SGA CORPORATE IT TELECOM / NETWORK REAL ESTATE HR PROCUREMT. (No n MRP ) BUSINESS MGMT. FINANCIAL MGMT. Applicat ion Developm ent Opera tin g / Maint. Lease Sala ry O ffice Suppli es Strate gic Plann ing Plann ing Cos ts Cost of Capital / Assets Opera tin g / Maint. Pre mesis (Cabli ng, Equip., e tc.) RE Admin istr atio n Bene fits O ffice Equip men t Capi tal Budget ing Cash / Budg et Managem ent End User Sup por t Netwo rk Services Fu rnish ings Payroll Processi ng Travel Expense Accounting Measure ment Relative Impo rta nce of End User Sup por t Recrui tin g Event Improvi ng Value Dr ivers Critica l IMAC (Install, Move, Add Change ) Assessment / Evaluation Gen l Marcom (not pro d/seg specific ) Import ant Traini ng Not Essent ial Selezione degli elementi prioritari rispetto alle strategie d impresa Elementi che definiscono la strategia operativa

16 Innovation Marketing S ales Account Management Retention Cross-Sell/ Up-Sel Cash/A sset Management D emand Supply Management 6% % 4% % 2% % % -% -% Price O ptimization Rev enue Growth - 200, % Service Delivery Merchandising Logistics D istribution Production Materials Product Development Financial Management Business Management Procurement (Excluding Human Resources RealEstate IT, Telecom Networking Billing Suppor t Sales Marketing Advertising R eal Estate Infrastructure Equipment Systems Finished Goods W ork in Process Accounts, Notes Accounts, Notes I nfl. A dj. G ross Inv estmen tt/ O Business Planning Program Delivery Management Operational Excellence P artnership Collaboration Relationship Strength Agility Flexibility Strategic Assets (Pe ople, Tech nolo gy, R ela ti onshi ps, etc. ) GSCM GOVERNANCE : dalla strategia operativa agli elementi che definiscono la Balanced Score Card per la Supply Chian (Investment View) S H A R E H O L D E R V A L U E I M P R O V E M E N T Volume Revenue Enhancement Price Realization BOMBARDI ERI NC -CLB GENERALDYNAMI CSCORP BOEI NGCO SIEM ENSAG POLARI SINDS INC ARCTIC CATI NC RAYTHEO NCO DASSAULT AVIATIO N ALSTOM SA TEXTRONI NC BRUNSWICK CORP Direct (COGS) Operating Margin Indirect (SGA) Property, Plant Equipment (PPE) Asset Efficiency Inventory Receivables Payables POLARI SI NDS INC ALSTOM SA ARCTI CCAT IN C BOM BARDI ER INC - CLB G ENERAL DYNAMI CS CORP DASSAU LT AVI ATIO N BOE ING CO TEXTRON I NC SI EMENS AG BRU NSWI CK CORP R AYTHEON CO Company Strengths Expectations External Factors Acquire New Customers Retain and Grow Current Customers Leverage Income- Generating Assets Strengthen Pricing Logistics Service Provision Efficiency Dev. Production Efficiency Corporate/ Shared Service Efficiency Customer Interaction Efficiency PPE Efficiency Inventory Efficiency Receivables Payables Efficiency Managerial Effectiveness Execution Capabilities Product Service Production Matl s Merchandise) O rder Fulfillment Customer Service Raw Materials Interest R eceivable Interest Payable Business Performance T argets argets TARGETS = IT Value f x,y ( IT Efficiency, ) Returnfrom Investment IT BUSINESS Change what yo u do Do what you do better / / 0 00 / / / /2 000 / / / 2 2/ / / / 2 / BA_ / / / 000 / 0 00 / / / / / / / / Strategia della Supply Chain / / / / / /

17 GSCM GOVERNANCE : tenendo costantemente in considerazione l ambito operativo, l ambito funzionale, l ambito finanziario e non ultimo l integrazione Top Down: Risponde alla domanda Come possiamo migliorare questo fattore? Ambito Finanziario Ambito Funzionale Bottom Up: Risponde alla domanda. Perché stiamo migliorando questo fattore? 2. Che impatti negativi e/o positivi genererà l inizativa? Integrazione Ambito Operativo

18 , = P ro d uc t S er vic e I n o va tio n Acq uire New Customers Ma rk e tin g S a le s 00 A c co un t Ma na g eme nt Current Cus to me rs Re te n tio n Cro s -S e l/ Up- S el Gene rati ng A ssets Cas h /A s et Ma n ag e men t S tre ngthe n P ric ing Dema n d S up pl y Ma na g eme n t 6 % % 4 % % 2 % % % - % - % P ri ce Op ti miza ti on B OMB AR DIE RI NC -CL B G ENE RA LD YNA MI CS COR P BO EIN GC O R ev en ue Gr ow th -20 0,% S IEM EN SA G PO LAR IS IND SIN C S er vic e De li ve ry 000 ARC TIC CA TI NC RA YTH EO NC O D AS AU LTA VIA TIO N ALS TO MS A T EX TRO NI NC S ervi ce Provi si on E ffi cie ncy Me rc ha n - d isi ng BRU NS WIC K COR P L og is tic s Dis tr ib ut ion 00 / (COGS) P ro du c tio n 000 / Dev. Ma te ria ls 0004 /2 00 2/ BA_ / 2 P ro d uc t Dev el op me nt 0 0 / F in a nc ia l Ma n ag eme n t 0002 / 000 / 000 / B u sin e s Ma na g eme n t 0 0 / 2 P ro c ure me nt (E xc lu di ng P ro du c tio n Matl s Me rc h an d ise ) / 000 4/ /2 Effici enc y / /2 000 / / / Hu man Re s ou rc es 000 2/2 004 / 2 Re al E sta te /2 (SGA) 002 / / / 0006 IT,T e le co m Net wor kin g / 002 Or de r F u lfil lmen t B ili ng Interacti on Effici enc y Cus to me r S er vi ce S u p po rt 000 2/ / 2 S ale s 0004 Mar ke ti ng A dv e rtis in g Rea le s ta te I nf ra st ru ctu r e (PPE) Imp rove P P E E fic ien cy E qu ip men t S y ste ms F in ish e d Go o ds In ventory Effi ci ency Wo rk in P r oc es s Raw Mat er ia ls 00 / P aya bl es E fi cie ncy A c co un ts, No te s In te re st Rec e iva b le / P OL AR IS IND SI NC A c ou n ts, No te s Int er es t P a ya b le A LS TO M SA Inf l.a dj. Gro s Inv es tme nt T/O -2 0 A RC TIC CA TI NC B OM BA RD IE RIN C -CL B G EN ER AL DY NA MIC S CO RP DAS SA UL TA VI ATI ON BO EIN GC O TE XT RO NI NC B u si ne s s Pl an n ing S IEM EN SA G B RU NSW IC KC OR P R AY TH EO NC O Mana geria l Effe ctive ness P ro g ra m De liv e ry /2 B us in es s P er fo rma nc e Man a ge me nt 002 2/ / Ope ra ti on al E xc el le nc e P a rt ne rs hi p Col la bo ra tio n Imp rove E xecuti on Capa bil i ti es Rel at io ns hi p S tre n gt h Ag il ity F le x ibi lit y S tr at eg ic As s et s (P eop le, Te ch nol og y, R ela tio nsh ips,e tc. ) GSCM GOVERNANCE : una volta raccolti queste informazioni si hanno tutti gli elementi per costruire i contenuti della Balanced Score Card S H A R EH O L D E R (Investment View) V A L U E I MP R O V E M EN T Reven enue Enh hanc ancement t Operatin ing g Margin Asset sett Eff ficien icienc cyy Expect pecta tatio tion ns Volume Pr Price Realization Direct Indirect Proper operty, Plant Equipment Inventory R Receivables Payables Company Strengt rengths External Factors Re ta in an d Grow Le verage In come- Log istic s Prod uctio n E ffi cie ncy Improv e Corpo ra te / S hared Se rv ice Improv e Cu sto mer Imp rove Re cei vab les Targ get ets TARGETS IT Valu e f x,y ( I IT E ffi ci e i en nc cy R e tu rn rn from m In n v ve es stm tme en nt t ) I T B U S IN E S S C han h ang ge ew w hat h at y you do o Do D o wh at ty yo ou d o be ette tter r Strategia della Supply Chain Opera tin g Mar gin SGA CORPORATE Elementi della Balanced Score Card da Inserire nel Sistema Informativo IT TELECOM / NETWORK REAL ESTATE HR PROCUREMT. (No n MRP ) BUSINESS MGMT. FINANCIAL MGMT. Applicat ion Developm ent Opera tin g / Maint. Lease Sala ry O ffice Suppli es Strate gic Plann ing Plann ing Cos ts Cost of Capital / Assets Opera tin g / Maint. Pre mesis (Cabli ng, Equip., e tc.) RE Admin istr atio n Bene fits O ffice Equip men t Capi tal Budget ing Cash / Budg et Managem ent End User Sup por t Netwo rk Services Fu rnish ings Payroll Processi ng Travel Expense Accounting Measure ment End User Sup por t Recrui tin g Event Relative Impo rta nce of Improvi ng Value Dr ivers Critica l IMAC (Install, Move, Add Change ) Assessment / Evaluation Gen l Marcom (not pro d/seg specific ) Import ant Traini ng Not Essent ial

19 Conclusioni: Per gestire una Balanced Score Card nella Supply è necessario: Conoscere gli elementi della Strategia Aziendale Definire il legame tra Strategia Aziendale e Supply Chain Verificare gli elementi di contesto della Supply Chain Interni ed Esterni Qualificarli rispetto agli obiettivi aziendali Catalogarli nel sistema informativo di Balanced Score Card dell azienda Misurarli costantemente a cicli mensili Rivederli annualmente in funzione delle variazioni dei contesti interni ed esterni

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

2006 IBM Corporation

2006 IBM Corporation La polarizzazione del mercato Polarizzazione del mercato consumer Bell Curves Crescita e valore percepito Well Curves Mass Competitive Spectrum Targeted Gli specialisti di settore devono possedere value

Dettagli

L informazione in azienda Problema o fattore di successo? Giorgio Merli Management Consulting Leader - IBM Italia. 23 Ottobre 2007 Milano Area Kitchen

L informazione in azienda Problema o fattore di successo? Giorgio Merli Management Consulting Leader - IBM Italia. 23 Ottobre 2007 Milano Area Kitchen L informazione in azienda Problema o fattore di successo? Giorgio Merli Consulting Leader - IBM Italia 23 Ottobre 2007 Milano Area Kitchen Il contesto di riferimento: le aziende devono far fronte ad un

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche c uriosando in Bibl i oteca Spunti tematici

Dettagli

Transforming for Results

Transforming for Results Transforming for Results Il nuovo paradigma per un efficace gestione del Capitale Umano 26 settembre 2013 Why deloitte? This is you This is you, Aligned This is you, Transformed Deloitte Business-Driven

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione. Le problematiche organizzative e manageriali

Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione. Le problematiche organizzative e manageriali Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione Le problematiche organizzative e manageriali Milano, 30 maggio 2001 Agenda Sessione I INTRODUZIONE 3 Sessione II MANAGEMENT

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

La configurazione dell offerta commerciale

La configurazione dell offerta commerciale #cloudcpq Torino, 11 giugno 2014 La configurazione dell offerta commerciale Presentazione di Enigen #WhyEnigen Un gruppo di consulenza internazionale, focalizzata sui processi di CRM e front end aziendali

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

9. Strategia delle Operazioni

9. Strategia delle Operazioni 9. Strategia delle Operazioni LIUC - Facoltà di Economia Aziendale Corso di gestione della produzione e della logistica Anno accademico 2009-2010 Prof. Claudio Sella OBJECTIVES Concetto di strategia delle

Dettagli

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Palermo, 14 giugno 2007 AGENDA 15.15 Apertura dei lavori Moderatore dei

Dettagli

Lo stress lavoro-correlato: esperienze di valutazione nel settore del credito

Lo stress lavoro-correlato: esperienze di valutazione nel settore del credito Lo stress lavoro-correlato: esperienze di valutazione nel settore del credito S e b a s t i a n o B a g n a r a U n i v e r s i t à d i S a s s a r i - A l g h e r o S t e f a n o G u i d i U n i v e r

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

ADVISORY. People & Change. Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane. kpmg.com/it

ADVISORY. People & Change. Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane. kpmg.com/it ADVISORY People & Change Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane kpmg.com/it La Soluzione P&C in Italia In contesti di mercato fortemente competitivi e

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile V a lte r C a n tin o 1 7 n o v e m b re 2 0 1 0 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: mission

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

2006 IBM Corporation

2006 IBM Corporation L innovazione che conta Innovazione di Prodotto Innovazione di Servizio Innovazione del modello di Business Innovazione nei processi di Business Innovazione nei processi di management e nella cultura aziendale

Dettagli

ASSICURIAMO PROGRESSO. Duemilanove

ASSICURIAMO PROGRESSO. Duemilanove ASSICURIAMO PROGRESSO. Duemilanove 140-09-Depliant istituzionale :3 Ante 22-04-2009 15:32 Pagina 2 LA NOSTRA OFFERTA ASSICURATIVA LA NOSTRA STRUTTURA, Compagnia italiana di Group, esercita l assicurazione

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

The new world of Business Intelligence and Performance Management

The new world of Business Intelligence and Performance Management The new world of Business Intelligence and Performance Management MISURARE, PIANIFICARE, DECIDERE Andrea Maderna Direttore Commerciale BOARD International - Highlights COMPANY SNAPSHOT Software Vendor

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice OUR PHILOSOPHY PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT POLICY ERM MISSION manage risks in terms of prevention and mitigation proactively seize the

Dettagli

DIGITAL INDUSTRY 4.0 Le leve per ottimizzare la produttività di fabbrica. Bologna, 19/03/2015

DIGITAL INDUSTRY 4.0 Le leve per ottimizzare la produttività di fabbrica. Bologna, 19/03/2015 DIGITAL INDUSTRY 4.0 Le leve per ottimizzare la produttività di fabbrica Bologna, 19/03/2015 Indice La quarta evoluzione industriale Internet of things sul mondo Manufacturing Le leve per ottimizzare la

Dettagli

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business Livio Selvini HP IT Governance Senior Consultant Vicenza, 24 novembre Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information

Dettagli

I Trasduttori NTC o TERMISTORI

I Trasduttori NTC o TERMISTORI I Trasduttori NTC o TERMISTORI I termistori NTC sono sensori realizzati mediante semiconduttori costruiti con ossidi di metalli(ferro, cobalto e nichel) opportunamente drogati. Nel termistore NTC la resistenza

Dettagli

Lezione 19. Perché i report. Distorsioni comportamentali. Il reporting. what you measure) Le distorsioni comportamentali

Lezione 19. Perché i report. Distorsioni comportamentali. Il reporting. what you measure) Le distorsioni comportamentali Lezione 19 Il reporting Perché i report 1. Orientamento dei comportamenti (You get what you measure) Le distorsioni comportamentali 2. Apprendere dagli errori Il feedback La correzione avviene solo se:

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

Lezione 22. Il reporting

Lezione 22. Il reporting Lezione 22 Il reporting Perché i report Orientamento dei comportamenti (You get what you measure) Le distorsioni comportamentali Apprendere dagli errori Il feedback La correzione avviene solo se: 1. gli

Dettagli

I trasduttori di temperatura integrati

I trasduttori di temperatura integrati I trasduttori di temperatura integrati La m o der n a t ec n ol o gi a d ei cir cu it i i nt egr ati ha det er m i nat o, g ià da q u al c he an n o, l'im m is si o ne su l m er c ato di tr asd u tt or

Dettagli

I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA

I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA Anno 2012 Osservatorio ASSIV sulla sicurezza sussidiaria e complementare Nota metodologica I numeri elaborati dall OSSERVATORIO ASSIV su dati Inps si riferiscono alle che

Dettagli

SOCIETA E DIVISIONI DEL GRUPPO

SOCIETA E DIVISIONI DEL GRUPPO 1 SOCIETA E DIVISIONI DEL GRUPPO Ricerca e selezione di executive Ricerca e selezione di fashion designer Management benchmarking Management assessment Assessment e autovalutazione del board Compensation

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

Innovazione Affidabilità e Sostenibilità nelle Energie Rinnovabili

Innovazione Affidabilità e Sostenibilità nelle Energie Rinnovabili Innovazione Affidabilità e Sostenibilità nelle Energie Rinnovabili Product People Process Environment is our common future! Chi siamo Operiamo in Europa dal 1980 nel campo della Qualità, Sicurezza, Energia,

Dettagli

CAPITALIZZARE DAL PASSATO PER ECCELLERE NEL FUTURO

CAPITALIZZARE DAL PASSATO PER ECCELLERE NEL FUTURO Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano IL VALORE DEL VIAGGIO NEL TEMPO Nuovo Museo del Duomo 22 Maggio 2014 LA STORIA E GLI ACQUISTI Procurement Hour CAPITALIZZARE DAL PASSATO PER ECCELLERE NEL FUTURO

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

SAP Business One Be.as - Variatec Facciamo Innovazione

SAP Business One Be.as - Variatec Facciamo Innovazione SAP Business One Be.as - Variatec Facciamo Innovazione INNOVAZIONE ED EFFICIENZA DEI PROCESSI DI BUSINESS DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA MANIFATTURIERA Efrem Frigeni ERP Division Manager Brain System Srl

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Ottimizzare l organizzazione delle Risorse Umane con SAP Human Capital Management

Ottimizzare l organizzazione delle Risorse Umane con SAP Human Capital Management Società Italiana Di Informatica www.sidigroup.it SMAU - ROMA Ottimizzare l organizzazione delle Risorse Umane con SAP Human Capital Management il Gruppo sigma-tau "One cannot prioritize diseases. Every

Dettagli

ERM Application 7.5 Employee Relationship Management

ERM Application 7.5 Employee Relationship Management Convegno CRM 2002 Roma, ABI 13 dicembre The World s Leading Provider of ebusiness Applications Software Siebel ERM Application 7.5 Employee Relationship Management Michele Borgonovi Manager, Sales Consulting

Dettagli

Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco"

Formula Bonus-Malus l'abito non fa (più) il monaco Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco" Limiti e criticità dell'attuale formula Giovanni Sammartini Coordinatore Commissione Danni Roma, 7 giugno 2013 2000-2011: com'è cambiata la distribuzione

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE

OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni Via Cristoforo Colombo, 200 00145 Roma T +39 06 510.777.1 F

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html Pagina 1 di 5 Blow Photofinish up sul mondo della fotografia AP R 0 9 8 Mo s tre, m o s t re e a n c o ra m o s t re! Pu b b lic a t o d a Fra n c e s c a D e Me is a lle 1 2 :3 3 in Mo s t re Si intitola

Dettagli

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Paolo Chiaverini Amministratore Delegato i-faber S.p.A. MAGGIORE CENTRALITÀ DEGLI ACQUISTI NELLE AZIENDE:

Dettagli

STOP Talking Innovation START Doing It. 2008 IBM Corporation

STOP Talking Innovation START Doing It. 2008 IBM Corporation L innovazione che conta Innovazione di Prodotto Innovazione di Servizio Innovazione del modello di Business Innovazione nei processi di Business Innovazione nei processi di management e nella cultura aziendale

Dettagli

Strumenti di supporto alle decisioni e all analisi aziendale Business Intelligence? Corporate Performance Management?

Strumenti di supporto alle decisioni e all analisi aziendale Business Intelligence? Corporate Performance Management? Strumenti di supporto alle decisioni e all analisi aziendale Business Intelligence? Corporate Performance Management? Come leggere questo mercato L offerta di OutlookSoft: Everest Federico Della Casa Centro

Dettagli

Il caso Keyline. Gianni Pelizzo Espedia

Il caso Keyline. Gianni Pelizzo Espedia Il caso Keyline Gianni Pelizzo Espedia Agenda Presentazione azienda cliente: Think Different @ Keyline Obiettivi del progetto e strumento utilizzato Overview SAP PPM Il caso aziendale: demo a sistema Prossimi

Dettagli

Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991

Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991 Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991 Fornisce soluzioni per una Supply Chain ad alte prestazioni e per un'efficace pianificazione della produzione Sede principale a Trieste. Filiali a Milano,

Dettagli

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends AGENDA Premessa : contesto e definizione di performance Metriche Impatti Conclusioni Il contesto "una provocazione" Quanto

Dettagli

Come misurare l impatto economico e l impatto sociale di un progetto

Come misurare l impatto economico e l impatto sociale di un progetto Come misurare l impatto economico e l impatto sociale di un progetto Dario Caleffi ECOMONDO, Rimini Conferenza su come combattere la povertà nei paesi in via di sviluppo Novembre 2014 Contenuti 2 minuti

Dettagli

- 15G0078A130 - MODULO USB ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB

- 15G0078A130 - MODULO USB ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB - 15G0078A130 - MODULO USB ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB Emesso il 15/06/2012 R. 01 Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le

Dettagli

Global IT Integrator. All rights reserved - 2015 by HRI 1 S.p.A. - Italy (Rome)

Global IT Integrator. All rights reserved - 2015 by HRI 1 S.p.A. - Italy (Rome) Global IT Integrator Year 2015 Reprint 1 about... Il Gruppo HRI 1 prosegue il percorso di Business Transformation disegnato nel «Piano Industriale 2015/2017» che nel lungo periodo prevede, tra l altro

Dettagli

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

Contenuti con specializzazione per 218 profili professionali: human resources / management / business/ project (si veda

Contenuti con specializzazione per 218 profili professionali: human resources / management / business/ project (si veda Convenzione Berlitz per i soci di ICF Italia ed i rispettivi familiari Perché scegliere Berlitz? Siamo la scuola di lingue con più anni di esperienza al mondo e con professionalità, efficienza e cortesia

Dettagli

Il decreto sulle «Liberalizzazioni» Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici Milano, 16 luglio 2012

Il decreto sulle «Liberalizzazioni» Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici Milano, 16 luglio 2012 Il decreto sulle «Liberalizzazioni» Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici Milano, 16 luglio 2012 Contenimento delle speculazioni sulle lesioni fisiche lievissime

Dettagli

Roberto Marconi UN ESPERIENZA DI UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PER INNOVARE IL SISTEMA DI MANAGEMENT

Roberto Marconi UN ESPERIENZA DI UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PER INNOVARE IL SISTEMA DI MANAGEMENT Roberto Marconi UN ESPERIENZA DI UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PER INNOVARE IL SISTEMA DI MANAGEMENT Abstract Il progetto BALANCED SCORECARD del Consorzio Operativo Gruppo Montepaschi corona una famiglia di

Dettagli

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it )

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) CEPIS e-cb Italy Report Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) Free online selfassessment tool Online services Enables the identification of competences needed for various ICT roles e-cf Competences

Dettagli

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego alessandro.perego@polimi.it Milano, Matching 2009, 23 Novembre 2009 Non-solo-distribuzione La logistica non è solo distribuzione fisica

Dettagli

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Giovanni Vecchio Marketing Program Manager - Hewlett Packard Italiana S.r.l. Treviso, 13

Dettagli

Osservatorio Business Intelligence

Osservatorio Business Intelligence Divisione Ricerche Claudio Demattè Osservatorio Business Intelligence 3 Ciclo di ricerca 2010 Filone di ricerca BI Governance nel Settore dell Energy, Utility e servizi di pubblica utilità In collaborazione

Dettagli

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1 IL PROFILO DELL AZIENDA 1 Chi siamo e la nostra missione Chi siamo: un gruppo di manager che hanno maturato esperienze nella consulenza, nel marketing, nella progettazione, nella vendita di soluzioni e

Dettagli

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato Consulenza di Direzione Partners del Vostro successo Ricerca e Selezione di personale specializzato COMPANY PROFILE IL GRUPPO Il Gruppo KNET si colloca tra le primarie aziende operanti nel settore della

Dettagli

Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane

Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane 27 settembre 2002 Agenda Accenture Chi siamo Cosa facciamo Come siamo organizzati I nostri ruoli La complessità dei progetti L organizzazione di un

Dettagli

PLM: leva strategica per la gestione dei processi di innovazione e la tracciabilità dell informazione di prodotto

PLM: leva strategica per la gestione dei processi di innovazione e la tracciabilità dell informazione di prodotto PLM: leva strategica per la gestione dei processi di innovazione e la tracciabilità dell informazione di prodotto Marcello Ingaramo Manufacturing Director Milano, 14 Novembre 2013 2 Chi siamo [INNOGRATION]

Dettagli

Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese

Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese Roberto Masiero Managing Director - The Innovation Group Cloud Computing Summit 2014 Milano, 16 Marzo 2014 Agenda 2014: «L Anno del Sorpasso»: Nuove Tecnologie

Dettagli

Partnership e ricerca di capitale di rischio

Partnership e ricerca di capitale di rischio Partnership e ricerca di capitale di rischio Sweat Equity [swɛt ɛkwɪtɪ] the hard work that someone does to build or improve a business, project or product that helps to increase its value * ovvero il duro

Dettagli

Azienda USL di Piacenza

Azienda USL di Piacenza Azienda USL di Piacenza Aziende Sanitarie ed utenti Internet cambia il lavoro Le tecnologie della comunicazione cambiano anche i lavori tradizionali. Come cogliere le opportunità Roma, 19 maggio 2011 1

Dettagli

Economia e. Prof. Arturo Capasso

Economia e. Prof. Arturo Capasso Anno accademico 2007-2008 Economia e gestione delle imprese Prof. Arturo Capasso 1 2 Ciclo dell informazione PROGRAMMAZIONE Decisioni ESECUZIONE Informazioni CONTROLLO Risultati 3 Organizzazione e Sistema

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco na zi on a le Do lo

Dettagli

S v i l u p p o e s i m u l a z i o n e d i d i s p o s i t i v i p e r i f e r i c i

S v i l u p p o e s i m u l a z i o n e d i d i s p o s i t i v i p e r i f e r i c i S v i l u p p o e s i m u l a z i o n e d i d i s p o s i t i v i p e r i f e r i c i I n q u e s t o c a p i t o l o v i e n e i m p o s t a t o i l p r ob l e m a d a r i s ol v e r e c o n q u e s t

Dettagli

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Clément PERRIN / Daniela TAVERNA - Senior Project Manager Milano, 20 Aprile 2012 Con l acquisizione da parte di BNPP 6 anni

Dettagli

Your mission, our passion

Your mission, our passion Your mission, our passion Corporate Profile Reggio Emilia, marzo 2014 Il Gruppo Il Gruppo Movi finance Accounting & Lean Six Sigma Consulting (prossima attivazione) Movin log scarl Logistics & Recruitment

Dettagli

XXVII Corso Viceprefetti Stage

XXVII Corso Viceprefetti Stage XXVII Corso Viceprefetti Stage Governare le complessità: analisi comparativa di realtà pubblica e realtà privata Roma, 11-15 novembre 2013 A cura di Enel University Contesto del progetto Il progetto Stage

Dettagli

Business Consultant & ICT Strategic Partner. Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI

Business Consultant & ICT Strategic Partner. Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI Consultant & ICT Strategic Partner b e e Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI BEE CONSULTING SRL Via Rimassa 70/7 Genova Tel/Fax (+39) 010.582489 Cap.Soc. 20.000,00 i.v. P.Iva

Dettagli

BENEFICIARIO FINALITA' DEL BENEFICIO DISPOSIZIONE DI LEGGE determine 2015 importo CAPITOLO 302. Regolamento Distrettuale C.C.

BENEFICIARIO FINALITA' DEL BENEFICIO DISPOSIZIONE DI LEGGE determine 2015 importo CAPITOLO 302. Regolamento Distrettuale C.C. ANNO 2015 - AREA POLITICHE SOCIALI - SOGGETTI:PERSONE GIURIDICHE PUBBLICHE O PRIVATE BENEFICIARIO FINALITA' DEL BENEFICIO DISPOSIZIONE DI LEGGE determine 2015 importo CAPITOLO 302 BA. VA. CA. GI. Contributo

Dettagli

Open Source System Management come asset strategico per migliorare l'efficienza IT nelle aziende. Andrea di Lernia, Department Manager Würth Phoenix

Open Source System Management come asset strategico per migliorare l'efficienza IT nelle aziende. Andrea di Lernia, Department Manager Würth Phoenix Open Source System come asset strategico per migliorare l'efficienza IT nelle aziende Andrea di Lernia, Department Manager Würth Phoenix Open Source o software proprietario? il dilemma Soluzioni proprietarie?

Dettagli

A unique expertise combined with innovative solutions to improve Learning & HR efficiency

A unique expertise combined with innovative solutions to improve Learning & HR efficiency A unique expertise combined with innovative solutions to improve Learning & HR efficiency Evaluation services, and much more The monitoring of Learning and HR projects requires cutting edge services capable

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

GESTIRE E MISURARE I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO: IL MODELLO «BALANCED SCORECARD» DIEGO PONTE

GESTIRE E MISURARE I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO: IL MODELLO «BALANCED SCORECARD» DIEGO PONTE GESTIRE E MISURARE I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO: IL MODELLO «BALANCED SCORECARD» DIEGO PONTE 2 GESTIRE E MISURARE LE PRESTAZIONI AZIENDALI L analisi della performance economico-finanziaria è sufficiente?

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

Misurazione delle Performance e Balanced Scorecard

Misurazione delle Performance e Balanced Scorecard Misurazione delle Performance e Balanced Scorecard Come tradurre la strategia in azione a cura di Alessandro Saviotti - saviotti@knowita.it w w w. k n o w i t a. i t Costi Cash Flow EVA Return on investmen

Dettagli

L innovazione è l utilizzo di nuove idee e opportunità per generare e sostenere la crescita e la profittabilità dell azienda

L innovazione è l utilizzo di nuove idee e opportunità per generare e sostenere la crescita e la profittabilità dell azienda L innovazione è l utilizzo di nuove idee e opportunità per generare e sostenere la crescita e la profittabilità dell azienda L innovazione consiste nello sfruttare (nell ambito commerciale o dei processi

Dettagli

P a r m a e P i a c e n z a

P a r m a e P i a c e n z a F o n d i t o r e E p o c a S e d e f o n d e r i a N o t e A l e s s i B IB L IO G R A F IA : S c a r a b e l l i Z u n t i ; E n r i c o D a l l ' O l i o. La campana grossa della torre della piazza,

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli