AITI SEPA DAY Milano, 6 febbraio 2009 Centro Conferenze ASSOLOMBARDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AITI SEPA DAY Milano, 6 febbraio 2009 Centro Conferenze ASSOLOMBARDA"

Transcript

1 AITI SEPA DAY Milano, 6 febbraio 2009 Centro Conferenze ASSOLOMBARDA EVOLUZIONE DEI RAPPORTI BANCA-IMPRESA NEL NUOVO QUADRO DELLA SEPA E DELLA PAYMENT SERVICE DIRECTIVE (PSD) Vito Umberto Vavalli Vice Presidente AITI e Presidente Steering Committee Interassociativo ACMI-AITI-ANDAF Corporate Payments & Financial Supply Chain

2 COPYRIGHT Copyright Vito Umberto Vavalli - Roma, Italia. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo documento può essere copiata, riprodotta, tradotta, conservata mediante sistemi di microfilmatura, ottici, magneto-ottici, magnetici, digitali o, più in generale, di qualsiasi altra tecnologia per il trattamento di testi, dati o immagini che fosse via via disponibile, senza citare la fonte. Nessuna parte di questa documentazione può essere ceduta o trasferita a qualsiasi titolo a persone o a enti, interamente o parzialmente, in ogni maniera e con ogni mezzo, senza il preventivo consenso scritto dell Autore. -2-

3 SOMMARIO Dematerializzazione, End-to-End Straight Through Processing e nuove catene del valore: un importante evidenza empirica Dalla Financial Value Chain alla Financial Supply Chain nella prospettiva SEPA e PSD: nuovi scenari e nuovi orizzonti operativi Standard e infrastrutture come fattori a valenza strategica. Nuovi ruoli per le tesorerie aziendali -3-

4 L INNOVAZIONE NON E UN OPZIONE «Imprenditore non è chi gestisce un impresa ma chi introduce il processo innovativo» (Josep Schumpeter) -4-

5 ED È OGGI UN IMPERATIVO CATEGORICO Tempo di permanenza implicito nel S&P 500 anni Fonte: Creative destruction - R. Foster and Sarah Kaplan, 2001 Anno -5-

6 LA TECNOLOGIA E LA COMPLESSITÀ (Glocal, Interdipendenze, ecc. ) RIDEFINISCONO I CONFINI reale vero ego naturale-animato lecito rendimenti decrescenti competizione virtuale falso collettività iperartificiale illecito rendimenti crescenti cooperazione La tecnologia crea innovazione, ma anche rischi e catastrofi: Inventando la barca, l Uomo ha inventato il naufragio, e scoprendo il fuoco si è assunto il rischio di provocare incendi mortali. -6-

7 E L INNOVAZIONE INCREMENTALE (CON LE TECNOLOGIE NOTE ) PUÒ NON BASTARE 1- The Glenavlon 2 - The France II Nello stesso periodo incominciavano ad operare i primi battelli a vapore 3 - The Preussen 4 - The Thomas W. Lawson Fonte: Creative destruction - R. Foster and Sarah Kaplan,

8 L AVVENTO DELLA SOCIETÀ POST-INDUSTRIALE Tecnologie abilitanti, nuovi modelli interpretativi e nuovi comportamenti degli operatori e dei regolatori aumentano la complessità e l imprevedibilità cresce sensibilmente il potere del consumatore e cambiano i modelli di business si smaterializzano le merci (information goods) e si integrano con la dimensione virtuale (Internet e oltre) esplodono le informazioni disponibili e diventano critiche le modalità di collaborazione (coo-petion, open source, Wiki, cross industry, ecc.) assume sempre più importanza l'accesso e perde di peso la proprietà standard e infrastrutture immateriali diventano fattori abilitanti, critici per lo sviluppo si dematerializzano i documenti e le attività di staff si trasformano da ancillary a parte integrante delle catene del valore la conoscenza e l esperienza diventano centrali nelle organizzazioni aziendali -8-

9 Evoluzione del mercato e dei servizi a rete Globalizzazione e accentuazione delle spinte competitive - Concorrenza tra Imprese - Concorrenza tra Mercati - Concorrenza tra Sistemi Evoluzione dei player e degli assetti di mercato europei Partecipazione degli stakeholder alla formazione delle regole Banche, Payment Institutions e centri servizi interbancari (SIA e Centri Applicativi, SWIFT, ACH, PEACH,...) Reti e operatori non bancari (Ibm Global Service, Gxs, Paynet, Lottomatica, Sisal, GDO ) Evoluzione delle normative e degli standard in Europa Basilea II SEPA (Single Euro Payments Area) e PSD (Payment Services Directive) Corporate governance, compliances Firme elettroniche Fattura elettronica Conservazione sostitutiva Evoluzione delle tecnologie Sistemi real/near time, architetture SOA, WEB services Carte a microprocessore Servizi per lo scambio e il trattamento documentale, per l archiviazione digitale (dematerializzazione) Profonda e rapida modificazione dei modelli di business e dei giudizi di convenienza -9-

10 Change & Challenge Scenario Task Sviluppo delle reti, processi automatizzati, diffusione di funzionalità electroniche, ricerca di nuove aree di efficienza (pressioni competitive, anche in campo regolatorio) Varietà delle soluzioni tecniche e legali per i sigilli digitali e le firme elettroniche Rapide evoluzioni delle strutture del mercato (standard, modelli di servizio, infrastrutture) Attenzione ai rischi, obblighi verso gli stakeholder, trasparenza, re-regulation Innovazioni di infrastrutture, processi e organizzazioni con nuove dimensioni della gestione e nuovi rischi Definire leggi e regole atte a soddisfare in modo ragionevole le istanze dei diversi stakeholder Realizzare nuove e più avanzati equilibri normativi (shifting della curva di trade off tra sicurezza ed efficienza) Interoperabilità cross-industry, crosssectoral e cross-border di procedure e schemi legali Coesistenza delle legacy con le nuove piattaforme ICT basate su nuove architetture e sui nuovi concetti di e- collaboration Nuove norme per la governance e nuove policy, traslazione delle responsabilità dal piano tecnicooperativo a quello contrattuale/legale e alle scelte sui controlli Consapevolezza del top management nell affrontare i cambiamenti organizzativi -10-

11 Nuovi scenari, nuove istanze, nuovi servizi Le spinte competitive portano le aziende di produzione ad includere i processi di amministrazione, finanza e controllo nella gestione propriamente industriale per migliorare le performance reddituali, per nuove, più avanzate combinazioni produttive, offerte commerciali e modalità di ricorso ai mercati finanziari (Basilea II). Mentre ai processi che generano documenti cartacei sono associati oneri e rischi oramai incompatibili con i livelli di produttività e tempestività necessari per soddisfare le istanze del mercato, l uso appropriato del documento elettronico elaborabile certificato e dello STP si avvalora come fattore critico di successo. Per raggiungere più avanzate frontiere di efficienza, l appropriata configurazione della Financial Supply Chain diviene centrale per interconnettere le piattaforme di business delle Imprese - tra di loro - e quelle degli Intermediari finanziari (servizi di pagamento, accesso al credito) I nuovi modelli organizzativi rendono indispensabile che l offerta di servizi per integrare transazioni elettroniche con scambi di documenti digitali assicuri (i) la compliance dinamica normativa, contrattuale e di processo (tecnologie, standards, SLA), (ii) la garanzia di flessibilità rispetto all evoluzione del nascente mercato di servizi specialistici, (iii) la partecipazione alle economie di rete che via via si generano e (iv) la possibilità di condividere le priorità nello sviluppo di nuove funzionalità. I requisiti di fondo riguardano la trasparenza e la governance delle strutture e delle infrastrutture che forniscono i servizi per l e-business. -11-

12 INTEROPERABILITÀ SICURA TRA I SOGGETTI IN GIOCO 12 CICLO ATTIVO CICLO PASSIVO REGOLAMENTO MONETARIO Il regolamento monetario rappresenta l operazione di sintesi dei processi di business e l evento di chiusura dei cicli commerciali attivo e passivo, che si chiudono con la riconciliazione. Il valore legale della transazione monetaria può assumere anche valore di servizio per la filiera AFC quando siano assicurate: continuità certificabile della catena informatica delle transazioni condivisione degli standard di processo garanzie di qualità circa i livelli di servizio compatibilità economiche e tecnico operative soddisfacenti quanto a - flessibilità organizzativa - adeguatezza alla normativa pro-tempore vigente - apertura agli sviluppi dell e-business -12-

13 STRAIGHT TROUGH PROCESSING CERTIFICATO 13 Sotto il profilo amministrativo, ciascuna transazione (acquisto, vendita, incasso, pagamento) dà luogo a due specifici processi gestione documentale rilevazione contabile La trasformazione - ad ogni effetto civilistico e fiscale - del documento cartaceo in documento digitale determina la possibilità di unificare i due processi con il risultato di semplificare l organizzazione degli uffici innalzare il grado di sicurezza delle informazioni ridurre gli oneri e i tempi di generazione degli outputs consentire l ingegnerizzazione di processi automatizzati End to End in modalità passante -13-

14 NUOVE CATENE DEL VALORE FINANCIAL SUPPLY CHAIN Supply Chain Financial Value Chain Acquisti, Acquisti, vendite vendite Logistica, Logistica, gestione gestione magazzini magazzini Fatturazioni Fatturazioni Incassi Incassi e e pagamenti pagamenti Anticipazioni Anticipazioni Esitazioni, Esitazioni, Esiti, Esiti, riconciliazioni riconciliazioni S i s t e m a dei P a g a m e n t i Front Front End End Back Back End End -14-

15 Funzione Vendite Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi Beni/Servizi Individuazione cliente Previsione di incasso Individuazione partita pagata 6 - Incasso c/clienti c/bancav Incasso effettivo Report di tesoreria E2E STP-Dalla fattura alla riconciliazione dei partitari finanziari e commerciali: Payment Initiation a cura del debitore - AS IS c/vendite 6 - Pareggiamento 1 Beni/Servizi Riconciliazione 4 - Incasso c/clientev 6 Riconciliazione Impresa Venditrice 9 Banca V Mov.to interb.rio Documenti di riferimento 1 Beni/Servizi 1 Fattura 2 Ordine di pagamento 3 Avviso di pagamento 4 Mov.to interb.rio 5 Contabile Banca A 6 Contabile Banca V 7 E/C commerciale 8 E/C Banca A 9 E/C Banca V 3 7 Sistema dei Pagamenti (EXTRANET) c/bancav c/bancaa 4 4 Mov.to interb.rio Riconciliazione Impresa Acquirente 2 8 Banca A 5 Riconciliazione c/clientea c/acquisti Riscontro 4 Pagamento Funzione Acquisti Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi Verifica qualità beni/servizi c/fornitori 2 -Liquidazione1 Beni/Servizi c/bancaa Report di tesoreria 2 - Pagamento -15-

16 Funzione Vendite Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi E2E STP-Dalla fattura alla riconciliazione dei partitari finanziari e commerciali: Payment Initiation a cura del debitore TO BE c/vendite c/clienti Beni/Servizi 6 - Pareggiamento 1 Beni/Servizi Impresa Venditrice Impresa Acquirente 1 Beni/Servizi c/acquisti Funzione Acquisti Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi Verifica qualità beni/servizi c/fornitori 2 -Liquidazione1 Beni/Servizi Sistemi automatici e certificati per: - fatturazione - contabilizzazioni - riscontro/riconciliazioni - archiviazioni INTERNET e/o EXTRANET 5 8 Sistemi automatici e certificati per: - acquisizione fatture passive - contabilizzazioni - riscontro/riconciliazioni - archiviazioni c/bancaa 2 - Pagamento Previsione di incasso c/bancav 6 - Incasso Incasso effettivo 4 - Incasso c/clientev Banca V 4 4 Mov.to interb.rio Sistema dei Pagamenti (EXTRANET) c/bancav c/bancaa 4 4 Mov.to interb.rio Banca A c/clientea 2 Pagamento Report di tesoreria Report di tesoreria Documenti di riferimento 1 Fattura 2 Ordine di pagamento 3 Avviso di pagamento 4 Mov.to interb.rio 5 Contabile Banca A 6 Contabile Banca V 7 E/C commerciale 8 E/C Banca A 9 E/C Banca V -16-

17 ENITER Platform and transactional processes Logistics Production Commerce C o r p o r a t e ERP Security Key EDI for just in time and accounting SLA REMADV BOPDIR INVOIC STATAC Document Dispatch processes Postel Monetary settlement processes EDI Fax PKI Customers and Suppliers Group Corporations Internet Banca d Italia MARKETS PAYMENT SYSTEMS Monetary Settlement Electronic Signature Electronic Signature Digital Signature Banking hubs Banks Acknowlegment Slip and c/a statement Confirmation Administration Finance Control Central Treasury Eni FINANCIAL FOREX MARKETS -17-

18 SERVIZI DI ELECTRONIC BANKING TURNOVER (escluse operazioni di cash pooling) disposizioni n ammontare (milioni di euro) di cui: INCASSI E PAGAMENTI CON TERZI disposizioni n ammontare (milioni di euro) INCASSI, PAGAMENTI E TRASFERIMENTO FONDI INTRAGRUPPO disposizioni n ammontare (milioni di euro) RENDICONTAZIONE ELETTRONICA VOLUMI OPERATIVI (1/2) Movimenti n CARTE "FUEL" Carte in circolazione n ammontare transato (migliaia di euro)

19 VOLUMI OPERATIVI (2/2) SERVIZI DI EDI LOGISTICO AMMINISTRATIVO COMMERCIALE FINANZIARIO Trading Partner n altri corrispondenti telematici n Transazioni e documenti processati n SERVIZI DI TTP Certificati SSL (Client e Server, Code signing) n Firme digitali n Sigle e firme elettroniche n Società attive n INNOVAZIONI IMPLEMENTATE - di processi n di prodotto n RISORSE IMPIEGATE (Attività di: R&S, Marketing, Progettazione, Realizzazione progetto, Definizione contrattualistica, Produzione ed erogazione servizi, Gestione conti correnti, Riscontri e riconciliazioni, Gestione anomalie e dispute, Assistenza specialistica, Sistema Qualità) PRODUTTIVITA' (N documenti e operazioni per addetto)

20 SOMMARIO Dematerializzazione, End-to-End Straight Through Processing e nuove catene del valore: un importante evidenza empirica Dalla Financial Value Chain alla Financial Supply Chain nella prospettiva SEPA e PSD: nuovi scenari e nuovi orizzonti operativi Standard e infrastrutture come fattori a valenza strategica. Nuovi ruoli per le tesorerie aziendali -20-

21 -21-

22 -22-

23 -23-

24 -24-

25 -25-

26 -26-

27 -27-

28 -28-

29 -29-

30 -30-

31 -31-

32 -32-

33 -33-

34 -34-

35 -35-

36 -36-

37 La SEPA Euro UE Non UE Tutti i cittadini europei e le imprese operanti in Europa dovranno essere in grado di effettuare pagamenti in euro, all interno dell UE e dei Paesi accordati,a partire da un singolo conto bancario o utilizzando un unica carta di pagamento, con la stessa facilità e sicurezza su cui possono contare attualmente nel proprio contesto nazionale -37-

38 DIGITAL & NETWORK ECONOMICS e creazione di nuovo valore Legge di Sarnoff (broadcasting) Valore = a x N (andamento lineare) Legge di Metcalfe (telco, fax, ecc) Valore = N 2 (andamento parabolico) Legge di Reed (reti interoperanti*) Valore = 2 N (andamento esponenziale) dove N è il numero di soggetti (o nodi) connessi interoperanti* (*) Nell insieme, essi costituiscono comunità che condividono interessi, obiettivi e regole, quali le reti che, grazie ad apposite convenzioni legalmente vincolanti, consentono di scambiare transazioni e documenti elaborabili secondo i paradigmi dello STP. -38-

39 Dematerializzazione, STP E2E e SEPA La SEPA rappresenta una discontinuità in grado di accelerare la diffusione del documento elettronico: nelle relazioni Banca-Impresa nei rapporti B2B e B2G2B nell organizzazione interna delle aziende. PUNTI QUALIFICANTI In effetti, la SEPA si basa: sul linguaggio XML e su messaggi standard sempre più governati dalla norma ISO Il lavoro congiunto tra banche e imprese consente di indirizzare l evoluzione del nuovo sistema di pagamenti europeo verso l integrazione con la Financial Value Chain; su infrastrutture che garantiscono l interoperabilità in un mercato di grandi dimensioni. Questi fattori incidono in misura rilevante sulla convenienza di attivare i progetti di re-ingegnerizzazione delle catene del valore, per effetto dello scenario di network economics che va concretamente definendosi. -39-

40 TODAY

41 TOMORROW cross border/cross industry standard and business rules for the financial supply chain The SEBA (Single European Business Area) the integrated platform for 25 million of economic operators and 500 million of citizens ITI - Associazione Italiana Tesorieri d Impresa /51 /

42 Evoluzione Vs. Rivoluzione EVOLUZIONE RIVOLUZIONE -42-

43 RIVOLUZIONE Il change più rilevante non è solo quello tecnologico, ma anche quello delle strutture di mercato che nasce da una nuova idea di business -43-

44 Dall evoluzione alla rivoluzione: la presa di coscienza Focus su regolamentazione dei RAPPORTI TRA BANCHE secondo il modello tedesco (minisepa?) RAPPORTI CON LA CLIENTELA lasciati in ambito competitivo (no standard, no regole comuni, etc.) La SEPA è un progetto di autoregolamentazione del mercato, promosso dalle banche e realizzato con il concorso di tutti gli stakeholders; la fatturazione elettronica è parte integrante della SEPA, perché rappresenta l incentivo per le imprese di intervenire sui cicli commerciali operando scelte organizzative e di investimento atte a integrare il regolamento monetario con le transazioni commerciali e i processi amministrativi e finanziari (ivi incluse eventuali opportunità di trade financing); la standardizzazione del rapporto Banca- Impresa è indispensabile per realizzare le condizioni di interoperabilità. -44-

45 SEPA: NUOVI SCENARI PER GLI OPERATORI EUROPEI (1) I benefici derivanti dalla realizzazione della SEPA potranno arrivare ad ammontare nell arco dei prossimi 6 anni a: 123 miliardi di euro per l intera ECONOMIA EUROPEA 175 miliardi di euro se si prende in considerazione unicamente il lato degli UTILIZZATORI DOMANDA Alta richiesta degli strumenti SEPA Bassa richiesta degli strumenti SEPA Reattiva e frammentaria Pro-attiva e sistematica Il pieno coinvolgimento ed impegno degli stakeholder risulta fondamentale per massimizzare i benefici economici che è possibile realizzare con la SEPA OFFERTA Fonte: SEPA: potential benefits at stake, Capgemini -45-

46 SEPA: NUOVI SCENARI PER GLI OPERATORI EUROPEI (2) Una crescente domanda dei servizi SEPA da parte delle imprese e della P.A può rappresentare un elemento chiave sia per aumentare i propri benefici che per spingere l offerta a divenire più attiva e dinamica, a vantaggio dell intera economia DOMANDA SEPA Big Times è lo scenario che presenta i maggiori benefici per l intero sistema. Elementi essenziali per arrivarci è un offerta pro-attiva e innovativa e una domanda elevata dei servizi SEPA. OFFERTA -46-

47 La direttiva 2007/64/CE - Payment Services Directive (PSD) La PSD definisce la cornice giuridica armonizzata per l offerta di servizi di pagamento nel mercato interno. Effetti diretti sulla SEPA: - previsione di obblighi informativi (ex ante ed ex post) a carico degli intermediari - definizione delle caratteristiche delle operazioni di pagamento (es. tempi di esecuzione) - disciplina della responsabilità delle parti con rafforzamento di quella dei providers (in un ottica end-to-end, dall ordinante al beneficiario) Effetti indiretti sulla SEPA: - aumento della concorrenza per l armonizzazione dei prodotti/servizi di pagamento e delle regole preposte alla loro offerta - Previsione delle payment institutions -47-

48 STRUTTURA DELLA PSD Oggetto, ambito applicativo, definizioni (Titolo I) Le Payment Institutions (Titolo II) Rafforzamento delle tutele informative (Titolo III) Diritti e obblighi delle parti (Titolo IV) Misure di attuazione e Comitato Pagamenti (Titolo V) Art. 30/1-2* Art. 34/2 Art. 52/3 Ambito di applicazione Art. 53/3 Deroghe agli obblighi di informazione Art. 61/3 Spese applicabili Art. 69/1* Principali opzioni rilevanti per le carte Deroghe al regime della responsabilità Responsabilità del pagatore per utilizzi non autorizzati Tempi di esecuzione * Clausola generale -48-

49 PSD - SERVIZI DI PAGAMENTO 1. Servizi che permettono di depositare il contante su un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento. 2. Servizi che permettono prelievi in contante da un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento. 3. Esecuzione di ordini di pagamento, incluso il trasferimento di fondi, su un conto di pagamento presso il prestatore di servizi di pagamento dell utilizzatore o presso un altro prestatore di servizi di pagamento: esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum, esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi, esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti. 4. Esecuzione di operazioni di pagamento quando i fondi rientrano in una linea di credito accordata ad un utilizzatore di servizi di pagamento: esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum, esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi, esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti. 5. Emissione e/o acquisizione di strumenti di pagamento. 6. Rimessa di denaro. 7. Esecuzione di operazioni di pagamento ove il consenso del pagatore ad eseguire l operazione di pagamento sia dato mediante un dispositivo di telecomunicazione, digitale o informatico e il pagamento sia effettuato all operatore del sistema o della rete di telecomunicazioni o digitale o informatica che agisce esclusivamente come intermediario tra l utente di servizi di pagamento e il fornitore di beni e servizi. In Italia l impatto è particolarmente significativo alla luce delle riserve previste dal TUB per la prestazione di servizi di pagamento -49-

50 ULTERIORI INIZIATIVE NORMATIVE EUROPEE Direttiva sugli IMEL (2000/46/CE) Revisione al fine di: 1) modificare la definizione di moneta elettronica; 2) riconsiderare il regime di vigilanza degli Imel; 3) consolidare la direttiva nella PSD Regolamento sui pagamenti transfrontalieri (2560/2001/CE) Revisione ai fini di: 1) estenderne l ambito applicativo in coerenza con la SEPA; 2) valutare l introduzione di una end date per la migrazione ai nuovi strumenti paneuropei; 3) considerare l opportunità di una sunset clause per gli oneri segnaletici di BoP delle banche Disciplina antiriciclaggio - Regolamento 1781/2006 sui dati sull ordinante nei messaggi di pagamento - Attuazione della III Direttiva antiriciclaggio (in Italia, il d.lgs 231/2007): nuove tipologie di moneta elettronica anonima, usa e getta (150 euro) e ricaricabile (2.500 euro annui) Emerge l esigenza di una complessiva razionalizzazione della disciplina dettata in materia di pagamenti -50-

51 PROSPETTIVE Aumento della concorrenza e della qualità dei servizi nel mercato dei pagamenti retail: nuovi operatori e nuovi prodotti (e-m payments) Evoluzione della SEPA in termini di ampliamento del novero degli strumenti armonizzati e di evoluzione dei meccanismi di governance Il caso dei pagamenti attraverso la telefonia mobile: in coerenza con la visione del sistema dei pagamenti quale economia di rete, la collaborazione tra le banche e gli operatori di telefonia cellulare può rappresentare il presupposto per l evoluzione di servizi di pagamento di base verso servizi finanziari più complessi Obiettivo è la definizione di standard condivisi per il contenuto core delle applicazioni di pagamento lasciando spazio alla concorrenza sui livelli di servizio offerti all utenza finale -51-

52 Direttiva sui Servizi di Pagamento TITOLO I Oggetto, Ambito di applicazione, Definizioni AMBITO DI APPLICAZIONE Servizi di Pagamento Transazioni intra-ue Euro ed altre divise Stati Membri Contante non più oggetto della direttiva TITOLO II Prestatori dei Servizi di Pagamento Definiti requisiti di capitale a carico delle Payment Institutions e le misure necessarie a proteggere i fondi dei clienti Introdotta la possibilità che le payment institutions concedano credito strettamente legato al loro payments business, a valere su fondi propri e/o acquisiti dal mercato e non su quelli dei clienti (divieto di raccolta di depositi). TITOLO III Trasparenza delle condizioni per i servizi di pagamento Disciplina della trasparenza: formulazione di compromesso tra l originaria previsione di comunicazione sempre individualizzata (obbligo a comunicare) e le richieste dell industria di maggiore flessibilità (obbligo a rendere disponibili le informazioni), sancendo l obbligo di comunicare su richiesta. -52-

53 Direttiva sui Servizi di Pagamento TITOLO IV Diritti ed obblighi in relazione alla prestazione di servizi di pagamento Consenso, autorizzazione e transazioni non autorizzate: Transazioni autorizzate: rimando alle disposizioni delle legislazioni nazionali per onere della prova Transazioni non autorizzate: 13 mesi dalla data dell addebito per la presentazione di un ricorso contro il prestatore del servizio Opposizione all addebito: massimo di 8 settimane dalla data di addebito Inversione dell onere della prova: è la banca a dover dimostrare di aver adempiuto ai suoi doveri professionali, non l utilizzatore dei servizi Esecuzione di un operazione di pagamento Ordini di pagamento, Commissioni e Importi trasferiti non decurtati Tempi di esecuzione ricezione = accettazione = esecuzione se ordine completo e valido cut off time alle D+1 dall approvazione della PSD ( D+3 fino al 2012 se concordato tra le parti )* Disponibilità dei fondi: data contabile = data valuta Responsabilità oggettiva eliminata Obblighi di segnalazione statistica ridotti dal 1 gennaio 2008 verso abolizione Normativa relativa ai conti dei non residenti eliminazione discriminazioni tra residenti e non residenti * L EPC per il Rulebook Credit Transfer popone D+2-53-

54 AI FINI OPERATIVI, GLI ARTICOLI PIÙ IMPORTANTI DELLA PSD SI TROVANO NEI TITOLI III E IV -54-

55 TITOLO III Trasparenza delle informazioni e requisiti informativi per i servizi di pagamento Art. 30 Ambito di applicazione (scope) 1. Le parti possono accordarsi che il Titolo non si applichi in tutto o in parte quando l utilizzatore del servizio non è un consumatore 2. Gli Stati Membri possono stabilire che le norme in questo Titolo vengano applicate alle micro-imprese allo stesso modo dei consumatori [in Italia, l orientamento prevalente sembra essere quello di non avvalersi della facoltà] 3. La direttiva non pregiudica le norme Nazionali che implementano la Direttiva 87/102/EEC* e le norme Comunitarie o Nazionali sul credito al consumo non armonizzate con questa Direttiva e conformi a leggi Comunitarie Art. 31 Altre norme di legislazione Comunitaria che prevedano ulteriori requisiti di informazione preventiva. Sostuisce alcuni articoli della Direttiva 2002/65/EC** * Direttiva di armonizzazione del Credito al Consumo (1986) ** Distance marketing of consumer financial services Directive -55-

56 TITOLO IV : Diritti ed obblighi relativi alla fornitura e utilizzo di servizi di pagamento Norme comuni: Art 51 a 53 Art. 51 Ambito di applicazione (scope) 1. Quando l utilizzatore non è un consumatore, le parti possono accordarsi che gli Articoli 52(1), il secondo sottoparagrafo dell Art.54(2) e gli Articoli 59, 61, 62, 63, 66 e 75 non si applichino in tutto o in parte. Le parti possono inoltre accordarsi su un periodo temporale diverso da quello stabilito nell Art. 58 ( storno nei 13 mesi per carenza del mandato ) 2. Gli stati menbri possono disporre che l Art. 83 non si applichi quando l utilizzatore non è un consumatore 3. Gli stati membri possono disporre che le norme di questo Titolo si applichino alle micro-imprese allo stesso modo dei consumatori 4. La direttiva non pregiudica le norme Nazionali che implementano la direttiva 87/102/EEC e le norme Comunitarie o Nazionali sul credito al consumo non armonizzate con questa Direttiva e conformi a leggi Comunitarie -56-

57 ARTICOLI CHE POTREBERO NON APPLICARSI ALLE IMPRESE SE QUESTE (ESPRESSAMENTE?) CONCORDANO Art. 52(par.1) Gratuità delle informazioni fornite agli utilizzatori salvo accordi Art 54 (2) secondo sotto-paragrafo In assenza del consenso (manifestato nella forma concordata tra le parti..) il pagamento sarà considerato non autorizzato Art. 59 Prova dell autenticazione e esecuzione del pagamento Art. 61 Responsabilità del debitore per transazioni non autorizzate Art. 62 Rimborsi per pagamenti iniziati dal o attraverso il creditore Art. 63 Richieste di rimborso per pagamenti iniziati da o attraverso il creditore ( 8 settimane 8 settimane + 10 gg lav. ) Art. 66 Irrevocabilità di un ordine di pagamento Art. 75 Mancata o non corretta esecuzione del pagamento Art. 58 Notifica di pagamenti non autorizzati o eseguiti in maniera non corretta (al piu presto.non altre 13 mesi ) Art. 83 Composizione extra-giudiziale delle controversie -57-

58 TITOLO III - LE NORME PIU RILEVANTI Art. 32 Gratuità delle informazione indicate nel Titolo III Art. 33. Onere della prova a carico del fornitore Art. 34 Deroga per gli strumenti di pagamento con importo ridotto e il denaro elettronico Art. 37 Informazioni e condizioni (a) Il fornitore deve specificare l informazione o identificativo univoco che l utilizzatore deve fornire perché l ordine di pagamento possa essere eseguito correttamente Art. 38 Informazioni al debitore subito dopo il ricevimento dell ordine (a) un riferimento che permette al debitore di identificare il pagamento e, ove appropriato, informazione relativa al creditore (e) la data di ricevimento dell ordine di pagamento -58-

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento Versione 1.0, 16 febbraio 2010 Indice 1 Premessa... 7 1.1 Contenuti di

Dettagli

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti Schema SEPA per gli addebiti diretti Beneficiari Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base e SEPA per gli addebiti diretti B2B (SEPA Core e B2B Direct Debit) per beneficiari di pagamenti

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI ex articolo 5, comma 4 del decreto legislativo 7 marzo 2005. n. 82 e

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

SPECIFICHE ATTUATIVE DEI CODICI IDENTIFICATIVI DI VERSAMENTO, RIVERSAMENTO E RENDICONTAZIONE

SPECIFICHE ATTUATIVE DEI CODICI IDENTIFICATIVI DI VERSAMENTO, RIVERSAMENTO E RENDICONTAZIONE SPECIFICHE ATTUATIVE DEI CODICI IDENTIFICATIVI DI VERSAMENTO, RIVERSAMENTO E RENDICONTAZIONE Allegato A alle "Linee guida per l'effettuazione dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

SIA GROUP. WELCOME TO INNOVATION. Soluzioni a misura d azienda e del suo core-business

SIA GROUP. WELCOME TO INNOVATION. Soluzioni a misura d azienda e del suo core-business SIA GROUP. WELCOME TO INNOVATION. Soluzioni a misura d azienda e del suo core-business SIA GROUP. WELCOME TO INNOVATION. Soluzioni a misura d azienda e del suo core-business L evoluzione dei sistemi di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli