AITI SEPA DAY Milano, 6 febbraio 2009 Centro Conferenze ASSOLOMBARDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AITI SEPA DAY Milano, 6 febbraio 2009 Centro Conferenze ASSOLOMBARDA"

Transcript

1 AITI SEPA DAY Milano, 6 febbraio 2009 Centro Conferenze ASSOLOMBARDA EVOLUZIONE DEI RAPPORTI BANCA-IMPRESA NEL NUOVO QUADRO DELLA SEPA E DELLA PAYMENT SERVICE DIRECTIVE (PSD) Vito Umberto Vavalli Vice Presidente AITI e Presidente Steering Committee Interassociativo ACMI-AITI-ANDAF Corporate Payments & Financial Supply Chain

2 COPYRIGHT Copyright Vito Umberto Vavalli - Roma, Italia. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo documento può essere copiata, riprodotta, tradotta, conservata mediante sistemi di microfilmatura, ottici, magneto-ottici, magnetici, digitali o, più in generale, di qualsiasi altra tecnologia per il trattamento di testi, dati o immagini che fosse via via disponibile, senza citare la fonte. Nessuna parte di questa documentazione può essere ceduta o trasferita a qualsiasi titolo a persone o a enti, interamente o parzialmente, in ogni maniera e con ogni mezzo, senza il preventivo consenso scritto dell Autore. -2-

3 SOMMARIO Dematerializzazione, End-to-End Straight Through Processing e nuove catene del valore: un importante evidenza empirica Dalla Financial Value Chain alla Financial Supply Chain nella prospettiva SEPA e PSD: nuovi scenari e nuovi orizzonti operativi Standard e infrastrutture come fattori a valenza strategica. Nuovi ruoli per le tesorerie aziendali -3-

4 L INNOVAZIONE NON E UN OPZIONE «Imprenditore non è chi gestisce un impresa ma chi introduce il processo innovativo» (Josep Schumpeter) -4-

5 ED È OGGI UN IMPERATIVO CATEGORICO Tempo di permanenza implicito nel S&P 500 anni Fonte: Creative destruction - R. Foster and Sarah Kaplan, 2001 Anno -5-

6 LA TECNOLOGIA E LA COMPLESSITÀ (Glocal, Interdipendenze, ecc. ) RIDEFINISCONO I CONFINI reale vero ego naturale-animato lecito rendimenti decrescenti competizione virtuale falso collettività iperartificiale illecito rendimenti crescenti cooperazione La tecnologia crea innovazione, ma anche rischi e catastrofi: Inventando la barca, l Uomo ha inventato il naufragio, e scoprendo il fuoco si è assunto il rischio di provocare incendi mortali. -6-

7 E L INNOVAZIONE INCREMENTALE (CON LE TECNOLOGIE NOTE ) PUÒ NON BASTARE 1- The Glenavlon 2 - The France II Nello stesso periodo incominciavano ad operare i primi battelli a vapore 3 - The Preussen 4 - The Thomas W. Lawson Fonte: Creative destruction - R. Foster and Sarah Kaplan,

8 L AVVENTO DELLA SOCIETÀ POST-INDUSTRIALE Tecnologie abilitanti, nuovi modelli interpretativi e nuovi comportamenti degli operatori e dei regolatori aumentano la complessità e l imprevedibilità cresce sensibilmente il potere del consumatore e cambiano i modelli di business si smaterializzano le merci (information goods) e si integrano con la dimensione virtuale (Internet e oltre) esplodono le informazioni disponibili e diventano critiche le modalità di collaborazione (coo-petion, open source, Wiki, cross industry, ecc.) assume sempre più importanza l'accesso e perde di peso la proprietà standard e infrastrutture immateriali diventano fattori abilitanti, critici per lo sviluppo si dematerializzano i documenti e le attività di staff si trasformano da ancillary a parte integrante delle catene del valore la conoscenza e l esperienza diventano centrali nelle organizzazioni aziendali -8-

9 Evoluzione del mercato e dei servizi a rete Globalizzazione e accentuazione delle spinte competitive - Concorrenza tra Imprese - Concorrenza tra Mercati - Concorrenza tra Sistemi Evoluzione dei player e degli assetti di mercato europei Partecipazione degli stakeholder alla formazione delle regole Banche, Payment Institutions e centri servizi interbancari (SIA e Centri Applicativi, SWIFT, ACH, PEACH,...) Reti e operatori non bancari (Ibm Global Service, Gxs, Paynet, Lottomatica, Sisal, GDO ) Evoluzione delle normative e degli standard in Europa Basilea II SEPA (Single Euro Payments Area) e PSD (Payment Services Directive) Corporate governance, compliances Firme elettroniche Fattura elettronica Conservazione sostitutiva Evoluzione delle tecnologie Sistemi real/near time, architetture SOA, WEB services Carte a microprocessore Servizi per lo scambio e il trattamento documentale, per l archiviazione digitale (dematerializzazione) Profonda e rapida modificazione dei modelli di business e dei giudizi di convenienza -9-

10 Change & Challenge Scenario Task Sviluppo delle reti, processi automatizzati, diffusione di funzionalità electroniche, ricerca di nuove aree di efficienza (pressioni competitive, anche in campo regolatorio) Varietà delle soluzioni tecniche e legali per i sigilli digitali e le firme elettroniche Rapide evoluzioni delle strutture del mercato (standard, modelli di servizio, infrastrutture) Attenzione ai rischi, obblighi verso gli stakeholder, trasparenza, re-regulation Innovazioni di infrastrutture, processi e organizzazioni con nuove dimensioni della gestione e nuovi rischi Definire leggi e regole atte a soddisfare in modo ragionevole le istanze dei diversi stakeholder Realizzare nuove e più avanzati equilibri normativi (shifting della curva di trade off tra sicurezza ed efficienza) Interoperabilità cross-industry, crosssectoral e cross-border di procedure e schemi legali Coesistenza delle legacy con le nuove piattaforme ICT basate su nuove architetture e sui nuovi concetti di e- collaboration Nuove norme per la governance e nuove policy, traslazione delle responsabilità dal piano tecnicooperativo a quello contrattuale/legale e alle scelte sui controlli Consapevolezza del top management nell affrontare i cambiamenti organizzativi -10-

11 Nuovi scenari, nuove istanze, nuovi servizi Le spinte competitive portano le aziende di produzione ad includere i processi di amministrazione, finanza e controllo nella gestione propriamente industriale per migliorare le performance reddituali, per nuove, più avanzate combinazioni produttive, offerte commerciali e modalità di ricorso ai mercati finanziari (Basilea II). Mentre ai processi che generano documenti cartacei sono associati oneri e rischi oramai incompatibili con i livelli di produttività e tempestività necessari per soddisfare le istanze del mercato, l uso appropriato del documento elettronico elaborabile certificato e dello STP si avvalora come fattore critico di successo. Per raggiungere più avanzate frontiere di efficienza, l appropriata configurazione della Financial Supply Chain diviene centrale per interconnettere le piattaforme di business delle Imprese - tra di loro - e quelle degli Intermediari finanziari (servizi di pagamento, accesso al credito) I nuovi modelli organizzativi rendono indispensabile che l offerta di servizi per integrare transazioni elettroniche con scambi di documenti digitali assicuri (i) la compliance dinamica normativa, contrattuale e di processo (tecnologie, standards, SLA), (ii) la garanzia di flessibilità rispetto all evoluzione del nascente mercato di servizi specialistici, (iii) la partecipazione alle economie di rete che via via si generano e (iv) la possibilità di condividere le priorità nello sviluppo di nuove funzionalità. I requisiti di fondo riguardano la trasparenza e la governance delle strutture e delle infrastrutture che forniscono i servizi per l e-business. -11-

12 INTEROPERABILITÀ SICURA TRA I SOGGETTI IN GIOCO 12 CICLO ATTIVO CICLO PASSIVO REGOLAMENTO MONETARIO Il regolamento monetario rappresenta l operazione di sintesi dei processi di business e l evento di chiusura dei cicli commerciali attivo e passivo, che si chiudono con la riconciliazione. Il valore legale della transazione monetaria può assumere anche valore di servizio per la filiera AFC quando siano assicurate: continuità certificabile della catena informatica delle transazioni condivisione degli standard di processo garanzie di qualità circa i livelli di servizio compatibilità economiche e tecnico operative soddisfacenti quanto a - flessibilità organizzativa - adeguatezza alla normativa pro-tempore vigente - apertura agli sviluppi dell e-business -12-

13 STRAIGHT TROUGH PROCESSING CERTIFICATO 13 Sotto il profilo amministrativo, ciascuna transazione (acquisto, vendita, incasso, pagamento) dà luogo a due specifici processi gestione documentale rilevazione contabile La trasformazione - ad ogni effetto civilistico e fiscale - del documento cartaceo in documento digitale determina la possibilità di unificare i due processi con il risultato di semplificare l organizzazione degli uffici innalzare il grado di sicurezza delle informazioni ridurre gli oneri e i tempi di generazione degli outputs consentire l ingegnerizzazione di processi automatizzati End to End in modalità passante -13-

14 NUOVE CATENE DEL VALORE FINANCIAL SUPPLY CHAIN Supply Chain Financial Value Chain Acquisti, Acquisti, vendite vendite Logistica, Logistica, gestione gestione magazzini magazzini Fatturazioni Fatturazioni Incassi Incassi e e pagamenti pagamenti Anticipazioni Anticipazioni Esitazioni, Esitazioni, Esiti, Esiti, riconciliazioni riconciliazioni S i s t e m a dei P a g a m e n t i Front Front End End Back Back End End -14-

15 Funzione Vendite Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi Beni/Servizi Individuazione cliente Previsione di incasso Individuazione partita pagata 6 - Incasso c/clienti c/bancav Incasso effettivo Report di tesoreria E2E STP-Dalla fattura alla riconciliazione dei partitari finanziari e commerciali: Payment Initiation a cura del debitore - AS IS c/vendite 6 - Pareggiamento 1 Beni/Servizi Riconciliazione 4 - Incasso c/clientev 6 Riconciliazione Impresa Venditrice 9 Banca V Mov.to interb.rio Documenti di riferimento 1 Beni/Servizi 1 Fattura 2 Ordine di pagamento 3 Avviso di pagamento 4 Mov.to interb.rio 5 Contabile Banca A 6 Contabile Banca V 7 E/C commerciale 8 E/C Banca A 9 E/C Banca V 3 7 Sistema dei Pagamenti (EXTRANET) c/bancav c/bancaa 4 4 Mov.to interb.rio Riconciliazione Impresa Acquirente 2 8 Banca A 5 Riconciliazione c/clientea c/acquisti Riscontro 4 Pagamento Funzione Acquisti Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi Verifica qualità beni/servizi c/fornitori 2 -Liquidazione1 Beni/Servizi c/bancaa Report di tesoreria 2 - Pagamento -15-

16 Funzione Vendite Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi E2E STP-Dalla fattura alla riconciliazione dei partitari finanziari e commerciali: Payment Initiation a cura del debitore TO BE c/vendite c/clienti Beni/Servizi 6 - Pareggiamento 1 Beni/Servizi Impresa Venditrice Impresa Acquirente 1 Beni/Servizi c/acquisti Funzione Acquisti Funzione Produzione Funzione Logistica Verifica ordine/contratto Verifica consegna beni/prestazione servizi Verifica qualità beni/servizi c/fornitori 2 -Liquidazione1 Beni/Servizi Sistemi automatici e certificati per: - fatturazione - contabilizzazioni - riscontro/riconciliazioni - archiviazioni INTERNET e/o EXTRANET 5 8 Sistemi automatici e certificati per: - acquisizione fatture passive - contabilizzazioni - riscontro/riconciliazioni - archiviazioni c/bancaa 2 - Pagamento Previsione di incasso c/bancav 6 - Incasso Incasso effettivo 4 - Incasso c/clientev Banca V 4 4 Mov.to interb.rio Sistema dei Pagamenti (EXTRANET) c/bancav c/bancaa 4 4 Mov.to interb.rio Banca A c/clientea 2 Pagamento Report di tesoreria Report di tesoreria Documenti di riferimento 1 Fattura 2 Ordine di pagamento 3 Avviso di pagamento 4 Mov.to interb.rio 5 Contabile Banca A 6 Contabile Banca V 7 E/C commerciale 8 E/C Banca A 9 E/C Banca V -16-

17 ENITER Platform and transactional processes Logistics Production Commerce C o r p o r a t e ERP Security Key EDI for just in time and accounting SLA REMADV BOPDIR INVOIC STATAC Document Dispatch processes Postel Monetary settlement processes EDI Fax PKI Customers and Suppliers Group Corporations Internet Banca d Italia MARKETS PAYMENT SYSTEMS Monetary Settlement Electronic Signature Electronic Signature Digital Signature Banking hubs Banks Acknowlegment Slip and c/a statement Confirmation Administration Finance Control Central Treasury Eni FINANCIAL FOREX MARKETS -17-

18 SERVIZI DI ELECTRONIC BANKING TURNOVER (escluse operazioni di cash pooling) disposizioni n ammontare (milioni di euro) di cui: INCASSI E PAGAMENTI CON TERZI disposizioni n ammontare (milioni di euro) INCASSI, PAGAMENTI E TRASFERIMENTO FONDI INTRAGRUPPO disposizioni n ammontare (milioni di euro) RENDICONTAZIONE ELETTRONICA VOLUMI OPERATIVI (1/2) Movimenti n CARTE "FUEL" Carte in circolazione n ammontare transato (migliaia di euro)

19 VOLUMI OPERATIVI (2/2) SERVIZI DI EDI LOGISTICO AMMINISTRATIVO COMMERCIALE FINANZIARIO Trading Partner n altri corrispondenti telematici n Transazioni e documenti processati n SERVIZI DI TTP Certificati SSL (Client e Server, Code signing) n Firme digitali n Sigle e firme elettroniche n Società attive n INNOVAZIONI IMPLEMENTATE - di processi n di prodotto n RISORSE IMPIEGATE (Attività di: R&S, Marketing, Progettazione, Realizzazione progetto, Definizione contrattualistica, Produzione ed erogazione servizi, Gestione conti correnti, Riscontri e riconciliazioni, Gestione anomalie e dispute, Assistenza specialistica, Sistema Qualità) PRODUTTIVITA' (N documenti e operazioni per addetto)

20 SOMMARIO Dematerializzazione, End-to-End Straight Through Processing e nuove catene del valore: un importante evidenza empirica Dalla Financial Value Chain alla Financial Supply Chain nella prospettiva SEPA e PSD: nuovi scenari e nuovi orizzonti operativi Standard e infrastrutture come fattori a valenza strategica. Nuovi ruoli per le tesorerie aziendali -20-

21 -21-

22 -22-

23 -23-

24 -24-

25 -25-

26 -26-

27 -27-

28 -28-

29 -29-

30 -30-

31 -31-

32 -32-

33 -33-

34 -34-

35 -35-

36 -36-

37 La SEPA Euro UE Non UE Tutti i cittadini europei e le imprese operanti in Europa dovranno essere in grado di effettuare pagamenti in euro, all interno dell UE e dei Paesi accordati,a partire da un singolo conto bancario o utilizzando un unica carta di pagamento, con la stessa facilità e sicurezza su cui possono contare attualmente nel proprio contesto nazionale -37-

38 DIGITAL & NETWORK ECONOMICS e creazione di nuovo valore Legge di Sarnoff (broadcasting) Valore = a x N (andamento lineare) Legge di Metcalfe (telco, fax, ecc) Valore = N 2 (andamento parabolico) Legge di Reed (reti interoperanti*) Valore = 2 N (andamento esponenziale) dove N è il numero di soggetti (o nodi) connessi interoperanti* (*) Nell insieme, essi costituiscono comunità che condividono interessi, obiettivi e regole, quali le reti che, grazie ad apposite convenzioni legalmente vincolanti, consentono di scambiare transazioni e documenti elaborabili secondo i paradigmi dello STP. -38-

39 Dematerializzazione, STP E2E e SEPA La SEPA rappresenta una discontinuità in grado di accelerare la diffusione del documento elettronico: nelle relazioni Banca-Impresa nei rapporti B2B e B2G2B nell organizzazione interna delle aziende. PUNTI QUALIFICANTI In effetti, la SEPA si basa: sul linguaggio XML e su messaggi standard sempre più governati dalla norma ISO Il lavoro congiunto tra banche e imprese consente di indirizzare l evoluzione del nuovo sistema di pagamenti europeo verso l integrazione con la Financial Value Chain; su infrastrutture che garantiscono l interoperabilità in un mercato di grandi dimensioni. Questi fattori incidono in misura rilevante sulla convenienza di attivare i progetti di re-ingegnerizzazione delle catene del valore, per effetto dello scenario di network economics che va concretamente definendosi. -39-

40 TODAY

41 TOMORROW cross border/cross industry standard and business rules for the financial supply chain The SEBA (Single European Business Area) the integrated platform for 25 million of economic operators and 500 million of citizens ITI - Associazione Italiana Tesorieri d Impresa /51 /

42 Evoluzione Vs. Rivoluzione EVOLUZIONE RIVOLUZIONE -42-

43 RIVOLUZIONE Il change più rilevante non è solo quello tecnologico, ma anche quello delle strutture di mercato che nasce da una nuova idea di business -43-

44 Dall evoluzione alla rivoluzione: la presa di coscienza Focus su regolamentazione dei RAPPORTI TRA BANCHE secondo il modello tedesco (minisepa?) RAPPORTI CON LA CLIENTELA lasciati in ambito competitivo (no standard, no regole comuni, etc.) La SEPA è un progetto di autoregolamentazione del mercato, promosso dalle banche e realizzato con il concorso di tutti gli stakeholders; la fatturazione elettronica è parte integrante della SEPA, perché rappresenta l incentivo per le imprese di intervenire sui cicli commerciali operando scelte organizzative e di investimento atte a integrare il regolamento monetario con le transazioni commerciali e i processi amministrativi e finanziari (ivi incluse eventuali opportunità di trade financing); la standardizzazione del rapporto Banca- Impresa è indispensabile per realizzare le condizioni di interoperabilità. -44-

45 SEPA: NUOVI SCENARI PER GLI OPERATORI EUROPEI (1) I benefici derivanti dalla realizzazione della SEPA potranno arrivare ad ammontare nell arco dei prossimi 6 anni a: 123 miliardi di euro per l intera ECONOMIA EUROPEA 175 miliardi di euro se si prende in considerazione unicamente il lato degli UTILIZZATORI DOMANDA Alta richiesta degli strumenti SEPA Bassa richiesta degli strumenti SEPA Reattiva e frammentaria Pro-attiva e sistematica Il pieno coinvolgimento ed impegno degli stakeholder risulta fondamentale per massimizzare i benefici economici che è possibile realizzare con la SEPA OFFERTA Fonte: SEPA: potential benefits at stake, Capgemini -45-

46 SEPA: NUOVI SCENARI PER GLI OPERATORI EUROPEI (2) Una crescente domanda dei servizi SEPA da parte delle imprese e della P.A può rappresentare un elemento chiave sia per aumentare i propri benefici che per spingere l offerta a divenire più attiva e dinamica, a vantaggio dell intera economia DOMANDA SEPA Big Times è lo scenario che presenta i maggiori benefici per l intero sistema. Elementi essenziali per arrivarci è un offerta pro-attiva e innovativa e una domanda elevata dei servizi SEPA. OFFERTA -46-

47 La direttiva 2007/64/CE - Payment Services Directive (PSD) La PSD definisce la cornice giuridica armonizzata per l offerta di servizi di pagamento nel mercato interno. Effetti diretti sulla SEPA: - previsione di obblighi informativi (ex ante ed ex post) a carico degli intermediari - definizione delle caratteristiche delle operazioni di pagamento (es. tempi di esecuzione) - disciplina della responsabilità delle parti con rafforzamento di quella dei providers (in un ottica end-to-end, dall ordinante al beneficiario) Effetti indiretti sulla SEPA: - aumento della concorrenza per l armonizzazione dei prodotti/servizi di pagamento e delle regole preposte alla loro offerta - Previsione delle payment institutions -47-

48 STRUTTURA DELLA PSD Oggetto, ambito applicativo, definizioni (Titolo I) Le Payment Institutions (Titolo II) Rafforzamento delle tutele informative (Titolo III) Diritti e obblighi delle parti (Titolo IV) Misure di attuazione e Comitato Pagamenti (Titolo V) Art. 30/1-2* Art. 34/2 Art. 52/3 Ambito di applicazione Art. 53/3 Deroghe agli obblighi di informazione Art. 61/3 Spese applicabili Art. 69/1* Principali opzioni rilevanti per le carte Deroghe al regime della responsabilità Responsabilità del pagatore per utilizzi non autorizzati Tempi di esecuzione * Clausola generale -48-

49 PSD - SERVIZI DI PAGAMENTO 1. Servizi che permettono di depositare il contante su un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento. 2. Servizi che permettono prelievi in contante da un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento. 3. Esecuzione di ordini di pagamento, incluso il trasferimento di fondi, su un conto di pagamento presso il prestatore di servizi di pagamento dell utilizzatore o presso un altro prestatore di servizi di pagamento: esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum, esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi, esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti. 4. Esecuzione di operazioni di pagamento quando i fondi rientrano in una linea di credito accordata ad un utilizzatore di servizi di pagamento: esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum, esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi, esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti. 5. Emissione e/o acquisizione di strumenti di pagamento. 6. Rimessa di denaro. 7. Esecuzione di operazioni di pagamento ove il consenso del pagatore ad eseguire l operazione di pagamento sia dato mediante un dispositivo di telecomunicazione, digitale o informatico e il pagamento sia effettuato all operatore del sistema o della rete di telecomunicazioni o digitale o informatica che agisce esclusivamente come intermediario tra l utente di servizi di pagamento e il fornitore di beni e servizi. In Italia l impatto è particolarmente significativo alla luce delle riserve previste dal TUB per la prestazione di servizi di pagamento -49-

50 ULTERIORI INIZIATIVE NORMATIVE EUROPEE Direttiva sugli IMEL (2000/46/CE) Revisione al fine di: 1) modificare la definizione di moneta elettronica; 2) riconsiderare il regime di vigilanza degli Imel; 3) consolidare la direttiva nella PSD Regolamento sui pagamenti transfrontalieri (2560/2001/CE) Revisione ai fini di: 1) estenderne l ambito applicativo in coerenza con la SEPA; 2) valutare l introduzione di una end date per la migrazione ai nuovi strumenti paneuropei; 3) considerare l opportunità di una sunset clause per gli oneri segnaletici di BoP delle banche Disciplina antiriciclaggio - Regolamento 1781/2006 sui dati sull ordinante nei messaggi di pagamento - Attuazione della III Direttiva antiriciclaggio (in Italia, il d.lgs 231/2007): nuove tipologie di moneta elettronica anonima, usa e getta (150 euro) e ricaricabile (2.500 euro annui) Emerge l esigenza di una complessiva razionalizzazione della disciplina dettata in materia di pagamenti -50-

51 PROSPETTIVE Aumento della concorrenza e della qualità dei servizi nel mercato dei pagamenti retail: nuovi operatori e nuovi prodotti (e-m payments) Evoluzione della SEPA in termini di ampliamento del novero degli strumenti armonizzati e di evoluzione dei meccanismi di governance Il caso dei pagamenti attraverso la telefonia mobile: in coerenza con la visione del sistema dei pagamenti quale economia di rete, la collaborazione tra le banche e gli operatori di telefonia cellulare può rappresentare il presupposto per l evoluzione di servizi di pagamento di base verso servizi finanziari più complessi Obiettivo è la definizione di standard condivisi per il contenuto core delle applicazioni di pagamento lasciando spazio alla concorrenza sui livelli di servizio offerti all utenza finale -51-

52 Direttiva sui Servizi di Pagamento TITOLO I Oggetto, Ambito di applicazione, Definizioni AMBITO DI APPLICAZIONE Servizi di Pagamento Transazioni intra-ue Euro ed altre divise Stati Membri Contante non più oggetto della direttiva TITOLO II Prestatori dei Servizi di Pagamento Definiti requisiti di capitale a carico delle Payment Institutions e le misure necessarie a proteggere i fondi dei clienti Introdotta la possibilità che le payment institutions concedano credito strettamente legato al loro payments business, a valere su fondi propri e/o acquisiti dal mercato e non su quelli dei clienti (divieto di raccolta di depositi). TITOLO III Trasparenza delle condizioni per i servizi di pagamento Disciplina della trasparenza: formulazione di compromesso tra l originaria previsione di comunicazione sempre individualizzata (obbligo a comunicare) e le richieste dell industria di maggiore flessibilità (obbligo a rendere disponibili le informazioni), sancendo l obbligo di comunicare su richiesta. -52-

53 Direttiva sui Servizi di Pagamento TITOLO IV Diritti ed obblighi in relazione alla prestazione di servizi di pagamento Consenso, autorizzazione e transazioni non autorizzate: Transazioni autorizzate: rimando alle disposizioni delle legislazioni nazionali per onere della prova Transazioni non autorizzate: 13 mesi dalla data dell addebito per la presentazione di un ricorso contro il prestatore del servizio Opposizione all addebito: massimo di 8 settimane dalla data di addebito Inversione dell onere della prova: è la banca a dover dimostrare di aver adempiuto ai suoi doveri professionali, non l utilizzatore dei servizi Esecuzione di un operazione di pagamento Ordini di pagamento, Commissioni e Importi trasferiti non decurtati Tempi di esecuzione ricezione = accettazione = esecuzione se ordine completo e valido cut off time alle D+1 dall approvazione della PSD ( D+3 fino al 2012 se concordato tra le parti )* Disponibilità dei fondi: data contabile = data valuta Responsabilità oggettiva eliminata Obblighi di segnalazione statistica ridotti dal 1 gennaio 2008 verso abolizione Normativa relativa ai conti dei non residenti eliminazione discriminazioni tra residenti e non residenti * L EPC per il Rulebook Credit Transfer popone D+2-53-

54 AI FINI OPERATIVI, GLI ARTICOLI PIÙ IMPORTANTI DELLA PSD SI TROVANO NEI TITOLI III E IV -54-

55 TITOLO III Trasparenza delle informazioni e requisiti informativi per i servizi di pagamento Art. 30 Ambito di applicazione (scope) 1. Le parti possono accordarsi che il Titolo non si applichi in tutto o in parte quando l utilizzatore del servizio non è un consumatore 2. Gli Stati Membri possono stabilire che le norme in questo Titolo vengano applicate alle micro-imprese allo stesso modo dei consumatori [in Italia, l orientamento prevalente sembra essere quello di non avvalersi della facoltà] 3. La direttiva non pregiudica le norme Nazionali che implementano la Direttiva 87/102/EEC* e le norme Comunitarie o Nazionali sul credito al consumo non armonizzate con questa Direttiva e conformi a leggi Comunitarie Art. 31 Altre norme di legislazione Comunitaria che prevedano ulteriori requisiti di informazione preventiva. Sostuisce alcuni articoli della Direttiva 2002/65/EC** * Direttiva di armonizzazione del Credito al Consumo (1986) ** Distance marketing of consumer financial services Directive -55-

56 TITOLO IV : Diritti ed obblighi relativi alla fornitura e utilizzo di servizi di pagamento Norme comuni: Art 51 a 53 Art. 51 Ambito di applicazione (scope) 1. Quando l utilizzatore non è un consumatore, le parti possono accordarsi che gli Articoli 52(1), il secondo sottoparagrafo dell Art.54(2) e gli Articoli 59, 61, 62, 63, 66 e 75 non si applichino in tutto o in parte. Le parti possono inoltre accordarsi su un periodo temporale diverso da quello stabilito nell Art. 58 ( storno nei 13 mesi per carenza del mandato ) 2. Gli stati menbri possono disporre che l Art. 83 non si applichi quando l utilizzatore non è un consumatore 3. Gli stati membri possono disporre che le norme di questo Titolo si applichino alle micro-imprese allo stesso modo dei consumatori 4. La direttiva non pregiudica le norme Nazionali che implementano la direttiva 87/102/EEC e le norme Comunitarie o Nazionali sul credito al consumo non armonizzate con questa Direttiva e conformi a leggi Comunitarie -56-

57 ARTICOLI CHE POTREBERO NON APPLICARSI ALLE IMPRESE SE QUESTE (ESPRESSAMENTE?) CONCORDANO Art. 52(par.1) Gratuità delle informazioni fornite agli utilizzatori salvo accordi Art 54 (2) secondo sotto-paragrafo In assenza del consenso (manifestato nella forma concordata tra le parti..) il pagamento sarà considerato non autorizzato Art. 59 Prova dell autenticazione e esecuzione del pagamento Art. 61 Responsabilità del debitore per transazioni non autorizzate Art. 62 Rimborsi per pagamenti iniziati dal o attraverso il creditore Art. 63 Richieste di rimborso per pagamenti iniziati da o attraverso il creditore ( 8 settimane 8 settimane + 10 gg lav. ) Art. 66 Irrevocabilità di un ordine di pagamento Art. 75 Mancata o non corretta esecuzione del pagamento Art. 58 Notifica di pagamenti non autorizzati o eseguiti in maniera non corretta (al piu presto.non altre 13 mesi ) Art. 83 Composizione extra-giudiziale delle controversie -57-

58 TITOLO III - LE NORME PIU RILEVANTI Art. 32 Gratuità delle informazione indicate nel Titolo III Art. 33. Onere della prova a carico del fornitore Art. 34 Deroga per gli strumenti di pagamento con importo ridotto e il denaro elettronico Art. 37 Informazioni e condizioni (a) Il fornitore deve specificare l informazione o identificativo univoco che l utilizzatore deve fornire perché l ordine di pagamento possa essere eseguito correttamente Art. 38 Informazioni al debitore subito dopo il ricevimento dell ordine (a) un riferimento che permette al debitore di identificare il pagamento e, ove appropriato, informazione relativa al creditore (e) la data di ricevimento dell ordine di pagamento -58-

Fare clic per modificare lo stile del titolo dello schema

Fare clic per modificare lo stile del titolo dello schema Fare clic per modificare lo stile del titolo dello schema Fare clic per modificare SImpresa incontra gli il stili del testo dello schema Sottosegretario Sen. GIARETTA Secondo livello Terzo livello Quarto

Dettagli

Il Progetto Speciale SEPA e la Pubblica Amministrazione. Forum PA - Roma, 25 maggio 2007

Il Progetto Speciale SEPA e la Pubblica Amministrazione. Forum PA - Roma, 25 maggio 2007 Il Progetto Speciale SEPA e la Pubblica Amministrazione Forum PA - Roma, 25 maggio 2007 Agenda 1 > Il Progetto SEPA 1.1 > Cosa cambierà con la SEPA? 1.2 > Gli Stakeholders nella SEPA 1.3 > La Direttiva

Dettagli

Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD

Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD SPIN 2010 Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD Liliana Fratini Passi Segretario Generale Consorzio CBI Membro dell Expert Group on Electronic Invoicing della Commissione Europea Roma

Dettagli

Le imprese e la SEPA Completare la migrazione entro il 1 febbraio 2016

Le imprese e la SEPA Completare la migrazione entro il 1 febbraio 2016 Comitato PagamentiItalia Le imprese e la SEPA Completare la migrazione entro il 1 febbraio 2016 Nel 2014 gli schemi di bonifico e addebito diretto SEPA (Single Euro Payments Area) hanno definitivamente

Dettagli

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area)

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) ABI SPIN 2006 SWIFT ITALY I fattori del cambiamento Regolamentazione e competizione I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) Antonio Finocchiaro Vice Direttore generale della Banca

Dettagli

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante Claudio Mauro Direttore RA Computer S.p.A. SIA Milano, 4 Dicembre 2012 SIA Verso il futuro:

Dettagli

Le certificazioni internazionali: il processo di standardizzazione ISO20022

Le certificazioni internazionali: il processo di standardizzazione ISO20022 Le certificazioni internazionali: il processo di standardizzazione ISO20022 Liliana Fratini Passi Responsabile Segreteria Tecnica ACBI ASSOCIAZIONE PER IL CORPORATE BANKING INTERBANCARIO - ACBI X CONVENTION

Dettagli

Domenico Santececca Responsabile dell Area Servizi di Mercato ABI

Domenico Santececca Responsabile dell Area Servizi di Mercato ABI L Evoluzione della SEPA: la Realizzazione delle Infrastrutture e il Nuovo Quadro Normativo Domenico Santececca Responsabile dell Area Servizi di Mercato ABI Roma, 16 giugno 2006 Struttura presentazione

Dettagli

L Europa dei pagamenti negli anni del turmoil SEPA PROGRESS. Le imprese Italiane di fronte alla SEPA

L Europa dei pagamenti negli anni del turmoil SEPA PROGRESS. Le imprese Italiane di fronte alla SEPA L Europa dei pagamenti negli anni del turmoil SEPA PROGRESS Roma, 16 giugno 2009 Le imprese Italiane di fronte alla SEPA Servizi di Amministrazione Ciclo Attivo - Telecom Italia SpA Membro del Consiglio

Dettagli

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro.

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. Milano, 6 febbraio 2009 SEPA DIRECT DEBIT B2C B2B Problemi aperti e proposte di miglioramento Servizi di Amministrazione

Dettagli

Il Nuovo CBI e la compliance con la SEPA

Il Nuovo CBI e la compliance con la SEPA Il Nuovo CBI e la compliance con la SEPA Michela Tocci Segreteria Tecnica ACBI Associazione per il Corporate Banking Interbancario - ACBI INNOVAZIONE NEL SISTEMA DEI PAGAMENTI 1 Milano, 18 aprile 2007

Dettagli

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS SULLA SEPA

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS SULLA SEPA FREQUENTLY ASKED QUESTIONS SULLA SEPA 1. Che cosa significa SEPA? SEPA è l acronimo di Single Euro Payments Area, ossia Area Unica dei Pagamenti in Euro. 2. Quali Paesi appartengono alla SEPA? La SEPA

Dettagli

CBI 2: nuovi servizi a supporto delle imprese. Area Sistemi di Pagamento Roberto Menta

CBI 2: nuovi servizi a supporto delle imprese. Area Sistemi di Pagamento Roberto Menta CBI 2: nuovi servizi a supporto delle imprese Area Sistemi di Pagamento Roberto Menta CBI 2: nuovi servizi a supporto delle imprese 1 CBI - Corporate Banking Interbancario 2 CBI 2 - nuovo CBI 3 Nuovi servizi

Dettagli

Telecom Italia. Verso la SEPA. CeTIF 2006. Ernesto Simonetta GRUPPO TELECOM ITALIA

Telecom Italia. Verso la SEPA. CeTIF 2006. Ernesto Simonetta GRUPPO TELECOM ITALIA 2006 Milano, Giovedì 26 Ottobre 2006 Università Cattolica del Sacro Cuore Telecom Italia Verso la SEPA Agenda 1. Gruppo Telecom Italia: accentramento della tesoreria 2. Verso la SEPA 1 Il Gruppo Telecom

Dettagli

3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza.

3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza. 3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza. Aspetti tecnici e di compliance, esperienze e case history, incentivi

Dettagli

I benefici per le imprese dell utilizzo della Fatturazione Elettronica tramite CBI

I benefici per le imprese dell utilizzo della Fatturazione Elettronica tramite CBI I benefici per le imprese dell utilizzo della Fatturazione Elettronica tramite CBI Liliana Fratini Passi Segretario Generale del Consorzio CBI Membro dell Expert Group on Electronic Invoicing (CE) 1 Agenda

Dettagli

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A.

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Arnaldo Cis, Direttore Commerciale Istituto Centrale delle Banche Popolari Roma, 02 dicembre 2010 Il Gruppo ICBPI oggi G O V E R N A N C

Dettagli

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Indice del documento 1. Sepa End Date: key points 2. Le risposte CREVAL 3. I

Dettagli

EVOLUZIONI NEL RAPPORTO BANCA IMPRESA: CBI E FATTURAZIONE ELETTRONICA

EVOLUZIONI NEL RAPPORTO BANCA IMPRESA: CBI E FATTURAZIONE ELETTRONICA Sistemi di pagamento: percorsi di innovazione per il mercato retail e corporate EVOLUZIONI NEL RAPPORTO BANCA IMPRESA: CBI E FATTURAZIONE ELETTRONICA Liliana Fratini Passi Segretario Generale Consorzio

Dettagli

I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia

I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia 1 I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia 24 gennaio 2014 Servizio Sistema dei pagamenti Marco Piccinini - 1 - 2 Sommario Il Sistema dei pagamenti: definizione,

Dettagli

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario LA SEPA IN BREVE CONTENUTI DOCUMENTO SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer SEPA Direct Debit SEDA Glossario 2 COS È SEPA SEPA La SEPA, Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti

Dettagli

Efficienza e innovazione nella PA

Efficienza e innovazione nella PA Roma, 10 dicembre 2009 Efficienza e innovazione nella Fausto Bolognini CEO Agenda Lo scenario di riferimento per la Le soluzioni di Quercia Software per la Le nuove opportunità legate al nodo CBI 2 I principali

Dettagli

Il CBI a supporto dell'innovazione delle imprese nel contesto internazionale

Il CBI a supporto dell'innovazione delle imprese nel contesto internazionale Il CBI a supporto dell'innovazione delle imprese nel contesto Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio CBI Firenze, 22 giugno 2012 Agenda della sessione n Il CBI a supporto dell'innovazione delle

Dettagli

Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio CBI

Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio CBI Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio Il Consorzio - Customer to Business Interaction Infrastruttura di rete Comunità estesa 580 Istituti finanziari Consorziati (compreso Poste e CartaLis)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI E OPERAZIONI DI PAGAMENTO RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI E OPERAZIONI DI PAGAMENTO RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI E OPERAZIONI DI PAGAMENTO RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO Redatto ai sensi della Delibera CICR del 4 marzo 2003 e del Titolo X Capitolo 1 delle Istruzioni di Vigilanza per

Dettagli

Aspetti tecnici e di compliance, esperienze e case history, incentivi ed opportunità per aziende, banche e professionisti.

Aspetti tecnici e di compliance, esperienze e case history, incentivi ed opportunità per aziende, banche e professionisti. lo snodo e l interoperabilità verso altri ecosistemi. Aspetti tecnici e di compliance, esperienze e case history, incentivi ed opportunità per aziende, banche e professionisti. Roma, 20 gennaio 2016 Con

Dettagli

LE EVOLUZIONI DELLE ATTUALI FUNZIONI CBI A SUPPORTO DELLA RICONCILIAZIONE DEI PAGAMENTI

LE EVOLUZIONI DELLE ATTUALI FUNZIONI CBI A SUPPORTO DELLA RICONCILIAZIONE DEI PAGAMENTI WORKSHOP TECNICO SUL CBI: DALLA TEORIA ALLA PRATICA LE EVOLUZIONI DELLE ATTUALI FUNZIONI CBI A SUPPORTO DELLA RICONCILIAZIONE DEI PAGAMENTI Michela Tocci Luogo, Data Il CBI Il CBI è una rete di payment

Dettagli

X CONVENTION ABI Banca & Impresa & PA L efficienza del Sistema Paese per lo sviluppo

X CONVENTION ABI Banca & Impresa & PA L efficienza del Sistema Paese per lo sviluppo X CONVENTION ABI Banca & Impresa & PA L efficienza del Sistema Paese per lo sviluppo IL CONFRONTO CON LE AZIENDE NELLA CREAZIONE DI SERVIZI CBI A VALORE AGGIUNTO Gianfranco Tabasso, Vice Presidente AITI

Dettagli

Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale

Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale Torino, 30 settembre 2011 Gino Giambelluca- Banca d Italia Servizio Supervisione sui mercati e

Dettagli

Convegno CBI 2009 - Sessione Parallela I. SEPA e PSD: compliance CBI. Le evoluzioni del Servizio CBI in ambito europeo ed internazionale

Convegno CBI 2009 - Sessione Parallela I. SEPA e PSD: compliance CBI. Le evoluzioni del Servizio CBI in ambito europeo ed internazionale Convegno CBI 2009 - Sessione Parallela I SEPA e PSD: compliance CBI Le evoluzioni del Servizio CBI in ambito europeo ed internazionale Roma, 11 dicembre 2009 Luogo, Data 1. Stato dell arte relativo alle

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA GUIDA PER LE AZIENDE LA SEPA INCLUDE 33 PAESI 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 DO YOU SEPA? 2010 PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 Chiara Frigerio CeTIF in collaborazione con 1 Dinamiche evolutive del business dei pagamenti Fattori Socio-culturali SEPA Evoluzione del mercato Sistemi

Dettagli

CARTE E PAGAMENTI ELETTRONICI: OBIETTIVI E AZIONI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

CARTE E PAGAMENTI ELETTRONICI: OBIETTIVI E AZIONI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE CARTE E PAGAMENTI ELETTRONICI: OBIETTIVI E AZIONI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE Roma, 15 novembre 2012 Gino Giambelluca- Banca d Italia Servizio Supervisione sui mercati e sul sistema dei pagamenti 1 Divisione

Dettagli

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A.

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. CBI 2008 e Forum Internazionale sulla Fattura Elettronica L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. Luca Poletto Responsabile Product & Marketing Cash management BNL Gruppo BNP Paribas

Dettagli

Interoperability, reachability, competitiveness, a coherent and efficient choice for the full realisation of the Single Euro Payments Area

Interoperability, reachability, competitiveness, a coherent and efficient choice for the full realisation of the Single Euro Payments Area Interoperability, reachability, competitiveness, a coherent and efficient choice for the full realisation of the Single Euro Payments Area Milano, Centro Convegni ICBPI, 14 ottobre 2011 Intervento di Franco

Dettagli

Michelangelo Merola. Componente Focus Group Consorzio CBI. Componente Task Force del Forum Imprese per la Migrazione alla SEPA

Michelangelo Merola. Componente Focus Group Consorzio CBI. Componente Task Force del Forum Imprese per la Migrazione alla SEPA Michelangelo Merola Responsabile Servizi Finanziari di Gruppo e Gestione Tecnica dei Flussi Gestione Flussi e Contabilità Finanziaria Direzione Finanza Enel Componente Focus Group Consorzio CBI Componente

Dettagli

Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI

Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI guida_psd_impresa_def.indd 1 11/06/10 10.51 Indice I BONIFICI: cosa cambia 1 Ricezione ed

Dettagli

SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016

SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016 SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016 COSA CI ASPETTA E COME ARRIVARE PREPARATI CONFERENCE CALL 14 Gennaio 2016 SEPA: il percorso (in sintesi) Forti criticità di sistema (banche, infrastrutture tecniche,

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Dal 1 febbraio 2014 bonifici nazionali in euro e RID sono stati sostituiti dai corrispondenti servizi europei che potranno essere

Dettagli

Le nuove tendenze della standardizzazione internazionale: la next generation della Supply Chain Finance. Fabio Sorrentino

Le nuove tendenze della standardizzazione internazionale: la next generation della Supply Chain Finance. Fabio Sorrentino Le nuove tendenze della standardizzazione internazionale: la next generation della Supply Chain Finance Fabio Sorrentino Responsabile Ufficio Standard e Architettura Consorzio CBI Convegno CBI Roma, 21

Dettagli

Lo scambio telematico delle informazioni nel rapporto banca-impresa Giovanni Carosio, Vice Direttore Generale Banca d Italia

Lo scambio telematico delle informazioni nel rapporto banca-impresa Giovanni Carosio, Vice Direttore Generale Banca d Italia Lunedì 19 novembre 08.30 Registrazione dei partecipanti e welcome coffee SESSIONE PLENARIA DI APERTURA Chair: Giuseppe Zadra, ABI 09.30 Il processo di internazionalizzazione delle imprese e le nuove tendenze

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle OPERAZIONI OCCASIONALI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle OPERAZIONI OCCASIONALI FOGLIO INFORMATIVO relativo alle OPERAZIONI OCCASIONALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25-25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 e-mail:

Dettagli

SEPA Credit Transfer - Descrizione del Servizio

SEPA Credit Transfer - Descrizione del Servizio SEPA Credit Transfer Descrizione del Servizio ISC Codice documento: Progetto: SIA-SSB SEPA CT - DS Versione: 1.0 Interbank Sepa Credit Transfer - ISC Data emissione: Gennaio 2009 Classificazione: Distribuzione:

Dettagli

Gli impatti della end-date sui servizi CBI. Fabio Sorrentino. Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI. Firenze, 22 giugno 2012.

Gli impatti della end-date sui servizi CBI. Fabio Sorrentino. Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI. Firenze, 22 giugno 2012. Gli impatti della end-date sui servizi CBI Fabio Sorrentino Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI Firenze, 22 giugno 2012 Luogo, Data Regolamento SEPA end-date Ambito di applicazione (art.1)

Dettagli

OSSERVAZIONI E PROPOSTE SULLA TRANSIZIONE ALLA SEPA. Il punto di vista degli utilizzatori finali

OSSERVAZIONI E PROPOSTE SULLA TRANSIZIONE ALLA SEPA. Il punto di vista degli utilizzatori finali CUSP OSSERVAZIONI E PROPOSTE SULLA TRANSIZIONE ALLA SEPA Il punto di vista degli utilizzatori finali SINTESI DIREZIONALE L obiettivo di migliorare la competitività del sistema produttivo europeo mediante

Dettagli

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Alessandro Perego Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria PSD Direttiva europea sui servizi di pagamento Novità ed effetti sull operatività bancaria Documento destinato alla clientela della Cassa Rurale Alta Vallagarina BCC Giugno 2010 Cos è la PSD Definisce

Dettagli

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente SEZIONE III SERVIZIO DI INCASSI E PAGAMENTI DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Oggetto 1. Il servizio di incassi

Dettagli

SINGLE EURO PAYMENTS AREA (SEPA): BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI COSA CAMBIA PER LE IMPRESE

SINGLE EURO PAYMENTS AREA (SEPA): BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI COSA CAMBIA PER LE IMPRESE SINGLE EURO PAYMENTS AREA (SEPA): BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI COSA CAMBIA PER LE IMPRESE Arezzo, 22 maggio 2014 SEPA: cosa è, obiettivi, contesto e normativa di riferimento Benefici per le Aziende Quali

Dettagli

Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013

Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013 Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013 1 L area unica dei pagamenti in euro Le tappe di un percorso Inserire testo 01/01/2002

Dettagli

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Forum Banche e PA 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA E E- PROCUREMENT InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Fabrizio Leoni Npd Manager, Infocert Spa 23 Novembre 2015,

Dettagli

TAS Group. Company Profile 2014

TAS Group. Company Profile 2014 TAS Group Company Profile 2014 Empower your business TAS Group è il partner strategico per l innovazione nei sistemi di pagamento, le carte e i mercati finanziari 30 anni di esperienza Più di 500 esperti

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. FAQ SEPA Banca d Italia

SEPA Single Euro Payments Area. FAQ SEPA Banca d Italia SEPA Single Euro Payments Area FAQ SEPA Banca d Italia Che cosa è la SEPA? SEPA è l acronimo che identifica la Single Euro Payments Area (l Area unica dei pagamenti in euro), ovvero un area nella quale

Dettagli

In momenti di incertezza e di instabilità

In momenti di incertezza e di instabilità LA GESTIONE DELLA TESORERIA ALLA LUCE DELLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI In momenti di incertezza e di instabilità finanziaria il governo dei flussi di tesoreria assume una notevole importanza all interno

Dettagli

Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO. Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA

Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO. Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA LA SEPA INCLUDE 33 PAESI: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro.

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. Milano, 6 febbraio 2009 SEPA Credit Transfer: BIC, IBAN e Allineamento Elettronico Archivi IBAN Servizi di Amministrazione

Dettagli

La strategia di UniCredit nel supporto all Agenda Digitale della PA

La strategia di UniCredit nel supporto all Agenda Digitale della PA La strategia di UniCredit nel supporto all Agenda Digitale della PA I contenuti dell offerta a supporto della Digitalizzazione della PA & Il Pilota con la Regione Veneto Roma, 1 Dicembre 2014 Agenda o

Dettagli

LA TESORERIA PER PMI: migliorare la gestione dei flussi bancari di una piccola azienda imparando dai tesorieri professionisti

LA TESORERIA PER PMI: migliorare la gestione dei flussi bancari di una piccola azienda imparando dai tesorieri professionisti 06 GIUGNO 2014 La Tesoreria: che cosa e perché pianificare 11 GIUGNO 2014 La Gestione del Passivo: tipi di indebitamento Il cash management: pagamenti, incassi e ciclo previsivo LA TESORERIA PER PMI: migliorare

Dettagli

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment)

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) 1 Obiettivo Gli Schemi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B definiti dall EPC consentono di addebitare in modo automatico il conto del Debitore sulla

Dettagli

La Strategia Multicanale dei Pagamenti in favore del Cittadino

La Strategia Multicanale dei Pagamenti in favore del Cittadino La Strategia Multicanale dei Pagamenti in favore del Cittadino Multi-channel Payment Strategy for Citizen Roma, 1 dicembre 2014 Agenda Il Gruppo Equitalia L ICT come fattore abilitante il cambiamento La

Dettagli

SESSIONE PARALLELA D La banca social: e i pagamenti? Progetto nazionale per sviluppare i Mobile Payments: il ruolo del Consorzio CBI

SESSIONE PARALLELA D La banca social: e i pagamenti? Progetto nazionale per sviluppare i Mobile Payments: il ruolo del Consorzio CBI SESSIONE PARALLELA D La banca social: e i pagamenti? Progetto nazionale per sviluppare i Mobile Payments: il ruolo del Consorzio CBI 2 Dicembre 2014 Simona David, Head of Business and Operations Consorzio

Dettagli

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl PMI Center -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl 1 La tecnologia ha rimodulato i rapporti fra PMI e sistema Bancario a) anno 1987 - scambio telematico flussi informativi e dispositivi monobanca b) anno

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA 1 DEFINIZIONI 1.1 I termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI INCASSO PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI INCASSO PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet:: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

Il RAPPORTO BANCA-IMPRESA Spunti per la gestione efficiente della liquidità e la transizione a SEPA

Il RAPPORTO BANCA-IMPRESA Spunti per la gestione efficiente della liquidità e la transizione a SEPA Il RAPPORTO BANCA-IMPRESA Spunti per la gestione efficiente della liquidità e la transizione a SEPA ABI SPIN, Payment and Cash Management Napoli, 11/06/2013 Lidia Scarpelli Financial Banking Director DDway

Dettagli

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 2 guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 3 INDICE 1 Cos è la SEPA?

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Da agosto 2014 è entrata pienamente in vigore la normativa SEPA che ha l'obiettivo di offrire ai cittadini, alle imprese e alle

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: I SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

Pagamenti elettronici: a che punto siamo?

Pagamenti elettronici: a che punto siamo? Pagamenti elettronici: a che punto siamo? Carlo Maria Medaglia Martedì 10 Luglio Sala della Mercede della Camera dei Deputati I pagamenti elettronici: perché parlarne? Il tema dei pagamenti elettronici

Dettagli

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA 1 DEFINIZIONI 1.1 I termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche

Dettagli

Il nuovo scenario dei servizi di International Payment, CM e Trade a supporto dei nuovi modelli di business

Il nuovo scenario dei servizi di International Payment, CM e Trade a supporto dei nuovi modelli di business Videopresentazione-ITA-P1 Le informazioni contenute in questo documento sono di proprietà di Value Partners S.p.A. e del destinatario del documento. Tali informazioni sono strettamente legate ai commenti

Dettagli

Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide

Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide Convegno Carte 2007 Roma, 26 novembre 2007 Giorgio Avanzi Direttore Generale CartaSi S.p.A. Le scadenze SEPA modificano scenari sino

Dettagli

CBI 2004. La Nuova Architettura CBI. Nuovi servizi, Nuova architettura, Nuove opportunità. Liliana Fratini Passi. Renato A. Sica

CBI 2004. La Nuova Architettura CBI. Nuovi servizi, Nuova architettura, Nuove opportunità. Liliana Fratini Passi. Renato A. Sica CBI 2004 Nuovi servizi, Nuova architettura, Nuove opportunità La Nuova Architettura CBI Liliana Fratini Passi Resp. Segreteria Tecnica ACBI Renato A. Sica Principal Arthur D. Little Resp. Consulenza ACBI

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

PSD: dalla compliance all evoluzione dell offerta bancaria nei servizi di pagamento. Paolo Zanchi Responsabile Settore Monetica, Incassi e Pagamenti

PSD: dalla compliance all evoluzione dell offerta bancaria nei servizi di pagamento. Paolo Zanchi Responsabile Settore Monetica, Incassi e Pagamenti PSD: dalla compliance all evoluzione dell offerta bancaria nei servizi di pagamento Paolo Zanchi Responsabile Settore Monetica, Incassi e Pagamenti Agenda Scenario evolutivo ed elementi di innovazione

Dettagli

IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A.

IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A. IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A. Claudio Mauro Direttore Centrale Business Genova, 11 Novembre 2010 1 Agenda Scenario Pubblica Amministrazione Locale Ordinativo Informatico Locale Gestione

Dettagli

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Università di Bergamo, 19 marzo 2014 Flavio Caricasole Responsabile Estero Commerciale e Sistemi di Pagamento flavio.caricasole@ubibanca.it PSD

Dettagli

Pianificare, gestire e controllare. Roberto De Flumeri Offering Treasury & Credit

Pianificare, gestire e controllare. Roberto De Flumeri Offering Treasury & Credit + Pianificare, gestire e controllare Roberto De Flumeri Offering Treasury & Credit Novità del corporate treasury Nuovi processi Nuove tecnologie Nuovi bisogni 2014 domani Nuove normative 2013 2009.ieri..oggi

Dettagli

Deleghe F24 telematiche

Deleghe F24 telematiche Deleghe F24 telematiche C.B.I. Ordine dei Dottori Commercialisti 28/9/2006 OBIETTIVI DELLA PRESENTAZIONE 1. Il Corporate Banking Interbancario C.B.I. 2. Deleghe F24 telematiche 3. Gli sviluppi futuri del

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO D/1 INCASSO O ACCETTAZIONE DI EFFETTI, ASSEGNI E DOCUMENTI SERVIZIO ELETTRONICO DI INCASSI

FOGLIO INFORMATIVO D/1 INCASSO O ACCETTAZIONE DI EFFETTI, ASSEGNI E DOCUMENTI SERVIZIO ELETTRONICO DI INCASSI FOGLIO INFORMATIVO D/1 INCASSO O ACCETTAZIONE DI EFFETTI, ASSEGNI E DOCUMENTI SERVIZIO ELETTRONICO DI INCASSI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a

Dettagli

A cura di servizidipagamento.eu 2014

A cura di servizidipagamento.eu 2014 INDICE 1 L evoluzione della normativa dei pagamenti alle P.A. I 1.1 Premessa I 1.2 L apertura al «sistema dei pagamenti» I 1.3 Il quadro normativo della gestione di pagamento alle P.A. II 2 1.4 La semplificazione

Dettagli

Strategie e strumenti di pianificazione finanziaria

Strategie e strumenti di pianificazione finanziaria www.pwc.com/it Strategie e strumenti di pianificazione finanziaria Reggio Emilia, 28 maggio 2013 Agenda Introduzione il rischio di liquidità e gli strumenti per la sua gestione 1. Gestione della liquidità

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: SEPA - I NUOVI SERVIZI DI ADDEBITO DIRETTO E BONIFICO COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI CON L AREA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione al SEPA Direct Debit

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione al SEPA Direct Debit SEPA Single Euro Payments Area Introduzione al Introduzione al Il (c.d. SDD) è il servizio di addebito diretto che consente di disporre incassi in euro all'interno della SEPA sulla base di un accordo preliminare

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

LIBRO VERDE. Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono mobile. I punti salienti

LIBRO VERDE. Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono mobile. I punti salienti LIBRO VERDE Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono mobile I punti salienti Nell ottica di migliorare i pagamenti elettronici (tramite carta di credito, internet

Dettagli

L'operatività domestica e cross-border del CBI 2

L'operatività domestica e cross-border del CBI 2 L'operatività domestica e cross-border del CBI 2 Liliana Fratini Passi Segretario ACBI Associazione per il Corporate Banking Interbancario - ACBI SPIN 2007: Crescere per Competere. Tendenze economiche

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Austria Belgio

Dettagli

LA DIRETTIVA La PSD (Payment Service Directive) - Direttiva sui Servizi di Pagamento è stata recepita dall ordinamento giuridico italiano con decorrenza 1 marzo 2010. La Direttiva intende unificare il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo del Nord Est S.p.A. Sede legale: Via Segantini, 5-38122 TRENTO (ITALIA)

Dettagli

Diritto dei Mezzi di Comunicazione. Indice

Diritto dei Mezzi di Comunicazione. Indice INSEGNAMENTO DI DIRITTO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE LEZIONE X IL MERCATO FINANZIARIO ONLINE PROF. ERNESTO PALLOTTA Indice 1 I servizi ed i prodotti finanziari online ----------------------------------------------------------------

Dettagli

Nuovi strumenti di pagamento per la gestione SEPA: Requisiti tecnici. Francesco Panzeri Business Consultant DDWAY

Nuovi strumenti di pagamento per la gestione SEPA: Requisiti tecnici. Francesco Panzeri Business Consultant DDWAY Nuovi strumenti di pagamento per la gestione SEPA: Requisiti tecnici Francesco Panzeri Business Consultant DDWAY Francesco Panzeri Business Consultant Banking DDway fpanzeri@ddway.it mobile: +39 335.8317424

Dettagli

http://www.abicloud.it/articolo?urn=urn:abi:abi:cir.tec:2013;14&pr=idx,0;artic,1;artic...

http://www.abicloud.it/articolo?urn=urn:abi:abi:cir.tec:2013;14&pr=idx,0;artic,1;artic... Page 1 of 12 CIRCOLARIABI SERIE TECNICA N. 14-10 GIUGNO 2013 SEPA COMPLIANT ELECTRONIC DATABASE ALIGNMENT (SEDA): IL SERVIZIO OPZIONALE AGGIUNTIVO DEGLI SCHEMI SEPA DIRECT DEBIT Premessa Con circolari

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Impatti generali del passaggio alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Impatti generali del passaggio alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Impatti generali del passaggio alla SEPA Il passaggio alla SEPA comporta impatti sui processi o sui sistemi della mia azienda? Dal punto di vista dei processi, gli impatti

Dettagli

Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista

Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista Convegno ODC Milano Milano 26 gennaio 2006 Intervento di Emanuele Facile e.facile@fin-innovations.com 1 Gli auspici

Dettagli

C.B.I.2:.2: potenzialità di Business nel nuovo dialogo Banca-Impresa

C.B.I.2:.2: potenzialità di Business nel nuovo dialogo Banca-Impresa Roma, 13-14 ottobre 2005 C.B.I.2:.2: potenzialità di Business nel nuovo dialogo Banca-Impresa Guido Gennari Direttore Commerciale Agenda Scenario di riferimento Nuovi modelli di servizio: DESQ::invoice

Dettagli

Digitale per la crescita: dall innovazione all attuazione. Francesco Orlandini Direttore Public Sector

Digitale per la crescita: dall innovazione all attuazione. Francesco Orlandini Direttore Public Sector Francesco Orlandini Direttore Public Sector Priorità per il piano industriale 1 Contribuire allo sviluppo della Pubblica Amministrazione in Italia 2 Innovare 3 Accelerare la crescita all estero 2 I mercati

Dettagli