Copyright. Edizione e compilazione della relazione a cura di John Head.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Copyright. Edizione e compilazione della relazione a cura di John Head."

Transcript

1 RAPPORTO SU RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA E SOSTENIBILITÀ 2014

2 Il presente documento rappresenta la sesta relazione annuale di MBDA sulla responsabilità sociale d impresa (CSR). Questa relazione riguarda l anno civile 2014, mentre quella precedente riguardava l anno civile 201. La prassi di rendicontazione globalmente adottata si basa sull applicazione delle linee guida GRI4 (G4 Global Reporting Initiative), uno standard cui intendiamo gradualmente adeguarci al fine di migliorare la qualità e l entità delle informazioni riportate. L ambito ed i contenuti della relazione sono stati selezionati con l intento di raccogliere e presentare informazioni di rilievo per il management e gli stakeholder di MBDA, ai fini della valutazione dei rischi e delle opportunità, della definizione delle priorità e dei processi decisionali. Copyright Il documento e le informazioni contenute sono di proprietà di MBDA e non deve essere divulgati a terzi o riprodotti senza autorizzazione di MBDA. MBDA Edizione e compilazione della relazione a cura di John Head. Per ogni eventuale commento o richiesta di informazioni, inviare un al seguente indirizzo: Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

3 INDICE Panoramica di MBDA Che cos è la CSR per MBDA? Chi è MBDA? Comunicato del CEO I 4 fondamenti della strategia di MBDA Comunicato del Direttore Finance Struttura amministrativa di MBDA Business Governance Impegno aziendale Sedi MBDA Prodotti MBDA Sostenibilità Il nostro disegno imprenditoriale Sezione Economia Sezione Sociale Sezione Ambiente Sintesi Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

4 CHE COS È LA CSR PER MBDA? La responsabilità sociale d impresa o CSR (Corporate Social Responsibility) rappresenta l integrazione delle attività e dei valori aziendali attraverso cui gli interessi di tutti stakeholder, clienti, dipendenti, comunità ed ambiente sono considerati e incorporati nelle politiche e nel comportamento di un azienda. La CSR si delinea nelle tre strutture portanti della sostenibilità, rappresentate da Economia, Sociale ed Ambiente. Queste tre strutture portanti ed i loro contenuti saranno il filo conduttore della presente relazione CSR. Implementazione della responsabilità sociale d impresa Nell azienda La responsabilità sociale d impresa (CSR) è l impegno costante da parte della nostra azienda a comportarsi in modo etico nel suo operare attraverso le proprie azioni, attività, prodotti e servizi. Offriamo il nostro contributo alle tre strutture portanti della sostenibilità promuovendo lo sviluppo economico ma anche integrando le questioni sociali e ambientali nelle strategie essenziali e nelle attività commerciali della nostra azienda. Nella collettività locale MBDA fa parte delle comunità locali in cui risiedono i suoi uffici e stabilimenti. È quindi importante agire per quanto possibile nell interesse di tali collettività. Rispetto ai nostri azionisti Ci vengono richieste responsabilità sempre maggiori nei confronti dei nostri azionisti ed anche dei nostri stakeholder, come i clienti, i legislatori, le banche, le autorità di regolamentazione e di definizione di politiche, i fornitori e, più in generale, la società. In MBDA, riconosciamo queste responsabilità e stiamo integrando i requisiti delle tre strutture portanti della sostenibilità all interno della nostra azienda. Chi è MBDA MBDA è un azienda che si occupa di progettazione e produzione e che opera nel settore della Difesa. I programmi e le attività di MBDA sono sostenuti da contratti consolidati con enti governativi ed il nostro ruolo è fornire alle forze armate prodotti a supporto delle loro politiche di difesa. Ci impegniamo a soddisfare le esigenze dei clienti offrendo prodotti, assistenza e servizi economicamente vantaggiosi per il loro intero ciclo di vita e con il minimo impatto sull ambiente ed il contesto sociale. Offriamo inoltre programmi di smilitarizzazione per il disassemblaggio dei prodotti al termine del loro ciclo di vita e per la rigenerazione delle materie prime attraverso un ciclo continuo di uso e riuso basato sulla filosofia C2C (cradle-to-cradle\dalla culla alla culla). Le materie prime che non possono essere riciclate vengono smaltite nel modo più accettabile, in conformità con le esigenze dei clienti e riducendo al minimo l impatto sull ambiente naturale e sociale. Con più di 90 clienti tra le forze armate di tutto il mondo, MBDA è uno dei leader mondiali nel settore dei missili e nei sistemi missilistici. MBDA è l unico gruppo in grado di progettare e produrre missili e sistemi missilistici rispondenti alle più svariate esigenze operative, attuali e future, per le forze armate. In totale, il gruppo offre una gamma che comprende 45 prodotti operativi, tra sistemi missilistici e contromisure già in servizio operativo e più di 15 altri progetti in fase di sviluppo. 2 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

5 COMUNICATO DEL CEO Benvenuti al nostro sesto rapporto sulla responsabilità sociale d impresa. In questo documento potrete apprezzare i progressi dell azienda relativamente al raggiungimento di diversi obiettivi misurabili nell ambito dei tre pilastri della sostenibilità, ovvero gli aspetti economici, sociali ed ambientali, ed il loro ruolo all interno dei nostri più vasti ed ambiziosi obiettivi per il Tuttavia, in questa edizione desidero soffermarmi su un esempio rappresentativo di quelle che forse sono le iniziative meno conosciute dall azienda alle quali continueremo a dedicarci per tutto il La visione collettiva di MBDA prevede la creazione di un ambiente costruttivo, in cui ognuno possa realizzare le proprie aspirazioni lavorative, con il massimo dell attenzione per il benessere dei dipendenti. L azienda, in quanto realtà a livello europeo, non può non tener conto delle rispettive legislazioni nazionali in ambito di salute. Tuttavia, abbiamo intrapreso delle iniziative (che approfondiremo nei mesi seguenti) che esaminano in che modo le nostre entità nazionali si relazionano sul tema del benessere dei dipendenti. L obiettivo è la redazione di best practice per ciascuna di queste aree, da convertire successivamente in una serie di processi standardizzati a livello di Gruppo. Continuando su questo aspetto, il Comitato Esecutivo, al fine di dimostrare il nostro impegno nella gestione di un business responsabile, si è posto degli obiettivi personali collegati con la responsabilità sociale d impresa, per garantire che i dipendenti siano coinvolti in temi quali salute e sicurezza. A tal proposito, è stata emanata una direttiva che prevede che alcuni membri dell alta direzione siano tenuti a frequentare corsi che trattano appunto di questi temi. L obiettivo è poter aggiornare ed espandere le loro conoscenze in quest area di fondamentale importanza per l azienda. Per quanto riguarda gli aspetti legati all ambiente, essendo la nostra azienda in continua espansione, ho invitato i team che si occupano della gestione delle strutture e dell impatto ambientale a non prestare attenzione solamente a ciò che riguarda il risparmio di energia delle strutture. Infatti, è necessario considerare tali aspetti come parte integrante di quelle semplici strategie mirate alla riduzione dell impatto dell azienda sull ambiente ed alla promozione della biodiversità nei nostri terreni. Invece, sul fronte dell impegno nel sociale, continuiamo a supportare e fornire assistenza ad organizzazioni meritevoli ed enti di beneficenza nelle aree geografiche e collettività locali in cui operiamo. Data la natura della nostra attività, in un settore in cui è fondamentale restare al passo con i continui progressi tecnologici, crediamo nell importanza di stimolare nei più giovani la curiosità e l interesse per le tecnologie di progettazione. A tal scopo, collaboriamo con le autorità scolastiche e le istituzioni accademiche locali affinchè i ragazzi di oggi diventino gli ingegneri di domani. Spero che questo documento possa fornire un idea più chiara dei diversi ambiti che riguardano la responsabilità sociale d impresa e di come l azienda presti grande attenzione non solo ad obiettivi noti e misurati, ma anche ad aspetti meno definibili. Per concludere, mi auguro che possiate trovare utile la lettura di questo rapporto e che vi uniate a noi nel lungo viaggio verso l eccellenza in questo settore, per individuare un percorso che sia in grado di dettare degli standard per delle valide business practice. I 4 FONDAMENTI DELLA STRATEGIA DI MBDA Fuoriclasse europeo Consolidare la quota di mercato e la partecipazione a nuovi programmi Offrire un rapporto di partnership con i clienti Promuovere la cooperazione europea Guidare il consolidamento europeo Global player: esportazioni Crescere nelle esportazioni Sviluppare la presenza locale Global player: portafoglio prodotti Mantenere la presenza di MBDA in tutti i domini dei settori missili e sistemi missilistici Eccellenza operativa Sviluppare ulteriormente lo sviluppo della leadership tecnologica e della cultura dell innovazione Antoine Bouvier CEO di MBDA Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

6 COMUNICATO DEL DIRETTORE FINANCE Perseguire le finalità correlate alla responsabilità sociale d impresa va di pari passo con l assicurare la sostenibilità dell azienda nel lungo periodo, oltre che con il rispetto delle aspettative dei vari stakeholder. Tutto ciò ci obbliga a gestire l azienda nel rispetto delle regole, con onestà e secondo il nostro codice etico, al quale contribuisco e monitoro personalmente in qualità di copresidente del Comitato di Etica del Business. La Direzione Finance, grazie all instaurazione di alleanze ed alle continue sfide a cui sottopone l azienda per mantenerne la competitività sul mercato, contribuisce notevolmente agli obiettivi di business. Pertanto, siamo in grado di offrire un ottimo rapporto costi-benefici per i nostri clienti e di adempiere agli impegni nei loro confronti. In questo modo, grazie a procedure solide e ad un efficace ambiente di controllo, è possibile assicurare la presenza di una governance finanziaria stabile. Ciò consente di fornire documenti contabili chiari, trasparenti e conformi sulla performance aziendale, producendo benefici per tutti gli stakeholder. Inoltre, la Direzione IM (Information Management) gioca un ruolo fondamentale nell assicurare che gli strumenti IM, le applicazioni e le reti a livello aziendale siano moderni, coerenti e protetti. Peter Bols Direttore Finance Performance finanziaria Le vendite di MBDA, che riflettono le consegne ed i progressi relativi ai contratti con i clienti esistenti, si sono ridotte nel 2014 come da previsioni. Tuttavia, si stima che nel 2015 torneranno ai livelli del 201. Il portafoglio ordini di MBDA, che riflette l acquisizione di nuovi contratti con i clienti, è cresciuto nel 201 e nel 2014 grazie all aumento degli ordini nei mercati export, rafforzando così sia la fiducia nella nostra performance globale che la sostenibilità a lungo termine dell azienda. IN MILIARDI DI Vendite,0 2,8 2,4 Ordini 2, 4,0 4,1 Portafoglio ordini 9,8 10,8 12,6 4 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

7 SVILUPPO ED IMPLEMENTAZIONE DELLA NOSTRA RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA STRUTTURA AMMINISTRATIVA DI MBDA CEO: Chief Executive Officer CFO: Chief Finance Officer EGD: Executive Group Director GD: Group Director MD: Managing Director * Risponde, tramite, il CdA SSA, al CEO di MBDA ** MBDA Spagna risponde al CEO di MBDA Comitato Esecutivo Il Comitato esecutivo (EC) è un organo designato dal Consiglio di Amministrazione di MBDA, incaricato della gestione aziendale e presieduto dal CEO di MBDA. Tutti i membri dell EC rispondono al CEO ed hanno grado paritario. Il Comitato Esecutivo è l organo decisionale e gestionale più importante di MBDA. La sua principale missione è garantire un coordinamento efficiente tra tutti i membri che lo compongono, soprattutto per quanto riguarda gli argomenti più complessi e riservati che l azienda deve affrontare. I membri del Comitato Esecutivo sono nominati dal CEO previa approvazione del CdA di MBDA. Management Committee Il Management Committee (MC, Comitato di Gestione) è l organo responsabile della gestione delle informazioni e del coordinamento di MBDA. Il Management Committee supporta il Comitato Esecutivo nel compimento della sua missione e garantisce coordinamento ed informazioni efficienti tra tutti i membri, con particolare attenzione alle questioni inerenti i processi e l organizzazione. I membri del Management Committee sono nominati dal CEO ed il CdA di MBDA deve esserne informato per conoscenza. Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

8 GOVERNANCE Comitati I comitati EC e MC, il Comitato finanziario (FC), il Comitato consultivo strategico (SAC), il Comitato di Tesoreria (TC, Treasury Committee) ed il Comitato di controllo (AC, Audit Committee) sono stati costituiti in conformità con quanto stabilito nei patti parasociali di MBDA. MBDA ha inoltre costituito altri comitati per agevolare il coordinamento interno durante le fasi preparatorie dei processi decisionali più importanti. Le attività CSR sono ufficialmente presentate al Comitato esecutivo (EC) due volte all anno ed allo Audit Committee (AC) su base annuale. All interno di MBDA, la strategia CSR è controllata e gestita dal CEO in collaborazione con l EC. Governance della responsabilità sociale d impresa Nel 2014, i nostri indicatori di performance (KPI) della CSR sono stati esaminati dal Comitato Esecutivo insieme ai risultati operativi e finanziari. Oltre ad una panoramica indipendente, il direttore CSR fornisce consulenza e direzione strategica sulle questioni CSR e, coadiuvato dai Punti di Contatto dei settori di attività appropriati, verifica lo stato di avanzamento dei nostri obiettivi CSR. Il consiglio del Presidente dirige Consiglio del Presidente Comitato di Retribuzione Due comitati nominati nei patti parasociali con rappresentanti degli azionisti Comitato di Tesoreria (TC) Comitato di Controllo (AC) Il Comitato Esecutivo coordina il disegno imprenditoriale, le strategie e le azioni degli EGD di MBDA Comitato Esecutivo (EC) Il Management Committee garantisce il coordinamento tra i direttori con particolare attenzione alle revisioni delle opportunità commerciali, ai processi aziendali ed ai problemi organizzativi Management Committee Revisione Strategica trimestrale Due comitati interni nominati nei patti parasociali si dedicano a settori specifici Comitato Finanziario (FC) Comitato Consultivo Strategico (SAC) Altri comitati si dedicano a settori specifici per le \direzioni globali della governance e del coordinamento Comitato di Revisione Finanziaria (FRC) Comitato Esecutivo di Gestione delle Risorse (EPR) Comitato di Etica del Business (BEC) Comitato di Revisione Audit (ARB) Comitato Assegnazione Risorse Comitato per il Miglioramento (IPB) Comitato della Supply Chain Globale (GSCC) Comitato per i Sistemi d Informazione Aziendale (CISB) Comitato Centrale per la Qualità (QCB) Comitato per la Sicurezza Altri comitati sono dedicati al coordinamento interno in ogni Direzione Comitati direttivi (SBD, Programmes, Technical, Operations, ecc.) Inoltre, Francia, Italia, Spagna, Regno Unito e USA hanno i propri consigli di amministrazione, mentre in Germania vi è un Comitato di Vigilanza. 6 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

9 IMPEGNO AZIENDALE Azionisti MBDA non è quotata in borsa sui mercati azionari internazionali, ma i suoi azionisti sono comunque e da sempre chiamati a partecipare alle questioni che riguardano la CSR, attraverso il Consiglio di Amministrazione, la presente relazione CSR e diversi programmi congiunti, come lo sviluppo sostenibile, la gestione dei materiali, l analisi del ciclo di vita e l impronta climatica (emissioni CO2). La nostra azienda è inoltre impegnata in un benchmarking, ossia in un analisi comparativa della CSR con i nostri azionisti, Airbus Group, BAE Systems e Finmeccanica. Il direttore responsabile della CSR in MBDA esamina regolarmente i programmi esistenti ed in via di sviluppo descritti in questa relazione CSR, per valorizzare il business e garantire la conformità alle normative vigenti e future, e per condurre il business di MBDA verso lo standard di eccellenza Best in Class in tutti gli aspetti della CSR. Ovunque svolga le proprie attività, il gruppo MBDA osserva i più alti standard di etica aziendale (BE) e responsabilità sociale d impresa (CSR), descritti in dettaglio nella presente relazione CSR. La nostra presenza nel mondo è un impegno a lungo termine, che implica un totale rispetto della legislazione di riferimento e la costante osservazione dei requisiti locali. In tutte le sue attività, commerciali, produttive o di altro genere, MBDA osserverà le legislazioni e le procedure specifiche, autorizzate da ciascun Paese. Tutte le esportazioni richiedono licenze specifiche rilasciate dal governo del paese esportatore dietro richiesta di MBDA. Il business di MBDA è il frutto dell investimento di tre grandi azionisti : Airbus Group, BAE Systems e Finmeccanica. Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

10 SEDI MBDA Nel settore della difesa, MBDA è la prima azienda europea veramente integrata, l unica in grado di fornire sistemi missilistici alle forze armate terrestri, marittime ed aeree. Creata nel 2001, MBDA è leader d industria e Global Player nel settore dei missili e dei sistemi missilistici, con un eccezionale portafoglio di prodotti che soddisfa l intera gamma di requisiti. MBDA fornisce sistemi d arma di classe superiore, in grado di rispondere alle esigenze operative di tutte le forze armate, ed è il fornitore principale di alcuni dei sistemi missilistici più avanzati del mondo. Tali competenze sono dimostrate dalla quantità di programmi di sistemi missilistici e contromisure in servizio operativo. Prima in Europa e tra i maggiori leader mondiali nel settore dei sistemi missilistici, MBDA ha una grandissima esperienza in programmi internazionali. MBDA è la prima azienda del settore difesa realmente integrata in Europa e l unica azienda europea in grado di fornire sistemi d arma guidati ai diversi corpi delle forze armate (di terra, del mare e dell aria). Stevenage Le Plessis-Robinson UK, Londra Management Stevenage Management / Integration / R&D Lostock Produzione Bristol Software e Sistemi BE 1 Bruxelles Uffici di rappresentanza 1Schrobenhausen DE 1, Schrobenhausen Management/Ricerca e Sviluppo Produzione/Integrazione Ulm Ricerca e Sviluppo/Produzione Aschau Sviluppo/Produzione FR 4, Le Plessis-Robionson Management/Ricerca e Sviluppo Regione Centro Produzione/Integrazione /R&S Compiègne Electronic USA 6 10,900 dipendenti nel mondo 60% nelle funzioni Technical e Engineering Madrid SP 11 1 Madrid Management Roma IT 1, Roma Management/Ricerca e Sviluppo Fusaro Produzione/Integrazione /R&S La Spezia Integrazione/R&S 8 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

11 PRODOTTI MBDA Riferimenti a livello mondiale 4 Settori, per tutte le missioni, per tutti i servizi Dominio aereo MBDA sviluppa ed equipaggia molti aeromobili esistenti e futuri. Che si tratti dell ultimo sistema di armamento aria-aria Meteor o dei missili di crociera a lungo raggio senza rivali Long Range, MBDA dispone di un ampia gamma di sistemi d arma che hanno dato lustro alla sua reputazione. DEEP STRIKE (ATTACCO IN PROFONDITÀ) SCALP / STORM SHADOW TAURUS ASMPA ARIA TERRA BANG BRIMSTONE, DM BRIMSTONE SPEAR ARIA-ARIA ASRAAM MICA METEOR CONTROMISURE SPECTRA SPIRALE / ÉCLAIR M DDM NG SAPHIR M / ELIPS-NH SAPHIR 400 ANTIRADIAZIONI AARGM SISTEMI DI ADDESTRAMENTO RAIDS / SEMAC Superiorità marittima Exocet è forse il missile antinave più conosciuto e rappresenta un elemento chiave tra le risorse di MBDA in questo settore. MBDA partecipa attivamente alla dotazione dell ultima generazione di fregate, cacciatorpedinieri, sottomarini ed elicotteri navali. SEA VENOM-ANL nasce da una collaborazione inglese e francese destinata allo sviluppo di un nuovo missile antinave lanciabile da elicottero. DIFESA AEREA NAVALE ASTER 15 & 0 PAAMS ASTER 15 SAAM VL MICA MISTRAL TETRAL MISTRAL SIMBAD-RC SEA CEPTOR / CAMM SEA RANGER DEEP STRIKE (ATTACCO IN PROFONDITÀ) MdCN ANTINAVE EXOCET MM BLOCK EXOCET AM 9 EXOCET SM 9 TESEO MK2 / OTOMAT MK2 BLOCK IV MILAS MARTE MK2/N MARTE MK2/A MARTE MK2/S SEA VENOM/ANL Combattimento terrestre Le armi moderne devono offrire livelli di precisione e flessibilità superiori. Dalle armi di supporto per il combattimento ravvicinato ai sistemi aria-aria e anticarro avioportati. MBDA offre una gamma di soluzioni networkenabled per le sfide più moderne e complesse di combattimento terrestre. ANTICARRO ERYX MILAN MILAN ER MMP ANTICARRO AVIOPORTATO BRIMSTONE PARS LR ARIA-ARIA DA ELICOTTERO MISTRAL ATAM CONTROMINAMENTO SOUVIM 2 Difesa aerea di terra Il sistema Aster di MBDA ha ottenuto la prima intercettazione di successo mai effettuata da un missile europeo su un obiettivo che simulava la minaccia di un missile balistico. Oltre a offrire un contributo europeo alla difesa da missili balistici della NATO, la gamma di prodotti e le competenze di MBDA nel campo delle architetture di difesa aerea trattano ogni tipo di minaccia avioportata. ATBM PER DIFESA A LUNGO RAGGIO ASTER 0 (SAMP/T) TLVS MEDIO RAGGIO SPADA / ASPIDE 2000 VL MICA FLAAD-L / CAMM EMADS CORTO RAGGIO MISTRAL 2 MISTRAL ATLAS MISTRAL ALBI IMCP MPCV Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

12 SOSTENIBILITÀ Misure sostenibili Con il termine sostenibilità o misura dello sviluppo sostenibile si intende una serie di indicatori utilizzati come base quantitativa di riferimento per la gestione della sostenibilità del business, raggiungibili attraverso le tre strutture portanti della sostenibilità. Il concetto di sviluppo sostenibile è stato definito come sviluppo in grado di garantire il soddisfacimento dei bisogni attuali, senza compromettere la capacità delle generazioni future di far fronte ai loro bisogni. Pertanto, affinché lo sviluppo del nostro business sia sostenibile, è necessario affrontare problematiche importanti ad un livello macro di ciascuna delle tre strutture portanti, come ad esempio: l efficienza economica (innovazione, impiego delle risorse, produttività e supply chain), l uguaglianza o equità sociale (etica, diversità, comunità, salute e benessere, equilibrio vita-lavoro), e la responsabilità ambientale (risorse, uso dell energia, emissioni). Le metriche impiegate per misurare la sostenibilità sono state sviluppate utilizzando i dati delle analisi comparative (benchmarking), dei controlli (audit), degli indici, ecc. e sono descritte nel presente rapporto CSR. Per mantenersi sempre conforme ed aggiornata su tutte le questioni ed i temi riguardanti la responsabilità sociale d impresa, MBDA aderisce a numerosi enti ed associazioni di categoria in tutta Europa e nel mondo, come GIFAS, IFBEC, BDLI, AIAD, TEDAE, ADS e ASD. 10 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

13 IL NOSTRO DISEGNO IMPRENDITORIALE La nostra missione CSR sarà espletata affrontando, nel seguente modo sistematico, i temi specifici essenziali al nostro business. Economia Sociale Ambiente Fornire ai clienti prodotti con un ottimo rapporto qualità-prezzo, massimizzare l offerta di risorse e ridurre al minimo gli impatti sociali, ambientali ed economici per tutto il ciclo di vita dei prodotti e dei servizi. Offrire agli azionisti una solida performance a livello finanziario e al contempo conservare una robusta governance per minimizzare l esposizione ai rischi. Rispettare tutti requisiti normativi in tutte le giurisdizioni. Essere un cliente ed un partner responsabile che collabora a stretto contatto con tutta la Supply Chain per migliorare le performance nelle tre strutture portanti della sostenibilità. Essere un vicino responsabile e proattivo impegnato positivamente nelle collettività in cui opera. Coinvolgere i nostri fornitori di servizi per garantire che le nostre risorse energetiche siano usate in modo ottimale al fine di ridurre la nostra impronta energetica sia nelle nostre attività quotidiane che in tutto il ciclo di vita dei nostri prodotti. Migliorare la performance ambientale relativamente ai nostri prodotti tramite approcci verdi alla progettazione per ridurre i volumi di materiali e la quantità di energia che consumiamo e di conseguenza ridurre il nostro impatto sull ambiente Gestire in modo proattivo i nostri rifiuti pericolosi per raggiungere l obiettivo nessun rifiuto in discarica e ridurre i rischi per la continuità operativa e i costi associati agli acquisti di materiali rari e sempre più difficili da reperire, attraverso una gestione consapevole dei materiali. Continuare la sfida per il business di ridurre l impatto che le nostre attività hanno sull ambiente in linea con la nostra Visione La nostra missione CSR è valida in tutte le sedi ed i siti in cui operiamo Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

14 ECONOMIA Il clima economico odierno pretende dalle aziende come la nostra l adozione di strategie di investimento mirate alla riduzione dei costi, all ottimizzazione dei rendimenti e all attenuazione dei rischi. Queste strategie sono sempre più allineate con la sostenibilità a lungo termine del nostro business. Il tema delle Assicurazioni è pertanto di importanza vitale nella governance del business e per consentirci di raggiungere tutti i nostri obiettivi operativi. Per migliorare in quest area, abbiamo avviato varie iniziative a livello di Gruppo, una di queste è la configurazione di uno strumento di gestione del rischio aziendale per facilitare l individuazione e la mitigazione dei rischi trasversali in tutto il nostro business nel suo complesso. Inoltre, abbiamo un team dedicato allo sviluppo ed alla gestione dei fornitori nella nostra organizzazione della supply chain che ha sviluppato ed ulteriormente potenziato strumenti che ci garantiscono che la nostra base fornitori abbia una formazione omogenea in queste aree e sia dotata di strutture di comunicazione e di governance effettive e mature al fine di mitigare i rischi connessi. Queste iniziative sono state introdotte essenzialmente per garantire che l azienda possa onorare i suoi impegni con i clienti. 12 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

15 ECONOMIA Finanza Nel 2014 la Direzione Finance ha ulteriormente potenziato visione, missione ed obiettivi fornendo indicatori più efficaci per misurare il suo coinvolgimento e sostegno del business. Nel grafico seguente sono evidenziati per relazioni con il cliente: il Business. Lavoriamo assieme aiutandoci a vicenda, condividendo onestamente i problemi, prendendo decisioni informate, vincendo le sfide, affrontando i rischi e massimizzando le opportunità. Servendoci delle nostre conoscenze approfondite e della nostra esperienza, ci impegniamo per raggiungere i nostri obiettivi a tutti i livelli. Prendiamo decisioni informate in modo coerente tenendo conto dell impatto sull organizzazione finanziaria del gruppo e su MBDA nel suo complesso. Rispettiamo le differenze tra le culture e le tradizioni di ciascun Paese ed al contempo ci impegniamo per una maggiore uniformità all interno del Gruppo. Forniamo un supporto proattivo e consigli al business, facilitando il processo di presa delle decisioni. Ci automotiviamo e promuoviamo e incoraggiamo questa attitudine internamente. L innovazione è una pietra miliare ed incoraggiamo le nuove idee, in particolare relativamente alle aree di identificazione e mitigazione dei rischi al fine di agire come un sistema di avviso preliminare per il business. Ci impegniamo per onorare i nostri impegni in modo completo e nelle scadenze concordate e per definire i requisiti. Incoraggiamo la cultura dell innovazione e ci prefiggiamo di migliorare servendoci, tra le altre cose, della gestione continua della conoscenza e favorendo la crescita del nostro personale. Valutiamo il contributo delle persone, ricompensandole per il loro impegno e sforzo nel realizzare ciò che viene chiesto loro, ed al contempo tuttavia riconosciamo anche l importanza di un equilibrio tra vita e lavoro. Ci assicuriamo che dati coerenti, precisi e specifici siano disponibili sia internamente che esternamente all azienda pensando e gestendo la trasparenza. Abbiamo un ruolo integrale all interno di MBDA, cercando di ottenere economicità ed l efficienza e dei costi a tutti i livelli nell azienda. Promuoviamo una cultura di creazione del valore, di consapevolezza dei costi e della liquidità all interno di MBDA. Riconosciamo l importanza della conoscenza e mettiamo in atto strategie per raccogliere e fare crescere la conoscenza della comunità finanziaria. Assicurazioni Il nostro obbligo primario è quello di offrire un adeguato livello di assicurazioni (Assurance) è ciò viene gestito attraverso le discipline di audit interno (Internal Audit), conformità (Group Compliance), gestione dei rischi (Risk Management) e controllo qualità (Quality Audit). Il Sistema di Garanzia riguarda la governance e si espleta attraverso metodi sistematici di valutazione dell efficacia della progettazione e dell esecuzione dei controlli interni. È consigliabile implementare nuove procedure di controllo e migliorare l efficienza di quelle esistenti. Inoltre, un metodo di gestione dei rischi d impresa (ERM) garantisce l identificazione dei rischi e la loro gestione a livello aziendale. Tali rischi influiscono sul programma di garanzia interna. Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

16 ECONOMIA Valutazione dei rischi da parte degli assicuratori e miglioramenti MBDA continua a collaborare con i propri assicuratori per migliorare la qualità del rischio dei suoi siti e delle sue operazioni. Allianz Global Corporate & Speciality (AGCS), il principale ente assicurativo delle proprietà, effettua controlli regolari in tutte i siti MBDA per valutare la vulnerabilità ed il possibile impatto di potenziali incidenti, quali inondazioni, tempeste (e altre calamità naturali), incendi, danni accidentali e altri pericoli. Sono redatti rapporti che descrivono i rischi presenti e producono stime indipendenti sull efficacia delle misure attuate per evitare o mitigare tali rischi. Inoltre, sono forniti suggerimenti relativi a potenziali miglioramenti. MBDA, rispondendo positivamente a tali consigli, investendo ad esempio in misure per la protezione dai rischi o modificando le procedure operative dei siti, ha migliorato sensibilmente il proprio profilo di rischio negli ultimi anni. AGCS ed i nostri altri assicuratori delle proprietà rimborsano annualmente parte dei premi assicurativi se l azienda nell anno precedente ha presentato poche richieste di risarcimento. Tale rimborso viene quindi reinvestito in ulteriori misure per la protezione da rischi, al fine di continuare a migliorare la sicurezza nei siti per il nostro personale ed evitare incidenti che potrebbero interrompere le attività dell azienda. Nel 2007, gran parte di MBDA è stata valutata esternamente dagli assicuratori, ottenendo una valutazione dei rischi standard. Una percentuale dell azienda inferiore al 10% è stata valutata superiore allo standard o meglio. Sebbene una classificazione standard sia soddisfacente per la maggior parte delle aziende, MBDA si è impegnata affinché, entro cinque anni, l 80% dell azienda raggiungesse una valutazione superiore allo standard o migliore. Questo traguardo è stato raggiunto nel 2011, anno in cui l 84% di MBDA ha ottenuto tale classificazione più elevata. L obiettivo è stato successivamente modificato, per mantenere o migliorare questo standard e aumentare la percentuale di siti MBDA che ottengono la valutazione massima, ovvero sicuro. Nel novembre del 2014 il 94% di MBDA ha raggiunto la valutazione superiore allo standard o migliore, di cui il 42% ha ottenuto la valutazione massima sicuro. I punteggi numerici di seguito assegnati da AGCS ai siti MBDA mostrano che l azienda supera ampiamente gli standard di settore per attività e ambiti simili o confrontabili. Inoltre, MBDA ha collaborato con il broker assicurativo Willis per esaminare l approccio e la gestione sulle questioni salute, sicurezza e responsabilità. Ciò, assieme a una più ampia revisione di queste tematiche, ha comportato l introduzione di un programma completo di educazione e formazione sui temi di salute e sicurezza, che coinvolge più di 700 dirigenti che si sottopongono a una formazione aggiuntiva su questo argomento. Qualità del rischio nei siti MBDA 100% 80% 60% 40% 20% 0% Sicuro Superiore allo standard Standard Inferiore allo standard 14 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

17 ECONOMIA Supply Chain In qualità di azienda leader del settore difesa con un ampia gamma di prodotti consolidati e nuovi, MBDA si dedica con costanza al miglioramento delle relazioni con i suoi maggiori fornitori. Selezioniamo attentamente i nostri fornitori e collaboriamo con loro per sviluppare e produrre prodotti complessi a sostegno del nostro programma dedicato ai sistemi missilistici. La longevità dei nostri programmi, dal concepimento allo smaltimento, richiede relazioni con i fornitori altrettanto durevoli. La performance dei nostri maggiori fornitori sono molto importanti per la nostra stessa performance. Ciò significa che la selezione e lo sviluppo di una supply chain è di importanza vitale per il mantenimento delle prestazioni di livello mondiale che i nostri clienti hanno imparato ad apprezzare ed a pretendere da noi. Pertanto, prima di selezionare i propri fornitori, MBDA intraprende una rigorosa valutazione mirata ad identificare anche il minimo rischio percepibile. La valutazione include la capacità del fornitore di gestire la propria supply chain. Dopo avere selezionato i nostri fornitori principali, li monitoriamo e li aiutiamo a svilupparsi continuamente, per anticipare e comprendere ogni eventuale prestazione scadente o rischio percepito ed anche per garantire l attenuazione dei rischi individuati. Disponiamo di un ampia gamma di metodi e strumenti per sviluppare di continuo la nostra supply chain. Lavoriamo insieme ai fornitori per sviluppare un prodotto e ciò significa che condividiamo realmente con loro l interesse per il successo di tale prodotto. Riconosciamo un aumento dei livelli di legislazione (come il REACH) in tutte le nostre entità nazionali e, pertanto, è indispensabile allargare i nostri principi CSR all intera rete di supply chain, comunicando, formando e garantendo così che la supply chain sia gestita nel rispetto di tali normative. Proprietà intellettuale La proprietà intellettuale comprende tutte le risorse intangibili dell azienda. La sua protezione è garantita dai brevetti, dai marchi di fabbrica e dalla segretezza. Nella gestione della proprietà intellettuale, la riservatezza è un fattore fondamentale. All interno di MBDA, la riservatezza fa parte delle nostre normali condizioni di assunzione ed è controllata e protetta dalle legislazioni nazionali. La gestione della divulgazione pubblica delle nostre informazioni protegge i dati mantenendo la segretezza in modo costante o almeno fino a quando la domanda di brevetto è stata depositata. Nei casi in cui la proprietà intellettuale appartiene a terzi, la riservatezza è gestita dal processo di governance con un programma di formazione sulla risorsa interessata. Innovazione L innovazione e l eccellenza tecnica sono al centro del nostro operato e sono gli elementi portanti del miglioramento dei nostri prodotti e dell aumento della nostra competitività in campo mondiale. Per potenziare il nostro portafoglio futuro in modo da soddisfare i nuovi requisiti di mercato, è essenziale identificare nuove opportunità per le risorse e i prodotti di MBDA. A tale scopo, l innovazione è un fattore chiave ed è sostenuta e incoraggiata a ogni livello della nostra azienda. Abbiamo pertanto sviluppato una serie esclusiva di strumenti e tecniche che puntano a promuovere sia la creatività individuale che l innovazione dei team, prestando particolare attenzione allo sviluppo di comunità e strumenti che favoriscano un approccio collaborativo alla risoluzione creativa dei problemi. Ad esempio, come progetto pilota, abbiamo introdotto un Corporate Social Network, che aggrega le comunità che, per pratica o interesse, sono focalizzate su argomenti professionali. Abbiamo lanciato una sfida annuale, l Innovation Lab, che consente di finanziare la maggior parte dei nostri progetti emergenti, e abbiamo rivisto il programma IDEA, che promuoverà la cultura della creatività e dell imprenditorialità in tutti i settori aziendali di MBDA. In un ambiente tecnico ed altamente specializzato come quello di MBDA, l innovazione aperta è essenziale. Inoltre, incoraggiamo i nostri partner affinché aderiscano a tale innovazione (azionisti, maggiori fornitori, PMI, ambienti accademici) e collaboriamo con le autorità governative per promuovere, sia a livello locale che mondiale, le nuove tecnologie emergenti in seno alla nostra azienda, ad esempio tramite il programma ITP che supporta le applicazioni ai livelli TRL inferiori. Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

18 ECONOMIA Partnership accademiche Come azienda all avanguardia nelle tecnologie associate alla difesa, abbiamo sviluppato relazioni e legami ufficiali con università e centri di ricerca volti al reciproco vantaggio. Ad esempio, nel Regno Unito, abbiamo siglato un memorandum d intesa (MoU) con l università di Cranfield, nel campus di Shrivenham. In Francia, abbiamo stretto legami con l Institut National des Sciences Appliquées (INSA) di Strasburgo e l École Polytechnique di Parigi. In Germania, abbiamo implementato una collaborazione strategica con la University of the Armed Forces ed in Italia cooperiamo con le università della regione Campania. Queste relazioni si sono sviluppate nel corso degli anni e comprendono, ma non riguardano solo, una serie di attività, tra cui studi condivisi su vari argomenti correlati alla difesa, incontri regolari con professori, lezioni da parte di esperti MBDA e corsi di formazione specialistici. I nostri investimenti sono distribuiti tra le nostre entità nazionali, in modo da assicurarci l accesso a ricerche di classe internazionale. I quattro temi su cui si basa il nostro approccio sono i seguenti: Persone - I Technical Expert di MBDA ricercano attentamente il personale accademico più dotato nei loro settori d interesse per assicurarsi collaborazioni con le persone più preparate sugli ultimi sviluppi tecnologici e sulla direzione futura della ricerca. Innovazione - Il nostro orientamento verso l esterno ci apre all innovazione in tutte le sue forme. Lavorando a stretto contatto con le maggiori università e i più importanti centri di ricerca, ci teniamo aggiornati sugli sviluppi dell innovazione, del pensiero creativo e dei nuovi approcci. Tecnologie - Le università e i centri di ricerca sono spesso all avanguardia in materia di ricerca innovativa e scoperte scientifiche. Collaborando con questi partner, riusciamo a identificare tecnologie potenzialmente in grado di migliorare in modo radicale i suoi prodotti e servizi. Finanziamenti - Poiché lavoriamo in stretto contatto con numerose università, siamo in grado di formare consorzi che ci consentono l accesso a diversi tipi di sovvenzioni e finanziamenti da parte delle autorità governative ed enti regionali. Knowledge Management (gestione delle conoscenze) Il Knowledge Management (KM) sta emergendo come disciplina professionale in molti settori del business e tratta tutte le conoscenze individuali e collettive come se fossero un unica risorsa aziendale. Ciò significa adottare ruoli, tecnologie e processi definiti per gestire in modo proattivo tutte le informazioni di MBDA e proteggere meglio la memoria d impresa, sviluppare la condivisione e le competenze individuali e migliorare i risultati e le performance a livello aziendale. MBDA al momento sta introducendo e pilotando vari elementi di un sistema integrato di KM, fra cui, ad esempio, programmi di knowledge per funzioni e progetti, ruoli di knowledge manager e processi di formazione per i team, comunità di condivisione del knowledge e tecniche di trasferimento del knowledge individuali per il personale in procinto di andare in pensione. Tra i settori dell azienda che hanno iniziato a implementare i piani KM durante il 2014, sono comprese, a titolo di esempio, le direzioni di Technical, Security e Finance. Un vantaggio di questo tipo di approccio è che tutti i settori del business utilizzano le stesse strutture di applicazione del KM. Ciò dà origine alla necessità di una comune comprensione del linguaggio, che deve essere coerente ed uguale tanto per chi lavora sul KM in un dato settore tecnico nel Regno Unito quanto per chi opera in un settore non tecnico in Francia o in Italia. In quanto organizzazione formativa proattiva, il KM assicura una serie di vantaggi, tra cui una maggiore ripetizione dei successi, più innovazione ed un uso più efficiente delle risorse. Ad esempio, il Lessons Review Group di MBDA si è riunito in quattro occasioni nel corso del 2014, per esaminare le lezioni identificate da una serie di attività dell azienda e garantire che la formazione sia mirata ad apportare benefici alle attività future. 16 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

19 SOCIALE Facilitare l accesso per i più giovani ad un occupazione sostenibile e di qualità rappresenta un impegno fondamentale che MBDA sente di dover rispettare nell ambito della responsabilità sociale d impresa. Nel 2014, il numero di laureati e tirocinanti assunti da MBDA ha superato quota 600. Tuttavia, la retribuzione non costituisce l unica motivazione alla base del desiderio di questi nuovi dipendenti di lavorare per la nostra azienda. Esistono importanti fattori che fanno sempre più la differenza per i nuovi assunti, riassumibili nella posizione di MBDA nei confronti di tutta una serie di tematiche, quali, le nostre idee sull etica del business, la cultura inclusiva della forza lavoro, nonché attività sociali e sportive e programmi di welfare e beneficenza. Pertanto, siano pienamente consapevoli che non possiamo permetterci di adottare un approccio statico in merito a queste tematiche, per le quali cerchiamo costantemente di rafforzarci ed apportare miglioramenti. Ci auguriamo che il capitolo seguente possa offrire una valida panoramica sui progressi registrati nel 2014 e sui piani per il 2015 e costituire un approfondimento sulla natura diversificata del pilastro sociale della sostenibilità. Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità

20 SOCIALE Il nostro personale MBDA si impegna per essere un buon datore di lavoro per i suoi dipendenti. Inoltre, cerchiamo di suscitare interesse nei confronti dell azienda sul mercato, data la necessità di assumere annualmente centinaia di persone. Crediamo nell importanza di un ambiente lavorativo inclusivo e fondato sulla collaborazione, con programmi di formazione e sviluppo a disposizione di tutti i dipendenti e ruoli stimolanti e gratificanti. Per la nostra strategia di impiego è di fondamentale importanza un Sondaggio di Opinione che realizziamo ogni due anni, l Employee Opinion Survey. L ultimo sondaggio, condotto nell ottobre del 2014, è stato completato dal 7% dei dipendenti. Le domande relative al coinvolgimento hanno ricevuto il 79% di risposte positive, mentre i risultati relativi allo sviluppo della carriera sono migliorati del 6%, passando dal 54% al 60%. Sono cinque i fondamenti della nostra strategia di impiego: Collaborazione Nel promuovere una cultura di comunicazione onesta e trasparente, chiediamo il contributo dei dipendenti su tutti gli aspetti del loro rapporto con MBDA. Le opportunità di collaborare ed innovare rappresentano un fattore in crescita nel contesto della partecipazione attiva del personale. Ambiente di lavoro sano e sicuro Investiamo continuamente nella salute e nel benessere dei nostri dipendenti. Offriamo condizioni di lavoro flessibili laddove possibile, con particolare attenzione all importanza della sicurezza e della salute sul lavoro. Cultura inclusiva ed a favore della diversità Il nostro personale esprime una forza lavoro eterogenea e promuove una cultura inclusiva dove ognuno deve sentirsi benvenuto, valorizzato, rispettato ed ascoltato. Opportunità di formazione e sviluppo Offriamo un ampia gamma di programmi di formazione e sviluppo ed incoraggiamo i nostri dipendenti a crescere professionalmente all interno di MBDA. Retribuzione delle nostre risorse Offriamo un pacchetto retributivo competitivo che include una serie di benefit e riconosciamo inoltre i contributi ed i risultati del personale. Risposte chiave delle nostre risorse L 8% pensa che il proprio lavoro sia stimolante e interessante L 80% consiglierebbe MBDA ad altre persone, considerandolo un ottimo ambiente di lavoro L 80% dei dipendenti prova un forte senso di coinvolgimento in MBDA. Fonte: sondaggio sulle opinioni dei dipendenti (EOS) 2014 di MBDA Equilibrio vita-lavoro Ci impegniamo per promuovere un ambiente armonizzato in cui, mediante l utilizzo di procedure e strumenti consolidati che consentano condizioni di lavoro equilibrate, vengano soddisfatte sia le esigenze dell azienda che quelle del personale. Benessere dei dipendenti La nostra nuova sfida è quella di fornire un servizio sanitario e di welfare aziendale standardizzato per l intero personale di tutte le entità nazionali che, pur riconoscendo le diverse legislazioni dei vari Paesi, abbia come obiettivo quello di fornire ai nostri dipendenti l accesso a una serie di servizi sanitari aziendali, a prescindere dalla nazionalità del lavoratore o del sito MBDA in cui si trovi. 18 Report su Responsabilità Sociale Aziendale e Sostenibilità 2014

RAPPORTO 2013 SU RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA E SOSTENIBILITÀ

RAPPORTO 2013 SU RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA E SOSTENIBILITÀ RAPPORTO 201 SU RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA E SOSTENIBILITÀ Il presente documento rappresenta la quinta relazione annuale di MBDA sulla responsabilità sociale d impresa (CSR). Questa relazione riguarda

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 Sommario 1. Il Sistema di Controllo Interno e di

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 1 Ultimo aggiornamento in data 3 marzo 2016. 2 Sommario

Dettagli

Politica del Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (Politica HSE)

Politica del Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (Politica HSE) Procedura Politica del Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (Politica HSE) TITOLO PROCEDURA TITOLO PRPOCEDURA TITOLO PROCEDURA MSG DI RIFERIMENTO: MSG HSE 1 Questo pro hse documento 009 eniservizi

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Questionario per l Innovazione

Questionario per l Innovazione Questionario per l Innovazione Confindustria, con il progetto IxI - Imprese per l Innovazione - intende offrire un significativo contributo al processo di diffusione della cultura dell innovazione e dell

Dettagli

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile ANA-ANAP, Associazione Nazionale Audioprotesisti e Associazione Nazionale Audioprotesisti Professionali Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile Milano, 21/10/2014

Dettagli

Le Dimensioni della LEADERSHIP

Le Dimensioni della LEADERSHIP Le Dimensioni della LEADERSHIP Profilo leadership, dicembre 2007 Pag. 1 di 5 1. STRATEGIA & DIREZIONE Creare una direzione strategica Definire una strategia chiara e strutturata per la propria area di

Dettagli

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE COMITATO DI CONTROLLO DEL CODICE ETICO DENUNCIA DELLE VIOLAZIONI 2 3 3

Dettagli

Innovazione. Integrazione. Interazione.

Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione.

Dettagli

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS 1 Introduzione La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno, in pubblicazione) I sistemi informativi con le applicazioni basate su Web

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

Proteggere il proprio Business con BSI.

Proteggere il proprio Business con BSI. Proteggere il proprio Business con BSI. Siamo i maggiori esperti nello standard ISO/IEC 27001, nato dalla nostra norma BS 7799: è per questo che CSA ci ha coinvolto nello sviluppo della Certificazione

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO SEASTEMA

CODICE DI COMPORTAMENTO SEASTEMA CODICE DI COMPORTAMENTO SEASTEMA SEASTEMA è una società che si occupa di impostazione, progettazione, sviluppo e realizzazione di Sistemi di Automazione integrata nel campo della costruzione navale estesa

Dettagli

La sicurezza dell informazione

La sicurezza dell informazione La sicurezza dell informazione come costruire il sistema di gestione per la sicurezza dell informazione Ing. Ioanis Tsiouras 1 (Rivista Qualità, Agosto 2000) 1 Introduzione L informazione, nel linguaggio

Dettagli

Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali. Il sistema di controllo interno

Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali. Il sistema di controllo interno Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali Il sistema di controllo interno Argomenti della lezione 1 - Controllo Interno: definizione e componenti 2 - Ambiente di controllo 3 - Valutazione

Dettagli

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni INTRODUZIONE BilanciaRSI è una società di formazione e consulenza specializzata nei temi della Legalità, della Sostenibilità, della Responsabilità d Impresa e degli Asset Intangibili. Da più di 10 anni

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA

GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA I II III PREMESSA PRINCIPI APPLICAZIONE 1 I. PREMESSA Il Gruppo LVMH ( LVMH ) intende essere il leader indiscusso nel settore dei beni di lusso. Il suo sviluppo e il suo

Dettagli

FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi

FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi FNM SpA Linee di Indirizzo del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione in data 17 aprile 2014 Linee di Indirizzo del SCIGR 1. Premessa Il Sistema di

Dettagli

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO 1 1. PREMESSA 3 2. MISSIONE E VISIONE ETICA 3 3. AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE 3 4. PRINCIPI E NORME DI RIFERIMENTO 5 4.1 Rispetto della Legge 5 4.2 Onestà e correttezza

Dettagli

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Pag. 1 di 8 Consorzio Train Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO conforme ai requisiti del D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, e smi Codice Etico Pag. 2 di 8 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 FINALITA, CONTENUTI

Dettagli

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena INTERVENTO INTRODUTTIVO di Emilio Tonini Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena Buongiorno a tutti e un cordiale benvenuto a questa 4 edizione del forum internazionale Montepaschi Vita che,

Dettagli

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane Codice Etico del Gruppo Poste Italiane 28 settembre 2009 Approvato nell adunanza del 28 settembre 2009 del Consiglio di Amministrazione Indice 1. PREMESSA E OBIETTIVI............................. 2 2.

Dettagli

CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI. di Confindustria

CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI. di Confindustria CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI di Confindustria 19 giugno 2014 1 Il presente Codice, approvato dalla Assemblea straordinaria di Confindustria del 19 giugno 2014, è parte integrante dello Statuto

Dettagli

Responsabilità Sociale di Impresa

Responsabilità Sociale di Impresa Responsabilità Sociale di Impresa Un po di storia 1. 1992, si tiene il Rio De Janeiro Earth Summit per la discussione dei problemi ambientali del pianeta e dei loro legami con i problemi dello sviluppo

Dettagli

Consulenza e formazione dal 1967

Consulenza e formazione dal 1967 Consulenza e formazione dal 1967 PROFILO SOCIETARIO CIAgroup è un azienda che da 40 anni opera nella consulenza e formazione manageriale e tecnica. La sua strategia è fare squadra con i clienti e diventare

Dettagli

Policy in materia di salute, sicurezza e ambiente

Policy in materia di salute, sicurezza e ambiente Policy in materia di salute, sicurezza e ambiente Policy globale di Novartis 1 marzo 2014 Versione HSE 001.V2.IT 1. Introduzione Il nostro obiettivo in Novartis è essere all'avanguardia nei temi della

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace CORPORATE GOVERNANCE Implementare una corporate governance efficace 2 I vertici aziendali affrontano una situazione in evoluzione Stiamo assistendo ad un cambiamento senza precedenti nel mondo della corporate

Dettagli

SISTEMI NORMATIVI E ISTITUZIONALI NAZIONALI E DELL UNIONE EUROPEA NEL SETTORE TURISTICO E DEI BENI CULTURALI

SISTEMI NORMATIVI E ISTITUZIONALI NAZIONALI E DELL UNIONE EUROPEA NEL SETTORE TURISTICO E DEI BENI CULTURALI L Agenda 21 per il turismo europeo Nella comunicazione del novembre 2003, Orientamenti di base per la sostenibilità del turismo europeo 20, la Commissione europea preannunciava «una serie di provvedimenti

Dettagli

COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO

COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO COSTRUISCI CON BLACKROCK In un universo degli investimenti sempre più complesso, il nostro obiettivo rimane invariato:

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE STATALE LEARDI PROGETTO SCUOLE CHE FANNO LA DIFFERENZA CSR. Classe 3 B AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

ISTITUTO SUPERIORE STATALE LEARDI PROGETTO SCUOLE CHE FANNO LA DIFFERENZA CSR. Classe 3 B AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING ISTITUTO SUPERIORE STATALE LEARDI PROGETTO SCUOLE CHE FANNO LA DIFFERENZA CSR Classe 3 B AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2012-2013 1 LA CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY (CSR) Partendo

Dettagli

Il Working Partnership

Il Working Partnership Il Working Partnership Il Working Partnership è uno strumento/risorsa per tutti coloro che sono interessati allo sviluppo e al miglioramento del lavoro di partnership. Lo strumento deriva da un precedente

Dettagli

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice ACCORDO in materia di ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM Stipulato da: ALSTOM, rappresentata da Patrick Dubert, E: la FEM (Federazione Europea Metalmeccanici), rappresentata da Bart

Dettagli

Scheda di partecipazione Quarta edizione

Scheda di partecipazione Quarta edizione Scheda di partecipazione Quarta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 CODICE ETICO Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008 Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 (revisione approvata con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

BSI Group Italia Via Fara, 35 20124 Milano. +39 02 6679091 marketing.italy@bsigroup.com bsigroup.it

BSI Group Italia Via Fara, 35 20124 Milano. +39 02 6679091 marketing.italy@bsigroup.com bsigroup.it BSI Group Italia Via Fara, 35 20124 Milano +39 02 6679091 marketing.italy@bsigroup.com bsigroup.it The trademarks in this material (for example the BSI logo or the word KITEMARK ) are registered and unregistered

Dettagli

RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA. POLICY E PRATICHE. Sintesi dei principali risultati della ricerca. di Paola Nicoletti

RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA. POLICY E PRATICHE. Sintesi dei principali risultati della ricerca. di Paola Nicoletti RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA. POLICY E PRATICHE Sintesi dei principali risultati della ricerca di Paola Nicoletti Il volume Responsabilità sociale d impresa. Policy e pratiche, di cui è Autrice Paola

Dettagli

III.A.1. CODICE ETICO

III.A.1. CODICE ETICO III.A.1. CODICE ETICO 1. FINALITA' La Casa di Cura Villa Aurora S.p.a., al fine di definire con chiarezza e trasparenza l insieme dei valori ai quali l'ente si ispira per raggiungere i propri obiettivi,

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa perché PersoneImpresa Persone e Impresa è il consulente direzionale cui imprenditori e direttori si rivolgono

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

ETICA, RESPONSABILITÀ E GOVERNO D IMPRESA. I princípi e i valori etici d impresa

ETICA, RESPONSABILITÀ E GOVERNO D IMPRESA. I princípi e i valori etici d impresa ETICA, RESPONSABILITÀ E GOVERNO D IMPRESA Sentiamo la responsabilità di essere un player globale in un settore caratterizzato da elementi strategici di grande delicatezza. L attenzione alle regole e la

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Le misure ambientali più efficaci ed ecoinnovative per il miglioramento delle performance ambientali

Le misure ambientali più efficaci ed ecoinnovative per il miglioramento delle performance ambientali Premi EMAS 2014 Informazioni di base Le misure ambientali più efficaci ed ecoinnovative per il miglioramento delle performance ambientali Introduzione Il Premio Europeo EMAS è il riconoscimento più prestigioso

Dettagli

1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care

1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care 1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care 20 gennaio 2009 INDICE Sezione Contenuto 1. Il programma Responsible Care: scopo e campo di applicazione

Dettagli

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati.

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Servizi di approvvigionamento professionale. Essere più informati, fare scelte migliori. Achilles procurement toolkit Supporto per la selezione

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

I nostri Principi di Responsabilità

I nostri Principi di Responsabilità I nostri Principi di Responsabilità I nostri Principi di Responsabilità Il messaggio del Presidente Jean-Pascal Tricoire, Presidente del Consiglio di Amministrazione e CEO La nostra Società interagisce

Dettagli

People strategy in Azione

People strategy in Azione People strategy in Azione Gentili Colleghi, La People Strategy di Bausch + Lomb illustra il modo di operare della nostra azienda quando si stratta di selezionare, far crescere, motivare e valorizzare la

Dettagli

CODICE ETICO DI BROTHER ITALIA S.P.A. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 20/03/2012)

CODICE ETICO DI BROTHER ITALIA S.P.A. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 20/03/2012) CODICE ETICO DI BROTHER ITALIA S.P.A. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 20/03/2012) INDICE - PREMESSA -... 2 CAPO I... 3 - DISPOSIZIONI GENERALI -... 3 1. I Destinatari... 3 CAPO II...

Dettagli

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 29/03/2010 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE Data Versione Modifiche apportate 06/07/2009

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA FORNITORI

CODICE DI CONDOTTA FORNITORI Data: 1/08/2013 Edizione n 1 rev. 0 Destinatario: Copia n Direzione HR REDAZIONE E VERIFICA APPROVAZIONE Rappresentante della Direzione COPIA ELETTRONICA CONTROLLATA, COPIA CARTACEA NON CONTROLLATA CODICE

Dettagli

I. Partenariato. II. Verifica

I. Partenariato. II. Verifica Lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Raggiungere gli obiettivi Comunicato della Conferenza dei Ministri dell Istruzione Superiore, Bergen, 19-20 Maggio 2005 Noi, Ministri dell Istruzione Superiore

Dettagli

PARTE GENERALE 3. CODICE ETICO 3.1. PREMESSA

PARTE GENERALE 3. CODICE ETICO 3.1. PREMESSA 3. CODICE ETICO 3.1. PREMESSA Il CODICE ETICO costituisce parte integrante del MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO adottato ed implementato da I valori e i principi ivi dichiarati rispecchiano

Dettagli

INFORMATICA Alto Adige SPA

INFORMATICA Alto Adige SPA Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 20/03/2012 INFORMATICA Alto Adige SPA Codice Etico e di comportamento interno Pagina 1 di 12 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE

Dettagli

Codice di Comportamento

Codice di Comportamento Codice di Comportamento Copertina 1. Introduzione Codice di Comportamento Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza I Contenuti del Codice si applicano al personale dipendente, ai collaboratori,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L UNIVERSITA, L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE E PER LA RICERCA Direzione Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo Studio Ufficio IV Il Processo di Bologna Lo Spazio

Dettagli

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014 COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ STRUMENTI, STANDARD E MODELLI PER RENDICONTARE E VALORIZZARE L IMPEGNO DI UN ORGANIZZAZIONE IN MATERIA DI RESPONSABILITÀ AMBIENTALE, SOCIALE ED ECONOMICA. GENOVA, 16 SETTEMBRE

Dettagli

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015)

MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) MANDATO DELLA FUNZIONE AUDIT (Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power il 12 marzo 2015) 1 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE E FINALITA DEL DOCUMENTO 2. MISSIONE 3. AMBITO 4. PROFESSIONALITA

Dettagli

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ Contributo allo sviluppo sostenibile Finmeccanica interpreta il concetto di sostenibilità come capacità di un organizzazione di generare valore nel tempo. Il

Dettagli

Capitolo 5 RELAZIONI INTERORGANIZZATIVE

Capitolo 5 RELAZIONI INTERORGANIZZATIVE Capitolo 5 RELAZIONI INTERORGANIZZATIVE Il successo delle aziende, oggi, dipende dalla collaborazione e dalle partnership con altre organizzazioni. Emergono sempre di più le reti di organizzazioni. Oggi

Dettagli

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale 1/7 Servizi Integrati del Clima Aziendale Oggi, in molte aziende, la comunicazione verso i dipendenti rappresenta una leva gestionale attivata dal vertice aziendale, organizzata, coerente con gli obiettivi

Dettagli

PROFILO DEL. GRuPPO L ATTIVITÀ E LA STRUTTURA DEL GRUPPO 14 PRINCIPALI RISCHI E OPPORTUNITÀ DELLE ATTIVITÀ DI GTECH 15

PROFILO DEL. GRuPPO L ATTIVITÀ E LA STRUTTURA DEL GRUPPO 14 PRINCIPALI RISCHI E OPPORTUNITÀ DELLE ATTIVITÀ DI GTECH 15 PROFILO DEL GRuPPO L ATTIVITÀ E LA STRUTTURA DEL GRUPPO 14 PRINCIPALI RISCHI E OPPORTUNITÀ DELLE ATTIVITÀ DI GTECH 15 CORPORATE GOVERNANCE E COMPLIANCE 15 12 Bilancio di Sostenibilità GTECH Il Profilo

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2013 Sintesi (IT)

RAPPORTO ANNUALE 2013 Sintesi (IT) RAPPORTO ANNUALE 2013 Sintesi (IT) Sintesi Sintesi Nel 2013 l EIOPA ha continuato a sviluppare il suo ruolo e profilo nel panorama europeo della vigilanza. La relazione annuale 2013 definisce i principali

Dettagli

INDICE COME DOVREBBE EVOLVERSI LA NOSTRA STRUTTURA PER RAGGIUNGERE LA NOSTRA VISIONE... 4 IV- LE NOSTRE PRIORITÀ STRATEGICHE...4

INDICE COME DOVREBBE EVOLVERSI LA NOSTRA STRUTTURA PER RAGGIUNGERE LA NOSTRA VISIONE... 4 IV- LE NOSTRE PRIORITÀ STRATEGICHE...4 Consiglio di amministrazione CENTRO DI TRADUZIONE DEGLI ORGANISMI DELL UNIONE EUROPEA STRATEGIA 2008-2012 CT/CA-017/2008IT INDICE I- LA RAISON D ÊTRE DEL CENTRO...3 I-1. LA NOSTRA MISSIONE... 3 I-2. IL

Dettagli

La reputazione aziendale è frutto di duro lavoro. Non rischiate di rovinarla a causa di una cattiva gestione della supply chain.

La reputazione aziendale è frutto di duro lavoro. Non rischiate di rovinarla a causa di una cattiva gestione della supply chain. Supply Chain Management La reputazione aziendale è frutto di duro lavoro. Non rischiate di rovinarla a causa di una cattiva gestione della supply chain. Soluzioni e applicazioni di BSI per gestire e mitigare

Dettagli

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità 6 Il Valore della Sostenibilità Il valore della sostenibilità Il Valore della Sostenibilità 7 Strategia e approccio GRI - G4: 1 In Snam sostenibilità e creazione di valore sono concetti fortemente legati.

Dettagli

RISK MANAGEMENT: Gestione integrata dei sistemi nell esperienza di Aler Brescia

RISK MANAGEMENT: Gestione integrata dei sistemi nell esperienza di Aler Brescia RISK MANAGEMENT: Gestione integrata dei sistemi nell esperienza di Aler Brescia Si definisce Risk Management - o gestione del rischio - il complesso di attività mediante le quali si misura o si stima il

Dettagli

La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale

La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale Azienda leader nel campo della nutrizione, della salute e del benessere, Nestlé ambisce a migliorare

Dettagli

Perché una nuova UNI EN ISO 9001?

Perché una nuova UNI EN ISO 9001? Perché una nuova UNI EN ISO 9001? Perché una nuova UNI EN ISO 9001? Le regole della normazione tecnica prevedono che le norme vengano sottoposte a un processo di revisione periodica quinquennale per garantire

Dettagli

Governance e responsabilità sociale. Analisi sull applicazione dei Codici Etici d impresa d

Governance e responsabilità sociale. Analisi sull applicazione dei Codici Etici d impresa d Governance e responsabilità sociale Analisi sull applicazione dei Codici Etici d impresa d in Italia Il Codice Etico è: Una costituzione aziendale ove sono declinati i valori e i criteri di comportamento

Dettagli

Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento

Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento Giugno 2012 Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento Annuncio pubblicitario destinato al cliente ed al potenziale cliente al dettaglio. Prima dell adesione leggere il prospetto disponibile

Dettagli

Che cosa è la semplificazione? 3. Come è possibile semplificare? 4. Quali sono le proposte della Commissione? 5

Che cosa è la semplificazione? 3. Come è possibile semplificare? 4. Quali sono le proposte della Commissione? 5 Commissione europea Semplificare la politica di coesione per gli anni 2014-2020 Indice Introduzione 2 Che cosa è la semplificazione? 3 Come è possibile semplificare? 4 Quali sono le proposte della Commissione?

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

CODICE ETICO Codice Etico Associazione Culturale Le Dissonanze La Mission Associazione Culturale Le Dissonanze Associazione Culturale Le Dissonanze

CODICE ETICO Codice Etico Associazione Culturale Le Dissonanze La Mission Associazione Culturale Le Dissonanze Associazione Culturale Le Dissonanze CODICE ETICO Il presente Codice Etico esprime gli impegni e le responsabilità etiche nella conduzione delle attività dell assunte dai suoi Rappresentanti, dagli Insegnanti, Musicisti nonché, in genere,

Dettagli

Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico.

Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico. Allegato alla Delib.G.R. n. 46/17 del 22.9.2015 Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico. 1. Modello organizzativo 1.1 Introduzione Il presente documento fonda ogni azione prevista sull importanza

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

Salute e sicurezza: una priorità per tutte le organizzazioni. Lo standard OHSAS 18001 può aiutarvi a gestire al meglio i rischi.

Salute e sicurezza: una priorità per tutte le organizzazioni. Lo standard OHSAS 18001 può aiutarvi a gestire al meglio i rischi. Salute e sicurezza: una priorità per tutte le organizzazioni. Lo standard OHSAS 18001 può aiutarvi a gestire al meglio i rischi. BSI vi aiuta a gestire i rischi e ad accrescere il benessere aziendale.

Dettagli

Il Continuous Auditing come garanzia di successo dell IT Governance

Il Continuous Auditing come garanzia di successo dell IT Governance Il Continuous Auditing come garanzia di successo dell IT Governance Essere consapevoli del proprio livello di sicurezza per agire di conseguenza A cura di Alessandro Da Re CRISC, Partner & CEO a.dare@logicalsecurity.it

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

A. Principi di Condotta

A. Principi di Condotta Introduzione Il Gruppo Oerlikon (di seguito denominato Oerlikon ) detiene una posizione unica di leader mondiale nella fornitura di tecnologie, prodotti e servizi all avanguardia. I nostri prodotti e le

Dettagli

Governance e Organizzazione una coerenza vincente. Susanna B. Stefani

Governance e Organizzazione una coerenza vincente. Susanna B. Stefani Governance e Organizzazione una coerenza vincente Susanna B. Stefani NUOVE FRONTIERE DELLA CORPORATE GOVERNANCE NYSE BOARD SUMMIT 2014 Richiesta di innalzare la trasparenza Maggior concentrazione del CdA

Dettagli

Scheda di partecipazione Quinta edizione

Scheda di partecipazione Quinta edizione Scheda di partecipazione Quinta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0)

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) E necessario rispondere a tutte le domande riportate di seguito, selezionando la risposta ritenuta migliore o quella che meglio descrive

Dettagli

Bologna, 01 Giugno 2016

Bologna, 01 Giugno 2016 Via Toscana 19/a 40069 Zola Predosa (BO) Tel. +39 051 31 60 311 Fax +39 051 31 60 399 e-mail: info@improntaetica.org www.improntaetica.org Bologna, 01 Giugno 2016 Oggetto: Consultazione pubblica per l

Dettagli

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12.

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12. LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI Trasferiamo valore economico nella catena di fornitura acquistando volumi consistenti di beni e servizi. Promuoviamo la collaborazione e l efficienza nella catena della fornitura;

Dettagli

Seminario in Economia dei Gruppi e delle Aggregazioni Industriali. La socialità: un valore nel contesto aziendale

Seminario in Economia dei Gruppi e delle Aggregazioni Industriali. La socialità: un valore nel contesto aziendale Seminario in Economia dei Gruppi e delle Aggregazioni Industriali La socialità: un valore nel contesto aziendale Roma, 28 maggio 2013 Dott.ssa Sabrina Ricco 1 Obiettivo Una nuova logica dell operare: il

Dettagli

Sostenibilità nella Supply Chain end-to-end: innovazione e competitività

Sostenibilità nella Supply Chain end-to-end: innovazione e competitività Sostenibilità nella Supply Chain end-to-end: innovazione e competitività Davide Barbato, A&S Board Provincia di Milano, 12 Luglio 2011 1 Chi è e cosa propone Acquisti & Sostenibilità è una organizzazione

Dettagli

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE Brugherio, 20 gennaio 2015 piomboleghe srl via eratostene, 1-20861 brugherio (mb) tel. 039289561, fax. 039880244 info@piomboleghe.it www.piomboleghe.it cap. soc. 1.300.000,00

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

Risultati 2012 e obiettivi futuri

Risultati 2012 e obiettivi futuri Strategia Risultati 2012 e obiettivi futuri Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato,

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

VII Forum Politeia. Supply Chain sostenibile end-to-end. Angelo Spina

VII Forum Politeia. Supply Chain sostenibile end-to-end. Angelo Spina VII Forum Politeia Supply Chain sostenibile end-to-end Angelo Spina 1 www.acquistiesostenibilita.org 4 ACQUISTI &SOSTENIBILITA - Vietata la riproduzione anche parziale ed il ri-editing ad hoc Vers.1.0

Dettagli

Gi Group CSR 2014 CSR E CODICE ETICO

Gi Group CSR 2014 CSR E CODICE ETICO CSR E CODICE ETICO 16 MISSION AZIENDALE E VALORI FONDANTI DI GI GROUP LA MISSION DI GI GROUP È ATTRAVERSO I NOSTRI SERVIZI VOGLIAMO CONTRIBUIRE DA PROTAGONISTI E A LIVELLO GLOBALE, ALL EVOLUZIONE DEL MERCATO

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli