DIRETTIVE PER GLI ALLENATORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIRETTIVE PER GLI ALLENATORI"

Transcript

1 Capitolo 1 DISPOSIZIONI TECNICHE ED AMMINISTRATIVE Art. 1 Formazione e classificazione degli allenatori La formazione degli allenatori e degli istruttori Swiss Basketball è organizzata congiuntamente da Swiss Basketball e G+S. Swiss Basketball riconosce i corsi e moduli G+S come corsi d allenatore Swiss Basketball. 1) Al termine dei corsi e dei moduli corrispondenti, se il candidato allenatore ha seguito con successo, Swiss Basketball su proposta della CFE, rilascia i titoli seguenti: - Animatore mini basket (AMB) - Allenatore mini basket (EMB) - Allenatore 1 - Allenatore 2 - Allenatore 2+ - Allenatore 3 - Allenatore LNA - Istruttore mini basket - Istruttore Swiss basketball 2) Questi riconoscimenti autorizzano l allenatore a svolgere la sua attività nei campionati regionali, interregionali e nazionali per le categorie seguenti: Animatore mini basket Allenatore le categorie U8 e U10 Assistente allenatore nella categoria U12 Allenatore mini basket Allenatore per la categoria U12 ed inferiore Assistente allenatore nella categoria U14 Allenatore 1 Allenatore nella categoria U14, ad esclusione del mini-basket Assistente allenatore nella categoria U16 Allenatore 2 Allenatore nella categoria U16 ed inferiore, ad esclusione del mini-basket Assistente allenatore nella categoria U19, 1a lega nazionale maschile (1LNM) e femminile (1LNF) e lega nazionale B femminile (LNBF) Allenatore 2+ Allenatore nelle categorie U19, 1LNM, 1LNF, 1LNBF ed inferiori, ad esclusione del mini-basket Assistente allenatore in lega nazionale B maschile (LNBM) Allenatore 3 Allenatore in LNBM ed inferiori, ad esclusione del mini-basket Assistente allenatore in lega nazionale A maschile e femminile (LNAM / LNAF). Allenatore LNA Allenatore in LNAM ed LNAF ed inferiori, ad esclusione del mini-basket Istruttore mini basket Gli stessi gradi da lui acquisiti, al minimo come l allenatore 2. Istruttore Swiss basketball Allenatore in LNAM ed LNAF ed inferiori, compreso mini-basket; istruttore nei corsi allenatori Swiss Basketball e G+S Direttive agli allenatori valide dal Pagina 1 di 12

2 Gradi Swiss Basketball Animatore mini basket Allenatore mini basket LNA LNA M O X LNA F O X LNB M O X X LNB F O X X X 1LN M 1LN F O X X X U 19 (Junior) O X X X U 16 (cadetti) O X X X X U 14 (scolari) O X X X X X U 12 (minimes) O X U 10 (pulcini) X X U 8 (cuccioli) X X 2L / 3L / 4L Secondo direttive delle Associazioni Regionali X = allenatore O = assistente allenatore 3) Per poter allenare nel contesto delle Giovani leve (selezione regionale, centro di promozione delle speranze, centro di formazione nazionale o squadra nazionale, bisogna come minimo avere il grado 3 ed aver seguito il corso Allenatori delle giovani leve G+S. 4) Questi gradi sono richiesti per tutte le competizioni nazionali, compresi i Campionati Svizzeri Giovanili (qualifiche e fasi finali) Per le competizioni regionali, gli organizzatori possono concedere deroghe. 5) Per poter allenare nelle categorie di gioco del mini-basket, l allenatore deve obbligatoriamente aver seguito Il corso animatore o allenatore mini-basket. Art. 2 Pubblicazione corsi e iscrizioni a) Il calendario dei corsi, dei moduli, e le relative informazioni possono essere consultate sui siti Internet (www.swissbasketball.ch e Il segretariato di Swiss Basketball e gli uffici cantonali G+S possono dare le informazioni necessarie. b) In base agli accordi fra Swiss Basketball e l OFSPO Macolin, in merito alla formazione degli allenatori Swiss Basketball, rispettivamente dei monitori G+S di basketball, esistono due indirizzi possibili nella formazione: 1) la via Swiss Basketball, per tutti gli allenatori Swiss Basketball che hanno un attività d allenatore Swiss Basketball, ma non un attività come monitore G+S. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 2 di 12

3 2) la via G+S per tutti gli allenatori Swiss Basketball, rispettivamente monitori G+S, che hanno un attività di monitore G+S, sia in un corso di disciplina sportiva G+S, sia nello sport scolastico o nello sport per apprendisti. La via G+S offre una prestazione supplementare in rapporto alla via Swiss Basketball: l indennità per perdita di guadagno. c) I formulari d iscrizione possono essere richiesti presso il Segretariato di Swiss Basketball o presso gli Uffici cantonali G+S. Possono pure essere scaricati dal sito Internet o d) L'iscrizione ai corsi o ai moduli deve essere fatta dal Coach G+S del club d appartenenza (via Internet o per posta). Art. 3 Corsi di formazione per allenatori La struttura della formazione può essere consultata sul sito a) Corso animatore mini basket - organizzato in collaborazione con le AR, la CFMB e la CFE. 1) essere nell anno civile del 16mo compleanno. 2) essere raccomandato dal coach G+S del club nel quale si prevede di esercitare l attività 3) impegnarsi a svolgere un effettiva attività di animatore U8 o di allenatore U10 o di sport dei bambini assistente allenatore U12 dopo il corso - Condizioni per l'ottenimento del titolo di animatore mini basket - seguire con successo il corso di animatore mini basket - seguire il corso di monitore sport dei bambini b) Corso allenatore mini basket - organizzato in collaborazione con le AR, la CFMB e la CFE. 1) essere nell anno civile del 17mo compleanno. 2) aver seguito con successo il corso animatore mini-basket o il corso allenatore sport dei bambini 3) essere raccomandato dal coach G+S del club nel quale si prevede di esercitare l attività 4) impegnarsi a svolgere un effettiva attività di allenatore dopo il corso. - Condizioni per l'ottenimento del titolo di allenatore mini basket - seguire con successo il Corso di allenatore mini basket - seguire con successo il corso di monitore G+S + il corso d introduzione sport dei bambini per monitori G+S Direttive agli allenatori valide dal Pagina 3 di 12

4 c) Corso Monitore (CM) G+S - Swiss Basketball delega, l organizzazione di questo grado di formazione, agli Uffici cantonali G+S. Le iscrizioni sono da inviare all Ufficio cantonale G+S del cantone di domicilio. 1) essere almeno nell anno civile del 18mo compleanno; 2) essere di nazionalità svizzera, del Liechtenstein o, se si tratta di stranieri, avere un permesso di dimora; 3) essere raccomandato dal Coach G+S del club dove si intende svolgere l attività; 4) impegnarsi a svolgere concretamente un attività di allenatore dopo il corso. - Condizioni per ottenere il titolo di allenatore 1 - seguire con successo il corso monitore G+S d) Modulo Jeunesse - Swiss Basketball organizza questo modulo in collaborazione con G+S. 1) aver seguito con successo il corso monitori G+S; 2) essere raccomandati dal Coach G+S del club dove si prevede di svolgere l attività; 3) impegnarsi a svolgere un attività concreta d allenatore dopo il corso. - Condizioni per ottenere il titolo d Allenatore 2: - seguire con successo il Modulo Jeunesse o seguire 8 giorni a scelta di formazione continua (specifica o interdisciplinare). - Informazioni supplementari sul sito e) Modulo Espoirs - Swiss Basketball organizza questo modulo in collaborazione con G+S. 1) aver seguito con successo il modulo Jeunesse; 2) essere raccomandati dal Coach G+S del club dove si prevede di svolgere l attività;. 3) impegnarsi a svolgere un attività concreta d allenatore dopo il corso. - Condizioni per ottenere il titolo d Allenatore 2+: - avere il titolo d Allenatore 2; - seguire con successo il Modulo Espoirs. - Informazioni supplementari sul sito f) Modulo Condizione fisica 2 - Swiss Basketball organizza questo modulo in collaborazione con G+S. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 4 di 12

5 1) aver seguito con successo il modulo Espoir; 2) essere raccomandati dal Coach G+S del club dove si prevede di svolgere l attività;. 3) impegnarsi a svolgere un attività concreta d allenatore dopo il corso. g) Modulo Sélection - Swiss Basketball organizza questo modulo in collaborazione con G+S. 1) aver seguito con successo il Modulo Espoirs; 2) essere raccomandati dal Coach G+S del club dove si prevede di svolgere l attività; 3) impegnarsi a svolgere un attività concreta d allenatore dopo il corso. h) Modulo Esame Selezione - Condizioni d ammissione: 1) Aver seguito con successo il modulo Selezione 2) Aver effettuato lo stage di 3 settimane e prodotto il rapporto sullo stesso 3) Essere raccomandati dal Coach G+S dove si prevede di svolgere l attività 4) Impegnarsi a svolgere un attività concreta dopo il corso - Condizioni per ottenere il titolo d Allenatore 3 : - seguire con successo il modulo selezione, il modulo esame selezione, il modulo condizione fisica nel Basketball - seguire durante 3 settimane una squadra di LNA o una squadra nazionale e fornire un rapporto di stage firmato dall allenatore della squadra visitata - Informazioni supplementari sul sito Corso d allenatore delle Giovani Leve G+S - Swiss Basketball organizza questo modulo in collaborazione con G+S. - Condizioni d ammissione: 1) aver seguito con successo il Modulo Selezione, il modulo Esame Selezione Condizione fisica 2, il modulo Sélection, come pure un modulo interdisciplinare a scelta; 2) essere raccomandati dal Coach G+S del club dove si prevede di svolgere l attività; 3) impegnarsi a svolgere un attività concreta d allenatore dopo il corso. - Condizioni per ottenere il titolo d Allenatore LNA: - seguire con successo il Corso d AllenatoreG+S. - Informazioni supplementari sul sito Corso Esperto G+S - Swiss Basketball organizza questo corso in collaborazione con G+S - Condizioni d ammissione: 1) Essere nell anno civile del 24mo compleanno Direttive agli allenatori valide dal Pagina 5 di 12

6 2) aver seguito con successo il modulo selezione, il modulo esame selezione (con una raccomandazione 4), il modulo condizione fisica 2 3) essere raccomandati da un ufficio cantonale G+S e dalla CFE - Condizioni per l ottenimento del titolo di istruttore Swiss Basketball - essere in possesso del titolo di allenatore 3 - aver seguito con successo il corso esperto G+S - presentare la domanda a Swiss basketball dopo aver esercitato un attività di formatore per 5 anni almeno i) Corso d istruttore mini basket - Swiss Basketball organizza questo modulo in collaborazione con G+S. - Condizioni d ammissione: 1) aver seguito con successo il Modulo Jeunesse. 2) essere raccomandati da un associazione regionale e dalla CFE. 3) impegnarsi a svolgere un attività effettiva di istruttore minibasket dopo il corso. - Condizioni per ottenere il titolo di istruttore mini-basket: - Aver seguito con successo il corso istruttori mini-basket k) Formazione di allenatore professionale Swiss Olympic - Questo corso è organizzato da Swiss Olympic. Le iscrizioni sono da inviare a Swiss Basketball. 1) Aver seguito con successo il corso di allenatore delle Giovani Leve G+S ed essere in possesso del titolo di allenatore LNA 2) Essere raccomandati da Swissbasketball e dalla CFE 3) Impegnarsi a svolgere un attività effettiva nel quadro delle giovani leve dopo il corso Art. 4 Moduli di perfezionamento obbligatori a) Periodi - Tutti gli allenatori di Swiss Basketball devono seguire un corso di formazione continua Swiss Basketball, G+S (specifico per il Basketball o sport collettivi ) o Swiss Olympic ogni stagione - Gli allenatori di LNAM e LNAF devono seguire obbligatoriamente il corso di inizio stagione organizzato dalla CFE (prima domenica di settembre). Non si possono far rappresentare da terzi. In caso di assenza l allenatore è sospeso per le prime due partite di campionato. Sono riservate le sanzioni prese dalle leghe. In caso di recidiva, Le sanzioni sono raddoppiate in caso di recidiva. - Gli allenatori che esercitano un attività nel quadro delle Giovani Leve devono obbligatoriamente seguire il modulo di perfezionamento per allenatori delle Giovani Leve G+S a Macolin - Gli altri allenatori devono seguire un modulo di formazione continua a scelta. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 6 di 12

7 b) Parificazione - I moduli di perfezionamento G+S sono riconosciuti come moduli di perfezionamento Swiss Basketball e vice-versa. c) Validità - Un modulo di perfezionamento o un modulo di formazione continua, prolunga il riconoscimento di allenatore, fino alla fine della stagione seguente alla data del modulo stesso. - Per ottenere una carta di allenatore per la stagione seguente, l interessato deve seguire un modulo di formazione continua prima della fine della stagione "basket", ossia entro il 30 giugno. Oltre questo termine, la carta di allenatore non sarà rilasciata. Le persone che perdono il loro riconoscimento di allenatore (mancato rispetto delle direttive) saranno considerati grado 0. - Dopo 6 anni senza aver seguito corsi, la persona che desidera una nuova tessera di allenatore dovrà seguire un modulo di reintegrazione G+S (iscrizione unicamente fatta unicamente dal coach G+S del club attraverso il servizio cantonale G+S) e seguire un modulo di formazione specifica basketball. Dopo il corso riceverà il titolo che aveva in precedenza. - Passati 10 anni senza aver seguito nessun corso, riceverà il titolo di allenatore 1 Esempio: un allenatore segue un modulo di perfezionamento o di formazione durante la stagione Il suo riconoscimento è valido fino alla fine della stagione , con obbligo di seguire un corso prima della fine della stagione Se si partecipa al corso la tessera è rilasciata per la stagione La carta non viene rilasciata se non si è partecipato al corso. Art. 5 Prestazioni di Swiss Basketball Il partecipante ad un modulo di formazione o di perfezionamento FSBA non può beneficiare di un indennità per perdita di guadagno. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 7 di 12

8 Art. 6 Parifiche a) Maestro di sport Il Maestro di ginnastica e sport, che ha seguito una specializzazione in basketball, riceve la qualifica di monitore G+S sport scolastico e allenatore 1. b) Allenatori di nazionalità straniera che non hanno seguito una formazione d'allenatore in Svizzera 1) Tutti gli allenatori di nazionalità straniera che hanno seguito una formazione analoga all estero devono presentare diplomi e un curriculum vitae delle attività svolte nel campo del basket. Questo dossier può essere redatto in lingua francese, tedesca, italiana o inglese. La CFE ha elaborato un documento con le equivalenze tra i diplomi svizzeri e quelli stranieri. Per gli stranieri, la Commissione Federale Allenatori (CFE), in base ai documenti inviati, può accordare o non accordare il riconoscimento equivalente di grado 1, 2, 2+, 3 o LNA. Per ottenere la parificazione in modo definitivo, l allenatore straniero dovrà seguire un modulo di perfezionamento,nel corso dell anno in cui ha inviato la richiesta. 2) Per l equipollenza di monitore G+S di basketball, l allenatore di nazionalità straniera o Svizzera che ha seguito una formazione all estero, dovrà seguire un corso d introduzione per monitori o un corso d introduzione per allenatori delle Giovani Leve (informazioni presso il Capo disciplina Basketball, UFSPO, 2532 Macolin). c) Riconoscimento categoria superiore Alla fine d ogni corso di formazione, l allenatore può fare richiesta scritta di un riconoscimento per una categoria superiore. Questa domanda dovrà essere controfirmata dal Capo corso e poi trasmessa alla CFE per la decisione finale. Art. 7 Riconoscimenti provvisori La persona, che non possiede il titolo d allenatore, richiesto all articolo 1b di queste direttive, deve inoltrare una domanda di riconoscimento provvisorio secondo gli art. 7a o 7b, di seguito elencati. Il numero di gradi mancanti è calcolato a partire dal grado di allenatore mini-basket a) Allenatore con 1 o 2 gradi inferiori La persona con un titolo inferiore di 2 gradi rispetto a quello richiesto, riceverà un riconoscimento provvisorio d allenatore. b) Allenatore con 3 gradi inferiori La persona con un titolo inferiore di 3 gradi rispetto a quello richiesto, deve pagare la seguente tassa d autorizzazione: 1) LNA CHF 1' ) LNBM CHF 1' ) LNBF - 1LN, speranze e U19 CHF ) U16 CHF Questa tassa non è rimborsabile e permette di ottenere un riconoscimento provvisorio d allenatore 1, 2, 2+, 3 o LNA. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 8 di 12

9 - La persona che non possiede alcun titolo d allenatore Swiss Basketball corrisponde al grado zero. c) Allenatore proveniente da una federazione straniera - L allenatore straniero, tesserato per la prima volta in Svizzera, deve allegare al questionario per il rilascio del libretto d allenatore, i suoi diplomi di allenatore, un curriculum vitae delle sue attività di giocatore e d allenatore, redatti in una delle lingue ufficiali. Sia come allenatore che vice allenatore, dovrà versare sul conto Swiss Basketball (CCP: FSBA-CFE / ) la seguente tassa d autorizzazione : 1) LNA CHF 3' ) LNBM CHF 2' ) LNBF, 1LN e speranze CHF Questa tassa non è rimborsata. - Dopo aver esaminato il dossier, la CFE deciderà il grado equivalente di allenatore Swissbasketball. - Il libretto d allenatore sarà rilasciato conformemente ai punti 7.a) e 7.b), a titolo provvisorio, per la stagione in corso. - La CFE può anche rilasciare un riconoscimento definitivo dopo l analisi dei documenti presentati. - L allenatore straniero, che esercita nei campionati regionali o giovanili, deve attenersi ai punti 7.a) e 7.b) di queste direttive. Dopo aver seguito il Corso Monitori G+S può inoltrare domanda scritta, per un riconoscimento superiore. Questa richiesta deve essere controfirmata dal Capo Corso e trasmessa alla CFE per la decisione finale. d) Validità del riconoscimento provvisorio - L allenatore che ottiene un riconoscimento provvisorio, s impegna a raggiungere il grado richiesto, seguendo i corsi nelle date fissate dalla CFE. - Questo riconoscimento è valido solamente se l allenatore rispetta i termini fissati dalla CFE. - Questo riconoscimento provvisorio potrà essere prolungato, solamente una volta, dietro pagamento di una tassa d autorizzazione: 1) LNA CHF 1' ) LNBM CHF 1' ) LNBF, 1LN, Espoir e U19 CHF ) U16 CHF Questa tassa è rimborsabile all 80%, dopo che l allenatore ha ottemperato agli obblighi fissati, nel rispetto delle scadenze della CFE. - L allenatore che non paga la tassa citata, e che non rispetta gli obblighi richiesti, non potrà ottenere altra deroga, anche se interrompe la sua attività o allena una squadra dove è richiesto un grado inferiore. Art. 8 Casi non previsti Tutti i casi non contemplati da queste direttive saranno giudicati dalla CFE. La decisione dovrà essere ratificata dal Comitato Direttivo di Swiss Basketball. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 9 di 12

10 Capitolo 2 DISPOSIZIONI AMMINISTRATIVE PER LE COMPETIZIONI Art. 9 Applicazioni Le disposizioni tecniche e amministrative delle direttive per gli allenatori CFE devono essere applicate in tutte le competizioni ufficiali di Swiss Basketball. Le AR sono responsabili dell applicazione di queste disposizioni, durante le manifestazioni da loro organizzate. Art. 10 Licenza e carta d allenatore Per esercitare la loro attività, gli allenatori ed i vice allenatori qualificati, devono avere una licenza amministrativa o come giocatore, e la carta d allenatore Swiss Basketball valida per la stagione in corso. Per tutti gli allenatori, la licenza amministrativa o di giocatore, e pure il libretto d allenatore, sono legati a : 1) Swiss Basketball 2) all Associazione regionale (AR) 3) al club dove si esercita l attività d allenatore. Per ottenere la carta d allenatore devono essere rispettate le disposizioni e le indicazioni emesse dalla CFE. Art. 11 Diritto d attività Un allenatore può esercitare questa funzione solo nel club dove ha una licenza come giocatore o amministrativa. Una persona che desidera allenare, in un club diverso da quello dove ha una licenza (come giocatore o amministrativa) deve chiedere una deroga alla CFE. Inoltre occorre l accordo scritto dei due presidenti delle società interessate. Art. 12 Tasse d allenatore Per ottenere o rinnovare annualmente il libretto dall allenatore, sarà riscossa una tassa. L ammontare della tassa è fissato dall Assemblea dei Delegati. Art. 13 Presenza dell allenatore La presenza dell allenatore qualificato, secondo l art. 1b, è obbligatoria durante ogni partita ufficiale (campionato o coppa). La carta di allenatore deve essere presenta spontaneamente per il controllo. Il numero della carta d allenatore e il nome dell allenatore presente, devono essere iscritti sul referto della partita. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 10 di 12

11 Art. 14 Assenza dell allenatore a) Per tutte le partite ufficiali, ai sensi dell Art. 13 di queste direttive, ogni assenza dell allenatore qualificato, deve essere segnalata e motivata alla CFE prima della partita. b) L allenatore qualificato può essere sostituito da un allenatore tesserato per lo stesso club. Art. 15 Trasferimenti in corso di stagione a) Il trasferimento della licenza amministrativa o di giocatore sottostanno al regolamento delle licenze. a) Se durante la stagione, un allenatore desidera esercitare la propria attività in un altro club, per ragioni serie, deve inoltrare domanda scritta alla CFE. b) Questa richiesta scritta, con allegata la carta di allenatore, dovrà essere firmata, indicare i motivi ed essere controfirmata dai Presidenti dei due Club interessati. d) I costi amministrative sono i seguenti: 1) LNA CHF ) LNBM CHF ) LNBF, 1LN e Espoir CHF Art. 16 Misure disciplinari nei confronti delle società Ad eccezione dell inosservanza delle direttive licenze (assenza o mancata presentazione del documento), di competenza dell organizzatore delle diverse competizioni, la mancata osservanza delle presenti direttive, comporta l applicazione delle seguenti sanzioni contro il club di appartenenza: a) violazione articolo 10 e 14 1) prima infrazione: multa di CHF ) seconda infrazione: multa di CHF ) per ogni infrazione supplementare le multe sono raddoppiate ogni volta. b) violazione articolo 13 A dimenticanza o mancata presentazione della carta d allenatore è sanzionata, ogni volta, una multa di CHF 50.- Il risultato delle partite non sarà messo in discussione, a causa di trasgressioni alle norme concernenti la carta d allenatore. L abuso di questa situazione rientra nei casi di trasgressione dell art. 14. Direttive agli allenatori valide dal Pagina 11 di 12

12 Art. 17 Misure disciplinari contro gli allenatori La trasgressione del presente regolamento, comporta le seguenti sanzioni nei confronti degli allenatori e aiuti allenatori: a) trasgressione articolo 4 - in caso non sia stato seguito nessun modulo di perfezionamento, la carta di allenatore non sarà rinnovata ad inizio della stagione successiva alla scadenza dell ultimo modulo di formazione di grado superiore frequentato. - quando l allenatore in questione avrà seguito un modulo di perfezionamento o di formazione superiore, la carta sarà rinnovata. Art. 18 Applicazione delle sanzioni a) Multe: La CFE infligge delle multe. Nei casi ritenuti non gravi, può limitarsi a degli ammonimenti. b) Casi speciali: Per casi gravi d indisciplina dell allenatore o del club, possono essere coinvolti gli organi giuridici di Swiss Basketball. c) Mancato pagamento Se un club o un allenatore multato, non versano l ammontare nei 10 giorni seguenti la decisione di Swiss Basketball, (fa stato la data del timbro postale), potrà essere applicato il regolamento concernente le procedure contro i debitori. Art. 19 Ricorso a) Tutte decisioni prese dalla CFE, secondo le presenti direttive possono essere oggetto di ricorso presso la Commissione di ricorso di Swiss Basketball entro 10 giorni dalla notifica. b) La procedura del ricorso è regolata dalle disposizioni applicabili davanti alla Commissione di ricorso di Swiss Basketball. Art. 20 Litigio - In caso di litigio, fa stato il testo francese delle presenti direttive. Disposizioni finali - Tutti i casi non previsti da queste direttive sono esaminati dalla CFE che decide e le sottomette per ratifica alla Direzione di Swiss Basketball. - Queste direttive entrano in vigore il e sono state ratificate dal Comitato Direttivo il 24 giugno Direttive agli allenatori valide dal Pagina 12 di 12

Direttive indennità di formazione

Direttive indennità di formazione Direttive relative alle indennità di formazione Le direttive relative alle indennità di formazione definiscono le indennità di formazione che i club di Lega Nazionale A maschile devono versare ai club

Dettagli

CONTRATTO DI FORMAZIONE per Novizi Elite e/o Juniores Elite A

CONTRATTO DI FORMAZIONE per Novizi Elite e/o Juniores Elite A CONTRATTO DI FORMAZIONE per Novizi Elite e/o Juniores Elite A tra 1. Hockey Club... (di seguito denominato CLUB) e 2. (di seguito denominato GIOCATORE) Oggetto del contratto Con il presente contratto di

Dettagli

STATUTI. Nota: le definizioni di funzioni formulate al genere maschile si possono intendere anche al femminile

STATUTI. Nota: le definizioni di funzioni formulate al genere maschile si possono intendere anche al femminile STATUTI Nota: le definizioni di funzioni formulate al genere maschile si possono intendere anche al femminile Accettato dall Assemblea Generale del 19 marzo 2005 Statuti ASPT Pagina 2 I. Scopi e obiettivi

Dettagli

Commissione Arbitri REGOLAMENTO. Edizione 2012. Regolamento per Istruttori e Ispettori Arbitri (RIIA)

Commissione Arbitri REGOLAMENTO. Edizione 2012. Regolamento per Istruttori e Ispettori Arbitri (RIIA) Commissione Arbitri REGOLAMENTO Edizione 2012 Regolamento per Istruttori e Ispettori Arbitri (RIIA) A. Generalità 1. Obiettivo e terminologia 1.1 Il RIIA ha per obiettivo di concretizzare i doveri e le

Dettagli

LA PROFESSIONE DI AGENTE DI CALCIATORI (I EDIZIONE)

LA PROFESSIONE DI AGENTE DI CALCIATORI (I EDIZIONE) APPENDICE DI AGGIORNAMENTO AL VOLUME N. 67 LA PROFESSIONE DI AGENTE DI CALCIATORI (I EDIZIONE) Statuto FIFA 2004, inclusi gli emendamenti 2005 e Regolamento di applicazione Regolamento FIFA per lo Status

Dettagli

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a Stato al 5 novembre 2014 Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a

Dettagli

ANNO SPORTIVO 2015-2016

ANNO SPORTIVO 2015-2016 Roma, 6 luglio 2015 COMUNICATO UFFICIALE N 3 ANNO SPORTIVO 2015-2016 CAMPIONATI NAZIONALI HOCKEY SU PRATO A COMPOSIZIONE NUMERICA ILLIMITATA CV/cc - prot. n. 2963 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY Viale Tiziano,

Dettagli

QUESTIONARIO 2015 PER L ATTRIBUZIONE DEI LABEL DI FORMAZIONE SETTORE ALLIEVI/E

QUESTIONARIO 2015 PER L ATTRIBUZIONE DEI LABEL DI FORMAZIONE SETTORE ALLIEVI/E QUESTIONARIO 2015 PER L ATTRIBUZIONE DEI LABEL DI FORMAZIONE SETTORE ALLIEVI/E Denominazione della società o del raggruppamento Condizione imperativa Esiste una struttura propria con dirigenti e contabilità

Dettagli

Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999)

Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999) Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999) 5.3.2.3.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti la Legge della scuola del 1 febbraio 1990;

Dettagli

Capitolo II Ammissione e promozione

Capitolo II Ammissione e promozione Regolamento sulla maturità professionale (del aprile 000) ultima modifica: cfr. Bollettino ufficiale 11/007/.0.007...1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge federale

Dettagli

Ordinanza del DDPS sulla Scuola universitaria dello sport di Macolin

Ordinanza del DDPS sulla Scuola universitaria dello sport di Macolin Ordinanza del DDPS sulla Scuola universitaria dello sport di Macolin (Ordinanza SUFSM, O-SUFSM) Modifica del 12 marzo 2016 Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ELENCO DEGLI AGENTI SPORTIVI DELLA LEGA PALLAVOLO SERIE A

REGOLAMENTO DELL ELENCO DEGLI AGENTI SPORTIVI DELLA LEGA PALLAVOLO SERIE A REGOLAMENTO DELL ELENCO DEGLI AGENTI SPORTIVI DELLA LEGA PALLAVOLO SERIE A Art. 1) ISTITUZIONE E istituito presso la Lega Pallavolo Serie A Maschile l Elenco degli Agenti Sportivi Art.2) DEFINIZIONI E

Dettagli

Concessione della licenza e qualificazione dei giocatori Periodo di gioco 2015/16 (Paragrafo 11 e 12 del Regolamento di Gioco RdG)

Concessione della licenza e qualificazione dei giocatori Periodo di gioco 2015/16 (Paragrafo 11 e 12 del Regolamento di Gioco RdG) Concessione della licenza e qualificazione dei giocatori Periodo di gioco 2015/16 (Paragrafo 11 e 12 del Regolamento di Gioco RdG) La qualificazione del giocatore, espressione con la quale si intende l'autorizzazione

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 Allegato n. 2 Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF SU PISTA

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF SU PISTA FEDERAZIONE ITALIANA GOLF SU PISTA Affiliata W.M.F. E.M.F. NORME DI TESORERIA STAGIONE 2016 Le presenti norme entrano in vigore il 1 gennaio 2016 e restano valide sino a differente comunicazione. 1.0 TESSERAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 settembre 2013 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 luglio 2010 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale Stagione Sportiva 2014/2015 (da redigere su carta intestata della Società organizzatrice)

Dettagli

Regolamento d esame. Patrocinio: veb.ch, Società svizzera degli impiegati del commercio. Valido dall esame di ottobre 2016

Regolamento d esame. Patrocinio: veb.ch, Società svizzera degli impiegati del commercio. Valido dall esame di ottobre 2016 Collaboratore/collaboratrice qualificato/a della contabilità Collaboratore/collaboratrice qualificato/a fiduciario Collaboratore/collaboratrice qualificato/a fiscale edupool.ch Patrocinio: veb.ch, Società

Dettagli

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014 CIRCOLARE 61/2014 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Normativa per la compilazione

Dettagli

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441-346 0825520-346 4133777 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.calabria.fip.it

Dettagli

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista In base agli articoli: 30 e 31 della Legge federale sulla formazione professionale del 13 dicembre 2002, 8, 13,

Dettagli

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 415.75 del 14 gennaio 2005 (Stato 20 settembre 2010) Il Dipartimento federale della difesa,

Dettagli

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006.

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006. Roma, 22 giugno 2005 A Tutte le società dei Campionati Nazionali Ai Comitati Regionali FIPAV Ai Comitati Provinciali FIPAV Alle Leghe Nazionali Pallavolo TRASMISSIONE VIA FAX ed E-MAIL Oggetto: Norme amministrative

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale Stagione Sportiva 2013/2014 (da redigere su carta intestata della Società

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LA STAGIONE 2015/2016 CAMPIONATI DI SECONDA, TERZA, QUARTA E QUINTA LEGA.

DISPOSIZIONI PER LA STAGIONE 2015/2016 CAMPIONATI DI SECONDA, TERZA, QUARTA E QUINTA LEGA. Federazione Ticinese di Calcio Sezione Tecnica Settore Competizione Elenco delle materie DISPOSIZIONI PER LA STAGIONE 2015/2016 CAMPIONATI DI SECONDA, TERZA, QUARTA E QUINTA LEGA. 1. Determinazione classifiche

Dettagli

Regolamento per l ottenimento degli attestati modulari 1 e 2 con verifica delle equivalenze

Regolamento per l ottenimento degli attestati modulari 1 e 2 con verifica delle equivalenze Commissione qualità Ufficio qualificazione INTERPRET c/o IDEA sagl Piazza Nosetto 3 6500 Bellinzona Tel. 091 858 02 15 Fax 091 840 11 44 qualification@inter-pret.ch Regolamento per l ottenimento degli

Dettagli

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011)

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) 5.3.2.2.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati: la Legge della scuola del 1 febbraio

Dettagli

Federazione Italiana Gioco Freccette

Federazione Italiana Gioco Freccette ------------ Prot. 22/14 Treviso, 11/09/14 Ai PRESIDENTI DEI DART CLUB AFFILIATI Loro Sedi e, p.c. ai PRESIDENTI dei Comitati Regionali e, p.c. ai COORDINATORI REGIONALI Loro Sedi Oggetto: - 30 Campionato

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

1. Disposizioni generali 3. 2. Organizzazione 4. 3. Pubblicazione, iscrizione, ammissione, costi 5. 4. Svolgimento dell esame 6

1. Disposizioni generali 3. 2. Organizzazione 4. 3. Pubblicazione, iscrizione, ammissione, costi 5. 4. Svolgimento dell esame 6 Regolamento d esame per l ottenimento del Certificato di Assistente del personale Edizione 2010 Organizzatori dell esame HR Swiss KV Schweiz Unione padronale svizzera Swissstaffing Associazione professionale

Dettagli

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Master della SUPSI (Laurea di secondo livello)

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Master della SUPSI (Laurea di secondo livello) Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Master della SUPSI (Laurea di secondo livello) Approvato dal Consiglio della

Dettagli

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2012/2013 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l

Dettagli

Circuito regionale Aquagol 2014

Circuito regionale Aquagol 2014 Federazione Italiana Nuoto EDIZIONE 2014 SETTORE PROPAGANDA nati 2003-2004-2005 e seguenti (m/f) Circuito regionale Aquagol 2014 Definizione di categoria: il Circuito Aquagol viene svolto dal all interno

Dettagli

Il Consiglio Federale durante la riunione del 17 luglio u.s., ha approvato la normativa per la compilazione del Calendario federali 2016.

Il Consiglio Federale durante la riunione del 17 luglio u.s., ha approvato la normativa per la compilazione del Calendario federali 2016. Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 22 luglio 2015 CIRCOLARE 78/2015 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Normativa per la compilazione

Dettagli

Statuto. Servizio Cure a Domicilio del Luganese

Statuto. Servizio Cure a Domicilio del Luganese Statuto Servizio Cure a Domicilio del Luganese CAPITOLO 1 Scopo, sede e durata Denominazione Art. 1 Con la denominazione Servizio cure a domicilio del Luganese - SCuDo è costituita a Lugano un Associazione

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

414.131.51 Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo

414.131.51 Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo (Ordinanza di ammissione al PFZ) del 24 marzo 1998 (Stato 12 settembre 2000) La Direzione del Politecnico federale di Zurigo, visti

Dettagli

Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida

Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida La Federazione Scacchistica Italiana Comitato Regionale Pugliese in collaborazione con il C.O.N.I. Comitato

Dettagli

TESSERAMENTO E IMPIEGO DI ATLETI EXTRA-COMUNITARI: PRIORITA E PROCEDURE

TESSERAMENTO E IMPIEGO DI ATLETI EXTRA-COMUNITARI: PRIORITA E PROCEDURE CIRCOLARE FIH N. 5 - (Anno Sportivo 2014/2015) Settore Tesseramento Protocollo n : 2344, Roma, 17 giugno 2014 Oggetto: Tesseramento atleti extracomunitari Destinatari: Società/Organi Territoriali - per

Dettagli

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2014-2015

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2014-2015 T E Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2014-2015 S S E approvate dal Consiglio Federale nella riunione del 10 maggio 2014 delibera n. 439 R A M E N T O Sommario Titolo I Regole Generali...

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 E-mail: liguria@federvolley.it http://www.volleyliguria.net CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 1. INDIZIONE Il C. R. Liguria indice e la COGR organizza la Fase Regionale del Campionato

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 Iscrizione Tassa Gara Sono ammesse al Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F.

REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F. FEDERAZIONE ITALIANA SPORT GHIACCIO REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F. Approvato con Delibera del Consiglio Federale N. 3-11/190 del 29 Aprile 2011 ART. 1 - DEFINIZIONE

Dettagli

Regolamento d esame. per l ottenimento del. Certificato di. Assistente del personale. Edizione 2014

Regolamento d esame. per l ottenimento del. Certificato di. Assistente del personale. Edizione 2014 Regolamento d esame per l ottenimento del Certificato di Assistente del personale Edizione 2014 Organizzatore dell esame è HRSE. Sono membri di HRSE: HR Swiss KV Schweiz Unione padronale svizzera Swissstaffing

Dettagli

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Norma AOMAS / Regolamento: revisione 2010 Versione definitiva: 2010-10-10 1 / 12 Informazioni sulla revisione La presente revisione del regolamento

Dettagli

STATUTI FIDUCIARI SUISSE (UNIONE SVIZZERA DEI FIDUCIARI) SEZIONE TICINO

STATUTI FIDUCIARI SUISSE (UNIONE SVIZZERA DEI FIDUCIARI) SEZIONE TICINO STATUTI FIDUCIARI SUISSE (UNIONE SVIZZERA DEI FIDUCIARI) SEZIONE TICINO I. Forma giuridica e denominazione Art. 1 Sotto la denominazione Associazione FIDUCIARI SUISSE (Unione Svizzera dei Fiduciari) Sezione

Dettagli

d e c r e t a : I. Disposizioni generali

d e c r e t a : I. Disposizioni generali 5.1.8.4.4 Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare (del 10 giugno 1999) La Conferenza

Dettagli

Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo

Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo (Ordinanza sulla formazione continua al PF di Zurigo) 414.134.1 del 26 marzo 2013 (Stato 1 ottobre 2013) La Direzione scolastica del

Dettagli

Regolamento d'ammissione dell'astti

Regolamento d'ammissione dell'astti Regolamento d'ammissione dell'astti Preambolo Definizioni Membri attivi Membri associati Membri passivi Membri sostenitori Membri onorari Rinnovamento della domanda d ammissione Iscrizione nel Repertorio

Dettagli

affiliata alla federazione svizzera tennistavolo

affiliata alla federazione svizzera tennistavolo REGOLAMENTO SPORTIVO ATTT (A COMPLEMENTO DEL REGOLAMENTO SPORTIVO SVIZZERO) 01.00 CAMPIONATO SVIZZERO A SQUADRE 01.01 Generalità L Associazione Ticinese Tennis Tavolo organizza i seguenti campionati a

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 1 Stagione Sportiva 2010/2011 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO E possibile effettuare tutti i versamenti dovuti alla FIPAV Nazionale (tutti quelli che hanno la causale

Dettagli

Regolamento Generale delle Gare di Squash

Regolamento Generale delle Gare di Squash Regolamento Generale delle Gare di Squash Approvato dal Consiglio Federale del 12 settembre 2015 2 TITOLO I - GENERALITÀ Art. 1. Ambito di validità Il presente regolamento disciplina lo svolgimento delle

Dettagli

2. Al Corso sarà ammesso un numero massimo di 40 allievi.

2. Al Corso sarà ammesso un numero massimo di 40 allievi. SETTORE TTECNI ICO FF..I.G.C.. STTAGI IONE SPORTT IVA I 220055/ /200006 COMUNICATTO UFFFFI ICIALE N 46 Bando di Ammissione al Corso per l'abilitazione ad Allenatori di Base la cui attuazione è affidata

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

Norme per il tesseramento degli atleti

Norme per il tesseramento degli atleti FIPAV Federazione Italiana Pallavolo Norme per il tesseramento degli atleti Il presente documento costituisce una guida sulle norme per l'affiliazione, il tesseramento. Attualmente gli articoli relativi

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Falegname CFP Del 1 dicembre 2005 (stato: ) Proposte di modifica del 24.02.2012 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin/Schreinerpraktiker Aide-menuisière/Aide-menuisier

Dettagli

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F UNDER nei campionati seniores regionali maschili Anno Sportivo 2010/2011 Serie C Regionale Serie D Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico \ Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna 2011-12

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico \ Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna 2011-12 Allegato F FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico \ Lega Nazionale Dilettanti Emilia Romagna 2011-12 Regolamenti per Tornei a carattere Regionale e Provinciale Attività di Base

Dettagli

DOSSIER DI SPONSORING

DOSSIER DI SPONSORING DOSSIER DI SPONSORING 1 Sommario 3 Introduzione 4 In breve 5 Bilancio 6 I club di Lega nazionale 7 Stagione 8 Diventate partner 9 Visibilità mediatica 10 La vostra visibilità 26 Contatti 2 Introduzione

Dettagli

Norme per il tesseramento degli atleti

Norme per il tesseramento degli atleti FIPAV Federazione Italiana Pallavolo Norme per il tesseramento degli atleti Il presente documento costituisce una guida sulle norme per l'affiliazione, il tesseramento. Attualmente gli articoli relativi

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 005 /bis del 07/08/2010

Comunicato Ufficiale N 005 /bis del 07/08/2010 - cu 005 / 132 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA Delegazione Regionale Calcio a Cinque STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO Da questa Stagione 2015/2016 tutte le Società di ogni Serie e Categoria e tutti i Tecnici di ogni ruolo e grado, saranno obbligati all utilizzo

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 001 COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l indirizzo

Dettagli

Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali (dell 11 settembre 2001)

Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali (dell 11 settembre 2001) Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali (dell 11 settembre 001) 5...5 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge della scuola

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Corsa d'orientamento

Quaderno d'allenamento G+S Corsa d'orientamento Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.461.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Corsa d'orientamento UFSPO 2532 Macolin La base: la fiducia

Dettagli

Oggetto: Bando di Concorso 2 Corso d avviamento per la Formazione di Insegnanti Professionisti di Golf, Scuola Nazionale Professionisti 2016.

Oggetto: Bando di Concorso 2 Corso d avviamento per la Formazione di Insegnanti Professionisti di Golf, Scuola Nazionale Professionisti 2016. Circolare n. 19 Roma, 14 dicembre 2015 Ai Circoli di Golf affiliati e aggregati LORO SEDI e, p.c. Al Consiglio Federale Ai Comitati Regionali Ai Delegati Regionali Alla Commissione Professionisti Al Comitato

Dettagli

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 415.75 del 14 gennaio 2005 (Stato 1 dicembre 2007) Il Dipartimento federale della difesa,

Dettagli

QUOTE ASSOCIATIVE, DIRITTI DI SEGRETERIA E TASSE FEDERALI 2015

QUOTE ASSOCIATIVE, DIRITTI DI SEGRETERIA E TASSE FEDERALI 2015 QUOTE ASSOCIATIVE, DIRITTI DI SEGRETERIA E TASSE FEDERALI 2015 1. QUOTE ASSOCIATIVE: 1.1 AFFILIAZIONE E RINNOVO DELL AFFILIAZIONE: Categorie Affiliazione FIDAL Nazionale ESO, RAG, CAD, ALL, JUN, PRO, SEN,

Dettagli

Condizioni Generali (CGA)

Condizioni Generali (CGA) Condizioni Generali (CGA) Assicurazione contro gli infortuni secondo la legge federale del 20.3.1981 (LAINF) Edizione 08.2006 8000612 10.09 WGR 067 I Sommario L assicurazione contro gli infortuni secondo

Dettagli

Il Consiglio Federale, nella sua riunione del 23 maggio 2014, tenutasi a Bra con deliberazione n.242.11/2014, ha stabilito quanto segue:

Il Consiglio Federale, nella sua riunione del 23 maggio 2014, tenutasi a Bra con deliberazione n.242.11/2014, ha stabilito quanto segue: Circolare n. 7 Anno sportivo 2014/2015 Settore Tesseramento Protocollo n 2346 Roma, 17 giugno 2014 Oggetto: Norme relative agli eventi non autorizzati e al No-Objection Certificate per eventi autorizzati

Dettagli

Classe liceale per talenti sportivi presso il Liceo di Locarno in collaborazione con il Centro sportivo nazionale della gioventù di Tenero

Classe liceale per talenti sportivi presso il Liceo di Locarno in collaborazione con il Centro sportivo nazionale della gioventù di Tenero Via F. Chiesa 4 telefono 091 814 58 51 fax 091 814 58 59 e-mail url decs-us@ti.ch www.ti.ch/us Sezione amministrativa Scolarizzazione talenti sportivi e artistici Classe liceale per talenti sportivi presso

Dettagli

Il programma di Gioventù+Sport Versione abbreviata

Il programma di Gioventù+Sport Versione abbreviata Il programma di Gioventù+Sport Versione abbreviata UFSPO 2532 Macolin Ufficio federale dello sport UFSPO La filosofia di G+S Il principio direttore di G+S Gioventù+Sport Organizza e promuove uno sport

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE n. 37 del 28 maggio 2014

COMUNICATO UFFICIALE n. 37 del 28 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE n. 37 del 28 maggio 2014 CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A DI CALCIO A 11 (Stagione Sportiva 2013/2014) REGOLAMENTO 1. SQUADRE PARTECIPANTI ED ORGANICO DELLA MANIFESTAZIONE La Federazione

Dettagli

Statuti YACHT CLUB LOCARNO (YCLO)

Statuti YACHT CLUB LOCARNO (YCLO) Statuti YACHT CLUB LOCARNO (YCLO) NOME E SEDE Art. 1 Ragione sociale e forma giuridica 1.1. Sotto il nome Yacht Club Locarno (YCLO) é costituita un associazione senza scopo di lucro, apolitica e aconfessionale,

Dettagli

5.2.2.5 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

5.2.2.5 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali dell settembre 00 (ultima modifica: giugno 007; BU:.07.007)... IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

Dettagli

Inizio 21 ottobre 2012 termine 19 maggio 2013

Inizio 21 ottobre 2012 termine 19 maggio 2013 CAMPIONATO UNDER 14 FEMMINILE ANNO SPORTIVO 2012/2013 Competenza Ufficio Gare Regionale - Firenze FORMULA Su esplicita richiesta del Responsabile Tecnico Territoriale della categoria, in occasione della

Dettagli

E S E C U T I V O T E S S E R A M E N T O

E S E C U T I V O T E S S E R A M E N T O E S E C U T I V O T E S S E R A M E N T O 1 REGOLAMENTO ESECUTIVO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO APPROVATO DAL CONSIGLIO FEDERALE DEL 16-17 APRILE 2010 Aggiornato al Consiglio federale del 26

Dettagli

Lega nazionale tennis Uisp REGOLAMENTO DI FORMAZIONE

Lega nazionale tennis Uisp REGOLAMENTO DI FORMAZIONE Lega nazionale tennis Uisp REGOLAMENTO DI FORMAZIONE approvato dal Consiglio nazionale di lega il 27 ottobre 2007 ART. 1 - PRINCIPI GENERALI Sulla base del Regolamento Nazionale per la Formazione nell'uisp

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 -------------- COMUNICATO UFFICIALE N. 227/A Il Presidente Federale, ritenuta la necessità di determinare gli

Dettagli

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: http://www.lnd.it/ Stagione

Dettagli

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Bachelor della SUPSI (Laurea di primo livello)

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Bachelor della SUPSI (Laurea di primo livello) Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Bachelor della SUPSI (Laurea di primo livello) Approvato dal Consiglio della

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE Dott. Stefano Manca

IL SEGRETARIO GENERALE Dott. Stefano Manca Roma, 18 Luglio 2012 Circolare n 23 AI CIRCOLI DI GOLF Loro sedi e, p.c. Al Consiglio Federale Ai Comitati e Delegati Regionali e Provinciali Alle Riviste Specializzate Oggetto: diffusione. 26 Corso per

Dettagli

REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E I TRAFERIMENTI INTERNAZIONALI DEI CALCIATORI

REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E I TRAFERIMENTI INTERNAZIONALI DEI CALCIATORI REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E I TRAFERIMENTI INTERNAZIONALI DEI CALCIATORI Definizioni Ai fini del presente regolamento, i termini elencati qui di seguito sono definiti come segue: 1. Associazione precedente:

Dettagli

dal 1 ottobre al 15 novembre 2014

dal 1 ottobre al 15 novembre 2014 Settore Tesseramento CIRCOLARE n. 54/2014 Roma, 07/07/2014 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Riaffiliazione e Tesseramento 2015 Le Società

Dettagli

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA INVIO DOCUMENTAZIONE

COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA INVIO DOCUMENTAZIONE COMUNICAZIONE ALLE SOCIETA LE LISTE DI SVINCOLO PER RINUNCIA (EX ART.107 N.O.I.F.) PRODOTTE ON LINE DALLA SOCIETA, PER AVERE VALIDITA DEVONO ESSERE RESE DEFINITIVE, STAMPATE, FIRMATE DAL LEGALE RAPPRESENTANTE

Dettagli

categoria : periodo di svolgimento : I NOMI DELLE SQUADRE PARTECIPANTI ED IL CALENDARIO DELLE GARE completo

categoria : periodo di svolgimento : I NOMI DELLE SQUADRE PARTECIPANTI ED IL CALENDARIO DELLE GARE completo Fac simile lettera di trasmissione al C.R.V. su carta intestata della Società organizzatrice, PER I SOLI TORNEI DILETTANTI (NON GIOVANILI) : Data Spett.le F.I.G.C. C.R.V. L.N.D. Ufficio Approvazione Tornei

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Impiegata del commercio al dettaglio/ Impiegato del commercio al dettaglio con attestato federale di capacità (AFC) 1 dell 8 dicembre 2004 (stato

Dettagli

gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo.

gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo. 1 ESAME PER DIPLOMA CANTONALE DI PODOLOGO Divisione della formazione professionale del Cantone Ticino R E G O L A M E N T O concernente gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo. In

Dettagli

La valutazione del lavoro dell allievo

La valutazione del lavoro dell allievo Version italienne 2 e édition août 2010 La valutazione del lavoro dell allievo Informazione per i genitori Département de la formation, de la jeunesse et de la culture «Ognibambinohadirittoadun educazioneeaduninsegnamento

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Pallacanestro F.I.P.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Pallacanestro F.I.P. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Pallacanestro F.I.P. Il Comitato Italiano Paraolimpico (CIP) alla luce della sua nuova organizzazione in Dipartimenti

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245 COMUNICATO UFFICIALE N. 56/A Il Presidente Federale ritenuta la necessità di determinare gli oneri finanziari

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CHEERLEADING ACROBATICO E DANCE DOA 01/09/2013 31/12/2014

FEDERAZIONE ITALIANA CHEERLEADING ACROBATICO E DANCE DOA 01/09/2013 31/12/2014 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI Stagione Sportiva 1 settembre 2013-31 dicembre 2014 1 IMPORTANTE Le Disposizioni Organizzative Annuali (D.O.A.), emesse dalla Federazione Italiana Cheerleading Acrobatico

Dettagli

PROCEDURA Nr. 09 (ED.02) GESTIONE DELLE ISCRIZIONI DEI SOCI SIF

PROCEDURA Nr. 09 (ED.02) GESTIONE DELLE ISCRIZIONI DEI SOCI SIF INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. DEFINIZIONI 3. FLUSSO DELLE ATTIVITÀ 4. RESPONSABILITÀ E DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 4.1 Aspiranti Soci 4.2 Soci effettivi 4.3 Soci sostenitori 4.4 Soci Onorari

Dettagli

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004)

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) Ordinanza sulla maturità professionale 412.103.1 del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) L Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (Ufficio federale), visto l articolo

Dettagli