MASTER IN ALTO APPRENDISTATO: UNA SPERIMENTAZIONE DI SUCCESSO?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER IN ALTO APPRENDISTATO: UNA SPERIMENTAZIONE DI SUCCESSO?"

Transcript

1 CONFIDENZIALE MASTER IN ALTO APPRENDISTATO: UNA SPERIMENTAZIONE DI SUCCESSO? Report sull esperienza maturata e benchmark Torino, febbraio 2014 Questo documento è di proprietà riservata. Ne è vietata la riproduzione anche parziale, nonché la presentazione a terzi senza esplicita autorizzazione. L inosservanza è perseguibile a termini di legge.

2 ALTA FORMAZIONE CONTINUA IN APPRENDISTATO (Art D. Lgs. n. 276/2003 e Art. 5 - D. Lgs. n. 167/2011) BREVE ANALISI DI CAMPO sull attuazione del BANDO per la sperimentazione di percorsi formativi per l acquisizione di titoli universitari in Alto Apprendistato Razionale L attività di project management e consulenza realizzata a supporto delle PMI nei progetti di ricerca e sviluppo e d innovazione, posiziona la nostra società in un area operativa strategica per il collegamento tra Imprese, Atenei, Istituzioni. I percorsi in Alto Apprendistato, progettati ed organizzati in collaborazione con la Scuola di Scienze della Natura ed il Dipartimento di Informatica dell Università degli Studi di Torino e con il Politecnico di Torino, si sono pienamente inseriti in questo quadro logico-operativo coinvolgendo attivamente circa 60 aziende del territorio regionale. Il documento sintetizza, quindi, in un analisi oggettiva quali/quantitativa i risultati e l esperienza maturati nella progettazione dei percorsi formativi, nella ricerca/individuazione delle aziende aderenti ai differenti progetti, nella facilitazione del matching aziende/apprendisti, nel confronto con alcuni stakeholder e sul benchmark desk con gli altri progetti realizzati nel periodo. La decisione di fare il punto sullo stato dell arte discende dalla consapevolezza empirica di quanto rilevato direttamente e di quanto percepito dai principali stakeholder; il bando per la sperimentazione è sicuramente uno strumento di valenza strategica nello scenario attuale, considerata la potenzialità concreta di: rispondere a bisogni concreti delle aziende; elevarne la capacità innovativa; favorire, almeno nelle intenzioni, l interazione costruttiva ateneo/azienda, presupposto fondamentale per il posizionamento competitivo del territorio nell economia della conoscenza. Si propone quindi una riflessione sulle opportunità residue dello strumento e soprattutto un confronto costruttivo sui presupposti per una sua maggiore efficacia nella futura programmazione. 2

3 Outlook quantitativo programmazione Master in Alto Apprendistato Prospetto riepilogativo dei Master in Alto Apprendistato approvati Il prospetto evidenzia lo stato dell arte, ovvero, il numero di progetti approvati e avviati al 28 febbraio 2014, distinti in base: al livello del percorso formativo; alle modalità di presentazione della domanda (bando/sportello); al numero di aziende partecipanti quale espressione del grado di concentrazione di PMI. I liv. II liv. Graduatoria Sportello Aziende partecipanti TOTALE < 5 5 UniTo PoliTo TOTALE Nello specifico, infatti, si è rilevato che nel caso di: N. aziende partecipanti < 5: i Master sono realizzati con la partecipazione di aziende di Grande dimensione o Gruppi (12 su 25) e nascono prevalentemente in base all iniziativa/esigenza di una singola grande realtà che esplica la funzione di promotore dell iniziativa; N. aziende partecipanti 5: i Master sono realizzati con la partecipazione prevalente di PMI e micro-aziende e, nascono prevalentemente su iniziativa di un soggetto/ente promotore che esplica una funzione di sensibilizzazione, animazione, aggregazione delle PMI intorno al progetto (come rilevabile nel prospetto di dettaglio riportato nella successiva pag. 4). 3

4 Tredici Master, sui ventiquattro approvati, devono il loro avvio all azione di un soggetto/ente terzo che ha esplicato una funzione di promotore supportando l organizzazione e la promozione dei rispettivi progetti. Nella tabella a fianco si evidenzia la ripartizione del numero di progetti Master per Ateneo e per soggetto promotore. Ateneo N. progetti Promotore 3 SAA/API UniTo 3 Corep 4 BDM Srl PoliTo 3 BDM Srl / Docenti Outlook qualitativo programmazione Master in Alto Apprendistato Stima qualitativa dei progetti Master per Ateneo (determinata in base alla media del punteggio di valutazione regionale) Ateneo PUNTEGGIO MEDIO DI TUTTI I MASTER PUNTEGGIO MEDIO DEI PROGETTI MASTER CON PARTECIPAZIONE DELLE PMI PER SOGGETTO/ENTE PROMOTORE PER ATENEO BDM API/SAA Corep UniTo 833,8 931,3 826,3 871,3 PoliTo 988,2 985,5 - - La tabella riporta, quali indicatori di qualità, i valori medi dei punteggi attribuiti dalla Regione ai progetti in sede di valutazione. La seconda colonna evidenzia i punteggi medi per Ateneo di tutti i 25 master. La terza colonna riporta i punteggi medi relativi ai Master partecipati prevalentemente da PMI, articolati per Ateneo e per soggetto Promotore. 4

5 Prospetto di correlazione progetti-master, aziende partecipanti e promotori N. Titolo Aziende Partner di progetto Promotori PoliTo Integrazione dei sistemi del veicolo Sviluppo di architetture e componenti evolutivi per auto Sistemi per l automazione industriale: progettazione applicativa Ingegneria dei sistemi di propulsione Fiat Group Fiat Group Prisma Impianti SpA Avio SpA Fiat Group Fiat Group Prisma Impianti SpA Avio SpA 5 Industrial automation Comau SpA Comau SpA 6 Product Lifecycle Management 7 Matematica Industriale 3M Engineering Srl, Autoliv Italia SpA, Bobst Group Italia SpA, Cullati Srl, Liebherr Utensili Srl, PLM Systems Srl, Pluriservice Srl, Taltos Srl, T&G Sistemi Srl, Turbocare SpA 3M Engineering Srl, A.E.C. Srl, Bobst Group Italia SpA, Ceast Srl, Indesit Company SpA, Meter SpA, Selet Sensor Srl, Teoresi Group SpA BDM Srl Docenti BDM Srl Docenti 8 Industrial automation Comau SpA Comau SpA 9 Ingegneria dei dati Ingegneria dei sistemi di propulsione Energy Management for Powertrain Aizoon Consultin Srl, Altec SpA, Contacta SpA, Engineering, Marco Mammoliti SpA, PLM Systems Srl, Proxima Centauri Srl, Sys-Tek Srl Avio SpA FPT Industrial Spa, FEV Docenti Avio SpA FPT Industrial 5

6 N. Titolo Aziende Partner di progetto Promotori 12 IT & BPM Capgemini Capgemini SpA UniTo 13 IT & BPM Capgemini, Omicron Consulting Srl, Gamma Group SpA, BSP Consultant Srl Capgemini SpA Cloud computing e servizi software Cloud computing e servizi software Aizoon Consulting Srl, Realtà Informatica Srl, Xenialab Srl, Certimeter Srl, Reply spa, bmooble Srl, CSP Scarl bmooble Srl, Consoft Sistemi SpA, IdemWorks Srl, MediaKi.it Srl, Nano Sistemi srl, Netics Srl, Nice Srl, PRC Multimedia, Reply SpA, Realtà Informatica Srl 16 Auditing, accounting and control KMPG SpA, Price Waterhouse Coopers SpA, Ernst & Young SpA, Deloitte SpA Big Four 17 Business administration KPMG SpA KPMG SpA 18 General Management 19 Gestione dei processi di vendita 20 Materiali, matematica e modelli per la produzione e progettazione - I ed. CET Scrl, Enecom Italia Srl, Global Chimica Srl, Russo Fenice-Banca Fideuram, Studio TI- Massimo Gai, Bivestro Srl, Equilibra Srl, Degapi Srl, Zaaf Design Srl, Ellena SpA, G.A. Group Srl, Studio Vola e Associati Sas SGF Snc, Antiche Insegne Srl, Equilibra Srl, Eurasia SpA, Il Village Srl, AC SA Srl, GPV Impianti Srl, CBH Srl, Fornace Carena SpA, La finestra sul Cielo SpA, Area Tecnica Srl, Martini&Rossi SpA Axist Srl, Cantene Srl, Danisi Engineering Srl, Guala Closures SpA, Rubinetterie Barberi Industriali Srl, ITT Friction Technologies SpA, Phitec Ingegneria Srl, Technoplants Srl Corep Corep API/SAA API/SAA BDM Srl 21 Processi produttivi chimicobiologici ArcLab Srl, Celltech Srl, Procelltech Srl, Sea Marconi Technologies Sas, Tecno Piemonte SpA, Theolab SpA, Filidea Srl BDM Srl 22 Servizi software e cloud computing Beps Engineering Srl, bmooble Srl, Certimeter Srl, Proxima Centauri Srl, Reply SpA, Scai SpA, Synesthesia Srl, Wave Informatica Srl Corep 23 Gestione dei processi di vendita API/SAA 24 ICT e progettazione avanzata 25 Materiali, matematica e modelli per la produzione e progettazione - II ed. Addfor Srl, Artedas Italia Srl, Between Srl, Blue Group, Ema Srl, Certimeter Srl, Finance Evolution Srl, Fore Srl, PB Automotion Sas, Proxima Service srl, Spazio 88 Srl, T&T Elettronica Srl, Ulixe Technologies Srl Al.mec Srl, Axist Srl, Danisi Engineering Srl, Environment Park SpA, Errecinque Srl, IMT SpA, Inkmaker Srl, ISI Italia Srl, LPT Srl, Meter SpA, Sparco SpA, Tecnomeccanica Biellese Srl, Tover Srl BDM Srl BDM Srl 6

7 Prospetto di correlazione tra i contenuti dei master, gli ambiti applicativi e le figure professionali obiettivo Contenuto dei Master Filiera tecnologica / area applicativa Figura Professionale 1 Tecnico ingegneristico Automotive System engineer automotive 2 Tecnico ingegneristico Automotive Progettista e sviluppatore sottosistemi e componenti auto 3 Tecnico ingegneristico Automazione Progettista impianti automazione 4 Tecnico ingegneristico Aerospace Progettista motori avio PoliTo 5 Tecnico organizzativo Automazione Project manager / acquisti-supply chain 6 Tecnico organizzativo Intero comparto manifatturiero Operatori di sistemi di Product lifecycle management 7 Tecnico Progettazione avanzata Progettista-Sistemista-Modellista di sistemi complessi 8 Tecnico organizzativo Automazione Project manager/acquisti-supply chain 9 Tecnico ingegneristico Trasversale Data Specialist 10 Tecnico ingegneristico Aerospace Tecnico dei sistemi di propulsione 11 Tecnico ingegneristico Automotive System engineer energy 7

8 12 Economico informatico Trasversale su tutte le filiere Analista processi operativi e consulente IT 13 Economico informatico Trasversale su tutte le filiere Analista processi operativi e consulente IT 14 Tecnico informatico ICT Specialista in Cloud Computing 15 Tecnico informatico ICT Specialista in Cloud Computing 16 Amministrativo Area amministrazione e controllo Revisore / auditor IT 17 Organizzativo Area amministrazione e controllo Business management orientamento amministrativo UniTo 18 Organizzativo Area organizzativa General Management 19 Economico commerciale Trasversale su tutte le filiere Specialista in Sales Management 20 Tecnico-scientifico Progettazione avanzata Progettista / modellista di materiali e loro produzione 21 Tecnico-scientifico Biochimica e alimentare Operatore di sistemi di gestione ambientale, sicurezza lavoro, qualità di processi produttivi 22 Tecnico informatico ICT Specialista in Cloud Computing 23 Economico commerciale Trasversale su tutte le filiere Specialista in Sales Management 24 Tecnico informatico ICT e Manifatturiera Sviluppatore software e interfacce uomo-macchina 25 Tecnico-scientifico Progettazione avanzata Progettista / modellista di materiali e loro produzione 8

9 Riepilogo Dottorati di ricerca in Alto Apprendistato PoliTo Ateneo Punteggio Titolo 1 POLITECNICO DI TORINO 300 Ottimizzazione di processi ad elevata automazione 2 POLITECNICO DI TORINO 300 Tecnologie innovative per finiture di ingranaggi 3 POLITECNICO DI TORINO 285 Management in fattibilità e qualità del progetto urbano 4 POLITECNICO DI TORINO 300 Monitoraggio radar ambientale 5 POLITECNICO DI TORINO 285 Sistemi telematici avanzati per il trasporto su strada ed il traffico 6 POLITECNICO DI TORINO 255 Studio sperimentale e modellistico delle reazioni di idrogenazione e idrogenolisi di zuccheri ottenuti da biomasse per la produzione di mono-etilenglicole per via catalitica 7 POLITECNICO DI TORINO 240 Studio ed ottimizzazione di processi di pressocolata ad alta automazione per getti ad elevate prestazioni in lega di alluminio 8 POLITECNICO DI TORINO 270 Miglioramento e gestione dei processi di Engineering world wide 9 POLITECNICO DI TORINO 300 Analisi degli interventi di efficienza energetica nel settore automotive e dei relativi meccanismi normativi di incentivazione 10 POLITECNICO DI TORINO 240 Materiali compositi industriali. Sostituzione dei materiali tradizionali con polimeri 11 POLITECNICO DI TORINO 300 Strategia di controllo, metodi di diagnostica e strumentazione di misura per sistemi di inuezione di combustibile in motori alternativi a combustione interna 12 POLITECNICO DI TORINO 300 Progetto di dispositivi per superare le barriere architettoniche 13 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 270 Scienze Psicologiche, Antropologiche e dell'educazione Unito 14 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 285 Scienze Chimiche e dei Materiali - XXIX Ciclo 15 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 217 Scienze Farmaceutiche e Biomolecolari, progetto INNOVATIVE NMR BIO- ANALYTICAL APPLICATIONS 16 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 285 Scienze Farmaceutiche e Biomolecolari - XXIX Ciclo - Bracco 17 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 285 Scienze Farmaceutiche e Biomolecolari - XXIX Ciclo - Cage Chemicals 18 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 285 Scienze Farmaceutiche Biomolecolari - XXIX Ciclo - SAET 19 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 285 Fisica e Astrofisica - XXIX Ciclo 9

10 Riepilogo Lauree in Alto Apprendistato Ateneo Punteggio Laurea 1 POLITECNICO DI TORINO 670 Ingegneria Informatica 2 POLITECNICO DI TORINO 760 Architettura PoliTo 3 POLITECNICO DI TORINO 780 Ingegneria Gestionale 4 POLITECNICO DI TORINO 710 Ingegneria Informatica 5 POLITECNICO DI TORINO 765 Magistrale in Ingegneria Elettronica 6 POLITECNICO DI TORINO Magistrale in Ingegneria Aerospaziale Unito 7 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 715 Triennale in Scienza dell'educazione 8 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO 555 Magistrale in Informatica 10

11 Focus esperienza BDM sui progetti Master La declinazione progettuale sottintesa nella predisposizione del bando è focalizzata sull utilizzo dello strumento da parte delle grandi imprese. Di fatto, la mancanza di una figura proattiva di collegamento tra Atenei e aziende rende poco fruibile i Master in Alto Apprendistato alle PMI, poiché singolarmente non sono in grado di aggregare un numero di partecipanti sufficiente alla realizzazione di tali progetti. Nonostante quanto sopra rilevato, l attività di supporto posta in essere da BDM nell ideazione del percorso formativo di interesse sulla base di una specifica analisi dei fabbisogni, in particolare nello scouting di aziende partner del progetto, nel supporto nella ricerca e selezione di candidati, ha consentito la realizzazione di progetti con la partecipazione prevalente di PMI, generando opportunità di incontro tra ateneo e aziende. Lo stesso ruolo è stato svolto anche da Corep e API, sebbene in altro ambito e con diversa declinazione. Il ruolo/funzione del promotore si inserisce quindi nel processo di predisposizione/realizzazione dei progetti Master sviluppati per le PMI; tale processo si distingue significativamente da quelli che coinvolgono grandi imprese per la maggiore: durata e complessità; varietà e rilevanza dei fattori di rischio; intensità di lavoro e risorse necessariamente dedicate. Il processo che nell esperienza BDM porta alla realizzazione di un progetto Master, come dettagliato in tabella nelle pagine seguenti, si integra e perfeziona attraverso l interazione costruttiva con i principali stakeholder di territorio, la cui collaborazione si conferma particolarmente importante nelle fasi di sensibilizzazione e divulgazione dell iniziativa. Si ringraziano nel merito: Polo di Innovazione Mesap Polo di Innovazione IBIS Polo di Innovazione BiopMed BioIndustry Park Environment Park UnionCamere Unione Industriali Torino Unionfidi Polo di Innovazione ICT Torino Wireless Ordine degli Ingegneri di Torino 11

12 Processo promozione/realizzazione dei progetti Master con target le PMI Fase Obiettivi Descrizione macroattività Criticità rilevate Proposte di intervento Analisi fabbisogni Individuare figure professionali richieste Rilevare i gap formativi dell offerta Scelta filiere produttive/tecnologiche e macroaree funzionali Interviste con aziende Elaborazione specifiche di progetto No budget Ampiezza e varietà del potenziale fabbisogno professionale Adeguata disponibilità di risorse Disponibilità di un analisi di campo generale oppure campionamenti strategici su segmenti sensibili Progettazione Soddisfare le esigenze degli stakeholder, nell ordine: aziende, apprendisti, Ateneo, Regione Predisposizione progetto formativo Elaborazione piani organizzativo e di comunicazione Difficoltà di coniugare i contenuti didattici degli atenei con la domanda di sapere e saper fare delle aziende Favorire l interazione del corpo docente con le aziende Inserire nel corpo docente lecturer provenienti dal mondo aziendale Incentivare l utilizzo di metodologie didattiche interattive Promozione / Scouting Individuazione delle aziende partner di progetto Implementazione del piano di comunicazione: o Attivazione del processo iterativo di definizione dei target potenziali o Scouting operativo o Visite mirate o Costruzione network relazionale Budget insufficiente Orizzonte temporale incerto Volatilità dell adesione delle aziende prima dell avvio Outlook economico sfavorevole Adeguata disponibilità di risorse Azione continuativa di scouting, modulata per singolo progetto Utilizzo sistematico di contatti pregressi 12

13 Fase Obiettivi Descrizione macroattività Criticità rilevate Proposte di intervento Ricerca e selezione Apprendisti Individuazione dei candidati apprendisti Ricerca potenziali candidati Screening CV Individuazione profili richiesti Matching CV-profili Assistenza supporto nel processo di selezione Supporto nell espletamento formalità Budget inadeguato per un attività continuativa. il servizio di Job Placement degli Atenei che per propria struttura organica interviene solo nella fornitura di elenchi laureati e nella gestione di comunicazione multicanale Gestione specificità Adeguata disponibilità di risorse Supportare la funzione del job placement e integrarne l attività con servizi aggiuntivi Project management Realizzare il livello di qualità, efficacia ed efficienza previsto nella progettazione approvata Generare fidelizzazione nella relazione aziendeateneo eventualmente ampliando la prospettiva di collaborazione oltre l ambito della formazione Coordinamento e project management o Supporto operativo al Responsabile didattico o Gestione criticità operative Creazione e animazione del gruppo docentirappresentanti aziendali Costruzione della relazione ateneo-azienda Monitoraggio relazione apprendista-aziendaateneo Stimolare l attivazione di progetti di R&S e/o Innovazione all interno del progetto Master Stimolare la domanda di servizi dell ateneo da parte delle PMI su iniziative collaterali al progetto master 13

14 Inizio progettazione Approvazione progetto Inizio del Master Analisi fabbisogni Progettazione 24 mesi Promozione / Scouting Ricerca & Selezione candidati Project Management Periodo di attesa/incertezza da parte delle aziende Timeline fasi L analisi dei fabbisogni, concentrata all inizio del processo, richiede un continuo livello di attenzione durante l intero ciclo di realizzazione del progetto in ragione della raccolta di feedback che conferiscono iteratività al processo e diventano input fondamentali per l eventuale ripetizione o per nuove iniziative. L intensità dello scouting, progressivamente crescente nella fase iniziale, si stabilizza su un livello massimo che si mantiene costante fino alla presentazione del progetto. Successivamente, si riduce ad un livello funzionale al consolidamento dei contatti in essere e all ampliamento del numero dei partecipanti. L attività di ricerca e selezione dei candidati segue un andamento analogo, con un leggero scostamento temporale. Le attività svolte nell ambito del project management coprono l intero processo di predisposizione e realizzazione dell iniziativa, caratterizzandosi in intensità, ritmo e natura differenti a seconda delle necessità. Il periodo di preparazione/avvio dell iniziativa ha durata variabile in ragione di molti fattori esogeni e si protrae comunque per diversi mesi. Per le PMI è critica la gestione delle variabili tempo e capacità di programmare attività e fabbisogni. L incertezza sulla data effettiva di avvio è una variabile aggiuntiva che spesso determina la rinuncia alla partecipazione a questo tipo di iniziative, anche se giudicate molto interessanti. Tempo 14

15 BDM [ ] Torino Tel: Corso Francia, Fax: Italia 15

Visita di studio CENSIS. Il caso di Torino: un esempio da diffondere

Visita di studio CENSIS. Il caso di Torino: un esempio da diffondere Visita di studio CENSIS Il caso di Torino: un esempio da diffondere Le Università devono rafforzare il loro ruolo al servizio dello sviluppo, locale e nazionale (terza missione) Servono nuovi strumenti

Dettagli

Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione

Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione Guido Saracco Presidente del CESAL, Centro Servizi per la sede di Alessadnria Alessandria 11.07.2011 30 29 Marzo Giugno 2010 2011 Area Supporto

Dettagli

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO Progetto di Master Universitario PROCESSI PRODUTTIVI CHIMICO BIOLOGICI Bozza Master di I/II livello Seconda Edizione BDM collabora con l Università di Torino nella realizzazione

Dettagli

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO Progetto di Master Universitario MATERIALI, MATEMATICA E MODELLI PER LA PRODUZIONE E PROGETTAZIONE Master di II livello - Seconda Edizione BDM collabora con l Università

Dettagli

MASTER A CHI È INDIRIZZATA QUESTA INIZIATIVA? PERCHÉ MASTER IN ALTO APPRENDISTATO? QUANTO COSTA ALL AZIENDA E AL LAUREATO? QUANDO E DOVE?

MASTER A CHI È INDIRIZZATA QUESTA INIZIATIVA? PERCHÉ MASTER IN ALTO APPRENDISTATO? QUANTO COSTA ALL AZIENDA E AL LAUREATO? QUANDO E DOVE? MASTER UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO MASTER IN ALTO APPRENDISTATO PROCESSI PRODUTTIVI CHIMICO-BIOLOGICI Monitoraggio, sicurezza, tecnologia, qualità e sostenibilità Progetto di Master Universitario

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO. Guida al Percorso Formativo. II edizione 2011/2012. Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

MASTER UNIVERSITARIO. Guida al Percorso Formativo. II edizione 2011/2012. Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali MASTER UNIVERSITARIO t Guida al Percorso Formativo Management Cloud Computing dei Beni e Culturali Servizi Software e Ambientali II edizione 2011/2012 Gestito da: Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche

Dettagli

Esperto in Impianti e Sistemi per la Domotica e la Building Automation

Esperto in Impianti e Sistemi per la Domotica e la Building Automation Esperto in Impianti e Sistemi per la Domotica e la Building Automation Sede: PALERMO - Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni Coordinatore: prof. ing. Mariano Giuseppe

Dettagli

1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi

1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi 1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi Il Programma PIL dell Università di Ferrara è stato attivato inizialmente (a.a. 2001-02): - come un Corso formativo universitario parallelo allo

Dettagli

L Università degli Studi dell Aquila. Il job placement dell Università. Placement AQUILA 7-11-2007 16:32 Pagina 1

L Università degli Studi dell Aquila. Il job placement dell Università. Placement AQUILA 7-11-2007 16:32 Pagina 1 Placement AQUILA 7-11-2007 16:32 Pagina 1 L Università degli Studi dell Aquila Il job placement dell Università Di antiche tradizioni, il nostro Ateneo trae origine dal cinquecentesco Aquilanum Collegium

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO MECCANICA, MECCATRONICA ed ENERGIA Meccanica e Meccatronica Energia Materie plastiche

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO MECCANICA, MECCATRONICA ed ENERGIA Meccanica e Meccatronica Energia Materie plastiche IIS GIULIO NATTA RIVOLI (To) IL PRIMO BIENNIO ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO MECCANICA, MECCATRONICA ed ENERGIA Meccanica e Meccatronica Energia Materie plastiche Il primo biennio ha carattere

Dettagli

SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA

SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA 1 SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA INTRODUZIONE 1 Per i Corsi di Studi di Ingegneria dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata viene applicato, dall A.A. 2008/2009, un ordinamento didattico conforme

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE PRESENTAZIONE AZIENDALE Mission La nostra mission sono due Mission: l Azienda e la Persona. Artemis opera sul mercato per individuare i professionisti più idonei a gestire i processi di cambiamento e di

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

Ricerca e innovazione al Politecnico di Milano

Ricerca e innovazione al Politecnico di Milano Ricerca e innovazione al Politecnico di Milano La tradizione Il Politecnico di Milano da sempre punta sulla qualità e sull'innovazione della didattica e della ricerca sviluppando un rapporto fecondo con

Dettagli

Deve essere ancora consolidata un area di specializzazione formativa sul tema dell impiantistica industriale.

Deve essere ancora consolidata un area di specializzazione formativa sul tema dell impiantistica industriale. Il contesto In Liguria esiste una pluralità di grandi imprese impiantistiche operanti a livello internazionale e un patrimonio industriale unico a livello nazionale. Deve essere ancora consolidata un area

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

Progetto Management & Innovazione PMI-NIC e Politecnico di Milano - DIG. Verso un osservatorio permanente sulla gestione dei progetti di innovazione

Progetto Management & Innovazione PMI-NIC e Politecnico di Milano - DIG. Verso un osservatorio permanente sulla gestione dei progetti di innovazione Maturità delle organizzazioni Progetto Management & Innovazione PMI-NIC e Politecnico di Milano - DIG Verso un osservatorio permanente sulla gestione dei progetti di innovazione Tommaso Buganza_DIG_Politecnico

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI. www.aakhon.it

I NOSTRI SERVIZI. www.aakhon.it I NOSTRI SERVIZI www.aakhon.it RESEARCH & DEVELOPMENT Ci dedichiamo al settore della ricerca e dello sviluppo, per gestire ogni progetto di innovazione in sinergia con diversi partner impegnati nella ricerca,

Dettagli

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Le linee di indirizzo dell Università di Ferrara sono state definite già a partire dal piano strategico triennale 2010-2012: garantire la qualità

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2008/09 Art. 1. Articolazione del corso di laurea Specialistica

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. WEB & INTERACTION DESIGN corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. WEB & INTERACTION DESIGN corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corpus del corso, di durata triennale, è costituito da sapere e saper fare legati al mondo del web, delle nuove tecnologie e alla gestione di quelle che definiamo esperienze

Dettagli

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI Edizione fuori commercio - Vietata la riproduzione anche parziale www.adaci adaci.itit A JOB RIGHT NOW! Anno accademico 2008-2009 2009 LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

Dettagli

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale Academy Lindt Academy Percorso di Formazione Manageriale EDIZIONE 2010-2011 Academy Da dove siamo partiti Dal desiderio di definire un percorso che miri a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

Partecipazione di Unife alla procedura di Italia Lavoro di Sperimentazione di Standard di qualità dei Servizi di placement universitari

Partecipazione di Unife alla procedura di Italia Lavoro di Sperimentazione di Standard di qualità dei Servizi di placement universitari 1 Job Progetto FIxO Scuola e Università 2012 2013 Partecipazione di Unife alla procedura di Italia Lavoro di Sperimentazione di Standard di qualità dei Servizi di placement universitari Nota informativa

Dettagli

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Allegato 1 alla D.G.R. 14/11/2011, nr. 765 GIUNTA REGIONALE DELL'ABRUZZO PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Con il presente progetto si intende, attraverso una Sovvenzione Globale (artt.

Dettagli

Formazione scientifica: strumento di affermazione individuale e di sviluppo collettivo

Formazione scientifica: strumento di affermazione individuale e di sviluppo collettivo Formazione scientifica: strumento di affermazione individuale e di sviluppo collettivo Piero Salatino Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Università degli Studi di Napoli Federico II La Scuola Politecnica

Dettagli

www.logisapiens.it PARTNER

www.logisapiens.it PARTNER PARTNER www.logisapiens.it LOGISTICA E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT: LA SFIDA Garantire l eccellenza nell organizzazione e nella gestione degli approvvigionamenti, della produzione, della distribuzione, del

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE Nuove tecnologie per il made in Italy Sistema meccanica Lanciano (Ch) Fondazione di Partecipazione "Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy Sistema Meccanica"

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MAAC. Master in Accounting, Auditing & Control. IV Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MAAC. Master in Accounting, Auditing & Control. IV Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MAAC Master in Accounting, Auditing & Control IV Edizione 2013-2014 MAAC Master in Accounting, Auditing & Control Le vicende finanziarie degli ultimi

Dettagli

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www..it 1 Company Darts Engineering è pmi di consulenza, progettazione e system integration in ambito ICT, che

Dettagli

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di Presentano gli eventi 2015 di Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani bologna 19 marzo 2015 torino 10 giugno 2015 Novità venezia 8 ottobre 2015 www.fabbricafuturo.it Il Progetto e i contenuti

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA (SECOND LEVEL DEGREE IN MECHANICAL ENGINEERING)

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA (SECOND LEVEL DEGREE IN MECHANICAL ENGINEERING) POLITECNICO DI BARI I Facoltà di Ingegneria Laurea specialistica in Ingegneria Meccanica (classe 36/S) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA (SECOND LEVEL DEGREE

Dettagli

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN Laurea in D.M. 270/04 LAUREA MAGISTRALE IN (D.M. 270/04) I nuovi scenari La sfida ambientale Le potenzialità della tecnologia Le dinamiche dell innovazione 2 Queste sfide richiedono: Nuove abilità e aggregazioni

Dettagli

1.1 I corsi di laurea

1.1 I corsi di laurea 1. Didattica 1.1 I corsi di laurea All offerta formativa per l a.a. 2013/2014, in preparazione agli inizi del 2013, viene applicato il D.M. 47 del 30 gennaio 2013 Autovalutazione, accreditamento iniziale

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès formazione ricerca tecnologia innovazione DOVE SIAMO Valle d Aosta Verrès Verrès (Valle d Aosta - Italia) 391 m slm, 2.677 abitanti, 39 km da Aosta, 78 km

Dettagli

PARTNER DI PROGETTO. Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Industriale

PARTNER DI PROGETTO. Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Industriale PARTNER DI PROGETTO Il raggruppamento dei soggetti attuatori è altamente qualificato. Da una parte, la presenza di quattro aziende del settore ICT garantirà, ognuna per le proprie aree di competenza, un

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

Progetto Atipico. Partners

Progetto Atipico. Partners Progetto Atipico Partners Imprese Arancia-ICT Arancia-ICT è una giovane società che nasce nel 2007 grazie ad un gruppo di professionisti che ha voluto capitalizzare le competenze multidisciplinari acquisite

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e

Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e l Innovazione in Agricoltura Progetto finanziato dal FSE e dalla Provincia di Pistoia 1 Bando MM 2006-2007 FSE POR OB 3 mis. D1, C3 PROGETTI

Dettagli

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Clément PERRIN / Daniela TAVERNA - Senior Project Manager Milano, 20 Aprile 2012 Con l acquisizione da parte di BNPP 6 anni

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE 118 GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE IL PROGETTO DIADI La diffusione dell innovazione presso le piccole e medie imprese è una costante delle politiche dei Fondi Strutturali

Dettagli

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine).

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine). Proposta preliminare di sviluppo di un Progetto Integrato di Frontiera (PIF FORMULARIO Nome del PIF: Area Tematica ( a scelta fra quelle indicate nell appendice 1 dell Avviso Pubblico Abstract (1 pagina

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop Marino Cavallo Provincia di Bologna PROGETTO LOGICAL Transnational LOGistics' Improvement

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in:

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in: Percorso formativo in: Ingegneria gestionale Corso di laurea triennale in: Ingegneria gestionale Corso di laurea magistrale in: Ingegneria gestionale CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA GESTIONALE

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

Corporate & Continuing Education

Corporate & Continuing Education Corporate & Continuing Corporate & Continuing \ chi siamo Siamo l ufficio di raccordo tra le aziende e le strutture che erogano formazione al Politecnico. Crediamo che l aggiornamento continuo del personale

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ravera Mario e-mail mario_ravera@fastwebnet.it Nazionalità Italiana Data di nascita 04/10/1969 ESPERIENZA LAVORATIVA Esperienze professionali (incarichi ricoperti)

Dettagli

Il Polo di Innovazione è un iniziativa confinanziata con risorse FESR P.O.R. Piemonte FESR 2007-2013. Soggetto Gestore di

Il Polo di Innovazione è un iniziativa confinanziata con risorse FESR P.O.R. Piemonte FESR 2007-2013. Soggetto Gestore di Il Polo di Innovazione è un iniziativa confinanziata con risorse FESR P.O.R. Piemonte FESR 2007-2013 Soggetto Gestore di POLO DI INNOVAZIONE: CENTRI DI INNOVAZIONE PER AUMENTARE LA COMPETITIVITA REGIONALE

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa

Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa ESPERIA Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa Prospetto informativo per l orientamento agli studi Tecnici Superiori Per informazioni via Gavazzeni 29, Bergamo tel. 035-319388 fax 035-318741 Sito internet:

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari

Università degli Studi di Cagliari UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA Università di Cagliari Università di Sassari P.O.R FESR 2007-2013 REGIONE SARDEGNA - ASSE VI COMPETITIVITÀ, LINEE DI ATTIVITA 6.1.2C; 6.2.1C; 6.2.1.D. PROGETTO INNOVA.RE

Dettagli

Fabbrica Intelligente & Formazione

Fabbrica Intelligente & Formazione Fabbrica Intelligente & Formazione Lo scenario emergente Ieri: strategia di costo Delocalizzazione competitiva Oggi: strategia di innovazione servizio Caratteri Strategia di localizzazione Strategia di

Dettagli

Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali

Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali A cosa servono queste linee guida? Queste linee guida identificano gli elementi la cui presenza è ritenuta necessaria per i progetti della Coalizione Nazionale

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Il concetto di Smart City sta assumendo rilevanza sempre crescente e diverse città, anche in Italia,

Dettagli

Presentazione collaborazione FRANCHISING Attività in network

Presentazione collaborazione FRANCHISING Attività in network Presentazione collaborazione FRANCHISING Attività in network ANNO 2014 LA NOSTRA REALTÀ La C.F.U S.r.l., si occupa principalmente di predisposizione, organizzazione e commercializzazione di Corsi di Laurea

Dettagli

REVITOR S.r.l. SOCIETÀ DI REVISIONE CONTABILE INDICE PRESS KIT

REVITOR S.r.l. SOCIETÀ DI REVISIONE CONTABILE INDICE PRESS KIT REVITOR S.r.l. SOCIETÀ DI REVISIONE CONTABILE INDICE PRESS KIT COMPANY PROFILE SERVIZI CLIENTI TEAM DI LAVORO COMPANY PROFILE Storia Revi.Tor S.r.l. è una società di revisione contabile con sede a Torino.

Dettagli

Regolamento di organizzazione delle strutture amministrative dell Università degli Studi di Teramo

Regolamento di organizzazione delle strutture amministrative dell Università degli Studi di Teramo Regolamento di organizzazione delle strutture amministrative dell Università degli Studi di Teramo Articolo 1 Finalità ed obiettivi 1. Il presente regolamento definisce le linee fondamentali di organizzazione

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

INGEGNERIA CHIMICA 1 Sede di Milano - Leonardo

INGEGNERIA CHIMICA 1 Sede di Milano - Leonardo POLITECNICO DI MILANO 2002/2003 III Facoltà di Ingegneria di Milano - Leonardo ANNO ACCADEMICO 2002/2003 Regolamenti Didattici dei Corsi di Studio in INGEGNERIA CHIMICA 1 Sede di Milano - Leonardo Corso

Dettagli

Sviluppo di strumenti di supporto alla gestione del processo di stima dei costi delle commesse di ingegneria

Sviluppo di strumenti di supporto alla gestione del processo di stima dei costi delle commesse di ingegneria QUALITA GRANDI IMPRESE Sviluppo di strumenti di supporto alla gestione del processo di stima dei costi delle commesse di ingegneria sistematizzare e standardizzare le modalità operative da adottare nei

Dettagli

Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale. Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè

Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale. Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè Indice La realtà di UNITN La performance organizzativa La performance individuale 1 La

Dettagli

ATS CONSORZIO ARTEMIDE. Consorzio Artemide. Finanzia e Servizi Srl. Innovazione Qualità e Servizi S.r.l. Servizi Avanzati Srl. DAISY-NET S. c. a r. l.

ATS CONSORZIO ARTEMIDE. Consorzio Artemide. Finanzia e Servizi Srl. Innovazione Qualità e Servizi S.r.l. Servizi Avanzati Srl. DAISY-NET S. c. a r. l. Aiuti a Sostegno dei Partenariati Regionali per l Innovazione Modello 14B Presentazione conclusiva del progetto Allegato n. 21 Consorzio Artemide Finanzia e Servizi Srl Innovazione Qualità e Servizi S.r.l.

Dettagli

Vulnerabilità dei sistemi informatici Modelli e tecniche per l'assessment e il management del rischio

Vulnerabilità dei sistemi informatici Modelli e tecniche per l'assessment e il management del rischio Tecnologie ICT per le Piccole e Medie Imprese Ciclo di Seminari sulle Tecnologie ICT per le Piccole e Medie Imprese Vulnerabilità dei sistemi informatici Modelli e tecniche per l'assessment e il management

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Gestione dei processi di vendita Master di I livello L Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management, attraverso il Bando

Dettagli

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical. CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.it/cdls/ges) 1. Informazioni Generali Presidente del Consiglio di Corso di Laurea:

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO.

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. Jim Morrison Società Algol Consulting: il partner per i progetti ERP Fin dall inizio della sua attività, l obiettivo di Algol Consulting è stato quello

Dettagli

I percorsi formativi del Politecnico

I percorsi formativi del Politecnico I percorsi formativi del Politecnico I percorsi formativi del Politecnico Questa parte della Guida descrive l offerta formativa del Politecnico di Torino per l a.a. 2005-2006. L attivazione delle diverse

Dettagli

Job meeting Salerno 2014. Company Profile

Job meeting Salerno 2014. Company Profile Job meeting Salerno 2014 Company Profile ALTEN, leader europeo nella progettazione e consulenza tecnologica, fornisce supporto ai Clienti per le strategie di sviluppo in materia di innovazione, R&S e sistemi

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Finalità Formare laureati specialistici in grado di effettuare la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione dei lavori, la stima, il collaudo

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità ALESSANDRO SALA Italiana Data di nascita 3 marzo 1970 PROFILO SINTETICO Ingegnere elettronico con esperienza più che decennale nel

Dettagli

INCONTRI OBBIETTIVO INNOVATION MANAGEMENT Il 9 giugno presso la Fornace di Asolo, il gruppo di ricerca YEAM (Young European Avantgarde Minds), con la produzione di Giulia Multimedia ed in collaborazione

Dettagli

ESPERTI DI SVILUPPO DEI SISTEMI INTEROPERABILI ORIENTATI ALL E- BUSINESS (Obiettivo 2)

ESPERTI DI SVILUPPO DEI SISTEMI INTEROPERABILI ORIENTATI ALL E- BUSINESS (Obiettivo 2) Progetto di Ricerca SFIDA PMI Protocollo MIUR n. 4446/ICT Tema 1 Corso di Formazione Obiettivo 1: Esperti di gestione collaborativa e multi-aziendale di processi supply chain Obiettivo 2: Esperti di sviluppo

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Master in ingegneria delle materie plastiche 2012

Master in ingegneria delle materie plastiche 2012 Master in ingegneria delle materie plastiche 2012 INFORMAZIONI GENERALI Descrizione del corso di formazione: Questo percorso di Master nasce dalla forte esigenza di soddisfare le richieste aziendali di

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE CLASSE 29 S Obbiettivi Formativi e Ambiti Occupazionali

FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE CLASSE 29 S Obbiettivi Formativi e Ambiti Occupazionali FAOLTA DI INGEGNERIA ORSO DI LAUREA SPEIALISTIA in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE LASSE 29 S Obbiettivi Formativi e Ambiti Occupazionali Il orso di Laurea Specialistica in Ingegneria dell Automazione ha come

Dettagli

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE 54 Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE Referente del Corso di Laurea Prof. Mario Tucci e-mail mario.tucci@unifi.it, tel 055/479708, http://www.gestionale.unifi.it

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Polo di Innovazione ICT. Il network per la crescita e lo sviluppo dell innovazione ICT nelle aziende piemontesi

Polo di Innovazione ICT. Il network per la crescita e lo sviluppo dell innovazione ICT nelle aziende piemontesi Polo di Innovazione ICT Il network per la crescita e lo sviluppo dell innovazione ICT nelle aziende piemontesi Gli aderenti 187 Associati al POLO ICT 12 11 2 Micro Impresa 11 Piccola Impresa Media Impresa

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata. Facoltà di Ingegneria

Università di Roma Tor Vergata. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Importanza dell orientamento Attivare/potenziare la capacità di scegliere efficientemente la futura attività professionale. Individuare le capacità

Dettagli

NOI, A SCUOLA, ABBIAMO INCONTRATO IL LAVORO! E TU?

NOI, A SCUOLA, ABBIAMO INCONTRATO IL LAVORO! E TU? NOI, A SCUOLA, ABBIAMO INCONTRATO IL LAVORO! E TU? Iscriviti all ITS della Spezia. Il collegamento diretto con il mondo del lavoro! 1 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L INNOVAZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

Presentazione del Master

Presentazione del Master Master Executive in Gestione della Manutenzione Industriale Presentazione del Master Sergio Cavalieri Marco Garetti La Value Proposition Valorizzare l aspetto gestionale nei processi e servizi di manutenzione

Dettagli

Progetto formativo "Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia"

Progetto formativo Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia Progetto formativo "Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia" Titolo: Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia Soggetto proponente : Unione Professionisti è un azienda che opera nel campo

Dettagli

I Servizi di Placement dell Università di Catania: un opportunità per i giovani in Sicilia

I Servizi di Placement dell Università di Catania: un opportunità per i giovani in Sicilia I Servizi di Placement dell Università di Catania: un opportunità per i giovani in Sicilia Senza Servizi di Placement Universitari Un alta percentuale di laureati impiega/perde da 6 ai 18 mesi a: - comprendere

Dettagli