Bando di concorso Famiglie insieme

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bando di concorso Famiglie insieme"

Transcript

1 Allegato al Provvedimento dirigenziale n del 25 luglio 2014 Bando di concorso Famiglie insieme L Assessorato sanità, salute e politiche sociali della Regione autonoma Valle d Aosta Struttura famiglia e politiche giovanili, in collaborazione con il Piano di Zona della Valle d Aosta, promuove il concorso di idee Famiglie insieme, che si inserisce nell ambito degli eventi per le famiglie e della Conferenza sulla famiglia per l anno Art. 1 DESTINATARI ED ESCLUSIONI Possono partecipare al concorso gruppi di 4 o più famiglie residenti nello stesso sub-ambito, quali intestatarie del progetto. Le eventuali, ulteriori famiglie aderenti al progetto possono essere residenti in altri sub-ambiti 1. Non sono ammessi al concorso: - le Associazioni; - i componenti del Gruppo di lavoro su tematiche inerenti alle politiche familiari (PD 1793/2012) e i componenti dei Gruppi Tecnici del Piano di Zona e i loro familiari. Art. 2 FINALITÀ DEI PROGETTI: I progetti devono essere finalizzati al raggiungimento di uno o più fra i seguenti obiettivi: a) Utilità sociale: rispondere ai bisogni delle famiglie ed essere modello di collaborazione, solidarietà e di reciprocità per tutte le famiglie della comunità di riferimento; b) Protagonismo della famiglia; c) Miglioramento della qualità della vita delle famiglie nel territorio di riferimento; d) Integrazione e accettazione delle differenze tra generazioni/culture/abilità; e) Rispetto del territorio e dell ambiente; f) Mobilità intelligente. Art. 3 MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE E TERMINI a) Redazione progetti I progetti dovranno essere redatti, a pena di esclusione, utilizzando la modulistica allegata al presente bando (All. n. 2), reperibile presso la Struttura famiglia e politiche giovanili (Loc. Grande Charrière, 40 1 L elenco dei sub-ambiti è allegato al Bando (all. n. 1) cfr.

2 Saint-Christophe) e scaricabile dal sito internet ufficiale della Regione autonoma Valle d Aosta, alla pagina: b) Invio progetti (in alternativa): 1) In formato cartaceo - Tramite raccomandata A.R., al seguente indirizzo: Regione autonoma Valle d Aosta Struttura famiglia e politiche giovanili, Loc. Grande Charrière, Saint-Christophe; - Consegna a mano presso la Struttura famiglia e politiche giovanili, Loc. Grande Charrière, Saint-Christophe (orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle h alle h ) 2) In formato elettronico (Posta Elettronica Certificata, valido solo con apposizione della firma digitale) All indirizzo: Il termine di presentazione dei progetti, fissato per il 31 ottobre 2014 (nel caso di invio postale farà fede la data del timbro dell Ufficio Postale accettante), è perentorio ed il suo mancato rispetto comporta l inammissibilità della domanda. Art. 4 SELEZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI I progetti, presentati nei modi e nei tempi prescritti, saranno valutati da una Commissione composta da: il Gruppo tecnico del Piano di zona del sub-ambito di residenza del gruppo di famiglie intestatarie del progetto; almeno due componenti del Gruppo di lavoro su tematiche inerenti alle politiche familiari (PD 1793/2012). La valutazione sarà effettuata, ad insindacabile giudizio della Commissione, sulla base dei seguenti criteri (elencati per ordine di importanza): a. Rispondenza agli obiettivi di cui all art. 2 (da 0 a 10) b. Fattibilità (da 0 a 10); c. Contestualizzazione del progetto nella realtà territoriale di riferimento (da 0 a 10); d. Articolazione e completezza della formulazione (da 0 a 10); e. Partecipazione attiva delle famiglie coinvolte nel progetto (da 0 a 10); f. Coinvolgimento di partners (da 0 a 10); g. Coinvolgimento di altre famiglie della comunità di appartenenza (da 0 a 10); h. Coinvolgimento di soggetti istituzionali del territorio di appartenenza (da 0 a 10). Art. 5 AMMISSIONE A FINANZIAMENTO Saranno premiati i cinque progetti migliori (uno per ogni sub-ambito). Per la realizzazione dei cinque progetti selezionati, verrà assegnata ad ogni gruppo di famiglie la somma di euro 2.000,00.

3 L elenco dei vincitori sarà comunicato in occasione della Conferenza sulla famiglia prevista per l autunno 2014 (i referenti dei progetti riceveranno una comunicazione inerente alla data della Conferenza) e l erogazione del finanziamento avverrà con la seguente modalità: - Euro 1.600,00 all atto di concessione del finanziamento; - Euro 400,00 in seguito alla verifica della rendicontazione finale (art. 7 del Bando). Qualora l ammontare della spesa complessiva effettivamente sostenuta risulti inferiore all entità del contributo assegnato, si procederà a reintroitare le somme erogate in eccedenza (in caso di rendicontazione inferiore a 1.600,00 euro) o alla riduzione del saldo (nel caso in cui la spesa complessiva sia compresa tra 1.600,00 e 2.000,00 euro). Art. 6 FASE REALIZZATIVA La realizzazione dei progetti ammessi a finanziamento dovrà concludersi entro il 31 ottobre Indipendentemente dalle caratteristiche intrinseche di ciascun progetto, la fase realizzativa dovrà necessariamente contemplare la produzione di una documentazione fotografica e/o video (preferibilmente in formato.jpeg/.mov o.wmv, se si tratta di video della durata variabile fra 5 e 10 minuti), che ne illustri i momenti più significativi e valorizzi, nel contempo, il messaggio che si intende comunicare. Tale materiale è richiesto ai fini dell eventuale organizzazione di un incontro pubblico, a conclusione dei progetti. Art. 7 SPESE AMMISSIBILI/MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE E INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE I gruppi di famiglie vincitori del concorso dovranno produrre una relazione conclusiva sullo svolgimento del progetto comprendente una valutazione dei risultati raggiunti in rapporto agli obiettivi prefissati, corredata dalla documentazione originale, fiscalmente valida, comprovante le spese effettuate (fatture, ricevute, scontrini). La documentazione dovrà essere inviata, in forma cartacea, alla Regione autonoma Valle d Aosta Struttura famiglia e politiche giovanili, Loc. Grande Charrière, Saint-Christophe - entro il 15 novembre 2015, pena la mancata assegnazione del saldo del finanziamento di cui all art. 5 e la restituzione del finanziamento erogato. Le spese per la realizzazione del progetto ammissibili a finanziamento consistono esclusivamente in: - Spese di assicurazione (polizza responsabilità civile terzi e polizza infortuni); - Spese di gestione (per uso locali, telefono, cancelleria, ecc.); - Materiale ludico-ricreativo (libri, giochi, ecc.); - Spese di trasporto; - Generi alimentari; - Affitto di strumentazione per lo svolgimento di attività (videoproiettori, radio registratori, schermi ecc.); - Materiale igienico-sanitario; - Materiale informativo (volantini ecc.); - Materiale per pronto soccorso; - Consulenza di personale specializzato per l avvio di attività specifiche previste nel progetto. Le spese ammissibili dovranno essere sostenute successivamente alla data del provvedimento di concessione del finanziamento e anteriormente al 31 ottobre Le attrezzature acquistate, nonché tutti i prodotti divulgativi e pubblicitari realizzati, diffusi con qualsiasi mezzo, dovranno riprodurre, in modo chiaro e leggibile, la seguente dicitura: Concorso Famiglie insieme Regione Autonoma Valle d Aosta Assessorato sanità, salute e politiche sociali

4 Art. 8 DIFFUSIONE E PUBBLICAZIONE SUL WEB La Regione autonoma Valle d Aosta potrà pubblicare il materiale fotografico e video sul sito web istituzionale. La Regione si riserva inoltre la facoltà di riprodurre, diffondere e, in generale, utilizzare liberamente per i propri fini istituzionali, con la citazione della fonte, i prodotti, i documenti ed i materiali, su qualunque supporto riprodotti (carta, CD, DVD, ecc.), realizzati dai gruppi di famiglie nell ambito del concorso. Art. 9 LIBERATORIE Ai fini di consentire l utilizzo a fini istituzionali del materiale fotografico e video da parte della Regione autonoma Valle d Aosta, i soggetti fotografati o filmati dovranno sottoscrivere le relative liberatorie; se minori, le liberatorie dovranno essere sottoscritte da coloro che ne esercitano la potestà genitoriale. Le liberatorie, compilate e sottoscritte, dovranno essere consegnate insieme al materiale fotografico e video. Art. 10 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai sensi dell art. 13 del D.lgs 196/2003, i dati personali e le immagini che vengono acquisiti nell ambito del concorso sono raccolti e trattati, anche con l ausilio di mezzi elettronici, per le finalità e attività connesse allo svolgimento della procedura medesima e la diffusione per fini istituzionali. I soggetti partecipanti al concorso avranno facoltà di esercitare, relativamente all esistenza e al trattamento dei dati personali che li riguardano, i diritti di cui all art. 7 del D.lgs 196/2003. Il titolare del trattamento dei dati è la Regione autonoma Valle d Aosta, con sede ad Aosta, Piazza Deffeyes 1. Il responsabile del trattamento dei dati è individuato nella persona del Dirigente della Struttura famiglia e politiche giovanili. CONTATTI Per informazioni: REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA Struttura famiglia e politiche giovanili Tel.:

5 Allegato n. 1 (Suddivisione del territorio regionale in sub-ambiti ai fini dell attuazione del Piano di zona della Valle d Aosta Accordo di programma per l adozione del Piano di zona della Valle d Aosta e per la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali - art. 5) SUB-AMBITO 1 Comunità Montana GRAND PARADIS (Comuni di Arvier, Avise, Aymavilles, Cogne, Introd, Rhêmes- Notre-Dame, Rhêmes-Saint-Georges, Saint-Nicolas, Saint-Pierre, Sarre, Valgrisenche, Valsavarenche, Villeneuve) Comunità Montana VALDIGNE-MONT BLANC (Comuni di La Salle, Morgex, Pré-Saint-Didier, La Thuile, Courmayeur) SUB-AMBITO 2 Comunità Montana MONT EMILIUS (Comuni di Brissogne, Charvensod, Fénis, Gressan, Jovençan, Nus, Pollein, Quart, Saint-Christophe, Saint-Marcel) Comunità Montana GRAND COMBIN (Comuni di Allein, Bionaz, Doues, Etroubles, Gignod, Ollomont, Oyace, Roisan, Saint-Oyen, Valpelline, Saint-Rhémy-en-Bosses) SUB-AMBITO 3 Comunità Montana MONTE CERVINO (Comuni di Antey-Saint-André, Chambave, Chamois, Châtillon, Emarèse, La Magdeleine, Pontey, Saint-Denis, Saint-Vincent, Torgnon, Valtournenche, Verrayes) SUB-AMBITO 4 Comunità Montana EVANÇON (Comuni di Arnad, Ayas, Brusson, Challand-Saint-Anselme, Challand- Saint-Victor, Champdepraz, Issogne, Montjovet, Verrès) Comunità Montana MONT-ROSE (Comuni di Champorcher, Pontboset, Hône, Bard, Donnas, Pont-Saint- Martin, Perloz, Lillianes, Fontainemore) Comunità Montana WALSER ALTA VALLE DEL LYS (Comuni di Issime, Gaby, Gressoney-Saint-Jean, Gressoney-La Trinité) SUB-AMBITO 5 Comune di Aosta

6 Allegato n. 2 Fac-simile MODULO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Alla Regione autonoma Valle d Aosta Struttura famiglia e politiche giovanili Loc. Grande Charrière, Saint-Christophe Concorso di idee Famiglie insieme 1. TITOLO DEL PROGETTO 2. DURATA DEL PROGETTO (indicare il periodo di inizio e fine progetto) Dal al 3. SOGGETTO PROPONENTE (es. Gruppo di famiglie di opp. nome del gruppo): Composto da: 1) Famiglia del referente del progetto: (Cognome e nome capofamiglia) 2 (tutti i campi sono obbligatori) Altri componenti del nucleo (specificare nome, cognome e data di nascita): Residente a:(comune) (Via/Piazza/Località ) n. Tel. Cell. Codice fiscale del capofamiglia 2) Famiglia (Cognome e nome capofamiglia): Altri componenti del nucleo (specificare nome, cognome e data di nascita): 2 Il referente del progetto dovrà compilare con i propri dati anche l allegato n. 3 Modulo conto dedicato.

7 Residente a:(comune) (Via/Piazza/Località ) n. 3) Famiglia (Cognome e nome capofamiglia): Altri componenti del nucleo (specificare nome, cognome e data di nascita): Residente a:(comune) (Via/Piazza/Località ) n. 4) Famiglia (Cognome e nome capofamiglia): Altri componenti del nucleo (specificare nome, cognome e data di nascita): Residente a:(comune) (Via/Piazza/Località ) n. 5) Altre famiglie coinvolte nel progetto 3 n. 4. DESCRIZIONE DEL PROGETTO (Esporre il progetto, con eventuali premesse, considerazioni, motivazioni, collegamenti ad altri progetti in corso, dettaglio delle attività previste, ecc.; definire, a seconda del tipo di progetto: i soggetti coinvolti, la copertura territoriale, il numero approssimativo di persone che si intende raggiungere, l articolazione in fasi, i luoghi di effettuazione delle attività, le modalità di comunicazione dell iniziativa, il coinvolgimento di partner e la partecipazione di ospiti e pubblico) 3 L elenco completo delle famiglie (con indicazione dei nominativi dei componenti e dell indirizzo di residenza dovrà essere allegato al modulo di presentazione del progetto, ferma restando la possibilità da parte del gruppo proponente di lasciare aperta la partecipazione ad altre famiglie anche successivamente alla presentazione del progetto).

8 5. OBIETTIVI DEL PROGETTO (riportare in sintesi gli obiettivi e i risultati attesi dalla realizzazione del progetto): 6. Azioni (Indicare le tappe fondamentali previste per la realizzazione del progetto): AZIONE TEMPISTICA 1 Dal / / al / / 2 Dal / / al / / 3 Dal / / al / / 4 Dal / / al / / 5 Dal / / al / / 6 Dal / / al / / 7 Dal / / al / / 8 Dal / / al / / 9 Dal / / al / / 10 Dal / / al / / 7. RUOLO DELLE FAMIGLIE NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

9 (indicare in quali fasi le famiglie sono direttamente coinvolte e qual è, per ciascuna fase, l apporto richiesto): 8. EVENTUALI PARTNERS DEL PROGETTO (ad es.: enti culturali, associazioni locali, parrocchie, oratori, ecc., con l indicazione del ruolo assunto - allegare nota attestante la collaborazione al progetto): COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE DELLA COMUNITÀ DI APPARTENENZA (specificarne le modalità): 10. EVENTUALI CONTATTI AVVIATI CON SOGGETTI ISTITUZIONALI (Comuni, Comunità Montane, Scuole, ecc ) PREVENTIVO COSTI (In correlazione alle azioni, di cui al precedente punto 6, indicare analiticamente le singole voci di spesa ed il costo totale preventivato. Azione Descrizione voci di spesa Importo euro

10 12. ALTRI EVENTUALI FINANZIAMENTI OLTRE IL CONTRIBUTO REGIONALE Luogo, data e firma del referente del progetto

11 Allegato n. 3 MODULO CONTO CORRENTE DEDICATO (da compilarsi a cura del referente del progetto) COMUNICAZIONE CONTO CORRENTE DEDICATO AD APPALTI/COMMESSE PUBBLICHE Ai sensi dell art. 3 Tracciabilità dei flussi finanziari Legge 136/2010 IL/LA SOTTOSCRITTO/A NATO/A A IL RESIDENTE NEL COMUNE DI IN VIA/LOC. N. DICHIARA CHE IL CONTO CORRENTE SOPRA INDICATO È DEDICATO A: CONTRATTO X COMMESSE PUBBLICHE, nello specifico contributo per la realizzazione del progetto nell ambito del concorso Famiglie insieme (DGR 892/2014) COMMESSE PUBBLICHE IN GENERE E PRIVATE COMUNICA I DATI IDENTIFICATIVI DEL CONTO: COORD. IBAN CIN EUR CIN ABI CAB N CONTO CORRENTE INTESTATO A (nota: l intestatario del conto deve coincidere con il beneficiario del pagamento) I DATI IDENTIFICATIVI DEI SOGGETTI (PERSONE FISICHE) CHE SONO DELEGATI AD OPERARE SUL CONTO CORRENTE DEDICATO: 1. NOME E COGNOME CODICE FISCALE LUOGO E DATA DI NASCITA RESIDENTE A VIA/FRAZ./LOC. 2. NOME E COGNOME

12 CODICE FISCALE LUOGO E DATA DI NASCITA RESIDENTE A VIA/FRAZ./LOC. 3. NOME E COGNOME CODICE FISCALE LUOGO E DATA DI NASCITA RESIDENTE A VIA/FRAZ./LOC. PRENDE, INOLTRE, ATTO: che la modalità di pagamento prescelta sarà ritenuta valida fino ad eventuali variazioni che saranno comunicate tempestivamente alla Pubblica Amministrazione; che le eventuali commissioni bancarie/postali per l accredito sono a carico dell intestatario del conto corrente. (Luogo e data) Firma leggibile (Allegare fotocopia della carta di identità del firmatario) INFORMATIVA Si informa che i dati personali forniti dal dichiarante verranno trattati esclusivamente per lo svolgimento di funzioni istituzionali nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti in vigore. I dati richiesti sono necessari per l emissione del mandato di pagamento in favore dell interessato: qualora non fossero comunicati, la procedura di pagamento non potrà avere luogo. I dati raccolti saranno trattati con strumenti manuali, informatici e/o telematici in modo tale da garantirne la sicurezza e la riservatezza. La loro diffusione ad altri Enti (pubblici o privati) è ammessa solo se prevista da norme di legge o regolamento o se risulta necessaria per lo svolgimento di funzioni istituzionali.

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2012

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2012 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 MONTE BIANCO Comuni di: ARVIER, AVISE, COURMAYEUR, LA SALLE, LA THUILE, MORGEX, PRE` SAINT DIDIER, VALGRISENCHE GRAND COMBIN Comuni di: ALLEIN, BIONAZ, DOUES,

Dettagli

R.I.D. AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN C/C

R.I.D. AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN C/C COORDINATE DELL' (1) COORDINATE BANCARIE DEL CONTO DA ADDEBITARE (2) assegnato dall'azienda creditrice al debitore ABI CAB Numero conto Nome e Cognome (3) fiscale COPIA PER IL CLIENTE (1), (2), (3) v.

Dettagli

29 dicembre 2007, relative ad aspetti organizzativi in merito all attivazione dell unico Piano di Zona regionale. Impegno di spesa ; n.

29 dicembre 2007, relative ad aspetti organizzativi in merito all attivazione dell unico Piano di Zona regionale. Impegno di spesa ; n. LA GIUNTA REGIONALE a) vista la legge 8 novembre 2000, n. 328 (Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali) ed in particolare gli articoli 3 (Principi per la

Dettagli

Concorso di idee per un consumo sostenibile

Concorso di idee per un consumo sostenibile Allegato A LOGO VDA Assessorato al Commercio Ministero dello Sviluppo Economico Concorso di idee per un consumo sostenibile L Assessorato al Commercio della Regione Piemonte Settore Tutela e Difesa dei

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009 AOSTA CONSORZIO DEI COMUNI DELLA VALLE D'AOSTA IDROELETTRICA S.C.R.L. Società 0,00 0,10 % AOSTA CONSORZIO DEI COMUNI DELLA VALLE D'AOSTA CONSORZIO DEGLI ENTI LOCALI DELLA SOC. COOP. Società 0,00 1,20 %

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Regione Autonoma Valle d Aosta Région Autonome Vallée d Aoste PRESIDENZA DELLA REGIONE Dipartimento enti locali, servizi di prefettura e protezione civile. Direzione enti locali. Servizio finanza e contabilità

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DAL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DAL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. CXXVIII n. 31 RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DAL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA (Anno 2014) (Articolo 16, comma 2, della

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DISTRETTUALI

GUIDA AI SERVIZI DISTRETTUALI GUIDA AI SERVIZI DISTRETTUALI 1. INTRODUZIONE I Distretti sono gli ambiti organizzativi territoriali per l effettuazione di attività e l erogazione di prestazioni di assistenza sanitaria, di tutela e

Dettagli

SEDI E ORARI PER L ATTIVAZIONE DELLA TS/CNS (*) [*aggiornamento al 1 giugno 2016]

SEDI E ORARI PER L ATTIVAZIONE DELLA TS/CNS (*) [*aggiornamento al 1 giugno 2016] ALLEIN SEDI E ORARI PER L ATTIVAZIONE DELLA TS/CNS (*) [*aggiornamento al 1 giug 2016] Ente locale Sede Orario Pretaz. ANTEY-SAINT- ANDRÉ AOSTA Fraz. Le Plan-de-Clavel n 1 lun 14,00-16,00 giov 9,00-12,00

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Regione Autonoma Valle d Aosta Région Autonome Vallée d Aoste PRESIDENZA DELLA REGIONE Dipartimento enti locali, servizi di prefettura e protezione civile. Direzione enti locali. Servizio finanza e contabilità

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DAL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DAL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. CXXVIII n. 4 RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DAL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA (Anno 2012) (Articolo 16, comma 2, della

Dettagli

CPEL Consiglio Permanente degli Enti Locali Conseil Permanent des Collectivites Locales

CPEL Consiglio Permanente degli Enti Locali Conseil Permanent des Collectivites Locales CPEL Consiglio Permanente degli Enti Locali Conseil Permanent des Collectivites Locales P.zza Narbonne, 16-11100 Aosta tel 0165 43347 - fax 0165 369553 www.celva.it info@celva.it codice fiscale 91045290078

Dettagli

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica presentati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della Toscana 1. Finalità

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. CREATIVITÀ IN AZIONI 2012 Giovani per i giovani

BANDO DI CONCORSO. CREATIVITÀ IN AZIONI 2012 Giovani per i giovani BANDO DI CONCORSO CREATIVITÀ IN AZIONI 2012 Giovani per i giovani INDICE: Art. 1 Finalità Art. 2 Indirizzi di programma ed obiettivi Art. 3 Procedure e termini di presentazione delle domande Art. 4 Requisiti

Dettagli

CONVENZIONE FRA COMUNE DI AOSTA E TUTTI GLI ALTRI COMUNI CON IL SERVIZIO GAS IN CONCESSIONE

CONVENZIONE FRA COMUNE DI AOSTA E TUTTI GLI ALTRI COMUNI CON IL SERVIZIO GAS IN CONCESSIONE Bozza 06/12/2012 CONVENZIONE FRA COMUNE DI AOSTA E TUTTI GLI ALTRI COMUNI CON IL SERVIZIO GAS IN CONCESSIONE per l affidamento al Comune di Aosta delle funzioni di Stazione appaltante per la gara pubblica

Dettagli

2008 "Approvazione di disposizioni all Azienda USL della Valle d Aosta per la regolamentazione dei trasporti sanitari non urgenti o programmati.

2008 Approvazione di disposizioni all Azienda USL della Valle d Aosta per la regolamentazione dei trasporti sanitari non urgenti o programmati. LA GIUNTA REGIONALE Richiamato il decreto del Presidente della Repubblica 27 marzo 1992, recante Atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI 54 13.8.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 32 CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica

Dettagli

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Art. 1 FINALITÀ E OGGETTO La Provincia di Milano intende

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

Bando Giovani e Solidarietà Internazionale 2008

Bando Giovani e Solidarietà Internazionale 2008 Assessorato al Volontariato Dipartimento Servizi alle Persone Bando Giovani e Solidarietà Internazionale 2008 PREMESSA L Amministrazione Provinciale, con il contributo della Fondazione Banca del Monte

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia

Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia COMUNE DI BRESCIA Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia OBIETTIVI DEL BANDO La Fondazione della Comunità Bresciana ed il Comune di Brescia intendono congiuntamente continuare

Dettagli

SCHEDA DI SETTORE ECONOMICO - INDUSTRIA MANIFATTURIERA

SCHEDA DI SETTORE ECONOMICO - INDUSTRIA MANIFATTURIERA SCHEDA DI SETTORE ECONOMICO - INDUSTRIA MANIFATTURIERA A giugno 2004 si rilevano 1.157 aziende attive in Valle d'aosta classificate nel settore dell'"industria manifatturiera" nel Registro Imprese di Aosta;

Dettagli

PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale

PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale 1^ EDIZIONE Premessa La BCC dell Alta Brianza - Alzate Brianza Via IV Novembre 549 istituisce il primo concorso per la migliore

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

Commissioni Locali Valanghe

Commissioni Locali Valanghe Commissioni Locali Valanghe Presentazione normativa e delibera attuativa Aosta, 09 dicembre 2010 L.R. n. 29 del 04/08/2010 DGR n. 2774 del 15/10/2010 Modalità di funzionamento delle CLV Allegato Procedure

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47660/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE L ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO

Dettagli

Denominazione ufficiale dei comuni della Valle d'aosta e norme per la tutela della toponomastica locale. Art. 1

Denominazione ufficiale dei comuni della Valle d'aosta e norme per la tutela della toponomastica locale. Art. 1 L.R. 9 dicembre 1976, n. 61 ( 1 ) Denominazione ufficiale dei comuni della Valle d'aosta e norme per la tutela della toponomastica locale. Art. 1 La denominazione ufficiale dei Comuni della Regione Valle

Dettagli

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso Regione Puglia Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva Settore Politiche Giovanili e Sport PRINCIPI ATTIVI Giovani idee per una Puglia migliore Bando di concorso Art. 1 - Descrizione dell iniziativa

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO BANDO SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO ANNO 2009 42 1. I progetti 1. L idea nasce dalla consapevolezza che il Servizio Civile Nazionale rappresenta per molti giovani una significativa opportunità di crescita

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER EVITARE DI SUBIRE FURTI, TRUFFE ED ALTRO.

CONSIGLI UTILI PER EVITARE DI SUBIRE FURTI, TRUFFE ED ALTRO. CONSIGLI UTILI PER EVITARE DI SUBIRE FURTI, TRUFFE ED ALTRO. GLI UFFICI PUBBLICI NON MANDANO INCARICATI A CONSEGNARE O PRELEVARE DENARO O VALORI NELLE ABITAZION. DUBITATE PERTANTO E NON APRITE LA PORTA

Dettagli

BANDO DEL 19 NOVEMBRE 2015 per la presentazione di proposte per l ammissione e la selezione dei Centri di Raccolta beneficiari del Programma

BANDO DEL 19 NOVEMBRE 2015 per la presentazione di proposte per l ammissione e la selezione dei Centri di Raccolta beneficiari del Programma per l erogazione di contributi per il potenziamento e Quali sono i possibili motivi che possono determinare l esclusione della domanda di ammissione presentata per il Bando? I possibili motivi che possono

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone Prot. N. 31208 San Vito al Tagliamento, 18 novembre 2015 OGGETTO: Bando e domanda contributo per iniziative di educazione permanente a.s. 2015-2016.

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres.

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

VDA BroadBusiness - Ulteriori Lotti Funzionali

VDA BroadBusiness - Ulteriori Lotti Funzionali VDA BroadBusiness - Ulteriori Lotti Funzionali ALLEGATO GESTIONE RIFIUTI PROGETTO DEFINITIVO Ed. Rev Data IL TECNICO PROGETTISTA 01 00 17/02/2015 Doc.N. All.Rifiuti Ed. 01 Rev 00 Cl. Data 17/02/2015 Pag

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 5

AMBITO TERRITORIALE N 5 COMUNE DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto CITTA' DI CRISPIANO Provincia di Taranto AMBITO TERRITORIALE N 5 AVVISO PUBBLICO PROGRAMMA LOCALE FAMIGLIE NUMEROSE Assegnazione di bonus in favore delle famiglie

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO 1 Bando 2009 ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA - RICERCA SCIENTIFICA E IN CAMPO SANITARIO FORMAZIONE - TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

Région autonome Vallée d'aoste Regione Autonoma Valle d'aosta

Région autonome Vallée d'aoste Regione Autonoma Valle d'aosta IL PRESIDENTE DELLA REGIONE Augusto ROLLANDIN IL DIRIGENTE ROGANTE Livio SALVEMINI Région autonome Vallée d'aoste Regione Autonoma Valle d'aosta Gouvernement régional Giunta regionale Verbale di deliberazione

Dettagli

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo

Dettagli

FARE IMPRESA CREATIVA

FARE IMPRESA CREATIVA FARE IMPRESA CREATIVA FINALITA DEL BANDO Lo scopo dell iniziativa è valorizzare lo sviluppo creativo di giovani professioniste/professionisti nelle professioni dello spettacolo dal vivo, del multimediale

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011).

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). ALLEGATO A) Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). IN ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA APPROVATO CON DGR N. 36-396 DEL 26.7.2010

Dettagli

LIPANI & PARTNERS AVVISO DI SELEZIONE PER UNA BORSA DI STUDIO DA ASSEGNARE AD UN PRATICANTE AVVOCATO

LIPANI & PARTNERS AVVISO DI SELEZIONE PER UNA BORSA DI STUDIO DA ASSEGNARE AD UN PRATICANTE AVVOCATO LIPANI & PARTNERS AVVISO DI SELEZIONE PER UNA BORSA DI STUDIO DA ASSEGNARE AD UN PRATICANTE AVVOCATO Articolo 1 - Caratteristiche e finalità Lo Studio Lipani & Partners (di seguito, per brevità, solo Studio)

Dettagli

BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152

BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152 BANDO PROMOZIONE Programma operativo 2014 www.csvbasilicata.it p. 1 di 18 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... 3 Art. 2 Oggetto delle proposte progettuali... 3 Art. 3 Destinatari e termini di presentazione

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 BORSE DI STUDIO MAESTRA GINA

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 BORSE DI STUDIO MAESTRA GINA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 BORSE DI STUDIO MAESTRA GINA Art. 1 - Premesse Il Comune di Amaroni promuove un bando per l assegnazione di due borse di studio denominato Maestra Gina, grazie a Venanzio

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Informazioni

Dettagli

1 PREMIO FOTOGRAFICO LA TRAPPETO CHE NON HAI MAI VISTO

1 PREMIO FOTOGRAFICO LA TRAPPETO CHE NON HAI MAI VISTO PRO LOCO TRAPPETO COMUNE DI TRAPPETO (ASSESSORATO TURISMO, SPORT, SPETTACOLO, CULTURA) 1 PREMIO FOTOGRAFICO LA TRAPPETO CHE NON HAI MAI VISTO BANDO DI CONCORSO La Pro Loco di Trappeto in collaborazione

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 732 del 28/11/2013 Proposta: DAL/2013/783 del 26/11/2013 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

PROGETTO G.I.A. (Giovani Impresa Alpignano)

PROGETTO G.I.A. (Giovani Impresa Alpignano) PROGETTO G.I.A. (Giovani Impresa Alpignano) Premessa: Il presente progetto è un'opportunità di sostegno all'imprenditorialità giovanile, rivolta a tutti coloro che hanno tra i 18 e i 30. L'iniziativa è

Dettagli

BANDO PER CONCORSO DI IDEE SUL TEMA DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA E DELLA CULTURA DEL VOLONTARIATO

BANDO PER CONCORSO DI IDEE SUL TEMA DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA E DELLA CULTURA DEL VOLONTARIATO BANDO PER CONCORSO DI IDEE SUL TEMA DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA E DELLA CULTURA DEL VOLONTARIATO 1. OGGETTO Il Settore Politiche Sociali ed Istruzione del Comune di Mendicino, intende promuovere un iniziativa

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

Identità digitale e tessera sanitaria, ora si attiva in tutti i Comuni valdostani

Identità digitale e tessera sanitaria, ora si attiva in tutti i Comuni valdostani 30/05/2016 24/2016 Jf Identità digitale e tessera sanitaria, ora si attiva in tutti i Comuni valdostani Dal FSE ai servizi online, i cittadini accreditati potran accedere alla PA via telematica Da mercoledì

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

Il Responsabile del Procedimento è individuato per gli Uffici Provinciali nel funzionario Agata Fortunato.

Il Responsabile del Procedimento è individuato per gli Uffici Provinciali nel funzionario Agata Fortunato. ALLEGATO A BANDO DI CONCORSO A PREMI A FAVORE DELLE SCUOLE PUBBLICHE D INFANZIA, PRIMARIE, SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI RIDUZIONE E/O RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI

Dettagli

Documento informativo sul sistema di allertamento per rischio meteorologico, idrogeologico ed idraulico

Documento informativo sul sistema di allertamento per rischio meteorologico, idrogeologico ed idraulico Assessorat des ouvrages publics, de la protection des sols et du logement public Assessorato opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica Documento informativo sul sistema di allertamento

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI REALIZZATO NELL'AMBITO DEL PIANO LOCALE DELL IMMIGRAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI RIVOLTI AI SETTORI SOCIO-OCCUPAZIONALE, INFORMATIVO E INTERCULTURALE

Dettagli

Fondo per i grandi eventi turistici/sportivi/culturali Modulo di richiesta di finanziamento

Fondo per i grandi eventi turistici/sportivi/culturali Modulo di richiesta di finanziamento Fondo per i grandi eventi turistici/sportivi/culturali Modulo di richiesta di finanziamento La presente domanda riguarda un evento: CULTURALE SPORTIVO TURISTICO Il presente modulo dovrà essere consegnato

Dettagli

Modello di domanda per Enti e Associazioni ALLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SOSTEGNO E PREVENZIONE DELLE EMERGENZE SOCIALI

Modello di domanda per Enti e Associazioni ALLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SOSTEGNO E PREVENZIONE DELLE EMERGENZE SOCIALI Modello di domanda per Enti e Associazioni ALLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SOSTEGNO E PREVENZIONE DELLE EMERGENZE SOCIALI VIALE PICENO, 60 20129 MILANO DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 17 novembre 2014 1. Oggetto Obiettivo del bando è assicurare adeguato sostegno alle famiglie potenziando i servizi per l infanzia

Dettagli

3. Rendicontazione finale

3. Rendicontazione finale BANDO GALILEO 2012-2013 REGOLAMENTO 1. Accettazione del contributo Il conferimento del contributo è subordinato alla ricezione da parte del Segretariato italiano dell della seguente documentazione, che

Dettagli

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

BLOG CONTEST seconda edizione Un premio per i protagonisti del Blog OmAventiquaranta

BLOG CONTEST seconda edizione Un premio per i protagonisti del Blog OmAventiquaranta BLOG CONTEST seconda edizione Un premio per i protagonisti del Blog OmAventiquaranta I protagonisti del blog OmAventiquaranta sono chiamati a partecipare alla seconda edizione del Blog Contest, rivolto

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 6 DEL 30 GENNAIO 2006 APPALTI

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 6 DEL 30 GENNAIO 2006 APPALTI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 6 DEL 30 GENNAIO 2006 APPALTI REGIONE CAMPANIA - Assessorato alla Sanità - Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria - Settore Farmaceutico -

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

1. Chi può partecipare

1. Chi può partecipare ALLEGATO A BANDO DEL PREMIO PROSPETTIVA DANZA 2014, QUINTA EDIZIONE Settore attività culturali del Comune di Padova PROGETTO DI RESIDENZE COREOGRAFICHE PREMIO PROSPETTIVA DANZA 2014 (3 4 maggio 2014) Padova,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DI IDEE

BANDO DI CONCORSO DI IDEE COMUNE DI FIRENZE UFFICIO AREA METROPOLITANA E DECENTRAMENTO P.O. PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA, NUOVI STILI DI VITA E CONSUMO CRITICO Concorso di idee per la realizzazione di denominazione, logo e slogan

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

Progetto Attiva mente

Progetto Attiva mente Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Servizio Politiche Giovanili, Sociali e Sportive Consigliera Provinciale di Parità - Lucca Politiche di Genere Progetto Attiva mente Bando di concorso di

Dettagli

Fondazione Megamark. Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2015

Fondazione Megamark. Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2015 Fondazione Megamark Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2015 IV EDIZIONE 1. Premessa Il Gruppo Megamark di Trani, azienda leader

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO DI DOTTORANDI ISCRITTI AL XXVII E XXVIII CICLO DI DOTTORATO CON SEDE

Dettagli

Anna Maria Covarino Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione

Anna Maria Covarino Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Composizione chimico bromatologica e significato nutrizionale di pasti somministrati dalle refezioni scolastiche di alcuni comuni della Valle d Aosta nel periodo 2005-2006 2006 Anna Maria Covarino Servizio

Dettagli

1) SOGGETTI AMMISSIBILI

1) SOGGETTI AMMISSIBILI BANDO PER L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN EVENTO DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O GRUPPI INFORMALI GIOVANILI. Ciessevi, Centro

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

Consulta Giovanile di San Gavino Monreale REGOLAMENTO

Consulta Giovanile di San Gavino Monreale REGOLAMENTO Consulta Giovanile di San Gavino Monreale ORGANIZZA IL CONCORSO Crea un logo per la Tua Consulta REGOLAMENTO Art. 1 Finalità del concorso L obiettivo del concorso è la realizzazione di un logo che possa

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO Che è indetto un bando con il quale la Provincia di Grosseto intende finanziare, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi

Dettagli

IL COMUNE DI MOLINI DI TRORA In collaborazione con la Proloco Molini di Triora

IL COMUNE DI MOLINI DI TRORA In collaborazione con la Proloco Molini di Triora IL COMUNE DI MOLINI DI TRORA In collaborazione con la Proloco Molini di Triora ORGANIZZA PER TUTTI GLI APPASSIONATI DI FOTOGRAFIA IL CONCORSO FOTOGRAFICO DAL TITOLO L acqua e le sue molteplici forme Fotografia

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione di progetti di comunicazione turistica da parte dei Comuni del Lazio (DGR n.718 del 28/10/2014) A titolo esemplificativo

Dettagli

Azioni di contrasto alle nuove povertà

Azioni di contrasto alle nuove povertà Azioni di contrasto alle nuove povertà UNISOLIDARIETA ONLUS Unisolidarietà Onlus & Volontariato in Rete Federazione Provinciale di Vicenza Ente Gestore CSV di VI Centro di Servizio per il Volontariato

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 124 del 25/02/2015 Proposta: DAL/2015/128 del 24/02/2015 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L ATTIVITA SPORTIVA SVOLTA NELL ANNO SPORTIVO 201-201

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L ATTIVITA SPORTIVA SVOLTA NELL ANNO SPORTIVO 201-201 DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L ATTIVITA SPORTIVA SVOLTA NELL ANNO SPORTIVO 201-201 MARCA DA BOLLO 16,00 (1) Al Dirigente Settore Sport Piazza Umberto I 07046 PORTO TORRES Il/a sottoscritto/a nato/a a il residente

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Bando per la selezione

Dettagli

FARE IMPRESA CREATIVA

FARE IMPRESA CREATIVA FARE IMPRESA CREATIVA FINALITA DEL BANDO Lo scopo dell iniziativa è valorizzare lo sviluppo creativo di giovani professioniste/professionisti nelle professioni dello spettacolo dal vivo, del multimediale

Dettagli

DIREZIONE AMMINISTRATIVA SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO E TUTORATO

DIREZIONE AMMINISTRATIVA SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO E TUTORATO AREA DIDATTICA via Portello 31 35129 Padova tel +39 049 8273131 fax +39 049 8275030 service.studenti@unipd.it CF 80006480281 P.IVA 00742430283 DECRETO Rep. n. - Prot. n. Anno 2015 Tit.V Cl. 5 OGGETTO:BANDO

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA COMUNE DI BRESCIA SETTORE SICUREZZA URBANA E PROTEZIONE CIVILE BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli