Rivista per l Odontoiatra, l Igienista Dentale, l Assistente ed il Pediatra PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rivista per l Odontoiatra, l Igienista Dentale, l Assistente ed il Pediatra PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA"

Transcript

1 Rivista per l Odontoiatra, l Igienista Dentale, l Assistente ed il Pediatra PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA 52 GIUGNO 2008 ANNO

2 Stato di salute parodontale in una coorte eterogenea di pazienti disabili INTRODUZIONE PAROLE CHIAVE: Salute parodontale, igiene orale, disabili. I dati relativi la salute orale dei disabili in Italia sono scarsi: si tratta, generalmente, di rapporti basati su rilievi epidemiologici o di screening relativi a ristretti gruppi. Da una revisione della Letteratura il quadro che si delinea è univoco. I problemi di salute orale degli individui disabili sono complessi e sono dovuti in parte, ad anomalie congenite presenti alla nascita, in parte alla limitata possibilità di preoccuparsi personalmente della propria igiene orale o di ricevere adeguate cure e attenzioni in tale ambito 1. Nel vasto panorama dell handicap la salute del cavo orale è stata per lungo tempo ritenuta secondaria e marginale rispetto alle patologie invalidanti e il quadro generale è preoccupante: soggetti disabili con bassi livelli di igiene orale, gravi gengiviti e necessità di trattamento parodontale, elevata incidenza di carie rispetto alla popolazione sana e ricorso alle cure odontoiatriche quasi esclusivamente in situazioni di urgenza (ascesso, dolore, flemmone...) con interventi possibili che spesso sono solo quelli mutilanti della "bonifica estrattiva". In questa tipologia di popolazione il quadro di compromissione orale va ad aggravare le condizioni generali spesso già scadenti e a creare situazioni di potenziale rischio sistemico 2,3. Il seguente studio si occupa di analizzare lo stato di salute parodontale di una coorte di soggetti disabili appartenenti a differenti realtà sociali confermando l importanza predominante che assumono l organizzazione, la gestione e l informazione dei familiari/tu- Roberto Rozza*, Cinzia Plebani **, Gaetano Massara **, Annalisa Benetti ***, Marco Matti****, Laura Strohmenger***** * Responsabile reparto di Odontoiatria per disabili. Reparto di Odontoiatria per Disabili Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria Ospedale San Paolo, Milano. ** Igienista dentale. Reparto di Odontoiatria per Disabili Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria Ospedale San Paolo, Milano. *** Dottore di Ricerca in Odontoiatria per disabili. Reparto di Odontoiatria per Disabili Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria Ospedale San Paolo, Milano. **** Dottore di Ricerca in Epidemiologia Clinica. Reparto di Odontoiatria per Disabili Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria Ospedale San Paolo, Milano. ***** Professore ordinario di Malattie Odontostomatologiche. Reparto di Odontoiatria per Disabili Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria Ospedale San Paolo, Milano. Indirizzo per corrispondenza: Roberto Rozza, Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria, via Beldiletto 1/3 Milano. Con lo scopo di mettere in evidenza una relazione tra il livello di igiene orale e il contesto in cui vive il paziente disabile, è stato preso in considerazione un campione di 369 individui affetti da deficit psico-motori (168 M e 201 F) di età compresa tra 6 e 86 anni ed è stato suddiviso in 4 gruppi: istituzionalizzati/non istituzionalizzati, seguiti/non seguiti da programmi di terapia e prevenzione odontoiatrica. È stato rilevato l indice parodontale di comunità (CPI) ed è stato sottoposto a ciascun paziente un questionario inerente le abitudini di igiene orale, i prodotti e gli strumenti usati. PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA 2008;2:

3 tori che si occupano dell individuo e delle sue necessità quotidiane, in questo specifico caso dell igiene orale 4,5. Lo studio ha avuto inizio nel 2004 e si è svolto prendendo in considerazione cinque differenti realtà: la divisione odontoiatrica del Progetto D.A.M.A (Disabled Advanced Medical Assistance) dell Ospedale San Paolo di Milano, gli Ospedali Riuniti di Bergamo e le Comunità La Parolina, Beato L. Palazzolo e Sacra Famiglia. MATERIALI E METODI Lo studio è stato condotto su di un campione eterogeneo costituito da 369 individui affetti da deficit psico-motori, 168 M e 201 F, di età compresa tra i 6 e 86 anni, provenienti appunto da diversi ambienti sociali (residenziali o ambulatoriali), pervenuti alla nostra osservazione nel biennio Con lo scopo di mettere in evidenza una relazione tra il livello di igiene orale e il contesto in cui vive il paziente, il campione è stato suddiviso in quattro gruppi: G1: pazienti istituzionalizzati non seguiti da personale odontoiatrico con programmi di richiamo periodici; G2: pazienti istituzionalizzati seguiti da un programma di richiami periodici semestrali presso ambulatori odontoiatrici; G3: pazienti non istituzionalizzati non seguiti da programmi di richiamo periodici e controlli odontoiatrici; G4: pazienti non istituzionalizzati seguiti da richiami periodici semestrali presso ambulatori odontoiatrici. L attenzione è stata concentrata sulla valutazione del livello di igiene orale, sulla conoscenza delle basilari manovre d igiene orale domiciliare, sulla salute parodontale mediante indice CPI. L Indice Parodontale di Comunità, o CPI, rileva la salute dell apparato di sostegno del dente e si avvale per questo di tre indicatori: sanguinamento gengivale, tartaro e tasche parodontali. Negli adulti di età superiore ai 20 anni i denti indice sono: Per quanto riguarda la registrazione, i due molari vengono appaiati e, se uno dei due manca, non viene sostituito. Se non vi è alcun dente indice nel sestante, vengono esaminati quelli presenti e viene registrato l indice più alto come indice di quel sestante. Per quanto riguarda i giovani al di sotto dei vent anni, vengono presi in esame solo sei denti: 16, 11, 26, 36, 31 e 46, questo per evitare che solchi approfonditi associati all eruzione dei denti vengano confusi con tasche parodontali. Qualora manchino i denti indice, quindi, verranno sondati tutti i rimanenti denti in ogni sestante e registrato il punteggio più alto. Gli indici da utilizzare sono i seguenti: 0: sano; 1: sanguinamento, osservato direttamente o con lo specchietto, dopo il sondaggio; 2: tartaro, percepito al sondaggio nonostante sia visibile tutta la sezione nera della sonda; 3: tasca di 4-5 mm (bordo gengivale sulla sezione nera della sonda); 4: tasca di 6 mm o più (sezione nera della sonda non visibile); X: sestante escluso (meno di due denti presenti); 9: non registrato. La visita epidemiologica è stata eseguita mediante l utilizzo di sonde parodontali OMS, specchietti e pinzette college. Sono state utilizzate per l indagine due schede: una epidemiologica, e una scheda questionario inerente alle abitudini di igiene orale, i prodotti e gli strumenti utilizzati. 30 PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA 2008;2:29-33

4 RISULTATI Dall analisi è emerso come, pazienti residenti all interno di Comunità (G1, G2) abbiano un CPI estremamente differente a seconda che dispongano o Grafico 1 Patologie principali riscontrate nel campione. Grafico 2 Suddivisione in gruppi. Grafico 3 Media ponderata dell indice CPI per gruppi. meno di un ambulatorio odontoiatrico interno alla struttura. È evidente nel G1 un elevato tasso di sestanti esclusi, rappresentativo di parziale o totale edentulia, indice che nel G2 diminuisce di circa la metà, ma dove riscontriamo ancora condizioni igieniche, conseguentemente parodontali, precarie. È bene ricordare che abbiamo a che fare con persone che purtroppo, molto spesso, non sono in grado di farsi capire verbalmente o gestualmente, pertanto, quando avvertono dolore o fastidi si esprimono mediante pianti o lamenti di difficile interpretazione. Non disponendo di un servizio idoneo, gli operatori che prestano loro assistenza sono costretti a ricorrere a un servizio di pronto soccorso, ove, per problematiche odontoiatriche di questo tipo, oppure nel caso di elementi largamente compromessi, la linea conservativa viene abbandonata, per avvicinare una seppur invalidante, ma estremamente più veloce e meno dispendiosa terapia estrattiva. Nei gruppi di cui fanno parte i disabili residenti in famiglia, notiamo come il tasso di edentulismo si riduca ulteriormente, ma ancora si rileva un abbondante presenza di tartaro e un crescente indice 3 relativo alla presenza di tasche non superiori ai 5 mm; tasche superiori ai 5 mm (indice 4) sono difficilmente riscontrabili in questi pazienti, dato che, come abbiamo detto in precedenza, elementi largamente compromessi, sia da un punto di vista dentale, sia parodontale, sono destinati a terapia estrattiva. La condizione di salute (indice 0), gengivale e parodontale è pressoché inesistente in tutto il campione. Possiamo notare come il grafico sembri seguire l andamento classico, relativo alla popolazione sana, con un aumento della condizione di parziale o PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA 2008;2:

5 ANALISI QUESTIONARI Grafico 4 Media ponderata dell indice CPI per età. Sono stati utilizzati in questa indagine dei questionari relativi all igiene orale; le domande sono state prevalentemente rivolte ai genitori/tutori, al fine di ottenere risposte più attendibili. Dall analisi dei questionari si evince che i genitori/tutori che seguono direttamente i soggetti costituenti i G3 e G4 (non istituzionalizzati), si sono dimostrati soddisfatti della salute orale dei propri assistiti, indice anche di soddisfazione riguardo l inserimento, nel normale operato odontoiatrico, di un servizio di igiene e prevenzione con richiami periodici. Lo strumento maggiormente utilizzato per l esecuzione delle manovre di igiene orale domiciliare è lo spazzolino manuale; anche il dentifricio risulta essere spesso poco tollerato. Il tempo dedicato quotidianamente alle manovre di igiene orale risulta insufficiente. Genitori ed operatori per concedere autonomia, spesso lasciano che siano gli stessi disabili ad occuparsene, ma ciò si rivela troppo spesso inefficace. Grafico 5 Media ponderata indice CPI totali. CONCLUSIONI totale edentulia concomitante all aumento dell età. Pur tenendo presente che abbiamo a che fare con la fascia d età più bassa, è gratificante considerare come i soggetti di età compresa tra anni siano coloro che hanno potuto fino ad ora maggiormente beneficiare dell introduzione dei richiami di igiene e prevenzione, notiamo infatti un consistente aumento dell indice 1 e una preva- lenza degli indici 2 e 3, da ciò è deducibile una diminuzione delle terapie estrattive. Nel grafico 5 è facilmente deducibile il TN (treatment needs): è essenziale istruire e motivare soprattutto coloro che se ne occupano ma, la maggioranza dei soggetti esaminati necessita soprattutto di trattamenti di igiene professionale e richiami periodici. Ciò che è emerso dall analisi epidemiologica del campione, pone in evidenza che ci troviamo di fronte a un ambito assolutamente eterogeneo e variabile a seconda delle diverse situazioni sociali, abitudini igieniche ed età. Abbiamo visto come il tasso di edentulismo risulti alto nelle persone istituzionalizzate e come, in questo gruppo, nei pazienti seguiti da un programma odontoiatrico, aumenti la presenza di tartaro e tasche non profonde unite 32 PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA 2008;2:29-33

6 ad una diminuzione dell edentulismo; è inoltre apparso evidente un netto miglioramento delle condizioni igieniche orali per i pazienti che, oltre a essere seguiti da programma odontoiatrico, sono anche seguiti da genitori e familiari a casa. È necessario sensibilizzare i pazienti e le figure che ruotano intorno a essi al mantenimento di un buon livello di igiene orale, operando non solamente sul singolo individuo, ma attuando dei programmi informativi ed educativi su larga scala e ponendosi dei concreti obiettivi di miglioramento; è auspicabile che questi pazienti vengano sottoposti a una valutazione specifica, così da poter finalmente far parte anch essi di un programma di prevenzione (igiene orale individualizzata e di richiami periodici). È altresì importante sottolineare il ruolo dell igienista dentale nel contesto di un equipe pluridisciplinare e la necessità di includere un servizio odontoiatrico all interno delle comunità di accoglienza o di agevolare i contatti tra esse e i servizi di cura 6. Questi obiettivi, recepiti con la stessa definizione dei LEA odontoiatrici, e anche dallo Stato italiano diventano prioritari nella definizione della politica sanitaria dei prossimi anni. Una corretta igiene non è solamente sinonimo di prevenzione di malattia, ma assume anche rilevanza nei rapporti sociali, soprattutto in relazione ai già difficili rapporti che queste persone riescono a stringere, ritorniamo quindi a considerare il concetto di salute proprio dell OMS. BIBLIOGRAFIA 1. Nowak A J. Dental disease in handicapped persons. Spec Care Dentist.4:66-9, Steinberg AD, Zimmerman S. The Lincoln dental caries study: a three year evaluation of dental caries in persons with various mental disorders. J Am Dent Assoc 97:981-4, Lopez-Perez.R, Broges-Yanez SA, Jimenez- Garcia G, Maupame G. Oral Hygiene, gingivitis and periodontitis in person with Down syndrome. Spec Care Dent. 2007, 27: Kendall NP. Oral health of a group of non istitutionalized mentally handicapped adults in the UK. Community Dent Oral Epidemiol; 14:357-9, Randell DH, Harth S, Seak WK. Preventive dental health practise of a non-istituzionalized down s syndrome children: a controlled study. J Clin Pediatric Dent 1992;16: Ruth B, Pickard, Carol R. Dental hygienist as providers in long term care facilities. Spec Care Dentist 25 (1) :19-28, LETTURE CONSIGLIATE Strohmenger L, Ferro R. Odontoiatria di comunità, Masson Guastamacchia C, Ardizzone V. Igiene orale personalizzata, Masson Lindhe J. Parodontologia e implantologia dentale, Edi. Ermes Milano. Rozza R. Prevenzione orale nel disabile, Quintessenza Edizioni S.r.l Wilkins E. La pratica dell igienista dentale, Piccin PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA 2008;2:

Epidemiologia della salute orale nell anziano ed interventi di salute pubblica

Epidemiologia della salute orale nell anziano ed interventi di salute pubblica G GERONTOL 2006;LIV:110-114 Società Italiana di Gerontologia e Geriatria ARTICOLO DI AGGIORNAMENTO REVIEW Epidemiologia della salute orale nell anziano ed interventi di salute pubblica Oral health epidemiology

Dettagli

IL PERCORSO ODONTOIATRICO DEI PAZIENTI CON BISOGNI SPECIALI

IL PERCORSO ODONTOIATRICO DEI PAZIENTI CON BISOGNI SPECIALI S. I. M. O SOCIETA' ITALIANA MAXILLO ODONTOSTOMATOLOGICA IL PERCORSO ODONTOIATRICO DEI PAZIENTI CON BISOGNI SPECIALI. ESPERIENZE E NUOVE PROSPETTIVE PRESSO UOA DI ODONTOSTOMATOLOGIA DELL OSPEDALE MARTINI

Dettagli

ODONTOIATRIA SPECIALE INDIVIDUALIZZATA

ODONTOIATRIA SPECIALE INDIVIDUALIZZATA CORSO DI LAUREA IN IGIENE DENTALE Presidente: Prof. Luca Levrini ODONTOIATRIA SPECIALE INDIVIDUALIZZATA Michela Rossini Oltre 1 miliardo di persone sono le persone disabili al mondo, secondo le stime del

Dettagli

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE IGIENE DENTALE E PREVENZIONE Dispensa n.3 Introduzione Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l origine di molte patologie organiche sono dovute ai rapidi cambiamenti dello stile di vita

Dettagli

Global oral health of older people call for public health action

Global oral health of older people call for public health action Global oral health of older people call for public health action P.E. Petersen, D. Kandelman, S. Arpin, H. Ogawa Community Dental Health volume 27, numero 4, supplemento 2, dicembre 2010 L obiettivo di

Dettagli

S.M.I.L.E. un sorriso per tutti

S.M.I.L.E. un sorriso per tutti C.L.S. Il Cuore della Luna del Sud ( Associazione no profit di promozione sociale ) Anno scolastico 2014-2015 S.M.I.L.E. un sorriso per tutti a cura del Dott. Progetto di Promozione ed Educazione alla

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

Aspetti odontoiatrici Protocolli operativi preventodontici

Aspetti odontoiatrici Protocolli operativi preventodontici Fondazione IRCSS Ca Granda Università degli Studi di Milano Dipartimento di Scienze Biomediche Chirurgiche E Odontoiatriche Direttore: Prof. F. Santoro Corso di Laurea in Igiene Dentale Presidente: Prof.

Dettagli

Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013

Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013 Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013 Il Progetto Prevenzione, un idea di CLD nata nel 2011 e curata dalla dott.ssa Sara Zambelli, si prefiggeva di comprendere quanto l igiene orale

Dettagli

U.O.S. Pediatria di Comunità

U.O.S. Pediatria di Comunità U.O.S. Pediatria di Comunità U.O. C. Materno Infantile come avere denti da campione prevenzione primaria della carie anno scolastico 2012-2013 classi seconde della scuola primaria aggiornato al 25.07.2012

Dettagli

come avere denti da campione prevenzione primaria della carie

come avere denti da campione prevenzione primaria della carie Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria VICENTINO OVEST U..O.C.. MATTEERNO IINFFANTTIILLEE U..O.. PEDIATRIA DII COMUNITA educazione alla salute come avere denti da

Dettagli

Obiettivi dell intervento

Obiettivi dell intervento Alessandro Dr Vitali Guido Dr Benedetti Centro di Collaborazione OMS Epidemiologia e Odontoiatria di Comunità Università degli Studi di Milano Nuove prospettive in odontoiatria geriatrica: la ricerca della

Dettagli

IL RICORSO ALLE CURE ODONTOIATRICHE E LA SALUTE DEI DENTI IN ITALIA Anno 2013

IL RICORSO ALLE CURE ODONTOIATRICHE E LA SALUTE DEI DENTI IN ITALIA Anno 2013 6 luglio 2015 IL RICORSO ALLE CURE ODONTOIATRICHE E LA SALUTE DEI DENTI IN ITALIA Anno 2013 Le cure odontoiatriche hanno subìto una flessione negli anni della crisi economica. La quota di popolazione che

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA educazione alla salute come avere denti da campione prevenzione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI ISTRUZIONE E FORMAZIONE

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI ISTRUZIONE E FORMAZIONE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Martina Scarì Indirizzo Via Stelvio 94/B Sondalo(SO) Telefono +39 3405716002 E-mail scarmartina@tiscali.it

Dettagli

Roberta D AVENIA PUBBLICAZIONI

Roberta D AVENIA PUBBLICAZIONI Roberta D AVENIA PUBBLICAZIONI ASPETTI CLINICI COMPARATIVI DI ALCUNI MATERIALI COMPOSITI R.GRANDINI,F.BERTINI,R.D AVENIA,L.GIACHETTI. CONGRESSO NAZIONALE SUGLI ASPETTI SCIENTIFICI DEI MATERIALI DENTARI

Dettagli

APPUNTI SUL MERCATO DELL ODONTOIATRIA Il mercato italiano, il servizio pubblico, i Fondi Sanitari, il mercato negli Stati Uniti

APPUNTI SUL MERCATO DELL ODONTOIATRIA Il mercato italiano, il servizio pubblico, i Fondi Sanitari, il mercato negli Stati Uniti Ade Italia all Italy Protection Forum 2015 APPUNTI SUL MERCATO DELL ODONTOIATRIA Il mercato italiano, il servizio pubblico, i Fondi Sanitari, il mercato negli Stati Uniti Documento non riproducibile Rel.

Dettagli

cerebrale e conseguente tetraparesi spastica, è utile affidare questo compito ai genitori oppure compiere questa manovra in due persone per poi

cerebrale e conseguente tetraparesi spastica, è utile affidare questo compito ai genitori oppure compiere questa manovra in due persone per poi La prima visita odontoiatrica del paziente pediatrico affetto da disabilità R. D Avenia, L.C. Buracchi, S. Michelozzi, B. Barbarani, C. Villanacci Odontostomatologia Speciale Pediatrica, A.O.U. Meyer Firenze

Dettagli

PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri. di Gradisca d Isonzo. Comune di Gradisca d Isonzo

PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri. di Gradisca d Isonzo. Comune di Gradisca d Isonzo PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri di Gradisca d Isonzo Comune di Gradisca d Isonzo Indice QUADRO DI RIFERIMENTO E MOTIVAZIONI pag. 3 FINALITA, OBIETTIVI

Dettagli

Un progetto di prevenzione e terapia odontoiatrica su pazienti autistici in età evolutiva

Un progetto di prevenzione e terapia odontoiatrica su pazienti autistici in età evolutiva 1 Cagetti_4_13 25-03-2008 9:41 Pagina 5 Un progetto di prevenzione e terapia odontoiatrica su pazienti autistici in età evolutiva INTRODUZIONE PAROLE CHIAVE: Salute orale, autismo. Un cavo orale sano è

Dettagli

Circolo vizioso. Autismo e terapie odontoiatriche: un progetto per superare barriere e preconcetti ANSIA ODONTOIATRICA BASSO LIVELLO DI SALUTE ORALE

Circolo vizioso. Autismo e terapie odontoiatriche: un progetto per superare barriere e preconcetti ANSIA ODONTOIATRICA BASSO LIVELLO DI SALUTE ORALE Università degli Studi di Milano Centro di Collaborazione OMS per l Epidemiologia e l Odontoiatria di Comunità Coordinatore: prof. Laura Strohmenger Autismo e terapie odontoiatriche: un progetto per superare

Dettagli

C.I.P.O.O.O.C.M.F. A.N.P.O.

C.I.P.O.O.O.C.M.F. A.N.P.O. C.I.P.O.O.O.C.M.F. A.N.P.O. COLLEGIO ITALIANO DEI PRIMARI OSPEDALIERI DI ODONTOIATRIA, ODONTOSTOMATOLOGIA E CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE Associazione Nazionale Primari Ospedalieri È stato pubblicato in Gazzetta

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. Piazza Tiepolo, 3 06024 GUBBIO (PG) ITALIA e-mail: markpasco@marcopascolini.191.it Fax 075.922.85.39 Tel. 075.922.23.

GUIDA AI SERVIZI. Piazza Tiepolo, 3 06024 GUBBIO (PG) ITALIA e-mail: markpasco@marcopascolini.191.it Fax 075.922.85.39 Tel. 075.922.23. GUIDA AI SERVIZI LA STRUTTURA SANITARIA Studio dentistico ove si eseguono prestazioni diagnostiche e terapeutiche di tipo specialistico odontoiatriche in tutte le sue diverse branche. Prestazioni sanitarie

Dettagli

Dottore in Igiene Dentale

Dottore in Igiene Dentale Curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI Mezzena Alessio Via Monte Tasua 4, 09013 Carbonia (Italia) 3489913260 a.mezzena@gmail.com www.studio-mezzena.it Sesso Maschile Data di nascita 07/04/1990 Nazionalità

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Rocco Micciolo Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Tesi di Laurea in Igiene Dentale Anno Accademico 2010-2011 APPROCCIO INTEGRATO NELLA GESTIONE DELLA SALUTE ORALE DEI PAZIENTI PROTESICAMENTE RIABILITATI NELLA COMUNITÀ

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PELUFFO, COCCIA, MARTELLA, VERINI. Istituzione della figura dell odontoiatra di famiglia

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PELUFFO, COCCIA, MARTELLA, VERINI. Istituzione della figura dell odontoiatra di famiglia Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 239 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PELUFFO, COCCIA, MARTELLA, VERINI Istituzione della figura dell odontoiatra di famiglia Presentata

Dettagli

guida pratica per la salute orale del paziente disabile

guida pratica per la salute orale del paziente disabile Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari U.O. di Odontostomatologia Direttore: Prof.ssa Pietrina Franca Lugliè guida pratica per la salute orale del paziente disabile A cura dell Igienista dentale

Dettagli

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL LUISA GUIDOTTI HOSPITAL Proposta di progetto: Oral Health Programme Presentato da: Dr Massimo Migani (Direttore del LGH) 29 Novembre 2014 Fornire un servizio di prevenzione e cura delle patologie orali

Dettagli

STATO DI SALUTE ORALE IN UN GRUPPO DI PAZIENTI AFFETTI DA SCLEROSI SISTEMICA Benetti A., Petrignano G., Rozza R., L. Strohmenger

STATO DI SALUTE ORALE IN UN GRUPPO DI PAZIENTI AFFETTI DA SCLEROSI SISTEMICA Benetti A., Petrignano G., Rozza R., L. Strohmenger STATO DI SALUTE ORALE IN UN GRUPPO DI PAZIENTI AFFETTI DA SCLEROSI SISTEMICA Benetti A., Petrignano G., Rozza R., L. Strohmenger Reparto di odontoiatria per pazienti disabili. Clinica Odontoiatrica Ospedale

Dettagli

RILEVAMENTO EPIDEMIOLOGICO NELLE CLASSI III, IV, V ELEMENTARI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI NOALE - 2015

RILEVAMENTO EPIDEMIOLOGICO NELLE CLASSI III, IV, V ELEMENTARI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI NOALE - 2015 Università degli Studi di RILEVAMENTO EPIDEMIOLOGICO NELLE CLASSI III, IV, V ELEMENTARI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI NOALE - 2015 La presente relazione si riferisce all intervento di promozione della salute

Dettagli

Le iniziative di Promozione Salute in eni

Le iniziative di Promozione Salute in eni Convegno Progetto Ricerca Stargate People Care: dalle malattie critiche alle prassi relazionali aziendali Le iniziative di Promozione Salute in eni www.eni.it Milano 26 ottobre 2011 Auditorium Assolombarda

Dettagli

Dentas Informa. Scopri di più

Dentas Informa. Scopri di più Dentas Informa Sempre più articoli della recente letteratura dimostrano l implicazione della parodontite (conosciuta anche come piorrea) con importanti malattie di tipo organico Scopri di più Parodontite

Dettagli

PER NOI IL PAZIENTE È PRIMA DI TUTTO UNA PERSONA

PER NOI IL PAZIENTE È PRIMA DI TUTTO UNA PERSONA PER NOI IL PAZIENTE È PRIMA DI TUTTO UNA PERSONA Introduzione Il Consorzio D32 raccoglie studi professionali operanti nel campo della medicina dentale che si sottopongono costantemente e volontariamente

Dettagli

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL LUISA GUIDOTTI HOSPITAL Proposta di progetto: Oral Health Programme Presentato da: Dr Maria Elena Pesaresi (LGH - Medical Superintendent) (Luisa Guidotti Hospital) 02 Dicembre 2013 Fornire un servizio

Dettagli

Confronto internazionale e

Confronto internazionale e CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale Confronto internazionale e suggestioni di policy Francesco Longo Francesco Longo 09/11/2010 Agenda 1. Confronto internazionale

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

Laboratorio Servizi nell area DISABILI

Laboratorio Servizi nell area DISABILI Laboratorio Servizi nell area DISABILI 1 Studio sui servizi alla persona disabile a Roma Luglio 2007 Nella legislazione italiana, la tutela assistenziale del cittadino disabile si è avuta: 1. Negli anni

Dettagli

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1 Clinica di Mestre Brochure per festa 1 La professionalità del tuo medico L eccellenza del nostro servizio Brochure per festa 2 LA FILOSOFIA LCO MISSIONE E VALORI I PUNTI DI FORZA I PROFESSIONISTI CHE OPERANO

Dettagli

Guida al Piano Sanitario Odontoiatrico per il Fondo Sanilog per i lavoratori dipendenti di aziende applicanti il CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E

Guida al Piano Sanitario Odontoiatrico per il Fondo Sanilog per i lavoratori dipendenti di aziende applicanti il CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E Guida al Piano Sanitario Odontoiatrico per il Fondo Sanilog per i lavoratori dipendenti di aziende applicanti il CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE Procedure a carico dell Assicurato 1. L Assicurato,

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Bocca e Cuore ooklets

Bocca e Cuore ooklets Bocca e Cuore ooklets Una guida per i pazienti Booklets Per aiutare a migliorare qualità e sicurezza delle cure pubblichiamo una collana di guide ( ) con lo scopo di fornire ai pazienti ed ai loro famigliari

Dettagli

CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI

CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI Allegato A alla Delib.G.G.R. n. 9/15 del 12.2.2013 CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI Per la predisposizione e valutazione dei Piani Personalizzati di sostegno relativi

Dettagli

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari Comunicato stampa Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari grazie ad una convenzione tra Ausl, Fondazione e

Dettagli

ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS

ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS Dott. Maurizio Ricci U. O. Medicina Riabilitativa Azienda Ospedaliero- Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona

Dettagli

Prof. Vincenzo Campanella nato a Roma il 25/04/1959

Prof. Vincenzo Campanella nato a Roma il 25/04/1959 Prof. Vincenzo Campanella nato a Roma il 25/04/1959 RELAZIONE SU ATTIVITA DIDATTICA E SCIENTIFICA PROFESSORE ASSOCIATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA 1986 Laurea in Medicina e Chirurgia presso

Dettagli

Si iscrive nel 1975 alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'universita' degli studi di Pavia.

Si iscrive nel 1975 alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'universita' degli studi di Pavia. Il dottor Franco Vezzoni è nato a Milano il 27/10/1956. Si iscrive nel 1975 alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'universita' degli studi di Pavia. Durante l'anno accademico 1978/79 ha frequentato

Dettagli

VIVERE MEGLIO A MILANO. La carta dei diritti dei cittadini malati

VIVERE MEGLIO A MILANO. La carta dei diritti dei cittadini malati Le giornate della salute per VIVERE MEGLIO A MILANO La carta dei diritti dei cittadini malati Milano, Sala Alessi - Palazzo Marino 19 maggio 2012, 9.00-12.30 Walter Locatelli Direttore Generale ASL Milano

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa dei deputati: Quartiani, De Biasi, Giachetti ISTITUZIONE DELLA FIGURA DELL ODONTOIATRA DI FAMIGLIA ONOREVOLI COLLEGHI - la presente proposta di legge

Dettagli

Prognosi parodontale: metodo di valutazione obiettiva e implicazioni clinico-pratiche

Prognosi parodontale: metodo di valutazione obiettiva e implicazioni clinico-pratiche 12 Prognosi parodontale: metodo di valutazione obiettiva e implicazioni clinico-pratiche Leonardo Trombelli, DDS, PhD, Roberto Farina, DDS, PhD, MSc Centro di Ricerca e Servizi per lo Studio delle Malattie

Dettagli

guida ai servizi di psichiatria adulti

guida ai servizi di psichiatria adulti Dipartimento di Salute Mentale guida ai servizi di psichiatria adulti del Dipartimento di Salute Mentale Copia Prodotta Internamente dal Servizio Informazione e Comunicazione Ausl Imola Luglio 2005 Suggerimenti,

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WK21U ATTIVITÀ 86.23.00 ATTIVITÀ DEGLI STUDI ODONTOIATRICI Luglio 2012 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore VK21U Attività degli studi odontoiatrici,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E RESO SOTTO FORMA DI AUTOCERTIFICAZIONE AI SENSI DEL DPR N. 445/2000 IO SOTTOSCRITTA VACCARO ANNA, CF. VCCNNA90L47H269F, AI SENSI E PER

Dettagli

L approccio odontoiatrico al paziente affetto da Sindrome di Down

L approccio odontoiatrico al paziente affetto da Sindrome di Down L approccio odontoiatrico al paziente affetto da Sindrome di Down Dr Claudio Gallo Servizio di Odontoiatria di Comunità Azienda ULSS 14 Presidio Ospedaliero di Piove di Sacco (PD) Apparato stomatognatico

Dettagli

I dati integrati dei sistemi di sorveglianza sugli eventi infortunistici in ambito stradale anno 2012

I dati integrati dei sistemi di sorveglianza sugli eventi infortunistici in ambito stradale anno 2012 AZIENDA USL ROMA F Dipartimento di Prevenzione I dati integrati dei sistemi di sorveglianza sugli eventi infortunistici in ambito stradale anno 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha

Dettagli

Allegato 1. N identificativo della linea progettuale del programma ccm: ANALISI STRUTTURATA DEL PROBLEMA

Allegato 1. N identificativo della linea progettuale del programma ccm: ANALISI STRUTTURATA DEL PROBLEMA Allegato 1 PROGETTAZIONE E SPERIMENTAZIONE DI UN SISTEMA SOSTENIBILE DI INCREMENTO E MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DELL OFFERTA ASSISTENZIALE ODONTOIATRICA PER PAZIENTI CON DIFFICOLTA DI ACCESSO ALLE CURE

Dettagli

PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLA PERIMPLANTITE ATTRAVERSO PROTOCOLLI AFFIDABILI MARIO BERETTA PAOLO CASENTINI DENIS CECCHINATO SABATO 7 MAGGIO 2016

PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLA PERIMPLANTITE ATTRAVERSO PROTOCOLLI AFFIDABILI MARIO BERETTA PAOLO CASENTINI DENIS CECCHINATO SABATO 7 MAGGIO 2016 PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELLA PERIMPLANTITE ATTRAVERSO PROTOCOLLI AFFIDABILI MARIO BERETTA PAOLO CASENTINI DENIS CECCHINATO SABATO 7 MAGGIO 2016 NOVOTEL FIRENZE NORD PROGRAMMA SCIENTIFICO Moderatore:

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO

PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO Delle strategie REGIONALI (B) a cura di Sara Barsanti Introduzione L area di valutazione del conseguimento delle strategie regionali (area B) ha

Dettagli

STUDIO DI SETTORE VK21U ATTIVITÀ 86.23.00 ATTIVITÀ DEGLI STUDI ODONTOIATRICI

STUDIO DI SETTORE VK21U ATTIVITÀ 86.23.00 ATTIVITÀ DEGLI STUDI ODONTOIATRICI STUDIO DI SETTORE VK21U ATTIVITÀ 86.23.00 ATTIVITÀ DEGLI STUDI ODONTOIATRICI Febbraio 2009 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore UK21U Attività degli studi odontoiatrici è stata condotta analizzando

Dettagli

Igiene orale in soggetti istituzionalizzati affetti da ritardo mentale

Igiene orale in soggetti istituzionalizzati affetti da ritardo mentale IGIENE ORALE Igiene orale in soggetti istituzionalizzati affetti da ritardo mentale F. Pregliasco, *P. Ottolina, **C. Pinnavaia, **S. Costa Università degli Studi di Milano Istituto di Virologia Direttore:

Dettagli

La Prima Visita. La raccolta delle informazioni. La visita di rivalutazione

La Prima Visita. La raccolta delle informazioni. La visita di rivalutazione Condurre una corretta visita odontoiatrica è l unico presupposto per la giusta diagnosi, per un efficace comunicazione tra medico e paziente, quindi per la condivisione ed il successo della terapia. La

Dettagli

PROGRAMMA SPERIMENTALE DI ODONTOIATRIA SOCIALE PER GLI ANZIANI Protocollo per le Unità Operative di Terapia

PROGRAMMA SPERIMENTALE DI ODONTOIATRIA SOCIALE PER GLI ANZIANI Protocollo per le Unità Operative di Terapia programma sperimentale Ministero della Salute sorriso un gli per anziani Regione Lazio di odontoiatria sociale PROGRAMMA SPERIMENTALE DI ODONTOIATRIA SOCIALE PER GLI ANZIANI Protocollo per le Unità Operative

Dettagli

Lo Studio Dentistico Sajjadi propone tariffe speciali per alcune categorie:

Lo Studio Dentistico Sajjadi propone tariffe speciali per alcune categorie: Lo Studio Dentistico Sajjadi propone tariffe speciali per alcune categorie: Forze dell Ordine Militari Studenti Pensionati Inoltre : STUDIO DENTISTICO Dott. Mirali Sajjadi Via F.P. Michetti, n 1 67100

Dettagli

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Schulzahnklinik Arbon Telefon: 071 446 65 61 Stacherholzstrasse 32 Fax: 071 446 65 67 9320 Arbon E-Mail: szk.arbon@psgarbon.ch Basi La cura

Dettagli

M. Schiavoni, Infermiera neolaureata in Scienze Inf.che ed Ostetriche

M. Schiavoni, Infermiera neolaureata in Scienze Inf.che ed Ostetriche Codice colore in Pronto Soccorso: Valutazione della corretta attribuzione da parte dell infermiere di triage M. Schiavoni, Infermiera neolaureata in Scienze Inf.che ed Ostetriche T. Campanelli, Coordinatore

Dettagli

Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali

Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali Terapia del dolore e cure palliative: il progetto sperimentale per la creazione di reti assistenziali 2/5 La Conferenza Stato Regioni il 25 marzo scorso ha approvato la proposta per la realizzazione degli

Dettagli

X che negli ultimi due anni NON ha avuto rapporti diretti di finanziamento con

X che negli ultimi due anni NON ha avuto rapporti diretti di finanziamento con Il sottoscritto BERTOLIN ANNALISA ai sensi dell art. 3.3 sul Conflitto di Interessi, pag. 17 del Reg. Applicativo dell Accordo Stato Regione del 5 novembre 2009, dichiara X che negli ultimi due anni NON

Dettagli

Terapia chirurgica orale

Terapia chirurgica orale CHIRURGIA ORALE Studio Santoro Terapia chirurgica orale La chirurgia orale è quella branca dell Odontoiatria che si occupa di varie problematiche inerenti la necessità di avulsione di elementi dentari

Dettagli

Parodontologia & Protesi Una meravigliosa opportunità per conservare i denti

Parodontologia & Protesi Una meravigliosa opportunità per conservare i denti Corso Teorico Pratico 2012 Parodontologia & Protesi Una meravigliosa opportunità per conservare i denti Dr. Alberto Fonzar Crediti Formativi (ECM) richiesti CORSO ANNUALE PER ODONTOIATRI Consigliata la

Dettagli

SMART BRUSHING. Ti aiuta a monitorare la salute orale

SMART BRUSHING. Ti aiuta a monitorare la salute orale SMART BRUSHING Ti aiuta a monitorare la salute orale VISION Noi crediamo in un mondo dove le persone si prendono cura del loro benessere personale in modo cosciente e responsabile. IL PRESENTE Le nuove

Dettagli

Odontoiatria e Protesi Dentaria

Odontoiatria e Protesi Dentaria Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Odontoiatria e Protesi Dentaria Classe LM- - Odontoiatria e protesi dentaria Test di accesso: 8 settembre 0 - N studenti*: 0+ (stranieri residenti all estero)

Dettagli

Di nuovo i tuoi denti e il tuo sorriso!

Di nuovo i tuoi denti e il tuo sorriso! Di nuovo i tuoi denti e il tuo sorriso! Grazie agli impianti dentali! Ritrovare il proprio sorriso è ritrovare gioia e voglia di vita La perdita parziale o totale dei denti rappresenta per le persone adulte

Dettagli

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 ottobre 2009 CANNOCCHIALE...1 CANNOCCHIALE...2 CANNOCCHIALE...3 PANORAMA...5 PANORAMA...6 EUREKA...

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 ottobre 2009 CANNOCCHIALE...1 CANNOCCHIALE...2 CANNOCCHIALE...3 PANORAMA...5 PANORAMA...6 EUREKA... CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 ottobre 2009 CANNOCCHIALE...1 INCENTIVI PER L ACQUISTO DI MOTOCICLI E BICICLETTE... 1 CANNOCCHIALE...2 FINANZIARIA 2010: PROROGA DETRAZIONI PER CHI RISTRUTTURA CASA...

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Comune e Ausl realizzano il Centro per l Autismo per dare una risposta integrata alle famiglie

COMUNICATO STAMPA. Comune e Ausl realizzano il Centro per l Autismo per dare una risposta integrata alle famiglie COMUNICATO STAMPA Comune e Ausl realizzano il Centro per l Autismo per dare una risposta integrata alle famiglie Parma, 2 aprile 2010. Sorgerà in via La Spezia, nei locali della ex scuola elementare San

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 12 dicembre 2007, n. 22

LEGGE PROVINCIALE 12 dicembre 2007, n. 22 LEGGE PROVINCIALE 12 dicembre 2007, n. 22 Disciplina dell'assistenza odontoiatrica in provincia di Trento INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità Art. 2 - Assistenza odontoiatrica a favore dei soggetti in età

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n.42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Dipartimento delle Unità Organizzative della Direzione dei Servizi

Dettagli

Riconoscimento del lavoro di cura del familiare caregiver e integrazione dell assistenza domiciliare in favore dei malati di SLA della Sardegna.

Riconoscimento del lavoro di cura del familiare caregiver e integrazione dell assistenza domiciliare in favore dei malati di SLA della Sardegna. Allegato alla Delib.G.R. n. 49/14 del 7.12.2011 PROGETTO: Riconoscimento del lavoro di cura del familiare caregiver e integrazione dell assistenza domiciliare in favore dei malati di SLA della Sardegna.

Dettagli

Metodo per la valutazione del rischio individuale in Parodontologia

Metodo per la valutazione del rischio individuale in Parodontologia Come può modificare il suo livello di rischio? Dalla corretta attuazione di procedure preventive e terapeutiche atte a diminuire il livello di rischio per la Parodontite deriva una migliore probabilità

Dettagli

QUARTO BAROMETRO INTERNAZIONALE SULLA SALUTE. Nota di sintesi

QUARTO BAROMETRO INTERNAZIONALE SULLA SALUTE. Nota di sintesi QUARTO BAROMETRO INTERNAZIONALE SULLA SALUTE Nota di sintesi Milano, 21 Settembre 2010 Per gli italiani poca fiducia nel sistema e nella classe medica. Meglio affidarsi al web per acquisire informazioni

Dettagli

Il miglioramento delle cure urgenti

Il miglioramento delle cure urgenti Ogni anno più di 1 milione e 700 mila cittadini in Emilia-Romagna si rivolgono al pronto soccorso quando hanno un problema sanitario. È un numero che tende a crescere costantemente determinando spesso

Dettagli

Progetto generale di articolazione delle attività formative e di perfezionamento e delle attività pratiche e la suddivisione dei relativi crediti

Progetto generale di articolazione delle attività formative e di perfezionamento e delle attività pratiche e la suddivisione dei relativi crediti Parodontologia (Biennale - III edizione) Livello II CFU 60 Direttore del Corso Prof. Pier Francesco Nocini; Coordinatore Tecnico Scientifico:Prof. Giorgio Lombardo Comitato Scientifico Il Comitato Scientifico

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia Anno 2005

Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia Anno 2005 9 dicembre 2008 Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia Anno 2005 Con l indagine multiscopo Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari l Istat raccoglie informazioni

Dettagli

Workshop Sorveglianza della violenza e degli incidenti: riconoscimento ed intervento nei casi osservati in ambito ospedaliero e sanitario

Workshop Sorveglianza della violenza e degli incidenti: riconoscimento ed intervento nei casi osservati in ambito ospedaliero e sanitario Workshop Sorveglianza della violenza e degli incidenti: riconoscimento ed intervento nei casi osservati in ambito ospedaliero e sanitario Assistenza dei casi di violenza: triage e percorso in Pronto Soccorso

Dettagli

Titolo, oggetto e obiettivo del Progetto: Obiettivo Primario

Titolo, oggetto e obiettivo del Progetto: Obiettivo Primario Titolo, oggetto e obiettivo del Progetto: Studio clinico randomizzato, con gruppo di controllo, sull Agopuntura Tradizionale Cinese come Terapia di Supporto in pazienti sottoposti a trattamento Chemioterapico

Dettagli

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e dell'area Critica. Interpello DMEP 2015/4

Dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e dell'area Critica. Interpello DMEP 2015/4 Dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e dell'area Critica Interpello DMEP 2015/4 Visto l articolo 4 comma 1 lett b) del Regolamento di ateneo per l attribuzione degli incarichi di insegnamento;

Dettagli

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Daniela Batisti SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Guida per mamme e papà alla prevenzione della carie Daniela Batisti, Sporchicini nascosti tra i dentini Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BINETTI, BOBBA, CALGARO, COLANINNO, GRASSI, FARINONE, SARUBBI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BINETTI, BOBBA, CALGARO, COLANINNO, GRASSI, FARINONE, SARUBBI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 623 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BINETTI, BOBBA, CALGARO, COLANINNO, GRASSI, FARINONE, SARUBBI Disposizioni in materia di accertamenti

Dettagli

Parodontologia (III edizione) Livello II 60 CFU

Parodontologia (III edizione) Livello II 60 CFU Parodontologia (III edizione) Livello II 60 CFU Direttore del corso Prof. Pier Francesco Nocini Comitato Scientifico Il Comitato Scientifico è composto dai seguenti docenti del Corso di Laurea in Odontoiatria

Dettagli

I NUOVI TRAGUARDI DELL IMPLANTOLOGIA

I NUOVI TRAGUARDI DELL IMPLANTOLOGIA I NUOVI TRAGUARDI DELL IMPLANTOLOGIA La chirurgia Piezo aiuta a risolvere i casi più difficili. Intervento del Dott. Stefano Dallari - Specialista in Odontostomatologia Profilo biografico Il Dott. Stefano

Dettagli

PREVALENZA PATOLOGIA CARIOSA

PREVALENZA PATOLOGIA CARIOSA PREVENZIONE il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute

Dettagli

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite Guida per il paziente Gengivite e parodontite La parodontite è più comune di quanto tu possa immaginare. Circa il 40% degli adulti soffre di questa patologia - spesso senza esserne a conoscenza. Le condizioni

Dettagli

L odontoiatria in Italia e proposte di policy

L odontoiatria in Italia e proposte di policy L odontoiatria in Italia e proposte di policy Enrico GHERLONE Professore Ordinario Malattie Odontostomatologiche Primario Servizio di odontoiatria, Istituto Scientifico Universitario San Raffaele Presidente

Dettagli

MEDICINA DEL MIGRANTE

MEDICINA DEL MIGRANTE MEDICINA DEL MIGRANTE Lecco 29 novembre 2013 S E R V I Z I O M E D I C I N A L E G A L E D R D A N I E L E C O P P O L A 2 Il Servizio di Medicina Legale per alcuni aspetti, si presta ad essere un osservatorio

Dettagli

Prevenzione e terapie odontoiatriche

Prevenzione e terapie odontoiatriche Prevenzione e terapie odontoiatriche Silvia Pizzi Università degli Studi di Parma Dipartimento SBiBiT Polo Odontostomatologico Servizio Sanitario Regionale Emilia-Romagna Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

Prevenzione dentale in Italia

Prevenzione dentale in Italia Prevenzione dentale in Italia La situazione reale La situazione ideale situazione reale Gli italiani, in media: lavano i denti 1,3 volte al giorno * cambiano lo spazzolino 1,2 volte all anno * cominciano

Dettagli

Prima del trattamento con bifosfonati endovena. Misure preventive per pazienti oncologici ed ematologici

Prima del trattamento con bifosfonati endovena. Misure preventive per pazienti oncologici ed ematologici Prima del trattamento con bifosfonati endovena. Misure preventive per pazienti oncologici ed ematologici A.FASCIOLO, S.O.C. ORL. Direttore Dott. Raffaele Sorrentino ONJ Fattori di rischio Tipo bifosfonato

Dettagli