Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 1

2 2

3

4

5 INDICE Introduzione di Guido, luca e paolo Barilla...5 The Italian Food Company. Since Una famiglia scrive la storia di una grande azienda...17 Buono per te, sostenibile per il pianeta : il modo di operare di Barilla...27 Il saper fare : i prodotti Barilla dal campo alla tavola...31 La comunicazione al servizio delle persone e delle comunità

6

7 Andiamo avanti, andate avanti con coraggio Introduzione a cura di Guido, luca e Paolo Barilla I l titolo che abbiamo scelto è l ultimo messaggio che ci ha lasciato nostro padre prima di andarsene. Per andare sempre avanti e guardare al futuro occorre prima di tutto essere consapevoli della nostra storia, ovvero dell idea che abbiamo del fare impresa da quattro generazioni. La storia è caratterizzata da pochi ma chiari concetti. La nostra è un azienda familiare e italiana che propone prodotti di qualità per il benessere delle persone e delle comunità che ci ospitano. Questo approccio, che oggi molti definiscono sostenibile, per noi è sempre stato semplicemente il modo in cui facciamo il nostro mestiere. Consideriamo la proprietà dell azienda non come un privilegio personale, ma come una responsabilità per la trasmissione di un eredità fatta di competenze e conoscenze che debbono essere alimentate nel tempo, attraverso le generazioni che verranno. Siamo fieri del nostro passato ma altrettanto consapevoli che dobbiamo sempre guardare avanti. Il nostro domani infatti prevede grandi opportunità ma anche grandi responsabilità. Per decenni le aziende sono state gestite avendo la crescita quantitativa - fatta di volumi, quote di mercato e profitti - come unico punto di riferimento. Questa visione è oggi anacronistica, non è più realistica; e mentre il valore di cosa si produce e come lo si produce sta riacquistando la giusta dimensione e si comincia finalmente a parlare di concetti quali valore e sobrietà, l unica certezza che abbiamo è che il futuro è incerto e la complessità una costante di qualsiasi scenario socio-economico. Alcuni grandi paradossi - ad esempio ancora oggi assistiamo ad un miliardo di persone denutrite o malnutrite mentre un altro miliardo di persone si ammala per eccesso di cibo - ci fanno riflettere e impongono con forza a noi e ai nostri collaboratori di prendere coscienza degli stessi mentre pensiamo e disegniamo la Barilla del futuro. Negli anni abbiamo sempre operato per interpretare e declinare al meglio, nel nostro modo di essere e nei nostri prodotti, un concetto di qualità evolutivo. Se oggi disponibilità, gusto, sicurezza restano requisiti qualitativi di base di un qualsivoglia prodotto alimentare, noi cerchiamo con pervicacia di migliorare i benefici nutrizionali e ambientali dei nostri prodotti e delle nostre operazioni. Perché quando si tratta di cibo e nutrizione, tutto ruota intorno al concetto di benessere delle Persone a cui ci rivolgiamo e del Pianeta che ci ospita. Il nostro lavoro si distingue da sempre per la ricerca Consideriamo la proprietà dell azienda non come un privilegio personale, ma come una responsabilità per la trasmissione di un eredità fatta di competenze e conoscenze che debbono essere alimentate nel tempo, attraverso le generazioni che verranno. 7

8 di un miglioramento continuo del nostro saper fare. è quello che chiediamo a ciascuno dei nostri collaboratori: portare avanti continuamente il mestiere che ci hanno lasciato i nostri padri e che consegneremo ai nostri figli, se possibile migliorandolo un poco ogni giorno, ognuno nelle rispettive competenze e responsabilità. Questa è l essenza del nostro lavoro. Il tutto all interno, e come Barilla al centro, di una lunga e complessa filiera agro-alimentare, che nasce dal campo dei coltivatori delle materie prime, per continuare attraverso un viaggio fatto di trasporto, controllo qualità, ricerca, produzione e trasformazione, confezionamento, comunicazione e distribuzione; il tutto per finire semplicemente sulle tavole delle persone a cui vogliamo donare ogni giorno un momento di gusto e convivialità attraverso i nostri prodotti. L impegno della nostra Famiglia è tutto teso a che l organizzazione e le nostre persone, con le loro competenze e la loro passione, siano compatti, coesi e concentrati perché il nostro saper fare si traduca in idee, prodotti, successi. Proprio in questi tempi difficili e instabili, in un epoca di incertezze sociali ed economiche senza precedenti in cui il mondo è stato travolto da operazioni di ingegneria finanziaria noi dobbiamo rimanere fedeli più che mai alla nostra missione: produrre beni tangibili di cui le persone hanno bisogno. Se sapremo ascoltarle e comprenderle, il valore che sapremo generare per queste persone continuerà ad essere la forza della nostra Azienda. GUIDO BARILLA LUCA BARILLA PAOLO BARILLA 8

9 9

10 ANDIA pietro BARILLA Il Fondatore 10 riccardo BARILLA L industrializz

11 MO AVANTI, ANDAT azione 11 pietro BARILLA LA VISIONE

12 E AVANTI CON CORA luca12 BARILLA I nostri giorni paolo BARILLA I nostri gio

13 GGIO rni 13 guido BARILLA I nostri giorni

14 14

15 THE ITALIAN FOOD COMPANY SINCE 1877 Barilla è tra i primi gruppi alimentari italiani, leader nel mercato della pasta nel mondo, dei sughi pronti in Europa, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei Paesi Scandinavi. Alla guida della Società c è, da quasi 140 anni, una famiglia che, con i fratelli Guido, Luca, Paolo è giunta alla quarta generazione. Impegnata in tutte le categorie di prodotto che sono alla base del modello alimentare mediterraneo, Barilla propone prodotti di uso quotidiano, ricercando l eccellenza per gusto e prestando costante attenzione all equilibrio nutrizionale. Barilla realizza il suo fatturato nell area del primo piatto all italiana (pasta e sughi pronti), nei prodotti da forno (biscotti, pasticceria industriale, torte, snack, merende, pani morbidi, pani croccanti, cereali). Il Gruppo impiega oltre persone e possiede 41 siti produttivi. Barilla dispone di 15 marche. Dagli stabilimenti escono ogni anno 2,3 milioni di tonnellate di prodotti con i marchi Barilla, Mulino Bianco, Voiello, Pavesi, Gran Cereale, Pan di Stelle, Wasa, Harry s (Francia e Russia), Lieken Urkorn e Golden Toast (Germania), Academia Barilla, Misko (Grecia), Filiz (Turchia), Yemina e Vesta (Messico). Oltre mille prodotti, adatti ai diversi momenti di consumo quotidiano, sono distribuiti in 100 Paesi. I risultati ottenuti e il modo di perseguirli fanno di Barilla una delle aziende alimentari più considerate nel mondo come espressione del saper fare italiano. La sua capacità competitiva è la conseguenza di una visione a lungo termine che si basa su logiche di natura industriale - e non esclusivamente finanziaria - che le hanno permesso di crescere in modo solido e costante nel tempo, facendole acquisire la reputazione di Società capace di gestire le filiere di riferimento: dal campo al piatto, dalla materia prima al punto di vendita. La supervisione di questi processi comporta il controllo continuo e proattivo delle filiere. Questo approccio sistemico si avvale di competenze tecnologiche frutto di esperienze ormai secolari. Tuttavia, la trasformazione industriale di materie prime tramite impianti efficienti e ad alta produttività in grado di generare elevati standard qualitativi non sarebbe sufficiente per decretare il successo di un percorso competitivo duraturo. La vera costante indispensabile è la capacità di generare innovazione ad alto valore aggiunto per le persone e le famiglie di tutto il mondo. In contesti economici e sociali sempre più complessi in cui si configurano scenari incerti e difficilmente prevedibili, Barilla vuole prendere parte attiva nella costruzione del futuro, interpretando e anticipando il cambiamento. Fedele al suo approccio di lungo perio- La visione Aiutiamo le persone a vivere meglio, portando ogni giorno nella loro vita il benessere e la gioia del mangiar bene. 15

16 i nostri valori curiosità intellettuale, passione, fiducia, integrità, coraggio do e basandosi, come sempre, sul coraggio, la passione e la competenza delle sue persone, Barilla ritiene che la sua crescita debba sempre più avvenire in parallelo a quella della società civile, mettendo in sintonia gli interessi aziendali con quelli generali. La sua responsabilità imprenditoriale viene espressa in un contesto di sostenibilità complessiva del sistema, con strategie volte a realizzare processi produttivi, prodotti e risultati finalizzati al benessere delle persone e alla tutela dell ambiente. La missione Dal 1877 BARILLA è l azienda italiana e familiare che interpreta l alimentazione come un momento conviviale di gioia, ricco di gusto, AFFETTO e condivisione. BARILLA Propone un offerta di qualità fatta di prodotti gustosi e sicuri. BARILLA Crede nel modello alimentare italiano che combina ingredienti di qualità superiore e ricette semplici, offrendo esperienze uniche ai cinque sensi. Il senso di appartenenza, il coraggio e la curiosità intellettuale ispirano il nostro modo di essere e identificano le persone con le quali lavoriamo. Barilla lega da sempre il suo sviluppo al benessere delle persone e delle comunità in cui opera. 16

17 Date da mangiare alla gente quello che dareste ai vostri figli. pietro BARILLA 17

18 18

19 UNA FAMIGLIA SCRIVE LA STORIA DI UNA GRANDE AZIENDA Barilla nasce nel 1877 quando Pietro Barilla apre una piccola bottega di pane e pasta. Da quel momento la storia dell azienda, per quasi un secolo, corre parallela a quella della pasta, che inizia a diffondersi in tutti gli strati sociali. Nel 1910 viene inaugurato lo stabilimento e l attività, fino ad allora del tutto artigianale, assume le prime connotazioni industriali. Dopo la prematura scomparsa di uno dei figli di Pietro, Gualtiero, nel 1919, il fratello Riccardo Barilla, in oltre vent anni di attività, punterà all espansione dello stabilimento introducendo tecnologie e macchinari innovativi. Nel 1936 Pietro Barilla ( ), figlio di Riccardo, entra in azienda per dirigere il settore commerciale, al quale dà una nuova impronta promuovendo un intensa attività di vendita anche al di fuori dalla Regione italiana in cui l azienda è nata, l Emilia Romagna. Alla fine del secondo conflitto mondiale i Barilla affrontano la ricostruzione. Dopo la scomparsa di Riccardo Barilla nel 1947, sotto la guida di Pietro Barilla e del fratello Gianni, la nuova strategia punta a valorizzare l immagine dell azienda e il marchio Barilla con importanti investimenti tecnologici che aumentano in modo sensibile la qualità dei prodotti e massicce campagne pubblicitarie. Tutti i formati di pasta, fino a quel momento venduti sfusi, vengono confezionati. Sulle confezioni appare una grafica comune e unificata. Il successo è immediato. L azienda diviene leader di mercato in Italia per la pasta all uovo e per la pasta di semola. Con il boom economico degli anni Sessanta, si apre una nuova fase di crescita: Barilla entra nel settore dei prodotti da forno e inaugura il primo stabilimento per la produzione di grissini e cracker a Rubbiano in provincia di Parma. Nel 1968 è la volta del nuovo pastificio a Pedrignano, appena fuori Parma, il più moderno al mondo, con una superficie di un milione e mezzo di metri quadrati e centoventi metri di linea di produzione. L inizio degli anni Settanta vede la Barilla in difficoltà. In un clima sociale conflittuale ed instabile, segnato anche da drammatici episodi di terrorismo, sembra vacillare la fiducia nella crescita e nello sviluppo dell Italia. Molti imprenditori ne traggono conclusioni pessimistiche e decidono di ridurre o interrompere il loro impegno. Tra questi vi sono i Barilla che nel Gennaio del 1971 cedono la quota di maggioranza di Barilla alla multinazionale americana Grace, che ne avrà il controllo fino al Nel 1973, anno in cui vengono acquisiti il Pastificio Voiello di Torre Annunziata e la Saef di Caserta, la crisi petrolifera e il blocco del prezzo della pasta imposto dal Governo italiano, spingono l azienda a diversificare la produzione e a creare una nuova linea di prodotti da forno che vedrà la luce nel 1975 con il nome Mulino Bianco. Il marchio, inizialmente limitato ai biscotti, viene progressivamente esteso a merende, torte, pani. Nel 1979, in modo inaspettato, Pietro Barilla ritorna alla guida dell azienda rilevandola dagli americani. Rilancia la pasta, con investimenti in nuovi impianti e nella comunicazione pubblicitaria. Ma è soprattutto il suo entusiasmo, che si estende a tutte le persone che lavorano in azienda, a dare una nuova prospettiva di sviluppo. Dove c è Barilla, c è casa. Dove c è Barilla, ovunque nel mondo, è Italia, famiglia, comunità. 19

20 Il fatturato in dieci anni decuplica. Barilla comincia la sua strada di impresa internazionale e gli stabilimenti passano da 5 a 25, i dipendenti da a Nella comunicazione della pasta il pay off sottolinea: Dove c è Barilla, c è casa. Dove c è Barilla, ovunque nel mondo, è Italia, famiglia, comunità. Quando il 16 settembre 1993 Pietro scompare, la Presidenza dell azienda passa al figlio maggiore Guido, mentre Luca e Paolo sono Vice-Presidenti. Nel 1994, anno in cui si completa l acquisizione di Pavesi, viene ridefinita la Barilla del futuro: è impostata una strategia di lungo periodo le cui parole chiave sono centralità del prodotto come strumento di relazione con le persone, internazionalità, creazione e condivisione di conoscenza. Strumenti indispensabili di questa strategia sono un presidio e un controllo molto forte delle materie prime e partnership di lungo termine nelle filiere di approvvigionamento. Nel 2004 nasce Academia Barilla, progetto internazionale dedicato allo sviluppo e alla promozione della cultura gastronomica regionale italiana. Nel 2005 inizia la sua attività il Barilla Laboratory for Knowledge and Innovation centro di formazione e di ricerca nonché Corporate University di Barilla. Barilla, nel contempo, continua a dialogare in modo intenso col mondo scientifico, con i centri di eccellenza internazionali che si occupano di nutrizione, agronomia, tecnologie produttive, ma anche, più in generale, di problematiche ambientali, sociali e culturali legate al cibo e alla nutrizione. Le persone che acquistano quotidianamente i prodotti Barilla, coloro che ogni giorno danno fiducia alla Società sono sempre più considerati partner dell azienda ai quali la comunicazione Barilla si rivolge con campagne centrate sul consumo critico, tese ad accrescere la consapevolezza delle persone sulle sue possibilità di scelta rispetto alle diverse opzioni di acquisto. 20

21 21

22 22

23 23

24 COMINCIA L AVVENTURA BARILLA Con Pietro Barilla, in una bottega di pane e pasta nel centro di Parma, inizia nel 1877 la storia della Barilla gli inizi RICCARDO ALLA GUIDA DELLA BARILLA 1910 NASCE IL PRIMO STABILIMENTO Al fondatore succedono nei primi anni del 900 i figli Riccardo e Gualtiero. Nasce il primo stabilimento, con 100 operai e la produzione di 80 quintali di pasta al giorno, e nello stesso anno viene registrato il primo marchio: un bimbo che versa un tuorlo d uovo in una madia di farina. Riccardo Barilla, dopo la morte del padre e del fratello, guida la crescita negli anni Venti e Trenta. Nel 1936 Pietro, figlio di Riccardo, entra in azienda e comincia lo sviluppo della rete commerciale. A tredici anni ho cominciato a lavorare. Mio padre mi mandava a prendere con il carretto qualche sacco di farina, che con il nostro antico fornetto di mattoni, si traduceva in pane. Dopo qualche anno, in una piccola bottega, con l aiuto delle mie sorelle e di mia madre che stavano al banco, vendevamo il pane che io e mio padre producevamo lavorando fino a 18 ore al giorno. Riccardo Barilla Nella storia dell impresa ci sono tante tappe, tanti episodi, tanti fatti che rimangono e che sono come gradini di una scalinata. Però il tratto dominante è la generazione pionieristica davanti alla quale io mi inchino sempre con grande devozione, ammirazione e riconoscenza. Pietro Barilla 24 Il profitto è ingre della vita econom e si mantenga una necessaria l esiste morali e di valori. le passate generaz dovere onorarne aiutiamo i giovani ad avere coscienz Pietro Barilla

25 GIANNI E PIETRO ALLA GUIDA DELL AZIENDA Alla morte di Riccardo Barilla, nel 1947, i suoi figli Pietro e Gianni prendono le redini dell azienda, sviluppando moderni sistemi produttivi e intense attività comunicative e pubblicitarie IL SECONDO DOPOGUERRA BARILLA LEADER ITALIANO 1971 BARILLA DIVENTA AMERICANA LA PARENTESI AMERICANA Nel 1971 la Famiglia Barilla cede la Società al Gruppo americano Grace STASERA CANTA MINA! All inizio degli anni 60 Barilla diventa Società per Azioni. Ha dipendenti e 200 addetti alle vendite. Nel 1965 Barilla entra per la prima volta nel mercato dei prodotti da forno confezionati, producendo grissini e cracker. Nel 1969 viene costruito lo stabilimento di Pedrignano (Parma), il più grande sito produttivo per la pasta nel mondo, con una capacità produttiva di tons al giorno. diente fondamentale ica, ma perché si realizzi convivenza civile è nza ed il rispetto di regole Questo ci hanno trasmesso ioni e per questo è nostro la memoria. Così facendo di oggi a capire la storia, a delle nostre radici. io sostengo che le tre caratteristiche dell imprenditore siano il coraggio, l intuizione, e l ottimismo. Io penso che l imprenditore in tutti i campi abbia un ruolo importante. Ma l alimentare ne ha uno specifico, direi un po più profondo e impegnativo, perché l alimento va a tutti: dai bambini, ai vecchi, alle famiglie. L alimento ha questa delicatezza, questa importanza per la salute degli uomini. 25 Pietro Barilla Durante quegli anni fui veramente infelice, per un insieme di ragioni, e poi mi andava tutto male Chissà perché mi andava tutto male Ero un uomo che soffriva per diverse ragioni, ma la più importante era di aver abbandonato la nave che mi era stata affidata e con la quale avevo navigato fino all età di 58 anni Pietro Barilla

26 NASCE MULINO BIANCO Nel 1975 nasce Mulino Bianco, una nuova linea di prodotti da forno, tra cui biscotti, sostituti del pane e merende, caratterizzati da genuinità e ricette con ingredienti naturali, che si avvale della secolare esperienza maturata da Barilla nella lavorazione dei cereali. IL RITORNO DI PIETRO BARILLA IL RILANCIO 1975 COMINCIA L ERA DEL MULINO BIANCO Nel 1979 Pietro Barilla ritorna alla guida del Gruppo. Lo storico riacquisto coincide con la ripresa di una strategia industriale e comunicativa di lungo periodo, fondata sull idea di rilanciare la pasta e il primo piatto all italiana e di sviluppare l offerta dei prodotti da forno. GUIDO, LUCA E PAOLO ALLA GUIDA DEL GRUPPO Nel 1993, dopo la scomparsa di Pietro Barilla, la guida dell azienda passa nelle mani dei figli Guido, Luca e Paolo. La marca deve saper costruire relazioni con i consumatori, non solo transazioni; e il nostro sarà un avvenire possibile se continueremo a rinnovare creativamente il nostro modo DI competere. Guido Barilla Il ritorno non è stato facile. Incontri, ostacoli, finanza, denaro, viaggi: New York, Zurigo... A molti di questi viaggi parteciparono anche i figli che volli testimoni di questa avventura. Alla fine del 1978 non riuscii ad avere la cifra. Davanti ai capi della Grace io rimasi così male che piansi. Uno di questi, il Signor Graff - persona eccellente - capì il mio dramma e mi chiamò nel suo ufficio a parte e mi disse: Non si scoraggi, vedremo cosa si può 26 fare.... Era la fine del 1978 e nel luglio del 1979 siamo riusciti a chiudere la trattativa. Pietro Barilla Penso che i miei figli non cattiva opinione di me, mi fiducia, stima; che mi cred trasmissione delle esper un padre ai figli sia effet verità che si possa realiz è la successione, che la f per un altra generazion anni nell impresa. P generazione provvederà alla successione... Pietro Barilla

27 I GIORNI NOSTRI 2010 NASCE IL BARILLA CENTER FOR FOOD AND NUTRITION 2000 BARILLA AZIENDA INTERNAZIONALE IMPORTANTI ACQUISIZIONI Gli anni 90 e il primo decennio degli anni 2000 sono caratterizzati da un forte processo di internazionalizzazione, con la crescita sui mercati europei e statunitense, l apertura di nuovi impianti produttivi e l acquisizione di importanti marchi quali Pavesi (Italia), Misko (Grecia), Filiz (Turchia), Wasa (Svezia), Yemina e Vesta (Messico), Lieken (Germania) e Harry s (Francia). Nel 2009 viene lanciato il Barilla Center for Food and Nutrition, un centro di pensiero multidisciplinare impegnato nella promozione e nella condivisione dei temi legati alla nutrizione e alla alimentazione. abbiano una illudo che abbiano ano e che questa ienze che può fare tivamente una zare. L obiettivo amiglia continui e, che vuol dire oi la nuova... se provvederà... Diventeremo sempre più globali e pronti ad affrontare il futuro sviluppando le performance nei confronti del consumatore; non perseguendo un semplice e tradizionale aumento delle dimensioni, ma adattando la nostra cultura della qualità e la nostra professionalità ai cambiamenti di scenario che saranno sempre più rapidi. Guido Barilla 27 Il modello alimentare italiano è il punto di riferimento fondamentale per sane abitudini alimentari, per il rispetto e la tutela delle risorse naturali del nostro Pianeta per la salvaguardia dei diritti delle future generazioni. Guido, Luca e Paolo Barilla

28 28

29 buono per te, sostenibile per il pianeta il modo di operare di barilla Nel 2006 Barilla si aggiudica il premio del Reputation Institute (New York, USA) come azienda con la migliore reputazione del mondo. Fra gli elementi di questo valore riconosciuto dalle persone all azienda ci sono alcuni tratti identitari chiave: in primis l essere un azienda familiare e italiana. A questo però si aggiunge una cultura d impresa che oggi rientra spesso sotto l espressione sostenibilità. Barilla è convinta che fornire i propri prodotti a cinquanta milioni di persone che li comprano ogni giorno, in oltre cento Paesi del mondo, comporti il dovere e la necessità di contribuire alla costruzione di un benessere che non sia solo di oggi, ma anche di domani, che riguardi l azienda, le persone, il pianeta. Contribuire al benessere delle persone e del pianeta significa innanzitutto sviluppare e condividere una visione sul futuro tesa a risolvere alcuni grandi paradossi che riguardano il cibo e la nutrizione a livello locale e globale. La dialettica fra accesso al cibo ed eccesso di cibo in parti diverse del mondo; il dilemma della nutrizione animale che rischia di sottrarre risorse agricole a quella umana; la conflittualità fra usi alimentari ed usi energetici di alcune materie prime sono esempi di temi sui quali la condivisione di conoscenza è essenziale per trovare soluzioni comuni. Barilla ha deciso di essere parte del dibattito su questi temi e di trasferire la ricerca di soluzioni nel lavoro quotidiano delle persone in azienda. Per questo è impegnata nel gestire l azienda migliorando costantemente i processi, minimizzando l impatto ambientale e valorizzando il contributo al territorio e alle comunità. Questo impegno lo trasferisce nei prodotti, offrendo alle Persone non solo un cibo di qualità ed equilibrato da un punto di vista nutrizionale, ma anche e soprattutto la possibilità di scegliere attraverso i propri comportamenti alimentari di contribuire a uno sviluppo sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale. è un azione di imprenditoria sociale che si basa su comportamenti concreti e su uno sforzo costante di trasparenza, informazione ed educazione a favore delle Persone che l azienda serve e dei territori in cui opera. Il Barilla Center for Food & Nutrition Il Barilla Center for Food & Nutrition (www.barillacfn. com) è un centro multidisciplinare impegnato nella condivisione della conoscenza sui temi della nutrizione e dell alimentazione, che si avvale delle esperienze e competenze più avanzate disponibili a livello mondiale. Il centro si concentra su quattro aree di ricerca: Food for Health, Food for Sustainable Growth, Food for All, Food for Culture. I risultati sono resi disponibili ai decision maker, ma anche e soprattutto all opinione pubblica più allargata, al fine di orientare le scelte collettive e individuali a favore Se non possiamo fermare la continua evoluzione del Pianeta, abbiamo però il dovere morale di suggerire indirizzi e proposte per interagire in modo responsabile con essa. GUIDO BARILLA 29

30 la Doppia Piramide di uno stile di vita più sano e sostenibile. Questo processo divulgativo avviene attraverso la pubblicazione di rapporti e l organizzazione periodica di eventi online e fisici, fra cui il Forum internazionale sul Cibo e la Nutrizione, cui partecipano esperti e studiosi provenienti da tutto il mondo. Il comitato scientifico, formato da sette esperti internazionali in discipline diverse e sinergiche, è l organismo garante: identifica i temi di interesse, valida i contenuti scientifici, avanza raccomandazioni e proposte. Anche dall elaborazione concettuale e di scenario del BCFN discendono le scelte strategiche e operative che Barilla compie come impresa. Dalla ricerca all azione: la Doppia Piramide Alimentare e Ambientale Uno dei risultati più originali ottenuti dal BCFN è la rappresentazione della cosiddetta doppia piramide, che consente alle persone di scegliere come comporre la propria dieta nella consapevolezza degli impatti che le loro valutazioni e le loro scelte hanno sul loro benessere e su quello del Pianeta. La doppia piramide è anche un indicazione d azione per l impresa, che stimola a produrre meglio, a riformulare i prodotti già esistenti, a inventarne di nuovi. Sulla base delle Linee Guida Nutrizionali del Nutrition Advisory Board e in coerenza con la Doppia Piramide, Barilla struttura un offerta di prodotti sempre più ampia e variegata e ciò assicura una continua capacità di innovare all impresa. Migliorare la qualità nutrizionale dei prodotti e introdurne di nuovi aumenta la competitività di Barilla e, al contempo, permette alle persone di scegliere cosa mangiare, in relazione al loro stesso benessere e a quello dell ambiente e delle generazioni future. Se è vero che la maggior parte dei prodotti dei marchi Barilla si colloca nelle aree della Piramide che hanno un impatto ambientale complessivo meno pesante per il Pianeta, questo non esime l azienda dal lavorare per monitorare e ridurre l impronta ecologica dei processi di produzione. Lo stesso ragionamento si applica alla filiera: la doppia piramide invita a un consumo molto ampio di prodotti agricoli e questo si traduce per Barilla in uno stimolo ad aumentare la relazione con il territorio da cui questi prodotti provengono. Approvvigionare l azienda attraverso una filiera integrata significa assicurare un maggior controllo sulla qualità della produzione, ma anche tendere verso una stabilizzazione dei prezzi che spesso determina la capacità di investimento - se non la sopravvivenza - dei produttori, nonché contribuisce al benessere del territorio attraverso la creazione di lavoro e opportunità per le persone. 30

31 Non ho mai concepito una impresa non sostenibile. Non c è un altro modo di fare impresa che non sia la sostenibilità. Ed è una sostenibilità legata al lavoro, alla gestione degli impianti, degli acquisti, dell intero processo. guido BARILLA 31

32 32

33 il saper fare i prodotti barilla dal campo alla tavola I l portafoglio prodotti di Barilla è composto da oltre 1000 referenze che coprono tutti i momenti di consumo quotidiani, dalla prima colazione alla cena. Per garantire qualità, sicurezza, proprietà nutrizionali, capacità di innovare seguendo l evoluzione dei trend sociali, servizio alle persone che lo comprano e ai clienti della distribuzione che lo commercializzano, sostenibilità economica, sociale e ambientale, il presidio deve essere totale, a partire dalle materie prime. Barilla acquista circa 800 materie prime e 50 tipologie di materiali di confezionamento da fornitori in tutto il mondo. Questo significa, ad esempio, tonnellate di grano duro, tonnellate di grano tenero e segale, 130 mila tonnellate di pomodori, 700 milioni di uova. Il cosiddetto modello di filiera integrata di Barilla, a differenza della classica struttura lineare, con il susseguirsi a cascata degli operatori di filiera, è di tipo circolare, così da coinvolgere i diversi attori in progetti di partnership strategica sul lungo periodo. L azienda si mette a fianco dei fornitori e lavora con loro in ogni fase della produzione. Un esempio è quello della filiera del grano duro, dove Barilla sviluppa accordi con i produttori che consentono di ottimizzare la selezione delle varietà, la moltiplicazione delle sementi, i protocolli di coltivazione e rotazione. La stretta interazione con i produttori permette anche di programmare e contenere l utilizzo di acqua e fertilizzanti che ha come conseguenza diretta l abbassamento delle emissioni di gas serra. Le partnership di lungo periodo consentono poi il miglioramento qualitativo del grano sia dal punto di vista di programmazione della qualità che di sicurezza. Questo consente di lavorare sul territorio, accorciando le filiere: oltre il 81% del grano duro utilizzato per le varie marche del Gruppo Barilla viene coltivato localmente, ovvero nel paese in cui viene prodotta la pasta. Altra filiera strategica per Barilla è quella delle uova. Con i fornitori riusciamo a realizzare una completa pianificazione dei sistemi di allevamento che comprendono la gestione e la programmazione del mangime e curano particolarmente il benessere degli animali. Circa l 85% delle galline ovaiole è allevato a terra. Contribuire ogni giorno alla salute e al benessere delle persone attraverso i nostri prodotti, trasformando ingredienti di alta qualità in prodotti sani e sicuri che rispondano ad esigenze nutrizionali sia basilari che specifiche, offrendo soluzioni di uso quotidiano buone e pratiche che si ispirano alla sana e bilanciata dieta mediterranea. IL MANIFESTO NUTRIZIONALE 33

34 Le uova utilizzate per la produzione dei prodotti da forno del Mulino Bianco e di Pavesi, e della pasta all uovo Le Emiliane provengono da galline allevate a terra. I processi produttivi salvaguardano il più possibile l integrità, la naturalezza e le caratteristiche nutrizionali degli ingredienti. Questo è il frutto di 56 tecnologie dedicate, molte delle quali sono state sviluppate in modo esclusivo, come la recente introduzione dei forni per la cottura a vapore per i prodotti bakery. Il sistema qualità, il cui presidio è assicurato da circa 200 professionisti responsabili per oltre 2 milioni di analisi ogni anno, consente il controllo e la verifica degli standard di produzione, fino all arrivo del prodotto sugli scaffali della grande distribuzione come di quella al dettaglio, ovunque nel mondo. Tutto questo non avrebbe importanza se alla fine di questo percorso, il prodotto non avesse caratteristiche nutrizionali tali da favorire la salute delle persone. Barilla propone prodotti gustosi e pratici, di uso quotidiano, che fanno parte di un percorso alimentare corretto, accessibili in termini di prezzo. Riformula costantemente i propri prodotti, in particolare diminuendo il contenuto di grassi e sale e accrescendo la quantità di fibra e crea nuovi prodotti che abbiano benefici specifici e un alto valore salutistico. 34

Corso di Economia e Gestione delle Imprese e Marketing a.a. 2011-2012 Prof. Elena Cedrola

Corso di Economia e Gestione delle Imprese e Marketing a.a. 2011-2012 Prof. Elena Cedrola Lezione 9 Corso di Economia e Gestione delle Imprese e Marketing a.a. 2011-2012 Prof. Elena Cedrola elena.cedrola@unimc.it http://docenti.unimc.it/docenti/elena-cedrola 1 CASO BARILLA S.p.A. Il lancio

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Barilla. è una delle aziende alimentari più stimate nel mondo come espressione del "saper fare" italiano

Barilla. è una delle aziende alimentari più stimate nel mondo come espressione del saper fare italiano Barilla è una delle aziende alimentari più stimate nel mondo come espressione del "saper fare" italiano Leader nel mercato della pasta, dei sughi pronti e dei prodotti da forno in Italia e nel mondo STORIA

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

BUONO PER TE BUONO PER IL PIANETA

BUONO PER TE BUONO PER IL PIANETA BUONO PER TE BUONO PER IL PIANETA RAPPORTO 2015 NOTA METODOLOGICA I dati riportati nel documento sono relativi a Barilla G.e R. Fratelli S.p.A. per il periodo 1 gennaio 31 dicembre 2014, salvo diversamente

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

LAVORARE IN PARTNERSHIP: IKEA LUGLIO 2013 Vincitrice del Premio Leader Europeo 2012!

LAVORARE IN PARTNERSHIP: IKEA LUGLIO 2013 Vincitrice del Premio Leader Europeo 2012! LAVORARE IN PARTNERSHIP: IKEA LUGLIO 2013 Vincitrice del Premio Leader Europeo 2012! NASCITA E STORIA DEL GRUPPO Fondata nel 1943 dall industriale svedese Ingvar Kamprad, IKEA aprì il suo primo punto vendita

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

Carta dei Valori. agriturismo Corte San Girolamo

Carta dei Valori. agriturismo Corte San Girolamo Carta dei Valori agriturismo Corte San Girolamo LA MISSION PRODUCIAMO VALORE ATTRAVERSO I VALORI L Agriturismo Corte San Girolamo, gestito con familiarità e cortesia, desidera offrirvi un soggiorno di

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

L UOMO L ORGANIZZAZIONE

L UOMO L ORGANIZZAZIONE UNITÀ DIDATTICA 1 L UOMO E L ORGANIZZAZIONE A.A 2007 / 2008 1 PREMESSA Per poter applicare con profitto le norme ISO 9000 è necessario disporre di un bagaglio di conoscenze legate all organizzazione aziendale

Dettagli

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità di Rossella Sobrero presidente di Koinètica Come cambia la comunicazione in tempo di crisi Le imprese socialmente responsabili sanno affrontare

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole

Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole - dare voce a chi non ha voce- Chi siamo? Siamo una Associazione iscritta al Registro regionale delle organizzazioni di volontariato. L Associazione ha

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Expo worldrecipes. Il ricettario globale di Expo Milano 2015. worldrecipes.expo2015.org. Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita

Expo worldrecipes. Il ricettario globale di Expo Milano 2015. worldrecipes.expo2015.org. Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Expo worldrecipes Il ricettario globale di Expo Milano 2015 worldrecipes.expo2015.org Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Expo Milano 2015 Expo Milano 2015 è un Esposizione Universale con caratteristiche

Dettagli

V Convegno Internazionale Medico Cura Te Stesso Sopravviverà la medicina all abbandono della clinica? 25 27 giugno 2009

V Convegno Internazionale Medico Cura Te Stesso Sopravviverà la medicina all abbandono della clinica? 25 27 giugno 2009 Sessione Parallela OSPEDALI RELIGIOSI: UN OPERA PUBBLICA LA FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI Gianbattista Martinelli Vice Direttore Generale e Responsabile Area Formazione e Sviluppo della Fondazione Don Carlo

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI LA RESPONSABILITÀ SOCIALE UN VOLANO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI Lucia Briamonte M. Assunta D Oronzio Villa

Dettagli

Il design come valore negli scambi economici tra paesi

Il design come valore negli scambi economici tra paesi Il design come valore negli scambi economici tra paesi Design come processo Il design nasce all inizio del secolo scorso con lo sviluppo della produzione industriale e come conseguenza della separazione

Dettagli

DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU

DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU PROFILO AGENZIA Maste Eventi è un agenzia di servizi dinamica ed innovativa che si propone come partner ideale nella realizzazione di soluzioni personalizzate per tutte

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Menù partecipato Il progetto il menù l ho fatto io Un modello

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

A SCUOLA DI MONDO. Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14

A SCUOLA DI MONDO. Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14 A SCUOLA DI MONDO Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14 Il commercio non è né buono né cattivo [...] può sia contribuire al

Dettagli

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE COMUNE DI BRUINO Provincia di Torino CAP 10090 Piazza Municipio, n. 3 - Tel. 011 9094411 - Fax 011 9084541 www.comune.bruino.to.it - e-mail ambiente.ecologia@comune.bruino.to.it Settore Urbanistica, Lavori

Dettagli

Party con Kit-Zen. crea la tua occasione di successo [INSERIRE PAYOFF DEFINITIVO]

Party con Kit-Zen. crea la tua occasione di successo [INSERIRE PAYOFF DEFINITIVO] Party con Kit-Zen crea la tua occasione di successo [INSERIRE PAYOFF DEFINITIVO] Kit-Zen è l azienda che ti permette di esprimere e sviluppare le tue potenzialità, di dare gusto al tuo lavoro, trasformandolo

Dettagli

L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA

L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA di Andrea Canevaro L Approccio positivo 1 si fonda su 3 valori fondamentali: 1. Fiducia: credere nella persona che presenta un deficit e nelle sue possibilità. Per aiutare

Dettagli

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti IL PROGETTO PArC Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti PREMESSA L incontro tra produttori e consumatori sta acquisendo

Dettagli

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo Vademecum per organizzare un evento CaffExpo 1 - Cosa è CaffExpo Nato da un idea del Centro di Ricerca sull agricoltura sostenibile OPERA e sviluppato grazie al contributo importante di altri centri di

Dettagli

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi.

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. la forza di un idea una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. una forza creativa Comer Group, da gruppo di aziende operanti nel settore della trasmissione di potenza,

Dettagli

PORTFOGLIO PER PROCESSI OTTIMALI

PORTFOGLIO PER PROCESSI OTTIMALI Profilo aziendale PORTFOGLIO PER PROCESSI OTTIMALI Consulenza SAP Sviluppo SAP Soluzioni Add-On SAP add IL NOSTRO PORTFOGLIO Servizi di consulenza SAP La gamma di servizi di consulenza offerta da ParCon

Dettagli

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro 1 Laboratorio della conoscenza: scuola e lavoro due culture a confronto per la formazione 14 Novembre 2015 Alternanza scuola e lavoro

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

L ENERGIA PER IL MONDO CHE CAMBIA

L ENERGIA PER IL MONDO CHE CAMBIA L ENERGIA PER IL MONDO CHE CAMBIA PRESENTAZIONE BiSTUDIO Via Arona 11 47838 Riccione (RN) Tel. 0541643881 Fax 0541663476 e-mail: info@bistudio.it internet: www.bistudio.it Partita Iva Codice Fiscale Iscrizione

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso IL NUTRIMENTO E UNA NECESSITA VITALE PER L UOMO,

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica Politiche Gruppo Biesse Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica 1 INDICE 1. INTRODUZIONE, PREMESSE E OBIETTIVI... 3 2. FINALITÀ DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO... 5 2.1 POLITICHE DELLA QUALITÀ... 6 2.3

Dettagli

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante.

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante. chi siamo prefazione L età adulta è lo specchio della nostra infanzia. Infanzia che può diventare un aiuto o un ostacolo, nella vita futura. Quali possono essere le basi per il nostro sviluppo futuro,

Dettagli

Milano, 12 maggio 2014 Safety for food

Milano, 12 maggio 2014 Safety for food Milano, 12 maggio 2014 Safety for food Innanzitutto faccio i complimenti ai ministeri della Salute e delle Politiche Agricole, al CNR, a Cisco e al Museo della Scienza per aver promosso questa importante

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero Laudatio Prof. Giacomo Rizzolatti Parma, 24 ottobre 2015 1 Magnifico Rettore Autorità

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

La LOYALTY come cuore della Brand Strategy

La LOYALTY come cuore della Brand Strategy La LOYALTY come cuore della Brand Strategy Julia Schwoerer Parma, 26 Ottobre 2012 Mulino Bianco Brand Health KPIs 2011 2009 2010 2011 KEY INDICATORS Brand Awareness Spontanea -TOM 42.4 48.1 48.8 Brand

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

GAS Gruppi d Acquisto Solidali

GAS Gruppi d Acquisto Solidali GAS Gruppi d Acquisto Solidali Una proposta per un modo diverso e possibile Acquistare insieme per vivere bene Da una parte abbiamo i consumatori critici che cercano prodotti etici e compatibili, dall

Dettagli

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014.

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Foto: https://plus.google.com/photos/105970845897404373370/albums/6 056614842153513505?authkey=COqw_8yx9tCgDA Cordiale

Dettagli

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA?

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? 1 CONOSCERE IL MERCATO ITALIA L Italia ha più opportunità di quello che sembra NOI LE INTERCETTIAMO IN ANTICIPO Conoscere il comparto in cui si opera.

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING

NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING gno Inserto di Missione Impresa dedicato allo sviluppo pratico di progetti finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese. NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING COSA

Dettagli

Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico

Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico L approccio alle tematiche dello Sviluppo Economico sviluppa la percezione e la consapevolezza di

Dettagli

Lavoro, San Pellegrino: Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil insieme per valorizzare il settore dell'acqua minerale

Lavoro, San Pellegrino: Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil insieme per valorizzare il settore dell'acqua minerale Lavoro, San Pellegrino: Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil insieme per valorizzare il settore dell'acqua minerale di Redazione Sicilia Journal - 28, Gen, 2016 http://www.siciliajournal.it/lavoro-san-pellegrino-fai-cisl-flai-cgil-e-uila-uil-insieme-per-valorizzare-ilsettore-dellacqua-minerale/

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

1. Profilo. 2. Comunicazione e Immagine. 3. Servizi editoriali. 4. Internet e web marketing. 5. Advertising e promotional. 6. Eventi e allestimenti

1. Profilo. 2. Comunicazione e Immagine. 3. Servizi editoriali. 4. Internet e web marketing. 5. Advertising e promotional. 6. Eventi e allestimenti comunica la 1. Profilo 2. Comunicazione e Immagine 3. Servizi editoriali 4. Internet e web marketing 5. Advertising e promotional 6. Eventi e allestimenti Conoscere e comprendere il proprio modo di comunicare,

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

servizi ristorazione e ricevimento

servizi ristorazione e ricevimento Summertrade nasce a Rimini nel 1979 dall idea di un gruppo di professionisti nel campo dell ospitalità e della ristorazione, che intuisce le potenzialità di un settore allora ai primi passi: il catering.

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA Manifesto della Cultura d Impresa MANIFESTO DELLACULTURA D IMPRESA

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica

Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Carta dei servizi camst ristorazione scolastica Camst. Il gusto di una bella storia. Camst è tra i più importanti gruppi di ristorazione in Italia ed è interamente costituito da capitale italiano. Nasce

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE:

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: VALORI PER SOCIETÀ SICURE ED INTERCULTURALI di Giovanna Spagnuolo Ci manca la comunità perché ci manca la sicurezza Z. Bauman (Voglia di comunità, Laterza, Bari-Roma,

Dettagli

Good Food in Good Fashion Milano Moda Donna Settembre 2013

Good Food in Good Fashion Milano Moda Donna Settembre 2013 Good Food in Good Fashion Milano Moda Donna Settembre 2013 PREMESSA L Associazione Maestro Martino ha lo scopo di promuovere il territorio lombardo e le sue eccellenze attraverso la Cucina d Autore. L

Dettagli

IL NOSTRO PROGETTO D ISTITUTO MEMORIA. storia e storie. riflessione critica e interazione tra passato presente e futuro CITTADINANZA CONSAPEVOLE

IL NOSTRO PROGETTO D ISTITUTO MEMORIA. storia e storie. riflessione critica e interazione tra passato presente e futuro CITTADINANZA CONSAPEVOLE IL NOSTRO PROGETTO D ISTITUTO LEGALITÀ riflessione critica sull importanza e la motivazione delle regole; scelta consapevole di rispettarle MEMORIA storia e storie riflessione critica e interazione tra

Dettagli

azioni di rigenerazione sociale

azioni di rigenerazione sociale azioni di rigenerazione sociale I contenuti di questo libro possono essere condivisi rispettando la licenza Chi siamo Indice 3 Chi siamo 5 Cos è concretamente Change Community Model? 6 Quali sono gli ingredienti

Dettagli

IL SEGNO SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE

IL SEGNO SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE IL SEGNO PIANO STRATEGICO 2009-2012 INDICE Premessa 1) BASE SOCIALE Partecipazione Capitalizzazione 2) SEDE 3) BILANCIO SOCIALE 4) COMUNICAZIONE 5) SOSTENIBILITA E SVILUPPO PIANO STRATEGICO

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

www.mauriziovinci.it

www.mauriziovinci.it www.mauriziovinci.it Il mercato impone decisioni rapide ed efficaci, obiettivi chiari e sostenibili, strategie ben strutturate che non lasciano spazio all improvvisazione. Studio di consulenza integrata

Dettagli