La Sostenibilità: leva strategica per generare valore. Verona, 25 Marzo 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Sostenibilità: leva strategica per generare valore. Verona, 25 Marzo 2015"

Transcript

1 La Sostenibilità: leva strategica per generare valore Verona, 25 Marzo 2015

2 Agenda 1. Corporate Sustainability: rischi e opportunità 2. Corporate Sustainability nel settore tessile e moda 3. Il valore della sostenibilità 1

3 Corporate Sustainability: rischi e opportunità I cambiamenti dello scenario Pressione dei consumatori: maggiore attenzione agli aspetti sociali-ambientali da parte del consumatore Pressione delle ONG sui temi sociali e ambientali, con particolare riferimento alla supply chain Crescente attenzione degli investitori Legislazione sempre più restrittiva per le imprese: D.Lgs. 231/2001 (ambiente, salute e sicurezza), Decreto efficienza energetica, Dodd-Frank Wall Street Reform & Consumer Protection Act (blood diamonds), Direttiva Europea sulle non financial information Comunità scientifica: M. Porter - R. Kramer, Harvard Business Review Corporate Social Integration e Corporate Social Value Maggiore rilevanza del brand e della reputazione aziendale e crescente visibilità mediatica Crescente rilevanza strategica degli asset intangibili (brand, innovazione, relazioni con gli stakeholder, ecc.) Connessione tra politiche di Sostenibilità e Innovazione Crescente attenzione alla Responsabilità Sociale d'impresa e alla gestione sostenibile dell azienda nel tempo 2

4 Corporate Sustainability: rischi e opportunità I consumatori Secondo un nuovo studio condotto da Nielsen ( Doing Well by Doing Good, Giugno 2014) Il 55% dei consumatori in 60 Paesi afferma di essere disposto a pagare di più per prodotti e servizi offerti da aziende impegnate per il sociale e per l'ambiente Trovare consumatori nel mondo che affermano di avere a cuore l ambiente o la povertà estrema è relativamente facile; ma al momento di acquistare, l'interesse per tali tematiche si trasforma in azione? Il 52% dei partecipanti all indagine globale Nielsen afferma che prima di acquistare un prodotto controllano l etichetta anche in relazione a tematiche socioambientali 67% 55% 52% 52% 49% Preferiscono lavorare per un azienda socialmente responsabile Disposti a pagare di più per prodotti e servizi offerti da aziende impegnate per il sociale e per l'ambiente Affermano di avere acquistato almeno un prodotto o un servizio negli ultimi sei mesi da un azienda socialmente responsabile Controllano l etichetta per accertarsi che l azienda sia impegnata per un impatto sociale e ambientale positivo Fanno volontariato e/o donazioni a organizzazioni che promuovono progetti sociali e ambientali L indagine globale Nielsen sulla responsabilità sociale aziendale è stata condotta tra il 17 febbraio e il 7 marzo 2014 intervistando oltre persone in 60 Paesi nelle regioni Asia-Pacifico, Europa, America Latina, Medio Oriente, Africa e Nord America 3

5 Corporate Sustainability: rischi e opportunità Le ONG e gli opinion leader La costruzione e il mantenimento del livello di reputazione sono influenzati da quattro fattori fondamentali: credibilità, affidabilità, fiducia, responsabilità Bad news presenti sui media Corporate and brand Reputation Good news presenti sui media 4

6 Corporate Sustainability: rischi e opportunità Investitori e comunità finanziaria: come sono valutate le aziende Report "The quest for authenticity Can luxury brands justify a premium price?", Sarasin Bank, Textiles, Apparel & Luxury Goods Sector, RobecoSAM

7 Corporate Sustainability: rischi e opportunità Opportunità: la sostenibilità crea valore tangibile La sostenibilità sta sempre di più diventando un tema centrale per le imprese nella logica che non solo rende responsabili ma conviene, crea valore per gli azionisti e gli altri stakeholder. È una delle leve di concorrenza delle imprese e favorisce l'attrazione dei consumatori, oggi sempre più "consapevoli" e disposti a premiare aziende riconosciute come sostenibili Performance sul mercato azionario Opportunità legate alla CSR identificate dalle aziende ( ¹ ) % di aziende intervistate Fonte: Rilebabirazione da RobecoSAM, Alpha from Sustainability, 2014 Uno studio RobecoSAM/DJSI ha testato le performance di un campione di ca. 530 fra il 2001 e il Il paniere delle aziende più sostenibili (in verde) ha un rendimento superiore al portafoglio di aziende più restie a sviluppare politiche di sostenibilità (in nero) Fonte: The KPMG Survey of Corporate Responsibility Reporting (¹) Base dati: G250: 250 aziende più grandi a livello globale; N100: 100 maggiori aziende (per ricavi) in 41 Paesi Il 72% delle prime 250 aziende al mondo ritiene che l'innovazione di prodotto e di servizio sia la principale opportunità creata dallo sviluppo della CSR 6

8 Corporate Sustainability: rischi e opportunità I costi nascosti della sostenibilità: l'impatto sul busines L indagine di KPMG Expect the Unexpected: Building Business Value in a Changing World ha identificato dieci megaforze connesse alla sostenibilità, che avranno un impatto significativo sulla crescita delle aziende in tutto il mondo nei prossimi due decenni Dieci megaforze connesse alla sostenibilità Climate Change Energy & Fuel Secondo KPMG, l impatto delle megaforze di sostenibilità sul business è destinato ad aumentare. In particolare: il costo degli impatti ambientali delle attività di business raddoppia ogni 14 anni le aziende devono aspettarsi l aumento dei costi ambientali esterni che oggi non sono sempre mostrati nei bilanci Material Resource Scarcity Population Growth Water Scarcity Wealth le aziende dovranno gestire risorse naturali sempre più scarse Urbanization Food Security Secondo i risultati dell indagine i costi ambientali esterni sono aumentati del 50% passando da 566 a 846 miliardi di dollari in 8 anni (dal 2002 al 2010), raddoppiando, in media, ogni 14 anni Ecosystem Decline Deforestation 7

9 Corporate Sustainability: rischi e opportunità La scarsità di materie prime: l'impatto sul settore moda I cambiamenti nello scenario macroeconomico esercitano un influenza significativa anche sul modello di business delle aziende che operano nel settore fashion, chiamate a gestire, ad esempio, tematiche quali la scarsità delle risorse, la volatilità nei prezzi delle commodity e gli impatti socio-ambientali della supply chain Fonte: Oerlikon, 2012 Crescente domanda e scarsità delle risorse Nell ultimo decennio l affermarsi del fast fashion ha determinato un cambiamento nelle abitudini dei consumatori con un signficiativo aumento nei consumi di materie prime Ad esempio, a livello globale la produzione globale di fibre, principalmente cotone e poliestere, ha raggiunto livelli record negli ultimi anni Fonte: IndexMundi, 2013 Volatilità e aumento dei prezzi delle materie prime 8

10 Corporate Sustainability nel settore tessile e moda Le aziende stanno rispondendo ai cambiamenti e alle pressioni esterne /2014 La ricerca Deeper Luxury promossa dal WWF rileva come le aziende del settore moda di lusso fossero scarsamente attive in progetti di CSR Tiffany ha pubblicato un Report di sostenibilità, il piano d azione sulla sostenibilità ed è stata costruita anche una sezione del sito dedicata alla sostenibilità Kering ha nominato Jochen Zeitz (CEO della Sport & Lifestyle Group e Executive Chairman di PUMA SE) come Sustainability Director; Kering ha anche creato un Sustainability Committee Kering ha realizzato un'analisi costi benefici ambientali per PUMA con l obiettivo di estenderla anche a Gucci, Balenciaga, Yves Saint Laurent e Bottega Veneta entro il 2015 L Oreal ha organizzato il primo Global stakeholder engagement con l obiettivo di condividere sia le proprie politiche nei settori controversi (es. test sugli animali, OGM, Palm Oil) sia i propri obiettivi di sostenibilità (es. riduzione emissioni di CO2 e consumi di acqua del 50% nel periodo ) Hermès, nel 2013, ha realizzato Petit H, una linea ecologica. Si tratta di un progetto di up-cycling degli scarti della lavorazione La ricerca condotta da Ethical consumer in UK rileva che l impegno sui temi della CSR delle aziende del settore luxury è in crescita rispetto al

11 Corporate Sustainability nel settore tessile e moda Principali rischi e opportunità da gestire e rendicontare: benchmark* DIRITTI UMANI NELLA SUPPLY CHAIN SALUTE E SICUREZZA COMUNICAZIONE E MARKETING RESPONSABILE SOSTENIBILITÀ DELLE MATERIE PRIME Lavoro minorile Giusta remunerazione e condizioni di lavoro dignitose Orari di lavoro congrui Diritti sindacali Infortuni sul lavoro Tecniche produttive pericolose per la salute (es. sabbiatura) Messaggi e modelli veicolati dalla pubblicità (es. anoressia) Marketing per categorie deboli (es. bambini, teenager) Tecniche agricole sostenibili per le fibre naturali e i pellami Benessere animale Materiali provenienti da specie in via d'estinzione RIDUZIONE DEI RIFIUTI RIDUZIONE DEI CONSUMI IDRICI CONTRASTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI IMPIEGO DI SOSTANZE CHIMICHE PERICOLOSE Sfridi ed efficienza dei processi produttivi Riciclabilità dei materiali impiegati Obsolescenza programmata Water footprint delle materie prime e dei processi di lavorazione Depurazione delle acque di processo Riduzione del consumo di acqua per la pulizia dei capi Emissioni GHG per la produzione e il trasporto delle materie prime Consumi energetici per la pulizia dei capi Efficienza energetica nei processi di produzione e negli store Metalli pesanti e nanoparticelle nei processi produttivi e nei prodotti finiti Iperfluorurati e alchilfenoli nei processi produttivi e nei prodotti finiti CREAZIONE DI VALORE PER IL TERRITORIO COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE ETICA NEL BUSINESS Creazione posti di lavoro Sostegno all'innovazione, alla creatività e alla conservazione del sapere artigianale Trasparenza sugli impatti socioambientali del business Sensibilizzazione sulle sfide di sostenibilità del settore Pari opportunità Valorizzazione delle competenze Prevenzione della corruzione Tasse e responsabilità fiscale Contrasto alla contraffazione * Benchmark di settore: analisi di 14 fonti documentali fra cui linee guida di settore, standard internazionali e matrici di materialità di player del settore moda ASPETTI SOCIALI ASPETTI AMBIENTALI ASPETTI ECONOMICI 10

12 Corporate Sustainability nel settore tessile e moda Le strategie sviluppate dalle aziende del settore a livello internazionale 1/2 La matrice rappresenta i risultati di sintesi del benchmark effettuato sulle aree di analisi ei player sotto riportati Strategia Strategie e politiche di CSR Obiettivi e piani di attuazione di CSR Governance Presenza di una funzione CSR Presenza di comitati e responsabilità diffuse per la CSR Stakeholder engagement e reporting Bilancio di sostenibilità e reporting Dialogo e partnership con gli stakeholder Materialità Analisi dei temi di sostenibilità materiali (rilevanti) per il business e gli stakeholder Legenda: presenti attività nell'ambito oggetto di analisi best player per l'approccio particolarmente strutturato o innovativo nell'ambito oggetto di analisi Nota: Gucci è ricompreso all'interno delle attività implementate da Kering, tuttavia si evidenzia un approccio distintivo nella gestione di alcune attività (es. impatti sociali ed ambientali) 11

13 Corporate Sustainability nel settore tessile e moda Le strategie sviluppate dalle aziende del settore a livello internazionale 2/2 Gestione della supply chain Sviluppo di sistemi e policy d'approvvigionamento responsabile Qualificazione e auditing dei fornitori rispetto a criteri CSR Tracciabilità della supply chain e trasparenza sulle attività di controllo Impegno per l'ambiente Iniziative ambientali Impegno sociale Iniziative sociali Legenda: presenti attività nell'ambito oggetto di analisi best player per l'approccio particolarmente strutturato o innovativo nell'ambito oggetto di analisi 12

14 Il valore della sostenibilità Il processo evolutivo nelle politiche di sostenibilità delle organizzazioni Processo evolutivo della sostenibilità Caratteristiche Motivazione Morale e/o immagine Bassa integrazione con la strategia aziendale, approccio filantropico Assenza di organicità nei progetti di sostenibilità Assenza di una comunicazione specifica sulla sostenibilità Compliance ed efficienza Approccio reattivo alla sostenibilità (attenzione alla compliance, ai rischi e all'efficienza) Unità organizzative dedicate Bilancio di Sostenibilità Innovazione e nuove opportunità Approccio strategico e proattivo alla sostenibilità (integrazione della CSR nel Business) True value Integrazione delle politiche di CSR nell'organizzazione Bilancio Integrato Filantropia CSV Valore condiviso d'impresa 13

15 Il valore della sostenibilità Corporate Shared Value Il Corporate Shared Value (CSV) si può definire come l insieme delle politiche e delle pratiche operative che rafforzano la competitività di un'azienda migliorando nello stesso tempo le condizioni economiche e sociali della comunità in cui opera. La creazione di valore condiviso si focalizza sull identificazione e sull espansione delle connessioni tra progresso economico e progresso sociale (Michael Porter, Febbraio 2011) SOCIAL VALUE Progetti che creano valore sociale SHARED VALUE Progetti che creano valore condiviso BUSINESS VALUE Progetti che creano valore per il business Le aree di creazione di valore Innovare i prodotti e i servizi Ridefinire e innovare la produttività della catena del valore Sostenere lo sviluppo dei cluster locali con cui l impresa entra in contatto 14

16 Il valore della sostenibilità True Value: la nuova "misura" del Valore aziendale Quali sono i principali driver che portano a dare valore alle esternalità sociali ed ambientali? 15

17 Il valore della sostenibilità True Value: la nuova "misura" del Valore aziendale True Value Profit & Loss Financial Profit & Loss Environmental Profit & Loss Social Profit & Loss V F E S Strumento per monitorare lo Shared value creato Norme contabili 100+ years Prima esperienza a livello industriale: Puma (Jochen Zeitz) nel 2010 Perimetro SROI S P&L Ambuja/ Holcim nel

18 Il valore della sostenibilità La metodologia KPMG del True Value 17

19 Il modello Corporate Sustainability: il percorso Attribuzione al CdA di specifiche responsabilità sul tema della CS (Corporate Sustainability) Definizione sistemi di incentivazione (es. MBO) collegati alla CS 1 Valori, principi e politiche Definizione e formalizzazione delle Politiche di Gruppo Adesione ad associazioni e impegni formali in tema di CS Bilancio di Sostenibilità Iniziative di comunicazione e coinvolgimento differenziate per target 4 Controllo, comunicazione e dialogo Governance e Organizzazione Progetti di CS Piano Strategico di CS Definizione di un piano strategico di CSR Valutazione delle aspettative stakeholder Sviluppo di progetti relativi alle aree critiche (riduzione dei rischi) e a quelle capaci di generare valore (definizione responsabilità, risorse e obiettivi, ) 18

20 Grazie Contatti: PierMario Barzaghi E: T:

21 2015 KPMG Advisory S.p.A. è una società per azioni di diritto italiano e fa parte del network KPMG di entità indipendenti affiliate a KPMG International Cooperative ("KPMG International"), entità di diritto svizzero. Tutti i diritti riservati. Denominazione e logo KPMG e "cutting through complexity" sono marchi e segni distintivi di KPMG International.

22 Back-up

23 La creazione di valore condiviso Kering La sostenibilità come fattore competitivo chiave Kering, entrata nel 2013 nel Dow Jones Sustainability Europe, ha definito un piano di priorità basato su: Le priorità nella sostenibilità di Kering definizione commitment e target precisi governance con responsabilità chiare elaborazione di un piano di azioni (action) concrete per il miglioramento delle performance socio-ambientali 22

24 La creazione di valore condiviso Kering Piani di attuazione e obiettivi CSR Nel 2012 Kering ha annunciato un ambizioso set di obiettivi di sostenibilità, molti dei quali riguardanti l'approvvigionamento responsabile, da raggiungere entro il Per raggiungere tali obiettivi, il Gruppo supporta i diversi brand a personalizzare e focalizzare al meglio i propri piani d'azione. La funzione Sustainability di Kering ha infatti implementato policy e guidelines dettagliate e monitora le performance di Gruppo Gli ambiti di azione prioritari individuati sono: fornitori: controllo dei supplier rispetto all'applicazione del Codice di Condotta riduzione delle emissioni di CO2, dei rifiuti e del consumo di acqua del 25% e compensazione delle emissioni Scope 1 e 2 del Greenhouse Gas Protocol acquisto di carta e packaging provenienti da foreste certificate eliminazione del PVC da tutti i prodotti divieto di impiego nella produzione di tutti i prodotti chimici pericolosi (entro il 2020) approvvigionamento di oro e diamanti da miniere gestite responsabilmente approvvigionamento di pellame proveniente da allevamenti tracciati e gestiti responsabilmente provenienza di pelli preziose e pellicce da allevamenti controllati o prelevati in natura con pratiche rispettose del benessere animale 23

25 La creazione di valore condiviso LVMH Strategie e politiche di CSR LVMH presenta, all'interno del suo Social Responsibility Report 2014, la sua policy di Corporate Social Responsibility, basata su quattro principi fondamentali: well-being at work talent and know-how preventing discrimination supporting local communities La CSR Policy è comune a tutte le società facenti parte del Gruppo, le quali la adattano alle proprie circostanze particolari, sempre mantenendo la propria identità LVMH adotta un sistema di gestione ambientale strutturato e implementato in tutto il Gruppo attraverso la LVMH Environmental Charter. Quest'ultima, firmata nel 2001, definisce gli obiettivi ed i processi aziendali rivolti alla protezione dell'ambiente Il Suppliers Code of Conduct e il LVMH Code of Conduct supportano e mettono in pratica gli impegni dell'environmental Charter, sottolineando come la compliance con le regole, le normative e le decisioni sia nazionali che internazionali sia un requisito fondamentale per rendere la strategia di Gruppo più credibile 24

26 La creazione di valore condiviso VF Strategie, politiche e obiettivi di CSR All'interno del suo Sustainability & Responsibility Report, VF illustra i guiding principles che guidano la strategia di sostenibilità del Gruppo, nonché alcuni degli obiettivi di sostenibilità raggiunti recentemente o da raggiungere nel corso dei prossimi anni 25

27 La creazione di valore condiviso Burberry Strategie, politiche e obiettivi di CS Burberry Beyond, il programma globale di Corporate Responsibility di Burberry, include tutte le attività intraprese dal Gruppo in ambito sociale, culturale e ambientale ed è composto di tre pilastri fondamentali: Burberry Impact, che copre tematiche legate al commercio etico ed alla sostenibilità ambientale, ed è a sua volta scomposto in 4 aree: People, Product, Process, Property Burberry Engage, programma volto alla promozione del volontariato dei dipendenti Burberry Invest, che supporta organizzazioni e programmi innovativi, combinando il supporto diretto delle competenze dei dipendenti con donazioni finanziarie e in natura Per quanto concerne le performance ambientali, Burberry ha stabilito degli obiettivi quali-quantitativi da raggiungere entro il 2017, declinati su tre aree (Product, Process, Property), dei quali viene rendicontato lo stato di avanzamento Burberry è in possesso, tra le altre, di policy specifiche in materia ambientale, di diritti umani, di ethical trade & sourcing 26

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA Ottobre 12 Si ringrazia La professione della CSR in Italia Pag. 1 Si ringraziano SAS è presente in Italia dal 1987 ed è la maggiore società indipendente di software e

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Etica: valore e concretezza L Etica non è valore astratto ma un modo concreto per proteggere l integrità dei mercati finanziari e rafforzare

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA IL RUOLO STRATEGICO DELLE AZIENDE COME ACCELERATORI DEL SISTEMA ECONOMICO E DELL OCCUPAZIONE: IL CASO " LA CREAZIONE DI VALORE CONDIVISO SI FOCALIZZA SULL

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Insieme verso il Futuro

Insieme verso il Futuro Advisory SERVICES Insieme verso il Futuro Le nostre Competenze per la vostra Crescita kpmg.com/it The KPMG Difference: è il nostro modo di essere che fa la differenza Servizi di Consulenza e Modernizzazione

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Introduzione al Marketing Sostenibile

Introduzione al Marketing Sostenibile Quaderni Sodalitas Novembre 2012 Introduzione al Marketing Sostenibile Quaderno realizzato nell ambito della campagna europea INTRODUZIONE AL MARKETING SOSTENIBILE PREMESSA Il marketing sostenibile CAPITOLO

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro

Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro Quale evoluzione nelle aziende europee? II edizione - Dicembre 2010 Autori: Sara Faglia Federico Pezzolato Kristina Svanteson INDICE Principali

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1. Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014

Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1. Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014 Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2013 1 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 17 marzo 2014 (1) La Relazione è pubblicata nel sito internet della Società all indirizzo

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati?

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? Articolo pubblicato sul numero di febbraio 2010 di La rivista del business ad alte performance Information Technology Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? di Alastair MacWillson L'approccio aziendale

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA CAPITOLO 11 USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA Introduzione La conoscenza delle quantità di risorse utilizzate in un dato sistema socio-economico e più in generale di quelle necessarie al suo funzionamento

Dettagli

Cos è la Banca europea per gli investimenti?

Cos è la Banca europea per gli investimenti? Cos è la Banca europea per gli investimenti? La BEI è la banca dell Unione europea. Come principale mutuatario e finanziatore multilaterale, eroghiamo finanziamenti e consulenze tecniche per progetti d

Dettagli

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente L identità Valenia Valenia significa VALORE all'energia Diamo valore all'energia con soluzioni innovative per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente Da dove

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli