MASTER UNIVERSITARIO IN MARKETING E MARKET ACCESS FARMACEUTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER UNIVERSITARIO IN MARKETING E MARKET ACCESS FARMACEUTICO"

Transcript

1 Convegno TECNOLOGIE MEDICHE: CONIUGARE INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA. Roma, Mercoledì 8 Ottobre 2014 Auditorium I Clinica medica - Viale del Policlinico 155 Summary Via Vincenzo Lamaro, Roma tel fax

2 Nell ambito del convegno Tecnologie mediche: coniugare innovazione e sostenibilità svoltosi presso la Sapienza Università di Roma l 8 Ottobre 2014, è stato presentato al pubblico il Master in Marketing e Market Access Farmaceutico. Il Convegno ha visto la partecipazione di: Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute Annarita Vestri, Professore ordinario di statistica medica della Sapienza Università di Roma Luigi Frati, Magnifico Rettore - Sapienza Università di Roma Eugenio Gaudio, Preside Facoltà di Farmacia e Medicina e neoeletto Magnifico Rettore della Sapienza Università di Roma Vincenzo Vullo, Direttore Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive - Sapienza Università di Roma Federico Spandonaro, Presidente CREA Sanità Università di Roma Tor Vergata Stefano Vella, Direttore Dipartimento del Farmaco Istituto Superiore di Sanità Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale Tribunale per i Diritti del Malato, Cittadinanzattiva Stefania Basili, Sapienza Università di Roma, Prof. Associato di Medicina Interna e Specialità Mediche Francesco Conti, Direttore Comunicazione, Relazioni Istituzionali, Congressi di Medtronic Italia Lucio Corsaro, Direttore Generale della Medi-Pragma Lorenzo Mantovani, Università di Napoli Federico II, Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia Federico Serra, Government Affairs & External Relation Director Novo Nordisk, Vice Presidente Public Affairs Association Maurizio Simmaco, Direttore Diagnostica Molecolare Avanzata Di.M.A., Sapienza Università di Roma Lorenzo Terranova, Direttore del Centro studi Federsanità ANCI RS 8453 MASTER MAF. 1

3 PREMESSA La spesa per farmaci in Italia si contraddistingue, tra gli altri mercati nazionali dei Paesi industrializzati, per i seguenti elementi: un decremento ormai pronunciato e persistente della componente territoriale e rimborsata; un alternanza di aumenti e decrementi della componente a spesa privata; una crescita ancora sensibile della componente ospedaliera e a spesa diretta delle istituzioni pubbliche. Al contrario l aumentata speranza di vita, i cambiamenti dei quadri epidemiologici, l innovazione tecnologica e le maggiori aspettative dei cittadini, sempre più informati e consapevoli, sono fattori concatenati il cui effetto complessivo pone una pressione verso l aumento della domanda di servizi. Ci si deve quindi chiedere come sia possibile che una domanda crescente in volume si coniughi con decrementi marcati della spesa, almeno per il segmento della spesa farmaceutica territoriale coperta da rimborso. La risposta è che nel nostro Paese le misure di contenimento della spesa pubblica hanno avuto un importante effetto sul capitolo della farmaceutica territoriale, consentendo al SSN di recuperare preziose risorse da immettere nell innovazione entrante nel canale ospedaliero. Dati di spesa in milioni di euro per comparto anni 2012, 2013, 2014 e Δ% 2013 Δ% 2014* Δ% 2015** Δ% TOTALE GENERALE ,8% ,9% ,4% ,0% Specialistica ospedaliera e diretta ,6% ,2% ,0% ,0% Farmaceutica territoriale ,8% ,0% ,3% ,1% - Rimborsata SSN ,3% ,3% ,5% ,0% - A spesa privata ,9% ,0% ,5% ,0% Automedicazione ,6% ,1% ,5% ,0% PIL (Prodotto Interno Lordo) 0,4% -0,4% 1,0% 2,4% *Pre-consuntivo sulla base dei dati storici di gennaio-luglio 2014 ** Previsione Medi-Pragma Nota: i valori della spesa non considerano eventuali ripiani e sono espressi in prezzi al pubblico, eccetto il segmento dell ospedaliera e diretta. Sono al lordo di ticket, sia regionali che copay, e sconto farmacie e produttori Fonte: Elaborazione Medi-Pragma su dati Osmed Attualmente in Italia, secondo i dati di Medi-Pragma, sono circa gli specialisti aziendali che operano sul territorio italiano per agevolare a livello locale i processi di adozione e accesso alle cure. Una moltitudine di professionisti che dal 2010 al 2014 è quasi raddoppiata (+ 80%). Un fenomeno in controtendenza rispetto al progressivo assottigliarsi delle reti di informazione scientifica, soppiantate in parte anche dal ricorso agli strumenti della comunicazione digitale. RS 8453 MASTER MAF. 2

4 Inoltre, tra i primi cento produttori di tecnologie mediche presenti in Italia, in termini di fatturato, il 55% si è dotato di un organizzazione formale di Market Access. Negli altri casi le aziende fanno fronte ad eventuali problematiche con la costituzione di task force dedicate o rivolgendosi a società di servizi specializzate. Avere una struttura dedicata e una strategia di Market Access per l azienda farmaceutica è ormai necessario. Ancora di più se si pensa al contesto italiano che ha particolarità uniche, dovute alla disomogeneità territoriale del sistema di accesso e alla sua continua trasformazione a seguito di manovre finanziare ed economiche. Inoltre il diverso grado di accesso alle cure potrebbe essere rallentato dalla disomogeneità territoriale dovuta prevalentemente alle politiche sanitarie decentralizzate. Anche a causa di questa eterogeneità è difficile individuare tra le imprese, che si sono mosse finora in ordine sparso, uno standard organizzativo per il Market Access: alcune aziende si focalizzano nelle fasi di negoziazione con AIFA, altre si confrontano direttamente a livello locoregionale. Figura A Tuttavia, il profilo organizzativo delle aziende si va generalmente riconfigurando istituendo strutture impegnate in attività esterne, volte a stabilire relazioni con gli interlocutori della sanità (decisori, gestori ed operativi) e dedicate allo sviluppo di progettualità specifiche, e strutture interne dedicate alle attività di Pricing & Reimbursement, HTA, Health Economics, Outcome Research. Questa separazione di ruoli esterno / interno sarà, probabilmente, sempre meno funzionale. Infatti, mentre rimangono rilevanti le attività di mappatura delle politiche regionali e lo sviluppo di progettualità mirate ad agevolare o mantenere genericamente la diffusione di un prodotto, la sfida del Market Access e del Patient Access assumerà i toni di una continua competizione per le risorse. Quindi, le strutture di Market Access che classicamente hanno avuto e tuttora svolgono un ruolo determinante in due momenti specifici quali l introduzione nel mercato dei nuovi prodotti, la scadenza brevettuale (LoE) sono chiamate ad assumere nuovi compiti in tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto. L illustrazione grafica che segue, basata sul parere di 200 esperti sparsi per il mondo, serve a far riflettere sulla complessità e le interdipendenze che riguardano il Market Access, ormai non RS 8453 MASTER MAF. 3

5 solo una funzione specifica, ma una vera nuova filosofia di business in cui i temi della sostenibilità economica e dell etica non possono essere ignorati. Figura B Con questa visione prospettica nasce il Master in Marketing e Market Access Farmaceutico, «un Master di grande attualità rispetto al fabbisogno europeo» come ha dichiarato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin nel corso del suo intervento al Convegno. L istituzione del Master si basa sulla consapevolezza della necessità di una figura professionale, nuova, che sappia comprendere le dinamiche del Market Access, divenuto ormai cruciale per le aziende farmaceutiche e per il SSN, e che sappia sviluppare un dialogo assertivo con gli stakeholders per stabilire politiche e strategie anche rispetto agli altri paesi europei. Il Market Access ha assunto i connotati di un processo complesso dove la competizione per accedere alle nuove proposte terapeutiche sarà sempre più accentuata a fronte di risorse disponibili limitate. Da qui nasce l esigenza di coniugare innovazione e sostenibilità del sistema. Il Master, diretto dalla Prof. Annarita Vestri, Ordinario di Statistica Medica della Sapienza Università di Roma, affronterà vari temi: dalla diffusione delle malattie, allo sviluppo delle nuove cure e alla loro valutazione economica. Presenterà simulazioni di decisioni riguardanti casi reali per apprezzarne le conseguenze non solo sul piano finanziario ma anche sul versante del benessere sociale e, non ultimo, sul piano etico. È un percorso formativo che si pone l obiettivo di colmare le lacune che possono agevolare e rilanciare il dialogo con i decisori; in RS 8453 MASTER MAF. 4

6 particolare per le situazioni che richiedono la valutazione appropriata di tecnologie e risorse. Anche perché, come afferma la Prof. Vestri, «per fare Market Access sarà sempre più necessario ricorrere alla teoria delle decisioni e cioè applicare tecniche di analisi e strumenti quantitativi a fenomeni complessi allo scopo di prevederne il comportamento». Il Convegno Condividere quali possano essere i drivers che coniughino insieme Innovazione e sostenibilità è la sfida che si è posta l organizzazione del Convegno. Gli interventi dei relatori sono stati sfidanti e, in certi casi, illuminanti sulle molteplici possibilità che si hanno per mettere a disposizione dei pazienti le più valide e innovativi tecnologie mediche e contestualmente assicurare sostenibilità al sistema. Formazione, appropriatezza terapeutica e prevenzione sono stati i temi centrali della discussione; un confronto che ha ribadito, comunque, il valore insostituibile del SSN quale strumento indispensabile per la tutela dello stato di salute come principio base di un buon welfare. Presieduto dalla Prof. Annarita Vestri, Ordinario di Statistica Medica alla Sapienza, il convegno si è aperto con l intervento del Ministro della Salute On. Beatrice Lorenzin che ha ribadito come coniugare «innovazione e sostenibilità» sia il tema su cui tutti gli operatori del settore dovranno confrontarsi nei prossimi anni. L innovazione è il presente e il futuro della Medicina. Attualmente, ha proseguito il Ministro, si hanno a disposizione una serie di scoperte che hanno rivoluzionato l approccio alla medicina provenienti dal mondo dei medical device, oltre che da quello del farmaco. Prodotti innovativi che hanno cambiato e cambieranno l approccio del medico al paziente e quello del paziente alla propria cura. Come faranno i Paesi a sostenere un innovatività così elevata? «È proprio questa la domanda che ha informato il semestre di presidenza italiana delle UE» ha sostenuto il Ministro, «il tasso di innovazione informa una nuova stagione della politica europea». La questione ha due importanti risvolti: quello economico-sanitario, che coinvolge investitori e RS 8453 MASTER MAF. 5

7 industria, sul quale bisogna riflettere e intervenire per garantire l accesso all innovatività a tutti i pazienti, assicurando tutte le nuove molecole e le nuove scoperte; il secondo aspetto è quello relativo al cambiamento dell approccio alla medicina; in questo contesto il tema della medicina personalizzata è già un presente. «Le risposte a tutte queste domande saranno possibili attraverso un nuovo approccio metodologico. Si devono preparare i cittadini ad un cambiamento di prospettiva, educarli alla prevenzione che deve essere l arma primaria per la sostenibilità dei sistemi» ha aggiunto il Ministro. La programmazione sarà quindi utile al recupero del massimo di efficienza del sistema e la prevenzione necessaria per accedere all innovazione. Aumentare la consapevolezza dei comportamenti a rischio, come quelli inerenti all uso dei farmaci, ed educare alle buone abitudine fin dall infanzia sono le sfide del sistema. E per questo che, come afferma il Ministro, si stanno promuovendo piani di azione per arrivare alle persone e per spiegare loro l importanza della prevenzione. Garantire ai pazienti l accesso alle migliori cure disponibili, ha concluso il Ministro, è il compito del Sistema Sanitario, nel rispetto del suo principio fondante ovvero l universalità. Sono più di 20 anni che ci si interroga su «dove sta andando la Sanità» afferma Luigi Frati Magnifico Rettore della Sapienza Università di Roma, quando si iniziava a parlare sempre più di farmaci biotech e meno di farmaci di sintesi. Me nel corso di questi anni si è evidenziato che il vero problema è credere nella ricerca. E la sanità non ci crede abbastanza. L investimento in ricerca della sanità italiana è inferiore di quello degli altri paesi europei. Se non si investe in ricerca si verificherà una migrazione sempre maggiore dei pazienti altrove, verso altre nazioni, mentre è importante pensare in un ottica di offerta di servizi che possano invece fare registrare una controtendenza, ovvero una maggiore presenza di cittadini di altri paesi in Italia. Un conto economico che diventa quindi una scelta scientifica. La ricerca di base è il motore di questo sistema: è un valore aggiunto alla clinica e necessario alla formazione. La scadenza dei brevetti ci da modo di intervenire in questo sistema, dove è possibile recuperare margini per dare più sanità ai cittadini E il ruolo dell Università? Rispetto al passato è cambiato l approccio al malato. Non si ragiona più in un ottica patocentrica come ribadito da Eugenio Gaudio, Preside della Facoltà di Farmacia e Medicina della Sapienza e neo-eletto Rettore della stessa Università, «Bisogna educare alla prevenzione primaria (l obesità dei bambini in Italia ne è un esempio); di questo se ne deve fare carico l Università». Altro punto di competenza dell Università è la formazione degli operatori, perché l appropriatezza può dare un contributo importante alla sostenibilità del sistema. Si deve RS 8453 MASTER MAF. 6

8 evitare la medicina difensiva e si deve poter contare su medici competenti che agiscano sulla prevenzione e che garantiscano cure appropriate. Non si può più ragionare in un ottica di tagli ulteriori perché un paese non si può sviluppare con i tagli. Quindi conclude il Preside Gaudio «sono due gli obiettivi di uno stato moderno: avere un sistema sanitario sano e investire in cultura e formazione. Perché il Paese è in una crisi culturale e morale prima ancora che economica. Bisogna prima agire sulla crisi culturale e morale». Parlando di come sia possibile coniugare crisi e innovazione, secondo il Prof. Federico Spandonaro, Presidente CREA Sanità e docente all Università di Roma Tor Vergata, «oggi scopriamo di avere problemi che la maggior parte del mondo ha nell accesso all innovazione. Finché non ci è toccato non ce ne siamo resi conto. Veniamo da 10 anni di recessione e in questo Paese cominciano a non quadrare i conti; lo si vede nei fondi destinati all innovazione. La crescita è zero in Italia o 0.2% e spendiamo in salute il 25% in meno del resto d Europa.» «Abbiamo poca cultura dell innovazione. Anche questo aspetto ha un motivo etico. Si prenda ad esempio il caso dell HIV dove ci si è investito molto per l elevato ritorno economico previsto, visti i costi delle terapie. L innovazione va pagata e ci sono sicuramente recuperi da fare. Ci sono già in atto meccanismi di razionamento. I consumi pro-capite in Italia sono tutti più bassi di tutte le classi terapeutiche degli altri paesi, ci sono barriere all accesso, ci sono limiti di budget e siamo attenti all uso di farmaci innovativi. Negli ultimi anni la spesa privata di classe A è aumentata del 70%, segno che il SSN evidentemente regge. Oltretutto siamo il paese con l IVA più alta per i prodotti farmaceutici. Dove si vanno a prendere i soldi? Si spera che il PIL cresca, ma come? Bisogna stabilire le priorità e l unica alternativa è deciderle. Un esempio di come le risorse non vengano allocate efficacemente è rappresentato dalla gratuità delle terapie antipertensive che hanno un basso impatto economico, o come quelle antibiotiche oltretutto mal utilizzate in Italia.» Secondo il Prof. Spandonaro, distribuire gratuitamente un prodotto a basso costo «distoglie le risorse da terapie più innovative. Garantire l equità di accesso non è dare terapie a basso costo, ma è garantire terapie innovative a tutti i cittadini». Un case history interessante, presentato durante il Convegno, che ha dato modo di riflettere su come investire nell innovatività attivi un circolo virtuoso con ricadute positive sulla prevenzione e quindi sulla sostenibilità del sistema, è stato quello presentato dal Prof. Stefano Vella, Direttore del Dipartimento del Farmaco dell Istituto Superiore di Sanità, relativo alla terapia dell HIV a livello mondiale. L aspettativa di vita dei pazienti con HIV è oggi uguale a quella delle persone non affette, la curva di accrescimento si è andata impennando dal 2000 in poi, anno in cui le previsioni sulla sopravvivenza avevano fatto registrare i minimi storici per questa patologia. Oggi sono in trattamento 15 milioni di pazienti. E la terapia rappresenta un efficace sistema di prevenzione, perché più copertura c è meno diffusione si registra. «Lo stesso modello» sostiene Stefano Vella «lo si potrebbe applicare al trattamento dell HCV». In Italia si registra la RS 8453 MASTER MAF. 7

9 più elevata prevalenza di epatite C tra i paesi europei. Per molti anni si è curata solo con l interferone e poi si è aggiunta la ribavirina. Oggi con le nuove terapie si è arrivata ad un elevatissima risposta antivirale, fino all eradicazione. Sono trattamenti semplici, sicuri, ben tollerati ed efficaci anche se estremamente costosi. Potrebbero avere un impiego allargato e in sostituzione dei trapianti che hanno un impatto economico elevatissimo. E quindi l impiego dell innovazione farmaceutica può in prospettiva abbattere i costi. Come per l HIV, si potrebbero per l HCV istituire fondi mondiali e agire su due binari, recuperando risorse in occidente per distribuire a basso costo nel sud del mondo. «È una questione di global health non di cooperazione umanitaria, perché ci sono disuguaglianze nell accesso alle terapie». La Tavola Rotonda L equità di accesso al trattamento per tutte le categorie di pazienti e per paziente che hanno la stessa patologia è l obiettivo primario di tutte le azioni di governo in tema di sanità. Oggi si deve parlare «di diritto a guarire» come sostiene Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale Tribunale per i Diritti del Malato, Cittadinanzattiva, e la proposta «sostenibilità e innovazione» secondo Aceti implica «un approccio di sistema, una programmazione integrata della spesa sanitaria e di quella pubblica in generale e capire come si integrano» ad esempio rispetto all epatite C si dovrebbe pensare alla programmazione integrata, attraverso un approccio di Health Technology Assessment. RS 8453 MASTER MAF. 8

10 L Health Tecnhology Assessment deve essere utilizzato, in modo appropriato, per orientare le decisioni. «L HTA è una parola troppo di moda» secondo il Prof.Lorenzo Mantovani, Farmacoeconomista della Università di Napoli Federico II, «il punto fondamentale dell HTA è come quello della metanalisi, dipende da quello che ci metti dentro». Solo se vengono inserite informazioni puntuali, precise si potranno avere dati utili. Quello che serve sono nuovi metodi di controllo dell outcome il più standardizzati possibile. Dalla discussione non poteva rimanere escluso il mercato dei Medical Device. Quello di dispositivi è un mondo vasto dalla diagnostica, passando per l attività operatoria, alle terapie. Il processo di entrata nel mercato è diversa da quello del farmaco. L innovazione è estremamente elevata e il ricambio è continuo e le gare regolano i prezzi: la tendenza è andare con prezzi bassi e proporre anche prodotti non innovativi pur di entrare. Concludendo è doveroso «coniugare la sostenibilità e l etica» come afferma il Prof. Maurizio Simmaco, Direttore del Centro di Diagnostica Molecolare Avanzata Di.M.A. della Sapienza, «ed è un dovere offrire a tutti un servizio sanitario pubblico, ultimo grande baluardo di un paese moderno, che passi proprio attraverso l offerta della salute». La personalizzazione della scelta terapeutica, che ci impone la valutazione della diversità di individui con base genomica differente, potrà garantire un enorme impatto sulla riduzione dei costi. E l Italia nell ambito della medicina personalizzata si pone tra i pionieri d Europa senza però essere supportata da adeguate risorse. In questo contesto Il Master in Market Access ha il compito di formare professionisti che «possano avvicinare la ricerca al mercato» come lo ha efficacemente definito la Prof. Stefania Basili, Professore Associato del Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche della Sapienza. Il mondo del farmaco è totalmente cambiato: se da un lato ci sono le sfide relative alla innovazione e sostenibilità, dall altro per le aziende ci sono innovazione, accesso (market access) e partnership (public affair). «Prima le aziende spendevano energie nel visitare i prescribers, ora sono intervenute nuove figure. Solo il 55% delle aziende ha una struttura di Market Access. Bisogna modificare alcuni skills interne attraverso una formazione avanzata» afferma Federico Serra, Government Affairs &External Relation Director di Novo Nordisk e Vice Presidente della Public Affairs Association. Quanto siamo pronti ad accettare questa sfida del cambiamento? La sfida per le farmaceutiche nelle patologie croniche, come il diabete, è garantire l accesso alle terapie innovative anche attraverso relazioni di partnership. Sempre con lo sguardo rivolto all Europa e «sempre nel rispetto della centralità del paziente» come ribadito da Lucio Corsaro, Direttore Generale della Medi-Pragma di Roma. RS 8453 MASTER MAF. 9

11 LE PAROLE CHIAVE SCATURITE DAL CONVEGNO PER CONIUGARE INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ Figura C Dopo aver aperto il Convegno con una relazione sulle prospettive del Market Access in Italia, la Prof. Annarita Vestri, Direttore del Master in Marketing e Market Access Farmaceutico, ha concluso i lavori con una breve presentazione del Master per il quale è stato appena emesso il bando per le iscrizioni, disponibile al sito internet: Si tratta di un Master universitario di primo livello che prenderà l avvio da Gennaio 2015 presso la Sapienza Università di Roma. Il piano didattico prevede un impegno complessivo di ore di studio di cui almeno 300 costituite da lezioni frontali che si svolgeranno nei fine settimana (Venerdì e Sabato) nel corso di tutto l anno La metodologia didattica, ispirata alla filosofia del LEARNING BY DOING si basa sull analisi, discussione e simulazione di casi reali. L attività di docenza è affidata a professori universitari, a dirigenti delle agenzie sanitarie pubbliche, a manager della sanità pubblica e a manager di aziende private. Nell ambito delle lezioni sono previsti interventi e testimonianze da parte dei protagonisti delle decisioni in sanità. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dedicato al Master: Dr.ssa Francesca Venturi Visconti - MEDI-PRAGMA srl, Roma Tel: RS 8453 MASTER MAF. 10

La Sanità del futuro: Prevenzione, Innovazione e Valore

La Sanità del futuro: Prevenzione, Innovazione e Valore Strettamente riservato Roma, 10 novembre 2015 La Sanità del futuro: Prevenzione, Innovazione e Valore Massimo Scaccabarozzi 2015 The European House - Ambrosetti S.p.A. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Questo

Dettagli

Management della Farmacia Ospedaliera

Management della Farmacia Ospedaliera - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ & NON

Dettagli

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus La risoluzione dell enigma endometriosi. Per affrontare con successo l enigma endometriosi, occorre

Dettagli

Life Sciences Industry: il futuro è oggi. I Dispositivi Medici Lo scenario italiano criticità e proposte

Life Sciences Industry: il futuro è oggi. I Dispositivi Medici Lo scenario italiano criticità e proposte Life Sciences Industry: il futuro è oggi I Dispositivi Medici Lo scenario italiano criticità e proposte Marco Campione Vice Presidente Elettromedicali Assobiomedica Presidente e Amministratore Delegato

Dettagli

Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale

Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale e prevenzione e promozione della salute Corso 60 ore I sistemi sanitari di tutti i Paesi Occidentali sono sotto pressione, a causa del contestuale

Dettagli

UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE

UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE - 1 - Il SSN è un valore per tutti gli italiani. Concorrere a migliorarlo continuamente è un impegno di tutti: Medici, Pazienti,

Dettagli

Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning. Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010

Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning. Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010 Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010 Il Mattino 25 ottobre 2010 Giornale di Napoli 25 ottobre 2010 Corriere del Mezzogiorno 27 ottobre

Dettagli

Formare i formatori al tempo della crisi

Formare i formatori al tempo della crisi Settembre 2013, anno VII N. 8 Formare i formatori al tempo della crisi di Giusi Miccoli 1 La situazione della formazione e confronto con l Europa La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni colpisce

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Roma, 3 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA Roma, 3 Novembre 2015 RASSEGNA STAMPA Roma, 3 Novembre 2015 Sommario AGENZIA TESTATE DATA ANSA (2 TAKE) 3/11/2015 ADNKRONOS (3 TAKE) 3/11/2015 ASKANEWS (3 TAKE) 3/11/2015 QUOTIDIANI ILMESSAGGERO 4/11/2015 WEB LIBEROQUOTIDIANO.SALUTE.IT

Dettagli

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Piano degli studi Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello

Dettagli

La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti

La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012 La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE IL PARADOSSO Vantiamo un SSN che l Organizzazione Mondiale

Dettagli

Master Universitario di II Livello in

Master Universitario di II Livello in Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Anno Accademico 2009-2010 Master Universitario di II Livello 1 Presentazione

Dettagli

IL PARADOSSO. La SALUTE non ha prezzo, I NOSTRI DIRITTI IL DILEMMA. 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012

IL PARADOSSO. La SALUTE non ha prezzo, I NOSTRI DIRITTI IL DILEMMA. 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012 IL PARADOSSO La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE Vantiamo un SSN che l Organizzazione Mondiale

Dettagli

AGENPARL STAMINALI: METODO STAMINA, INCONGRUITA' TUTTA ITALIANA

AGENPARL STAMINALI: METODO STAMINA, INCONGRUITA' TUTTA ITALIANA AGENPARL STAMINALI: METODO STAMINA, INCONGRUITA' TUTTA ITALIANA - Roma 11 giu - Le cellule staminali possono rappresentare una possibile opzione terapeutica per diverse malattie di vari organi e apparati

Dettagli

CORSO MARKET ACCESS PROGRAMMA

CORSO MARKET ACCESS PROGRAMMA CORSO MARKET ACCESS PROGRAMMA OBIETTIVI Preparare professionisti del settore life-science a ricoprire ruoli nel Market Access e a interagire efficacemente con la struttura di Market Access. Far conoscere

Dettagli

Investire in Sanità, tra Sviluppo e Sostenibilità

Investire in Sanità, tra Sviluppo e Sostenibilità DOVE INVESTIRE PER L INNOVAZIONE IN SANITA Investire in Sanità, tra Sviluppo e Sostenibilità Prof. Giuseppe Turchetti, PhD, Fulbright Scolar g.turchetti@sssup.it Firenze, 14 maggio 2013 Agenda Situazione

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

Ricerca e sviluppo: non solo competitività ma speranza

Ricerca e sviluppo: non solo competitività ma speranza Ricerca e sviluppo: non solo competitività ma speranza Sergio Dompé Presidente Farmindustria Malattie rare e disabilità Siamo rari ma tanti Roma, 1 dicembre 2006 Ogni quattro mesi, uno di vita in più Italia:

Dettagli

Scenari ed evoluzione delle politiche sanitarie in Italia

Scenari ed evoluzione delle politiche sanitarie in Italia Scenari ed evoluzione delle politiche sanitarie in Italia Matteo Lippi Bruni Dipartimento di Scienze Economiche Università di Bologna Facoltà di Economia sede di Forlì matteo.lippibruni2@unibo.it Forlì,

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Ministro Lorenzin alla Giornata nazionale per la ricerca sul cancro

Ministro Lorenzin alla Giornata nazionale per la ricerca sul cancro Ministro Lorenzin alla Giornata nazionale per la ricerca sul cancro Il discorso pronunciato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin alla Cerimonia di Celebrazione della Giornata Nazionale per la Ricerca

Dettagli

I FORUM PARLAMENTARE HCV EPATITE C: CURARE TUTTI I PAZIENTI IN MODO SOSTENIBILE È POSSIBILE SUMMARY*

I FORUM PARLAMENTARE HCV EPATITE C: CURARE TUTTI I PAZIENTI IN MODO SOSTENIBILE È POSSIBILE SUMMARY* I FORUM PARLAMENTARE HCV EPATITE C: CURARE TUTTI I PAZIENTI IN MODO SOSTENIBILE È POSSIBILE SUMMARY* QUANTIFICAZIONE DEI PAZIENTI CON EPATITE C ELEGGIBILI A UN TRATTAMENTO ANTIVIRALE CON I FARMACI INNOVATIVI

Dettagli

Health technology assessment sul dolore da cancro

Health technology assessment sul dolore da cancro RASSEGNA STAMPA aggiornata al 29 Maggio 2012 Rassegna stampa HEALTH TECHNOLOGY ASSESSMENT: UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE ILLUSTRA LE BUONE PRATICHE PER COMBATTERE IL DOLORE EPISODICO INTENSO Roma, 9 Maggio

Dettagli

Università degli Studi di Perugia A.A. 2014/2015 Dipartimento di Economia. ECONOMIA INDUSTRIALE Prof. Davide Castellani (davide.castellani@unipg.

Università degli Studi di Perugia A.A. 2014/2015 Dipartimento di Economia. ECONOMIA INDUSTRIALE Prof. Davide Castellani (davide.castellani@unipg. Università degli Studi di Perugia A.A. 2014/2015 Dipartimento di Economia ECONOMIA INDUSTRIALE Prof. Davide Castellani (davide.castellani@unipg.it) Introduzione Struttura di mercato e incentivi a investire

Dettagli

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione 4 HEALTHCARE SUMMIT I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione Contributo alla tavola rotonda: Nuovi Business Models ed Innovazione Tecnologica per il SSN: risparmiare

Dettagli

Èuna situazione complessa e per

Èuna situazione complessa e per LE RISORSE PER IL VOLONTARIATO NELLA CRISI: COME QUADRARE IL CERCHIO? Investire nella qualità della progettazione, ricerca di nuovi potenziali finanziatori, ricorso a campagne di sottoscrizione popolare.

Dettagli

Boehringer Ingelheim. Obiettivo salute

Boehringer Ingelheim. Obiettivo salute Boehringer Ingelheim Obiettivo salute 124 anni di esperienza al servizio della salute Presente in 47 paesi con oltre 41.000 dipendenti Sedi Boehringer Ingelheim nel mondo Tra le prime 20 aziende farmaceutiche

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

19/05/2011 UTIFAR. Maurizio Castorina

19/05/2011 UTIFAR. Maurizio Castorina Rimini 3 aprile UTIFAR Maurizio Castorina 1 L industria farmaceutica sta cambiando profondamente I futuri drivers della crescita Forecast a 5 anni Global CAGR: 4-7% Moltissimi prodotti perderanno il patent

Dettagli

PASQUALE FREGA Assobiotec

PASQUALE FREGA Assobiotec ITALIAN ORPHAN DRUGS DAY Venerdì 13 febbraio 2015 Sala conferenze Digital for Business - Sesto San Giovanni (MI) PASQUALE FREGA Assobiotec www.digitalforacademy.com Italian Orphan Drug Day Malattie Rare

Dettagli

HTA: FATTORE DI CFESCITA O OSTACOLO ALL INNOVAZIONE?

HTA: FATTORE DI CFESCITA O OSTACOLO ALL INNOVAZIONE? Dott. GEORGES PAIZIS Health Policy Director sanofi - aventis HTA: FATTORE DI CFESCITA O OSTACOLO ALL INNOVAZIONE? L Health Technology Assessment (HTA) è un processo multidisciplinare con ben documentate

Dettagli

digenerale@aosgmoscati.av.it

digenerale@aosgmoscati.av.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ROSATO GIUSEPPE Indirizzo Telefono 0825203004 Fax 0825203637 E-mail N. 2, Fraternità della Misericordia, 83100 Avellino digenerale@aosgmoscati.av.it Nazionalità

Dettagli

IL REGISTRO ONCOLOGICO COME STRUMENTO DI IMPLEMENTAZIONE DELLE DECISIONI: QUALE RUOLO NELL HTA

IL REGISTRO ONCOLOGICO COME STRUMENTO DI IMPLEMENTAZIONE DELLE DECISIONI: QUALE RUOLO NELL HTA IL REGISTRO ONCOLOGICO COME STRUMENTO DI IMPLEMENTAZIONE DELLE DECISIONI: QUALE RUOLO NELL HTA Francesca Caprari Direttore Affari Istituzionali e Relazioni Esterne Celgene srl L inizio Il Registro AIFA

Dettagli

OPPORTUNITY. Il mondo della sanità visto non più come un problema ma come opportunità per cittadini, imprese ed Istituzioni.

OPPORTUNITY. Il mondo della sanità visto non più come un problema ma come opportunità per cittadini, imprese ed Istituzioni. Il mondo della sanità visto non più come un problema ma come opportunità per cittadini, imprese ed Istituzioni Settembre 2012 Health Market Opportunity rel 1.0 UN OPPORTUNITÀ DI RILANCIO DA COGLIERE Tutti

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

Welfare e Sanita' Relatore: On. Ferdinando Aiello. Il diritto all'esistenza ( con tutte le tutele socio - economiche )

Welfare e Sanita' Relatore: On. Ferdinando Aiello. Il diritto all'esistenza ( con tutte le tutele socio - economiche ) Sessione pomeridiana tavolo n.1 Welfare e Sanita' Relatore: On. Ferdinando Aiello Discussant: Dott. Massimo Misiti Aspetto dicotomico che possiamo assumere a sintesi e obiettivo del tavolo e' la declinizione

Dettagli

1 Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici

1 Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici 1 Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici 2 Parere per la consultazione pubblica avviata dalla Direzione Generale Impresa e Industria (Commissione

Dettagli

Prezzi di riferimento: confronto con Agenas

Prezzi di riferimento: confronto con Agenas Prezzi di riferimento: confronto con Agenas Il ruolo dell Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali Laura Velardi Milano, 14 marzo 2013 L Agenas L Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali

Dettagli

LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI NELLA PRESA IN CARICO DELLE FRAGILITA

LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI NELLA PRESA IN CARICO DELLE FRAGILITA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI SCIENZE SOCIALI CONVEGNO PER UN WELFARE SOSTENIBILE LEA E LIVEAS: MODELLI REGIONALI A CONFRONTO TAVOLA ROTONDA LEA E LIVEAS NELLA PRESA IN CARICO

Dettagli

Il rapporto tra Industria del Farmaco e le Società Medico Scientifiche

Il rapporto tra Industria del Farmaco e le Società Medico Scientifiche Conferenza 2008 - Farmindustria FISM Industria del Farmaco e Società Medico Scientifiche Il rapporto tra Industria del Farmaco e le Società Medico Scientifiche Sergio Dompé Milano, 17 ottobre 2008 Sinergie

Dettagli

Salute: Lorenzin, non un costo ma opportunita' investimento

Salute: Lorenzin, non un costo ma opportunita' investimento Salute: Lorenzin, non un costo ma opportunita' investimento (ANSA) - ROMA, 19 NOV - "L' investimento in salute e' il presupposto per la crescita e lo sviluppo di un Paese". Per questo e' necessario "abbandonare

Dettagli

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Convegno LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici 14 dicembre 2011 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente dell ANEA

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

a.a. 2014/2015 IX MODULO

a.a. 2014/2015 IX MODULO a.a. 2014/2015 IX MODULO QUALITY & OUTSOURCING MANAGEMENT Perché formazione sul Procurement? I sistemi di Procurement stanno subendo profonde modificazioni sia nelle grandi imprese che nella Pubblica Amministrazione.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI DI MEDICINA GENERALE FIMMG E EUROPA DONNA ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI DI MEDICINA GENERALE FIMMG E EUROPA DONNA ITALIA PROTOCOLLO D INTESA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI DI MEDICINA GENERALE FIMMG E EUROPA DONNA ITALIA Protocollo d intesa tra FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI di MEDICINA GENERALE e EUROPA DONNA ITALIA Il giorno

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

Matricola 50009 Resp UOS di Galenica Clinica e preparazione farmaci Antiblastici Num. Tel. e Fax ufficio 081 7476286 fax 081 7476300

Matricola 50009 Resp UOS di Galenica Clinica e preparazione farmaci Antiblastici Num. Tel. e Fax ufficio 081 7476286 fax 081 7476300 CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Maria Cammarota Data di nascita 03/09/1964 Qualifica Farmacista Dirigente Disciplina Farmacia Ospedaliera Matricola 50009 Incarico attuale Resp UOS di Galenica

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PER LA IMPLEMENTAZIONE DELL ATTIVITA DI DIDATTICA E DI RICERCA ALL INTERNO DELLE

Dettagli

a.a 2012/2013 III MODULO Pianificazione, gestione e controllo della spesa Area Aziendale

a.a 2012/2013 III MODULO Pianificazione, gestione e controllo della spesa Area Aziendale a.a 2012/2013 III MODULO Pianificazione, gestione e controllo della spesa Area Aziendale Perché formazione sul Procurement? I sistemi di Procurement stanno subendo profonde modificazioni sia nelle grandi

Dettagli

Formazione manageriale in Trentino

Formazione manageriale in Trentino Formazione manageriale in Trentino Linee strategiche Dal 2002 il sistema istituzionale trentino ha avviato una serie di esperienze di alta formazione nel settore turistico che, seppure in mutati assetti

Dettagli

La domanda aumenta inevitabilmente la spesa ( aging, veloce diffusione di conoscenza delle soluzioni disponibili, innovazione tecnologica sono i

La domanda aumenta inevitabilmente la spesa ( aging, veloce diffusione di conoscenza delle soluzioni disponibili, innovazione tecnologica sono i Tra costi elevati e difficoltà nella cura: riabilitazione ed assistenza domiciliare e protesica. Il tema della cronicità. 21 maggio 2014 Sala MELODIA Centro Servizi Blocco B Fiera EXPOSANITÀ Bologna Ore

Dettagli

Project Manager 2020 NOVITA

Project Manager 2020 NOVITA Project Manager 2020 NOVITA 1a edizione Leadership & team-building Sede: FAST Piazzale R. Morandi 2 - Milano Milano, 23 settembre e 10 ottobre, 2014 Presentazione e finalità del Corso L industria farmaceutica

Dettagli

UNA NUOVA STELLA NELL INFORMAZIONE SCIENTIFICA

UNA NUOVA STELLA NELL INFORMAZIONE SCIENTIFICA UNA NUOVA STELLA NELL INFORMAZIONE SCIENTIFICA Essere sempre aggiornati sulla medicina e la salute, con informazioni di qualità e in tempo reale. Oggi è possibile. Costruiamo progetti informativi, culturali

Dettagli

DALL ERA DELLA CHIMICA A QUELLA DELLA BIOTECNOLOGIA. Lo sviluppo della biotecnologia e la spesa sanitaria

DALL ERA DELLA CHIMICA A QUELLA DELLA BIOTECNOLOGIA. Lo sviluppo della biotecnologia e la spesa sanitaria Titolo del programma formativo: DALL ERA DELLA CHIMICA A QUELLA DELLA BIOTECNOLOGIA di formazione per supportare in un mondo farmaceutico in rapido cambiamento il Farmacista a rimanere un costante punto

Dettagli

XII Congresso Nazionale Società di Scienze Farmacologiche Applicate SSFA Crocevia dello sviluppo del farmaco

XII Congresso Nazionale Società di Scienze Farmacologiche Applicate SSFA Crocevia dello sviluppo del farmaco XII Congresso Nazionale Società di Scienze Farmacologiche Applicate SSFA Crocevia dello sviluppo del farmaco Prospettive della ricerca clinica in Italia Maurizio de Cicco, Vice Presidente Milano, 30 marzo

Dettagli

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica La Scuola di Volontariato La Scuola di Volontariato è promossa dal Coge Emilia Romagna e dal Coordinamento Centri di Servizio per il Volontariato Emilia Romagna con l intento di stimolare riflessioni sugli

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte PROTOCOLLO DI INTESA tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Associazione Italiana Fisioterapisti Piemonte Valle d

Dettagli

La Dichiarazione di Jakarta sulla promozione della salute nel 21 Secolo (Jakarta Declaration on Leading Health Promotion into the 21st Century)

La Dichiarazione di Jakarta sulla promozione della salute nel 21 Secolo (Jakarta Declaration on Leading Health Promotion into the 21st Century) SCHEDA 6 La Dichiarazione di Jakarta sulla promozione della salute nel 21 Secolo (Jakarta Declaration on Leading Health Promotion into the 21st Century) Quarta Conferenza Internazionale sulla Promozione

Dettagli

Focus su epatite C e terapie di nuova generazione Place in Therapy: documento ARS

Focus su epatite C e terapie di nuova generazione Place in Therapy: documento ARS Focus su epatite C e terapie di nuova generazione Place in Therapy: documento ARS Genova, 9 aprile 2014 Dott.ssa M.S. Rivetti Normativa Determinazioni AIFA 26.11.2012 (G.U. n. 287 del 10.12.2012) Regime

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

L Ingegnere Clinico nella Sanità Italiana. Lorenzo Leogrande Presidente AIIC

L Ingegnere Clinico nella Sanità Italiana. Lorenzo Leogrande Presidente AIIC L Ingegnere Clinico nella Sanità Italiana Lorenzo Leogrande Presidente AIIC 1 L AIIC ASSOCIAZIONE ITALIANA INGEGNERI CLINICI Fondata nel 1993 MISSION: Promuovere l'ingegnere Clinico e l'ingegneria Clinica

Dettagli

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dott. Adriano Cristinziano Direttore UOC Farmacia A.O. Ospedali dei Colli - Napoli Premessa Centralità del farmaco

Dettagli

17 giugno 2015 Noicattaro (BA) UNA Hotel Regina Contrada Scizzo, Via Poggiallegro

17 giugno 2015 Noicattaro (BA) UNA Hotel Regina Contrada Scizzo, Via Poggiallegro L ottimizzazione della gestione integrata delle malattie reumatiche in un mondo in evoluzione: i real world data a supporto del processo decisionale PROGRAMMA 17 giugno 2015 Noicattaro (BA) UNA Hotel Regina

Dettagli

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO in collaborazione con ALTEMS Alta Scuola di Economia e Management Sanitario INTRODUZIONE ALL HTA. COME FARNE UNO STRUMENTO OPERATIVO: DALL

Dettagli

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Focus sul settore high tech 5 Dicembre 2007 Indice Overview generale Il mercato italiano del Private equity e Venture capital Focus sul settore

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Le azioni di advocacy delle donne nel mondo con particolare riferimento al tumore del seno

Le azioni di advocacy delle donne nel mondo con particolare riferimento al tumore del seno Le azioni di advocacy delle donne nel mondo con particolare riferimento al tumore del seno A cura di Francesca Merzagora Ginevra, 5-6 febbraio 2010 Contenuti della presentazione 1. Le origini dei movimenti

Dettagli

Formazione residenziale a carattere nazionale. Corso Superiore SIFO in Farmacia Clinica Ed. 2013-2014 II anno Catania, dal 23 al 26 giugno 2014

Formazione residenziale a carattere nazionale. Corso Superiore SIFO in Farmacia Clinica Ed. 2013-2014 II anno Catania, dal 23 al 26 giugno 2014 Formazione residenziale a carattere nazionale Corso Superiore SIFO in Farmacia Clinica Ed. 2013-2014 II anno Catania, dal 23 al 26 giugno 2014 Direttore del corso: Dr. Franco Rapisarda Razionale Il corso

Dettagli

Regionalizzazione del Servizio Sanitario Nazionale e politiche decentrate del farmaco: le nuove strategie di market access

Regionalizzazione del Servizio Sanitario Nazionale e politiche decentrate del farmaco: le nuove strategie di market access Regionalizzazione del Servizio Sanitario Nazionale e politiche decentrate del farmaco: le nuove strategie di market access Focused Courses MILANO - Ac Hotel 12 Marzo 2014 Per iscrizioni entro il 12 Febbraio

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Contributo non condizionato: Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Giovedì 5 marzo 2015 presso HOTEL EUROPA Best Western Lungomare Zara, 57, 64021 Giulianova TE L incontro inizierà alle 20.30.

Dettagli

1.10.2005 30.11.2009 e 16.6.2014 ad oggi

1.10.2005 30.11.2009 e 16.6.2014 ad oggi CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Cognome E-mail nazionalità Luogo e data di nascita Esperienza professionale Marta Branca Italiana 1.10.2005 30.11.2009 e 16.6.2014 ad oggi Dirigente di ruolo

Dettagli

con il sostegno di Educazione Finanziaria nella cultura economica e sociale del Mediterraneo

con il sostegno di Educazione Finanziaria nella cultura economica e sociale del Mediterraneo con il sostegno di Educazione Finanziaria nella cultura economica e sociale del Mediterraneo Regione Campania Anno Accademico 2014-2015 Educazione Finanziaria La globalizzazione che domina i mercati finanziari

Dettagli

Il settore farmaceutico in Italia: caratteristiche, criticità, proposte

Il settore farmaceutico in Italia: caratteristiche, criticità, proposte Il settore farmaceutico in Italia: caratteristiche, criticità, proposte Pierluigi Antonelli Chairman IAPG 1 Lo IAPG Lo IAPG (Italian American Pharmaceutical Group) rappresenta le aziende farmaceutiche

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Sanita': al via primo master italiano sulla valutazione delle tecnologie

Sanita': al via primo master italiano sulla valutazione delle tecnologie Sanita': al via primo master italiano sulla valutazione delle tecnologie Roma, 24 mar. -I metodi per misurare l efficacia delle tecnologie in sanità - Health Technology Assessment (Hta) - approdano all'università

Dettagli

Invito. 1 E-Health Forum L innovazione tecnologica come driver di cambiamento della Sanità. www.formazione.ilsole24ore.com

Invito. 1 E-Health Forum L innovazione tecnologica come driver di cambiamento della Sanità. www.formazione.ilsole24ore.com www.formazione.ilsole24ore.com Invito 1 E-Health Forum L innovazione tecnologica come driver di cambiamento della Sanità Milano, 28 novembre 2006 Palazzo delle Stelline Corso Magenta, 61 Associate Sponsor:

Dettagli

Investire nella formazione

Investire nella formazione Repubblica e Cantone Ticino Investire nella formazione Concetto 2006 per la formazione dei Segretari comunali, dei Quadri dirigenti e dei Funzionari amministrativi Dipartimento dell educazione, della cultura

Dettagli

Il tumore al seno fa meno paura: decisiva la diagnosi precoce

Il tumore al seno fa meno paura: decisiva la diagnosi precoce 25-07-2014 www.tmnews.it Il tumore al seno fa meno paura: decisiva la diagnosi precoce Nel 2014 si stima che saranno 48.000 i casi in Italia Roma, 25 ott. (TMNews) - Oggi il tumore al seno fa sempre meno

Dettagli

Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE)

Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE) Titolo del Corso Corso Universitario di Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DI ACCESSO, GESTIONE E RENDICONTAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPEI (CUAP FCE) Soggetti proponenti UNIVERSITÀ MAGNA GRÆCIA

Dettagli

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Sinergie e risultati nel settore del farmaco Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Roma, 22 maggio 2007 Dalle Biotecnologie per la Salute nuove possibilità di cura settore Science-based le

Dettagli

EVENTI E GIOCO DI SQUADRA I successi non dipendono solo dal planner. Eventi e gioco di squadra

EVENTI E GIOCO DI SQUADRA I successi non dipendono solo dal planner. Eventi e gioco di squadra EVENTI E GIOCO DI SQUADRA I successi non dipendono solo dal planner 1 L Azienda Profilo Aziendale Un orologio, che con i suoi meccanismi interni permette di unire le energie di più elementi per raggiungere

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 LEZIONE LA FORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE DOTT.SSA MARIA ANTONIETTA DE LUCA Indice 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 1.1.

Dettagli

L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE

L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE L INDEBITAMENTO SOSTENIBILE DELLE IMPRESE Principi teorici, modelli ed applicazioni pratiche per la valutazione della corretta struttura finanziaria e del rischio d impresa. 1ª EDIZIONE 13 e 14 OTTOBRE

Dettagli

Definizione di Farmaco

Definizione di Farmaco Ordine dei Farmacisti Pesaro & Urbino Scuola Media Virgilio, Roma Martedì 6 marzo 2012 I farmaci: istruzioni per l uso Definizione di Farmaco Sostanza esogena, organica o inorganica, naturale o sintetica,

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

a.a 2010/2011 V MODULO Analisi Economica dei Mercati Area Economica

a.a 2010/2011 V MODULO Analisi Economica dei Mercati Area Economica a.a 2010/2011 V MODULO Analisi Economica dei Mercati Area Economica Perché formazione sul Procurement? I sistemi di Procurement stanno subendo profonde modificazioni sia nelle grandi imprese che nella

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

Laboratorio Efficienza Energetica

Laboratorio Efficienza Energetica Laboratorio Efficienza Energetica Incentiviamo le soluzioni vincenti Presentazione del Progetto 1 Laboratorio Efficienza Energetica Incentiviamo le soluzioni vincenti La crisi economica e la modifica strutturale

Dettagli

II sessione ore 15.30 La cura della dipendenza da sostanze in Italia

II sessione ore 15.30 La cura della dipendenza da sostanze in Italia 5 Conferenza Nazionale sulle politiche antidroga Consultazioni permanenti Roma 5 maggio 2009 Sala polifunzionale- Presidenza del Consiglio dei Ministri Via di S. Maria in Via, 37 - Roma II sessione ore

Dettagli

Procurement Training Program Analisi Economica dei Mercati Area economica

Procurement Training Program Analisi Economica dei Mercati Area economica Procurement Training Program Analisi Economica dei Mercati Area economica Perché formarsi sul Procurement? I sistemi di Procurement stanno subendo profonde modificazioni sia nelle grandi imprese che nella

Dettagli

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE MADEEXPO - MILANO 5-8 OTTOBRE 2011 PRESENTAZIONE EVENTO BORGHI&CENTRISTORICI OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BORGHI E CENTRI STORICI ITALIANI Intervento dell Ing. Francesco

Dettagli

LA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA

LA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA LA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA IN SANITÀ OBIETTIVI DIDATTICI Definire il ruolo dell epidemiologia nella valutazione dei bisogni sanitari e nell allocazione delle risorse Acquisire le conoscenze sulle principali

Dettagli

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli