IL VADEMECUM di. La normativa comunitaria nazionale e regionale sulla progettazione di edifici ad alte prestazioni energetiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL VADEMECUM di. La normativa comunitaria nazionale e regionale sulla progettazione di edifici ad alte prestazioni energetiche"

Transcript

1 IL VADEMECUM di La normativa comunitaria nazionale e regionale sulla progettazione di edifici ad alte prestazioni energetiche

2 /sponsorizzato da

3

4 involucro finiture impianti cantiere rinnovabili Strutture/coperture/pareti esterne e facciate/rivestimenti interni/finiture/ pavimenti/isolamento/impermeabilizzazione/porte e finestre/scale/ ascensori/collegamenti/impianti idrici/impianti termici/domotica/impianti elettrici/antincendio/sicurezza/fissaggi/risanamento e restauro/arredo urbano/spazi pubblici/arredamento e design/cantiere e macchine/materiali da costruzione/infrastutture e opere speciali/energie rinnovabili Il portale dell EDILIZIA e dell ARCHITETTURA!

5 trasformare il rispetto delle norme in opportunità di crescita INDICE 0 Introduzione 1 La direttiva 2010/31/CE 2 La normativa italiana 2.1 La normativa nazionale 2.2 La normativa regionale p.03 p.04 p.06 p.07 p.09 Il presente vademecum è frutto di una elaborazione curata dalla redazione di Edilportale.com ed è aggiornato al 20 Febbraio 2012 Edilportale declina ogni responsabilità per eventuali errori o inesattezze in esso contenute. Copyright 2011 Edilportale.com Spa - Tutti i diritti sono riservati Edilportale.com - via Loiacono, Bari, Italy tel: fax:

6 3 0 INTRODUZIONE Costruire Edifici a Energia Quasi Zero è l obiettivo che l Unione Europea si è posta per il Saranno edifici ad altissima prestazione energetica, nei quali il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo verrà coperto in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili. Per raggiungere questo obiettivo, ma anche per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, è stata emanata la Direttiva comunitaria 2010/31/CE che, dal 1º febbraio 2012, ha sostituito la 2002/91/CE. In attuazione della Direttiva 2002/91/CE, in Italia sono stati emanati: il Decreto Legislativo 192/2005 sul rendimento energetico in edilizia, modificato dal Decreto Legislativo 311/2006, le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e le Linee guida nazionali per la certificazione energetica. Anche diverse Regioni hanno regolato la materia nel proprio territorio, varando leggi molto avanzate o introducendo una certificazione volontaria della sostenibilità degli edifici. Con l entrata in vigore della Direttiva 2010/31/CE, tutti gli Stati membri della UE dovranno aggiornare la propria legislazione nazionale e regionale per recepire i contenuti della nuova disciplina comunitaria. Edilportale segue da sempre le tematiche connesse alla progettazione e al risparmio energetico in edilizia, informando puntualmente i progettisti sulla legislazione e sulle soluzioni tecnologiche proposte dal mercato per il raggiungimento degli obiettivi posti dalla normativa. Il presente Vademecum si propone di illustrare i contenuti della Direttiva 2010/31/CE e di fornire un quadro aggiornato della normativa nazionale e regionale vigente in materia di prestazioni energetiche degli edifici. Vuole essere uno strumento per capire lo stato dell arte della legislazione italiana e lo scenario che l Unione Europea ci prospetta di qui al 2020.

7 1 LA DIRETTIVA 2010/31/CE 4 La Direttiva Europea 2010/31/CE del 19 maggio 2010 sulla prestazione energetica nell edilizia è stata pubblicata sulla Gazzetta Europea del 18 giugno 2010 ed è entrata in vigore l 8 luglio Dal 1º febbraio 2012 ha sostituito la Direttiva 2002/91/CE. Gli Stati membri dovranno recepirla nei propri ordinamenti entro il 9 luglio 2012 (la scadenza potrebbe variare per effetto della legge di recepimento). La Direttiva 2010/31/CE promuove il miglioramento della prestazione energetica degli edifici, tenendo conto delle condizioni locali e climatiche e dell efficacia sotto il profilo dei costi, e delinea il quadro comune generale per il calcolo della prestazione energetica degli edifici al quale gli Stati membri dovranno adeguarsi. La metodologia di calcolo della prestazione energetica degli edifici dovrà essere determinata sulla base delle caratteristiche termiche dell edificio e delle sue divisioni interne (capacità termica, isolamento, riscaldamento passivo, elementi di raffrescamento, ponti termici), degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda, di condizionamento, di illuminazione, e sulla base dell orientamento dell edificio, dei sistemi solari passivi e di protezione solare, ecc. La direttiva stabilisce che i requisiti minimi della prestazione energetica (che i singoli Stati fisseranno e aggiorneranno ogni cinque anni) dovranno essere applicati agli edifici di nuova costruzione, esistenti e ristrutturati, e agli elementi dell involucro edilizio e dei sistemi tecnici importanti per la prestazione energetica. Edifici di nuova costruzione: prima dell inizio dei lavori deve essere valutata la fattibilità tecnica, ambientale ed economica di sistemi alternativi ad alta efficienza, se disponibili, tra cui: sistemi di fornitura energetica decentrati basati su fonti rinnovabili; cogenerazione; teleriscaldamento o teleraffrescamento; pompe di calore. Edifici esistenti sottoposti a ristrutturazioni importanti: devono migliorare la propria prestazione energetica, al fine di soddisfare i requisiti minimi; nella ristrutturazione devono essere valutati sistemi alternativi ad alto rendimento. Potranno essere esclusi: gli edifici tutelati; gli edifici adibiti al culto; i fabbricati temporanei, i siti industriali, le officine, gli edifici agricoli; gli edifici residenziali utilizzati meno di 4 mesi all anno; i fabbricati indipendenti sotto i 50 m2. Gli Stati dovranno stabilire requisiti minimi relativi agli elementi dell involucro edilizio e ai sistemi tecnici per l edilizia (impianti di riscaldamento, sistemi di produzione di acqua calda, impianti di condizionamento d aria, grandi impianti di ventilazione), al fine di ottimizzarne i consumi, e potranno promuovere l introduzione di sistemi di

8 5 misurazione intelligenti. La Direttiva 2010/31/CE prevede che vengano redatti piani nazionali destinati ad aumentare il numero di Edifici a Energia Quasi Zero, cioè di edifici ad altissima prestazione energetica, in cui il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo sia coperto in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili, compresa quella prodotta in loco o nelle vicinanze. Entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere edifici a energia quasi zero. Per gli edifici pubblici questa scadenza è anticipata al 31 dicembre Gli Stati membri dovranno istituire un sistema di certificazione energetica degli edifici. L attestato di prestazione energetica comprenderà la prestazione energetica di un edificio e i valori di riferimento, quali i requisiti minimi di prestazione energetica. Il certificato, di validità massima 10 anni, potrà contenere informazioni supplementari e raccomandazioni per il miglioramento efficace o ottimale in funzione dei costi della prestazione energetica. Il certificato di prestazione energetica dovrà essere rilasciato: per gli edifici o le unità immobiliari costruiti, venduti o locati; per gli edifici in cui una porzione di oltre 500 m2 è occupata da enti pubblici e frequentata dal pubblico. Dopo cinque anni dall entrata in vigore della direttiva, la soglia di 500 m2 sarà abbassata a 250 m2. Non è obbligatorio rilasciare il certificato qualora sia già disponibile e valido un certificato rilasciato conformemente alla Direttiva 2002/91/CE. In caso di costruzione, vendita o locazione, il certificato di prestazione energetica dovrà essere mostrato al potenziale acquirente o nuovo locatario e consegnato alla stipula del contratto. In caso di vendita o locazione di un edificio prima della sua costruzione, gli Stati potranno disporre che il venditore fornisca una valutazione della futura prestazione energetica dell edificio; in tal caso, il certificato di prestazione energetica deve essere rilasciato entro la fine della costruzione. In caso di offerta in vendita o in locazione di edifici o unità immobiliari dotati di un certificato di prestazione energetica, l indicatore di prestazione energetica dovrà essere riportato in tutti gli annunci commerciali. Negli edifici pubblici, il certificato di prestazione energetica dovrà essere esposto al pubblico. La direttiva disciplina, infine, le ispezioni degli impianti di riscaldamento degli edifici dotati di caldaie con una potenza superiore a 20 kw e degli impianti di condizionamento d aria con potenza superiore a 12 kw. La certificazione della prestazione energetica degli edifici e l ispezione degli impianti di riscaldamento e condizionamento d aria dovranno essere effettuate in maniera indipendente da esperti qualificati e/o accreditati, operanti in qualità di lavoratori autonomi o come dipendenti di enti pubblici o di imprese private. L accreditamento degli esperti sarà effettuato tenendo conto della loro competenza. Anche i sistemi di controllo per i certificati di prestazione energetica e i rapporti di ispezione degli impianti dovranno essere indipendenti. Direttiva Europea 19/05/2010 n. 2010/31/CE Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell edilizia * Direttiva Europea 16/12/2002 n. 2002/91/CE Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell edilizia, abrogata dal 1 febbraio *

9 2 LA NORMATIVA ITALIANA 6 La situazione normativa italiana è caratterizzata da un quadro legislativo nazionale ancora incompleto, cui si affiancano Regioni contraddistinte da leggi ed esperienze molto avanzate ed altre ancora poco sensibili al tema dell edilizia sostenibile.

10 La normativa nazionale In Italia le prime disposizioni in materia di certificazione energetica degli edifici sono state emanate con la Legge 9 gennaio 1991, n. 10, volta a favorire l uso razionale dell energia, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e la riduzione dei consumi di energia nei processi produttivi. Nel 2005 è stato avviato il recepimento della Direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia (abrogata dalla nuova 2010/31/CE), che ha introdotto nell Unione europea la certificazione energetica degli edifici, quale strumento per sensibilizzare i cittadini sugli aspetti energetici degli immobili in fase di compravendita. Il primo provvedimento di recepimento della Direttiva 2002/91/CE è stato il Dlgs 18 agosto 2005, n. 192, che ha fissato le condizioni e le modalità per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici e ha stabilito i criteri generali per la certificazione energetica, prevedendo l obbligo per gli edifici di nuova costruzione di dotarsi di un attestato di certificazione energetica. L attestato ha una validità massima di 10 anni dal rilascio, deve essere aggiornato ad ogni intervento di ristrutturazione che modifichi le prestazioni energetiche dell edificio e deve riportare i dati relativi all efficienza energetica dell edificio e suggerimenti per il miglioramento della prestazione energetica. Il Dlgs 192/2005 è stato modificato e integrato con il Dlgs 29 dicembre 2006, n. 311 che ha anche esteso gradualmente l obbligo della certificazione energetica a tutti gli edifici preesistenti all entrata in vigore del Dlgs 192/2005 (8 ottobre 2005), qualora immessi sul mercato in vendita o locazione. Dal 1 gennaio 2007, l attestato di certificazione energetica è diventato necessario per fruire di incentivi e agevolazioni fiscali destinati al miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici. I decreti legislativi 192/2005 e 311/2006 prevedono l emanazione di tre decreti attuativi: Legge dello Stato 09/01/1991 n. 10 Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso nazionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (http://www.edilportale.com/normativa/_1441.html) Decreto Legislativo 19/08/2005 n. 192 Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia (http://www.edilportale.com/normativa/_8988.html) Decreto Legislativo 29/12/2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (http://www.edilportale.com/normativa/_9986.html) Decreto del Presidente della Repubblica 02/04/2009 n. 59 Regolamento di attuazione dell articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (http://www.edilportale.com/normativa/_10876.html) Decreto Ministeriale 26/06/2009 Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_11103.html) Decreto Legislativo 30/05/2008 n. 115 Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all efficienza degli usi finali dell energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva 93/76/CEE (http://www.edilportale.com/normativa/_10447.html)

11 8 - un Regolamento con le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici, in attuazione dell articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del Dlgs 192/2005. Tale Regolamento è stato emanato con il Dpr 2 aprile 2009, n le Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici, in attuazione dell articolo 6, comma 9 e dell articolo 5, comma 1 del Dlgs 192/2005. Le Linee guida sono state emanate con il DM del 26 giugno promozione delle energie rinnovabili, è stato introdotto l obbligo di inserire nei contratti di compravendita o di locazione una clausola con la quale l acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni relative alla certificazione energetica. Lo stesso Dlgs 28/2011 prevede che, dal 1 gennaio 2012, gli annunci commerciali di vendita di edifici o di singole unità immobiliari riportino l indice di prestazione energetica contenuto nell attestato di certificazione energetica. - un Regolamento che fissi i criteri di accreditamento degli esperti e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici e le ispezioni degli impianti di climatizzazione, in attuazione della lettera c) dell articolo 4 comma 1, del Dlgs 192/2005. Tale Regolamento non è ancora stato emanato e fino alla sua emanazione si applicano le disposizioni contenute nell Allegato III al Dlgs 30 maggio 2008, n. 115 (Attuazione della Direttiva 2006/32/CE relativa all efficienza degli usi finali dell energia) che definisce i soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici. Con il Dlgs 3 marzo 2011, n. 28, che recepisce la Direttiva 2009/28/CE sulla Direttiva Europea 05/04/2006 n. 2006/32/CE Efficienza degli usi finali dell energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva 93/76/CEE del Consiglio (http://www.edilportale.com/normativa/_9538.html) Decreto Legislativo 03/03/2011 n. 28 Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE (http://www.edilportale.com/normativa/_11738.html) Direttiva Europea 23/04/2009 n. 2009/28/CE Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE (http://www.edilportale.com/normativa/_11058.html) Clicca sul link della normativa

12 La normativa regionale La normativa nazionale in materia di certificazione energetica degli edifici (Dlgs 192/2005 e relativi decreti attuativi) si applica alle Regioni e Province autonome che non hanno ancora adottato propri provvedimenti in attuazione della Direttiva 2002/91/CE, e fino all entrata in vigore della normativa adottata da ciascuna Regione e Provincia autonoma. Il panorama normativo regionale è piuttosto variegato: si va da esperienze pionieristiche, come lo standard CasaClima della Provincia di Bolzano, a leggi che rendono obbligatoria la certificazione energetica degli edifici; da leggi regionali che introducono procedure volontarie di certificazione a realtà totalmente sprovviste di una propria normativa, nelle quali si applica, come già detto, la legislazione nazionale.

13 La situazione regione per regione 10

14 11 ABRUZZO La Regione Abruzzo non ha ancora legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici. Si applica quindi la normativa nazionale. BASILICATA La Regione Basilicata si è dotata nel 2006 di un sistema di valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici, il Protocollo Sintetico Basilicata, aggiornato nel Con la Legge Finanziaria 2008, la Regione ha emanato proprie norme per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici esistenti e di quelli di nuova costruzione. Sono stati stabiliti i criteri e i parametri per la certificazione energetica degli edifici, anche con riferimento ai materiali utilizzati e agli impianti di riscaldamento e di climatizzazione. La legge non è ancora pienamente applicabile perché priva dei provvedimenti di attuazione. Nel frattempo, si applica la normativa nazionale. Delibera 14 aprile 2010, n. 695 DGR /05/2006. Sistema di valutazione energetico-ambientale degli edifici. Approvazione Protocollo Sintetico. Approvazione aggiornamento 2009 (http://www.edilportale.com/normativa/_11888.html) Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 31 Disposizioni per la formazione del Bilancio di previsione annuale e pluriennale della Regione Basilicata - Legge Finanziaria 2009 (http://www.edilportale.com/normativa/_10853.html) Legge regionale 28 dicembre 2007, n. 28 Disposizioni per la formazione del Bilancio di Previsione Annuale e Pluriennale della Regione Basilicata Legge Finanziaria 2008 (http://www.edilportale.com/normativa/_10429.html) Delibera 15 maggio 2006, n. 724 Sistema di valutazione energeticoambientale degli edifici. Approvazione Protocollo Sintetico (http://www.edilportale.com/normativa/_11889.html) PROVINCIA DI BOLZANO La Provincia di Bolzano è stata la prima, nel 1997, a dotarsi di una legge in materia di certificazione energetica degli edifici. Nel 2004 è stato emanato il regolamento di esecuzione che ha introdotto lo standard CasaClima/ KlimHaus. Con un apposito sistema di calcolo è possibile calcolare il fabbisogno energetico dell edificio; in base al consumo di energia viene assegnata la categoria: CasaClima Oro, CasaClima A e CasaClima B. Decreto Presidenziale 29 settembre 2004, n. 341 Regolamento di esecuzione della legge urbanistica in materia di risparmio energetico (http://www.edilportale.com/normativa/_9942.html) Legge regionale 11 agosto 1997, n. 13 Legge urbanistica provinciale (http://www.edilportale.com/normativa/_9943.html) CALABRIA La Regione Calabria ha emanato nel novembre 2011 le proprie norme per l abitare sostenibile. La legge fissa i principi della sostenibilità in edilizia a partire dalla pianificazione urbanistica. Lo strumento di attuazione è la certificazione della sostenibilità basata sul Protocollo ITACA. La legge definisce il sistema di certificazione e le procedure di certificazione e di accreditamento dei certificatori. È introdotta una integrazione volontaria alla certificazione energetica obbligatoria prevista dal Dlgs 192/2005. Le modalità di calcolo delle prestazioni energetiche e ambientali degli edifici non sono ancora state fissate, per cui si applica ancora la normativa nazionale. Legge regionale 4 novembre 2011, n. 41 Norme per l abitare sostenibile (http://www.edilportale.com/normativa/_12024.html)

15 12 CAMPANIA La Regione Campania non ha ancora legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici. Si applica quindi la normativa nazionale. Di recente sono state emanate le linee guida per la valutazione della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici, basate sul Protocollo ITACA sintetico 2009, che si applicano limitatamente alla progettazione e realizzazione degli interventi edilizi previsti dal Piano Casa. Delibera 20 settembre 2010, n.1362 Modifiche agli allegati di cui alla parte seconda della Delibera di Assemblea legislativa n.156/2008 (http://www.edilportale.com/normativa/_11665.html) Delibera 6 ottobre 2009, n. 255 Modifica alla deliberazione dell Assemblea legislativa n. 156/2008 (http://www.edilportale.com/normativa/_11914.html) Delibera 21 settembre 2009, n Modifica agli allegati tecnici della Deliberazione dell Assemblea Legislativa n.156/2008 (http://www.edilportale.com/normativa/_11913.html) Delibera 4 marzo 2008, n. 156 Atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_10439.html) Delibera 12 aprile 2011, n. 145 Approvazione delle Linee guida per la valutazione della sostenibilità energetico-ambientale degli edifici in attuazione della L.R. n. 1/2011 di modifica della L.R. n. 19/2009. Protocollo ITACA - Campania sintetico (http://www.edilportale.com/normativa/_11895.html) Legge regionale 28 dicembre 2009, n.19 Misure urgenti per il rilancio economico, per la riqualificazione del patrimonio esistente, per la prevenzione del rilascio sismico e per la semplificazione amministrativa (http://www.edilportale.com/normativa/_11049.html) EMILIA ROMAGNA Con un percorso legislativo iniziato nel 2008, la Regione Emilia Romagna ha adottato le norme per la certificazione energetica degli edifici, definendo prestazioni minime, metodologia di calcolo e modalità per il rilascio dell Attestato di Certificazione Energetica. La normativa regionale rafforza i requisiti prestazionali fissati dal legislatore nazionale, in particolare per quanto riguarda il comportamento energetico degli edifici in regime estivo e il ruolo delle fonti rinnovabili per la copertura dei consumi di energia primaria. La Delibera 1366/2011 prevede che, dal 31 maggio 2012, si arrivi progressivamente a coprire con le rinnovabili fino al 50% del consumo di energia dell edificio. Delibera 26 settembre 2011, n.1366 Proposta di modifica della Parte Seconda - Allegati - della delibera dell Assemblea Legislativa n. 156/2008 (http://www.edilportale.com/normativa/_12015.html) FRIULI VENEZIA GIULIA Con la legge regionale 23/2005 in materia di edilizia sostenibile, la Regione Friuli Venezia Giulia ha istituito il Protocollo VEA, un sistema di Valutazione della qualità Energetica e Ambientale degli edifici, che costituisce il criterio applicativo necessario ai fini della certificazione energetica e ambientale sia per gli edifici pubblici che per quelli privati. La certificazione VEA è obbligatoria dal 31 ottobre 2011 nel caso di interventi edilizi, e dal 1 gennaio 2012 per le compravendite e le locazioni. Nell ottobre 2011 è stato approvato il nuovo Protocollo VEA che sostituisce quello del Delibera 27 ottobre 2011, n Approvazione del protocollo VEA ed entrata in vigore delle nuove schede (http://www.edilportale.com/normativa/_12134.html) Delibera 24 settembre 2009, n Regolamento recante le procedure per la certificazione VEA di sostenibilità energetico ambientale degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_11915.html) Delibera 24 settembre 2009, n Approvazione del Protocollo regionale VEA per la Valutazione della qualità Energetica e Ambientale degli edifici (http://www.edilportale.com/ normativa/_10603.html) abrogata dalla Delibera 2055/2011. Legge regionale 18 agosto 2005, n.23 Disposizioni in materia di edilizia sostenibile (http://www.edilportale.com/normativa/_8944.html)

16 13 LAZIO Nel 2008 la Regione Lazio ha emanato norme sull architettura sostenibile e la bioedilizia. Successivamente è stato messo a punto il regolamento attuativo della legge, che introduce il sistema per la certificazione volontaria di sostenibilità ambientale degli interventi di bioedilizia, basato sul Protocollo ITACA. Il regolamento sulla certificazione energetica e ambientale è stato approvato in via preliminare nel gennaio Delibera 5 marzo 2010, n. 133 Adozione del Protocollo ITACA Regione Lazio Residenziale e del Protocollo ITACA Regione Lazio non Residenziale, ai sensi della Lr 6 27 maggio 2008, Capo III, art. 7, c. 4 (http://www.edilportale.com/normativa/_11496.html) Delibera 5 febbraio 2010, n. 72 Bozza di Regolamento Regionale Sistema per la Certificazione di sostenibilità ambientale degli interventi di bioedilizia e l accreditamento dei soggetti certificatori (http://www.edilportale.com/normativa/_11490.html) Delibera 7 agosto 2009, n. 634 Approvazione dei criteri relativi al Protocollo regionale sulla bioedilizia di cui all art. 7 della legge regionale 7 giugno 2008, n.6 e definizione successivi adempimenti (http://www.edilportale.com/normativa/_11340.html) Legge regionale 27 maggio 2008, n. 6 Disposizioni regionali in materia di architettura sostenibile e bioedilizia (http://www.edilportale.com/normativa/_10541.html) LIGURIA Con la Legge regionale 22/2007, e il successivo regolamento, la Regione Liguria ha adottato le norme per la certificazione energetica degli edifici, definendo i requisiti minimi del rendimento, la metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche integrate degli edifici e le modalità per il rilascio dell Attestato di Certificazione Energetica. Decreto Presidente Giunta Regionale 22 gennaio 2009, n. 1 Regolamento di attuazione articolo 29 della legge regionale 29 maggio 2007 n. 22 recante: Norme in materia di certificazione energetica degli edifici. Sostituzione del regolamento regionale n. 6 del (http://www.edilportale.com/normativa/_10882.html) Decreto Presidente Giunta Regionale 8 novembre 2007, n. 6 Regolamento di attuazione dell articolo 29 della legge regionale 29 maggio 2007 n. 22 (norme in materia di energia) (http://www.edilportale.com/normativa/_10369.html) Legge regionale 29 maggio 2007, n. 22 Norme in materia di energia (http://www.edilportale.com/normativa/_10167.html) LOMBARDIA La Lombardia è stata la prima Regione a rendere obbligatoria la certificazione energetica degli edifici sul proprio territorio. La disciplina in materia è contenuta nella Legge regionale 24/2006 e nella Delibera di Giunta 8/5018 del 2007 e s.m.i., che definisce i requisiti di prestazione energetica degli edifici e degli impianti, la procedura di certificazione e l accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio dell attestato di certificazione energetica. Delibera 31 maggio 2011, n. IX/1811 Approvazione nuovo modello di attestato di certificazione energetica degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_11931.html) Delibera 22 dicembre 2008, n Determinazione in merito alle disposizioni per l efficienza energetica in edilizia e per la certificazione energetica degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_10786.html) Delibera 31 ottobre 2007, n. 8/5773 Certificazione energetica degli edifici - Modifiche ed integrazioni alla d.g.r. n. 5018/2007 (http://www.edilportale.com/normativa/_10350.html) Delibera 26 giugno 2007, n. 8/5018 Determinazioni inerenti la certificazione energetica degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_10204.html) Legge regionale 11 dicembre 2006, n. 24 Norme per la prevenzione e riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell ambiente (http://www.edilportale.com/normativa/_9919.html)

17 14 MARCHE Con la Legge regionale 14/2008, la Regione Marche ha dettato norme per l edilizia sostenibile e ha introdotto la certificazione della sostenibilità energetico-ambientale degli edifici. La certificazione è basata sul Protocollo ITACA, ha natura volontaria e ricomprende la certificazione energetica degli edifici disciplinata dalla normativa nazionale. Dopo la bocciatura del primo sistema di accreditamento dei certificatori, la Regione ha introdotto il nuovo sistema di certificazione ITACAMARCHE e ha definito le procedure per la formazione e l accreditamento dei certificatori. Delibera 19 dicembre 2011, n Sistema e procedure per la certificazione energetica e ambientale degli edifici, criteri e procedure per formazione e accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio della certificazione (http://www.edilportale.com/normativa/_12135.html) Legge regionale 17 giugno 2008, n. 14 Norme per l edilizia sostenibile (http://www.edilportale.com/normativa/_10591.html) MOLISE La Regione Molise non ha ancora legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici. Si applica quindi la normativa nazionale. PIEMONTE Con la Legge regionale 13/2007, la Regione Piemonte ha adottato le norme per la certificazione energetica degli edifici definendo le prestazioni minime, la metodologia di calcolo, i criteri e le modalità per il rilascio dell Attestato di Certificazione Energetica. Con due Delibere di Giunta del 2009, sono state emanate le disposizioni attuative della legge 13/2007. Delibera 20 ottobre 2009, n Legge regionale 28 maggio 2007 n. 13. Modifiche ai Paragrafi 3.2., 4.1, 4.2, 4.4 e 5.1. dell Allegato alla deliberazione della Giunta regionale 4 agosto 2009, n in materia di certificazione energetica degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_11277.html) Delibera 4 agosto 2009, n Legge regionale 28 maggio 2007, n. 13 Disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia. Disposizioni attuative in materia di certificazione energetica degli edifici ai sensi dell articolo 21, comma 1, lettere d), e) ed f) (http://www.edilportale.com/normativa/_11171.html) Legge regionale 28 maggio 2007, n. 13 Disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia (http://www.edilportale.com/normativa/_10155.html) PUGLIA Nel 2008 la Regione Puglia ha emanato norme per l abitare sostenibile. La legge introduce la certificazione della sostenibilità, procedura volontaria che ricomprende la certificazione energetica degli edifici disciplinata dalla normativa nazionale. Il metodo per la valutazione della sostenibilità si basa sul Protocollo ITACA. La Regione ha introdotto l obbligo di dotare gli edifici dell Attestato di Certificazione Energetica, rilasciato da un certificatore accreditato, con il Regolamento regionale 10/2010 che è stato però annullato dal Tar. Le norme saranno riscritte. Regolamento Regionale 10 febbraio 2010, n.10 Regolamento per la certificazione energetica degli edifici ai sensi del D.Lgs.19 agosto 2005 n.192 (http://www.edilportale.com/normativa/_11405.html) Delibera 4 agosto 2009, n Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale Norme per l abitare sostenibile (art. 10, L.R. 13/2008) (http://www.edilportale.com/normativa/_11163.html) Legge regionale 10 giugno 2008, n. 13 Norme per l abitare sostenibile (http://www.edilportale.com/normativa/_10404.html)

18 15 SARDEGNA La Regione Sardegna non ha ancora legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici. Si applica quindi la normativa nazionale. SICILIA Con il Decreto dirigenziale 3 marzo 2011, la Regione Sicilia ha disposto che, in attesa di una norma regionale specifica, in materia di certificazione energetica degli edifici si applica la normativa nazionale, anche per quanto riguarda l accreditamento dei soggetti abilitati alla certificazione. Decreto Assessorato Energia e Servizi di Pubblica Utilità 3 marzo 2011 Disposizioni in materia di certificazione energetica degli edifici nel territorio della Regione Siciliana (http://www.edilportale.com/normativa/_11876.html) TOSCANA Con la Legge regionale 39/2005 la Regione Toscana ha adottato le norme per la certificazione energetica degli edifici, mentre con la Delibera di Giunta 218/2006, sono state emanate le Linee guida per la valutazione della qualità energetica e ambientale degli edifici. Successivamente, la Legge regionale 71/2009 ha introdotto un sistema di certificazione energetica per gli edifici e ha definito i requisiti minimi di prestazione energetica, la metodologia di calcolo e le modalità per il rilascio dell Attestato di Certificazione Energetica. Le norme attuative sono state emanate con il Decreto 17/R del Decreto Presidente Giunta Regionale 25 febbraio 2010, n. 17/R Regolamento di attuazione dell articolo 23 sexies della legge regionale 24 febbraio 2005, n.39 (Disposizioni in materia di energia) Disciplina della certificazione energetica degli edifici. Attestato di certificazione energetica (http://www.edilportale.com/normativa/_11434.html) Legge regionale 23 novembre 2009, n. 71 Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in materia di energia) (http://www.edilportale.com/normativa/_11352.html) Delibera 3 aprile 2006, n. 218 Linee guida per la valutazione della qualità energetica ambientale degli edifici in Toscana. Modifica delibera GR 322/2005 (http://www.edilportale.com/normativa/_10584.html) Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 Disposizioni in materia di energia (http://www.edilportale.com/normativa/_9477.html) TRENTO PROVINCIA AUTONOMA Con la Legge provinciale 1/2008, la Provincia autonoma di Trento ha legiferato in materia di certificazione energetica e ambientale degli edifici. Il successivo Decreto 11-13/Leg del 2009 ha disciplinato i requisiti minimi di prestazione energetica, le modalità di certificazione energetica e le modalità per il rilascio dell Attestato di Certificazione Energetica. Con la Delibera 2446/2009, sono stati approvati i criteri di riconoscimento degli Organismi incaricati di abilitare i certificatori. Dal 14 luglio 2010 la certificazione energetica è obbligatoria per le domande di concessione edilizia, per le denunce di inizio attività e per le richieste di accertamento della conformità urbanistica. Delibera 17 giugno 2010, n Applicazione dell obbligo di certificazione energetica (http://www.edilportale.com/normativa/_11588.html) Delibera 16 ottobre 2009, n Approvazione delle prime misure attuative del decreto del Presidente della Provincia 13 luglio 2009, n /Leg (http://www.edilportale.com/normativa/_11429.html) Decreto 13 luglio 2009, n /Leg Disposizioni regolamentari in materia di edilizia sostenibile in attuazione del titolo IV della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 (http://www.edilportale.com/normativa/_11426.html) Legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1 Pianificazione urbanistica e governo del territorio (http://www.edilportale.com/normativa/_10370.html)

19 16 UMBRIA La Regione Umbria non ha adottato una propria disciplina in materia di certificazione energetica degli edifici, pertanto si applica la normativa nazionale. Tuttavia, con la Legge 17/2008, la Regione ha emanato norme in materia di sostenibilità ambientale degli interventi urbanistici ed edilizi e ha introdotto la certificazione di sostenibilità ambientale, facoltativa per gli edifici privati e obbligatoria per Ater ed edifici pubblici. Con la Delibera 581/2009 è stato emanato il Disciplinare tecnico per la valutazione delle caratteristiche di sostenibilità ambientale degli edifici che indica le procedure, i tempi e le modalità per il conseguimento del Certificato di Sostenibilità Ambientale, rilasciato dall ARPA. Delibera 27 aprile 2009, n. 581 Approvazione del disciplinare tecnico per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici di cui all articolo 4 della Lr 17/2008 Norme in materia di sostenibilità ambientale degli interventi urbanistici ed edilizi (http://www.edilportale.com/normativa/_11041.html) Legge regionale 18 novembre 2008, n. 17 Norme in materia di edilizia sostenibile degli interventi urbanistici ed edilizi (http://www.edilportale.com/normativa/_10445.html) VALLE D AOSTA Con la Legge regionale 21/2008, la Valle d Aosta ha dettato disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia. La Legge disciplina i requisiti di prestazione energetica degli edifici e i criteri di accreditamento dei certificatori. Modifiche alla disciplina sono state apportate con la Legge 8/2010 che ha introdotto un contrassegno di qualità per imprese e installatori. Le vigenti metodologie per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici sono contenute nella Delibera 3629/2010. La Delibera 1062/2011 ha introdotto il sistema di certificazione energetica regionale Beauclimat, in vigore dal 20 luglio Delibera 6 maggio 2011, n Approvazione del sistema di certificazione energetica regionale (Beauclimat) (http://www.edilportale.com/normativa/_11921.html) Delibera 23 dicembre 2010, n Approvazione di ulteriori definizioni integrative dell Allegato A della DGR 3014/2009, degli indicatori climatici, delle metodologie per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici (http://www.edilportale.com/normativa/_11811.html) Delibera 30 ottobre 2009, n Prestazione energetica degli edifici e delle prescrizioni previsti, rispettivamente, dagli articoli 2, 6 e 15, commi 1 e 2, della legge regionale 18 aprile 2008, n. 21 (Disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia) (http://www.edilportale.com/normativa/_11812.html) Legge regionale 2 marzo 2010, n. 8 Modificazioni alla legge regionale 18 aprile 2008, n. 21 (Disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia) (http://www.edilportale.com/normativa/_11425.html) Legge regionale 18 aprile 2008, n. 21 Disposizioni in materia di rendimento energetico nell edilizia (http://www.edilportale.com/normativa/_10498.html) VENETO La Regione Veneto non ha ancora legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici. Si applica quindi la normativa nazionale. Nel 2011 è stato istituito il Registro regionale delle attestazioni di certificazione energetica, rilasciate ai sensi della legislazione statale.

20 Per aggiornamenti in tempo reale clicca su:

21 home interiors bath kitchen outdoor sofas and armchairs/chairs and tables/storage units/sleeping area and children's bedrooms/kitchen/bathroom/furnishing complements/furniture components/garden furniture/garden equipment/swimming pools/ urban furnishing and public areas - the new amazing WEB EXPO of design and interiors, for professionals and consumers worldwide!

22 /con il patrocinio di /con la partecipazione di

IL VADEMECUM di. La normativa comunitaria nazionale e regionale sulla progettazione di edifici ad alte prestazioni energetiche

IL VADEMECUM di. La normativa comunitaria nazionale e regionale sulla progettazione di edifici ad alte prestazioni energetiche IL VADEMECUM di La normativa comunitaria nazionale e regionale sulla progettazione di edifici ad alte prestazioni energetiche Aggiornato al 10 Ottobre 2012 2000 mq dedicati a Convegni Forum Tematici Incontri

Dettagli

A voti unanimi e palesi delibera:

A voti unanimi e palesi delibera: Vista la Direttiva 2002/91/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell'edilizia, mediante la cui applicazione l Unione Europea ha inteso promuovere il

Dettagli

Prospetto 2 Quadro legislativo nazionale

Prospetto 2 Quadro legislativo nazionale Prospetto 1 Quadro legislativo europeo DIRETTIVA 2002/91/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16/12/2002 sul rendimento energetico nell'edilizia. DIRETTIVA 2006/32/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E

Dettagli

A TUTTI GLI ISCRITTI. Trieste, 12/06/2013 OGGETTO: INFORMAZIONI SUL DECRETO LEGGE 63/2013

A TUTTI GLI ISCRITTI. Trieste, 12/06/2013 OGGETTO: INFORMAZIONI SUL DECRETO LEGGE 63/2013 A TUTTI GLI ISCRITTI Trieste, 12/06/2013 OGGETTO: INFORMAZIONI SUL DECRETO LEGGE 63/2013 L ARES informa che ha predisposto un testo coordinato del Decreto Legislativo 192/2005 con le modifiche introdotte

Dettagli

Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo

Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo 1991 - La certificazione energetica degli edifici in Italia è un idea che parte da lontano, tanto che il percorso compie proprio

Dettagli

PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Michele Sanfilippo PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI LEGISLAZIONE - REQUISITI - ATTESTATO - PROCEDURE DI CALCOLO 2 a Edizione INDICE INTRODUZIONE.............................................. 7 1 LA

Dettagli

ordine degli ingegneri della provincia di bari

ordine degli ingegneri della provincia di bari ORDINE INGEGNERI BARI CORSO TECNICO FORMATIVO EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA : EVOLUZIONE DELLA LEGISLAZIONE E NORMATIVA ENERGETICA PER LA PROGETTAZIONE E LA CERTIFICAZIONE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA

Dettagli

MATTM- SEMINARIO GPP EDILIZIA

MATTM- SEMINARIO GPP EDILIZIA MATTM- SEMINARIO GPP EDILIZIA UTEE UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Sostenibilità e risparmio energetico: il quadro normativo Arch. Gaetano Fasano Roma SETTEMBRE 2012 Il margine di risparmio potenziale

Dettagli

Certificazione energetica: normative nazionali e albi certificatori

Certificazione energetica: normative nazionali e albi certificatori Certificazione energetica: normative nazionali e albi certificatori 1- ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA La Gazzetta Ufficiale dell agosto 2013 ha pubblicato la Legge 90/2013 che ha confermato l obbligo

Dettagli

A.I.T.I. Via Maestri del Lavoro, 19 33080 Porcia (PN), Tel. 0434 590729 fax 0434 923833 In collaborazione con

A.I.T.I. Via Maestri del Lavoro, 19 33080 Porcia (PN), Tel. 0434 590729 fax 0434 923833 In collaborazione con Verso il Near Zero Energy Building Diagnosi con termografia Supporto termografico ai collaudi Dott. Ing. Luca Papili STUDIO BOTTA & ASSOCIATI Direttiva 2010/31/UE Ing. Luca Papili STUDIO BOTTA & ASSOCIATI

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI OGGETTO DI ANNUNCIO COMMERCIALE

DICHIARAZIONE DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI OGGETTO DI ANNUNCIO COMMERCIALE DICHIARAZIONE DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI OGGETTO DI ANNUNCIO COMMERCIALE Delibera IX/2555 del 24/11/2011 della Giunta regionale della Lombardia L obbligo dell indicazione della classe

Dettagli

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 TELEFONO 47531 1000 BRUXELLES TELEX 622425 TELEFONO 00322 / 2178838

Dettagli

Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06)

Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06) Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06) Nuovo ambito di applicazione Certificazione energetica Controllo e manutenzione degli impianti termici Verifiche del

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE)

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE) EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI: LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Direttiva 2002/91/CE) La certificazione energetica Domanda di energia nel 2000 nei Paesi UE

Dettagli

SICIV SOCIETA ITALIANA CERTIFICAZIONI ISPEZIONI VALIDAZIONI LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

SICIV SOCIETA ITALIANA CERTIFICAZIONI ISPEZIONI VALIDAZIONI LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICIV SOCIETA ITALIANA CERTIFICAZIONI ISPEZIONI VALIDAZIONI LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI è un Organismo di Certificazione Ispezione e di Verifica, accreditato da SINCERT, con Certificati

Dettagli

COMUNE DI PADERNO D ADDA PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI PADERNO D ADDA PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI PADERNO D ADDA PROVINCIA DI LECCO Appendice A ALLEGATO ENERGETICO AMBIENTALE APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 3 DEL 01.02.2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Regolamento Edilizio Comunale

Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo Allegato Energetico al Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiliare n. approvato con deliberazione consiliare n. PREMESSA L Unione Europea,

Dettagli

DECRETO N. 224 Del 18/01/2016

DECRETO N. 224 Del 18/01/2016 DECRETO N. 224 Del 18/01/2016 Identificativo Atto n. 15 DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Oggetto INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

LA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E E SCADENZE

LA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E E SCADENZE Leggi, Delibere e Regolamenti regionali Leggi, Delibere e Regolamenti regionali FOCUS FOCUS TECNICO TECNICO LA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E E SCADENZE Direttiva europea 2012/27/UE Direttiva

Dettagli

PARTE PRIMA EXCURSUS STORICO-NORMATIVO. Antonio Testa. Raffaele Trabace

PARTE PRIMA EXCURSUS STORICO-NORMATIVO. Antonio Testa. Raffaele Trabace SOMMARIO V PRESENTAZIONE... di Raffaele Trabace GLI AUTORI... III IV PARTE PRIMA CAPITOLO I LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEL SUO EXCURSUS STORICO-NORMATIVO Antonio Testa 1. Premesse... 3 2. La novità del

Dettagli

Relazione DGR VIII-8745. ing. L. Castagnola 14/10/2010 pag. 1 di10 DGR 8745-22/12/2008

Relazione DGR VIII-8745. ing. L. Castagnola 14/10/2010 pag. 1 di10 DGR 8745-22/12/2008 ing. L. Castagnola 14/10/2010 pag. 1 di10 DGR 8745-22/12/2008 Determinazioni in merito alle disposizioni per l'efficienza energetica in edilizia e per la certificazione energetica degli edifici in vigore

Dettagli

Attuazione della certificazione energetica degli edifici in Italia - Rapporto 2011

Attuazione della certificazione energetica degli edifici in Italia - Rapporto 2011 Attuazione della certificazione energetica degli edifici in Italia - Rapporto 2011 Giovanni Murano Comitato Termotecnico Italiano Via Scarlatti 29, 20124 Milano Tel. +39 02 266.265.1 Fax +39 02 266.265.50

Dettagli

SULL EFFICIENZA ENERGETICA DA INSERIRE NEI REGOLAMENTI. Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino

SULL EFFICIENZA ENERGETICA DA INSERIRE NEI REGOLAMENTI. Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino LE NUOVE DISPOSIZIONI REGIONALI SULL EFFICIENZA ENERGETICA DA INSERIRE NEI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI prof. ing. Vincenzo Corrado Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino vincenzo.corrado@polito.it

Dettagli

LA QUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI NELL AMBITO DELLA LEGISLAIZONE VIGENTE

LA QUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI NELL AMBITO DELLA LEGISLAIZONE VIGENTE LA QUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI NELL AMBITO DELLA LEGISLAIZONE VIGENTE Commissione impianti dell Ordine degli Ingegneri di Padova 1 ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE E DIR. 2002/91/CE 1. È UN DOCUMENTO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 OTTOBRE 2014, N. 1577

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 OTTOBRE 2014, N. 1577 Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 OTTOBRE 2014, N. 1577 Modifiche alle disposizioni in materia di prestazione energetica degli edifici di cui agli Allegati 1, 2 e 3 della delibera

Dettagli

LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E SCADENZE

LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E SCADENZE Leggi, Delibere e Regolamenti regionali FOCUS TECNICO LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E SCADENZE Direttiva europea 2012/27/UE Leggi e D.P.R. Norme tecniche nazionali Legge 10/1991 Legge 220/2012

Dettagli

LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: IL QUADRO NORMATIVO LA DIRETTIVA EUROPEA

LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: IL QUADRO NORMATIVO LA DIRETTIVA EUROPEA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: IL QUADRO NORMATIVO LA DIRETTIVA EUROPEA DIRETTIVA 2012/27/UE del 25 ottobre 2012 sull efficienza energetica nell Unione Europea La nuova Direttiva stabilisce un quadro

Dettagli

D.1 Direttiva Europea 2002/91/CE. Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A. 2003-04

D.1 Direttiva Europea 2002/91/CE. Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A. 2003-04 1 2 Obbiettivi: 1. Tutela dell ambiente DIRETTIVA 2002/91/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell'edilizia 2. Emissioni di biossido di carbonio 3.

Dettagli

Provvedimenti inerenti il risparmio energetico contenuti nella legge finanziaria 2008

Provvedimenti inerenti il risparmio energetico contenuti nella legge finanziaria 2008 Provvedimenti inerenti il risparmio energetico contenuti nella legge finanziaria 2008 Ecoincentivi: interventi sul risparmio energetico e modifiche apportate portate nella finanziaria 2008 per la detrazione

Dettagli

Bollino verde, contabilizzazione del calore, certificazione energetica: nuovi strumenti per la gestione del sistema impianto

Bollino verde, contabilizzazione del calore, certificazione energetica: nuovi strumenti per la gestione del sistema impianto Associazione Nazionale Costruttori di Impianti Bollino verde, contabilizzazione del calore, certificazione energetica: nuovi strumenti per la gestione del sistema impianto Certificazione energetica: a

Dettagli

Risparmio energetico in edilizia Decreto Legge numero 63 del 4 Giugno 2013

Risparmio energetico in edilizia Decreto Legge numero 63 del 4 Giugno 2013 1/5 Risparmio energetico in edilizia Decreto Legge numero 63 del 4 Giugno 2013 Il decreto legge D.L. 63/2013 varato dal Governo Letta e pubblicato in Gazzetta Ufficiale numero 130 del 5 Giugno 2013, attua

Dettagli

COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO. A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale

COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO. A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiglio comunale n. 92 in data 30.10.2012 approvato con deliberazione

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA E IL DLgs 192/2005: UNO STRUMENTO PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA E IL DLgs 192/2005: UNO STRUMENTO PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI ARCHinNOVA Efficienza Energetica nelle costruzioni leggere. Riflessioni e dibattito Bologna 28 aprile 2006 ASSOCIAZIONE CULTURALE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA E IL DLgs 192/2005: UNO STRUMENTO PER L EFFICIENZA

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11/2011

DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11/2011 DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11/2011 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO

Dettagli

La certificazione degli edifici

La certificazione degli edifici Convegno FIRE La certificazione energetica negli edifici: opportunità e ruoli per gli Energy Manager Milano - 11 e 12 novembre 2004 La certificazione degli edifici Mario de Renzio - Consigliere FIRE

Dettagli

ALLEGATO ENERGETICO. Regolamento Edilizio Comunale

ALLEGATO ENERGETICO. Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI CASTEL ROZZONE Provincia di Bergamo ALLEGATO ENERGETICO AL Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiliare n. 3 in data 12.04.2012 PREMESSA L Unione Europea, individuando

Dettagli

1. qualità del sito; 2. consumo di risorse; 3. carichi ambientali; 4. qualità ambientale indoor; 5. qualità del servizio.

1. qualità del sito; 2. consumo di risorse; 3. carichi ambientali; 4. qualità ambientale indoor; 5. qualità del servizio. Il Quadro Normativo sulla Sostenibilità ambientale sviluppato dall Assessorato Politiche per la Casa, Terzo Settore, Servizio Civile e Tutela dei Consumatori, può sintetizzarsi come segue: - Legge regionale

Dettagli

Certificatori CENED di Edifici, 16 ore

Certificatori CENED di Edifici, 16 ore Corso di aggiornamento-perfezionamento per Certificatori CENED di Edifici, 16 ore Direttore del Corso: Attilio Carotti 1 Andrea Alessi - Quadro normativo di riferimento : ultimi aggiornamenti - Fasi operative

Dettagli

1 - Quadro normativo di riferimento

1 - Quadro normativo di riferimento 1 - Quadro normativo di riferimento 13 Sommario 1.1 La normativa europea: dalla direttiva 2002/91/CE alla 2010/31/UE... 15 1.2 La normativa nazionale: il d.lgs. 192/05 ed i suoi decreti attuativi... 18

Dettagli

Linee Guida Nazionali per l attestazione della prestazione energetica in Piemonte

Linee Guida Nazionali per l attestazione della prestazione energetica in Piemonte Linee Guida Nazionali per l attestazione della prestazione energetica in Piemonte arch. Giovanni Nuvoli Settore Sviluppo Energetico Sostenibile Regione Piemonte CONTESTO NORMATIVO - 30% CONSUMI + 30% CONSUMI

Dettagli

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia (come modificata dalla LR 23 novembre 2009, n. 71 e s.m.i.) Capo IV Razionalizzazione della produzione e dei consumi, risparmio

Dettagli

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7. INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.2015 1. Obbligo di dotazione e allegazione dell Attestato di Prestazione

Dettagli

Regione Abruzzo. Risparmio ed efficienza energetica in edilizia

Regione Abruzzo. Risparmio ed efficienza energetica in edilizia Regione Abruzzo Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Valutazioni Ambientali, Energia Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria,

Dettagli

Visto Visto Visti Visto Vista Visto

Visto Visto Visti Visto Vista Visto Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministro per la Semplificazione

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Il Ministro dello Sviluppo Economico. il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti IL MINISTRO DELLA SALUTE (per

Dettagli

Corso per Certificatori Energetici degli Edifici

Corso per Certificatori Energetici degli Edifici Corso per Certificatori Energetici degli Edifici La Figura del certificatore Oneri Doveri - Responsabilità La procedura di certificazione in Regione Lombardia Ambito di applicazione, modalità Relatore

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici : strumento innovativo di risparmio energetico.

La certificazione energetica degli edifici : strumento innovativo di risparmio energetico. La certificazione energetica degli edifici : strumento innovativo di risparmio energetico. Il CERTIFICATO ENERGETICO : la Direttiva Europea 2002/91/CE del Parlamento e del Consiglio del 16 dicembre 2002

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA 30 settembre 2015 Normativa regionale per l efficienza energetica in edilizia Nuove disposizioni

Dettagli

Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici. Art.

Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici. Art. Consiglio Regionale Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici Art. 1 (Oggetto) 1. Nel rispetto del Titolo V della Costituzione

Dettagli

Allegato energetico al Regolamento edilizio 1

Allegato energetico al Regolamento edilizio 1 Allegato energetico al Regolamento edilizio 1 Adottato con deliberazione di Consiglio comunale n. 47 del 2 aprile 2012 Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 53 del 8 maggio 2012 1 Regolamento

Dettagli

l.r.39/2005) - Vigilanza e verifiche sugli attestati di certificazione Capo II Sistema informativo regionale sull efficienza energetica

l.r.39/2005) - Vigilanza e verifiche sugli attestati di certificazione Capo II Sistema informativo regionale sull efficienza energetica 3.3.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 12 Assegnata alla 1^ Commissione consiliare Messaggio della Commissione in data 3 febbraio 2010 Approvata in data 9 febbraio 2010 Divenuta legge

Dettagli

L ASSESSORE ALL URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E VIABILITA

L ASSESSORE ALL URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E VIABILITA PROPOSTA CDC NR.17/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE VARIANTE N. 2 AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE PER INSERIMENTO NUOVO ARTICOLO 70 BIS - LINEE GUIDA PER IL CONTENIMENTO DEL FABBISOGNO ENERGETICO PER GLI IMMOBILI

Dettagli

Il Conto Termico per la promozione dell efficienza energetica nei condomini. Ing. Emanuela Peruzzi

Il Conto Termico per la promozione dell efficienza energetica nei condomini. Ing. Emanuela Peruzzi Il Conto Termico per la promozione dell efficienza energetica nei condomini Ing. Emanuela Peruzzi Roma - Smart Energy Expo, 8 luglio 2015 Agenda La Strategia Energetica Nazionale: il ruolo del Conto Termico

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA

CERTIFICAZIONE ENERGETICA CERTIFICAZIONE ENERGETICA La certificazione energetica è un processo finalizzato a far conoscere al cittadino le caratteristiche energetiche del sistema edificio-impianto che sta per acquistare o per affittare.

Dettagli

La certificazione energetica

La certificazione energetica COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Centro Idea Centro di Educazione Alla Sostenibilità PROVINCIA DI FERRARA La COS' E' L ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE) Patto dei Sindaci Un impegno

Dettagli

Comune di Cecina: regolamento per l edilizia sostenibile

Comune di Cecina: regolamento per l edilizia sostenibile Comune di Cecina: regolamento per l edilizia sostenibile Indirizzi del settore energia nella provincia di Livorno Roberto Bianco 19 giugno 2007 1 Pianificazione energetica provinciale: di linee di indirizzo

Dettagli

Direttive sulla prestazione energetica nell'edilizia Delibera della Giunta Provinciale n. 362 del 04/03/2013. Guida applicativa

Direttive sulla prestazione energetica nell'edilizia Delibera della Giunta Provinciale n. 362 del 04/03/2013. Guida applicativa Direttive sulla prestazione energetica nell'edilizia Delibera della Giunta Provinciale n. 362 del 04/03/2013 Guida applicativa Indice: Edifici ed unità immobiliari interessati Requisiti minimi di prestazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CHIARIMENTI IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA Decreto

Dettagli

Il risparmio energetico negli edifici e la nuova Direttiva EPBD

Il risparmio energetico negli edifici e la nuova Direttiva EPBD Il risparmio energetico negli edifici e la nuova Direttiva EPBD Di Edo Ronchi Roma, 26 maggio 2010 IL PESO DETERMINANTE (57%) DEL RISPARMIO ENERGETICO NELLO SCENARIO DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO2

Dettagli

UTEE. Panoramica sul quadro normativo e per l Efficienza Energetica degli edifici CONVEGNO REGGIO EMILIA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA

UTEE. Panoramica sul quadro normativo e per l Efficienza Energetica degli edifici CONVEGNO REGGIO EMILIA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA CONVEGNO REGGIO EMILIA UTEE UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Panoramica sul quadro normativo e per l Efficienza Energetica degli edifici Arch. Gaetano Fasano Reggio Emilia 2 dicembre 2011 Perchè un

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI ED INCENTIVI REGIONALI PER EDILIZIA SOSTENIBILE. Aggiornato al 30 Ottobre 2008

RIFERIMENTI NORMATIVI ED INCENTIVI REGIONALI PER EDILIZIA SOSTENIBILE. Aggiornato al 30 Ottobre 2008 RIFERIMENTI NORMATIVI ED INCENTIVI REGIONALI PER EDILIZIA SOSTENIBILE Aggiornato al 30 Ottobre 2008 PROVINCIA DI TRENTO LP 14/1980 LP 22/1991 LP 16/2007 Del. Prov. 825/2007 Distretto tecnologico Incentivi

Dettagli

Norme in materia di dimensionamento energetico

Norme in materia di dimensionamento energetico Norme in materia di dimensionamento energetico Evoluzione della normativa europea La situazione italiana Le detrazioni fiscali Certificazione e classificazione energetica degli edifici L Attestato e la

Dettagli

Pinerolo Casa Energetica

Pinerolo Casa Energetica Pinerolo Casa Energetica La casa che risparmia e produce energia Soluzioni per trasformare un edificio esistente in casa efficiente Giornata di studio Sala Baralis 28 marzo 2008 Consumi energetici in Europa

Dettagli

La Certificazione Energetica degli Edifici in Liguria

La Certificazione Energetica degli Edifici in Liguria La Certificazione Energetica degli Edifici in Liguria Regione Liguria - Dipartimento Ambiente Servizio Tutela dall Inquinamento Atmosferico e Sviluppo dell energia Sostenibile Badalato Lidia 02/07/2009

Dettagli

D.Lgs. n.192/05. Lineamenti essenziali e novità

D.Lgs. n.192/05. Lineamenti essenziali e novità D.Lgs. n.192/05 Lineamenti essenziali e novità Parleremo di Sintesi dei contenuti Adempimenti sanzionati Norme transitorie Non entreremo nel merito degli aspetti inerenti l esercizio e manutenzione degli

Dettagli

DIRETTIVA 2012/27/UE Articolo 9 Nei condomini e negli edifici polifunzionali riforniti da una fonte di riscaldamento/raffreddamento centrale o da una rete di teleriscaldamento [...], sono inoltre installati

Dettagli

La certifciazione energetica degli edifici come strumento operativo per migliorare l efficienza energetica nel settore civile

La certifciazione energetica degli edifici come strumento operativo per migliorare l efficienza energetica nel settore civile La certifciazione energetica degli edifici come strumento operativo per migliorare l efficienza energetica nel settore civile Maria Fabianelli ARE LIGURIA Elenco degli argomenti 1. Nuova Legge Regionale

Dettagli

La revisione della procedura di calcolo e del software CENED+

La revisione della procedura di calcolo e del software CENED+ INNOVAZIONE E RICERCA CIRCOLARE N. 174 31.07.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Recepimento della nuova normativa nazionale in merito all efficienza energetica degli edifici e relativo Attestato

Dettagli

1.3. La situazione attuale e le prospettive per il 2011 e 2012... 28

1.3. La situazione attuale e le prospettive per il 2011 e 2012... 28 Indice PREMESSA... 11 1. IL QUADRO LEGISLATIVO... 17 1.1. Provvedimenti legislativi... 21 1.2. Il dibattito sul 55% a seguito delle modifiche del decreto anticrisi del gennaio2009... 23 1.3. La situazione

Dettagli

Misure per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo della geotermia in Italia

Misure per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo della geotermia in Italia Misure per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo della geotermia in Italia Tommaso Franci Roma, 7 Luglio 2011 PER UN NUOVO MANIFESTO DELLA GEOTERMIA - Prospettive di sviluppo della geotermia in

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA

IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO INDUSTRIA Palermo 9 marzo 2005 L uso razionale delle risorse energetiche è un tema di crescente rilevanza nelle politiche di sviluppo

Dettagli

GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NELLE REGIONI D'ITALIA

GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NELLE REGIONI D'ITALIA GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NELLE REGIONI D'ITALIA In Italia, l'autonomia delle regioni sulla materia della certificazione energetica ha generato una situazione frammentata e a volte confusa.

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA 02.12.15 Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto, 2 - Milano Normativa regionale per l efficienza

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA la certificazione energetica: stato attuale e prospettive

IL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA la certificazione energetica: stato attuale e prospettive Regione Lombardia IL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA la certificazione energetica: stato attuale e prospettive REGIONE LOMBARDIA Reti e Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile I CONSUMI DEL

Dettagli

stabilire che gli edifici immessi nel mercato immobiliare dichiarino il proprio consumo energetico;

stabilire che gli edifici immessi nel mercato immobiliare dichiarino il proprio consumo energetico; BIOEDILIZIA PER CONSUMARE MENO ENERGIA I l 22 dicembr e 2006, il Consiglio dei minist ri ha approvat o in via definit iva un decreto legislat ivo che spinge l industria it aliana delle costr uzioni verso

Dettagli

Comune di Brembilla. Provincia di Bergamo ALLEGATO ENERGETICO AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI BREMBILLA REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE

Comune di Brembilla. Provincia di Bergamo ALLEGATO ENERGETICO AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI BREMBILLA REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE COMUNE DI BREMBILLA REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE ALLEGATO ENERGETICO 1 0. Premessa... 3 1. Campo di applicazione... 5 2. Categoria A... 6 3. Categoria B... 8 4. Categoria C... 10 5. Categoria D... 10

Dettagli

FEDERCASA S C I O G L I D U B B I N O R M E R E G I O N A L I CERTIFICAZIONE ENERGETICA SPECIFICO PER LA LOCAZIONE

FEDERCASA S C I O G L I D U B B I N O R M E R E G I O N A L I CERTIFICAZIONE ENERGETICA SPECIFICO PER LA LOCAZIONE FEDERCASA A SPECIFICO PER LA LOCAZIONE N O R M E R E G I O N A L I CERTIFICAZIONE ENERGETICA S C I O G L I D U B B I FEDERCASA in difesa dell utente casa La FEDERCASA ha programmato con l intervento di

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SCOPI PROCEDURE SVILUPPI

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SCOPI PROCEDURE SVILUPPI LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SCOPI PROCEDURE SVILUPPI PREMESSE A breve tempo, le indicazioni emerse dagli studi statistici compiuti, hanno evidenziato che la dipendenza energetica dell UE dalle fonti energetiche

Dettagli

Efficienza energetica

Efficienza energetica Efficienza energetica negli edifici i La certificazione energetica degli edifici M. De Carli Leggi italiane ai fini del risparmio energetico Legge 373/76 Legge 10/91 DPR 412/93 D.Lgs. 192/2005 D.Lgs. 311/2006

Dettagli

La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici

La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici Deliberazione di Giunta Regionale N. VIII/8745 del 22 dicembre 20082 Alice Tura REGIONE LOMBARDIA DG Reti, Servizi di Pubblica Utilità

Dettagli

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua.

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. Art. 3. Su ciascun contenitore delle zattere di cui al precedente articolo dovranno

Dettagli

Il recepimento della Direttiva UE 2010/31 Stato di avanzamento ed indirizzi normativi

Il recepimento della Direttiva UE 2010/31 Stato di avanzamento ed indirizzi normativi Il recepimento della Direttiva UE 2010/31 Stato di avanzamento ed indirizzi normativi Anna Martino CTI Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente Ente federato UNI Recepimento Direttiva 31/2010/UE

Dettagli

Ministero dello sviluppo economico

Ministero dello sviluppo economico POWER HOUSE EUROPE Evoluzione degli incentivi finanziari all efficienza energetica nel nuovo quadro normativo italiano Roma, 21 febbraio 2011 Roberto MONETA DE Segreteria tecnica 1 Strategia per l efficienza

Dettagli

Il nuovo quadro di riferimento normativo regionale in materia di edilizia sostenibile. L.R. 6/2008 sulla Bioedilizia. Protocollo ITACA Lazio

Il nuovo quadro di riferimento normativo regionale in materia di edilizia sostenibile. L.R. 6/2008 sulla Bioedilizia. Protocollo ITACA Lazio Il nuovo quadro di riferimento normativo regionale in materia di edilizia sostenibile L.R. 6/2008 sulla Bioedilizia ITACA Lazio R.R. Lazio n. 6 del 23.04.2012 (D.G.R. n. 133 del 5.03. 2010 ) Delibera di

Dettagli

Recepimento della direttiva EPBD 2 e delle indicazioni europee. La riqualificazione energetica degli edifici come nuova opportunità di sviluppo

Recepimento della direttiva EPBD 2 e delle indicazioni europee. La riqualificazione energetica degli edifici come nuova opportunità di sviluppo ENEA FONDAZIONE per lo Sviluppo SOSTENIBILE Recepimento della direttiva EPBD 2 e delle indicazioni europee La riqualificazione energetica degli edifici come nuova opportunità di sviluppo Roma, 7 dicembre

Dettagli

CONTROLLI. La contabilizzazione del calore: Normative e Scadenze

CONTROLLI. La contabilizzazione del calore: Normative e Scadenze La contabilizzazione del calore: Normative e Scadenze Tutti gli impianti termici a servizio di più unità immobiliari, anche se alimentati da reti di teleriscaldamento, dovranno essere dotati di sistemi

Dettagli

CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO

CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Introduzione CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Direttiva 2012/07/UE EFFICIENZA ENERGETICA D. Lgs 115/2008 EFFICIENZA USI FINALI ENERGIA E SSE D. Lgs 192/2005 RENDIMENTO

Dettagli

Certificazione energetica Le Regioni a confronto

Certificazione energetica Le Regioni a confronto 067_TER_mar_magrini:46-48_TER_mar_profilo 2-03-2010 8:19 Pagina 67 energia & edilizia 67 Anna Magrini, Roberta Pernetti Certificazione energetica Le Regioni a confronto Il ritardo con cui l Italia ha varato

Dettagli

Linee guida per l efficienza energetica degli edifici

Linee guida per l efficienza energetica degli edifici 2 Linee guida per l efficienza energetica degli edifici n Premessa Le linee guida per l efficienza energetica degli edifici in attuazione del decreto di modifica del D.Lgs. 192 del 2005 sono in corso

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici: opportunità e prospettive

La certificazione energetica degli edifici: opportunità e prospettive Il risparmio energetico negli edifici: opportunità di lavoro ed esperienze a confronto 29 marzo 2008 Ente Fiera di Lanciano La certificazione energetica degli edifici: opportunità e prospettive arch. Carmela

Dettagli

Open Data & Energia. Patrizia Saggini. Bologna, 24 ottobre 2014

Open Data & Energia. Patrizia Saggini. Bologna, 24 ottobre 2014 Open Data & Energia Patrizia Saggini Bologna, 24 ottobre 2014 Chi sono: Direttore Area Amministrativa e Innovazione del Comune di Anzola dell Emilia LinkedIn: http://www.linkedin.com/in/patriziasaggini

Dettagli

L.R. 23/2005, art. 6 bis B.U.R. 12/10/2009, S.O. n. 21

L.R. 23/2005, art. 6 bis B.U.R. 12/10/2009, S.O. n. 21 L.R. 23/2005, art. 6 bis B.U.R. 12/10/2009, S.O. n. 21 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 1 ottobre 2009, n. 0274/Pres. Regolamento recante le procedure per la certificazione VEA di sostenibilità energetico

Dettagli

Bollino verde, contabilizzazione del calore, certificazione energetica: nuovi strumenti per la gestione del sistema impianto

Bollino verde, contabilizzazione del calore, certificazione energetica: nuovi strumenti per la gestione del sistema impianto Associazione Nazionale Costruttori di Impianti Bollino verde, contabilizzazione del calore, certificazione energetica: nuovi strumenti per la gestione del sistema impianto Relatore: Vincenzo Corrado www.assistal.it

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico BIOEDILIZIA PER CONSUMARE MENO ENERGIA Dopo le misure per l efficienza energetica contenute in finanziaria arriva un decreto legislativo che spinge l industria italiana

Dettagli

Art. 1 finalità. art. 2 metodologia di calcolo della prestazione energetica

Art. 1 finalità. art. 2 metodologia di calcolo della prestazione energetica Regolamento recante le procedure per la di sostenibilità energetico ambientale degli edifici, di cui all articolo 6 bis, della legge regionale 18 agosto 2005 n. 23, "Disposizioni in materia di edilizia

Dettagli

Recepimento della direttiva EPBD 2 e delle indicazioni europee. La riqualificazione energetica degli edifici come nuova opportunità di sviluppo

Recepimento della direttiva EPBD 2 e delle indicazioni europee. La riqualificazione energetica degli edifici come nuova opportunità di sviluppo ENEA FONDAZIONE per lo Sviluppo SOSTENIBILE Recepimento della direttiva EPBD 2 e delle indicazioni europee La riqualificazione energetica degli edifici come nuova opportunità di sviluppo Roma, 7 dicembre

Dettagli

Certificazione energetica in Regione Lombardia

Certificazione energetica in Regione Lombardia Milano 18 dicembre 2008 Certificazione energetica in Regione Lombardia IEE-Project: Tools and Methods for Linking EPBD and Continuous Commissioning (EPBD-cx) The sole responsibility for the content of

Dettagli

Attestato di Prestazione Energetica: la normativa e le procedure di attuazione nella Regione Molise

Attestato di Prestazione Energetica: la normativa e le procedure di attuazione nella Regione Molise L Attestato di Prestazione Energetica (APE) Attestato di Prestazione Energetica: la normativa e le procedure di attuazione nella Regione Molise Giacomo Iannandrea - Ricercatore ENEA Convegno GLOBAL ENERGY

Dettagli

LIUC UNIVERSITA CARLO CATTANEO

LIUC UNIVERSITA CARLO CATTANEO LIUC UNIVERSITA CARLO CATTANEO Politiche nazionali sul risparmio energetico in edilizia RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA. SFIDE E SOLUZIONI (IL RUOLO DELLE MATERIE PLASTICHE E DELLA GOMMA) Castellanza,

Dettagli