PROTOCOLLO R.e.p.i.e.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROTOCOLLO R.e.p.i.e."

Transcript

1 PROTOCOLLO R.e.p.i.e. L innovazione per rilanciare il comparto dell edilizia

2 1. PARTE GENERALE 2. OPERATORI ECONOMICI 3. AFFIDAMENTO LAVORI 4. OPERATORI FINANZIARI 5. FORNITORI TECNOLOGIA 2

3 1. PARTE GENERALE COS È R.E.P.I.E. LA SFIDA DI R.E.P.I.E. COME FUNZIONA R.E.P.I.E. CHI FA PARTE DEL NETWORK SETTORI D INTERESSE LE FASI LE ATTIVITÀ DI R.E.P.I.E. 3

4 1.1 COS È R.E.P.I.E 1 È un protocollo operativo coordinato, di supporto alle eccellenze R.E.P.I.E. Made in Italy che permette di operare in modo organico nel comparto dell energia e della Riqualificazione Energetica del Patrimonio Immobiliare Esistente in Italia 2 È un Network di tutti gli attori della filiera produttiva legata alla Riqualificazione Energetica del Patrimonio Immobiliare Esistente 3 È un progetto scintilla in grado di riaccendere i motori del sistema economico e di avviare un grande processo di Riqualificazione Energetica del Patrimonio Immobiliare Esistente in Italia 4

5 1.2 LA SFIDA DI R.E.P.I.E R.E.P.I.E. METTE A SISTEMA I PROPRIETARI DEGLI IMMOBILI CHE HANNO UN IMMOBILE DA RIQUALIFICARE, MA NON SONO NELLE CONDIZIONI DI SOSTENERE AUTONOMAMENTE IL FINANZIAMENTO NECESSARIO I FINANZIATORI CHE HANNO UN FORTE INTERESSE A INVESTIRE SULL EFFICIENZA ENERGETICA, MA VOGLIONO AVERE UN AMPIA OFFERTA DI IMMOBILI SUI QUALI INVESTIRE GLI OPERATORI ECONOMICI PROFESSIONISTI, IMPRESE DI COSTRUZIONI, ELETTRICHE, TERMOIDRAULICHE CHE HANNO NECESSITÀ DI LAVORO E AUMENTO DEL FATTURATO I PRODUTTORI DI TECNOLOGIA CHE HANNO LA POSSIBILITÀ DI FAR INSTALLARE I PROPRI PRODOTTI Per creare lavoro e aumentare il fatturato dei soggetti coinvolti 5

6 COME FUNZIONA IL PROTOCOLLO R.E.P.I.E. IMMOBILE IMMOBILE CHE CHIEDE DI ESSERE INSERITO NEL CIRCUITO R.E.P.I.E. R.E.P.I.E. ESEGUE GRATUITAMENTE LA VALUTAZIONE PRELIMINARE R.E.P.I.E. R.E.P.I.E. RICERCA IL FINANZIATORE INTERESSATO AD INVESTIRE FINANZIATORE 1 FINANZIATORE 2 FINANZIATORE 3 FINANZIATORE 4 Coinvolgimento Progettista GM001 CONCLUSIONE LAVORI DIREZIONE TECNICA DEI LAVORI ESECUZIONE DELLE OPERE IMPRESA ELETTRICA ASSEGNATARIA IMPRESA TERMOIDRAULICA ASSEGNATARIA IMMOBILE FINANZIATORE X R.E.P.I.E. IMPRESA COSTRUZIONI ASSEGNATARIA R.E.P.I.E. R.E.P.I.E. R.E.P.I.E. PROVVEDE ALL ESECUZIONE DELLA DIAGNOSI ENERGETICA DEFINITIVA IMMOBILE FINANZIATORE X AVVIO DEL PROGETTO ESECUTIVO DELLE OPERE DA REALIZZARE IMMOBILE FINANZIATORE X INDICE LA GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DELLE OPERE E ASSEGNA ALLE IMPRESE I LAVORI Coinvolgimento Progettista GM001 Coinvolgimento Progettista GM001 Coinvolgimento dei Fornitori di Tecnologia Invitate n 5 Imprese di costruzioni GM002 Invitati n 5 Imprese elettriche GM003 Invitati n 5 Imprese termoidrauliche GM004 6

7 1.3 CHI FA PARTE DEL NETWORK TUTTE LE ECCELLENZE MADE IN ITALY CHE VOGLIANO OPERARE CONCRETAMENTE NEL SETTORE DELLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E TUTTO IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ESISTENTE IN ITALIA, IN AMBITO PRIVATO E PUBBLICO PATRIMONIO IMMOBILIARE ESISTENTE FINANZIATORI OPERATORI ECONOMICI PRODUTTORI E FORNITORI DI TECNOLOGIA Proprietari degli Immobili Privati e Pubblici E.S.Co. Istituti di credito Fondi di private equity Finanziamenti regionali, nazionali ed europei Professionisti, studi professionali e società d ingegneria/architettura E.G.E. Esperti Gestione Energia Imprese di costruzioni Imprese per l installazione di impianti termoidraulici Produttori di tecnologia Fornitori di tecnologia Imprese per l installazione di impianti elettrici e di automazione 7

8 1.4 SETTORI D INTERESSE E AMBITO IMMOBILI AD USO DIREZIONALE IMMOBILI AD USO INTRATTENIMENTO E PUBBLICO SPETTACOLO IMMOBILI AD USO COMMERCIALE IMMOBILI AD USO PUBBLICA SICUREZZA CASE DI RIPOSO E RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE IMMOBILI AD USO SPORTIVO OSPEDALI E CLINICHE PRIVATE IMMOBILI DI CULTO IMMOBILI AD USO RICETTIVO TURISTICO E PER IL BENESSERE IMMOBILI IN GENERE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 8

9 1.5 SETTORI D INTERESSE E AMBITO IMMOBILI AD USO ISTITUZIONALE IMPIANTI OIL & GAS IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE IMPIANTI CHIMICO, PETROLCHIMICO E FARMACEUTICO IMMOBILI E IMPIANTI PER ATTIVITÀ ARTIGIANALI IMPIANTI PER IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI IMMOBILI ED IMPIANTI AD USO INDUSTRIALE IMPIANTI PER LA DEPURAZIONE DEI REFLUI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE 9

10 1.6 LE FASI PRIMA FASE gratuita 1 R.E.P.I.E. ASSEGNA, DOPO LA PRIMA ANALISI, UNA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL TEMPO DI RITORNO DELL INVESTIMENTO ANALISI PRELIMINARE Raccolta dati generali dell immobile/impianto Raccolta delle bollette energetiche degli ultimi anni VALORIZZAZIONE ENERGETICO FINANZIARIA Sulla base dell analisi preliminare viene dato un valore d interesse per i finanziatori CERTIFICATO PRELIMINARE Nome Edificio: Certificato E X C E L L E N C E N CERTIFICATO: Data: PRELIMINARE Certificato E X C E L E N C E Q U A L I T Y N CERTIFICATO: Data: Nome Edificio: PRELIMINARE Nome Edificio: Certificato V A L U E N CERTIFICATO: Data: PRELIMINARE Regione: Provincia: Regione: Provincia: Regione: Provincia: Via: n : Città: Via: n : Città: Via: n : Città: Si certifica che L Edificio, a seguito della valutazione energetica preliminare effettuata secondo gli Standard del protocollo R.e.p.i.e., può essere sottoposto ad interventi di miglioramento dell efficienza energetica ripagabili entro ANNI. Si certifica che L Edificio,, a a seguito della valutazione energetica preliminare effettuata secondo gli gli Standard del protocollo R.e.p.i.e., R.E.P.I.E., può essere sottoposto ad ad interventi di di miglioramento dell efficienza energetica ripagabili entro ANNI. ANNI. Si certifica che L Edificio, a seguito della valutazione energetica preliminare effettuata secondo gli Standard del protocollo R.E.P.I.E., può essere sottoposto ad interventi di miglioramento dell efficienza energetica ripagabili entro ANNI. Il presente documento consente l inserimento dell edificio o impianto nel Circuito R.e.p.i.e., con sottoscrizione del contratto di accreditamento. Il presente documento Il presente ha validità documento al solo fine consente dell inserimento l inserimento dell edificio in questione o impianto all interno nel Circuito del R.e.p.i.e., Circuito R.E.P.I.E., con sottoscrizione a mezzo di del stipula contratto del relativo di accreditamento. contratto di accreditamento. Il presente documento consente l inserimento dell edificio o impianto nel Circuito R.e.p.i.e., con sottoscrizione del contratto di accreditamento. 10 PAY BACK TIME <5 anni PAY BACK TIME DA 5 A 8 anni PAY BACK TIME DA 8 A 10 anni

11 1.6 LE FASI SECONDA FASE 2 INSERIMENTO DELL IMMOBILE NEL CIRCUITO R.E.P.I.E. Gli interventi individuati sono sottoposti alla valutazione dei finanziatori INDIVIDUAZIONE CONTRATTO FINANZIARIO L IMMOBILE VIENE SOTTOPOSTO AL NETWORK DEI FINANZIATORI CONVENZIONATI IN R.E.P.I.E. E CON LORO VIENE VALUTATO IL FINANZIAMENTO PIÙ ADEGUATO IN QUESTA FASE NON VIENE STIPULATO IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO MA VIENE SOLO INDIVIDUATO L INTERESSE DEI FINANZIATORI A PROSEGUIRE CON LA VALUTAZIONE DELL IMMOBILE 11

12 1.6 LE FASI TERZA FASE 3 SUI DATI OPERATIVI RELATIVI AL CONSUMO DI ENERGIA DIAGNOSI ENERGETICA MIRATA DELL IMMOBILE SECONDO I PRINCIPI UNI CEI/TR E DIRETTIVA 2012/27/UE ESAME DETTAGLIATO DEL PROFILO DI CONSUMO ENERGETICO TRACCIA UN QUADRO FEDELE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA GLOBALE INDIVIDUA LA CLASSE DI CONSUMO VALUTAZIONE DEGLI INTERVENTI SECONDO L ANALISI DEL CICLO DI VITA CERTIFICATO DEFINITIVO Nome Edificio: Certificato E X C E L L E N C E N CERTIFICATO: Data: Certificato E X C E L E N C E Q U A L I T Y N CERTIFICATO: Data: Nome Edificio: Nome Edificio: Certificato V A L U E N CERTIFICATO: Data: Regione: Provincia: Regione: Provincia: Regione: Provincia: Via: n : Città: Via: n : Città: Via: n : Città: Si certifica che L Edificio, a seguito della valutazione energetica preliminare effettuata secondo gli Standard del protocollo R.e.p.i.e., può essere sottoposto ad interventi di miglioramento dell efficienza energetica ripagabili entro ANNI. Si certifica che L Edificio,, a a seguito della valutazione energetica preliminare effettuata secondo gli gli Standard del protocollo R.e.p.i.e., R.E.P.I.E., può essere sottoposto ad ad interventi di di miglioramento dell efficienza energetica ripagabili entro ANNI. ANNI. Si certifica che L Edificio, a seguito della valutazione energetica preliminare effettuata secondo gli Standard del protocollo R.E.P.I.E., può essere sottoposto ad interventi di miglioramento dell efficienza energetica ripagabili entro ANNI. Il presente documento consente l inserimento dell edificio o impianto nel Circuito R.e.p.i.e., con sottoscrizione del contratto di accreditamento. Il presente documento Il presente ha validità documento al solo fine consente dell inserimento l inserimento dell edificio in questione o impianto all interno nel Circuito del R.e.p.i.e., Circuito R.E.P.I.E., con sottoscrizione a mezzo di del stipula contratto del relativo di accreditamento. contratto di accreditamento. Il presente documento consente l inserimento dell edificio o impianto nel Circuito R.e.p.i.e., con sottoscrizione del contratto di accreditamento. PAY BACK TIME <5 anni PAY BACK TIME DA 5 A 8 anni PAY BACK TIME DA 8 A 10 anni 12 a questo punto viene stipulato il contratto di finziamento

13 1.6 LE FASI QUARTA FASE 4 ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI REALIZZAZIONE INTERVENTI COLLAUDO E CHIUSURA LAVORI GESTIONE PRATICHE ED INCENTIVI 13 QUESTA FASE COINVOLGE LE ATTIVITÀ TECNICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELL IMMOBILE: Attività di Progettazione Direzione Lavori Interventi e Collaudo Chiusura Lavori Gestione Pratiche/Incentivi ISTITUZIONE DELLA GARA Invito alla presentazione della propria migliore offerta rivolta a cinque operatori per ogni gruppo merce Individuazione dell operatore aggiudicatario secondo il principio del minor prezzo GARANZIA NEI PAGAMENTI DELLE PRESTAZIONI AGLI OPERATORI COINVOLTI

14 1.6 LE FASI QUINTA FASE su richiesta 5 GESTIONE ATTIVA E MONITORAGGIO ABBATTIMENTO DEGLI SPRECHI E COSTANZA DEL RISPARMIO NEL TEMPO Questa fase è necessaria per il monitoraggio effettivo dei risparmi energetici previsti in fase di diagnosi e la conseguente gestione delle tecnologie e soluzioni adottate R.E.P.I.E. valuta il corretto funzionamento delle tecnologie adottate e, in caso, attiva le relative operazioni correttive L obiettivo principale è l abbattimento degli sprechi e la costanza del risparmio nel tempo 14

15 1.7 LE ATTIVITÀ DI R.E.P.I.E Informare e sensibilizzare i proprietari immobiliari sulla convenienza a realizzare interventi di riqualificazione energetica Individuare e valorizzare il patrimonio immobiliare presente sul territorio italiano su cui porre l attenzione degli investitori in efficienza energetica Qualificare la filiera di professionisti/imprese, produttori di tecnologia, finanziatori privati, fondi pubblici (regionali, nazionali, UE) Coordinare il patrimonio immobiliare da riqualificare con professionisti/imprese, produttori di tecnologia, finanziatori privati, fondi pubblici (regionali, nazionali, UE) Sostenere e accompagnare gli operatori economici in genere nel percorso di cambiamento dei propri modelli di business, organizzativi e produttivi, per essere capaci di affrontare le nuove sfide della riqualificazione energetica Formare e strutturare adeguate competenze professionali specialistiche richieste a professionisti/ imprese che vogliono operare nella riqualificazione energetica 15

16 2. OPERATORI ECONOMICI ADESIONE OPERATORI COME ADERIRE GRUPPI MERCE DI ADESIONE PROCESSO ADESIONE PREQUALIFICA GRATUITA FASE DI QUALIFICA FASE DI ADESIONE AL NETWORK IL NETWORK 16

17 2.1 ADESIONI OPERATORI OPERATORI ECONOMICI ADERENTI Consorzi SI tutti gli Operatori Economici Raggruppamenti Temporanei di Imprese NO Operatori con residenza in Stati Esteri rientranti in una delle forme indicate all art. 34 comma 1 lett. a del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. Imprenditori individuali Artigiani Società commerciali Società cooperative Studi tecnico/professionali Operatori non rientranti nei Gruppi Merce previsti dal Disciplinare di Prequalifica e Qualifica 17

18 2.2 COME ADERIRE AREA GEOGRAFICA OGNI OPERATORE PUÒ ADERIRE SCEGLIENDO FASCIA ECONOMICA corrisponde necessariamente alla dimensione regionale dove è stabilita la propria sede legale, con la possibilità di aderire, in aggiunta anche ad altre aree geografiche GRUPPO MERCE uno e coerente con l attività abitualmente svolta determina il limite massimo di importi relativi ad una determinata area geografica ed a uno specifico gruppo merce di contratti assegnabili ad un operatore nel corso di ogni anno - 12 mesi In ogni caso ciascun operatore non potrà essere destinatario, nel corso di un anno, di un importo di contratti, tra loro sommati, superiore al 40% del fatturato risultante dall ultimo bilancio approvato 18

19 2.3 GRUPPI MERCE DI ADESIONE GM001 ADERENTI A SEINGIM Liberi professionisti iscritti all albo Società di ingegneria/ architettura Studi di ingegneria/ architettura EGE Esperti in Gestione dell Energia QUALI SONO I GRUPPI MERCE DI ADESIONE? GM002 Imprese di costruzioni edili posa in opera infissi, coperture in legno, vetri, rivestimento di pavimenti e muri, di controsoffitti, pareti, mobili e simili, intonacatura, stuccatura, tinteggiature GM003 GM004 Imprese di installazione impianti idraulici, riscaldamento e condizionamento e altri lavori di costruzione e installazione Imprese di installazione impianti elettrici e altri lavori di costruzione e installazione 19

20 2.4 PROCESSO DI ADESIONE IL PROCESSO DI ADESIONE SI COMPONE DI 3 FASI PREQUALIFICA QUALIFICA ADESIONE 20

21 NUMERO MASSIMO DI OPERATORI ADERENTI AL NETWORK R.E.P.I.E. DETERMINAZIONE NUMERO OPERATORI NETWORK GM001 GM002 GM003 GM004 PROFESSIONISTI, STUDI PROFESSIONALI D INGEGNERIA/ ARCHITETTURA, SOCIETÀ D INGEGNERIA/ARCHITETTURA (qualifica presso seingim) IMPRESE DI COSTRUZIONI EDILI, per la posa in opera di infissi, per la posa di coperture in legno, per l intonacatura, stuccatura, tinteggiature e posa in opera di vetri, posa in opera di rivestimento di pavimenti e di muri, di controsoffitti, di pareti mobili e simili IMPRESE PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI e altri lavori di costruzione e installazione IMPRESE PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI IDRAULICI, di riscaldamento e di condizionamento dell aria Prog. REGIONE TOTALE GM001 TOTALE GM002 TOTALE GM003 TOTALE GM004 1 FRIULI VENEZIA GIULIA VENETO TRENTINO ALTO ADIGE LIGURIA PIEMONTE VALLE D AOSTA LOMBARDIA EMILIA ROMAGNA TOSCANA LAZIO MARCHE UMBRIA ABRUZZO BASILICATA CALABRIA CAMPANIA MOLISE PUGLIA SARDEGNA SICILIA PROPORZIONE RESIDENTI 2/3 PROPORZIONE NON RESIDENTI 1/3

22 2.5 PREQUALIFICA GRATUITA 1. INDICA A QUALE AREA GEOGRAFICA, GRUPPO MERCE, FASCIA ECONOMICA INTENDE ADERIRE L OPERATORE 2. FORNISCE LE INFORMAZIONI RELATIVE ALLA SUA REALTÀ ECONOMICA-IMPRENDITORIALE Documenti da inviare: Domanda di Prequalifica MOD. N001 Disciplinare di Prequalifica MOD. N001 all RISPOSTA POSITIVA RISPOSTA NEGATIVA In caso di esito positivo R.E.P.I.E. comunicherà tutte le informazioni per la qualifica contributo di qualifica dovuto; area geaografica - gruppo merce - fascia economica di adesione; documenti da inviare; tempi per l invio In caso di esito negativo l operatore potrà ripresentare la domanda di prequalifica 22 SUPERATA LA FASE DI PREQUALIFICA INIZIA LA FASE DI QUALIFICA

23 2.6 FASE DI QUALIFICA COS É IL CONTRIBUTO DI QUALIFICA Somma da pagare una tantum dall Operatore Economico per lo svolgimento delle attività amministrative finalizzate alla Qualifica degli Operatori da far aderire al Network DOCUMENTI DA INVIARE Documentazione attestante l avvenuto pagamento del contributo di qualifica con bonifico bancario alle coordinate IT77 P DOMANDA DI QUALIFICA DICHIARAZIONE DI ORDINE GENERALE E DOCUMENTAZIONE ALLEGATA TARIFFA 0 (una Tantum) Gruppo Merce GM001 GM002-GM003-GM004 CONTRIBUTO PER IL PROCESSO DI QUALIFICA Quota 400,00 + IVA 500,00 + IVA 23 SUPERATA LA FASE DI QUALIFICA, L OPERATORE ADERISCE AL NETWORK

24 2.7 FASE DI ADESIONE AL NETWORK (GM001) COS É IL CONTRIBUTO DI ADESIONE? Somma da pagare annualmente dall Operatore Economico per il mantenimento della propria adesione all interno del Network per il sostentamento delle spese volte all analisi preliminare degli immobili da inserire nel Network delle attività finalizzate allo sviluppo divulgativo del protocollo R.E.P.I.E. GM001 TARIFFA 1 (quota annuale) REGIONE Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Liguria Piemonte Valle d'aosta Lombardia Emilia Romagna Toscana Lazio Marche Umbria Abruzzo Basilicata Calabria Campania Molise Puglia Sardegna Sicilia ADESIONE A SEINGIM GRUPPO MERCE PER PROFESSIONISTI, STUDI PROFESSIONALI E SOCIETÀ D INGEGNERIA/ARCHITETTURA (ATTIVITÀ DI ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA) GM001 FASCIA 1 FASCIA 2 FASCIA 3 Adesione Fascia 1 per importo d opera inerente il singolo Gruppo Merce fino a ,00 550,00 + IVA = 671,00 Adesione Fascia 2 per importo d opera inerente il singolo Gruppo Merce fino a ,00 700,00 + IVA = 854,00 Adesione Fascia 3 per qualsiasi importo d opera inerente il singolo Gruppo Merce 800,00 + IVA = 976,00 24

25 2.7 FASE DI ADESIONE AL NETWORK (GM002 - GM003 - GM004) COS É IL CONTRIBUTO DI ADESIONE? Somma da pagare annualmente dall Operatore Economico per il mantenimento della propria adesione all interno del Network per il sostentamento delle spese volte all analisi preliminare degli immobili da inserire nel Network delle attività finalizzate allo sviluppo divulgativo del protocollo R.E.P.I.E. GM001 TARIFFA 2 (quota annuale) REGIONE Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Alto Adige Liguria Piemonte Valle d'aosta Lombardia Emilia Romagna Toscana Lazio Marche Umbria Abruzzo Basilicata Calabria Campania Molise Puglia Sardegna Sicilia GRUPPO MERCE PER IMPRESE DI COSTRUZIONI EDILI, PER IMPRESE PER L INSTALLAZIONEDI IMPIANTI ELETTRICI E ALTRI LAVORI DI COSTRUZIONE E INSTALLAZIONE; E PER IMPRESEPER L INSTALLAZIONE ADESIONE DI IMPIANTI IDRAULICI, A DI SEINGIM RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO ARIA GM002 - GM003 - GM004 FASCIA 1 FASCIA 2 FASCIA 3 Adesione Fascia 1 per importo d opera inferiore a ,00 650,00 + IVA = 793,00 Adesione Fascia 2 per importo d opera inferiore a ,00 800,00 + IVA = 976,00 Adesione Fascia 3 per qualsiasi importo d opera 900,00 +IVA = 1.098,00 25

26 2.8 IL NETWORK SUPERATE LE FASI DI PREQUALIFICA, QUALIFICA E ADESIONE l operatore riceve il suo contratto di adesione, da sottoscrivere e far pervenire nei tempi e modi indicati da Seingim L OPERATORE ENTRA NEL NETWORK R.E.P.I.E. E PARTECIPA alle gare d appalto in relazione all Area Geografica, Gruppo Merce e Fascia Economica per la quale è stata ottenuta la Qualifica e l Adesione 26 L Adesione dell Operatore non comporta per Seingim, alcun obbligo o impegno di aggiudicazione, né attribuisce diritto a qualsiasi prestazione nei confronti dell Operatore

27 3. ASSEGNAZIONE LAVORI MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE AFFIDAMENTO DIRETTO AFFIDAMENTO MEDIANTE GARA INGEGNERIA SU AFFIDAMENTO SEINGIM 27

28 3.1 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE AFFIDAMENTO DEI LAVORI 1 2 CON DIRITTO DI PRELAZIONE PER IL SEGNALATORE GM001; GM002; GM003; GM004 MEDIANTE GARA GM002; GM003; GM004 R.E.P.I.E. SUPPORTA IL CLIENTE NELLE SEGUENTI ATTIVITÀ predisposizione della documentazione per la richiesta di offerta gestione della gara in relazione ai principi fissati valutazione e allineamento delle offerte ricevute 28

29 3.2 AFFIDAMENTO CON DIRITTO DI PRELAZIONE POSSIBILITÀ PER GLI OPERATORI ADERENTI di utilizzare l adesione per coinvolgere proprietari immobiliari ed avere una prelazione sui lavori relativi all immobile segnalato e rientrante nel circuito R.E.P.I.E. NEL CASO IN CUI L IMMOBILE VENGA SEGNALATO da un operatore aderente egli ha il diritto di prelazione delle opere/servizi richiesti 29 l operatore sia già aderente all area geografica dove è collocato l immobile l operatore venga indicato dal proprietario dell immobile nella richiesta di valutazione energetica a condizione che l operatore sia già aderente alla fascia economica all interno della quale rientra il lavoro/prestazione riconducibile al proprio GM l operatore segnalatore, adegui la propria offerta all eventuale miglior offerta ricevuta in relazione all immobile segnalato

30 3.3 AFFIDAMENTO MEDIANTE GARA GM 002; 003; 004 CRITERI ADOTTATI PER INDIVIDUARE IL N MASSIMO DI 5 OPERATORI ADERENTI DA INVITARE a) regolarità nel pagamento del contributo adesione al Network R.E.P.I.E.; b) regolarità nel pagamento dei contributi sociali e previdenziali; c) adesione dell Operatore all Area Geografica regionale ove è ubicato l immobile oggetto dell intervento; d) adesione dell Operatore al Gruppo Merce coerente con l intervento da realizzare; e) adesione dell Operatore alla Fascia Economica comprendente l importo del contratto da affidare; f) non raggiungimento, da parte dell Operatore, di un fatturato annuo assegnato nell ambito dei lavori/opere del Protocollo R.E.P.I.E. superiore al 40% del fatturato dell ultimo bilancio disponibile, approvato ed inviato a Seingim almeno 30 giorni prima dell invio delle lettere di invito alla presentazione delle offerte; g) aver espletato, nei 5 anni precedenti, interventi di natura analoga (su edifici di natura analoga) rispetto a quanto oggetto dell intervento idonee referenze ed esperienze; h) a titolo preferenziale, aver la propria sede legale stabilita nella provincia ove è ubicato l immobile sul quale intervenire. IMPORTO TOTALE DELL OPERA PER GRUPPO MERCE DA COMPUTO METRICO Fascia Minimo Massimo , , , ,00 nessun limite NUMERO DI OPERATORI DA INVITARE PER OGNI GRUPPO MERCE GM002-GM003-GM004 Adesione "FASCIA 1" Adesione "FASCIA 2" Adesione "FASCIA 3" TOTALE GARA

31 3.3 AFFIDAMENTO MEDIANTE GARA GM 002; 003; 004 MODALITA OPERATIVE GARA SCELTA DELL OFFERTA MIGLIORE DETERMINATA 31 Gli dovranno far pervenire i preventivi di norma entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della Richiesta di Offerta Il Cliente con il supporto di gli Operatori Economici incaricati di eseguire i lavori di norma entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento delle offerte/preventivi Aderenza dell offerta posta a preventivo alle specifiche tecniche inviate in sede di Richiesta di Offerta Minor prezzo proposto nei preventivi inviati. In caso di parità di prezzo, Seingim proporrà un offerta al ribasso e verrà individuato l Operatore che praticherà il prezzo inferiore

32 3.4 INGEGNERIA SU AFFIDAMENTO SEINGIM MODALITÀ DI AFFIDAMENTO ORDINARIA PER IL GM-001 L ingegneria viene affidata a la quale si avvale degli Operatori aderenti al GM001, su base: Area Geografica Fascia Economica 32

33 R.E.P.I.E. è il progetto ideato da Seingim per rilanciare la filiera dell edilizia 1 3 Un Un proprietario operatore immobiliare? finanziario? DOCUMENTI COME FARE PER ENTRARE NEL PROTOCOLLO R.E.P.I.E. CHI SEI? Mod.I001 richiesta di valutazione energetica Mod.I002 documentazione a Professionisti, studi professionali e società d ingegneria/ architettura? Un impresa di costruzioni o installazione di impianti elettrici o termoidraulici? b DOCUMENTI Mod.N001 domanda di prequalifica Mod.N001 all.1 disciplinare di prequalifica Un produttore di tecnologia? 4 33

34 1 Proprietario immobiliare IMMOBILE PRIVATO O PUBBLICO Richiesta di valutazione energetica - Mod. I001 - Documentazione necessaria per la richiesta di valutazione energetica - Mod. I002 - INSERIMENTO DELL IMMOBILE NEL CIRCUITO R.E.P.I.E. 2 Professionisti e imprese GM001 PROFESSIONISTI, STUDI PROFESSIONALI E SOCIETÀ D INGEGNERIA/ ARCHITETTURA DOMANDA E DISCIPLINARE DI PREQUALIFICA - Mod.N001 + Mod.N001 all.1 - ESITO DI PREQUALIFICA A MEZZO PEC - Mod.N002-A + Mod.N002-B - GM002 IMPRESE DI COSTRUZIONI EDILI DOMANDA E DISCIPLINARE DI QUALIFICA - Mod.N003 + Mod.N003 all GM003 IMPRESE ELETTRICHE ESITO DI QUALIFICA A MEZZO PEC - Mod.N004-A + Mod.N004-B - CONTRATTO DI ADESIONE AL NETWORK - Mod.N GM004 IMPRESE TERMOIDRAULICHE AVVENUTO BONIFICO E CONTRATTO DI ADESIONE FIRMATO INSERIMENTO DELL IMPRESA NEL NETWORK R.E.P.I.E.

35 3 Operatore finanziario FINANZIATORI ACCORDO INSERIMENTO DEL FINANZIATORE NEL CIRCUITO R.E.P.I.E. 4 Produttore di tecnologia PRODUTTORI DI TECNOLOGIA ACCORDO INSERIMENTO DEL PRODUTTORE DI TECNOLOGIA NEL CIRCUITO R.E.P.I.E. 35

36 4. OPERATORI FINANZIARI OPERATORI AMMESSI MODALITA OPERATIVE E VANTAGGI 36

37 OPERATORI AMMESSI - MODALITÀ OPERATIVE E VANTAGGI QUALI SONO GLI OPERATORI FINANZIARI AMMESSI FONDI DI PRIVATE EQUITY E.S.CO. ENERGY SERVICE COMPANY ISTITUTI DI CREDITO FINANZIAMENTI REGIONALI, NAZIONALI ED EUROPEI VANTAGGI MODALITÀ OPERATIVE Sottoscrizione di una lettera di intenti R.E.P.I.E. Inserimento nella vendor list finanziatori R.E.P.I.E. Il finanziatore sottoscrive il contratto finanziario direttamente con il Cliente Possibilità di valutare un numero importante di immobili/impianti su cui investire Possibilità di investire su settori edilizi diversi Attivare investimenti con Pay Back a Breve - Medio - Lungo termine Sviluppare investimenti su tutto il territorio Nazionale Garanzia di una filiera che è stata qualificata secondo criteri di affidabilità, qualità e referenze 37

38 5. FORNITORI DI TECNOLOGIA FORNITORI AMMESSI MODALITA OPERATIVE E VANTAGGI 38

39 FORNITORI AMMESSI - MODALITÀ OPERATIVE E VANTAGGI QUALI SONO I FORNITORI DI TECNOLOGIA AMMESSI TUTTI I FORNITORI DI TECNOLOGIA RIENTRANTI NELL AMBITO DEGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE MODALITÀ OPERATIVE Sottoscrizione di un accordo quadro per la fornitura di tecnologia nell ambito del protocollo R.E.P.I.E. Seingim garantisce l inserimento del fornitore nella vendor list dei fornitori di tecnologia R.E.P.I.E. VANTAGGI Inserimento nella Vendor List, una vetrina rilevante: gli operatori nell ambito del Protocollo R.E.P.I.E. si rivolgeranno solo ai fornitori di tecnologia inseriti nella vendor list Installazione dei prodotti degli operatori inseriti nella vendor list su tutti gli interventi R.E.P.I.E. Installazione dei prodotti sul territorio Nazionale Garanzia di una filiera qualificata secondo criteri di affidabilità, qualità e referenze 39

40 ENTRA ANCHE TU nel PROTOCOLLO R.e.p.i.e. Per maggiori inormazioni e per scaricare la documentazione, visita il nostro sito o scrivi a Protocollo 40

DATI. Partita Iva: Via: Telefono: Fax: e mail: Web: Telefono: Cellulare: Indicazione

DATI. Partita Iva: Via: Telefono: Fax: e mail: Web: Telefono: Cellulare: Indicazione Processo Qualifica N. /2015 DOMANDA DI PREQUALI DATI IDENTIFICATIVI DELL OPERATORE ECONOMICO (inserire i datii relativi alla SEDE LEGALE) L Denominazione / Ragione Sociale Operatore: Partita Iva: Codice

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Nuovi incentivi ISI INAIL

Nuovi incentivi ISI INAIL Per una migliore qualità della vita Nuovi incentivi ISI INAIL IL BANDO ISI INAIL 2013 PER INTERVENTI DA AVVIARE NELL ANNO 2014 FINANZIATA ANCHE LA CERTIFICAZIONE BS OHSAS 18001 Il bando ISI INAIL 2013

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO Direzione Generale Servizio Programmazione, monitoraggio, valutazione PROT. N. 188 DETERMINAZIONE N. 9 DEL 11/01/2011 Oggetto: L. 135/2001, art. 5, comma

Dettagli

MODULO DI ADESIONE AL DISCIPLINARE PER LA GESTIONE OPERATIVA DEGLI PNEUMATICI FUORI USO (PFU) RELATIVO ALL ANNO 2015.

MODULO DI ADESIONE AL DISCIPLINARE PER LA GESTIONE OPERATIVA DEGLI PNEUMATICI FUORI USO (PFU) RELATIVO ALL ANNO 2015. MODULO DI ADESIONE AL DISCIPLINARE PER LA GESTIONE OPERATIVA DEGLI PNEUMATICI FUORI USO (PFU) RELATIVO ALL ANNO 2015 Al Fondo per la gestione degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) A: contratti@pec.pneumaticifuoriuso.it

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA)

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) 10/022/CR6d/C7 Accordo di collaborazione (ex art. 15 Legge 7 agosto 1990, n

Dettagli

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro Finanziamenti alle imprese ISI INAIL 2011 - INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO in attuazione dell'art. 11, comma 5, D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Dettagli

Il REPORT. I giovani Neet registrati

Il REPORT. I giovani Neet registrati Roma, 7 Novembre 2014 L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 6 novembre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 283.317 giovani, di questi il 52% (146.983 giovani) lo ha fatto attraverso

Dettagli

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all attuazione del PAES

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all attuazione del PAES PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI Fondazione Cariplo Area Ambiente bando 2012 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA

Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA Norme di riferimento - D.lgs.15 aprile 2005, n. 77, "Definizione delle norme generali relative all'alternanza scuola-lavoro, a norma dell'articolo

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

EnErgia particolare.

EnErgia particolare. Energia particolare. LA STRUTTURA DEL GRUPPO. Gruppo UNOGAS aree di attività: Area vendita gas Area vendita energia Area servizi energetici e impiantistica Area importazione e trading ABBIAMO FATTO MOLTA

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 29 ottobre 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Il Progetto di Confindustria per competere in rete Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale

Dettagli

II FORUM GREEN ENERGY

II FORUM GREEN ENERGY II FORUM GREEN ENERGY OSSERVATORIO RINNOVABILI Prime evidenze della Rilevazione «Il ruolo delle banche nello sviluppo delle green energy» Francesca Rosati Senior Research Analyst ABI Lab Marco Marino Ufficio

Dettagli

Social Bond UBI Comunità: Valore condiviso

Social Bond UBI Comunità: Valore condiviso Social Bond UBI Comunità: Valore condiviso Damiano Carrara 1 dicembre 2015 1 Posizionamento di UBI Banca Forte posizionamento competitivo 3 Gruppo bancario commerciale italiano per capitalizzazione Circa

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

A V V I S O 13 Microimprese Voucher formativi individuali concordati 1 giugno 2010

A V V I S O 13 Microimprese Voucher formativi individuali concordati 1 giugno 2010 A V V I S O 13 Microimprese Voucher formativi individuali concordati 1 giugno 2010 FON.COOP 1 Microimprese Una definizione Si intende per microimpresa un impresa profit e no profit o un organizzazione

Dettagli

ESIT e la certificazione Protocollo ITACA

ESIT e la certificazione Protocollo ITACA INIZIATIVA ITALIANA PER LA VALORIZZAZIONE E LA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI SOSTENIBILI ESIT e la certificazione Protocollo ITACA Lecce, 9 novembre 2011 Claudio Capitanio iisbe Italia Protocollo ITACA

Dettagli

CONSIP S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO FORNITURE

CONSIP S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO FORNITURE CONSIP S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO FORNITURE L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? SI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale. Dott.ssa Rita Montagni

Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale. Dott.ssa Rita Montagni Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale Dott.ssa Rita Montagni Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio OBBIETTIVO 2020: ITALIA del 23 aprile 2009 17% del consumo

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. SCUOLA Festa alle industriali, l istituto Angioy premia le eccellenze La Nuova Sardegna pag. 13 del 30/11/2015

RASSEGNA STAMPA. SCUOLA Festa alle industriali, l istituto Angioy premia le eccellenze La Nuova Sardegna pag. 13 del 30/11/2015 lunedì 30 novembre 2015 RASSEGNA STAMPA SCUOLA Festa alle industriali, l istituto Angioy premia le eccellenze La Nuova Sardegna pag. 13 del 30/11/2015 PREVIDENZA In pensione prima del previsto Italia Oggi

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

INVESTI NEL TUO LAVORO

INVESTI NEL TUO LAVORO INVESTI NEL TUO LAVORO Cos è Back to Work BACKtoWORK24 è una nuova società del Gruppo 24 Ore, la cui missione è: assistere manager, dirigenti e professionisti che vogliono investire capitali propri ed

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 4 febbraio 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

Il nuovo apprendistato nel Testo Unico 2011

Il nuovo apprendistato nel Testo Unico 2011 1/2 Il nuovo apprendistato nel Testo Unico 2011 Il nuovo apprendistato contenuto nel d.lgs. n. 167/2011, noto come Testo Unico dell'apprendistato, si articola su tre livelli: - l apprendistato per la qualifica

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490 ALLEGATO DETTAGLIO PREINFORMATIVA SERVIZI 2005 1) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI AUTOVEICOLI SENZA CONDUCENTE Lotto 1 Berline piccole Lotto 2 Berline medie Lotto 3 Grandi berline

Dettagli

Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia"

Sistema Edificio Seminario CAM - Edilizia Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia" Ing. Roberto Garbuglio Coordinatore Operativo ICMQ Spa Roma 21 settembre 2012 presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Chi

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 5 febbraio 2015) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

Il Laboratorio Fotovoltaico: Attività Svolte e Agenda dei Lavori. Alfonso Damiano

Il Laboratorio Fotovoltaico: Attività Svolte e Agenda dei Lavori. Alfonso Damiano Il Laboratorio Fotovoltaico: Attività Svolte e Agenda dei Lavori Alfonso Damiano 1 Sommario Analisi di Contesto Descrizione delle Attività Svolte Descrizione delle Attività in Itinere 2 Gli obiettivi comunitari

Dettagli

QUANDO L INNOVAZIONE QUALIFICA IL LAVORO

QUANDO L INNOVAZIONE QUALIFICA IL LAVORO QUANDO L INNOVAZIONE QUALIFICA IL LAVORO IL PROGETTO Premessa' Il#Progetto#COOPSTARTUP#Marche#è#promosso#da#Legacoop(Marche((www.legacoopmarche.coop# =#Associazione#che#rappresenta#oltre#300#cooperative#marchigiane#e#che#ha#lo#scopo#di#tutelare#e#

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori)

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori) Consumo annuo (kwh) Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di energia elettrica Corrispettivi previsti dall offerta free di eni alla data del 01/02/2011, valida fino alla data del 15/04/2011

Dettagli

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Informazioni

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 26 febbraio 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012 Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012 il mercato elettronico della p.a. cosa è Il Mercato Elettronico della P.A. è un mercato

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) definisce la procedura di Conciliazione Business secondo

Dettagli

Efficienza Energetica: la soluzione 55%

Efficienza Energetica: la soluzione 55% Efficienza Energetica: la soluzione 55% Ing. GIAMPAOLO VALENTINI Coordinatore Gruppo di Lavoro Efficienza Energetica La Villa, 29 marzo 2009 L OBIETTIVO 20-20 20-20 La proposta della Commissione Europea

Dettagli

INVESTI NEL TUO LAVORO

INVESTI NEL TUO LAVORO INVESTI NEL TUO LAVORO Dott. Arcangelo Rizzuti Responsabile Rete Nazionale BacktoWork24 Bologna, 10 marzo 2015 Da un anno, ogni settimana, abbiamo portato un investimento a una piccola azienda I risultati

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 13 marzo 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

EBAN ENTE BILATERALE AGRICOLO NAZIONALE

EBAN ENTE BILATERALE AGRICOLO NAZIONALE EBAN ENTE BILATERALE AGRICOLO NAZIONALE BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI SULLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO IN AZIENDE AGRICOLE Premessa L Ente Bilaterale Agricolo Nazionale, di seguito

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP)

ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP) ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP) spedizione via mail: 2 novembre 2009 TOTALE OPPORTUNITA' 8 suddivise in REGIONALE, PROVINCIALE E COMUNALE 1 Ente titolare

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015

REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 Codice DB2018 D.D. 24 novembre 2014, n. 987 Impegno di Euro 6.016,00 o.f.c. sul cap. 142189/14 per la realizzazione di funzionalita' aggiuntive della Piattaforma Web per

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA Roma, 11 Settembre 2015 I giovani presi in carico sono 441.589. A quasi 159 mila è stata proposta almeno una misura. Il Ministro Poletti ha dato il via al progetto Crescere in Digitale durante la conferenza

Dettagli

GUIDA DI INSTALLAZIONE

GUIDA DI INSTALLAZIONE GUIDA DI INSTALLAZIONE CLIMATIZZATORI CALDAIA INSTALLAZIONE CLIMATIZZATORI Il servizio di Installazione dei climatizzatori viene realizzato dai nostri tecnici specializzati su tutto il territorio nazionale,

Dettagli

A V V I S O. Idee progettuali e manifestazioni di interesse per il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile (PISUS) del Comune di SPILIMBERGO

A V V I S O. Idee progettuali e manifestazioni di interesse per il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile (PISUS) del Comune di SPILIMBERGO A V V I S O Idee progettuali e manifestazioni di interesse per il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile (PISUS) del Comune di SPILIMBERGO Invito a contribuire alla formulazione del PISUS del Comune

Dettagli

Una vera ESCo italiana

Una vera ESCo italiana Una vera ESCo italiana IL GIUSTO PARTNER PER REALIZZARE OGNI OBIETTIVO DI RISPARMIO ENERGETICO www.geet.it LA NOSTRA MISSION GEETIT supporta i propri clienti nell individuazione di obiettivi di risparmio

Dettagli

Come costruire itinerari turistico responsabili

Come costruire itinerari turistico responsabili Come costruire itinerari turistico responsabili GIUSEPPE MELIS INTRODUZIONE AL CONVEGNO ITINERARI TURISTICO-RESPONSABILI: STRUMENTI PER ATTIVARE PERCORSI DI QUALITÀ ORISTANO, 27 MAGGIO 2008 AUDITORIUM

Dettagli

L applicazione nel settore pubblico

L applicazione nel settore pubblico L applicazione nel settore pubblico Gli obiettivi di efficienza energetica nel settore pubblico sono individuati dal capo IV del Decreto Legislativo 115/2208 che all art.12 individua nella persona del

Dettagli

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi dei Fallimenti in Italia Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia 2 Tipologia di analisi

Dettagli

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015 Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità Ferrara - Novembre 2015 1 Invitalia per la crescita e la competitività del sistema produttivo Sosteniamo la nascita di nuove imprese la realizzazione

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

INFOTEL SISTEMI E CENTRO ALTA FORMAZIONE

INFOTEL SISTEMI E CENTRO ALTA FORMAZIONE INFOTEL SISTEMI E CENTRO ALTA FORMAZIONE CERTIFICATA PROGRAMMA INCENTIVI INAIL Bando ISI INAIL 2013 per interventi da avviare nel 2014 CHI SIAMO INFOTEL SISTEMI (www.infotelsistemi.com) è un azienda che

Dettagli

Punto tesoreria: dati sull autofinanziamento al 13 febbraio 2009

Punto tesoreria: dati sull autofinanziamento al 13 febbraio 2009 Punto tesoreria: dati sull autofinanziamento al 13 febbraio Nota autofinanziamento Radicali Italiani febbraio 1 I SOSTENITORI DI RADICALI ITALIANI Nelle pagine seguenti verranno analizzate le caratteristiche

Dettagli

BANDO AMBIENTENERGIA 2015

BANDO AMBIENTENERGIA 2015 BANDO AMBIENTENERGIA 2015 Misura Formazione di Energy Manager Livello II Bando per la selezione dei Comuni interessati a beneficiare del servizio Pagina 1 di 8 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 OGGETTO... 5 SOGGETTI

Dettagli

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE "I venti dell'innovazione La sfida per l'energia del futuro" Lunedì 21 maggio Centro Congressi Ville Ponti di Varese PERCHE UNA RETE SULLA EFFICIENZA SOSTENIBILE Nasce dalla

Dettagli

REPORTISTICA ISCRITTI

REPORTISTICA ISCRITTI Augusta Tartaglione REPORTISTICA ISCRITTI Elaborazione dati periodici forniti da Previnet. Aggiornamento al 30 giugno 2014 Augusta Tartaglione Comunicazione & Promozione comunicazione@fondofonte.it tel.

Dettagli

RISORSE, MONITORAGGIO, TRASPARENZA: UN QUADRO SULL EDILIZIA SCOLASTICA

RISORSE, MONITORAGGIO, TRASPARENZA: UN QUADRO SULL EDILIZIA SCOLASTICA RISORSE, MONITORAGGIO, TRASPARENZA: UN QUADRO SULL EDILIZIA SCOLASTICA Roma, 27 marzo 2015 #MutuiBei #AnagrafeScolastica L Anagrafe Scolastica sarà presentata ad aprile 2015 Per la prima volta una fotografia

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Carta delle Attività

Carta delle Attività Carta delle Attività L associazione VO.B.I.S. VO.B.I.S. è un associazione senza scopo di lucro nata il 1 luglio del 2009 per volontà di ex dipendenti del Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo che hanno voluto

Dettagli

Determinazione del Dirigente Scolastico Responsabile Unico del Procedimento (Art. 10 del D. Lgs 163/2006 e Artt. 9 e 10 del DPR 207/2010)

Determinazione del Dirigente Scolastico Responsabile Unico del Procedimento (Art. 10 del D. Lgs 163/2006 e Artt. 9 e 10 del DPR 207/2010) ISTITUTO COMPRENSIVO B. BENNARDO 87060 CROPALATI Via Giovanni XXIII Segreteria Tel.: 0983/61126 Fax 0983/61729Presidenza Tel.: 0983/61141 Cod.Fisc.: 97009190782 - Sito Internet: www.iccropalati.it E-Mail:

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa Il Progetto di Confindustria per competere in rete Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa La rete d impresa: Non ha: sovrastrutture (burocratiche e parapubbliche) Limiti territoriali Limiti settoriali

Dettagli

ISVAP Cosa cambia per i prestiti personali Unicredit Consumer Financing. Milano, 01 02 2008

ISVAP Cosa cambia per i prestiti personali Unicredit Consumer Financing. Milano, 01 02 2008 Cosa cambia per i prestiti personali Unicredit Consumer Financing Milano, 01 02 2008 Cosa cambia per i prestiti personali UCFin ISVAP le novità I nuovi moduli di richiesta prestito UCFin Formazione online

Dettagli

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1;

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1; Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO l articolo 26, comma 2, del decreto-legge n. 91 del 2014, convertito dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, (di seguito: decreto-legge n. 91 del 2014) il quale dispone

Dettagli

Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza. Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A.

Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza. Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. Premessa La spesa per consumi intermedi costituisce una parte rilevante delle uscite

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE

DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE INFORMAZIONI SU COOPERFIDI ITALIA DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE Versione N. 9 aggiornata all 26.03.2015 Cooperfidi Italia soc. coop. Sede legale e direzione generale

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese 1. Analisi

Dettagli

I risultati del Progetto Mattone Internazionale - PMI Pasqualino Rossi, Ministero della salute

I risultati del Progetto Mattone Internazionale - PMI Pasqualino Rossi, Ministero della salute I risultati del Progetto Mattone Internazionale - PMI Pasqualino Rossi, Ministero della salute 02 LUGLIO 2015 Roma Il contesto di riferimento sul quale, nei suoi 5 anni di attività, il PMI ha costruito

Dettagli

Infratel Italia. marzo 2014

Infratel Italia. marzo 2014 Infratel Italia marzo 2014 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, attraverso la realizzazione e l integrazione d infrastrutture di

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

AUDITOR ENERGETICO UNI CEI EN 16247-5 dell ENERGIA ELETTRICA

AUDITOR ENERGETICO UNI CEI EN 16247-5 dell ENERGIA ELETTRICA FEDABO, ENERGY SERVICE COMPANY CERTIFICATA UNI CEI 11352, ORGANIZZA IL SEGUENTE CORSO DI FORMAZIONE: AUDITOR ENERGETICO UNI CEI EN 16247-5 dell ENERGIA ELETTRICA OBIETTIVI del CORSO: MODALITÀ DIDATTICA:

Dettagli

Report incentivi ISI 2012

Report incentivi ISI 2012 Report incentivi ISI 2012 Il 18 aprile 2013 si è conclusa regolarmente la procedura telematica per l'assegnazione dei 155 milioni di euro stanziati a fondo perduto dall INAIL nell ambito del bando degli

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

IL PROGRAMMA SOSTIENE I GIOVANI INTERESSATI ALL AUTOIMPIEGO E ALL AUTOIMPRENDITORIALITÀ

IL PROGRAMMA SOSTIENE I GIOVANI INTERESSATI ALL AUTOIMPIEGO E ALL AUTOIMPRENDITORIALITÀ Roma, 26 Giugno 2015 I giovani Neet registrati al Programma Garanzia Giovani sono 641.412, quasi 12 mila in più rispetto alla scorsa settimana SONO OLTRE 361 MILA I GIOVANI PRESI IN CARICO E A QUASI 119

Dettagli

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO Roma, 10 Luglio 2015 I giovani presi in carico sono 380 mila. A oltre 128 mila è stata proposta almeno una misura I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 666 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (D. Lgs 163/2006 e D.P.R. 207/2010) PROT. N. 2135/B31 del 20/04/2015

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (D. Lgs 163/2006 e D.P.R. 207/2010) PROT. N. 2135/B31 del 20/04/2015 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (D. Lgs 163/2006 e D.P.R. 207/2010) PROT. N. 2135/B31 del 20/04/2015 Oggetto: Lavori di riqualificazione edifici scolastici di

Dettagli

AOODPPR - Registro Ufficiale - Prot. n.276 del 20/01/2015

AOODPPR - Registro Ufficiale - Prot. n.276 del 20/01/2015 AOODPPR - Registro Ufficiale - Prot. n.276 del 20/01/2015 Avviso progetto Smart Future : fornitura, a partire dall anno scolastico 2014/2015, di tecnologie digitali a 54 classi di scuola primaria e di

Dettagli

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica : strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica Claudio G. Ferrari Presidente Esco Italia Erba, 04 dicembre 2009 FINANZIA ENERGIA 3-4 dicembre 2009 Lariofiere, Erba AGENDA

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

I dati della ricerca

I dati della ricerca Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 Comunicati www.mi.camcom.it I dati della ricerca Il mercato fotovoltaico in Europa e nel mondo. È l Europa il mercato di sbocco principale per il fotovoltaico,

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO DIRETTORIALE 22 DICEMBRE 2014, N. 1/II/2015. Preambolo. [Preambolo]

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO DIRETTORIALE 22 DICEMBRE 2014, N. 1/II/2015. Preambolo. [Preambolo] MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO DIRETTORIALE 22 DICEMBRE 2014, N. 1/II/2015 RIPARTO DELLE RISORSE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE NELL'ESERCIZIO DELL'APPRENDISTATO

Dettagli

PadovaFIT! Un progetto di riconversione del territorio

PadovaFIT! Un progetto di riconversione del territorio PadovaFIT! Un progetto di riconversione del territorio Daniela Luise Comune Padova Settore Ambiente e Territorio Padova 18 Giugno 2015 Padova FIT! - PREMESSA Piano d Azione per l Energia Sostenibile del

Dettagli

Il Percorso CAF: stato dell arte

Il Percorso CAF: stato dell arte Il Percorso CAF: stato dell arte Tappe del CAF in Europa(2000-2006) 2006 CAF 2006 alla IV Quality Conference Pubblicazione CAF works Slide 2 IV CORSO EFAC Tappe del CAF in Europa(2007-2012) 2011-12 V Evento

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli