Repubblica Italiana Comune di Ciampino (Provincia di Roma) CONVENZIONE SCHEMA CONVENZIONE RELATIVA AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Repubblica Italiana Comune di Ciampino (Provincia di Roma) CONVENZIONE SCHEMA CONVENZIONE RELATIVA AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA"

Transcript

1 RELATIVA AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA CONVENZIONE Repubblica Italiana Comune di Ciampino (Provincia di Roma) Prot. n pag. i - che il progetto del Piano di Loffizzazione Convenzionata presentato è stato composto dai seguenti elaborati e tavole: Delibera di G.R. n 556 del 25/07/07 e Delibera di G.R. n 1025 del 21/12/07, ed è Piano Paesistico ex legge n 1497/39 e legge n 431/85 e P.T.P.R. adottato con redatto in conformità alle prescrizioni del P.R.G. e del R.E.C. vigenti nonché del formazione del P.U.A.; - che le N.T.A. del vigente PRO. prescrivono per detto terreno l obbligo della - che detto terreno ricade nella zona C sottozona C 10 di P.R.G.; di zona; (in seguito P.L.C.) al fine di consentire la realizzazione delle opere di 166, 1418 (parte), 1421,1422, 1228, 1226, 1052 (parte), 1098 (parte), 1218, Comune di Marino al foglio n 8 part. 956, 969, 966, 1243, 1241, 1239 (parte), urbanizzazione ed il corretto futuro inserimento delle costruzioni secondo l indice Gaetano Pellegrini è proprietaria dell area di mq ,00 distinta al N.C.T. del Ciampino, Piazza Trento e Trieste (parte), per cui è stato presentato un Piano di Lottizzazione Convenzionata C.F , presidente Sig. Premesso che la Soc.tà CONSORZIO MARCANDREOLA con sede in IN ZONA C SOTrOZONA Cb Dl P.R.G. SCHEMA CONVENZIONE

2 7) 6) a t L L L N Sigla Oggetto Prot. Data pag. 2 tale, ai sensi dell art.107, comma 3, del D.Lgs.18 agosto 2000, n.267, legittimato nella sua qualità di Dirigente dei IV Settore del Comune di Ciampino, e, come Roma il 24 maggio1962 e domiciliato, per l incarico, presso la Casa Comunale, Il COMUNE Dl CIAMPINO, rappresentato dall Arch. Gianluigi Nocco, nato a E proprietario, in seguito denominati nel presente atto Attuatore, C.F , presidente Sig. Gaetano Pellegrini nella qualità di Il Consorzio Marcandreola con sede in Ciampino, Piana Trento e Trieste 5 TRA del mese di presso Tuffo ciò premesso e considerato, l anno duemila, il giorno oneri ed obblighi contenuti nella presente Convenzione. - che i proprietari dell area dichiarano di essere in grado di assumere tutti gli Urbanistica e licenziato in data - che il P.L.C. in questione è stato esaminato dalla Commissione Tecnica medesima nota; del Suolo ha espresso parere favorevole con prescrizioni riportate nella Direzione Regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli Area 25/05 Difesa - che con nota prot. n. la Regione Lazio Dipartimento Territorio 10) 9) 8) ELENCO DOCUMENTAZIONE DI P.L.C.

3 ART. i presente atto Comune, a questo atto autorizzato in virtù della Delibera del dispensa avutane dalle parti, si allega al presente atto sotto la lettera Consiglio Comunale n. del / / che, omessane le lettura per stesso, codice fiscale NCCGLG62E24H5OIW in seguito denominato nel pag. 3 Enti che rispetto all esigenza della disciplina degli interessi patrimoniali relativi a solido e pro-quota, per la gestione e la rappresentanza in forma unitaria dei rapporti relativi agli insediamenti previsti dal P.L.C., sia rispetto al Comune e altri promuovere e costituire, a norma di legge, un Consorzio o un Condominio, di cui facciano parte i proprietari dell area e/o dei lotti e/o degli edifici, responsabili in L Attuatore ha l obbligo, in presenza di una pluralità di soggetti proprietari, di 8) 2) 5) 6) 7) 3) 4) L N Sigla Oggetto Prot. Data ELENCO DOCUMENTAZIONE DI P.L.C. tavole: Formano parte integrante della presente Convenzione i seguenti elaborati e opere di urbanizzazione previste nel P.L.C. Le premesse fanno parte integrante e sostanziale della presente Convenzione. La presente Convenzione ha per oggetto la realizzazione e la cessione delle oggetto della Convenzione a stipulare i contratti in nome, per conto e nell esclusivo interesse del Comune

4 ART. 2 comunicare al Comune ogni variazione in merito da notificare a norma di legge. presente Convenzione, impegnandosi, sotto la propria responsabilità, a L Affuatore si nomina inoltre unico rappresentante, per l esecuzione della pag. 4 urbanizzare sono indicate nella tavola 2 del P.L.C. in questione, per una Le aree che l Attuatore si obbliga a cedere gratuitamente al Comune nonché ad risulta dalle Tavole di P.L.C. secondo le N.T.A. de) P.R.G. nonché in forza della presente Convenzione, come L Attuatore si obbliga a cedere gratuitamente al Comune tutte le aree destinate a pubblici in genere, secondo le norme di legge che disciplinano gli standards, spazi pubblici, a strade, a verde e a parcheggi pubblici, a strutture e servizi cessione delle aree ART. 3 di diritti reali di godimento. trasferimento degli stessi oneri e obblighi a carico degli acquirenti e/o dei titolari e/o pesi a qualsiasi titolo relativamente all area e/o ai lotti e/o agli edifici per il pienamente accettata in tuffi gli atti di compravendita e/o di costituzione di diritti tuffi gli atti compiuti, espressamente richiamata eio inserita e formalmente e l impegno ad assolvere, regolarmente e pienamente, a tutti gli oneri e obblighi previsti dalla presente Convenzione che dovrà essere, sotto pena di nullità di proprio carico per sé ed i loro successori e/o aventi causa a qualsiasi titolo, dell immobile interessato dal P.L.C. e assumono, in modo esplicito e formale, a L Attuatore presta al Comune la più ampia garanzia per la piena proprietà garanzia della proprietà Convenzione. tutti gli oneri e obblighi connessi e conseguenti alla stipula della presente

5 L Affuatore assume l onere di realizzare, a propria cura e spese, le opere di opere di urbanizzazione primaria ART. 4 pag. 5 vigente. scomputo del citato contributo, rientrando nella categoria appalto pubblico di procedure a evidenza pubblica nel rispetto del diritto comunitario e nazionale dell art. 32, comma 1, lettera g) del medesimo D.Lgs L Attuatore, pertanto, si impegna ad affidare l esecuzione di dette opere secondo di cui al Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e ss.mm.ii. ed in particolare lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/Ce La realizzazione delle suddette opere di urbanizzazione considerate ai fini dello lavori, è soggetta alle disposizioni del Codice dei contratti pubblici relativi a l obbligo di versare in contanti la somma relativa all eventuale conguaglio in relativi edifici, e precisamente al momento del rilascio del primo titolo abilitativo a onere a proprio totale carico, anche nel caso in cui il relativo costo sia maggiore Ai tini dello scomputo, l Attuatore assume l obbligo di realizzare le opere, con giugno 2001, n Non vanno considerate ai fini dello scomputo tutte le opere rispetto al contributo dovuto e calcolato in base alle tabelle parametriche comunali aggiornate e vigenti, ai sensi di legge, al momento del rilascio delle favore del Comune al momento del rilascio dei titoli abilitativi atti a costruire i costruire. relative agli allacciamenti interni alla lollizzazione e ai servizi privati n 847, a scomputo del contributo dovuto ai sensi del art. 16 del D.P.R. 6 urbanizzazione primaria previste dalle TAVOLE del P.L.C., ai sensi dell art. 4 L. concessioni per la realizzazione delle opere medesime, mentre, assumono superficie complessiva pari a mq 1.406,87 per parcheggi e aree verdi e mq 637,26 per percorso ciclo-pedonale.

6 2 Rete fognatizia e delle caditoie di raccolta delle acque meteoriche su strada 3 Rete di distribuzione dell energia elettrica e dell illuminazione pubblica I Rete fognatizia acque nere seguenti: previste dalle TAVOLE del Piano di Lottizzazione Convenzionata sono le pubblica pag. 6 subordinati al pagamento da parte dell Attuatore del contributo sul costo di Il valore complessivo di dette opere previsto nell elaborato I singoli titoli abilitativi edilizi necessari alla realizzazione degli edifici sono I singoli titoli abilitativi edilizi necessari per la realizzazione degli edifici sono contributo sul costo di costruzione ART. 6 aggiornate e vigenti, ai sensi di legge. contributo di urbanizzazione secondaria, dovuto ai sensi dell art. 16 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, da calcolare in base alle tabelle parametriche comunali subordinati al pagamento da parte dell Attuatore in unica soluzione, del contributo di urbanizzazione secondaria ART. 5 relativi servizi, con i quali dovranno essere svolti i rapporti necessari e diretti. alle condizioni e alle direttive indicati dagli Enti gestori e/o concessionari dei L Attuatore si impegna a realizzare la rete elettrica e del gas in base agli accordi, pa rcheg g i 6 Realizzazione di marciapiedi, delle aree destinate a verde pubblico e a 5 Realizzazione della viabilità prevista 4 Rete di distribuzione del gas e delle utenze idriche Le opere di urbanizzazione primaria che l Alluatore si impegna a realizzare e

7 vigenti, ai sensi di legge, non intendendo avvalersi della facoltà di esonero di cui L Attuatore assume l onere, a proprio totale carico, della realizzazione di tutte le opere di cara ftere generale all aft. 17 del D.P.R. 6giugno 2001, n ART. 7 pag. 7 propositi di pubblica utilità senza aumentare le previsioni di spesa. preventivamente approvati dalla Giunta Comunale previa eventuale programmazione di dettaglio, per la presentazione o rilascio del titolo abilitativo. urbanizzazione previste nel P.L.C. in relazione alle esigenze contingenti ai Le predette opere debbono essere previste in appositi progetti esecutivi redatti in La Giunta Comunale si riserva di apportare modifiche al progetto delle opere di base alle norme di legge e dei regolamenti del Comune ed essere della presente Convenzione. Convenzione e, comunque, entro il termine massimo di 10 (dieci) anni di validità carattere generale entro il termine di 5 (cinque) anni dalla stipula della presente L Affuatore si impegna a realizzare le opere di urbanizzazione primaria e di opere di urbanizzazione e generali Attuazione, cessione e manutenzione ART. 8 separate reti, ai sensi e per gli effetti del D.lgt. 03/04/2006 n 152 e successive funzionale allontanamento e smaltimento delle acque bianche e nere, in L Attuatore si impegna, inoltre, ad assicurare in particolare, il corretto e del piano, secondo le previsioni delle TAVOLE del P.L.C.. modifiche ed integrazioni e in base alle previsioni delle TAVOLE del P.L.C. opere di carattere generale necessarie per allacciare ai pubblici servizi le zone costruzione, dovuto e calcolato in base ai parametri comunali aggiornati e

8 dell Amministrazione Comunale di mantenerle nella proprietà dell Attuatore gratuitamente, a questi, tutte le predette opere e aree salva la facoltà atti di collaudo da parte del Comune, l Attuatore si obbliga a cedere, In caso di esito positivo dello stesso da esplicitarsi mediante approvazione degli carico del medesimo. soggetto Attuatore in veste di stazione appaltante ed il relativo onorario sarà a pag. 5 Onde assicurare la regolare fruizione dei luoghi l attuatore dovrà dotarsi di apposita polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi. programma stabilito dall Ufficio Manutenzioni. L attuatore eseguirà gli interventi (falciatura, potatura, irrigazione ecc.) secondo il Successivamente alla cessione delle aree di cui all art.8 l attuatore si impegna ad eseguire tutti gli interventi di manutenzione ordinaria per le aree destinate a eventualmente prorogabili su richiesta dell affuatore. verde pubblico comprese nella lottizzazione per un periodo di anni due manutenzione aree ART. 9 titolo, per qualsiasi causa, motivo e ragione. vantare nei confronti del Comune rimborsi, contributi e/o pretese a qualsiasi nessuna riserva e/o limite d uso e/o di destinazione e senza che possano manutenzione ordinaria e straordinaria delle stesse opere così da garantirne la Comunale, l attuatore assume l onere di effettuare a propria cura le spese e la piena fruibilità, efficienza e perfetta conservazione, quali pubblici servizi e senza Fino al momento della cessione, che sarà stabilita dall Amministrazione Comune. stesso. Tale cessione avverrà al momento che sarà insindacabilmente deciso dal Il collaudo di tali opere sarà eseguito da un tecnico abilitato nominato dal

9 dal Comune a condizione che siano state realizzate e collaudate, da un tecnico a) Rete fognante principale acque bianche e nere; almeno le seguenti opere: abilitato a spese dell Affuatore ed incaricato dall Amministrazione Comunale, I permessi di costruire per la realizzazione degli edifici potranno essere rilasciati rilascio dei titoli abiitativi edilizi pag. 9 di cui all art. 4 della presente Convenzione e a seguito di verifica del completo finale positivo di tutte le opere previste dal Piano di Lottizzazione Convenzionata Il titolo abilitativo edilizio è, inoltre, strettamente subordinato all obbligo Il titolo abilitativo edilizio, infine, è subordinato al pagamento dei contributi di Il rilascio delle licenze di agibilità è subordinato al completamento e al collaudo rilascio di licenze di agibiità ART. 11 presente Convenzione urbanizzazione secondaria e sul costo di costruzione così come previsto dalla e funzionalità di tutti i servizi agli edifici man mano realizzati. opere di completamento di urbanizzazione e di carattere generale, previste dal dell Affuatore di eseguire contestualmente alla costruzione degli edifici tutte le P.L.C., compresi gli allacci ai fabbricati, così da garantire la completa dotazione g) Canalizzazione rete del Gas. f) Canalizzazione rete telefonica; e) Canalizzazione pubblica illuminazione; finitura in materiale inerte livellato e rullato e primo manto di asfalto (bynder); c) Formazione del corpo stradale principale costituito da massicciata di fondo e d) Canalizzazione rete elettrica; b) Rete idrica principale; ART. 10

10 assolvimento di tuffi gli altri oneri e obblighi previsti a carico dell Attuatore dalla presente Convenzione ART. 12 In caso di inadempienza da parte degli oneri e obblighi previsti dalla adottare preawiso Comune inadempienze dell Attuatore, sanzioni a carico dell inadempiente, di 15 giorni, nell intesa che, è legittimato a disporre la ritenga opportuno alla esecuzione anche presente Convenzione, sospensione finanziaria, per cui è autorizzato fin d ora, dell Affuatore alcuna formalità, in senza attendere deroga Il Comune, ove ritenga gravi le reintegro delle decadenza opere, della manufatti del Comune garanzie la in decisione parziale per uno da preannunciare comunque, decorso danno senza dei lavori, qualsiasi il Comune potrà con formale tale termine, il provvedendo con l utilizzo della del Giudice e alle norme del Codice Civile e di per le inadempienze, Convenzione, acquisendo e stesso impianti che a rimborsi e a oltre a somme eventualmente risultino realizzati e compensi ove lo garanzia e riserva alcuna da parte senza l osservanza pretendere Procedura Civile. di dall Attuatore il utilizzate, può disporre la la piena proprietà e disponibilità delle di senza qualsiasi natura alcun obbligo da parte e salvo, inoltre, il diritto al risarcimento dei danni da far valere nei confronti dell Attuatore. ART. 13 obblighi diversi LAttuatore si impegna a non trasferire a terzi, senza il preventivo consenso del Comune, gli obblighi e gli oneri previsti a proprio carico dalla presente Convenzione, dichiarandosi fin d ora unici responsabili per l adempimento di tutte le obbligazioni e per la collaudo definitivo positivo e tempestiva e comunque buona esecuzione fino alla di tutte le reale cessione delle opere aree. fino al pag. 10

11 ART. 14 durata La durata 1150 e decorrere della successive dalla presente data formulare per iscritto Comune, con discrezionalmente, imponendo, ove lo ritenga Convenzione, ai sensi modifiche e integrazioni, è di stipula. Alla almeno apposita deliberazione scadenza, dell art. 28 L. 17 fissata 6 (sei) mesi prima della del Consiglio la proroga per un periodo necessario, agosto 1942 n in anni 10 (dieci) a su richiesta dell Attuatore medesima scadenza, Comunale massimo nuovi oneri e obblighi. potrà da il decidere, di 10 (dieci) anni, ART. 15 Il Comune, tramite il preposto ai servizi di personale sorveglianza vigilanza e controllo delpufficio Tecnico e comunque incaricato e/o e controllo in materia urbanistica e dei lavori pubblici, si riserva la più ampia facoltà di sull attività dell Attuatore in forza della accesso Per nei cantieri e senza l attività di vigilanza e controllo, il professionisti muniti di presente esercitare particolari formalità e obbligo di espresso mandato Comune scritto. la vigilanza e il controllo convezione, con piena libertà di può incaricare preawiso. anche tecnici liberi ART. 16 garanzie A garanzia presente favore del del puntuale adempimento Convenzione, l Attuatore Comune del 13/01/2010 per l importo ammontante dell importo previsto al opere di urbanizzazione degli obblighi ed oneri previsti dalla presta fideiussione determinato secondo rilasciata in Deliberazione di C.C. n 2 ad pari al % (cento percento) precedente ad. 4 della primaria in modo da garantire presente Convenzione per le l esecuzione delle opere e pag. 11

12 del Comune, con la graduale esecuzione delle opere da parte dell Attuatore. previsti dalla presente Convenzione da parte degli acquirenti e/o aventi causa a L Alluatore si obbliga ad inserire e fare espressamente accettare negli atti di Tale garanzia ha la validità di anni 10 (dieci) e potrà essere ridotta, a discrezione inadempienze trasferimento dei lotti, dei fabbricati e degli alloggi tutti gli oneri ed obblighi pag. 12 chiedono le agevolazioni fiscali in materia. Le spese del presente atto e susseguenti sono a carico dell Affuatore i quali Immobiliari integralmente in tutti i suoi articoli. La presente Convenzione sarà trascritta nella Conservatoria dei Registri trascrizione e spese ART. 18 aree. assunte con la presente Convenzione e comunque fino alla reale cessione delle L Affuatore rimane solidalmente responsabile con gli acquirenti dei lotti e/o degli edifici o loro aventi causa, fino all adempimento integrale delle obbligazioni del Foro di Velletri. previsti dalla presente Convenzione, tra l Affuatore ed il Comune, è competenza La soluzione di ogni controversia relativa all adempimento degli oneri ed obblighi clausola compromissoria ART. 17 stipulare. qualsiasi titolo, per cui deve trasmettere al Comune copia di tutti gli atti da le ulteriori spese generali che il Comune dovrà affrontare in caso di

13 dei visti, dei nulla-osta e di ogni autorizzazione a norma di legge. momento della stipula, per il Comune lo diventerà soltanto dopo l acquisizione La presente Convenzione, mentre sarà impegnativa per l Attuatore fin dal disposizioni finali ART. 19 pag. 13

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato alla deliberazione di C.C. n./.. SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 REPUBBLICA

Dettagli

Schema di convenzione di Lottizzazione

Schema di convenzione di Lottizzazione Schema di convenzione di Lottizzazione per piani con volumetria superiore a 10.000 mc approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 11.03.2002 modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Gorasso Loretta Gorasso Lucina

Gorasso Loretta Gorasso Lucina REPUBBLICA ITALIANA COMUNE di CAMPOFORMIDO PROVINCIA di UDINE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA DEFINIZIONE DEL AMBITO COMPRESO IN ZONA OMOGENEA C E SUDDIVISIONE IN LOTTI DELLE PROPRIETA DEI SIGNORI GORASSO

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA ESTRATTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 13 DEL 05.05.1999 COME MODIFICATA DALLA D.C.C. N. 73 DEL 30.09.2010 E DALLA D.C.C. N. 5 DEL 15.03.2013 A IN RIFERIMENTO AL D.P.G.R. N. 373/98 IL CONSIGLIO

Dettagli

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA Il giorno duemilaquattro ( 2004) in Pisa,

Dettagli

../../2013 Tra PREMESSO

../../2013 Tra PREMESSO CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI MONTE SAN PIETRO E LA PROPRIETA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL COMPARTO URBANISTICO AD USO RESIDENZIALE DENOMINATO CUT 11 VIA BEGHELLI, LOCALITA BADIA Il

Dettagli

FAC-SIMILE CONTRATTO DI COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA. L anno duemila, il giorno del mese di. ( / / ), in, via n., presso la sede della Filiale di

FAC-SIMILE CONTRATTO DI COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA. L anno duemila, il giorno del mese di. ( / / ), in, via n., presso la sede della Filiale di FAC-SIMILE Rep. n. CONTRATTO DI COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila, il giorno del mese di ( / / ), in, via n., presso la sede della Filiale di dell Agenzia del Demanio, avanti a me, NOTAIO,

Dettagli

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE PIANO DI RECUPERO AREA DI RIQUALIFICAZIONE RQ12B EX CENTRO ZOOTECNICO LE PALLE. REGIME GIURIDICO DEI SUOLI. ATTO INTEGRATIVO ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA. Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con

SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA. Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con SCHEMA ACCORDO PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI DI USO SU INFRASTRUTTURE FRA Il Comune di Ponte di Piave di seguito denominato Comune, con sede in Ponte di Piave Piazza G. Garibaldi n 1, C.F. 80011510262

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SANTA CROCE CAMERINA E LE DITTE PROPRIETARIE: xxxxxxx xxxxxxx PER L ATTUAZIONE DELLA PRESCRIZIONE ESECUTIVA DELLA ZONA OMOGENEA SOTTOZONA C2/8 E LA REALIZZAZIONE

Dettagli

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento:

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento: Mittente: Via Al Sig. Sindaco del Comune di Colfelice Viale della Repubblica 03030 COLFELICE (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

CONVENZIONE URBANISTICA RELATIVA ALL ATTUAZIONE DELL ACCORDO EX ART. 18 DELLA L.R. 20/2000 SOTTOSCRITTO IN DATA 31/10/2014 TRA IL

CONVENZIONE URBANISTICA RELATIVA ALL ATTUAZIONE DELL ACCORDO EX ART. 18 DELLA L.R. 20/2000 SOTTOSCRITTO IN DATA 31/10/2014 TRA IL CONVENZIONE URBANISTICA RELATIVA ALL ATTUAZIONE DELL ACCORDO EX ART. 18 DELLA L.R. 20/2000 SOTTOSCRITTO IN DATA 31/10/2014 TRA IL COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO E OR S CAVIAR SRL INERENTE IL CENTRO COMMERCIALE

Dettagli

*************************

************************* SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI AOSTA E LA SOCIETÀ Compagnia Valpetroli s.r.l. PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO IMPIANTO PER LA DISTRIBUZIONE CARBURANTI SUPER SENZA PIOMBO, GASOLIO PER AUTOTRAZIONE,

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

RISOLUZIONE N. 68/E. Con l interpello in esame, concernente l interpretazione dell articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente:

RISOLUZIONE N. 68/E. Con l interpello in esame, concernente l interpretazione dell articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente: RISOLUZIONE N. 68/E Roma, 3 luglio 2014 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Istanza di Interpello - Cessioni a titolo gratuito al Comune, di aree ed opere di urbanizzazione Applicabilità dell articolo

Dettagli

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO REGIONE VENETO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CITTADELLA PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI N. 6 LOTTI EDIFICABILI RESIDENZIALI Spazio riservato all Ufficio Protocollo Spazio riservato

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO CONVENZIONE TIPO Permesso di costruire convenzionato ai sensi dell art. 28 bis DPR 380/01 L anno addì del mese

Dettagli

C O N V E N Z I O N E

C O N V E N Z I O N E C O N V E N Z I O N E Il Comune di PONTECAGNANO FAIANO (SA), Capofila dell Ambito Territoriale S4, sito in via M.A. Alfani, Legalmente Rappresentato dalla dott.ssa Giovanna Martucciello, nata a Pontecagnano

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA A norma dell art. 28 della L.U. nr. 1150/42 e successive modifiche ed integrazioni, l onere della esecuzione delle opere di

RELAZIONE FINANZIARIA A norma dell art. 28 della L.U. nr. 1150/42 e successive modifiche ed integrazioni, l onere della esecuzione delle opere di RELAZIONE FINANZIARIA A norma dell art. 28 della L.U. nr. 1150/42 e successive modifiche ed integrazioni, l onere della esecuzione delle opere di urbanizzazione primaria deve essere assunto dai lottizzanti

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Disposizione tecnico-organizzativa

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO N. 11 SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO L anno del mese di del giorno. dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto presso il Collegio Notarile dei Distretti di.. si costituiscono: da una parte: il Comune

Dettagli

&2081(',9,*(9$12 5(7,',7(/(&2081,&$=,21, $SSURYDWRFRQGHOLEHUD]LRQHGL&&QGHO

&2081(',9,*(9$12 5(7,',7(/(&2081,&$=,21, $SSURYDWRFRQGHOLEHUD]LRQHGL&&QGHO &2081(',9,*(9$12 5(*2/$0(1723(5/$&21&(66,21('(/62772682/23(5/$&26758=,21(', 5(7,',7(/(&2081,&$=,21, $SSURYDWRFRQGHOLEHUD]LRQHGL&&QGHO (Finalità) 1. Il presente regolamento disciplina la realizzazione di

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA

REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..duemila. in Pisa, nella Casa Comunale Avanti a me Dott.,

Dettagli

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e

Dettagli

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione COMUNE DI CAPURSO (Provincia di Bari) Rep. n. Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione conformativa del territorio comunale ai sensi dell art. 28 legge regionale n. 56 del 1980, dell

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF COMUNE DI BRESCIA SETTORE EDIFICI PUBBLICI E MONUMENTALI DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER L ATTIVITA DI VERIFICA E ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI IN DIVERSI EDIFICI PUBBLICI E

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO. alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del

COMUNE DI LIVORNO. alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del COMUNE DI LIVORNO N del Repertorio CONVENZIONE ACCESSIVA alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del Cimitero Comunale La Cigna sul V.le Monumentale. L anno e questo di

Dettagli

COMUNE DI BASCIANO S.U.E. P.A.S. PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA

COMUNE DI BASCIANO S.U.E. P.A.S. PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA Riservato al protocollo COMUNE DI BASCIANO S.U.E. P.A.S. PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA (Art. 6, D.Lgs. 03/03/2011, n. 28 D.g.r. n. 294 del 02/05/2011 Articoli 22 e 23 del D.P.R. n. 380 del 2001) Il

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

contestualmente alla data di presentazione all ufficio protocollo comunale della presente S.C.I.A.,

contestualmente alla data di presentazione all ufficio protocollo comunale della presente S.C.I.A., Bollo 16,00 Allo Sportello Unico Dell Edilizia del Comune di Sgurgola Via Roma 8 03010 SGURGOLA (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS 65 REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS. 163/06 PER LE OPERE, I LAVORI E GLI ATTI DI PIANIFICAZIONE DI COMPETENZA

Dettagli

CONVENZIONE EDILIZIA. relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via REPUBBLICA ITALIANA

CONVENZIONE EDILIZIA. relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. CONVENZIONE EDILIZIA relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via Colonnello Aprosio 106/108/110 Vallecrosia (ex Hotel Impero) REPUBBLICA ITALIANA L

Dettagli

PRESENTA/NO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA per

PRESENTA/NO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA per Protocollo Comune COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze) Pratica Ed. n. / Al Responsabile del Settore Urbanistica del Comune di Reggello Copia per Comune Copia per Denunciante sottoscritt 1) C.F. nat

Dettagli

ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA

ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E TRA ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA P.zza della Vittoria, 3 Reggio Emilia ********** CONTRATTO DI LOCAZIONE

Dettagli

TRIBUNALE DI VERBANIA

TRIBUNALE DI VERBANIA TRIBUNALE DI VERBANIA Concordato Preventivo n. 11/2014 della SOCIETA AREE INDUSTRIALI ED ARTIGIANALI S.A.I.A. S.p.A. con sede in Verbania, Piazza Matteotti n. 7 - Iscritta al Registro delle Imprese di

Dettagli

ATTO UNILATERALE D OBBLIGO

ATTO UNILATERALE D OBBLIGO ATTO UNILATERALE D OBBLIGO Il sottoscritto: Mion Romano, nato a Verona (VR) il 18 novembre 1949, domiciliato per la carica presso la sede sociale, il quale interviene al presente atto nella sua qualità

Dettagli

Comune di Putignano Provincia di Bari

Comune di Putignano Provincia di Bari Comune di Putignano Provincia di Bari COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 del 10-04-2015 del Registro Deliberazioni Oggetto: LAVORI DI MANUTENZIONE ED ADEGUAMENTO A NORME DELL'EDIFICIO SCOLASTICO

Dettagli

COMUNE DI UDINE. OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI UDINE. OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI UDINE C.C. 28/09/2015 2 OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto il vigente Piano Regolatore Generale Comunale approvato

Dettagli

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Comune di Prato Servizio Edilizia Pubblica e Cimiteri Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Allegato 11 - Schema disciplinare

Dettagli

CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RETE COMUNE PER LA CONNESSIONE. l sig. o la società.,sede legale, persona del legale

CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RETE COMUNE PER LA CONNESSIONE. l sig. o la società.,sede legale, persona del legale CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTO DI RETE COMUNE PER LA CONNESSIONE Tra: l sig. o la società.,sede legale, persona del legale rappresentante pro-tempore, in proprio nonché quale procuratore di.,

Dettagli

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE OGGETTO: Manutenzione ordinaria arredo urbano. Affidamento alla Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio. IL AREA AMMINISTR.CONTABILE RICHIAMATA la delibera di Giunta Comunale n. 13 del 01.03.2012,

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

6 Repertorio Servizio Sport e Impianti Sportivi n. del CONVENZIONE L anno 2009, il giorno del mese di con la presente scrittura privata, da valere occorrendo quale pubblico strumento, il Comune di Palermo

Dettagli

Clausole Contrattuali per l Approvvigionamento di Beni e Servizi nell Ambito di Attività Soggette ad Unbundling

Clausole Contrattuali per l Approvvigionamento di Beni e Servizi nell Ambito di Attività Soggette ad Unbundling Pag.: 1 di 7 Clausole Contrattuali per Il presente documento è pubblicato sul sito www.edison.it e www.infrastrutturedg.it REV. DESCRIZIONE DATA 1 Aggiornamento conseguente al cambio denominazione sociale

Dettagli

DI ANGUILLARA SABAZIA

DI ANGUILLARA SABAZIA 1 CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVINCIA DI ROMA Area Urbanistica - Edilizia Privata - Patrimonio - Edilizia Residenziale Pubblica MODULO C.I.L.A. In duplice copia COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA

Dettagli

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e s.m.i. come modificati

Dettagli

CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA

CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA 1 Settore - Segreteria ed Affari Generali Determina n. 10052 del 12.02.2009 Oggetto: Affidamento del servizio di BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Vista la deliberazione

Dettagli

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art.

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art. S.C.I.A. n. / (riservato al Comune) Timbro del Protocollo Generale AL COMUNE DI ROSTA UFFICIO TECNICO Piazza Vittorio Veneto 1 10090 Rosta Torino OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A.

Dettagli

Statuto Regolamento. del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile.

Statuto Regolamento. del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile. Statuto Regolamento del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile. approvato con delibera della Giunta Comunale n. 29 del 18.03.2004 modificato con delibera della Giunta Comunale n. 216 del

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

SEGNALA di dare inizio

SEGNALA di dare inizio Protocollo generale n. AL SIG. SINDACO del Comune di CARONNO PERTUSELLA P.zza A. Moro, 1 21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell art. 19 legge n. 241/1990

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO aggiornamento 31.12.2012 (spazio riservato all ufficio Protocollo) (spazio riservato all ufficio Edilizia Privata)

Dettagli

------------------------ COMUNE DI GENOLA ----------------------- ----------------------------Provincia di Cuneo ----------------------------

------------------------ COMUNE DI GENOLA ----------------------- ----------------------------Provincia di Cuneo ---------------------------- ------------------------ COMUNE DI GENOLA ----------------------- ----------------------------Provincia di Cuneo ---------------------------- Contratto-disciplinare per incarico professionale per la progettazione

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 5 maggio 2010 n.87 (Ratifica Decreto Delegato 26 marzo 2010 n.58) Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto il Decreto Delegato 26 marzo

Dettagli

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano)

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) BOZZA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MELEGNANO E LA PROPRIETA MALAVASI - POLLI PER L ATTUAZIONE DI UN PIANO DI RECUPERO AI SENSI DELLA LEGISLAZIONE URBANISTICA

Dettagli

A CC. 23/2015 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DEL LOCALE SITO IN PERETO IN VIA DELLA CATENA REPUBBLICA ITALIANA TRA

A CC. 23/2015 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DEL LOCALE SITO IN PERETO IN VIA DELLA CATENA REPUBBLICA ITALIANA TRA Allegato A CC. 23/2015 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DEL LOCALE SITO IN PERETO IN VIA DELLA CATENA REPUBBLICA ITALIANA TRA Comune di Pereto, (AQ), rappresentato dal Responsabile dell Ufficio Tecnico,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI

REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI Ambito di applicazione Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 della legge n. 289 del 27 dicembre 2002,

Dettagli

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO  lago dei fiori -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 Comune di Terlizzi Provincia di Bari PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 VARIANTE AI SENSI DELL'ART.16, lett. c) DELLA

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze)

COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze) Protocollo Comune COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze) Pratica Ed. n. / Al Responsabile del Settore Urbanistica del Comune di Reggello Copia per Comune Copia per Denunciante sottoscritt 1) C.F. nat

Dettagli

DOMANDA DI AGIBILITÀ

DOMANDA DI AGIBILITÀ Al Comune di Duino Aurisina Aurisina Cave 25 34011 Duino Aurisina (TS) Servizio Urbanistica Marca da bollo Il sottoscritto 1 DOMANDA DI AGIBILITÀ 1) Cognome Nome nato a data di nascita cod. fisc. nella

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P.

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Le norme contenute nel presente regolamento disciplinano le autogestioni dei servizi accessori, degli spazi

Dettagli

COMUNE DI FANO SCHEMA DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI RECUPERO

COMUNE DI FANO SCHEMA DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI RECUPERO COMUNE DI FANO SCHEMA DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI RECUPERO NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO M.U. 141 Mapp. 83 sub. 4 21 22 30 e Mapp. 84 sub. 3 4 5 DITTA PROPRIETARIA Piccinetti Corrado,

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 102 del 17/09/2012 OGGETTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DI RELAZIONI TECNICHE

Dettagli

CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA IMMOBILIARE. Da una parte... che sarà nel seguito di questo atto denominata parte promessa venditrice ;

CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA IMMOBILIARE. Da una parte... che sarà nel seguito di questo atto denominata parte promessa venditrice ; CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA IMMOBILIARE Fra i sottoscritti: Da una parte che sarà nel seguito di questo atto denominata parte promessa venditrice ; Dall altra parte: che stipula per sé o per

Dettagli

PERMESSO DI COSTRUIRE

PERMESSO DI COSTRUIRE PERMESSO DI COSTRUIRE N. 11961/11 Prot. 2335 lì 16/02/2012 PERMESSO DI COSTRUIRE IL RESPONSABILE DEL V SETTORE Visto l articolo 107 del D.Lgs. n 267 del 18/08/20 00; Vista la domanda presentata al prot.n

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 3 aprile 2001 INDICE DEGLI ARTICOLI: ART.1 FINALITA ED OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti

COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti Regolamento per l autogestione degli alloggi E.R.P. e dei relativi servizi accessori e degli impianti e degli spazi comuni condominiali in edifici

Dettagli

Regolamento di disciplina delle anticipazioni

Regolamento di disciplina delle anticipazioni PreviGen - Cassa di previdenza per i Dipendenti delle aziende convenzionate - Fondo Pensione Regolamento di disciplina delle anticipazioni Ai sensi dell Art. 11 comma 7 del D. Lgs. 252, 5 dicembre 2005

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

tanto premesso, le parti come sopra costituite convengono e stipulano quanto segue Art.1. Premesse Art.2. Oggetto

tanto premesso, le parti come sopra costituite convengono e stipulano quanto segue Art.1. Premesse Art.2. Oggetto SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA TRA IL COMUNE DI COSTABISSARA E LA SOCIETA AGGIUDICATARIA DELL APPALTO INTEGRATO PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA E LA REALIZZAZIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA COMUNE DI POMEZIA (Provincia di ROMA) SEZIONE TUTELA DELL AMBIENTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 94

Dettagli

COMUNE DI CREMA Provincia di Cremona

COMUNE DI CREMA Provincia di Cremona Spett.le: Alla c. a.: Comune di CREMA Piazza Duomo, 25 26013 - Crema (CR) Ufficio Tecnico Servizio Edilizia Privata Piano di Recupero Comune: CREMA Provincia: CREMONA Richiedente: Progettista: ZAMBELLI

Dettagli

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente 1 SCHEMA TIPO DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE DI CUI ALL ART. 74 DELLA LEGGE REGIONALE N. 65/2014. CONVENZIONE DI P.M.A.A. (ex art.

Dettagli

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra COMUNE DI CUNEO SETTORE ELABORAZIONE DATI ED ATTIVITA PRODUTTIVE Via Roma 28, 12100 CUNEO CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra Il Comune di Cuneo,

Dettagli

CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV.

CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV. CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV. 00 FEBBRAIO 2010 Il presente documento è pubblicato sul sito: www.edison.it - Area Fornitori

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 289 del 31/12/2009 OGGETTO APPROVAZIONE DISCIPLINARE D'INCARICO PER LA REDAZIONE DI

Dettagli

ATTO DI CONVENZIONE TRA COINGAS S.p.A. COMUNE DI ANGHIARI, Premesso che:

ATTO DI CONVENZIONE TRA COINGAS S.p.A. COMUNE DI ANGHIARI, Premesso che: ATTO DI CONVENZIONE L anno duemiladieci (2010) e questo giorno ( ) del mese di, in Arezzo, nella sede Legale di COINGAS S.p.A., Via Igino Cocchi n. 14, TRA COINGAS S.p.A. con sede legale in Arezzo, Via

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO. Provincia di Reggio Emilia

UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO. Provincia di Reggio Emilia UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO Provincia di Reggio Emilia CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLO STADIO COMUNALE F.LLI CAMPARI PER LE STAGIONI SPORTIVE 2012/2013 2013/2014 2014/2015 2015/2016

Dettagli

COMPRAVENDITA SONO PRESENTI I SIGNORI:

COMPRAVENDITA SONO PRESENTI I SIGNORI: ex Diritto di superficie COMPRAVENDITA L anno Il giorno. del mese... In Torino, Piazza Palazzo di Città n. 1, al primo piano Innanzi a me Dott..., Notaio in Torino, iscritto presso il Collegio Notarile

Dettagli

COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 --------------------------------------

COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 -------------------------------------- Prot. N COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 -------------------------------------- BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN DIRITTO DI PROPRIETA DEL LOTTO N 1 NELL AMBITO DEL PIANO

Dettagli

MOD. E085_D Atto unilaterale tipo per Zone Attività Economiche. Comune di Mantova

MOD. E085_D Atto unilaterale tipo per Zone Attività Economiche. Comune di Mantova ATTO UNILATERALE D OBBLIGO TIPO PER LE ZONE OMOGENEE D Relativo all intervento di ristrutturazione urbanistica / ristrutturazione edilizia / demolizione / ampliamento / nuova costruzione dell immobile

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PRELIMINARE

SCHEMA DI CONVENZIONE PRELIMINARE SCHEMA DI CONVENZIONE PRELIMINARE 1 di 17 Convenzione Piano Particolareggiato di Iniziativa Pubblica PN 18 COMPARTO _B Schema di Convenzione Urbanistica Attuativa (e/o Atto Unilaterale d'obbligo) PREMESSE

Dettagli

OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO

Dettagli

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di edilizia residenziale pubblica finalizzata alla razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica (ERP) Sommario

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO Repertorio n. 4318 / 2015 COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO (Città Metropolitana di Bologna) CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO E L ASSOCIAZIONE FORNELLI 2000 PER LA CONCESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTENZA DEI SERVIZI DI FOGNATURA E DI DEPURAZIONE

REGOLAMENTO PER L UTENZA DEI SERVIZI DI FOGNATURA E DI DEPURAZIONE REGOLAMENTO PER L UTENZA DEI SERVIZI DI FOGNATURA E DI DEPURAZIONE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA CONSORZIALE CON ATTO N. 34 DEL 12/07/1987) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO CONVENZIONE TRA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO CONVENZIONE TRA Modello 6 CONVENZIONE TRA La Azienda Unita Sanitaria Locale con sede in Viterbo, via E.Fermi,15,Codice Fiscale e Partita I.V.A. 01455570562 (di seguito denominata per brevità AZIENDA ), rappresentata dal

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI PER IL BIENNIO 2016 2017 RELATIVI AI SEGUENTI LOTTI TRA

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI PER IL BIENNIO 2016 2017 RELATIVI AI SEGUENTI LOTTI TRA REP. N. SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI PER IL BIENNIO 2016 2017 RELATIVI AI SEGUENTI LOTTI N. XX.. C.I.G. N. XX.. C.I.G. TRA OGS (ISTITUTO NAZIONALE DI OCEANOGRAFIA E DI

Dettagli