COMUNE DI BRUGNERA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI BRUGNERA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE"

Transcript

1 COMUNE DI BRUGNERA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE Analisi radioelettrica relativa alla realizzazione del piano comunale di settore per la localizzazione delle stazioni radio base nel Comune di Brugnera dott. arch Lucia Sirocco aspetti urbanistico ambientali dott Moreno Comelli aspetti radioelettrici

2 INDICE INDICE...2 Analisi del territorio...3 Inquadramento territoriale e raccolta di elementi cartografici di supporto al Piano...3 Valutazione della rete esistente...4 Reperimento dati dall ARPA Friuli Venezia Giulia...5 Studio orografico (suolo ed edificato) per l effettuazione delle simulazioni...6 Calcolo del campo elettrico...9 ANALISI DELLA ZONA a...13 ANALISI DELLA ZONA b...16 ANALISI DELLA ZONA c...21 CONCLUSIONI

3 Analisi radioelettrica relativa alla realizzazione del piano comunale di settore per la localizzazione delle stazioni radio base nel Comune di Brugnera Analisi del territorio Inquadramento territoriale e raccolta di elementi cartografici di supporto al Piano POR BRUGNERA PRATA DI PORDENONE N W E S Meters Figura 1 - Inquadramento del territorio comunale in CTRN. Per eseguire l analisi della caratterizzazione radioelettrica relativa piano comunale di settore per la localizzazione delle stazioni radio base nel Comune di Brugnera, si è provveduto in prima battuta ad individuare i fogli relativi alla Carta Tecnica Numerica (v. figura sopra) relativi al territorio del Comune. Questi, implementati in un opportuno strumento informatico GIS (Sistema Informativo Territoriale), hanno consentito di georeferenziare abitazioni, impianti di telefonia, punti 3

4 di misura e di sovrapporre i risultati delle simulazioni alla cartografia, in modo da evidenziare graficamente ed in modo immediato le aree di possibile esposizione della popolazione. Valutazione della rete esistente "8"8"8 Vodafone Omnitel H3G "8"8"8"8"8"8 Wind "8"8"8"8"8"8"8"8"8"8 "8"8"8 Vodafone Omnitel TIM N "8 Realizzati W S E "8 Da realizzare o riconfigurare Meters Figura 2 - Posizionamento delle antenne sul territorio comunale. Attualmente nel Comune di Brugnera sono presenti 5 siti (v. figura sopra) dedicati alla telefonia mobile, divisi tra quattro gestori (Vodafone Omnitel, Wind, Telecom Italia Mobile e H3G). Questi impianti sono già realizzati (3, in verde) o dotati di parere preventivo favorevole da parte dell Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia (2, in arancio) per la realizzazione o riconfigurazione, per un totale di 24 celle, distribuite come da tabella sottostante: 4

5 Gestore N. impianti N. celle TIM 1 6 Vodafone Omnitel 2 9 Wind 1 6 H3G 1 3 Reperimento dati dall ARPA Friuli Venezia Giulia N 0.30 W E S 0.30 Misure campo [V/m] Meters Figura 3 - Georeferenziazione dei punti di misura. 5

6 ARPA FVG ha fornito i dati relativi alle misurazioni effettuate in occasione di pareri preventivi alla realizzazione o riconfigurazione dei siti, nonché in occasione della redazione dei catasti comunali per le radiofrequenze. Nella figura in alto sono riportate le misurazioni, corredate dal valore rilevato, espresso in V/m. Studio orografico (suolo ed edificato) per l effettuazione delle simulazioni Il citato software GIS ha permesso, una volta localizzata l area d interesse, di esportare uno shape file contenente gli edifici ed evidenziarne le caratteristiche fisiche più importanti, in particolare l altezza. In questo modo è stato possibile realizzare due importanti tipi di analisi: da un lato sovrapporre al territorio i risultati delle simulazioni effettuate con un opportuno strumento informatico, dall altro evidenziare eventuali intersezioni dei superamenti di campo (precedentemente calcolati) con gli edifici Altezza edifici > 30 m m N m W S E 5-10 m < 5m Meters Figura 4 - Rappresentazione in scala cromatica delle altezze degli edifici presenti nel Comune. 6

7 Per determinare l orografia del territorio si esportano da GIS gli elementi quotati presenti sulla Carta Tecnica Numerica Regionale. Figura 5 - Quota s.l.m. degli elementi quotati da CTRN. A questo punto si è ricavato l andamento orografico del terreno relativo al Territorio Comunale utilizzando un opportuno software (Phidel ), che usa come algoritmo interpolatore l inverso delle distanze dei punti quotati da quello calcolato, e consente all utente la definizione dei parametri necessari (numero di vicini più prossimi su cui eseguire la media ed esponente di peso delle distanze) all ottenimento del risultato. 7

8 (X0[i], Y0[i], Z0[i]) (X1[j], Y1[j]) Figura 6 -Interpolazione orografica calcolata come media pesata sui vicini più prossimi. Figura 7 -Maschera di inserimento dati in Phidel. 8

9 Figura 8 - Interpolazione orografica tramite Phidel. Calcolo del campo elettrico Al termine delle analisi sopra descritte, è stato possibile calcolare il campo elettrico generato dall insieme degli impianti in questione, secondo i dati forniti dai gestori e nelle condizioni di: campo lontano; massima potenza; assenza di riflessioni e di ingombri architettonici. Il software utilizzato (Aldena NFA) ha permesso di verificare l assenza di intersezioni di volumi di campo elettrico superiore ai limite previsti dalla normativa sia con tutte le abitazioni (con altezza aumentata di 2 m), sia con i luoghi adibiti a permanenze non inferiori alle quattro ore giornaliere (6 V/m), sia il rispetto del limite di 20 V/m per tutti i luoghi accessibili (DPCM 8 luglio 2003). Per effettuare tale controllo sono stati utilizzati i dati geometrici e radioelettrici forniti da ARPA FVG sulle stazioni radio base, relativamente ai seguenti parametri: 9

10 coordinate del sito (piane Gauss-Boaga est); altezza s.l.m. del sito di installazione riferibile alla CTRN; il numero di antenne trasmittenti. Per ogni antenna: o coordinate Gauss Boaga fuso est del centro elettrico dell antenna (nel caso in cui differiscano di più di 1 metro dalle coordinate del centro dell impianto); o direzione di massima irradiazione rispetto al nord geografico; o altezza del centro elettrico dal suolo e dall altezza in gronda dell edificio in caso di installazione su edificio; o singolo valore del tilt meccanico; o singolo valore del tilt elettrico; o bande di frequenza utilizzate (downlink); o potenza totale al connettore d antenna; o guadagno in dbi caratteristico dell antenna per la banda di frequenze utilizzata in downlink; o polarizzazione; o marca e modello di antenna. I diagrammi d antenna sono desunti dal sito ufficiale della casa costruttrice, per ciascuna antenna. Al termine di tali procedure sono state quindi ricavate le isolinee di campo elettrico per sezioni orizzontali, dal livello del suolo a 2 m sopra la quota in gronda dell edificio più alto, a passi verticali di 5 m, per i valori di 1 (in verde), 3 (in giallo), 4.5 (in arancio), 6 (in rosso), 15 (in viola) e 20 (in nero) V/m. La figura seguente mostra la proiezione al suolo dei volumi con valori di campo superiori a 1 V/m per tutto il territorio comunale.. Scala cromatica dei valori di campo 10

11 a b c N W E S Meters Figura 9 - Proiezione al suolo dei volumi con campo superiore a 1 V/m. Come emerge dalla figura soprastante, sono facilmente individuabili tre 3 zone, indicate con a, b e c. in cui la situazione è da valutare dettagliatamente: pertanto ognuna di esse verrà esaminata nello specifico, riportando per ciascuna area le sezioni di campo alle quote e con la scala cromatica indicata dal Regolamento Attuativo. Non vengono presentati i risultati delle simulazioni alle quote richieste qualora il campo risulti inferiore a 1 V/m per tutta la sezione considerata. 11

12 Scala cromatica dei valori di campo Scala cromatica delle altezze degli edifici 12

13 ANALISI DELLA ZONA a La stazione presente appartiene a Vodafone Omnitel, ed è sita in via Camol, località Tamai. Il vassoio territoriale su cui insiste presenta caratteristiche prettamente agricole, connotato dalla presenza di coltivi di vite e seminativi con presenza di edifici alti 3-4 metri e posti ad una distanza minima dall infrastruttura pari a un centinaio di metri. Come si evince dalle figure il campo calcolato si attesta sempre al di sotto dei 3 V/m. 13

14 - Zona a 2 m dal suolo. Zona a 7 m dal suolo. 14

15 Zona a 12 m dal suolo 15

16 ANALISI DELLA ZONA b La zona è quella a maggior densità di stazioni radio base; infatti nell arco di poche centinaia di metri sono localizzati quattro impianti: uno H3G (sito in via SS. Trinità), uno Omnitel, un altro H3G (in strada vicinale delle Fratte) ed uno TIM, sito in via Garibaldi. Il vassoio territoriale su cui insistono presenta caratteristiche prettamente urbane, con discreta presenza di edifici e servizi (scuole, giardini pubblici...) e con qualche edificio alto oltre 18 metri. Le infrastrutture sono poste ad una distanza minima dalle residenze anche inferiore ai 40 metri. Come si evince dalle figure che seguono, il valore di campo si attesta tuttavia nel rispetto dei limiti normativi, senza mai superare i 4.5 V/m. Il sito TIM genera un campo il cui volume è difficilmente visualizzabile alle quote calcolate per valori superiori a 1 V/m. Tuttavia, la presenza di scuole e di nuclei residenziali nell immediato intorno, suggerisce una riflessione sulla possibile delocalizzazione delle opere, in accordo con i gestori. Nella zona considerata sono presenti alcuni capannoni non quotati nella Carta Tecnica. La cui altezza, sulla base di reperti documentali, è stata stimata in circa 10 metri, al fine di poter verificare l effettiva mancanza di intersezioni con i volumi di campo ai valori previsti dalla normativa. 16

17 Zona b 2 m dal suolo 17

18 Moreno Comelli - Fisico Specialista Tel. 0481/ Cell. 328/ Zona b 7 m dal suolo Zona b 12 m dal suolo 18

19 Moreno Comelli - Fisico Specialista Zona b Zona b Tel. 0481/ Cell. 328/ m dal suolo 22 m dal suolo 19

20 Zona b 27 m dal suolo 20

21 ANALISI DELLA ZONA c La stazione appartenente a Wind è sita in via Bandi, località Maron. Il vassoio territoriale su cui insiste presenta caratteristiche prettamente agricole connotato dalla presenza di coltivi di vite e seminativi con presenza di edifici alti 3-4 metri e posti ad una distanza minima dall infrastruttura, pari a un centinaio di metri. Come si evince dalle figure che seguono i valori di campo si attestano sempre in una fascia di rispetto dei limiti normativi, sotto i 3 V/m. 21

22 Zona c 2 m dal suolo Zona c 7 m dal suolo 22

23 Zona c 12 m dal suolo 23

24 CONCLUSIONI L analisi dei campi elettromagnetici prodotti dagli impianti esistenti ha evidenziato una situazione di sostanziale compatibilità con i limiti normativi vigenti. Anzi si segnala come il campo elettromagnetico intersecante i manufatti edilizi sia sempre contenuto e si attesti al di sotto del valore di 3 V/m. Pertanto non si ravvedono problemi legati alla presenza di emissioni elettromagnetiche generate dagli impianti esistenti; tuttavia, da un punto di vista esclusivamente legato al paesaggio ed alla realtà architettonica ed ambientale del territorio interessato, si nota che i sostegni portantenna arrecano un disagio formale. Allo scopo di mitigare l impatto visivo delle infrastrutture dovrebbero essere messe in atto azioni di delocalizzazione, in accordo con i gestori, ovvero azioni di migliore inserimento visivopaesaggistico. 24

L esperienza del Friuli Venezia Giulia

L esperienza del Friuli Venezia Giulia L esperienza del Friuli Venezia Giulia Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente CATASTO REGIONALE DELLE SORGENTI FISSE DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI E RADIOTELEVISIVI, CON

Dettagli

3.12 Simulazioni di campo elettromagnetico irradiato dalle SRB presso la località Suna

3.12 Simulazioni di campo elettromagnetico irradiato dalle SRB presso la località Suna Pagina 120 di 151 3.12 Simulazioni di campo elettromagnetico irradiato dalle SRB presso la località Suna Le seguenti figure rappresentano la simulazione del campo elettrico irradiato presso la località

Dettagli

Villalta R.*, Giovani C.**, Moretuzzo M:**, Telesca M.**, Tramontin L.**

Villalta R.*, Giovani C.**, Moretuzzo M:**, Telesca M.**, Tramontin L.** IL CATASTO REGIONALE DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI IN FRIULI VENEZIA GIULIA: GEOREFERENZIAZIONE DEGLI IMPIANTI, ANALISI CARTOGRAFICA, VALUTAZIONE TEORICA ED ANALITICA DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI Villalta

Dettagli

Il Catasto Regionale degli impianti radioelettrici

Il Catasto Regionale degli impianti radioelettrici Il Catasto Regionale degli impianti radioelettrici A cura della Sezione di Fisica Ambientale dell ARPA del Friuli Venezia Giulia La legge quadro n 36 del 2001 istituisce il catasto nazionale che integra

Dettagli

CATASTO DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI: UN NUOVO APPROCCIO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI

CATASTO DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI: UN NUOVO APPROCCIO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI CATASTO DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI: UN NUOVO APPROCCIO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI A. Bampo, M. Battistutta, S. Caschi, L. Fragiacomo, C. Montefusco, M. Moretuzzo, M. Telesca,

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI BRUGNERA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE ai sensi della L.R. 03/2011 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Regolamento comunale per la telefonia

Dettagli

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190 Allegato sub A alla delibera di C.C. n 64 del 23/12/2008 COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE (L.R. 6 dicembre 2004, n. 28)

Dettagli

COMUNE DI FORMIGINE AMBIENTE. Presentazione del Piano di Localizzazione per gli impianti di telecomunicazione della telefonia mobile

COMUNE DI FORMIGINE AMBIENTE. Presentazione del Piano di Localizzazione per gli impianti di telecomunicazione della telefonia mobile Presentazione del Piano di Localizzazione per gli impianti di telecomunicazione della telefonia mobile Il fenomeno elettromagnetico ad oggi è prodotto dai grandi conduttori di energia elettrica, dai trasmettitori

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO (Prov. di Sondrio) Via S. Pietro, 22-23017 MORBEGNO (SO)

CITTÀ DI MORBEGNO (Prov. di Sondrio) Via S. Pietro, 22-23017 MORBEGNO (SO) CITTÀ DI MORBEGNO (Prov. di Sondrio) Via S. Pietro, 22-23017 MORBEGNO (SO) REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNETICI

Dettagli

DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Seconda sessione: DATI E INFORMAZIONI INERENTI I FATTORI DI PRESSIONI SULL AMBIENTE La banca dati impianti radio-telecomunicazioni ARPA Piemonte

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE. per PIANO GENERALE DI LOCALIZZAZIONE. delle STAZIONI RADIO BASE

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE. per PIANO GENERALE DI LOCALIZZAZIONE. delle STAZIONI RADIO BASE RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE per PIANO GENERALE DI LOCALIZZAZIONE delle STAZIONI RADIO BASE Città di MONTECCHIO MAGGIORE Provincia di Vicenza Revisione Data Descrizione - Variazioni R0 BOZZA - 25 mag

Dettagli

PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE

PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MALBORGHETTO VALBRUNA PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE (L.R. 28 del 6 dicembre 2004) ELABORATO

Dettagli

ART.1-OGGETTO Sono oggetto del presente Regolamento gli impianti per telefonia mobile.

ART.1-OGGETTO Sono oggetto del presente Regolamento gli impianti per telefonia mobile. REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNATICI SUL TERRITORIO COMUNALE ART.1-OGGETTO Sono oggetto del presente Regolamento

Dettagli

Metodi di realizzazione di una stazione radio base compatibile con i limiti di esposizione Vallone Laura

Metodi di realizzazione di una stazione radio base compatibile con i limiti di esposizione Vallone Laura Metodi di realizzazione di una stazione radio base compatibile con i limiti di esposizione Vallone Laura 01/06/2007 dei Campi Elettromagnetici 1 Normativa tecnica di riferimento Guida CEI 211-10: Guida

Dettagli

5. SCENARI PER LA DELOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI

5. SCENARI PER LA DELOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI 1 5. SCENARI PER LA DELOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI 5.1 Premessa In questo capitolo si studierà la possibilità di inserire gli impianti radio FM da delocalizzare in alcuni siti sul territorio

Dettagli

PROGETTO DI RICONFIGURAZIONE INFRASTRUTTURA DI STAZIONE RADIO PER RETI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICHE MOBILI LTE800/GSM900/U900/DCS1800/U2100/LTE2600

PROGETTO DI RICONFIGURAZIONE INFRASTRUTTURA DI STAZIONE RADIO PER RETI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICHE MOBILI LTE800/GSM900/U900/DCS1800/U2100/LTE2600 Provincia di Padova Comune di Cadoneghe PROGETTO DI RICONFIGURAZIONE INFRASTRUTTURA DI STAZIONE RADIO PER RETI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICHE MOBILI LTE800/GSM900/U900/DCS1800/U2100/LTE2600 Codice sito

Dettagli

TzxÇé t exz ÉÇtÄx ÑxÜ Ät cüéàxé ÉÇx wxääëtåu xçàx wxä YÜ âä ixçxé t Z âä t

TzxÇé t exz ÉÇtÄx ÑxÜ Ät cüéàxé ÉÇx wxääëtåu xçàx wxä YÜ âä ixçxé t Z âä t TzxÇé t exz ÉÇtÄx ÑxÜ Ät cüéàxé ÉÇx wxääëtåu xçàx wxä YÜ âä ixçxé t Z âä t PROCEDURA PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DEI LIMITI DI LEGGE DI CUI AL DPCM 08.07.03 A SEGUITO DELL ATTIVAZIONE DI IMPIANTO PER

Dettagli

NUOVO CENTRO SPORTIVO Bologna Football Club 1909 S.p.a Comune di Granarolo Località Quarto Inferiore Via Prati

NUOVO CENTRO SPORTIVO Bologna Football Club 1909 S.p.a Comune di Granarolo Località Quarto Inferiore Via Prati 31 GENNAIO 2013 NUOVO CENTRO SPORTIVO Bologna Football Club 1909 S.p.a Comune di Granarolo Località Quarto Inferiore Via Prati ARPA Sezione Provinciale di Bologna Direttore Sezione - Dott.ssa M.Adelaide

Dettagli

Riconfigurazione di impianto esistente Codice Sito. Installazione nuovo impianto di telefonia mobile Codice Sito. Il/La sottoscritto/a

Riconfigurazione di impianto esistente Codice Sito. Installazione nuovo impianto di telefonia mobile Codice Sito. Il/La sottoscritto/a AL COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO: Prot. Gen. Servizio Attività Produttive SUAP Servizio Edilizia Pubblica e Privata Servizio Urbanistica - SIT Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) Tel. 051 598

Dettagli

Subject: REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO

Subject: REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO COMITATO TUTELA AMBIENTE C/o Casulli - Via V. De Gama,109/3-24045 Fara Gera D Adda Telefono: 0363 399968 Fax: 035 4542646 Indirizzo e-mail : comitato_ambiente@inwind.it - Sito web: www.ambientefara.it

Dettagli

COMUNE DI CHIONS. PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE (ex L.R. 6 dicembre 2004, n.

COMUNE DI CHIONS. PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE (ex L.R. 6 dicembre 2004, n. REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE COMUNE DI CHIONS PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE (ex L.R. 6 dicembre 2004, n. 28) DIAGRAMMI

Dettagli

COMUNE DI CARTOCETO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI CARTOCETO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI CARTOCETO Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE Approvato con delibera di C.C. n 31 del 03.06.2013 Redazione a cura del

Dettagli

Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843

Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843 COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L'INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843 INDICE CAPO I -

Dettagli

Il Tavolo di Programmazione Partecipata della telefonia mobile del Comune di Bologna

Il Tavolo di Programmazione Partecipata della telefonia mobile del Comune di Bologna Il Tavolo di Programmazione Partecipata della telefonia mobile del Comune di Bologna www.comune.bologna.it/primopiano/telefonia Giuseppe Paruolo Assessore a Salute e Comunicazione assessoresalute@comune.bologna.it

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Premessa Il presente schema di Regolamento verrà sottoposto all approvazione del Consiglio Comunale,

Dettagli

INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI A

INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI A INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA DOVUTI AD IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE: VALUTAZIONE DEL LIVELLO DI FONDO AMBIENTALE CON MODELLI PREVISIONALI E RILEVAZIONI STRUMENTALI Rapporto

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO DEL COMUNE DI JESI RAPPORTO ANNO 2011 Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento Provinciale ARPAM di Ancona La rete di monitoraggio Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNE DI CANDIANA PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI FISSI E MOBILI PER LE RADIO TELECOMUNICAZIONI CELLULARI

REGOLAMENTO COMUNE DI CANDIANA PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI FISSI E MOBILI PER LE RADIO TELECOMUNICAZIONI CELLULARI COMUNE DI CANDIANA Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI FISSI E MOBILI PER LE RADIO TELECOMUNICAZIONI CELLULARI in applicazione dell art. 8, comma

Dettagli

Relazione Tecnica RT_001_14_P. Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Oliveto Citra

Relazione Tecnica RT_001_14_P. Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Oliveto Citra Relazione Tecnica Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Oliveto Citra CLIENTE: Comune di Oliveto Citra COMMESSA: CO_001_14_P del 13/01/2014

Dettagli

RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO. Comune di Bassano del Grappa

RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO. Comune di Bassano del Grappa Ing. Gian Luca Passarini Via Daniele Manin, 20 36061 Bassano del Grappa RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO Comune di Bassano del Grappa Caratteristiche della campagna di misura

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DI LOCALIZZAZIONE DELL'EMITTENZA RADIO-TELEVISIVA Scheda di identificazione dei siti esistenti

PIANO PROVINCIALE DI LOCALIZZAZIONE DELL'EMITTENZA RADIO-TELEVISIVA Scheda di identificazione dei siti esistenti PIANO PROVINCIALE DI LOCALIZZAZIONE DELL'EMITTENZA RADIO-TELEVISIVA Scheda di identificazione dei siti esistenti Sito n. 007-03 Nome MONTE CAVALLO 1 Comune di Località Indirizzo CESENA MONTE CAVALLO Tipologia

Dettagli

Piano di settore per la telefonia mobile Aggiornamento del Piano a seguito nuove richieste dei Gestori per l anno 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Piano di settore per la telefonia mobile Aggiornamento del Piano a seguito nuove richieste dei Gestori per l anno 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Piano di settore per la telefonia mobile Aggiornamento del Piano a seguito nuove richieste dei Gestori per l anno 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA 30/05/2012 Pagina 1 di 11 INDICE RELAZIONE ILLUSTRATIVA Indice

Dettagli

PORTICI (NA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di

PORTICI (NA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di PORTICI (NA) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE 3 NORMATIVA VIGENTE 4 MISURE IN BANDA LARGA 5 COPIA DEI CERTIFICATI

Dettagli

NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL'INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI

NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL'INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI LEGGE REGIONALE N. 30 DEL 05-04-2000 REGIONE BASILICATA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL'INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N.

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI RAGOGNA

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI RAGOGNA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI RAGOGNA PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE (L.R. 6 dicembre 2004, n. 28) Aggiornato con

Dettagli

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO Programma Regionale I.N.F.E.A. Informazione Formazione ed Educazione Ambientale PROGETTO GEO Sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO Dott. A.Zari - Dipartimento A.R.P.A.T.

Dettagli

Maria Logorelli - ISPRA

Maria Logorelli - ISPRA Catasto nazionale delle sorgenti fisse e mobili dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici: sviluppi normativi in attuazione dell art.4, comma 1, lettera c della Legge Quadro n. 36/2001 Maria Logorelli

Dettagli

Regolamento Approvato con delibera C.C. n. 35/91/190 del 29/03/2004

Regolamento Approvato con delibera C.C. n. 35/91/190 del 29/03/2004 Regolamento Comunale per l installazione e l esercizio degli impianti radiobase per telefonia mobile e per teleradiocomunicazioni per la diffusione di segnali radio e televisivi. Regolamento Approvato

Dettagli

Comune di Carbonera Aggiornamento Relazione illustrativa piano 2013 Piano di settore per la localizzazione telefonia mobile

Comune di Carbonera Aggiornamento Relazione illustrativa piano 2013 Piano di settore per la localizzazione telefonia mobile Piano di settore per la telefonia mobile Aggiornamento del Piano a seguito nuove richieste dei Gestori per l anno 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Comune di Carbonera 08/04/2013 Pagina 1 di 9 INDICE RELAZIONE

Dettagli

Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano. S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA

Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano. S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA Argomento Focus È stata focalizzata l attenzione su un tema molto attuale che riguarda

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO

PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO . COMUNE DI BOLOGNA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO DI PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA Pagina 1 Capo 1 : lineamenti generali Art. 1. - Obiettivi

Dettagli

REGIONE TRENTINO ALTO ADIGE. Comune di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Redazione: Ambiente Via dell Artigianato, 20 30030 Tombelle di Vigonovo (VE)

REGIONE TRENTINO ALTO ADIGE. Comune di Arco PROVINCIA DI TRENTO. Redazione: Ambiente Via dell Artigianato, 20 30030 Tombelle di Vigonovo (VE) REGIONE TRENTINO ALTO ADIGE Comune di Arco PROVINCIA DI TRENTO SETTEMBRE 2011 PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER TELEFONIA MOBILE, I PONTI RADIO E GLI IMPIANTI DVB-H

Dettagli

CITTA DI SACILE AGGIORNAMENTO RELAZIONE DI ANALISI SULLO STATO DI FATTO

CITTA DI SACILE AGGIORNAMENTO RELAZIONE DI ANALISI SULLO STATO DI FATTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE CITTA DI SACILE Piano comunale di settore per la localizzazione degli Impianti fissi di telefonia mobile (L.R. n. 028 del 06 dicembre 2004,

Dettagli

COMUNE DI FONTE PIANO DI LOCALIZZAZIONE PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE

COMUNE DI FONTE PIANO DI LOCALIZZAZIONE PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE COMUNE DI FONTE PIANO DI LOCALIZZAZIONE PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE RELAZIONE COMUNE DI FONTE Indice RELAZIONE Conferimento incarico Scopo dell incarico Premessa tecnica Descrizione delle operazioni

Dettagli

Valutazione preventiva della nuova SRB WIND in via del Cristo a Fellegara in Comune di Scandiano

Valutazione preventiva della nuova SRB WIND in via del Cristo a Fellegara in Comune di Scandiano ArpaInforma iniziative di informazione alla popolazione e di supporto tecnico agli Enti locali Comune di Scandiano Valutazione preventiva della nuova SRB WIND in via del Cristo a Fellegara in Comune di

Dettagli

CRITERI di LOCALIZZAZIONE degli IMPIANTI

CRITERI di LOCALIZZAZIONE degli IMPIANTI COMUNE DI VIAREGGIO Area Assetto e Gestione del Territorio Ufficio Urbanistica - Ambiente Programma Comunale degli impianti (art. 9 della L.R. 49/11) CRITERI di LOCALIZZAZIONE degli IMPIANTI Viareggio,

Dettagli

N. del APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013.

N. del APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013. N. del OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013. PROPOSTA DI DELIBERA Premesso: - che la Legge 28

Dettagli

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare CAPO 1 PREMESSA Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO DEL COMUNE DI JESI RAPPORTO ANNO 2009 Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento

Dettagli

Via Ildebrando Vivanti 148-00144 Roma Tel:0657302234 Fax: 0657289271 Cell:3471207819 E-mail : info@aeroambiente.com Sito: www.aeroambiente.

Via Ildebrando Vivanti 148-00144 Roma Tel:0657302234 Fax: 0657289271 Cell:3471207819 E-mail : info@aeroambiente.com Sito: www.aeroambiente. Via Ildebrando Vivanti 148-00144 Roma Tel:0657302234 Fax: 0657289271 Cell:3471207819 E-mail : info@aeroambiente.com Sito: www.aeroambiente.com Data relazione: 13/11/2007 AUTORE: Ing. Valerio Briotti Firma

Dettagli

Radioprotezione in siti critici

Radioprotezione in siti critici Radioprotezione in siti critici 1 Valeria Petrini, Ph.D. Student DEIS/ARCES - Fondazione Ugo Bordoni valeria.petrini@unibo.it Legge quadro, 36/2001 2 Il quadro di riferimento italiano in materia di esposizione

Dettagli

COMUNE DI GONARS. Disciplina in materia di impianti per la telefonia mobile REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE

COMUNE DI GONARS. Disciplina in materia di impianti per la telefonia mobile REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI GONARS Disciplina in materia di impianti per la telefonia mobile (L.R. n. 3 del 18 marzo 2011- Capo III) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA

Dettagli

Relazione Tecnica RT_005_11_P_06. Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Montecarlo

Relazione Tecnica RT_005_11_P_06. Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Montecarlo Relazione Tecnica Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Montecarlo Comune di Montecarlo CLIENTE: COMMESSA: CO_005_11_P del 17/02/2011 NORME

Dettagli

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE. XIII^ Direzione Ecologia Ambiente Nettezza Urbana

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE. XIII^ Direzione Ecologia Ambiente Nettezza Urbana ASSESSORATO ALL'AMBIENTE XIII^ Direzione Ecologia Ambiente Nettezza Urbana REGOLAMENTO RECANTE NORME PER IL CONTROLLO DELLE ATTIVITA CHE PRODUCONO INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO come modificato con delibera

Dettagli

Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici

Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici CITTA DI GIAVENO Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici Anno 2006 1 CAPPELLO La Città di Giaveno ha partecipato ad un protocollo d intesa

Dettagli

COMUNI DEL MEDIO FRIULI CODROIPO. RELAZIONE DI ANALASI SULLO STATO DI FATTO (aggiornamento Maggio 2009)

COMUNI DEL MEDIO FRIULI CODROIPO. RELAZIONE DI ANALASI SULLO STATO DI FATTO (aggiornamento Maggio 2009) REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNI DEL MEDIO FRIULI CODROIPO Piano comunale di settore per la localizzazione degli Impianti fissi di telefonia mobile (L.R. n. 028 del 06 dicembre

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DELLE AREE DEFINITE DALLA DELIBERAZIONE N. 7/7351 DELLA GIUNTA REGIONALE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. 11/2001 nel comune di Figino Serenza

IDENTIFICAZIONE DELLE AREE DEFINITE DALLA DELIBERAZIONE N. 7/7351 DELLA GIUNTA REGIONALE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. 11/2001 nel comune di Figino Serenza Pag.1 IDENTIFICAZIONE DELLE AREE DEFINITE DALLA DELIBERAZIONE N. 7/7351 DELLA GIUNTA REGIONALE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. 11/2001 nel comune di Figino Serenza Committente Comune di Figino Serenza Data e

Dettagli

PROGETTO DI PIANIFICAZIONE PER IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE E DELLA RETE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE COMUNE DI FORMIGINE

PROGETTO DI PIANIFICAZIONE PER IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE E DELLA RETE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE COMUNE DI FORMIGINE PIANIFICAZIONE AMBIENTE E TERRITORIO PROGETTO DI PIANIFICAZIONE PER IMPIANTI DI E DELLA RETE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE DATA DI EMISSIONE DEL DOCUMENTO: 22/10/2007 TEK-UP S.p.A. Società Unipersonale Sede:

Dettagli

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare CAPO 1 PREMESSA Art. 1 Oggetto 1) Il presente regolamento

Dettagli

PREMARIACCO. Regolamento di attuazione della Legge Regionale FVG 18 marzo 2011, n. 3 NORME TECNICHE. Comune di

PREMARIACCO. Regolamento di attuazione della Legge Regionale FVG 18 marzo 2011, n. 3 NORME TECNICHE. Comune di Regolamento di attuazione della Legge Regionale FVG 18 marzo 2011, n. 3 NORME TECNICHE Comune di PREMARIACCO Pagina 1 di 24 INDICE TITOLO 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Riferimenti normativi, obiettivi

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 PROVINCIA DI FORLI'-CESENA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE COMUNE DI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 DISCIPLINA PARTICOLAREGGIATA DEGLI INSEDIAMENTI E INFRASTRUTTURE STORICI

Dettagli

COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE URBANISTICA

COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE URBANISTICA COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE URBANISTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N 24 in data

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO 66 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA URBANISTICO/TERRITORIALE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNETICI NELLA LOCALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE E IMPIANTI RADIOELETTRICI,

Dettagli

MISURAZIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI DA STAZIONI RADIO BASE NEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME

MISURAZIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI DA STAZIONI RADIO BASE NEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME MISURAZIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI DA STAZIONI RADIO BASE NEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME Oggetto: SRB c/o stadio Richiedente: Comune di Monsummano Terme (PT) Scandicci, 30 novembre 2012 Il Tecnico

Dettagli

ELETTRODOTTI E DI IMPIANTI RADIOELETTRICI...8

ELETTRODOTTI E DI IMPIANTI RADIOELETTRICI...8 1. SOMMARIO 1. SOMMARIO...2 2. INTRODUZIONE...3 3. RIFERIMENTI NORMATIVI...3 4. INDIVIDUAZIONE DELLE AREE SENSIBILI...4 4.1 APPROCCIO METODOLOGICO...4 4.2 AREE SENSIBILI INDIVIDUATE...5 5. AREE SENSIBILI

Dettagli

Relazione Tecnica RT_014_12_P. Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Vicopisano

Relazione Tecnica RT_014_12_P. Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Vicopisano Relazione Tecnica Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Vicopisano Comune di Vicopisano CLIENTE: COMMESSA: CO_014_12 del 14/03/2012 NORME DI

Dettagli

ANALISI TERRITORIALE E PAESAGGISTICA SCHEDE VALUTAZIONE DELLA LOCALIZZAZIONE E DELLE CONDIZIONI VISUALI-PERCETTIVE. Comune di: TOLMEZZO

ANALISI TERRITORIALE E PAESAGGISTICA SCHEDE VALUTAZIONE DELLA LOCALIZZAZIONE E DELLE CONDIZIONI VISUALI-PERCETTIVE. Comune di: TOLMEZZO Comune di: TOLMEZZO ID struttura: 73 DATI GENERALI UBICAZIONE Comune: TOLMEZZO Posizione: VIA VAL DI GORTO centrale Enel Coordinate UTM x: 347380.8 y: 5139980.5 Quota slm (m): 309 GESTORE Denominazione:

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 PROVINCIA DI FORLI'-CESENA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE COMUNE DI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 DISCIPLINA PARTICOLAREGGIATA DEGLI INSEDIAMENTI E INFRASTRUTTURE STORICI

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA STAZIONE PER LA TELEFONIA MOBILE. Nome sito: CADONEGHE EST Codice sito: PDE2

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA STAZIONE PER LA TELEFONIA MOBILE. Nome sito: CADONEGHE EST Codice sito: PDE2 PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA STAZIONE PER LA TELEFONIA MOBILE Nome sito: CADONEGHE EST Codice sito: PDE2 Comune: Cadoneghe Provincia: Padova Data: Dicembre 2012 PROGETTAZIONE: Sede legale, operativa

Dettagli

Analisi campo Elettromagnetico ai sensi del DPCM 8/7/03 Verifica strumentale dell esposizione ai campi elettromagnetici nel Comune di Figino Serenza

Analisi campo Elettromagnetico ai sensi del DPCM 8/7/03 Verifica strumentale dell esposizione ai campi elettromagnetici nel Comune di Figino Serenza Analisi campo Elettromagnetico ai sensi del DPCM 8/7/03 Verifica strumentale dell esposizione ai campi elettromagnetici nel Comune di Figino Serenza Committente Comune di Figino Serenza Data e nome documento

Dettagli

S.P. 58 MAPPATURA ACUSTICA RETE STRADALE PROVINCIALE. (D.Lgs. 194/2005)

S.P. 58 MAPPATURA ACUSTICA RETE STRADALE PROVINCIALE. (D.Lgs. 194/2005) ettore Infrastrutture, Interventi trategici e Mobilità Gruppo di Lavoro: Direttore Arch. Antonio Infosini, Arch. Laura Casini, Geom. Antonino Marfia MAPPATURA ACUTICA RETE TRADALE PROVINCIALE.P. 58 AI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO. Comune di Bassano del Grappa (VI)

RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO. Comune di Bassano del Grappa (VI) Ing. Gian Luca Passarini Via Daniele Manin, 20 36061 Bassano del Grappa RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO Comune di Bassano del Grappa Caratteristiche della campagna di misura

Dettagli

CITTA DI SACILE AGGIORNAMENTO. ACCORDI CON I GESTORI PROTOCOLLO D INTESA (Regolamento di attuazione, art. 9)

CITTA DI SACILE AGGIORNAMENTO. ACCORDI CON I GESTORI PROTOCOLLO D INTESA (Regolamento di attuazione, art. 9) REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE CITTA DI SACILE Piano comunale di settore per la localizzazione degli Impianti fissi di telefonia mobile (L.R. n. 028 del 06 dicembre 2004,

Dettagli

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Provincia di Pordenone COMUNE DI SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Provincia di Pordenone COMUNE DI SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Provincia di Pordenone COMUNE DI SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA Legge Regionale n 3/2011 e seguenti REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE S. GIORGIO DELLA RICHINVELDA

Dettagli

PROGETTO RIDUZIONE INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO (RIE) CITTA DI FOLIGNO RELAZIONE FINALE

PROGETTO RIDUZIONE INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO (RIE) CITTA DI FOLIGNO RELAZIONE FINALE PROGETTO RIDUZIONE INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO (RIE) Di seguito sono riportate: CITTA DI FOLIGNO RELAZIONE FINALE Misure di campo elettromagnetico con strumentazione a banda larga delle emissioni prodotte

Dettagli

RETE REGIONALE MONITORAGGIO CAMPI ELETTROMAGNETICI - MODENA

RETE REGIONALE MONITORAGGIO CAMPI ELETTROMAGNETICI - MODENA Report Campagna di misura Abitazione Privata Via Mincio 243/1 Savignano sul Panaro 6 Settembre 16 Ottobre 2013 Le principali sorgenti di campo elettromagnetico ad alta frequenza presenti in questo sito

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Allegato 1 alla deliberazione di C.C. n. 38 del 21 maggio 2008 CITTA DI LONIGO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Maggio 2008 1 Capo I ART. 1 AMBITO

Dettagli

INDICE TITOLO 2: FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL CATASTO REGIONALE DEGLI IMPIANTI. ADEMPIMENTI DEI GESTORI.

INDICE TITOLO 2: FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL CATASTO REGIONALE DEGLI IMPIANTI. ADEMPIMENTI DEI GESTORI. ALLEGATO 1 Modalità relative alla presentazione da parte dei gestori degli impianti delle dichiarazioni ai sensi del comma 2, lettera e) dell'articolo 4 della legge regionale 6 aprile 2000, n.54, "Disciplina

Dettagli

MISURE DI CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA. Comune di: Pianoro (BO)

MISURE DI CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA. Comune di: Pianoro (BO) Sezione provinciale di Bologna Servizio Sistemi Ambientali Allegato 1: Verbale di Accertamento MISURE DI CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA Comune di: Pianoro (BO) Siti di misura: Via Padre Marella,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE COMUNE DI PORDENONE SETTORE 7 PIANIFICAZIONE EDILIZIA PRIVATA ATTIVITÀ ECONOMICHE DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE Regolamento

Dettagli

8. QUARTIERE SARAGOZZA

8. QUARTIERE SARAGOZZA ALLEGATO 3 : 8. QUARTIERE SARAGOZZA Nel quartiere SARAGOZZA, sono state effettuate, nel corso dell anno 2006, sei indagini strumentali che hanno interessato 15 abitazioni e/o luoghi di misura, all interno

Dettagli

Normativa e compiti di ARPA nella valutazione delle SRB

Normativa e compiti di ARPA nella valutazione delle SRB ArpaInforma iniziative di informazione alla popolazione e di supporto tecnico agli Enti locali Comune di Scandiano Normativa e compiti di ARPA nella valutazione delle SRB Maurizio Poli, Paolo Zanichelli

Dettagli

COMUNE DI OSIMO Provincia di Ancona

COMUNE DI OSIMO Provincia di Ancona COMUNE DI OSIMO Provincia di Ancona DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO Settore Ufficio Tecnico Servizio Ambiente REGOLAMENTO COMUNALE PER IL CONTROLLO DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI ARTICOLO 1 CAMPO DI APPLICAZIONE-ATTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE. Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE. Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002 REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO. 1. Con il presente regolamento, con riferimento

Dettagli

PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA FOGLIO 171 PART.LLA 124 TERNI

PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA FOGLIO 171 PART.LLA 124 TERNI PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA FOGLIO 171 PART.LLA 124 TERNI Il sottoscritto: Arch. Riccardo Palestra Iscritto all'albo Professionale: Ordine degli Architetti con il n 444 della Provincia di Terni

Dettagli

Modulo del software GHERAP per la valutazione radio protezionistica del campo EM generato da segnali impulsivi (radar)

Modulo del software GHERAP per la valutazione radio protezionistica del campo EM generato da segnali impulsivi (radar) Modulo del software GHERAP per la valutazione radio protezionistica del campo EM generato da segnali impulsivi (radar) www.studioingsapone.it Pagina 1 di 10 Premessa Questo modulo rappresenta una opzione

Dettagli

COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI

COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE (L.R. 6 dicembre 2004, n. 28)

Dettagli

Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it

Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da RCI, anno XXV N. 10, ottobre 1998, Tecniche Nuove) Una panoramica sulle opportunità offerte dai programmi di simulazione

Dettagli

INDICE. TITOLO 4. NORME TRANSITORIE E FINALI... 23 Art. 17 Approvazione del Regolamento e sue varianti... 23 Art. 18 Norma finale...

INDICE. TITOLO 4. NORME TRANSITORIE E FINALI... 23 Art. 17 Approvazione del Regolamento e sue varianti... 23 Art. 18 Norma finale... INDICE TITOLO 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 2 Art. 1 Riferimenti normativi, obiettivi generali e contenuti del Regolamento... 2 Art. 2 Elaborati del Regolamento... 4 Art. 3 Definizioni.... 5 Art. 4 Efficacia

Dettagli

Elettromagnetismo Lucca propone un programma comunale della telefonia mobile attraverso un percorso che mette l accento sulla partecipazione dei

Elettromagnetismo Lucca propone un programma comunale della telefonia mobile attraverso un percorso che mette l accento sulla partecipazione dei Elettromagnetismo Lucca propone un programma comunale della telefonia mobile attraverso un percorso che mette l accento sulla partecipazione dei cittadini e sulla trasparenza e l accesso ai dati e ai monitoraggi

Dettagli

ANALISI TERRITORIALE E PAESAGGISTICA SCHEDE VALUTAZIONE DELLA LOCALIZZAZIONE E DELLE CONDIZIONI VISUALI-PERCETTIVE.

ANALISI TERRITORIALE E PAESAGGISTICA SCHEDE VALUTAZIONE DELLA LOCALIZZAZIONE E DELLE CONDIZIONI VISUALI-PERCETTIVE. Comune di: AMARO ID struttura: 9 DATI GENERALI UBICAZIONE Comune: AMARO Posizione: A23 CAMPIOLO LATO UD VS IT - SITO GA Coordinate UTM x: 357929.6 y: 5139226.2 Quota slm (m): 280 GESTORE Denominazione:

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE NORME SULL INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE PER TELEFONIA

REGOLAMENTO RECANTE NORME SULL INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE PER TELEFONIA REGOLAMENTO RECANTE NORME SULL INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE PER TELEFONIA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 27 del 31/03/2003. 50058 SIGNA (FI) - Piazza della Repubblica,

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE PER L INSTALLAZIONE O LA MODIFICA DELLE CARATTERISTICHE DI IMPIANTI RADIOELETTRICI

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE PER L INSTALLAZIONE O LA MODIFICA DELLE CARATTERISTICHE DI IMPIANTI RADIOELETTRICI ALLEGATO 1 ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE PER L INSTALLAZIONE O LA MODIFICA DELLE CARATTERISTICHE DI IMPIANTI RADIOELETTRICI (ai sensi dell art. 87 del D.lgs 259/03 e s.m.i.) Al Suap del Comune di All Arpa

Dettagli

INQUADRAMENTO NORMATIVO

INQUADRAMENTO NORMATIVO INQUADRAMENTO NORMATIVO Variante Urbanistica al P.R.G., da approvare con l applicazione della procedura dell Accordo di Programma, ai sensi dell art. 7 della L.R. n 11 del 23/4/2004 e successive modifiche

Dettagli

DOMANDA DI ADOZIONE E APPROVAZIONE P.U.A. Beni Stabili Spa Sede legale: Via Piemonte,38-00187 Roma tel. +39.06.36222.1-06.36222.745 www.benistabili.

DOMANDA DI ADOZIONE E APPROVAZIONE P.U.A. Beni Stabili Spa Sede legale: Via Piemonte,38-00187 Roma tel. +39.06.36222.1-06.36222.745 www.benistabili. COMMITTENTE: Beni Stabili Spa Sede legale: Via Piemonte,38-00187 Roma tel. +39.06.36222.1-06.36222.745 www.benistabili.it PROGETTO: ELABORAZIONE DOMANDA DI ADOZIONE E APPROVAZIONE P.U.A. 338 OGGETTO TITOLO

Dettagli

ALLEGATO 1. variante adottata con delibera Consiglio Comunale n. 6 del 25.02.2005

ALLEGATO 1. variante adottata con delibera Consiglio Comunale n. 6 del 25.02.2005 ALLEGATO 1 variante adottata con delibera Consiglio Comunale n. 6 del 25.02.2005 DATA : 10.06.2005 COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI

Dettagli

Relazione Tecnica RT_023_08_03

Relazione Tecnica RT_023_08_03 Relazione Tecnica RT_023_08_03 Piano territoriale per l installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di San Martino Buon Albergo CLIENTE: Comune di San Martino Buon Albergo COMMESSA:

Dettagli

Dati tecnici dell impianto

Dati tecnici dell impianto Fa +39 011 564 4099 pag. 52/324 Dati tecnici dell impianto CELLA OMNITEL NO725-1 OMNITEL NO725-2 SITO Novara centro, via Lamarmora, 15 OMNITEL NO725-3 LATITUDINE [º] n.p. n.p. n.p. LONGITUDINE [º] n.p.

Dettagli

COMUNE DI BREMBATE DI SOPRA (PROVINCIA DI BERGAMO)

COMUNE DI BREMBATE DI SOPRA (PROVINCIA DI BERGAMO) COMUNE DI BREMBATE DI SOPRA (PROVINCIA DI BERGAMO) CAMPAGNA DI RILEVAMENTO DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI AD ALTA FREQUENZA SUL TERRITORIO COMUNALE 1 Relazione Tecnica Revisione: Novembre 2009 Via Cavour n.

Dettagli