Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010"

Transcript

1 Ministero Lavoro e le Politiche sociali Conferenza le Regioni e le Province Autonome Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO DI RISPOSTA, PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI E DIRITTI DEGLI INTERESSATI I dati richiesti in occasione la presente indagine, svolta dall'istituto nazionale di statistica in collaborazione con il Ministero l'economia e le finanze - Ragioneria Generale lo Stato, il Ministero Lavoro e le Politiche sociali, alcune Regioni e la Provincia autonoma di Trento, sono rilevati per finalità amministrative dalle Regioni e dalle Province Autonome che collaborano alla sua realizzazione (Piemonte, Lombardia, Provincia autonoma di Trento, Veneto, Friuli - Venezia Giulia, Liguria, Emilia - Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Puglia, Basilicata, Sicilia, Sardegna) e per finalità statistiche dall'istat. L'indagine è inserita nel Programma statistico nazionale Aggiornamento (codice IST-01181). I dati raccolti dall'istat sono tutelati dal segreto statistico e sottoposti alla normativa in materia di protezione dei dati personali e potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti Sistema statistico nazionale. I medesimi dati potranno, altresì, essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall art. 7 Codice di deontologia per i trattamenti di dati personali effettuati nell ambito Sistema statistico nazionale e saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li forniscono o ai quali si riferiscono. Titolare trattamento dei dati personali per le finalità amministrative è, per il rispettivo ambito di competenza, la Regione o la Provincia Autonoma; responsabili trattamento sono i dirigenti dei settori competenti per la materia. Titolare trattamento dei dati personali connesso alla esecuzione l Indagine sugli interventi e i servizi sociali erogati dai Comuini singoli o associati è l ISTAT - Istituto nazionale di statistica, via Cesare Balbo 16, Roma; responsabili trattamento sono, per le fasi di rispettiva competenza: il Direttore Centrale per le statistiche e le indagini sulle istituzioni sociali l'istat e il preposto all'ufficio di statistica la Regione o la Provincia Autonoma, ai quali è possibile rivolgersi anche per conoscere il nominativo degli altri eventuali responsabili e per quanto riguarda l'esercizio dei diritti l'interessato. L obbligo di risposta per l Indagine sugli interventi e i servizi sociali erogati dai Comuni singoli o associati è sancito dall art. 7 d.lgs. n. 322/1989, e successive modifiche e integrazioni. Principali riferimenti normativi: - Decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322, e successive modifiche ed integrazioni, Norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazione l Istituto nazionale di statistica - art. 6-bis (trattamenti di dati personali), art. 7 (obbligo di fornire dati statistici), art. 8 (segreto d ufficio degli addetti agli uffici di statistica), art. 9 (disposizioni per la tutela segreto statistico), art. 13 (Programma statistico nazionale); - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali - art. 2 (finalità), art. 4 (definizioni), artt (diritti l interessato), art. 13 (informativa), artt (soggetti che effettuano il trattamento), artt (trattamento per scopi statistici o scientifici); - Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell ambito Sistema statistico nazionale (all. A.3 Codice in materia di protezione dei dati personali - d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196); - Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 3 agosto "Approvazione Programma statistico nazionale per il triennio Aggiornamento " (Suppl. ord. n. 186 alla Gazzetta ufficiale 13 ottobre serie generale - n. 238). - Legge 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione sistema integrato di interventi e servizi sociali e leggi regionali in materia.

2 Dati identificativi 1. Denominazione l'ente: 2. Indirizzo l'ente: 3. Telefono con prefisso: 4. Fax con prefisso: Tipo di ente: Comune. Distretto sociale... Comunità montana.. Consorzio Comprensorio 5 Altra associazione di comuni. ASL. Ambito sociale.. Unione di comuni Se l'ente comprende più di un comune, indicare quali comuni ne fanno parte: 8. Dati compilatore: Nome e cognome Telefono Fax

3 Prospetto sulle quote trasferite ad altri enti Indicare le quote trasferite ad altri enti per gli interventi e i servizi sociali gestiti in forma associata nel 2009: a) I Ente: b) II Ente: c) III Ente: Indicare le quote trasferite ad altri Comuni: d) Trasferimenti a Comuni singoli (ad es. per convenzioni) e) Totale trasferimenti ad altri enti (a+b+c+d) Indicare la distribuzione % la spesa trasferita ad altri enti, secondo la fonte di finanziamento: Fonte di finanziamento % sul totale 1 Fondo indistinto per le politiche sociali (quota nazionale e quota regionale o provinciale nel caso di Province Autonome) 2 Fondi regionali (o provinciali nel caso di Province Autonome) vincolati per le politiche sociali (esclusa la quota regionale o provinciale fondo indistinto) 3 Fondi vincolati per le politiche sociali dallo Stato o da Unione Europea (esclusa la quota nazionale fondo indistinto) 4 Trasferimenti da Comuni 5 Altri trasferimenti da Enti Pubblici 6 Trasferimento fondi da privati 7 Risorse proprie l'ente 8 TOTALE (somma le percentuali indicate ai punti 1-7)

4 1 - Famiglia e Minori % gestita A Attività di Servizio sociale professionale 1 Servizio sociale professionale (compresa tutela legale minori) 2 Intermediazione abitativa e/o assegnazione alloggi 3 Servizio per l'affido minori 4 Servizio per l'adozione minori 5 Servizio di mediazione familiare 6 Attività di sostegno alla genitorialità B Integrazione sociale C 2 Attività ricreative, sociali, culturali educativo-assistenziali e per l'inserimento lavorativo dei minori 1 Sostegno socio-educativo scolastico 2 Sostegno socio-educativo territoriale 3 Sostegno all'inserimento lavorativo D Assistenza domiciliare F 5 per cure o prestazioni sanitarie 16 per l'affido familiare di minori 6 Contributi e integrazioni a rette per asili nido 8 Contributi e integrazioni a rette per servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia 10 per i servizi scolastici 12 erogati a titolo di prestito (prestiti d'onore) 13 per alloggio 14 per l'inserimento lavorativo 15 a integrazione reddito familiare (inclusi i contributi per madri sole con figli) % gestita G Centri e strutture semi-residenziali (a ciclo diurno) semi-residenziali 1 Asilo Nido 2 Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia 3 Centri diurni 4 Centri diurni estivi Centri 5 Ludoteche / laboratori 6 Centri di aggregazione / sociali 10 Centri per le famiglie H comunitarie e residenziali 1 residenziali 2 Centri estivi o invernali (con pernottamento)

5 2 - Disabili % gestita A Attività di Servizio sociale professionale 1 Servizio sociale professionale 3 Servizio di accoglienza disabili presso famiglie B Integrazione sociale C 2 Attività ricreative, sociali, culturali educativo-assistenziali e per l'inserimento lavorativo dei disabili 1 Sostegno socio-educativo scolastico 2 Sostegno socio-educativo territoriale 3 Sostegno all'inserimento lavorativo D Assistenza domiciliare 2 Assistenza Domiciliare Integrata con servizi sanitari 3 Servizi di prossimità (buonvicinato) 4 Telesoccorso e teleassistenza E Servizi di supporto 1 Mensa 2 Trasporto sociale F 4 Contributi per servizi alla persona 5 per cure o prestazioni sanitarie 11 per trasporto disabili 14 per l'inserimento lavorativo 16 per l'accoglienza in famiglia di disabili 7 Contributi e integrazioni a rette per centri diurni 8 Contributi e integrazioni a rette per altre prestazioni semi-residenziali 1 Buoni spesa o buoni pasto 12 erogati a titolo di prestito (prestiti d'onore) 13 per alloggio 15 a integrazione reddito familiare % gestita G Centri e strutture semi-residenziali (a ciclo diurno) 3 Centri diurni 4 Centri diurni estivi 5 Laboratori H comunitarie e residenziali 1 residenziali 2 Centri estivi o invernali (con pernottamento)

6 3 - Dipendenze % gestita A Attività di Servizio sociale professionale B Integrazione sociale 2 Attività ricreative, sociali, culturali C educativo-assistenziali e per l'inserimento lavorativo 2 Sostegno socio-educativo territoriale 3 Sostegno all'inserimento lavorativo D Assistenza domiciliare 3 Servizi di prossimità (buonvicinato) 4 Telesoccorso e teleassistenza I Pronto intervento sociale (unità di strada, ecc.) F 4 Contributi per servizi alla persona 5 per cure o prestazioni sanitarie 14 per l'inserimento lavorativo 7 Contributi e integrazioni a rette per centri diurni 8 Contributi e integrazioni a rette per altre prestazioni semi-residenziali 1 Buoni spesa o buoni pasto 12 erogati a titolo di prestito (prestiti d'onore) 13 per alloggio 15 a integrazione reddito familiare % gestita G Centri e strutture semi-residenziali (a ciclo diurno) 3 Centri diurni H comunitarie e residenziali 1 residenziali

7 4 - Anziani % gestita A Attività di Servizio sociale professionale 1 Servizio sociale professionale 2 Intermediazione abitativa e/o assegnazione alloggi 3 Servizio di accoglienza anziani presso famiglie B Integrazione sociale 2 Attività ricreative, sociali, culturali (compresi i soggiorni climatici o termali) D Assistenza domiciliare 2 Assistenza Domiciliare Integrata con servizi sanitari 3 Servizi di prossimità (buonvicinato) 4 Telesoccorso e teleassistenza E Servizi di supporto 1 Mensa 2 Trasporto sociale F 4 Contributi per servizi alla persona 5 per cure o prestazioni sanitarie 11 per trasporto anziani 16 per l'accoglienza in famiglia di anziani 7 Contributi e integrazioni a rette per centri diurni 8 Contributi e integrazioni a rette per altre prestazioni semi-residenziali 1 Buoni spesa o buoni pasto 12 erogati a titolo di prestito (prestiti d'onore) 13 per alloggio 15 a integrazione reddito familiare % gestita G Centri e strutture semi-residenziali (a ciclo diurno) 3 Centri diurni 6 Centri di aggregazione / sociali H comunitarie e residenziali 1 residenziali 2 Centri estivi o invernali

8 5 - Immigrati e nomadi % gestita A Attività di Servizio sociale professionale 1 Servizio sociale professionale 2 Intermediazione abitativa e/o assegnazione alloggi B Integrazione sociale 2 Attività ricreative, sociali, culturali 3 Servizi di mediazione culturale C educativo-assistenziali e per l'inserimento lavorativo D Assistenza domiciliare I Pronto intervento sociale (unità di strada, ecc.) F 5 per cure o prestazioni sanitarie 8 Contributi e integrazioni a rette per prestazioni semi-residenziali 1 Buoni spesa o buoni pasto 12 erogati a titolo di prestito (prestiti d'onore) 13 per alloggio 15 a integrazione reddito familiare % gestita H comunitarie e residenziali 1 residenziali 3 Area attrezzata per nomadi

9 6 - Povertà, disagio adulti e senza dimora A Attività di Servizio sociale professionale % gestita 1 Servizio sociale professionale 2 Intermediazione abitativa e/o assegnazione alloggi 3 Servizio di accoglienza adulti presso famiglie B Integrazione sociale 2 Attività ricreative, sociali, culturali 4 Servizio di residenza anagrafica per persone senza dimora C educativo-assistenziali e per l'inserimento lavorativo 4 Interventi per persone con disagio mentale 6 Interventi per persone senza dimora 7 Interventi per tutte le altre categorie disagio adulti D Assistenza domiciliare 2 Assistenza Domiciliare Integrata con servizi sanitari E Servizi di supporto 1 Mensa 2 Trasporto sociale 3 Distribuzione beni di prima necessità 4 Servizi per l'igiene personale I Pronto intervento sociale (unità di strada, ecc.) 1 Servizi di pronto intervento per persone senza dimora 2 Servizi di pronto intervento per le altre categorie disagio adulti F 4 Contributi per servizi alla persona 5 per cure o prestazioni sanitarie 16 per l'accoglienza in famiglia di adulti 7 Contributi e integrazioni a rette per centri diurni 8 Contributi e integrazioni a rette per altre prestazioni semiresidenziali 1 Buoni spesa o buoni pasto 12 erogati a titolo di prestito (prestiti d'onore) 13 per alloggio 15 a integrazione reddito familiare 19 per il disagio mentale 20 per persone senza dimora 21 Spese funerarie per cittadini a basso reddito % gestita G Centri e strutture semi-residenziali (a ciclo diurno) 7 Centri diurni per persone con disagio mentale 8 Centri diurni per persone senza dimora 9 Centri diurni per le altre categorie disagio adulti H comunitarie e residenziali 4 Dormitori per persone senza fissa dimora 5 di accoglienza per persone senza dimora 6 residenziali per le altre categorie disagio adulti

10 7 - Multiutenza % gestita B Integrazione sociale 5 Servizi di mediazione sociale L Segretariato sociale, informazione e consulenza per l'accesso alla rete dei servizi 1 Segretariato sociale / Porta unitaria per l'accesso ai servizi 2 Centri di ascolto tematici 3 Sportelli sociali tematici (compreso informagiovani e sportello immigrati) 4 Telefonia sociale per orientare e informare i cittadini sui servizi territoriali M Prevenzione e sensibilizzazione 1 Attività di informazione (campagne informative) 2 Unità di strada per la prevenzione e l'informazione 3 Altre attività di prevenzione N Azioni di sistema e spese di organizzazione 1 Piani di zona 2 Sistema informativo e osservatori 3 Sistemi di qualità 4 Formazione personale 5 Ricerca 6 Altri interventi che favoriscono la programmazione e la crescita sistema 7 Interventi per favorire la realizzazione l'integrazione socio-sanitaria 8 Spese di organizzazione (personale amministrativo, tecnico e di gestione)

11 Prospetto sulle fonti di finanziamento la spesa per interventi e servizi sociali Dati riepilogativi sulla spesa impegnata per gli interventi e i servizi sociali: (esclusi i trasferimenti ad altri enti per la gestione associata dei servizi) a) Totale spesa (somma le spese indicate nel questionario) b) c) utenti (Somma le compartecipazioni utenti questionario) Servizio Sanitario Nazionale (somma le compartecipazioni Servizio Sanitario Nazionale) d) Totale spesa al netto le compartecipazioni (a-b-c) Indicare la distribuzione % la spesa al netto le compartecipazioni (d), per fonte di finanziamento: Fonte di finanziamento % sul totale Fondo indistinto per le politiche sociali (quota nazionale e quota regionale o provinciale nel caso di Province Autonome) Fondi regionali (o provinciali nel caso di Province Autonome) vincolati per le politiche sociali (esclusa la quota regionale o provinciale fondo indistinto) Fondi vincolati per le politiche sociali dallo Stato o da Unione Europea (esclusa la quota nazionale fondo indistinto) 4 Trasferimenti da Comuni 5 Altri trasferimenti da Enti Pubblici 6 Trasferimento fondi da privati 7 Risorse proprie l'ente 8 TOTALE (somma le percentuali indicate ai punti 1-7)

Nel caso in cui la denominazione dell'ente non sia presente nell'elenco, inserire la Denominazione nella casella sottostante.

Nel caso in cui la denominazione dell'ente non sia presente nell'elenco, inserire la Denominazione nella casella sottostante. Dati identificativi MICRO 1. Ente Comune: Denominazione Soliera Ente Associato: Denominazione Nel caso in cui la denominazione dell'ente non sia presente nell'elenco, inserire la Denominazione nella casella

Dettagli

SCHEDE REGIONALI DI SPESA DISTINTE PER AREE DI INTERVENTO DEL COMUNE DI RIMINI

SCHEDE REGIONALI DI SPESA DISTINTE PER AREE DI INTERVENTO DEL COMUNE DI RIMINI SCHEDE REGIONALI DI SPESA DISTINTE PER AREE DI INTERVENTO DEL COMUNE DI RIMINI 2 MICRO 2007 1. Ente Comune: Denominazione RIMINI Ente Associato: Denominazione PREVENTIVO PER MICROAREE 2007 Dati identificativi

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010. Glossario

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010. Glossario Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 Glossario INTERVENTI E SERVIZI A) Attività di Servizio sociale professionale: Gli interventi di servizio sociale professionale

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2006. Glossario

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2006. Glossario Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2006 Glossario INTERVENTI E SERVIZI A) Attività di Servizio sociale professionale: Gli interventi di servizio sociale professionale

Dettagli

Glossario UNITÀ DI RILEVAZIONE

Glossario UNITÀ DI RILEVAZIONE INDAGINE SUGLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI SINGOLI O ASSOCIATI. ANNO 2012 1 Glossario UNITÀ DI RILEVAZIONE Comune: a questa categoria appartengono tutti i comuni italiani. Distretto/Ambito/Zona

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI SINGOLI O ASSOCIATI - ANNO 1 Indice delle tavole statistiche A) Spesa a livello regionale per interventi e servizi sociali dei comuni singoli e associati Tavola

Dettagli

Glossario UNITÀ DI RILEVAZIONE

Glossario UNITÀ DI RILEVAZIONE INDAGINE SUGLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI SINGOLI O ASSOCIATI. ANNO 2011 1 Glossario UNITÀ DI RILEVAZIONE Comune: a questa categoria appartengono tutti i comuni italiani. Distretto/Ambito/Zona

Dettagli

MODULO 4 SERVIZI SVOLTI (Territorio, Rifiuti, Asili Nido e Sociale)

MODULO 4 SERVIZI SVOLTI (Territorio, Rifiuti, Asili Nido e Sociale) MODULO 4 SERVIZI SVOLTI (Territorio, Rifiuti, Asili Nido e Sociale) 1. GENERALITÁ Nel Modulo Servizi svolti Parte II, si chiede la quantificazione dei principali servizi svolti nell anno di rilevazione

Dettagli

TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE

TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE A LLEGATO TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE A1 - CONTRIBUTI ECONOMICI A1.01 Assegno per il nucleo familiare erogati dai comuni A1.02 Assegno Maternità erogato

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2011

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2011 Conferenza le Regioni e le Province Autonome M inistero L avoro e le Politiche social ociali Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2011 SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO

Dettagli

TABELLA DELLE SPESE SOCIALI E SOCIO- SANITARIE

TABELLA DELLE SPESE SOCIALI E SOCIO- SANITARIE PIANO DI ZONA 2005/2007 Comune di Bellaria Igea-Marina Comune di Poggio Berni TABELLA DELLE SPESE SOCIALI E SOCIO- SANITARIE Comune di Rimini Comune di Santarcangelo di Romagna PROGRAMMA ATTUATIVO 2007

Dettagli

INDICE. Classificazione Interventi e Servizi Regione Campania per la promozione della sicurezza sociale

INDICE. Classificazione Interventi e Servizi Regione Campania per la promozione della sicurezza sociale INDICE Classificazione Interventi e Servizi Regione Campania per la promozione della sicurezza sociale Cod. Clas. AREA WELFARE D'ACCESSO A1 A1 Segretariato Sociale A2 D1 Servizio Sociale Professionale

Dettagli

La valutazione come occasione di confronto per la programmazione del Piano di Zona. Giovanni Bertin

La valutazione come occasione di confronto per la programmazione del Piano di Zona. Giovanni Bertin La valutazione come occasione di confronto per la programmazione del Piano di Zona Giovanni Bertin Il livello di conoscenza del sistema di offerta http://pdz.venetosociale.it La rilevazione Piani

Dettagli

FONDO SOCIALE REGIONALE

FONDO SOCIALE REGIONALE FONDO SOCIALE REGIONALE FONDO NAZIONALE POLITICHE SOCIALI FONDO REGIONALE ASSISTENZA SOCIALE FONDO SOCIALE REGIONALE RIPARTITO AL TERRITORIO - 2013 TRASFERIMENTO ORDINARIO: 1^ RIPARTO (FRAS) Euro 18.000.000,00

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2015

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2015 Conferenza le Regioni e le Province Autonome Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2015 SEGRETO STATISTICO, OLIGO DI RISPOSTA, TUTELA DELLA RISERVATEZZA E DIRITTI

Dettagli

Il Nomenclatore nazionale dei servizi e degli interventi sociali

Il Nomenclatore nazionale dei servizi e degli interventi sociali 28 Sistema informativo locale 2008 3.2.7. Il Nomenclatore nazionale dei servizi e degli interventi sociali Il sistema informativo delle politiche sociali insegue da tempo una definizione esaustiva, articolata

Dettagli

NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI SOCIALI, SANITARI E SOCIOSANITARI PER LA PREDISPOSIZIONE DEI PIANI DI ZONA (PDZ)

NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI SOCIALI, SANITARI E SOCIOSANITARI PER LA PREDISPOSIZIONE DEI PIANI DI ZONA (PDZ) NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI SOCIALI, SANITARI E SOCIOSANITARI PER LA PREDISPOSIZIONE DEI PIANI DI ZONA (PDZ) REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA - DIREZIONE CENTRALE SALUTE, INTEGRAZIONE

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2012

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2012 Conferenza le Regioni e le Province utonome Ministero Lavoro e le Politiche sociali Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati nno 2012 SEGRETO STTISTICO, OLIGO I RISPOST,

Dettagli

NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI Versione 2 Anno 2013

NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI Versione 2 Anno 2013 2013 NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI Versione 2 Anno 2013 Indice 1. La struttura del Nomenclatore 2. Le voci del Nomenclatore 3. La classificazione dei presidi residenziali socio-assistenziali

Dettagli

L OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA

L OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA 18 luglio 2011 Anno scolastico 2009/2010 L OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA Nell anno scolastico 2009/2010 risultano iscritti negli asili nido comunali

Dettagli

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T.

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. SEZIONE 1. DATI ANAGRAFICI DELL ORGANIZZAZIONE Denominazione dell Organizzazione Acronimo (Sigla) Indirizzo della sede Presso¹ CAP Telefono Comune Fax E-mail PEC Sito web

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra MODELLO A) ENTRATE Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra dati di bilancio Avanzo di amministrazione gestione socio assistenziale : CONSUNTIVO 212 (accertamenti impegni) 1= 1. euro -

Dettagli

PIANO DI ZONA 2011-2013

PIANO DI ZONA 2011-2013 PIANO DI ZONA 2011-2013 NOMENCLATORE INTERREGIONALE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI In.Re.Te. C.I.S.S-AC Codice Denominazione Descrizione tot parz Non tot parz Non X X A1 Segretariato sociale/porta

Dettagli

ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI

ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI 1 SEZ.A. DESCRIZIONE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE A1. Suddivisione della popolazione per sesso e classi di età e stranieri

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca 201407171150 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca D.D:G. n. 314 28 luglio 2014 VISTA la Legge 31 dicembre 2009, n. 196 "Legge di contabilità e finanza pubblica" VISTO il decreto legislativo

Dettagli

2.1.2 Servizi sociali

2.1.2 Servizi sociali 2.1.2 Servizi sociali Roma Capitale, nell ambito delle proprie competenze, assicura alle persone e alle famiglie un sistema integrato di interventi e servizi sociali con livelli quantitativi e qualitativi

Dettagli

NOMENCLATORE NAZIONALE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI

NOMENCLATORE NAZIONALE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI NOMENCLATORE NAZIONALE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI REGIONE LOMBARDIA VER. 21-03-09 Vista l urgenza che si è venuta a determinare in merito alla diffusione/pubblicazione del documento, le integrazioni

Dettagli

L offerta dei servizi sociali, sociosanitari e lavorativi nell Ambito territoriale di Mola di Bari. Azione n. 3

L offerta dei servizi sociali, sociosanitari e lavorativi nell Ambito territoriale di Mola di Bari. Azione n. 3 L offerta dei servizi sociali, sociosanitari e lavorativi nell Ambito territoriale di Mola di Bari Azione n. 3 Progetto RIPSO - Ricerca, Innovazione, Povertà Sociale Codice POR 06032 c 0022 POR PUGLIA

Dettagli

Report Piani di Zona dati web. mercoledì 23 settembre 2009 Pagina 1 di 5

Report Piani di Zona dati web. mercoledì 23 settembre 2009 Pagina 1 di 5 Report Piani di Zona dati web mercoledì 23 settembre 2009 Pagina 1 di 5 Comune San Bonifacio Cod Area Macrotipologia Microtipologia Nome precedent Nome Finalità resp gestione Soggetti erogatori D5 Disabili

Dettagli

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat Capitolo 4 Politiche sociali Servizi alla persona e alla famiglia Il contesto di Barlassina Composizione della popolazione per fasce di età Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione

Dettagli

SVILUPPARE LE CURE DOMICILIARI SOCIO-SANITARIE RICOMPONENDO LE RISORSE

SVILUPPARE LE CURE DOMICILIARI SOCIO-SANITARIE RICOMPONENDO LE RISORSE CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale SVILUPPARE LE CURE DOMICILIARI SOCIO-SANITARIE RICOMPONENDO LE RISORSE Francesco Longo Bologna, 29 maggio 2015 1 Struttura della

Dettagli

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE 1. GENERALITÁ Il Glossario delle Funzioni l settore sociale descrive i servizi associati alle Funzioni l settore sociale, definiti ed identificati sulla base

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Famiglie, Giovani ed opportunità, interventi sociali per l infanzia e l adolescenza in Emilia-Romagna:

Famiglie, Giovani ed opportunità, interventi sociali per l infanzia e l adolescenza in Emilia-Romagna: Famiglie, Giovani ed opportunità, interventi sociali per l infanzia e l adolescenza in Emilia-Romagna: la legislazione di riferimento, alcune priorità di lavoro e di prospettiva Ferrara 15 gennaio 2013

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia

L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia 14 giugno 2010 L offerta comunale di asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia Anno scolastico 2008/2009 L Istat diffonde i principali risultati della rilevazione rapida relativa

Dettagli

Tabella 1 - CLASSIFICAZIONE INTERVENTI E SERVIZI

Tabella 1 - CLASSIFICAZIONE INTERVENTI E SERVIZI Tabella 1 - CLASSIFICAZIONE INTERVENTI E SERVIZI Interventi e servizi Informazione, orientamento, sensibilizzazione, prevenzione Sportelli di segretariato sociale Intervento sociale volto ad informare

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 16 dicembre 2014, n. 206. Regolamento recante modalità attuative del Casellario dell assistenza, a norma dell articolo

Dettagli

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento REGIONI ABRUZZO Coincidenza ambiti territoriali sociali e ambiti del distretto sanitario No 73 distretti sanitari 35 ambiti sociali Normativa di riferimento Note Il Piano sociale regionale 2002-04 (D.C.R.

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia; Oggetto: Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente Linee guida ai Comuni per l utilizzazione

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO

Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO DI AMBITO DISTRETTUALE PER L ACCESSO E LA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI E SOCIO SANITARIE AGEVOLATE IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5

Dettagli

CONSORZIO PUBBLICO DI FUNZIONI ZONA VALDERA. Provincia di Pisa. Determinazione n 4 del 30/12/2006

CONSORZIO PUBBLICO DI FUNZIONI ZONA VALDERA. Provincia di Pisa. Determinazione n 4 del 30/12/2006 Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Crespina, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola e Azienda USL n.5 Ufficio della Direzione

Dettagli

GLOSSARIO DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI SOCIALI

GLOSSARIO DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI SOCIALI GLOSSARIO DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI SOCIALI A1_01 Sportelli di segretariato sociale Intervento sociale volto ad informare e orientare la cittadinanza sulle risorse territoriali e sulle modalità per

Dettagli

Bilancio dei Bambini

Bilancio dei Bambini Asili nido comunali: n iscritti 2009 2010 2011 Var. % anno 2011-2010 Numero di strutture Asili nido Capienza dei posti disponibili Numero posti attivati Numero iscritti 27 28 28-1.214 1.254 1.258 0,32%

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

Comune di San Giuliano Terme

Comune di San Giuliano Terme Spese per sopravvivere Servizi sanitari Socialità Conciliazione Famiglia-lavoro Servizi sociali e socio-sanitari Utenze e tributi istruzione Casa Abitanti 31.066 - Famiglie 12.992 Dati ISTAT 31/12/2012

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI POGGIO TORRIANA - PROVINCIA DI RIMINI-

COMUNE DI POGGIO TORRIANA - PROVINCIA DI RIMINI- COMUNE DI POGGIO TORRIANA - PROVINCIA DI RIMINI- REGOLAMENTO DI AMBITO DISTRETTUALE PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013,

Dettagli

MacroFramiglia Tipologia servizio Denominazione Indirizzo Comune Prov ATS Telefono1 Fax Email Posti Autor.

MacroFramiglia Tipologia servizio Denominazione Indirizzo Comune Prov ATS Telefono1 Fax Email Posti Autor. 61139 Sociale Interventi Informazione, orientamento, 6114 Sociale Interventi Informazione, orientamento, 61141 Sociale Interventi Informazione, orientamento, Sportelli di Segretariato Sociale SEGRETARIATO

Dettagli

Gestione Associata dei Servizi Sociali TRASFERIMENTO SERVIZI FUNZIONE SERVIZI SOCIALI. - Relazione Tecnica -

Gestione Associata dei Servizi Sociali TRASFERIMENTO SERVIZI FUNZIONE SERVIZI SOCIALI. - Relazione Tecnica - TRASFERIMENTO - Relazione Tecnica - I servizi oggetto della funzione fondamentale dei servizi sociali Ai sensi art. 58 della Legge regionale 27 dicembre 2011, n. 68 Norme sul sistema delle autonomie locali,

Dettagli

NON-AUTOSUFFICIENZA E ALZHEIMER IN ITALIA E LOMBARDIA

NON-AUTOSUFFICIENZA E ALZHEIMER IN ITALIA E LOMBARDIA CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale NON-AUTOSUFFICIENZA E ALZHEIMER IN ITALIA E LOMBARDIA FOTOGRAFIA DEI LIVELLI DI BISOGNO E DEI GAP DI OFFERTA: QUALI POSSIBILI

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

ABRUZZO PESCARA PESCARA Comune di Pescara 085/61899 lun-dom dalle ore 8.00 alle ore 24.00 compreso festivi

ABRUZZO PESCARA PESCARA Comune di Pescara 085/61899 lun-dom dalle ore 8.00 alle ore 24.00 compreso festivi Numeri dedicati all'emegenza caldo attivati a livello locale. Estate Regione Provincia Comune Tipo ente Numeri utili Orario ABRUZZO PESCARA PESCARA Comune di Pescara 085/61899 lun-dom dalle ore 8.00 alle

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dell Economia e delle Finanze la legge 31 dicembre 2009, n. 196 Legge di contabilità e finanza pubblica ; il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni, con particolare riguardo all articolo 3-septies

Dettagli

Indagine sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari

Indagine sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari Indagine sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari Caratteristiche generali dell'indagine L indagine sui Presidi residenziali socio assistenziali e socio-sanitari, prevista dal Programma

Dettagli

Paolo Ferrario, Dispensa didattica n.11: I COMUNI e LE FORME DI GESTIONE SINGOLA O ASSOCIATA DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIOEDUCATIVI, 19 aprile 2011

Paolo Ferrario, Dispensa didattica n.11: I COMUNI e LE FORME DI GESTIONE SINGOLA O ASSOCIATA DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIOEDUCATIVI, 19 aprile 2011 DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIOEDUCATIVI, 19 aprile 2011 1 Paolo Ferrario, Dispensa didattica n.11: I COMUNI e LE FORME DI GESTIONE SINGOLA O ASSOCIATA DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIOEDUCATIVI, 19 aprile 2011

Dettagli

Sistema IASS INTEGRAZIONE APPLICATIVI SPORTELLO SOCIALE Rilevazione della domanda espressa dai cittadini agli Sportelli Sociali (Circolare N.

Sistema IASS INTEGRAZIONE APPLICATIVI SPORTELLO SOCIALE Rilevazione della domanda espressa dai cittadini agli Sportelli Sociali (Circolare N. Sistema IASS INTEGRAZIONE APPLICATIVI SPORTELLO SOCIALE Rilevazione della domanda espressa dai cittadini agli Sportelli Sociali (Circolare N. 4/2012) ATTIVITÀ DEGLI SPORTELLI SOCIALI (Anno 2012) Il Sistema

Dettagli

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015)

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015) Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016 (Settembre 2015) In occasione dell inizio dell anno scolastico si fornisce una breve sintesi dei principali dati relativi alla

Dettagli

Programma statistico nazionale 2014-2016. Aggiornamento 2015-2016 DIFFUSIONE DI VARIABILI IN FORMA DISAGGREGATA

Programma statistico nazionale 2014-2016. Aggiornamento 2015-2016 DIFFUSIONE DI VARIABILI IN FORMA DISAGGREGATA Sistema statistico nazionale Istituto Nazionale di Statistica Programma statistico nazionale 2014-2016. Aggiornamento 2015-2016 Allegato 1 DIFFUSIONE DI VARIABILI IN FORMA DISAGGREGATA 1 2 Allegato 1 Diffusione

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Decreto ministeriale 8 marzo 2013 Definizione delle modalità di rafforzamento del sistema dei controlli dell'isee. (G.U. 27 giugno 2013, n. 149) Vista la legge 8 novembre 2000, n. 328; IL MINISTRO DEL

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

10 Umberto Buratti, Francesca Fazio, Michele Tiraboschi. Inserimento/reinserimento al lavoro: inoccupati, disoccupati o in mobilità

10 Umberto Buratti, Francesca Fazio, Michele Tiraboschi. Inserimento/reinserimento al lavoro: inoccupati, disoccupati o in mobilità 10 Umberto Buratti, Francesca Fazio, Michele Tiraboschi Tabella 1 Tipologie e durate Regioni/Provin ce autonome Tipologie regolate Durata massima (proroghe comprese) Durata minima Abruzzo Formativi e di

Dettagli

bambini con meno di 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un

bambini con meno di 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un ESENZIONE TICKET PRESTAZIONI E SERVIZI SANITARI DI DIAGNOSTICA STRUMENTALE, LABORATORIO E ALTRE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE DIRETTIVA NAZIONALE: E01 E01 E02 E03 E04 bambini con meno di 6 anni appartenenti

Dettagli

Il Presidente. Spett.le Ditta,

Il Presidente. Spett.le Ditta, Il Presidente SP/ Roma, Spett.le Ditta, l Istituto nazionale di statistica rileva annualmente informazioni statistiche sulla produzione industriale, in conformità a quanto previsto dal Regolamento Cee

Dettagli

Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio

Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio Le linee guida regionali sui piani di zona 2011 2015: da Casa di Riposo a Centro di Servizio Il quadro Istituzionale organizzativo in Regione Veneto Dirigente Regionale Servizi Sociali dott. Mario Modolo

Dettagli

Capitolo 4. Assistenza e previdenza sociale

Capitolo 4. Assistenza e previdenza sociale Capitolo 4 Assistenza e previdenza sociale 4. Assistenza e previdenza sociale Per saperne di più... Istat I.stat il tuo accesso diretto alla statistica italiana. Roma. http://dati.istat.it. Il sistema

Dettagli

Interventi Sociali anno 2010

Interventi Sociali anno 2010 Comune di Pesaro Assessorato Servizi Sociali Interventi Sociali anno 2010 Pesaro, 14 maggio 2011 Popolazione residente del Comune di Pesaro al 31/12/2010 fascia di età italiani % stranieri % totale 0-14

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione. Marzo 2008

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione. Marzo 2008 Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Marzo 2008 Il Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi Terzi (2007 2013) 11/04/2011 Flussi migratori ed il contesto

Dettagli

LE FONTI DI FINANZIAMENTO PER LE ATTIVITÀ DEI CPO E DEGLI ALTRI ORGANISMI DI PARITÀ. Comitato per le Pari Opportunità di ARPAV.

LE FONTI DI FINANZIAMENTO PER LE ATTIVITÀ DEI CPO E DEGLI ALTRI ORGANISMI DI PARITÀ. Comitato per le Pari Opportunità di ARPAV. Arpa Toscana Arpa Veneto Arpa Piemonte LE FONTI DI FINANZIAMENTO PER LE ATTIVITÀ DEI CPO E DEGLI ALTRI ORGANISMI DI PARITÀ Arpa Emilia-Romagna Comitato Pari Opportunità Arpa Campania Arpa Lombardia Comitato

Dettagli

Le misure di sviluppo rurale: criticità attuali

Le misure di sviluppo rurale: criticità attuali CONVEGNO La politica di sviluppo rurale verso il 2007-2013: 2013: risultati e prospettive Venezia, 18 e 19 novembre 2004 Sessione b - Sviluppo rurale Le misure di sviluppo rurale: criticità attuali Catia

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione. Numeri del Sud. Indicatori regionali del QCS 2000-2006

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione. Numeri del Sud. Indicatori regionali del QCS 2000-2006 Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Numeri del Sud Indicatori regionali del QCS 2-26 Bollettino statistico a cura dell'unità di Valutazione degli

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2005

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2005 onferenza dei Presidenti le Regioni e le Province utonome Ministero la Solidarietà Sociale Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei omuni singoli o associati nno 2005 SRTO STTISTIO, OLIO I RISPOST,

Dettagli

INDICE 2. SCHEDE DESCRITTIVE DEI SERVIZI E DELLE RELATIVE MODALITA'DI ACCESSO 3. ORGANIZZAZIONE DELL AMBITO SOCIALE

INDICE 2. SCHEDE DESCRITTIVE DEI SERVIZI E DELLE RELATIVE MODALITA'DI ACCESSO 3. ORGANIZZAZIONE DELL AMBITO SOCIALE Edizione : 02 Data : 15/11/2004 Pag. 1 di 40 INDICE 1. ELENCO DEI SERVIZI DISPONIBILI 1.1 Il sistema integrato dei Servizi Sociali 1.2 Gli interventi erogati dall'ente di Ambito Sociale 2. SCHEDE DESCRITTIVE

Dettagli

Tirocini. Cambiano le regole: tutte le novità

Tirocini. Cambiano le regole: tutte le novità Tirocini. Cambiano le regole: tutte le novità Tappe delle novità introdotte in materia di tirocini Sul tema dei tirocini sono intervenuti recentemente, sia a livello nazionale che regionale, alcuni provvedimenti

Dettagli

1. DISABILI E FAMIGLIA

1. DISABILI E FAMIGLIA 1. DISABILI E FAMIGLIA COSA FA IL CISS OSSOLA PER LE PERSONE CON DISABILITA E LE LORO FAMIGLIE Contribuisce a garantire condizioni di benessere relazionale, ambientale e sociale che valorizzino le risorse

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

MODULO 5 DATI CONTABILI

MODULO 5 DATI CONTABILI MODULO 5 DATI CONTABILI 1. GENERALITÁ Il Modulo Dati Contabili raccoglie informazioni riguardanti le entrate accertate e gli impegni di spesa corrente per ciascuna Funzione/Servizio. Le informazioni richieste

Dettagli

Assessorato alle Politiche Sociali. partner. dei cittadini. Vademecum 2007/2008

Assessorato alle Politiche Sociali. partner. dei cittadini. Vademecum 2007/2008 Assessorato alle Politiche Sociali partner dei cittadini Vademecum 2007/2008 Cari concittadini, questa guida ai servizi sociali del Comune di Cagliari è una prima risposta concreta, all esigenza e al diritto

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE SPESA SOCIALE DEI COMUNI IN GESTIONE SINGOLA E ASSOCIATA DEL PIANO DI ZONA CONSUNTIVO 2012

GUIDA ALLA COMPILAZIONE SPESA SOCIALE DEI COMUNI IN GESTIONE SINGOLA E ASSOCIATA DEL PIANO DI ZONA CONSUNTIVO 2012 Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato GUIDA ALLA COMPILAZIONE SPESA SOCIALE DEI COMUNI IN GESTIONE SINGOLA E ASSOCIATA DEL PIANO DI ZONA CONSUNTIVO 2012 INDICE DEL DOCUMENTO PREMESSA...

Dettagli

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Cod. ISTAT INT 00009 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Titolare: Dipartimento

Dettagli

Guida alla compilazione del questionario

Guida alla compilazione del questionario Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2007 Guida alla compilazione del questionario 1. AVVERTENZE GENERALI I dati richiesti nel questionario riguardano gli interventi

Dettagli

SOMMARIO NOTE TESTO. Art. 1. Art. 2. Art. 3. ALLEGATO A

SOMMARIO NOTE TESTO. Art. 1. Art. 2. Art. 3. ALLEGATO A Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16/11/1995 Ripartizione di contributi a carico del bilancio dello Stato e relativi all'annualita' 1994 per la realizzazione dei piani di cui all'art.

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini in Puglia Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N. REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N. 159 1. SCOPO DEL REGOLAMENTO L I.S.E.E. è lo strumento di valutazione

Dettagli

PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 del Piano di Zona Accordo di programma 2005-2007 della Zona Sociale Ravenna- Cervia - Russi

PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 del Piano di Zona Accordo di programma 2005-2007 della Zona Sociale Ravenna- Cervia - Russi PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 del Piano di Zona Accordo di programma 2005-2007 della Zona Sociale Ravenna- Cervia - Russi (comprensivo del PIANO TERRITORIALE PROVINCIALE PER AZIONI DI INTEGRAZIONE SOCIALE A

Dettagli

IL NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI DELLA REGIONE TOSCANA VERSIONE I 2009

IL NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI DELLA REGIONE TOSCANA VERSIONE I 2009 Allegato A - IL NOMENCLATORE DEGLI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI DELLA REGIONE TOSCANA VERSIONE I 2009 Parte I Introduzione: identità e finalità Parte II Il contenuto informativo caratteristiche dei servizi

Dettagli

Interventi di prevenzione e promozione sociale

Interventi di prevenzione e promozione sociale Assistenziale aiuto e sostegno Sostegno psico-sociale Interventi integrativi e sostitutivi delle funzioni proprie del nucleo familiare Assistenza domiciliare Consultorio Mediazione familiare Tutela salute

Dettagli

FAMIGLIA E POLITICHE SOCIALI. Data aggiornamento 13/05/2014 MONITORAGGIO TEMPI PROCEDIMENTALI ANNO 2014

FAMIGLIA E POLITICHE SOCIALI. Data aggiornamento 13/05/2014 MONITORAGGIO TEMPI PROCEDIMENTALI ANNO 2014 DIREZIONE FAMIGLIA E POLITICHE SOCIALI MONITORAGGIO TEMPI PROCEDIMENTALI ANNO 2014 Data aggiornamento 13/05/2014 BREVE DESCRIZIONE DEL CON INDICAZIONE DI TUTTI I RIFERIMENTI ASILI DI CASEGGIATO D.Lgs.

Dettagli

Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia

Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia comunità Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia 01 Il Servizio prevede incontri di formazione rivolti ad insegnanti e genitori delle Scuole dell Infanzia di Caselle, Sommacampagna e Custoza.

Dettagli

Premesse. % assegnazione del Fondo sociale regionale 2007 FNPS = 0 55 0 < FNPS 20. % utilizzo FNPS 2005 20 < FNPS 40

Premesse. % assegnazione del Fondo sociale regionale 2007 FNPS = 0 55 0 < FNPS 20. % utilizzo FNPS 2005 20 < FNPS 40 CRITERI DI UTILIZZO DEL FONDO REGIONALE Anno 2007 Premesse La Regione Lombardia ha inserito i finanziamenti derivanti dal Fondo Sociale Regionale nel sistema di finanziamento complessivo dei Piani di Zona,

Dettagli

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007, PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2007 DEL DISTRETTO DI CESENA VALLE SAVIO E DEI PROGRAMMI PROVINCIALI IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE

Dettagli

CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI

CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI Catalogo processi, tipologia dei procedimenti e valutazione del rischio area: CONTRIBUTI AREA DI RISCHIO Processi Tipologia di procedimenti Valutazione del Rischio Contributi economici per soggetti disagiati,

Dettagli

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI AREA Processi Tipologia di N. tot dei N. per i quali non sono stati rispettati gli standard procedimentali/

Dettagli

Assessore alle politiche per il il Benessere dei Cittadini. Simona Benedetti

Assessore alle politiche per il il Benessere dei Cittadini. Simona Benedetti Assessore alle politiche per il il Benessere dei Cittadini Simona Benedetti Persone Persone assistite assistite In aumento anziani, famiglie e minori seguiti Anno 2007 2008 2009 2010 Anziani 1475 1718

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI Affari Generali e Controlli interni 1) affari generali: a. gestione amministrativa di tutto il personale della Direzione Centrale, sulla base delle attestazioni

Dettagli

20 anni al servizio delle persone

20 anni al servizio delle persone 20 anni al servizio delle persone CHI SIAMO Nata a Bologna nel 1994, Àncora è una Cooperativa sociale di servizi alla persona che si occupa della gestione di servizi socio assistenziali, sanitari ed educativi

Dettagli

SETTORE SOCIALE CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 07 SERVIZI: SOCIO-ASSISTENZIALE

SETTORE SOCIALE CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 07 SERVIZI: SOCIO-ASSISTENZIALE SETTORE SOCIALE SERVIZI: SOCIO-ASSISTENZIALE CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 07 FUNZIONI DEI SERVIZI SERVIZIO SOCIO-ASSISTENZIALE Il Settore è preposto ad assicurare alle persone e alle famiglie un sistema

Dettagli

Assessorato alle Politiche Sociali. Partner dei cittadini. socialmenteutile GUIDA AI SERVIZI 2009/2010

Assessorato alle Politiche Sociali. Partner dei cittadini. socialmenteutile GUIDA AI SERVIZI 2009/2010 Assessorato alle Politiche Sociali Comune di Cagliari Partner dei cittadini socialmenteutile GUIDA AI SERVIZI 2009/2010 Breve guida per tutti i cittadini ai servizi sociali del Comune di Cagliari Comune

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli