AGENDA. q Gli obie0vi delle car policy q Evoluzione delle car policy q Evoluzione delle car list

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGENDA. q Gli obie0vi delle car policy mul@nazionali. q Evoluzione delle car policy mul@nazionali. q Evoluzione delle car list mul@nazionali"

Transcript

1 Analisi e scelte di car policy per le flotte multinazionali Laura Echino Membro del Comitato Dire0vo A.I.A.G.A. Corporate General Services Manager Lavazza A.I. A. G. A. Associazione Italiana Acquiren4 e Gestori di Auto aziendali Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica S.r.l telefono +39 (0) fax: +39 (0)

2 AGENDA q I fa?ori nella delle flo?e q Gli obie0vi delle car policy q Evoluzione delle car policy q Evoluzione delle car list A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

3 I FATTORI DETERMINANTI NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE Ø Sostenibilità economica focus sul TCO Ø Sicurezza stradale Ø Sostenibilità ambientale - a?enzione ai livelli di emissione Ø Garanzia di un buon livello di servizio ai drivers Ø A?enzione al confort e dei L a ges4one di tu\ ques4 aspe\ si complica nel caso di flo^e mul4nazionali A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

4 CAR POLICY MULTINAZIONALI GLI OBIETTIVI q armonizzare le regole contra0, accordi con case costru?rici, definizione delle fasce, livello di servizio, etc ) q armonizzare i cos4 (definire budget di riferimento per fascia e paese) q armonizzare le car list q garan4re coerenza di tra^amento dei nei diversi paesi A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

5 CAR POLICY MULTINAZIONALI CONTESTI e DIFFICOLTA q presenza di operatori locali q scarsa conoscenza realtà locali (fornitori, di assistenza, servizi disponibili, etc ) q difficoltà raccolta informazioni q presenza di legislazioni ed abitudini diverse q resistenza al cambiamento A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

6 EVOLUZIONE CAR POLICY MULTINAZIONALI Ø Dall imposizione di un modello unico di car policy, valido per tu0 i paesi, si sta passando ad un approccio più aperto che, nel rispe?o della strategia internazionale definita a monte, tenga conto delle realtà locali (tassazioni diverse, diversa concezione della company car, etc..) Ø Le crisi economiche hanno influenzato anche le car policy che sono state ogge?o di azioni di downsizing e downgrading Ø Nonostante gli di ridimensionamento di alcune flo?e (nel numero o nelle le società hanno mantenuto alta l a?enzione alla sicurezza di guida; in casi le car policy non solo prevedono dotazioni delle ve?ure, ma sempre più spesso prevedono aziendali per sensibilizzare i drivers e premiare gli di guida più sicuri A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

7 EVOLUZIONE CAR POLICY MULTINAZIONALI (SEGUE) Ø Le car policy già da alcuni anni hanno iniziato a considerare le alla riduzione dei consumi e all impa?o ambientale; la compresenza però in paesi diversi con conseguente diversa sensibilità all ecologia rende difficile la definizione di una car policy valida in tu?e le nazioni Ø Per superare la complessità delle è fondamentale un team internazionale che lavori al proge?o di car policy affinché i si sentano parte a0va e possano dare un contributo a0vo e grazie anche alla conoscenza della realtà locale in cui operano Ø Sempre più società stanno spostando l a?enzione dalla della flo?a alla della mobilità, quindi la car policy si espande e si integra con altre soluzioni che possano ed o0mizzare i tempi e i degli dei siano essi assegnatari di company cars o no A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

8 EVOLUZIONE CAR LIST MULTINAZIONALI Ø La crescita per acquisizione di molte società determina la di flo?e spesso non omogenee; uno dei principali problemi quindi è mappare la consistenza della flo?a (numerosità e qualità) al fine di individuare i gap tra paese Ø Considerata la numerosità e varietà di modelli di ve?ure sul mercato internazionale e le di prodo?o delle case è difficile riuscire ad individuare car list valide in tu0 paesi e, in casi, neanche conveniente Ø Partendo dalle regole generali della car policy di gruppo quindi occorre definire delle car list il più omogenee possibili che comunque colgano le eventuali opportunità di o0mizzazione disponibili sul mercato locale A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

9 EVOLUZIONE CAR LIST MULTINAZIONALI (SEGUE) Ø Molto importante nella definizione di car list è la possibilità di definire di accordi commerciali internazionali con le case costru?rici (scelte in base alla loro presenza e posizionamento nei diversi paesi) che consentano di o0mizzare la forza contra?uale della flo?a globale, nel rispe?o delle realtà locali Ø Le nuove car list sempre più spesso prevedono di emissione di CO2 che in possono escludere alcuni modelli; non è sempre possibile applicare subito quest approccio, ma è fondamentale dichiarare l obie0vo a tendere, e coinvolgere il team al raggiungimento del risultato Ø è la manutenzione delle car list locali che devono essere periodicamente riviste sia alla luce dei possibili della car policy internazionale sia dei degli scenari locali A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

10 L impegno richiesto per definire e una car policy è grande, sia in termini di risorse sia di tempo ma è difficile raggiungere l obie0vo se manca IL COMMITMENT DEI VERTICI AZIENDALI A.I.A.G.A. Associazione Italiana e Gestori di Auto Aziendali - Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica Srl - telefono +39 (0) fax: +39 (0)

11 GRAZIE PER L ATTENZIONE E ARRIVEDERCI.. Laura Echino A.I.A.G.A. Board Member A.I. A. G. A. Associazione Italiana Acquiren4 e Gestori di Auto aziendali Via Ugo Bassi, Bologna (Italy) Codice fiscale: Ufficio Stampa: Econometrica S.r.l telefono +39 (0) fax: +39 (0)

La car policy in Italia Giovanni Tortorici Presidente A.I.A.G.A. Purchasing Manager Barilla G. e R. Fratelli S.p.A. Bologna, 25 OUobre 2011

La car policy in Italia Giovanni Tortorici Presidente A.I.A.G.A. Purchasing Manager Barilla G. e R. Fratelli S.p.A. Bologna, 25 OUobre 2011 La car policy in Italia Giovanni Tortorici Presidente A.I.A.G.A. Purchasing Manager Barilla G. e R. Fratelli S.p.A. Bologna, 25 OUobre 2011 A.I. A. G. A. Associazione Italiana Acquiren4 e Gestori di Auto

Dettagli

Criteri di car policy e definizione di car list

Criteri di car policy e definizione di car list Criteri di car policy e definizione di car list Carlo Bertolini Membro del Comitato Dire/vo A.I.A.G.A. Responsabile Area Servizi & Security Direzione Risorse Umane Italia Chiesi FarmaceuCci S.p.A. A.I.

Dettagli

DAL COSTO DELLA FLOTTA AL TCO

DAL COSTO DELLA FLOTTA AL TCO DAL COSTO DELLA FLOTTA AL TCO Case history LAVAZZA Corporate General Services Manager Laura Echino Milano, 23 ottobre 2013 1 IL GRUPPO IL FATTURATO 2012 1.330,7 milioni di euro 3 LAVAZZA oggi è presente

Dettagli

Responsabilità sociale d impresa e risparmio energetico. Barbara Pancino

Responsabilità sociale d impresa e risparmio energetico. Barbara Pancino Responsabilità sociale d impresa e risparmio energetico Barbara Pancino Facoltà di Scienze Poli9che Viterbo, 15 dicembre 2010 COSA È LA RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (RSI) La RSI è la decisione volontaria

Dettagli

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 Il presente Questionario è composto di più sezioni. Il fine è quello di raccogliere le informazioni sui progetti dei concorrenti e fornire quindi alla Giuria il mezzo

Dettagli

XXIV Edizione Premio Marke7ng. Il Caso SIM, XXIV edizione

XXIV Edizione Premio Marke7ng. Il Caso SIM, XXIV edizione XXIV Edizione Premio Marke7ng Il Caso SIM, XXIV edizione La Società Italiana di Marke1ng nasce nel 2002 sul modello della celebre American Marke7ng Associa7on, con l intenzione di porsi come: punto di

Dettagli

Insieme c è Futuro REGOLAMENTO. Piano di comunicazione POR- FESR Marche 2007-2013

Insieme c è Futuro REGOLAMENTO. Piano di comunicazione POR- FESR Marche 2007-2013 Piano di comunicazione POR- FESR Marche 2007-2013 Insieme c è Futuro CONCORSO RISERVATO AGLI STUDENTI UNIVERSITARI DEGLI ATENEI DELLA REGIONE REGOLAMENTO Art.1 Premesse e Finalità Con la programmazione

Dettagli

L offerta Auto di Assimoco dedicata alle Banche. Oscar Fo7 - Responsabile Ramo Auto Assimoco

L offerta Auto di Assimoco dedicata alle Banche. Oscar Fo7 - Responsabile Ramo Auto Assimoco L offerta Auto di Assimoco dedicata alle Banche Oscar Fo7 - Responsabile Ramo Auto Assimoco Forum Bancassicurazione ABI - Roma, 8 O6obre 2015 Il portafoglio Auto di Assimoco Al 31/08/2015 il portafoglio

Dettagli

Regolamento. Sodalitas Social Innovaon è un progeo di Fondazione Sodalitas www.socialinnovaon.sodalitas.it www.sodalitas.it

Regolamento. Sodalitas Social Innovaon è un progeo di Fondazione Sodalitas www.socialinnovaon.sodalitas.it www.sodalitas.it Regolamento Sodalitas Social Innovaon è un progeo di Fondazione Sodalitas www.sodalitas.it Regolamento L iniziava Sodalitas Social Innovaon (SSI) è stata ideata da Fondazione Sodalitas allo scopo di: supportare

Dettagli

Studio. Studio. Studio. Lo Studio Legale Padovani è fondato e dire3o dall avv. Simone Padovani.

Studio. Studio. Studio. Lo Studio Legale Padovani è fondato e dire3o dall avv. Simone Padovani. Lo Legale Padovani è fondato e dire3o dall avv. Simone Padovani. Lo svolge a8vità di consulenza legale e assistenza giudiziale a clien

Dettagli

LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE

LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE La presente pubblicazione è stata realizzata in collaborazione con Centro Studi Fleet & Mobility e

Dettagli

SOMMARIO. 1. Quali esigenze? 2. Perché scegliere un ERP. 3. Cosa blocca una PMI. 4. Questo è il momento giusto. 5. Vantaggi. 6. Perché SAP è Leader

SOMMARIO. 1. Quali esigenze? 2. Perché scegliere un ERP. 3. Cosa blocca una PMI. 4. Questo è il momento giusto. 5. Vantaggi. 6. Perché SAP è Leader Perché sceglierlo? SOMMARIO 1. Quali esigenze? 2. Perché scegliere un ERP 3. Cosa blocca una PMI 4. Questo è il momento giusto 5. Vantaggi 6. Perché SAP è Leader 7. Perché SAP Business One è Leader Quali

Dettagli

Informazioni*chiave*per*gli*inves3tori# Obie@vi*e*poli3ca*d'inves3mento# Profilo*di*rischio*e*di*rendimento#

Informazioni*chiave*per*gli*inves3tori# Obie@vi*e*poli3ca*d'inves3mento# Profilo*di*rischio*e*di*rendimento# Informazioni*chiave*per*gli*inves3tori Il presente documento con/ene le informazioni chiave di cui tu6 gli inves/tori devono disporre in relazione a questofondo.nonsitra;adiundocumentopromozionale.leinformazionicontenutenelpresentedocumento,

Dettagli

Gli strumen, social e l usabilità al servizio della scuola. Da MatchPoint a La Buona Scuola

Gli strumen, social e l usabilità al servizio della scuola. Da MatchPoint a La Buona Scuola Gli strumen, social e l usabilità al servizio della scuola Da MatchPoint a La Buona Scuola premessa Social media: tecnologie online che le persone u7lizzano per interagire e condividere contenu7 Potenzialmente

Dettagli

Regolamento. Sodalitas Social Innovaon è un progeo di Fondazione Sodalitas www.socialinnovaon.sodalitas.it www.sodalitas.it

Regolamento. Sodalitas Social Innovaon è un progeo di Fondazione Sodalitas www.socialinnovaon.sodalitas.it www.sodalitas.it Regolamento Sodalitas Social Innovaon è un progeo di Fondazione Sodalitas www.sodalitas.it Regolamento L iniziava Sodalitas Social Innovaon (SSI) si propone l obievo di: aiutare il Nonprofit a sviluppare

Dettagli

Le nuove frontiere della gestione della mobilità aziendale

Le nuove frontiere della gestione della mobilità aziendale Le nuove frontiere della gestione della mobilità aziendale Andrea Solari Direttore Corporate Vehicle Observatory di Arval Italia Company Car Drive 17 Aprile 2013 1 Il Corporate Vehicle Observatory di Arval

Dettagli

Casa Appartamento per disabili psichici

Casa Appartamento per disabili psichici R E G I O N E S I C I L I A N A Assessorato della Famiglia, delle Poliche Sociali e delle Autonomie Locali Diparmento della Famiglia e delle Poliche Sociali Casa Appartamento per disabili psichici 1. Numero

Dettagli

Tendenze nella Mobilità Aziendale

Tendenze nella Mobilità Aziendale Tendenze nella Mobilità Aziendale Marco Onorati Strategic Sourcing Manager BSS SEMEA Cofondatore e Consigliere A.I.A.G.A. Monza, 12 Maggio 2016 L evoluzione della Mobilità Aziendale Dal TCO al TCM Agenda

Dettagli

LE ASSOCIAZIONI IT Il valore aggiunto per i professional del seore (parte 4)

LE ASSOCIAZIONI IT Il valore aggiunto per i professional del seore (parte 4) LE ASSOCIAZIONI IT Il valore aggiunto per i professional del seore (parte 4) INDICE Intervista alla Do.ssa Antonella Ferrari, Presidente di ClubTI Milano 23 gennaio 2012 Intervista alla Do.ssa Antonella

Dettagli

CENTRO DIURNO PER DISABILI

CENTRO DIURNO PER DISABILI R E G I O N E S I C I L I A N A Assessorato della Famiglia, delle Poliche Sociali e delle Autonomie Locali Diparmento della Famiglia e delle Poliche Sociali CENTRO DIURNO PER DISABILI 1. Numero Azione

Dettagli

Mutui Connect La piattaforma informativa per l erogazione e la portabilità dei mutui

Mutui Connect La piattaforma informativa per l erogazione e la portabilità dei mutui Mutui Connect La piattaforma informativa per l erogazione e la portabilità dei mutui Vincenzo Gunnella Notaio Angelo Peppetti - ABI Organo collegiale Mutui Conncet 1 dicembre 2014 Ø La collaborazione ABI

Dettagli

Le configurazioni di costo

Le configurazioni di costo SISTEMI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Le configurazioni di costo Prof.ssa Monia Castellini Copyright Sistemi di programmazione e controllo 1 Obie9vi forma

Dettagli

SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ

SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ ARVAL CONSULTING ITALY UN TEAM DI PROFESSIONISTI A DISPOSIZIONE Il Team Arval Consulting è composto da professionisti costantemente

Dettagli

LA CORPORATE CAR POLICY. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A.

LA CORPORATE CAR POLICY. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A. 1. INTRODUZIONE Il documento di Car Policy aziendale: definisce i criteri di utilizzo ed assegnazione ai dipendenti dell

Dettagli

L evoluzione della normativa tecnica. Antonio Panvini - CTI Ettore Piantoni - CT 202 «Uso razionale e gestione dell energia»

L evoluzione della normativa tecnica. Antonio Panvini - CTI Ettore Piantoni - CT 202 «Uso razionale e gestione dell energia» L evoluzione della normativa tecnica Antonio Panvini - CTI Ettore Piantoni - CT 202 «Uso razionale e gestione dell energia» 1 Come opera il CTI 2 La legislazione di riferimento Decreto Legisla.vo n. 115/08

Dettagli

Agricoltura e sicurezza alimentare

Agricoltura e sicurezza alimentare Università degli Studi di Torino DISAFA Dip. di Scienze Agrarie, Forestali e alimentari Agricoltura e sicurezza alimentare Torino 13 novembre 2015 L'aumento della popolazione non significa solo aumento

Dettagli

MANUALE INTRODUTTIVO

MANUALE INTRODUTTIVO MANUALE INTRODUTTIVO Scaricamento da internet e installazione Fenice è liberamente disponibile su internet, all indirizzo h#p://www.fenicex.it/downloads.html, cliccando sul pulsante Download posto sulla

Dettagli

Scadenza del Bando: 10 Giugno 2015 Corso: dal 16 Giugno 2015 al 17 Luglio 2015. Promosso da. In collaborazione con

Scadenza del Bando: 10 Giugno 2015 Corso: dal 16 Giugno 2015 al 17 Luglio 2015. Promosso da. In collaborazione con Scadenza del Bando: 10 Giugno 2015 Corso: dal 16 Giugno 2015 al 17 Luglio 2015 Promosso da In collaborazione con PALESTRA DELLE PROFESSIONI DIGITALI I promotori del proge-o forma0vo Palestra delle Professioni

Dettagli

Il Finanziamento delle infrastru2ure e la crescita nel lungo termine. Temi che richiedono a2enzione da parte del legislatore nazionale e comunitario

Il Finanziamento delle infrastru2ure e la crescita nel lungo termine. Temi che richiedono a2enzione da parte del legislatore nazionale e comunitario Il Finanziamento delle infrastru2ure e la crescita nel lungo termine Temi che richiedono a2enzione da parte del legislatore nazionale e comunitario L imposta sulle transazioni finanziarie (FTT) Il finanziamento

Dettagli

Marco Bechini Corporate Business Development Dire>ore scien?fico ADAPT. Expo Milano 09/06/2015

Marco Bechini Corporate Business Development Dire>ore scien?fico ADAPT. Expo Milano 09/06/2015 Marco Bechini Corporate Business Development Dire>ore scien?fico ADAPT Expo Milano 09/06/2015 Il Consorzio Proge&o ammesso al finanziamento da parte del MIUR nel contesto di Smart Ci:es Nazionali D.D.

Dettagli

Dalla proprietà all u.lizzo

Dalla proprietà all u.lizzo Dalla proprietà all u.lizzo Milano, 21 Luglio 2015 This informa,on is confiden,al and was prepared by MBS Consul,ng solely for the use of our client; it is not to be relied on by any 3rd party without

Dettagli

CROCE D ORO MILANO - ONLUS

CROCE D ORO MILANO - ONLUS PRESENTAZIONE 2013 CROCE D ORO MILANO - ONLUS L Associazione Croce d Oro nasce nel 1957 a Milano su inizia>va di un piccolo gruppo di Volontari che, grazie ad una autotassazione, acquistano e mejono a

Dettagli

Fin dal 1996 il Comune di Venezia ha ado3ato la strategia di Agenda 21 con risulta; rilevan; dal punto di vista scien;fico (collana si studi e

Fin dal 1996 il Comune di Venezia ha ado3ato la strategia di Agenda 21 con risulta; rilevan; dal punto di vista scien;fico (collana si studi e Fin dal 1996 il Comune di Venezia ha ado3ato la strategia di Agenda 21 con risulta; rilevan; dal punto di vista scien;fico (collana si studi e ricerche della FEEM Fondazione Eni Enrico Ma3ei), più modeste

Dettagli

Autonomia e responsabilità sociale dell università: governance ed accountability nel processo di riforma

Autonomia e responsabilità sociale dell università: governance ed accountability nel processo di riforma Autonomia e responsabilità sociale dell università: governance ed accountability nel processo di riforma Vercelli, 2 marzo 2012 Prof. Angelo Pale6a Dipar9mento di Scienze aziendali Alma Mater Studiorum

Dettagli

Le novità introdotte dai Decreti Sviluppo per il finanziamento alle imprese e le possibili evoluzioni

Le novità introdotte dai Decreti Sviluppo per il finanziamento alle imprese e le possibili evoluzioni Min!tero dello Svilu#o economico Le novità introdotte dai Decreti Sviluppo per il finanziamento alle imprese e le possibili evoluzioni Stefano Firpo Capo della Segreteria Tecnica del Ministro Roma, 28

Dettagli

CHI SIAMO INTRODUZIONE

CHI SIAMO INTRODUZIONE Tali cara4eris>che perme4ono quindi l allineamento degli obie=vi della clientela con quelli della società, in quanto al raggiungimento di al> livelli di reddi>vità per la clientela, Zeus Capital persegue

Dettagli

Fenice Newsle er La nuova versione 6.0.01.01 #1 - Fa ura di interessi per ritardato pagamento Genera fa ura di interessi

Fenice Newsle er La nuova versione 6.0.01.01 #1 - Fa ura di interessi per ritardato pagamento Genera fa ura di interessi Spe.le Cliente, noi di SEI - Servizi Informaci siamo molto lie (e un po orgogliosi) di iniziare la pubblicazione di questo noziario, denominato Fenice Newsleer, entro il quale troverete le ulme novità

Dettagli

Le 4 nuove leve per far crescere il Business

Le 4 nuove leve per far crescere il Business Le 4 nuove leve per far crescere il Business Come costruire un Digital Nervous System proattivo e vincente Ilenia Boschin 1 Di cosa parliamo oggi? Il mercato oggi offre un'unica certezza: il cambiamento.

Dettagli

"Agent Channel R- evolu0on": la parola agli agen-

Agent Channel R- evolu0on: la parola agli agen- "Agent Channel R- evolu0on": la parola agli agen- Chiara Frigerio - Federico Rajola CeTIF - Università Ca=olica di Milano Conven0on nazionale ANAPA Roma, 13 febbraio 2014 1 Lo scenario di mercato: un se=ore

Dettagli

L innovazione e le start up

L innovazione e le start up L innovazione e le start up Il modello di valutazione di Invitalia Roma, 25 novembre 2015 SMART & START 2 Invitalia e il sostegno all imprenditorialità: gli incen2vi Smart&Start Smart&Start nasce con l

Dettagli

Buone pra9che di sostenibilità ado#ate in La#eria Soresina. Ma#eo Bignardi Mantova, 27 Aprile 2016

Buone pra9che di sostenibilità ado#ate in La#eria Soresina. Ma#eo Bignardi Mantova, 27 Aprile 2016 Buone pra9che di sostenibilità ado#ate in La#eria Soresina Ma#eo Bignardi Mantova, 27 Aprile 2016 INDICE CHI SIAMO I NOSTRI VALORI LATTERIA SORESINA E L AMBIENTE 1. Sostenibilità nel territorio agricolo

Dettagli

Un successo internazionale

Un successo internazionale Un successo internazionale Case History Sediarreda Un caso di successo di E-commerce nel contesto di un distretto in crisi 2 Il cliente: Sediarreda oggi Tra i maggiori distributori italiani di prodo1 per

Dettagli

I risultati del Questionario sul World Class Manufacturing ai lavoratori Fiat

I risultati del Questionario sul World Class Manufacturing ai lavoratori Fiat Le persone e la fabbrica Ricerca FIM CISL sulle condizioni dei lavoratori negli stabilimenti FIAT COMITATO SCIENTIFICO I risultati del Questionario sul World Class Manufacturing ai lavoratori Fiat 14 maggio

Dettagli

La funzione Risorse Umane e gli specialisti di GRU

La funzione Risorse Umane e gli specialisti di GRU La funzione Risorse Umane e gli specialisti di GRU Corso di dott. Cristiano Ghiringhelli Anno Accademico -14 1 Alcune domande chiave 1. Quali sono i ruoli assegnati alla funzione Risorse Umane? 2. Quali

Dettagli

Introduzione alla ges0one delle risorse umane

Introduzione alla ges0one delle risorse umane Introduzione alla ges0one delle risorse umane Logiche, principi, a/ori Marco Briolini Cos è la ges5one delle risorse umane Strategia e ges5one Il modello di riferimento: i principi della ges5one le dimensioni

Dettagli

È il regolamento quadro sulla sicurezza alimentare. Introduce la necessità di ges6re la rintracciabilità per tu6 gli alimen6 des6na6 all essere umano

È il regolamento quadro sulla sicurezza alimentare. Introduce la necessità di ges6re la rintracciabilità per tu6 gli alimen6 des6na6 all essere umano È il regolamento quadro sulla sicurezza alimentare. Introduce la necessità di ges6re la rintracciabilità per tu6 gli alimen6 des6na6 all essere umano e per i mangimi per gli animali da reddito, per garan6re

Dettagli

Relazione Semestrale al 30.06.2012. Fondo Federico Re

Relazione Semestrale al 30.06.2012. Fondo Federico Re Relazione Semestrale al 30.06.2012 Fondo Federico Re Gesti-Re SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.500.000 i.v. Codice Fiscale, Partita

Dettagli

Workshop Le coopera-ve e lo strumento del contra5o di rete: analisi e prospe8ve

Workshop Le coopera-ve e lo strumento del contra5o di rete: analisi e prospe8ve Workshop Le coopera-ve e lo strumento del contra5o di rete: analisi e prospe8ve Aspe& fiscali e contabili alla luce della circolare Agenzia delle Entrate 18 giugno 2013, n.20/e 28 novembre 2013 Claudio

Dettagli

Scadenza del Bando: 28 Ottobre 2015 Corso: dal 03 Novembre 2015 al 04 Dicembre 2015. Promosso da. In collaborazione con

Scadenza del Bando: 28 Ottobre 2015 Corso: dal 03 Novembre 2015 al 04 Dicembre 2015. Promosso da. In collaborazione con Scadenza del Bando: 28 Ottobre 2015 Corso: dal 03 Novembre 2015 al 04 Dicembre 2015 Promosso da In collaborazione con PALESTRA DELLE PROFESSIONI DIGITALI I promotori del proge-o forma0vo Palestra delle

Dettagli

Rete regionale Bellacoopia

Rete regionale Bellacoopia Rete regionale Bellacoopia Il proge)o Bellacoopia è uno degli interven4 strategici di diffusione della cultura coopera4va del sistema Legacoop Emilia Romagna. Si rivolge al mondo della scuola e ha l obie@vo

Dettagli

"Sanità Ele,ronica e Innovazione delle Re5"

Sanità Ele,ronica e Innovazione delle Re5 Angelo Lino Del Favero Presidente Angelo di Lino Federsanità Del Favero ANCI Dire9ore Is:tuto Superiore di Sanità Presidente di Federsanità ANCI Direttore Istituto Superiore di Sanità Slide 1 "Sanità Ele,ronica

Dettagli

Bologna, 25 OUobre 2011

Bologna, 25 OUobre 2011 Bologna, 25 OUobre 2011 A.I. A. G. A. Associazione Italiana Acquiren4 e Gestori di Auto aziendali Via Ugo Bassi, 7 40121 Bologna (Italy) Codice fiscale: 91332590370 Ufficio Stampa: Econometrica S.r.l telefono

Dettagli

FORUM ITALIANO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA Nuovo mandato ed evoluzione dei lavori

FORUM ITALIANO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA Nuovo mandato ed evoluzione dei lavori FORUM ITALIANO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA Nuovo mandato ed evoluzione dei lavori Mario Carmelo Piancaldini Agenzia delle Entrate Coordinatore del Forum italiano sulla Fatturazione Elettronica Roma

Dettagli

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices Product Overview ITI Apps Enterprise apps for mobile devices ITI idea, proge2a e sviluppa apps per gli uten6 business/enterprise che nell ipad, e nelle altre pia2aforme mobili, possono trovare un device

Dettagli

An#ntrusione: sicuri di farla bene?

An#ntrusione: sicuri di farla bene? An#ntrusione: sicuri di farla bene? La prima cosa che si deve fare per realizzare un sistema an5ntrusione è essere sicuri di ciò che si sta facendo, dal punto di vista norma5vo e da quello dell uso delle

Dettagli

Tendenze Flotte Aziendali Belgio Tiziana Maniezzo Fleet Manager Dalkia Benelux Board Member Federazione Fleet & Mobility Managers Belgio

Tendenze Flotte Aziendali Belgio Tiziana Maniezzo Fleet Manager Dalkia Benelux Board Member Federazione Fleet & Mobility Managers Belgio Tendenze Flotte Aziendali Belgio Tiziana Maniezzo Fleet Manager Dalkia Benelux Board Member Federazione Fleet & Mobility Managers Belgio Fleet & Mobility B.F.F.M.M. = Federazione Belga dei Fleet e Mobility

Dettagli

I Corsi T. T. LAB 2.0 0 Social Media Marketing per la promozione e la gestione della Brand Reputation del prodotto turistico Il seminario é pensato per un target di gestori di aziende (strutture ricettive,

Dettagli

La scelta delle auto aziendali e la driver satisfaction

La scelta delle auto aziendali e la driver satisfaction La scelta delle auto aziendali e la driver satisfaction Ermanno Molinari COMPANY CAR DRIVE - Monza, 14 Maggio 2014 Workshop: La scelta della auto aziendali e la driver satisfaction INDICE 1. LA DRIVER

Dettagli

Bologna, 25 Ottobre 2011

Bologna, 25 Ottobre 2011 Bologna, 25 Ottobre 2011 A.I. A. G. A. Associazione Italiana Acquirenti e Gestori di Auto aziendali Via Ugo Bassi, 7 40121 Bologna (Italy) Codice fiscale: 91332590370 Ufficio Stampa: Econometrica S.r.l

Dettagli

MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015

MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015 MPS: Fare Marketing, Vendere e Soddisfare il Cliente ABI Dimensione Cliente 2015 Roma, 9-10 Aprile Paolo Pellegrini Banca Monte dei Paschi di Siena Responsabile Marketing Strategico Retail Negli ultimi

Dettagli

GE Capital. Fleet Services. L innovazione che trasforma la gestione della vostra flotta

GE Capital. Fleet Services. L innovazione che trasforma la gestione della vostra flotta GE Capital Fleet Services. L innovazione che trasforma la gestione della vostra flotta GE Capital Fleet Services Leader globali, partner locali. Una realtà internazionale Scegliere GE Capital significa

Dettagli

La Ripar(zione Informa(ca nel prossimo triennio. A5lio Santocchia Perugia 18.04.2013

La Ripar(zione Informa(ca nel prossimo triennio. A5lio Santocchia Perugia 18.04.2013 La Ripar(zione Informa(ca nel prossimo triennio A5lio Santocchia Perugia 18.04.2013 I grandi proge5 Il sistema U- GOV G- Pod è morto I verbali degli esami online Il sistema documentale integrato L anello

Dettagli

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI 1 L utilizzo dei veicoli a metano e GPL nelle flotte aziendali Gli argomenti: Il Corporate Vehicle Observatory Il contesto di mercato: Barometro

Dettagli

Do#Com. Bagne, StampaOffice

Do#Com. Bagne, StampaOffice Do#Com Bagne, StampaOffice La Vision Customer first! L impera

Dettagli

CAPITOLO 2. Domanda e offerta

CAPITOLO 2. Domanda e offerta CAPITOLO 2 Domanda e offerta 1 Merca9 perfe;amente compe99vi Definizione: I merca' perfe*amente compe''vi sono quei merca/ in cui i venditori e i compratori sono così numerosi e le transazioni così piccole

Dettagli

SEO. Visibilità a cos, contenu, Tante soluzioni per i migliori risulta, SEO - ADV - Campagne web e virali

SEO. Visibilità a cos, contenu, Tante soluzioni per i migliori risulta, SEO - ADV - Campagne web e virali Tante soluzioni per i migliori risulta, - ADV - Campagne web e virali La nostra società si occupa di pianificare budget per campagne On- line ADV tradizionali, garantendo obie in termini di

Dettagli

Il Valore Aggiunto del Sistema dei Controlli Interni Integrato

Il Valore Aggiunto del Sistema dei Controlli Interni Integrato Il Valore Aggiunto del Sistema dei Controlli Interni Integrato La vista dell Organizzazione e la vista dell Audit Milano, 24 Aprile 2015 LA VISTA DELL ORGANIZZAZIONE Massimo Barazzetta, Responsabile Direzione

Dettagli

Convenzione ONU sui diri0 dell infanzia e l adolescenza

Convenzione ONU sui diri0 dell infanzia e l adolescenza Convenzione ONU sui diri0 dell infanzia e l adolescenza Ado%ata dall Assemblea Generale il 20 novembre 1989 Ra9ficata dall Italia il 27 maggio 1991 Ra9ficata da 194 Sta9 in tu%o il mondo (tuc - 2) Convenzione

Dettagli

Realizzazione di prodo- combina1 Offset + Digitale. L esperienza di CSQ. IFRA ITALIA 2013 Bergamo 26 giugno 2013

Realizzazione di prodo- combina1 Offset + Digitale. L esperienza di CSQ. IFRA ITALIA 2013 Bergamo 26 giugno 2013 Realizzazione di prodo- combina1 Offset + Digitale. L esperienza di CSQ. IFRA ITALIA 2013 Bergamo 26 giugno 2013 LO SCENARIO DI RIFERIMENTO. Negli ul(mi anni il sistema industriale dei quo(diani e dei

Dettagli

Tecnologia e flessibilità per le coperture auto "su misura" Enrico San Pietro Vice Direttore Generale Danni

Tecnologia e flessibilità per le coperture auto su misura Enrico San Pietro Vice Direttore Generale Danni Tecnologia e flessibilità per le coperture auto "su misura" Enrico San Pietro Vice Direttore Generale Danni 29 Marzo 2012 Strategia Motor e Target Focalizzare l a,enzione sulle ampie fasce di clientela

Dettagli

Ancona 22 ottobre 2012 Fabio Travagliati Politiche Comunitarie Autorità di Gestione FESR e FSE

Ancona 22 ottobre 2012 Fabio Travagliati Politiche Comunitarie Autorità di Gestione FESR e FSE Ancona 22 ottobre 2012 Fabio Travagliati Politiche Comunitarie Autorità di Gestione FESR e FSE implementare l iden-tà visuale del POR- FESR e la riconoscibilità della sua azione e del valore aggiunto da

Dettagli

Forum HR 2014 Banche e Risorse Umane. Le nuove professioni nella Banca che cambia

Forum HR 2014 Banche e Risorse Umane. Le nuove professioni nella Banca che cambia Forum HR 2014 Banche e Risorse Umane Le nuove professioni nella Banca che cambia Roma, 19 e 20 maggio 2014 Premessa: il contesto di riferimento L innovazione e il mondo del lavoro A seguito della crisi

Dettagli

TNT e la Corporate Responsibility. Stefania Lallai TNT Express Italy Communication & CR Manager

TNT e la Corporate Responsibility. Stefania Lallai TNT Express Italy Communication & CR Manager TNT e la Corporate Responsibility Stefania Lallai TNT Express Italy Communication & CR Manager TNT Express Player globale nel settore espresso delle consegne door to door in oltre 200 Paesi 83.000 persone

Dettagli

LA CORPORATE CAR POLICY

LA CORPORATE CAR POLICY Ermanno Molinari Bologna, venerdì 7 giugno 2013 iziativa 1. INTRODUZIONE LA CORPORATE CAR POLICY Il documento di Car Policy aziendale: definisce i criteri di utilizzo ed assegnazione ai dipendenti dell

Dettagli

EXPO E TERRITORI. Viaggio alla scoperta dei tesori nascos2 e delle eccellenze agroalimentari d Italia (inizia&va n. 24 di Agenda Italia 2015)

EXPO E TERRITORI. Viaggio alla scoperta dei tesori nascos2 e delle eccellenze agroalimentari d Italia (inizia&va n. 24 di Agenda Italia 2015) 1. EXPO E TERRITORI In vista di EXPO Milano 2015, l Esposizione Universale che l Italia ospiterà tra maggio e o

Dettagli

IO MANGIO A SCUOLA: IGIENE E SICUREZZA DEL CIBO

IO MANGIO A SCUOLA: IGIENE E SICUREZZA DEL CIBO IO MANGIO A SCUOLA: IGIENE E SICUREZZA DEL CIBO Requisi' di qualità nell appalto e di sostenibilità della fornitura dei pas': luci e ombre 16 Se&embre 2014 Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI

Dettagli

Macchine e A*rezzature per la Preparazione e la Lavorazione degli Alimen8. La regolamentazione dei materiali a conta*o per il Mercato CE

Macchine e A*rezzature per la Preparazione e la Lavorazione degli Alimen8. La regolamentazione dei materiali a conta*o per il Mercato CE Macchine e A*rezzature per la Preparazione e la Lavorazione degli Alimen8 La regolamentazione dei materiali a conta*o per il Mercato CE Vanda Spina e Riccardo Giambelli Dal Libro bianco sulla sicurezza

Dettagli

Reazioni ed aspea!ve del mercato ad un mese da Solvency II

Reazioni ed aspea!ve del mercato ad un mese da Solvency II Newsletter n. 11 Ottobre 2015 EDITORIALE L EVOLUZIONE DEL RUOLO DELL ATTUARIO I NOSTRI PROSSIMI EVENTI Reazioni ed aspea!ve del mercato ad un mese da Solvency II Milano, 23 novembre 2015 In Italia come

Dettagli

Realizzare l Unione Energetica europea. Proposte e raccomandazioni di policy per dare energia alla competitività dell Europa

Realizzare l Unione Energetica europea. Proposte e raccomandazioni di policy per dare energia alla competitività dell Europa Realizzare l Unione Energetica europea Proposte e raccomandazioni di policy per dare energia alla competitività dell Europa Mappa concettuale della Ricerca Contesto di riferimento : un elemento chiave

Dettagli

MATERIALE PER LA STAMPA

MATERIALE PER LA STAMPA MATERIALE PER LA STAMPA ESTRATTI DAL CONVEGNO LA CAPITALE AUTOMOBILE VANS Roma, 26 Novembre 2015 Palazzo Rospigliosi, Roma I veicoli commerciali sono il termometro dell economia. Quando c è vivacità, si

Dettagli

FLEET MANAGER: SVILUPPO DI CAPACITA MANAGERIALI QUANTO COSTA L AUTO AZIENDALE?

FLEET MANAGER: SVILUPPO DI CAPACITA MANAGERIALI QUANTO COSTA L AUTO AZIENDALE? CORSO DI FORMAZIONE PERMANENTE FLEET MANAGER: SVILUPPO DI CAPACITA MANAGERIALI QUANTO COSTA L AUTO AZIENDALE? Gian Primo Quagliano docente di comunicazione all Università di Bologna docente di economia

Dettagli

Ucits IV, evoluzione dei fondi ed evidenza sul mercato italiano

Ucits IV, evoluzione dei fondi ed evidenza sul mercato italiano Le nuove frontiere nella gestione dell'asset Allocation Ucits IV, evoluzione dei fondi ed evidenza sul mercato italiano Relatore: Dario Por8oli, CFA Fund Analyst Morningstar Italy UCITS IV, alcuni aspea

Dettagli

Rita Camporeale Responsabile Ufficio Sistemi e Servizi di Pagamento. Associazione Bancaria Italiana - ABI

Rita Camporeale Responsabile Ufficio Sistemi e Servizi di Pagamento. Associazione Bancaria Italiana - ABI Rita Camporeale Responsabile Ufficio Sistemi e Servizi di Pagamento Associazione Bancaria Italiana - ABI PARALLEL ROUND TABLE E Post SEPA at a glance La SEPA oggi Più di 500 milioni di ci>adini 87,5 miliardi

Dettagli

A;raverso l offerta di i;nerari culturali si intende creare una rete in grado di s=molare logiche a.ve di ci=adinanza e di empowerment.

A;raverso l offerta di i;nerari culturali si intende creare una rete in grado di s=molare logiche a.ve di ci=adinanza e di empowerment. Baby&TheCity è rivolto a neo-mamme con bimbi piccoli; ha l obie.vo di prevenire possibili situazioni di disagio grazie alla valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale e ambientale urbano. A;raverso

Dettagli

Progetto ASSEGNI DIGITALI SPIN 2015. TAVOLA ROTONDA PARALLELA A del 25/6/15

Progetto ASSEGNI DIGITALI SPIN 2015. TAVOLA ROTONDA PARALLELA A del 25/6/15 Progetto ASSEGNI DIGITALI SPIN 2015 TAVOLA ROTONDA PARALLELA A del 25/6/15 Dematerializzazione assegni Agenda 1 Le linee guida del cambiamento 2 L esperienza Montepaschi 3 Pun< aper< e prossimi passi 2

Dettagli

Hotel Innovation Technology 5 novembre 2014, Venezia

Hotel Innovation Technology 5 novembre 2014, Venezia Impiegare sistemi tecnologici in hotel significa, da sempre, controllare e ges4re. Controllare i cos4 energe4ci, ges4re i cos4 del personale. Da oggi significa anche avere migliori feedback dagli ospi4

Dettagli

CCNL NUOVO MODELLO DI BANCA NUOVA OCCUPAZIONE CONTRATTAZIONE E SALARIO

CCNL NUOVO MODELLO DI BANCA NUOVA OCCUPAZIONE CONTRATTAZIONE E SALARIO NUOVO MODELLO DI BANCA NUOVA OCCUPAZIONE CONTRATTAZIONE E SALARIO CCNL Un Contratto per la difesa dell'occupazione e per la valorizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori all'interno di un nuovo modello

Dettagli

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Informa(on and Communica(on Technology supply chain security 15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Luca Lazzaretto Rosangela D'Affuso Padova, 29 aprile 2015 1 15

Dettagli

COMPANY CAR DRIVE 2012 HIGHLIGHTS E PHOTO ALBUM

COMPANY CAR DRIVE 2012 HIGHLIGHTS E PHOTO ALBUM COMPANY CAR DRIVE 2012 HIGHLIGHTS E PHOTO ALBUM KEY FIGURES EDIZIONE 2012 416 fleet manager intervenuti nelle due giornate dell evento 2.664 test drive svolti (1.386 la prima giornata e 1.278 la seconda)

Dettagli

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI 1 L utilizzo dei veicoli a metano e GPL nelle flotte aziendali Gli argomenti: Il Corporate Vehicle Observatory Il contesto di mercato: Barometro

Dettagli

Come i sistemi di performance management possono contribuire al rafforzamento delle capacità di ges7one dei fondi europei

Come i sistemi di performance management possono contribuire al rafforzamento delle capacità di ges7one dei fondi europei Il Rafforzamento della Capacità amministra5va nella Programmazione 2014-2020 Come i sistemi di performance management possono contribuire al rafforzamento delle capacità di ges7one dei fondi europei Laura

Dettagli

VIETATA LA RIRPODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI CONTENUTI E GRAFICA SENZA SPECIFICA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DI ARVAL

VIETATA LA RIRPODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI CONTENUTI E GRAFICA SENZA SPECIFICA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DI ARVAL Car Sharing, una nuova mobilità per le aziende Gli argomenti Il Corporate Vehicle Observatory Il contesto di mercato: Barometro 2013 Il Car Sharing: Le esperienze europee Il Car Sharing una nuova mobilità

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative 24 Marzo 2015 Massimo Calzoni Invitalia: chi siamo Invitalia è l Agenzia nazionale che agisce su mandato del Governo per sostenere i settori strategici

Dettagli

CAREFIN Centre for Applied Research in Finance. Fondi Pensione: stato dell arte. Sergio Paci

CAREFIN Centre for Applied Research in Finance. Fondi Pensione: stato dell arte. Sergio Paci Fondi Pensione: stato dell arte Sergio Paci 28 Novembre 2013 La previdenza complementare: I punti da considerare Validità del modello a due pilastri complementari Luci e ombre della previdenza complementare

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI 1. OBIETTIVI Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è istituito dalla legge del 17 luglio

Dettagli

Linee guida per la compilazione della griglia

Linee guida per la compilazione della griglia Linee guida per la compilazione della griglia L intento del presente lavoro è di offrire alle organizzazioni nonprofit approfondimen rispeo agli input già presen nella griglia stessa. Il seguente lavoro

Dettagli

Fenice Web. Domande frequen. #6 - Luglio 2015

Fenice Web. Domande frequen. #6 - Luglio 2015 Spe.le Cliente, ecco il sesto numero di questo noziario. Questo noziario verrà spedito automacamente a tu i Clien di Fenice. Se qualcuno desidera NON riceverlo deve semplicemente comunicare la propria

Dettagli

Il welfare aziendale

Il welfare aziendale Il welfare aziendale Insieme coordinato e stru/urato di inizia1ve con le quali le aziende si fanno carico dei bisogni dei propri dipenden1 e dei loro familiari, concedendo benefit e facili1es non tanto

Dettagli

D.5 Energy Manager. Controllo Utilizzazione Energia. Energy Manager TEE. Regolamenti Edilizi ESCO. Mobility Manager

D.5 Energy Manager. Controllo Utilizzazione Energia. Energy Manager TEE. Regolamenti Edilizi ESCO. Mobility Manager Controllo Utilizzazione Energia TEE Consumi Energetici Energy Manager Regolamenti Edilizi 31% 3% 31% agricoltura ESCO industria trasporti usi civili 35% Mobility Manager 1 Mobility Manager Il Mobility

Dettagli