Notizie Sull'Azienda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Notizie Sull'Azienda"

Transcript

1 Notizie Sull'Azienda Forma di conduzione Distribuzione percentuale della Forma di Conduzione (regione Abruzzo) % delle aziende con Conduzione diretta del coltivatore con solo manodopera familiare % delle aziende con Conduzione con salariati (in economia ) Caratteristiche dei terreni aziendali Irrigazione Parchi e aree protette Innovazioni aziendali Produzioni di qualità Attrezzature Informatiche Vendita prodotti Distribuzione percentuale del Titolo di Possesso dei terreni (regione Abruzzo) % di SAU sul totale SAU variazione percentuale intercensuaria Nr. Medio di corpi che costituiscono l'azienda SAU media aziendale % aziende con SAU inferiore ai 3 ettari % aziende con SAU superiore ai 20 ettari Distribuzione percentuale del sistema di irrigazione % di superficie irrigata sul totale irrigabile % di superficie irrigabile sulla SAU % aziende che rientrano (anche parzialmente) in parchi o aree protette % aziende che praticano l'agricoltura biologica Distribuzione percentuale delle produzioni di qualità vegetali Distribuzione percentuale delle produzioni di qualità zootecniche % aziende con produzioni vegetali di qualità % aziende con produzioni zootecniche di qualità % aziende informatizzate % aziende che praticano il commercio elettronico % aziende che vendono i propri prodotti

2 Dai risultati del Censimento dell agricoltura del 2000 il numero di aziende agricole, zootecniche e forestali, in Abruzzo, è risultato pari a Confrontando questo dato con l analogo rilevato nel Censimento 1990, si evidenzia una contrazione del numero di aziende pari a 22,43%. La Superficie Agricola Totale è risultata di ettari e la Superficie Agricola Utilizzata (S.A.U.) di ettari, caratterizzate da una riduzione, tra i due Censimenti, rispettivamente del 17,97% e del 17,71%. La dimensione media per azienda relativa alla Superficie Agricola Totale è di 7,97 ettari e quella relativa alla S.A.U. di 5,18. Esse rispetto al 1990 sono aumentate, infatti all epoca erano rispettivamente di 7,53 e di 4,88 ettari, ciò in conseguenza del fatto che la riduzione delle superfici agrarie sono state più contenute della riduzione del numero di aziende. La riduzione intercensuaria del numero delle aziende riguarda soprattutto quelle con meno di 20 ettari di superficie agraria utilizzata, in quanto le aziende di più grandi dimensioni sono aumentate del 4% rispetto al Per le aziende appartenenti alle altre classi dimensionali si può notare che la riduzione è stata meno consistente per quelle con meno di 3 ettari, per le quali si è registrata una diminuzione del 21,52%, valore inferiore al dato regionale, mentre le aziende con più di 3 ettari e meno di 20 ettari sono diminuite del 26,15%. Esaminando l analogo dato per i comuni di montagna e per i comuni non di montagna si mette in evidenza che per i primi le riduzioni, relative al numero di aziende e alle superfici agricole, sono più marcate (-34% di aziende e 20% di S.A.U.), rispetto ai comuni non di montagna (-8% di aziende e 13% di S.A.U.), ma la dinamica di queste variazione tra i due comparti territoriali è tale che la dimensione media S.A.U. per i comuni di montagna aumenta dal 6,18 ettari nel 1990 a 7,51 nel 2000, mentre per gli altri comuni diminuisce, anche se leggermente, da 3,31 a 3,15. Ciò mostra che nelle zone di montagna la riduzione del numero delle aziende è più forte della riduzione del terreno coltivato, determinando, così l aumento della dimensione media. Tale tendenza è ancora più evidente se si prendono in considerazione i comuni che appartengono ai Parchi; infatti per questi si registra una consistente diminuzione del numero di aziende pari al 46%, un riduzione della S.A.U. del 20%, e una dimensione media S.A.U. che passa da 7,17 a 10,57. In queste zone si assiste ad una riduzione di quasi della metà delle aziende e alla relativa crescita delle dimensioni medie, più grandi sia rispetto al passato che alla media regionale. Il quadro sintetico, che riassume a grandi linee la struttura aziendale del settore agricolo in Abruzzo, mostra la prevalenza di aziende di piccola dimensione, a conduzione diretta, che utilizza esclusivamente manodopera familiare, con terreni di proprietà, scomposti in più corpi. Il 70,22% delle aziende non ha più di 3 ettari. mentre la quota di aziende con più di 20 ettari e pari a 2,26%, e a queste appartiene una quota complessiva di S.A.U. del 50,5%, più della metà del terreno agricolo coltivato. La forma di conduzione prevalente in maniera uniforme sul terrotorio regionale è quella a conduzione diretta, praticata dal 96,9% delle aziende. Di queste 86,61% utilizza esclusivamente manodopera familiare. L 86,44% dei terreni utilizzati per le coltivazioni è di proprietà. Il numero medio di corpi per azienda risulta essere 5,95, con differenze territoriali consistenti: infatti sulla fascia litoranea e sulle colline interne tale media è pari a 3,65, nelle zone di montagna essa sale a 8,58, e considerando la distribuzione per comuni di tali medie si può notare che in alcuni comuni dell interno essa supera il valore di 200 corpi. Per quanto riguarda l innovazione e nelle produzioni di qualità e nelle attrezzature informatiche il numero di aziende che si ne avvale è esiguo: infatti per l intero Abruzzo esistono 537 aziende (pari allo 0,6% del totale regionale) che praticano coltura biologica, di cui ben 283 sono localizzate nel comune di Raiano; 417 sono informatizzate (ed esse rappresentano lo 0,5%), da notare che tale numero si è più che triplicato rispetto al 1990; 145 aziende (lo 0,2% del totale) hanno sito web e 90 (lo 0,1%) praticano il commercio elettronico.

3 Forma Di Conduzione Distribuzione percentuale 89,61% 0,09% 1,38% 3,05% 5,86% Altro Con salariati (in economia) Diretta con solo manodopera familiare Diretta con manodopera extrafamiliare prevalente Diretta con manodopera familiare prevalente La prevalenza delle aziende abruzzesi, con il 96,9% del totale, è a conduzione diretta del coltivatore e tra queste l 89,61% utilizza esclusivamente manodopera familiare.

4 Forma Di Conduzione Percentuale di aziende con Conduzione diretta del coltivatore con solo manodopera familiare La distribuzione delle aziende a conduzione diretta del coltivatore con solo manodopera familiare si presenta in maniera alquanto uniforme sull intero territorio della regione; infatti nella grande maggioranza dei comuni il numero di tali aziende è compreso tra il 67% e 99 %.

5 Forma Di Conduzione Percentuale di aziende con Conduzione con salariati (in economia ) Nella regione il numero delle aziende con salariati è basso in quasi tutti i comuni, infatti, come già osservato, è predominante il numero di aziende a conduzione familiare. Nella prevalenza dei comuni il numero di tali aziende è compreso tra l 1% e il 33%.

6 Caratteristiche dei terreni aziendali Titolo di Possesso dei terreni - Distribuzione percentuale 86,44% 7,94% 5,61% Superficie Totale in uso gratuito Superficie Totale in affitto Superficie Totale in proprietà Nell ambito del titolo di possesso prevale la superficie di terreni di proprietà; infatti questa è pari all 86,44% del totale, segue la quota relativa alla superficie in affitto con il 7,94% e quella in uso gratuito con il 5,61%.

7 Caratteristiche dei terreni aziendali Percentuale di SAU sul totale Nella fascia litoranea e nelle colline interne la percentuale di terreno agricolo utilizzato dalle aziende (S.A.U.) è compresa, in maniera uniforme, tra il 69 % e il 99%. All interno la situazione si diversifica; nelle zone di montagna essa in prevalenza è compresa tra il 37% e il 68%, mentre nei territori attorno al comune dell Aquila, in quelli della piana di Navelli, del Fucino e tra la valle Peligna e del Sagittario essa si attesta tra il 69 % e il 99%.Nel comune di Cerchio, nel Fucino raggiunge il 100%.

8 Caratteristiche dei terreni aziendali SAU variazione percentuale intercensuaria Tra i due censimenti si è verificata una riduzione diffusa sul territorio dalla S.A.U., più accentuata nelle zone interne. Tra il 1990 e il 2000 nella regione.la riduzione della S.A.U. è stata complessivamente di ettari, pari al 17,7%. Da notare la notevole riduzione superiore al 50%, avvenuta nei comuni di Avezzano e Celano nel Fucino ed in altri comuni situati nella Valle Roveto. Una riduzione così forte si registra in altri importanti comuni quali Valle Castellana, in provincia di Teramo, e Guardiagrele, in provincia di Chieti.

9 Caratteristiche dei terreni aziendali Numero Medio di corpi che costituiscono l'azienda Nella fascia litoranea prevalgono le aziende con numero medio di corpi non superiore a 5, mentre nelle zone interne tale numero sale in maniera considerevole. Nell alto Aterno, nelle piane di Navelli e Prata d Ansidonia, nelle valli del Sagittario e alto Sangro il numero dei corpi medio per azienda va da 21 a 233, e nel comune di Gagliano Aterno, nella conca Subequa, esso è pari a 234, che rappresenta il massimo regionale.

10 Caratteristiche dei terreni aziendali SAU media aziendale Nei comuni costieri e delle adiacenti fasce collinari la dimensione media della S.A.U. è distribuita in maniera uniforme, ed essa non supera i 10 ettari. Nelle zone interne la situazione è più variegata, qui infatti esistono zone in cui essa non va oltre i 10 ettari, quali la valle del Fucino, la Valle Roveto e la valle Peligna; zone in cui è compresa da 11 a 50 ettari, come la zona agraria dell Aquila; e zone in cui varia da 51 a 259 ettari, come quella di Rocca di Mezzo, le valli del Sagittario e l alto Sangro e le valli tra il Sangro e il Gizio. Il valore più alto, pari a

11 260 ettari, è stato rilevato nel comune di Castel del Monte, località montana sul Gran Sasso. A Schiavi d Abruzzo, ai confini con il Molise, invece, si registra il valore medio più basso pari a 0,54 ettari per azienda, da notare che questo comune è stato interessato da una riduzione della S.A.U. superiore al 50% tra i due ultimi censimenti.

12 Caratteristiche dei terreni aziendali Percentuale di aziende con SAU inferiore ai 3 ettari Dalla cartina si evince che il settore agricolo è caratterizzata dalla presenza di microaziende. Infatti in un considerevole numero di comuni le aziende agricole, che non dispongono di più di 3 ettari di S.A.U., sono comprese tra il 66% al 97% del totale, e per la quasi totalità dei comuni tale percentuale non scende al di sotto del 33%.

13 Caratteristiche dei terreni aziendali Percentuale di aziende con SAU superiore ai 20 ettari Le aziende di grandi dimensioni sono poche in Abruzzo, infatti nella grande maggioranza dei comuni le aziende con più di 20 ettari non sono più del 29%, ma ad esse corrisponde il 50,5% della S.A.U., più della metà del terreno agricolo coltivabile. Come nota di osservazione si registra che nel comune di Campotosto le aziende con più di 20 ettari sono più dell 88%.

14 Irrigazione Sistema di irrigazione - Distribuzione percentuale 48,84% 41,48% 1,16% 6,80% 1,72% Microirrigazione Goccia Aspersione (a pioggia) Altro Scorrimento superficiale ed infiltrazione laterale I sistemi di irrigazione più diffusi sono lo scorrimento superficiale ed infiltrazione laterale e l aspersione a pioggia ; il primo rappresenta il 48,8% del totale e l altro il 41,48%.

15 Irrigazione Percentuale di superficie irrigata sul totale irrigabile La cartina mostra quanta superficie è irrigata, impiegando sistemi di irrigazione, rispetto a quella che essi potrebbero irrigare. Nella prevalenza dei comuni, in cui tali sistemi esistono, essi vengono utilizzati non oltre il 66% della loro potenzialità. Solo in alcuni comuni, sparsi a macchia di leopardo, vengono utilizzati al 100%.

16 Irrigazione Percentuale di superficie irrigabile sulla SAU Nella prevalenza dei comuni la superficie agraria che dispone di impianti di irrigazione non va oltre il 30%, essa è maggiore in pochi comuni siti nelle piane interne e prospicienti la fascia litoranea

17 Parchi e aree protette Percentuale di aziende che rientrano (anche parzialmente) in parchi o aree protette Il numero di aziende appartenenti ad aree protette si concentra, chiaramente, nei comuni i cui territori fanno parte dei Parchi. Notizia interessante al riguardo è la consistente riduzione del numero di aziende appartenenti ai Parchi (-49%) e l aumento della dimensione media S.A.U. per azienda, che passa da 7,17 ettari nel 1990 a 10,57 ettari nel Tale aumento è maggiore rispetto all aumento che investe l intero settore agrario, che nel 1990 registra una dimensione S.A.U. media di 4,88 ettari e nel 2000 di 5,18 ettari.

18 Innovazioni Aziendali Percentuale di aziende che praticano l'agricoltura biologica In Abruzzo l agricoltura biologica è poco diffusa, da notare il comune di Raiano in cui l 81% (283 su 350 aziende) pratica agricoltura bilologica.

19 Produzioni di qualità Produzioni di qualità vegetali - Distribuzione percentuale 63,37% 14,93% 0,46% 7,04% 5,30% 4,64% 3,26% 1,00% Piante industriali Altre coltivazioni Ortive fruttiferi Altri seminativi Cereali Olivo Vite Nell ambito delle produzione di qualità prevalgono la vite e l olivo, la prima rappresenta il 63,37% delle colture di qualità, l altra il 14;93%.

20 Produzioni di qualità Produzioni di qualità zootecniche - Distribuzione percentuale 20,41% 18,78% 29,80% 13,47% 12,24% 5,31% Caprini Altri Avicoli Suini Ovini Bovini Per gli allevamenti di qualità si ha che il 29,8 % spetta ai bovini il 20,41% agli ovini, il 18,78% ai suini il 13,4% agli avicoli, il 12,24% alla categoria altro e il 5,31% ai caprini.

21 Produzioni di qualità Percentuale di aziende con produzioni vegetali di qualità In Abruzzo le aziende dedite alla produzione vegetale di qualità sono poco diffuse, nella prevalenza dei comuni in cui sono presenti non superano il 10%, in casi isolati tale percentuale aumenta, arrivando all 81% nel comune di Raiano.

22 Produzioni di qualità Percentuale di aziende con produzioni zootecniche di qualità Pochi e sparsi sul territorio sono i comuni dove sono presenti aziende che hanno allevamenti zootecnici di qualità, e con percentuali molto basse, in prevalenza esse non superano il 3%.

23 Attrezzature informatiche Percentuale di aziende informatizzate La diffusione sul territorio di aziende informatizzate è alquanto bassa. I comuni abruzzesi si suddividono in quelli in cui nessuna azienda è informatizzata e in quelli in cui al massimo il 16% delle aziende è informatizzato, con sporadiche eccezioni.

24 Attrezzature informatiche Percentuale di aziende che praticano il commercio elettronico La pratica del commercio elettronico non è diffusa. Nella maggior parte dei comuni nessuna azienda usa questo canale per la distribuzione dei propri prodotti, e in quei comuni, dove le aziende utilizzano la rete elettronica per la vendita, esse non superano, in prevalenza, il 6%.

25 Vendita prodotti Percentuale di aziende che vendono i propri prodotti Nella maggioranza dei comuni le aziende che vendono il proprio prodotto sono comprese tra 71% e il 99%, ciò vuol dire che in questi comuni dal 1 al 29 per cento delle aziende autoconsuma ciò che produce. Nella zone interne esistono aree comunali in cui la totalità delle aziende agricole destina i propri prodotti alla vendita.

Valle d'aosta. Presentazione dei dati definitivi

Valle d'aosta. Presentazione dei dati definitivi Presentazione dei dati definitivi Valle d'aosta Vengono diffusi oggi i risultati definitivi, relativi alla Valle d'aosta, del 5 Censimento generale dell agricoltura. Le informazioni presentate riguardano

Dettagli

Presentazione dei dati definitivi Toscana

Presentazione dei dati definitivi Toscana Presentazione dei dati definitivi Toscana Vengono diffusi oggi i risultati definitivi, relativi alla Toscana, del 5 Censimento dell agricoltura. Le informazioni presentate riguardano le caratteristiche

Dettagli

Friuli-Venezia Giulia

Friuli-Venezia Giulia Presentazione dei dati definitivi Friuli-Venezia Giulia Vengono diffusi oggi i risultati definitivi del 5 Censimento dell agricoltura in Friuli- Venezia Giulia. I dati qui presentati riguardano, in particolare,

Dettagli

CAMPANIA, 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA RISULTATI DEFINITIVI

CAMPANIA, 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA RISULTATI DEFINITIVI CAMPANIA, 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA RISULTATI DEFINITIVI Un decennio di profonde trasformazioni: l agricoltura Campana ha affrontato un periodo di grandi cambiamenti nello scenario socio-economico

Dettagli

Le aziende agricole di Padova nel 6 Censimento Generale dell'agricoltura

Le aziende agricole di Padova nel 6 Censimento Generale dell'agricoltura Comune di Padova Settore Programmazione Controllo e Statistica Le aziende agricole di Padova nel 6 Censimento Generale dell'agricoltura Questo lavoro prende in esame le aziende agricole che hanno la propria

Dettagli

Le aziende olivicole nel 6 Censimento Generale dell Agricoltura

Le aziende olivicole nel 6 Censimento Generale dell Agricoltura Le aziende olivicole nel 6 Censimento Generale dell Agricoltura Nel 21, secondo i risultati del 6 Censimento Generale dell Agricoltura, il settore olivicolo conta 92.75 aziende, in flessione del 19% circa

Dettagli

FOCUS ottobre 2014. L agricoltura pugliese attraverso i dati delle rilevazioni censuarie PREMESSA. Fonti: Istat - data warehouse Censimento Generale

FOCUS ottobre 2014. L agricoltura pugliese attraverso i dati delle rilevazioni censuarie PREMESSA. Fonti: Istat - data warehouse Censimento Generale generale, alla direzione dell unità agricola, iii) in altra forma di condizione esempio compartecipanti quando individualmente alcuni soggetti si obbligano a coltivare in compartecipazione un terreno altrui

Dettagli

CARATTERISTICHE STRUTTURALI

CARATTERISTICHE STRUTTURALI CARATTERISTICHE STRUTTURALI DELLE AZIENDE AGRICOLE DELLA FILIERA DELLE PIANTE OFFICINALI Corrado Ievoli Università del Molise www.ismea.it www.ismeaservizi.it ROMA 17/07/2013 L APPROCCIO E LE FONTI STATISTICHE

Dettagli

PARTE I IL FENOMENO DELL INVECCHIAMENTO NELLA CONDUZIONE AZIENDALE

PARTE I IL FENOMENO DELL INVECCHIAMENTO NELLA CONDUZIONE AZIENDALE PARTE I IL FENOMENO DELL INVECCHIAMENTO NELLA CONDUZIONE AZIENDALE Il fenomeno dell invecchiamento nella conduzione aziendale 1. I CONDUTTORI AGRICOLI NELL UNIONE EUROPEA Secondo i più recenti dati disponibili

Dettagli

Caratteristiche tipologiche e specializzazioni produttive dei comuni abruzzesi

Caratteristiche tipologiche e specializzazioni produttive dei comuni abruzzesi Caratteristiche tipologiche e specializzazioni produttive dei comuni abruzzesi Capitolo curato da : Istituto Nazionale di Economia Agraria Sede Regionale Abruzzo Autori : Antonio GIAMPAOLO: Responsabile

Dettagli

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011 AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/ Dalla prima analisi dei dati forniti al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre

Dettagli

La Toscana al 6 Censimento Generale

La Toscana al 6 Censimento Generale na regione Toscana ilità diritti Valori innovazione sostenibilità La Toscana al 6 Censimento Generale dell Agricoltura Risultati Provvisori La Toscana al 6 Censimento Generale dell Agricoltura Risultati

Dettagli

RAPPORTO SULL AGRICOLTURA BIOLOGICA IN EMILIA ROMAGNA ANNO 2013

RAPPORTO SULL AGRICOLTURA BIOLOGICA IN EMILIA ROMAGNA ANNO 2013 DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE Servizio Percorsi di qualità, relazioni di mercato e integrazioni di filiera U.O. RAPPORTO SULL AGRICOLTURA BIOLOGICA IN EMILIA

Dettagli

6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN PIEMONTE. Risultati definitivi

6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN PIEMONTE. Risultati definitivi 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN PIEMONTE Risultati definitivi SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI Vengono diffusi oggi i principali risultati definitivi del 6 Censimento generale dell agricoltura

Dettagli

Risultati provvisori in Provincia di Milano dicembre 2011

Risultati provvisori in Provincia di Milano dicembre 2011 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA 2010 Risultati provvisori in Provincia di Milano dicembre 2011 a cura dell Ufficio Provinciale di Censimento istituito presso il Settore Agricoltura, Parchi, Caccia

Dettagli

Allevamenti. Consistenza

Allevamenti. Consistenza Consistenza Distribuzione percentuale delle aziende con allevamenti % di aziende con allevamenti sul totale delle aziende % aziende con bovini sul totale aziende con allevamenti % aziende con ovini sul

Dettagli

La Toscana al 6 Censimento Generale

La Toscana al 6 Censimento Generale Regione Toscana Diritti Valori Innovazione Sostenibilità La Toscana al 6 Censimento Generale dell Agricoltura Risultati Definitivi La Toscana al 6 Censimento Generale dell Agricoltura Risultati definitivi

Dettagli

LE VACCHE DI LESTIZZA,

LE VACCHE DI LESTIZZA, Imp_6_2003.qxd 26/02/2004 10.24 Pagina 37 Romeo Cuzzit Direzione Regionale delle Risorse Agricole,Naturali e Forestali Gianluca Dominutti Direzione regionale Sviluppo, Programmazione e Auditing LE VACCHE

Dettagli

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN PIEMONTE

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN PIEMONTE NOTIZIARIO DOCUMENTI Alessandro Corsi Università degli Studi di Torino Dipartimento di Economia S. Cognetti de Martiis AGRICOLTURA BIOLOGICA IN PIEMONTE ab agricoltura biologica L Agricoltura biologica

Dettagli

Utilizzo di macchine agricole per conto terzi nelle colture cerealicole di pianura

Utilizzo di macchine agricole per conto terzi nelle colture cerealicole di pianura Filiera Cerealicola: Organizzazione della filiera Utilizzo di agricole per conto terzi nelle colture cerealicole di pianura Il contoterzismo nelle colture cerealicole di pianura Premesse Si va sempre più

Dettagli

Società agricola Mercuri

Società agricola Mercuri Società agricola Mercuri dove la tradizione guarda al futuro 1 L azienda agricola L azienda biologica, le cui origini risalgono al 1920, si trova a Casperia in provincia di Rieti; la conduzione è familiare

Dettagli

LA MULTIFUNZIONALITÀ DEL SETTORE OLIVICOLO

LA MULTIFUNZIONALITÀ DEL SETTORE OLIVICOLO PIANO OLIVICOLO OLEARIO AZIONE 1.2 - Pacchetti "SPECIFICI" per le olivicolture territoriali e funzionali Elaborazione nuove prospettive LA MULTIFUNZIONALITÀ DEL SETTORE OLIVICOLO WORKING PAPER INEA 2014

Dettagli

Indice 1. LE AZIENDE AGRICOLE... 4 2. I COSTI SOSTENUTI... 11 3. I PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICI... 17

Indice 1. LE AZIENDE AGRICOLE... 4 2. I COSTI SOSTENUTI... 11 3. I PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICI... 17 Indice 1. LE AZIENDE AGRICOLE... 4 2. I COSTI SOSTENUTI... 11 3. I PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICI... 17 Questo volume è frutto di alcuni ricercatori INEA del Servizio 1- Rilevazioni contabili e analisi

Dettagli

Il mercato fondiario in Italia

Il mercato fondiario in Italia FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA PROPRIETA FONDIARIA ASSEMBLEA GENERALE - CICA - Confederazione Internazionale di Credito Agricolo RELAZIONE Il mercato fondiario in Italia Québec, 29-30 settembre 2006 PRESENTAZIONE

Dettagli

6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN SICILIA. Risultati definitivi

6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN SICILIA. Risultati definitivi 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN SICILIA Risultati definitivi SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI Oggi l Istat diffonde un approfondimento sui dati definitivi del 6 Censimento generale dell agricoltura

Dettagli

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI Maggio 211 Pubblicazione realizzata con il contributo FEASR (Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale) nell'ambito delle attività

Dettagli

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo CASE STUDY Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo Emilio Chiodo Il settore vitivinicolo in Abruzzo Il settore vitivinicolo riveste un importanza rilevante nell economia Abruzzese, così

Dettagli

ASSESSORATO AGRICOLTURA Direzione Generale Agricoltura Bologna (Italy) Autorit

ASSESSORATO AGRICOLTURA Direzione Generale Agricoltura Bologna (Italy) Autorit ASSESSORATO AGRICOLTURA Direzione Generale Agricoltura Bologna (Italy) Autorit Autorità locale competente in agricoltura Guido Violini Servizio Valorizzazione delle produzioni Qualificazione delle produzioni

Dettagli

6 Censimento Generale dell Agricoltura in Friuli Venezia Giulia. dati definitivi

6 Censimento Generale dell Agricoltura in Friuli Venezia Giulia. dati definitivi 6 Censimento Generale dell Agricoltura in Friuli Venezia Giulia dati definitivi REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze,

Dettagli

Il biologico in Puglia

Il biologico in Puglia Quaderno della Il biologico in Puglia 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione Consorzio Puglia Natura è un consorzio cui aderiscono sia imprese agricole e agroalimentari sia consumatori

Dettagli

Dati censuari e agricoltura professionale in Trentino*

Dati censuari e agricoltura professionale in Trentino* Marzo 2014 Dati censuari e agricoltura professionale in Trentino* Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta un analisi approfondita dei dati rilevati attraverso il 6 Censimento

Dettagli

Analisi economica del settore agricolo

Analisi economica del settore agricolo LE FILIERE BIOLOGICHE IN LOMBARDIA Analisi economica del settore agricolo Alessandro Banterle Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano

Dettagli

SISTEMA PUGLIA. Il settore agroalimentare pugliese

SISTEMA PUGLIA. Il settore agroalimentare pugliese SISTEMA PUGLIA Il settore agroalimentare pugliese Le aziende agricole presenti nella regione Puglia sono 352.510, pari al 13,59% delle aziende agricole presenti in tutta Italia. La regione è la seconda

Dettagli

COLTIVANDO LA CRESCITA

COLTIVANDO LA CRESCITA COLTIVANDO LA CRESCITA Agroindustria e agricoltura: imprese, dimensione, export I punti di forza Dall agricoltore all imprenditore agricolo Le criticità L agenda per il futuro Daniele Marini Università

Dettagli

"La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione

La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione "La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione Laboratorio di consulenza partecipata Regione Puglia Assessorato alle Risorse Agroalimentari Regione Puglia Servizi di Sviluppo Agricolo

Dettagli

III. Patrimonio naturale, ambiente e sostenibilità

III. Patrimonio naturale, ambiente e sostenibilità III. Patrimonio naturale, ambiente e sostenibilità III.1. Il patrimonio naturale, le aree protette e l uso del suolo Dal punto di vista ambientale, il territorio della Castellana è in parte interessato

Dettagli

La vite. Distribuzione percentuale della superficie per natura di produzione. Superficie investita a vite per la produzione di vini DOC

La vite. Distribuzione percentuale della superficie per natura di produzione. Superficie investita a vite per la produzione di vini DOC Distribuzione percentuale della superficie per natura di produzione Superficie investita a vite per la produzione di vini DOC Superficie investita a vite per la produzione di altri vini Superficie investita

Dettagli

8.1 Struttura agraria e frammentazione fondiaria

8.1 Struttura agraria e frammentazione fondiaria Capitolo 8 L analisi del territorio nella programmazione degli interventi di sviluppo agricolo capitolo 8 L agricoltura In questo capitolo sono presentati gli indicatori di base utili a descrivere le caratteristiche

Dettagli

Ragusa, il capoluogo di provincia più a sud d Italia, si estende sulla parte meridionale dei Monti Iblei.

Ragusa, il capoluogo di provincia più a sud d Italia, si estende sulla parte meridionale dei Monti Iblei. La provincia di Ragusa e il settore agricolo Progetto AGRIPONIC: Promozione e diffusione della tecnologia aeroponica in agricoltura LA CITTA DI RAGUSA Ragusa, il capoluogo di provincia più a sud d Italia,

Dettagli

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 MISURA 211 - INDENNITÀ COMPENSATIVE DEGLI SVANTAGGI NATURALI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI DELLE ZONE MONTANE 1) OBIETTIVI

Dettagli

INFORMAZIONI AZIENDALI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO

INFORMAZIONI AZIENDALI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO INFORMAZIONI AZIENDALI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO INFORMAZIONI GENERALI CognomeNome/RagioneSociale: Codice Fiscale/Partita Iva: I. Regione di appartenenza Piemonte Emilia R. Campania Valle

Dettagli

Tab. 4.1 - Confronto delle principali caratteristiche strutturali medie delle aziende italiane ed europee - 2010

Tab. 4.1 - Confronto delle principali caratteristiche strutturali medie delle aziende italiane ed europee - 2010 Capitolo quarto L azienda agricola Le principali caratteristiche strutturali aziendali Nel panorama europeo, le 1.620.884 aziende agricole rilevate con il 6 censimento dell agricoltura in Italia, nel 2010,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per il coordinamento dell indagine RICA con l indagine REA. Allegato D VARIABILI REA E TIPOLOGICHE

PROTOCOLLO D INTESA per il coordinamento dell indagine RICA con l indagine REA. Allegato D VARIABILI REA E TIPOLOGICHE PROTOCOLLO D INTESA per il coordinamento dell indagine RICA con l indagine REA Allegato D VARIABILI REA E TIPOLOGICHE codice descrizione 1. NOTIZIE IDENTIFICATIVE DELL AZIENDA CFISC PIVA Denom Indir Prov_cond

Dettagli

In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi

In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi SPERIMENTAZIONE IRRIGUA DI 6 ANNI IN UNA LOCALITÀ IN TOSCANA Costi irrigui a confronto tra pioggia e goccia su pomodoro Dalla prova su sei anni descritta in questo articolo si evidenzia una migliore risposta

Dettagli

Il Censimento del 2010 conta 1,6 milioni di

Il Censimento del 2010 conta 1,6 milioni di 13 AGRICOLTURA Il Censimento del 2010 conta 1,6 milioni di aziende agricole con 12,9 milioni di ettari di superficie agricola utilizzata, di cui 7,7 milioni occupati da aziende specializzate in coltivazioni

Dettagli

Indice. Presentazione... 11

Indice. Presentazione... 11 Indice Presentazione.......... 11 Introduzione 1. Cenni storici.... 2. Le basi giuridiche... 3. La struttura organizzativa......... 4. Le attività di formazione ed istruzione della rete di rilevazione..

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 CHIARIMENTI SULLE

Dettagli

COMUNE DI ORNAGO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. Legge Regionale 11 marzo 2005 n 12. Maurizia Erba Sindaco. Pietro Boffi Assessore all urbanistica

COMUNE DI ORNAGO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. Legge Regionale 11 marzo 2005 n 12. Maurizia Erba Sindaco. Pietro Boffi Assessore all urbanistica COMUNE DI ORNAGO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Legge Regionale 11 marzo 2005 n 12 Maurizia Erba Sindaco Pietro Boffi Assessore all urbanistica Francesco Intini Responsabile del Procedimento Estensori

Dettagli

Provincia di Ravenna. P.R.I.P. Programma Rurale Integrato Provinciale

Provincia di Ravenna. P.R.I.P. Programma Rurale Integrato Provinciale Provincia di Ravenna Settore Politiche Agricole e Sviluppo Rurale P.R.I.P. Programma Rurale Integrato Provinciale 18 dicembre 2007 Pagina 1 di 145 INDICE Parte prima...5 A. BREVE ANALISI DI CONTESTO PROVINCIALE

Dettagli

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal...

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal... MODELLO A Al Comune di. OGGETTO: D. Lgs. n. 60/98 - Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di imprenditore agricolo a titolo principale al fine di ottenere una concessione edilizia in area

Dettagli

Il biologico in Sicilia

Il biologico in Sicilia Quaderno della Il biologico in Sicilia 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione AGRINOVA e una cooperativa agricola di produttori e tecnici agronomi ed ha come scopo sociale la diffusione

Dettagli

Il biologico in Basilicata

Il biologico in Basilicata Quaderno della Il biologico in Basilicata 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione Con.Pro.Bio Lucano è il Consorzio dei Produttori Biologici della Basilicata che conta una ventina di

Dettagli

L AGRICOLTURA NEL PARCO

L AGRICOLTURA NEL PARCO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA - DIPARTIMENTO DI ECONOMIA L AGRICOLTURA NEL PARCO DEL CONERO CARATTERISTICHE DELLE AZIENDE FABIANO COMPAGNUCCI - FRANCESCO DE SANCTIS PAOLA SANTI QUADERNI DEL PARCO N.

Dettagli

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO I pagamenti diretti 2015 2020 2020 UN CANTIERE APERTO Gli Obiettivi della Nuova PAC Gli Obiettivi della Nuova PAC La strategia Europa 2020 ha indicato la mission generale della nuova Pac, che si propone

Dettagli

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA COMUNE DI Prot. n. Data di presentazione AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA OGGETTO: D. Legislativi n. 99 del 29/3/2004 e n. 101/05 Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e della qualità Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Bollettino

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

MONTAGNA DATI DI SINTESI AGRICOLTURA E FORESTE Regione Lombardia

MONTAGNA DATI DI SINTESI AGRICOLTURA E FORESTE Regione Lombardia MONTAGNA DATI DI SINTESI AGRICOLTURA E FORESTE Regione Lombardia DATI DI CONTESTO Il territorio Il territorio regionale, pari a 23.862 kmq, è caratterizzato da una compresenza di aree montuose (40,5%)

Dettagli

Biogas: chimera o realtà?

Biogas: chimera o realtà? Biogas: chimera o realtà? La produzione di energia verde da biogas può essere sostenibile solo se gestita in modo professionale Collecchio, Green Days 21 Settembre 2013 Il biogas in Italia Impianti in

Dettagli

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici home >> approccio economico >> La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici CONCETTO DI EFFICIENZA L'IMPRESA AGRARIA E' EFFICIENTE

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

CON L EUROPA IL LAZIO CAMBIA. ANCHE IN AGRICOLTURA.

CON L EUROPA IL LAZIO CAMBIA. ANCHE IN AGRICOLTURA. Unione Europea Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale L Europa investe nelle zone rurali Agenzia Regionale per lo sviluppo e l Innovazione dell Agricoltura del Lazio IL PSR 2007-2013 A FROSINONE

Dettagli

L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI

L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI Roma 25 luglio -- Nel 2013 il mercato della terra ha continuato a mostrare segnali di cedimento. Secondo gli operatori del settore,

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 2. L agricoltura italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, secondo i conti economici dell agricoltura pubblicati da Eurostat, il reddito agricolo italiano

Dettagli

Struttura Speciale di Supporto Sistema Informativo Regionale Servizio Infrastrutture Statistiche e Geografiche Ufficio Infrastrutture Statistiche

Struttura Speciale di Supporto Sistema Informativo Regionale Servizio Infrastrutture Statistiche e Geografiche Ufficio Infrastrutture Statistiche Struttura Speciale di Supporto Sistema Informativo Regionale Servizio Infrastrutture Statistiche e Geografiche Ufficio Infrastrutture Statistiche http://statistica.regione.abruzzo.it tel. 0862-363631 PREMESSA

Dettagli

I risultati economici delle aziende biologiche

I risultati economici delle aziende biologiche I risultati economici delle aziende biologiche di Davide Marino e Alfonso Scardera 1 Analisi economica comparata dei processi produttivi biologici e di quelli convenzionali Sebbene l'attenzione degli economisti

Dettagli

AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE

AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE Diversificazione in un contesto di grande pregio naturalistico 1 L azienda L azienda agrituristica si trova a Caronia (ME) nell area del Parco dei Nebrodi; è

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale

Programma di Sviluppo Rurale Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 STATO MEMBRO: ITALIA REGIONE: ABRUZZO Criteri di Selezione misura 112/121/123 Approvati dal Comitato di Sorveglianza Procedura scritta n. 1/2014 1 Misura 112 "Insediamento

Dettagli

Approvati i Piani di Sviluppo Rurale 2007-2013: novità per gli Ammendanti Compostati

Approvati i Piani di Sviluppo Rurale 2007-2013: novità per gli Ammendanti Compostati Approvati i Piani di Sviluppo Rurale 2007-2013: novità per gli Ammendanti Compostati Massimo Centemero, Werner Zanardi, Laura Bianconi Consorzio Italiano Compostatori Il Comitato sviluppo rurale della

Dettagli

1. Distribuzione geografica e forme societarie... 2. 2. Dimensioni aziendali... 4. 3. Dotazione di strutture ed attrezzature... 7

1. Distribuzione geografica e forme societarie... 2. 2. Dimensioni aziendali... 4. 3. Dotazione di strutture ed attrezzature... 7 Indagine 2013 Sommario 1. Distribuzione geografica e forme societarie... 2 2. Dimensioni aziendali... 4 3. Dotazione di strutture ed attrezzature... 7 4. Produzioni aziendali... 11 5. Integrazione e rapporto

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO 8. Industria alimentare e delle bevande STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA

Dettagli

AL COMUNE DI. Il sottoscritto nato a il residente nel Comune di via / località n. tel.

AL COMUNE DI. Il sottoscritto nato a il residente nel Comune di via / località n. tel. Bollo nell originale spazio riservato al protocollo AL COMUNE DI OGGETTO: Programma aziendale pluriennale di miglioramento agricolo-ambientale (P.A.P.M.A.A.) art.43 L.R. 3/1/2005 n.1 e art. 9 Regolamento

Dettagli

CARATTERI DELLE PRODUZIONI BIOLOGICHE E DI QUALITÀ IN SICILIA: ANALISI DEI RISULTATI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA

CARATTERI DELLE PRODUZIONI BIOLOGICHE E DI QUALITÀ IN SICILIA: ANALISI DEI RISULTATI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA XXXIV CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI CARATTERI DELLE PRODUZIONI BIOLOGICHE E DI QUALITÀ IN SICILIA: ANALISI DEI RISULTATI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA Fabrizio CONSENTINO, Anna

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria La superficie catastale di un'azienda ad indirizzo cerealicolo-zootecnico con allevamento di bovini da latte, è pari a ettari 50.75.25 completamente destinati a seminativo e foraggere. Il candidato, descritta

Dettagli

I servizi web per l analisi e la diffusione dei risultati dei Censimenti dell agricoltura

I servizi web per l analisi e la diffusione dei risultati dei Censimenti dell agricoltura I servizi web per l analisi e la diffusione dei risultati dei Censimenti dell agricoltura Filomena Nardacchione Direzione Impresa, Lavoro e Scuola Centro di Competenza AGRICOLTURA Strategia di diffusione

Dettagli

L agricoltura campana le cifre del D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA

L agricoltura campana le cifre del D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA L agricoltura campana le cifre del 2003 D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA 1 Il territorio La Campania ha una superficie pari a 13.595 Kmq e una densità media di 426 abitanti per kmq; il territorio è suddiviso

Dettagli

DMC. Le 13 Compagnie di Destinazione in Abruzzo. PAR FAS ABRUZZO 2007-2013 Linea Azione 1.3.1.d

DMC. Le 13 Compagnie di Destinazione in Abruzzo. PAR FAS ABRUZZO 2007-2013 Linea Azione 1.3.1.d DMC Le 13 Compagnie di Destinazione in Abruzzo Ragione Sociale Consorzio Soc. Coop. A R.L.P.A. Capitale Sociale Euro 100.000,00 Legale Rappresentante Giagnoli Ottaviana Comuni del territorio coinvolto

Dettagli

Crisi: prezzo terra -0,6%, terzo calo consecutivo in Italia

Crisi: prezzo terra -0,6%, terzo calo consecutivo in Italia Terra e Gusto Crisi: prezzo terra -0,6%, terzo calo consecutivo in Italia Crea, pesano Imu, embargo russo e mancanza liquidità Redazione ANSA ROMA 30 ottobre 201516:30 ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE - ROMA

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Le aziende e le superfici

Le aziende e le superfici Dirigente Regionale Direzione Sistema Statistico Regionale Le aziende agricole e la Superficie Agricola Utilizzata Le aziende agricole La SAU Numero aziende Var.% SAU (ha) Veneto 120.735-32,3 Veneto 806.320

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTA DI MEDICINA VETERINARIA Corso di Laurea in Medicina Veterinaria Dipartimento di Scienze Veterinarie

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTA DI MEDICINA VETERINARIA Corso di Laurea in Medicina Veterinaria Dipartimento di Scienze Veterinarie UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTA DI MEDICINA VETERINARIA Corso di Laurea in Medicina Veterinaria Dipartimento di Scienze Veterinarie TESI DI LAUREA IN ZOOTECNICA GENERALE E MIGLIORAMENTO GENETICO

Dettagli

Ge.S.Di.Mont, Università degli Studi di Milano 2. Riassunto

Ge.S.Di.Mont, Università degli Studi di Milano 2. Riassunto Evoluzione dei sistemi produttivi zootecnici in Valcamonica: punti di forza e debolezze Panighetti A. 1, Soncina E. 1, Giorgi A. 1, Tamburini A. 1,2 1 Ge.S.Di.Mont, Università degli Studi di Milano 2 Dipartimento

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013

Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013 Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013 STATO MEMBRO: ITALIA REGIONE ABRUZZO SOMMARIO 1 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE ABRUZZO 6 2 STATO MEMBRO E CIRCOSCRIZIONE AMMINISTRATIVA: ITALIA REGIONE

Dettagli

CON L EUROPA IL LAZIO CAMBIA. ANCHE IN AGRICOLTURA.

CON L EUROPA IL LAZIO CAMBIA. ANCHE IN AGRICOLTURA. IL PSR 2007-2013 A LATINA CON L EUROPA IL LAZIO CAMBIA. ANCHE IN AGRICOLTURA. PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE INDICE INTRODUZIONE L AGRICOLTURA A LATINA Il quadro generale IL PSR 2007-2013 A LATINA Un analisi

Dettagli

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 $/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 / DUHDGLSURGX]LRQHELRORJLFD A fianco l uso dell olio di oliva tradizionale, sono cresciute la produzione ed il consumo dell olio biologico, con il conseguente aumento dell

Dettagli

6 Censimento Generale dell Agricoltura CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE DELLE AZIENDE AGRICOLE

6 Censimento Generale dell Agricoltura CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE DELLE AZIENDE AGRICOLE 6 Censimento Generale dell Agricoltura CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE DELLE AZIENDE AGRICOLE 6 Censimento Generale dell Agricoltura CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE DELLE AZIENDE AGRICOLE A cura di: Loredana

Dettagli

A n a l i s i s i n t e t i c a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e

A n a l i s i s i n t e t i c a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali U. Org. Studi e Statistica LE ATTIVITÀ ECONOMICHE NEL COMUNE DI UDINE 2006 A n a l i s i s i n t e t i c a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA CADEI ZENO

AZIENDA AGRICOLA CADEI ZENO AZIENDA AGRICOLA CADEI ZENO Sede legale e produttiva: Via Campone, 12, Endine Gaiano (Bg) Telefono: 035827383 Conduttore: Cadei Zeno Età: 38 Il conduttore non è a titolo principale. Nessun lavorante in

Dettagli

PSR 2014-2020 Rapporto di analisi per la Priorità 2

PSR 2014-2020 Rapporto di analisi per la Priorità 2 Regione del Veneto PSR 2014-2020 Rapporto di analisi per la Priorità 2 Versione del 2 agosto 2013 1 Studio realizzato in base all'accordo di programma stipulato da Regione del Veneto e Università degli

Dettagli

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale Forum Bologna. Città che cambia. I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale 6. L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Bologna aprile 2005 Indice 1. LE ABITAZIONI IN COMPLESSO...1 2. LE

Dettagli

Rapporto 2013 Congiuntura agroalimentare abruzzese

Rapporto 2013 Congiuntura agroalimentare abruzzese Rapporto 2013 Congiuntura agroalimentare abruzzese Gruppo di lavoro Donato De Falcis, Marta Valente (Polo Agire) Beatrice Camaioni, Marco Gaito, Antonio Gianpaolo, Matteo Martino, Stefano Palumbo (INEA

Dettagli

PIEMONTE: SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI

PIEMONTE: SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI PIEMONTE: SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI Maggio 2013 A cura di Davide Abellonio, studio Finanza e Impresa, www.finanzaeimpresa.eu PSR 2007/2013 - Misura 211. Contributo a fondo perduto sotto

Dettagli

Allegati AL SINDACO DEL COMUNE DI

Allegati AL SINDACO DEL COMUNE DI AL SINDACO DEL COMUNE DI OGGETTO: -Legge Regionale n. 65 del 10.11.2014 Territorio Rurale - Titolo IV Capo III - Disposizioni sul territorio rurale -ex-regolamento di attuazione n. 5/R-2007 della ex-lr

Dettagli

2. ASPETTI DEMOGRAFICI e SOCIO-ECONOMICI. 2.1. Inquadramento. 2.2. Fonte dei dati ed informazioni disponibili. 2.3. Indicatori selezionati

2. ASPETTI DEMOGRAFICI e SOCIO-ECONOMICI. 2.1. Inquadramento. 2.2. Fonte dei dati ed informazioni disponibili. 2.3. Indicatori selezionati 2. ASPETTI DEMOGRAFICI e SOCIO-ECONOMICI 2.1. Inquadramento L inquadramento socio - economico del territorio oggetto di analisi permette di cogliere alcuni suoi aspetti fondamentali. Anche se non direttamente

Dettagli

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA Bilancio (PROVA) L imprenditrice agricola professionale xxxxx possiede e gestisce un fondo di circa 45 ettari situato nel comune di xxxxx, provincia di xxx. L imprenditrice vuole valutare la convenienza

Dettagli

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi PAC 2014-20202020 L agricoltura italiana verso il futuro I NUMERI La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi di euro

Dettagli

L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI

L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI ll database degli indicatori territoriali della Rete Rurale Nazionale come strumento per lo sviluppo, il monitoraggio e la valutazione PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO

Dettagli