ATTO N dei Consiglieri LIBERATI e CARBONARI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATTO N. 256. dei Consiglieri LIBERATI e CARBONARI"

Transcript

1 Assemblea legislativa Palazzo Cesaroni Piazza Italia, PERUGIA ATTO N. 256 MOZIONE dei Consiglieri LIBERATI e CARBONARI INIZIATIVE DA ADOTTARSI DA PARTE DELLA G.R. CON RIFERIMENTO ALLA PRESENZA, IN SITI DEL TERRITORIO UMBRO, DI MANUFATTI IN CEMENTO - AMIANTO Depositato alla Sezione Flussi Documentali, Archivi e Privacy il 24/11/2015 Trasmesso ai Consiglieri regionali e al Presidente della Giunta regionale il 24/11/2015

2 Al Presidente del Consìglio Regionale - SEDE MOZIONE Istituzione di un censimento dettagliato dei siti in cui vi sia la presenza di manufatti in cemento-amianto. PREMESSO che l'eternit è un marchio registrato di fibrocemento (o cemento-amianto) e che veniva utilizzato in edilizia come materiale da copertura nella forma in lastra piana o ondulata, oppure come coibentazione di tubature; che la commercializzazione in Italia della variante cemento-amianto di tale prodotto, è cessata tra il 1992 e il 1994; benché sin dal 1962 fosse noto in tutto il mondo che la polvere di amianto, generata dall'usura dei tetti e usata come materiale di fondo per i selciati, provoca una grave forma di cancro, il mesotelioma pleurico (oltre che alla classica asbestosi), a Casale Monferrato (Alessandria), Cavagnolo (Torino), Broni (Pavia) e Bari la Eternit e la Fibronit continuarono a produrre manufatti sino al 1986 (1985 per Bari e 1992 per Broni), tentando di mantenere i propri operai in uno stato di totale ignoranza circa i danni (soprattutto a lungo termine) che le fibre di amianto provocano, al fine di prolungare l'attività dello stabilimento e quindi accrescere i profitti; che in particolare a Casale Monferrato i morti e i contaminati da amianto sono e saranno migliaia, anche perché lo stabilimento disperdeva con dei potenti aeratori la polvere di amianto in tutta la città, causando la contaminazione anche di persone non legate alle attività produttive dell'eternit. Soltanto nel periodo nella città monferrina ci sono stati 128 nuovi casi di persone ammalate. Siccome la malattia ha un periodo di incubazione di circa 30 anni, si trovano attualmente in pericolo tutti coloro i quali fino alla fine degli anni Ottanta risiedevano in zone limitrofe contaminate dalle polveri; che la Legge 23 Marzo 2001 n.93 prevede che Regioni e Province Autonome provvedano ad effettuare la mappatura delle zone interessate dalla presenza di amianto all'interno dei propri territori, nonché ad individuare ed effettuare gli interventi di bonifica di particolare urgenza che il D.M. 18 Marzo 2003 n.lol ha successivamente disciplinato tale normativa fornendo gli strumenti metodologici volti alla realizzazione della mappatura; che in questo contesto, la Regione Umbria ha incaricato l'agenzia di protezione ambientale e le Aziende sanitarie umbre di provvedere alla rilevazione della presenza di amianto nell'intero territorio regionale e all'individuazione degli

3 interventi di bonifica urgenti. Il progetto è stato svolto dall'arpa nel 2007 per gli edifìci pubblici e nel 2009 per gli edifici privati; siti privati: Comune.pdf siti pubblici: httd:// %20per%20connune%20cQn%20quantit%C3%AQ.pdf che tale progetto ha interessato solo quelli che ospitano attività produttive con più di tre addetti e con risultati dubbiosi (nel comune di Perugia risultano solo "5-7" edifìci pubblici con presenza di amianto e "8-20" siti privati; a Terni risultati "5-7" edifici pubblici con presenza di amianto e addirittura "3-4" siti privati); CONSIDERATO che come si può vedere dai link sopra riportati non si ha un quadro dettagliato dei siti presenti nella nostra Regione; che numerose regioni e comuni italiani sono già intervenuti per la predisposizione di un censimento dettagliato delle opere in eternit presenti nel territorio comunale; che nella regione Lombardia nelle linee guida del Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL), elaborato a seguito dell'art. 3 della l.r. n. 17 del 29 settembre 2003, è stato approvato con D.G.R. vm/1526 del viene indicato che i soggetti pubblici e i proprietari privati hanno l'obbligo di denunciare alle ASL e Comuni competenti per territorio la presenza di amianto o di materiali contenenti amianto in matrice friabile estendendola anche ai manufatti in cemento-amianto (es. eternit); le stesse linea guida impongono a tutti i soggetti pubblici e ai privati proprietari di edifici, impianti o luoghi nei quali vi sia presenza di amianto o di materiali contenenti amianto, di darne comunicazione istituendo un censimento attraverso l'autonotifica da parte dei proprietari delle strutture ed edifici che contengono amianto, rendendo quindi il cittadino un attore principale della tutela della propria salute. I proprietari di immobili con presenza di amianto hanno quindi l'obbligo di comunicarne la presenza utilizzando l'apposito modulo di autonotifica. Inoltre la linea guida prevede che se un cittadino vuole segnalare la presenza di manufatti contenenti amianto, deve inviare una comunicazione scritta. Il Comune inviterà il proprietario dell'immobile ad attivare la procedura

4 prevista e trasmettendo all'asl la documentazione necessaria al finì del censimento e dell'inserimento dei dati nel catasto regionale dell'amianto. Nel caso di mancato riscontro da parte del proprietario (persona fisica o giuridica) l'amministrazione comunale emetterà un'ordinanza la cui inosservanza è sanzionata penalmente (art. 650 del codice penale); che la Regione Calabria con la LR. 27/04/2011, n. 14, pubblicata sul Bollettino Ufficiale 04/05/2011, Supplemento straordinario n. 2 al n. 8 del 02/05/2011, ha disposto norme relative all'eliminazione dei rischi derivanti dalla esposizione a siti e manufatti contenenti amianto, nell'ambito di misure per la salvaguardia della salute dei cittadini e istituendo un censimento della presenza dell'amianto sul territorio regionale sia per soggetti pubblici e privati proprietari; che la Regione Sicilia ha avviato - con il Piano di protezione dall'amianto predisposto in attuazione dell'articolo 10 della Legge n 257 del 27 marzo 1992 ed approvato con il D.RReg. 27 dicembre una decisa campagna volta ad eliminare o ridurre al più basso livello possibile i rischi derivanti dalla esposizione all'amianto. Il piano si articola in una serie di iniziative e di azioni specifiche: acquisizione della conoscenza complessiva del "rischio-amianto" (si otterrà effettuando il censimento di tutte le situazioni di possibile esposizione all'amianto); che nel 2010 la Regione Umbria, a modifica ed integrazione di una vecchia D.G.R. di ottobre 2007, n. 1611, emette una "/./nea guida per le Az. USL ai fini della valutazione delle strutture contenenti amianto", nonché linee guida per la microraccolta di materiali contenenti amianto e schema di relazione ex art. 9 legge 257/92 ed in un un apposito allegato si riporta anche l'algoritmo che la ns. Regione ha deciso di adottare per la valutazione obbligatoria delle coperture esterne in cemento amianto. Il protocollo ha lo scopo di fornire uno strumento operativo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto ed è utile al fine di indirizzare le conseguenti azioni di monitoraggio e/o bonifica che sono a carico del proprietario dell'immobile e/o del responsabile dell'attività che vi si svolge. La valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto è effettuata tramite 1applicazione dell'indice di Degrado (I.D.) ed è condotta attraverso l'ispezione del manufatto. Se il manufatto presenta una superficie danneggiata - ovvero quando sono presenti danni evidenti ed indiscutibili come ad esempio crepe, fessure evidenti e rotture - in misura superiore al 10% della sua estensione, si procede alla bonifica come indicato dal D.M. 6 Settembre 1994, privilegiando l'intervento di rimozione. Se il danno è meno evidente e la superfìcie della copertura in cemento-amianto appare integra all'ispezione visiva, è necessario quantificare lo stato di conservazione attraverso l'applicazione dell'indice di Degrado. Il risultato dell'applicazione dell'i.d. è un valore numerico a cui

5 corrispondono azioni conseguenti che il proprietario dell'immobile e/o il responsabile dell'attività che vi si svolge, dovrà attuare; che lo studio Sentieri ha preso in considerazione anche la città di Terni ed i risultati per la nostra città sono chiari per i tumori all'apparato respiratorio. Per quanto riguarda l'incidenza si osservano 628 casi totali negli uomini e 166 casi nelle donne di tumore polmonare, in eccesso in entrambi i generi (+14% negli uomini, +18% nelle donne rispetto all'atteso); nei soli uomini si osservano 19 casi totali di mesotelioma pleurico (+164%).In entrambi i generi per le malattie respiratorie casi totali negli uomini (+9%) e casi totali nelle donne (+12%). Sono in eccesso in entrambi i generi i ricoveri per le malattie respiratorie acute, casi totali negli uomini (+13%) e casi totali nelle donne (+16%). Nelle sole donne, per le malattie polmonari cronico-ostruttive 548 ricoveri (+12%). Viene Inoltre osservata la presenza contemporanea di eccessi di tumore al polmone e delle malattie respiratorie in entrambi i generi, e di mesotelioma pleurico negli uomini e viene rivolta l'espressa richiesta dell'avvio di "un approfondito e sistematico piano di monitoraggio ambientale e di sorveglianza epidemiologica finalizzato all'individuazione e abbattimento delle sorgenti di inquinamento atmosferico"; IMPEGNA il presidente della Regione Umbria e la Giunta 1. a istituire un censimento dettagliato dei siti in cui vi sia la presenza di manufatti in cemento-amianto utilizzando apposite schede di rilevazione in collaborazione con i relativi comuni; 2. a pubblicizzare adeguatamente tale censimento con azioni informative alla cittadinanza ed a tutti i proprietari di manufatti in cemento amianto (eternit); 3. ad analizzare le schede in modo da evidenziare quelle che per dimensioni, stato di uso, vicinanza a siti sensibili, etc. a cui sarà rivolto l'invito ad effettuare la valutazione approfondita dello stato di conservazione delle coperture in eternit secondo lo schema regionale ed inviarlo al Comune di competenza; 4. a proporre accordi con le aziende locali autorizzate al fine di permettere lo smaltimento o bonifica a prezzi concordati anche in caso di modeste quantità; 5. a predisporre quanto necessario affinché i risultati del censimento siano dettagliatamente registrati, archiviati e resi disponìbili liberamente on-line e al fine di diffonderli alla cittadinanza interessata; 6. a istituire idonei programmi di sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti ad amianto e loro familiari (anche loro esposti per il fatto che questi lavoratori tornavano a casa con le tute contaminate da polveri e fibre di amianto);

6 7. a favorire un'applicazione uniforme delle norme in tema di accredito delle maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto in favore dei lavoratori dei diversi comparti; 8. a istituire un Fondo regionale in favore delle vittime dell'amianto in similitudine con li Fondo nazionale vittime amianto, istituito per effetto dell'art. 1, commi 241/246, Legge 247/07 (non sufficientemente finanziato dallo Stato nazionale); 9. ad attivare un tavolo permanente con l'osservatorio Nazionale Amianto al fine di affrontare ancor più compiutamente tale materia. Andrea Liberati Maria Grazia Carbonari ^Q;^ppo corjsittaremovi mento 5 Stelle - Regione Umbria 19 novembre 2015

Circolare N.15 del 24 Gennaio 2013. Lombardia. Censimento amianto entro il 30 gennaio 2013

Circolare N.15 del 24 Gennaio 2013. Lombardia. Censimento amianto entro il 30 gennaio 2013 Circolare N.15 del 24 Gennaio 2013 Lombardia. Censimento amianto entro il 30 gennaio 2013 Lombardia: censimento amianto entro il 30 gennaio 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che,

Dettagli

PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO

PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO La Regione Lombardia, attraverso l'approvazione del Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL), avvenuta con Decreto di Giunta Regionale n. 8/1526 del 22/12/2005, si è posta

Dettagli

AMIANTO: DA FEBBRAIO 2013 SANZIONI PER CHI NON NE DENUNCIA IL POSSESSO

AMIANTO: DA FEBBRAIO 2013 SANZIONI PER CHI NON NE DENUNCIA IL POSSESSO AMIANTO: DA FEBBRAIO 2013 SANZIONI PER CHI NON NE DENUNCIA IL POSSESSO A partire da febbraio 2013 sono previste sanzioni da 100,00 a 1.500,00 per i soggetti interessati (proprietari / detentori) di manufatti

Dettagli

AMIANTO. Censimento e rimozione Aspetti normativi, sanitari e tecnici Procedure, obblighi e sanzioni. Mercoledì 6 marzo 2013. In collaborazione con

AMIANTO. Censimento e rimozione Aspetti normativi, sanitari e tecnici Procedure, obblighi e sanzioni. Mercoledì 6 marzo 2013. In collaborazione con AMIANTO Censimento e rimozione Aspetti normativi, sanitari e tecnici Procedure, obblighi e sanzioni 1 Mercoledì 6 marzo 2013 In collaborazione con Ufficio di Sanità Pubblica Bonate Sotto AGENDA 2 L Evoluzione

Dettagli

AMIANTO CENSIMENTO E PROCEDURE DI SMALTIMENTO

AMIANTO CENSIMENTO E PROCEDURE DI SMALTIMENTO AMIANTO CENSIMENTO E PROCEDURE DI SMALTIMENTO E stato approvato in Consiglio regionale, nella seduta del 24 luglio 2012, il provvedimento che modifica e integra la legge 17/2003 relativa al risanamento

Dettagli

Materiali contenenti amianto. Le novità normative

Materiali contenenti amianto. Le novità normative Dipartimento di Prevenzione Medico Materiali contenenti amianto Le novità normative Eugenio Ariano Marzia Soresini Il Piano Regionale Amianto A fine 2005 in applicazione della norma nazionale è stato varato

Dettagli

Roberto Cecchetti ASL Monza e Brianza

Roberto Cecchetti ASL Monza e Brianza Roberto Cecchetti ASL Monza e Brianza Il censimento in regione Principali azioni per la corretta gestione della presenza di amianto La Legge Regionale n.17/2003 e successive modifiche introdotte dalla

Dettagli

LEGGE N. 11 DEL 04/08/2009 Norme per la protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dai pericoli

LEGGE N. 11 DEL 04/08/2009 Norme per la protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dai pericoli LEGGE N. 11 DEL 04/08/2009 Norme per la protezione dell'ambiente, decontaminazione, smaltimento e bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall'amianto. BURA N. 44 DEL 26/08/2009 Art. 1 Finalità

Dettagli

COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO COMUNE DI CARUGO PROVINCIA DI COMO AVVISO CENSIMENTO PRESENZA AMIANTO (ETERNIT) Il Sindaco Ufficiale di Igene Pubblica e L Amministrazione Comunale di Carugo, con delibera della Giunta Comunale n del ha

Dettagli

AMIANTO. Pericoli e rischi

AMIANTO. Pericoli e rischi AMIANTO. Pericoli e rischi per la salute e per la sicurezza Pietro Gino Barbieri Direttore Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro ASL Brescia Cemento-amianto: togliamocelo dalla testa I (principali)

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE AMIANTO

SCHEDA VALUTAZIONE AMIANTO SCHEDA VALUTAZIONE AMIANTO In data 18/11/2008 è stato emesso il nuovo Decreto n. 13237 che di seguito riportiamo integralmente: DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 13237 DEL 18/11/2008. Identificativo

Dettagli

PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO

PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO PRAL= PIANO REGIONALE AMIANTO La Regione Lombardia, attraverso l'approvazione del Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL), avvenuta con Decreto di Giunta Regionale n. 8/1526 del 22/12/2005, si è posta

Dettagli

Coperture in cemento amianto - situazione locale ed adempimenti dei detentori

Coperture in cemento amianto - situazione locale ed adempimenti dei detentori ADEMPIMENTI NORMATIVI E PROCEDURALI SUL TEMA DEL CEMENTO AMIANTO COMUNE DI BRESCIA INCONTRO PUBBLICO INFORMATIVO VENERDI 15 MARZO 2013 ore 15.00 C/O AUDITORIUM MUSEO DI SCIENZE NATURALI Via Ozanam, 4 -

Dettagli

COMUNE DI SCORDIA. ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI SCORDIA. ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO COMUNE DI SCORDIA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Area 3 Servizio Territorio e Ambiente AVVISO PUBBLICO CENSIMENTO OBBLIGATORIO PRESENZA AMIANTO/ETERNIT NEL TERRITORIO COMUNALE IL SINDACO VISTA la Legge 27 Marzo

Dettagli

P.R.A.L. Piano Regionale Amianto Lombardia

P.R.A.L. Piano Regionale Amianto Lombardia P.R.A.L. Piano Regionale Amianto Lombardia Il Piano Regionale Amianto della Lombardia prevede che i soggetti proprietari di immobili effettuino il censimento amianto contenuto nei manufatti di copertura

Dettagli

DICHIARA. Al Dipartimento di Prevenzione Medica della ASL Provincia di Como

DICHIARA. Al Dipartimento di Prevenzione Medica della ASL Provincia di Como Allegato n. 4 (punto 2.2 del PRAL) Censimento amianto registri e sistema informativo Modulo Na/1- NOTIFICA PRESENZA DI AMIANTO IN STRUTTURE O LUOGHI Al Dipartimento di Prevenzione Medica della ASL Provincia

Dettagli

PROGETTO SUB-AREA VALENZANA AMIANTO

PROGETTO SUB-AREA VALENZANA AMIANTO PROGETTO SUB-AREA VALENZANA AMIANTO La proposta dell Amministrazione Comunale della Città di Valenza per bonificare il territorio dai manufatti in amianto ancora presenti. I LIMITI TERRITORIALI Proposti

Dettagli

LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO LA GESTIONE DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO 1 RIFERIMENTI NORMATIVI L. 257/92, art. 9, 10 Norme relative alla cessazione dell impiego dell amianto. D.M. 06/09/94 Normative e metodologie tecniche di applicazione

Dettagli

AMIANTO. a cura di Antonella Regonesi Università degli studi di Dalmine Maggio 2008

AMIANTO. a cura di Antonella Regonesi Università degli studi di Dalmine Maggio 2008 AMIANTO a cura di Antonella Regonesi Università degli studi di Dalmine Maggio 2008 AMIANTO: La legislazione fondamentale D. Lgs.. N 257/2006 Legge n. 257/92 D.P.R. 8 agosto 1994 D.M. 6 settembre 1994 D.M.

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE

CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE REGIONE LOMBARDIA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 1979 VI COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO DI LEGGE Modifiche e integrazioni alla legge regionale 9 settembre 2003, n.

Dettagli

Grazie per l attenzione

Grazie per l attenzione Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Legge Regionale 17 del 29 settembre 2003 Aggiornata con le modifiche apportate della Legge Regionale 14 del 31 luglio 2012 Grazie per l attenzione

Dettagli

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Ponte San Pietro 20-02-2013 Dalzano Dr. Marcello Responsabile Settore di Prevenzione di Bonate Sotto Diparetimento

Dettagli

Compiti istituzionali dell ARPACal ai sensi della L.R. 14/2011

Compiti istituzionali dell ARPACal ai sensi della L.R. 14/2011 Seminario sul tema: La gestione del rischio Amianto in Calabria: problematiche e soluzioni 27 Aprile 2015, EDILEXPO 2015 Parco Commerciale le Fontane, CATANZARO Compiti istituzionali dell ARPACal ai sensi

Dettagli

Regione Lombardia. Legge Regionale n. 17 del 29-09-2003. Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto.

Regione Lombardia. Legge Regionale n. 17 del 29-09-2003. Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. Regione Lombardia. Legge Regionale n. 17 del 29-09-2003 Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto. (B.U.R. Lombardia n. 40 del 3 ottobre 2003 - S.O. n.1) IL CONSIGLIO

Dettagli

CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO

CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO CONVEGNO GESTIONE E BONIFICA DELL AMIANTO 20 OTTOBRE 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE BOLOGNA IL PIANO REGIONALE AMIANTO Dr.ssa Marinella Natali Dr.ssa Mariella Riefolo Assessorato Sanità REGIONE

Dettagli

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca

Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Aggiornamento su censimento presenza amianto edifici territorio Distretto Isola Bergamasca Ponte San Pietro 20-02-2013 Dalzano Dr. Marcello Responsabile Settore di Prevenzione di Bonate Sotto Diparetimento

Dettagli

Comune di Montevecchia Provincia di Lecco. Vasto utilizzo nell edilizia dal 1950 al 1992 per via di basso costo e buona resistenza.

Comune di Montevecchia Provincia di Lecco. Vasto utilizzo nell edilizia dal 1950 al 1992 per via di basso costo e buona resistenza. Comune di Montevecchia Provincia di Lecco L AMIANTO Vasto utilizzo nell edilizia dal 1950 al 1992 per via di basso costo e buona resistenza. Utilizzato per: Coperture (ETERNIT) cemento-amianto; Isolanti

Dettagli

Censimento Amianto: perché farlo?

Censimento Amianto: perché farlo? Ing. Maurizio Villa MINUS ENERGY - NETWORKENERGIA Censimento Amianto: perché farlo? MINUS ENERGY NETWORKENERGIA Group Via Meda, 2-20020 Dairago CENSIMENTO AMIANTO: Rif. Normativi Legge 257/92, comma 5:

Dettagli

Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto

Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto LEGGE REGIONALE 29 settembre 2003, N. 17 Norme per il risanamento dell ambiente, bonifica e smaltimento dell amianto (BURL n. 40, 1º suppl. ord. del 03 Ottobre 2003 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2003-09-29;17

Dettagli

AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati

AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati DESENZANO DEL GARDA 9 APRILE 2015 Sala Pelèr Palazzo Todeschini AMIANTO Gestione del rischio negli edifici pubblici e privati Cos è l amianto Con il termine amianto, o asbesto, si intende un gruppo di

Dettagli

1785 04/03/2014 DIREZIONE GENERALE SALUTE. Identificativo Atto n. 130

1785 04/03/2014 DIREZIONE GENERALE SALUTE. Identificativo Atto n. 130 1785 04/03/2014 Identificativo Atto n. 130 DIREZIONE GENERALE SALUTE TRASMISSIONE INFORMATIZZATA DELLA NOTIFICA E DEL PIANO PER I LAVORI DI BONIFICA DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO (ARTT. 250 E 256 D.LGS

Dettagli

Articolo 2 Integrazioni alla L.R. 17/2003 in materia di politiche di sostegno.

Articolo 2 Integrazioni alla L.R. 17/2003 in materia di politiche di sostegno. Pagina 1 di 6 Leggi Regionali d'italia Lombardia L.R. 31-7-2012 n. 14 Modifiche e integrazioni alla legge regionale 29 settembre 2003, n. 17 (Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 0056. di iniziativa del Consigliere regionale Villani, Pesato, Ciocca, Bossetti, Bottari

PROGETTO DI LEGGE N. 0056. di iniziativa del Consigliere regionale Villani, Pesato, Ciocca, Bossetti, Bottari PROGETTO DI LEGGE N. 0056 di iniziativa del Consigliere regionale Villani, Pesato, Ciocca, Bossetti, Bottari Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 29 settembre 2003 n. 17 Norme per il risanamento

Dettagli

VALUTAZIONE del RISCHIO. CONTROLLO e Manutenzione dei Manufatti Contenenti Amianto

VALUTAZIONE del RISCHIO. CONTROLLO e Manutenzione dei Manufatti Contenenti Amianto VALUTAZIONE del RISCHIO CONTROLLO e Manutenzione dei Manufatti Contenenti Amianto Angelo Rostagnotto Incontro Illustrativo, Torino 19/12/2006 Riferimenti normativi Legge ordinaria del Parlamento n 257

Dettagli

AMIANTO. L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati

AMIANTO. L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati AMIANTO L'amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa della classe dei silicati L'amianto resiste al fuoco e al calore, all'azione di agenti biologici, agenti chimici, all abrasione e usura fonoassorbente

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA "REGIONE ETERNIT FREE"

PROTOCOLLO DI INTESA REGIONE ETERNIT FREE ALLEGATO SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA "REGIONE ETERNIT FREE" TRA REGIONE ABRUZZO E ANCI ABRUZZO LEGAMBIENTE AZZEROCO 2 1 L anno 2011, il giorno.., del mese di, presso la sede della Regione Abruzzo in

Dettagli

Lo stato della bonifica da

Lo stato della bonifica da LE RECENTI E FUTURE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI AMIANTO: RISCONTRI POSITIVI E NEGATIVI ASSOAMIANTO Milano, 17 Aprile 2007 Lo stato della bonifica da amianto a Casale Monferrato Dott. Angelo

Dettagli

Comune di Gudo Visconti (Provincia di Milano)

Comune di Gudo Visconti (Provincia di Milano) Comune di Gudo Visconti (Provincia di Milano) P.R.A.L. (Piano Regionale Amianto Lombardia) CENSIMENTO E MANUTENZIONE AMIANTO - Autonotifica Obbligatoria - La Regione Lombardia con delibera di Giunta Regionale

Dettagli

ANALISI DEI RISCHI IN OTTICA DI BONIFICA

ANALISI DEI RISCHI IN OTTICA DI BONIFICA PROGETTO OLTRE L AMIANTO ANALISI DEI RISCHI IN OTTICA DI BONIFICA Lavoro effettuato dalla Classe 4^A PNI del LICEO SCIENTIFICO PALLI dell ISTITUTO SUPERIORE BALBO In collaborazione con il Prof. Marco Porta

Dettagli

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE REGISTRO: NUMERO: DATA: OGGETTO: Determinazione 0001965 04/11/2015 15:56 Approvazione del Protocollo di intesta tra i Comuni di Terred acqua, l Azienda USL di Bologna, e la

Dettagli

Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente

Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente Proposta di legge Interventi urgenti per la salvaguardia della salute dei cittadini:

Dettagli

NOTA. - la promozione di finanziamenti agevolati per la bonifica di edifici con presenza di manufatti contenenti amianto;

NOTA. - la promozione di finanziamenti agevolati per la bonifica di edifici con presenza di manufatti contenenti amianto; L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14 venerdì 7 settembre, 2012 NOTA E stata pubblicata sul B.U.R.L. 3 agosto 2012 n. 31 ed è in vigore dal 4 agosto, la legge con la quale la Regione Lombardia ha inteso

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81. Riferimenti normativi. L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06. Norme attuative

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81. Riferimenti normativi. L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06. Norme attuative amiantomianto DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81 Novità?? Riferimenti normativi L. 257/92 D. Lgs. 277/91 L. 257/06 Tutela dei lavoratori D. Lgs 81/08 L. 1124/65 Norme attuative Disciplinari tecnici

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14

L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14 L.R. Lombardia 31 luglio 2012 n. 14 venerdì 7 settembre, 2012 NOTA E stata pubblicata sul B.U.R.L. 3 agosto 2012 n. 31 ed è in vigore dal 4 agosto, la legge con la quale la Regione Lombardia ha inteso

Dettagli

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO La tutela della popolazione dal rischio amianto Dr.ssa Fiorini Cristina SPISAL ULSS 20

Dettagli

- di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

- di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. 15489 - di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Il Segretario della Giunta Teresa Scaringi Il Presidente della Giunta Dott. Nichi Vendola

Dettagli

INTERVENTI URGENTI SUGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PER LA BONIFICA DELL AMIANTO

INTERVENTI URGENTI SUGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PER LA BONIFICA DELL AMIANTO PROGETTO DI LEGGE 2 INTERVENTI URGENTI SUGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PER LA BONIFICA DELL AMIANTO Di iniziativa dei Consiglieri: Franco Mirabelli Sara Valmaggi Carlo Borghetti Francesco

Dettagli

Gestione della presenza amianto in ambienti urbani

Gestione della presenza amianto in ambienti urbani Gestione della presenza amianto in ambienti urbani Convegno organizzato dal Ministro della Salute Balduzzi, Verso la II Conferenza Governativa su amianto e patologie correlate Casale Monferrato -17 Settembre

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER IL CONVENZIONAMENTO PER LO SMALTIMENTO DI AMIANTO

PROCEDURA APERTA PER IL CONVENZIONAMENTO PER LO SMALTIMENTO DI AMIANTO Prot. n. 1374 Comune di Santa Maria della Versa (Provincia di Pavia) Piazza Ammiraglio Faravelli, 1 Cod. Fisc. P. Iva: 01484840184 Telefono n.: 0385/278011-278220 Fax n. 0385/79622 C.A.P. 27047 PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI MEDOLAGO. ASSEMBLEA PUBBLICA AUDITORIUM A. ROSMINI Lunedi 28 gennaio 2013. www.sottoilmontesolare.org

COMUNE DI MEDOLAGO. ASSEMBLEA PUBBLICA AUDITORIUM A. ROSMINI Lunedi 28 gennaio 2013. www.sottoilmontesolare.org COMUNE DI MEDOLAGO ASSEMBLEA PUBBLICA AUDITORIUM A. ROSMINI Lunedi 28 gennaio 2013 www.sottoilmontesolare.org CHI SIAMO Siamo nati nel 2007 nella Città di Sotto il Monte Giovanni XXIII. Siamo semplici

Dettagli

- con DD n. 275 del 18 aprile 2012 sono stati nominati i componenti delegati dalle direzioni regionali e il presidente del Comitato di Direzione;

- con DD n. 275 del 18 aprile 2012 sono stati nominati i componenti delegati dalle direzioni regionali e il presidente del Comitato di Direzione; REGIONE PIEMONTE BU5 31/01/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 18 dicembre 2012, n. 40-5094 Approvazione del Protocollo regionale per la gestione di esposti / segnalazioni relativi alla presenza

Dettagli

La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto

La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto 1 Riferimenti normativi Decreto Legislativo 19 settembre 1994 n. 626 capo VI Decreto Ministeriale 16 gennaio 1997 Decreto

Dettagli

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 1.00 IDENTIFICAZIONE DELL IMMOBILE: Comune... Prov...

Dettagli

COMUNE DI SUCCIVO (PROVINCIA DI CASERTA)

COMUNE DI SUCCIVO (PROVINCIA DI CASERTA) /! COMUNE DI SUCCIVO ORDINANZA SINDACALE n. 3 del 13 febbraio 2014 05 - Oggetto: CENSIMENTO OBBLIGATORIO AMIANTO VISTI: IL SINDACO l'art. 10 della Legge n. 257/1992, che prevede al comma 1 l'adozione da

Dettagli

Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica. Codice CIFRA: RIF / DEL / 2012 / 00006

Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica. Codice CIFRA: RIF / DEL / 2012 / 00006 R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Area Politiche per la Riqualificazione, la Tutela e la Sicurezza ambientale e per l Attuazione delle Opere pubbliche Servizio

Dettagli

Tuttavia tale pregio comporta anche la capacità di rilasciare fibre che, suddividendosi, possono essere potenzialmente inalabili.

Tuttavia tale pregio comporta anche la capacità di rilasciare fibre che, suddividendosi, possono essere potenzialmente inalabili. AMIANTO La caratteristica principale che ha visto l asbesto o, come più spesso viene chiamato, l amianto utilizzato in numerosissime produzioni è quella della sua consistenza fibrosa. Tuttavia tale pregio

Dettagli

AMIANTO: RICONOSCERLO CONSERVARLO BONIFICARLO. Scheda tematica per la gestione dei PAVIMENTI IN VINILAMIANTO

AMIANTO: RICONOSCERLO CONSERVARLO BONIFICARLO. Scheda tematica per la gestione dei PAVIMENTI IN VINILAMIANTO Scheda tematica per la gestione dei PAVIMENTI IN VINILAMIANTO AMIANTO: RICONOSCERLO CONSERVARLO BONIFICARLO Questa scheda tematica vuole fornire informazioni utili per l individuazione, la gestione e la

Dettagli

Spezzano Albanese Sala Consiliare 19 dicembre 2014

Spezzano Albanese Sala Consiliare 19 dicembre 2014 Spezzano Albanese Sala Consiliare 19 dicembre 2014 PP_REV_311212 Regione Calabria: LEGGE REGIONALE 27 aprile 2011, n. 14 Pubblicato B. U. Regione Calabria - n. 8 del 2 maggio 2011 s.s. n.2 Emanata in attuazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3494 Seduta del 30/04/2015

DELIBERAZIONE N X / 3494 Seduta del 30/04/2015 DELIBERAZIONE N X / 3494 Seduta del 30/04/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

Città di Elice Città di pace e per la scienza AVVISO PUBBLICO

Città di Elice Città di pace e per la scienza AVVISO PUBBLICO Città di Elice Città di pace e per la scienza AVVISO PUBBLICO Legge Regionale n. 10 del 29/04/2014 - Norme per la tutela dellasalute e del territorio dai rischi derivanti dall'amianto. Comunicazione presenza

Dettagli

Pericolosità del Materiale Contenente Amianto

Pericolosità del Materiale Contenente Amianto Pericolosità del Materiale Contenente Amianto - in buone condizioni: rilascio di fibre estremamente improbabile - danneggiato per manutenzione od altro (es. eventi atmosferici importanti: grandinata.):

Dettagli

Criteri e modalità per la concessione dei contributi per la rimozione con smaltimento di coperture in cemento amianto

Criteri e modalità per la concessione dei contributi per la rimozione con smaltimento di coperture in cemento amianto Allegato parte integrante ALLEGATO 1) Criteri e modalità per la concessione dei contributi per la rimozione con smaltimento di coperture in cemento amianto Articolo 1 Finalità e soggetti beneficiari 1.

Dettagli

promuove e organizza il Seminario Nazionale

promuove e organizza il Seminario Nazionale Pagina 1 di 6 promuove e organizza il Seminario Nazionale "LO STATO DELL ARTE DELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO IN ITALIA A 16 ANNI DALL EMANAZIONE DELLA LEGGE N. 257/92 E ALLA LUCE DEGLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

Dettagli

COMUNE DI PRESEZZO PRESEZZO IN SALUTE

COMUNE DI PRESEZZO PRESEZZO IN SALUTE COMUNE DI PRESEZZO Provincia di Bergamo Via Vittorio Veneto n. 1049 - C.a.p. 24030 c.f. 8200 3210 166 part.i.v.a. 0175 7940 166 Tel. 035 464660 Fax 035 464699 Ufficio TRIBUTI e-mail: comune@presezzo.net

Dettagli

Patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio CONVEGNO COME TRASFORMARE IL PROBLEMA DELL ETERNIT ETERNIT IN UNA OPPORTUNITA!

Patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio CONVEGNO COME TRASFORMARE IL PROBLEMA DELL ETERNIT ETERNIT IN UNA OPPORTUNITA! con l alto l Patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio CONVEGNO COME TRASFORMARE IL PROBLEMA DELL ETERNIT ETERNIT IN UNA OPPORTUNITA! sito web: www.caspi.it e-mail: info@caspi.it sito web: www.ecocentro.it

Dettagli

Parliamo di.. Componenti in cemento e amianto impiegati negli immobili edificati prima del 1992

Parliamo di.. Componenti in cemento e amianto impiegati negli immobili edificati prima del 1992 CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Parliamo di.. Componenti in cemento e amianto impiegati negli immobili edificati prima del 1992 Gli autori di detto crimine e i proprietari degli immobili,

Dettagli

LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494

LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494 Associazione Italiana fra Addetti alla Sicurezza DOCUMENTO D INDIRIZZO CONGIUNTO N. 1 LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO: REQUISITI DEL COORDINATORE 494 Emissione 15 ottobre 2003 SOMMARIO 1. Premessa 2. Gli

Dettagli

PROVINCIA DI SV DELLA GIUNTA COMUNALE N.73 OGGETTO: CONVENZIONE PER LO SMALTIMENTO DI MANUFATTI DI AMIANTO "AMIANTO FREE" - APPROVAZIONE.

PROVINCIA DI SV DELLA GIUNTA COMUNALE N.73 OGGETTO: CONVENZIONE PER LO SMALTIMENTO DI MANUFATTI DI AMIANTO AMIANTO FREE - APPROVAZIONE. C o p i a COMUNE DI ORTOVERO PROVINCIA DI SV VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.73 OGGETTO: CONVENZIONE PER LO SMALTIMENTO DI MANUFATTI DI AMIANTO "AMIANTO FREE" - APPROVAZIONE. L anno duemilaquindici

Dettagli

CONOSCERE I PERICOLI DELL'AMIANTO PER VIVERE LIBERI DALL'AMIANTO. I circoli territoriali Legambiente della Provincia di Pavia

CONOSCERE I PERICOLI DELL'AMIANTO PER VIVERE LIBERI DALL'AMIANTO. I circoli territoriali Legambiente della Provincia di Pavia CONOSCERE I PERICOLI DELL'AMIANTO PER VIVERE LIBERI DALL'AMIANTO I circoli territoriali Legambiente della Provincia di Pavia L'amianto L'asbesto (o amianto) è un insieme di minerali del gruppo dei silicati,

Dettagli

COPERTURE REALIZZATE CON LASTRE DI CEMENTO AMIANTO OBBLIGHI E DOVERI

COPERTURE REALIZZATE CON LASTRE DI CEMENTO AMIANTO OBBLIGHI E DOVERI COPERTURE REALIZZATE CON LASTRE DI CEMENTO AMIANTO OBBLIGHI E DOVERI di Avv. Rosa Bertuzzi Ai tempi odierni sussiste il problema connesso alle coperture realizzate con lastre di cemento-amianto. Tale problema

Dettagli

Norme per la tutela della salute, il risanamento dell'ambiente, la bonifica e lo smaltimento dell'amianto.

Norme per la tutela della salute, il risanamento dell'ambiente, la bonifica e lo smaltimento dell'amianto. 1 di 6 Arianna Banca dati delle Leggi Regionali Legge regionale n. 30 del 14 ottobre 2008 Norme per la tutela della salute, il risanamento dell'ambiente, la bonifica e lo smaltimento dell'amianto. (B.U.16

Dettagli

OGGETTO: "CENSIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TOLENTINO"

OGGETTO: CENSIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TOLENTINO AL SIGNOR PRESIDENTE DEL CONSIGLIO AL SIGNOR SINDACO MOVIMENTO 5 STELLE TOLENTINO CONSIGLIERE: GIAN MARIO MERCORELLI TOLENTINO, 12 DICEMBRE 2012 OGGETTO: "CENSIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO PRESENTI

Dettagli

C I T T Á D I V I B O V A L E N T I A S E T T O R E 7 AMBIENTE- PROTEZIONE CIVILE-IGIENE PUBBLICA

C I T T Á D I V I B O V A L E N T I A S E T T O R E 7 AMBIENTE- PROTEZIONE CIVILE-IGIENE PUBBLICA C I T T Á D I V I B O V A L E N T I A S E T T O R E 7 AMBIENTE- PROTEZIONE CIVILE-IGIENE PUBBLICA ORDINANZA N. 94 DEL 04/11/2010 OGGETTO: Dismissione amianto. Premesso che : IL SINDACO -da una stima visiva,

Dettagli

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Se l amianto è COMPATTO non esistono particolari rischi per la salute. Se l amianto è FRIABILE c è il pericolo di inalarne fibre. COMPATTO, materiale

Dettagli

D.A. Territorio 12 novembre 1998

D.A. Territorio 12 novembre 1998 D.A. Territorio 12 novembre 1998 (G.U.R.S. del 12/12/98 Parte I, n 62) Prescrizioni tecniche minime necessarie per l attivazione, all interno di una discarica di tipo 2A, di una specifica sezione dedicata

Dettagli

VERSO UN PIANO NAZIONALE DELL AMIANTO FERRARA, 16 NOVEMBRE 2013 ROSSELLA ZADRO

VERSO UN PIANO NAZIONALE DELL AMIANTO FERRARA, 16 NOVEMBRE 2013 ROSSELLA ZADRO VERSO UN PIANO NAZIONALE DELL AMIANTO FERRARA, 16 NOVEMBRE 2013 ROSSELLA ZADRO Campagna Asbestus Free a Ferrara, maggio 2013 Linee di intervento per un azione coordinata delle amministrazioni statali e

Dettagli

TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA

TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA TORINO, 10 DICEMBRE 2015 #RISCHIOAMIANTO CARTELLA STAMPA A CURA DI UFFICIO STAMPA FILLEA CGIL NAZIONALE www.filleacgil.it - Twitter @filleacgil responsabile: barbara cannata cell.3357888152 ufficiostampa@filleacgil.t

Dettagli

ANACI Varese Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. Ediltek 2009

ANACI Varese Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. Ediltek 2009 Ediltek 2009 La presenza di AMIANTO in CONDOMINIO: : adempimenti dell'amministratore, anche a tutela della salute dei condomini. 1 - La normativa regionale vigente e il PRAL. 2 - Problematiche di gestione

Dettagli

CAMPAGNA ETERNIT FREE

CAMPAGNA ETERNIT FREE CAMPAGNA ETERNIT FREE PRESENZA ed AZIONI in TEMA di AMIANTO in REGIONE LIGURIA contributo di Alberto Verardo Regione Liguria - Via Fieschi 15 - Genova - Sala di Rappresentanza, 11 piano torre A ha l obiettivo

Dettagli

Ing. Fabio Fabbri Ing. Patrizia Cinquetti Settore Qualità Urbana Comune di Sesto San Giovanni

Ing. Fabio Fabbri Ing. Patrizia Cinquetti Settore Qualità Urbana Comune di Sesto San Giovanni Giovedì 22 Aprile 2010 Ing. Fabio Fabbri Ing. Patrizia Cinquetti Settore Qualità Urbana Comune di Sesto San Giovanni Fonti normative regionali e monitoraggio Legge Regionale 29 settembre 2003 n. 17 norme

Dettagli

Allegato n. 9 (punto 6 del PRAL) Corsi di formazione

Allegato n. 9 (punto 6 del PRAL) Corsi di formazione Allegato n. 9 (punto 6 del PRAL) Corsi di formazione A. Programma del corso per addetti delle imprese di da amianto (30 ore) TEMA 1. Aspetti introduttivi 2. Aspetti sanitari 2. Dispositivi di Protezione

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI, PRODUTTIVI, COMMERCIALI/TERZIARI,

Dettagli

Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Giunta promulga. la seguente legge:

Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Giunta promulga. la seguente legge: 4 25.9.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 45 porto multiprofessionale degli operatori è valorizzato anche in funzione dell esercizio delle attività di cui al comma 1. 3. I soggetti

Dettagli

DISINQUINAMENTO DALL AMIANTO DEL CASALESE

DISINQUINAMENTO DALL AMIANTO DEL CASALESE DISINQUINAMENTO DALL AMIANTO DEL CASALESE ASSESSORATO AMBIENTE 1 IL PIANO DEL CONSIGLIO REGIONALE 1996 Individuazione delle aree contaminate da attività industriali nell ambito della normativa d urgenza

Dettagli

Protocollo regionale per la gestione di esposti / segnalazioni relativi alla presenza di coperture in cemento- amianto negli edifici

Protocollo regionale per la gestione di esposti / segnalazioni relativi alla presenza di coperture in cemento- amianto negli edifici Comitato di Direzione Amianto (Istituito con DGR n. 64-3574 del 19 marzo 2012) Protocollo regionale per la gestione di esposti / segnalazioni relativi alla presenza di coperture in cemento- amianto negli

Dettagli

AMIANTO IN COPERTURA Soluzioni Possibili. ing. Ferè Michele Servizi Industriali srl

AMIANTO IN COPERTURA Soluzioni Possibili. ing. Ferè Michele Servizi Industriali srl AMIANTO IN COPERTURA Soluzioni Possibili ing. Ferè Michele Servizi Industriali srl ATTENZIONE Parleremo di normativa inerente solo le coperture in amianto Ho questo problema? La prima domanda che mi devo

Dettagli

CONOSCERE I PERICOLI DELL'AMIANTO PER VIVERE LIBERI DALL'AMIANTO. I circoli territoriali Legambiente della Provincia di Pavia

CONOSCERE I PERICOLI DELL'AMIANTO PER VIVERE LIBERI DALL'AMIANTO. I circoli territoriali Legambiente della Provincia di Pavia CONOSCERE I PERICOLI DELL'AMIANTO PER VIVERE LIBERI DALL'AMIANTO I circoli territoriali Legambiente della Provincia di Pavia 0 L'amianto L'asbesto (o amianto) è un insieme di minerali del gruppo dei silicati,

Dettagli

Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato

Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato L aria del confinamento è costantemente ricambiata mediante estrazione e filtrata con grado di filtrazione

Dettagli

la legge n. 42/2010 e s.m.i. la L.R. 45/2007 e s.m.i.;

la legge n. 42/2010 e s.m.i. la L.R. 45/2007 e s.m.i.; Pag. 8 Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo Anno XLIV - N.16 Speciale (06.02.2013) la legge n. 42/2010 e s.m.i. la L.R. 45/2007 e s.m.i.; VISTA la L.R.14.09.99, n. 77 Norme in materia di organizzazione

Dettagli

RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI

RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI RIEPILOGO PROGETTO MAPPATURA SCUOLE PROVINCIA RIETI L INAIL, in collaborazione con il Centro Regionale Amianto della Regione Lazio (CRA), il Ministero della Salute e l Istituto Superiore di Sanità (ISS),

Dettagli

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COPIA eduta in data : 16/07/2015 Atto n. 70 OGGETTO: APPROVAZIONE AVVIO E CHEMA DI CONVENZIONE DA OTTOCRIVERE TRA, IL COMUNE DI COTA MANAGA E DITTA PECIALIZZATA, DA PROMUOVERE

Dettagli

PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI E DELLE BONIFICHE

PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI E DELLE BONIFICHE PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI E DELLE BONIFICHE SEZIONE RIFIUTI SPECIALI Appendice A rifiuti contenenti amianto Marzo 2015 Piano di Gestione dei Rifiuti e delle Bonifiche 530 - sezione RS Appendice

Dettagli

CAPITOLO 7 NORMATIVA IN MATERIA DI AMIANTO

CAPITOLO 7 NORMATIVA IN MATERIA DI AMIANTO CAPITOLO 7 NORMATIVA IN MATERIA DI AMIANTO 7.1 NORMATIVA NAZIONALE 7.2 NORMATIVA REGIONE PUGLIA 7.3 NORME REGIONALI 7.4 GIURISPRUDENZA 7.5 MODULISTICA 66 CAP.7 - NORMATIVA IN MATERIA DI AMIANTO 7.1 NORMATIVA

Dettagli

COMUNE DI MURA Codice Ente: 10365

COMUNE DI MURA Codice Ente: 10365 COMUNE DI MURA Codice Ente: 10365 Provincia di Brescia DELIBERAZIONE N 22/15 Soggetta invio Prefetto D OGGETTO: Approvazione dello schema di Convenzione per interventi di rimozione e smaltimento di materiali

Dettagli

Piano di Governo del Territorio del Comune di Buscate

Piano di Governo del Territorio del Comune di Buscate Piano di Governo del Territorio del Comune di Buscate VAS Valutazione Ambientale Strategica del Documento di Piano integrazione al rapporto ambientale in merito alle osservazioni pervenute in seguito all

Dettagli

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo COMUNE di MADONE Provincia di Bergamo Regolamento comunale n. 87 REGOLAMENTO PER LO STANZIAMENTO DI CONTRIBUTI VOLTI ALLA RIMOZIONE E ALLO SMALTIMENTO DI MATERIALI IN FIBROCEMENTO E CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

ORDINANZA N. 35 del 10-03-2010 IL SINDACO ORDINA ORDINANZA SINDACALE N 20

ORDINANZA N. 35 del 10-03-2010 IL SINDACO ORDINA ORDINANZA SINDACALE N 20 ORDINANZA N. 35 del 10-03-2010 ORDINANZA SINDACALE N 20 OD IL SINDACO Premesso che nell edificio del Palazzo della Direzione di Montevecchio, oggetto di intervento di recupero da parte di questa Amministrazione,

Dettagli

AMIANTO: quali effetti sulla salute ieri e oggi

AMIANTO: quali effetti sulla salute ieri e oggi Aggiornamenti in Medicina del Lavoro AMIANTO: quali effetti sulla salute ieri e oggi Aldo Todaro U.O.C. Promozione e protezione salute lavoratori. Fondazione IRCCS CA Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Dettagli

Asbesto. Principali materiali contenenti amianto e loro rilascio di fibre di amianto. Elevato

Asbesto. Principali materiali contenenti amianto e loro rilascio di fibre di amianto. Elevato Asbesto Note in materia di valutazione del rischio ed obblighi di legge 1 Definizione... 1 2 Utilizzo... 1 3 Tossicità... 2 4 Valori limite... 2 5 Obblighi... 2 6 Intervento di bonifica... 3 6.1 Valutazione

Dettagli