Spett.le A.S.L. della Provincia di Como U.O. P.S.A.L. Distretto socio-sanitario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Spett.le A.S.L. della Provincia di Como U.O. P.S.A.L. Distretto socio-sanitario"

Transcript

1 Spett.le U.O. P.S.A.L. Distretto socio-sanitario Sede TRASMISSIONE PIANO DI LAVORO PER RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI CEMENTO AMIANTO Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente a in via n rappresentante legale della ditta: con sede legale a in via n telefono fax TRASMETTE il Piano di lavoro relativo alla rimozione di materiali contenenti amianto in matrice cementizia. Per l effettuazione di tali lavori: non si richiede apposito parere si richiede apposito parere, in quanto l intervento scaturisce da obiettivi e gravi motivi d urgenza dovuti a: o ordine dell Autorità o pericolo di crolli o altro: e, pertanto, ai fini dell ottenimento di tale parere, si allega al presente Piano di lavoro la ricevuta del versamento di Euro effettuato sul Vs. conto corrente postale n Data, Il Rappresentante Legale (timbro e firma) Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 1 di 9

2 PIANO DI LAVORO Premessa: Il presente piano di lavoro relativo alla rimozione e demolizione di manufatti in cemento amianto è stato redatto ai sensi dell art. 59 duodecies del D.Lgs. n 257 del 25 luglio Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente a in via n rappresentante legale della ditta con sede legale a in via n telefono fax COMUNICA che intende procedere alla rimozione e allo smaltimento di manufatti in cemento amianto installati depositati presso lo stabile sito nel comune di in via al n di proprietà codice fiscale: o amministrato da (condomini o altro) residente a in via al n Il fabbricato è destinato ad uso: e risponde alla seguente tipologia: condominio casa singola capannone tettoia Ubicazione del materiale contenente amianto nel fabbricato: copertura immobile in ambiente di vita ubicazione locale piano in ambiente di lavoro attività svolta ubicazione locale piano presenza di addetti: SI, numero.. NO Natura dell intervento Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 2 di 9

3 Data prevista: La data prevista non può essere inferiore ai 30 giorni dalla spedizione o consegna presso l ASL. Le eventuali variazioni di tale data andranno comunicati almeno 5 giorni prima. Durata presumibile: Tipologia del materiale contenente amianto: Quantità: coperture in cemento amianto pannelli contenenti amianto rivestimenti altri manufatti contenenti cemento - amianto Superficie metri quadri: Massa chilogrammi: Anno di installazione del materiale contenente amianto: Stato di conservazione e caratteristiche: buono danneggiato CARATTERISTICHE DELLA COPERTURA La struttura della copertura da rimuovere è realizzata nel seguente modo: Gli spazi sottostanti sono destinati a: sono isolati dalla copertura per mezzo di: sono a diretto contatto della copertura Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 3 di 9

4 1) MODALITA DI ESECUZIONE DEI LAVORI 1.1) Accesso alla copertura 1.2) Prodotti e metodi impiegati per il trattamento delle lastre Il prodotto impiegato, in grado comunque di limitare la dispersione eolica delle polveri e delle fibre, sarà: di colore: collante a base di acetato di vinile; prodotto verniciante; prodotto incapsulante; L applicazione avverrà mediante la seguente tecnica: irroratrice ad azione manuale pistola con sistema a spruzzo airless pistola con sistema a spruzzo ad aria compressa che verrà comunque utilizzata mantenendo la minima pressione d aria compatibile con l esercizio, limitando la nebulizzazione del prodotto dirigendo il flusso parallelamente alla superficie, a distanza tale da non indurre asportazione delle fibre da parte dell aria in movimento e consentire la deposizione del prodotto per caduta a pioggia a rullo altro 1.3) Metodi e attrezzi usati per lo smontaggio delle lastre Utensili manuali Attrezzi meccanici a bassa velocità provvisti di sistemi di aspirazione localizzata con filtro assoluto Verranno comunque adottati tutti gli accorgimenti possibili per evitare la rottura delle lastre. 1.4) Movimentazione e stoccaggio dei manufatti in cemento amianto Le lastre rimosse verranno impilate in quantità limitate su bancali posti sulla copertura o su un piano di carico e portate a terra con l ausilio di apparecchi di sollevamento, avendo cura di garantire la stabilità del carico. I bancali verranno subito confezionati con film di Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 4 di 9

5 materiale plastico (fogli di polietilene) fissato opportunamente con nastro adesivo e caricati sui mezzi destinati al trasporto in discarica autorizzata. Eventuali frammenti di lastre rotte verranno raccolti a parte e confezionati in sacchi di plastica; modalità che verrà seguita anche per le tute dei lavoratori e i filtri delle mascherine. 1.5) Ulteriori precauzioni Si procederà alla bagnatura con acqua nebulizzata della polvere sedimentata presente nei canali di raccolta delle acque meteoriche al fine di renderla pastosa; mediante palette tale prodotto verrà raccolto in sacchi di plastica e smaltito come rifiuto speciale pericoloso. 1.6) Rischio di caduta dall alto Verranno adottati idonei provvedimenti e misure di sicurezza contro i rischi di caduta dall alto durante i lavori. 2) NOMINATIVO DEL RESPONSABILE DELLE OPERAZIONI Nello svolgimento delle operazioni di rimozione e smaltimento il responsabile dei lavori sarà il sig.: 3) NOMINATIVO DEGLI ADDETTI ALLA RIMOZIONE DEL CEMENTO AMIANTO Alle operazioni di rimozione della copertura saranno adibiti: 1) 11) 2) 12) 3) 13) 4) 14) 5) 15) 6) 16) 7) 17) 8) 18) 9) 19) 10) 20) di cui si allega certificazione di idoneità lavorativa rilasciata da medico competente ai sensi della legislazione vigente. (Allegato 1) 4) MEZZI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE Durante la fase di rimozione e movimentazione delle lastre, i lavoratori saranno dotati di tuta monouso con cappuccio (da indossare sopra i normali abiti da lavoro), di guanti, di Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 5 di 9

6 mascherina semifacciale con filtro classe P3 e di calzature idonee al pedonamento sui tetti. I dispositivi di protezione individuali utilizzati sono conformi alle norme di cui al D.Lgs. n 475 del , muniti del marchio CE e accompagnati dalla dichiarazione di conformità. 5) MISURE IGIENICHE ADOTTATE Si dichiara che le misure adottate precisate nel piano di lavoro consentono di ritenere che l esposizione personale quotidiana dei lavoratori a fibre di amianto non supera i valori di cui all art. 59 decies del D.Lgs n 257 del 25 luglio Ogniqualvolta l operatore interromperà l attività per una pausa, procederà ad una scrupolosa igiene personale, e prima di togliersi i mezzi di protezione personali, le tute, i guanti e altri indumenti, effettuerà una accurata aspirazione degli indumenti stessi, con idonea apparecchiatura dotata di filtro assoluto del seguente tipo:.. di cui si allega la scheda tecnica. (Allegato 2) A chiusura del cantiere, le tute, i guanti, i filtri delle mascherine, verranno posti in sacchetti di plastica che saranno smaltiti come rifiuti insieme alle lastre. Per poter procedere all igiene personale i lavoratori disporranno ad uso esclusivo di: Lavamani WC Per gli interventi con durata superiore a 10 giorni lavorativi: Spogliatoio Doccia Misure di Protezione di terzi: Specificare le misure che si intendono adottare per evitare che eventuali fibre libere di amianto si propaghino nelle zone circostanti il cantiere e/o vengano a contatto con persone estranee al cantiere stesso: Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 6 di 9

7 6) INFORMAZIONE/FORMAZIONE DEI LAVORATORI Prima dell inizio dei lavori, i lavoratori sono stati formati e informati sui rischi relativi alla sicurezza e alla salute dovuti all esposizione alle polveri provenienti da materiali contenenti amianto e istruiti sul corretto uso dei dispositivi di protezione individuali, sulle misure di igiene personale da adottarsi e sulle modalità di pulizia delle attrezzature impiegate, mediante la seguente attività: formativa informativa Copia del presente Piano sarà a disposizione dei lavoratori e/o dei loro rappresentanti per essere consultato in cantiere. 7) TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI Si dichiara che la gestione dei rifiuti prodotti avverrà conformemente alla normativa vigente in particolare il rifiuto sarà trasportato: in conto proprio, purché il produttore sia iscritto all albo per la gestione dei rifiuti prodotti in conto terzi I riferimenti autorizzativi del trasportatore (se terzo), e dell impianto di destinazione sono i seguenti: Trasportatore: Smaltitore: Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 7 di 9

8 9) VERIFICA DELL ASSENZA DI RISCHI DOVUTI ALL ESPOSIZIONE ALL AMIANTO AL TERMINE DEI LAVORI: specificare come si intende verificare che al termine dei lavori non permangano in cantiere rischi dovuti alla presenza di fibre: ALLEGATO 1: certificati di idoneità alla mansione rilasciati dal medico competente ALLEGATO 2: scheda tecnica del filtro assoluto montato sull aspiratore ALLEGATO 3: Attestato di iscrizione all albo per la bonifica / rimozione Amianto. Il Rappresentante Legale (timbro e firma) Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 8 di 9

9 INDIRIZZI DELLE SEDI DELLE U.U.O.O. PSAL ALLE QUALI TRASMETTERE LA DOCUMENTAZIONE: Distretto socio-sanitario di Como Via Cadorna, COMO Distretto socio-sanitario Brianza Distretto socio-sanitario Sud Ovest Via M. D Azeglio, 7 Via Roma, ERBA (Co) OLGIATE COMASCO (Co) Distretto socio-sanitario Brianza Distretto socio-sanitario Brianza Via Cavour, 10 Via F. Villa, CANTU (Co) MARIANO COMENSE (Co) Distretto socio-sanitario Medio-alto Lario Distretto socio-sanitario Medio-alto Lario Villa Govone Via Statale MENAGGIO (Co) DONGO (Co) Mod.:PREV/SPSAL 02/ 22 febbraio 2007 pag. 9 di 9

AMIANTO: Rimozione amianto - Presentazione piano di lavoro ex art. 59 DUODECIES D.Lgs. 626/94

AMIANTO: Rimozione amianto - Presentazione piano di lavoro ex art. 59 DUODECIES D.Lgs. 626/94 A cosa serve A quale ufficio va inviato Chi deve redigere il piano Quando si deve presentare In quali casi Documentazione da presentare Modalità Cosa fa lo SPISAL Tempi medi di attesa AMIANTO: Rimozione

Dettagli

Dati identificativi del piano di lavoro Committente

Dati identificativi del piano di lavoro Committente REGIONE MARCHE - AZIENDA SANITARIA U.S.L. N.13 ASCOLI PICENO ACQUASANTA TERME - AMANDOLA - APPIGNANO DEL TRONTO ARQUATA DEL TRONTO - ASCOLI PICENO CASTEL DI LAMA - CASTIGNANO - CASTORANO - COLLI DEL TRONTO

Dettagli

NOTIFICA D INIZIO LAVORI COMPORTANTI RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO

NOTIFICA D INIZIO LAVORI COMPORTANTI RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO Timbro/Carta intestata della Ditta Timbro/Carta intestata della Ditta Spett.le ASL 4 Chiavarese S.C. PSAL Via G.B. Ghio, 9 16043 Chiavari NOTIFICA D INIZIO LAVORI COMPORTANTI RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD

Dettagli

Ufficio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro ASL Provincia di Bergamo Sede di. predispone,

Ufficio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro ASL Provincia di Bergamo Sede di. predispone, Ufficio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro ASL Provincia di Bergamo Sede di PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE, SOVRACOPERTURA O INCAPSULAMENTO DI COPERTURE IN CEMENTO-AMIANTO ( art. 34 D.Lgs.

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Azienda ESEMPIO. Sede COMUNE DI SALERNO Indirizzo: Via IRNO. Datore di lavoro Ciciriello Riccardo

PIANO DI LAVORO. Azienda ESEMPIO. Sede COMUNE DI SALERNO Indirizzo: Via IRNO. Datore di lavoro Ciciriello Riccardo PIANO DI LAVORO Azienda ESEMPIO Sede COMUNE DI SALERNO Indirizzo: Via IRNO Datore di lavoro Ciciriello Riccardo Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione Bellini Giuseppe Medico Competente De Santis

Dettagli

Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro ASL n 8 di Cagliari

Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro ASL n 8 di Cagliari 1 Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro ASL n 8 di Cagliari GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO. A) Informazioni generali : 1) Ditta esecutrice

Dettagli

Aggiornato al 19/02/2008

Aggiornato al 19/02/2008 Aggiornato al 19/02/2008 PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO PRESSO LE STAZIONI ECOLOGICHE ATTREZZATE (SEA) DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (CEMENTO-AMIANTO E VINIL-AMIANTO) DERIVANTI DA PICCOLE

Dettagli

Un materiale compatto

Un materiale compatto IL PERICOLO AMIANTO Un materiale compatto è meno pericoloso di un materiale friabile Può essere ridotto in polvere solo con l impiego l di attrezzi meccanici La percentuale di amianto presente è minima

Dettagli

Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna Sezione locale Bruno Umbertini

Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna Sezione locale Bruno Umbertini Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna Sezione locale Bruno Umbertini COMUNE DI BRESCIA Intervento di recupero edificio residenziale ex casa Custode ad uso foresteria finanziamento

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 D.Lgs. 81/08) Presentato dal Sig... nato/a a:..

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 D.Lgs. 81/08) Presentato dal Sig... nato/a a:.. ALLEGATO A All Azienda Sanitaria Locale n. 5 Spezzino Dipartimento di Prevenzione S.C. P.S.A.L. Corso Nazionale 332 19125 La Spezia PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 DLgs 81/08 )

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 DLgs 81/08 ) PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 DLgs 81/08 ) Spett.le S.P.S.A.L. Distretto dell A.U.S.L. di Parma Via Comune Presentato dal Sig., nato a,

Dettagli

(Piano di Lavoro art. 256 D.Lgs. 81/08)

(Piano di Lavoro art. 256 D.Lgs. 81/08) Allegato 1 Spett. le A.U.S.L. LE/Area Sud Ufficio SPESAL Via Sante Cezza, 14 73024 MAGLIE (LE) RACCOMANDATA A MANO Data: Oggetto: sig. (nome, cognome, indirizzo cantiere) (Piano di Lavoro art. 256 D.Lgs.

Dettagli

Oggetto: Piano di lavoro redatto secondo i contenuti previsti dall Art. 256 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. per

Oggetto: Piano di lavoro redatto secondo i contenuti previsti dall Art. 256 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. per All Azienda Sanitaria Provinciale SPISAL di Via Comune Oggetto: Piano di lavoro redatto secondo i contenuti previsti dall Art. 256 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. per le attività di bonifica di materiale contenente

Dettagli

CENSIMENTO AMIANTO IMPRESE ED EDIFICI

CENSIMENTO AMIANTO IMPRESE ED EDIFICI Regione Regione Marche Marche Azienda Azienda Sanitaria Sanitaria U.S.L. U.S.L. n.13 n.13 DIPARTIMENTO DIPARTIMENTO DI DI PREVENZIONE PREVENZIONE Servizio Servizio d Igiene dd Igiene e e Sanità SanitàPubblica

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

modulo II.1 S3-M1 Piano di lavoro per la rimozione di amianto in matrice compatta

modulo II.1 S3-M1 Piano di lavoro per la rimozione di amianto in matrice compatta PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 DLgs 81/2008 ) (versione 2008) Spett.le S.P.S.A.L. Distretto dell A.U.S.L. di Via Comune Presentato dal Sig.,

Dettagli

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 1.00 IDENTIFICAZIONE DELL IMMOBILE: Comune... Prov...

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 - D. Lgs. 81/2008)

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 256 - D. Lgs. 81/2008) Timbro/Carta intestata della Ditta All Azienda ASL AL.. SPRESAL Dipartimento di Prevenzione Via Venezia 6 15121 Alessandria PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA

Dettagli

Amianto sicuro. Dove si può trovare. La pericolosità dell amianto

Amianto sicuro. Dove si può trovare. La pericolosità dell amianto PROGRAMMA AMBIENTE SPA Sede legale: via Catani, 37 59100 Prato Sde operativa: via Biancospino, 118 50013 Campi Bisenzio (FI) Telefono 055-8969693 Fax 055-8969755 - P.IVA 01656170972 REA 457447 Autorizzazione

Dettagli

www.pianidisicurezza.it

www.pianidisicurezza.it Rischio amianto Lavori di demolizione o rimozione dell'amianto I lavori di demolizione o di rimozione dell'amianto possono essere effettuati solo da imprese rispondenti ai requisiti di cui all'articolo

Dettagli

Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato

Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato Preliminarmente all allestimento della zona confinata, il materiale viene incapsulato e confinato L aria del confinamento è costantemente ricambiata mediante estrazione e filtrata con grado di filtrazione

Dettagli

NOTIFICA INIZIO LAVORI DI MANUTENZIONE (Incapsulamento isolamento) CON RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO (ex art. 250, D. Lgs 81/08 e s.m.i.

NOTIFICA INIZIO LAVORI DI MANUTENZIONE (Incapsulamento isolamento) CON RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO (ex art. 250, D. Lgs 81/08 e s.m.i. NOTIFICA INIZIO LAVORI DI MANUTENZIONE (Incapsulamento isolamento) CON RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO (ex art. 250, D. Lgs 81/08 e s.m.i.) Il sottoscritto/a...nato a... il...e residente in...(..) CAP...alla

Dettagli

Servizio Prevenzione e Protezione Piano Lavoro Amianto. Indice

Servizio Prevenzione e Protezione Piano Lavoro Amianto. Indice Indice Generalità... 2 Caratteristiche di intervento... 2 Gestione del Rifiuto... 3 Gestione del materiale a deposito... 4 Comunicazione agli Organi Competenti... 4 Idoneità del personale... 5 Gestione

Dettagli

SEZIONE AMIANTO - METODI DI GESTIONE CAMPIONAMENTO

SEZIONE AMIANTO - METODI DI GESTIONE CAMPIONAMENTO CAMPIONAMENTO Per valutare la quantità di fibre aerodisperse nell ambiente circostante i materiali MCA si deve fare ricorso a: Preliminare valutazione visiva delle condizioni generali di friabilità dei

Dettagli

siti web : www.caspi.it www.ecocentro.it e-mail : info@caspi.it ecocentro@portofluvialegroup.it mobile : 329/6717875 336/775136

siti web : www.caspi.it www.ecocentro.it e-mail : info@caspi.it ecocentro@portofluvialegroup.it mobile : 329/6717875 336/775136 ETERNIT : COSA FARE? I manufatti in cemento-amianto, tubazioni o lastre comunemente chiamati con il nome dell azienda di Casale Monferrato che li produceva, non solo non si sono rivelati di vita eterna

Dettagli

Il sottoscritto... CF/P.IVA

Il sottoscritto... CF/P.IVA ALLEGATO 1 NOTIFICA OGGETTO: NOTIFICA AI SENSI DELL ART. 59-SEXIES DEL D. L.VO 626/94 ASL DI. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Via, n Cap città prov. Il sottoscritto... Titolare/legale rappresentante

Dettagli

Comune di Romano d Ezzelino. Via l amianto. dal nostro territorio e dai nostri polmoni

Comune di Romano d Ezzelino. Via l amianto. dal nostro territorio e dai nostri polmoni Via l amianto dal nostro territorio e dai nostri polmoni, 13 febbraio 2012 Obiettivo eliminare l amianto dal nostro Comune Impatto sulla salute dal greco amíantos antos : incorruttibile. E un minerale

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 59-duodecies D.Lgs. 626/94)

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 59-duodecies D.Lgs. 626/94) Timbro/Carta intestata della Ditta Spett.le ASL 4 Chiavarese S.C. PSAL Via G.B. Ghio, 9 16043 Chiavari PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA (art. 59-duodecies

Dettagli

COMUNE DI DOMUS DE MARIA

COMUNE DI DOMUS DE MARIA COMUNE DI DOMUS DE MARIA PROVINCIA DI CAGLIARI APPALTO DEI LAVORI DI BONIFICA DA AMIANTO DEI FABBRICATI UBICATI NELL'AZIENDA DOMUS AGROPASTORALE ALLEGATO 5 PIANO DI LAVORO Art. 256, comma 2, d.lgs. 81/2008

Dettagli

PIANO DI LAVORO NOTIFICA CON PROCEDURA DI URGENZA

PIANO DI LAVORO NOTIFICA CON PROCEDURA DI URGENZA PIANO DI LAVORO NOTIFICA CON PROCEDURA DI URGENZA AI SENSI DELL ART. 256 D. Lgs. 81 del 9/4/2008 BONIFICA MEDIANTE RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI PAVIMENTAZIONE IN MATTONELLE DI LINOLEUM UNITA LOCALE VIA BETTINI

Dettagli

Oggetto: Procedure operative per la rimozione in sicurezza di lastre in cemento amianto da parte del solo proprietario dell immobile.

Oggetto: Procedure operative per la rimozione in sicurezza di lastre in cemento amianto da parte del solo proprietario dell immobile. AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 6 FRIULI OCCIDENTALE 33170 Pordenone - Via della Vecchia Ceramica, 1 - C.P. 232 Tel. 0434.369111 - Fax 0434.523011 - C.F. / P. Iva 01278420938 Dipartimento di Prevenzione

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia

Città di Portogruaro Provincia di Venezia Città di Portogruaro Provincia di Venezia Area Tecnica Settore Ambiente Energia MODALITA DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI MICRO RACCOLTA DI MATERIALI CONTENTI AMIANTO Il privato che intende procedere a interventi

Dettagli

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Se l amianto è COMPATTO non esistono particolari rischi per la salute. Se l amianto è FRIABILE c è il pericolo di inalarne fibre. COMPATTO, materiale

Dettagli

COMUNE DI PRESEZZO PRESEZZO IN SALUTE

COMUNE DI PRESEZZO PRESEZZO IN SALUTE COMUNE DI PRESEZZO Provincia di Bergamo Via Vittorio Veneto n. 1049 - C.a.p. 24030 c.f. 8200 3210 166 part.i.v.a. 0175 7940 166 Tel. 035 464660 Fax 035 464699 Ufficio TRIBUTI e-mail: comune@presezzo.net

Dettagli

Pericolosità del Materiale Contenente Amianto

Pericolosità del Materiale Contenente Amianto Pericolosità del Materiale Contenente Amianto - in buone condizioni: rilascio di fibre estremamente improbabile - danneggiato per manutenzione od altro (es. eventi atmosferici importanti: grandinata.):

Dettagli

$9!:,$2 0))).'(,),'//,) 40(=(>>56 "!#"$77"9"!.)*),).

$9!:,$2 0))).'(,),'//,) 40(=(>>56 !#$779!.)*),). !"# "! $"!%&'((')'** *'++',)-(')*(,).'().*)')) ))/++))(,$%.&'*.**),,+.,,))')),'*+*()**'++',)-.(()./. 0&'*(('(,'*((-1//* **)2,' **),,+ )!% "! $"!%*) 3$3.,*+)-'('*2 **)')-'4*//,)'))*)4' (,*)'))),),)2!**),567!8

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LA RIMOZIONE DI COMPONENTI COSTITUITI DA MATERIALI CHE POTENZIALMENTE POSSONO CONTENERE FIBRE D ASBESTO

PROCEDURA OPERATIVA PER LA RIMOZIONE DI COMPONENTI COSTITUITI DA MATERIALI CHE POTENZIALMENTE POSSONO CONTENERE FIBRE D ASBESTO ALLEGATO II Procedura operativa per la rimozione di componenti costituiti da materiali che potenzialmente possono contenere fibre d asbesto con rischio di esposizione potenzialmente basso. Gli operatori

Dettagli

COMUNE DI TARANTO DIREZIONE AMBIENTE, SALUTE E QUALITA DELLA VITA COMUNE DI TARANTO. Direzione Ambiente, Salute e Qualità della Vita

COMUNE DI TARANTO DIREZIONE AMBIENTE, SALUTE E QUALITA DELLA VITA COMUNE DI TARANTO. Direzione Ambiente, Salute e Qualità della Vita COMUNE DI TARANTO Direzione Ambiente, Salute e Qualità della Vita RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI ABBANDONATI IN AREE DI PROPRIETA COMUNALE SPECIFICHE TECNICHE Pag. 1 Titolo 1 Norme generali

Dettagli

AMIANTO. a cura di Regonesi Antonella. Università degli Studi di Dalmine Maggio 2008

AMIANTO. a cura di Regonesi Antonella. Università degli Studi di Dalmine Maggio 2008 AMIANTO a cura di Regonesi Antonella Università degli Studi di Dalmine Maggio 2008 AMIANTO: Tipologie di amianto Friabile: : materiale che può essere facilmente sbriciolato o ridotto in polvere con la

Dettagli

AMIANTO. a cura di Regonesi Antonella. Università degli Studi di Dalmine Maggio 2007

AMIANTO. a cura di Regonesi Antonella. Università degli Studi di Dalmine Maggio 2007 AMIANTO a cura di Regonesi Antonella Università degli Studi di Dalmine Maggio 2007 AMIANTO: Tipologie di amianto Friabile: : materiale che può essere facilmente sbriciolato o ridotto in polvere con la

Dettagli

A.S.L. Provincia di Bergamo. A.S.L. Provincia di Cremona. A.S.L. Provincia di Lodi. A.S.L. Provincia di Lecco. A.S.L.

A.S.L. Provincia di Bergamo. A.S.L. Provincia di Cremona. A.S.L. Provincia di Lodi. A.S.L. Provincia di Lecco. A.S.L. AMIANTO? ENTI A.S.L. Provincia di Bergamo A.S.L. Provincia di Cremona A.S.L. Provincia di Lodi A.S.L. Provincia di Lecco A.S.L. Città di Milano A CURA DI: E. ZITO - E. ARIANO A.S.L. Provincia di LODI R.

Dettagli

A.S.L. Provincia di Bergamo. A.S.L. Provincia di Cremona. A.S.L. Provincia di Lodi. A.S.L. Provincia di Lecco. A.S.L.

A.S.L. Provincia di Bergamo. A.S.L. Provincia di Cremona. A.S.L. Provincia di Lodi. A.S.L. Provincia di Lecco. A.S.L. AMIANTO? AMIANTO? ENTI A.S.L. Provincia di Bergamo A.S.L. Provincia di Cremona A.S.L. Provincia di Lodi A.S.L. Provincia di Lecco A.S.L. Città di Milano A CURA DI: E. ZITO - E. ARIANO A.S.L. Provincia

Dettagli

PROCEDURE COMPLEMENTARI

PROCEDURE COMPLEMENTARI ALLEGATO D Comune di RIMINI Provincia di RIMINI PROCEDURE COMPLEMENTARI OGGETTO: LAVORI PRESSO AREA DENOMINATA EX PASTIFICIO GHIGI - RIMOZIONE AMIANTO COMMITTENTE: COMUNE DI RIMINI CANTIERE: Strada Consolare

Dettagli

MICRORACCOLTA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

MICRORACCOLTA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO MICRORACCOLTA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Questa procedura risponde alla necessità di snellire il procedimento amministrativo in caso di particolari situazioni di rimozione di materiali contenenti

Dettagli

All Azienda USL SPSAL - Distretto di Via

All Azienda USL SPSAL - Distretto di Via All Azienda USL SPSAL - Distretto di Via CAP CITTA PROVINCIA PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO IN MATRICE COMPATTA E POS (ART. 256 d. Lgs. 81/08 s.m.i.) Presentato dal sig.

Dettagli

MICRORACCOLTA DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO

MICRORACCOLTA DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO All. A) MICRORACCOLTA DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO Linee-Guida per la rimozione, il trasporto e il deposito provvisorio di piccole quantità di materiali contenenti amianto. Venezia, giugno 2002 MICRORACCOLTA

Dettagli

KIT TOGLI AMIANTO COME SI USA?

KIT TOGLI AMIANTO COME SI USA? CANNE FUMARIE CUCCE PER ANIMALI LASTRE E SFRIDI CISTERNETTE KIT TOGLI AMIANTO COME SI USA? Manuale d istruzioni per il trattamento e la rimozione di materiale contenente amianto, da parte del privato cittadino.

Dettagli

Giunta Provinciale Seduta del 2.2.2010 Ore 9,30 Deliberazione n. 35 Prot. Gen. 5637

Giunta Provinciale Seduta del 2.2.2010 Ore 9,30 Deliberazione n. 35 Prot. Gen. 5637 Il testo che segue è copia conforme - ai sensi dell'art. 23 del Dlgs. 82/2005 e s.m.i - dell'originale cartaceo depositato presso gli Uffici della Provincia di Ferrara. INCARICATO: Angela Sassoli PROVINCIA

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO (Art. 256 D.Lgs. 09/04/2008 N. 81)

PIANO DI LAVORO PER RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO (Art. 256 D.Lgs. 09/04/2008 N. 81) PIANO DI LAVORO PER RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER LA RIMOZIONE DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO (Art. 256 D.Lgs. 09/04/2008 N. 81) 1. Dati identificativi dell'impresa esecutrice: Ditta; Indirizzo; Numero

Dettagli

Procedure operative per la rimozione di modeste quantità di MCA in matrice compatta presenti nelle civili abitazioni o loro pertinenze

Procedure operative per la rimozione di modeste quantità di MCA in matrice compatta presenti nelle civili abitazioni o loro pertinenze Procedure operative per la rimozione di modeste quantità di MCA in matrice compatta presenti nelle civili abitazioni o loro pertinenze Procedure operative I privati cittadini che intendono effettuare personalmente,

Dettagli

FRIULANA COSTRUZIONI S.R.L.

FRIULANA COSTRUZIONI S.R.L. REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Direzione centrale ambiente e lavori pubblici Servizio tutela da inquinamento atmosferico, acustico e ambientale Via Giulia, 75 34126 TRIESTE (TS) FRIULANA COSTRUZIONI

Dettagli

SEGNALAZIONE PRESUNTA PRESENZA DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO

SEGNALAZIONE PRESUNTA PRESENZA DI MATERIALE CONTENENTE AMIANTO SERVIZIO SANITARIO FRIULI VENEZIA GIULIA Azienda per i servizi sanitari n. 2 Isontina Centro Regionale Unico Amianto - CRUA Riferimento CRUA/7/2014 Telefono 0481487588 Persona da contattare TdP Laura Leban

Dettagli

Attività che comportano un rischio basso

Attività che comportano un rischio basso MODULO INFORMATIVO 1 Cemento-amianto Davanzale Lastre ondulate (tetti e pareti) Lastre per facciate Tubi Pannelli per quadri elettrici Tegole Attività che comportano un rischio basso Salita/discesa di

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Amianto: La sicurezza nei cantieri e nelle operazioni di bonifica

Amianto: La sicurezza nei cantieri e nelle operazioni di bonifica Amianto: La sicurezza nei cantieri e nelle operazioni di bonifica Programma del Modulo Didattico La sicurezza nei Cantieri e nelle operazioni di Bonifica Allestimento del cantiere e realizzazione del confinamento;

Dettagli

Questo argomento è trattato nel Titolo IX «Sostanze pericolose», al Capo III «Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto»

Questo argomento è trattato nel Titolo IX «Sostanze pericolose», al Capo III «Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto» Amianto Questo argomento è trattato nel Titolo IX «Sostanze pericolose», al Capo III «Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto» (artt. da 246 a 265). Fermo restando quanto previsto dalla

Dettagli

SQUADRA SPECIALE BONIFICHE AMBIENTALI. 4 Qui vengono fatti i prelievi per valutare la salubrità dell aria in cantiere. dell intero edificio.

SQUADRA SPECIALE BONIFICHE AMBIENTALI. 4 Qui vengono fatti i prelievi per valutare la salubrità dell aria in cantiere. dell intero edificio. SQUADRA SPECIALE Confinamento 2 1 statico dell intero edificio. Prese d aria passive sigillate con pre filtri per il corretto flusso d aria interno. Estrattore d aria da 50.000 m 3 per il confinamento

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA PROCEDURA DI GESTIONE DI ESPOSTI E SEGNALAZIONI RELATIVI A MANUFATTI IN CEMENTO-AMIANTO DA PARTE DI PRIVATI CITTADINI

DISCIPLINARE PER LA PROCEDURA DI GESTIONE DI ESPOSTI E SEGNALAZIONI RELATIVI A MANUFATTI IN CEMENTO-AMIANTO DA PARTE DI PRIVATI CITTADINI Comune di FIGLINE VALDARNO Provincia di Firenze Piazza IV Novembre, 3 50063 Figline Valdarno (Fi) Tel. 055 91 251 - Fax 055 91 25 386 http://www.comune.figline-valdarno.fi.it E-mail: ambiente@comune.figline-valdarno.fi.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADESIONE AL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO

REGOLAMENTO PER L ADESIONE AL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DI RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO Contarina Spa è la società pubblica, totalmente partecipata e soggetta all attività di direzione e coordinamento del Consorzio Intercomunale Priula e del Consorzio Azienda Intercomunale di Bacino Treviso

Dettagli

CHECK LIST PER LA SICUREZZA NEL CANTIERE EDILE

CHECK LIST PER LA SICUREZZA NEL CANTIERE EDILE IMPRESA: CHECK LIST PER LA CUREZZA NEL CANTIERE EDILE Visita al cantiere sito in. Via. Committente:.. Coordinatore per la sicurezza: Responsabile di cantiere: DATA VERIFICA: / / Soggetto verificatore:..

Dettagli

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Lezione di Enzo Lo Cascio Amianto: quando è pericoloso? Se l amianto è COMPATTO non esistono particolari rischi per la salute. Se l amianto è

Dettagli

IMPIANTI GAS COTTURA E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA

IMPIANTI GAS COTTURA E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA IMPIANTI GAS COTTURA E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA servizi manutentivi e interventi per la modifica ed il rinnovo degli impianti gas per cottura e produzione di acqua calda sanitaria e impianti

Dettagli

ALLEGATO D Procedure operative negli stabili con presenza di amianto

ALLEGATO D Procedure operative negli stabili con presenza di amianto Pag. n 1 di n 21 ALLEGATO D Procedure operative negli stabili con presenza di amianto Pag. n 2 di n 21 INDICE PROCEDURA OPERATIVA DI TIPO A 3 PROCEDURA OPERATIVA DI TIPO B 7 PROCEDURA OPERATIVA DI TIPO

Dettagli

MODALITA DI PRELIEVO DI CAMPIONI DI MATERIALI EDILI SOSPETTI PER LA PRESENZA DI AMIANTO

MODALITA DI PRELIEVO DI CAMPIONI DI MATERIALI EDILI SOSPETTI PER LA PRESENZA DI AMIANTO Pagina 1 di 1 Emissione: 27.9.2001 PROCEDURA N. 77 Aggiornamento: MODALITA DI PRELIEVO DI CAMPIONI DI MATERIALI EDILI SOSPETTI PER LA PRESENZA DI AMIANTO Destinatari Personale dell U.O. Tecnico Patrimoniale

Dettagli

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Parte seconda

Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Parte seconda Metodologie di bonifica di elementi con presenza di amianto Parte seconda Rilevamento dello stato di conservazione della copertura Al fine di valutare lo stato di conservazione della copertura può farsi

Dettagli

FASE: CANTIERE SCHEDA: Ca/A agg

FASE: CANTIERE SCHEDA: Ca/A agg FASE: CANTIERE SCHEDA: Ca/A agg FATTORE DI IMPATTO: Dismissione edifici e pavimentazione esistenti AMBITO: Area commerciale EFFETTI: Produzione di polveri PRECAUZIONI: Procedura di approntamento del cantiere

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA ED EMILIA ROMAGNA SEDE DI BRESCIA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA ED EMILIA ROMAGNA SEDE DI BRESCIA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA ED EMILIA ROMAGNA SEDE DI BRESCIA (Ente Sanitario di Diritto Pubblico) INTERVENTI DI BONIFICA MATERIALI CONTENENTI AMIANTO E RIPRISTINO ISOLAMENTI

Dettagli

- Procedura Operativa

- Procedura Operativa INTERVENTI DI MANUTENZIONE E DI RIMOZIONE DI TUBATURE IDRICHE IN CEMENTO-AMIANTO - Procedura Operativa 1 Predisposizione dell area cantiere 2 Esecuzione dello scavo e messa allo scoperto della tubazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LA BONIFICA DI COPERTURE IN CEMENTO-AMIANTO

PIANO DI LAVORO PER LA BONIFICA DI COPERTURE IN CEMENTO-AMIANTO Ns.rif.:web/banca_dati/linee_guida/amianto/Anno2004/007 PIANO DI LAVORO PER LA BONIFICA DI COPERTURE IN CEMENTO-AMIANTO Decreto n. 265 del 28 aprile 2000 emanato da Regione Veneto - Direzione per la Prevenzione

Dettagli

Le procedure e gli adempimenti per la bonifica dell amianto in matrice friabile

Le procedure e gli adempimenti per la bonifica dell amianto in matrice friabile Castello Chiaramonte Favara, 23 Maggio 2014 Seminario di aggiornamento professionale GESTIONE RISCHIO AMIANTO: ADEMPIMENTI E PROCEDURE Le procedure e gli adempimenti per la bonifica dell amianto in matrice

Dettagli

La bonifica dei materiali con amianto Incontro rivolto ai Tecnici dei Comuni

La bonifica dei materiali con amianto Incontro rivolto ai Tecnici dei Comuni La bonifica dei materiali con amianto Incontro rivolto ai Tecnici dei Comuni Piacenza, 13 novembre 2014 A cura di Marco De Marzo Dipartimento Sanità Pubblica AUSL di Piacenza La bonifica RIMOZIONE il manufatto

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO E LE IMPRESE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO ETERNIT SUL TERRITORIO COMUNALE

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO E LE IMPRESE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO ETERNIT SUL TERRITORIO COMUNALE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO E LE IMPRESE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO ETERNIT SUL TERRITORIO COMUNALE Art. 1. Oggetto 1.1 La presente convenzione ha come obiettivo

Dettagli

Oggetto BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO DI MATERIALI

Oggetto BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO DI MATERIALI COMUNE DI LEGNARO Provincia di Padova Piazza Costituzione 16 - c.a.p. 35020 C.F. 80013460284 P.I. 00982430282 tel. 049/8838952 fax 049/790940 e-mail personale@comune.legnaro.pd.it Oggetto BANDO PER L EROGAZIONE

Dettagli

REQUISITI PRELIMINARI PER L APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO TECNICO C

REQUISITI PRELIMINARI PER L APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO TECNICO C PROTOCOLLO TECNICO per la rimozione e manipolazione dei prodotti in cemento amianto di modeste dimensioni (art.7, comma 6, della L.R. 9 dicembre 2013, n. 20 - Misure urgenti per la raccolta, la messa in

Dettagli

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO (art. 256, comma 2, del D.Lgs. n. 81/08)

PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO (art. 256, comma 2, del D.Lgs. n. 81/08) PIANO DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO (art. 256, comma 2, del D.Lgs. n. 81/08) 1. INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ditta Esecutrice: Ragione Sociale..... (visura camerale,

Dettagli

IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI SITO IN BARLETTA BAT- VIA REGINA MARGHERITA, (PV NI010613) RIMOZIONE IMPIANTO RELAZIONE TECNICA

IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI SITO IN BARLETTA BAT- VIA REGINA MARGHERITA, (PV NI010613) RIMOZIONE IMPIANTO RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI SITO IN BARLETTA BAT- VIA REGINA MARGHERITA, (PV NI010613) RIMOZIONE IMPIANTO RELAZIONE TECNICA INDICE 1. OGGETTO... 3 2. MOTIVAZIONE... 3 3. DESCRIZIONE DELL'ATTIVITÀ...

Dettagli

All Azienda Sanitaria Provinciale \ SPISAL di Via Comune

All Azienda Sanitaria Provinciale \ SPISAL di Via Comune All Azienda Sanitaria Provinciale \ SPISAL di Via Comune Oggetto: Piano di lavoro redatto secondo i contenuti previsti dall Art. 256 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. per le attività di bonifica di materiale

Dettagli

DEMOLIZIONI OPERE DI RISTRUTTURAZIONE

DEMOLIZIONI OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DEMOLIZIONI OPERE DI RISTRUTTURAZIONE CENNI RIGUARDANTI IL D.LGS N.81 DEL 09/04/2008 E S.M.I. Articolo 150 RAFFORZAMENTO DELLE STRUTTURE Articolo 151 ORDINE DELLE DEMOLIZIONI Articolo 152 MISURE DI SICUREZZA

Dettagli

TITOLO IX SOSTANZE PERICOLOSE Capo III Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto

TITOLO IX SOSTANZE PERICOLOSE Capo III Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto INDICAZIONI OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DEL D.LGS. 81/08 E SMI TITOLO IX SOSTANZE PERICOLOSE Capo III Protezione dai rischi connessi all esposizione all amianto Documento di consenso approvato il 11ottobre

Dettagli

Nelle tabelle che seguono sono riportati i risultati: 20/01/04 15/01/04 16/01/04 19/01/04 USCITA UD 0.1 0.1 0.4 0.1 RETRO UD A SX 0.4 0.4 0.1 0.

Nelle tabelle che seguono sono riportati i risultati: 20/01/04 15/01/04 16/01/04 19/01/04 USCITA UD 0.1 0.1 0.4 0.1 RETRO UD A SX 0.4 0.4 0.1 0. SPERIMENTAZIONE PER INTERVENTI DI BONIFICA DA POLVERINO IN AREA CONFINATA (SOTTOTETTO) NEL TERRITORIO DI CASALE MONFERRATO (SITO DI INTERESSE NAZIONALE). L intervento di bonifica è consistito nella rimozione

Dettagli

MODELLO UNIFICATO DELLO SCHEMA DI RELAZIONE DI CUI ALL'ART. 9, COMMI 1 E 3, DELLA LEGGE 27 MARZO 1992, N. 257, CONCERNENTE LE IMPRESE CHE UTILIZZANO

MODELLO UNIFICATO DELLO SCHEMA DI RELAZIONE DI CUI ALL'ART. 9, COMMI 1 E 3, DELLA LEGGE 27 MARZO 1992, N. 257, CONCERNENTE LE IMPRESE CHE UTILIZZANO MODELLO UNIFICATO DELLO SCHEMA DI RELAZIONE DI CUI ALL'ART. 9, COMMI 1 E 3, DELLA LEGGE 27 MARZO 1992, N. 257, CONCERNENTE LE IMPRESE CHE UTILIZZANO AMIANTO NEI PROCESSI PRODUTTIVI O CHE SVOLGONO ATTIVITÀ

Dettagli

AMIANTO: aggiornamenti normativi. AMIANTO: Documentazione, procedure e metodologie operative

AMIANTO: aggiornamenti normativi. AMIANTO: Documentazione, procedure e metodologie operative AMIANTO: aggiornamenti normativi AMIANTO: Documentazione, procedure e metodologie operative COS E L AMIANTO? L amianto è un minerale che si trova in natura, in diverse parti del globo terrestre, e si ottiene

Dettagli

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo

COMUNE di MADONE. Provincia di Bergamo COMUNE di MADONE Provincia di Bergamo Regolamento comunale n. 87 REGOLAMENTO PER LO STANZIAMENTO DI CONTRIBUTI VOLTI ALLA RIMOZIONE E ALLO SMALTIMENTO DI MATERIALI IN FIBROCEMENTO E CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

PROTOCOLLO. - vista la procedura, delineata nell allegato al presente accordo quale parte integrante;

PROTOCOLLO. - vista la procedura, delineata nell allegato al presente accordo quale parte integrante; PROTOCOLLO TRA IL COMUNE DI CASTEL GUELFO DI BOLOGNA, L'AUSL DI IMOLA - DIPARTIMENTO DI SANITA' PUBBLICA, HERA SPA, PER L APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA RELATIVA ALLA RIMOZIONE CONTROLLATA DI RIDOTTE QUANTITÀ

Dettagli

"GESTIONE RISCHIO AMIANTO: procedure e adempimenti nazionali e regionali

GESTIONE RISCHIO AMIANTO: procedure e adempimenti nazionali e regionali Convegno sul tema: "GESTIONE RISCHIO AMIANTO: procedure e adempimenti nazionali e regionali CASI APPLICATIVI DI BONIFICA DA AMIANTO GEOM. ROBERTO RAFFAELE - Operations Manager Bonifiche Amianto, Teseco

Dettagli

Il/la Sottoscritto/a. (Cod. Fisc/ Partita IVA) nato a ( ) il. Residente a ( ) in Via. Recapiti: Tel.: Fax: Email: in qualità di *********************

Il/la Sottoscritto/a. (Cod. Fisc/ Partita IVA) nato a ( ) il. Residente a ( ) in Via. Recapiti: Tel.: Fax: Email: in qualità di ********************* Protocollo in arrivo Marca da bollo 14,62 SPETT.LE COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO PIAZZA GARIBALDI, 5/1 42011 BAGNOLO IN PIANO (RE) OGGETTO: Richiesta di assegnazione contributo finalizzato alla realizzazione

Dettagli

The white town CASALE MONFERRATO VIA OGGERO

The white town CASALE MONFERRATO VIA OGGERO The white town CASALE MONFERRATO VIA OGGERO Lo stabilimento della ditta Eternit di Casale Monferrato, si estendeva su un'area di circa 94.000 m 2, di cui 50.000 coperti integralmente con lastre di cemento

Dettagli

AMIANTO INCONTRO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI ADDETTI ALLE BONIFICHE AMIANTO

AMIANTO INCONTRO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI ADDETTI ALLE BONIFICHE AMIANTO AMIANTO INCONTRO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI ADDETTI ALLE BONIFICHE AMIANTO Gennaio 2012 Regonesi Antonella Linee Guida Regione Lombardia DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE 12 MARZO 2008 N 8/6777 Linee

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI

LA GESTIONE DEI RIFIUTI BONIFICA DI SITI E BENI CONTENENTI AMIANTO ALLEGATO A (Articolo 1, comma 1) ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI ALLA SEZIONE REGIONALE/PROVINCIALE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO

Dettagli

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO

Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO Verona, 13 dicembre 2014 ASPETTI NORMATIVI, AMBIENTALI, SANITARI E MEDICO LEGALI NELLA GESTIONE DEL RISCHIO AMIANTO La tutela della popolazione dal rischio amianto Dr.ssa Fiorini Cristina SPISAL ULSS 20

Dettagli

BONIFICA DI BENI CONTENENTI AMIANTO. DENOMINAZIONE... Codice fiscale/vat (per imprese estere)... CLASSE PER LA QUALE SI RICHIEDE L ISCRIZIONE

BONIFICA DI BENI CONTENENTI AMIANTO. DENOMINAZIONE... Codice fiscale/vat (per imprese estere)... CLASSE PER LA QUALE SI RICHIEDE L ISCRIZIONE FOGLIO NOTIZIE CATEGORIA 10 BONIFICA DI BENI CONTENENTI AMIANTO DENOMINAZIONE... Codice fiscale/vat (per imprese estere)... CAT. 10A CLASSE PER LA QUALE SI RICHIEDE L ISCRIZIONE Cat. Descrizione Classi

Dettagli

La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto

La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto La formazione degli addetti alle attività che comportano esposizione ad amianto 1 Riferimenti normativi Decreto Legislativo 19 settembre 1994 n. 626 capo VI Decreto Ministeriale 16 gennaio 1997 Decreto

Dettagli

Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto

Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto The Italian Association of Asbestos Remediation and Disposal Contractors & Consultants www.assoamianto.it Sito nazionale di documentazione e informazione sul Problema Amianto Sedi: MILANO - CIVATE (LECCO)

Dettagli

PIANO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

PIANO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PIANO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI 1 DATI GENERALI E RESPONSABILI DELL OPERA Committente: COMUNE DI SANT ANTIOCO Responsabile del procedimento: Arch. Paolo Pinna Oggetto dell appalto: Interventi Diffusi di

Dettagli

GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO GLI INTERVENTI IN PRESENZA DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO ROVIGO 29 OTTOBRE 2010 Trattazione Dott. Ermanno Sarti Tecnico della Prevenzione AMIANTO ex D.L.gs. n 257/06 ora D.Lgs integrato dal D.L.gs 03/08/2009

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) COMUNITA ALTO GARDA e LEDRO. Attività di gestione dei CRM/CRZ

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) COMUNITA ALTO GARDA e LEDRO. Attività di gestione dei CRM/CRZ DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) COMUNITA ALTO GARDA e LEDRO Attività di gestione dei CRM/CRZ Via A. Rosmini, 5/b -38066 Riva del Garda Redazione: febbraio 2012 DECRETO

Dettagli

COMUNE DI ANGOLO TERME AREA A2 DESTINAZIONE URBANISTICA N.T.A.

COMUNE DI ANGOLO TERME AREA A2 DESTINAZIONE URBANISTICA N.T.A. COMUNE DI ANGOLO TERME AREA A2 DESTINAZIONE URBANISTICA N.T.A. 1 INTRODUZIONE Il sito localizzato nel comune di Angolo Terme (BS), in Viale Terme ed adibito a imbottigliamento si estende per una superficie

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI 1 Stesura del Piano di Lavoro e sua presentazione all'organo di controllo EURO MILLE/00 cad. 1.000,00 2 Nolo di ponteggi a cavalletti di facciata completo in opera, compresi trasporti montaggio e smontaggio,

Dettagli

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Prot. n.02/cn/albo 30 MARZO 2004 ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Deliberazione 30 marzo 2004. Modulistica per l iscrizione all Albo nella categoria 10 Bonifica dei beni

Dettagli

Comune di TORINO Provincia di TO

Comune di TORINO Provincia di TO Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (Allegato XVI e art. 91 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto

Dettagli