PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato"

Transcript

1 PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE A.A MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION Project Management Base Project Management Avanzato

2 PROJECT MANAGEMENT PREMESSA Il Project Management è una metodologia che consente di gestire un progetto nel rispetto dei tempi, dei costi e dei requisiti di qualità definiti contrattualmente con il committente basandosi su standard e metodologie rigorose che definiscono ruoli, contenuti, compiti e modalità operative. Diventa pertanto uno strumento metodologico concreto per rispondere alla necessità, a tutti i livelli, di coniugare nel proprio lavoro elementi di performance, sicurezza, qualità e soddisfazione del cliente, ottimizzando l impiego di risorse umane, economiche e finanziarie. 2

3 MANAGEMENT.LUM.IT PROJECT MANAGEMENT CORSO DI ALTA FORMAZIONE BASE CORSO CERTIFICATO IPMA EDUCATION & REGISTRATION IT PREMESSA Al Project Manager, responsabile della gestione del progetto, vengono affidati vari compiti, tra i quali: Tradurre i termini contrattuali stabiliti con il Committente in obiettivi di progetto, con attività, scadenze e responsabilità dei compiti; Effettuare il controllo economico della commessa e attivare interventi correttivi in presenza di scostamenti rispetto al programma; Mantenere i rapporti con il committente, con la direzione aziendale, con il team di progetto e con i responsabili delle funzioni specialistiche coinvolte nella realizzazione, gestendo i conflitti che inevitabilmente si generano durante la vita del progetto. A CHI É RIVOLTO Il corso si rivolge a project manager di nuova nomina e a professionisti che vogliono arricchire il proprio bagaglio di conoscenze utili allo sviluppo della professione, nei vari settori industriali, nei servizi e negli enti pubblici: neolaureati, tecnici, manager che devono lavorare per progetti. Per seguire questo corso non sono necessari prerequisiti. STRUTTURA E CONTENUTO DEL PERCORSO Il corso, strutturato in 10 moduli per una durata complessiva di 60 ore, ha ottenuto il riconoscimento IPMA Registration che garantisce che i contenuti, l impostazione e la modalità di erogazione del corso sono coerenti con l approccio raccomandato dall Associazione Internazionale di Project Management (IPMA ). Il percorso formativo intende fornire gli elementi fondamentali per la gestione dei progetti, evidenziando gli aspetti più significativi che determinano il loro successo: l avvio e la chiusura del progetto, la strutturazione del lavoro e l integrazione, la pianificazione e il monitoraggio e controllo, la tecnica dell Earned Value e gli strumenti statistici di controllo della qualità, la gestione dei rischi e l informazione di progetto, gli aspetti comportamentali (comunicazione, leadership, negoziazione) e quelli contestuali (legali, finanziari e HSSE). Al termine del corso, ai partecipanti sarà rilasciato l Attestato di frequenza nel quale saranno riportate le competenze acquisite. Il corso, inoltre, costituisce il percorso formativo per tutti coloro interessati alla Certificazione professionale di Project Manager secondo la metodologia IPMA, fornendo le conoscenze di base di Project Management sulle quali si articola la Certificazione ANIMP-IPMA (Italian Certification Body). 3

4 PROJECT MANAGEMENT PROGRAMMA DEL CORSO Il Project Management La collocazione del Project Management nel contesto competitivo Approccio sistemico alla gestione dei progetti Definizione di progetto, programma, portfolio Il sistema di certificazione IPMA delle competenze del Project Manager Impostazione di un progetto, fasi e ciclo di vita Requisiti, obiettivi, criteri di successo e di valutazione del progetto Stakeholders e condizionamenti alla realizzazione del progetto Qualità di progetto Le fasi del ciclo di vita di un progetto Fase di Avvio (Start-up) e fase di Chiusura (Close-out) del progetto Valorizzazione delle conoscenze e delle esperienze acquisite Pianificazione e Programmazione temporale Strutture di progetto: WBS, OBS, PBS, CBS, RBS, Matrice RAM Pianificazione dei costi Risorse di progetto Le tecniche reticolari e la programmazione temporale Diagramma di Gantt, curve a S, baseline di progetto Gli strumenti software di Project Management: limiti e potenzialità Esercitazione Monitoraggio e controllo, modifiche e varianti Processo di monitoraggio e controllo Controllo dei parametri critici di successo del progetto Controllo economico della commessa La metodologia dell Earned Value per il controllo integrato di costi, tempi e risultati tecnici La gestione delle modifiche e il Controllo di Configurazione La gestione dei claim e delle varianti Esercitazione Gestione dei rischi Metodologia per l individuazione dei rischi di un progetto Analisi qualitativa e quantitativa Evitare, mitigare, accettare i rischi Monitoraggio e revisione dei rischi Comunicazione di progetto e Reporting Creazione di un sistema di comunicazione efficace tra tutti gli attori del progetto 4

5 MANAGEMENT.LUM.IT Comunicazione e percezione: quando un messaggio raggiunge il ricevente La comunicazione all interno ed all esterno del team di progetto Creazione di un efficace sistema di Reporting (il rapporto sullo stato del progetto) Gestione e conduzione di una riunione Team building per la gestione efficace del progetto Lavoro di gruppo e Creazione di un team di progetto Le fasi di strutturazione del team: dal gruppo al team Motivazione e Gestione dei Conflitti Risoluzione dei problemi Test di valutazione e simulazioni Test interattivo finalizzato al riesame dei contenuti del corso Discussione dei risultati del test Riesame dei contenuti trattati durante il corso COSTI La quota di partecipazione è di Le competenze comportamentali del Project Manager Equilibrio e capacità relazionali del project manager all interno del team e verso l esterno Apertura verso il nuovo, Creatività e Innovazione Leadership e Negoziazione Le competenze contestuali del Project Manager Relazione tra il progetto e il contesto nel quale si svolge Approvvigionamenti di progetto Salute, Sicurezza e Ambiente Aspetti legali e finanziari 5

6 PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT CORSO DI ALTA FORMAZIONE AVANZATO CORSO CERTIFICATO IPMA EDUCATION & REGISTRATION IT PREMESSA L evoluzione dei progetti, sempre più complessi e diversificati, ha portato ad un aumento significativo delle competenze che devono essere patrimonio professionale del Project Manager, figura centrale nella responsabilità della gestione dei progetti; in particolare, gli aspetti relativi al comportamento, come la motivazione e la crescita del gruppo di progetto e la leadership, ed al contesto in aggiunta agli aspetti squisitamente metodologici e tecnici. Il ruolo del Project Manager è sempre più diffuso e copre un ampio spettro di attività fortemente diversificate e con elevata specificità, in relazione ai settori in cui il Project Manager opera. Al Project Manager vengono affidati vari compiti, tra i quali: Partecipare alla definizione del business e alla selezione del progetto da avviare; Tradurre le linee strategiche aziendali e i termini contrattuali stabiliti con il Committente in obiettivi di progetto, con attività, scadenze e responsabilità dei compiti; Effettuare il controllo completo del progetto e attivare (o fare attivare) interventi correttivi in presenza di scostamenti rispetto al programma; Saper riconoscere gli stakeholder del progetto e gestirli, agendo come punto di riferimento per il committente, la di-

7 MANAGEMENT.LUM.IT rezione aziendale, il proprio team di progetto e i responsabili delle funzioni specialistiche coinvolte nella realizzazione, gestendo i conflitti che inevitabilmente si generano durante la vita del progetto; Partecipare alla composizione e mantenere motivato il team che la direzione aziendale affida per l esecuzione del progetto; Saper riconoscere e interagire con gli aspetti contestuali del progetto (l organizzazione aziendale, gli aspetti finanziari aziendali, gli obblighi e i vincoli di HSSE). A CHI É RIVOLTO Il corso si rivolge a project manager che operano nei vari settori industriali, nei servizi e negli enti pubblici e a professionals che vogliono consolidare il proprio bagaglio di competenze utili all esercizio della professione. Per seguire proficuamente questo corso è opportuno aver interagito con progetti, anche di limitata complessità, come responsabile del progetto o come membro del team o come responsabile di funzione aziendale o fornitore di servizi. Struttura e contenuti del percorso Il corso, strutturato in 5 moduli per una durata complessiva di 60 ore, ha ottenuto il riconoscimento IPMA Registration che garantisce che i contenuti, l impostazione e la modalità di erogazione del corso sono coerenti con l approccio raccomandato dall Associazione Internazionale di Project Management (IPMA ). Il percorso formativo intende fornire gli elementi fondamentali per la gestione dei progetti, evidenziando gli aspetti più significativi che determinano il loro successo, secondo le seguenti tre dimensioni delle competenze del Project Manager, in accordo con l approccio metodologico dell IPMA: Dimensione tecnica, che include le metodologie e gli approcci fondamentali per l impostazione e per la gestione dei progetti (avviare il progetto, soddisfare i requisiti fissati dalle parti interessate, organizzare e pianificare il lavoro del progetto, monitorare e controllare il progetto per raggiungere gli obiettivi stabiliti, documentare accuratamente tutte le fasi del progetto e assicurare la circolazione della corretta informazione, concludere il progetto); Dimensione comportamentale, che include i temi relativi alle capacità personali e di relazione con tutti gli attori coinvolti nel progetto (il ruolo del project manager e la leadership, come rapportarsi sia all interno che all esterno del progetto, gestire la conflittualità come risorsa); Dimensione contestuale, che include gli elementi di competenza relativi al contesto in cui si svolge il progetto e coprono la competenza del project manager nel gestire le relazioni con l organizzazione permanente e l abilità di 7

8 PROJECT MANAGEMENT operare in un organizzazione orientata ai progetti (funzione del Project Management all interno dell organizzazione permanente della società e le interrelazioni fra Project Management e gli enti che gestiscono il business della società). Al termine del corso, ai partecipanti sarà rilasciato l Attestato di frequenza nel quale saranno riportate le competenze acquisite. Il corso, inoltre, costituisce il percorso formativo per tutti coloro interessati alla Certificazione professionale di Project Manager secondo la metodologia IPMA, fornendo le conoscenze di base di Project Management sulle quali si articola la Certificazione ANIMP-IPMA (Italian Certification Body). PROGRAMMA DEL CORSO Selezionare il progetto Studio del mercato Valutazioni tecnico-economiche Business case Tecniche decisionali Il Project Management come fattore di successo del progetto Avviare, Pianificare, Controllare e Concludere il progetto Impostare e avviare un progetto (start-up) Processo, metodi, tecniche e strumenti di pianificazione Approvvigionamenti e Gestione dei claim e delle varianti Processo, metodi, tecniche e strumenti di controllo Chiudere un progetto (close-out) Gestire il fattore umano del progetto Project Manager e Leadership Costituzione e crescita motivazionale del gruppo di progetto Conflittualità come risorsa Negoziazione Ottimizzare la performance del progetto Migliorare la qualità dei processi La comunicazione e l informazione di progetto Sfidare i rischi e cogliere le opportunità Risolvere i problemi Acquisire proficuamente le esperienze vissute (Lessons learned) Riconoscere gli aspetti contestuali al progetto Riesame delle competenze apprese Test interattivo Riesame degli argomenti trattati durante il corso La certificazione delle competenze del Project Manager COSTI La quota di partecipazione è di

9 MANAGEMENT.LUM.IT CERTIFICAZIONE IPMA CORSO DI PREPARAZIONE A.A PREMESSA IPMA, International Project Management Association, ha sviluppato un Programma di Certificazione Professionale dei Project Manager, basato su 4 Livelli (classificati A, B, C e D), che segue la normativa ISO/IEC (norma internazionale che stabilisce i requisiti per gli organismi che operano nella certificazione delle persone a fronte di requisiti specificati) e che è riconosciuto in oltre 55 Paesi. La Certificazione IPMA fornisce una risposta efficace e oggettiva alle aspettative degli stakeholders sul tema del possesso delle competenze da parte dei soggetti che operano come Specialisti di Project Management o Responsabili di Progetto. Committenti, Manager, Partner hanno la necessità di collaborare con Project Manager che possiedano solide basi di Project Management e siano capaci di realizzare performance allineate agli standard internazionali. La Certificazione IPMA fornisce un benchmark che permette ai professionisti certificati di dimostrare di possedere i suddetti requisiti. A CHI É RIVOLTO Il corso è rivolto a coloro che intendono sostenere l esame di certificazione IPMA di Livello D - Certified Project Management Associate (Specialista di Project Management) o di Livello C - Certified Project Manager (Responsabile di Progetto) per poter dimostrare, tramite una garanzia rilasciata da un autorevole Ente terzo che opera su base mondiale, di possedere le conoscenze e le esperienze previste su base internazionale. Per partecipare proficuamente al corso è necessario avere conoscenza della metodologia del Project Management e delle sue principali tecniche e strumenti (per i candidati alla certificazione di Livello D) e aver ricoperto il ruolo di project manager per almeno 3 anni (per i candidati alla certificazione di Livello C). Per entrambe le tipologie di candidati è utile la conoscenza del manuale delle competenze IPMA Competence Baseline - ICB3. Struttura e contenuti del percorso Il corso è strutturato in 2 giornate formative per tutti i partecipanti più 1 giornata per i soli candidati alla certificazione di Livello C. Le sessioni d esame con gli Assessor di IPMA Italy si terranno presso le sedi LUM, dopo un intervallo di qualche giorno dalla conclusione del corso. Il percorso formativo si articola tra fasi di studio, workshop e simulazione d esame per approfondire i principi del Project Management secondo il manuale IPMA Competence Ba- 9

10 PROJECT MANAGEMENT seline - ICB3 che descrive gli elementi di competenza necessari per ottenere la certificazione. Programma del corso Caratteristiche degli esami di Certificazione IPMA per il Livello C e per il Livello D COSTI La quota di partecipazione, che include il costo di accesso alle Certificazioni IPMA, è diversificata in funzione del livello di certificazione. Per la certificazione di Livello C Per la certificazione di Livello D Gli elementi di competenza secondo IPMA Dominio Tecnico Dominio Comportamentale Dominio Contestuale Simulazione della prova scritta dell esame Domande a risposta multipla Domande aperte (tematiche) Domande che prevedono calcoli Revisione congiunta dei risultati della simulazione Peculiarità dell esame di certificazione per il Livello C (3^ giornata formativa per i soli candidati all esame di certificazione di Livello C) Il Rapporto di Progetto Il colloquio d esame 10

11 MANAGEMENT.LUM.IT GESTIONE DEI PROGETTI CORSO - GLI STRUMENTI SOFTWARE A.A Premessa Un progetto si struttura in una sequenza di operazioni orientate al raggiungimento dell obiettivo. Fissato lo scopo, si stabiliscono le attività necessarie al compimento del progetto e le relazioni che intercorrono fra queste e le risorse (persone, materiali, attrezzature o servizi) da impegnare nell esecuzione di ciascuna attività. I programmi applicativi software per la gestione dei progetti sono utili supporti per la programmazione e il controllo delle attività, potendo fornire grafici e diagrammi da utilizzare come base per le decisioni e per l informazione sul progetto. A chi è rivolto Il corso è rivolto a Project Manager, Team Leader, Responsabili, Planner, Controller e a tutti coloro che desiderano mettere in pratica le metodologie di Project Management tramite un software per la gestione dei progetti / di lavori complessi. E richiesta la conoscenza di base dell ambiente Windows e dei principi del Project Management. 11

12 PROJECT MANAGEMENT Struttura e contenuti del percorso Il corso, strutturato in 3 giornate formative, attraversa la gestione del progetto, dalla fase di pianificazione alla reportistica, e si pone l obiettivo di far apprendere l utilizzo del software Microsoft Project, l applicativo di Office destinato al Project Management. Subito dopo l introduzione dei principali concetti di base sulla metodologia del Project Management, i partecipanti approfondiranno, utilizzando lo strumento, le tecniche di pianificazione e controllo dei progetti: costruire piani, creare schedulazioni resource-leveled, stabilire baselines, produrre reports per uno stato chiaro e un controllo sulle attività. Programma del corso 1 Introduzione/richiami alla metodologia del Project Management 2 Pianificazione a risorse infinite Obiettivi e vincoli di progetto WBS e impostazione delle attività Durata delle attività Relazioni tra attività e reticoli (PERT), GANTT e Milestones Margini di flessibilità e percorso critico (CPM) Ulteriori tipi di relazioni tra attività (PDM) Vincoli temporali sulle attività Calendario di progetto 3 Pianificazione basata sulle risorse Definizione risorsa di progetto (umane, materiali) Assegnazione delle risorse (totale o parziale) e costi fissi o variabili Creazione di calendari specifici per le risorse Sovrassegnazione delle risorse e livellamento Baselines 4 Controllo del progetto Aggiornamento dell avanzamento di progetto e delle singole attività (% di completamento, EV) Preventivi e consuntivi di progetto (AC, ETC, EAC) Report predefiniti Personalizzazioni: scala tabelle, viste, barre, stili, griglia Creazione ed utilizzo dei filtri Scambio dei dati con altri applicativi Microsoft Office 5 Sottoprogetti e multiprogetti Utilizzo di sottoprogetti Relazioni tra attività di progetti diversi Pool di risorse condivise tra più progetti 12

13 MANAGEMENT.LUM.IT Costi La quota di partecipazione è di

14 PROJECT MANAGEMENT INFORMAZIONI GENERALI Direzione scientifica Ing. Giovanni Pisano IPMA Certified Projects Director Coordinamento scientifico Arch. Francesca Sorricaro IPMA Certified Project Management Associate; dott.ssa Alessandra Ricciardelli Project Management and International Research Università LUM FACULTY E COORDINAMENTO La Faculty è composta da docenti che hanno ottenuto la Certificazione IPMA, da docenti dell Università LUM e da formatori esperti nella gestione dei processi di project management, selezionati dal Coordinamento Scientifico sulla base delle competenze e dell esperienza maturate nel campo della formazione e sviluppo manageriale. Il coordinamento operativo sarà assicurato dalla LUM School of Management. PROGETTAZIONE E METODOLOGIA DIDATTICA Il corso è caratterizzato da una didattica attiva, volta a massimizzare il coinvolgimento dei partecipanti; alle lezioni di inquadramento teorico saranno affiancate esercitazioni pratiche. 14

15

16 CORSI DI ALTA FORMAZIONE PROJECT MANAGEMENT A.A Strada Statale 100, Km Casamassima - Bari (Italia) Per ulteriori informazioni si prega di contattare l ufficio informazioni Tel

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

24 ORE EDUCATION ON LINE

24 ORE EDUCATION ON LINE www.masteronline.ilsole24ore.com 24 ORE EDUCATION ON LINE I NUOVI MASTER ON LINE CON DIPLOMA DEL SOLE 24 ORE 90% DI FORMAZIONE ON LINE PIÙ ESAMI IN PRESENZA CORSI ON LINE VIDEO LEZIONI INTERATTIVE CON

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

1. UPM (Unità di Project Management) Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria - Azienda ULSS 20 Verona

1. UPM (Unità di Project Management) Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria - Azienda ULSS 20 Verona PRINCIPI PROJECT MANAGEMENT PRINCIPI DI PROJECT MANAGEMENT Elisabetta Simeoni 1), Giovanni Serpelloni 2) 1. UPM (Unità di Project Management) Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria - Azienda ULSS

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Gentili colleghi, il presente questionario ha lo scopo di raccogliere le vostre percezioni relativamente

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROJECT MANAGEMENT PROFESSIONAL CON LA SUPERVISIONE SCIENTIFICA DI XVIII Edizione / Formula weekend 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 Z1099 2015 Project

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Earned Value e monitoring del progetto

Earned Value e monitoring del progetto IT Project Management Lezione 8 Earned Value Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Aspetti economico-finanziari (1) Costi C Fine progetto T Tempo La curva a S è chiamata baseline dei costi risultato dell aggregazione

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Business Process Redesign

Business Process Redesign Business Process Redesign I servizi offerti da Nòema 1 Riorganizzare le strutture organizzative significa cercare di conciliare l efficienza delle attività con le aspettative delle persone che costituiscono

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

LAVORARE PER PROGETTI

LAVORARE PER PROGETTI LAVORARE PER PROGETTI Giampaolo Calori e Nicoletta Perego Eulogos Consulenti di Direzione 1. PREMESSA Ogni giorno le aziende devono confrontarsi con il mutamento continuo dell ambiente interno ed esterno

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Introduzione al Project Management. AIPA Area Monitoraggio e Verifiche

Introduzione al Project Management. AIPA Area Monitoraggio e Verifiche Introduzione al Project Management AIPA Area Monitoraggio e Verifiche Contenuti del corso Impostazione del progetto; Pianificazione delle attività, risorse e costi; Coordinamento e controllo durante le

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Master s Certificate in Project Management

Master s Certificate in Project Management Leader mondiale nella formazione del Project Management MCPM Master s Certificate in Project Management Accelera la tua carriera grazie a una certificazione internazionale Master s Certificate in Project

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa CAPITOLO 3 Elementi fondamentali della struttura organizzativa Agenda La struttura organizzativa Le esigenze informative Tipologia di strutture Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura per

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

L Autovalutazione L Autovalutazione con il con il Modello CAF Massimo Tronci

L Autovalutazione L Autovalutazione con il con il Modello CAF Massimo Tronci L Autovalutazione con il Modello CAF Questa presentazione L autovalutazione e il miglioramento Il processo di autovalutazione La scelta dell approccio all autovalutazione Alcuni approfondimenti sull autovalutazione

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli